La piattaforma Next Generation Guida rapida

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La piattaforma Next Generation Guida rapida"

Transcript

1 Gui rpi Quest gui rpi è stt ret on l oiettivo i iutrti fmilirizzre rpimente on le numerose rtteristihe e strumenti isponiili sull pittform Next Genertion. Sopri ove trovre i prootti isponiili e le notizie sui merti, ome prire un grfio, inserire iversi tipi i Orine, monitorre le Posizioni perte, utilizzre il servizio ht e molto ltro. 1. Brr i nvigzione e onto Eleno ei Prootti 3. Menù i nvigzione somprs 4. Inserire un orine utilizzno l finestr i nuovo Orine 5. Verifi lo stto el tuo onto List ei Preferiti 7. Phetto grfio 8. Mrket Pulse - notizie, pprofonimenti e Clenrio Eonomio Strumenti i Tring 10. Formzione el Trer e iuto Il servizio i tring su Forex e CFD noi offerto utilizz l effetto lev e omport un elevto livello i rishio poteno eterminre perite he eeono il tuo eposito inizile. Questi prootti possono non essere ppropriti per tutti i lienti perió ertti i ver ompreso ppieno i rishi he il servizio può omportre.

2 Gui rpi 1. Brr i nvigzione e onto Aei i nostri strumenti vnzti i tring, mi lyout, impost le preferenze e verifi lo stto el onto i n k q p e f g h j m l o. Apri i iversi lyout he hi slvto. Ailit o isilit il slvtggio utomtio ei lyout ttrverso l pposit ion elle impostzioni. Apri l Eleno ei Prootti per erre o filtrre i prootti on ui esieri operre. Apri l List ei Preferiti on i prootti più popolri, o rene un nuov. Rievi le ultime notizie i merto su quello he f muovere i merti on i nostril strumenti i Mrket Pulse e. Aei ll gmm i strumenti i tring i CMC Mrkets per seguire i movimenti i merto mentre si verifino f. Gestisi le Posizioni perte e gli Orini Penenti, oltre veere lo Storio elle operzioni eseguite g. Esegui versmenti sul tuo onto on rt i reito o onifio nrio, o prelievi l tuo onto tring h. Trining ell pittform e Assistenz in tempo rele i. L mmontre ei foni ttulmente utilizzto ome mrgine j. L quntità i foni presenti ome Mrgine isponiile per prire nuove posizioni k. L importo i Csh he hi nel tuo onto l. Il profitto o perit ttule ggregto i tutte le Posizioni perte m. Il vlore ttule el tuo Conto tring n. Mostr i ettgli el tuo Livello i Liquizione se questo viene rggiunto, le Posizioni possono essere hiuse o. Aei i ti e lle notizie i merto, oltre he lle impostzioni i preferenze egli orini p. Esegui il log-out ll pittform q. Nsoni i ettgli el vlore el onto

3 Gui rpi 2. Eleno ei Prootti Us l funzione rier e quell filtro nell Eleno ei Prootti per trovre gli strumenti on ui esieri operre. Srivi il nome el prootto he esieri erre. Filtr seon el prootto Csh o Forwr. Filtr i prootti per tipo, regione, performne e voltilità. Cli sul prezzo i Aquisto o Venit per prire un finestr i Orine IP e iphone sono mrhi i proprietà i Apple In.

4 Gui rpi 3. Menù i nvigzione somprs Cli sull ion el menù somprs nto l nome i un prootto per slore le opzioni speifihe ello strumento. Apri un nuov finestr i Orine per lo strumento selezionto. Apri un nuovo grfio per quel prootto. Apri un grfio slvto per quello strumento. Apri un finestr i prezzo, mssimi e minimi i giornt e spre in tempo rele e. Visulizz informzioni sul prootto ome Orri i Negozizione, requisiti i mrgine, Costi i Mntenimento e spre in tempo rele f. Visulizz il Client Sentiment per il prootto, in relzione si l numero i lienti totle he ll esposizione ei lienti, ggiornto in tempo rele g. Apri le notizie i Reuters on informzioni rilevnti solo per quel prootto speifio i. Impost e gestisi gli llrmi i prezzo. Vei l ifferenz tr il prezzo ell llrme e il prezzo i merto, in tempo rele j. Aggiungi il prootto un List Preferiti o rene un nuov k. Aggiungi lo strumento l Portfolio Mixer l. Impost vlori preefiniti per gli orini su questo speifio prootto, ome esempio l gestione el rishio e l quntità ell Orine in utomtio e f g i j k l

5 Gui rpi 4. Inserire un orine utilizzno l finestr i nuovo Orine Cli sul tsto i Aquisto o Venit per prire un finestr i nuovo Orine f. Puoi prire un menu i nvigzione somprs per eere lle informzioni sul prootto, le notizie i Reuters, grfii e molto ltro. Il Minimo i giornt rggiunto llo strumento. Il Mssimo i giornt rggiunto llo strumento g i j k e h l. Lo spre in tempo rele tr quisto e venit e. Cli sul prezzo Aquisto o su quello i Venit per pssre un orine i Aquisto uno i Venit e vievers f. L Funzione Prie-Depth importnte per le quntità ei tuoi orini. Cli qui per mostrre tutti i iei livelli i profonità prezzo. Orini i grni quntità potreero vere spre più mpi g. Inserisi il numero i Unità o l esposizione he vuoi quistre o venere. h. Cmi tipo i Orine. Segli tr orine Merto, Limite e Stop Entry i. L quntità i mrgine rihiesto per prire quest Posizione j. Aggiungi uno Stop Loss quest posizione per proteggerti i movimenti negtivi el merto k. Aggiungi un Orine Tke Profit quest posizione per grntire un profitto l. Impost uno Stop Loss regolre o un triling Stop Loss per livello i prezzo o punti i istnz. Il triling Stop Loss segue i movimenti i prezzo fvorevoli un eterminto numero i punti m. Conferm o nell il tuo Orine m

6 Gui rpi 5. Verifi lo stto el tuo onto Gestisi le Posizioni perte e gli Orini Penenti, oltre veere lo Storio elle operzioni eseguite Posizioni e g i l h m n f j k. Apri e mostr tutte le operzioni eseguite su uno strumento. Riui per veere l Posizione ggregt o espni per mostrre i singoli Orini. Orine i Aquisto. Orine i Venit e. Il numero i Unità ell tu posizione ggregt f. L esposizione totle ell Posizione g. L esposizione totle ell tu Posizione omplessiv h. Il Prezzo meio i rio ell tu Posizione ggregt i. L ttule profitto o perit totle su quest Posizione j. Apri un finestr i nuovo Orine per venere k. Apri un finestr i nuovo Orine per omprre l. Moifi un Orine, ompresi eventuli orini per l gestione el rishio m. Chiui Posizione n. Chiui tutti gli Orini su questo prootto

7 Gui rpi 5. Verifi lo stto el tuo onto Orini Penenti 5.4. Apri un finestr i nuovo Orine in venit. Apri un finestr i nuovo Orine in quisto. Moifi un Orine Penente, inlusi Tke Profit e Stop Loss. Cnell l Orine Penente 5.3 Storio. Il profitto o l perit onseguiti on quest operzione. Il slo el tuo onto opo quest operzione 5.4 e Blotter Orini Eseguiti Fornise un esso rpio e semplie lle informzioni reltive gli Orini eseguiti senz i ettgli reltivi llo storio generle el onto. Mostr informzioni ggiuntive ome quelle sui Costi i Mntenimento e l funzione Prie-Depth. Filtr per tipo i zione e. Esportre lo Storio su un file Exel

8 Gui rpi 6. List ei Preferiti Cre un List ei Preferiti on i tuoi prootti preferiti per un file esso e visulizz le notizie i Reuters personlizzte on gli rtioli orrelti f g h i e. Cre qui un nuov List ei Preferiti, quini ggiungi i prootti usno il loro menù somprs oppure sempliemente trsinno e rilsino un prootto ll interno ell list. Moifi le impostzioni ell List ei Preferiti. Orin l List ei Preferiti in orine lfetio. Orin l List ei Preferiti in se ll performne e. Apri un menù i opzioni per questo prootto he ti à esso informzioni sul prootto stesso, notizie i Reuters, grfii in tempo rele, grfii slvti, forum el grfio, lient sentiment e molto ltro f. Minimo i giornt el prootto g. Mssimo i giornt el prootto h. Vrizione perentule i giornt i. Vrizione i punti giornlier Colleg le notizie Reuters ll tu List ei Preferiti trmite il news fee i Reuters

9 Gui rpi 7. Phetto Grfio Più i 80 initori, interfi intuitiv, funzione Pttern Reognition personlizzile. Aesso l grfio i un prootto trmite il suo menù somprs.. Apri il menu elle opzioni el prootto per eere lle informzioni, lient sentiment, notizie i Reuters e molto ltro. Tringolo lu: li qui per hiuere o moifire quest Posizione è possiile moifire l gestione el rishio irettmente l grfio k. Aggiungi il pttern reognition l grfio e ontroll le evoluzioni in tempo rele l. Ingrnisi o iminuisi l grnezz el grfio. Apri un riquro ove vengono mostrti mssimi, minimi e hiusur oltre tutti i vlori egli initori e. Apri le impostzioni el grfio per selezionre i vlori preefiniti e le ltre impostzioni. Stmp un Grfio. Cmi il timefrme el grfio usno le opzioni tu isposizione e. Segli iverse imensioni el Grfio g. Segli tr iversi tipi i Grfio, tr ui: i grfii nel, Renko e point&figure. h. Aggiungi i tuoi stui e nlisi l grfio per vlutre un potenzile possiilità i tring i. Moifi le impostzioni e personlizz i tuoi initori j. Aggiungi un selezione i strumenti i isegno sul grfio per ientifire i livelli i prezzo strtegii e evienzire le ree i interesse k h f g i j

10 Gui rpi 8. Mrket Pulse notizie, pprofonimenti e Clenrio Eonomio Rievi le ultime notizie e ggiornmenti su quello he f muovere i merti on il nostro strumento Mrket Pulse. Il news fee i Reuters ggiorn titoli e rtioli su tutti i tipi i strumenti irettmente sull pittform non ppen puliti. Le notizie Reuters possono essere filtrte in se i prootti presenti nell List ei Preferiti. Us il Clenrio Eonomio per veere gli ultimi ti eonomii rilsiti sui merti e impost ei promemori per il futuroi. Mntieniti ggiornto on gli ultimi eventi i merto più importnti, seguenoi su Twitter. Un rhivio i nlisi i merto he può essere filtrto per nlist, titolo, regione e ontenuto

11 Gui rpi 9. Strumenti i Tring Utilizz questi strumenti i tring per impostre llrmi sui Pttern e il rggiungimento i livelli i prezzo. Impost il Pttern Reognition Snner per vvisrti i imminenti possiilità i tring ogni 15 minuti. Impost e gestisi gli llrmi i prezzo ontroll l ifferenz in tempo rele tr il prezzo ttule i merto e il tuo livello i llrme

12 Gui rpi 10. Formzione el Trer e Assistenz in tempo rele Aei i nostri vieo gui e l mterile i formzione per il trer. Lsi un tuo feek e rihiei iuto irettmente ll pittform. Miglior l tu ilità i tring prteipno seminri online e in see, tenuti i nostri nlisti i merto. Gur i vieo gui ell pittform he spiegno ome utilizzre l meglio i nostri numerosi strumenti e le funzioni isposizione. Impr le iverse strtegie i tring per iutrti ottenere il mssimo ll tu opertività. Aei l servizio ht on un memro el servizio ssistenz per ottenere iuto istntneo. Lsi un tuo feek per migliorre il futuro sviluppo ell pittform Se ovessi vere omne, mentre sti onoseno l pittform, non esitre ontttri telefonimente l numero vere o vi emil ll inirizzo Not: I termini on le inizili in miusolo hnno lo stesso signifito i quelli presenti nelle nostre Conizioni Generli i Contrtto CFD e/o si riferisono un speifi rtteristi o funzionlità i CMC Mrkets. Il servizio i tring su Forex e CFD noi offerto utilizz l effetto lev e omport un elevto livello i rishio poteno eterminre perite he eeono il tuo eposito inizile. Questi prootti possono non essere ppropriti per tutti i lienti perió ertti i ver ompreso ppieno i rishi he il servizio può omportre e, se neessrio, rihiei l riguro un prere i un onsulente finnzirio inipenente.

www.scuolaazienda.it MARIO FLORES L OPERATORE TURISTICO SOLUZIONI Vero o falso? Verifica le tue conoscenze Esercizi

www.scuolaazienda.it MARIO FLORES L OPERATORE TURISTICO SOLUZIONI Vero o falso? Verifica le tue conoscenze Esercizi www.scuolaazienda.it MRIO FLORES L OPERTORE 4 TURISTIO SOLUZIONI Vero o falso? Verifica le tue conoscenze Esercizi VERO O FLSO? MOULO 1 1 V, 2 V, 3 F, 4 F 1 V, 2 V, 3 V, 4 F 1 V, 2 F, 3 F, 4 V 1 F, 2 F,

Dettagli

Allegato 3 Elenco BAT ed esempio interventi efficientamento

Allegato 3 Elenco BAT ed esempio interventi efficientamento Allegto 3 Eleno BAT e esempio interventi effiientmento LINEE GUIDA per l onuzione ell ignosi energeti nel settore rtrio Pg. 1 i 6 Riepilogo BAT sul onsumo e sull effiienz energetii estrtte ll DECISIONE

Dettagli

Componenti per l elaborazione binaria dell informazione. Sommario. Sommario. Approfondimento del corso di reti logiche. M. Favalli.

Componenti per l elaborazione binaria dell informazione. Sommario. Sommario. Approfondimento del corso di reti logiche. M. Favalli. Sommrio Componenti per l elorzione inri ell informzione Approfonimento el orso i reti logihe M. Fvlli Engineering Deprtment in Ferrr Porte logihe 2 Il livello swith 3 Aspetti tenologii 4 Reti logihe omintorie

Dettagli

AVVERTENZA indica una situazione potenzialmente pericolosa che, se non evitata, può causare la morte o lesioni gravi.

AVVERTENZA indica una situazione potenzialmente pericolosa che, se non evitata, può causare la morte o lesioni gravi. Gui i instllzione rpi Inizio DCP-7055 / DCP-7057 DCP-7060D / DCP-7065DN Prim i onfigurre l pprehio, leggere l opusolo Siurezz e restrizioni legli. Leggere poi l Gui i instllzione rpi per l onfigurzione

Dettagli

ESERCIZI IN PIÙ ESERCIZI DI FINE CAPITOLO

ESERCIZI IN PIÙ ESERCIZI DI FINE CAPITOLO L RLZIONI L FUNZIONI serizi in più SRIZI IN PIÙ SRIZI I FIN PITOLO TST Nell insieme ell figur, l relzione rppresentt goe ell o elle proprietà: TST L relzione «essere isenente i», efinit nell insieme egli

Dettagli

Sondaggio piace l eolico?

Sondaggio piace l eolico? Songgio pie l eolio? Durnte l inugurzione i Stell sono stti istriuiti ei questionri per vlutre l inie i grimento ell eolio prte ell popolzione Sono stti ompilti e quini nlizzti 50 questionri Quest presentzione

Dettagli

Esercitazione n. 2. Gian Carlo Bondi VERO/FALSO

Esercitazione n. 2. Gian Carlo Bondi VERO/FALSO Eseritzioni svolte 2010 Suol Duemil 1 Eseritzione n. 2 Aspetti eonomii e lusole el ontrtto i omprvenit Risultti ttesi Spere: gli spetti tenii, giuriii e eonomii el ontrtto i omprvenit. Sper fre: eterminre

Dettagli

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo)

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo) Ctlogo ettglito elle prestzioni 2015 (cfr. rt. 14 el regolmento el fono) Prestzioni e gli OML reg. e cnt. (Slute e) Socile : Sviluppo e mntenimento i un sistem completo i formzione professionle i bse e

Dettagli

Millenium 3 Interfaccia di comunicazione M3MOD Guida all'uso della Directory operativa 04/2006

Millenium 3 Interfaccia di comunicazione M3MOD Guida all'uso della Directory operativa 04/2006 Millenium 3 Interfi i omunizione M3MOD Gui ll'uso ell Diretory opertiv 04/2006 160633105 Pnormi AGui ll'uso ell Diretory opertiv Introuzione L Diretory opertiv è un file i testo generto l softwre i progrmmzione

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri i Primo Gro Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

AVVERTENZA indica una situazione potenzialmente pericolosa che, se non evitata, può causare la morte o lesioni gravi.

AVVERTENZA indica una situazione potenzialmente pericolosa che, se non evitata, può causare la morte o lesioni gravi. Gui i instllzione rpi Inizio MFC-7360N MFC-7460DN Prim i onfigurre l pprehio, leggere l opusolo Siurezz e restrizioni legli. Leggere poi l Gui i instllzione rpi per l onfigurzione e l'instllzione orrette.

Dettagli

Modulo 3. del mercato dei capitali. e la Borsa valori. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario

Modulo 3. del mercato dei capitali. e la Borsa valori. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario Modulo Il merto dei pitli e l Bors vlori I destintri del modulo sono gli studenti del qurto nno; essi, dopo ver ppreso quli differenti forme giuridihe un impres può ssumere e, on riferimento lle soietà

Dettagli

Icone, finestre e strutture dati

Icone, finestre e strutture dati u t o n e n i t à i m r e n i p p Ione, finestre e strutture ti Competenze speifihe Il signifito elle prinipli ione, il loro spostmento e orinmento sul esktop I prinipli elementi elle finestre elle pplizioni

Dettagli

l apparecchio dalla confezione e controllare i componenti

l apparecchio dalla confezione e controllare i componenti Gui i instllzione rpi Inizio MFC-J6520DW MFC-J6720DW Leggere l Gui i siurezz prootto prim i onfigurre l pprehio. Quini, leggere l presente Gui i instllzione rpi per onfigurre e instllre orrettmente il

Dettagli

l apparecchio dalla confezione e controllare i componenti Cartucce d inchiostro iniziali

l apparecchio dalla confezione e controllare i componenti Cartucce d inchiostro iniziali Gui i instllzione rpi Inizio MFC-J5910DW Leggere l Gui i siurezz prootto prim i onfigurre l pprehio. Quini, leggere l presente Gui i instllzione rpi per onfigurre e instllre orrettmente il ispositivo.

Dettagli

d coulomb d volt b trasformatore d alternatore b amperometro d reostato

d coulomb d volt b trasformatore d alternatore b amperometro d reostato ppunti 7 TEST DI VERIFICA 1 Unità i misur ell ri elettri: henry weer volt oulom 2 Unità i misur ell pità elettri: oulom henry fr volt 3 Gener orrente lternt: umultore resistenz 4 Misur l tensione: resistometro

Dettagli

A.A.2009/10 Fisica 1 1

A.A.2009/10 Fisica 1 1 Mhine termihe e frigoriferi Un mhin termi è un mhin he, grzie un sequenz i trsformzioni termoinmihe i un t sostnz, proue lvoro he può essere utilizzto. Un mhin solitmente lvor su i un ilo i trsformzioni

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

Lezione. Investimenti Diretti Esteri (FDI) e Imprese Multinazionali

Lezione. Investimenti Diretti Esteri (FDI) e Imprese Multinazionali Lezione Investimenti Diretti Esteri FDI e Imprese Multinzionli 1 Definizioni Dimensione del fenomeno 3 Tipi di IDE 4 Il prdigm OLI 5 Il modello ``knowledge sed speifi ssets 6 Un modello di selt tr esportzione

Dettagli

l apparecchio dalla confezione e controllare i componenti Cavo di alimentazione CA Foglio di supporto/ Foglio di supporto schede in plastica DVD-ROM

l apparecchio dalla confezione e controllare i componenti Cavo di alimentazione CA Foglio di supporto/ Foglio di supporto schede in plastica DVD-ROM Guid di instllzione rpid Inizio ADS-2100 Leggere l Guid di siurezz prodotto prim di onfigurre l pprehio. Quindi, leggere l presente Guid di instllzione rpid per onfigurre e instllre orrettmente il dispositivo.

Dettagli

Lezione 21 Investimenti Diretti Esteri (FDI) e Imprese Multinazionali 1) Definizioni. 5) Il modello ``knowledge based specific assets

Lezione 21 Investimenti Diretti Esteri (FDI) e Imprese Multinazionali 1) Definizioni. 5) Il modello ``knowledge based specific assets Lezione 1 Investimenti Diretti Esteri FDI e Imprese Multinzionli 1 Definizioni Dimensione del fenomeno 3 Tipi di IDE 4 Il prdigm OLI 5 Il modello ``knowledge sed speifi ssets 6 Un modello di selt tr esportzione

Dettagli

! è l'insieme A degli attributi di ! $ B IL PROBLEMA DELLE VISTE MATERIALIZZATE: PROBLEMI IL PROBLEMA DELLE VISTE MATERIALIZZATE

! è l'insieme A degli attributi di ! $ B IL PROBLEMA DELLE VISTE MATERIALIZZATE: PROBLEMI IL PROBLEMA DELLE VISTE MATERIALIZZATE IL PROBLEMA DELLE VISTE MATERIALIZZATE IL PROBLEMA DELLE VISTE MATERIALIZZATE: PROBLEMI Le viste nei DBMS relzionli Utilità elle viste mterilizzte per l'eseuzione i interrogzioni Venite(ProutI, NegozioI,

Dettagli

Calcolo del costo unitario FASE 1

Calcolo del costo unitario FASE 1 ESERCIZIO Definizione el pino ei entri i osto e eterminzione el osto unitrio i prootto Clolo el osto unitrio FASE 1 Azien i prouzione: proue i eni,,, Il proesso prouttivo prevee 3 fsi o proessi prinipli:

Dettagli

Le avvertenze indicano precauzioni da osservare per evitare possibili infortuni.

Le avvertenze indicano precauzioni da osservare per evitare possibili infortuni. Gui i instllzione rpi Inizio MFC-790CW MFC-990CW Prim i poter utilizzre l'pprehio, leggere l presente Gui i instllzione rpi per l orrett proeur i impostzione e i instllzione. AVVERTENZA Le vvertenze inino

Dettagli

Immobile di via Bagnoli ex scuola elementare di Bagnoli ed area di pertinenza

Immobile di via Bagnoli ex scuola elementare di Bagnoli ed area di pertinenza ino delle Alienzioni e delle Vlorizzzioni Immobiliri Vrinte Art.58 L. 133/2008 Immobile di vi Bgnoli ex suol elementre di Bgnoli ed re di pertinenz Aree in Zon Industrile Relzione r Vigente e Vrinte Uiio

Dettagli

L operatività in titoli e in cambi e i servizi bancari

L operatività in titoli e in cambi e i servizi bancari Moulo 8 L operatività in titoli e in ambi e i servizi banari 7 I estinatari el Moulo sono gli stuenti he, opo aver analizzato e appreso le aratteristihe fonamentali ell attività elle aziene i reito, le

Dettagli

L attività bancaria. Unità didattiche che compongono il modulo. L intermediazione creditizia e il mercato dei capitali

L attività bancaria. Unità didattiche che compongono il modulo. L intermediazione creditizia e il mercato dei capitali Modulo L ttività nri I destintri del Modulo sono gli studenti del quinto nno he si pprestno llo studio delle rtteristihe fondmentli dell ttività delle ziende di redito. Al fine di inqudrre il ontesto dell

Dettagli

Il modello relazionale. Il Modello Relazionale. Il modello relazionale. Relazione. Dominio. Esempio

Il modello relazionale. Il Modello Relazionale. Il modello relazionale. Relazione. Dominio. Esempio Il Moello elzionle Proposto E. F. o nel 1970 per vorire l inipenenz ei ti e reso isponiile ome moello logio in DM reli nel 1981 si s sul onetto mtemtio i relzione, questo ornise l moello un se teori he

Dettagli

F (r(t)), d dt r(t) dt

F (r(t)), d dt r(t) dt Cmpi vettorili Un cmpo vettorile è un funzione vlori vettorili F : A R, con A R n, ove in questo cso l imensione el ominio e el coominio è l stess. F ( 1, 2,..., n ) (f 1 ( 1, 2,..., n ), f 2 ( 1, 2,...,

Dettagli

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data...

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data... I numeri rzionli Cpitolo Numeri rzionli Verifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

Il modello relazionale. Il Modello Relazionale. Il modello relazionale. Relazione. Dominio. Esempio

Il modello relazionale. Il Modello Relazionale. Il modello relazionale. Relazione. Dominio. Esempio Il Moello elzionle Proposto E. F. o nel 1970 per vorire l inipenenz ei ti e reso isponiile ome moello logio in DM reli nel 1981 si s sul onetto mtemtio i relzione, questo ornise l moello un se teori he

Dettagli

Cometa. 3 max. 50 C OK! NO! Guida all utilizzo. b TSP 4x30

Cometa. 3 max. 50 C OK! NO! Guida all utilizzo. b TSP 4x30 Comet Gui ll utilizzo Pg. 1 Fissre prete il progrmmtore in un lole hiuso, riprto genti tmosferii e shizzi qu e on temperture i 0 i 50 C. Non instllre l pprehitur ll perto o ll interno i pozzetti interrti.

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri i Primo Gro Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

SELLACTION WEB SERVICES PRINT E AFTER PRINT GOLF & EVENTS

SELLACTION WEB SERVICES PRINT E AFTER PRINT GOLF & EVENTS S WEB SERVCES PRN E AFER PRN WEB SERVCES PRN E AFER PRN E l soluzione he integr i servizi per le ziende in un uni reltà. utti i professionisti di riferimento, un unio interloutore e un unio fornitore WEB

Dettagli

Modulo 9. Gli scambi con l estero. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario. Obiettivi specifici di sapere

Modulo 9. Gli scambi con l estero. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario. Obiettivi specifici di sapere 8 Modulo 9 Gli smi on l estero I destintri del modulo sono gli studenti del qurto nno he, dopo ver pprofondito le proprie onosenze rigurdo lle rtteristihe e lle funzioni delle ziende merntili, e in prtiolre

Dettagli

d.bisogno c. mi ss io ne iso gni Valorizzare la Villa reale 1 Rendere nuovamente la Villa Reale polo di attrazione e di promozione della città

d.bisogno c. mi ss io ne iso gni Valorizzare la Villa reale 1 Rendere nuovamente la Villa Reale polo di attrazione e di promozione della città nome politio deleghe od. ontesto polit i. d.sse finlità C. sse iso gni d.isogno. mi ss io ne d.missioni.p ro gr m m d.progrmm inditori Dirigente ssegntri o Progrmm.Pr d.progetto oget to resp. Progetto

Dettagli

CONTROLLI E CARATTERISTICHE

CONTROLLI E CARATTERISTICHE Serie RL83* Digitl Itlino Sommrio INSTALLAZIONE DEL TELEVISORE Preuzioni i siurezz... 4 Instllzione e informzioni importnti... 5 Teleomno... 7 Inserimento elle tterie e portt effettiv... 7 COLLEGAMENTO

Dettagli

Modulo 4. Lo scambio economico. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario. Obiettivi specifici di sapere

Modulo 4. Lo scambio economico. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario. Obiettivi specifici di sapere 46 Moulo 4 Lo smio eonomio I estintri i questo moulo sono gli llievi ell lsse prim he ino superto l verifi sommtiv ssegnt l termine el terzo moulo imostrno i: onosere il sistem zien nei suoi spetti fonmentli,

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri Superiore Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

LINEE GUIDA DELLE AUTORIZZAZIONI AL TRASPORTO RIFIUTI

LINEE GUIDA DELLE AUTORIZZAZIONI AL TRASPORTO RIFIUTI CASE STUDY LINEE GUIDA DELLE AUTORIZZAZIONI AL TRASPORTO RIFIUTI Soggetto Destinatario ella Domana i Autorizzazione: Sezione Regionale ell'alo Nazionale ei Gestori Amientali Categorie i isrizione per il

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE TECNICO CORSO PER L ABILITAZIONE AD ALLENATORE PROFESSIONISTA DI 1^ CATEGORIA 2005 2006

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE TECNICO CORSO PER L ABILITAZIONE AD ALLENATORE PROFESSIONISTA DI 1^ CATEGORIA 2005 2006 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE TECNICO CORSO PER L ABILITAZIONE AD ALLENATORE PROFESSIONISTA DI 1^ CATEGORIA 2005 2006 L INSEGNAMENTO DEI FONDAMENTALI TATTICI: DALL UNO CONTRO UNO AL QUATTRO

Dettagli

Barriere all entrata e modello del Prezzo Limite Economia industriale Università Bicocca

Barriere all entrata e modello del Prezzo Limite Economia industriale Università Bicocca Brriere ll entrt e modello del Prezzo imite onomi industrile Università Bio Christin Grvgli - Giugno 006 Brriere ll entrt definizioni Condizioni he permettono lle imprese opernti in un industri di elevre

Dettagli

l apparecchio dalla confezione e controllare i componenti Cartucce d inchiostro iniziali Cavo di alimentazione

l apparecchio dalla confezione e controllare i componenti Cartucce d inchiostro iniziali Cavo di alimentazione Guid di instllzione rpid Inizio DCP-J140W Leggere l Guid di siurezz prodotto prim di onfigurre l pprehio. Quindi, leggere l presente Guid di instllzione rpid per onfigurre e instllre orrettmente il dispositivo.

Dettagli

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Automazione INFORMATICA INDUSTRIALE Appello COGNOME E NOME. 11 febbraio 2008 RIGA COLONNA MATRICOLA

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Automazione INFORMATICA INDUSTRIALE Appello COGNOME E NOME. 11 febbraio 2008 RIGA COLONNA MATRICOLA Politecnico i Milno Fcoltà i Ingegneri ell Automzione INFORMATICA INDUSTRIALE Appello COGNOME E NOME ebbrio 2008 RIGA COLONNA MATRICOLA Il presente plico pinzto, composto i quttro ogli (ronte/retro)eve

Dettagli

Inizio. Guida di installazione rapida. la macchina dalla confezione e verificare i componenti

Inizio. Guida di installazione rapida. la macchina dalla confezione e verificare i componenti Guid di instllzione rpid Inizio HL-3140CW / HL-3150CDN HL-3150CDW / HL-3170CDW Grzie per ver selto Brother, il vostro supporto è importnte per noi e tenimo in grnde onsiderzione l vostr ttività. Il vostro

Dettagli

VERSO Unità i Trttmento Ari Unità i Trttmento Ari VERSO Unità i Trttmento Ari VERSO-S unità i sol mnt VERSO-R unità i trttmento ri con recupertore i clore rottivo VERSO-P unità i trttmento ri con recupertore

Dettagli

Le verifiche interdisciplinari

Le verifiche interdisciplinari Le verifihe interisiplinri Le verifihe interisiplinri, ifferenz i quelle i fine moulo volte misurre il rggiungimento egli oiettivi isiplinri, privilegino l ertmento el rggiungimento egli oiettivi trsversli.

Dettagli

La statistica nei test Invalsi

La statistica nei test Invalsi L sttisti nei test Invlsi 1) Osserv il grfio seguente he rppresent l distriuzione perentule di fmiglie per numero di omponenti, in se l ensimento 2001.. Qul è l perentule di fmiglie on 2 omponenti? Rispost:..%.

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO Il sottosritto rihiedente l ssegnzione dell lloggio: Cognome e nome Codie Fisle Stto di nsit Comune di nsit Dt di nsit Provini di residenz

Dettagli

T16 Protocolli di trasmissione

T16 Protocolli di trasmissione T16 Protoolli di trsmissione T16.1 Cos indi il throughput di un ollegmento TD?.. T16.2 Quli tr le seguenti rtteristihe dei protoolli di tipo COP inidono direttmente sul vlore del throughput? Impossiilità

Dettagli

Capitolo 3. Modelli. Macchine combinatorie Macchine sequenziali asincrone sincrone

Capitolo 3. Modelli. Macchine combinatorie Macchine sequenziali asincrone sincrone Capitolo 3 Moelli Mahine ominatorie Mahine sequenziali asinrone sinrone Il moello el loo o satola nera i I: alfaeto i ingresso u U: alfaeto i usita ingresso ei ati i F u usita ei risultati F: relazione

Dettagli

Questo materiale è stato prodotto dal progetto Programma di informazione e comunicazione a sostegno degli obiettivi di Guadagnare Salute del

Questo materiale è stato prodotto dal progetto Programma di informazione e comunicazione a sostegno degli obiettivi di Guadagnare Salute del Questo mterile è stto prodotto dl progetto Progrmm di informzione e omunizione sostegno degli oiettivi di Gudgnre Slute del Ministero dell Slute /CCM, in ollorzione ol Ministero dell Istruzione, dell Università

Dettagli

MyClub. versione 2.7. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia GO - Italia email info@activeweb.it

MyClub. versione 2.7. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia GO - Italia email info@activeweb.it MyClub versione 2.7 Mnule per l utente Active Softwre Corso Itli 149-34170 Gorizi GO - Itli emil info@ctiveweb.it Se questo ocumento ppre nell finestr el vostro browser Internet i efult, richimte il comno

Dettagli

Analisi dei dati ottenuti dalla raccolta dei Questionari consegnati al Tessuto Imprenditoriale e Commerciale della Città di Magenta

Analisi dei dati ottenuti dalla raccolta dei Questionari consegnati al Tessuto Imprenditoriale e Commerciale della Città di Magenta QUESTIONRIO PINO GENERLE DEL TRFFIO URNO ITTÀ DI MGENT nlisi dei dti ottenuti dll rolt dei Questionri onsegnti l Tessuto Imprenditorile e ommerile dell ittà di Mgent Relizzt d onfommerio Mgent e stno Primo

Dettagli

IL CONTRATTO RISTORATIVO

IL CONTRATTO RISTORATIVO IL CONTRATTO RISTORATIVO ATTIVITÀ E LABORATORIO i Pol LOBINA PREMESSA L rtiolo nlizz l ntur giurii el ontrtto i ristorzione osì ome viene elinet l Coie el onsumo e è orreto un primo test i verifi sui ontrtti.

Dettagli

RICCARDO NIKOLASSY PAOLO CAMAGNI. Informatica. Per il primo biennio degli Istituti tecnici settore Economico EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO

RICCARDO NIKOLASSY PAOLO CAMAGNI. Informatica. Per il primo biennio degli Istituti tecnici settore Economico EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO RICCARDO NIKOLASSY PAOLO CAMAGNI Informti Per il primo iennio egli Istituti tenii settore Eonomio EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Inie Inie MODULO 1 Come è ftto un omputer e ome rgion 1 Conosimo il omputer

Dettagli

FUNZIONI MATEMATICHE. Una funzione lineare è del tipo:

FUNZIONI MATEMATICHE. Una funzione lineare è del tipo: FUNZIONI MATEMATICHE Le relzioni mtemtihe utilizzte per desrivere fenomeni nturli, in iologi ome in ltre sienze, possono ovvimente essere le più svrite. Per lo più si trtt di equzioni lineri, qudrtihe,

Dettagli

Circuiti Sequenziali Macchine Non Completamente Specificate

Circuiti Sequenziali Macchine Non Completamente Specificate CEFRIEL Consorzio pr l Formzion l Rir in Inggnri ll Informzion Politnio i Milno Ciruiti Squnzili Mhin Non Compltmnt Spifit Introuzion Comptiilità Riuzion l numro gli stti Mtoo gnrl FSM non ompltmnt spifit

Dettagli

Le avvertenze indicano precauzioni da osservare per evitare possibili infortuni.

Le avvertenze indicano precauzioni da osservare per evitare possibili infortuni. Guid di instllzione rpid Inizio MFC-6490CW Prim di poter utilizzre l'pprehio, leggere l presente Guid di instllzione rpid per l orrett proedur di impostzione e di instllzione. AVVERTENZA Le vvertenze indino

Dettagli

Automatizzare la conformità e la manutenzione

Automatizzare la conformità e la manutenzione 0LFUR'RFN,, Automtizzre l conformità e l mnutenzione *DV$OHUW&OLS ([WUHPH *DV$OHUW ([WUHPH *DV$OHUW0LFUR&OLS *DV$OHUW0D[ ;7,, *DV$OHUW4XDWWUR 6HULH *DV$OHUW0LFUR ric c nz Se zio ne Sc ri c me nto Sc de

Dettagli

! Una gerarchia ricorsiva deriva dalla presenza di una ricorsione o ciclo (un anello nel caso più semplice) nello schema operazionale.

! Una gerarchia ricorsiva deriva dalla presenza di una ricorsione o ciclo (un anello nel caso più semplice) nello schema operazionale. Gerarhie Riorsive! Una gerarhia riorsiva eriva alla presenza i una riorsione o ilo (un anello nel aso più semplie) nello shema operazionale.! Esempio i shema operazionale on anello:! Rappresentazione sullo

Dettagli

Elettronica dei Sistemi Digitali Il test nei sistemi elettronici: guasti catastrofici e modelli di guasto (parte I)

Elettronica dei Sistemi Digitali Il test nei sistemi elettronici: guasti catastrofici e modelli di guasto (parte I) Elettronic dei Sistemi Digitli Il test nei sistemi elettronici: gusti ctstrofici e modelli di gusto (prte I) Vlentino Lierli Diprtimento di Tecnologie dell Informzione Università di Milno, 26013 Crem e-mil:

Dettagli

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto 7 I costi dell impres 7.1. Per l combinzione di equilibrio dei due input, si ved il grfico successivo. L pendenz dell line di isocosto e` pri ll opposto del rpporto tr i prezzi dei fttori: -10 = 2 = -5.

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

COLLETTORI MODULARI PER IMPIANTI IDROTERMICI

COLLETTORI MODULARI PER IMPIANTI IDROTERMICI COLLETTORI MODULARI PER IMPIANTI IDROTERMICI PRODOTTI E SISTEMI PER L IDROTERMICA Coettori mouri Generità Ne mggior prte egi impinti irici, istribuzione e cqu c e fre (nt e ritorno ne riscmento) si reizz

Dettagli

avast! Pro Antivirus Funzioni chiave Tecnologie cloud ibride Maggiore usabilità Funzioni di protezione

avast! Pro Antivirus Funzioni chiave Tecnologie cloud ibride Maggiore usabilità Funzioni di protezione Pro Pro include tutte le funzioni del nostro completo Internet Security, prte il firewll e il filtro ntispm. Un lvorzione dei dti su bse cloud migliort, un interfcci utente semplifict e i nuovi tool Softwre

Dettagli

PARAMETRI DI VALUTAZIONE PER AUTOBUS INTERURBANI E CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEI PUNTEGGI ALLEGATO 6/lotto 1

PARAMETRI DI VALUTAZIONE PER AUTOBUS INTERURBANI E CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEI PUNTEGGI ALLEGATO 6/lotto 1 PARAMETRI DI VALUTAZIONE PER AUTOBUS INTERURBANI E CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEI PUNTEGGI ALLEGATO 6/lotto 1 PUNTEGGIO PARAMETRI INTERURBANO NORMALE Punteggio Vlutzioni 1 PREZZO DEL VEICOLO COMPLETO (vesi

Dettagli

LE RETTIFICHE DI STORNO

LE RETTIFICHE DI STORNO Cpitolo 11 LE RETTIFICHE DI STORNO cur di Alfredo Vignò Le scritture di rettific di fine esercizio Sono composte l termine del periodo mministrtivo per inserire nel sistem vlori stimti e congetturti di

Dettagli

Comunica con ichat... 10 Sottotitoli aperti e chiusi... 10 Avvisi e audio... 11 Registrazione con QuickTime... 11 Audio mono... 11

Comunica con ichat... 10 Sottotitoli aperti e chiusi... 10 Avvisi e audio... 11 Registrazione con QuickTime... 11 Audio mono... 11 -LeguidediArhimede AessibilitàX Indie L impegno di Apple per l essibilità... 1 Vist... 4 Voiever... 4 Brille... 5 Applizioni... 5 Ingrndimento dello shermo... 5 Ingrndimento del ursore... 6 Contrsto elevto

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Cm er dei D eputti 81 Sen to dell R epubblic XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE PAGINA BIANCA Cm er dei D eputti - 83 - S en to dell R epubblic

Dettagli

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Cod. 1879.185M STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Crtteristiche tecniche Corpo in lluminio pressofuso Portello di chiusur vno cblggio/btterie in termoindurente Riflettore in lluminio vernicito binco Diffusore

Dettagli

Cap. 8 Sistemi di controllo

Cap. 8 Sistemi di controllo Cap. 8 Sistemi i ontrollo Come già etto, in generale, un sistema è solo potenialmente in grao i soisfare gli obiettivi per i quali è stato ostruito, e ioè i omportarsi nella maniera esierata. Per onseguire

Dettagli

Le proprietà fondamentali del campo magnetico

Le proprietà fondamentali del campo magnetico 1) Ftti sperimentli. Le proprietà fonmentli el mpo mgnetio Riportimo ue ftti sperimentli: ) Un filo rettilineo infinito perorso orrente I gener un mpo mgnetio on le seguenti proprietà: l intensità ument

Dettagli

Verifica del modulo: Il marketing dei prodotti turistici

Verifica del modulo: Il marketing dei prodotti turistici di Alessndro Siviero doente di Eonomi, mrketing e omunizione Strumenti APRILE/MAGGIO 00 Verifi del modulo: Il mrketing dei prodotti turistii Metodi di verifi e l pproio dello studente Nell rtiolo Il mrketing

Dettagli

Monomi e polinomi. Verifica per la classe prima COGNOME... NOME... Classe... Data...

Monomi e polinomi. Verifica per la classe prima COGNOME... NOME... Classe... Data... Cpitolo Monomi e polinomi Monomi Verifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

QUESITI DI PSICOLOGIA

QUESITI DI PSICOLOGIA QUESITI DI PSICOLOGIA appunti 23 TEST DI VERIFICA 1 Che osa si intene on il onetto i atteniilità? a L effiaia he un test ha nel preveere i renimenti i un soggetto nelle ailità speifihe misurate Il grao

Dettagli

CONDUTTANZA ELETTRICA DI UN ELETTROLITA IN SOLUZIONE (TEORIA)

CONDUTTANZA ELETTRICA DI UN ELETTROLITA IN SOLUZIONE (TEORIA) CONDUTTANZA ELETTICA DI UN ELETTOLITA IN SOLUZIONE (TEOIA) Se si ppli un differenz di potenzile elettrio fr due elettrodi iersi in un soluzione ioni, si verifi un igrzione risultnte di ioni in direzione

Dettagli

LEASING FINANZIARIO 27/10/2013

LEASING FINANZIARIO 27/10/2013 LEASING FINANZIARIO LEASING Con il contrtto di un ziend concede d un ltr un bene strumentle verso il corrispettivo di un certo numero di cnoni periodici. Corso di rgioneri generle ed pplict Prof. Polo

Dettagli

Sistemi di comando per la sicurezza delle macchine Norma EN ISO 13849-1

Sistemi di comando per la sicurezza delle macchine Norma EN ISO 13849-1 Sistemi i omano per la siurezza elle mahine Norma EN ISO 13849-1 Gianfrano Ceresini www.elektro.it Aprile 2010 Valutazione el rishio All interno ella proeura per la maratura CE i una mahina, il ostruttore

Dettagli

Z600 Series Color Jetprinter

Z600 Series Color Jetprinter Z600 Series Color Jetprinter Mnule dell'utente per Windows Risoluzione dei prolemi di instllzione Un elenco per trovre un soluzione prolemi comuni di instllzione. Pnormic stmpnte Informzioni sulle prti

Dettagli

Il Primo Principio della Termodinamica non fornisce alcuna indicazione riguardo ad alcuni aspetti pratici.

Il Primo Principio della Termodinamica non fornisce alcuna indicazione riguardo ad alcuni aspetti pratici. Il Primo Principio dell Termodinmic non fornisce lcun indiczione rigurdo d lcuni spetti prtici. l evoluzione spontne delle trsformzioni; non individu cioè il verso in cui esse possono vvenire. Pistr cld

Dettagli

MINIDUMPER 400-1000 kg. CARRY105 CARRY105ep CARRY107 CARRY107ht CARRY110

MINIDUMPER 400-1000 kg. CARRY105 CARRY105ep CARRY107 CARRY107ht CARRY110 MINIDUMPER 400-1000 kg CARRY105 CARRY105ep CARRY107 CARRY107ht CARRY110 Agilità e verstilità Il nuovo miniumper Crry 105 è gile e verstile, sviluppto per venire inontro lle esigenze i movimentzione i mterile

Dettagli

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5 Scritto d Dlil Bellcicco Lunedì 25 Mrzo 2013 07:15 Due clssi dell Istituto Comprensivo Crno - Mzzini diretto dl professor Antonio Pvone - 5 e l 4 C, e nel corso dell premizione nche l 5 C - hnno prtecipto

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 268 NUMERAZIONE GENERALE N. 10/07/2015.

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 268 NUMERAZIONE GENERALE N. 10/07/2015. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsbile: Settore Tecnico NUMERAZIONE GENERALE N. 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 68 in dt 10/07/015 OGGETTO: CIG: ZD514AB0B - AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RIPARAZIONE AUTOVETTURA

Dettagli

L associazione in partecipazione: la regolamentazione dell'affare e il trattamento contabile di Fabio Giommoni *

L associazione in partecipazione: la regolamentazione dell'affare e il trattamento contabile di Fabio Giommoni * L ssocizione in prtecipzione: l regolmentzione ell'ffre e il trttmento contbile i Fbio Giommoni * Il trttmento contbile ell ssocizione in prtecipzione è strettmente legto ll ttule isciplin fiscle ell istituto

Dettagli

Ricostruzione della cresta in zona 1.1. e 2.1 con lembo palatino a scorrimento coronale e posizionamento di due impianti Prima di Keystone Dental

Ricostruzione della cresta in zona 1.1. e 2.1 con lembo palatino a scorrimento coronale e posizionamento di due impianti Prima di Keystone Dental CASO CLINICO Riostruzione dell rest in zon 1.1. e 2.1 on lemo pltino sorrimento oronle e posizionmento di due impinti Prim di Keystone Dentl Andre Grssi, Odontoitr e liero professionist in Reggio Emili

Dettagli

Risolvere il seguente caso aziendale

Risolvere il seguente caso aziendale Risolvere il seguente so zienle Un lergo on 80 oppie nel mese i Giugno e Luglio h registrto un gro i oupzione mere el 40% i ui il 75% iit mer oppi mentre il restnte 25% mer singol. Gli rrivi i perioo sono

Dettagli

Piero Gallo Fabio Salerno. Task. Corso di informatica. Gli archivi sequenziali. il libro si estende sul web

Piero Gallo Fabio Salerno. Task. Corso di informatica. Gli archivi sequenziali. il libro si estende sul web Piero Gllo Fio Slerno Tsk Corso i informti 2 il liro si estene sul we Gli rhivi sequenzili il liro si estene sul we LEZIONE L orgnizzzione sequenzile L orgnizzzione logi sequenzile Con rhivio logio sequenzile

Dettagli

COMBINAZIONI DI CARICO SOLAI

COMBINAZIONI DI CARICO SOLAI COMBINAZIONI DI CARICO SOLAI (ppunti di Mrio Zfonte in fse di elorzione) Ai fini delle verifihe degli stti limite, seondo unto indito dll normtiv, in generle le ondizioni di rio d onsiderre, sono uelle

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Terza. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Terza. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri Superiore Clsse Terz Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

ENEA - Dipartimento Biotecnologie, Agroindustria e Protezione della Salute Responsabile scientifico: Dott.ssa Paola CRINÒ

ENEA - Dipartimento Biotecnologie, Agroindustria e Protezione della Salute Responsabile scientifico: Dott.ssa Paola CRINÒ UNITÀ OPERATIVA N ENEA - Diprtimento Biotenologie, Agroinustri e Protezione ell Slute Responsile sientifio: Dott.ss Pol CRINÒ Altri prteipnti: Dott. Sergio Luretti, Dott.ss Florin Fiohetti, Dott.ss Mriinoront

Dettagli

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario 58 Modulo 6 L rccolt bncri e il rpporto di conto corrente I destintri del Modulo sono gli studenti del quinto nno che, dopo ver nlizzto e ppreso le crtteristiche fondmentli dell ttività delle ziende di

Dettagli

PROVINCIA DI VITERBO ASSESSORATO AL TURISMO CONCORSO ACCOMPAGNATORE TURISTICO TEST DI VERIFICA C

PROVINCIA DI VITERBO ASSESSORATO AL TURISMO CONCORSO ACCOMPAGNATORE TURISTICO TEST DI VERIFICA C PROVINI I VITERO SSESSORTO L TURISMO ONORSO OMPGNTORE TURISTIO TEST I VERIFI 1. IL STELLO I SHÖNRUNN, LEGTO L MITO ELL PRINIPESS SISSI SI TROV IN: UNGHERI GERMNI USTRI SOZI 2. IL VULNO I STROMOLI È SITUTO

Dettagli

MANUALE D'INSTALLAZIONE

MANUALE D'INSTALLAZIONE CONDIZIONATORE D'ARIA Tipo prete Contenuti Precuzioni i Sicurezz... It- Descrizione e funzioni ell'unità intern... It- Descrizione e funzioni el telecomno... It- Funzione Timer... It- Informzioni generli

Dettagli

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2.

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2. Cp. 49 - Debiti verso bnche 49 DEBITI VERSO BANCHE Pssivo SP D.4 Prssi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 1 PREMESSA I debiti verso bnche ricomprendono tutti quei debiti in cui l controprte è un

Dettagli

Serie WL76* Digital Serie YL76* Digital

Serie WL76* Digital Serie YL76* Digital Serie WL76* Digitl Serie YL76* Digitl EUROPEAN UNION ECOLABEL Awre to goos or servies whih meet the environmentl requirements of the EU eolelling sheme Itlino Sommrio INSTALLAZIONE DEL TELEVISORE Preuzioni

Dettagli

SOLUZIONE PROBLEMI Insegnamento di Fisica dell Atmosfera Seconda prova in itinere

SOLUZIONE PROBLEMI Insegnamento di Fisica dell Atmosfera Seconda prova in itinere Doente: rof Dino Zri serittore: in lessio Bertò OLUZION PROBLMI Insenento i Fisi ell tosfer eon rov in itinere /3 Vlori elle ostnti Rio terrestre eio: 637 Rio solre eio: 7 5 Distnz ei terr-sole : 9 6 Vlore

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 5 DICEMBRE 2014, n.5

REGOLAMENTO REGIONALE 5 DICEMBRE 2014, n.5 5 DICEMBRE 0, n.5 Regolmento di ttuzione di ui l rtiolo 7 dell legge regionle 7 settemre 0, n.6 (Norme in mteri dute dll lto) delle ttività nell mito dell edilizi. Assessorto ll Siurezz nei Cntieri Politihe

Dettagli

Equazioni di primo grado

Equazioni di primo grado Cpitolo Equzioni i primo gro Equzioni i primo gro erifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER Foglio Informtivo 2_27/06/2013 ICCREA BANCA S.p.A. - Istituto Centrle del Credito Coopertivo Sede legle e mministrtiv:

Dettagli