GAP: ISTRUZIONI PER L USO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GAP: ISTRUZIONI PER L USO"

Transcript

1 GAP Newsletter per la Gestione Attiva di Patrimoni con Fondi Comuni a cura di Pierluigi Gerbino GAP: ISTRUZIONI PER L USO Quelle che seguono sono le istruzioni ufficiali per il corretto utilizzo operativo della newsletter GAP. Si raccomanda di stamparle e tenerle a portata di mano per la consultazione. INTRODUZIONE La newsletter GAP è un servizio che intende aiutare l investitore ad effettuare una gestione attiva del proprio patrimonio da detenere in fondi comuni. L ambizione di questo servizio è quella di unire dinamicità e precisione nelle scelte di investimento alla semplicità operativa. L evoluzione dei mercati finanziari nel primo decennio del 21 secolo ha messo a soqquadro molte delle convinzioni che per parecchio tempo hanno guidato le scelte di investimento proposte alla massa dei risparmiatori, spingendo a ricercare nuove strade chi non intende subire in modo passivo le oscillazioni dei mercati. Dal momento che l evoluzione tecnologica e commerciale oggi consente, attraverso le piattaforme di Trading Online, una operatività molto rapida ed a costi contenuti, si sta affermando il principio della Gestione Attiva anche nelle scelte di investimento basate sul risparmio gestito. GAP (che significa Gestione Attiva di Patrimoni ) vuole essere proprio un servizio che fornisce indicazioni utili ad attuare autonomamente la gestione attiva del proprio portafoglio di Fondi Comuni di Investimento. Per cercare di soddisfare esigenze diverse la newsletter propone 2 modelli di gestione attiva, aventi caratteristiche diverse tra loro, da cui il lettore può trarre ispirazione utilizzando ciò che più si avvicina alle sue caratteristiche di investitore. Ogni modello è rappresentato da un portafoglio contenente fino a 5 posizioni espresse in strumenti finanziari armonizzati di risparmio gestito. LA GESTIONE ATTIVA DEL PATRIMONIO CON FONDI COMUNI GAP consente di effettuare in modo molto agevole quella che io chiamo Gestione Attiva del Patrimonio: il patrimonio viene spostato sullo strumento finanziario più adatto a sfruttare la situazione che il mercato sembra voler vivere. E una metodologia operativa diametralmente opposta a quella che viene tradizionalmente proposta nell ambito del risparmio gestito. L approccio tradizionale ipotizza un investimento statico, destinato ad essere conservato nel lungo periodo, ignorando le oscillazioni del mercato. Si ipotizza che tali oscillazioni siano sostanzialmente imprevedibili e che i mercati nel lungo periodo salgano inevitabilmente. Pertanto, secondo l impostazione tradizionale, muoversi non serve ad altro che a perdere opportunità. Il processo di investimento deve consistere perciò nello scegliere la composizione del portafoglio che meglio riflette le caratteristiche dell investitore in merito a capacità patrimoniale, propensione al rischio, durata dell investimento. Tale composizione (asset allocation) è per lo più di tipo statico, cioè destinata a non mutare se non mutano le caratteristiche dell investitore alla base delle scelte iniziali. Il rischio di mercato si fronteggia mediante il processo chiamato diversificazione, che consiste nel tenere le uova in panieri diversi, cioè investire su tutta la gamma di categorie di strumenti del risparmio gestito (asset class), in modo da mediare le performance delle singole classi di investimento.

2 È evidente che alla base di questa metodologia è la convinzione che i mercati nel lungo periodo salgono sempre. La realtà di questi anni, a mio parere, ha invece dimostrato quel che io sostengo da parecchio tempo, cioè che l affermazione nel lungo periodo i mercati salgono, per assumere certezza statistica, richiede un ottica di investimento di almeno 30 anni. Infatti abbiamo avuto in passato periodi di mercato orientato al ribasso per circa 30 anni. Il grafico che segue rappresenta l andamento storico dell indice SP500, che esprime la situazione del mercato azionario americano, il più importante al mondo e punto di riferimento per le borse di tutto il pianeta. I valori sono deflazionati per tenere conto dell inflazione. Si può osservare che periodi con il mercato sott acqua, cioè in fase fortemente e lungamente ribassista non sono affatto rari. Si possono contare tre cicli ribassisti di lunghissimo periodo già conclusi, che hanno causato perdite di oltre il 60% ed impedito per più di 20 anni all indice di tornare ai valori iniziali. Il grande crollo del 1929 è stato riassorbito completamente solo dopo oltre 29 anni. E in corso in questi anni il quarto superciclo ribassista che ha avuto un estensione del ribasso paragonabile ai cicli precedenti e dura ormai da oltre 11 anni. L indice deve fare ancora parecchia strada per recuperare le perdite fin qui procurate. Chi avesse investito ai massimi del 2000 su un fondo azionario USA, dopo oltre 11 anni si troverebbe con un investimento in decisa perdita. Chissà per quanto tempo ancora sarà costretto a soffrire prima di rivedere il suo capitale iniziale, che nel frattempo avrà perso una fetta consistente del suo potere d acquisto. Solo un ottica di investimento di almeno 30 anni offrirebbe una certa garanzia di rendimento reale almeno modesto. Sempre che l attuale ciclo ribassista non decida di battere il record mondiale di 350 mesi stabilito dal ribasso del 29. Una tale ottica di investimento non è proponibile all investitore. Si investe per se stessi, non per i propri nipoti! E diventato necessari proporre tecniche di investimento che ambiscano ad ottenere rendimenti anche in periodi di ampia oscillazione laterale o ribassista, come pare essere il momento storico attraversato dai mercati. Ciò si può ottenere soltanto se si cerca di rendere dinamico il proprio investimento, cercando di evitare gli strumenti finanziari orientati al ribasso a vantaggio di quelli orientati al rialzo, mutando l asset allocation al mutare delle tendenze dei mercati. Non ha alcun senso diversificare su strumenti che perdono. Sia la teoria che l esperienza pratica hanno dimostrato che mediante l analisi dei grafici è possibile, se non ottenere certezze previsionali sui movimenti che compongono l oscillazione dei mercati, almeno formulare ipotesi che abbiano probabilità favorevoli di realizzarsi. Unendo l analisi scrupolosa ad una disciplina metodologica che gestisca l errore, minimizzandone le conseguenze, si può tentare di cogliere i movimenti

3 di breve-medio periodo dei mercati, posizionandosi su gran parte dei movimenti favorevoli del mercato ed evitando gran parte dei movimenti sfavorevoli. Per fare ciò, data anche la velocità con cui i mercati attuano inversioni di tendenza e correzioni anche significative, occorre avere a disposizione la possibilità di fronteggiare il rischio attraverso la rapidità operativa, uscendo ed entrando tempestivamente sulle posizioni di investimento. La creazione da parte dell ingegneria finanziaria di strumenti di risparmio gestito di tipo short, cioè che aumentano di valore in caso di movimento discendente dell attività o dell indice sottostante, consente addirittura di sfruttare i movimenti discendenti dei mercati, guadagnando anche in caso di ribasso. Per raggiungere questi risultati occorre una gestione attiva, dove l uscita dalla posizione e lo switch vengano visti non come una perdita di opportunità ma come protezione dai cambiamenti di direzione dei mercati. L ottica di investimento, per chi vuole attuare una Gestione Attiva, deve essere necessariamente quella di breve-medio periodo, cercando di selezionare i movimenti che abbiano una durata ipotetica normalmente di qualche settimana, senza ovviamente voler porre limiti alla Provvidenza, né sottovalutare eventuali cambiamenti di idea da parte del mercato. Essendo il mercato a decidere dove, come e quando muoversi, le indicazioni le dà il mercato stesso quando fornisce segnali di probabile fine di un determinato trend, oppure addirittura di cambiamento di trend. Pertanto non è possibile individuare a priori né la durata, né la tempistica del movimento di mercato. Non esistono certezze nemmeno sugli obiettivi del movimento, poiché il mercato può cambiare idea quando vuole. La Gestione Attiva segue il mercato, non pretende di dirigerlo. Si adatta ad esso e muove il patrimonio in sintonia con i movimenti del mercato, quando il mercato manda indicazioni attraverso i segnali dell Analisi Grafica. In questo processo decisionale si tiene anche in grande considerazione l andamento valutario per le posizioni assunte su mercati espressi in valuta diversa dall Euro. Un movimento valutario contrario può annullare la performance dell attività sottostante o addirittura renderla negativa. Pertanto il rischio di cambio deve essere controllato, a volte evitando l investimento in valuta straniera oppure utilizzando prodotti Hedged, cioè protetti dal rischio di cambio (ovviamente a costo di una performance leggermente inferiore a quella espressa in valuta). A CHE COSA SERVE GAP La newsletter GAP vuole essere di aiuto a chi intende attuare una Gestione Attiva del proprio patrimonio con Fondi Comuni o altri prodotti finanziari analoghi, investendo su strumenti che spaziano sull intera panoramica del risparmio gestito. Oggetto di attenzione e di eventuale scelta operativa attraverso il mondo dei Fondi saranno pertanto tutti i mercati, sia in senso geografico che per categoria di strumento finanziario. Il lettore potrà attingere alle indicazioni scegliendo di replicare con precisione le scelte indicate, oppure trarne semplicemente spunto. Il fatto stesso che vengano presentati 2 modelli diversi offre al lettore la possibilità di cercare il modello più adatto alle sue caratteristiche di investitore, oppure di attuare percorsi autonomi che traggano soltanto indicazioni di massima o elementi di confronto dai diversi modelli. Ovviamente GAP non si sostituisce al lettore nell effettuare le concrete scelte operative. Il passaggio dall indicazione standardizzata che fornisce GAP alla concreta effettuazione dell investimento si deve realizzare considerando attentamente le caratteristiche del lettore-investitore. Occorrerà che egli adatti i consigli di GAP alle sue caratteristiche, rispondendo ad alcune ulteriori domande, tra cui le seguenti: Quanto capitale e quale percentuale del proprio patrimonio gestire con GAP? Quale modello di portafoglio tra quelli proposti è più confacente alla propria propensione al rischio? Come si può adattare GAP alle possibilità operative del lettore? Quale livello di coinvolgimento si desidera realizzare (con quale intensità si desidera replicare le indicazioni di GAP)? Quale rapidità operativa si intende affidare alla messa in pratica dei consigli di GAP? Quale piattaforma operativa si intende usare per effettuare le operazioni? Quali strumenti di risparmio gestito si intende utilizzare? Sono soltanto alcune delle principali scelte che il lettore deve effettuare, autonomamente o con l aiuto del suo Consulente Finanziario di Fiducia, per tradurre le indicazioni standard di GAP in concrete operazioni di investimento. Per questo dobbiamo affermare con chiarezza che GAP non costituisce servizio di Consulenza Finanziaria, poiché nulla consiglia in concreto al lettore, né può consigliare, dato che non conosce le sue caratteristiche, le sue condizioni e problematiche operative.

4 Il lettore deve quindi prendersi la responsabilità di tutte le scelte che farà, con la consapevolezza che GAP non può garantire alcun risultato. L unica garanzia che GAP si sente di offrire è lo scrupolo analitico, l indipendenza di giudizio ed il rigore metodologico. Pertanto il lettore deve essere consapevole che la responsabilità delle sue concrete scelte operative, tra cui la prima è quella di decidere quanta fiducia accordare alle indicazioni di GAP, ricade unicamente su di sé e non coinvolge in alcun modo la società Borsaprof.it sas, che redige e pubblica la newsletter GAP e non presta alcun servizio di consulenza finanziaria. Il lettore che necessitasse di aiuto nell impostazione concreta della propria operatività deve rivolgersi al proprio consulente finanziario di fiducia. COME FUNZIONA GAP L uscita della newsletter è normalmente settimanale, entro le ore 10 del lunedì. La pubblicazione avverrà anche in assenza di variazioni ai portafogli consigliati. In tal caso il lettore potrà semplicemente trovare confermate le precedenti indicazioni. Se il mercato lo consiglia, saranno invece suggerite variazioni. Potranno anche essere pubblicate newsletter straordinarie, al di fuori della periodicità stabilita, qualora se ne ravvisi la necessità. Ogni newsletter viene pubblicata sempre sulla pagina riservata del sito Borsaprof.it ed è accessibile lettore al seguente link: previa autenticazione. Occorre autenticarsi con l indirizzo mail con cui si è iscritti. Inoltre la newsletter viene inviata tramite posta elettronica all indirizzo fornito. Ogni uscita straordinaria è altresì annunciata da SMS di avviso a tutti i lettori che abbiano fornito il numero di telefono mobile. Qualora la newsletter non venga pubblicata, per impossibilità materiale improvvisa (problemi tecnici o impedimenti non previsti e non risolvibili o cause di forza maggiore), verrà fatto tutto il possibile per preavvisare i lettori della mancata pubblicazione del report. Analogamente avverrà in caso di ritardo significativo sull orario previsto. In caso di mancata pubblicazione di GAP il lettore deve comunque far riferimento alle indicazioni dell ultimo numero in suo possesso, che mantengono la loro validità. L abbonamento al servizio GAP ha una durata annuale e costa 300. Per aderire occorre seguire le istruzioni indicate sul modulo di sottoscrizione scaricabile al seguente link: UTILIZZO DI GAP GAP si rivolge ai risparmiatori che vogliono trarre indicazioni per una gestione del proprio risparmio in ottica di medio periodo mediante Fondi Comuni di diritto Lussemburghese (SICAV) o Fondi cartolarizzati (ETP: Exchange Traded Product), ma non dispongono del tempo o della attenzione necessaria per analizzare i mercati e scegliere i comparti su cui investire. GAP fornisce questo ausilio mediante la proposta di 3 diversi modelli di portafogli aventi le seguenti caratteristiche: a) PORTAFOGLIO SICAV LONG E un portafoglio gestito con ottica soltanto rialzista di medio periodo, che ospita fino a 5 diverse posizioni detenute in comparti di una tra le più note ed ben gestite Sicav di diritto lussemburghese: Franklin Templeton Investment Fund (http://www.franklintempleton.it/italy/jsp/funds/mainfunds.jsp) per i comparti di Classe N. Ogni posizione (Lotto operativo) dovrà avere una dimensione di circa il 20% del patrimonio che si desidera impiegare su questo portafoglio-modello. Il grado di rischio di questo portafoglio è medio. L obiettivo di rendimento che si intende perseguire è battere l indice dei Fondi Flessibili. b) PORTAFOGLIO ETF LONG/SHORT E un portafoglio gestito con ottica di medio periodo che può essere sia rialzista che ribassista. Ospita fino a 5 diverse posizioni detenute in strumenti quotati sul segmento ETFPLUS della Borsa

5 Italiana nella categoria ETF (http://www.borsaitaliana.it/etf/etf/home.htm). Ogni posizione (Lotto operativo) dovrà avere una dimensione di circa il 20% del patrimonio che si desidera impiegare su questo portafogliomodello. La lista degli ETF che si possono utilizzare comprende soltanto gli ETF della categoria Standard (cioè a replica diretta di un indice o paniere sottostante) e quelli della categoria Short (cioè a replica inversa di un indice o paniere sottostante). Non si prendono in considerazione gli ETF Leveraged, gli ETC e gli ETN). Nella lista sono selezionati soltanto strumenti che abbiano una certa liquidità, escludendo quelli troppo sottili. Il grado di rischio di questo portafoglio è medio. L obiettivo di rendimento che si intende perseguire è una performance Total Return, cioè positiva su base annuale. CARATTERISTICHE DELLA NEWSLETTER GAP Apre il report la sezione SITUAZIONE DEI MERCATI, che ospita un sintetico commento settimanale sull evoluzione e le prospettive dei mercati finanziari. Essa costituisce l analisi alla base delle scelte operative eventualmente suggerite nelle sezioni successive. Segue la SEZIONE OPERATIVA che si riferisce ai 2 modelli di portafoglio. A titolo di esempio supponiamo di esaminare un ipotetica newsletter. La prima tabella della SEZIONE OPERATIVA riporta la gestione del MODELLO SICAV LONG. PORTAFOGLIO SICAV LONG LOTTO NOME COMPARTO COD. ISIN VALUTA DATA ACQUISTO PREZZO ACQUISTO MOVIMENTI DA EFFETTUARE FRANKLIN TEMPLETON Investment Fund Templeton Asian 1 Bond Fund N(acc) LU EUR ,30 MANTENERE EUR Templeton Emerging Switch su Franklin European 2 Markets Bond Fund N LU USD ,51 Growth Fund N (acc) (Isin (acc) USD LU ) Templeton Global 3 Bond (Euro) Fund N LU EUR ,92 MANTENERE (acc) Franklin Global Real 4 Estate Fund N (acc) LU EUR ,00 MANTENERE EUR-H1 Templeton Asian 5 Growth Fund N(acc) LU EUR ,11 MANTENERE EUR-H1 Significato dei termini: LOTTO: quota percentuale di patrimonio investita su quel comparto. Ad inizio anno si ipotizza pari ad 1/5 (cioè 20%) del patrimonio complessivo investito sull intero portafoglio. In corso d anno equivale all ammontare risultante dalle operazioni di switch tra i vari comparti. Non essendo prevista liquidità tutto il patrimonio si ipotizza sempre investito. NOME COMPARTO: nome ufficiale del comparto della SICAV su cui si investe il lotto di patrimonio. Tale nome può variare tra le varie piattaforme di negoziazione. Pertanto è bene sempre fare riferimento al cod. ISIN per identificare il comparto in modo univoco.

6 COD. ISIN: codice univoco di identificazione del comparto. Normalmente le piattaforme di negoziazione permettono di trovare lo strumento finanziario attraverso il cod. ISIN. E sempre necessario verificare che il cod. ISIN coincida con quello selezionato dalla piattaforma. VALUTA: Valuta in cui è espressa la quotazione del comparto. DATA ACQUISTO: Data in cui si è aperta la posizione acquistando il comparto. Si riporta la data del giorno seguente a quello in cui viene consigliato il movimento. PREZZO ACQUISTO: prezzo al quale potrebbe essere stato eseguito l acquisto. Si riporta il prezzo ufficiale del giorno seguente a quello in cui viene consigliato il movimento. MOVIMENTO DA EFFETTUARE: Viene indicato il consiglio operativo relativo al lotto. Si potrà avere soltanto una delle due seguenti indicazioni, tra loro alternative: 1) MANTENERE: significa che non è consigliato alcun movimento su quel lotto operativo; 2) SWITCH: significa che l intero lotto deve essere spostato su un altro comparto. In tal caso viene indicato il nome ufficiale del nuovo comparto e il relativo cod. ISIN. Quando il movimento previsto muta la composizione del portafoglio la casella viene colorata di giallo. Il movimento indicato ha sempre validità immediata. E pertanto destinato all esecuzione il più presto possibile. Si sottolinea a tal fine l importanza di utilizzare piattaforme operative che minimizzino i tempi di attesa tra l immissione dell ordine e l esecuzione del medesimo. La Seconda tabella riporta la gestione del MODELLO ETF LONG/SHORT. PORTAFOGLIO ETF LONG/SHORT LOTTO NOME ETF SIGLA COD. ISIN 1 db x-trackers Msci Em Latam Trn Index Etf XMLA LU /03 DATA PREZZO ACQUISTO ACQUISTO 46,825 MANTENERE 2 Lyxor Etf Pan Africa LAFRI FR /02 11,465 VENDERE 3 Lyxor Etf Bear Ftse Mib 4 LIQUIDITA BERMIB FR /02 37,425 5 LIQUIDITA MANTENERE MOVIMENTI DA EFFETTUARE SWITCH su ishares Barclays Capital Euro Government Bond (Sigla IBGL - ISIN IE00B1FZS913) COMPRARE Lyxor Etf EuroMts 3-5Y (Sigla EM35 - ISIN FR ) Significato dei termini: LOTTO: quota percentuale di patrimonio investita su quel comparto. Ad inizio anno si ipotizza pari ad 1/5 (cioè 20%) del patrimonio complessivo investito sull intero portafoglio. In corso d anno equivale all ammontare risultante dalle operazioni di switch tra i vari comparti. NOME ETF: nome ufficiale dell ETF su cui si investe il lotto di patrimonio. Tale nome può variare tra le varie piattaforme di negoziazione. Pertanto è bene sempre fare riferimento al cod. ISIN o eventualmente alla Sigla di Negoziazione per identificare il Fondo in modo univoco. SIGLA: Sigla di Negoziazione univoca prevista dalla Borsa Italiana per ogni strumento quotato. Molte piattaforme di negoziazione permettono di trovare lo strumento finanziario attraverso la Sigla. E sempre necessario verificare che la Sigla di Negoziazione coincida con quella selezionata dalla piattaforma. COD. ISIN: codice univoco di identificazione del Fondo. Normalmente le piattaforme di negoziazione permettono di trovare lo strumento finanziario attraverso il cod. ISIN. E sempre necessario verificare che il cod. ISIN coincida con quello selezionato dalla piattaforma.

7 DATA ACQUISTO: Data in cui si è aperta la posizione acquistando il Fondo. Si riporta la data del giorno in cui viene consigliato il movimento. PREZZO ACQUISTO: prezzo al quale potrebbe essere stato eseguito l acquisto. Si riporta il prezzo medio della giornata in cui viene emessa l indicazione di acquisto o di switch. MOVIMENTO DA EFFETTUARE: Viene indicato il consiglio operativo relativo al lotto. Si potrà avere soltanto una delle seguenti indicazioni: 1) MANTENERE: significa che non è consigliato alcun movimento su quel lotto operativo; 2) COMPRARE: significa che con un lotto di liquidità disponibile occorre acquistare nel corso della giornata il controvalore corrispondente dell ETF indicato. Vengono riportati anche Sigla e Codice ISIN; 3) VENDERE: significa che lo strumento in portafoglio va venduto, mantenendo il ricavato come lotto di liquidità a disposizione per futuri acquisti. 4) SWITCH: significa che l intero lotto deve essere dapprima venduto e, una volta ottenuto l eseguito, l ammontare ricavato va utilizzato per comprare l ETF indicato. Vengono riportati anche Sigla e Codice ISIN; Quando il movimento previsto muta la composizione del portafoglio la casella viene colorata di giallo. Il movimento indicato ha sempre validità immediata. E pertanto destinato all esecuzione il più presto possibile. Il lettore deve decidere se operare a mercato oppure tentare di ottenere una miglior esecuzione. La scelta va fatta tenendo presente sia lo spread (differenza tra miglior proposta d acquisto e miglior proposta di vendita) che le quantità esposte sul book dello strumento finanziario al momento dell operatività. Quanto più il lettore ha la possibilità di curare l ordine, tanto più potrà ottenere esecuzioni maggiormente soddisfacenti. Chiude il report un eventuale spazio dedicato alle COMUNICAZIONI DI SERVIZIO, che potrà contenere avvisi o messaggi per i lettori. Sul primo numero di ogni mese viene poi pubblicata una ulteriore sezione chiamata RENDICONTI MENSILI, relativa alle operazioni eseguite ed al calcolo della performance per ciascuno dei due Portafogli. Per calcolare la performance di ciascun portafoglio si assumono le seguenti semplificazioni: 1) Si ipotizza un capitale iniziale a disposizione del portafoglio di ) Ogni lotto operativo iniziale viene dimensionato pari ad 1/5 del patrimonio iniziale e successivamente varierà in base alla performance. Per il portafoglio SICAV LONG, che prevede soltanto switch, l ammontare ricavato dall uscita dal comparto verrà utilizzato per l acquisto del nuovo comparto. Per il portafoglio ETF LONG/SHORT, che ospita prodotti che materialmente si comprano e si vendono, il lotto per l acquisto equivale sempre all ammontare complessivo di liquidità disponibile dopo le vendite eventuali diviso il numero dei lotti di liquidità esistenti. 3) A fine mese si valorizzano le posizioni in portafoglio al prezzo di riferimento dell ultimo giorno del mese. 4) Il risultato di ciascuna operazione è al lordo delle commissioni e delle imposte. Ciò è dovuto al fatto che esiste una notevole varietà di profili commissionali e di intermediari. Inoltre la situazione fiscale di ciascun lettore può essere diversa da quella di ciascun altro in termini di minusvalenze da recuperare. Ogni scelta per calcolare in modo più preciso la performance netta sarebbe arbitraria. 5) Per gli stessi motivi si ipotizza di non percepire remunerazione sulla liquidità. Il calcolo della performance serve soltanto per permettere agli abbonati di giudicare la qualità del servizio e potrebbe discostarsi da quella realmente conseguita da un lettore disciplinato che voglia replicare in modo fedele l operatività proposta. Riteniamo che tali scostamenti debbano risultare comunque di lieve entità e non tali da inficiare la valutazione del servizio da parte del lettore. Consiglio di seguire il report per un po di tempo prima di applicarlo concretamente, in modo da familiarizzare con la filosofia operativa sottesa. Da parte dell autore ci sarà il massimo sforzo di trasparenza e semplicità. Spero che queste istruzioni siano sufficientemente chiare. In caso di dubbi prego di scrivere a Verrà risposto pubblicamente a vantaggio di tutti gli iscritti. Il presente documento può essere scaricato liberamente dal seguente indirizzo web:

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO GOLD 2.0 NEWSLETTER OPERATIVA SUL MERCATO AZIONARIO a cura di Pierluigi Gerbino ISTRUZIONI PER L USO Quelle che seguono sono le istruzioni ufficiali per il corretto utilizzo operativo della newsletter

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Da oggi i Certificates si sottoscrivono anche online!

Da oggi i Certificates si sottoscrivono anche online! un All interno intervista esclusiva a Pietro Poletto di Borsa Italiana 44 GENNAIO 12 GENNAIO 12 CERTIFICATES BNP PARIBAS Investire con un click Innovative soluzioni di investimento per cogliere le opportunità

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

Benvenuti al libro elettronico sul FOREX

Benvenuti al libro elettronico sul FOREX Benvenuti al libro elettronico sul FOREX Indice 1. Riguardo al MARCHIO... 2 2. Piattaforme di Trading... 3 3. Su cosa si Opera nel Mercato Forex?... 4 4. Cos è il Forex?... 4 5. Vantaggi del Mercato Forex...

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING Integrazione Webank-WeTrade NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING La fusione tra Webank e WeTrade, avvenuta lo scorso 18 dicembre, ha comportato alcune novità nella tua operatività di trading. Te li riassumiamo

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Salvatore Gaziano & Francesco Pilotti I 3 PASSI PER GUADAGNARE AL RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Le basi, le strategie e la psicologia giusta per affrontare con successo il trading online sui

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Collective2: un confronto sorprendente su scala mondiale

Collective2: un confronto sorprendente su scala mondiale Collective2: un confronto sorprendente su scala mondiale Collective2 è un sito web americano che accoglie 20800 trading systems e pubblica le relative descrizioni, i dati più significativi dell andamento

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX DailyFX Strategies Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini INTRO Dopo anni di ricerca

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

V1pc Internet Banking

V1pc Internet Banking 2.6 Area Portafoglio In questa area è possibile ottenere informazioni sull'andamento del portafoglio titoli relativa al dossier selezionato tenendo così costantemente aggiornati l utente sul valore degli

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

ETFS Commodity Securities Limited

ETFS Commodity Securities Limited ETFS Commodity Securities Limited (Costituita e registrata in Jersey ai sensi della Companies (Jersey) Law 1991 (e successivi emendamenti) con numero di registrazione 90959. Sottoposta alla regolamentazione

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato con delibera n.

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL Le osservazioni al documento di consultazione dovranno pervenire entro il 21 Luglio 2014 on-line per il tramite del

Dettagli