Esempi in Java di program.ne O-O

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esempi in Java di program.ne O-O"

Transcript

1 Esempi in Java di program.ne O-O Ereditarietà Polimorfismo statico e dinamico Esercitazione laboratorio Interfaccia Comparable e Comparator 1 Gerarchia di ereditarietà Persona IS_A Docente Studente Tecnico Uno Studente è una Persona Direttore Una Persona non è necessariamente uno Studente Uno Studente eredita tutte le caratteristiche (var e metodi) di Persona (tranne il costruttore) e ne aggiunge di nuove (quelle che lo specializzano come Studente) 2 1

2 Principio di sostituibilità/compatibilità Quando viene richiesta una Persona è possibile fornire uno Studente (dato che uno Studente è sempre una Persona) Quando viene richiesto uno Studente non è possibile fornire una Persona (dato che una Persona non sempre è uno Studente ) Ad esempio: Persona pe = new Studente("Mario");//SI! Studente st = new Persona("Luca"); //ERRORE! public void stampa(persona pe ) {... stampa(new Studente("Carlo"); //SI! 3 Polimorfismo binding dinamico RIDEFINIZIONE DI METODI - Una classe può ridefinire metodi ereditati da classi ascendenti (stessa intestazione, corpo diverso) BINDING DINAMICO la risoluzione della chiamata ad un metodo ridefinito avviene dinamicamente in base al tipo dinamico dell'oggetto riferito e non in base al tipo statico della variabile referente Persona public void stampa() {... Studente public void stampa() {

3 Polimorfismo binding dinamico Esempio : Persona pe = new Studente("Matteo"); //.... pe.stampa(); il tipo della variabile referente (Persona) è diverso (anche se compatibile) dal tipo dell'oggetto riferito (Studente) il tipo dell'oggetto riferito si determina solo a run time il metodo chiamato è il metodo stampa() di Studente e non il metodo stampa() di Persona 5 La classe radice della gerarchia La classe è ASTRATTA!!! abstract class Persona { protected String nome; // nome della persona protected String data; // data di nascita Persona ( String nome, String data ) { this.nome = nome; this.data = data; abstract void stampa(); // segnaposto // obbliga le sottoclassi a ridefinire il metodo "stampa()", // altrimenti debbono essere dichiarate astratte 6 3

4 La classe Docente estende Persona accessibile alle sole class Docente extends Persona { classi derivate protected String corso; //corso tenuto Docente ( String nome, String data, String corso ) { super(nome, data); this.corso = corso; chiamata al costruttore void stampa() { della superclasse //ridefinisce il metodo "stampa()" ereditato System.out.println( " Docente " + nome ); 7 La classe Studente estende Persona class Studente extends Persona { protected int mat; //matricola Studente( String nome, String data, int matricola ) { super(nome, data); mat = matricola; void stampa() { //ridefinisce il metodo "stampa()" ereditato System.out.println( " Studente " + nome ); 8 4

5 La classe Tecnico estende Persona class Tecnico extends Persona { protected String spec; //specializzazione Tecnico ( String nome, String data, String spe ) { super(nome, data); spec = spe; void stampa() { //ridefinisce il metodo "stampa()" ereditato System.out.println( " Tecnico " + nome ); 9 La classe Tecnico estende Persona IS_A class Direttore extends Docente { HAS_A protected Tecnico segretaria; Direttore ( String nome, String data, String corso, Tecnico segre ) { super(nome, data, corso); segretaria = segre; void stampa() { //ridefinisce il metodo "stampa()" ereditato System.out.println( " Direttore " + nome ); 10 5

6 La classe ElencoPersone class ElencoPersone { int dim; int ne = 0; Persona vet[]; ElencoPersone( int dim ) { //COSTRUTTORE this.dim = dim; vet = new Persona[dim]; void insert( Persona x ) { vet[ne++] = x; void stampa() { //sfrutta il binding dinamico for( int i = 0; i < ne; i++ ) vet[i].stampa(); binding dinamico 11 Un oggetto di tipo ElencoPersone elenco ElencoPersone dim ne vet[] Persona[] Stu Doc Tec Dir 12 6

7 ElencoPersone senza binding dinamico void stampa() { for( int i = 0; i < ne; i++ ) if ( vet[i] instanceof Studente ) ((Studente)vet[i]).stampa(); else if ( vet[i] instanceof Docente ) ((Docente)vet[i]).stampa(); else if ( vet[i] instanceof Tecnico ) ((Tecnico)vet[i]).stampa(); se cambia qualcosa nella gerarchia questo codice deve essere modificato di conseguenza 13 ElencoPersoneTest public class ElencoPersoneTest { public static void main( String args[] ) { Studente s1 = new Studente("Rossi","05/12/79",123456); Studente s2 = new Studente("Gallo","12/09/81",324657); Tecnico t1 = new Tecnico ("Bianchi","22/06/52","segreteria"); Docente d1 = new Docente ("Verdi","28/07/48","fi2"); Docente d2 = new Docente ("Sordi","21/03/51","db1"); Direttore dir = new Direttore( Lenti","21/03/51","en1",t1); 14 7

8 ElencoPersoneTest ElencoPersone elenco = new ElencoPersone(10); elenco.insert(s1); elenco.insert(d1); elenco.insert(s2); elenco.insert(d2); elenco.insert(t1); elenco.insert(dir); elenco.stampa(); 15 Esercizio laboratorio Forma Cerchio Rettangolo Disegno Quadrato Le classi derivate ridefiniscono il metodo paint() ereditato da Forma Nell esercizio è solo una stampa 16 8

9 Esercizio laboratorio - Disegno Disegno è formato da una collezione di forme geometriche : rettangolo, rettangolo, cerchio,.... Disegno è esso stesso una forma geometrica ed è perciò ottenuto estendendo la classe Forma 17 Esercizio laboratorio class Forma (1) abstract class Forma implements Comparable { protected int xco; //ascissa di riferimento della forma protected int yco; //ordinata di riferimento della forma public Forma ( int xc, int yc ) { //costruttore xco= xc; yco= yc; public Forma ( ) { this(0,0); //costruttore di default abstract public void paint( ); //disegna la forma abstract public double area(); //calcola l'area della forma 18 9

10 Esercizio laboratorio class Forma (2) final public void translate( int dx, int dy ) { //trasla xco= xco+ dx; yco = yco + dy; public int compareto( Object ob ) { //confronta Forma fo = null; try { fo = (Forma) ob; catch ( ClassCastException e ) { if ( area() < fo.area() ) return -1; else if ( area() > fo.area() ) return +1; else return 0; //class Forma 19 Esercitazione (1) La classe Forma è una classe astratta che definisce schematicamente le caratteristiche comuni (di struttura e di comportamento) di alcune forme geometriche. La classe è posta alla sommità di una gerarchia di classi concrete che definiscono alcune figure geometriche. La classe Forma implementa l'interfaccia Comparable e perciò oggetti delle classi da essa derivate sanno come confrontarsi. Come esercitazione: 1) scrivere in Java l'implementazione delle classi derivate dalla classe Forma di seguito elencate: public class Rettangolo extends Forma {/*... */ public class Cerchio extends Forma {/*... */ public class Quadrato extends Rettangolo {/*... */ 2) scrive un classe con un metodo main di prova; 20 10

11 Esercitazione (2) 3) scrivere il corpo della classe derivata Disegno sapendo che tale classe realizza una collezione di forme geometriche e usa come struttura dati interna un array non ordinato; 4) riscrivere un classe con un metodo main di prova per verificare la classe Disegno 5) modificare la classe Disegno in modo che la collezione di forme geometriche risulti ordinata per valori crescenti di area; 6) opzionale, provare ad inserire nell'elenco oggetti di tipo Disegno 21 Esempi d uso di Comparable e di Comparator Esempi d uso di Comparable Esempi d uso di Comparator 22 11

12 Come confrontare oggetti Interfaccia Comparable : public interface Comparable { int compareto( Object obj ); Interfaccia Comparator: public interface Comparator { int compare( Object o1, Object o2); boolean equals( Object obj); 23 Esempio con Comparable il tipo degli oggetti //Ordinamento (crescente) Selection Sort public static void selectionsort( Comparable[] vet, int ne ) { for (int p = 0; p < ne - 1; p++ ) { int im = p; //posiz minimo for ( int i = p + 1; i < ne; i++ ) if ( vet[i].compareto(vet[im]) < 0 ) im = i; Comparable tmp = vet[im]; vet[im] = vet[p]; vet[p] = tmp; un oggetto Comparable sa come confrontarsi con altri //end for oggetti dello stesso tipo //end metodo 24 12

13 Esempio con Comparable class Persona implements Comparable { String nome; int età; Persona è confrontabile Persona ( String nome, int età ) { this.nome = nome; this.età = età; public int compareto( Object x ) { Persona p = (Persona) x; return nome.compareto(p.nome); metodo della classe String public String tostring() { return " Persona " + nome + " " + età; //class Persona 25 Esempio con Comparable public static void main( String args[] ) { Persona p1 = new Persona("Rossi", 34); Persona p2 = new Persona("Gallo", 18); Persona p3 = new Persona("Marin", 22); Persona[] elenco = new Persona[10]; elenco[0] = p1; elenco[1] = p2; elenco[2] = p3; metodo vettore della di oggetti classe confrontabili String int ne = 5; Sort.selectionSort( elenco, ne); //

14 Esempi d uso di Comparable e di Comparator Esempi d uso di Comparable Esempi d uso di Comparator 27 Esempio con Comparator il tipo degli oggetti è del tutto generale //Ordinamento (crescente) Selection Sort public static void selectionsort( Object[] vet, int ne, Comparator co ) { for (int p = 0; p < ne - 1; p++ ) { + comparatore int im = p; //posiz minimo for ( int i = p + 1; i < ne; i++ ) if ( co.compare(vet[i],vet[im]) < 0 ) im = i; Object tmp = vet[im]; vet[im] = vet[p]; vet[p] = tmp; //method 28 14

15 Esempio con Comparator class PersonaEtaComparator implements Comparator { public int compare( Object a, Object b ) { Persona pa = (Persona) a; Persona pb = (Persona) b; if ( pa.getetà() < pb.getetà() ) return -1; else if ( pa.getetà() > pb.getetà() ) return +1; else return 0; 29 15

La classe java.lang.object

La classe java.lang.object La classe java.lang.object In Java: Gerarchia di ereditarietà semplice Ogni classe ha una sola super-classe Se non viene definita esplicitamente una super-classe, il compilatore usa la classe predefinita

Dettagli

Programmazione orientata agli oggetti La classe Object, metodi e classi final, this. Object

Programmazione orientata agli oggetti La classe Object, metodi e classi final, this. Object Programmazione orientata agli oggetti La classe, metodi e classi final, this 1 La classe Negli esempi fatti nella prima parte del corso abbiamo definito alcune classi, per esempio Counter e Orologio, senza

Dettagli

Classi astratte. Nella gerarchia delle classi, potrebbe essere utile prevedere un supertipo generale per le classi che si usano. Ad esempio: Figura

Classi astratte. Nella gerarchia delle classi, potrebbe essere utile prevedere un supertipo generale per le classi che si usano. Ad esempio: Figura Classi astratte Nella gerarchia delle classi, potrebbe essere utile prevedere un supertipo generale per le classi che si usano. Ad esempio: Figura Rettangolo getarea() Quadrato getarea() getarea() Cerchio

Dettagli

Il Linguaggio Java. Le interfacce

Il Linguaggio Java. Le interfacce Il Linguaggio Java Le interfacce Ordinamento dei conti PROBLEMA: si vogliono ordinare i libretti di risparmio (SavingsAccount) in base al loro tasso di interesse REQUISITO: La classe dovrebbe essere ordinabile,

Dettagli

Corso di Algoritmi e Strutture dati Programmazione Object- Oriented in Java (Parte I)

Corso di Algoritmi e Strutture dati Programmazione Object- Oriented in Java (Parte I) Corso di Algoritmi e Strutture dati Programmazione Object- Oriented in Java (Parte I) Ing. Gianluca Caminiti Sommario ( OOP ) Programmazione Object-Oriented Incapsulamento, Ereditarietà, Polimorfismo Richiami

Dettagli

public double getlato() restituisce la lunghezza del lato del quadrato che esegue il metodo.

public double getlato() restituisce la lunghezza del lato del quadrato che esegue il metodo. Cognome................................ Nome................................... Matricola............................... Programmazione Prova scritta del 21 settembre 2015 TEMPO DISPONIBILE: 1 ora e 40

Dettagli

A. Lorenzi, A. Rizzi Java. Programmazione ad oggetti e applicazioni Android Istituto Italiano Edizioni Atlas

A. Lorenzi, A. Rizzi Java. Programmazione ad oggetti e applicazioni Android Istituto Italiano Edizioni Atlas Classi e oggetti A. Lorenzi, A. Rizzi Java. Programmazione ad oggetti e applicazioni Android Istituto Italiano Edizioni Atlas Oggetti La programmazione orientata agli oggetti, OOP (Object-Oriented Programming),

Dettagli

Programmazione a oggetti

Programmazione a oggetti Programmazione a oggetti Quanti oggetti, tra di loro parlando, fanno programmi. Pilu Crescenzi piluc@dsi.unifi.it Università di Firenze Programmazione a oggetti p.1/32 Cosa è un oggetto Una scatola software

Dettagli

Ereditarietà. Ereditarietà. Ereditarietà. Ereditarietà

Ereditarietà. Ereditarietà. Ereditarietà. Ereditarietà L ereditarietà è il meccanismo attraverso cui viene implementata la relazione di specializzazione (is-a). L ereditarietà è il meccanismo attraverso cui una classe (derivata) eredita da un altra classe

Dettagli

public BankAccount() { balance = 0; } public BankAccount(double initialbalance) { balance = initialbalance; }

public BankAccount() { balance = 0; } public BankAccount(double initialbalance) { balance = initialbalance; } Il Linguaggio Java Le interfacce La classe BankAccount public class BankAccount { public BankAccount() { balance = 0; public BankAccount(double initialbalance) { balance = initialbalance; public void deposit(double

Dettagli

Riassunto: cos è la OOP? classi astratte, interfacce, classi interne. Scaletta. Figura con area()? Figura senza area()? Stefano Mizzaro 1.

Riassunto: cos è la OOP? classi astratte, interfacce, classi interne. Scaletta. Figura con area()? Figura senza area()? Stefano Mizzaro 1. OO in Java: classi astratte, interfacce, classi interne Stefano Mizzaro Dipartimento di matematica e informatica Università di Udine http://www.dimi.uniud.it/mizzaro mizzaro@dimi.uniud.it Programmazione,

Dettagli

Capitolo 6. Uso della gerarchia. c 2005 Pearson Education Italia Capitolo 6-1 / 125

Capitolo 6. Uso della gerarchia. c 2005 Pearson Education Italia Capitolo 6-1 / 125 Capitolo 6 Uso della gerarchia c 2005 Pearson Education Italia Capitolo 6-1 / 125 Sommario: Uso della gerarchia 1 Notazione UML per le classi 2 Introduzione alla gerarchia 3 Gerarchia e tipi La gerarchia

Dettagli

Programmazione Java Avanzata Programmazione Object- Oriented in Java

Programmazione Java Avanzata Programmazione Object- Oriented in Java Programmazione Java Avanzata Programmazione Object- Oriented in Java Ing. Gianluca Caminiti Testi di Riferimento (Java) Cay Horstmann Concetti di informatica e fondamenti di Java Apogeo, 2007 (Versione

Dettagli

Ereditarietà (ultima)

Ereditarietà (ultima) Ereditarietà (ultima) Classi astratte Un ibrido tra classi e interfacce Hanno alcuni metodi implementati normalmente, altri astratti Un metodo astratto non ha implementazione abstract class AccountTransaction...

Dettagli

Ereditarietà e Polimorfismo. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni

Ereditarietà e Polimorfismo. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni Ereditarietà e Polimorfismo Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni Ereditarietà L ereditarietà è lo strumento che permette di costruire nuove classi utilizzando

Dettagli

Programmazione. Cognome... Nome... Matricola... Prova scritta del 11 luglio 2014

Programmazione. Cognome... Nome... Matricola... Prova scritta del 11 luglio 2014 Cognome................................ Nome................................... Matricola............................... Programmazione Prova scritta del 11 luglio 2014 TEMPO DISPONIBILE: 2 ore Negli esercizi

Dettagli

L ereditarieta` Riuso del software: Ereditarieta`, Composizione, Polimorfismo e Binding Dinamico Ereditarietà Ereditarietà

L ereditarieta` Riuso del software: Ereditarieta`, Composizione, Polimorfismo e Binding Dinamico Ereditarietà Ereditarietà L ereditarieta` Programmazione in Rete e Laboratorio Matteo Baldoni Dipartimento di Informatica Universita` degli Studi di Torino C.so Svizzera, 185 I-10149 Torino Riuso del software: Ereditarieta`, Composizione,

Dettagli

18 - Classi parzialmente definite: Classi Astratte e Interfacce

18 - Classi parzialmente definite: Classi Astratte e Interfacce 18 - Classi parzialmente definite: Classi Astratte e Interfacce Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/

Dettagli

16 - Ereditarietà, tipi e gerarchie

16 - Ereditarietà, tipi e gerarchie 16 - Ereditarietà, tipi e gerarchie Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2 Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2 Dispensa 08 Ereditarietà A. Miola Febbraio 2008 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf2/ Ereditarietà 1 Contenuti!Livelli di astrazione

Dettagli

Classi, Ereditarietà e Polimorfismo. Lezione 7

Classi, Ereditarietà e Polimorfismo. Lezione 7 Classi, Ereditarietà e Polimorfismo Lezione 7 Scopo della Lezione Presentare il concetto di classe ed oggetto come istanza della classe; Affrontare il concetto di ereditarietà tra classi e le sue ricadute

Dettagli

Esempio 2: Subtyping

Esempio 2: Subtyping Esempio 2: Subtyping 22 Subclassing e subtyping Fino ad ora abbiamo trattato l ereditarietà come strumento che consente il riuso flessibile di classi già esistenti mediante l aggiunta o la ridefinizione

Dettagli

Esercitazione n 3. Capacità di analisi e di estensione di progetti esistenti Linguaggio Java:

Esercitazione n 3. Capacità di analisi e di estensione di progetti esistenti Linguaggio Java: Esercitazione n 3 Obiettivi: Capacità di analisi e di estensione di progetti esistenti Linguaggio Java: Ereditarietà delle classi Utilizzo di costruttori e metodi di superclasse Classi astratte Visibilità:

Dettagli

Riassunto. La programmazione OO. Oggi. Esempio

Riassunto. La programmazione OO. Oggi. Esempio Riassunto La programmazione OO Stefano Mizzaro Dipartimento di matematica e informatica Università di Udine http://www.dimi.uniud.it/mizzaro/ mizzaro@dimi.uniud.it Programmazione, lezione 17 29 novembre

Dettagli

Uguaglianza e copia di oggetti

Uguaglianza e copia di oggetti Uguaglianza e copia di oggetti Sommario 1. Classi Object e Class 2. Uguaglianza superficiale e uguaglianza profonda 3. Copia superficiale e copia profonda 4. Uguaglianza e copia in classi derivate 1 La

Dettagli

Programmazione orientata agli oggetti Classi astratte e interfacce

Programmazione orientata agli oggetti Classi astratte e interfacce Programmazione orientata agli oggetti Classi astratte e interfacce Fondamenti di Informatica L-B 1 Classi astratte Java ci consente di definire classi in cui uno o più metodi non sono implementati, ma

Dettagli

Esempi al calcolatore su: 1) Costruttori ed ereditarietà 2) Subtyping e polimorfismo

Esempi al calcolatore su: 1) Costruttori ed ereditarietà 2) Subtyping e polimorfismo Esempi al calcolatore su: 1) 2) Subtyping e polimorfismo 1 Esempio 1: 2 Introduzione Java prevede due automatismi legati ai costruttori: Se una classe non ha costruttori viene creato automaticamente il

Dettagli

Introduzione. Java. Esempio. Esempio

Introduzione. Java. Esempio. Esempio Java polimorfismo G. Prencipe prencipe@di.unipi.it Introduzione È un altro degli ingredienti fondamentali della OOP Permette di organizzare il codice e la leggibilità e di ottenere programmi estensibili

Dettagli

Proprietà delle Classi e degli Oggetti in Java

Proprietà delle Classi e degli Oggetti in Java Fondamenti di Informatica Proprietà delle Classi e degli Oggetti in Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Proprietà object-oriented di Java Definendo le caratteristiche e le operazioni di

Dettagli

Programmazione II Compitino (Vers. B)

Programmazione II Compitino (Vers. B) Programmazione II Compitino (Vers. B) 17 dicembre 2015 Cognome Jackson Nome Michael Matricola 696969 Anno di corso 1 Nei seguenti quesiti, quando vi è richiesto di scrivere un programma, potete limitarvi

Dettagli

OCA JAVA 7 SE PROGRAMMER I DOCENTE: DOTT. FAUSTO DELL ANNO

OCA JAVA 7 SE PROGRAMMER I DOCENTE: DOTT. FAUSTO DELL ANNO CENTRO STUDI ULISSE Via Buccino, n. 22 - C.a.p. 84018 - Scafati (SA) Tel. Fax. 081.19970299-339.2365416-349.4152010 E-mail: info@centrostudiulisse.it - www.centrostudiulisse.it OCA JAVA 7 SE PROGRAMMER

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1. Costruttori Ereditarietà

Fondamenti di Informatica T-1. Costruttori Ereditarietà Costruttori Ereditarietà 2 Costruttori Si occupano della creazione e dell'allocazione in memoria degli oggetti. public class Persona{ //Variabili di istanza private String nome; private String cognome;

Dettagli

Esempio: Interfacce. Gioco Interfacce

Esempio: Interfacce. Gioco Interfacce Esempio: Interfacce 1 Descrizione Si supponga di avere delle carte da gioco. Ogni carta rappresenta un Personaggio che può essere di tipo o Umano o Mostro. Un Personaggio di tipo Umano ha una forza fisica

Dettagli

Ordinamento. Ordinamento. Laboratorio di Programmazione II Corso di Laurea in Bioinformatica Dipartimento di Informatica - Università di Verona

Ordinamento. Ordinamento. Laboratorio di Programmazione II Corso di Laurea in Bioinformatica Dipartimento di Informatica - Università di Verona Laboratorio di Programmazione II Corso di Laurea in Bioinformatica Dipartimento di Informatica - Università di Verona Sommario Gli array in java Problema ordinamento Selection sort per array di oggetti:

Dettagli

Programmazione a Oggetti. Ereditarieta

Programmazione a Oggetti. Ereditarieta Programmazione a Oggetti Ereditarieta Sommario Come definire sottoclassi Costruttori Abstract Classes Final Ereditarietà: promemoria Strumento tipico dell OOP per riusare il codice e creare una gerarchia

Dettagli

IL CONCETTO DI CLASSE

IL CONCETTO DI CLASSE IL CONCETTO DI CLASSE Una CLASSE riunisce le proprietà di: componente software: può essere dotata di suoi propri dati / operazioni moduli: riunisce dati e relative operazioni, fornendo idonei meccanismi

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1. Ereditarietà & Polimorfismo

Fondamenti di Informatica T-1. Ereditarietà & Polimorfismo Ereditarietà & Polimorfismo Ereditarietà Meccanismo per definire una nuova classe (classe derivata) come specializzazione di un altra (classe base) La classe base modella un concetto generico La classe

Dettagli

3. un metodo che restituisce l elenco delle matricole di tutti gli studenti del corso;

3. un metodo che restituisce l elenco delle matricole di tutti gli studenti del corso; Un esempio di definizione di classe con array di oggetti Sia data la classe StudUniv per gli studenti universitari (definita in una lezione precedente). Scrivere una nuova classe Corso, dove ciascun corso

Dettagli

Programmazione Orientata agli Oggetti

Programmazione Orientata agli Oggetti Programmazione Orientata agli Oggetti Lezione 13 La programmazione ad oggetti si basa su due principi fondamentali ereditarietà polimorfismo Queste due proprietà consentono di definire nuovi tipi di dato

Dettagli

Esempio: Interfacce. Gioco Interfacce

Esempio: Interfacce. Gioco Interfacce Esempio: Interfacce 1 Descrizione Si supponga di avere delle carte da gioco. Ogni carta rappresenta un Personaggio che può essere di tipo o Umano o Mostro. Un Personaggio di tipo Umano ha una forza fisica

Dettagli

Corso di Laurea in Bioinformatica Dipartimento di Informatica - Università di Verona

Corso di Laurea in Bioinformatica Dipartimento di Informatica - Università di Verona di Corso di Laurea in Bioinformatica Dipartimento di Informatica - Università di Verona su Sommario di su di di di su Astrazione sugli oggetti di su Il concetto di classe Classe: realizza l astrazione

Dettagli

Programmazione. Cognome... Nome... Matricola... Prova scritta del 22 settembre 2014. Negli esercizi proposti si utilizzano le seguenti classi:

Programmazione. Cognome... Nome... Matricola... Prova scritta del 22 settembre 2014. Negli esercizi proposti si utilizzano le seguenti classi: Cognome................................ Nome................................... Matricola............................... Programmazione Prova scritta del 22 settembre 2014 TEMPO DISPONIBILE: 2 ore Negli

Dettagli

Programmazione a oggetti e JAVA. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2011/2012

Programmazione a oggetti e JAVA. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2011/2012 Programmazione a oggetti e JAVA Prof. B.Buttarazzi A.A. 2011/2012 Sommario Variabili statiche Ereditarietà multipla Le interfacce Binding Esercizi Esercizio ContoCorrente Creare una classe ContoCorrente

Dettagli

Obiettivi. Comprendere i vantaggi offerti dal meccanismo dell ereditarietà Attivare processi di astrazione e specializzazione.

Obiettivi. Comprendere i vantaggi offerti dal meccanismo dell ereditarietà Attivare processi di astrazione e specializzazione. Obiettivi Unità B2 Gli oggetti: concetti avanzati Comprendere i vantaggi offerti dal meccanismo dell ereditarietà Attivare processi di astrazione e specializzazione Ereditarietà L ereditarietà permette

Dettagli

Esercitazione. Docente Ing. Mariateresa Celardo

Esercitazione. Docente Ing. Mariateresa Celardo Esercitazione Docente Ing. Mariateresa Celardo mariateresa.celardo@uniroma2.it Scrivere la classe Motorino che ha i seguenti attributi colore: una stringa indicante il colore del motorino, velocità: un

Dettagli

Esonero del corso di Programmazione a Oggetti

Esonero del corso di Programmazione a Oggetti Esonero del corso di Programmazione a Oggetti Roma, 1 dicembre 2005 Considerate le seguenti definizioni di classi e interfacce in Java: interface Fumetto{ void esclama(); void utile(); class Personaggio

Dettagli

Classi astratte e progettazione OOP Esempio: l enciclopedia degli animali. Esempio Animali

Classi astratte e progettazione OOP Esempio: l enciclopedia degli animali. Esempio Animali Classi astratte e progettazione OOP Esempio: l enciclopedia degli animali 1 Ereditarietà, polimorfismo e altri sporchi trucchi Facciamo un esempio che ci permette di comprendere come vengono utilizzate

Dettagli

RTTI Run-time type identification

RTTI Run-time type identification RTTI Run-time type identification Come determinare il tipo di un oggetto durante l'esecuzione RTTI 1 Ereditarietà Forma Linea Rettangolo Cerchio interface Forma { class Linea implements Forma { void ;

Dettagli

Introduzione. Java RTTI RTTI. Il run-time type identification è quella parte di Java che si occupa di controllare i tipi a runtime

Introduzione. Java RTTI RTTI. Il run-time type identification è quella parte di Java che si occupa di controllare i tipi a runtime Java riconoscere i tipi G. Prencipe prencipe@di.unipi.it Introduzione Il run-time type identification è quella parte di Java che si occupa di controllare i tipi a runtime In particolare determina il tipo

Dettagli

Capitolo 9. Tipi enumerativi, tipi generici e interfacce. c 2005 Pearson Education Italia Capitolo 9-1 / 73

Capitolo 9. Tipi enumerativi, tipi generici e interfacce. c 2005 Pearson Education Italia Capitolo 9-1 / 73 Capitolo 9 Tipi enumerativi, tipi generici e interfacce c 2005 Pearson Education Italia Capitolo 9-1 / 73 Sommario: Tipi enumerativi, tipi generici e interfacce 1 Definizione di tipi enumerativi La classe

Dettagli

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica Algoritmi di Ricerca Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Ricerca in una sequenza di elementi Data una sequenza di elementi, occorre verificare

Dettagli

Linguaggi di programmazione II AA 2010/2011 Esercitazione 2

Linguaggi di programmazione II AA 2010/2011 Esercitazione 2 Linguaggi di programmazione II AA 2010/2011 Esercitazione 2 1) Scrivere l'output del seguente programma Java public class Bean private String str; Bean(String str ) this.str = str; public String tostring()

Dettagli

public static boolean occorre (int[] a, int n) { int i = 0; boolean trovato = false;

public static boolean occorre (int[] a, int n) { int i = 0; boolean trovato = false; Metodi iterativi con array monodimensionali 1. Scrivere un metodo che, dato un array di interi a, restituisce il valore minimo in a. public static int minimo (int[] a) { int min = a[0]; for (int i=1; i

Dettagli

Ricerca e ordinamento su array di oggetti. Corso di Programmazione 2 Esercitazione 5

Ricerca e ordinamento su array di oggetti. Corso di Programmazione 2 Esercitazione 5 Ricerca e ordinamento su array di oggetti Corso di Programmazione 2 Esercitazione 5 Sommario Ricercare in array di oggetti Interfaccia comparable Ordinare array di oggetti Problema Come ordinare, ricercare

Dettagli

Il linguaggio Java. La superclasse universale Object

Il linguaggio Java. La superclasse universale Object Il linguaggio Java La superclasse universale Object La classe Object La classe Object è la superclasse, diretta o indiretta, di ogni classe La classe Object definisce lo stato ed il comportamento base

Dettagli

Programmazione Java Struttura di una classe, Costruttore, Riferimento this

Programmazione Java Struttura di una classe, Costruttore, Riferimento this Programmazione Java Struttura di una classe, Costruttore, Riferimento this romina.eramo@univaq.it http://www.di.univaq.it/romina.eramo/tlp Roadmap > Struttura di una classe > Costruttore > Riferimento

Dettagli

ESERCIZI JAVA. Esercizi sulle Interfacce. Esercizio 1:

ESERCIZI JAVA. Esercizi sulle Interfacce. Esercizio 1: ESERCIZI JAVA Esercizi sulle Interfacce Esercizio 1: Java mette a disposizione un'interfaccia chiamata Comparable. Quando un oggetto implementa questa interfaccia esso può implementare un metodo chiamato

Dettagli

18 - Vettori. Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java. Paolo Milazzo

18 - Vettori. Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java. Paolo Milazzo 18 - Vettori Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://pages.di.unipi.it/milazzo milazzo di.unipi.it Corso di

Dettagli

Programmazione II Compitino (Vers. B)

Programmazione II Compitino (Vers. B) Programmazione II Compitino (Vers. B) 15 gennaio 2015 Cognome Jackson Nome Michael Matricola 696969 Anno di corso 1 Nei seguenti quesiti, quando vi è richiesto di scrivere un programma, potete limitarvi

Dettagli

Laboratorio 9 ( Java 4 ) Classe astratta per BFS su grafo

Laboratorio 9 ( Java 4 ) Classe astratta per BFS su grafo Laboratorio 9 ( Java ) Classe astratta per BFS su grafo Testo esercitazione Scaricare il file EseBFS.zip, scompattarlo ed analizzare le classi in esso contenute con particolare attenzione alla classe astratta

Dettagli

Fondamenti di Informatica I

Fondamenti di Informatica I Sapienza Università di Roma, Facoltà di Ingegneria Corso di Fondamenti di Informatica I Canale 1 (A-K) Anno Accademico 2009-2010 Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Docente: Camil Demetrescu Esercitatore:

Dettagli

OCA JAVA 8 SE PROGRAMMER I DOCENTE: DOTT. FAUSTO DELL ANNO

OCA JAVA 8 SE PROGRAMMER I DOCENTE: DOTT. FAUSTO DELL ANNO CENTRO STUDI ULISSE Via Buccino, n. 22 - C.a.p. 84018 - Scafati (SA) Tel. Fax. 081.19970299-339.2365416-349.4152010 E-mail: info@centrostudiulisse.it - www.centrostudiulisse.it OCA JAVA 8 SE PROGRAMMER

Dettagli

Fondamenti di Informatica L-B Esercitazione n 5 Java: Interfaccia Comparable, Array

Fondamenti di Informatica L-B Esercitazione n 5 Java: Interfaccia Comparable, Array Fondamenti di Informatica L-B Esercitazione n 5 Java: Interfaccia Comparable, Array A.A. 2007/08 Tutor: Barbara Pettazzoni barbara.pettazzoni@studio.unibo.it Interfaccia Comparable L altra volta abbiamo

Dettagli

Bank. Bank. BankAccount. Bank. Bank. private BankAccount[] conti; // Posizione attuale private int posizioneattuale;...

Bank. Bank. BankAccount. Bank. Bank. private BankAccount[] conti; // Posizione attuale private int posizioneattuale;... Bank BankAccount Bank Bank Bank BankAccount private BankAccount[] conti; // Posizione attuale private int posizioneattuale;... Bank Bank public Bank(String nome, String internationalcode, int dimensione)

Dettagli

Esercitazione n 3. Obiettivi

Esercitazione n 3. Obiettivi Esercitazione n 3 Obiettivi Capacità di analisi e di estensione di progetti esistenti Linguaggio Java: Ereditarietà delle classi Utilizzo di costruttori e metodi di superclasse Visibilità: public, private,

Dettagli

In questa lezione. Polimorfismo

In questa lezione. Polimorfismo In questa lezione Polimorfismo (in Java) Tipo statico e tipo dinamico dei reference Binding dinamico (late binding) Casting (Upcasting e Downcasting) Operatore instanceof Polimorfismo con Object Polimorfismo

Dettagli

Classi astratte e progettazione OOP Esempio: l enciclopedia degli animali. Esempio Animali

Classi astratte e progettazione OOP Esempio: l enciclopedia degli animali. Esempio Animali Classi astratte e progettazione OOP Esempio: l enciclopedia degli animali 1 Ereditarietà, polimorfismo e altri sporchi trucchi Facciamo un esempio che ci permette di comprendere come vengono utilizzate

Dettagli

Oggetti e classi. Cos è un oggetto

Oggetti e classi. Cos è un oggetto Oggetti e classi Cos è un oggetto Basta guardarsi intorno per scoprire che il mondo reale è costituito da oggetti: libri, biciclette, giocattoli, ma anche ragazzi, bambini, fiori, gatti, cani, fiumi, montagne,

Dettagli

STRUTTURE DATI: OLTRE GLI ARRAY LISTE

STRUTTURE DATI: OLTRE GLI ARRAY LISTE STRUTTURE DATI: OLTRE GLI ARRAY le strutture dati progettate per ospitare una collezione di elementi, sono variazioni di array Ma l'array ha dimensione fissa anche in Java determinata a priori, in linguaggi

Dettagli

QUEUE : considerazioni. QUEUE : considerazioni. QUEUE : esempio. QUEUE : esempio

QUEUE : considerazioni. QUEUE : considerazioni. QUEUE : esempio. QUEUE : esempio QUEUE : considerazioni QUEUE : considerazioni Si è realizzata una struttura dati complessa utilizzandone una primitiva, l array. Il pregio di tale implementazione è il basso costo computazionale, mentre

Dettagli

Esercizi riassuntivi (Fondamenti di Informatica 2 Walter Didimo) Soluzioni

Esercizi riassuntivi (Fondamenti di Informatica 2 Walter Didimo) Soluzioni Esercizi riassuntivi (Fondamenti di Informatica 2 Walter Didimo) Soluzioni Esercizio 1 Dire quale è la complessità temporale del seguente metodo, espressa con notazione asintotica O(.) (con la migliore

Dettagli

Principi di Progettazione del Software. Principi di Progettazione del Software a.a

Principi di Progettazione del Software. Principi di Progettazione del Software a.a Principi di Progettazione del Software a.a. 2016-2017 Fondamenti di Java Ing. Principi di Progettazione del Software https://twitter.com/rvergallo 2 1 Obiettivi della lezione Introduzione alla programmazione

Dettagli

Ottava Esercitazione. introduzione ai thread java mutua esclusione

Ottava Esercitazione. introduzione ai thread java mutua esclusione Ottava Esercitazione introduzione ai thread java mutua esclusione Agenda Esempio 1 Concorrenza in Java: creazione ed attivazione di thread concorrenti. Esercizio 2 da svolgere Concorrenza in Java: sincronizzazione

Dettagli

Ereditarietà e Polimorfismo

Ereditarietà e Polimorfismo Ereditarietà e Polimorfismo Riusare il software A volte si incontrano classi con funzionalità simili In quanto sottendono concetti semanticamente vicini È possibile creare classi disgiunte replicando le

Dettagli

e il loro uso: esistente e cambiare quel che va cambiato specializzare (per ereditarietà) la classe Counter public class EsempioNuovo {

e il loro uso: esistente e cambiare quel che va cambiato specializzare (per ereditarietà) la classe Counter public class EsempioNuovo { APPROCCI PER IL RIUTILIZZO: ricopiare manualmente il codice della classe esistente e cambiare quel che va cambiato creare un oggetto composto che incapsuli il componente esistente... gli inoltri le operazioni

Dettagli

Esercizi sulla definizione di classi (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Soluzioni

Esercizi sulla definizione di classi (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Soluzioni Esercizi sulla definizione di classi (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Soluzioni Esercizio 1 Nella classe definita di seguito indicare quali sono le variabili di istanza, quali sono le variabili

Dettagli

Indice. Prefazione. 3 Oggetti e Java 53

Indice. Prefazione. 3 Oggetti e Java 53 Prefazione xv 1 Architettura dei calcolatori 1 1.1 Calcolatori e applicazioni 1 1.1.1 Alcuni esempi di applicazioni 3 1.1.2 Applicazioni e interfacce 4 1.2 Architettura dei calcolatori 7 1.2.1 Hardware

Dettagli

Esercitazione n 2. Obiettivi

Esercitazione n 2. Obiettivi Esercitazione n 2 Obiettivi Progettazione di una applicazione Java Utilizzo di classi come schemi Utilizzo di costruttori Utilizzo di stringhe Uguaglianza tra oggetti Utilizzo di classi come componenti

Dettagli

Programmazione Java: Polimorfismo

Programmazione Java: Polimorfismo Programmazione Java: Polimorfismo romina.eramo@univaq.it http://www.di.univaq.it/romina.eramo/tlp Roadmap Polimorfismo» Upcasting» Selezione dei metodi» Comportamento dei metodi polimorfi dentro i costruttori»

Dettagli

Classi astratte e progettazione OOP Esempio: l enciclopedia degli animali

Classi astratte e progettazione OOP Esempio: l enciclopedia degli animali Classi astratte e progettazione OOP Esempio: l enciclopedia degli animali 1 Ereditarietà, polimorfismo e altri sporchi trucchi Facciamo un esempio che ci permette di comprendere come vengono utilizzate

Dettagli

Confronti, equals. Operatori Relazionali, confronti Confronti fra Oggetti, ridefinizione di equals. Laboratorio di Programmazione - Luca Tesei

Confronti, equals. Operatori Relazionali, confronti Confronti fra Oggetti, ridefinizione di equals. Laboratorio di Programmazione - Luca Tesei Confronti, equals Operatori Relazionali, confronti Confronti fra Oggetti, ridefinizione di equals 1 Operatori relazionali All interno delle parentesi tonde della condizione dell if è possibile, come abbiamo

Dettagli

INFORMATICA GRAFICA - FONDAMENTI DI INFORMATICA Ing. Civile - Edile/Architettura Dott. Penzo SOLUZIONE PROVA SCRITTA DEL 16/09/2002.

INFORMATICA GRAFICA - FONDAMENTI DI INFORMATICA Ing. Civile - Edile/Architettura Dott. Penzo SOLUZIONE PROVA SCRITTA DEL 16/09/2002. INFORMATICA GRAFICA - FONDAMENTI DI INFORMATICA Ing. Civile - Edile/Architettura Dott. Penzo SOLUZIONE PROVA SCRITTA DEL 16/09/2002 Esercizio 4) import fiji.io.simplereader; class Programma{ public static

Dettagli

Programmazione ad oggetti

Programmazione ad oggetti DAIS Univ. Ca' Foscari Venezia Programmazione ad oggetti Samuel Rota Bulò Ereditarietà E' un meccanismo per estendere le funzionalità di una classe con nuovi campi e nuovi metodi Chiamiamo superclasse:

Dettagli

Corso Linguaggi di programmazione II - Unina Esercitazione (prova intercorso)

Corso Linguaggi di programmazione II - Unina Esercitazione (prova intercorso) 1) Si considerino le classi Java: Corso Linguaggi di programmazione II - Unina Esercitazione (prova intercorso) class Card Card (String seed, int value) this.seed=seed; this.value=value; String seed; int

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Esame di Informatica a.a. 2012-13 14 giugno 2013

Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Esame di Informatica a.a. 2012-13 14 giugno 2013 Cognome Nome Matricola Postazione PC Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Esame di Informatica a.a. 2012-13 14 giugno 2013 Testo Il database di una banca è costituito da due vettori paralleli. Il primo

Dettagli

Programmazione ad Oggetti Modulo A (Esame del 11/9/2015)

Programmazione ad Oggetti Modulo A (Esame del 11/9/2015) Programmazione ad Oggetti Modulo A (Esame del 11/9/2015) Esercizio 1 Considerate la seguente gerarchia di classi: class A { public void print(string s) { System.out.println(s); public void m1() { print("a.m1");

Dettagli

Polimorfismo parametrico vs polimorfismo per inclusione

Polimorfismo parametrico vs polimorfismo per inclusione Polimorfismo parametrico vs polimorfismo per inclusione Esercizio Definire il tipo di dato Stack con operazioni Push( element ) Pop() Non forzare una specifica implementazione Non forzare un tipo specifico

Dettagli

Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2007-2008. Esercitazione. Programmazione Object Oriented in Java

Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2007-2008. Esercitazione. Programmazione Object Oriented in Java Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2007-2008 Alessandro Longheu http://www.diit.unict.it/users/alongheu alessandro.longheu@diit.unict.it Programmazione Object Oriented in Java

Dettagli

Interfacce. Un interfaccia Java è una collezione di metodi astratti (e di costanti) Un metodo astratto è un metodo non implementato

Interfacce. Un interfaccia Java è una collezione di metodi astratti (e di costanti) Un metodo astratto è un metodo non implementato Interfacce 1 Interfacce Un interfaccia Java è una collezione di metodi astratti (e di costanti) Un metodo astratto è un metodo non implementato costituito dall intestazione senza il corpo della definizione

Dettagli

Esempio su strutture dati dinamiche: ArrayList

Esempio su strutture dati dinamiche: ArrayList Esempio su strutture dati dinamiche: ArrayList 1 ArrayList Abbiamo detto che gli array non possono cambiare la propria dimensione: il numero di elementi contenuti viene stabilito al momento della creazione

Dettagli

Fondamenti di Informatica C Esercitazioni di Laboratorio / 3 http://polaris.ing.unimo.it/fic/laboratorio.html. Outline

Fondamenti di Informatica C Esercitazioni di Laboratorio / 3 http://polaris.ing.unimo.it/fic/laboratorio.html. Outline Fondamenti di Informatica C Esercitazioni di Laboratorio / 3 http://polaris.ing.unimo.it/fic/laboratorio.html Ing. Francesco De Mola demola.francesco@unimore.it DII, Modena Via Vignolese (lab. Dottorandi

Dettagli

Programmazione a Oggetti Lezione 10. Ereditarieta

Programmazione a Oggetti Lezione 10. Ereditarieta Programmazione a Oggetti Lezione 10 Ereditarieta Sommario Come definire sottoclassi Costruttori Abstract Classes Final Ereditarietà: promemoria Strumento tipico dell OOP per riusare il codice e creare

Dettagli

Programmazione ad Oggetti. Java Parte II

Programmazione ad Oggetti. Java Parte II Programmazione ad Oggetti Java Parte II Overview Caratteristiche lessicali Il primo programma Java 1 Commenti /* Commento tradizionale, eventualmente su più linee, non nidificato */ // Commento su di una

Dettagli

Lezione 13 Classi interne

Lezione 13 Classi interne Lezione 13 Classi interne Questa lezione chiude la parte del corso più squisitamente dedicata alla programmazione orientata agli oggetti con Java. Sarà esaminato un nuovo tipo di classi, finora taciuto,

Dettagli

Classi Wrapper. int Integer float Float char Char byte Byte double Double. classe "wrapper"

Classi Wrapper. int Integer float Float char Char byte Byte double Double. classe wrapper 1 Classi Wrapper classe "wrapper" int Integer float Float char Char byte Byte double Double Generano oggetti che hanno come variabile di istanza un tipo di dato primitivo con nome uguale Integer int Float

Dettagli

Eccezioni predefinite

Eccezioni predefinite Eccezioni predefinite Java mette a disposizione molte eccezioni già confezionate, che descrivono la maggioranza dei problemi che possono verificarsi a run-time. Ognuna di queste è una classe. Tutte queste

Dettagli

CloneNotSupportedException clone() Object clone() protected native Object clone() throws CloneNotSupportedException this

CloneNotSupportedException clone() Object clone() protected native Object clone() throws CloneNotSupportedException this Clonazione Importante esempio di eccezione controllata è CloneNotSupportedException che può essere lanciata dal metodo nativo clone() della classe Object. La dichiarazione di clone() è la seguente: protected

Dettagli

GESTIONE DEGLI ERRORI

GESTIONE DEGLI ERRORI GESTIONE DEGLI ERRORI Spesso vi sono istruzioni critiche, che in certi casi possono produrre errori L approccio classico consiste nell inserire controlli (if else..) per cercare di intercettare a priori

Dettagli

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica Algoritmi di Ricerca Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Ricerca in una sequenza di elementi Data una sequenza di elementi, occorre verificare

Dettagli

Esercizi di riepilogo (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo)

Esercizi di riepilogo (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Esercizi di riepilogo (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Selezione di prove di esame al calcolatore Esercizio 1 (esame del 13/01/2006) La classe Matrice definisce oggetti che rappresentano matrici

Dettagli