BATHYPOLYPUS SPONSALIS (CEPHALOPODA, OCTOPODA) NEL MAR LIGURE MERIDIONALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BATHYPOLYPUS SPONSALIS (CEPHALOPODA, OCTOPODA) NEL MAR LIGURE MERIDIONALE"

Transcript

1 Biol. Mar. Medit. (2005), 12 (1): A.R.P.A.T., Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana, R.I.B.M. Risorse Ittiche e Biodiversità Marina, Via Marradi, Livorno, Italia. BATHYPOLYPUS SPONSALIS (CEPHALOPODA, OCTOPODA) NEL MAR LIGURE MERIDIONALE BATHYPOLYPUS SPONSALIS (CEPHALOPODA, OCTOPODA) IN THE SOUTHERN LIGURIAN SEA Abstract The geographic and bathimetric distribution of Bathypolypus sponsalis (P. et H. Fischer, 1892) in the Southern Ligurian Sea was studied. The species shows a distribution limited to the northern part of the batial zone. The biological analyses showed that females prevail over males in number among large specimens. Mature specimens of both sexes have been found in all seasons; the size (Mantle Length; cm) at first maturity has been estimated for females (5,7) and for males (4,7). Key-words: Bathypolypus sponsalis, geographical distribution, Ligurian Sea. Introduzione Bathypolypus sponsalis è un ottopode bentonico batofilo di piccole dimensioni presente sui fondali fangosi tra i 120 e i 1800 m di profondità; nonostante l ampio intervallo di distribuzione batimetrica, le abbondanze maggiori si riscontrano tra i 400 e i 700 m (Relini et al., 1999). Le informazioni riguardanti la biologia di questa specie sono in generale piuttosto scarse, specialmente per il Mar Ligure Meridionale (Toscana Settentrionale) dove la dimensione degli esemplari (lunghezza del mantello), non supera, nei maschi, 8,0 cm e, nelle femmine, 8,5 cm (Faldelloni, 2003). Lo scopo di questo lavoro è stato quello di analizzare la distribuzione geografica e batimetrica della specie nelle acque del Mar Ligure Meridionale e di approfondire alcuni aspetti biologici quali la sex-ratio, il periodo riproduttivo e la taglia di prima maturità. Materiali e metodi Sono stati utilizzati i dati relativi a 1200 esemplari di B. sponsalis catturati nelle acque del Mar Ligure Meridionale mediante pesca a strascico, nell ambito di due campagne di ricerca: GRUND (Relini, 2000), realizzate tra il 1985 e il 2002, e MEDITS (Bertrand et al., 2000), condotte tra il 1994 e il Il campionamento, random stratificato per profondità, ha coperto la zona compresa tra la foce del Fiume Magra e le coste settentrionali dell Isola d Elba, e, ad ovest, fino alle acque territoriali corse, con una profondità massima che nell intera area è di poco superiore a 650 m. Il peso complessivo degli esemplari catturati in ogni cala è stato utilizzato per il calcolo degli indici di biomassa (kg/km 2 ). Le informazioni georeferenziate sono state analizzate con l estensione Spatial Analyst del programma ArcView (ESRI, 1996), definendo aree di simile abbondanza attraverso l interpolazione con il metodo dell inverso del quadrato della distanza.

2 510 Sono stati inoltre studiati alcuni aspetti della biologia riproduttiva di B. sponsalis. Di ogni esemplare è stata misurata la lunghezza del mantello (LM) e sono stati determinati il sesso e lo stadio di maturità (Mangold-Wirz, 1963). La sex ratio (F/[M+F]) è stata analizzata con il test del χ 2 per classi di taglia di 0,5 cm, e la taglia di prima maturità è stata stimata, tramite interpolazione logistica (l m50% ), per entrambi i sessi kg/km profondità (m) Fig. 1 - Indici di biomassa (kg/km 2 ) di B. sponsalis per intervalli di profondità. Biomass indices (kg/km 2 ) by depth intervals. B. sponsalis Kg/Kmq Fig. 2 - Interpolazione spaziale degli indici di biomassa (kg/km 2 ) di B. sponsalis. Mean geographic distribution of biomass index (kg/km 2 ) of B. sponsalis.

3 Bathypolypus sponsalis nel Mar Ligure Meridionale 511 F/(F+M) 1 0,8 0,6 0,4 0, LM (cm) Fig. 3 - Rapporto del numero di esemplari femminili sul totale per taglia di B. sponsalis. Sex ratio by size of B. sponsalis. Risultati B. sponsalis è stato catturato in un intervallo batimetrico piuttosto ampio, compreso tra 200 e 650 m di profondità, con abbondanze maggiori tra 400 e 650 m (Fig. 1 e 2). La distribuzione geografica è risultata invece ristretta, limitata alla parte più settentrionale dell area indagata, in quanto nelle zone batiali della parte meridionale la specie non è risultata presente. Il rapporto dei due sessi sul totale degli esemplari (Fig. 3) indica che i maschi prevalgono significativamente nelle taglie di 3,5 e 4 cm, mentre, al di sopra di 5 cm, è significativamente maggiore il numero di esemplari di sesso femminile. Esemplari maturi di entrambi i sessi sono stati catturati in tutte le stagioni di campionamento. ES. MATURI 100% 80% 60% 40% 20% 0% MASCHI FEMMINE 1,5 2,5 3,5 4,5 5,5 6,5 7,5 LM (cm) Fig. 4 - Percentuale di esemplari maturi per i due sessi e per taglia di B. sponsalis. Percent of mature individuals by size for males and females of B. sponsalis.

4 512 Nel grafico di Fig. 4 sono rappresentate le percentuali di esemplari maturi distintamente per i due sessi. La taglia di prima maturità è risultata di 4,71 cm per i maschi e di 5,66 cm (LM) per le femmine. Conclusioni Le informazioni ottenute relative alla distribuzione batimetrica della specie sono in accordo con quanto affermato da Mannini e Volpi (1989) per la stessa area. La particolare distribuzione geografica di B. sponsalis nel Mar Ligure Meridionale, presente esclusivamente nella parte nord occidentale dell area, ha suggerito di raccogliere tutte le informazioni circa le attuali conoscenze sulla distribuzione della specie in Mediterraneo. Ne è scaturito un quadro abbastanza anomalo, essendo la specie presente, relativamente ai mari italiani, nel Mar Ligure (presente lavoro; Relini et al., 1999), nel Mar di Sardegna (Cuccu et al., 2003) e nel Canale di Sicilia (Jereb e Ragonese, 1990), mentre risulta assente nel Mar Tirreno (Belcari e Sartor, 1993; Giordano e Carbonara, 1999), nel Mar Ionio (Tursi e D Onghia, 1992) e nel Mar Adriatico (Relini et al., 1999). Per quanto riguarda il resto del Mediterraneo, si hanno segnalazioni della presenza della specie nel Mar Catalano (Wirz, 1955; Morales, 1958), al largo delle coste algerine (Wirz, 1954) e nel Mar Egeo (D Onghia et al., 1995). Dalle informazioni disponibili, sembra quindi che la specie sia distribuita in alcune zone del Mediterraneo Occidentale e in una fascia che va dall area a nord della Corsica fino al Canale di Sicilia, escludendo tutto il Tirreno, mentre nel Mediterraneo Orientale la presenza sarebbe testimoniata solamente da alcuni ritrovamenti nel Mar Egeo. Dall analisi degli aspetti biologici di B. sponsalis è emerso che la specie presenta un ampio periodo riproduttivo (probabilmente tutto l anno). Differenze sono state rilevate nel rapporto tra i sessi per taglia, in quanto le femmine raggiungono taglie maggiori; anche la taglia di prima maturità è risultata più elevata per le femmine rispetto ai maschi. Bibliografia BELCARI P., SARTOR P. (1993) - Bottom trawling teuthofauna of the Northern Tyrrhenian Sea. Sci. Mar., 57 (2-3): BERTRAND J., GIL DE SOLA L., PAPACONSTANTINOU C., RELINI G., SOUPLET A. (2000) - An international trawl survey in the Mediterranean: the MEDITS programme. Actes de Colloques IFREMER, 26: CUCCU D., ADDIS P., DAMELE F., MANFRIN PICCINETTI G. (2003) - Primo censimento della teutofauna dei mari circostanti la Sardegna. Biol. Mar. Medit., 10 (2): D ONGHIA G., MATARRESE A., TURSI A., MAIORANO P., PANETTA P. (1995) - Osservazioni sulla teutofauna epi e mesobatiale nel Mediterraneo Orientale (Mar Ionio e Mar Egeo). Biol. Mar. Medit., 2 (2): ESRI (1996) - ArcView GIS. The Geographic Information System for Everyone. Environmental Systems Research Institute, Inc.: 340 pp FALDELLONI A. (2003) - Analisi della distribuzione geografica e di alcuni aspetti biologici delle specie di Octopoda (Mollusca, Cephalopoda) presenti nella zona batiale del Mar Ligure Sud-orientale. Università di Pisa, Tesi di Laurea: 71 pp. GIORDANO D., CARBONARA P. (1999) - Nota sulla distribuzione di molluschi Cefalopodi nel Tirreno Centro-meridionale. Biol. Mar. Medit., 6 (1): JEREB P., RAGONESE S. (1990) - Sui Cefalopodi di scarso o nullo interesse commerciale nel canale di Sicilia. Oebalia, 12 (2):

5 Bathypolypus sponsalis nel Mar Ligure Meridionale 513 MANGOLD-WIRZ K. (1963) - Biologie des Cephalopodes bentiques et nectoniques de la Mer Catalane. Vie et Milieu (Suppl.), 13: 285 pp. MANNINI P., VOLPI C. (1989) - Nota sulla presenza e distribuzione di alcuni Cefalopodi del Tirreno settentrionale. Oebalia, 15 (2): MORALES E. (1958) - Cephalopodos de Cataluna. I. Inv. Pesq., 11: 3-6. RELINI G. (2000) - Demersal trawl surveys in Italian Seas: a short review. Actes de Colloques IFREMER, 26: RELINI G., BERTRAND J., ZAMBONI A. (eds) (1999) - Sintesi delle conoscenze delle risorse da pesca dei fondi del Mediterraneo centrale (Italia e Corsica). Biol. Mar. Medit., 6 (Suppl. 1). TURSI A., D ONGHIA G. (1992) - Cephalopods of Ionian Sea (Mediterranean Sea). Oebalia, 18: WIRZ K. (1954) - Bathypolypus sponsalis (P. & H. Fischer). Cephalopode nouveau pour la Mediterranee. Vie Milieu (Suppl.), 3: WIRZ K. (1955) - Bathypolypus sponsalis (P. & H. Fischer), espèce commune dans la partie ouest de la Mediterranee. Vie Milieu, 4 (1):

CATTURE RICORRENTI DI EPINEPHELUS AENEUS (GEOFFROY ST.-HILAIRE, 1809) NEL MAR IONIO: UN ULTERIORE ELEMENTO PER INDIVIDUARE UNA POSSIBILE ZTB?

CATTURE RICORRENTI DI EPINEPHELUS AENEUS (GEOFFROY ST.-HILAIRE, 1809) NEL MAR IONIO: UN ULTERIORE ELEMENTO PER INDIVIDUARE UNA POSSIBILE ZTB? Biol. Mar. Medit. (2006), 13 (1): 831-835 Dipartimento di Zoologia, Università di Bari, Via Orabona, 4-70125 Bari, Italia. r.carlucci@biologia.uniba.it CATTURE RICORRENTI DI EPINEPHELUS AENEUS (GEOFFROY

Dettagli

CIRSPE, Via De Gigli d Oro, Roma, Italia. Dipartimento di Zoologia, Università di Bari, Via Orabona, Bari, Italia.

CIRSPE, Via De Gigli d Oro, Roma, Italia. Dipartimento di Zoologia, Università di Bari, Via Orabona, Bari, Italia. Biol. Mar. Medit. (22), (2): 843-847 M. Imperatrice, R. Carlucci, L. Sion, G. D Onghia CIRSPE, Via De Gigli d Oro, 86 Roma, Italia. Dipartimento di Zoologia, Università di Bari, Via Orabona, 4-7 Bari,

Dettagli

TOSCANA: LA CONSERVAZIONE DELLA NATURA Martedì 06 Aprile :58

TOSCANA: LA CONSERVAZIONE DELLA NATURA Martedì 06 Aprile :58 Biodiversità, agroecosistemi, report ambientali. Relazione sullo stato dell ambiente in Toscana 2009: i dati presentati nel capitolo dedicato alla conservazione della natura si riferiscono, in questo numero,

Dettagli

ALLEGATI PELAGICI SICILIA

ALLEGATI PELAGICI SICILIA ALLEGATI PELAGICI SICILIA A.1 Stato delle risorse piccoli pelagici nella GSA 16 ALICE ENGRAULIS ENCRASICOLUS Abbondanza in mare Figura A.1.1 Stime di biomassa della popolazione di acciuga al largo della

Dettagli

INDAGINI PRELIMINARI MEDIANTE G.I.S. DELL ATTIVITÀ DI PESCA NELL AREA MARINA PROTETTA DELLE ISOLE EGADI

INDAGINI PRELIMINARI MEDIANTE G.I.S. DELL ATTIVITÀ DI PESCA NELL AREA MARINA PROTETTA DELLE ISOLE EGADI Biol. Mar. Medit. (2006), 13 (1): 680-684 Istituto per l Ambiente Marino Costiero, Consiglio Nazionale delle Ricerche (IAMC-CNR) Via L. Vaccara, 61-91026 Mazara del Vallo (TP), Italia. annamariabeltrano@hotmail.com

Dettagli

SEPIOLINAE (MOLLUSCA, CEPHALOPODA) DEL MAR TIRRENO SETTENTRIONALE

SEPIOLINAE (MOLLUSCA, CEPHALOPODA) DEL MAR TIRRENO SETTENTRIONALE Atti Soc. Tosc. Sci. Nat., Mem., Serie B, 96 (I989) pagg. 207 218, figg. 6, tabb. 2 P. BELCARI (*), F. BIAGI (**), P. SARTOR (*) SEPIOLINAE (MOLLUSCA, CEPHALOPODA) DEL MAR TIRRENO SETTENTRIONALE Riassunto

Dettagli

GRUPPI FUNZIONALI ITTIOFAUNA

GRUPPI FUNZIONALI ITTIOFAUNA GRUPPI FUNZIONALI ITTIOFAUNA 4.2. Gruppi funzionali (Pesci) 4.2.1 Pesci demersali Area di valutazione Le aree di valutazione corrispondono alle sub-aree geografiche (note come GSA) individuate per i mari

Dettagli

OSTEOSARCOMA. VIIIa OSTEOSARCOMA 0-14 ANNI. Schede specifiche per tumore. I tumori in Italia Rapporto AIRTUM 2012 TUMORI INFANTILI

OSTEOSARCOMA. VIIIa OSTEOSARCOMA 0-14 ANNI. Schede specifiche per tumore. I tumori in Italia Rapporto AIRTUM 2012 TUMORI INFANTILI I tumori in Italia Rapporto AIRTUM TUMORI INFANTILI OSTEOSARCOMA - ANNI - ANNI INCIDENZA Tasso. Nella classe di età - anni, il tasso di incidenza standardizzato per età è di, casi per milione/anno (IC9%,-,)

Dettagli

Cochlodesma praetenue (Pulteney, 1799): nuovi ritrovamenti

Cochlodesma praetenue (Pulteney, 1799): nuovi ritrovamenti Quaderno di Studi e Notizie di Storia Naturale della Romagna Quad. Studi Nat. Romagna, 38: 27-31 (dicembre 2013) ISSN 1123-6787 Morena Tisselli, Piero Bazzocchi & Giancarlo Fuzzi Cochlodesma praetenue

Dettagli

Il Mare Adriatico e la zona di studio

Il Mare Adriatico e la zona di studio Il Mare Adriatico e la zona di studio 12 Alba sull Adriatico al largo di Fano (foto L. Poggiani) 13 II Mare Adriatico ha forma stretta e allungata, con una lunghezza circa 800 km e una larghezza massima

Dettagli

COLONIZZAZIONE DI FORAMINIFERI BENTONICI ESOTICI NELLE ISOLE PELAGIE E NEL S-E DELLA SICILIA

COLONIZZAZIONE DI FORAMINIFERI BENTONICI ESOTICI NELLE ISOLE PELAGIE E NEL S-E DELLA SICILIA Laureanda: Relatore: Roberta Guastella prof. Antonio Caruso Correlatrice: dott.ssa Claudia Cosentino ABSTRACT DELLA TESI MAGISTRALE SU COLONIZZAZIONE DI FORAMINIFERI BENTONICI ESOTICI NELLE ISOLE PELAGIE

Dettagli

APAT Agenzia per la protezione dell ambiente e per i servizi tecnici. Dipartimento Tutela delle Acque Interne e Marine Servizio Difesa delle Coste

APAT Agenzia per la protezione dell ambiente e per i servizi tecnici. Dipartimento Tutela delle Acque Interne e Marine Servizio Difesa delle Coste APAT Agenzia per la protezione dell ambiente e per i servizi tecnici Dipartimento Tutela delle Acque Interne e Marine Servizio Difesa delle Coste CAPITOLO 3 IL CLIMA ONDOSO A LARGO DELLE COSTE ITALIANE

Dettagli

INDICAZIONI METODOLOGICHE. Riportate in documento ISPRA Indicazioni metodologiche per la componente rifiuti marini in data 8 Aprile 2013.

INDICAZIONI METODOLOGICHE. Riportate in documento ISPRA Indicazioni metodologiche per la componente rifiuti marini in data 8 Aprile 2013. Protocollo d intesa 18 Dicembre 2012 PIANO ATTIVITÀ delle Regioni della Sottoregione Mediterraneo Occidentale RIFIUTI MARINI Rifiuti antropici spiaggiati TARGET (10.1.1) Target di tipo operativo: Incremento

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA Facoltà si scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Scienze Ambientali Curriculum EcoGeFCo

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA Facoltà si scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Scienze Ambientali Curriculum EcoGeFCo UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA Facoltà si scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Scienze Ambientali Curriculum EcoGeFCo MONITORAGGIO DEI COMPOSTI DELL AZOTO E DEI PARAMETRI CHIMICO-FISICI

Dettagli

Prateria di Posidonia oceanica di fronte a Levanto

Prateria di Posidonia oceanica di fronte a Levanto Prateria di Posidonia oceanica di fronte a Levanto Figura 1: Cartografia del posidonieto dinanzi Levanto Di fronte alla baia di Levanto si sviluppa una formazione a mosaico di Posidonia oceanica viva e

Dettagli

Pagina 2 di 5 LUNEDÌ 8 DICEMBRE 2014 ORE IL DIRETTORE DELL UFFICIO RISCHI IDROGEOLOGICI ED ANTROPICI SILVANO MEROI

Pagina 2 di 5 LUNEDÌ 8 DICEMBRE 2014 ORE IL DIRETTORE DELL UFFICIO RISCHI IDROGEOLOGICI ED ANTROPICI SILVANO MEROI BOLLETTINO DI VIGILANZA METEOROLOGICA NAZIONALE RIFE/./ DIRETTIVA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 27-2-2004: INDIRIZZI OPERATIVI PER LA GESTIONE ORGANIZZATIVA E FUNZIONALE DEL SISTEMA DI ALLERTAMENTO

Dettagli

VARIAZIONE DEI RENDIMENTI CON RETE A STRASCICO IN UN AREA A PARZIALE PROTEZIONE NEL GOLFO DI PATTI (SICILIA SETTENTRIONALE) IN 20 ANNI DI MONITORAGGIO

VARIAZIONE DEI RENDIMENTI CON RETE A STRASCICO IN UN AREA A PARZIALE PROTEZIONE NEL GOLFO DI PATTI (SICILIA SETTENTRIONALE) IN 20 ANNI DI MONITORAGGIO Biol. Mar. Medit. (26), 13 (1): 149-157 A. Potoschi, P. Battaglia, P. Rinelli 1, F. Perdichizzi 1, A. Manganaro, S. Greco 2 Dipartimento di Biologia Animale ed Ecologia Marina, Università di Messina, Salita

Dettagli

Relazione sul programma di ECORENDICONTO

Relazione sul programma di ECORENDICONTO Relazione sul programma di ECORENDICONTO Area Marina Protetta Torre del Cerrano Elenco e superficie biocenosi A cura di Daniele Cargini Alessandro Lombardi Data: 30.11.2016 Per approfondimenti: http://www.torredelcerrano.it/carta-europea-per-il-turismo-sostenibile/ecorendiconto.html

Dettagli

Naturalista sicil., S. IV, XXXII (1-2), 2008, pp

Naturalista sicil., S. IV, XXXII (1-2), 2008, pp Naturalista sicil., S. IV, XXXII (1-2), 2008, pp. 221-240 MARCO ARCULEO ANALISI DEI DATI DI SBARCO DEL GAMBERO VIOLA, ARISTEUS ANTENNATUS (Crustacea Aristeidae) IN DUE MARINERIE DELLA SICILIA NORD OCCIDENTALE

Dettagli

CODONE Anas acuta. Stato giuridico. Stato di conservazione. Convenzione di Berna. Allegato III. Convenzione di Bonn. Allegato II.

CODONE Anas acuta. Stato giuridico. Stato di conservazione. Convenzione di Berna. Allegato III. Convenzione di Bonn. Allegato II. CODONE Anas acuta Distribuzione nel Paleartico occidentale Areale di svernamento Areale di presenza stabile Areale di nidificazione Stato giuridico Convenzione di Berna Convenzione di Bonn Direttiva Uccelli

Dettagli

IL MARE E GLI OCEANI

IL MARE E GLI OCEANI IL MARE E GLI OCEANI Il mare La nascita dei mari risale a più di 3 miliardi di anni fa ; il nostro pianeta era appena nato, per questo presentava numerosi vulcani attivi; i quali, espellendo dal loro

Dettagli

1^ Campagna di Agosto 2005

1^ Campagna di Agosto 2005 RAPPORTO QUINDICINALE SULLE CAMPAGNE DI MONITORAGGIO DELLE ACQUE MARINO COSTIERE DELLA REGIONE VENETO (RILIEVI SUL CAMPO) 1^ Campagna di Agosto 2005 Nella prima campagna del mese di Agosto 2005, effettuata

Dettagli

Lista dei codici Settore

Lista dei codici Settore Lista dei codici Settore Il bacino del Mediterraneo è stato diviso in venticinque macrosettori, che servono esclusivamente per individuare più facilmente l'area di interesse, ma non hanno alcuna rilevanza

Dettagli

La Valle d Aosta. il... (4 476 m). Il capoluogo di regione è...

La Valle d Aosta. il... (4 476 m). Il capoluogo di regione è... La Valle d Aosta La Valle d Aosta confina a nord con la......, a est e a sud con il..., a ovest con la... È una regione completamente...... Le sue cime principali sono: il...... (4 810 m), il...... (4

Dettagli

ASSESSORADU DE S AGRICOLTURA E REFORMA AGRO-PASTORALE ASSESSORATO DELL'AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE. DECRETO N. 1785/DecA/39 del 2.8.

ASSESSORADU DE S AGRICOLTURA E REFORMA AGRO-PASTORALE ASSESSORATO DELL'AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE. DECRETO N. 1785/DecA/39 del 2.8. L Assessore DECRETO N. 1785/DecA/39 del 2.8.2016 Oggetto: Proroga del divieto di pesca nelle aree di ripopolamento attivo dell aragosta istituite nell ambito del Programma di ripopolamento attivo dell

Dettagli

Capitolo 10 La mortalità per suicidi

Capitolo 10 La mortalità per suicidi Capitolo 1 La mortalità per suicidi Introduzione Ogni anno tra i residenti in Veneto si verificano oltre 3 decessi per suicidio; di questi il 75% avviene nei maschi. el 27 il tasso di mortalità per suicidio

Dettagli

1. L'EUROPA E L'ITALIA: CONFINI, COSTE, RILIEVI E PIANURE. Pearson Italia

1. L'EUROPA E L'ITALIA: CONFINI, COSTE, RILIEVI E PIANURE. Pearson Italia 1. L'EUROPA E L'ITALIA: CONFINI, COSTE, RILIEVI E PIANURE. L'Europa nel mondo L Europa è il quarto continente per dimensioni: solo l Oceania è più piccola. Dal punto di vista geografico è un estensione

Dettagli

Naturalista sicil., S. IV, XXXIII (3-4), 2009, pp

Naturalista sicil., S. IV, XXXIII (3-4), 2009, pp Naturalista sicil., S. IV, XXXIII (3-4), 2009, pp. 253-266 MARCO ARCULEO DATI DI SBARCO E BIOLOGIA DEL GAMBERO ROSA PARAPENAEUS LONGIROSTRIS (LUCAS, 1846) (Crustacea Penaeidae) NELLA SICILIA NORD OCCIDENTALE

Dettagli

PRIMA SEGNALAZIONE DEL GRANCHIO PERCNON GIBBESI (MILNE H. EDWARDS, 1853) NELLA CALABRIA IONICA

PRIMA SEGNALAZIONE DEL GRANCHIO PERCNON GIBBESI (MILNE H. EDWARDS, 1853) NELLA CALABRIA IONICA IMMA FACCIA 1, CARLO NIKE BIANCHI 2 1 Via dei Bruzi, 23-75100, Matera 2 Dipartimento per lo studio del Territorio e delle sue Risorse, Università di Genova, Corso Europa, 26-16132 Genova PRIMA SEGNALAZIONE

Dettagli

Ligi Roberto 1, Azzolin Marta 2, Giacoma Cristina 2, Piovano Susanna 2, Comparetto Giorgia 3, Galante Irene 3

Ligi Roberto 1, Azzolin Marta 2, Giacoma Cristina 2, Piovano Susanna 2, Comparetto Giorgia 3, Galante Irene 3 Analisi della distribuzione di Tursiops truncatus e Caretta caretta nelle isole Pelagie: integrazione di dati satellitari con gli avvistamenti fatti su campo Ligi Roberto 1, Azzolin Marta 2, Giacoma Cristina

Dettagli

Liceo di Sachem Nord

Liceo di Sachem Nord Liceo di Sachem Nord 1 La Geografia d Italia In this unit the students will review the more salient points of Italy s geography. By the end of the unit, the students will be able to: 1. Discuss the geographic

Dettagli

Report sui dati acquisiti dalla Banca Dati Spiaggiamenti nel 2015

Report sui dati acquisiti dalla Banca Dati Spiaggiamenti nel 2015 http://mammiferimarini.unipv.it Email spiaggiamenti@unipv.it Pavia, 1 febbraio 2016 Report sui dati acquisiti dalla Banca Dati Spiaggiamenti nel 2015 A cura di Gianni Pavan, Elisabetta Bernuzzi, CIBRA

Dettagli

2.3 Risorse ittiche marine

2.3 Risorse ittiche marine 2.3 Risorse ittiche marine La politica per la pesca dell Unione Europea richiede di assicurare uno sfruttamento delle risorse acquatiche viventi realizzato in modo tale da garantire condizioni di sostenibilità

Dettagli

METODI INNOVATIVI DI ANALISI DELLA PESCA CON LE NASSE DELLE CANOCCHIE E DEI GHIOZZI NEL GOLFO DI TRIESTE

METODI INNOVATIVI DI ANALISI DELLA PESCA CON LE NASSE DELLE CANOCCHIE E DEI GHIOZZI NEL GOLFO DI TRIESTE Biol. Mar. Medit. (2006), 13 (1): 809-813 G. Bon, L. Feliziani, M. Doz, G. Barbieri, S. Kutin* Cooperativa Lisert, Via Diaz, 16-34100 Trieste, Italia. gabrielbon2003@yahoo.com *Coop. Ecoscreen, Trieste,

Dettagli

Capitolo 3 La mortalità per malattie del sistema circolatorio

Capitolo 3 La mortalità per malattie del sistema circolatorio Capitolo 3 La mortalità per malattie del sistema circolatorio Introduzione Le malattie del sistema circolatorio sono le principali cause di morte nei paesi occidentali come l Italia: quasi il 4% dei decessi

Dettagli

CURRICULUM VITAE di Cecilia VOLPI

CURRICULUM VITAE di Cecilia VOLPI CURRICULUM VITAE di Cecilia VOLPI Nome Cecilia Volpi Luogo e data di nascita Firenze 10/11/ 60 Indirizzo di lavoro Museo di storia Naturale Sezione di Zoologia La Specola - Università degli Studi di Firenze

Dettagli

CAGLIARI, 7 marzo 2013 IL PUNTO SULLA SISMICITA (O NON SISMICITA ) DELLA SARDEGNA E POSSIBILI ORIENTAMENTI RISPETTO ALLE NUOVE NTC

CAGLIARI, 7 marzo 2013 IL PUNTO SULLA SISMICITA (O NON SISMICITA ) DELLA SARDEGNA E POSSIBILI ORIENTAMENTI RISPETTO ALLE NUOVE NTC CAGLIARI, 7 marzo 2013 IL PUNTO SULLA SISMICITA (O NON SISMICITA ) DELLA SARDEGNA E POSSIBILI ORIENTAMENTI RISPETTO ALLE NUOVE NTC Roberto Balia e Barbara De Nicolo Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale

Dettagli

Bollettino GNOO n.13 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 26 e Domenica 27 Marzo 2011

Bollettino GNOO n.13 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 26 e Domenica 27 Marzo 2011 Bollettino GNOO n.13 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 26 e Domenica 27 Marzo 2011 Imagery 2011 TerraMetrics - Terms of Use Previsione meteo sull'italia e previsione di temperatura

Dettagli

ACQUE DI BALNEAZIONE

ACQUE DI BALNEAZIONE ACQUE DI BALNEAZIONE SCHEDA INFORMATIVA PUNTO DI CAMPIONAMENTO N. 72 1.1 Dati identificativi 1 Denominazione acqua di balneazione* ISOLA DI ALBARELLA NORD ALBARELLA 2 Id acqua di balneazione* IT005029040006

Dettagli

ASSESSORADU DE S AGRICOLTURA E REFORMA AGRO-PASTORALE ASSESSORATO DELL'AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE. DECRETO N. 1145/DecA/21 del 4.05.

ASSESSORADU DE S AGRICOLTURA E REFORMA AGRO-PASTORALE ASSESSORATO DELL'AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE. DECRETO N. 1145/DecA/21 del 4.05. L Assessore DECRETO N. 1145/DecA/21 del 4.05.2017 Oggetto: Proroga del divieto di pesca nelle aree di ripopolamento attivo dell aragosta istituite nell ambito del Programma di ripopolamento attivo dell

Dettagli

AREE IMPORTANTI PER L AVIFAUNA NEL FIUME ARNO (PROV. DI FIRENZE): INDIVIDUAZIONE DELLE EMERGENZE E PROSPETTIVE DI TUTELA

AREE IMPORTANTI PER L AVIFAUNA NEL FIUME ARNO (PROV. DI FIRENZE): INDIVIDUAZIONE DELLE EMERGENZE E PROSPETTIVE DI TUTELA AREE IMPORTANTI PER L AVIFAUNA NEL FIUME ARNO (PROV. DI FIRENZE): INDIVIDUAZIONE DELLE EMERGENZE E PROSPETTIVE DI TUTELA MICHELE GIUNTI & PAOLO SPOSIMO * c/o Nemo srl, via Giotto 33 50121, Firenze 055/674223

Dettagli

Gli ami circolari per la riduzione del Bycatch

Gli ami circolari per la riduzione del Bycatch 30 giugno 2015 Roma, Italia Gli ami circolari per la riduzione del Bycatch Sergio Bizzarri AGCI Agrital introduzione Nel Mediterraneo la sperimentazione degli ami circolari è iniziata nel 2005 nell ambito

Dettagli

Capitolo 9 La mortalità per incidenti stradali

Capitolo 9 La mortalità per incidenti stradali Capitolo 9 La mortalità per incidenti stradali Introduzione Gli incidenti stradali costituiscono un problema prioritario di sanità pubblica per la loro numerosità e per le conseguenze in termini di mortalità,

Dettagli

PROGETTO GIONHA GOVERNANCE AND INTEGRATED OBSERVATION OF MARINE NATURAL HABITAT. Dott. Gaetano Licitra ARPAT. Roma 15 ottobre 2010

PROGETTO GIONHA GOVERNANCE AND INTEGRATED OBSERVATION OF MARINE NATURAL HABITAT. Dott. Gaetano Licitra ARPAT. Roma 15 ottobre 2010 PROGETTO GIONHA GOVERNANCE AND INTEGRATED OBSERVATION OF MARINE NATURAL HABITAT Dott. Gaetano Licitra ARPAT Roma 15 ottobre 2010 Provincia di Livorno Progetto finanziato a valere sul I bando semplice del

Dettagli

Risultati Tratto Specie Individui peso medio d. s. Lunghezza media d. s. catturati (g) (cm) Abramide Blicca Carpa monte Carassio

Risultati Tratto Specie Individui peso medio d. s. Lunghezza media d. s. catturati (g) (cm) Abramide Blicca Carpa monte Carassio Ferrara, 22-07-2013 Università di Ferrara Provincia di Ferrara Sintesi dei principali risultati del monitoraggio estivo dei popolamenti ittici del Canale Circondariale nel tratto Comacchio-Anita, adibito

Dettagli

Gli stranieri al 15 Censimento della popolazione

Gli stranieri al 15 Censimento della popolazione 23 dicembre 2013 Gli stranieri al 15 Censimento della popolazione L Istat diffonde oggi nuovi dati sulle caratteristiche della popolazione straniera censita in Italia. Tutte le informazioni, disaggregate

Dettagli

Bollettino GNOO n.18 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 30 Aprile e Domenica 01 Maggio 2011

Bollettino GNOO n.18 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 30 Aprile e Domenica 01 Maggio 2011 Bollettino GNOO n.18 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 30 Aprile e Domenica 01 Maggio 2011 Imagery 2011 TerraMetrics - Terms of Use Previsione meteo sull'italia e previsione

Dettagli

Alcune specie segnalate in zone limitrofe alle acque marine antistanti la Provincia di Pesaro e Urbino

Alcune specie segnalate in zone limitrofe alle acque marine antistanti la Provincia di Pesaro e Urbino Alcune specie segnalate in zone limitrofe alle acque marine antistanti la Provincia di Pesaro e Urbino 318 193 Hexanchus griseus (Bonnaterre, 1788) Nome volgare: Squalo capopiatto, Notidano grigio Famiglia:

Dettagli

ETICHETTATURA PRODOTTI ITTICI INDICAZIONE ZONA DI CATTURA FAO

ETICHETTATURA PRODOTTI ITTICI INDICAZIONE ZONA DI CATTURA FAO A TUTTI I SOCI FIESA E FIEPET CONFESERCENTI ETICHETTATURA PRODOTTI ITTICI INDICAZIONE ZONA DI CATTURA FAO Il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, con apposit nota, ha fornito tra

Dettagli

INVALSI 2016: I RISULTATI DEL PIEMONTE

INVALSI 2016: I RISULTATI DEL PIEMONTE INVALSI 2016: I RISULTATI DEL PIEMONTE Sintesi estratta dal rapporto INVALSI 2016 a cura dell Osservatorio sul Sistema formativo piemontese SISFORM realizzato da IRES Piemonte e Regione Piemonte ARTICOLO

Dettagli

L ITALIA SOSTENIBILE IDEE E AZIONI PER IL FUTURO

L ITALIA SOSTENIBILE IDEE E AZIONI PER IL FUTURO L ITALIA SOSTENIBILE IDEE E AZIONI PER IL FUTURO BOLOGNA 20-21 MAGGIO 2016 C.N.R. AREA DELLA RICERCA DI BOLOGNA Biodiversità e Cambiamenti Climatici proposte operative Roberto Danovaro Università Politecnica

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Autorizzo l uso dei dati personali ai sensi della L 675/96 e successive modifiche e del DL 196/03 e successive modifiche Pagina 1

CURRICULUM VITAE. Autorizzo l uso dei dati personali ai sensi della L 675/96 e successive modifiche e del DL 196/03 e successive modifiche Pagina 1 CURRICULUM VITAE DATI ANAGRAFICI NOME E COGNOME: Alessandro Mannini LUOGO E DATA DI NASCITA: Genova, 20/12/1970 LUOGO DI RESIDENZA: Genova, v. P. N. Cambiaso 24 / 24 C.A.P. 16159 CELLULARE: +39 388 9455075

Dettagli

NUNZIACARLA SPANO. Corsi di insegnamento:

NUNZIACARLA SPANO. Corsi di insegnamento: NUNZIACARLA SPANO Dipartimento di SCIENZE CHIMICHE, BIOLOGICE, FARMACEUTICHE e AMBIENTALI (CHIBIOFARAM), V.le Ferdinando Stagno d Alcontres 31, 98166 S. Agata - Università di Messina. Tel: 0906765541;

Dettagli

LE ZONE DI PESCA. di Giuseppe Rajola. Edizioni vesuvioweb

LE ZONE DI PESCA. di Giuseppe Rajola. Edizioni vesuvioweb LE ZONE DI PESCA di Giuseppe Rajola Edizioni vesuvioweb Mi ha inviato una e-mail la Signora Adele di Lodi, che saluto cordialmente, la quale mi scrive: Questa estate sono stata a Cebu, nelle Filippine

Dettagli

GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA

GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA e&p GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA Linfomi: linfomi di Hodgkin e linfomi non Hodgkin Lymphomas: Hodgkin and non-hodgkin Lymphomas Massimo Federico, 1 Ettore M. S. Conti (

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO DOCENTI

PERCORSO FORMATIVO DOCENTI PERCORSO FORMATIVO DOCENTI PERCORSO FORMATIVO ONLINE Dopo aver partecipato al WORKSHOP di presentazione del progetto Guardiani della Costa, i docenti potranno accedere ai contenuti del percorso formativo

Dettagli

Report sui dati acquisiti dalla Banca Dati Spiaggiamenti nel 2014.

Report sui dati acquisiti dalla Banca Dati Spiaggiamenti nel 2014. http://mammiferimarini.unipv.it Pavia, 12 gennaio 2 Report sui dati acquisiti dalla Banca Dati Spiaggiamenti nel 214. A cura di Gianni Pavan, Elisabetta Bernuzzi, Michela Podestà Il funzionamento della

Dettagli

ALLEGATI GSA 9 A.1 - Stato delle risorse GSA 9

ALLEGATI GSA 9 A.1 - Stato delle risorse GSA 9 ALLEGATI GSA 9 A.1 - Stato delle risorse GSA 9 Uno tra i principali indicatori dello stato di sfruttamento delle risorse, basato su un approccio empirico e ottenuto da dati indipendenti dalla pesca (i.e.

Dettagli

e la sua biodiversità

e la sua biodiversità WP 4 Rafforzare l ecosistema Adriatico e la sua biodiversità 4.3 azione 1 Realizzazione di interventi per la salvaguardia dello sviluppo delle uova di seppia (Sepia officinalis) condotti all interno di

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n del 30 dicembre 2015 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n del 30 dicembre 2015 pag. 1/5 giunta regionale 10^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2081 del 30 dicembre 2015 pag. 1/5 Strategia per il monitoraggio della contaminazione da PCDD/F e PCB nelle anguille (Anguilla anguilla, Linnaeus,

Dettagli

INVALSI 2017: I RISULTATI DEL PIEMONTE

INVALSI 2017: I RISULTATI DEL PIEMONTE INVALSI 2017: I RISULTATI DEL PIEMONTE a cura dell Osservatorio sul Sistema formativo piemontese SISFORM realizzato da IRES Piemonte e Regione Piemonte ARTICOLO 2/2017 di Luisa Donato Chi ha partecipato

Dettagli

Valutazione della disponibilità energetica dei moti ondosi per l Alto Tirreno

Valutazione della disponibilità energetica dei moti ondosi per l Alto Tirreno Università degli studi di Firenze Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Ambiente e Territorio Valutazione della disponibilità energetica dei moti ondosi per l Alto Tirreno Tesi di Laurea

Dettagli

ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE. DECRETO N. 1242/Dec.A/50 DEL 07/05/2010

ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE. DECRETO N. 1242/Dec.A/50 DEL 07/05/2010 ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE L Assessore DECRETO N. 1242/Dec.A/50 Oggetto: Programma di ripopolamento attivo dell aragosta rossa (Palinurus elephas) Legge regionale 14 aprile 2006,

Dettagli

ISMEA IL MERCATO DEI PRODOTTI FLOROVIVAISTICI. Rilevazione

ISMEA IL MERCATO DEI PRODOTTI FLOROVIVAISTICI. Rilevazione ISMEA IL MERCATO DEI PRODOTTI FLOROVIVAISTICI Rilevazione Indagine a cura di: Paola Lauricella OBIETTIVI METODOLOGIA CAMPIONE 2 OBIETTIVI ISMEA ha monitorato in maniera continuativa l andamento dei consumi

Dettagli

Istituto per l Ambiente Marino Costiero (IAMC) MAZARA DEL VALLO

Istituto per l Ambiente Marino Costiero (IAMC) MAZARA DEL VALLO CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE Istituto per l Ambiente Marino Costiero (IAMC) MAZARA DEL VALLO Via Luigi Vaccara, 61 9126 MAZARA DEL VALLO (TP) Italia Tel.: Segreteria +39 923 948966/934116 - Direzione

Dettagli

ALESSANDRO DE MADDALENA*, ANTONIO CELONA**, MARCO ZUFFA***, ANTONIO VANADIA****

ALESSANDRO DE MADDALENA*, ANTONIO CELONA**, MARCO ZUFFA***, ANTONIO VANADIA**** ALESSANDRO DE MADDALENA*, ANTONIO CELONA**, MARCO ZUFFA***, ANTONIO VANADIA**** * Banca Dati Italiana Squalo Bianco, via L. Ariosto 4, 20145 Milano, Italy. E-mail: ademaddalena@tiscalinet.it ** Istituto

Dettagli

Attuale posizione ricoperta Collaboratore scientifico Dip. Biologia Univ. Bari Altre funzioni attualmente ricoperte. dichiara:

Attuale posizione ricoperta Collaboratore scientifico Dip. Biologia Univ. Bari Altre funzioni attualmente ricoperte. dichiara: Il sottoscritto Cognome e Nome Panetta Pietro Nato/a a Taranto Il 0/0/942 Codice fiscale PNTPTR42R0L049E Attuale posizione ricoperta Collaboratore scientifico Dip. Biologia Univ. Bari Altre funzioni attualmente

Dettagli

Riv. ital. Orn., Milano, 82 (1-2): 80-84, 30-IX-2013

Riv. ital. Orn., Milano, 82 (1-2): 80-84, 30-IX-2013 Riv. ital. Orn., Milano, 82 (1-2): 8-8, -IX-21 Pietro Giovacchini 1, Marco Dragonetti 2, Fausto Corsi & Fabrizio Farsi MONITORAGGIO INVERNALE DELL OCCHIONE, BURHINUS OEDICNEMUS, IN PROVINCIA DI GROSSETO

Dettagli

Nuovi dati di Rafidiotteri e Neurotteri per l Arcipelago Toscano

Nuovi dati di Rafidiotteri e Neurotteri per l Arcipelago Toscano Quaderno di Studi e Notizie di Storia Naturale della Romagna Quad. Studi Nat. Romagna, 35: 157-161 (giugno 2012) ISSN 1123-6787 Emilio Insom & Fabio Terzani Nuovi dati di Rafidiotteri e Neurotteri per

Dettagli

Museo di Storia Naturale

Museo di Storia Naturale LAGUNA DI VENEZIA: PASSATO, PRESENTE E FUTURO salvaguardia e prospettive Modificazioni nelle comunità biologiche acquatiche dovute agli interventi antropici in laguna Biologo marino Direttore Museo di

Dettagli

Marine Strategy in Italia

Marine Strategy in Italia Marine litter: più gestione a terra meno rifiuti in mare Approcci e soluzioni a partire dal progetto Life + SMILE Marine Strategy in Italia Irene Di Girolamo Ministero dell Ambiente e della Tutela del

Dettagli

ISMEA LE STELLE DI NATALE. Rilevazione

ISMEA LE STELLE DI NATALE. Rilevazione ISMEA LE STELLE DI NATALE Rilevazione Dicembre'12 Indagine a cura di: Paola Lauricella OBIETTIVI METODOLOGIA CAMPIONE 2 OBIETTIVI L indagine ha come oggetto il comportamento di acquisto relativo alle Stelle

Dettagli

Nuovo Programma per i Paesi dell Adriatico

Nuovo Programma per i Paesi dell Adriatico Nuovo Programma per i Paesi dell Adriatico INTERREG/CARDS-PHARE AIA- Acquacoltura in Adriaticomodulo Stato dei molluschi bivalvi e delle vongole in Albania Il territorio costiero è di 470 km, 10,000 ha

Dettagli

UTILIZZO DEI DISTRIBUTORI AUTOMATICI

UTILIZZO DEI DISTRIBUTORI AUTOMATICI UTILIZZO DEI DISTRIBUTORI AUTOMATICI Risultati della ricerca Milano, 20 ottobre 2006 Stefania Farneti Direttore di ricerca INDICE PREMESSA E OBIETTIVI 3 METODOLOGIA 4 LE 4 MACROAREE NIELSEN 5 IL CAMPIONE

Dettagli

Quante donne hanno eseguito una mammografia in accordo con le linee guida?

Quante donne hanno eseguito una mammografia in accordo con le linee guida? Diagnosi precoce delle neoplasie della mammella Lo screening mammografico consente interventi chirurgici meno invasivi e riduce del 25 la mortalità da tumore mammario (beneficio di comunità); a livello

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300, recante Riforma dell organizzazione del Governo a norma dell art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59 e successive modifiche ed integrazioni ; VISTO il D.Lgs. 30

Dettagli

Copyright 2007 The McGraw-Hill Companies srl

Copyright 2007 The McGraw-Hill Companies srl Tabella 5: Indicatori sintetici di misura della coesione (Fonte: Progetto ESPON 3.3, Prezioso, 2006) Coesione economica Questo indicatore sintetico elaborato dal progetto ESPON 3.3 è una sintesi di variabili

Dettagli

DOMANDE DOMANDE DOMANDE DOMANDE

DOMANDE DOMANDE DOMANDE DOMANDE Attraverso quale sistema gli squali percepiscono i movimenti di un animale ferito? R: Il sistema della linea laterale Da cosa è composto lo scheletro degli squali? R: Gli squali hanno uno scheletro cartilagineo

Dettagli

OKkio alla SALUTE 2014: le ore di sonno dei bambini di 8-9 anni in Italia

OKkio alla SALUTE 2014: le ore di sonno dei bambini di 8-9 anni in Italia OKkio alla SALUTE 2014: le ore di sonno dei bambini di 8-9 anni in Italia OKkio alla SALUTE 2014: hours of sleep in 8-9-year-old children in Italy Laura Lauria,1 Enrica Pizzi,1 Paola Nardone,1 Marta Buoncristiano,1

Dettagli

Iniziato il... Terminato ii... Navigazione

Iniziato il... Terminato ii... Navigazione Iniziato il... Terminato ii... Navigazione...... II Giornale di Bordo è un documento ufficiale: dovrà pertanto essere compilato con molta cura dal Capo Barca o dal Capo Guardia in modo chiaro e leggibile.

Dettagli

Bollettino GNOO n.5 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 29 e Domenica 30 Gennaio 2011

Bollettino GNOO n.5 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 29 e Domenica 30 Gennaio 2011 Bollettino GNOO n.5 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 29 e Domenica 30 Gennaio 2011 Imagery 2011 TerraMetrics - Terms of Use Previsione meteo sull'italia e previsione di temperatura

Dettagli

IL FUMO IN ITALIA Maggio Carlo La Vecchia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, Milano

IL FUMO IN ITALIA Maggio Carlo La Vecchia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, Milano IL FUMO IN ITALIA Maggio 2002 Carlo La Vecchia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, Milano INTRODUZIONE Vengono qui illustrati i dati aggiornati sulle abitudini al fumo in Italia, secondo un

Dettagli

Quanto ci costano gli incidenti stradali?

Quanto ci costano gli incidenti stradali? Quanto ci costano gli incidenti stradali? Iliana Gobbino Nicola Tripani Luca Zeriali Francesca Valent Paolo Collarile Il sistema MITRIS -FVG. CRMSS - MITRIS Il centro regionale di monitoraggio della sicurezza

Dettagli

L'attuazione dell'asse IV in Sardegna

L'attuazione dell'asse IV in Sardegna ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE Servizio pesca L'attuazione dell'asse IV in Sardegna L esperienza dell Amministrazione regionale Tappe per l attuazione dell Asse IV OTT GEN MAR APR

Dettagli

Bollettino GNOO n.39 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 24 e Domenica 25 Settembre 2011

Bollettino GNOO n.39 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 24 e Domenica 25 Settembre 2011 Bollettino_GNOO Bollettino GNOO n.39 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 24 e Domenica 25 Settembre 2011 Imagery 2011 TerraMetrics - Terms of Use Previsione meteo sull'italia e

Dettagli

Lo stato delle risorse ittiche e dell'ambiente nell'adriatico. Marco Affronte

Lo stato delle risorse ittiche e dell'ambiente nell'adriatico. Marco Affronte Lo stato delle risorse ittiche e dell'ambiente nell'adriatico Marco Affronte Ecologically or Biologically Significant Areas identified by the RAC/SPA: 1. Alboran Sea; 2. Balearic Islands area; 3. Gulf

Dettagli

Evento del novembre 2012 Sintesi Meteo

Evento del novembre 2012 Sintesi Meteo Evento del 27-28 novembre 2012 Sintesi Meteo A cura di: Dipartimento per la Sicurezza del Territorio - Servizio Meteorologico Una intensa perturbazione ha interessato il Veneto tra il pomeriggio di martedì

Dettagli

INDICE. Bacino dei fiumi della pianura tra Livenza e Piave I

INDICE. Bacino dei fiumi della pianura tra Livenza e Piave I Bacino dei fiumi della pianura tra Livenza e Piave I INDICE 4 - RETI DI MONITORAGGIO ISTITUITE AI FINI DELL ARTICOLO 8 E DELL ALLEGATO V DELLA DIRETTIVA 2000/60/CE E STATO DELLE ACQUE SUPERFICIALI, DELLE

Dettagli

Capitolo 5 La mortalità per malattie dell apparato respiratorio

Capitolo 5 La mortalità per malattie dell apparato respiratorio Capitolo 5 La mortalità per malattie dell apparato respiratorio Le malattie dell apparato respiratorio sono il terzo settore nosologico come frequenza di causa di morte, dopo le malattie del sistema circolatorio

Dettagli

Risultati preliminari delle azioni pilota per il ripopolamento di Sepia officinalis nella Regione Marche (Progetto ECOSEA)

Risultati preliminari delle azioni pilota per il ripopolamento di Sepia officinalis nella Regione Marche (Progetto ECOSEA) Risultati preliminari delle azioni pilota per il ripopolamento di Sepia officinalis nella Regione Marche (Progetto ECOSEA) 1. NTRODUZONE l Progetto ECOSEA ha tra i vari obiettivi quello di promuovere un

Dettagli

SDO e malattie trasmissibili. Marta Ciofi degli Atti CNESP Reparto Epidemiologia Malattie Infettive

SDO e malattie trasmissibili. Marta Ciofi degli Atti CNESP Reparto Epidemiologia Malattie Infettive SDO e malattie trasmissibili Marta Ciofi degli Atti CNESP Reparto Epidemiologia Malattie Infettive Utilità delle SDO nel campo delle malattie trasmissibili Ottenere informazioni non disponibili da altre

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE Qualifica Precedenza Ordinar Urgente io di Classifica di Segretezza Non Classificato Riservato Segreto Spazio Riservato al Centro

Dettagli

Bollettino GNOO n.26 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 25 e Domenica 26 Giugno 2011

Bollettino GNOO n.26 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 25 e Domenica 26 Giugno 2011 Bollettino GNOO n.26 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 25 e Domenica 26 Giugno 2011 Imagery 2011 TerraMetrics - Terms of Use Previsione meteo sull'italia e previsione di temperatura

Dettagli

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione...

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione... ISTITUTO DELLA PREVIDENZA SOCIALE DIREZIONE Regionale PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Pensioni PENSIONI Presentazione...2 Totale categorie...3 Vecchiaia...4 Invalidità...5 Superstiti...6 Presentazione

Dettagli

SINTESI DEI RISULTATI

SINTESI DEI RISULTATI Nell 22 in provincia di Modena sono stati diagnosticati 4138 nuovi casi di tumore, 2335 tra gli uomini e 183 tra le donne. Sempre nello stesso periodo sono deceduti per tumore 1159 uomini e 811 donne.

Dettagli

CARATTERISTICHE ACQUE COSTIERE: scheda 26_MAR

CARATTERISTICHE ACQUE COSTIERE: scheda 26_MAR a. IDENTIFICAZIONE DEL TRATTO DI COSTA Denominazione Codice inizio fine Lunghezza (km) Foce Magra 0701101126 Punta Corvo Confine con 8,8 * Regione Toscana * Il codice è costruito con i seguenti campi:

Dettagli

I CEFALOPODI DEI FONDI STRASCICABILI DEL GOLFO DI CASTELLAMMARE (*''^-') Summary Cephalopods from trawlahle grounds of the Giilf o[ Castellammare.

I CEFALOPODI DEI FONDI STRASCICABILI DEL GOLFO DI CASTELLAMMARE (*''^-') Summary Cephalopods from trawlahle grounds of the Giilf o[ Castellammare. Boli. Malaculogico j 30 (1994) (5-9) 173-181 Mìhino 30-11-1994 Giambattista Bello (*), Carlo Plpltone e Marco Arculeo I CEFALOPODI DEI FONDI STRASCICABILI DEL GOLFO DI CASTELLAMMARE (*''^-') KEY WORDS:

Dettagli

Monitoraggio degli habitat e delle specie di importanza comunitaria nei Siti della Rete Natura 2000 nell ambito del Golfo di Cagliari

Monitoraggio degli habitat e delle specie di importanza comunitaria nei Siti della Rete Natura 2000 nell ambito del Golfo di Cagliari Monitoraggio degli habitat e delle specie di importanza comunitaria nei Siti della Rete Natura 2000 nell ambito del Golfo di Cagliari Orrù G., Miggianu A., Angius L.. Servizio Tutela della Natura Assessorato

Dettagli

INVALSI 2015: I RISULTATI DEL PIEMONTE Sintesi estratta dal rapporto INVALSI 2015

INVALSI 2015: I RISULTATI DEL PIEMONTE Sintesi estratta dal rapporto INVALSI 2015 INVALSI 2015: I RISULTATI DEL PIEMONTE Sintesi estratta dal rapporto INVALSI 2015 a cura dell Osservatorio sul sistema formativo piemontese ARTICOLO 3/2015 Chi ha partecipato ai test Invalsi? SOMMARIO

Dettagli

PROVINCIA DI POTENZA PROTEZIONE CIVILE Sala Operativa Provinciale Tel: Fax:

PROVINCIA DI POTENZA PROTEZIONE CIVILE Sala Operativa Provinciale Tel: Fax: PROVINCIA DI POTENZA PROTEZIONE CIVILE Sala Operativa Provinciale Tel: 0971 417290-57253-59034 - Fax: 0971 56462 NEVE DIC05 SOP ATTIVATA - CCS c/o UTG NON ATTIVATO INFORMATIVA DA: Sala Operativa Provinciale

Dettagli