CRITERI GENERALI PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CRITERI GENERALI PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE"

Transcript

1 CRITERI GENERALI PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE L'istituto della progressione economica orizzontale si applica al personale a tempo indeterminato in servizio presso l'ente, nel rispetto di quanto previsto all'art. 23 del D.Lgs. 150/2009. A) In applicazione dell art. 5 del CCNL del , i criteri per l effettuazione delle progressioni economiche orizzontali nelle diverse categorie sono i seguenti: a) selezione 1: per le selezioni relative alla categoria A e per quelle relative alla prima posizione economica successiva a quella iniziale delle categorie B e C, accanto alla valutazione delle prestazioni effettuate secondo il vigente sistema di misurazione e valutazione adottato dall'ente concorre il criterio dell esperienza professionale acquisita, secondo le modalità contenute nell allegato A; b) selezione 2: per le selezioni relative alle categorie B e C riguardanti le posizioni economiche successive alla seconda, accanto alla valutazione delle prestazioni effettuate secondo il vigente sistema di misurazione e valutazione, concorrono il criterio dell esperienza acquisita ed il criterio dell arricchimento professionale derivante da interventi formativi e di aggiornamento professionale secondo le modalità contenute nel citato allegato A; c) selezione 3. per le selezioni relative alla categoria D concorrono i criteri indicati al precedente punto b) opportunamente integrati secondo le modalità definite nell allegato A; d) ai fini della progressione economica alla posizione immediatamente successiva della categoria di appartenenza è richiesto come requisito per la partecipazione alla relativa selezione un periodo minimo di almeno 24 mesi di servizio nella posizione economica raggiunta alla data del dell anno precedente alla selezione ad esclusione dell anno in cui si è conseguita la progressione. Il criterio dei 24 mesi di servizio è da ritenersi valido anche nel caso in cui tale anzianità sia stata acquisita in altro ente del comparto. Nel caso di progressione verticale, cambiando l inquadramento giuridico del dipendente, l anzianità di servizio nella categoria è azzerata; e) la progressione economica è attribuita ai dipendenti che hanno conseguito il punteggio più alto all interno delle tre categorie di riferimento di cui ai precedenti punti a) b) c) ( in ordine decrescente in applicazione della modalità indicate nella scheda per la progressione orizzontale di cui all allegato A), nell ambito comunque delle risorse disponibili e dei limiti definiti nel contratto decentrato. f) l effettiva attribuzione della progressione orizzontale è comunque subordinata al raggiungimento di una valutazione minima non inferiore al 70% ottenuta dall'applicazione della media dei punteggi attribuiti nelle schede di valutazione (sistema di misurazione valutazione vigente) del

2 triennio precedente a quello relativo all anno di eventuale attribuzione della progressione economica. g) a parità di punteggio verrà data la precedenza al dipendente con la posizione economica più bassa, e successivamente in caso di ulteriore parità, verrà data la precedenza al dipendente con più anzianità di servizio nella posizione economica e nel caso di ulteriore parità al più anziano di età. B) La decisione dell'ente di attivare nuove progressioni orizzontali in un determinato anno deve essere conosciuta - tramite avviso pubblico - dal personale in via preventiva rispetto al periodo temporale cui si riferisce. Gli eventuali risparmi derivanti dall applicazione del presente articolo sono riassegnati, in applicazione della disciplina dell art. 17, comma 5 del CCNL del , al fondo del salario accessorio dell'anno successivo dando la precedenza al loro utilizzo per la progressione economica orizzontale. C) Le parti concordano, in sede di contrattazione collettiva, l importo complessivo delle risorse da destinare a tale istituto nell ambito del fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e della produttività costituito ai sensi del vigente C.C.N.L. del Comparto Regioni e Autonomie Locali, comunque nel rispetto dei limiti previsti dal contratto di lavoro in materia di progressioni economiche e dalle vigenti normative in materia. Tale fondo definisce la capienza economica delle progressioni possibili e non potrà essere superato. D) La sanzione disciplinare intervenuta nel triennio di riferimento per l'attribuzione del punteggio relativo alla valutazione individuale, o comunque, successivamente prima delle selezioni stesse, esclude il candidato dalla selezione per le progressione economica orizzontale. E) Le graduatorie saranno rese pubbliche mediante affissione all albo pretorio. E stabilito in giorni 15 il periodo entro cui il dipendente potrà presentare ricorso interno al nucleo di valutazione. Ogni dipendente potrà, pertanto, prendere visione di tutta la documentazione relativa al procedimento e presentare entro il termine previsto ricorso interno. L amministrazione, tramite il nucleo di valutazione, avrà 30 giorni di tempo entro i quali prendere in esame i ricorsi e formulare la relativa risposta con le eventuali correzioni o modifiche.

3 Allegato A SCHEDE PER LE PROGRESSIONI ORIZZONTALI SELEZIONE N. 1 In applicazione dell art. 5 del CCNL del le selezioni relative alla categoria A e quelle relative alla prima posizione economica successiva a quella iniziale delle categorie B e C vengono effettuate secondo le seguenti modalità (è considerata prima progressione anche quella dalla posizione economica B3 alla posizione B4, nel caso in cui la prima rappresenti anche posizione giuridica di accesso all impiego): requisiti di partecipazione alla selezione, viene calcolata la media dei punteggi attribuiti attribuzione della progressione economica. L'attribuzione del punteggio relativo alla valutazione individuale è effettuata nel modo seguente: MEDIA VALUTAZIONE TRIENNIO PUNTI Valore fino a 7,5 42 Valore fino a 8,5 48 Valore fino a 9,5 54 Valore fino a Fino ad un massimo di 40 punti sono attribuiti in funzione dell esperienza acquisita valutando 5 punti per ogni anno di servizio nella categoria e 3 punti per ogni anno di servizio nelle categorie inferiori. Ogni mese di servizio è computato in dodicesimi dell anno intero; Il mese è utile ai fini del punteggio se comprende più di 15 giorni di servizio; SELEZIONE 2 Le selezioni relative alle progressioni economiche successive alla prima, tenuto conto delle precisazioni effettuate in precedenza per la posizione iniziale B3 quale posizione giuridica di accesso, quelle relative alla prima posizione economica successiva a quella iniziale delle categorie B e C vengono effettuate secondo le seguenti modalità:

4 requisiti di partecipazione alla selezione, viene calcolata la media dei punteggi attribuiti attribuzione della progressione economica. L'attribuzione del punteggio relativo alla valutazione individuale è effettuata nel modo seguente: MEDIA VALUTAZIONE TRIENNIO PUNTI Valore fino a 7,5 42 Valore fino a 8,5 48 Valore fino a 9,5 54 Valore fino a Fino ad un massimo di 15 punti sono attribuiti in relazione a corsi di aggiornamento professionale che abbiano attinenza con i compiti e le funzioni svolte nell ente prendendo in considerazione gli ultimi 3 anni. A tal fine 3 punti sono attribuiti in relazione a corsi di formazione o aggiornamento di durata pari ad una giornata lavorativa (corsi di durata uguale o superiore alle quattro ore giornaliere). Fino ad un massimo di 25 punti sono attribuiti in funzione dell esperienza acquisita valutando 5 punti per ogni anno di servizio nella categoria e 3 punti per ogni anno di servizio nelle categorie inferiori, Ogni mese di servizio è computato in dodicesimi dell anno intero; Il mese è utile ai fini del punteggio se comprende più di 15 giorni di servizio. SELEZIONE 3 Le selezioni relative alle progressioni economiche all interno della categoria D vengono effettuate secondo le seguenti modalità: requisiti di partecipazione alla selezione, viene calcolata la media dei punteggi attribuiti attribuzione della progressione economica; Il punteggio massimo attribuibile in relazione alla valutazione individuale è 60 (se la valutazione individuale non è effettuata in sessantesimi, si provvede a rapportarla a tale scale). Fino ad un massimo di 20 punti sono attribuiti in relazione ai corsi di formazione/aggiornamento professionale che abbiano attinenza con i compiti e le funzioni svolte nell ente prendendo in considerazione gli ultimi 3 anni. A tal fine viene attribuito un punteggio pari a 6 punti per ogni corso di formazione o di aggiornamento professionale di durata superiore a 2 giorni, 4 punti per ogni corso di durata pari a 2 giorni lavorativi e 2

5 punti vengono attribuiti in relazione a corsi di formazione o aggiornamento di durata pari ad una giornata lavorativa (corsi di durata uguale o superiore alle quattro ore giornaliere). Fino ad un massimo di 10 punti sono attribuiti ai titoli di studio nel modo seguente: TITOLI DI STUDIO Diploma di maturità Diploma Universitario (laurea breve) Laurea specialistica e/o vecchio ordinamento Punti 5 Punti 8 Punti 10 Fino ad un massimo di 10 punti sono attribuiti in funzione dell esperienza acquisita valutando 2 punti per ogni anno di servizio nella categoria e 1 punti per ogni anno di servizio nelle categorie inferiori, Ogni mese di servizio è computato in dodicesimi dell anno intero; Il mese è utile ai fini del punteggio se comprende più di 15 giorni di servizio;

AVVISO AVVIO PROCEDURA PROGRESSIONI ECONOMICHE ORIZZONTALI Anno di competenza 2015

AVVISO AVVIO PROCEDURA PROGRESSIONI ECONOMICHE ORIZZONTALI Anno di competenza 2015 Regione Piemonte Ente di gestione delle Aree protette dell Appennino piemontese Bosio, Alessandria AVVISO AVVIO PROCEDURA PROGRESSIONI ECONOMICHE ORIZZONTALI Anno di competenza 2015 L Ente di gestione,

Dettagli

ALLEGATO D Sistema permanente di valutazione Progressioni orizzontali

ALLEGATO D Sistema permanente di valutazione Progressioni orizzontali ALLEGATO D Sistema permanente di valutazione Progressioni orizzontali Il presente allegato rappresenta il risultato della procedura di concertazione di cui all art. 16, comma 2, lett. d) del CCNL del 31.3.1999

Dettagli

BANDO PER L INDIZIONE DELLA SELEZIONE PER L ATTRIBUZIONE DELLE PROGRESSIONI ECONOMICHE ORIZZONTALI AI DIPENDENTI DELL ENTE PER L ANNO 2015

BANDO PER L INDIZIONE DELLA SELEZIONE PER L ATTRIBUZIONE DELLE PROGRESSIONI ECONOMICHE ORIZZONTALI AI DIPENDENTI DELL ENTE PER L ANNO 2015 BANDO PER L INDIZIONE DELLA SELEZIONE PER L ATTRIBUZIONE DELLE PROGRESSIONI ECONOMICHE ORIZZONTALI AI DIPENDENTI DELL ENTE PER L ANNO 2015 IL DIRIGENTE RICHIAMATI: - il Decreto Legislativo 30/03/2001,

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PER N. 1 PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE NELL AMBITO DELLA III AREA FUNZIONALE, AI SENSI DELL ART.

AVVISO DI SELEZIONE PER N. 1 PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE NELL AMBITO DELLA III AREA FUNZIONALE, AI SENSI DELL ART. AVVISO DI SELEZIONE PER N. 1 PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE NELL AMBITO DELLA III AREA FUNZIONALE, AI SENSI DELL ART. 17 CCNL 14/09/2007, RISERVATA AL PERSONALE DELL AGENZIA. IL DIRETTORE VISTO il

Dettagli

COMUNE DI CAPOLONA. (Provincia di Arezzo) ****** UFFICIO PERSONALE REGOLAMENTO PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE

COMUNE DI CAPOLONA. (Provincia di Arezzo) ****** UFFICIO PERSONALE REGOLAMENTO PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE COMUNE DI CAPOLONA (Provincia di Arezzo) ****** UFFICIO PERSONALE REGOLAMENTO PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE (Approvato con Delibera G.M. n. xx del xxxxx) 1 INDICE Art. 1 - PROGRESSIONE ECONOMICA

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DELLE PERTICHE (Provincia di Padova) San Giorgio delle Pertiche, Addì 16 dicembre 2016 Prot

COMUNE DI SAN GIORGIO DELLE PERTICHE (Provincia di Padova) San Giorgio delle Pertiche, Addì 16 dicembre 2016 Prot COMUNE DI SAN GIORGIO DELLE PERTICHE (Provincia di Padova) San Giorgio delle Pertiche, Addì 16 dicembre 2016 Prot. 16346 AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER PROGRESSIONE ORIZZONTALE PER I DIPENDENTI APPARTENENTI

Dettagli

Art. 9 Integrazione della disciplina della progressione economica orizzontale all interno della categoria

Art. 9 Integrazione della disciplina della progressione economica orizzontale all interno della categoria CCNL comparto Regioni ed autonomie locali personale non dirigente - revisione del sistema di classificazione professionale (G.U. Serie Generale n. 81 del 24.4.1999) ART. 5 Progressione economica all interno

Dettagli

AREA AMMINISTRATIVA/SERVIZIO PERSONALE DETERMINAZIONE N DEL 14/12/2016

AREA AMMINISTRATIVA/SERVIZIO PERSONALE DETERMINAZIONE N DEL 14/12/2016 AREA AMMINISTRATIVA/SERVIZIO PERSONALE DETERMINAZIONE N. 14183 DEL 14/12/2016 OGGETTO: Art. 5 CCNL 31.03.1999 dipendenti comparto Regioni - Enti locali. Progressioni Economiche Orizzontali Anno 2016 prime

Dettagli

VISTO il Contratto collettivo nazionale del personale del comparto Ministeri sottoscritto il ;

VISTO il Contratto collettivo nazionale del personale del comparto Ministeri sottoscritto il ; CRITERI PER LA DEFINIZIONE DELLE PROCEDURE DI SELEZIONE INTERNA PER IL PASSAGGIO DALL AREA B ALL AREA C DEL PERSONALE DELL ISPETTORATO CENTRALE REPRESSIONE FRODI VISTO il Contratto collettivo nazionale

Dettagli

COMUNE DI FARA FILIORUM PETRI CHIETI REGOLAMENTO PER LE PROGRESSIONI ECONOMICHE ORIZZONTALI

COMUNE DI FARA FILIORUM PETRI CHIETI REGOLAMENTO PER LE PROGRESSIONI ECONOMICHE ORIZZONTALI COMUNE DI FARA FILIORUM PETRI CHIETI REGOLAMENTO PER LE PROGRESSIONI ECONOMICHE ORIZZONTALI INDICE ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 2 - REQUISITI PER L ACCESSO ALLE SELEZIONI ART. 3 - PROCEDURA DI

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE DELLE PROCEDURE SELETTIVE INTERNE PARTE PRIMA. Norme generali per lo svolgimento delle selezioni. Art.

REGOLAMENTO AZIENDALE DELLE PROCEDURE SELETTIVE INTERNE PARTE PRIMA. Norme generali per lo svolgimento delle selezioni. Art. REGOLAMENTO AZIENDALE DELLE PROCEDURE SELETTIVE INTERNE Il presente regolamento disciplina: PARTE PRIMA Norme generali per lo svolgimento delle selezioni Art. 1 Oggetto a) le procedure di selezione per

Dettagli

COMUNE DI CARINARO REGIONE CAMPANIA PROVINCIA DI CASERTA

COMUNE DI CARINARO REGIONE CAMPANIA PROVINCIA DI CASERTA COMUNE DI CARINARO REGIONE CAMPANIA PROVINCIA DI CASERTA Piazza Municipio n 1 81032 Carinaro (CE) - Tel. 0815029250 Telefax 081-5027596 E-mail: segretario@comune.carinaro.ce.it AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI PROGRESSIONE VERTICALE PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE

REGOLAMENTO IN MATERIA DI PROGRESSIONE VERTICALE PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE REGOLAMENTO IN MATERIA DI PROGRESSIONE VERTICALE PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 25.9.2001; 19.7.2006 DECRETO RETTORALE 424/AG dd. 17.10.2001; 1288/2006 dd. 2.8.206

Dettagli

ACCORDO CRITERI DI SELEZIONE PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE ANNO PREMESSA Quadro legislativo e contrattuale

ACCORDO CRITERI DI SELEZIONE PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE ANNO PREMESSA Quadro legislativo e contrattuale ACCORDO CRITERI DI SELEZIONE PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE ANNO 2016 TRA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I G.M. LANCISI G. SALESI E ORGANIZZAZIONI SINDACALI AREA

Dettagli

COMUNE DI TARVISIO. Regolamento delle Progressioni Economiche Orizzontali

COMUNE DI TARVISIO. Regolamento delle Progressioni Economiche Orizzontali COMUNE DI TARVISIO Regolamento delle Progressioni Economiche Orizzontali Art. 26 del CCRL del 01/08/2002 PROGRESSIONE ORIZZONTALE ALL INTERNO DELLA CATEGORIA Art. 1 Applicazione 1. Si applica quanto previsto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEI CRITERI PER L ATTRIBUZIONE DELLA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE ALL INTERNO DELLA CATEGORIA PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEI CRITERI PER L ATTRIBUZIONE DELLA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE ALL INTERNO DELLA CATEGORIA PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEI CRITERI PER L ATTRIBUZIONE DELLA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE ALL INTERNO DELLA CATEGORIA PROFESSIONALE (artt. 5 e 13 del CCNL 1998/2001 stipulato il 31/03/1999)

Dettagli

Comune di Sinnai Provincia di Cagliari

Comune di Sinnai Provincia di Cagliari 1 Allegato alla Deliberazione G.C. n. 193 del 22/12/2010 Comune di Sinnai Provincia di Cagliari Regolamento per la valutazione delle prestazioni e dei risultati dei dipendenti e per le selezioni finalizzate

Dettagli

Regolamento per la mobilità esterna volontaria

Regolamento per la mobilità esterna volontaria Comune di Ardore Provincia di Reggio Calabria Regolamento per la mobilità esterna volontaria Approvato con deliberazione della Commissione Straordinaria n. 42 del 05/11/2013; Pubblicato all Albo Pretorio

Dettagli

COMUNE DI CURSI COPIA DI DETERMINAZIONE

COMUNE DI CURSI COPIA DI DETERMINAZIONE COMUNE DI CURSI Reg. Gen. N 148 del 24/06/2016 SEGRETERIA AA.GG COPIA DI DETERMINAZIONE Reg. Sett. N 47 DEL 24/06/2016 OGGETTO: INDIZIONE SELEZIONE INTERNA PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE ALL

Dettagli

biennio 2016/2017 Art. 1

biennio 2016/2017 Art. 1 PROGRESSIONE ECONOMICA ALL INTERNO DELLA CATEGORIA biennio 2016/2017 Oggi 19 dicembre 2016, tra la delegazione trattante di parte pubblica e la delegazione di parte sindacale, qui rappresentata dai sottoscrittori

Dettagli

ACCORDO SINDACALE. le parti concordano

ACCORDO SINDACALE. le parti concordano ACCORDO SINDACALE CRITERI DI CONCESSIONE E MODALITA DI UTILIZZO DEI PERMESSI PER MOTIVI DI STUDIO in applicazione dell art. 11 del C.C.N.L. del Comparto Università - II biennio economico 2000/2001 - d.d.

Dettagli

COMUNE DI SCIOLZE CITTA METROPOLITANA DI TORINO

COMUNE DI SCIOLZE CITTA METROPOLITANA DI TORINO COMUNE DI SCIOLZE CITTA METROPOLITANA DI TORINO AVVISO DI SELEZIONE PER LA COPERTURA, MEDIANTE PASSAGGIO DIRETTO DI PERSONALE TRA AMMINISTRAZIONI DIVERSE, DI N. 1 POSTO DI CATEGORIA B (Posizione economica

Dettagli

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI Roma, 25 luglio 2016 Preintesa sulla determinazione dei criteri generali per la defini/ione delle procedure selettive per gli sviluppi all'interno delle aree con decorrenza

Dettagli

Articolo1 - Ambito di applicazione e principi

Articolo1 - Ambito di applicazione e principi Allegato B Regolamento per lo svolgimento delle prove selettive per la mobilità verticale del personale tecnico amministrativo per l anno 2005 Articolo1 - Ambito di applicazione e principi 1. Il presente

Dettagli

SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI MASSA LOMBARDA

SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI MASSA LOMBARDA Premio 2001 INSIEME PER CRESCERE SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI MASSA LOMBARDA (Concertato il 7/6/2005, il 3/11/2005 ed il 28/12/20006 con la delegazione

Dettagli

CITTA' DI BOLLATE Piazza Aldo Moro n Bollate (MI) codice fiscale

CITTA' DI BOLLATE Piazza Aldo Moro n Bollate (MI) codice fiscale CITTA' DI BOLLATE Piazza Aldo Moro n. 1 20021 Bollate (MI) codice fiscale 00801220153 AVVISO DI MOBILITA' ESTERNA (ART. 30 D.LGS. 165/2001) PER COPERTURA N. 1 POSTO DI CATEGORIA D3 CON IL PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

Comune di Lastra a Signa

Comune di Lastra a Signa COMUNE DI LASTRA A SIGNA REGOLAMENTO PER LA STABILIZZAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE A TEMPO DETERMINATO E PER LA RISERVA IN FAVORE DELLE COLLABORAZIONI COORDINATE E CONTINUATIVE 1 (Art. 1, comma 558 e

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA VERONA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA VERONA RELAZIONE ILLUSTRATIVA TECNICO-FINANZIARIA DELL ACCORDO SULLA DESTINAZIONE DEL FONDO PER LE POLITICHE DI SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE E PER LA PRODUTTIVITA ANNO 2010 RISORSE A DISPOSIZIONE L importo complessivo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ALL INTERNO DELLA CATEGORIA DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO.

REGOLAMENTO PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ALL INTERNO DELLA CATEGORIA DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO. REGOLAMENTO PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ALL INTERNO DELLA CATEGORIA DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO. Art.1 Ambito e principi di applicazione 1. Con il presente

Dettagli

Consiglio regionale della Calabria Segretariato Generale. Avviso di selezione per le progressioni economiche orizzontali - Anno 2016

Consiglio regionale della Calabria Segretariato Generale. Avviso di selezione per le progressioni economiche orizzontali - Anno 2016 Consiglio regionale della Calabria Segretariato Generale Avviso di selezione per le progressioni economiche orizzontali - Anno 2016 IL SEGRETARIO-DIRETTORE GENERALE PREMESSO CHE con deliberazione dell'ufficio

Dettagli

CITTA' DI BOLLATE Piazza Aldo Moro n Bollate (MI) codice fiscale

CITTA' DI BOLLATE Piazza Aldo Moro n Bollate (MI) codice fiscale CITTA' DI BOLLATE Piazza Aldo Moro n. 1 20021 Bollate (MI) codice fiscale 00801220153 AVVISO DI MOBILITA' ESTERNA (ART. 30 D.LGS. 165/2001) PER COPERTURA N. 1 POSTO DI CATEGORIA C CON IL PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

COMUNE DI PESSANO CON BORNAGO C.F./P.IVA N

COMUNE DI PESSANO CON BORNAGO C.F./P.IVA N AVVISO DI MOBILITA' ESTERNA AI SENSI DELL'ART. 30 DEL D.LGS. N. 165/2001 PER LA COPERTURA CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO E PIENO, DI N. 1 POSTO DI FUNZIONARIO AMMINISTRATIVO CATEGORIA D, POSIZIONE

Dettagli

PROVINCIA DI FERRARA INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI

PROVINCIA DI FERRARA INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI PROVINCIA DI FERRARA INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI Determ. n. 5473 del 18/09/2015 DETERMINAZIONE Oggetto: L68/1999- Approvazione della graduatoria per l avviamento numerico delle persone

Dettagli

COMUNE DI CERVIA REGOLAMENTO PER IL RICONOSCIMENTO DELLA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE NELLA CATEGORIA.

COMUNE DI CERVIA REGOLAMENTO PER IL RICONOSCIMENTO DELLA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE NELLA CATEGORIA. COMUNE DI CERVIA REGOLAMENTO PER IL RICONOSCIMENTO DELLA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE NELLA CATEGORIA. Approvato con delibera n. 215 della Giunta Municipale dell 8.11.2016 1. La valutazione della

Dettagli

Università degli studi di Palermo

Università degli studi di Palermo Università degli Studi di Palermo Titolo VII Classe 1 Fascicolo Decreto n 3367 N. 42891 Palermo, 30.06.2006 UOR SESEL CC RPA FALLICA Università degli studi di Palermo AVVISO DI SELEZIONE IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO

Dettagli

CITTA' DI GROSSETO. Settore Segreteria/Direzione Generale

CITTA' DI GROSSETO. Settore Segreteria/Direzione Generale CITTA' DI GROSSETO Settore Segreteria/Direzione Generale Sistema permanente di valutazione del personale dipendente per l erogazione dell indennità di risultato e per il conferimento delle progressioni

Dettagli

Settore II Risorse Umane, Organizzazione e Risorse Umane AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA ESTERNA PER TITOLI E COLLOQUIO CATEGORIE E PROFILI VARI

Settore II Risorse Umane, Organizzazione e Risorse Umane AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA ESTERNA PER TITOLI E COLLOQUIO CATEGORIE E PROFILI VARI Settore II Risorse Umane, Organizzazione e Risorse Umane AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA ESTERNA PER TITOLI E COLLOQUIO CATEGORIE E PROFILI VARI Il Dirigente del Settore II Risorse Umane, Organizzazione, Contratti

Dettagli

AVVISO DI MOBILITA' ESTERNA PER LA COPERTURA DI N.1 POSTO DI AGENTE DI POLIZIA LOCALE A TEMPO PIENO E INDETERMINATO CATEGORIA C

AVVISO DI MOBILITA' ESTERNA PER LA COPERTURA DI N.1 POSTO DI AGENTE DI POLIZIA LOCALE A TEMPO PIENO E INDETERMINATO CATEGORIA C www.comune.bottanuco.bg.it mail: comune.bottanuco@tin.it p.e.c. : comune.bottanuco@postecert.it AVVISO DI MOBILITA' ESTERNA PER LA COPERTURA DI N.1 POSTO DI AGENTE DI POLIZIA LOCALE A TEMPO PIENO E INDETERMINATO

Dettagli

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PIEMONTE AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 DI TORINO AVVISO INTERNO

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PIEMONTE AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 DI TORINO AVVISO INTERNO SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PIEMONTE AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 DI TORINO AVVISO INTERNO In esecuzione della determinazione n. 171/C.01/09 del 25.9.2009 è indetta selezione interna riservata

Dettagli

p.e.o.: - p.e.c.:

p.e.o.: - p.e.c.: All albo della scuola Al sito del CPIA PALERMO2 Oggetto: Modifica avviso pubblico per la selezione di esperti di corso di lingua inglese A.S. 2016/2017. IL DIRIGENTE SCOLASTICO Visto l avviso pubblico

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE DIREZIONE DEL PERSONALE Dirigente: Dott. Ascenzo Farenti UNITA PROGRAMMAZIONE E RECLUTAMENTO DEL PERSONALE Responsabile: Dott.ssa Laura Tangheroni Prot. n. 52794 del 27/10/2016 Rep. n. 693/2016 Pubblicato

Dettagli

COMUNE DI BREGNANO Provincia di Como

COMUNE DI BREGNANO Provincia di Como COMUNE DI BREGNANO Provincia di Como AVVISO DI MOBILITÀ VOLONTARIA EX ART.30 DEL D.LGS.165/2001 PER UN POSTO DI ASSISTENTE SOCIALE CAT.D/AREA SERVIZI SOCIALI A TEMPO INDETERMINATO E A TEMPO PIENO RIAPERTURA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA TRA PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA TRA PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ALL. A) Delibera G.C. N. 160/12 REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA TRA PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Art. 1 Attuazione mobilità esterna volontaria individuazione posti da ricoprire 1. La mobilità

Dettagli

Provincia di Nuoro. Via Roma, 76 CAP: Tel.: 0785/ Fax: 0785/86751 Partita IVA: DEL COMUNE DI BORORE

Provincia di Nuoro. Via Roma, 76 CAP: Tel.: 0785/ Fax: 0785/86751 Partita IVA: DEL COMUNE DI BORORE CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMUNE DI BORORE ANNUALITA ECONOMICA 2010 1 L anno Duemiladieci il giorno venti del mese di dicembre, in Borore, nella sede municipale,

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE COMPETITIVE DEL MONDO RURALE E DELLA QUALITA DIREZIONE GENERALE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI Prot. n.21607 IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legislativo 30.03.2001, n. 165,

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza del contratto 1. Il

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL PERSONALE

IL RESPONSABILE DEL PERSONALE COMUNE DI SERRACAPRIOLA (Provincia di Foggia) Via dei Pozzi Avellana 71010 Serracapriola (FG) c.a.p. 71010 tel. 0882/680225 fax 0882/681013 Prot. 8173 Serracapriola lì 09/08/2010 IL RESPONSABILE DEL PERSONALE

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA MOBILITA VOLONTARIA ARTICOLO 1 AMBITO DI APPLICAZIONE 1. Il presente regolamento riguarda i criteri e le modalità per

Dettagli

CITTA' DI BOLLATE Piazza Aldo Moro n Bollate (MI) codice fiscale

CITTA' DI BOLLATE Piazza Aldo Moro n Bollate (MI) codice fiscale CITTA' DI BOLLATE Piazza Aldo Moro n. 1 20021 Bollate (MI) codice fiscale 00801220153 AVVISO DI MOBILITA' ESTERNA (ART. 30 D.LGS. 165/2001) PER COPERTURA N. 1 POSTO DI CATEGORIA B 3 CON IL PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

COMUNE DI CONA Provincia di Venezia

COMUNE DI CONA Provincia di Venezia ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO E DEMOGRAFICO N. 76 del 23.11.2011 COMUNE DI CONA Provincia di Venezia AVVISO PUBBLICO PER LA COPERTURA, MEDIANTE MOBILITÀ ESTERNA,

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Prot.n.63800/28 Avviso per l attribuzione della fascia economica superiore per il personale dell Amministrazione della Giustizia Dipartimento per la Giustizia minorile e di comunità per il profilo professionale

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE BANDO DI SELEZIONE INTERNA PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE RISERVATA AL PERSONALE CONTRATTUALIZZATO DEL COMPARTO UNIVERSITA equiparato al comparto SSN

Dettagli

Comune di Mottalciata Provincia di Biella Regione Piemonte

Comune di Mottalciata Provincia di Biella Regione Piemonte Comune di Mottalciata Provincia di Biella Regione Piemonte via Martiri della Libertà 15 -C.A.P. 13874 Mottalciata (BI) - Cod. Fisc. 00374120020 Tel. 0161.857112 Fax 0161.857612 sito web www.comune.mottalciata.bi.it

Dettagli

COMUNE DI AVELLINO SETTORE PERSONALE E PROGETTI SPECIALI Ufficio PIU Europa Piazza del Popolo n.1 Tel./Fax 0825/

COMUNE DI AVELLINO SETTORE PERSONALE E PROGETTI SPECIALI Ufficio PIU Europa Piazza del Popolo n.1 Tel./Fax 0825/ COMUNE DI AVELLINO SETTORE PERSONALE E PROGETTI SPECIALI Ufficio PIU Europa Piazza del Popolo n.1 Tel./Fax 0825/200220-387 Città di Avellino BANDO PUBBLICO DI SELEZIONE PER TITOLI E COLLOQUIO PER IL CONFERIMENTO

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015/2016

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO COMUNALI ANNO SCOLASTICO 05/06 L Amministrazione Comunale di Caltrano ha istituito N. 7 borse di studio a beneficio di studenti iscritti per l anno scolastico

Dettagli

IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO

IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO PROCEDURA SELETTIVA PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE ALL INTERNO DI OGNI CATEGORIA RISERVATA AL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO IN SERVIZIO PRESSO L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO, AI SENSI

Dettagli

PROGRESSIONE ORIZZONTALE. Requisiti

PROGRESSIONE ORIZZONTALE. Requisiti PROGRESSIONE ORIZZONTALE Requisiti Almeno tre anni nella progressione economica precedente, maturati presso il Comune di Biella alla data del 1 gennaio dell anno di riferimento. Non aver riportato sanzioni

Dettagli

SCHEDE DI VALUTAZIONE INDIVIDUALI

SCHEDE DI VALUTAZIONE INDIVIDUALI Allegato A SCHEDE DI VALUTAZIONE INDIVIDUALI Il presente allegato rappresenta il risultato della procedura di concertazione di cui all art. 6, comma, lett. d) del CCNL del..999 finalizzata alla definizione

Dettagli

Dipartimento dell Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi Direzione Generale del Personale e della Formazione. Il DIRETTORE GENERALE

Dipartimento dell Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi Direzione Generale del Personale e della Formazione. Il DIRETTORE GENERALE Ministero della Giustizia Avviso per l attribuzione della fascia economica superiore per il personale dell Amministrazione della giustizia per il profilo professionale di Assistente giudiziario - area

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA MOBILITA DEL PERSONALE

REGOLAMENTO SULLA MOBILITA DEL PERSONALE REGOLAMENTO SULLA MOBILITA DEL PERSONALE Deliberazione G. C. n. 784 del 23 dicembre 2010 REGOLAMENTO SULLA MOBILITA DEL PERSONALE INDICE Art. 1 Premessa pag. 3 CAPO I Art. 2 Mobilità volontaria in entrata

Dettagli

Sottocategorie Descrizione Punteggio

Sottocategorie Descrizione Punteggio Selezione per la progressione economica all interno della categoria - Anno 2016 Griglia indicativa punteggi titoli formativi, culturali e professionali TITOLI FORMATIVI Punteggio massimo Nel rispetto di

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI Assessorato al Personale e agli Affari legali Servizio Sviluppo Organizzativo e Gestione del Personale

COMUNE DI CAGLIARI Assessorato al Personale e agli Affari legali Servizio Sviluppo Organizzativo e Gestione del Personale COMUNE DI CAGLIARI Assessorato al Personale e agli Affari legali Servizio Sviluppo Organizzativo e Gestione del Personale Unità Operativa Concorsi e Assunzioni assunzioni.personale@comune.cagliari.it Avviso

Dettagli

CCNL 2006/ biennio Sequenza Contrattuale 25 luglio 2008 Accordo Attuativo dell art. 50

CCNL 2006/ biennio Sequenza Contrattuale 25 luglio 2008 Accordo Attuativo dell art. 50 CCNL 2006/2009-1 biennio Sequenza Contrattuale 25 luglio 2008 Accordo Attuativo dell art. 50 Seconda Posizione Economica al Personale Assistente Amministrativo e Tecnico SCHEDE DI LETTURA L Accordo prevede

Dettagli

BANDO N. 5/07 SELEZIONE DI PROGRESSIONE VERTICALE, PER TITOLI E PERCORSO FORMATIVO, A 25 POSTI DI CATEGORIA C, POSIZIONE ECONOMICA C1, PRESSO QUESTO

BANDO N. 5/07 SELEZIONE DI PROGRESSIONE VERTICALE, PER TITOLI E PERCORSO FORMATIVO, A 25 POSTI DI CATEGORIA C, POSIZIONE ECONOMICA C1, PRESSO QUESTO POLITECNICO DI TORINO SERVIZIO PERSONALE E SVILUPPO RISORSE UMANE UFFICIO GESTIONE TECNICI AMMINISTRATIVI Corso Duca degli Abruzzi 24-10129 TORINO Tel. 011/564.7955 - Fax 011/564.6043 BANDO N. 5/07 SELEZIONE

Dettagli

Gestione Associata servizio segreteria

Gestione Associata servizio segreteria AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO PER LA COPERTURA CON CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO DI N. 1 POSTO CATEGORIA GIURIDICA D3 AREA AMMINISTRATIVA - MEDIANTE PROCEDURA DI MOBILITA EX ART. 30

Dettagli

Vista la L.133/08, esplicitamente finalizzata al recupero della produttività e della competitività all interno delle pubbliche amministrazioni;

Vista la L.133/08, esplicitamente finalizzata al recupero della produttività e della competitività all interno delle pubbliche amministrazioni; ACCORDO SINDACALE Modifiche ed integrazioni agli accordi 22 gennaio 2008 e 3 maggio 2005 relativi ai criteri di selezione per le PEO per il personale inquadrato nelle ctg. B, C, D ed EP, nonché intesa

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I CRITERI E LE MODALITA DI GESTIONE DELLA MOBILITA ESTERNA ED INTERNA

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I CRITERI E LE MODALITA DI GESTIONE DELLA MOBILITA ESTERNA ED INTERNA COMUNE DI DISO PROVINCIA DI LECCE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I CRITERI E LE MODALITA DI GESTIONE DELLA MOBILITA ESTERNA ED INTERNA (approvato con deliberazione G.C. n. 71 del 18.09.2012) Art. 1 Principi

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA MOBILITA DEL PERSONALE

REGOLAMENTO SULLA MOBILITA DEL PERSONALE REGOLAMENTO SULLA MOBILITA DEL PERSONALE Deliberazione G. C. n. 23 del 21.02.2017 REGOLAMENTO SULLA MOBILITA DEL PERSONALE INDICE Art. 1 Premessa pag. 3 CAPO I Art. 2 Mobilità volontaria in entrata pag.

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 156 DEL

DETERMINAZIONE N. 156 DEL DETERMINAZIONE N. 156 DEL 22.09.2017 OGGETTO: AVVIO DELLA PROCEDURA ED APPROVAZIONE DEL BANDO PER LA SELEZIONE PER L ATTRIBUZIONE DELLE PROGRESSIONI ECONOMICHE ORIZZONTALI.- ERRATA CORRIGE DELLA DETERMINAZIONE

Dettagli

POLITECNICO DI BARI IL RETTORE. VISTO lo Statuto del Politecnico, in particolare gli artt. 11 e 12;

POLITECNICO DI BARI IL RETTORE. VISTO lo Statuto del Politecnico, in particolare gli artt. 11 e 12; POLITECNICO DI BARI IL RETTORE D.R.n. 256 VISTA La Legge 09.05.1989 n. 168; VISTO lo Statuto del Politecnico, in particolare gli artt. 11 e 12; RITENUTO opportuno dotarsi del Regolamento Permessi per Motivi

Dettagli

REGIONE BASILICATA. SCHEMA DI AVVISO DI MOBILITA ESTERNA ex ART. 30, commi 1 e 2 -bis D.Lgs. 165/2001 e succ. modif. ed integr.

REGIONE BASILICATA. SCHEMA DI AVVISO DI MOBILITA ESTERNA ex ART. 30, commi 1 e 2 -bis D.Lgs. 165/2001 e succ. modif. ed integr. REGIONE BASILICATA SCHEMA DI AVVISO DI MOBILITA ESTERNA ex ART. 30, commi 1 e 2 -bis D.Lgs. 165/2001 e succ. modif. ed integr. Riservato ai lavoratori centralinisti non vedenti di cui alla L. n. 113/85

Dettagli

IL DIRETTORE in esecuzione della determinazione dirigenziale n. 44 del 22/02/2010 RENDE NOTO

IL DIRETTORE in esecuzione della determinazione dirigenziale n. 44 del 22/02/2010 RENDE NOTO BANDO DI MOBILITA ESTERNA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO A TEMPO PIENO E INDETERMINATO DI COLLABORATORE TECNICO, AREA C POSIZIONE ECONOMICA C1 DEL C.C.N.L. COMPARTO ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI UFFICIO

Dettagli

Allegato 3 - Sistema di misurazione e valutazione IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

Allegato 3 - Sistema di misurazione e valutazione IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Allegato 3 - Sistema di misurazione e valutazione IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE IL SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE Titolo 1 - LA VALUTAZIONE DEI DIPENDENTI

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI AOU Sassari AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI AVVISO SELEZIONE INTERNA PER LA FORMULAZIONE DI GRADUATORIE PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE PER IL PERSONALE DEL COMPARTO SANITA. ==============

Dettagli

CITTA DI PIOSSASCO C.a.p PROVINCIA DI TORINO Tel. 011/ /206 - Fax 011/

CITTA DI PIOSSASCO C.a.p PROVINCIA DI TORINO Tel. 011/ /206 - Fax 011/ CITTA DI PIOSSASCO C.a.p. 10045 PROVINCIA DI TORINO Tel. 011/90.27.230/206 - Fax 011/9027261 Dipartimento Servizi Amministrativi e Finanziari Servizio Personale e Contratti AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA

Dettagli

ART.31, COMMA 2 - RISORSE CERTE E STABILI

ART.31, COMMA 2 - RISORSE CERTE E STABILI ART.31, COMMA 2 - RISORSE CERTE E STABILI ART.14, COMMA 4, CCNL DEL 01/04/1999: riduzione 3% dello straordinario 1999: 0,00 ART.15, COMMA 1, CCNL DEL 01/04/1999: fondo salario accessorio anno 1998 (lett.a):

Dettagli

Requisiti richiesti. Profilo richiesto

Requisiti richiesti. Profilo richiesto Siena, data della firma digitale Classificazione VII/1 N. allegati: 1 - Ai Direttori generali delle Università e degli Istituti universitari - A tutte le Pubbliche Amministrazioni di cui all art. 1 del

Dettagli

COMUNE DI CAMPOGALLIANO Provincia di Modena

COMUNE DI CAMPOGALLIANO Provincia di Modena COMUNE DI CAMPOGALLIANO Provincia di Modena BANDO DI MOBILITA' ESTERNA per la copertura di n. 1 posto di Istruttore - categoria C (presso l Ufficio tributi) A norma della determina n. 648 del 3/12/2001

Dettagli

COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER IL PASSAGGIO DIRETTO DI PERSONALE TRA AMMINISTRAZIONI DIVERSE - MOBILITÀ ESTERNA

COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER IL PASSAGGIO DIRETTO DI PERSONALE TRA AMMINISTRAZIONI DIVERSE - MOBILITÀ ESTERNA COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER IL PASSAGGIO DIRETTO DI PERSONALE TRA AMMINISTRAZIONI DIVERSE - MOBILITÀ ESTERNA Approvato con atto G.C. n. 91 del 10.11.2014 SOMMARIO: Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO 150 ORE DIRITTO ALLO STUDIO

REGOLAMENTO 150 ORE DIRITTO ALLO STUDIO REGOLAMENTO 150 ORE DIRITTO ALLO STUDIO Premessa Al fine di garantire una corretta informazione sul diritto allo studio, ed in base a quanto contenuto all art.22 del CCNL 7 aprile 1999, viene definito

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMUNE DI VALMACCA STRALCIO PER L ANNUALITA ECONOMICA 2009

CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMUNE DI VALMACCA STRALCIO PER L ANNUALITA ECONOMICA 2009 Comune di VALMACCA Provincia di Alessandria ************ CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMUNE DI VALMACCA STRALCIO PER L ANNUALITA ECONOMICA 2009 Il giorno

Dettagli

ALLEGATO C (***) CRITERI E MODALITA' PER L'ATTRIBUZIONE E LA PROGRESSIONE NEL GRADO DEI DISTINTIVI ALL'INTERNO DI CIASCUNA CATEGORIA PROFESSIONALE.

ALLEGATO C (***) CRITERI E MODALITA' PER L'ATTRIBUZIONE E LA PROGRESSIONE NEL GRADO DEI DISTINTIVI ALL'INTERNO DI CIASCUNA CATEGORIA PROFESSIONALE. ALLEGATO C (***) CRITERI E MODALITA' PER L'ATTRIBUZIONE E LA PROGRESSIONE NEL GRADO DEI DISTINTIVI ALL'INTERNO DI CIASCUNA CATEGORIA PROFESSIONALE. (***) Testo così modificato dalla delibera di Giunta

Dettagli

Relazione illustrativa al Contratto Collettivo Nazionale Integrativo Professionisti di I^ qualifica professionale

Relazione illustrativa al Contratto Collettivo Nazionale Integrativo Professionisti di I^ qualifica professionale Relazione illustrativa al Contratto Collettivo Nazionale Integrativo Professionisti di I^ qualifica professionale (articolo 40, comma 3-sexies, Decreto Legislativo n. 165 del 2001) Modulo 1 - Illustrazione

Dettagli

Bando di mobilità orizzontale interna per la copertura di n. 59 posti di Architetto a tempo pieno ed indeterminato - categoria D Famiglia Tecnica.

Bando di mobilità orizzontale interna per la copertura di n. 59 posti di Architetto a tempo pieno ed indeterminato - categoria D Famiglia Tecnica. Bando di mobilità orizzontale interna per la copertura di n. 59 posti di Architetto a tempo pieno ed indeterminato - categoria D Famiglia Tecnica. E indetta, in relazione alle obiettive esigenze di carattere

Dettagli

CITTA DI RONCADE PROVINCIA DI TREVISO

CITTA DI RONCADE PROVINCIA DI TREVISO CITTA DI RONCADE PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO CONCORSO BORSE DI STUDIO R I S E R V A T E A S T U D E N T I R E S I D E N T I I N C OMU N E D I R O N C A D E Ap p r o v a t o d a l Co n s i g l i o

Dettagli

COMUNE DI PIUBEGA Provincia di Mantova

COMUNE DI PIUBEGA Provincia di Mantova PROT. N. 2100 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA PER LA COPERTURA DI N.1 POSTO DI ISTRUTTORE TECNICO CAT. C TEMPO PIENO. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO RENDE NOTO che è avviata una procedura di mobilità volontaria

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DELL'ARAN RELATIVO AI CRITERI DI UTILIZZAZIONE DEL FONDO PER L ANNO 2016

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DELL'ARAN RELATIVO AI CRITERI DI UTILIZZAZIONE DEL FONDO PER L ANNO 2016 CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DELL'ARAN RELATIVO AI CRITERI DI UTILIZZAZIONE DEL FONDO PER L ANNO 2016 In data 29/7/2016 alle ore 10,00, presso la sede dell'aran, si sono riuniti: Per la parte datoriale:

Dettagli

COMUNE DI SAN MAURO CASTELVERDE (Provincia di Palermo)

COMUNE DI SAN MAURO CASTELVERDE (Provincia di Palermo) COMUNE DI SAN MAURO CASTELVERDE (Provincia di Palermo) AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 165/2001 PER LA COPERTURA N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO TECNICO CAT. D1 CON RAPPORTO

Dettagli

AVVISO. SELEZIONE INTERNA PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE RISEVATA AL PERSONALE DELL AREA - COMPARTO con decorrenza 01/01/2016 SI RENDE NOTO

AVVISO. SELEZIONE INTERNA PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE RISEVATA AL PERSONALE DELL AREA - COMPARTO con decorrenza 01/01/2016 SI RENDE NOTO Servizio Sanitario Nazionale Regione Marche Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord Pesaro Presidi Ospedalieri di Pesaro e Fano Scadenza termine per la presentazione delle domande ore,59 del giorno_8

Dettagli

ATTO DI ORGANIZZAZIONE DELLA MOBILITA VOLONTARIA

ATTO DI ORGANIZZAZIONE DELLA MOBILITA VOLONTARIA ATTO DI ORGANIZZAZIONE DELLA MOBILITA VOLONTARIA Art. 1 Fonti normative 1. Il presente Regolamento ha come obiettivo la disciplina dell istituto della mobilità volontaria, ai sensi dell art. 30 del Decreto

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA SELETTIVA PER PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE PER I DIPENDENTI APPARTENENTI ALLE CATEGORIE B, C E D ANNO 2016

AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA SELETTIVA PER PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE PER I DIPENDENTI APPARTENENTI ALLE CATEGORIE B, C E D ANNO 2016 AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA SELETTIVA PER PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE PER I DIPENDENTI APPARTENENTI ALLE CATEGORIE B, C E D ANNO 2016 VISTO l art. 23 del DLgs n. 150/2009; VISTO l art. 5 del contratto

Dettagli

COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari

COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari NUOVO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO AI SENSI DELLA L.R. N.31 DEL 25/06/1984 E DELLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 MARZO 1996 N.12/27

Dettagli

Le Delegazioni di Parte pubblica e di Parte sindacale

Le Delegazioni di Parte pubblica e di Parte sindacale CONTRATTO INTEGRATIVO DISCIPLINANTE I CRITERI GENERALI PER LO SVOLGIMENTO DELLE SELEZIONI PER LE PROGRESSIONI ECONOMICHE ALL'INTERNO DELLA CATEGORIA DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Sottoscritto in

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA PUGLIESE CIACCIO

AZIENDA OSPEDALIERA PUGLIESE CIACCIO AVVISO INTERNO MEDIANTE PROCEDURA COMPARATIVA DEI CURRICULA PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI DIRIGENTE DEL RUOLO AMMINISTRATIVO RESPONSABILE DELLA STRUTTURA OPERATIVA COMPLESSA GESTIONE RISORSE UMANE

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE PUBBLICATO IN DATA 28.11.2016 SCADENZA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE 12.12.2016 ORE 13 AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE BANDO DI SELEZIONE INTERNA PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE RISERVATA

Dettagli

COMUNE DI PORCARI. IL RESPONSABILE SERVIZIO AA.GG.LL.AA. Dott.ssa Barbara Ceragioli

COMUNE DI PORCARI. IL RESPONSABILE SERVIZIO AA.GG.LL.AA. Dott.ssa Barbara Ceragioli Avviso Pubblico per la copertura di n. 1 posto di istruttore amministrativo categoria C - posizione economica C1, mediante mobilità esterna, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. n. 165/2001, a tempo pieno

Dettagli

COMUNE DI OMEGNA Provincia di Verbano Cusio Ossola

COMUNE DI OMEGNA Provincia di Verbano Cusio Ossola COMUNE DI OMEGNA Provincia di Verbano Cusio Ossola AVVISO DI MOBILITÀ VOLONTARIA AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 165/2001 PER LA COPERTURA DI N. 2 POSTI DI N 1 - ISTRUTTORE TECNICO DIRETTIVO CATEGORIA

Dettagli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli - COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli Determinazione n. 14 del 25-01-2016 Registro Generale delle Determinazioni Repertorio Ragioneria n. 3 del 14-01-2016 Determinazione n. 1 del 13-01-2016 Settore

Dettagli

MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE

MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE CAPITOLO 1 _ FINALITÀ E DEFINIZIONI 1) Finalità La performance è misurata e valutata con riferimento all Azienda nel suo complesso,

Dettagli

AVVISO DI MOBILITA ESTERNA

AVVISO DI MOBILITA ESTERNA CONSORZIO DEL CORPO DI POLIZIA INTERCOMUNALE DEI COLLI Albano Sant Alessandro - Brusaporto - Cenate Sopra - Cenate Sotto - Gorlago - San Paolo d Argon - Torre de Roveri Sede: Via Tonale 100 24061 Albano

Dettagli