Risultati di Gruppo Febbraio 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risultati di Gruppo 2014. 12 Febbraio 2015"

Transcript

1 Risultati di Gruppo Febbraio 215

2 Principali evidenze del 214 Superati tutti gli obiettivi di crescita per il 214: Impieghi in crescita di 1.57 milioni rispetto all obiettivo annunciato di un miliardo (+57%) Overperformance degli impieghi rispetto al Sistema +9,6% (Crescita impieghi Credem +7,9% a/a; Crescita impieghi Sistema -1,8%) vs. +5,% obiettivo Raccolta da Clientela (Depositi, Raccolta Gestita e Raccolta Amministrata) in crescita di oltre 5 miliardi (+1,6%) nell anno Produzione Netta 214 (crescita della Raccolta al netto dell effetto mercato) pari a milioni rispetto ad un obiettivo di 2.2 milioni (+8%) Sviluppo degli Impieghi e della Raccolta equilibrati (LtD a 1,6, in calo rispetto al valore di 1,1 di fine 213*) e sostenibili (CET1 ratio a 11,1%**) (*) Impieghi calcolati al netto dei PCT con controparti centrali e dei crediti verso SPV del gruppo, Raccolta comprensiva delle Obbligazioni emesse sui mercati istituzionali (**) Coefficiente patrimoniale relativo al nuovo perimetro di vigilanza prudenziale posto su Credemholding 2

3 Conto Economico Milioni di Euro 4Q13 3Q14 4Q14 % vs. 4Q13 % vs. 3Q % a/a Margine di Intermediazione 258,1 264,5 261,1 1,2-1,3 995,3 1.68,3 7,3 Margine di Intermediazione (netto di trading/ comm. Performance) 244, 25,3 248,2 1,7 -,8 935,9 995,6 6,4 Costi Operativi -153,9-156,8-167,1 8,6 6,6-613,3-654,8 6,8 Ammortamenti -9,4-9,8-9,9 5,3 1, -35,2-39,3 9,9 Risultato Operativo 94,8 97,9 84,1-11,3-14,1 346,8 374,2 8,1 Rettifiche di valore su crediti -51, -46,8-37, -27,5-2,9-12,3-114,9-4,5 Accantonamenti per Rischi e Oneri -2,4-1, -3,3 n.s. n.s. -11,5-8,2 n.s. Oneri/ Proventi straordinari -2,7 -,8,2 n.s. n.s. -3,9,2 n.s. Utile prima delle imposte 38,7 49,3 44, 13,7-1,8 211,1 251,5 19,1 Imposte/ Utile di terzi -23,1-19,8-2,7-1,4 4,5-95,2-99,7 4,7 Utile Netto 15,6 29,5 23,3 49, ,9 151,8 31, Il quarto trimestre presenta un Margine di Intermediazione, al netto di Trading e Comm. di Performance, prossimo ai valori massimi del 214, nonostante la significativa contrazione dei tassi L Utile Netto, grazie a minori rettifiche creditizie in grado di compensare i maggiori accantonamenti sui sistemi incentivanti del personale, registra una solida crescita sia nel confronto 214 vs. 213 (+31%) che tra 4Q14 vs. 4Q13 (+49,4%) 3

4 Margine Finanziario (1/2) , 3,5 3, 2,5 2, 1,5 1,,5, Milioni di Euro Margine Finanziario 121,3 123,6 122,2 125,6 119,4 116,7115,7 112,6 1Q13 2Q13 3Q13 4Q13 1Q14 2Q14 3Q14 4Q14 Spread sulla Clientela (Credem SpA dati gestionali) 3,39 3,35 3,28 3,3 3,38 3,31 2,11 2,9 2,3 1,29 1,26 1,24 2,22 3,12 2,96 2,38 2,36 2,22 2,11 1,8 1,,94,9,85 1Q13 2Q13 3Q13 4Q13 1Q14 2Q14 3Q14 4Q14 Il Margine Finanziario scende sui valori di fine 213 (-4,9% trimestre su trimestre), scontando sia l impatto del Covered Bond emesso a fine ottobre che la contrazione della forbice clientela (-11 bps) In particolare, su quest ultimo aggregato, impattano significativamente sia la forte riduzione dei tassi, conseguente alle iniziative poste in essere dalla BCE, che l attuale politica commerciale, deliberatamente aggressiva e finalizzata ad accelerare ulteriormente lo sviluppo del Gruppo,4%,3%,2%,1%,% Euribor e spread BTP/Bund: evoluzione ,3%,31% ,21%,23%,24% 146,21%,17%,8% bps spread tasso medio impieghi tasso medio depositi Euribor 3 mesi Spread BTP vs. Bund (1 anni) 4

5 Margine Finanziario (2/2) Evoluzione Tasso Medio Impieghi da Clientela (Credem SpA dati gestionali) Evoluzione Tasso Medio Raccolta da Clientela (Credem SpA dati gestionali) 4,5 4, 3,5 3, 2,5 2, 1,5 1,,5 - % 2,5 2, 1,5 1,,5, % 3,96 3,79 3,8 3,52 3,65 3,33 3,18 2,96 -,44% -,46% -,62% -,69% Q14 Credem: Tasso medio impieghi 2,23 1,87 2,11 1,82 2,26 2,12 2, Q14 Credem: spread Sistema: Tasso medio impieghi Evoluzione Spread Medio da Clientela (Credem SpA dati gestionali),36%,29%,14% Sistema: spread 2,13 -,2% 2,5 2, 1,5 1,,5 - % 2,9,8% 1,29 1,22 1,96 1,68,92, Q14 Credem: Tasso medio depositi,74%,76% 1,53 Sistema: Tasso medio depositi La declinazione, da parte del Gruppo, di una politica commerciale maggiormente orientata alla crescita emerge chiaramente dal raffronto con il Sistema: con riferimento al tasso medio degli impieghi, il differenziale è passato dai ~45 bps storici agli attuali 69 bps, segno di un forte orientamento all incremento degli impieghi da clientela,67% D altra parte, il già basso livello di costo della raccolta ne riduce i margini per un suo possibile contenimento, almeno in raffronto al Sistema Fonte: ABI Monthly Outlook Gennaio 215 5

6 Margine da Servizi Margine da Servizi : evoluzione trimestrale Comm. Performance Trading Altri ricavi Comm. Bancarie Risultato Attività Assicurativa Comm. Gestione e Intermediazione Milioni ,8 127,7 27,6 118,7 11,8 4 4,5 4,5 5 51,3 49,2 49,9 163,1 136,8 3,4 39,1 133,8 138,9 141,7 1,7 5,6 4,5 4,9 5,4 13,2 1 3,8 4,3 3,4 52,5 49,5 47,9 48,4 52,5 1,5 9,9 7,3 9,7 11,8 13,4 11,6 9, ,9 51,9 54,9 58,1 61,2 6,9 61,8 1Q13 2Q13 3Q13 4Q13 1Q14 2Q14 3Q14 4Q14 MAS netto Trading e Comm. Performance 117,8 115,5 113,6 122,7 123,9 127,4 124,7 128, Margine da Servizi: comparazione a/a ,3% +27,8% +6,4% -5,9% Il Margine da Servizi conferma la propria solidità, principalmente grazie all ottima dinamica delle commissioni di gestione, in crescita da 6 trimestri consecutivi Tutti i principali aggregati sono in crescita a/a, con particolar evidenza dell assicurativo che beneficia di dinamiche analoghe a quelle delle commissioni di gestione 6

7 Costi Operativi Costi Operativi: evoluzione trimestrale Milioni di Euro Evoluzione numerica dipendenti/ reti Dipendenti 157,8 154,5 147,1 153,9 166,7 164,2 156,8 167, Promotori Finanziari Q13 2Q13 3Q13 4Q13 1Q14 2Q14 3Q14 4Q14 Spese del Personale Costi Amministrativi I costi operativi rimangono in linea con i valori registrati nei primi trimestri confermando una crescita dell aggregato pari al +6,8% a/a, in linea con la strategia di investimento del Gruppo Nel quarto trimestre, la dinamica delle Spese del Personale, oltre che dalla crescita dimensionale del Gruppo, è stata influenzata da accantonamenti straordinari sul personale per circa 8 milioni Agenti Crecasa e della Cessione del V dello stipendio

8 Evoluzione degli impieghi Crediti alla clientela (al netto dei PCT con controparti centrali e dei crediti verso SPV del gruppo) Mil. Crediti alla clientela (Valore di bilancio) Anche a fronte di una politica commerciale più aggressiva, il Gruppo è riuscito ad incrementare gli impieghi di quasi l 8% migliorando, al contempo, la qualità media degli attivi Tutti i singoli aggregati sono in crescita, con il breve termine (+12,5% a/a) che, coerentemente con lo scenario macroeconomico attuale, beneficia dei maggiori tassi di sviluppo, ma a fronte di dinamiche positive anche su leasing (+4,3% a/a), mutui residenziali (+1,8% a/a) e mutui aziende (+7,9% a/a) Crediti a Breve Leasing Mutui Retail Altri Mutui 9% 8% 7% 6% 5% Distribuzione per rating impieghi Corporate (dati gestionali Credem SpA) 67% 73% 77% 77% 78% 84% % di impieghi corporate nelle prime 4 classi di rating 8

9 Impieghi: raffronto con il Sistema 1,% 8,% 6,% 4,% 2,%,% -2,% -4,% -6,% Tassi di sviluppo (Totale Impieghi a Clientela: settore privato e PA) 4,2% 7,% 2,2% 5,1% -1,1% 1,2% -,1% -1,8% 7,9% -3,9% Sistema Credem 1,4% 1,4% 1,3% 1,3% 1,2% 1,2% 1,1% 1,1% 1,% QdM su Aziende, Famiglie Produttrici e Consumatrici (al netto di società finanziarie) (Credem SpA dati gestionali) 1,68% 1,155% 1,198% 1,28% 1,344% dic. 21 dic. 211 dic. 212 dic. 213 ott. 214 QdM imp.vivi Credem overperformance ( Punti Percentuali) 2,8 2,9 2,3 3,8 9,6 Nel 214 il Gruppo ha conseguito il proprio miglior risultato dall inizio della crisi in termini di crescita degli impieghi, a fronte di un Sistema in ulteriore calo di quasi 2 punti percentuali,6%,6%,5%,5%,4%,4%,3%,548%,453%,443%,434%,424% dic. 21 dic. 211 dic. 212 dic. 213 ott. 214 QdM soff lorde Fonte: ABI Monthly Outlook Gennaio 215; dati Bankit. Flusso di ritorno della Matrice dei Conti Bankit (Bastra1) da Dicembre 211. Base Informativa Pubblica Bankit (Bollettino Bankit) fino a novembre 211 9

10 Mutui Residenziali: raffronto con il Sistema Erogazioni di mutui residenziali (Credem SpA dati gestionali) La contrazione del costo della raccolta, supportata dalla progressiva normalizzazione dello spread tra i titoli di stato Italiani e quelli Tedeschi nel corso del 214, ha facilitato una prima ripresa dei mutui residenziali L erogato, pari a circa 75 milioni, è in incremento di oltre il 54% a/a, a fronte di consistenze in crescita per le prima volta dal 211 Quota di mercato sulle consistenze dei mutui residenziali 2,25% 2,2% 2,15% 2,1% 2,1% 2,18% 2,15% 2,16% 2,2% Aumenta anche la Quota di Mercato, ai massimi dal 28 e già significativamente superiore rispetto a quella sul totale Impieghi, a dimostrazione dell utilizzo del prodotto anche al fine di acquisire nuova clientela retail 2,5% 2,% * Fonte: ABI per le Quote di Mercato (*) Dato a Novembre 214 1

11 Evoluzione della base clientela Retail 6,% 5,% 4,% 3,% 2,% 1,%,% Milioni di Euro ,2% 2,6% 1,21% 4,43% 5,59% 1,61% 1,41% 4,53%,94% H Clienti con conto corrente: sviluppo netto Panel ABI** Raccolta clienti Retail e Corporate (Credem SpA dati gestionali) Credem Depositi e Bond Retail Depositi Corporate 2,51% Lo sviluppo del Gruppo prosegue a livello di «base clientela», dove si conferma l overperformance rispetto al Sistema, con l obiettivo di assicurare una crescita equilibrata, e quindi sostenibile, sia a livello di Attivi (impieghi) che di Passività (raccolta da clientela) Loan to Deposit Ratio (Crediti alla clientela su Totale Raccolta*) 1, ,15 1,15 1,1 1,5 1, 1,14 1,14 1,1 1, (*) Impieghi calcolati al netto dei PCT con controparti centrali e dei crediti verso SPV del gruppo, Raccolta comprensiva delle Obbligazioni emesse sui mercati istituzionali (**) Dati riferiti al Panel ABI 11

12 Depositi, obbligazioni e AUM Milioni di Euro M C/C e risparmio CD e altri rapporti PCT Tot. Diretta Bancaria Obbligazioni -Istituzionali -Retail Tot. Diretta & Obbl. Retail Riserve Assicurative Gestioni patrimoniali Fondi comuni SICAVs Altra e prodotti di terzi Raccolta gestita Solo nell ultimo trimestre, il Gruppo ha registrato una crescita della Raccolta Diretta da Clientela (Tot. Diretta & Obbl. retail) pari a 1,2 miliardi, a fronte di una sostanziale stabilità del comparto gestito (Raccolta Gestita e Riserve Assicurative) Sull anno gli incrementi sono decisamente più netti: Raccolta Gestita + 2,5 miliardi, Riserve Assicurative + 1,2 miliardi, Raccolta Diretta da Clientela + 1,3 miliardi Prosegue l allungamento del profilo di scadenze delle obbligazioni anche a seguito dell emissione del Covered bond di fine ottobre Durata residua del totale Obbligazioni (anni) (dati gestionali Credem SpA) ,6 3,3 3,8 4, M

13 Qualità del Credito Crediti Problematici Lordi 213 1Q14 1H14 9M Milioni ,8 774,2 84,2 825,5 87,8 433,6 43,6 446,4 Sofferenze Lorde Incagli/ Ristrutturati Lordi Scaduti Lordi % su Impieghi (Credem) 3,6 3,8 3,8 3,9 3,7 2,1 2,1 2,1 2,1 2,,5,4 438,4 447,7 111, 87,4 87,5,4 99,1,5 88,9,4 % su Impieghi (Sistema) 7,9 8,3 8,6 8,9 9,5* 5,5 5,9 6, 6,2,9,8,8,8 Aumenti medi trimestrali dei Crediti Problematici Lordi (milioni di Euro)** L aggregato complessivo dei crediti problematici lordi beneficia della cessione di un portafoglio di sofferenze per circa 44 milioni, pari a circa lo,2% dei crediti Lordi Al netto di tale operazione i flussi medi trimestrali nel 214 (calcolato come l incremento medio trimestrale del totale dei «crediti problematici lordi»**) si confermano in netto miglioramento, pari a circa la metà del 213 (*) Valore riferito a Novembre 214 (fonte ABI Montlhy Outlook) Fonte: ABI; rielaborazione interna su dati Banca di Italia (**) il valore di 26 milioni corrispondente al dato 214 è calcolato secondo la seguente formula (Totale Crediti Problematici a fine 214, pari a 1344 milioni + portafoglio di sofferenze ceduto, pari a 44 milioni Totale Crediti Problematici a fine 213, pari a 1285 milioni) diviso 4 13

14 Copertura crediti problematici Crediti Problematici Netti Milioni di Euro 213 1Q14 1H14 9M Sofferenze nette 31, 318,9 327,1 337,4 334,4 Incagli netti 35,2 359,8 366,2 358,4 36,2 Ristrutturati netti 23,1 15,2 22,3 2,4 2, Past-due netti 15,1 82,9 83,1 94, 82,8 Totale impieghi problematici al valore di realizzo 788,4 776,8 798,7 81,2 797,4 Diminuisce l ammontare complessivo dei Crediti Problematici Netti, più che per la cessione del portafoglio di sofferenze (già fortemente svalutato), a seguito di un incremento delle coperture su Incagli e Past-Due A fronte, infatti, di una copertura in calo sulle sofferenze (chiara conseguenza della cessione di crediti già svalutati oltre al 9%), aumenta leggermente la copertura del Totale Crediti Problematici, pari ora al 4,7% Crediti Problematici Netti Copertura Sofferenze (%) Copertura Totale Crediti Problematici (%) ,4 56, 55,4 58,2 59,1 58, ,3 35,8 35, 38,7 4,6 4, M M

15 Costo del credito Costo del credito (bps) Q13 1H13 9M Q14 1H14 9M Costo del credito Costo del credito (al netto di eventi non ricorrenti) Costo del credito: evoluzione storica (bps) Crack Parmalat L effetto combinato della cessione del portafoglio di sofferenze e dell incremento delle coperture su Incagli e Past-Due porta ad aumentare ulteriormente il costo del credito fino alla soglia dei 55 bps A livello normalizzato il costo del credito si attesterebbe sui 45 bps, in leggero calo rispetto ai valori, sempre normalizzati, dello scorso anno 15

16 Attività & Passività Att. Fin. Per la negoziazione* 8 8 Att. Fin. al fair value* Attività (Milioni di Euro) Att. Fin. disponibili per la vendita* Att. Fin. (società assicurative)* Crediti verso banche Crediti alla clientela 9M La crescita degli attivi nel trimestre è principalmente legata all eccezionale sviluppo degli impieghi (+ 1,4 miliardi) mentre il portafoglio titoli, come previsto, dopo le prese di profitto sui titoli governativi esteri del III Trimestre, ritorna ai valori usuali Passività (Milioni di Euro) Racc. Istituzionale Racc. da Clientela Patrimonio M Dal lato del passivo, lo sviluppo degli Impieghi è finanziato interamente dalla crescita dei depositi e delle obbligazioni mentre rimane decisamente contenuta la componente di raccolta a breve termine, nonostante l incremento del portafoglio titoli (*) Elaborazione interna gestionale relativamente ai dati di 9M14 16

17 Portafoglio Titoli 1% 9% 8% 7% 6% 5% 4% 3% 2% 1% % Variazione Composizione degli impieghi Portafoglio alla Titoli clientela (dati gestionali Credem SpA) 62% 16% 57% 56% 18% 18% 1% 13% 11% 13% 13% 15% 213 9M Altro Estero Gov. Estero/ EFSF/ BEI Altro Italia Gov. Italia La ricostituzione del portafoglio titoli è avvenuta preservandone l asset mix, con un incidenza dei Titoli Governativi Italiani sostanzialmente stabile sul 57% di fine settembre (e ben distante dal 62% di dicembre 213) Un terzo del portafoglio complessivo (33%) rimane composto da titoli esteri, sia governativi che bancari (principalmente Covered Bond) 17

18 Posizione di Liquidità 13% 12% 11% 1% 9% 8% 7% 6% 5% Indicatore di liquidità a medio termine (NSFR) 16% 124% 116% E Entrambi gli indicatori di liquidità presentano valori nettamente superiore ai livelli obiettivo «a regime» definiti dalla normativa, in netto miglioramento, rispetto ai valori di fine settembre (NSFR a 113%, LCR a 124%) I titoli «eligible» BCE liberi a fine dicembre 214 sono pari a 2,9 miliardi di euro (8,3% del Totale Attivo) Indicatore di liquidità a breve termine (LCR) 19% 17% 15% 13% 11% 9% 7% 5% 179% 149% 122% E Fonte: prima stima gestionale interna sui dati al 31 dicembre

19 Coefficienti Patrimoniali Consolidati Coefficienti Patrimoniali Consolidati Credem Coefficienti Patrimoniali Consolidati Credemholding ,% 1.768,9 14,2% 2.288, , , Common Equity Tier 1 (CET1) Capitale in Eccesso 11,1% 11,7% Tier Total Capital 62 CET1 ratio: 11,1% (Fully phased 11,2%) ,1% 11,8% 1.874, , CET1 ratio: 11,1% (Fully phased 1,4%) A fronte di un incremento degli impieghi del 7,9% nel 214, il CET1 ratio aumenta di 1 bps raggiungendo l 11,1%. A seguito della nuova normativa sul capitale è stato tuttavia modificato il perimetro di consolidamento del Gruppo ai fini della vigilanza prudenziale, portando a calcolare i ratio patrimoniali su Credemholding, la controllante (al 77%) di Credem: a seguito di tale variazione, il valore di CET1 «fully phased» passa da 11,2% a 1,4% Il calo del Tier Total ratio è legato ad una interpretazione prudenziale circa la computabilità di emissioni subordinate «a progressivo ammortamento» emesse successivamente alla fine del 211, pari, per il Gruppo, a circa 3 milioni 19

20 Disclaimer e Contatti Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dott. Paolo Tommasini, dichiara, ai sensi del comma 2 dell art. 154 bis del Testo Unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria, che l informativa contabile relativa a Credito Emiliano S.p.A. e l informativa contabile consolidata relativa al Gruppo Credem contenuta in questa presentazione corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili *** Questa presentazione contiene previsioni, obiettivi e stime che riflettono le attuali opinioni del management Credito Emiliano in merito ad eventi futuri. Previsioni, obiettivi e stime sono in genere identificate da espressioni come è possibile, si dovrebbe, si prevede, ci si attende, si stima, si ritiene, si intende, si progetta, obiettivo oppure dall uso negativo di queste espressioni o da altre varianti di tali espressioni oppure dall uso di terminologia comparabile. Queste previsioni, obiettivi e stime comprendono, ma non si limitano a, tutte le informazioni diverse dai dati di fatto, incluse, senza limitazione, quelle relative alla posizione finanziaria futura di Credito Emiliano e ai risultati operativi, la strategia, i piani, gli obiettivi e gli sviluppi futuri nei mercati in cui Credito Emiliano opera o intende operare. A seguito di tali incertezze e rischi, si avvisano i lettori che non devono fare eccessivo affidamento su tali informazioni di carattere previsionale come previsione di risultati effettivi. La capacità del Gruppo Credito Emiliano di raggiungere i risultati o obiettivi previsti dipende da molti fattori al di fuori del controllo del management. I risultati effettivi possono differire significativamente (ed essere più negativi di) da quelli previsti o impliciti nei dati previsionali. Tali previsioni e stime comportano rischi ed incertezze che potrebbero avere un impatto significativo sui risultati attesi e si fondano su assunti di base. Le previsioni, gli obiettivi e le stime ivi formulate si basano su informazioni a disposizione di Credito Emiliano alla data odierna. Credito Emiliano non si assume alcun obbligo di aggiornare pubblicamente e di rivedere previsioni e stime a seguito della disponibilità di nuove informazioni, di eventi futuri o di altro, fatta salva l osservanza delle leggi applicabili. Tutte le previsioni e le stime successive, scritte ed orali, attribuibili a Credito Emiliano o a persone che agiscono per conto della stessa sono espressamente qualificate, nella loro interezza, da queste dichiarazioni cautelative. Investor Relations Team Daniele Morlini Head of IR Paolo Pratissoli

Risultati di Gruppo 1H2013

Risultati di Gruppo 1H2013 Risultati di Gruppo 1H213 Conference Call Adolfo Bizzocchi 3 Agosto 213 Principali evidenze del semestre Margine di Intermediazione, al netto del risultato del Trading, in crescita sia trimestre su trimestre

Dettagli

Risultati di Gruppo 1H2014

Risultati di Gruppo 1H2014 Risultati di Gruppo 1H214 Conference Call Adolfo Bizzocchi 8 Agosto 214 Principali evidenze del trimestre Forte sviluppo degli aggregati patrimoniali con gli Impieghi in crescita dell 4,2% nel trimestre

Dettagli

Risultati di Gruppo 2013. 17 Marzo 2014

Risultati di Gruppo 2013. 17 Marzo 2014 Risultati di Gruppo 213 17 Marzo 214 Principali evidenze Margine di Intermediazione in crescita anno su anno (+2,5%) grazie al: Margine Finanziario sostanzialmente stabile, -,4% a/a, ed in significativo

Dettagli

Risultati di Gruppo - 2012

Risultati di Gruppo - 2012 Risultati di Gruppo 212 Conference Call Adolfo Bizzocchi 18 Marzo 213 Principali evidenze del 212 Margine Finanziario, al netto di poste straordinarie, in crescita nel trimestre (+,8% QoQ) grazie al buon

Dettagli

Risultati di Gruppo - 2011

Risultati di Gruppo - 2011 Risultati di Gruppo - 2011 Conference Call Adolfo Bizzocchi 16 Marzo 2012 Highlights del 2011 Il Margine Finanziario è salito (+3.3% a/a) a seguito di un significativo incremento dei volumi di impiego

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CREDEM, RISULTATI 1Q2015: UTILE +47,4% A/A, PRESTITI +6,6% A/A

COMUNICATO STAMPA CREDEM, RISULTATI 1Q2015: UTILE +47,4% A/A, PRESTITI +6,6% A/A CREDEM, RISULTATI 1Q2015: UTILE +47,4% A/A, PRESTITI +6,6% A/A Raccolta da clientela (1) +11,8% a/a a 56.235 milioni di euro, con un incremento in valore assoluto di circa sei miliardi di euro a/a; raccolta

Dettagli

CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29%

CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29% CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29% Utile netto consolidato +28,1% a/a a 128,5 milioni di euro;

Dettagli

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 COMUNICATO STAMPA BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 Performance commerciale: +20% turnover factoring nei primi nove mesi 2015 a/a Outstanding CQS/CQP al 30 settembre 2015 pari

Dettagli

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013:

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: Nei primi sei mesi dell anno, la gestione economica del Gruppo ha generato un risultato della gestione operativa in

Dettagli

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 27 ottobre 2015 Approvata la relazione trimestrale al 30/09/2015 Utile netto a 244m, miglior risultato trimestrale degli ultimi 5 anni Margine di interesse

Dettagli

CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO

CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO Prestiti (1) +7,9% a/a (vs -1,4% del sistema (2) ); rapporto sofferenze impieghi a 1,55% tra i più bassi del

Dettagli

REDDITIVITA Utile netto 151,8 mln, +31% a/a. Rapporto sofferenze/prestiti. Raccolta da clientela (1) Prestiti a clientela (1) Nuovi clienti (3)

REDDITIVITA Utile netto 151,8 mln, +31% a/a. Rapporto sofferenze/prestiti. Raccolta da clientela (1) Prestiti a clientela (1) Nuovi clienti (3) CREDEM, RISULTATI PRELIMINARI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MLN EURO; PRESTITI (1) +7,9% A/A VALUTAZIONE BCE Stress test scenario avverso Prima banca italiana per CET1 Ratio REDDITIVITA Utile netto 151,8

Dettagli

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1.

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1. Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1. L utile netto si posiziona a 42,7 milioni, mentre l utile netto normalizzato 2 si attesta a

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Data/Ora Ricezione 27 Marzo 2015 18:58:41 MOT - DomesticMOT Societa' : BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Identificativo Informazione Regolamentata : 55362 Nome utilizzatore

Dettagli

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Advisory Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Ricerca di efficienza, gestione del capitale e dei crediti non performing Esercizio kpmg.com/it Indice Executive Summary 4 Approccio metodologico

Dettagli

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008.

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008. Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008. Utile netto consolidato a 75,3 milioni di euro: risente dell andamento negativo

Dettagli

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Comunicato Stampa Risultati consolidati al 30 settembre 2006 Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Ricavi in crescita -

Dettagli

I RISULTATI AL 31 MARZO 2014

I RISULTATI AL 31 MARZO 2014 PRESS RELEASE COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANCA CARIGE I RISULTATI AL 31 MARZO 2014 VITTORIO ROCCHETTI SUBENTRA A DIEGO MAGGIO QUALE SINDACO EFFETTIVO Tenuta della raccolta

Dettagli

Consiglio di amministrazione del 28 agosto 2014: approvazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2014.

Consiglio di amministrazione del 28 agosto 2014: approvazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2014. Società cooperativa per azioni - Fondata nel 1871 Sede sociale e direzione generale: I - 23100 Sondrio SO - Piazza Garibaldi 16 Iscritta al Registro delle Imprese di Sondrio al n. 00053810149 Iscritta

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PRINCIPALI DATI PATRIMONIALI RACCOLTA

COMUNICATO STAMPA PRINCIPALI DATI PATRIMONIALI RACCOLTA COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A. HA APPROVATO I RISULTATI PRELIMINARI DELL ESERCIZIO 1 AGOSTO 2014 31 DICEMBRE 2014 PRIMO BILANCIO D ESERCIZIO IN

Dettagli

Risultati consolidati al 31 marzo 2015. 13 maggio 2015

Risultati consolidati al 31 marzo 2015. 13 maggio 2015 Risultati consolidati al 31 marzo 2015 13 maggio 2015 Disclaimer Questo documento è stato preparato da Banca Carige S.p.A. a scopi esclusivamente informativi e solo per presentare i principali dati finanziari

Dettagli

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO In forte accelerazione i flussi commerciali, 56.000 nuovi clienti nei primi quattro mesi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RIFORMA DELLE BANCHE POPOLARI: IL CDA APPROVA LE MODIFICHE STATUTARIE OBBLIGATORIE

RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RIFORMA DELLE BANCHE POPOLARI: IL CDA APPROVA LE MODIFICHE STATUTARIE OBBLIGATORIE RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RIFORMA DELLE BANCHE POPOLARI: IL CDA APPROVA LE MODIFICHE STATUTARIE OBBLIGATORIE RISULTATI COMMERCIALI IN ULTERIORE ACCELERAZIONE: I MUTUI A PRIVATI EROGATI

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011 RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011 Costante supporto all economia reale dei territori di insediamento: circa 3 miliardi di euro di crediti erogati alle famiglie e alle PMI, in condizioni di liquidità

Dettagli

1 Relazione sulla gestione

1 Relazione sulla gestione Settore Bancario Andamento della gestione del Gruppo Unipol Banca Il 2013 è stato un anno caratterizzato da profondi cambiamenti che hanno riguardato sia la struttura direzionale della banca che la composizione

Dettagli

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007)

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007) CREDITO BERGAMASCO: il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale. Crescono i ricavi. Continua espansione dei prestiti a piccole e medie imprese e della raccolta diretta complessiva.

Dettagli

G L O S S A R I O. Analitico - Indicatori Gestionali Individuali SISTEMA A 5 INDICATORI. segnalazione trimestrale

G L O S S A R I O. Analitico - Indicatori Gestionali Individuali SISTEMA A 5 INDICATORI. segnalazione trimestrale G L O S S A R I O Analitico - Indicatori Gestionali Individuali SISTEMA A 5 INDICATORI segnalazione trimestrale Alineato alla circolare 272/08-5 aggiornamento luglio 2013 PROFILO GESTIONALE: RISCHIOSITA'

Dettagli

Consiglio di Gestione di Mediobanca

Consiglio di Gestione di Mediobanca Consiglio di Gestione di Mediobanca Milano, 7 marzo 2008 Approvata la relazione semestrale al 31 dicembre 2007 * * * Redditività in aumento malgrado il deterioramento dei mercati Aperte le filiali di Francoforte

Dettagli

G L O S S A R I O. Analitico - Indicatori Gestionali Individuali SISTEMA A 5 INDICATORI. segnalazione trimestrale

G L O S S A R I O. Analitico - Indicatori Gestionali Individuali SISTEMA A 5 INDICATORI. segnalazione trimestrale G L O S S A R I O Analitico - Indicatori Gestionali Individuali SISTEMA A 5 INDICATORI segnalazione trimestrale Alineato alle circolari n. 272/08 (5 aggiornamento luglio 2013) e n. 286/2013 (1 aggiornamento

Dettagli

In merito ai punti all ordine del giorno della parte Ordinaria, l Assemblea ha deliberato:

In merito ai punti all ordine del giorno della parte Ordinaria, l Assemblea ha deliberato: ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA VENETO BANCA I Soci hanno approvato il bilancio al 31 dicembre 2014 e nominato quattro Consiglieri di Amministrazione. Si è svolta oggi a Villa Spineda, a Venegazzù

Dettagli

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 Risultati annuali APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 - Confermati i risultati preliminari consolidati già approvati lo scorso 11 febbraio

Dettagli

Il presente documento è stato redatto da Banca Etruria Soc. Coop. a Responsabilità Limitata ( Banca Etruria e, unitamente alle sue controllate e

Il presente documento è stato redatto da Banca Etruria Soc. Coop. a Responsabilità Limitata ( Banca Etruria e, unitamente alle sue controllate e 4 Settembre 2012 Il presente documento è stato redatto da Banca Etruria Soc. Coop. a Responsabilità Limitata ( Banca Etruria e, unitamente alle sue controllate e consociate, il Gruppo Banca Etruria ).

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 EBITDA positivo per 1 milione di Euro (negativo per 2,2 milioni di Euro nello stesso periodo

Dettagli

Viene confermata la focalizzazione della Banca sulla concessione del credito e sulla gestione delle

Viene confermata la focalizzazione della Banca sulla concessione del credito e sulla gestione delle COMUNICATO STAMPA Il Consiglio d Amministrazione di Banca del Mezzogiorno MedioCredito Centrale approva il nuovo Piano Industriale Triennale 2015 2017 e la Relazione Semestrale al 30 giugno 2015 Roma,

Dettagli

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017. Milano, 25.03.2014

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017. Milano, 25.03.2014 Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017 Milano, 25.03.2014 Agenda I Profilo del Gruppo II Dinamica delle attività III Risultati di esercizio al 31.12.2013

Dettagli

IGD SIIQ SPA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015.

IGD SIIQ SPA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015. COMUNICATO STAMPA IGD SIIQ SPA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015. Principali risultati dei primi novi mesi del 2015: Utile Netto del Gruppo:

Dettagli

Risultati trimestrali al 30 settembre 2014 Risultati Comprehensive Assessment

Risultati trimestrali al 30 settembre 2014 Risultati Comprehensive Assessment Risultati trimestrali al 30 settembre 2014 Risultati Comprehensive Assessment Milano, 27 ottobre 2014 Agenda Sezione 1. Risultati trimestrali al 30 settembre 2014 Sezione 2. Risultati Comprehensive Assessment

Dettagli

Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati:

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2009 DATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009 SOCIETÀ PER AZIONI Sede legale: Cagliari - Viale Bonaria 33 Sede amministrativa e Direzione generale: Sassari - Viale Umberto 36 Capitale sociale Euro 155.247.762,00 i.v. Cod. fisc. e num. iscriz. al Registro

Dettagli

Rimborso anticipato prestito subordinato convertibile

Rimborso anticipato prestito subordinato convertibile COMUNICATO STAMPA Risultati al terzo trimestre 21 1 - Utile netto: 16,7 milioni di euro (+85,6%) - Patrimonio netto di Gruppo: 365,1 milioni di euro (+3,4% rispetto al 31/12/29) - Raccolta complessiva

Dettagli

Rapporto ABI 2013 sul settore bancario in Italia. Roma, 21 maggio 2013. Giovanni Sabatini

Rapporto ABI 2013 sul settore bancario in Italia. Roma, 21 maggio 2013. Giovanni Sabatini Rapporto ABI 2013 sul settore bancario in Italia Roma, 21 maggio 2013 Giovanni Sabatini Lo scenario di riferimento macro La dinamica del mercato del credito Risultati 2012 Primo trimestre 2013 Prospettive

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A.

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008 NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. RACCOLTA DANNI AGGREGATA IN CRESCITA A 2.182 MILIONI DI EURO (+3,4%) COMBINED RATIO DANNI STABILE A

Dettagli

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione Relazione economica Posso dire che ritengo oggi ci siano tutte le condizioni per riportare la Banca al ruolo che le compete anche grazie all impegno dei colleghi, che ho potuto apprezzare in questo periodo,

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

UTILE NETTO A 132,4 MILIONI (+26%) ACCELERA LA RACCOLTA NETTA OLTRE GLI OBIETTIVI L INTEGRAZIONE DEL RAMO D AZIENDA DI CREDIT SUISSE

UTILE NETTO A 132,4 MILIONI (+26%) ACCELERA LA RACCOLTA NETTA OLTRE GLI OBIETTIVI L INTEGRAZIONE DEL RAMO D AZIENDA DI CREDIT SUISSE Risultati nove mesi UTILE NETTO A 132,4 MILIONI (+26%) - Utile del 3 trimestre a 43,9 milioni (+31%) - Commissioni di gestione a 262 milioni (+21%) - Cost/Income in calo al 35,4% ACCELERA LA RACCOLTA NETTA

Dettagli

Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013. Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013

Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013. Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013 Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013 Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013 PREMESSA E stato completato, entro il termine di un anno previsto dall

Dettagli

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 Approvata la proposta di autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie Margine di intermediazione consolidato

Dettagli

Informativa al pubblico

Informativa al pubblico Informativa al pubblico Terzo pilastro di Basilea 2 al 31 dicembre 2009 Le disposizioni emanate dalla Banca d Italia in applicazione della normativa europea in materia di Convergenza internazionale della

Dettagli

GRUPPO BIPIEMME: RISULTATI 1 SEMESTRE 2013 INVESTOR RELATIONS

GRUPPO BIPIEMME: RISULTATI 1 SEMESTRE 2013 INVESTOR RELATIONS GRUPPO BIPIEMME: INVESTOR RELATIONS 28 agosto 2013 INDICE 1 Executive summary 2 Highlights 3 Risultati 1S 2013 4 Allegati IL PRESENTE DOCUMENTO NON È DESTINATO ALLA PUBBLICAZIONE, DISTRIBUZIONE O CIRCOLAZIONE,

Dettagli

Benvenuti in Banca di San Marino. Welcome to Banca di San Marino

Benvenuti in Banca di San Marino. Welcome to Banca di San Marino Benvenuti in Banca di San Marino Welcome to Banca di San Marino INDICE / CONTENTS LE FILIALI / THE BRANCHES IL GRUPPO / THE GROUP N. Azionisti 1.987 9,87% N. Soci 399 90,13% Cap. Sociale 114.616.800

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

(Valori in milioni di Euro) 1 SEM. 2015 1 SEM. 2014 BILANCIO 31/12/2014

(Valori in milioni di Euro) 1 SEM. 2015 1 SEM. 2014 BILANCIO 31/12/2014 Semestrale Gruppo Pininfarina Fatti di rilievo intervenuti dopo la chiusura del semestre Valutazione sulla continuità aziendale, evoluzione prevedibile della gestione Cambiano, 30 luglio 2015 Il Consiglio

Dettagli

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 17 settembre 2014 Approvato il progetto di bilancio al 30/06/2014 Utile netto salito a 465m CET1 all 11,1% Ritorno al dividendo: 0,15 per azione Il Piano

Dettagli

2012, l anno migliore per i tre pilastri di Banca IFIS: Redditività, Liquidità, Patrimonio

2012, l anno migliore per i tre pilastri di Banca IFIS: Redditività, Liquidità, Patrimonio Sommario L intero esercizio COMUNICATO STAMPA 2012, l anno migliore per i tre pilastri di Banca IFIS: Redditività, Liquidità, Patrimonio Proposto all Assemblea un dividendo di 0,37 euro per azione. Incremento

Dettagli

Il Banco Popolare approva il Resoconto Intermedio di Gestione Consolidato al 31 marzo 2015

Il Banco Popolare approva il Resoconto Intermedio di Gestione Consolidato al 31 marzo 2015 COMUNICATO STAMPA Verona 12 maggio 2015 Il Banco Popolare approva il Resoconto Intermedio di Gestione Consolidato al 31 marzo 2015 Nel primo trimestre 2015 il Gruppo torna all utile: il risultato economico

Dettagli

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 2012

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 2012 COMUNICATO STAMPA GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 2012 UTILE NETTO: Euro 351,0 milioni, +422% MASSE AMMINISTRATE: Euro 51,6 miliardi, +12% RACCOLTA NETTA BANCA MEDIOLANUM: Euro 2.258 milioni ACQUISIZIONE DI

Dettagli

Sezione 8 - Il capitale, le riserve, il fondo per rischi bancari generali e le passività subordinate

Sezione 8 - Il capitale, le riserve, il fondo per rischi bancari generali e le passività subordinate Sezione 8 - Il capitale, le riserve, il fondo per rischi bancari generali e le passività subordinate Variazioni della voce 100 Fondo per rischi bancari generali Saldo al 1.1.2002... 516 Variazione dell

Dettagli

Gruppo Bancario Cassa di Risparmio di San Miniato Relazione sulla gestione relativa al bilancio consolidato

Gruppo Bancario Cassa di Risparmio di San Miniato Relazione sulla gestione relativa al bilancio consolidato Gruppo Bancario Cassa di Risparmio di San Miniato Relazione sulla gestione relativa al bilancio consolidato 238 Premessa Il Gruppo Bancario Cassa di Risparmio di San Miniato, con riferimento alle società

Dettagli

Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%)

Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%) 10/05/2013 COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al 31 marzo 2013 1 Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%) Vita: solida

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 Combined Ratio a 103,5%, in miglioramento rispetto al 108% di fine 2009 ed al 105% del primo trimestre 2010 Raccolta Danni

Dettagli

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 COMUNICATO STAMPA Nel 1H11: Ricavi consolidati: 174,0 milioni di euro (+1,4% sul 1H10) Utile ante imposte: 48,6 milioni di euro (+2,7% sul 1H10) Utile netto

Dettagli

Le banche e le assicurazioni

Le banche e le assicurazioni IV 1 La redditività delle banche quotate Nei primi nove mesi del 213 la redditività delle principali banche quotate, misurata rispetto agli attivi ponderati per il rischio (RWA), è stata connotata da andamenti

Dettagli

Informativa al pubblico

Informativa al pubblico ZENITH SERVICE S.P.A. Informativa al pubblico In ottemperanza alle norme relative alla vigilanza prudenziale sugli intermediari inscritti nell Elenco speciale ex art. 107 TUB (Circolare della Banca d Italia

Dettagli

Risultati consolidati al 31 marzo 2007 (schemi riclassificati confronto con il 31 marzo 2006)

Risultati consolidati al 31 marzo 2007 (schemi riclassificati confronto con il 31 marzo 2006) COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al 31 marzo 2007 (schemi riclassificati confronto con il 31 marzo 2006) UBI BANCA pro-forma (non inclusivi dell effetto dell appostazione della differenza di fusione)

Dettagli

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole continua a generare redditività malgrado

Dettagli

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013)

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013) COMUNICATO STAMPA ANIMA Holding: risultati esercizio 2014 Ricavi totali consolidati: 226,9 milioni (+3% sul 2013) Utile netto consolidato: 84,9 milioni (-29% sul 2013 che includeva proventi straordinari)

Dettagli

IL CREDITO A REGGIO EMILIA

IL CREDITO A REGGIO EMILIA Osservatorio economico, coesione sociali, legalità IL CREDITO A REGGIO EMILIA a cura di Matteo Ruozzi Responsabile Ufficio Studi, Statistica, Osservatori 16 giugno 2015 Provincia di Reggio Emilia Alcuni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2009 FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA DIRETTA VITA A 2.772 MILIONI DI EURO (+71,2%)

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2009 FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA DIRETTA VITA A 2.772 MILIONI DI EURO (+71,2%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2009 FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA DIRETTA VITA A 2.772 MILIONI DI EURO (+71,2%) RACCOLTA DIRETTA DANNI IN ASSESTAMENTO A 2.163 MILIONI

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2013 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2013 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2013 (principali evidenze) PRINCIPALI GRANDEZZE BANCARIE: CONFRONTO 2013 VS 2007 2007 2013 Prestiti all'economia (mld di euro) 1.673 1.851 Raccolta da clientela (mld di euro)

Dettagli

Approvati i risultati al 31 marzo 2015

Approvati i risultati al 31 marzo 2015 COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati al 31 marzo 2015 UTILE NETTO: 47,8 milioni ( 36,9 milioni al 31 marzo 2014, +29,4%) Ricavi totali: 137 milioni ( 113 milioni al 31 marzo 2014, +20,9%) Cost/Income

Dettagli

RISULTATI COMPREHENSIVE ASSESSMENT

RISULTATI COMPREHENSIVE ASSESSMENT PRESS RELEASE COMUNICATO STAMPA RISULTATI COMPREHENSIVE ASSESSMENT Positivo risultato dell AQR considerando le misure di patrimonializzazione già realizzate, pari a complessivi 1.021,2 milioni (aumento

Dettagli

il settore bancario italiano

il settore bancario italiano crescita e competitività alla luce delle nuove regole di mercato Roma, 9 giugno 215 il settore bancario italiano Giuseppe Lusignani Università di Bologna FORUM HR 215 Giuseppe Lusignani - giugno 215 1

Dettagli

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano Gregorio De Felice Chief Economist 1 Credito alle imprese in forte crescita negli ultimi 1 anni La recente flessione del credito segue un periodo

Dettagli

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO RICAVI IN PROGRESSO, IN PARTICOLARE IN INDIA E MAROCCO SOSTANZIALE STABILITA DEI VOLUMI DI VENDITA DI CEMENTO: LA DEBOLEZZA

Dettagli

INFORMAZIONI FINANZIARIE INFRANNUALI AL 30 GIUGNO 2010

INFORMAZIONI FINANZIARIE INFRANNUALI AL 30 GIUGNO 2010 INFORMAZIONI FINANZIARIE INFRANNUALI AL 30 GIUGNO 2010 Società Cooperativa Sede Sociale 47900 Rimini Via XX Settembre, 63 Iscritta al Registro Imprese C.C.I.A.A. di Rimini R.E.A. 287035 Codice Fiscale

Dettagli

BANCA CARIGE SpA - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15

BANCA CARIGE SpA - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 BANCA CARIGE SpA - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 340 SCHEDA DI SINTESI E INDICATORI DI GESTIONE Situazione al Variazione % 31/12/11 30/09/11 31/12/10

Dettagli

Risultati 2013 Banca Profilo e Controllate. 27 Marzo 2014

Risultati 2013 Banca Profilo e Controllate. 27 Marzo 2014 Risultati 2013 Banca Profilo e Controllate 27 Marzo 2014 Agenda Sintesi 2013 Commento ai risultati esercizio 2013 Analisi per segmento di business Conclusioni Allegati 2 Punti Base performance % Scenario

Dettagli

Gestione patrimoniale e finanziaria

Gestione patrimoniale e finanziaria Gestione patrimoniale e finanziaria Investimenti e disponibilità Operatività svolta nel corso del 2013 Durante il 2013 le politiche di investimento adottate dall area finanza hanno perseguito, in un ottica

Dettagli

ROAD SHOW 2008 Company Results

ROAD SHOW 2008 Company Results ROAD SHOW 2008 Company Results Milano, 24 marzo 2009 1 Relatori Luca Bronchi Direttore Generale Ugo Borgheresi Investor Relator 2 Agenda Company Highlights 31 Dicembre 2008 Linee Guida Piano Industriale

Dettagli

Andamento della gestione del Gruppo al 30 giugno 2015

Andamento della gestione del Gruppo al 30 giugno 2015 COMUNICATO STAMPA PRELIOS: APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 GIUGNO 2015 I RISULTATI SCONTANO LA TEMPORANEA FLESSIONE DELLE MASSE GESTITE IN ITALIA RIDOTTE A UN TERZO LA PERDITE RISPETTO ALLO STESSO PERIODO

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2012

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2012 RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2012 Presentazione alla comunità finanziaria Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 10 Maggio 2012 Risultato consolidato Area assicurativa AGENDA Area assicurativa

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015

COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015 COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015 Il Consiglio di Amministrazione di A2A S.p.A. ha esaminato e approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Margine Operativo Lordo, a 562 milioni di euro,

Dettagli

In cerca di un nuovo equilibrio

In cerca di un nuovo equilibrio Advisory In cerca di un nuovo equilibrio Le banche italiane tra qualità del credito, requisiti patrimoniali, recupero di redditività ed efficienza kpmg.com/it Indice Executive summary 4 Approccio metodologico

Dettagli

BANCA CARIGE SpA - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15

BANCA CARIGE SpA - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 BANCA CARIGE SpA - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 SCHEDA DI SINTESI E INDICATORI DI GESTIONE Situazione al Variazione % 31/12/09 30/9/09 31/12/08

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL BILANCIO CONSOLIDATO E IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE AL 31 DICEMBRE 2007 DATI DI BILANCIO

Dettagli

Base di Preparazione. Analisi dei Ricavi Semestrali

Base di Preparazione. Analisi dei Ricavi Semestrali COMUNICATO STAMPA CERVED INFORMATION SOLUTIONS: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO FIRMATO CONTRATTO DI FINANZIAMENTO FORWARD START DI EURO 660 MILIONI PER RIFINANZIARE A

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio consolidato 2012 Comunicazione ai sensi dell art.114, comma 5, del D.Lgs. 58/98

COMUNICATO STAMPA. Bilancio consolidato 2012 Comunicazione ai sensi dell art.114, comma 5, del D.Lgs. 58/98 COMUNICATO STAMPA Bilancio consolidato 2012 Comunicazione ai sensi dell art.114, comma 5, del D.Lgs. 58/98 Bologna, 24 aprile 2013 Con comunicazione del 17 aprile 2013, la Consob ha richiesto ad Unipol

Dettagli

Informativa al pubblico

Informativa al pubblico Informativa al pubblico Terzo pilastro di Basilea 3 al 30 settembre 2014 Introduzione A partire dal 1 gennaio 2014 è entrata in vigore la nuova disciplina per le banche e le imprese di investimento che

Dettagli

UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015. Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014)

UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015. Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014) Bologna, 7 agosto 2015 UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014) Raccolta diretta assicurativa a 7.284

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2015

Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2015 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2015 Risultati progressivi in forte miglioramento (EBITDA +23%). Indebitamento finanziario

Dettagli

Informativa Pubblica

Informativa Pubblica Informativa Pubblica - (Terzo Pilastro) 31 Dicembre 2011 Sigla Srl Indice del documento PREMESSA... 3 TAVOLA 1: ADEGUATEZZA PATRIMONIALE... 4 Informativa Qualitativa... 4 Informativa Quantitativa... 6

Dettagli

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro:

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro: MITTEL S.P.A. Sede in Milano - Piazza A. Diaz 7 Capitale sociale 66.000.000 i.v. Codice Fiscale - Registro Imprese di Milano - P. IVA 00742640154 R.E.A. di Milano n. 52219 Iscritta all U.I.C. al n. 10576

Dettagli

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%)

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA * * *

COMUNICATO STAMPA * * * COMUNICATO STAMPA UBI Banca supera il Comprehensive Assessment con livelli di patrimonializzazione ben al di sopra delle soglie minime richieste in tutti gli scenari, confermando la solidità e la qualità

Dettagli

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015 Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2015 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE 1.09 POLITICA FINANZIARIA

Dettagli