SERIE STORICA PRINCIPALI INDICI E PARAMETRI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SERIE STORICA PRINCIPALI INDICI E PARAMETRI"

Transcript

1 TASSO LEGALE La determinazione del TASSO LEGALE è prevista dall'articolo 1284 C.C. Sino alla fine del 1997 la misura di detto tasso è stata fissata con provvedimento legislativo. A partire dalla fine del 1997 (con decorrenza 1/1/98), il tasso legale viene determinato con Decreto Ministeriale, da emanare entro il 15 dicembre di ogni anno con decorrenza dal 1 g ennaio dell'anno successivo, sulla base del rendimento medio annuo lordo dei titoli di Stato di durata non superiore a 12 mesi e tenuto conto del tasso di inflazione registrato nell'anno. Decorrenza Tasso Decorrenza Tasso Decorrenza Tasso Decorrenza Tasso 21-apr-42 5,00% 1-gen-14 1,00% 16-dic-90 10,00% 1-gen-15 0,50% 1-gen-97 5,00% 1-gen-16 0,20% 1-gen-98 5,00% 1-gen-17 0,10% 1-gen-99 2,50% 1-gen-01 3,50% 1-gen-02 3,00% 1-gen-04 2,50% 1-gen-08 3,00% 1-gen-10 1,00% 1-gen-11 1,50% 1-gen-12 2,50% Serie storica principali indici e parametri Pag. 1 di 6

2 TASSI UFFICIALI DELLE OPERAZIONI DELL'EUROSISTEMA TASSO BCE: TASSO DI INTERESSE SULLE OPERAZIONI DI RIFINANZIAMENTO PRINCIPALE I tassi ufficiali delle operazioni dell Eurosistema sono fissati dal Consiglio direttivo della BCE. Il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principale (TASSO BCE) è il tasso applicato alle operazioni attraverso le quali le banche si procurano liquidità dalla Banca Centrale Europea; segnala al mercato l orientamento di politica monetaria. Decorrenza Tasso Decorrenza Tasso Decorrenza Tasso Decorrenza Tasso 1-gen-99 3,000% 13-dic-06 3,500% 14-apr-99 2,500% 14-mar-07 3,750% 10-nov-99 3,000% 13-giu-07 4,000% 9-feb-00 3,250% 9-lug-08 4,250% 22-mar-00 3,500% 15-ott-08 3,750% 4-mag-00 3,750% 12-nov-08 3,250% 15-giu-00 4,250% 10-dic-08 2,500% 6-set-00 4,500% 21-gen-09 2,000% 11-ott-00 4,750% 11-mar-09 1,500% 15-mag-01 4,500% 8-apr-09 1,250% 5-set-01 4,250% 13-mag-09 1,000% 19-set-01 3,750% 13-apr-11 1,250% 14-nov-01 3,250% 13-lug-11 1,500% 11-dic-02 2,750% 9-nov-11 1,250% 12-mar-03 2,500% 14-dic-11 1,000% 9-giu-03 2,000% 11-lug-12 0,750% 6-dic-05 2,250% 8-mag-13 0,500% 8-mar-06 2,500% 13-nov-13 0,250% 15-giu-06 2,750% 11-giu-14 0,150% 9-ago-06 3,000% 10-set-14 0,050% 11-ott-06 3,250% 16-mar-16 0,000% Serie storica principali indici e parametri Pag. 2 di 6

3 TASSI EURIBOR / 360 / 3 MESI Il parametro EURIBOR (Euro Interbank Offered Rate), in vigore dal 1/1/1999 in sostituzione del Ribor, è il tasso medio cui avvengono le transazioni finanziarie in euro tra le principali banche europee. E determinato ogni giorno sul mercato interbancario e dipende dal rapporto tra domanda e offerta di denaro in prestito. Il parametro utilizzato dalla Banca per l'indicizzazione dei tassi è di regola rappresentato dalla media mensile dei tassi Euribor/360 a 3 mesi oppure dal valore puntuale del tasso Euribor/360 a 3 mesi rilevato il penultimo giorno lavorativo del mese con decorrenza dal primo giorno del mese successivo. Mese di Media Giorno di Valore puntuale Mese di Media Giorno di Valore puntuale gen-14 0,291% 30-gen-14 0,298% gen-17-0,325% 30-gen-17-0,328% feb-14 0,289% 27-feb-14 0,286% feb-17-0,328% 27-feb-17-0,329% mar-14 0,303% 28-mar-14 0,310% mar-17-0,329% 30-mar-17-0,330% apr-14 0,327% 29-apr-14 0,347% apr-17-0,330% 27-apr-17-0,329% mag-14 0,328% 29-mag-14 0,310% mag-17-0,329% 30-mag-17-0,329% giu-14 0,251% 27-giu-14 0,207% giu-17-0,330% 29-giu-17-0,331% lug-14 0,205% 30-lug-14 0,209% lug-17-0,331% 28-lug-17-0,329% ago-14 0,196% 28-ago-14 0,167% ago-17-0,329% 30-ago-17-0,330% set-14 0,105% 29-set-14 0,083% set-17-0,329% 28-set-17-0,329% ott-14 0,082% 30-ott-14 0,086% nov-14 0,081% 28-nov-14 0,082% dic-14 0,081% 30-dic-14 0,078% gen-15 0,065% 29-gen-15 0,052% feb-15 0,050% 26-feb-15 0,040% mar-15 0,029% 30-mar-15 0,018% apr-15 0,007% 29-apr-15-0,005% mag-15-0,010% 28-mag-15-0,013% giu-15-0,014% 29-giu-15-0,016% lug-15-0,018% 30-lug-15-0,023% ago-15-0,027% 28-ago-15-0,033% set-15-0,036% 29-set-15-0,041% ott-15-0,051% 30-ott-15-0,068% nov-15-0,083% 27-nov-15-0,113% dic-15-0,125% 30-dic-15-0,132% gen-16-0,143% 28-gen-16-0,160% feb-16-0,180% 26-feb-16-0,202% mar-16-0,225% 30-mar-16-0,243% apr-16-0,248% 28/4/216-0,252% mag-16-0,256% 30-mag-16-0,261% giu-16-0,266% 29-giu-16-0,282% lug-16-0,293% 28-lug-16-0,296% ago-16-0,298% 30-ago-16-0,299% set-16-0,301% 29-set-16-0,301% ott-16-0,308% 28-ott-16-0,313% nov-16-0,313% 29-nov-16-0,314% dic-16-0,315% 29-dic-16-0,319% Serie storica principali indici e parametri Pag. 3 di 6

4 TASSI IRS Tasso IRS (Interest Rate Swap) è il tasso utilizzato a livello interbancario per le operazioni di copertura del rischio tasso. Il tasso IRS utilizzato dalla Banca è quello rilevato il giorno 15 (o, se festivo, il primo giorno lavorativo successivo) di ciascun mese. Anno Giorno/Mese 2 anni 5 anni 10 anni 15 anni 20 anni 25 anni gen 0,540% 1,210% 2,110% 2,560% 2,710% 2,750% feb 0,450% 1,020% 1,910% 2,350% 2,510% 2,550% mar 0,490% 0,980% 1,810% 2,260% 2,430% 2,490% apr 0,460% 0,920% 1,750% 2,200% 2,370% 2,420% mag 0,400% 0,760% 1,560% 2,020% 2,210% 2,260% giu 0,320% 0,700% 1,550% 2,020% 2,220% 2,290% lug 0,330% 0,630% 1,400% 1,850% 2,040% 2,110% ago 0,310% 0,580% 1,260% 1,650% 1,830% 1,890% set 0,220% 0,510% 1,220% 1,670% 1,870% 1,980% ott 0,210% 0,420% 1,000% 1,400% 1,590% 1,690% nov 0,220% 0,430% 1,010% 1,420% 1,620% 1,710% dic 0,210% 0,400% 0,890% 1,230% 1,400% 1,480% gen 0,130% 0,310% 0,730% 1,010% 1,170% 1,250% feb 0,150% 0,310% 0,700% 0,950% 1,090% 1,160% mar 0,110% 0,300% 0,620% 0,810% 0,910% 0,950% apr 0,080% 0,210% 0,500% 0,680% 0,760% 0,790% mag 0,130% 0,410% 0,940% 1,230% 1,320% 1,350% giu 0,180% 0,570% 1,170% 1,470% 1,590% 1,610% lug 0,120% 0,470% 1,160% 1,520% 1,680% 1,740% ago 0,100% 0,400% 1,000% 1,340% 1,470% 1,510% set 0,090% 0,420% 1,070% 1,440% 1,620% 1,640% ott 0,050% 0,350% 0,960% 1,330% 1,490% 1,510% nov 0,050% 0,250% 0,920% 1,330% 1,520% 1,580% dic -0,030% 0,320% 1,000% 1,380% 1,560% 1,600% gen -0,070% 0,230% 0,840% 1,240% 1,410% 1,450% feb -0,140% 0,080% 0,630% 0,960% 1,090% 1,130% mar -0,130% 0,090% 0,670% 1,030% 1,170% 1,190% apr -0,140% 0,010% 0,530% 0,880% 1,020% 1,050% mag -0,150% 0,020% 0,550% 0,900% 1,060% 1,100% giu -0,160% -0,040% 0,460% 0,790% 0,920% 0,960% lug -0,220% -0,120% 0,350% 0,690% 0,800% 0,830% ago -0,200% -0,110% 0,340% 0,640% 0,770% 0,800% set -0,220% -0,100% 0,410% 0,730% 0,890% 0,920% ott -0,190% -0,060% 0,430% 0,780% 0,910% 0,950% nov -0,120% 0,150% 0,700% 1,030% 1,160% 1,190% dic -0,140% 0,150% 0,810% 1,190% 1,340% 1,400% gen -0,180% 0,090% 0,690% 1,080% 1,250% 1,320% feb -0,120% 0,180% 0,810% 1,220% 1,410% 1,470% mar -0,110% 0,280% 0,870% 1,240% 1,400% 1,460% apr -0,160% 0,110% 0,680% 1,030% 1,180% 1,220% mag -0,140% 0,220% 0,830% 1,220% 1,410% 1,460% giu -0,180% 0,150% 0,780% 1,170% 1,350% 1,420% lug -0,130% 0,320% 0,970% 1,350% 1,520% 1,600% ago -0,170% 0,220% 0,890% 1,290% 1,440% 1,530% set -0,160% 0,220% 0,890% 1,310% 1,490% 1,560% Serie storica principali indici e parametri Pag. 4 di 6

5 TASSI LIBOR Il tasso LIBOR indica il London Interbank Offered Rate, un tasso di per i mercati finanziari; è calcolato giornalmente dalla British Bankers' Association in base ai tassi d'interesse richiesti per cedere a prestito depositi in una data divisa (sterlina inglese, dollaro USA, franco svizzero, euro o yen giapponese) da parte delle principali banche operanti sul mercato interbancario londinese. Il tasso Libor utilizzato dalla Banca è quello rilevato puntualmente il primo giorno lavorativo di ciascun mese. Anno Giorno/Mese USD GBP CHF JPY gen 0,998720% 0,370250% -0,727200% -0,029430% feb 1,034560% 0,355880% -0,728600% 0,002430% mar 1,092780% 0,350250% -0,726000% -0,015430% apr 1,149830% 0,339310% -0,729600% 0,021640% mag 1,173720% 0,323690% -0,732000% -0,000430% giu 1,218060% 0,292560% -0,729600% -0,011790% lug 1,300720% 0,303880% -0,729000% 0,000570% ago 1,310560% 0,285440% -0,725600% -0,014210% set 1,316110% 0,276500% -0,726200% -0,029210% ott 1,335560% 0,335630% -0,726000% -0,050860% Serie storica principali indici e parametri Pag. 5 di 6

6 PRIME RATE ABI Il Comitato Esecutivo dell A.B.I. (Associazione Bancaria Italiana) ha deliberato, a decorrere dal 1 g ennaio 2005, la cessazione della rilevazione del cosiddetto PRIME RATE, spesso utilizzato quale parametro di indicizzazione dei tassi nelle operazioni tra banche e clienti. Ai fini della prosecuzione dei contratti, la BCC ha individuato (e rinegoziato con la clientela interessata) un nuovo parametro di indicizzazione: Euribor/360 - Euro Interbank Offered Rate divisore a tre mesi. Giorno/Mese gen 6,250% 8,000% 7,250% 7,375% 7,125% 31-gen 6,250% 8,000% 7,250% 7,375% 7,125% 15-feb 6,500% 8,000% 7,250% 7,375% 7,125% 28-feb 6,500% 8,000% 7,250% 7,375% 7,125% 15-mar 6,500% 8,000% 7,250% 7,375% 7,125% 31-mar 6,750% 8,000% 7,250% 7,375% 7,125% 15-apr 6,750% 8,000% 7,250% 7,375% 7,125% 30-apr 6,750% 8,000% 7,250% 7,375% 7,125% 15-mag 7,000% 7,875% 7,250% 7,375% 7,125% 31-mag 7,000% 7,875% 7,250% 7,375% 7,125% 15-giu 7,500% 7,875% 7,250% 7,250% 7,125% 30-giu 7,500% 7,875% 7,250% 7,125% 7,125% 15-lug 7,500% 7,875% 7,375% 7,125% 7,125% 31-lug 7,500% 7,875% 7,375% 7,125% 7,125% 15-ago 7,500% 7,875% 7,375% 7,125% 7,125% 31-ago 7,500% 7,875% 7,375% 7,125% 7,125% 15-set 7,750% 7,750% 7,375% 7,125% 7,125% 30-set 7,750% 7,500% 7,375% 7,125% 7,125% 15-ott 8,000% 7,500% 7,375% 7,125% 7,125% 31-ott 8,000% 7,500% 7,375% 7,125% 7,125% 15-nov 8,000% 7,375% 7,375% 7,125% 7,125% 30-nov 8,000% 7,250% 7,375% 7,125% 7,125% 15-dic 8,000% 7,250% 7,375% 7,125% 7,125% 31-dic 8,000% 7,250% 7,375% 7,125% 7,125% Serie storica principali indici e parametri Pag. 6 di 6

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Febbraio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Febbraio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Febbraio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine gennaio 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.805,7 miliardi di

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine maggio 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.800 miliardi di euro

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine giugno 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.805,5 miliardi di euro

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Maggio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Maggio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Maggio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine aprile 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.799,6 miliardi di euro

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Aprile 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Aprile 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Aprile 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine marzo 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.804,3 miliardi di euro

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.807,7 miliardi di euro (cfr.

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Dicembre 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Dicembre 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Dicembre 2016 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A novembre 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.814,5 miliardi di euro

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2014 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2014 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2014 (principali evidenze) 1. A novembre 2014 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.813,3 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2016 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A ottobre 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.804,3 miliardi di euro

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2016 (principali evidenze) 1. A maggio 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.817,6 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2016 (principali evidenze) 1. A giugno 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.825,9 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2015 (principali evidenze) 1. Ad ottobre 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.814,5 miliardi di euro (cfr. Tabella 1)

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Marzo 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Marzo 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Marzo 2016 (principali evidenze) 1. A febbraio 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.826,8 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Aprile 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Aprile 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Aprile 2015 (principali evidenze) 1. A marzo 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.820 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2015 (principali evidenze) 1. A febbraio 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.821 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Moneta e banche Nuova serie 7 Anno XXIII - 8 Febbraio 2013 Avviso AVVISO Il Supplemento è articolato in tre sezioni: 1. Statistiche

Dettagli

PROSPETTO MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE. (ai sensi del D.L. 185/2008)

PROSPETTO MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE. (ai sensi del D.L. 185/2008) Denominazione e forma giuridica: Banca di Credito Cooperativo Agrigentino Società Cooperativa Sede legale ed amministrativa: 92100 - Agrigento (AG) Viale Leonardo Sciascia 158 - Indirizzo interner ed e-mail:

Dettagli

Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Da Agosto 2008 ad Aprile 2012

Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Da Agosto 2008 ad Aprile 2012 Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Benzina verde con servizio alla pompa Ago-08 Set-08 Ott-08 Nov-08 Dic-08 Firenze 1,465

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Moneta e banche Nuova serie 12 Anno XXI - 8 Marzo 2011 Avviso AVVISO A partire dal Supplemento n. 7 dell'8 febbraio 2011, vengono pubblicate

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 19 luglio 2017 Lievi miglioramenti I dati del sistema bancario italiano 1 relativi al mese di maggio hanno mostrato lievi miglioramenti nei principali indicatori. Per quel che

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI OSSERVATORIO ECONOMICO IRDCEC GENNAIO 2014 a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 14 Gennaio 2013 Tenui segnali di ripresa TENUI SEGNALI DI RIPRESA Alla fine del 2012 sono emersi primi segnali di interruzione della fase di contrazione degli impieghi. Su base

Dettagli

FOGLIO COMPARATIVO MUTUI PRIMA CASA

FOGLIO COMPARATIVO MUTUI PRIMA CASA 1/5 INFORMAZIONI SULLA BANCA B.C.C. DI OPPIDO L. E RIPACANDIDA VIA ROMA 67 85015 OPPIDO LUCANO (PZ) Tel.: 0971/945055 Fax: 0971/945788 Email: bccor@eurekaibs.it / sito internet: www.bccor.com Registro

Dettagli

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO Regulated by RICS IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO dagli anni 60 al 31/12/2015 (con ipotesi di andamento del mercato sino al 2027) Copyright Marzo 2016 Reddy s Group srl- Real Estate Advisors

Dettagli

MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME.

MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. TURNI FARMACIE APRILE 2016 Sab. 2 apr. Dom. 3 apr. Sab. 9 apr. Dom. 10 apr. Sab. 16 apr. Dom. 17 apr. Sab. 23 apr. Dom. 24 apr. Lun. 25 apr. Sab. 30 apr. Dom. 1 mag. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME.

Dettagli

I. CARATTERISTICHE TIPICHE DELLE VARIE TIPOLOGIE DI MUTUO:

I. CARATTERISTICHE TIPICHE DELLE VARIE TIPOLOGIE DI MUTUO: Infor mativa mutui ipotecari prima casa ai sensi del D.L. n. 185/2008 Aggiornato febbraio 2016 Cassa Rurale Centrofiemme Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede legale in Cavalese, P.zza

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI OSSERVATORIO ECONOMICO IRDCEC LUGLIO-AGOSTO 2013 GRAFICI a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

Dettagli

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Gianfranco Torriero

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Gianfranco Torriero Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia Roma, 24 maggio 2010 Gianfranco Torriero Agenda 1 > Roe: determinanti della redditività 2 > La qualità del credito e l adeguatezza patrimoniale 3 > Attivi

Dettagli

MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE SCHEDA INFORMATIVA SINTETICA

MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE SCHEDA INFORMATIVA SINTETICA Banca Picena Trentina Credito Cooperativo S.c.r.l. Sede Legale: Acquaviva Picena (AP) - via G. Leopardi n. 23 e-mail: banca@bptcc.bcc.it Codice ABI: 08332 Iscritta all albo delle banche tenuto dalla Banca

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI OSSERVATORIO ECONOMICO IRDCEC OTTOBRE 2013 - GRAFICI a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI

Dettagli

Unipol Assicurazioni SpA Cumulative Auto Bologna 12/01/2015 11:18

Unipol Assicurazioni SpA Cumulative Auto Bologna 12/01/2015 11:18 ESER. POL AGEN. POL RAMO POL NUM. POL. ESER. SIN AGEN. SIN. NUM. SIN RAMO SIN. ISPETTORATO DATA AVVENIM. DATA CHIUSURATIPO DEN. TIPO CHIUSTP RESP ASSICURATO PREVENTIVO PAGATO DA RECUPERARE 2007 1467 130

Dettagli

DATA DI AGGIORNAMENTO : 7 luglio 2015

DATA DI AGGIORNAMENTO : 7 luglio 2015 FOGLIO COMPARATIVO DEI MUTUI DA OFFERTI DALLA BANCA DESTINATI ALL ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE - Documento redatto ai sensi del D.L. 185/08 e successive disposizioni di Vigilanza in materia di trasparenza

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 11 febbraio 2016 Rischio sotto controllo I dati di dicembre 2015 del sistema bancario italiano 1 mostrano un rallentamento delle sofferenze. Questo dato è confortante visto che

Dettagli

tasso: Rimborso a rate mensili ultimo giorno del mese di ogni anno. 1. Periodo di preammortamento

tasso: Rimborso a rate mensili ultimo giorno del mese di ogni anno. 1. Periodo di preammortamento Siena 1-1 - 2013 Mutui Ipotecari destinati ad acquisto di abitazione principale. D.L. n. 185 2008 e successive Disposizioni di Vigilanza di Banca d Italia del luglio 2009 Gentile Cliente, il presente documento

Dettagli

ARTICOLI LA RISPOSTA DELLA BCE ALLA CRISI FINANZIARIA

ARTICOLI LA RISPOSTA DELLA BCE ALLA CRISI FINANZIARIA ARTICOLI LA RISPOSTA DELLA ALLA CRISI FINANZIARIA 1 INTRODUZIONE Ottobre 21 61 Figura 1 Illustrazione stilizzata del meccanismo di trasmissione dai tassi di interesse ufficiali ai prezzi 2 LA TR ASMISSIONE

Dettagli

I MERCATI FINANZIARI : ALCUNE DEFINIZIONI

I MERCATI FINANZIARI : ALCUNE DEFINIZIONI I MERCATI FINANZIARI : ALCUNE DEFINIZIONI 1 I MERCATI FINANZIARI: ALCUNE DEFINIZIONI -EURIBOR (Euro Interbank Offered Rate): - è il tasso di interesse prevalente sul mercato dei depositi interbancari per

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Aggregati monetari e creditizi dell area dell euro: le componenti italiane Nuova serie Anno XII Numero 29-3 Giugno 2002 BANCA D ITALIA

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 11 marzo 2016 A passo di gambero I dati di gennaio 2016 del sistema bancario italiano 1 mostrano ancora una volta una situazione incerta. È indubbio che lo scenario sia migliorato

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2013 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2013 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2013 (principali evidenze) 1. A giugno 2013 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.893 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è sempre

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Gennaio 2015 (principali evidenze con i dati di fine 2014)

RAPPORTO MENSILE ABI Gennaio 2015 (principali evidenze con i dati di fine 2014) RAPPORTO MENSILE ABI Gennaio 2015 (principali evidenze con i dati di fine 2014) 1. A fine 2014 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.820,6 miliardi di euro

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 13 gennaio 2014 Credito senza ripresa Continua la flessione degli impieghi, in presenza di un forte deterioramento del credito. Il settore bancario sembra ancora lontano dall

Dettagli

Attività economica e occupazione. L'inflazione. Il credito. Le previsioni macroeconomiche

Attività economica e occupazione. L'inflazione. Il credito. Le previsioni macroeconomiche NUMERO 18 APRILE 216 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

PROCESSO PER LA DETERMINAZIONE DEI PREZZI DEGLI STRUMENTI FINANZIARI...2

PROCESSO PER LA DETERMINAZIONE DEI PREZZI DEGLI STRUMENTI FINANZIARI...2 Processo per la determinazione dei prezzi degli Strumenti Finanziari - ESTRATTO - I N D I C E PROCESSO PER LA DETERMINAZIONE DEI PREZZI DEGLI STRUMENTI FINANZIARI...2 1.- Fasi di applicazione del modello...2

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 117 GENNAIO 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

Attività economica e occupazione. L'inflazione. Il credito. Le previsioni macroeconomiche

Attività economica e occupazione. L'inflazione. Il credito. Le previsioni macroeconomiche NUMERO 16 FEBBRAIO 216 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 11 GIUGNO 216 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2014 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2014 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2014 (principali evidenze) 1. A febbraio 2014 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.855 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Contribuenti Scadenza Denominazione Descrizione

Contribuenti Scadenza Denominazione Descrizione Contribuenti Scadenza Denominazione Descrizione 10-gen colf e badanti (4^ trimestre anno precedente) contributi Inail (4^ rata anno precedente) 16-gen coltivatori e (PC/CF) (4^ rata anno precedente) e

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2013 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2013 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2013 (principali evidenze) PRINCIPALI GRANDEZZE BANCARIE: CONFRONTO 2013 VS 2007 2007 2013 Prestiti all'economia (mld di euro) 1.673 1.851 Raccolta da clientela (mld di euro)

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) Ita-coin

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) Ita-coin NUMERO 114 OTTOBRE 216 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 12 SETTEMBRE 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

Indice. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

Indice. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) Numero 1 Agosto 21 Indice Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 119 MARZO 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

Dipartimento di economia e statistica

Dipartimento di economia e statistica NUMERO 118 FEBBRAIO 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia

Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia Roma, 14 dicembre 2012 Alcuni fatti Le imprese in Italia - attive: 5.300.000 - con debiti bancari > 30.000 euro: 1.900.000

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 10 settembre 2014 Situazione duale I dati presentati in questo aggiornamento mostrano una frattura tra la situazione delle famiglie e quella delle imprese. Mentre nel primo caso

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4vm - Finanziamento all importazione (offerto ai soli non consumatori)

FOGLIO INFORMATIVO. 4vm - Finanziamento all importazione (offerto ai soli non consumatori) Pagina 1/9 FOGLIO INFORMATIVO 4vm - Finanziamento all importazione (offerto ai soli non consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18

Dettagli

Ente: COMUNE DI PORTICI

Ente: COMUNE DI PORTICI MUTUI IN AMMORTAMENTO ANNO 2010 CASSA DD.PP. Ente: COMUNE DI PORTICI Tipo opera: Edilizia pubblica e sociale-immobile 4502930/00 21-dic-06 200.000,00 01-gen-07 30-giu-10 179.465,06 3.676,97 3.748,13 7.425,10

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2015 (principali evidenze) 1. A giugno 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.833 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Giugno 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Giugno 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Giugno 2015 (principali evidenze) 1. A maggio 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.815 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Avvertenza: l ammontare del tasso è quello rilevato alla data di pubblicazione del presente documento. Si tratta, pertanto, di un mero esempio

Avvertenza: l ammontare del tasso è quello rilevato alla data di pubblicazione del presente documento. Si tratta, pertanto, di un mero esempio Siena 01-09-2010 Mutui Ipotecari destinati ad acquisto di abitazione principale. D.L. n. 185 2008 e successive Disposizioni di Vigilanza di Banca d Italia del luglio 2009 Gentile Cliente, il presente documento

Dettagli

Dato il carattere rotativo dell affidamento, l estinzione dei singoli utilizzi ripristina una corrispondente disponibilità.

Dato il carattere rotativo dell affidamento, l estinzione dei singoli utilizzi ripristina una corrispondente disponibilità. INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI IMPORT Banca del Veneziano Banca di Credito Cooperativo del Veneziano Soc. Coop. Sede Legale: Via Villa, 147 30010 Bojon di Campolongo Maggiore

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Maggio 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Maggio 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Maggio 2015 (principali evidenze) 1. Ad aprile 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.825,8 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 126 OTTOBRE 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Maggio 2014 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Maggio 2014 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Maggio 2014 (principali evidenze) 1. Ad aprile 2014 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.848 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4ve - Finanziamento operazioni commerciali in divisa (offerto ai soli non consumatori)

FOGLIO INFORMATIVO. 4ve - Finanziamento operazioni commerciali in divisa (offerto ai soli non consumatori) Pagina 1/9 FOGLIO INFORMATIVO 4ve - Finanziamento operazioni commerciali in divisa (offerto ai soli non consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei

Dettagli

Turnover dei mercati dei cambi e dei prodotti derivati in Italia (milioni di dollari USA e valori percentuali)

Turnover dei mercati dei cambi e dei prodotti derivati in Italia (milioni di dollari USA e valori percentuali) Tavola 1 Turnover dei mercati dei cambi e dei prodotti derivati in Italia Categoria Campione Sistema bancario mensile Quota percentuale Valore giornaliero mensile Quota percentuale Valore giornaliero Mercato

Dettagli

ESERCIZI ALBERGHIERI N. Letti Camere Bagni. Tavola 8.2 Arrivi e presenze negli esercizi alberghieri per categoria - Anni

ESERCIZI ALBERGHIERI N. Letti Camere Bagni. Tavola 8.2 Arrivi e presenze negli esercizi alberghieri per categoria - Anni capitolo 8 turismo Tavola 8.1 Consistenza degli esercizi ricettivi alberghieri Anni 20002004 ANNO ESERCIZI ALBERGHIERI N. Letti Camere Bagni 2000 802 78.480 39.194 38.295 2001 768 74.968 37.968 2002 768

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2016 (principali evidenze) 1. A fine 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.830,2 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Istituzioni finanziarie monetarie: banche e fondi comuni monetari Nuova serie Anno XV Numero 18-1 Aprile 2005 BANCA D ITALIA - CENTRO

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Settembre 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Settembre 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Settembre 2015 (principali evidenze) 1. Ad agosto 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.825 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Foglio Comparativo dei mutui per acquisto abitazione principale

Foglio Comparativo dei mutui per acquisto abitazione principale Foglio Comparativo dei mutui per acquisto abitazione principale Ai sensi dell art. 2, comma 5 del DL 29/11/2008, n. 185, recante Misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa

Dettagli

Nextam Partners NEXTAM PARTNERS BILANCIATO. Rapporto Mensile - agosto 2016. Asset allocation al 31 agosto 2016 Prime 5 Obbligazioni al 31 agosto 2016

Nextam Partners NEXTAM PARTNERS BILANCIATO. Rapporto Mensile - agosto 2016. Asset allocation al 31 agosto 2016 Prime 5 Obbligazioni al 31 agosto 2016 Benchmark: 100% Benchmark NP Bilanciato 2 Categoria Assogestioni: Bilanciato Nextam Partners Asset allocation al 31 agosto 2016 Prime 5 Obbligazioni al 31 agosto 2016 % Patrimonio Netto 1 BTP ITALIA 1.65%

Dettagli

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE Roma, 1 settembre 2016 IL TURNOVER DEI MERCATI DEI CAMBI E DEI DERIVATI OTC SU VALUTE E TASSI DI INTERESSE

Dettagli

Il calcolo delle sanzioni civili. Strumenti operativi

Il calcolo delle sanzioni civili. Strumenti operativi Il calcolo delle sanzioni civili Strumenti operativi GHERARDO CHIANCONE INPS SEDE DI MILANO Il calcolo delle sanzioni civili - principi generali E di fondamentale importanza, alla luce dei criteri per

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4ve Finanziamento operazioni commerciali in divisa (offerto ai soli non consumatori)

FOGLIO INFORMATIVO. 4ve Finanziamento operazioni commerciali in divisa (offerto ai soli non consumatori) Pagina 1/10 FOGLIO INFORMATIVO 4ve Finanziamento operazioni commerciali in divisa (offerto ai soli non consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei

Dettagli

Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere 4 trimestre 2015

Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere 4 trimestre 2015 Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere 4 trimestre 2015 2015: 0,95 % 4 trimestre 2015: 2,45 % Rendimento positivo per il quarto anno consecutivo Immobili ai massimi storici Quota in franchi

Dettagli

1-Scheda Obiettivo-ISTRUTTORIA ED APPROVAZIONE STRUMENTI URBANISTICI ESECUTIVI, REGOLAMENTI E PROGETTI URBANISTICI

1-Scheda Obiettivo-ISTRUTTORIA ED APPROVAZIONE STRUMENTI URBANISTICI ESECUTIVI, REGOLAMENTI E PROGETTI URBANISTICI -Scheda Obiettivo-ISTRUTTORIA ED APPROVAZIONE STRUMENTI URBANISTICI ESECUTIVI, REGOLAMENTI E PROGETTI URBANISTICI Servizio : Responsabile :!" #! $% CdC/Ufficio : Obiettivo : &' % Unità di Operazio Tipo

Dettagli

Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere 3 trimestre 2015

Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere 3 trimestre 2015 Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere 3 trimestre 2015 Da inizio anno 2015: 1,47% 3 trimestre 2015: 1,31% Ulteriore calo del rendimento dell Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere

Dettagli

AZIMUT SGR SpA FORMULA 1 LOW RISK FORMULA 1 CONSERVATIVE FORMULA 1 BALANCED FORMULA 1 RISK FORMULA 1 HIGH RISK PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO

AZIMUT SGR SpA FORMULA 1 LOW RISK FORMULA 1 CONSERVATIVE FORMULA 1 BALANCED FORMULA 1 RISK FORMULA 1 HIGH RISK PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO AZIMUT SGR SpA SISTEMA FORMULA 1 FORMULA 1 LOW RISK FORMULA 1 CONSERVATIVE FORMULA 1 BALANCED FORMULA 1 RISK FORMULA 1 HIGH RISK PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO ILLUSTRAZIONE DEI DATI STORICI DI RISCHIO/RENDIMENTO,

Dettagli

Bollettino Economico AppEndicE statistica numero 51 Gennaio 2008

Bollettino Economico AppEndicE statistica numero 51 Gennaio 2008 Bollettino Economico Appendice statistica Numero 51 Gennaio 2008 AVVERTENZE Le elaborazioni, salvo diversa indicazione, sono eseguite dalla Banca d Italia. Segni convenzionali: il fenomeno non esiste;...

Dettagli

6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA

6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA 6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA Monica Cellerino, Responsabile Territorio Lombardia Giugno 2012 AGENDA LE BANCHE ITALIANE: ESPOSIZIONE VERSO I PAESI IN DIFFICOLTÀ, RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE BASILEA

Dettagli

desideriamo comunicarle i dati relativi alla Sua polizza aggiornati al 31/12/2015.

desideriamo comunicarle i dati relativi alla Sua polizza aggiornati al 31/12/2015. SOCIETÀ CATTOLICA DI ASSICURAZIONE Sede operativa: Via C.Ederle, 45 37126 Verona VR CPSC - 2218 - MILANO CP - 03804 GENT. SIG.RA LOREDANA CESARE VIA TRIPOLI 16 10060 CASTAGNOLE PIEMONTE TO Verona, 09 marzo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti all'importazione INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'E' IL FINANZIAMENTO ALL'IMPORTAZIONE CONDIZIONI ECONOMICHE TASSI

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti all'importazione INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'E' IL FINANZIAMENTO ALL'IMPORTAZIONE CONDIZIONI ECONOMICHE TASSI FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti all'importazione INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Centro Emilia Credito Cooperativo Via Statale, 39 44042 Corporeno (Ferrara) Tel.: 051972711 Fax 051972246 E-mail: Email@bancacentroemilia.it

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Ottobre 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Ottobre 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Ottobre 2015 (principali evidenze) 1. A settembre 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.825 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere 1 trimestre 2017

Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere 1 trimestre 2017 Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere 1 trimestre 217 Da inizio anno 217: 2,76% 1 trimestre 217: 2,76% Record storico a inizio anno per l Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere

Dettagli

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 RAPPORTI DI LAVORO ATTIVATI (1) NEI MESI GENNAIO-MARZO DEGLI ANNI 2013, 2014 E 2015 A. NUOVI RAPPORTI DI LAVORO A1. Assunzioni a tempo indeterminato gen-mar

Dettagli

BANCA POPOLARE DI RAVENNA

BANCA POPOLARE DI RAVENNA BANCA POPOLARE DI RAVENNA Società per Azioni Ravenna, Via A.Guerrini 14 ------- Iscritta nell Albo delle Banche al n.1161 Gruppo bancario Banca popolare dell Emilia Romagna Attività di direzione e coordinamento:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4vm Finanziamento all importazione

FOGLIO INFORMATIVO. 4vm Finanziamento all importazione Pagina 1/6 INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO 4vm Finanziamento all importazione CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.: 0588 91111-

Dettagli

Policy di valutazione e pricing delle obbligazioni emesse dalla BCC UMBRIA Credito Cooperativo. Documento di sintesi

Policy di valutazione e pricing delle obbligazioni emesse dalla BCC UMBRIA Credito Cooperativo. Documento di sintesi Policy di valutazione e pricing delle obbligazioni emesse dalla BCC UMBRIA Credito Cooperativo Documento di sintesi Edizione Agosto 2016 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. METODOLOGIA DI PRICING... 3 2.1 PRICING...

Dettagli

IL CREDITO A REGGIO EMILIA

IL CREDITO A REGGIO EMILIA Osservatorio economico, coesione sociale, legalità IL CREDITO A REGGIO EMILIA Seminario sul credito 7 dicembre 2011 - ore 15,00 A cura Servizio Studi - Statistica Sala Grasselli - Camera di commercio 2

Dettagli

LIBRETTO AL PORTATORE

LIBRETTO AL PORTATORE INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Rurale Valsugana e Tesino Banca di Credito Cooperativo FOGLIO INFORMATIVO Deposito Risparmio al Portatore in Divisa Residente Sede legale : Piazza Municipio 11 38059 Castel

Dettagli

Bollettino Economico APPENDICE STATISTICA. Numero 1 / 2015 Gennaio

Bollettino Economico APPENDICE STATISTICA. Numero 1 / 2015 Gennaio Bollettino Economico APPENDICE STATISTICA Numero 1 / 2015 Gennaio AVVERTENZE Le elaborazioni, salvo diversa indicazione, sono eseguite dalla Banca d Italia. Segni convenzionali: il fenomeno non esiste;...

Dettagli

CASSA DI RISPARMIO DI CESENA S.P.A

CASSA DI RISPARMIO DI CESENA S.P.A CASSA DI RISPARMIO DI CESENA S.P.A CONDIZIONI DEFINITIVE relative all OFFERTA di CASSA DI RISPARMIO DI CESENA S.P.A. A TASSO VARIABILE Cassa di Risparmio di Cesena S.p.A. 27/05/2008-27/05/2010 T.V. Serie

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4vm Finanziamento all importazione (offerto ai soli non consumatori)

FOGLIO INFORMATIVO. 4vm Finanziamento all importazione (offerto ai soli non consumatori) Pagina 1/10 FOGLIO INFORMATIVO 4vm Finanziamento all importazione (offerto ai soli non consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18

Dettagli

FINANZIAMENTI ESTERO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI

FINANZIAMENTI ESTERO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI FINANZIAMENTI ESTERO Foglio informativo in ottemperanza alle disposizioni di cui alla delibera CICR del 4 marzo 2003 e alle successive Istruzioni di Vigilanza della Banca d Italia del 15 luglio 2015 INFORMAZIONI

Dettagli

Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere 4 trimestre 2016

Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere 4 trimestre 2016 Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere 4 trimestre 216 Da inizio anno 216: 3,87% 4 trimestre 216:,63% Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere a un massimo storico a fine anno Massimo

Dettagli

Crescere attraverso la rete di vendita e le attività commerciali Le attività commerciali

Crescere attraverso la rete di vendita e le attività commerciali Le attività commerciali Crescere attraverso la rete di vendita e le attività commerciali Le attività commerciali Antonio Catalani Indice dai problemi alle soluzioni come individuare le opportunità di crescita nell ambito commerciale

Dettagli

Tesoreria, Finanza e Risk Management per gli Enti Locali. Analisi del Debito

Tesoreria, Finanza e Risk Management per gli Enti Locali. Analisi del Debito Tesoreria, Finanza e Risk Management per gli Enti Locali Analisi del Debito COMUNE DI MONTECATINI TERME 3 giugno 2008 1. Introduzione La valutazione del debito del Comune di Montecatini Terme è stata elaborata

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4vl Finanziamento utilizzabile in valuta (offerto ai consumatori e ai non consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO. 4vl Finanziamento utilizzabile in valuta (offerto ai consumatori e ai non consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA Pagina 1/11 FOGLIO INFORMATIVO 4vl Finanziamento utilizzabile in valuta (offerto ai consumatori e ai non consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A.

Dettagli