CCNL I N D U S T R I A A L B E R G H I E R A & R I S T O R A Z I O N E

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CCNL I N D U S T R I A A L B E R G H I E R A & R I S T O R A Z I O N E"

Transcript

1 CCNL I N D U S T R I A A L B E R G H I E R A & R I S T O R A Z I O N E PARERE CONCERNENTE L APPLICAZIONE DEL CCNL DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE NEGLI ISTITUTI AFFILIATI A CURAVIVA SVIZZERA (VERSIONE ATTUALIZZATA AL ) CURAVIVA Svizzera Zieglerstrasse Berna 14 Tel: +41 (0)

2 Questo parere è stato redatto su mandato di CURAVIVA Svizzera da Christian Streit Avvocato Luglio

3 Sommario I. Situazione iniziale: insicurezza nell applicazione del CCNL II. III. IV. Domanda delle parti contraenti il CCNL: applicazione alle strutture socio-sanitarie e agli ospedali Decreto del Consiglio federale e applicazione alle strutture socio-sanitarie e agli ospedali Eccezioni: quando strutture socio-sanitarie e ospedaliere non sottostanno al CCNL V. Effetti concreti dell applicazione del CCNL 3

4 I. Situazione iniziale: insicurezza nell applicazione del CCNL Già nel 1998 le organizzazioni padronali e sindacali dell industria alberghiera e della ristorazione hanno concluso il contratto collettivo nazionale di lavoro per l albergheria e la ristorazione (CCNL) attualmente in vigore; in seguito, hanno richiesto al Consiglio federale di dichiararlo di obbligatorietà generale per tutte le aziende attive nel settore. Secondo l art. 1 CCNL, il campo di applicazione copre tutti i fornitori di servizi alberghieri e di ristorazione a pagamento accessibili al pubblico. Il commentario ufficiale del CCNL precisa che il campo di applicazione copre pure esplicitamente ristoranti o caffè aperti al pubblico in case di riposo, residenze per anziani, ospedali e scuole di ogni tipo, club, ecc.. Nella misura in cui una struttura non è riservata ai propri ospiti ma è aperta pure al pubblico, le disposizioni dichiarate di obbligatorietà generale devono essere rispettate. Siccome i partner contrattuali sono i primi a non affidarsi al commentario giuridico, duranti i primi 15 anni di applicazione del CCNL, praticamente non sono mai stati effettuati controlli negli ospedali e nelle strutture socio-sanitarie, anche se questi istituti comprendono, nella maggior parte dei casi, dei ristoranti aperti al pubblico. Sulla base di una formulazione poco chiara del CCNL e della pratica attuale, si potrebbe dedurre che le disposizioni imperative del CCNL non si applichino a un azienda erogatrice di pasti all interno di una struttura socio-sanitaria quando quest ultima è prevalentemente destinata alla ristorazione degli ospiti. Questa interpretazione è confortata dalla richiesta delle parti contraenti del CCNL, presentata al Consiglio federale nel dicembre 2011, mirante a dichiarare l obbligatorietà generale del CCNL e a includere espressamente gli ospedali e le strutture socio-sanitarie con servizi di ristorazione aperti al pubblico (ciò che, a contrario, non è ancora il caso attualmente). II. Domanda delle parti contraenti il CCNL: applicazione alle strutture socio-sanitarie e agli ospedali Attraverso la domanda dell 8 dicembre 2011, le parti contraenti il CCNL hanno richiesto la seguente estensione del campo di applicazione (cfr. estratto del FUSC allegato): Le disposizioni del contratto collettivo di lavoro, dichiarate di obbligatorietà generale, hanno validità immediata per tutte le aziende che offrono prestazioni nel settore alberghiero e della ristorazione ( ). Per aziende alberghiere e della ristorazione si intendono tutte le aziende che a pagamento ospitano persone oppure distribuiscono cibi e bevande da consumare sul posto. Alle aziende alberghiere e della ristorazione sono equiparate le aziende che forniscono pasti pronti. Non deve necessariamente trattarsi di un attività a scopo di lucro. Sulla base di questa richiesta, sarebbero esclusi dal campo d applicazione solo esercizi della ristorazione di ospedali e ospizi esclusivamente riservati ai pazienti o ai pensionanti e non accessibili al pubblico oppure se accessibili al pubblico, per i cui collaboratori sia imperativamente in vigore un contratto collettivo di lavoro almeno equivalente al presente contratto collettivo di lavoro. Mentre che, fino a quel momento, l azienda alberghiera o della ristorazione era un criterio determinante per l applicazione del CCNL, questo criterio diventa i fornitori di prestazioni alberghiere e ristorative (cfr. art.1 cpv. 1 CCNL 2010 e 2012). Indipendentemente 4

5 dal fatto se queste prestazioni fanno parte delle attività principali o accessorie dell azienda. Questa procedura si spiega probabilmente con il fatto che le parti contrattuali auspicano di applicare questo CCNL non soltanto alle aziende alberghiere e della ristorazione ma pure alle aziende di altri settori economici, come per esempio le strutture socio-sanitarie e gli ospedali. Sono state presentate più di 130 opposizioni, in particolare da parte di CURAVIVA Svizzera, di H+ e di senesuisse, per evitare questo inadeguato assoggettamento. Se il Consiglio federale dovesse approvare questa domanda, malgrado le numerose opposizioni, allora l estensione del campo di applicazione riguarderebbe praticamente tutte le strutture socio-sanitarie e gli ospedali: solo gli istituti dove la ristorazione non è aperta al pubblico o che hanno già un CCL (per esempio CCT Sam-Vaud nel cantone di Vaud o il CCT-Santé 21 facoltativo nel cantone Neuchâtel) sarebbero in futuro esclusi dal campo d applicazione del CCNL. III. Decreto del Consiglio federale e applicazione alle strutture socio-sanitarie e agli ospedali Nonostante le numerose opposizioni, il Consiglio federale ha deciso con decreto del 12 giugno 2013 di estendere il campo di applicazione della CCNL con alcuni adeguamenti. Con questo decreto, tutte le strutture socio-sanitarie e tutti gli ospedali sottostanno di principio al CCNL. L art. 2 cpv. 2 del CCNL prevede: Le disposizioni del contratto collettivo di lavoro, dichiarate di obbligatorietà generale, hanno validità immediata per tutte le aziende che offrono prestazioni nel settore alberghiero e della ristorazione (in seguito denominate semplicemente aziende alberghiere e della ristorazione ) e i loro salariati (inclusi i lavoratori occupati a tempo parziale e gli ausiliari). Per aziende alberghiere e della ristorazione si intendono tutte le aziende che a pagamento ospitano persone oppure distribuiscono cibi o bevande da consumare sul posto. Alle aziende alberghiere e della ristorazione sono equiparate le aziende che forniscono pasti pronti. Non deve necessariamente trattarsi di un attività a scopo di lucro. Il Consiglio federale ha approvato la domanda di estensione del campo di applicazione affinché, in particolare, nessun erogatore del settore della ristorazione abbia un vantaggio concorrenziale e tutti siano posti sullo stesso piano. Ciononostante, nel regolamentare le eccezioni ha fatto qualche concessione agli oppositori. Il CCNL prevede per le strutture socio-sanitarie e gli ospedali le seguenti nuove eccezioni: ( ) sono eccettuate unicamente le seguenti aziende: ( ) gli esercizi della ristorazione in ospedali e ospizi, esclusivamente riservati ai pazienti, ai pensionanti e ai loro visitatori, per i cui collaboratori siano imperativamente in vigore condizioni di lavoro regolamentate o un contratto collettivo di lavoro almeno equivalente al presente contratto collettivo di lavoro. Il decreto del Consiglio federale entra in vigore il 1 luglio 2013 e deve essere immediatamente applicato. 5

6 IV. Eccezioni: quando le strutture socio-sanitarie ospedaliere non sottostanno al CCNL 1. Il CCNL non si applica quando il rapporto è retto dal diritto pubblico I contratti collettivi di lavoro si applicano solo ai rapporti di lavoro di diritto privato. Per gli impiegati del settore della ristorazione con un contratto di diritto pubblico, il contratto collettivo non è applicabile. Le norme di diritto pubblico restano determinanti, anche se esse non sono equivalenti a quelle del CCNL. 2. Esclusione dal campo di applicazione personale del CCNL Per una cerchia limitata di persone, le disposizioni del CCNL non si applicano perché non hanno bisogno di questo tipo di protezione dei lavorati (vedi il testo del decreto): Dal campo d applicazione personale sono esclusi unicamente: - gli esercenti, i direttori; - i famigliari dell esercente (coniuge, genitori, fratelli e sorelle, discendenti diretti); - musicisti, artisti, disc jockey; - gli allievi delle scuole professionali durante la scuola; - le persone in formazione ai sensi della legge federale sulla formazione professionale. 3. Esclusione dovuta all inaccessibilità al pubblico Se delle aziende di ristorazione servono esclusivamente pazienti e pensionanti e non sono accessibili al pubblico, esse non sono tenute a osservare le disposizioni del CCNL. In questo caso, la ristorazione non è in situazione di concorrenza e non deve pertanto applicare le disposizioni minime del CCNL. L inaccessibilità al pubblico dovrebbe essere chiaramente segnalata. Per esempio, con un insegna all entrata che avverte che i servizi di ristorazione sono riservati ai residenti e ai loro visitatori, ma non sono fruibili da terzi. Secondo il nuovo campo di applicazione definito chiaramente dal CCNL, il contratto è applicabile se gran parte delle prestazioni è fornita ai pazienti/ospiti e ai loro visitatori. È soltanto nella misura in cui l erogazione di prestazioni a terzi è completamente esclusa che non vi è obbligo di sottostare al CCNL. 4. Esclusione di taluni lavoratori in base alla loro attività Dal momento che una persona esercita la sua attività principalmente nel settore della ristorazione accessibile al pubblico, essa è assoggettata al CCNL anche se lavora a tempo parziale. È possibile che sulla base del descrittivo della funzione, taluni dipendenti lavorino principalmente in altre mansioni (per esempio: cure, economia domestica o segretariato) e che inoltre aiutino nella ristorazione. Se essi dispongono di un solo contratto di lavoro e che l attività fuori dal settore della ristorazione può essere chiaramente provata, essi non dovrebbero sottostare al CCNL. Resta una zona grigia: non è chiara la separazione fra le cucine e i servizi per gli ospiti e il settore accessibile al pubblico; gli impiegati che lavorano principalmente per gli ospiti e i loro invitati e solo secondariamente nel settore accessibile al pubblico sarebbero probabilmente sottoposti al CCNL. 6

7 5. Esclusione dovuta all esistenza di un altro CCL proprio al settore Se l azienda è già sottoposta a un contratto almeno equivalente (come per esempio nel canton Vaud, con la CCT San-Vaud o nel canton Neuchâtel con il CCL facoltativo Santé-21) essa non è tenuta al CCNL. 6. Sostituzione del CCNL con un equivalente regolamento del personale Se un azienda ha convenuto con i suoi collaboratori un regolamento del personale, equivalente al CCNL, allora la convenzione nazionale non si applica (ciò che permette di risparmiare i contributi annuali di Fr per collaboratore e per azienda). Per questo, è necessario che il regolamento/il contratto contenga in particolare le seguenti disposizioni riguardanti la ristorazione. V. Effetti concreti dell applicazione del CCNL Per i lavoratori interessati, i seguenti contenuti di obbligatorietà generale del CCNL devono essere garantiti, almeno al livello del regolamento del personale (principali articoli, in grassetto): Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Su richiesta, l impiego deve essere oggetto di un contratto nella forma scritta. La forma scritta è imperativa per le disposizioni riguardanti la durata del tempo di prova, al termine di pagamento del salario e all indennità per ore supplementari dei quadri. Il tempo di prova è di 14 giorni (un mese secondo l art. 335b CO), ma può essere fissato per un periodo più breve o esteso fino a tre mesi, sulla base di un contratto scritto (come CO). Il termine di disdetta durante il tempo di prova è di tre giorni (sette secondo l art. 335b CO), ma può essere prolungato con contratto scritto (un termine da 0 a due giorni è pure possibile in base all art. 335b CO). Dopo il tempo di prova, il termine di disdetta secondo il CCNL è imperativamente di un mese; è di due mesi dal sesto anno di servizio (due mesi dal secondo anno di servizio in base all art. 335c CO, tre mesi a partire dal decimo anno di servizio). Il datore di lavoro non può disdire il contratto durante le vacanze del collaboratore. Il salario giornaliero è definito dividendo il salario lordo mensile per 30 (il CO prevede un calcolo basato sui giorni feriali e non sui giorni civili). Art. 10 I seguenti salari lordi minimi sono fissati per i collaboratori maggiorenni: - Senza apprendistato: Fr Senza apprendistato, ma con una formazione Progresso conclusa con successo: Fr Con formazione di base di 2 anni (CFC) : Fr Con formazione di base di 3 anni (AFC): Fr Dopo l esame professionale federale (AFP): Fr Art. 12 I collaboratori hanno diritto a una 13 a mensilità (facoltativa in base al CO). Art. 14 Il salario è pagato al più tardi l ultimo giorno del mese, con conteggio dettagliato. Un attestato di lavoro deve essere consegnato al collaboratore l ultimo giorno di lavoro. 7

8 Art. 15 Il tempo di lavoro settimanale è di 42 ore, 45 nei piccoli esercizi con al massimo quattro dipendenti (da convenire liberamente, secondo il CO). Le ore supplementari devono essere imperativamente remunerate al 125%, in base ai piani di lavoro e ai modi di registrazione del tempo di lavoro. Da un salario mensile di Fr l indennità per ore straordinarie può essere convenuta liberamente nel contratto di lavoro. Art. 16 I collaboratori hanno diritto a due giorni di riposo settimanale (solamente 1.5 secondo gli art. 20 e 21 della legge sul lavoro). Art. 17 I collaboratori hanno diritto a cinque settimane di vacanze o 35 giorni civili per anno (solamente quattro settimane secondo il CO). L indennità per vacanze ai collaboratori pagati all ora, con un impiego irregolare e un basso grado di occupazione, è del 10.65% (6.33 secondo il CO). Art. 18 I collaboratori hanno diritto a sei giorni festivi per anno (in funzione dei giorni festivi cantonali, secondo il CO e la legge sul lavoro). Art. 19 I collaboratori hanno diritto a tre giorni di congedo pagato all anno per un perfezionamento professionale di loro scelta, con possibilità di far valere questo diritto retroattivamente di tre anni (il CO non prevede questi giorni di congedo pagato). Art. 20 I collaboratori hanno diritto a dei giorni di congedo pagato in diverse occasioni. Il congedo paternità di tre giorni e il congedo per trasloco fino a due giorni sono particolarmente generosi (i congedi previsti dal CO sono più brevi; inoltre, non sono riconosciuti al collaboratore con remunerazione oraria). Art. 21 Gli istituti sono tenuti a stabilire, di comune accordo con i collaboratori, gli orari di lavoro per due settimane. I tempi di lavoro devono essere registrati e questa registrazione deve essere firmata almeno una volta al mese. I collaboratori possono informarsi in qualsiasi momento sulle ore di lavoro e i giorni di riposo, i giorni festivi e il loro saldo vacanze. Art. 22 In assenza dell assicurazione per indennità in caso di perdita di guadagno dovuta a malattia, il versamento del salario in caso di malattia è determinato in base alla scala bernese. Questa assicurazione deve essere imperativamente conclusa per la copertura dell 80% del salario lordo su 720 giorni. Durante il periodo d attesa, al massimo 60 giorni, il datore di lavoro deve versare l 88% del salario lordo (80%, secondo l art. 342a CO e il Tribunale federale). Art. 25 Durante i primi due giorni che seguono un infortunio, il datore di lavoro è tenuto a versare l 88% del salario lordo (80%, secondo l art. 324a CO). Inoltre, se il collaboratore è sottoposto a un obbligo di mantenimento e subisce un infortunio professionale (incluso sul tragitto del lavoro), il suo datore di lavoro deve versargli la differenza fino al 100% del salario lordo durante un periodo limitato (scala bernese). Art. 27 Le possibilità di previdenza professionale sono rette da disposizioni aggiuntive al CCNL. La commissione di sorveglianza del CCNL può verificare se i regolamenti di cassa e gli atti di fondazione sono conformi alle condizioni minime ancorate nel CCNL e decidere l accettazione di sistemi divergenti. Art. 28 In caso di servizio militare/civile obbligatorio, i collaboratori hanno diritto al salario integrale durante 25 giorni l anno; oltre i 25 giorni di servizio, all 88% del salario lordo in base alle scale. In caso di rinvio del servizio, queste indennità sono dovute dal datore di lavoro al momento in cui il servizio sarà recuperato, anche se nel frattempo il contratto di lavoro ha preso fine. Art. 30 La pulizia degli abiti di lavoro (compresa l uniforme obbligatoria) è a carico del datore di lavoro; alternativamente, egli verserà un indennità mensile di Fr ai collaboratori della cucina, del servizio e ai piani. 8

9 Art. 32 Per la durata dell impiego, si sommeranno i periodi di lavoro presso lo stesso datore di lavoro a meno che l interruzione ecceda i due anni. Art. 35 La commissione paritetica di vigilanza sull applicazione del CCNL, ha il diritto di visitare un esercizio, come pure di consultare documenti e di interrogare i collaboratori. Le ripetute o intenzionali infrazioni al CCNL sono passibili di una multa convenzionale da Fr a Fr Ogni istituto versa una quota annuale di Fr all ufficio di controllo. La stessa quota di Fr per anno è dedotta dal salario di ogni collaboratore e versata all ufficio di controllo. Le conseguenze per le aziende sono dunque considerevoli. A maggior ragione se, nelle strutture sociosanitarie e negli ospedali le disposizioni del CCNL concernono solo una piccola parte di dipendenti. Per essi, è necessario almeno esaminare l equivalenza dei regolamenti del personale (e i regolamenti delle casse pensioni). I rischi di disparità di trattamento (per esempio: salario minimo, settimana di 42 ore, cinque settimane di vacanza, 13 a mensilità, ecc.) potrebbero produrre qualche problema dopo l entrata in vigore il 1 luglio Centre Patronal Berne Contatto Centre Patronal Me Christian Streit, avvocato Kapellenstrasse 14, casella postale 5236, 3001 Berna Telefono:

Il nuovo sistema di retribuzione CCNL dal 2012

Il nuovo sistema di retribuzione CCNL dal 2012 Il nuovo sistema di retribuzione CCNL dal 2012 Stato al settembre 2011 Indice Introduzione 1 I Applicabilità / entrata in vigore 2 II Salari minimi 2012 3 In generale 3 Tavola sinottica dei salari minimi

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICO ASSISTENTE

CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICO ASSISTENTE CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICO ASSISTENTE Il presente contratto si applica a tutti i medici assistenti dell Ente ospedaliero cantonale Tra l Ente ospedaliero cantonale rappresentato dalla Direzione

Dettagli

Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione

Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione Convenzione del 15 ottobre 1992 Stato al 1 maggio 2013 I Contraenti e campo di applicazione Art. 1 Contraenti e campo di applicazione

Dettagli

Noi sosteniamo il valore delle nostre professioni. Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione

Noi sosteniamo il valore delle nostre professioni. Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione Noi sosteniamo il valore delle nostre professioni. Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione Convenzione del 15 ottobre 1992 Stato al 1 maggio 2013 2 I Contraenti e campo

Dettagli

2.09 Stato al 1 gennaio 2013

2.09 Stato al 1 gennaio 2013 2.09 Stato al 1 gennaio 2013 Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere In generale 1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

DIRITTO DI PROTEZIONE DEGLI ADULTI MODELLO DI CONTRATTO DI ACCOGLIENZA

DIRITTO DI PROTEZIONE DEGLI ADULTI MODELLO DI CONTRATTO DI ACCOGLIENZA DIRITTO DI PROTEZIONE DEGLI ADULTI MODELLO DI CONTRATTO DI ACCOGLIENZA RESPONSABILE: SETTORE SPECIALIZZATO PERSONE ANZIANE STATO: AUTUNNO 2012 CURAVIVA SVIZZERA Zieglerstrasse 53 3000 Berna 14 Telefono

Dettagli

Settore alberghiero e della ristorazione 2016

Settore alberghiero e della ristorazione 2016 Settore alberghiero e della ristorazione 2016 n Rafforzare il CCNL n Formazione Progresso n Calendario per il rapporto delle ore 2016: annota tutte le tue ore di lavoro, perché ogni singola ora conta!

Dettagli

1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi

1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi 2.09 Stato al 1 gennaio 2010 Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere In generale 1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Convenzione quadro. (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci

Convenzione quadro. (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) tra la: Esempio SA (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci (nome, indirizzo) 1. Campo d applicazione La presente è una convenzione quadro volta a regolare un numero

Dettagli

CCNL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE

CCNL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE CCNL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE NUOVO sistema di retribuzione CCNL in vigore dal 2012 (art. 10 e 12) (Il CCNL con il relativo commento e diversi

Dettagli

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA Edizione giugno 2013 Promemoria Contratto quadro Assicurazione d indennità giornaliera Helsana Business Salary tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA HEL-00810-it-0613-0003-21972 Fondazioni

Dettagli

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA Edizione 2014 Promemoria Contratto quadro Assicurazione d indennità giornaliera Helsana Business Salary tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA HEL-00810-it-0913-0004-23529 Fondazioni

Dettagli

21.4.2015 INFORMAZIONI IMPORTANTI PER I BENEFICIARI DI UNA RENDITA PEAN

21.4.2015 INFORMAZIONI IMPORTANTI PER I BENEFICIARI DI UNA RENDITA PEAN 21.4.2015 INFORMAZIONI IMPORTANTI PER I BENEFICIARI DI UNA RENDITA PEAN Inhalt Decisione sulle prestazioni 1 Domanda definitiva 1 Verifica della decisione sulle prestazioni 2 Contributo di risparmio LPP

Dettagli

2.06 Stato al 1 o gennaio 2014

2.06 Stato al 1 o gennaio 2014 2.06 Stato al 1 o gennaio 2014 Lavoro domestico Quali attività sono considerate lavori domestici? 1 Si intendono, ad esempio, le attività delle seguenti persone: addetta/addetto alle pulizie, bambinaia

Dettagli

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti 2 Questo opuscolo La informa sulla Sua situazione assicurativa spiegandole se e in che misura Lei è coperto

Dettagli

R E G O L A M E N T O S U L S A L A R I O A O R E C O O P S O C I E T À C O O P E R A T I V A

R E G O L A M E N T O S U L S A L A R I O A O R E C O O P S O C I E T À C O O P E R A T I V A R E G O L A M E N T O S U L S A L A R I O A O R E C O O P S O C I E T À C O O P E R A T I V A valido a partire dal 1 gennaio 2003 INDICE DISPOSIZIONI GENERALI PAGINA 1. Campo d applicazione 4 DISPOSIZIONI

Dettagli

Il contratto collettivo di lavoro. della ristorazione svizzera: Bene per tutti.

Il contratto collettivo di lavoro. della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2014 CCNL Contratto collettivo nazionale di lavoro dell industria alberghiera

Dettagli

Modifica del 30 giugno 2008. Il Consiglio federale svizzero decreta:

Modifica del 30 giugno 2008. Il Consiglio federale svizzero decreta: Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per il settore privato dei servizi di sicurezza Modifica del 30 giugno 2008 Il Consiglio federale

Dettagli

CCNL & Diritto del lavoro. Regolamentazioni e possibilità di ottimizzazione

CCNL & Diritto del lavoro. Regolamentazioni e possibilità di ottimizzazione CCNL & Diritto del lavoro Regolamentazioni e possibilità di ottimizzazione Indice Sfruttare il potenziale di risparmio del CCNL! 3 Contratto di lavoro con periodo di prova 5 Durata del lavoro 6 Durata

Dettagli

2.06 Contributi. Lavoro domestico. Stato al 1 gennaio 2015

2.06 Contributi. Lavoro domestico. Stato al 1 gennaio 2015 2.06 Contributi Lavoro domestico Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Chi occupa lavoratori domestici è tenuto a versare contributi alle assicurazioni sociali, anche se il salario in denaro o in natura è

Dettagli

CCNL 2010. della ristorazione

CCNL 2010. della ristorazione CCNL 2010 Contratto collettivo nazionale di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione Stato, 1 gennaio 2010 Indice Introduzione 1 I Applicabilità/entrata in vigore 2 II Rapporto di lavoro

Dettagli

Promemoria relativo alle notifiche di licenziamenti collettivi o cessazione dell attività per motivi economici

Promemoria relativo alle notifiche di licenziamenti collettivi o cessazione dell attività per motivi economici telefono fax e-mail Ufficio giuridico Residenza governativa Piazza Governo 6501 Bellinzona 091 814 31 03 091 814 44 96 dfe-ug@ti.ch Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento delle finanze e dell'economia

Dettagli

1.1 Generalità 1. 1.2 Basi dell assicurazione 1. 2.1 Cerchia di persone 1. 2.2 Anno assicurativo 1

1.1 Generalità 1. 1.2 Basi dell assicurazione 1. 2.1 Cerchia di persone 1. 2.2 Anno assicurativo 1 Condizioni generali d assicurazione applicabili all assicurazione complementare di rischio per i destinatari della Cassa pensioni Swatch Group (previdenza individuale libera 3b) Edizione 01/2015 Sommario

Dettagli

Regolamento sulla liquidazione parziale e totale delle casse di previdenza

Regolamento sulla liquidazione parziale e totale delle casse di previdenza Regolamento sulla liquidazione parziale e totale delle casse di previdenza Bâloise-Fondazione collettiva per la previdenza professionale obbligatoria Edizione dicembre 2009 2 Regolamento Indice I. Oggetto

Dettagli

Previdenza professionale delle persone disoccupate secondo la LADI e la LPP

Previdenza professionale delle persone disoccupate secondo la LADI e la LPP Dipartimento federale dell'economia DFE EDIZIONE 2009 716.201 i Informazione complementare all Info-Service Disoccupazione Un opuscolo per i disoccupati Previdenza professionale delle persone disoccupate

Dettagli

2.06 Stato al 1 o gennaio 2011

2.06 Stato al 1 o gennaio 2011 2.06 Stato al 1 o gennaio 2011 Lavoro domestico Quali attività sono considerate lavori domestici? 1 Si intendono, ad esempio, le attività delle seguenti persone: addetta/addetto alle pulizie, bambinaia

Dettagli

Cambiamento nella vita professionale. La previdenza dopo lo scioglimento del rapporto di lavoro.

Cambiamento nella vita professionale. La previdenza dopo lo scioglimento del rapporto di lavoro. Cambiamento nella vita professionale. La previdenza dopo lo scioglimento del rapporto di lavoro. Cambiamento nella vita professionale. La previdenza dopo lo scioglimento del rapporto di lavoro. Inizio

Dettagli

Industria alberghiera e della ristorazione 2015

Industria alberghiera e della ristorazione 2015 Industria alberghiera e della ristorazione 0 n Rafforzare il CCNL n Salari 0: la formazione e il perfezionamento pagano n Calendario per il rapporto delle ore 0: annota tutte le tue ore di lavoro, perché

Dettagli

Domande frequenti sul CCL Personale a prestito Versione del 20.2.2012

Domande frequenti sul CCL Personale a prestito Versione del 20.2.2012 S. 1 Domande frequenti sul CCL Personale a prestito Versione del 20.2.2012 Nuovo nell edizione dal 20.02.2012 Campo d applicazione Chi è soggetto al CCL Personale a prestito e chi no? Tutti i membri di

Dettagli

Assemblea dei delegati 2013 Punto 8.4 Approvazione articoli CCL proposti per la modifica

Assemblea dei delegati 2013 Punto 8.4 Approvazione articoli CCL proposti per la modifica Assemblea dei delegati 2013 Punto 8.4 Approvazione articoli CCL proposti per la modifica Art. 28 Durata e attribuzione delle vacanze 28.1 Per ogni anno di attività il lavoratore ha diritto ai seguenti

Dettagli

Contratto d accoglienza presso la casa anziani medicalizzata del Comune di Paradiso Residenza Paradiso

Contratto d accoglienza presso la casa anziani medicalizzata del Comune di Paradiso Residenza Paradiso Pag. 1 Residenza Paradiso, via F. Zorzi 14 6900 Paradiso Contratto d accoglienza presso la casa anziani medicalizzata del Comune di Paradiso Residenza Paradiso La casa medicalizzata del Comune di Paradiso

Dettagli

Contratto collettivo di lavoro per il settore dei contact center e call center

Contratto collettivo di lavoro per il settore dei contact center e call center Contratto collettivo di lavoro per il settore dei contact center e call center stipulato tra contactswiss Kolumbanstrasse 2 Casella postale 148 CH-9008 San Gallo e Sindacato dei media e della comunicazione

Dettagli

Aspetti specifici. Il contratto di apprendistato

Aspetti specifici. Il contratto di apprendistato Stato: agosto 2008 Aspetti specifici del contratto di apprendistato SCHEDA INFORMATIVA www.sse-sbv-ssic.ch Il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo determinato la cui particolarità

Dettagli

Contratto tipo di lavoro

Contratto tipo di lavoro Contratto tipo di lavoro tra la Dr.ssa/il Dr. med. e la Sig.ra si stipula il seguente contratto di lavoro. Durata del contratto, periodo di prova 1. L assistente di studio medico (in seguito: assistente)

Dettagli

Tabella per il calcolo del minimo di esistenza agli effetti del diritto esecutivo

Tabella per il calcolo del minimo di esistenza agli effetti del diritto esecutivo Tabella per il calcolo del minimo di esistenza agli effetti del diritto esecutivo (art. 93 LEF), estratto dal Foglio ufficiale 68/2009 La Camera di esecuzione e fallimenti del Tribunale d'appello, quale

Dettagli

Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2012 Prima edizione

Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2012 Prima edizione Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2012 Prima edizione 6 CCNL Contratto collettivo nazionale di lavoro dell industria

Dettagli

Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale. assegni famiglia.

Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale. assegni famiglia. Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale importanti per tutti coloro che lavorano a tempo parziale e allevano figli o assistono familiari. sull AVS, l AI, la previdenza professionale, nonché sull

Dettagli

Ordinanza sulla diffusione della formazione svizzera all estero

Ordinanza sulla diffusione della formazione svizzera all estero Ordinanza sulla diffusione della formazione svizzera all estero (Ordinanza sulle scuole svizzere all estero, OSSE) 418.01 del 28 novembre 2014 (Stato 1 gennaio 2015) Il Consiglio federale svizzero, visti

Dettagli

La vostra previdenza presso PUBLICA

La vostra previdenza presso PUBLICA La vostra previdenza presso PUBLICA Versione ridotta del Regolamento di previdenza per gli impiegati e i beneficiari di rendite della Cassa di previdenza della Confederazione Il presente opuscolo vi fornisce

Dettagli

Guida all assicurazione sociale per i dipendenti. Edizione 2015

Guida all assicurazione sociale per i dipendenti. Edizione 2015 Guida all assicurazione sociale per i dipendenti Edizione 2015 Indice Introduzione...3 Cambiamento di impiego...4 Disoccupazione...6 Congedo non pagato, perfezionamento professionale, soggiorni linguistici,

Dettagli

Regolamento sulla liquidazione parziale delle casse di previdenza della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale

Regolamento sulla liquidazione parziale delle casse di previdenza della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale Regolamento sulla liquidazione parziale delle casse di previdenza della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale (Edizione dicembre 2009) La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Regolamento

Dettagli

Condizioni generali d assicurazione applicabili alle assicurazioni di rischio per i destinatari della cassa pensioni FFS Edizione 09/2014

Condizioni generali d assicurazione applicabili alle assicurazioni di rischio per i destinatari della cassa pensioni FFS Edizione 09/2014 Condizioni generali d assicurazione applicabili alle assicurazioni di rischio per i destinatari della cassa pensioni FFS Edizione 09/2014 (Capitale di invalidità, capitale in caso di decesso) Sommario

Dettagli

Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per i rami professionali della carrozzeria

Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per i rami professionali della carrozzeria Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per i rami professionali della carrozzeria del 19 giugno 2006 Il Consiglio federale svizzero, visto

Dettagli

Ordinanza concernente il promovimento dell istruzione dei giovani Svizzeri all estero

Ordinanza concernente il promovimento dell istruzione dei giovani Svizzeri all estero Ordinanza concernente il promovimento dell istruzione dei giovani Svizzeri all estero (Ordinanza sull istruzione degli Svizzeri all estero, OISE) 418.01 del 29 giugno 1988 (Stato 1 gennaio 2008) Il Consiglio

Dettagli

823.20 Legge federale concernente condizioni lavorative e salariali minime per lavoratori distaccati in Svizzera e misure collaterali

823.20 Legge federale concernente condizioni lavorative e salariali minime per lavoratori distaccati in Svizzera e misure collaterali Legge federale concernente condizioni lavorative e salariali minime per lavoratori distaccati in Svizzera e misure collaterali (Legge federale sui lavoratori distaccati in Svizzera) dell 8 ottobre 1999

Dettagli

Istruzioni agli uffici di revisione sull'esecuzione dei controlli del datore di lavoro (IRD)

Istruzioni agli uffici di revisione sull'esecuzione dei controlli del datore di lavoro (IRD) Ufficio federale delle assicurazioni sociali Istruzioni agli uffici di revisione sull'esecuzione dei controlli del datore di lavoro (IRD) Valide dal 1 o gennaio 1994 Stato: 1.1.2003 318.107.09 i Indice

Dettagli

Convenzione n. 172 concernente le condizioni di lavoro negli alberghi, ristoranti e esercizi pubblici affini

Convenzione n. 172 concernente le condizioni di lavoro negli alberghi, ristoranti e esercizi pubblici affini Traduzione 1 Convenzione n. 172 concernente le condizioni di lavoro negli alberghi, ristoranti e esercizi pubblici affini 0.822.727.2 Conclusa a Ginevra il 25 giugno 1991 Approvata dall Assemblea federale

Dettagli

Un opuscolo per i disoccupati Indennità per insolvenza

Un opuscolo per i disoccupati Indennità per insolvenza Dipartimento federale dell'economia DFE Edizione 2011 Un opuscolo per i disoccupati Indennità per insolvenza 2 OSSERVAZIONI Il presente opuscolo si basa sulle disposizioni della legge sull'assicurazione

Dettagli

Condizioni Generali (CGA)

Condizioni Generali (CGA) Condizioni Generali (CGA) Assicurazione contro gli infortuni secondo la legge federale del 20.3.1981 (LAINF) Edizione 08.2006 8000612 10.09 WGR 067 I Sommario L assicurazione contro gli infortuni secondo

Dettagli

172.220.111.310.3 Ordinanza del DFF concernente i mutui ipotecari agevolati tramite il patrimonio di PUBLICA 1

172.220.111.310.3 Ordinanza del DFF concernente i mutui ipotecari agevolati tramite il patrimonio di PUBLICA 1 Ordinanza del DFF concernente i mutui ipotecari agevolati tramite il patrimonio di PUBLICA 1 (Ordinanza sui mutui ipotecari DFF) del 10 dicembre 2001 (Stato 14 giugno 2005) Il Dipartimento federale delle

Dettagli

Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità

Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità Progetto della Commissione di redazione per il voto finale Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità (LPP) (Finanziamento degli istituti di previdenza

Dettagli

CCL_ti_falegnamerie e le fabbriche di mobili e serramenti

CCL_ti_falegnamerie e le fabbriche di mobili e serramenti PUBLICAZIONE TEMPSERVICE.CH: 1. ENTRATO IN VIGORE: ULTIMA REVISIONE: ENTRATO IN VIGORE: VALIDITÀ: 01.01.2012 01.02.2012 11.12.2014 01.01.2015 01.01.2015-31.12.2015 Campo d'applicazione Il Contratto Collettivo

Dettagli

Convenzione sulle conseguenze del divorzio 1

Convenzione sulle conseguenze del divorzio 1 Convenzione sulle conseguenze del divorzio 1 tra (Nome, cognome, data di nascita, via, NAP, luogo) rappresentata/o da (Nome, cognome, via, NAP, luogo) e (Nome, cognome, data di nascita, via, NAP, luogo)

Dettagli

Ordinanza sulla diffusione della formazione svizzera all estero (Ordinanza sulle scuole svizzere all estero, OSSE)

Ordinanza sulla diffusione della formazione svizzera all estero (Ordinanza sulle scuole svizzere all estero, OSSE) Ordinanza sulla diffusione della formazione svizzera all estero (Ordinanza sulle scuole svizzere all estero, OSSE) del Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 7 capoverso 3, secondo periodo,

Dettagli

ORDINANZA PER IL PERSONALE AUSILIARIO E AVVENTIZIO DEL COMUNE DI PARADISO

ORDINANZA PER IL PERSONALE AUSILIARIO E AVVENTIZIO DEL COMUNE DI PARADISO ORDINANZA PER IL PERSONALE AUSILIARIO E AVVENTIZIO DEL COMUNE DI PARADISO RM del 23 settembre 1991 Ordinanza personale ausiliario e avventizio del Comune di Paradiso pag. 1 ORDINANZA PER IL PERSONALE AUSILIARIO

Dettagli

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Portrait Contributi e prestazioni Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Sono determinanti le disposizioni del Regolamento Berna, febbraio 2008 I nostri Piani delle

Dettagli

La mia cassa pensione

La mia cassa pensione La mia cassa pensione 2015 GastroSocial la sua cassa pensione L esercizio nel quale lavora è assicurato presso la Cassa pensione GastroSocial. La cassa opera nel rispetto delle disposizioni della Legge

Dettagli

6.08 Assegni familiari Assegni familiari

6.08 Assegni familiari Assegni familiari 6.08 Assegni familiari Assegni familiari Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Con gli assegni familiari si intende compensare parzialmente i costi sostenuti dai genitori per il mantenimento dei figli. Essi

Dettagli

6.01 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità di perdita di guadagno

6.01 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità di perdita di guadagno 6.01 Prestazioni dell'ipg ( e maternità) perdita di guadagno Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le persone che prestano nell esercito svizzero, nel di protezione civile, nel civile, nel della Croce Rossa

Dettagli

Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE. Informazioni generali

Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE. Informazioni generali Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE Informazioni generali sull assicurazione contro la disoccupazione 1. Disdetta del rapporto di lavoro 2. Annuncio 3. Diritto alle indennità 4. Informazioni varie 1.

Dettagli

IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI

IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI A cura di Alessandra Gerbaldi 1 LA BUSTA PAGA NEL CASO DI LAVORO STRAORDINARIO Di seguito si ipotizza il caso di un lavoratore, dipendente di azienda che applica

Dettagli

Legge federale sull organizzazione dell azienda delle telecomunicazioni della Confederazione

Legge federale sull organizzazione dell azienda delle telecomunicazioni della Confederazione Legge federale sull organizzazione dell azienda delle telecomunicazioni della Confederazione (Legge sull azienda delle telecomunicazioni, LATC) 784.11 del 30 aprile 1997 (Stato 3 ottobre 2000) L Assemblea

Dettagli

Malattia e infortunio

Malattia e infortunio Pagina 1/6 Malattia e infortunio 87 Se durante la formazione professionale di base, una persona in formazione si ammala o è vittima di un incidente, essa dispone di una protezione giuridica particolare.

Dettagli

La vostra assicurazione sociale

La vostra assicurazione sociale La vostra assicurazione sociale GastroSocial ripaga la vostra fiducia GastroSocial qualità e sicurezza «La diversità, la qualità e l identificazione con i clienti sono il nostro pane quotidiano. Operiamo

Dettagli

ÖKK ASSICURAZIONE CONTRO LA PER- DITA DI GUADAGNO (LCA)

ÖKK ASSICURAZIONE CONTRO LA PER- DITA DI GUADAGNO (LCA) ÖKK ASSICURAZIONE CONTRO LA PER- DITA DI GUADAGNO (LCA) Direttiva concernente il salario soggetto a premi In vigore dal 1.1.2008 1. Obbligo di pagare premi e contributi I contributi ed i premi di principio

Dettagli

LA BUSTA PAGA. ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella

LA BUSTA PAGA. ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella Corso: 2^ Operatore dei servizi all impresa Materia: Tecnica ed Economia Aziendale LA BUSTA PAGA ANNO FORMATIVO 2012/2013 La busta

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Assistente d ufficio con certificato federale di formazione pratica (CFP) dell 11 luglio 2007 (stato il 1 febbraio 2012) 68103 Assistente d ufficio

Dettagli

Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere nella Svizzera

Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere nella Svizzera Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere nella Svizzera in vigore dal ottobre 03 Parti contraenti: coiffuresuisse Unia - il sindacato Syna PK C P Commissione paritetica per la professione

Dettagli

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità 6.01 Stato al 1 gennaio 2009 perdita di guadagno Persone aventi diritto alle indennità 1 Hanno diritto alle indennità di perdita di guadagno (IPG) le persone domiciliate in Svizzera o all estero che: prestano

Dettagli

L INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE AGRICOLA

L INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE AGRICOLA L INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE AGRICOLA Aprile 2012 1 L INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE AGRICOLA viene riconosciuta agli operai che lavorano in agricoltura iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli

Dettagli

I Benefit Visana in sintesi

I Benefit Visana in sintesi I Benefit Visana in sintesi I vostri vantaggi Visana Services AG Weltpoststrasse 19 3000 Berna 15 Telefon 031 357 91 11 personaladministration@visana.ch In vigore da agosto 2015 - Salvo modifiche delle

Dettagli

Ingresso e soggiorno in Europa

Ingresso e soggiorno in Europa Ingresso e soggiorno in Europa CH-4501 Soletta Dornacherstrasse 28A Casella postale 246 Telefono 032 346 18 18 Telefax 032 346 18 02 info@ch-go.ch www.ch-go.ch Indice Introduzione... 3 1. Entrata in Europa...

Dettagli

Legge federale sull assicurazione per la maternità

Legge federale sull assicurazione per la maternità Termine di referendum: 9 aprile 1999 Legge federale sull assicurazione per la maternità (LAMat) del 18 dicembre 1998 L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 34 quinquies capoverso

Dettagli

Informazioni utili per il soggiorno in Svizzera

Informazioni utili per il soggiorno in Svizzera Informazioni utili per il soggiorno in Svizzera CH-4501 Soletta Dornacherstrasse 28A Casella postale 246 Telefono 032 346 18 18 Telefax 032 346 18 02 info@ch-go.ch www.ch-go.ch Indice Introduzione... 3

Dettagli

Indicazioni per l attività di infermiere/i indipendenti secondo la LAMal 1

Indicazioni per l attività di infermiere/i indipendenti secondo la LAMal 1 07-2011 Cure infermieristiche indipendenti Indicazioni per l attività di infermiere/i indipendenti secondo la LAMal 1 Contratti e prestazioni secondo l asicurazione malattia 2011 l Associazione svizzera

Dettagli

Regolamento concernente la promozione della proprietà d abitazioni della cassa pensione pro

Regolamento concernente la promozione della proprietà d abitazioni della cassa pensione pro Regolamento concernente la promozione della proprietà d abitazioni della cassa pensione pro validi dallo 01.01.2011 cassa pensione pro Bahnhofstrasse 4 Casella postale 434 CH-6431 Svitto t + 41 41 817

Dettagli

Ordinanza sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza

Ordinanza sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza Ordinanza sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza (Ordinanza sull assicurazione contro la disoccupazione, OADI) Modifica del 24 novembre 1999 Il Consiglio

Dettagli

Apertura di un conto di libero passaggio ai sensi dell'art. 10 OLP

Apertura di un conto di libero passaggio ai sensi dell'art. 10 OLP Copia la fondazione di libero passaggio Freizügigkeitsstiftung der Migros Bank Apertura di un conto di libero passaggio ai sensi dell'art. 10 OLP Il conto verrà aperto dopo di che la sua prestazione di

Dettagli

FIAS. Assicurazione malattia (AMal)

FIAS. Assicurazione malattia (AMal) FIAS Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali Commissione centrale d esame Esame professionale 2011 per l attestato di specialista in assicurazioni sociali Assicurazione malattia

Dettagli

2.03 Contributi Contributi delle persone senza attività lucrativa all AVS, all AI e alle IPG

2.03 Contributi Contributi delle persone senza attività lucrativa all AVS, all AI e alle IPG 2.03 Contributi Contributi delle persone senza attività lucrativa all AVS, all AI e alle IPG Stato al 1 gennaio 2016 In breve L assicurazione vecchiaia e superstiti (AVS), l assicurazione invalidità (AI)

Dettagli

Regolamento di previdenza del 15 giugno 2007 per gli impiegati e i beneficiari di rendite della Cassa di previdenza della Confederazione

Regolamento di previdenza del 15 giugno 2007 per gli impiegati e i beneficiari di rendite della Cassa di previdenza della Confederazione Regolamento di previdenza del 15 giugno 2007 per gli impiegati e i beneficiari di rendite della Cassa di previdenza della Confederazione (RPIC) Modifica del 26 giugno 2012 Approvata dal Consiglio federale

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Operatrice sociosanitaria/ con attestato federale di capacità (AFC) del 13 novembre 2008 86911 Operatrice sociosanitaria AFC/ Operatore sociosanitario

Dettagli

6.09 Stato al 1 gennaio 2013

6.09 Stato al 1 gennaio 2013 6.09 Stato al 1 gennaio 2013 Assegni familiari nell agricoltura In generale 1 Panoramica Per le persone attive nell agricoltura vige la legge federale sugli assegni familiari nell agricoltura (LAF), cui

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Impiegata d albergo/impiegato d albergo del 7 dicembre 2004 78403 Impiegata d albergo/impiegato d albergo Hotelfachfrau/Hotelfachmann Specialiste en hôtellerie

Dettagli

Previdenza professionale delle persone disoccupate

Previdenza professionale delle persone disoccupate EDIZIONE 2014 Informazione complementare all Info-Service «Disoccupazione» Un opuscolo per i disoccupati Previdenza professionale delle persone disoccupate secondo la LADI e la LPP OSSERVAZIONI Il presente

Dettagli

Progresso. Perfezionamento professionale gratuito Corsi dei partner sociali del ramo alberghiero e ristorazione

Progresso. Perfezionamento professionale gratuito Corsi dei partner sociali del ramo alberghiero e ristorazione Perfezionamento professionale gratuito Corsi dei partner sociali del ramo alberghiero e ristorazione PROGRESSO Basi Non ha seguito una formazione di base nel ramo alberghiero e ristorazione? Il perfezionamento

Dettagli

2.01 Stato al 1 o gennaio 2013

2.01 Stato al 1 o gennaio 2013 2.01 Stato al 1 o gennaio 2013 Contributi paritetici all AVS, all AI e alle IPG Obbligo contributivo 1 Sono tenute a pagare i contributi sul proprio salario all AVS, all AI e alle IPG le persone che esercitano

Dettagli

Cognome * Indirizzo / N. * Telefono. Nome * Casella postale Cellulare. Data di nascita (gg.mm.aaaa) NPA * / Luogo * Indirizzo elettronico

Cognome * Indirizzo / N. * Telefono. Nome * Casella postale Cellulare. Data di nascita (gg.mm.aaaa) NPA * / Luogo * Indirizzo elettronico Rekurskommission EDK/GDK Commission de recours CDIP/CDS Commissione di ricorso CDPE/CDS Istanza di gratuito patrocinio 1 Parte richiedente Cognome * Indirizzo / N. * Telefono me * Casella postale Cellulare

Dettagli

Legge federale sull assicurazione malattie

Legge federale sull assicurazione malattie Progetto della Commissione di redazione per il voto finale Legge federale sull assicurazione malattie (LAMal) (Finanziamento ospedaliero) Modifica del 21 dicembre 2007 L Assemblea federale della Confederazione

Dettagli

Promemoria piano di lavoro, orario di lavoro, controllo dell orario di lavoro

Promemoria piano di lavoro, orario di lavoro, controllo dell orario di lavoro I. Piano di lavoro (art. 21 CCNL) II. Promemoria piano di lavoro, orario di lavoro, controllo dell orario di lavoro Il datore di lavoro è obbligato, ai sensi dell art. 21 cifra 1 CCNL a tenere un piano

Dettagli

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità giornaliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sul contratto d assicurazione (CAA/LCA)

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità giornaliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sul contratto d assicurazione (CAA/LCA) Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità giornaliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sul contratto d assicurazione (CAA/LCA) Edizione 1.7.2005 www.egk.ch Condizioni aggiuntive per l assicurazione

Dettagli

Calcolo e pagamento dell indennità giornaliera

Calcolo e pagamento dell indennità giornaliera Calcolo e pagamento dell indennità giornaliera 1. Basi 2. Come calcola la Suva l indennità giornaliera? 1.1 Il guadagno assicurato massimo ammonta a 126 000 franchi all anno. 1.2 L indennità giornaliera

Dettagli

Informazioni per la dichiarazione dei salari. Quaderno dei salari 2014

Informazioni per la dichiarazione dei salari. Quaderno dei salari 2014 Informazioni per la dichiarazione dei salari Quaderno dei salari 2014 Indice Novità AVS/AI/IPG 1 Cassa pensione 1 Assicurazione malattia e infortuni (SWICA) 1 Attestazione dei salari 1 Annuncio dei salari

Dettagli

Ordinanza sul personale dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA)

Ordinanza sul personale dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) Ordinanza sul personale dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) (Ordinanza sul personale FINMA) del 11 agosto 2008 Approvata dal Consiglio federale il 27 agosto 2008. L autorità

Dettagli

Legge federale sugli assegni familiari

Legge federale sugli assegni familiari Termine di referendum: 13 luglio 2006 Legge federale sugli assegni familiari (Legge sugli assegni familiari, LAFam) del 24 marzo 2006 L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo

Dettagli

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA 1 COS È LA BUSTA PAGA è un documento obbligatorio (Legge 5 gennaio 1953, n. 4) che indica la retribuzione, le ritenute fiscali e previdenziali che il lavoratore

Dettagli

Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere nella Svizzera

Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere nella Svizzera Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere nella Svizzera in vigore dal giugno 00 Parti contraenti: coiffure S U I S S E Unia - il sindacato Syna Contratto collettivo di lavoro per

Dettagli

Trattamento fiscale dei contributi e delle prestazioni di previdenza del pilastro 3a

Trattamento fiscale dei contributi e delle prestazioni di previdenza del pilastro 3a Dipartimento federale delle finanze DFF Amministrazione federale delle contribuzioni AFC Divisione principale imposta federale diretta, imposta preventiva, tasse di bollo Imposta federale diretta Imposta

Dettagli

Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di. Pizzaiolo/a

Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di. Pizzaiolo/a Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di Pizzaiolo/a Stato al 5 novembre 2014 Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di Pizzaiolo/a

Dettagli