Rassegna Web del

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna Web del 18.07.2014"

Transcript

1 Rassegna Web del POLITICA E ISTITUZIONI... 3 GOVERNO: BONUS DA 80 EURO, NESSUNA MANOVRA IN VISTA MA PER GLI ESPERTI POTREBBE SCATTARE LA CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA CON AUMENTI ANCHE SU GIOCHI E TABACCHI... 3 DDL LUDOPATIE: COMMISSIONE QUESTIONI REGIONALI ATTENDE LA VALUTAZIONE DI GOVERNO E COMMISSIONE BILANCIO... 3 DDL RIENTRO CAPITALI: MARCHI (PD), AGGIORNARE RELAZIONE TECNICA SU SOMME DESTINATE AL PERSONALE ADM... 3 MERCATO... 3 STANDARD & POOR S ABBASSA IL RATING CORPORATE DI GTECH A BBB GTECH: WSJ, A QUESTI PREZZI ACQUISIZIONE DI IGT E SCOMMESSA RISCHIOSA... 4 ACCORDO GTECH-IGT, PAGLIA (SEL): "MEF VIGILI SU RISPETTO NORMATIVA FISCALE"... 4 GIOCHI, HARALD NEUMANN NUOVO CEO DI NOVOMATIC... 5 ECCELSI NUOVO DIRETTORE COMMERCIALE PER MERKUR GAMING... 5 NEWSLOT E VLT... 5 VLT: LA TASSA SULLA FORTUNA SARÀ APPLICATA DAL 31 LUGLIO. LO PREVEDEVA IL DECRETO DEI MONOPOLI... 5 WINTAX: TASSANDO ANCHE LE VINCITE DELLE VLT, LO STATO NEL 2014 INCASSERÀ 320 MILIONI DI EURO... 6 SCOMMESSE, POKER E ONLINE... 6 MINIMI GARANTITI, TAR LAZIO: AAMS PUÒ SUBITO RICONTEGGIARE GLI IMPORTI BASANDOSI SULLA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE... 6 BETTING EXCHANGE, NEL CORSO DEI MONDIALI SCAMBIATE SCOMMESSE PER 14,5 MILIONI, IL 19% DI QUELLE ONLINE... 7 OPINIONI E COMMENTI... 7 ENADA ROMA, IMPOSSIBILE NON ESSERCI!... 7 MILANO, CURCIO (SAPAR): «BENE L ATTIVITA DI CONTRASTO ALLE SALE ILLEGALI APERTI AL DIALOGO SUL GAP: DIMINUIRE LE MACCHINE SENZA DANNEGGIARE GLI OPERATORI LEGALI»... 7 MONDO... 8 SPAGNA. PUBBLICATO DALLA FONDAZIONE CODERE IL RAPPORTO PERCEPCIÓN SOCIAL SOBRE EL JUEGO DE AZAR EN ESPAÑA RUSSIA. IL 94% DEI RUSSI SI DICE CONTRARIO AL GIOCO D AZZARDO (E LA POLIZIA SEQUESTRA SALE GIOCHI CLANDESTINE)... 8 A CURA DELL UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DI GAMENET S.P.A.

2 Rassegna WEB di venerdì 18 luglio 2014 Pag. 2

3 POLITICA E ISTITUZIONI GOVERNO: BONUS DA 80 EURO, NESSUNA MANOVRA IN VISTA MA PER GLI ESPERTI POTREBBE SCATTARE LA CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA CON AUMENTI ANCHE SU GIOCHI E TABACCHI (AGIMEG - 18/07/2014) Il governo ha intenzione di confermare gli 80 euro in busta paga per gli anni a venire, anche se già si saldano due fronti di opposizione: uno esterno, con Brunetta che spara a zero chiedendo come farà Renzi ad evitare una manovra, e quello interno, con Stefano Fassina che cifra l ammontare di una «manovra insostenibile», da 23 miliardi di euro. Padoan in serata prova a stoppare il tormentone con un tweet lapidario, «non c è nessuna manovra in arrivo». Ma è questo il fronte che preoccupa più il premier, quello della ripresa che ancora non si vede, così come non è un mistero che il premier abbia dato mandato a Cottarelli di trovare più risorse rispetto agli 11 miliardi da portare a casa con la spending review. I parlamentari più esperti - come si legge su La Stampa di oggi sanno bene che se le varie coperture necessarie non salteranno fuori, scatterebbe la vecchia clausola di salvaguardia introdotta anni fa durante le tempeste finanziarie: che mette in conto 10 miliardi per il 2015 da ottenere nel caso con aumenti automatici di tabacchi, alcol, giochi o tagli lineari a detrazioni e deduzioni fiscali fino a ottenere l importo mancante. Una sorta di sotto-coperture da usare come paracadute di ultima istanza, ma che altro non sarebbe se non aumento di tasse, una formula che il premier non vuole neanche sentir nominare. E comunque, il messaggio chiave di Padona arriva forte a tutti: «Siamo in un contesto di crescita ancora debole, la disoccupazione resta elevata, è un problema dell Italia e anche dell Europa». rg/agimeg DDL LUDOPATIE: COMMISSIONE QUESTIONI REGIONALI ATTENDE LA VALUTAZIONE DI GOVERNO E COMMISSIONE BILANCIO (AGIMEG - 18/07/2014) La Commissione per le Questioni Regionali ieri ha inserito all ordine del giorno l esame per il parere, del ddl ludopatie licenziato a fine giugno dalla Commissione Affari Sociali della Camera. Propongo di rinviare il seguito dell esame del provvedimento, in considerazione del fatto che, da una parte, il Governo sta valutando la possibilità di avvalersi della cosiddetta «delega fiscale» per introdurre nell ordinamento disposizioni per la prevenzione e la riabilitazione della ludopatia e, dall altra parte, che la Commissione bilancio della Camera ha chiesto al Governo la relazione tecnica sugli effetti finanziari del provvedimento, il che comporta un rallentamento anche nell iter in sede referente. Lo ha detto il relatore Balduzzi che ha pertanto scelto di rinviare l esame del testo ad altra seduta. im/agimeg DDL RIENTRO CAPITALI: MARCHI (PD), AGGIORNARE RELAZIONE TECNICA SU SOMME DESTINATE AL PERSONALE ADM (AGIMEG - 18/07/2014) In merito all articolo 1, comma 4, lettera b), recante disposizioni concernenti il personale dell Agenzia delle dogane e dei monopoli, si evidenzia preliminarmente la necessità di un aggiornamento dei dati contenuti nella relazione tecnica allegata al decreto-legge n. 4 del 2014, con particolare riferimento alle somme ancora disponibili per le finalità in esame. Lo ha detto ieri in Commissione Bilancio alla Camera, l on. Marchi (PD) relatore del provvedimento sulle Disposizioni in materia di emersione e rientro di capitali detenuti all estero nonché per il potenziamento della lotta all evasione fiscale, in esame in quinta commissione per il parere sulla copertura. Marchi ritiene quindi che sarebbe necessario chiarire - sulla base delle effettive esigenze rispetto alle funzioni da espletare se la necessità di ricorso ad assunzioni, cui le somme erano originariamente destinate, possa presentarsi in futuro. im/agimeg MERCATO STANDARD & POOR S ABBASSA IL RATING CORPORATE DI GTECH A BBB- (AGIMEG - 18/07/2014) L agenzia di rating Standard & Poor s (S&P) ha abbassato il rating corporate di GTECH da BBB a BBB-, contestualmente abbassando il rating a breve termine a A-3 da A-2. Al debito senior unsecured di GTECH è stato assegnato un rating BBB- rispetto al precedente BBB, mentre il rating del Rassegna WEB di venerdì 18 luglio 2014 Pag. 3

4 debito subordinato è passato a BB da BB+. La decisione di Standard & Poor s segue l annuncio da parte di GTECH di un accordo per l acquisizione di International Game Technology (IGT) per un importo complessivo di 4,7 miliardi di dollari. lp/agimeg GTECH: WSJ, A QUESTI PREZZI ACQUISIZIONE DI IGT E SCOMMESSA RISCHIOSA (JAMMA 18/07/2014) A questi prezzi, Igt potrebbe rivelarsi per Gtech qualcosa di piu di un innocua scommessa. Il Wall Street Journal dedica un commento all importante acquisizione (6,4 miliardi di dollari, di cui 4,7 in contanti) condotta in porto dal gruppo ex Lottomatica negli Usa. Considerando l intensa competizione sul mercato dei casino, l affare appare come una scommessa per gli Italiani, scrive il quotidiano. Le entrate di Igt, infatti, sono sotto pressione per l arrivo di nuovi player. Secondo un report, la quota di Igt sul mercato delle slot machine nel Nord-America sarebbe scesa dal 60% del 2004 al 35% di oggi. Anche l impatto sul debito di Gtech potrebbe rappresentare un problema, secondo il Wsj, togliendo flessibilita di investimento sui business esistenti: L acquisizione di Igt aumentera il debito netto da 2 volte l ebitda a 4,9 volte: non e chiaro quanto velocemente Gtech potra ridurre questo debito, molto dipendera dal cash flow di Igt. ACCORDO GTECH-IGT, PAGLIA (SEL): "MEF VIGILI SU RISPETTO NORMATIVA FISCALE" (GIOCONEWS 18/07/2014) Nuova interrogazione del deputato Sel Giovanni Paglia in materia di giochi. Dopo quella su Vincicasa, la nuova lotteria istantanea di Sisal ora è il turno dell'acquisizione di Igt da parte di Gtech. "La nuova holding Newco rispetta o meno la normativa fiscale?", chiede Paglia al ministero dell'economia. "Numerosi quotidiani - si legge nell'interrogazione - riportano la notizia che la Gtech, società italiana leader mondiale nel settore del gioco regolamentato e nel campo dei sistemi di processing ad alta sicurezza per le lotterie online, di cui De Agostini spa e la propria controllata DeA Partecipazioni spa, detengono complessivamente circa il 59 per cento delle azioni in circolazione, ha sottoscritto un accordo per la fusione con International Game Technology (IGT), leader globale nel settore dei casinò e del social gaming con sede a Las Vegas. Lo stesso accordo prevede che successivamente le due società confluiranno in una holding di nuova costituzione di diritto inglese, NewCo, con sede nel Regno Unito e sedi operative a Roma, Las Vegas e Providence, che negozierà le proprie azioni esclusivamente presso il New York Stock Exchange (Nyse), controllata al 20 per cento dagli attuali azionisti di Igt e all 80 per cento da quelli di GTech; l operazione, il cui valore complessivo si aggira intorno a 6,4 miliardi di dollari (4,7 miliardi di euro), comprensivi della stima di circa 1,75 miliardi di dollari (1,29 miliardi di euro) di debito netto esistente presso l inglobata Igt, è stata deliberata all unanimità dai consigli di amministrazione di entrambe le società e dovrebbe perfezionarsi entro il secondo trimestre del Il closing dell operazione è soggetto al preventivo rilascio delle necessarie autorizzazioni antitrust e di quelle delle competenti autorità di vigilanza del settore del gioco, all approvazione degli azionisti di Igt e di Gtech e ad altre condizioni tipiche per questo genere di operazioni. Agli azionisti di Gtech che non abbiano concorso all approvazione della delibera assembleare relativa alla fusione spetterà il diritto di recesso; a seguito della suddetta operazione la Gtech, (ex gruppo Lottomatica spa), inglobando la Igt, leader mondiale nella produzione di apparecchi da intrattenimento, da primo operatore al mondo nelle lotterie, arriverà quasi a raddoppiare la propria capitalizzazione per diventare il maggiore gruppo internazionale nell intera gamma dei giochi, assumendo dimensioni di primo piano in tutti i segmenti di business, aree geografiche e linee di prodotto ed arrivando a realizzare, entro il terzo anno dal perfezionamento della fusione, secondo stime le stime del management, sinergie per oltre 280 milioni di dollari (oltre 200 milioni di euro); è previsto che la nuova entità, la NewCo, generi un flusso di cassa significativo e che l operazione sarà immediatamente accrescitiva a livello di cash EPS, poiché prevede inoltre un meccanismo opzionale per gli azionisti della Igt che potranno scegliere di ricevere l intero corrispettivo tutto in azioni, o in contanti o misto, secondo precisi criteri di ripartizione previsti nell accordo di fusione; molti la definiscono come la maggiore operazione di acquisizione all estero realizzata nell ultimo anno da una società italiana: infatti, nella gara per la scalata della Igt, la Gtech ha scalzato concorrenti di peso come la società MacAndrews & Forbes del miliardario Ron Perelman, Scientific Games ed i fondi di private equity Apollo e Carlyle; non sfugge all interrogante che operazioni di questo tipo potrebbero dar luogo quantomeno a considerevoli vantaggi dal punto di vista fiscale; la suddetta scelta tra l altro segue, Rassegna WEB di venerdì 18 luglio 2014 Pag. 4

5 quella analoga già operata, il 29 gennaio, nel contesto della fusione fra Fiat Industrial e Cnh, nell ambito della quale fu chiarito che la Newco sarebbe stata costituita nei Paesi Bassi, ma che la stessa sarebbe stata considerata fiscalmente residente esclusivamente nel Regno Unito; tali due operazioni, ad avviso dell interrogante, fanno annoverare anche il Regno Unito tra i fra i Paesi europei che, insieme ad Olanda, Lussemburgo ed Irlanda, da tempo oramai praticano apertamente una politica di 'dumping fiscale', tanto da aver attirato entro i propri confini migliaia e migliaia di sedi legali di imprese con attività reale ovvero profitti raccolti in altri Paesi dell Unione; la GTech (ex Lottomatica group spa all epoca dei fatti) è una delle 10 concessionarie di slot machine a cui la Corte dei conti ha contestato il mancato collegamento delle 'macchinette' al cervellone della Sogei, operazione indispensabile a valutare il volume delle giocate, condannandole ad un risarcimento, per danno erariale, pari a 98 miliardi di euro, importo successivamente ridotto dal Governo Letta con il ricorso ad una norma che ha consentito alle stesse concessionarie di liberarsi della sanzione pagando una percentuale pari al 20 per cento e che ha convinto la GTech a chiudere il contenzioso con lo Stato dietro l esborso, avvenuto a fine anno 2013, di una somma pari a 34,7 milioni di euro, affidando ad un comunicato stampa la contestuale dichiarazione di 'non aver violato alcuna norma e di aver deciso di sottoscrivere i relativi atti, tenuto conto della lunghezza dei tempi di risoluzione di tali pendenze e dei costi connessi a un lungo contenzioso, nonché della naturale incertezza sugli esiti' : se non ritenga di dover vigilare sul pieno rispetto da parte della nuova società della normativa fiscale". GIOCHI, HARALD NEUMANN NUOVO CEO DI NOVOMATIC (AGIMEG - 18/07/2014) Harald Neumann, attualmente capo dei grandi progetti e investimenti internazionali di Novomatic, assumerà il ruolo di Ceo del colosso austriaco. Dal prossimo 1 ottobre sarà inoltre nominato Presidente del Consiglio di Amministrazione. Prenderà il posto di Franz Wohlfahrt che ha annunciato le dimissioni nei giorni scorso dopo aver guidato la compagnia dal Dal 30 settembre Wohlfahrt proseguirà la sua collaborazione in qualità di consulente. lp/agimeg ECCELSI NUOVO DIRETTORE COMMERCIALE PER MERKUR GAMING (JAMMA 18/07/2014) Alessandro Eccelsi è il nuovo direttore commerciale Merkur Gaming Italia, che dal 1 Luglio torna a far parte del Gruppo tedesco Gauselmann dopo qualche anno trascorso in altre realtà del settore. Eccelsi sarà a capo della divisione commerciale dell azienda, con l ambizioso obiettivo di far crescere la forza vendita Merkur Gaming sul mercato italiano. E una sfida importante che ho deciso di accettare e sono certo che le soddisfazioni non tarderanno ad arrivare. spiega Eccelsi Il Gruppo Gauselmann ha in progetto importanti cambiamenti per la nostra azienda e l entusiasmo con cui affronterò queste trasformazioni fungerà da guida. L esperienza con la Famiglia Dalla Pria, che ringrazio per l appoggio dimostratomi, è stato un passaggio importante per la mia crescita professionale e ora ricomincio come direttore della divisione commerciale di Merkur Gaming Italia. Visti i risultati ottenuti con il single game Amazonia, in questi giorni stiamo lanciando sul mercato la nuova scheda The Plünder Pack, anch essa sviluppata in collaborazione con la sofware house Elsy, che andrà ad aggiungersi all attuale portfolio prodotti di Merkur Gaming. NEWSLOT E VLT VLT: LA TASSA SULLA FORTUNA SARÀ APPLICATA DAL 31 LUGLIO. LO PREVEDEVA IL DECRETO DEI MONOPOLI (AGIMEG - 18/07/2014) La tassa sulla fortuna sarà applicata anche alle vincite realizzate con le videolottery a partire dal prossimo 31 luglio. E quanto stabiliva il decreto dei Monopoli di Stato emanato il 6 giugno: visto che erano stati realizzati tutti gli adempimenti tecnici necessari all adeguamento dei sistemi di gioco, il termine di partenza della tassa veniva fissato a decorrere dal quindicesimo giorno successivo alla data di Rassegna WEB di venerdì 18 luglio 2014 Pag. 5

6 deposito della sentenza della Corte costituzionale sulla questione di legittimità del prelievo. La Consulta ha depositato la sentenza il 16 luglio scorso giudicando non fondata la questione di legittimità dal momento che l obbligo di versare il prelievo è nato solo successivamente all omologazione dei sistemi di gioco delle videolotterie, come si evince non solo dalla eliminazione della sanzione ma anche dal complesso motivazionale, tutto incentrato sull aspetto tecnico del necessario adeguamento dei terminali. La tassa è stata introdotta a inizio 2012, e viene applicata con aliquota del 6% sulla parte eccedente i 500 euro delle vincite di Giochi Numerici (SuperEnalotto e simili), Gratta e Vinci, e appunto Vlt. Dopo un iter di due anni, a giugno i Monopoli di Stato hanno pubblicato un decreto che incarica i concessionari di trattenere la tassa direttamente al momento della determinazione di tale vincita. In sostanza al giocatore che centra una vincita sopra i 500 euro, verrà corrisposta la somma già decurtata della tassa. Il concessionario poi, con cadenza mensile, verserà l importo dovuto all Erario, e trasmetterà, sempre ogni mese, servendosi dei messaggi previsti dal relativo protocollo di comunicazione un report con l importo lordo delle vincite sopra i 500 euro, l ammontare complessivo dell addizionale e l ammontare complessivo delle vincite nette. lp/agimeg WINTAX: TASSANDO ANCHE LE VINCITE DELLE VLT, LO STATO NEL 2014 INCASSERÀ 320 MILIONI DI EURO (AGIMEG - 18/07/2014) La tassa sulla fortuna sarà applicata dal 31 luglio anche sulle vincite delle videolottery, lo Stato secondo le stime Agimeg nel 2014 incasserà una milioni in più, che si aggiungeranno ai circa 300 milioni del prelievo proveniente dalle vincite di altri giochi. La wintax è stata applicata fin dalle origini sulle vincite del Lotto indipendentemente dall importo. Dal 2012 sono stati assoggettati a prelievo anche i premi di Gratta e Vinci; SuperEnalotto, WinForLife e gli altri giochi numerici; e videolottery (ma venne immediatamente sospesa dal Tar Lazio, per le questioni tecniche che hanno poi portato alla sentenza della Corte Costituzionale di mercoledì scorso): sottoposti a prelievo in questo caso solo i premi superiori ai 500 euro, e per la parte eccedente tale soglia. L aliquota è in ogni caso del 6%. Di conseguenza un premio di euro centrato con il Lotto viene tassato integralmente, il prelievo è quindi di 90 euro. Su un premio dello stesso importo centrato con un Gratta e Vinci o alle videolottery, la tassa si applica sulla sola eccedenza,e quindi su euro. Il prelievo in questo caso è quindi di 60 euro.complessivamente nel 2013 questo prelievo ha portato nelle casse dello Stato 296,1 milioni di euro, un gettito in leggero calo (-1,74%) rispetto ai 301,3 milioni del La tassa sulla fortuna ha assicurato il 3,5% del gettito complessivamente tratto dai giochi (circa 8,5 miliardi). rg/agimeg SCOMMESSE, POKER E ONLINE MINIMI GARANTITI, TAR LAZIO: AAMS PUÒ SUBITO RICONTEGGIARE GLI IMPORTI BASANDOSI SULLA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE (AGIMEG - 18/07/2014) Il Tar Lazio conferma le sentenze già emesse a maggio, giugno, e luglio sui minimi garantiti, e annulla le richieste di pagamento inoltrate dai Monopoli di Stato a una trentina di concessionari ippici. Le sentenze appena pubblicate fanno riferimento a sette dei circa 20 ricorsi trattati nell udienza del 4 giugno scorso, e come i precedenti traggono origine dalla pronuncia con cui la Corte Costituzionale a novembre scorso aveva annullato la norma che prevedeva una definizione delle controversie sui minimi, riconoscendo alle agenzie in via transattiva una riduzione stabilita in maniera rigida al 5%. La pronuncia della Consulta, ribadisce anche questa volta il Tar Lazio, ha effetti conformativi vincolanti per la successiva azione amministrativa, dovendo la stessa conoscere nelle statuizioni del giudice delle legge i parametri di legittimità della futura azione. La sentenza della Corte Costituzionale comunque non rende del tutto priva di parametro normativo l attività amministrativa prima disciplinata dalla norma annullata e che dovrà formare oggetto di nuovo esercizio del potere amministrativo, dovendo i nuovi criteri, sostitutivi di quello annullato, essere enucleati alla luce delle statuizioni del giudice delle leggi e delle finalità sottese alla disciplina tuttora vigente. L Amministrazione insomma può immediatamente ri-conteggiare l importo dei minimi, rispettando però il dettato della sentenza della Corte Costituzionale. Qualora ciò non avvenisse, le richieste potranno essere immediatamente impugnate di fronte al Tar: il giudice potrà conoscerne l eventuale illegittimità sindacando la correttezza. La sentenza della Corte Costituzionale infatti reca precise indicazioni e vincoli per la successiva attività che va ad incidere sui rapporti precedentemente Rassegna WEB di venerdì 18 luglio 2014 Pag. 6

7 disciplinati dalla norma dichiarata incostituzionale, con preclusione nei confronti dell Amministrazione di reiterare provvedimenti che facciano applicazione di criteri analoghi a quelli dichiarati incostituzionali. lp/agimeg BETTING EXCHANGE, NEL CORSO DEI MONDIALI SCAMBIATE SCOMMESSE PER 14,5 MILIONI, IL 19% DI QUELLE ONLINE (AGIMEG - 18/07/2014) Con il betting exchange nel corso dei Mondiali di Calcio sono state scambiate scommesse per 14,5 milioni di euro, circa il 19% dei 76,4 milioni di euro scommessi online, e il 5,4% dei 267,6 milioni raccolti complessivamente (sia online che nelle agenzie). Il betting exchange è stato lanciato in Italia a inizio aprile, si tratta di una modalità di gioco che consente agli utenti sia di piazzare una scommessa, sia di accettare ( bancare ) quella di un altro utente, stabilendo quindi la quota. Il provider in questo caso si limita a mettere a disposizione la piattaforma, la piazza virtuale in cui domanda e offerta si incontrano. Attualmente sono due le compagnie attive in questo segmento in Italia, Betfair (che nel corso dei Mondiali ha veicolato scommesse per 11,5 milioni) e BetFlag (che invece ha toccato i 3 milioni). lp/agimeg OPINIONI E COMMENTI ENADA ROMA, IMPOSSIBILE NON ESSERCI! (JAMMA 18/07/2014) La partecipazione ad ENADA ROMA 2014? Irrinunciabile per ogni operatore voglia essere informato e intenda portare il proprio contributo per uscire dalla navigazione a vista imposta dalle incertezze del mercato. La convinzione è del presidente SAPAR Raffaele Curcio, che nell editoriale del numero di Automat in distribuzione in questi giorni torna sull argomento della Delega Fiscale, sottolineando come si stia continuando a monitorare i vari passaggi, coltivando relazioni e contatti per far sì che le istanze dell Associazione vengano prese in considerazione. Questo anche perché l impegno della SAPAR, si legge nell editoriale, resta quello di tutelare l attività degli operatori, affrontando e impegnandosi per risolvere le difficoltà quotidiane. Gli intoppi legislativi e le incertezze, che troppo spesso le normative in itinere gettano sul settore, ostacolano e frenano lo sviluppo e la sostenibilità delle nostre aziende, sostiene Curcio. Alla luce di questo, la prossima edizione di ENADA ROMA si pone come momento di incontro cardine per sviscerare le varie problematiche, dialogare e discutere su quanto è possibile ancora fare. La kermesse sarà quindi occasione di incontro e confronto e non mancheranno iniziative volte a questo scopo. Come noto, l appuntamento con la manifestazione di SAPAR, il maggiore organismo di rappresentanza dei gestori degli apparecchi da gioco e da intrattenimento, sarà dal 15 al 17 ottobre prossimi, sempre presso la Fiera di Roma (ingresso via Portuense). La 42esima edizione della Mostra Internazionale degli Apparecchi da Intrattenimento e da Gioco è organizzata da Rimini Fiera con il supporto di Euromat e la collaborazione di Ascob, Fidart, Anesv e Sicon. MILANO, CURCIO (SAPAR): «BENE L ATTIVITA DI CONTRASTO ALLE SALE ILLEGALI APERTI AL DIALOGO SUL GAP: DIMINUIRE LE MACCHINE SENZA DANNEGGIARE GLI OPERATORI LEGALI» (JAMMA 18/07/2014) «Siamo convinti che contrastare il gioco illegale, chiudendo i centri non autorizzati come è accaduto negli ultimi giorni a Milano, sia la giusta strada da percorrere e per questo ringraziamo il lavoro delle forze dell ordine. Attenzione però, quando sentiamo parlare di città no slot, a non confondere questo sistema sommerso con la filiera degli operatori legali, aziende che operano nel rispetto delle norme previste dallo Stato e che creano occupazione». Lo ha dichiarato Raffaele Curcio, presidente dell Associazione Nazionale Sapar, che riunisce tra gestori, produttori e rivenditori di apparecchi da intrattenimento. Rassegna WEB di venerdì 18 luglio 2014 Pag. 7

8 «Siamo convinti prosegue Curcio che la delega fiscale sia l occasione giusta per una revisione organica del settore dei giochi, regolamentando tutte le forme senza demonizzarne alcune rispetto ad altre: deve necessariamente essere una legge dello Stato a dare l indirizzo alle amministrazioni locali, per eliminare le difformità. Per quanto riguarda gli apparecchi, abbiamo già ribadito la nostra disponibilità a una riduzione di un offerta che riteniamo attualmente sproporzionata, mentre per le sale da gioco auspichiamo una regolamentazione più precisa delle nuove aperture. Tutto questo si può fare senza danneggiare imprese che producono occupazione». Una presa di posizione chiara anche per quanto riguarda la lotta al gioco d azzardo patologico (GAP). «Il GAP è un problema che la nostra categoria vuole contrastare continua Curcio per questo motivo fare autocritica, quando è necessario, non ci spaventa. Nel tempo abbiamo dato vita a una serie di iniziative concrete per promuovere il gioco responsabile come, per esempio, la campagna Affinché il gioco rimanga un gioco, e continuiamo a fare proposte in questo senso restando aperti al dialogo con tutti i soggetti impegnati, comprese le istituzioni. Pensiamo che il problema si risolva con una maggiore informazione e promuovendo le giuste campagne educative, e non con il semplice proibizionismo». MONDO SPAGNA. PUBBLICATO DALLA FONDAZIONE CODERE IL RAPPORTO PERCEPCIÓN SOCIAL SOBRE EL JUEGO DE AZAR EN ESPAÑA 2014 (JAMMA 18/07/2014) Il rapporto sul gioco in Spagna redatto per la Fondazione Codere è online. Secondo lo studio Percepción social sobre el juego de azar en España 2014, in Spagna giocano praticamente tutti, ma sempre meno spesso e spendendo meno soldi. In riferimento al gioco d azzardo online viene rilevato un calo del numero dei giocatori rispetto all anno precedente. È interessante notare che il 43,3% gioca ancora su siti web irregolari. Si evidenzia inoltre la grande diffidenza dei giocatori per il pagamento online. Le scommesse sportive sono ormai entrate sul mercato. Quasi la metà dei giocatori scommettere su base settimanale. L attività di intrattenimento nelle sale bingo è percepita positivamente dai giovani. Lo studio rivela un potenziale di crescita in questo settore del gioco, dopo una fase, necessaria, di rinnovamento e normalizzazione di questa attività. Lo studio rivela alcuni cambiamenti nel consumo delle diverse modalità di gioco nell ultimo anno. Nel 2013, quasi un milione di persone ha effettuato scommesse sportive, cioè circa il 2,8% degli spagnoli. Quasi la metà dei giocatori scommette più di una volta al mese (44%). Il profilo del giocatore è principalmente di sesso maschile (80%) e la spesa media per la scommessa raggiunge i 4,21. Si sottolinea la necessità di normalizzare l immagine del gioco, specialmente nel caso del settore del Bingo, intesa come attività di intrattenimento. Lo studio rileva che le sale bingo sono percepiti come luoghi spesso con un arredamento invecchiato e di vecchio stile. Tuttavia, è sorprendente che il bingo sia percepito positivamente dai giovani, soprattutto quelli che vi si recano in gruppo. RUSSIA. IL 94% DEI RUSSI SI DICE CONTRARIO AL GIOCO D AZZARDO (E LA POLIZIA SEQUESTRA SALE GIOCHI CLANDESTINE) (JAMMA 18/07/2014) Un sondaggio pubblicato in questi giorni ha rilevato che il gioco d azzardo continua ad essere impopolare per la stragrande maggioranza dei russi, cinque anni dopo l adozione della legislazione che ha fortemente limitato il numero delle case da gioco autorizzate. Il sondaggio, condotto dal Public Opinion Research Center, o VTsIOM, rivela che il 94 dei russi non gioca, si tratta della stessa percentuale già registra nel precedente sondaggio del Rassegna WEB di venerdì 18 luglio 2014 Pag. 8

9 L indagine ha inoltre rilevato che solo il 4 per cento dei russi ammette di scommettere su giochi di carte e meno dell 1 per cento della popolazione frequenta i casinò che sono stati confinati alle aree in Kaliningrad, Altai, Primorye e la regioni del Krasnodar. I risultati del sondaggio lasciano un po perplessi se si considera che solo lo scorso gennaio la polizia russa ha detto di aver chiuso almeno sale da gioco clandestine, sale che sono state aperte dopo l entrata in vigore nel 2009 della legge che ha messo al bando il gioco d azzardo. La domanda è: se nessuno gioca che senso avrebbe installare sale da gioco? Più del 70 per cento degli intervistati ha detto di ritenere che il divieto per i casino ha avuto effetti positivi. Solo l 11 per cento dichiara che la legge ha fallito. L esito del sondaggio, che è stato condotto nel mese di luglio, si è basato sulle risposte di un campione rappresentativo di adulti in 42 regioni. Il sondaggio prevede un margine di errore del 3,4 per cento. Rassegna WEB di venerdì 18 luglio 2014 Pag. 9

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

RISOLUZIONE N. 211/E

RISOLUZIONE N. 211/E RISOLUZIONE N. 211/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,11 agosto 2009 OGGETTO: Sanzioni amministrative per l utilizzo di lavoratori irregolari Principio del favor rei 1. Premessa Al fine

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis Il modello italiano di tassazione del gioco d azzardo: linee guida

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni;

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; Prot. n. 4084 AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; VISTO l articolo 12, comma 1, lettera m), del decreto-legge

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*)

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) «Rinvio pregiudiziale Articolo 99 del regolamento di procedura della Corte Politica sociale Direttiva 1999/70/CE Clausola 5 dell accordo quadro

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 TRIBUNALE DI PORDENONE Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 Il Tribunale, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati: - dr. Enrico Manzon - Presidente - dr. Francesco

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti 08 Giugno 2015 Elisa Noto, Mariateresa Villani Sommario La prescrizione breve in materia di rapporto

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO AGLI ATTI, AI DOCUMENTI E ALLE INFORMAZIONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO AGLI ATTI, AI DOCUMENTI E ALLE INFORMAZIONI REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO AGLI ATTI, AI DOCUMENTI E ALLE INFORMAZIONI Art. 1 Finalità ed ambito di applicazione Art. 2 Informazione e pubblicità Art. 3 Accesso ai documenti amministrativi Art.

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTA la

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

A A GUIDA ALL INTERPELLO WWW.AGENZIAENTRATE.IT

A A GUIDA ALL INTERPELLO WWW.AGENZIAENTRATE.IT L A G E N Z I A I N F O R M A A A DELLE ENTRATE AGENZIA GENZI DELLE ENTRATE Progetto grafico: FULVIO RONCHI UFFICIO RELAZIONI ESTERNE GUIDA ALL INTERPELLO COME OTTENERE DALL AGENZIA DELLE ENTRATE LA RISPOSTA

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

Prof. Avv. Giuseppe Cataldi Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della

Prof. Avv. Giuseppe Cataldi Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della 1 Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della sentenza della Corte europea dei diritti dell uomo con la quale la Francia è stata condannata per il divieto legislativo di costituire associazioni

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015 CIRCOLARE N. 18/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 aprile 2015 OGGETTO: Addizionale IRES per il settore energetico (c.d. Robin Hood Tax) - Articolo 81, commi 16, 17 e 18, del decreto legge 25 giugno

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A.

COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A. COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A. Le offerte sono parte del più ampio progetto d integrazione tra il Gruppo

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli