g, * ìi' tilii!: z?riií,ettruiir ílí si;ffii ? + iie,íefgèé 3::EE i;!gl:i ;iè;ii È:É ;ÉÈ gff! i}è,$ Sii:t ;azi :i:!;,ela rtlie;:;!i: :Éi !

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "g, * ìi' tilii!: z?riií,ettruiir ílí si;ffii ? + iie,íefgèé 3::EE i;!gl:i ;iè;ii È:É ;ÉÈ gff! i}è,$ Sii:t ;azi :i:!;,ela rtlie;:;!i: :Éi !"

Transcript

1 ì.i \ C Òì n ^ p u 'ì. q î luvrlwrlwf, lrzvrsrcll i1;iii i,1 i: * z:11',.;i'1 Zgli :i i ii u11 : i7:t1l ;i: i::: iz;iztri, i;:lll ;; "el::" ;íi* ;iii; tit: ziiu:;i iè*i it; ;ì Èi;l :,1: 'ii 12F :È i l;i ;:?::È: Èii:; i Èi.îÈ:ii iè: lziiri,+ ii; i;::121,1**;1i i::+r iii " ::;lf1* jri;9'i ' ri'*u-i'í tíi :iiír t,it?è 'i,:;tili;? + ii,ífgè :: i;gl:i ;iè;ii È: ;È i.-èii:i'iilíllz;::;fi*ízz:zlii: g, * ìi' tilii: z?riií,ttruiir ílí i;ffii ii È- ::'ií;è-l;èie; ; lr,'i tè:;: t l r - t ^(J ;;*È'tti :S r H $ Èi ';r [ ièè r;,i, fà; iii : 1 jiii.;: :. gài.9"è 1;rii :: :_ 1iu gff i}è,$ Sii:t ;zi :i:;,l rtli;:;i: :i È: u t i ii;:ti i: ;:: zi?:::t;112 ::t i ii p È F è \ ù + tr 6.9 T ':. tr + : h*;eì *- ì: iiii2-1 È:i:i:z+z:21i:-1,-2 iii g :u È j -4 n t ii ii;:78:;:::ii;:,:::iii1:. i A+ L ^J (., v q.0)? R t q' <; 0 ' 6? -5 ^6 0) î, g J..: _ 6.. ( i 9 g G l 'tr 6 0) L.2 : - tr ^. j.: ' g e.i 'tr.? ';ì\ 0 '- ) 'tr r. e È :i.u íz.: z G -;j "g ( -tr G. L.9 5 CL ó J 9 6 G ' 'tr 6 e '..9 '- J -..9 G ) '. - i C '\ F ú tr T AJ.9 ' p ù t F r AJ - ]J? ì P 0) p i.: :: - * 1J : ) J \È? 'tr ij tp 4it+t'ZZ';ii t1ii : 0) g î ( C) - 0 ;.9 ;:J - C, -,7 -tr? -u u - C CJ t '; r

2 VW:W) lmns efi \ \ ': { -j f,-,?- :.- 9 :;:;r->;:5',:.è? 1i-zZt iy-lí9 'úèii:1- g S :ig-7è_;i- j i - i i i ú.ij.; g È *:7Ít-:?. ;i;:?1i.è z - iil,.9;--' f i?.: ij;11:r;;5è ; x "';ì:2:; i;:: ì È 'itt:,:,i;-è { "; -? :i i t, u lp :i1.:.r :::+ : ; Èt i r iiií:ii: ffiii P u t.:l \.\ 5iz ài:èi::è ; liè ;Èr:;È:+i È: ;,,iè; ; g ; -1: j :i ÈÈ -i i '1Z :i l: ;; ; ;;tt;1;t:ì:jèiíj5:'; --?::, zz'i:i ;Èi;:;: lir iirè li ii? i;èi: Èr i :l *r: lí?i iiè: i Èi* ::,r;i ii íi ii: : illè uè È i1;l:gl,lii:f : ;;:i;i;;iir it:i:iiff iièài i; ;:; * È: ;;;;:: ìit::, tu:ili;à 1:í- l'rfíut'::'sit u, i g i i:'i;gl Ì:i: i 'i ir i* ; Èi: 1,;':::i; i ;Ìii:à :;: ii f*, íi,,gi;í'è';'rie liii;ig;il', i;i ;È:ii:i,;;ii',í{;il:ii: àièièièir

3 t.:.1.\j+_- ^"-*'f l9luitl fí( TqltitTviir rp Truv9rye L tt h in quet iritt i rivl, neguentemente r prte me in ee m, i trnzine nn ptrà llri t" rfr"r. i giuiri né_ p1e,i i"1rii" in perhé tutte le prti òn rimenre.bii,g;;?i*p:gu-".,ti. urt. r4 frmur inftti vrie iptei in rerzine l tip i pee: )., prevee il iritt i rivl ell Stt p";;ilió;'ii"rp"ru, t e prent_ ntiipt, qun l prte mme h njeguii róen ir,"rt"'pì^à"ri" pee entenz trnzine; eun invee l pirte mme nn hà qyil 1t etupl, m h rinunit il'zine il'girjiri,i J Jrrint, il "rrr.- i rivl ell iritt tt è limitt lle le pee ntiipte. L nrm emint in eme in relzine v [rt. 11 he piei q"uf ;;;i"l"p"r" pr"rrr"t" ebite e quelle ntiipte u ell'erri. n quet à l Stt h'jiritt per le le i pee rivl ntiipte inipeneniemente ll mm prte' Àneguit Per etinzine ll el giuizió ii leeiltre r," i"t"* rif"rìrjì n,bbnn etl u prte e''mme, pràluen;;;;ì;r;i"ài"àii prnuniri ul punt..". pne,bj. un prei rimite ntrttule lr prte mme iveng ner un trnzine ner en he nn gti p,inìn lut llte le.pee eere prentte ebit, pen i nuliià àeil';;r;..r. l v e eeztnlmente irett iiprinre l pizine eil mme prte ve quet nn i ttre g ir.nrunnte nel ài etinzine giuizi, rinuni ipnen he quet l e òbsligt.l p"g""r""ì" ;;li;;p"r". ) nel i nellzi,ne ell.ri rrrntn,^.*^ --1 giuizi 'i 'i" per vlntà "'tinià ";.h. fuù;ilh;"h;it:i::,'l;:lrl bbi.neguit un vntggi pri lmen un etupl elle nn pee i munque wer imputbile ftt ell'ttre imp.rgrint. G.P.(nel mme qul per l l ipizine er mm ivipr" rirt) "ì" prti n tenute tutte l pgmentó re in vi lire e[";p""ró;";;ìte i embr i ptei,ire ebit. he, in queti.rrr,,u pee ntiipte mngn l erri, ri ell ri- tt, in nierzine àeil irti""i"" l'rt. pert 11, nhe in frz l- el p.rinipi per ui "uui rei"ì"ii;;;;;i t he i primi ue mmi " renur n_ èil'rt.^t4 hnr 10 epremente previt Per pee prentte l rivl e ntiipte. 4. PATRC A SPS DLL STAT LT CTRVRS TRASFRTALR - D.LGS L pibilità i eere mmei l ptrini pee ell tt trnfrntliere per le è tt ue inrrtt il r.lgr. iràiziiàiì,i zine ll irettiv "n ". ttu- 2008l8lC. L nrmtiv i riferie l pre ivile, nhe per ntrverie mmerile. i ntur A eni ell'rt. 2 el itt eret, è niert trnfrntlier trveri in ui r prte l n- he hiee.ir.ptrini è g g qqi;iht -r"gtu.-".,t" i r n nte i n u n t t m e m b r elf un i r p qf" à,. à. ; " ii-. " ", "n ;_ Èrrrir), ivèr à queil in ui péne il pre in ui l entenz eereeguit. eve. -v rh ) È PnrRrr A ps lrr_l Srr r GtuDtzt rvrlr ALT 29

4 t0, f rrl Gzzel uffiile ell'nine eurpe L (Attí per í quli pubblízíne nn è un nizine i pptibilità) CMMSS DCS DLTA CMMSS el 9 nvembte 2004 he tt un frmulri per le mne i ptrini pe.e ell tt, -in pplizine ell àir.r,i"r lóiti è#lù; ;;;;; -iti"rre 'eò fl iutizi nelle ntrverie trnfrntliere ttrver l efiiizine i nrrie,iii-. muni relàtive l ptrini pee ell Stt in tli ntrverie LA CMMSS DLL CMTA RP' vit íl trttt he itituie l Cmunità eurpe, vit l irettiv 2002l8lC el Cnigli, el 27 genni 200' inte miglirre 'e li giutizi nelle ntrverie trnfrntliere"ttrver l efinizine i nrme minime muni reltive l ptrini pee ell Stt in tli ntrverie(t)' in prtilire l'rtil 16, prgrf 1, revi nultzine el mitt nultiv itituit ll'rtitl 1/, prgrf i, ell irettiv 200/8/C' niern qunt egue: [ntrft n ít numer C(2004) 4285] (2004i 844/) (1) L'rtil 16, prgrf 1, ell irettiv 200/8/C prevee he t. rntiirii. ìppt""ti un frmulri uni- tgur rn llegt' frme_per le mne i ptrini pee ell Stt e per l lr trmiine' (2) l frmulri unifrme prr l trmiine elle mne i trini pee ell Stt tr le utrità giuizirie egli Stti rn.rn'b.i è tt itituit n eiine ell Cmmiine C(200) 1829 ('?). Dett frmulri è pertnt nt n l preente eiine. (4) L Dnimr, nfrmemellg gll nili 1 e 2 el \'/ pit.tl ull pizine el Ónimr' llegt l irttt uli'nine eurpe e l trttt he itituie l Cmunità eurpe' nn h Prteipt ll'zine ell irettiv 200il8l1 e nn è pertnt vinlt ll te né ggett ll u pplizine, HA ADTTAT LA PRST DCS: Artil 1 l frmulri unifrme per l preentzine elle mne i pee ell tt i eni ell irettiv 200/8/ T-t^ttj". Aftit 2 Gli Stti membri n etintri ell preente eiine' Ftt Bruxelle, il 9 nvembre (l) l frmulri unifrme per le mne i ptrini pee eli Stt in qunt tle eve e.ere PPrntt entr il 0 nvembrà 2004, i eni ell'rtil 16' prgrf 2, en mm, ell irettiv 200/8iC' Per l Cmmkine Antóni VTR Membr elt Cmmiine (') G L 26 el , Pg. 41" i2i Deiine nn nr pubblit nell Czzett utfiile

5 L j l TJr " Gzzen uffiile ell'nine eurpe ALLGAT FRMLAR PR ta PRSTAZ DLL DMAD D PATRC A SPS DLL STAT LT ALTR STAT MMBR DL'..'RPA STRZ 1. Pnm i npilr il Jrmulri, r preg i ltggne ftttnente qute ilruzini. 2. Tutu k. infrmtzini ihrete nel prexnte frmuln evn ure fmíte. 1. Qulunqtu infrmuine irqrei, inxît. írnmplzt può itre il trttnwnt etlt nn. 4, nulere infmtzìnni fle inmp&e nell prumte rnwr pw ve (nnegwnze rwgnte l punt i vt $uitrn, xempi l hnwnlr i ptrni pe.v ell St* può eere repint ppure i pnebbe nre innt iílputzínr penlí Si preg i llegwe trtn i ntwn tegrn ell mnt. Si preg i rtre \g ln preente mn nn pregtuàt i tmruni errúe per intrprmlere w prtliment $uizii Pq Pfprfe PPex. Sí peg i qpne t e frmt e i pere il frmulni binmente rmpilt ll mpetrte utntà unl b mlità tn inítt 7.. l rihieente può egliere i invire l mn ll'*iu (tmpetente ell Stt memh ín i è lin ùnwr biwlmente (unntà i trmrne); quet'ultim trmetterà l mn ll'utrità mpetente ell Stt membr interet. Se i eie i preere in quet m, i preg i inire: me ell'utrità mpetente nell Stt membr i reienz el rihieente; lnirizz: TelefnlF.x/Pt elettrni /.b. l rihieente può egliere i invire l mn irettmente ll'utntò nmpetente í un ltr Stú memhr, e qule utrità i mpetente. Se i eie i preere in quet m, i preg i inire: \r^*.,l.ll'",,+^;+à. Telefn/F,x/Pt elettrni: il rihieente è in gr i mprenere l lingu uffiile ppure un elle lingue uffiili i quet pee? úr n n nîrri, in quli lingue è pibile munire n il rihieente per le quetini nnee l ptrini pee ell Stt?

6 n Gzzett uffiile ell'nine eurpe L A. Dti elt pern.he preent l mn i ptrini pee ell Stt ( rihieente): A.1. Se: Ú Mhi D Femmin me e gnme (ppure, e el, nme mmerile):...'.'..'...- A.2. Se el, ti ell pern he rppreent il rihieente e queiti è minre inpe: nirizz: Pt elettrni:...,... A.. Se el, ti el rppreentnte legle el rihieente (wt, mntri..,): nell Stt membr i reienz el rihieente: me e gnm...,...,..

7 L 651J0 l-rrl Gzzetr uffiile ell'nineurpe nell Stt membr ve il ptrini pee ell tt eve eere ne: Sí preg i llegre pi í qulunque ntnentuine gtu*ifiunv tur ell ntrveri ( eempi, ivrzi, ffìment ei figli, lvr, ttivrtà mmerile, numtri): 8.2. Vlre ell ntrveri e 'ggen ell te può eere vlutt enmimente' Si preg i peifire l vlut: B.J. Derizine elle irtnze ell ntrveri, mpreil iug e l t ei fui i u e gli elementi i prv ( eempi, tetimninze): Si preg i ltegwe pi i quunque rnentine gil)ttfriv' C.1. l rihieente è 'ttre ( rinente) nvenut (reitente)? Derizine el rir preentt (e ttrq ei rir he à tt prpt ntr i Lei ( e nvenut): me e repit ell ntrpfte:

8 10" r n Gzzert uffiile ell'nineurpe L 6511 C.2. Rgini prtilri, e ve ne n, per.rihieere il. trttment urgente ell Preente mn eempi,.i*nzi ei termini per intrprenere l'zine legle: el i rihie unimente un ptrini przile, i preg i peifire e vrebbe rigurre C.4. Si preg i peifire e il ptrini è rihiet per ttenere: l un nulenzlegle nell fe prentenzi itenz (nulenz e/ rppreentnz legle) nell'mbit i preimenti trgiuizili itenz (nzulenz e/ rppreentnz legle) nell'mbit i pibili preimenti giuiziri itenz (nzulenz e/ rppreentnzleglel nell'mbit i preimenti giuiziri in r. n tl inire: l itenz (nulenz e/ rppreentnz legle) nell'mbit i preimenti giuiziri reitrvi un eiine già re un'utrità giuuiri. n tl inire: - Denminzine inirizz ell'utrità giuizirieu - tur ell ntrveri: tr Appell ntr l eiine l euzine ell eiine C.5. Si preg i peifire quli n i ti ggiuntivi previti u eil ntur trnfrntlier ell ntrvefi ( eempi, truzini vrggi): C.6. Piee qulhe tip i iurzine ltri irltti e gevlzini he pn prire le pee legli in tutt in prte? Se ì, i preg i fmire i ettgli:

9 L J65lJ2 Gzzett uffiile ell'nine eurpe Qunte perne vivn nell Su? Si preg i peifìre il tip i rpprt J-le ee hnn n Lei (il rihieente): me e gnme ut pern è enrì."..nt. ipenente l rihieente? l rihieente è enmiemente ipenente quet Pern? iin i/n ifn iin l/n i/n lln Vi n perne enmimente ipenenti Lei he nn vivn nell Su? Se ì' peifire: me e gnme Dt i nit (e figli) Vi n perne ui Lei è enmimente ipenente he nn vivn nell Su? Se ì, peifire; Si pres i fmne ít*e k. infmzini u i lti (), nl Sw niuge Sttviv.ente (),,ulle.pgrne ennmkr'rnte ipenlmn à *i ;',';;î;;;im ii ; ;fl, perne wtkí è ernmkninte ipenenu e ù i'ten n ki ()' et u Lei in jnnbu fitntzii iveri l mmtenimet't t un punn ti Lei è ennmktmente ipenlznt e nn l qule À Wniee, pe.tfhi t;li ifltritt ttn ^ltn relitt' in '7' el + L vut mntnbun fn*nzití iyeri mnt\nhnrnt un pmn enmimnte qenlmte lw nn ire nn Let' yuifithi tli vertnntr, tt "ltre &e-y? in 8.. rmre prune prwe tmmwli, e";rnpi enun ei rllitt nnfir ttet4nte íl iitt Pretzilni puhbhtlu' eg' el fmíre le infr.rnzini i i tle tbelle tttnfi, i preg i penfrtre [ vlut in ui n eprei glí impn'

10 t Gzzett uffiile ell'nineurpe.1, Dti reltivi l reit mei menile V. Perne he mltengn il rihieente - reiti lvr: - prfitti nività mmerili: - penini: - egni i mnteniment: - pretzini pubblihe i preg i inire: 1. egni fmiliri e uii i llggi: 2. egni i iupzine e ell iurezz il - reiti pitle (beni mbili, prprietà immbiliri): - ltri reiti: 8.2. Vlre elle prprietà fv. Perne he mmten' gn il rihieente - prprietà immbilire utilizzt me reienz permnent - ltre rrietà immbiliri: - teffenl: - nprml: - ltri beni:

11 L 651J4 frr -l Czzett uffiile ell'nineurpe t F? Cne npnili V. Perne he mmtmgn il rihieente - impt ul reit: - iurezz ile ntribuu: - te l gvem lle: - nni i lzine e ltre pee per l : - te ltrhe: - pee per l ur ei figli: - pgment i ebiti: - rimbr ei pretiti - egn i mntenrment vert terzi in frz i un bblig giurii: - ltre pee: Dihir he le infrmzini frnite n veritiere e mplete e mi impegn ihirre enz ritr ll'utrità he emin l mi mn qulunque mbiment ell mi ituzine finnziri. Dt (lug e m):

COMUNEDICALTAGIRONE V Area Tecnica. PONSICUREZZA per. minoristranierinonaccompagnati ai sensi c. I, D.P.R.n. 554/99.

COMUNEDICALTAGIRONE V Area Tecnica. PONSICUREZZA per. minoristranierinonaccompagnati ai sensi c. I, D.P.R.n. 554/99. COMUDCATAGRO V Are Teni 2OO72013 POSCURZZA PRO SVUPPO OBTTVO COVRGZA per di glienz "Reuper entrpeilizzt dell'exdellefniulled detinrl nn". rihiedenti ile minritrnierinnmpgnti i eni inriprfeinle di vlutzine:

Dettagli

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE Cosa è Digicult Il portale web Il magazine online Il podcast e la newsletter L'agenzia D i gi C U L T è u n a p i a t t a f o r m a c u l t u r al e It alia n a o n li

Dettagli

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

Esercitazione n. 2. Gian Carlo Bondi VERO/FALSO

Esercitazione n. 2. Gian Carlo Bondi VERO/FALSO Eseritzioni svolte 2010 Suol Duemil 1 Eseritzione n. 2 Aspetti eonomii e lusole el ontrtto i omprvenit Risultti ttesi Spere: gli spetti tenii, giuriii e eonomii el ontrtto i omprvenit. Sper fre: eterminre

Dettagli

LE S C UOLINE DI R IO B R ANC O NAS C ONO C OME C ENTR I DI EDUC AZIONE E DI AG G R EG AZIONE PER B AMB INI E R AG AZZI C HE

LE S C UOLINE DI R IO B R ANC O NAS C ONO C OME C ENTR I DI EDUC AZIONE E DI AG G R EG AZIONE PER B AMB INI E R AG AZZI C HE LE S C UOLINE DI R IO B R ANC O NAS C ONO C OME C ENTR I DI EDUC AZIONE E DI AG G R EG AZIONE PER B AMB INI E R AG AZZI C HE VIVONO IN S ITUAZIONI DI MAR G INALITÀ E VIOLENZA Il p r o g e tto n a s c

Dettagli

ESERCIZI IN PIÙ ESERCIZI DI FINE CAPITOLO

ESERCIZI IN PIÙ ESERCIZI DI FINE CAPITOLO L RLZIONI L FUNZIONI serizi in più SRIZI IN PIÙ SRIZI I FIN PITOLO TST Nell insieme ell figur, l relzione rppresentt goe ell o elle proprietà: TST L relzione «essere isenente i», efinit nell insieme egli

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale IN F O R M A Z IO N I P E R S O N A L I Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale V a le n tin a B e c c h i E S P E R IE N Z E L A V O R A T IV E D

Dettagli

Roma, L brcgttbre.6?-olg ab Prot. N. og84p

Roma, L brcgttbre.6?-olg ab Prot. N. og84p reerine llirr \prt liquei Rm, brttbre.?l b Prt.. 84p Tutti i Cmitti Reinli S r Sei ett Cmpn ffiliini/reini nn 2015. Si lle ll preente l irlre reltiv lle qute e lle preure i ffiliine/reine e rinnv per l'nn

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

S e t t i m o R a p p o r t o s u l s e r v i z i o c i v i l e i n It a l i a. Im p a t t o s u c o l l e t t i v i t à e v o l o n t a r i R a p p o r t o f i n a l e D i c e m b r e 2 0 0 4 R I N G

Dettagli

APPENDICE 5. Altezza effettiva di rilascio delle emissioni dalle torce di combustione e/o dai motori di recupero energetico della discarica

APPENDICE 5. Altezza effettiva di rilascio delle emissioni dalle torce di combustione e/o dai motori di recupero energetico della discarica APPENDICE 5 Altezz effettiv di rilsci delle eissini dlle trce di cbustine e/ di tri di recuper energetic dell discric L ltezz effettiv di rilsci delle eissini dlle trce e/ di tri dell discric viene clclt

Dettagli

Equazioni di primo grado

Equazioni di primo grado Cpitolo Equzioni i primo gro Equzioni i primo gro erifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri i Primo Gro Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE Art. 1 Oggetto 1. L Ente parco nazionale Dolomiti Bellunesi (di seguito, locatore), come rappresentato,

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri i Primo Gro Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

Sviluppo Lazio S.p.A.

Sviluppo Lazio S.p.A. Sviluppo Lazio S.p.A. Bilancio al 31 dicembre 2012 1 BILANCIO CIVILISTICO AL 31.12.2012 2 PARTECIPANTI AL CAPITALE REGIONE LAZIO C.C.I.A.A. DI ROMA 3 ORGANI SOCIALI Consiglio di Amministrazione PRESIDENTE

Dettagli

Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI

Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI 1 Indice generale A n a li si di c o n t e s t o p a g. 3 L off e rt a d i f or m a z

Dettagli

Sondaggio piace l eolico?

Sondaggio piace l eolico? Songgio pie l eolio? Durnte l inugurzione i Stell sono stti istriuiti ei questionri per vlutre l inie i grimento ell eolio prte ell popolzione Sono stti ompilti e quini nlizzti 50 questionri Quest presentzione

Dettagli

DICHIARAZIONE PER LA PUBBLICITÀ DELLE VARIAZIONI ANM JAtI DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE

DICHIARAZIONE PER LA PUBBLICITÀ DELLE VARIAZIONI ANM JAtI DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE COMUNE D PALERMO,VfJr#xto f DCHARAZONE PER LA PUBBLCTÀ DELLE VARAZON ANM JAt DELLA STUAZONE PATRMONALE Al SENS DELLA LEGGE 5 LOGLO 982 N. 44 - ART. J RECEPTA PALLA LEGGE REGONALE...5// M 2 J L & DCHARANTE

Dettagli

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma e ss.mm.ii. Il sottoscritto Codice Fiscale Nato a il Residente in Via/P.zza

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

A.A.2009/10 Fisica 1 1

A.A.2009/10 Fisica 1 1 Mhine termihe e frigoriferi Un mhin termi è un mhin he, grzie un sequenz i trsformzioni termoinmihe i un t sostnz, proue lvoro he può essere utilizzto. Un mhin solitmente lvor su i un ilo i trsformzioni

Dettagli

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Automazione INFORMATICA INDUSTRIALE Appello COGNOME E NOME. 11 febbraio 2008 RIGA COLONNA MATRICOLA

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Automazione INFORMATICA INDUSTRIALE Appello COGNOME E NOME. 11 febbraio 2008 RIGA COLONNA MATRICOLA Politecnico i Milno Fcoltà i Ingegneri ell Automzione INFORMATICA INDUSTRIALE Appello COGNOME E NOME ebbrio 2008 RIGA COLONNA MATRICOLA Il presente plico pinzto, composto i quttro ogli (ronte/retro)eve

Dettagli

SOLUZIONE PROBLEMI Insegnamento di Fisica dell Atmosfera Seconda prova in itinere

SOLUZIONE PROBLEMI Insegnamento di Fisica dell Atmosfera Seconda prova in itinere Doente: rof Dino Zri serittore: in lessio Bertò OLUZION PROBLMI Insenento i Fisi ell tosfer eon rov in itinere /3 Vlori elle ostnti Rio terrestre eio: 637 Rio solre eio: 7 5 Distnz ei terr-sole : 9 6 Vlore

Dettagli

Modalità di accesso e documentazione ambulatoriale

Modalità di accesso e documentazione ambulatoriale Mdlità di ccess e dcumentzine mbultrile Mdlità di prentzine prime visite Utenti esterni inviti d Medic di Medicin Generle Specilist intern ll Aziend Medic del Prnt Sccrs Specilist estern ll Aziend Crtter

Dettagli

ALLOCAZIONE DINAMICA E STRUTTURE DATI 14giugno 2013

ALLOCAZIONE DINAMICA E STRUTTURE DATI 14giugno 2013 AOCAZIONE DINAMICA E STRUTTURE DATI 14giugn 2013 Di fndmentle impnz, in C, il disrs reltiv ll llzine dellzine di memri dunte l eseuzine di un prgmm. In que lezine ffrntim il disrs reltiv ll geine delle

Dettagli

a cura della Dott. Fiorenza Vandini 1

a cura della Dott. Fiorenza Vandini 1 1 Consultazione con il mondo del lavoro Proposta della Facoltà Nucleo di Valutazione Senato accademico Comitato di coordinamento regionale Consiglio di amministrazione 2 Raggiungere un MODELLO EUROPEO

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea.

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea. . 11 Dscrizin prstzinl dgli lmi di rrd dl prgtt Vlin. Pnnll infrmzini dll pnsilin cstituit dll qui tvl dll schinl sull qul vin incllt un lmirin di llumini 2 mm di spssr, vrnicit binc. Du pnnlli in plicrb

Dettagli

Satelliti artificiali geostazionari ed orientamento delle antenne (*)

Satelliti artificiali geostazionari ed orientamento delle antenne (*) e s e r c i t z i n i Stelliti rtificili estzinri ed rientment delle ntenne (* prf. in. Nzzren Crilin * Immini trtte d http://www.nuticrtili.lu.it/didttic/estzinri/estzinri.htm IIS Mrcni -Bri / ASI / IM

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI 1 ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI Il pr e s e n t e do c u m e n t o for ni s c e le info r m a z i o n i ne c e s s a r i e ed es s e n z i a l i a su p p o r t

Dettagli

HOTEL MEANS LIFESTYLE. bando di concorso 2013

HOTEL MEANS LIFESTYLE. bando di concorso 2013 Il degli Alberghi e delle SPA più belle del mondo isola d Ischia 8-13 luglio HOTEL MEANS LIFESTYLE bando di concorso 2013 Il P re m io Is c h ia In te rn a z io n a le d i A rc h ite ttu ra è fru tto d

Dettagli

Incentivi finanziari alle imprese

Incentivi finanziari alle imprese Incentivi finanziari alle imprese Delibera della Giunta regionale n. 208 del 2 aprile 2012 Programma Attuativo Regionale (PAR) a valere sul Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2007-2013 Asse I Linea

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri Superiore Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

Indicare ragione sociale dell Ente/Coop/Assoc. tel. fax. e mail. da n. camere da letto per un totale di posti letto e di complessivi n.

Indicare ragione sociale dell Ente/Coop/Assoc. tel. fax. e mail. da n. camere da letto per un totale di posti letto e di complessivi n. Mll i utrtifizi i lifizi Htl Otlli P. 1 i 5 Ott: - L Ri Lzi 13 l 6/8/27..i. Rlt Ril Nuv iili ll truttur rittiv xtrlbrhir.8 l 7 t 215. Clifizi r l rizi i ttività xtrlbrhir i Htl Otlli i tri Ui I ttritt

Dettagli

Automobile Club d'italia

Automobile Club d'italia Automobile Club d'itli SCHDA DI SINTSI MODALITA' DI AUTNTICA PRMSSA L'rt. 7 L. 24812006 non specific le modlit8 d seguire per I'utentic delle sottoscrizioni, né richim lcun disciplin già esistente, qule

Dettagli

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Tesi di Laurea L accompagnamento delle istituzioni nell inserimento e integrazione del minore straniero nel nucleo adottivo.

Dettagli

La parabola. Fuoco. Direttrice y

La parabola. Fuoco. Direttrice y L prol Definizione: si definise prol il luogo geometrio dei punti del pino equidistnti d un punto fisso detto fuoo e d un rett fiss dett direttrie. Un rppresentzione grfi inditiv dell prol nel pino rtesino

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 14 del 30/11/2012 ARGOMENTO: IMPOSTA SOSTITUIVA TFR 2013 Scde il prossimo 16 dicembre il termine per pgre l impost sostitutiv sul TFR. Tle impost rppresent l nticipo di tsse dovute

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

r& W Oggetto: PUBBLICAZIONE DELTE GRADUATORIE PROWISORIE D,ISTITUTO DEL Prot. n. LO33(C2 Rovereto, 25 febbraio 2013

r& W Oggetto: PUBBLICAZIONE DELTE GRADUATORIE PROWISORIE D,ISTITUTO DEL Prot. n. LO33(C2 Rovereto, 25 febbraio 2013 RPUBBLICA ITALIANA PROVINCIAAUTONOMA DI TRNTO ISTITUTO COMPRNSIVO ISRA - ROVRTO 38068 ROVRTO - Viale Vittria, 43 - tel.. 0464/ 43151.5 - fax 0464/ 489616 -mait segr.ic.isera-rveret@scule.prvincia.tn.it.

Dettagli

Monomi e polinomi. Verifica per la classe prima COGNOME... NOME... Classe... Data...

Monomi e polinomi. Verifica per la classe prima COGNOME... NOME... Classe... Data... Cpitolo Monomi e polinomi Monomi Verifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia

Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia Isabella Menichini - C om une di P a rm a B a ri, 18 febbra io 2011 P a rm a c ittà a m is ura di fa m ig lia O b ie ttiv o

Dettagli

d coulomb d volt b trasformatore d alternatore b amperometro d reostato

d coulomb d volt b trasformatore d alternatore b amperometro d reostato ppunti 7 TEST DI VERIFICA 1 Unità i misur ell ri elettri: henry weer volt oulom 2 Unità i misur ell pità elettri: oulom henry fr volt 3 Gener orrente lternt: umultore resistenz 4 Misur l tensione: resistometro

Dettagli

Sci en zapert u tti. im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o

Sci en zapert u tti. im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o Sci en zapert u tti im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o Luigi Benussi (lu ig i.b e n u s s i@ ln f.in fn.it) Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Laboratori Nazionali di Frascati

Dettagli

Disequazioni di primo grado

Disequazioni di primo grado Cpitolo Disequzioni i primo gro Risoluzione lgeri Verifi per l lsse seon COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/03/2010)

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/03/2010) TBELL PREZZI DEGLI INTERVENTI PER PROVINCI (escluso pezzi di ricambio) G comune/provincia 290,00 Comprende trasferta e 1 ora lavoro. Ore seguenti vedi tab. TRIFFE pag.5 L comune/provincia SI Trasferta

Dettagli

L associazione in partecipazione: la regolamentazione dell'affare e il trattamento contabile di Fabio Giommoni *

L associazione in partecipazione: la regolamentazione dell'affare e il trattamento contabile di Fabio Giommoni * L ssocizione in prtecipzione: l regolmentzione ell'ffre e il trttmento contbile i Fbio Giommoni * Il trttmento contbile ell ssocizione in prtecipzione è strettmente legto ll ttule isciplin fiscle ell istituto

Dettagli

I Trasduttori NTC o TERMISTORI

I Trasduttori NTC o TERMISTORI I Trasduttori NTC o TERMISTORI I termistori NTC sono sensori realizzati mediante semiconduttori costruiti con ossidi di metalli(ferro, cobalto e nichel) opportunamente drogati. Nel termistore NTC la resistenza

Dettagli

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Perché? Le recenti azioni giudiziarie hanno indotto nelle aziende la necessità di dotarsi di un modello

Dettagli

F (r(t)), d dt r(t) dt

F (r(t)), d dt r(t) dt Cmpi vettorili Un cmpo vettorile è un funzione vlori vettorili F : A R, con A R n, ove in questo cso l imensione el ominio e el coominio è l stess. F ( 1, 2,..., n ) (f 1 ( 1, 2,..., n ), f 2 ( 1, 2,...,

Dettagli

Disequazioni di secondo grado

Disequazioni di secondo grado Disequzioni i seono gro Cpitolo Risoluzione lgeri Verifi per l lsse seon COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

ITALIA REPUBBLICA Francobolli nuovi

ITALIA REPUBBLICA Francobolli nuovi ITALIA REPUBBLICA Fnll nuv n 113 A pt l l 6 6 ntsm ntsm Gnt Gnt ll ll fltl fltl l 8, l l 8, t vl l t pstl vl tln pstl sn mht u. Qull lfnum pp ll z stt qull ll Pst stt Itln. qull Qust ll llzn Pst Itln..Qust

Dettagli

10. Completare la seguente tabella, in cui sono riportate le produzioni assolute e relative di tre colture altamente diffuse in Italia.

10. Completare la seguente tabella, in cui sono riportate le produzioni assolute e relative di tre colture altamente diffuse in Italia. ESERCIZI DI BASE 1. I soci proprietri di un piccol compgni gricol sono tre: i signori A, B, C. Mentre i signori A e C hnno l stess quot di prtecipzione ll ziend, il signor B h solo il 50% dell quot degli

Dettagli

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti prot. Istituto di Previdenz e Assistenz RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti SpzIo RISeRVTo ll Ip Cndidto punteggio esito Il sottoscritto (iscritto ll Ip) residente in vi /pizz

Dettagli

Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile

Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile V a lte r C a n tin o 1 7 n o v e m b re 2 0 1 0 Università degli Studi di Scienze Gastronomiche: mission

Dettagli

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO - 49 - 3.1 INTRODUZIONE Volendo descrivere le province utilizzando contemporaneamente gli indicatori relativi alle diverse tematiche analizzate prima in modo

Dettagli

Prot. n.6657/pon Francavilla Fontana, lì, 18 ottobre 2013 OGGETTO: AVVISO PUBBLICO RECLUTAMENTO ESPERTI PIANO INTEGRATO PON 2013-14 CTPEDA

Prot. n.6657/pon Francavilla Fontana, lì, 18 ottobre 2013 OGGETTO: AVVISO PUBBLICO RECLUTAMENTO ESPERTI PIANO INTEGRATO PON 2013-14 CTPEDA Istitut Cmprensiv A. MORO P. VIRGILIO MARONE Frnvill Fntn (BR) Vi Ortri dell Mrte, -4 C.M. BRIC8300D C.F. 90730074 tel.083/84857 fx 083/0990 Sul Sendri di grd d INDIRIZZO MUSICALE Sede C.T.P.E.D.A. Vi

Dettagli

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A Alle g a t o (A) all a Deli b e r a z i o n e Dir e t t o r e G e n e r a l e n 144 d el 23/ 0 5/ 2 0 11 Co m p o s t o d a n 6 p a g i n e SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O

Dettagli

SPESE LEGALI A CARICO DELLA PARTE SOCCOMBENTE

SPESE LEGALI A CARICO DELLA PARTE SOCCOMBENTE SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI PAGAMENTO DELLE SPESE LEGALI A CURA DELLA PARTE VINCITRICE E SUCCESSIVO RIMBORSO DAL SOCCOMBENTE DISTRAZIONE DELLE SPESE DIRET- TAMENTE ALLA PARTE SOCCOM- BENTE SPESE LEGALI

Dettagli

callneet CATALOGO FORMATIVO www.callneet.it - info@callneet.it via Isca del Pioppo, Potenza - 0971.21184

callneet CATALOGO FORMATIVO www.callneet.it - info@callneet.it via Isca del Pioppo, Potenza - 0971.21184 assicuriamo ascolto,garantiamo opportunità. via Isca del Pioppo, Potenza - 0971.21184 www.callneet.it - info@callneet.it CATALOGO FORMATIVO ti N. B. Il catalogo formativo potrà subire delle modifiche a

Dettagli

Febbraio 2014. PROGETTO: Studio di Architettura e Urbanistica Dott. Arch. Guido Leoni Via Affò, 4 - Parma - tel. 0521.233423

Febbraio 2014. PROGETTO: Studio di Architettura e Urbanistica Dott. Arch. Guido Leoni Via Affò, 4 - Parma - tel. 0521.233423 Comune di Poviglio Provinci di Reggio Emili Relzione illustrtiv dell Delierzione Consilire di pprovzione, dei coefficienti e prmetri di conversione che ssicurno l equivlenz tr le definizioni e le modlità

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 58 del 21/04/2016 Proposta N. 561/2016 OGGETTO: RISANAMENTO CONSERVATIVO DELL'EDIFICIO DENOMINATO EX CASA DEL POPOLO PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

Regime di interesse semplice

Regime di interesse semplice Formule d usre : I = interesse ; C = cpitle; S = sconto ; K = somm d scontre V = vlore ttule ; i = tsso di interesse unitrio it i() t = it () 1 ; s () t = ( 2) 1 + it I() t = Cit ( 3 ) ; M = C( 1 + it)

Dettagli

Kandis Lo Zucchero Candito in Cristalli

Kandis Lo Zucchero Candito in Cristalli Ki L Zucchr Cit i Critlli Gli zucchri citi i critlli prtti u lt critllizzzi i luzii i zucchr imbruit lt tmprtur c il ucciv rcupr ll frzi li Si trtt i u prtt turl cifict E15 c u ctut i ccri pri l 995% RODOTTO

Dettagli

FUNZIONI MATEMATICHE. Una funzione lineare è del tipo:

FUNZIONI MATEMATICHE. Una funzione lineare è del tipo: FUNZIONI MATEMATICHE Le relzioni mtemtihe utilizzte per desrivere fenomeni nturli, in iologi ome in ltre sienze, possono ovvimente essere le più svrite. Per lo più si trtt di equzioni lineri, qudrtihe,

Dettagli

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2.

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2. Cp. 49 - Debiti verso bnche 49 DEBITI VERSO BANCHE Pssivo SP D.4 Prssi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 1 PREMESSA I debiti verso bnche ricomprendono tutti quei debiti in cui l controprte è un

Dettagli

La costituzione d azienda

La costituzione d azienda L costituzione d ziend Esercizio1 In dt 15/01/X si costituisce, per volontà dei soci Alf e Bet, l Eridice S.p.A. Il cpitle socile, costituito d 40.000 zioni ordinrie d 10 euro nominli ciscun, viene sottoscritto

Dettagli

COMBINAZIONI DI CARICO SOLAI

COMBINAZIONI DI CARICO SOLAI COMBINAZIONI DI CARICO SOLAI (ppunti di Mrio Zfonte in fse di elorzione) Ai fini delle verifihe degli stti limite, seondo unto indito dll normtiv, in generle le ondizioni di rio d onsiderre, sono uelle

Dettagli

Scheda Prodotto Prestito Personale. Agenti e Mediatori. Luglio 2009. Marketing Department (Ver. 1 PP 07/2009) 1

Scheda Prodotto Prestito Personale. Agenti e Mediatori. Luglio 2009. Marketing Department (Ver. 1 PP 07/2009) 1 Schd Prdtt Prstit Prsn Agnti Mtri Lugli 2009 Mrkting Dprtmnt (Vr. 1 PP 07/2009) 1 INDICE Prdtt Prfil Richidnt Prfil d Età Richidnt Ctgri Finnzibili Richidnt Ctgri nn Finnzibili Evntu Cbbligzin Dcumntzin

Dettagli

" Osservazione. 6.1 Integrale indefinito. R Definizione (Primitiva) E Esempio 6.1 CAPITOLO 6

 Osservazione. 6.1 Integrale indefinito. R Definizione (Primitiva) E Esempio 6.1 CAPITOLO 6 CAPITOLO 6 Clcolo integrle 6. Integrle indefinito L nozione fondmentle del clcolo integrle è quell di funzione primitiv di un funzione f (). Tle nozione è in qulche modo speculre ll nozione di funzione

Dettagli

Istituto Comprensivo di Casteggio

Istituto Comprensivo di Casteggio Minister ell'struzine, ell'università e ell Rier stitut Cmprensiv i Csteggi Ví Givnni Dbusti,24-2745 CASTEGG..95031850183 Tel: 0383 82327-0383 40922 - x: 0383 8997 Em il : pvis 2 400n@;struzi ne. it pvies

Dettagli

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8)

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8) COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionle 18 febbrio 2010, n. 8) N Prot. VARIAZIONE...del (d compilrsi cur dell ufficio competente) Al Comune di.. Il/L sottoscritto/: Cognome Nome Dt

Dettagli

30 quesiti. 1 Febbraio 2011. Scuola... Classe... Alunno... Copyright 2011 Zanichelli Editore SpA, Bologna

30 quesiti. 1 Febbraio 2011. Scuola... Classe... Alunno... Copyright 2011 Zanichelli Editore SpA, Bologna verso LA RILEVAZIONE INVALSI SCUOLA SECONDARIA DI secondo GRADO PROVA DI Mtemtic 30 quesiti Febbrio 0 Scuol... Clsse... Alunno... e b sono numeri reli che verificno quest uguglinz: Qunto vle il loro prodotto?

Dettagli

Criteri per l integrazione l fotovoltaici

Criteri per l integrazione l fotovoltaici Criteri per l integrazione l degli impianti fotovoltaici Gerardo Montanino Direttore Operativo Energy Forum - Bressanone, 9 dicembre 2008 www.gsel.it 2 Indice Il Conto Energia Bilancio del Conto Energia

Dettagli

LE RETTIFICHE DI STORNO

LE RETTIFICHE DI STORNO Cpitolo 11 LE RETTIFICHE DI STORNO cur di Alfredo Vignò Le scritture di rettific di fine esercizio Sono composte l termine del periodo mministrtivo per inserire nel sistem vlori stimti e congetturti di

Dettagli

Lezione. Investimenti Diretti Esteri (FDI) e Imprese Multinazionali

Lezione. Investimenti Diretti Esteri (FDI) e Imprese Multinazionali Lezione Investimenti Diretti Esteri FDI e Imprese Multinzionli 1 Definizioni Dimensione del fenomeno 3 Tipi di IDE 4 Il prdigm OLI 5 Il modello ``knowledge sed speifi ssets 6 Un modello di selt tr esportzione

Dettagli

- 9 giugno 2014 ore 10,00-11 giugno 2014 ore 10,00-13 giugno 2014 ore 10,00-17 giugno 2014 ore 10,00. Ministero della Pubblica Istruzione

- 9 giugno 2014 ore 10,00-11 giugno 2014 ore 10,00-13 giugno 2014 ore 10,00-17 giugno 2014 ore 10,00. Ministero della Pubblica Istruzione Minister dell Pubbli suine Lie Clssi - Sientii- Linguisti - siene Sili Sttle '* G. Bgtt " vi Bgtt 30-25015 Desenn del Grd Tel: 030 9t4L35B - x: 030 9L40454 e-mil uii: bsp020001isuine.it www. liebgtt. gv.

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA2016

CERTIFICAZIONE UNICA2016 CERTIICZIONE UNIC201 CERTIICZIONE I CUI LL RT., COMMI -ter e -quater, EL.P.R. 22 LUGLIO 1998, n. 322, RELTIV LL NNO TI NGRICI fiscale Cognome o enominazione Nome 1 2 3 TI RELTIVI L TORE I LVORO, ENTE PENSIONISTICO

Dettagli

e CARTA DEI SERVIZI An n o d i r i f e r i m e n t o 2 0 0 7 P A R T E P R I M A P R I N C I P I F O N D A M E N T A L I 1. 1 P R E M E S S A P a n s e r v i c e s. a. s. d i F. C u s e o & C. ( d i s

Dettagli

Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica

Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica POR FESR 2 0 0 7-2 0 1 3 A r t.ii.1.1 Prod e n e r g ie rinn (M isura 2 ) "INCENTIVAZIONI ALL'INSEDIAMENTO DI LINEE DI PRODUZIONE DI SISTEM I E COMPONENTI

Dettagli

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007 Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Milano, 25 febbraio 2009 CONTENUTI 1. I risultati della nuova statistica annuale RC Auto gli

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. FEBBRAIO 2015 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M LE FONTI DI FINANZIAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Le fonti di finnzimento in un società comprendono: ) il cpitle socile b) il cpitle di credito c) l utofinnzimento

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Al termine di ciscun periodo d impost, dopo ver effettuto le scritture di ssestmento e rettific,

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 Art. 1 - FINALITA E OGGETTO Il presente ndo disciplin le modlità per l'ssegnzione

Dettagli

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO in cso di mncto recpito Koinè srl c/o Firenze CMP Accettzione G.C.50019 Sesto F.no Energetic Source Luce & Gs S.p.A. - Società soggett direzione e coordinmento d prte di Energetic Source S.p.A. Sede Legle

Dettagli

INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65%

INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65% INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65% IN COSA CONSISTE? L gevolzione consiste nel riconoscimento di detrzioni dll impost IRPEF / IRES,

Dettagli

Esempi di Cinematica Diretta/Inversa. Massimo Cavallari. Corso di Robotica Prof.ssa Giuseppina Gini 2007/2008

Esempi di Cinematica Diretta/Inversa. Massimo Cavallari. Corso di Robotica Prof.ssa Giuseppina Gini 2007/2008 Eemp Cnemt Drett/Inver Mmo Cvllr Coro Robot rof. Gueppn Gn 7/8 Cnemt nver oone e Orentmento ell EnEffetor oone e Gunt Obettvo ell nemt nver è l rer elle relon per l lolo elle vrbl gunto, te l poone e l'orentmento

Dettagli

Facoltà di Economia - Università di Sassari Anno Accademico 2004-2005. Dispense Corso di Econometria Docente: Luciano Gutierrez.

Facoltà di Economia - Università di Sassari Anno Accademico 2004-2005. Dispense Corso di Econometria Docente: Luciano Gutierrez. Fcoltà di Economi - Università di Sssri Anno Accdemico 2004-2005 Dispense Corso di Econometri Docente: Lucino Gutierrez Algebr Linere Progrmm: 1.1 Definizione di mtrice e vettore 1.2 Addizione e sottrzione

Dettagli

Istituto di Ricovero e Cura a Carattere CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO DELLA BASILICATA. Rionero in Vulture (PZ) UNITA' OPERATIVA

Istituto di Ricovero e Cura a Carattere CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO DELLA BASILICATA. Rionero in Vulture (PZ) UNITA' OPERATIVA I.R.C C.S Istituto di Ricovero e Cur Crttere Scientifico REGIONE BASILICATA C.R.O.B. CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO DELLA BASILICATA Rionero in Vulture (PZ) UNITA' OPERATIVA PROWEDITORATO/ECONOMATO AI

Dettagli

Dematerializzazione del ciclo di fatturazione passiva

Dematerializzazione del ciclo di fatturazione passiva Dematerializzazione del ciclo di fatturazione passiva L esperienza del Comune di Cesena Camillo Acerbi Resp.le Servizio Informativo Gestionale Comune di Cesena acerbi_c@comune.cesena.fc.it Robert Ridolfi

Dettagli

La costituzione d azienda

La costituzione d azienda L costituzione d ziend Esercizio1 In dt 15/01/X si costituisce, per volontà dei soci Alf e Bet, l Eridice S.p.A. Il cpitle socile, costituito d 40.000 zioni ordinrie d 10 euro nominli ciscun, viene sottoscritto

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov. UN PRESTITO PLURIENNALE GARANTITO. Importo richiesto:

All'Inpdap - sede di. Prov. UN PRESTITO PLURIENNALE GARANTITO. Importo richiesto: io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Io sottoscritto/ Cod. 02020101 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

Lezione 21 Investimenti Diretti Esteri (FDI) e Imprese Multinazionali 1) Definizioni. 5) Il modello ``knowledge based specific assets

Lezione 21 Investimenti Diretti Esteri (FDI) e Imprese Multinazionali 1) Definizioni. 5) Il modello ``knowledge based specific assets Lezione 1 Investimenti Diretti Esteri FDI e Imprese Multinzionli 1 Definizioni Dimensione del fenomeno 3 Tipi di IDE 4 Il prdigm OLI 5 Il modello ``knowledge sed speifi ssets 6 Un modello di selt tr esportzione

Dettagli

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data...

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data... I numeri rzionli Cpitolo Numeri rzionli Verifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Terza. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Terza. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri Superiore Clsse Terz Suol..........................................................................................................................................

Dettagli