Soldi per l affitto ai bamboccioni perché se ne vadano di casa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Soldi per l affitto ai bamboccioni perché se ne vadano di casa"

Transcript

1 22 CRONACHE IL GIORNO - Il Resto del Carlino - LA NAZIONE MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2011 Soldi per l affitto ai bamboccioni perché se ne vadano di casa Toscana: la Regione darà da 150 a 350 euro al mese ai giovani sotto i 34 anni Sandro Bennucci «NON VOGLIO che i ragazzi toscani siano considerati bamboccioni, come dice un ministro: così offro loro un contributo per l affitto, fino a 350 euro al mese, per aiutarli a lasciare il tetto familiare». Enrico Rossi annuncia così il bando, per complessivi 45 milioni di euro, che sarà aperto dalla Regione nei primi giorni di novembre per garantire un aiuto ai giovani fra 25 e 34 anni, residenti in Toscana da almeno cinque anni, che vivono in famiglia e vogliono provare a essere autonomi. Fra i requisiti, un reddito Irpef non superiore a 35 mila euro e appartenenza a un nucleo familiare con un reddito non superiore a 40 mila euro (certificazione Isee) al momento della presentazione della domanda. IL CONTRIBUTO varierà da a euro l anno un minimo di 150 e un massimo di 350 euro al mese e sarà assegnato a chi stipula un regolare contratto d affitto in Toscana, singolarmente o in qualunque forma di convivenza, con priorità per le coppie con figli. Significa che fra gli obiettivi c è quello di «liberare» le famiglie che hanno dovuto cedere una stanza della casa, in genere la più grande e la meglio esposta, al figlio o alla figlia che si sono sposati, o che convivono con la compagna o il compagno, perché si sono ritrovati con un bambino. E vero che cambiano le generazioni e anche le mentalità: è statisticamente provato che negli anni Settanta, un ragazzo e una ragazza diventati giovane padre e giovane madre avevano più spinta a lasciare il tetto paterno. Oggi, invece, il figlio è spesso unico. E il posto si trova, magari rinunciando al salotto. Più difficile, in seguito, far sloggiare la nuova famiglia. Ma il contributo, precisiamolo, è destinato anche ai single. E perfino a gruppi di ragazzi che decidono di vivere insieme. Anzi, su una previsione di circa contributi per l affitto, i giovani «solitari» sono considerati la maggioranza. Il limite del finanziamento? Che durerà al massimo tre anni. Una Immigrato sbanca il Gratta e Vinci Colpo da un milione e 740mila euro PIEVE S. STEFANO(Arezzo) VAALBAR per un caffé e acquista un biglietto della serie «Turista per sempre». E quanto successo a un operaio straniero forse di un Paese dell Est che dopo pranzo ha varcato la soglia del Bar Europa a Pieve Santo Stefano, conosciuta come la città dei Diari e da oggi anche come il paese della «Dea Bendata». L uomo sui trent anni di Caprese Michelangelo mentre sorseggiava il caffè, con una moneta ha tolto la patina dorata dalle caselle. Alla fine ha scoperto che con cinque euro si stava portando a casa un milione e settecentomila euro. Una vincita che offre subito 200 mila euro e per venti anni un vitalizio di seimila euro al mese e un bonus finale di centomila euro. sorta di «svezzamento». Poi si suppone che il giovane sia diventato adulto e possa pagarsi l affitto intero. Magari passando a un altro finanziamento regionale: quello per comprare casa. Fra qualche mese, Rossi completerà il «pacchetto giovani», con un contributo per l acquisto. Ma il governatore pensa sia meglio illustrare il pacchetto a «puntate». Intanto, altri dati si possono avere sul sito Giovani sì. O chiamando il numero verde Ma in serata scoppia la polemica. Stefania Fuscagni (Pdl) attacca: «Rossi fa carta straccia della Costituzione, che riconosce l unicità della famiglia. Il provvedimento garantisce sostegno a coppie anche dello stesso sesso e a gruppi. Si vogliono riesumare le comuni?». IN BREVE SCIPPO. Vince 115mila euro alle slot machine ma le rubano il biglietto MASSA - Ha vinto 115mila euro alle slot-machine, ma uscendo dalla ricevitoria le è stata scippata la borsa con il biglietto vincente. E la donna, 40 anni, cliente abituale della sala slot, è rimasta a lungo sotto choc. E accaduto a Massa, intorno alle di lunedì. Il ladro non potrà ritirare la vincita perché il «ticket» riporta i dati della signora che potrà far valere anche le riprese della telecamera della macchina da gioco.. STALKING. Amante lo lascia e lui la minaccia a ripetizione Impiegato condannato AREZZO - Un impiegato è stato condannato a un anno e quattro mesi di reclusione per stalking dal gup di Arezzo: è accusato di aver tempestato di telefonate e sms minatorie una ex amante, una trentenne sudamericana. Secondo il racconto della donna, la persecuzione era iniziata quando, stanca delle false promesse del quarantenne, lei lo aveva lasciato, iniziando a ricevere telefonate e sms minatori. La trentenne, in sede di incidente probatorio, aveva poi riferito di essere stata anche violentata. MULTA.Perannihadato da mangiare ai piccioni Ora deve pagare 10mila euro LA SPEZIA - I nodi sono venuti al pettine per un insegnante sessantenne che aveva contravvenuto una miriade di volte l ordinanza del sindaco Massimo Federici che vieta di dare da mangiare ai piccioni. La donna, infatti, tutti i giorni andava in giro per la città col mangime e tantissime volte è stata multata dai vigili urbani. Alla fine si è vista presentare un conto di 10mila euro, che ha pagato per il rischio di vedersi pignorare l appartamento. PRESENTATI AL POLO UNIVERSITARIO FIORENTINO I PROGETTI DEI RICERCATORI CHE POTREBBERO CREARE POSTI DI LAVORO Dagli alberi alle cartelle cliniche, idee d impresa in culla Sandra Nistri GIULIO è un dottorando, Chiara e Stefano due giovani ricercatori, Alberto un docente referente per un gruppo. Hanno qualcosa in comune, tra loro e con qualche decina di colleghi: sono coinvolti in una serie di nuovi progetti di impresa ammessi dall Incubatore dell università di Firenze e presentati nella struttura del polo scientifico universitario. In pratica di tratta di spin-off, attualmente in fase di pre-incubazione per il supporto allo sviluppo del progetto ed eventuale avvio, che potrebbero costituirsi in imprese in grado di dare lavoro a molti giovani ricercatori. Magari con la sponsorizzazione di qualche importante azienda privata: non a caso ieri in sala c era anche Confindustria. Creare impresa in un periodo di crisi è complicato, ma qualcuno c è riuscito: dei 21 progetti ammessi l anno scorso cinque sono già diventati aziende. Chiara Pettenati Giulio Lenzi LE NUOVE idee di impresa spaziano fra i campi più diversi: dall agraria all ingegneria, dalla chimica alla geologia con una incursione anche in campo umanistico per progetti scientifici applicati alla ricerca archeologica: «Il nostro gruppo - spiega Stefano Vaglio - ha sviluppato un progetto che mira alla riduzione dell anidride carbonica in atmosfera attraverso la piantumazione di alberi, in Italia ma soprattutto nei paesi dell Africa, per l assorbimento di Co2. Fra l altro con queste pratiche è possibile ottenere i cosiddetti crediti di carbonio che possono essere commercializzati, diventando una risorsa per i paesi più poveri». Chiara Pettenati, insieme ad altri colleghi, ha sviluppato un progetto per la predisposizione di sistemi hardware e software per gestire le cartelle cliniche dei pazienti in ospedale e evitare errori che possono essere letali. Un giovane dottorando Giulio Lenzi opera nel progetto Noise che lavora su un doppio binario, quello dell abbattimento del rumore ma anche della riconoscibilità del suono: «Ci sono aziende che producono motociclette con cui siamo in contatto - spiega ad esempio - che sarebbero interessate a far sì che il rumore dei propri mezzi possa essere riconoscibile e immediatamente percepibile dagli utenti, un po come ha fatto, per prima, la Harley Davidson». C è poi chi, sotto la guida del professor Alberto Brandi, sta lavorando per arrivare alla produzione di biodiesel attraverso scarti alimentari e oli esausti. «Lo scenario - ha sottolineato il rettore Alberto Tesi- è completamente diverso da quando mi sono laureato io: all epoca la formazione si faceva in azienda mentre oggi si chiedono persone formate e questo arricchimento può avvenire in ambito universitario. La ricerca applicata può dare concrete possibilità del lavoro».

2 iltirreno Extra - Il giornale in edicola Pagina 1 di 1 12/10/2011 MERCOLEDÌ, 12 OTTOBRE 2011 Pagina 2 - Pontedera Già venduto l outlet che verrà I nuovi padroni sono lombardi, ma il progetto non cambia di una virgola FRANCESCA SUGGI CRESPINA. Ancora sulla carta. E già venduto. Con un passaggio milionario di diritti a costruire, autorizzazioni commerciali, regionali, concessione dei terreni. Cambiano i volti dietro l operazione outlet di Crespina, ma la sostanza non si sposta di una virgola. Anzi. Entro il 30 novembre i nuovi investitori lombardi garantiscono il via libera con i tanto attesi lavori di urbanizzazione su quei 250mila metri quadri di territorio nella frazione industriale di Lavoria, a due passi dalla superstrada Fi-Pi-Li. «Siamo subentrati alla Crespina Investimenti e tutto adesso fa capo alla Versilia Investimenti srl che abbiamo creato ad hoc lo scorso giugno». E direttamente il presidente e amministratore delegato della società con sede a Brescia, Andrea Pirani, a raccontare le novità di quella cittadella della moda che, veramente, adesso fa sul serio. Sono 15 i mesi di cantiere previsti per portare a termine la prima parte del progetto, che corrisponde a 17mila metri quadri di superficie coperta, con un centinaio di negozi che saranno inaugurati a Pasqua «Entro la fine dell anno la Regione Toscana dovrebbe finalmente integrare il progetto con i 7mila metri quadri mancanti. L intero outlet per un totale di 140 negozi, sarà pronto a Natale 2013», va nei dettagli il presidente. E la necessità di operare in 2 parti, sebbene una di seguito all altra, riapre la ferita inferta dalla Regione 3 anni fa, quando l iniziale progetto tarato per 15mila metri quadri venne gambizzato dalle tabelle sulla grande distribuzione di soli 5mila metri, proprio da Firenze. Taglio che obbligò gli investitori a rimodulare il piano, spendere altri soldi, tardare. Tanto che l intera operazione fu ad un passo dal baratro. Adesso la nuova linfa arriva sia dalla Versilia Investimenti che dalla banca austriaca Raiffeisen Bank, l altra partner coinvolta. A regime saranno circa seicento le nuove assunzioni qualificate che saranno assorbite dalla maxi cittadella. Un investimento da quasi 70milioni di euro in cui gli imprenditori lombardi credono. Nessuno dei soci è toscano. Eppure alla nostra regione hanno dedicato il nome della società. «Per noi del nord la Versilia rappresenta un po la Toscana, da qui la scelta del nome. E comunque sarà l outlet di riferimento anche per quella zona», chiude Pirani.

3 iltirreno Extra - Il giornale in edicola Pagina 1 di 1 12/10/2011 MERCOLEDÌ, 12 OTTOBRE 2011 Pagina 2 - Pontedera IL SINDACO Comune pronto ad incassare gli oneri di urbanizzazione CRESPINA. A breve le casse comunali incasseranno i tanto agognati oneri di urbanizzazione, insieme alla fideiussione. Entro la fine di novembre, quindi, gli investitori ritireranno i permessi a costruire. E l Outlet Park di Lavoria finalmente mette le ali. Questa volta sul serio, dopo tanti anni di attesa e ritardi determinati da burocrazia e scelte politiche. Non certo quelle dell amministrazione di Crespina, che da 3 anni a questa parte appoggia l intera operazione. Anche perché la particolarita dell investimento milionario è proprio il carattere pubblico-privato di quel che sorgerà. All interno del parco della moda, infatti, sarà riservato un ampio spazio al polo fieristico voluto dal Comune. Là dentro saranno promossi i prodotti e le tipicità del territorio, sia locali, sia quelle dei comuni confinanti. «Finalmente la compagine degli investitori è decisa a fare passi concreti. Noi sosteniamo il progetto e loro», sottolinea il sindaco Thomas D Addona. E come sempre dichiara, anche questa volta non perde occasione per ribadire un concetto. «Continuo a sostenere che per me il progetto completo è quello iniziale e mi auspico che la Regione veramente in tempi brevi riassegni quei 5mila metri quadri tagliati 3 anni fa», precisa. All interno di quello che D Addona chiama, a ragione, il progetto iniziale c è anche la vetrina pubblica. «L expo rappresenta la peculiarità dell intero investimento - rincara -. Bisogna che la politica a tutti i livelli sostenga gli imprenditori che, di questi tempi, si mettono in gioco, investono e danno occupazione». Intanto, nella prima tranche dei lavori che saranno terminati a Pasqua 2013 è inclusa una piccola parte di polo fieristico comunale. Saranno 500 i metri dedicati che cresceranno insieme alla fine definitiva del cantiere, prevista sempre per Natale dello stesso anno. F.S.

4 30 ECONOMIA& FINANZA IL GIORNO - Il Resto del Carlino - LA NAZIONE MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2011 La sferzata del presidente della Regione Rossi agli industriali, invitati a rischiare i loro patrimoni ha provocato reazioni. La prima da Antonella Mansi, vertice di Confindustria Sandro Bennucci «FORSE LA CRISI degli ultimi tre anni ha condizionato il modo del presidente Rossi di valutare gli imprenditori. Sappia che chi ha un azienda, piccola o grande che sia, ci mette l anima, oltre ai beni mobili e immobili. Io sono testimone diretta dei rischi che si accollò mio padre...». Antonella Mansi, presidente di Confindustria Toscana, parla al telefono tenendo sul tavolo la pagina de La Nazione di ieri col titolo che sa di sfida: «Mettete in campo i vostri patrimoni». E l articolo che spiega: «La Regione è pronta a concedere sostegni agevolati alle imprese che investono, ma a condizione che si faccia una verifica sullo stato patrimoniale ell imprenditore, beni mobili e immobili, e su quanto del proprio patrimonio intenda rischiare». Presidente Mansi: è indignata, arrabbiata o soltanto sorpresa? «Da tempo ho imparato a non lasciarmi trascinare dalla foga polemica. Sono pronta a discutere, a LA REPLICA DEL PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA TOSCANA, MANSI «Chi ha un azienda rischia tutto per salvarla» «Rossi sbaglia, mio padre impegnò la casa per la Solmine» patto però che quello del governatore non sia un approccio ideologico. Prima di tutto mettiamo in chiaro un principio...». Quale? «Gli imprenditori veri rischiano tutto. Ho visto gente con le lacrime agli occhi, disposta a impegnare anche l ultimo anellino della moglie pur di salvare l azienda. Gente pronta a qualsiasi sacrificio pur di pagare gli stipendi e i fornitori e continuare a lavorare, a produrre, a rilanciare...». Ma ci sono anche imprenditori che hanno speculato... «Non sono veri imprenditori, ma solo opportunisti. Non fanno parte della nostra categoria, spesso si tratta di persone di passaggio. Però Rossi, da attento presidente della Regione, non può dare un giudizio complessivo prendendo come esempio una minoranza». Lei accennava alla scommessa imprenditoriale del suo babbo... «La nostra azienda, la Solmine, che produce acido solforico, venne privatizzata dall Eni nel Il mio babbo, Luigi, insieme ad altri soci, decise di rilevarla. Impegnò la casa, quella dove vivevamo, e che rappresentava tutto il nostro avere. Era una scommessa forte: ricordo che la mamma lo IMPRENDITORI VERI «Nonsipuògiudicareinbase aunaminoranza.ilveronodo resta il ruolo di Fidi Toscana» guardava con fiducia, sapeva che ce l avrebbe fatta. E i risultati lo dimostrano: oggi l azienda ha un fatturato di 100 milioni l anno e dà lavoro a circa 200 persone». E una storia comune, in Toscana, anche a tanti imprenditori più piccoli... «Certo. Ed è per questo che ho faticato a comprendere le parole del governatore. Che fra l altro non precisa a quali sostegni fa riferimento. Per esempio, il contributo per abbattere lo spread non è un affare pubblico, ma rientra nella trattativa fra aziende e banche. Di agevolazioni, onestamente, non ne abbiamo tante». Probabilmente Rossi si riferivaalfatto chenonpochi industriali hanno robusti conti correnti. Si sussurra che a Prato, nonostante la crisi, le banche trabocchino di denaro... «A me risulta che tanti imprenditori abbiano realmente dato fondo ai loro averi, soprattutto per far fronte alla crisi degli ultimi anni. Io invito Rossi a un confronto serio e gli chiedo di rispondere a una domanda: quanto intende impegnare la Regione a favore delle aziende?». Lo sa che è pronto un contributo di 5 milioni e mezzo per i Confidi? «Non è tanto. La Regione Piemonte e la Camera di commercio di Torino hanno già messo 30 milioni. Qui si centellina. E resiste un problema sostanziale: Fidi Toscana. Unica nel suo genere. Che alla fine si trova in concorrenza con i nostri Confidi. Secondo me, sul fronte del credito, la Regione confonde la sua mission». Che cosa serve alle imprese toscane per battere la crisi e garantire i posti di lavoro? «Sostegni concreti. Ma distribuiti secondo criteri economici, cioè in base alla presentazione di piani industriali seri. Altre regole, dove si mescolano filosofie e ideologie fanno solo perdere l obiettivo. Che dev essere quello di riprendere in pieno la corsa produttiva, agganciando una ripresa che tarda: ma che arriverà e premierà soprattutto serietà e impegno». Antonella Mansi MASSIMO CAPORALI HA RILEVATO L IMPRESA DI MARMELLATE DOPO IL FALLIMENTO Chiaverini, rinascita di un marchio «Ho messo il mio sogno nei barattoli» A LUCCA SI ALZA IL SIPARIO SUL MIAC Carta, polo da due miliardi La mostra diventa maggiorenne LUCCA NOVITA all insegna dei seminari sugli scarti industriali e dei convegni sulla technology conferenze sono quelle che si apprestano ad inaugurare l edizione 2011 del Miac, la mostra internazionale dell industria cartaria che apre oggi alle al Polo Fiere di Sorbano del Giudice a Lucca e che durerà tre giorni. Una full immersion nel comparto cartotecnico con tutte le ultime novità che riguardano un settore che a Lucca si conferma leader italiano con oltre 2 miliardi di fatturato. Il Miac compie quest anno i suoi primi 18 anni e lo fa con numeri di grande livello: lo spazio stand è tutto esaurito per la manifestazione ufficiale di Assocarta e dell Associazione Industriali lucchese: 5mila i visitatori previsti. Attesi clienti e operatori da Cina, Medio Oriente, Germania e Est Europa. Ben 130 gli espositori, 150 le case rappresentate di cui il 30% dall estero. Gli espositori potranno contare su uno stuolo di addetti agli stand. Oltre al seminario sugli scarti industriali (oggi ore 13.45), le novità di quest anno sono costituite anche dal convegno technology conference (focus sui macchinari per produzione e trasformazione della carta) e, alle 19.45, dal grande concerto lirico al Teatro del Giglio con il soprano Eva Mei e il baritono Cengiz Sayin accompagnati dal pianista Andrea Severi (ingresso gratuito). Cristiano Consorti Gigi Paoli ILSUOLAVORO è uguale ai sogni dei bambini. Chi vuol fare l astronauta, chi la ballerina e chi vuole vivere in un mondo tutto di dolci. Lui, Massimo Caporali (nella foto), c è riuscito. Ha raccolto dalle ceneri di una procedura fallimentare la Fratelli Chiaverini, il paradiso della marmellata in cui era entrato nel 1972, ne è diventato il proprietario nel Natale del Adesso sorride felice dall alto di un fatturato da due milioni di euro all anno per un milione di barattoli sfornati dalla sede di via Locatelli a Firenze. «Ma a gennaio sposteremo la produzione, compresa una nuova marmellata senza zucchero, nel nuovo stabilimento. E un investimento da mezzo milione di euro». Caporali si muove con entusiasmo in un mondo di zucchero e frutta dopo essere risalito dal baratro in cui erano finiti il nome e il prestigio di un azienda nata nel 28. «Siamo stati mesi senza prendere lo stipendio, poi per fortuna è arrivato lui...» sorride uno degli 11 dipendenti indicando Caporali mentre gira una pala in un pentolone pieno di more. «Sono di rovo, selvatiche, vere», le coccola con lo sguardo Caporali. Consapevole che la forza della Chiaverini è proprio qui: il procedimento di cottura delle marmellate è lo stesso dal Niente computer, niente tasti da pigiare. Braccia e cuore. E l orgoglio di essere stato l anima della resurrezione di un azienda storica strappata all inglobamento di qualche multinazionale grazie al coraggio di un rappresentante che si è fatto imprenditore. «Sono entrato qui nel 72 racconta Caporali e sono sempre stato un rappresentante. NEL2000 la famiglia che ha dato il nome all azienda vendette ad altri imprenditori che non sapevano molto di marmellate. Andò male». Male vuol dire circa 4 milioni di euro di buco e presentazione di un istanza fallimentare nel maggio E qui c è la svolta. «Mi chiamarono i commercialisti. Nel 2004 ci avevo messo soldi miei e per quattro anni non avevo più ricevuto i soldi delle provvigioni. Nessuno veniva più pagato. Trovammo un accordo: mi affittarono l azienda per cinquemila euro al mese». Ma per risalire bisogna toccare il fondo: «Alla fine la Chiaverini fallì, era l ottobre E io continuai a versare i miei cinquemila euro al mese al curatore fallimentare perché il contratto d affitto durava tre anni. Altri cercarono di mettere le mani sull azienda ma io riuscii a trovare l accordo col curatore e il 23 dicembre 2010 mi fu assegnato il marchio». LA RIPRESA era già cominciata. «I primi sei mesi di affitto d azienda furono durissimi ricorda anche perché tutti mi aspettavano al varco per darmi fiducia: quindi dovevo pagare tutto e subito ai fornitori. E aspettare che gli altri pagassero me. Ma sapevo che cosa era quest azienda, quel che poteva rendere». La soddisfazione e l orgoglio: «Sono entrato qui da ragazzino, poi rappresentante, ho vissuto la sofferenza e ora l azienda va bene. Tutto questo mi ripaga al di là dei risultati che, alla fine, erano quasi scontati». Nuova sede e marmellate sugli scaffali dei supermercati di tutta Italia: la Chiaverini diventa sempre più grande? «Alt, la nostra fortuna è quella di restare piccini. Ogni tanto qualcuno mi chiama per parlare di marketing e io rispondo che non mi serve: il mio magazzino è vuoto perché vendo tutto. Così mi dicono che potrei vendere di più, ma non mi interessa. Ai nostri clienti andiamo bene così». Piccolo, dolce, bello.

5 SILVANO 2 PRIMO PIANO PISA MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2011 SOLDI,SOLDI,SOLDI... PIACENTINI «LE IMPRESE CHIEDONO SCORTE INVESTIMENTI O REINTEGRO DELLA LIQUIDITÀ AZIENDALE» Mutui, rate e finanziamenti: pisani Tantissime le offerte di banche e negozi a colpi di sconti sulle operazioni. IL CONSIGLIO ATTENZIONE ALLE CLAUSOLE VOLETE acquistare a rate una tv o un divano-letto? Ecco alcuni elementari consigli. A darli è Giacomo Orsucci, responsabile giuridico Adiconsum. Il primo: «Il venditore vi sottoporrà un documento. Leggetelo con attenzione e, laddove trovate passaggi che non vi sono chiari, chiedete spiegazioni. Se non siete convinti, prendete tempo, chiedete una copia e fatevi assistere da un associazione dei consumatori». «Leggete tutto il documento (in diversi casi i caratteri sono così piccoli che l operazione non è facile) insiste Orsucci perché apponendo la firma in calce a quel contratto, ne accettate tutte le condizioni». «CAPITA spesso che, dopo avervi spiegato i contenuti della prima parte del documento per cui vi si chiede una firma, velocemente il venditore passa a chiedervi una seconda firma: attenzione, raramente questa è per la privacy, in diversi casi contiene clausole sfavorevoli all acquirente». Il diritto di recesso: «Avete alcuni giorni, dopo l acquisto, per riportare il prodotto a chi ve l ha venduto. Ancora: se l acquirente deve lasciare un acconto, fatevi fare una ricevuta. Pagate con assegno o carta di credito». di ANTONIA CASINI NON E più tempo di galline dalle uova d oro. Eppure, i pisani continuano ad acquistare, anche quando il limite è stato superato. L allarme è del centro anti-usura della Misericordia. Molti, infatti, si indebitano sempre di più fra mutui, pagamenti rateali e accessi al credito. Anche se gli addetti al settore assicurano che le attività delle finanziarie si stanno riducendo. Le offerte in negozi e centri commerciali sono tante. E si gioca tutto su tassi e sconti. «Fino a poco tempo fa spiega Davide Bellaccini (Fiba Cisl) le normative sulle condizioni di tasso zero erano meno stringenti di oggi. Di fronte ad un Tan (ovvero al tasso di interesse annuale legato al finanziamento) dello 0%, il venditore poteva far pagare al cliente un Taeg (ovvero il tasso annuo effettivo globale) del 3 o 4%, comprendente le spese di inserimento o di gestione della pratica, le spese di istruttoria o di incasso della rata. Oggi non è più così: chi propone il tasso zero non può chiedere al cliente un centesimo in più della cifra del prodotto venduto. E infatti la proposta di tassi zero è in calo». CHE COSA SERVE Una dichiarazione dei redditi, olabustapaga più i documenti con le finalità LE RATE. Un sistema che è ancora di moda all ombra della Torre. Lo propongono piccoli negozi e le catene, come la Media World. «Abbiamo appena terminato una promozione - 10 rate a partire da un importo complessivo di 299 euro - con un tasso zero vero, non finto», spiegano dalla direzione pisana (il punto vendita è in via Matteucci). «Anche le spese di bollo sono a carico nostro». Da «Che Meraviglia!», in via Di Sterpulino acquisto oggi, ricevo a casa il prodotto dopo un mese dalla consegna della pratica e inizio a pagare a Pasqua. Il minimo da cui si parte è 500 euro, l opportunità è valida fino alla fine di ottobre. All Ipercoop di Navacchio «il cliente può utilizzare la finanziaria per il pagamento e ha a disposizione una carta revolving (che contiene una riserva di denaro da spendere, ndr): ciò che si acquista viene addebitato il mese dopo. Nessuna vendita a rate, però. «Ci pare poco etico», dicono dall ufficio comunicazione. «Il credito al consumo? Negli ultimi mesi si è decisamente contratto»: ne è convinto Bellaccini. «L umore dei consumatori, volge al pessimismo». «Un tempo gli fa eco Luca Scatena, segretario provinciale dei bancari Cisl quando il consumatore aveva fiducia in un futuro migliore, non rinunciava ad acquistare, ricorrendo alle aziende specializzate in credito al consumo. Oggi è più prudente. E anche le finanziarie vendono meno». «Aziende, non c è credito senza Confidi» «PICCOLE e Medie Imprese: non c è credito senza Confidi». A sostenerlo è la Confcommercio che insiste:«in un quadro economico in cui l economia italiana ha recuperato soltanto 2 dei 7 punti percentuali di Pil persi durante la crisi, l evoluzione del credito continua a risentire delle incertezze che ancora gravano sulla ripresa». Federico Pieragnoli, Ascom:«I ridotti volumi di attività che caratterizzano fasce estese del settore produttivo si riflettono sulla redditività delle impreseesullaqualitàdelcredito.nonacaso,neiprimitremesidel 2011 le banche hanno continuato a registrare consistenti flussi di sofferenze e i crediti alle imprese in difficoltà rimangono elevati, prossimi al 6% dei finanziamenti in corso». I Consorzi Fidi «svolgono un importante funzione nel facilitare l accesso al credito, soprattutto delle Pmi. La stessa Banca d Italia«ha mostrato come la mediazione dei Confidi rappresenti un efficace strumento nel migliorare le condizioni di accesso ai prestiti e nell aumentare la qualità del credito». Le«imprese associate ai Confidi ottengono finanziamenti a tassi di interesse più bassi». LA VOCE delle banche. «Ogni anno nella provincia di Pisa, fanno richiesta di finanziamento alla Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno oltre famiglie e imprese», racconta il vicedirettore Silvano Piacentini. «Le prime richiedono mutui o credito al consumo, mentre le seconde si rivolgono alla Cassa per finanziamenti finalizzati a investimenti, scorte o reintegro della liquidità aziendale». Rispetto all anno precedente «i mutui alle famiglie ed il credito al consumo registrano una leggera contrazione, mentre per quello che riguarda le imprese i dati sono sostanzialmente stabili, con variazioni nelle finalità dell intervento». Come fare. Le famiglie che vogliono richiedere un finanziamento devono presentare la dichiarazione dei redditi e/o busta paga, e la documentazione attestante la finalità dell investimento. Per quello che riguarda le imprese, l iter di istruttoria di una pratica di affidamento richiede al cliente l esibizione del bilancio aggiornato e della documentazione comprovante l investimento da finanziare. «Negli ultimi dodici mesi (da ottobre 2010) nella provincia di Pisa, il Monte dei Paschi di Siena ha erogato 46,6 milioni di euro sottoforma di mutui (finanziamenti di medio termine) a privati (l età media è di 43 anni), nello stesso periodo si sono perfezionati finanziamenti ad aziende per un importo complessivo di 46,8 milioni di euro», afferma Rosario D Amato, direttore Area territoriale Toscana Ovest (che presidia, tra gli altri, il territorio della provincia di Pisa. All ombra della Torre detiene il 15% del totale degli sportelli bancari presenti) di Mps. «Rispetto al periodo precedente continua abbiamo notato una tendenziale diminuzione per effetto di una forte frenata degli investimenti, sia privati che aziendali». Con il pacchetto «Combatti la crisi, 438 famiglie pisane, da gennaio 2010 ad oggi, hanno beneficiato della sospensione del pagamento delle rate del mutuo, per un valore complessivo di circa 41 milioni di euro». Stessi interventi nel comparto delle imprese, per la ristrutturazione finanziaria delle aziende in crisi.

6 MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2011 PRIMO PIANO PISA ROSARIO D AMATO LUCA SCATENA MUTUI, SONO 438 LE FAMIGLIE IL CONSUMATORE CHE DA GENNAIO 2010 PRIMA AVEVA PIU FIDUCIA HANNO SOSPESO IL NEL FUTURO E SPENDEVA PAGAMENTO semprepiù indebitati «Il tasso zero devo essere davvero tale» 3 CRISI Scadenze e compere. Come gestisci i tuoi risparmi? Clicca su QUANDO I CONTI NON TORNANO Molti privati accumulano più rate insieme fino a non poter più saldare la cifra dovuta «Troppi acquisti con le carte Le famiglie rischiano l usura» AL VERDE Molti pisani fanno fatica ad arrivare alla fine del mese anche per i troppi impegni extra presi Salvadanaio Secondo l ultimo sondaggio di Findomestic, è in calo il numero dei consumatori che vogliono comprare, nei prossimi tre mesi, unpcovacanze.inaumento chi vuole ristrutturare casa Il suggerimento Quando, per l acquisto diunprodotto,cisirivolge ad una finanziaria, magari convenzionata con il centro commerciale dove si fa l acquisto, valutare bene i pacchetti proposti LE VITTIME Accumulano pagamenti dilazionati nel tempo STRISCI la carta e via. Ci si pensa il prossimo mese. Ma poi, il mese successivo arriva prima del previsto, subentrano altre spese e si dimenticano gli acquisti precedenti. O, meglio, l importo. Così si aggiungono debiti su debiti. Non si riesce più a pagare. Con le scadenze e le altre urgenze, è facile cercare un modo per tappare il buco, che mano a mano, diventa una voragine. Il rischio, poi, in questa ricerca continua di liquidità è incappare in tassi da usura. Un quadro lo dà il centro prevenzione che ha sede alla Misericordia (in via Gentile da Fabbiano 1A al Cep, numero di telefono , segreteria , fax cordiapisa.org, tutte le mattine 8-14 e il pomeriggio su appuntamento). Dal 2001 al 2010 sono state ascoltate 324 persone. Che continuano ad aumentare. «Il nostro intervento chiarisce subito Giuseppe De Risi è sottoposto alla legge 108 del 1996». «L anno scorso è stato erogato un milione e 100mila euro circa di finanziamenti con le nostre garanzie». Si va da un minimo di mille, duemila euro fino ad un massimo di mila. Se esistono i presupposti si compilano i moduli e si spediscono a Siena, dove la fondazione delle Misericordie che gestisce il fondo rilascia la fideiussione. L ultima parola, però, spetta alle banche che fanno parte della rete. LE VITTIME. «Sono single o pensionati che si sono indebitati avendo di base un mutuo e comprando a rate divani, tv e mobili». O famiglie che hanno fatto male i conti. «I privati aggiunge De Risi fanno spesso estremo ricorso al credito al consumo che viene concesso con facilità. Essendo di estrazione bancaria (come molti degli altri dieci volontari del centro, fra cui si trovano anche rappresentanti dell Inail e dell ispettorato del lavoro, ndr) dico che se venissero fatte indagini di tipo bancario, molti prestiti non verrebbero erogati. Molte rate, infatti, sono superiori al reddito». Il vortice. «Ho urgenza di coprire lo scoperto, vengo tirato per la giacchetta. Ecco, lo tacito ma apro un altra buca. E così via. Un fenomeno che, rispetto al passato, si è incrementato. Sono molte le situazioni del genere. Alcune società, oltre che fare prestiti, concedono anche carte per acquisti». Tra le più pericolose. Lo sportello alla Misericordia ha contatti mensili. «Non facciamo nuova finanza ma sistemiamo il pregresso. Valutiamo la condizione di reddito per far fronte all impegno e di serietà, naturalmente. Poi chiudiamo il rilascio della garanzia con fondi regionali. La banca è libera di accettare o meno. Ma a volte capita che siano gli stessi istituti che, quando vedono che qualcuno è indifficoltà, lo indirizzano da noi». an. cas.

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco 12/03/2015 Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco Giornalista: Dott.Greco questo bilancio chiude la prima fase del suo impegno sulla società. Qual è il messaggio che arriva al mercato da questi

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze.

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. CURRICULUM VITAE Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. Titolo di Studio: Laurea Economia e Commercio conseguita il 17.04.1973 presso l Università

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

LAST SIPE. Appunti Livorno 21 giugno 2014

LAST SIPE. Appunti Livorno 21 giugno 2014 LAST SIPE Appunti Livorno 21 giugno 2014 SAPERE, FARE, FAR SAPERE Ho sentito questo slogan per la prima volta da Gianni Bassi, grande Governatore del Distretto 2070, appassionato rotariano, con una visione

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

E ALTRI FINANZIAMENTI

E ALTRI FINANZIAMENTI Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione) E ALTRI FINANZIAMENTI FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Foglio Informativo

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli