Soldi per l affitto ai bamboccioni perché se ne vadano di casa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Soldi per l affitto ai bamboccioni perché se ne vadano di casa"

Transcript

1 22 CRONACHE IL GIORNO - Il Resto del Carlino - LA NAZIONE MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2011 Soldi per l affitto ai bamboccioni perché se ne vadano di casa Toscana: la Regione darà da 150 a 350 euro al mese ai giovani sotto i 34 anni Sandro Bennucci «NON VOGLIO che i ragazzi toscani siano considerati bamboccioni, come dice un ministro: così offro loro un contributo per l affitto, fino a 350 euro al mese, per aiutarli a lasciare il tetto familiare». Enrico Rossi annuncia così il bando, per complessivi 45 milioni di euro, che sarà aperto dalla Regione nei primi giorni di novembre per garantire un aiuto ai giovani fra 25 e 34 anni, residenti in Toscana da almeno cinque anni, che vivono in famiglia e vogliono provare a essere autonomi. Fra i requisiti, un reddito Irpef non superiore a 35 mila euro e appartenenza a un nucleo familiare con un reddito non superiore a 40 mila euro (certificazione Isee) al momento della presentazione della domanda. IL CONTRIBUTO varierà da a euro l anno un minimo di 150 e un massimo di 350 euro al mese e sarà assegnato a chi stipula un regolare contratto d affitto in Toscana, singolarmente o in qualunque forma di convivenza, con priorità per le coppie con figli. Significa che fra gli obiettivi c è quello di «liberare» le famiglie che hanno dovuto cedere una stanza della casa, in genere la più grande e la meglio esposta, al figlio o alla figlia che si sono sposati, o che convivono con la compagna o il compagno, perché si sono ritrovati con un bambino. E vero che cambiano le generazioni e anche le mentalità: è statisticamente provato che negli anni Settanta, un ragazzo e una ragazza diventati giovane padre e giovane madre avevano più spinta a lasciare il tetto paterno. Oggi, invece, il figlio è spesso unico. E il posto si trova, magari rinunciando al salotto. Più difficile, in seguito, far sloggiare la nuova famiglia. Ma il contributo, precisiamolo, è destinato anche ai single. E perfino a gruppi di ragazzi che decidono di vivere insieme. Anzi, su una previsione di circa contributi per l affitto, i giovani «solitari» sono considerati la maggioranza. Il limite del finanziamento? Che durerà al massimo tre anni. Una Immigrato sbanca il Gratta e Vinci Colpo da un milione e 740mila euro PIEVE S. STEFANO(Arezzo) VAALBAR per un caffé e acquista un biglietto della serie «Turista per sempre». E quanto successo a un operaio straniero forse di un Paese dell Est che dopo pranzo ha varcato la soglia del Bar Europa a Pieve Santo Stefano, conosciuta come la città dei Diari e da oggi anche come il paese della «Dea Bendata». L uomo sui trent anni di Caprese Michelangelo mentre sorseggiava il caffè, con una moneta ha tolto la patina dorata dalle caselle. Alla fine ha scoperto che con cinque euro si stava portando a casa un milione e settecentomila euro. Una vincita che offre subito 200 mila euro e per venti anni un vitalizio di seimila euro al mese e un bonus finale di centomila euro. sorta di «svezzamento». Poi si suppone che il giovane sia diventato adulto e possa pagarsi l affitto intero. Magari passando a un altro finanziamento regionale: quello per comprare casa. Fra qualche mese, Rossi completerà il «pacchetto giovani», con un contributo per l acquisto. Ma il governatore pensa sia meglio illustrare il pacchetto a «puntate». Intanto, altri dati si possono avere sul sito Giovani sì. O chiamando il numero verde Ma in serata scoppia la polemica. Stefania Fuscagni (Pdl) attacca: «Rossi fa carta straccia della Costituzione, che riconosce l unicità della famiglia. Il provvedimento garantisce sostegno a coppie anche dello stesso sesso e a gruppi. Si vogliono riesumare le comuni?». IN BREVE SCIPPO. Vince 115mila euro alle slot machine ma le rubano il biglietto MASSA - Ha vinto 115mila euro alle slot-machine, ma uscendo dalla ricevitoria le è stata scippata la borsa con il biglietto vincente. E la donna, 40 anni, cliente abituale della sala slot, è rimasta a lungo sotto choc. E accaduto a Massa, intorno alle di lunedì. Il ladro non potrà ritirare la vincita perché il «ticket» riporta i dati della signora che potrà far valere anche le riprese della telecamera della macchina da gioco.. STALKING. Amante lo lascia e lui la minaccia a ripetizione Impiegato condannato AREZZO - Un impiegato è stato condannato a un anno e quattro mesi di reclusione per stalking dal gup di Arezzo: è accusato di aver tempestato di telefonate e sms minatorie una ex amante, una trentenne sudamericana. Secondo il racconto della donna, la persecuzione era iniziata quando, stanca delle false promesse del quarantenne, lei lo aveva lasciato, iniziando a ricevere telefonate e sms minatori. La trentenne, in sede di incidente probatorio, aveva poi riferito di essere stata anche violentata. MULTA.Perannihadato da mangiare ai piccioni Ora deve pagare 10mila euro LA SPEZIA - I nodi sono venuti al pettine per un insegnante sessantenne che aveva contravvenuto una miriade di volte l ordinanza del sindaco Massimo Federici che vieta di dare da mangiare ai piccioni. La donna, infatti, tutti i giorni andava in giro per la città col mangime e tantissime volte è stata multata dai vigili urbani. Alla fine si è vista presentare un conto di 10mila euro, che ha pagato per il rischio di vedersi pignorare l appartamento. PRESENTATI AL POLO UNIVERSITARIO FIORENTINO I PROGETTI DEI RICERCATORI CHE POTREBBERO CREARE POSTI DI LAVORO Dagli alberi alle cartelle cliniche, idee d impresa in culla Sandra Nistri GIULIO è un dottorando, Chiara e Stefano due giovani ricercatori, Alberto un docente referente per un gruppo. Hanno qualcosa in comune, tra loro e con qualche decina di colleghi: sono coinvolti in una serie di nuovi progetti di impresa ammessi dall Incubatore dell università di Firenze e presentati nella struttura del polo scientifico universitario. In pratica di tratta di spin-off, attualmente in fase di pre-incubazione per il supporto allo sviluppo del progetto ed eventuale avvio, che potrebbero costituirsi in imprese in grado di dare lavoro a molti giovani ricercatori. Magari con la sponsorizzazione di qualche importante azienda privata: non a caso ieri in sala c era anche Confindustria. Creare impresa in un periodo di crisi è complicato, ma qualcuno c è riuscito: dei 21 progetti ammessi l anno scorso cinque sono già diventati aziende. Chiara Pettenati Giulio Lenzi LE NUOVE idee di impresa spaziano fra i campi più diversi: dall agraria all ingegneria, dalla chimica alla geologia con una incursione anche in campo umanistico per progetti scientifici applicati alla ricerca archeologica: «Il nostro gruppo - spiega Stefano Vaglio - ha sviluppato un progetto che mira alla riduzione dell anidride carbonica in atmosfera attraverso la piantumazione di alberi, in Italia ma soprattutto nei paesi dell Africa, per l assorbimento di Co2. Fra l altro con queste pratiche è possibile ottenere i cosiddetti crediti di carbonio che possono essere commercializzati, diventando una risorsa per i paesi più poveri». Chiara Pettenati, insieme ad altri colleghi, ha sviluppato un progetto per la predisposizione di sistemi hardware e software per gestire le cartelle cliniche dei pazienti in ospedale e evitare errori che possono essere letali. Un giovane dottorando Giulio Lenzi opera nel progetto Noise che lavora su un doppio binario, quello dell abbattimento del rumore ma anche della riconoscibilità del suono: «Ci sono aziende che producono motociclette con cui siamo in contatto - spiega ad esempio - che sarebbero interessate a far sì che il rumore dei propri mezzi possa essere riconoscibile e immediatamente percepibile dagli utenti, un po come ha fatto, per prima, la Harley Davidson». C è poi chi, sotto la guida del professor Alberto Brandi, sta lavorando per arrivare alla produzione di biodiesel attraverso scarti alimentari e oli esausti. «Lo scenario - ha sottolineato il rettore Alberto Tesi- è completamente diverso da quando mi sono laureato io: all epoca la formazione si faceva in azienda mentre oggi si chiedono persone formate e questo arricchimento può avvenire in ambito universitario. La ricerca applicata può dare concrete possibilità del lavoro».

2 iltirreno Extra - Il giornale in edicola Pagina 1 di 1 12/10/2011 MERCOLEDÌ, 12 OTTOBRE 2011 Pagina 2 - Pontedera Già venduto l outlet che verrà I nuovi padroni sono lombardi, ma il progetto non cambia di una virgola FRANCESCA SUGGI CRESPINA. Ancora sulla carta. E già venduto. Con un passaggio milionario di diritti a costruire, autorizzazioni commerciali, regionali, concessione dei terreni. Cambiano i volti dietro l operazione outlet di Crespina, ma la sostanza non si sposta di una virgola. Anzi. Entro il 30 novembre i nuovi investitori lombardi garantiscono il via libera con i tanto attesi lavori di urbanizzazione su quei 250mila metri quadri di territorio nella frazione industriale di Lavoria, a due passi dalla superstrada Fi-Pi-Li. «Siamo subentrati alla Crespina Investimenti e tutto adesso fa capo alla Versilia Investimenti srl che abbiamo creato ad hoc lo scorso giugno». E direttamente il presidente e amministratore delegato della società con sede a Brescia, Andrea Pirani, a raccontare le novità di quella cittadella della moda che, veramente, adesso fa sul serio. Sono 15 i mesi di cantiere previsti per portare a termine la prima parte del progetto, che corrisponde a 17mila metri quadri di superficie coperta, con un centinaio di negozi che saranno inaugurati a Pasqua «Entro la fine dell anno la Regione Toscana dovrebbe finalmente integrare il progetto con i 7mila metri quadri mancanti. L intero outlet per un totale di 140 negozi, sarà pronto a Natale 2013», va nei dettagli il presidente. E la necessità di operare in 2 parti, sebbene una di seguito all altra, riapre la ferita inferta dalla Regione 3 anni fa, quando l iniziale progetto tarato per 15mila metri quadri venne gambizzato dalle tabelle sulla grande distribuzione di soli 5mila metri, proprio da Firenze. Taglio che obbligò gli investitori a rimodulare il piano, spendere altri soldi, tardare. Tanto che l intera operazione fu ad un passo dal baratro. Adesso la nuova linfa arriva sia dalla Versilia Investimenti che dalla banca austriaca Raiffeisen Bank, l altra partner coinvolta. A regime saranno circa seicento le nuove assunzioni qualificate che saranno assorbite dalla maxi cittadella. Un investimento da quasi 70milioni di euro in cui gli imprenditori lombardi credono. Nessuno dei soci è toscano. Eppure alla nostra regione hanno dedicato il nome della società. «Per noi del nord la Versilia rappresenta un po la Toscana, da qui la scelta del nome. E comunque sarà l outlet di riferimento anche per quella zona», chiude Pirani.

3 iltirreno Extra - Il giornale in edicola Pagina 1 di 1 12/10/2011 MERCOLEDÌ, 12 OTTOBRE 2011 Pagina 2 - Pontedera IL SINDACO Comune pronto ad incassare gli oneri di urbanizzazione CRESPINA. A breve le casse comunali incasseranno i tanto agognati oneri di urbanizzazione, insieme alla fideiussione. Entro la fine di novembre, quindi, gli investitori ritireranno i permessi a costruire. E l Outlet Park di Lavoria finalmente mette le ali. Questa volta sul serio, dopo tanti anni di attesa e ritardi determinati da burocrazia e scelte politiche. Non certo quelle dell amministrazione di Crespina, che da 3 anni a questa parte appoggia l intera operazione. Anche perché la particolarita dell investimento milionario è proprio il carattere pubblico-privato di quel che sorgerà. All interno del parco della moda, infatti, sarà riservato un ampio spazio al polo fieristico voluto dal Comune. Là dentro saranno promossi i prodotti e le tipicità del territorio, sia locali, sia quelle dei comuni confinanti. «Finalmente la compagine degli investitori è decisa a fare passi concreti. Noi sosteniamo il progetto e loro», sottolinea il sindaco Thomas D Addona. E come sempre dichiara, anche questa volta non perde occasione per ribadire un concetto. «Continuo a sostenere che per me il progetto completo è quello iniziale e mi auspico che la Regione veramente in tempi brevi riassegni quei 5mila metri quadri tagliati 3 anni fa», precisa. All interno di quello che D Addona chiama, a ragione, il progetto iniziale c è anche la vetrina pubblica. «L expo rappresenta la peculiarità dell intero investimento - rincara -. Bisogna che la politica a tutti i livelli sostenga gli imprenditori che, di questi tempi, si mettono in gioco, investono e danno occupazione». Intanto, nella prima tranche dei lavori che saranno terminati a Pasqua 2013 è inclusa una piccola parte di polo fieristico comunale. Saranno 500 i metri dedicati che cresceranno insieme alla fine definitiva del cantiere, prevista sempre per Natale dello stesso anno. F.S.

4 30 ECONOMIA& FINANZA IL GIORNO - Il Resto del Carlino - LA NAZIONE MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2011 La sferzata del presidente della Regione Rossi agli industriali, invitati a rischiare i loro patrimoni ha provocato reazioni. La prima da Antonella Mansi, vertice di Confindustria Sandro Bennucci «FORSE LA CRISI degli ultimi tre anni ha condizionato il modo del presidente Rossi di valutare gli imprenditori. Sappia che chi ha un azienda, piccola o grande che sia, ci mette l anima, oltre ai beni mobili e immobili. Io sono testimone diretta dei rischi che si accollò mio padre...». Antonella Mansi, presidente di Confindustria Toscana, parla al telefono tenendo sul tavolo la pagina de La Nazione di ieri col titolo che sa di sfida: «Mettete in campo i vostri patrimoni». E l articolo che spiega: «La Regione è pronta a concedere sostegni agevolati alle imprese che investono, ma a condizione che si faccia una verifica sullo stato patrimoniale ell imprenditore, beni mobili e immobili, e su quanto del proprio patrimonio intenda rischiare». Presidente Mansi: è indignata, arrabbiata o soltanto sorpresa? «Da tempo ho imparato a non lasciarmi trascinare dalla foga polemica. Sono pronta a discutere, a LA REPLICA DEL PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA TOSCANA, MANSI «Chi ha un azienda rischia tutto per salvarla» «Rossi sbaglia, mio padre impegnò la casa per la Solmine» patto però che quello del governatore non sia un approccio ideologico. Prima di tutto mettiamo in chiaro un principio...». Quale? «Gli imprenditori veri rischiano tutto. Ho visto gente con le lacrime agli occhi, disposta a impegnare anche l ultimo anellino della moglie pur di salvare l azienda. Gente pronta a qualsiasi sacrificio pur di pagare gli stipendi e i fornitori e continuare a lavorare, a produrre, a rilanciare...». Ma ci sono anche imprenditori che hanno speculato... «Non sono veri imprenditori, ma solo opportunisti. Non fanno parte della nostra categoria, spesso si tratta di persone di passaggio. Però Rossi, da attento presidente della Regione, non può dare un giudizio complessivo prendendo come esempio una minoranza». Lei accennava alla scommessa imprenditoriale del suo babbo... «La nostra azienda, la Solmine, che produce acido solforico, venne privatizzata dall Eni nel Il mio babbo, Luigi, insieme ad altri soci, decise di rilevarla. Impegnò la casa, quella dove vivevamo, e che rappresentava tutto il nostro avere. Era una scommessa forte: ricordo che la mamma lo IMPRENDITORI VERI «Nonsipuògiudicareinbase aunaminoranza.ilveronodo resta il ruolo di Fidi Toscana» guardava con fiducia, sapeva che ce l avrebbe fatta. E i risultati lo dimostrano: oggi l azienda ha un fatturato di 100 milioni l anno e dà lavoro a circa 200 persone». E una storia comune, in Toscana, anche a tanti imprenditori più piccoli... «Certo. Ed è per questo che ho faticato a comprendere le parole del governatore. Che fra l altro non precisa a quali sostegni fa riferimento. Per esempio, il contributo per abbattere lo spread non è un affare pubblico, ma rientra nella trattativa fra aziende e banche. Di agevolazioni, onestamente, non ne abbiamo tante». Probabilmente Rossi si riferivaalfatto chenonpochi industriali hanno robusti conti correnti. Si sussurra che a Prato, nonostante la crisi, le banche trabocchino di denaro... «A me risulta che tanti imprenditori abbiano realmente dato fondo ai loro averi, soprattutto per far fronte alla crisi degli ultimi anni. Io invito Rossi a un confronto serio e gli chiedo di rispondere a una domanda: quanto intende impegnare la Regione a favore delle aziende?». Lo sa che è pronto un contributo di 5 milioni e mezzo per i Confidi? «Non è tanto. La Regione Piemonte e la Camera di commercio di Torino hanno già messo 30 milioni. Qui si centellina. E resiste un problema sostanziale: Fidi Toscana. Unica nel suo genere. Che alla fine si trova in concorrenza con i nostri Confidi. Secondo me, sul fronte del credito, la Regione confonde la sua mission». Che cosa serve alle imprese toscane per battere la crisi e garantire i posti di lavoro? «Sostegni concreti. Ma distribuiti secondo criteri economici, cioè in base alla presentazione di piani industriali seri. Altre regole, dove si mescolano filosofie e ideologie fanno solo perdere l obiettivo. Che dev essere quello di riprendere in pieno la corsa produttiva, agganciando una ripresa che tarda: ma che arriverà e premierà soprattutto serietà e impegno». Antonella Mansi MASSIMO CAPORALI HA RILEVATO L IMPRESA DI MARMELLATE DOPO IL FALLIMENTO Chiaverini, rinascita di un marchio «Ho messo il mio sogno nei barattoli» A LUCCA SI ALZA IL SIPARIO SUL MIAC Carta, polo da due miliardi La mostra diventa maggiorenne LUCCA NOVITA all insegna dei seminari sugli scarti industriali e dei convegni sulla technology conferenze sono quelle che si apprestano ad inaugurare l edizione 2011 del Miac, la mostra internazionale dell industria cartaria che apre oggi alle al Polo Fiere di Sorbano del Giudice a Lucca e che durerà tre giorni. Una full immersion nel comparto cartotecnico con tutte le ultime novità che riguardano un settore che a Lucca si conferma leader italiano con oltre 2 miliardi di fatturato. Il Miac compie quest anno i suoi primi 18 anni e lo fa con numeri di grande livello: lo spazio stand è tutto esaurito per la manifestazione ufficiale di Assocarta e dell Associazione Industriali lucchese: 5mila i visitatori previsti. Attesi clienti e operatori da Cina, Medio Oriente, Germania e Est Europa. Ben 130 gli espositori, 150 le case rappresentate di cui il 30% dall estero. Gli espositori potranno contare su uno stuolo di addetti agli stand. Oltre al seminario sugli scarti industriali (oggi ore 13.45), le novità di quest anno sono costituite anche dal convegno technology conference (focus sui macchinari per produzione e trasformazione della carta) e, alle 19.45, dal grande concerto lirico al Teatro del Giglio con il soprano Eva Mei e il baritono Cengiz Sayin accompagnati dal pianista Andrea Severi (ingresso gratuito). Cristiano Consorti Gigi Paoli ILSUOLAVORO è uguale ai sogni dei bambini. Chi vuol fare l astronauta, chi la ballerina e chi vuole vivere in un mondo tutto di dolci. Lui, Massimo Caporali (nella foto), c è riuscito. Ha raccolto dalle ceneri di una procedura fallimentare la Fratelli Chiaverini, il paradiso della marmellata in cui era entrato nel 1972, ne è diventato il proprietario nel Natale del Adesso sorride felice dall alto di un fatturato da due milioni di euro all anno per un milione di barattoli sfornati dalla sede di via Locatelli a Firenze. «Ma a gennaio sposteremo la produzione, compresa una nuova marmellata senza zucchero, nel nuovo stabilimento. E un investimento da mezzo milione di euro». Caporali si muove con entusiasmo in un mondo di zucchero e frutta dopo essere risalito dal baratro in cui erano finiti il nome e il prestigio di un azienda nata nel 28. «Siamo stati mesi senza prendere lo stipendio, poi per fortuna è arrivato lui...» sorride uno degli 11 dipendenti indicando Caporali mentre gira una pala in un pentolone pieno di more. «Sono di rovo, selvatiche, vere», le coccola con lo sguardo Caporali. Consapevole che la forza della Chiaverini è proprio qui: il procedimento di cottura delle marmellate è lo stesso dal Niente computer, niente tasti da pigiare. Braccia e cuore. E l orgoglio di essere stato l anima della resurrezione di un azienda storica strappata all inglobamento di qualche multinazionale grazie al coraggio di un rappresentante che si è fatto imprenditore. «Sono entrato qui nel 72 racconta Caporali e sono sempre stato un rappresentante. NEL2000 la famiglia che ha dato il nome all azienda vendette ad altri imprenditori che non sapevano molto di marmellate. Andò male». Male vuol dire circa 4 milioni di euro di buco e presentazione di un istanza fallimentare nel maggio E qui c è la svolta. «Mi chiamarono i commercialisti. Nel 2004 ci avevo messo soldi miei e per quattro anni non avevo più ricevuto i soldi delle provvigioni. Nessuno veniva più pagato. Trovammo un accordo: mi affittarono l azienda per cinquemila euro al mese». Ma per risalire bisogna toccare il fondo: «Alla fine la Chiaverini fallì, era l ottobre E io continuai a versare i miei cinquemila euro al mese al curatore fallimentare perché il contratto d affitto durava tre anni. Altri cercarono di mettere le mani sull azienda ma io riuscii a trovare l accordo col curatore e il 23 dicembre 2010 mi fu assegnato il marchio». LA RIPRESA era già cominciata. «I primi sei mesi di affitto d azienda furono durissimi ricorda anche perché tutti mi aspettavano al varco per darmi fiducia: quindi dovevo pagare tutto e subito ai fornitori. E aspettare che gli altri pagassero me. Ma sapevo che cosa era quest azienda, quel che poteva rendere». La soddisfazione e l orgoglio: «Sono entrato qui da ragazzino, poi rappresentante, ho vissuto la sofferenza e ora l azienda va bene. Tutto questo mi ripaga al di là dei risultati che, alla fine, erano quasi scontati». Nuova sede e marmellate sugli scaffali dei supermercati di tutta Italia: la Chiaverini diventa sempre più grande? «Alt, la nostra fortuna è quella di restare piccini. Ogni tanto qualcuno mi chiama per parlare di marketing e io rispondo che non mi serve: il mio magazzino è vuoto perché vendo tutto. Così mi dicono che potrei vendere di più, ma non mi interessa. Ai nostri clienti andiamo bene così». Piccolo, dolce, bello.

5 SILVANO 2 PRIMO PIANO PISA MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2011 SOLDI,SOLDI,SOLDI... PIACENTINI «LE IMPRESE CHIEDONO SCORTE INVESTIMENTI O REINTEGRO DELLA LIQUIDITÀ AZIENDALE» Mutui, rate e finanziamenti: pisani Tantissime le offerte di banche e negozi a colpi di sconti sulle operazioni. IL CONSIGLIO ATTENZIONE ALLE CLAUSOLE VOLETE acquistare a rate una tv o un divano-letto? Ecco alcuni elementari consigli. A darli è Giacomo Orsucci, responsabile giuridico Adiconsum. Il primo: «Il venditore vi sottoporrà un documento. Leggetelo con attenzione e, laddove trovate passaggi che non vi sono chiari, chiedete spiegazioni. Se non siete convinti, prendete tempo, chiedete una copia e fatevi assistere da un associazione dei consumatori». «Leggete tutto il documento (in diversi casi i caratteri sono così piccoli che l operazione non è facile) insiste Orsucci perché apponendo la firma in calce a quel contratto, ne accettate tutte le condizioni». «CAPITA spesso che, dopo avervi spiegato i contenuti della prima parte del documento per cui vi si chiede una firma, velocemente il venditore passa a chiedervi una seconda firma: attenzione, raramente questa è per la privacy, in diversi casi contiene clausole sfavorevoli all acquirente». Il diritto di recesso: «Avete alcuni giorni, dopo l acquisto, per riportare il prodotto a chi ve l ha venduto. Ancora: se l acquirente deve lasciare un acconto, fatevi fare una ricevuta. Pagate con assegno o carta di credito». di ANTONIA CASINI NON E più tempo di galline dalle uova d oro. Eppure, i pisani continuano ad acquistare, anche quando il limite è stato superato. L allarme è del centro anti-usura della Misericordia. Molti, infatti, si indebitano sempre di più fra mutui, pagamenti rateali e accessi al credito. Anche se gli addetti al settore assicurano che le attività delle finanziarie si stanno riducendo. Le offerte in negozi e centri commerciali sono tante. E si gioca tutto su tassi e sconti. «Fino a poco tempo fa spiega Davide Bellaccini (Fiba Cisl) le normative sulle condizioni di tasso zero erano meno stringenti di oggi. Di fronte ad un Tan (ovvero al tasso di interesse annuale legato al finanziamento) dello 0%, il venditore poteva far pagare al cliente un Taeg (ovvero il tasso annuo effettivo globale) del 3 o 4%, comprendente le spese di inserimento o di gestione della pratica, le spese di istruttoria o di incasso della rata. Oggi non è più così: chi propone il tasso zero non può chiedere al cliente un centesimo in più della cifra del prodotto venduto. E infatti la proposta di tassi zero è in calo». CHE COSA SERVE Una dichiarazione dei redditi, olabustapaga più i documenti con le finalità LE RATE. Un sistema che è ancora di moda all ombra della Torre. Lo propongono piccoli negozi e le catene, come la Media World. «Abbiamo appena terminato una promozione - 10 rate a partire da un importo complessivo di 299 euro - con un tasso zero vero, non finto», spiegano dalla direzione pisana (il punto vendita è in via Matteucci). «Anche le spese di bollo sono a carico nostro». Da «Che Meraviglia!», in via Di Sterpulino acquisto oggi, ricevo a casa il prodotto dopo un mese dalla consegna della pratica e inizio a pagare a Pasqua. Il minimo da cui si parte è 500 euro, l opportunità è valida fino alla fine di ottobre. All Ipercoop di Navacchio «il cliente può utilizzare la finanziaria per il pagamento e ha a disposizione una carta revolving (che contiene una riserva di denaro da spendere, ndr): ciò che si acquista viene addebitato il mese dopo. Nessuna vendita a rate, però. «Ci pare poco etico», dicono dall ufficio comunicazione. «Il credito al consumo? Negli ultimi mesi si è decisamente contratto»: ne è convinto Bellaccini. «L umore dei consumatori, volge al pessimismo». «Un tempo gli fa eco Luca Scatena, segretario provinciale dei bancari Cisl quando il consumatore aveva fiducia in un futuro migliore, non rinunciava ad acquistare, ricorrendo alle aziende specializzate in credito al consumo. Oggi è più prudente. E anche le finanziarie vendono meno». «Aziende, non c è credito senza Confidi» «PICCOLE e Medie Imprese: non c è credito senza Confidi». A sostenerlo è la Confcommercio che insiste:«in un quadro economico in cui l economia italiana ha recuperato soltanto 2 dei 7 punti percentuali di Pil persi durante la crisi, l evoluzione del credito continua a risentire delle incertezze che ancora gravano sulla ripresa». Federico Pieragnoli, Ascom:«I ridotti volumi di attività che caratterizzano fasce estese del settore produttivo si riflettono sulla redditività delle impreseesullaqualitàdelcredito.nonacaso,neiprimitremesidel 2011 le banche hanno continuato a registrare consistenti flussi di sofferenze e i crediti alle imprese in difficoltà rimangono elevati, prossimi al 6% dei finanziamenti in corso». I Consorzi Fidi «svolgono un importante funzione nel facilitare l accesso al credito, soprattutto delle Pmi. La stessa Banca d Italia«ha mostrato come la mediazione dei Confidi rappresenti un efficace strumento nel migliorare le condizioni di accesso ai prestiti e nell aumentare la qualità del credito». Le«imprese associate ai Confidi ottengono finanziamenti a tassi di interesse più bassi». LA VOCE delle banche. «Ogni anno nella provincia di Pisa, fanno richiesta di finanziamento alla Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno oltre famiglie e imprese», racconta il vicedirettore Silvano Piacentini. «Le prime richiedono mutui o credito al consumo, mentre le seconde si rivolgono alla Cassa per finanziamenti finalizzati a investimenti, scorte o reintegro della liquidità aziendale». Rispetto all anno precedente «i mutui alle famiglie ed il credito al consumo registrano una leggera contrazione, mentre per quello che riguarda le imprese i dati sono sostanzialmente stabili, con variazioni nelle finalità dell intervento». Come fare. Le famiglie che vogliono richiedere un finanziamento devono presentare la dichiarazione dei redditi e/o busta paga, e la documentazione attestante la finalità dell investimento. Per quello che riguarda le imprese, l iter di istruttoria di una pratica di affidamento richiede al cliente l esibizione del bilancio aggiornato e della documentazione comprovante l investimento da finanziare. «Negli ultimi dodici mesi (da ottobre 2010) nella provincia di Pisa, il Monte dei Paschi di Siena ha erogato 46,6 milioni di euro sottoforma di mutui (finanziamenti di medio termine) a privati (l età media è di 43 anni), nello stesso periodo si sono perfezionati finanziamenti ad aziende per un importo complessivo di 46,8 milioni di euro», afferma Rosario D Amato, direttore Area territoriale Toscana Ovest (che presidia, tra gli altri, il territorio della provincia di Pisa. All ombra della Torre detiene il 15% del totale degli sportelli bancari presenti) di Mps. «Rispetto al periodo precedente continua abbiamo notato una tendenziale diminuzione per effetto di una forte frenata degli investimenti, sia privati che aziendali». Con il pacchetto «Combatti la crisi, 438 famiglie pisane, da gennaio 2010 ad oggi, hanno beneficiato della sospensione del pagamento delle rate del mutuo, per un valore complessivo di circa 41 milioni di euro». Stessi interventi nel comparto delle imprese, per la ristrutturazione finanziaria delle aziende in crisi.

6 MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2011 PRIMO PIANO PISA ROSARIO D AMATO LUCA SCATENA MUTUI, SONO 438 LE FAMIGLIE IL CONSUMATORE CHE DA GENNAIO 2010 PRIMA AVEVA PIU FIDUCIA HANNO SOSPESO IL NEL FUTURO E SPENDEVA PAGAMENTO semprepiù indebitati «Il tasso zero devo essere davvero tale» 3 CRISI Scadenze e compere. Come gestisci i tuoi risparmi? Clicca su QUANDO I CONTI NON TORNANO Molti privati accumulano più rate insieme fino a non poter più saldare la cifra dovuta «Troppi acquisti con le carte Le famiglie rischiano l usura» AL VERDE Molti pisani fanno fatica ad arrivare alla fine del mese anche per i troppi impegni extra presi Salvadanaio Secondo l ultimo sondaggio di Findomestic, è in calo il numero dei consumatori che vogliono comprare, nei prossimi tre mesi, unpcovacanze.inaumento chi vuole ristrutturare casa Il suggerimento Quando, per l acquisto diunprodotto,cisirivolge ad una finanziaria, magari convenzionata con il centro commerciale dove si fa l acquisto, valutare bene i pacchetti proposti LE VITTIME Accumulano pagamenti dilazionati nel tempo STRISCI la carta e via. Ci si pensa il prossimo mese. Ma poi, il mese successivo arriva prima del previsto, subentrano altre spese e si dimenticano gli acquisti precedenti. O, meglio, l importo. Così si aggiungono debiti su debiti. Non si riesce più a pagare. Con le scadenze e le altre urgenze, è facile cercare un modo per tappare il buco, che mano a mano, diventa una voragine. Il rischio, poi, in questa ricerca continua di liquidità è incappare in tassi da usura. Un quadro lo dà il centro prevenzione che ha sede alla Misericordia (in via Gentile da Fabbiano 1A al Cep, numero di telefono , segreteria , fax cordiapisa.org, tutte le mattine 8-14 e il pomeriggio su appuntamento). Dal 2001 al 2010 sono state ascoltate 324 persone. Che continuano ad aumentare. «Il nostro intervento chiarisce subito Giuseppe De Risi è sottoposto alla legge 108 del 1996». «L anno scorso è stato erogato un milione e 100mila euro circa di finanziamenti con le nostre garanzie». Si va da un minimo di mille, duemila euro fino ad un massimo di mila. Se esistono i presupposti si compilano i moduli e si spediscono a Siena, dove la fondazione delle Misericordie che gestisce il fondo rilascia la fideiussione. L ultima parola, però, spetta alle banche che fanno parte della rete. LE VITTIME. «Sono single o pensionati che si sono indebitati avendo di base un mutuo e comprando a rate divani, tv e mobili». O famiglie che hanno fatto male i conti. «I privati aggiunge De Risi fanno spesso estremo ricorso al credito al consumo che viene concesso con facilità. Essendo di estrazione bancaria (come molti degli altri dieci volontari del centro, fra cui si trovano anche rappresentanti dell Inail e dell ispettorato del lavoro, ndr) dico che se venissero fatte indagini di tipo bancario, molti prestiti non verrebbero erogati. Molte rate, infatti, sono superiori al reddito». Il vortice. «Ho urgenza di coprire lo scoperto, vengo tirato per la giacchetta. Ecco, lo tacito ma apro un altra buca. E così via. Un fenomeno che, rispetto al passato, si è incrementato. Sono molte le situazioni del genere. Alcune società, oltre che fare prestiti, concedono anche carte per acquisti». Tra le più pericolose. Lo sportello alla Misericordia ha contatti mensili. «Non facciamo nuova finanza ma sistemiamo il pregresso. Valutiamo la condizione di reddito per far fronte all impegno e di serietà, naturalmente. Poi chiudiamo il rilascio della garanzia con fondi regionali. La banca è libera di accettare o meno. Ma a volte capita che siano gli stessi istituti che, quando vedono che qualcuno è indifficoltà, lo indirizzano da noi». an. cas.

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

scuole medie* La Crisi Economica

scuole medie* La Crisi Economica Economia: una lezione per le scuole medie* La Crisi Economica Giacomo Calzolari Dipartimento di Scienze Economiche Università di Bologna http://www2.dse.unibo.it/calzolari/ * L autore ringrazia le cavie,

Dettagli

Il tema del credito è stato affrontato più volte dalla rivista Microimpresa

Il tema del credito è stato affrontato più volte dalla rivista Microimpresa Banchese Focus 1 Introduzione 2 Il tema del credito è stato affrontato più volte dalla rivista Microimpresa (si rimanda, in particolare, ai numeri 35 e 36 relativi ai alle imprese è un argomento ancora

Dettagli

Sondaggio realizzato da Ispos Public Affair IL RISPARMIO E LE GIOVANI ENERAZIONI

Sondaggio realizzato da Ispos Public Affair IL RISPARMIO E LE GIOVANI ENERAZIONI Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO Public Affairs S.r.l. Sondaggio realizzato da Ispos Public Affair IL RISPARMIO E LE GIOVANI ENERAZIONI NOTA INFORMATIVA da allegare al sondaggio (in ottemperanza al regolamento

Dettagli

Fondo Europeo per l integrazione di Cittadini di Paesi Terzi Progetto MEDIARE.COM. Glossario. dei principali termini finanziari di uso quotidiano

Fondo Europeo per l integrazione di Cittadini di Paesi Terzi Progetto MEDIARE.COM. Glossario. dei principali termini finanziari di uso quotidiano Fondo Europeo per l integrazione di Cittadini di Paesi Terzi Progetto MEDIARE.COM dei principali termini finanziari di uso quotidiano IL PROGETTO MEDIARE.COM La presente pubblicazione è stata curata da

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1 Inserisci il tuo nome- Your Name: E-Mail: Data : Puoi dare questa pagina al tuo insegnante per la valutazione del livello raggiunto Select correct answer and give these pages to your teacher. Adesso scegli

Dettagli

Vuoi Essere Padrone della tua vita?

Vuoi Essere Padrone della tua vita? Vuoi Essere Padrone della tua vita? Ti servono 3 cose! Caro Amico/a, con queste pagine vorrei condividere con te un sistema semplice per tutti, per poter diventare padrone della propria vita! Vuoi diventare

Dettagli

LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA. Il conto corrente. in parole semplici

LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA. Il conto corrente. in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici Cosa c è in questa guida? Le domande di base 2 i diritti 3 passi per scegliere il conto del cliente 3 7! 9 Le attenzioni del cliente Aalla

Dettagli

PER UNA CULTURA ANTIDEBITO

PER UNA CULTURA ANTIDEBITO FONDAZIONE BEATO G I U S E P P E TO V I N I Fondo di solidarietà per il prestito di soccorso per la prevenzione dell usura onlus PER UNA CULTURA ANTIDEBITO Presentazione Quella della Fondazione Tovini

Dettagli

Soggetto committente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa

Soggetto committente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa NOTA INFORMATIVA (in ottemperanza al regolamento dell Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa: delibera 153/02/CSP,

Dettagli

a) 1670 b) 2285 c) 4520 d) 1300 b a) 865000 b) 640000 c) 725000 d) 645000 d a) 1 b) 2 c) 3 d) Non è possibile calcolarlo

a) 1670 b) 2285 c) 4520 d) 1300 b a) 865000 b) 640000 c) 725000 d) 645000 d a) 1 b) 2 c) 3 d) Non è possibile calcolarlo RB00001 Una banca offre un interesse sui suoi conti correnti a) 1.5 euro b) 3 euro c) 150 euro d) 300 euro b dello 0.05% annuo in capitalizzazione semplice. Quanto si ottiene di interessi investendo per

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

IL FENOMENO DELL INDEBITAMENTO IN ITALIA: CAUSE, FORME, ASPETTI EDUCATIVO-SOCIALI. Luciano Gualzetti» Savona, 12 novembre 2011

IL FENOMENO DELL INDEBITAMENTO IN ITALIA: CAUSE, FORME, ASPETTI EDUCATIVO-SOCIALI. Luciano Gualzetti» Savona, 12 novembre 2011 IL FENOMENO DELL INDEBITAMENTO IN ITALIA: CAUSE, FORME, ASPETTI EDUCATIVO-SOCIALI Luciano Gualzetti» Savona, 12 novembre 2011 Premessa 1/2 Il titolo del Convegno recita: «Siamo indebitati perché non siamo

Dettagli

GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO

GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO I GARANTI aggiornamento del 7/10/2012 di Michele Buono GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO Il compito dell autorità è quello di controllare il mercato, ma il

Dettagli

Reagire alla crisi: Credito e Liquidità per Imprese e Famiglie 1 2 3 4 5 7 8 9 LE TUE DOMANDE, LE NOSTRE RISPOSTE

Reagire alla crisi: Credito e Liquidità per Imprese e Famiglie 1 2 3 4 5 7 8 9 LE TUE DOMANDE, LE NOSTRE RISPOSTE Reagire alla crisi: 610 Credito e Liquidità per Imprese e Famiglie 1 2 3 4 5 7 8 9 LE TUE DOMANDE, LE NOSTRE RISPOSTE 10 Reagire alla crisi Se sei un imprenditore e hai bisogno di nuovi finanziamenti o

Dettagli

Sempre più aziende italiane ritornano nel Bel Paese. Cina la più colpita dal back-reshoring

Sempre più aziende italiane ritornano nel Bel Paese. Cina la più colpita dal back-reshoring 1 / 5 a S 399932 E Classifica: 468 h Crea sito cooperator-veritatis Rassegna Stampa Giornaliera Cerca Home di esempio. Pubblicato il 27 luglio 2015 da Gianni-Taeshin Da Valle Precedente Successivo Sempre

Dettagli

Aste immobiliari, dalle banche mutui ad hoc per liberarsi del mattone pignorato

Aste immobiliari, dalle banche mutui ad hoc per liberarsi del mattone pignorato Aste immobiliari, dalle banche mutui ad hoc per liberarsi del mattone pignorato Creato il 07 agosto 2014 da Robertoborz Dopo il prestito vitalizio studiato per gli over 65, arrivano anche i mutui ad hoc

Dettagli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli dicembre 2010 Percorso formativo sperimentale di educazione economico-finanziaria Educare i giovani alla finanza e alle scelte di risparmio consapevoli La fiducia 2 La fiducia Durata: 1 ora. Obiettivo

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa La situazione dell accesso al credito per le piccole e medie imprese che costituiscono

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

Soggetto committente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa

Soggetto committente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa NOTA INFORMATIVA (in ottemperanza all art. 5 del Regolamento in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa approvato dall Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Nuovi sviluppi Un percorso didattico per cambiare il proprio punto di vista L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Ottobre 2009 Premessa Cesvi lavora in Uganda dal 2001

Dettagli

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI COMUNICATO STAMPA PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI 2014 Cresce la propensione al risparmio. Le famiglie

Dettagli

Emergenza credito anche per le libere professioni

Emergenza credito anche per le libere professioni Lunedì 18 marzo 2013 Emergenza credito anche per le libere professioni È allarmante il quadro economico delle professioni che è emerso nel corso del consiglio di amministrazione di Fidiprof Nord e di Fidiprof

Dettagli

Informazioni di base...3. Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO...

Informazioni di base...3. Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO... GUIDA SUI MUTUI Sommario Informazioni di base...3 Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO...7 MUTUO A DUE TIPI DI TASSO...8 MUTUO A TASSO

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Cosa c è in questa guida

Cosa c è in questa guida Cosa c è in questa guida? Le domande di base 3 passi per scegliere il mutuo >> Dalla richiesta alla stipula 2 3 12 i diritti del cliente 14! Le attenzioni del cliente 17 Aalla Z Il mutuo 19 dalla Memo

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

5^ Green Globe Banking Conference. 14 giugno 2011. Touring Club Italiano Palazzo Bertarelli

5^ Green Globe Banking Conference. 14 giugno 2011. Touring Club Italiano Palazzo Bertarelli Since 2006 Approved by 5^ Green Globe Banking Conference 14 giugno 2011 Touring Club Italiano Palazzo Bertarelli Il ruolo del sistema bancario italiano nell era della Green Economy: cosa chiedono Famiglie,

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ I RISULTATI DI UN SONDAGGIO CONDOTTO DA CASA.IT IN COLLABORAZIONE CON L'ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI Luglio 2013 La crisi ha tolto

Dettagli

De Vinco confermato Gaetano De Vinco

De Vinco confermato Gaetano De Vinco 52notizie Modena Economica Numero 1 gennaio-febbraio 2012 De Vinco confermato alla guida di Confcooperative Gaetano De Vinco è stato riconfermato alla presidenza di Confcooperative Modena nella 19 a Assemblea

Dettagli

presenta: By: Centro Informazioni

presenta: By: Centro Informazioni presenta: By: Centro Informazioni Sito Internet: http://www.centroinformazioni.net Portale: http://www.serviziebay.com Blog: http://www.guadagnare-da-casa.blogspot.com/ Email: supporto@centroinformazioni.net

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Il mio/nostro libro contabile

Il mio/nostro libro contabile Diocesi Bolzano-Bressanone Diözese Bozen-Brixen Diozeja Balsan-Porsenù Consulenza Debitori Il mio/nostro libro contabile Facciamo i conti insieme! 1 Editrice: Caritas Diocesi Bolzano-Bressanone Coordinamento:

Dettagli

Unicredit 7.750. Banca Mps 3.000. Iccrea Banca 2.242. Biper 2.000. Banco Popolare 1.000. Credem 735. BancaCarige 700. Mediobanca 580.

Unicredit 7.750. Banca Mps 3.000. Iccrea Banca 2.242. Biper 2.000. Banco Popolare 1.000. Credem 735. BancaCarige 700. Mediobanca 580. 8 Soldi&Diritti 139 Novembre 2014 DOSSIER CREDITO Perché le banche non usano i soldi della 10 Banca centrale europea per dare mutui. RICHIESTE DELLE BANCHE ALLA BCE DATI IN MILIONI DI EURO (settembre 2014)

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA. Il conto corrente. in parole semplici

LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA. Il conto corrente. in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici Cosa c è in questa guida? Le domande di base 2 i diritti 3 passi per scegliere il conto del cliente 3 7! 9 Le attenzioni del cliente Aalla

Dettagli

MIGRANTI E SERVIZI FINANZIARI

MIGRANTI E SERVIZI FINANZIARI N questionario (non compilare) MIGRANTI E SERVIZI FINANZIARI Con questo questionario le chiediamo di aiutarci a capire i suoi rapporti con il sistema bancario italiano: modalità, livello di soddisfazione,

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore

IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore Il controllo di gestione è uno strumento che consente di gestire al meglio l impresa e viene usato abitualmente in tutte le imprese di medie e

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito Vediamo adesso i conti di due operazioni immobiliari che ho fatto con la strategia degli immobili gratis a reddito. Via Nevio Via Nevio è stata la

Dettagli

ALLA FINE DEL MESE Storie di persone, difficoltà e vie d uscita. www.ambulatorioantiusura.it

ALLA FINE DEL MESE Storie di persone, difficoltà e vie d uscita. www.ambulatorioantiusura.it ALLA FINE DEL MESE Storie di persone, difficoltà e vie d uscita www.ambulatorioantiusura.it Perché leggere questo opuscolo? Tre storie diverse, lo stesso problema Negli ultimi anni la fascia di soggetti

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie.

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. nell anno della crisi la Regione ha: promosso un patto da 520 milioni per tutelare i lavoratori e la

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI (Provvedimento di Banca d Italia 29 luglio 2009)

DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI (Provvedimento di Banca d Italia 29 luglio 2009) SEZIONE I - INFORMAZIONI SU UNIONFIDI Unionfidi Piemonte Società Cooperativa di garanzie collettiva fidi è un confidi intermediario finanziario vigilato iscritto, con provvedimento della Banca d Italia

Dettagli

IL PRESTITO A PORTATA DI CITTADINO TUTTO QUELLO CHE UN CITTADINO DEVE SAPERE PRIMA DI CHIEDERE UN PRESTITO MUTUA DEL LAVORO E DELLE FAMIGLIE

IL PRESTITO A PORTATA DI CITTADINO TUTTO QUELLO CHE UN CITTADINO DEVE SAPERE PRIMA DI CHIEDERE UN PRESTITO MUTUA DEL LAVORO E DELLE FAMIGLIE IL PRESTITO A PORTATA DI CITTADINO TUTTO QUELLO CHE UN CITTADINO DEVE SAPERE PRIMA DI CHIEDERE UN PRESTITO MUTUA DEL LAVORO E DELLE FAMIGLIE Agli utenti privati del credito Il progressivo peggioramento

Dettagli

Credito ai progetti di vita. Lorenzo Mancini Laboratorio banca e società

Credito ai progetti di vita. Lorenzo Mancini Laboratorio banca e società Credito ai progetti di vita Lorenzo Mancini Laboratorio banca e società Roma, 24 novembre 2010 Agenda Il Laboratorio Banca e Società Bridge: il primo prestito d onore agli studenti universitari L autocostruzione

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Telefono: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE

Telefono: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE EPOCH BUSINESS ANALYSIS Azienda: Indirizzo: Nome Persona: Mansione: Telefono: E Mail: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE ISTRUZIONI: Questa è un analisi del potenziale

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Esiste una verità fondamentale sul tema moneta e debito, ma la cosa è conosciuta da pochi.

Esiste una verità fondamentale sul tema moneta e debito, ma la cosa è conosciuta da pochi. Moneta e Debito (di Josef Hasslberger) Esiste una verità fondamentale sul tema moneta e debito, ma la cosa è conosciuta da pochi. Alcuni personaggi importanti che si misero a cambiare la situazione furono

Dettagli

Intervento di Maria Chiara Carrozza Direttore della Scuola Superiore Sant'Anna

Intervento di Maria Chiara Carrozza Direttore della Scuola Superiore Sant'Anna CERIMONIA DI APERTURA DEI CORSI E DI CONSEGNA DEI DIPLOMI Anno Accademico 2010 / 2011 Intervento di Maria Chiara Carrozza Direttore della Scuola Superiore Sant'Anna Pisa, 4 dicembre 2010 1 Autorità, Rettori,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

Guida per gli acquirenti

Guida per gli acquirenti Guida per gli acquirenti Abbiamo creato una breve guida per i privati al fine di fornire le informazioni più importanti per l acquisto di un azienda. Desiderate avere una vostra azienda? L acquisto di

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 SPEDIRE UNA LETTERA A.: Con queste telefonate internazionali spendo un sacco di soldi. B.: A.: B.: A.: B.: A.: B.: Perché non scrivi una lettera? Così hai la possibilità di dire tutto quello che vuoi.

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine giugno 2010

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine giugno 2010 Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine giugno 2010 Dati rilevati nel mese di maggio 2010 Milano, 3 giugno 2010 Comunicato stampa La crescita della fiducia è bloccata dalla crisi

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

delle persone si riferiva alle persone Down chiamandole mongoloidi e l idea più diffusa era quella di persone ritardate mentalmente che sarebbero

delle persone si riferiva alle persone Down chiamandole mongoloidi e l idea più diffusa era quella di persone ritardate mentalmente che sarebbero DIVENTARE GRANDI: LA CONQUISTA DELL AUTONOMIA Anna Contardi annacontardi@aipd.it Associazione Italiana Persone Down Viale delle Milizie 106-00192- Roma - Italy In Italia 1 bambino ogni 1200 nasce con la

Dettagli

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA.

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. TEST LIVELLO B1 QCE NOME COGNOME. CLASSE.. DATA.. COMPRENSIONE ORALE DETTATO. ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. 1.. Fabio e Barbara si incontrano A) alla stazione di Pisa. B) all aeroporto di

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

COM E ANDATA A FINIRE LE MANI SULLE PENSIONI AGGIORNAMENTO DEL 21/5/2006 di Piero Riccardi e Michele Buono

COM E ANDATA A FINIRE LE MANI SULLE PENSIONI AGGIORNAMENTO DEL 21/5/2006 di Piero Riccardi e Michele Buono COM E ANDATA A FINIRE LE MANI SULLE PENSIONI AGGIORNAMENTO DEL 21/5/2006 di Piero Riccardi e Michele Buono MILENA GABANELLI IN STUDIO Nel 2006 ci eravamo occupati dei fondi pensione, che sono quei fondi

Dettagli

La contabilità generale in 3.000 parole Facile e comprensibile. Ovviamente gratis.

La contabilità generale in 3.000 parole Facile e comprensibile. Ovviamente gratis. La contabilità generale in 3.000 parole Facile e comprensibile. Ovviamente gratis. Ma è davvero così difficile la contabilità? Io direi complessa difficile no, almeno se hai compreso bene le basi! In sole

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano GABRIELLA tanti master,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BARBANTI, ARTINI, BALDASSARRE, BECHIS, MUCCI, PRODANI, RIZZETTO, SEGONI, TURCO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BARBANTI, ARTINI, BALDASSARRE, BECHIS, MUCCI, PRODANI, RIZZETTO, SEGONI, TURCO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3178 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BARBANTI, ARTINI, BALDASSARRE, BECHIS, MUCCI, PRODANI, RIZZETTO, SEGONI, TURCO Modifiche

Dettagli

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista GIACOMO DE CARLO Investimenti immobiliari

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista GIACOMO DE CARLO Investimenti immobiliari www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista GIACOMO DE CARLO Investimenti immobiliari Michele : Giacomo : Michele : Giacomo : Buongiorno a tutti e benvenuti in Business Tribe, il blog di business

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello B1

Università per Stranieri di Siena Livello B1 Unità 4 Fare la spesa al mercato In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni e consigli su come fare la spesa al mercato e risparmiare parole relative agli acquisti e ai consumi gli

Dettagli

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relazione Incontro del 15 ottobre 2015 ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relatore: Dott. Marco Chistolini Psicologo, psicoterapeuta e formatore Il tema centrale della ricerca è il rapporto con la storia

Dettagli

RISPARMIO ED EFFICIENZA: La prima fonte di energia

RISPARMIO ED EFFICIENZA: La prima fonte di energia FEDERAZIONE NAZIONALE LAVORATORI EDILI AFFINI E DEL LEGNO Aderente alla Fédération Européenne des Travailleurs du Batiment et du Bois dans la CEE ( F.E.T.B.B. ) e alla Fédération Internationale des Travailleurs

Dettagli

REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI

REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI LICEO SCIENTIFICO MUSICALE MARCONI PESARO PROGETTO REALIZZATO DA: LETIZIA CARONI, THOMAS PARADISI, DENIS ESPOSITO

Dettagli

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore 2013 ad est dell equatore vico orto, 2 80040 pollena trocchia (na) www.adestdellequatore.com info@adestdellequatore.com [uno] Milano. Un ufficio

Dettagli

8 Soldi&Diritti 136 Maggio 2014 DOSSIER. Abbiamo chiesto denaro in 280 banche 10 e finanziarie di 9 città. La nostra inchiesta.

8 Soldi&Diritti 136 Maggio 2014 DOSSIER. Abbiamo chiesto denaro in 280 banche 10 e finanziarie di 9 città. La nostra inchiesta. 8 Soldi&Diritti 136 Maggio 2014 Abbiamo chiesto denaro in 280 banche 10 e finanziarie di 9 città. La nostra inchiesta. Soldi&Diritti 136 Maggio 2014 9 11 Crediti online: trasparenti e con tassi competitivi.

Dettagli

VOLARE E PERICOLOSO? LA RISPOSTA E DENTRO NOI STESSI. volare diventa MOLTO PERICOLOSO se si riducono i margini di sicurezza

VOLARE E PERICOLOSO? LA RISPOSTA E DENTRO NOI STESSI. volare diventa MOLTO PERICOLOSO se si riducono i margini di sicurezza VOLARE E PERICOLOSO? È certamente una domanda legittima, che molti piloti, più o meno consciamente, presto o tardi si pongono. Sorprendentemente, la risposta è a portata di mano: LA RISPOSTA E DENTRO NOI

Dettagli

Newsletter gennaio 2015

Newsletter gennaio 2015 Newsletter gennaio 2015 Anche nel 2014, il nostro Villaggio si è confermato come una realtà in continuo movimento. In questo periodo ancora così difficile, i bisogni si evolvono e il Villaggio si evolve

Dettagli

Non riflette la qualità dell insegnamento Ma tornando adesso allora a chi sono i Contadini di adesso

Non riflette la qualità dell insegnamento Ma tornando adesso allora a chi sono i Contadini di adesso Intervistato: Sebastiano Villani, Dirigente Scolastico di Stigliano e Aliano Soggetto: «Luigini» e «Contadini» oggi Luogo e data dell intervista: Stigliano, agosto 2007 Audio file: Villani Il problema

Dettagli

TRUFFE LEGALI. Illustrazione di Matteo Pericoli 2002

TRUFFE LEGALI. Illustrazione di Matteo Pericoli 2002 TRUFFE LEGALI Illustrazione di Matteo Pericoli 2002 Da: Giovanni A: Giuseppe Ciao, mi chiamo Giovanni. Leggi attentamente questo messaggio perché quello che sto per raccontarti è veramente inaudito: esiste

Dettagli

La quotazione del petrolio ha superato i 66 dollari al barile, il doppio rispetto al record negativo registrato poco meno di sei mesi fa. Qualche giustificazione si può anche trovare: il dollaro è debole

Dettagli