Maggioranza, rebus senza fine

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Maggioranza, rebus senza fine"

Transcript

1 Fondato nel quindicinale di attualità, politica e cultura 18 DICEMBRE anno 42 - n. 22 Editore Milano Communication srl - Redazione: via Cellini Segrate (MI). Registrazione presso Tribunale di Milano n /11/ Costo di una copia: 1 euro. - Sito:. Direttore responsabile: Federico Viganò L arrivo di Forza Italia e Nuovo Centrodestra sconvolge di nuovo gli equilibri del governo cittadino Maggioranza, rebus senza fine Decimati gli Indipendenti, che rientrano in massa nei partiti nati dalla scissione del Pdl E in città i berlusconiani si riorganizzano: da Milano inviato un commissario per il circolo GUAI IN GIUNTA Poca attenzione per il cimitero Ronchi: Pronta a dimettermi È uscita dall aula annunciando le sue dimissioni, lunedì sera in Consiglio comunale, Maria Assunta Ronchi, assessore con delega ai Servizi cimiteriali. Pronta a tornare sui suoi passi, ma a una condizione: «Voglio essere rassicurata che verrò aiutata». Con la richiesta di maggiore attenzione e di una voce in bilancio dedicata al cimitero e alla manutenzione. a pagina 3 In principio furono Pdl e Lega. E poi... qui viene il difficile. La maggioranza cambia pelle. Di nuovo. E in poco più di una settimana viene stravolta nuovamente l'identità del governo cittadino, con la clamorosa decimazione degli Indipendenti confluiti a pattuglie nel Nuovo Centrodestra e nella nuova Forza Italia, i partiti nati dalla scissione dei berlusconiani che hanno ufficialmente sancito la propria nascita in Consiglio comunale. E intanto è Forza Italia a riorganizzarsi: il commissario Alessandro Fava ha infatti preso il posto di Pedroni alla guida del circolo locale. a pagina 2 Boffalora, il Pd: No a nuove edificazioni Usare fideiussioni per completare opere «Abbiamo la città piena di cantieri aperti e la proposta di nuova convenzione dell operatore secondo noi è irricevibile: il Comune incassi le fideiussioni, completi le urbanizzazioni e risolva i problemi dei residenti di Santa Monica». È la proposta del capogruppo Pd Vito Ancora, che riaccende i riflettori sul progetto lanciato nel 2005 e poi naufragato. a pagina 5 IL SEGRETARIO DALERBA «Anche a Segrate c è voglia di Pd e di cambiamento» «Partito forte e unito dopo le primarie» In città in duemila al voto (Renzi 69%) Grande successo in città per le primarie del Pd, cui hanno partecipato più di duemila elettori che hanno incoronato anche in città il neo-segretario Matteo Renzi (per lui il 69% dei voti contro il 17% di Civati e il 12% di Cuperlo). Ed è il coordinatore cittadino, Damiano Dalerba, a chiedere un cambio di passo anche in città. «Il Pd è unito e anche a Segrate c è tanta voglia di cambiamento», spiega. Negando divisioni interne ( Il Pd ha la forza di restare compatto e le primarie sono nel nostro dna ) e guardando al futuro: «La maggioranza ha perso qualsiasi credibilità, ora dobbiamo pensare a noi stessi e a impedire il progetto di Alessandrini di far diventare Segrate periferia di Milano». intervista a pagina 2 Un odissea... d amore che dura da 60 anni a pagina 9 Ordini dall estero per i panettoni del Fornaio Mugnaio a pagina 6 Novegro, ripuliti i muri sporcati dai writer a pagina 7 Auguri di Buon Natale e felice anno nuovo ai nostri lettori con l aiuto del simpatico Denny di Gino Candeloro. Segrate Oggi tornerà in edicola mercoledì 15 gennaio, nel frattempo ecco il calendario degli eventi per festeggiare in città Capodanno ed Epifania. a pagina 14 Ieri al Verdi consegnate le borse di studio cittadine a 18 ragazzi per i risultati conseguiti Premiati gli studenti da e lode «È giusto riconoscere e gratificare l'eccellenza e l'impegno di chi si è applicato nello studio, fino a conseguire i risultati migliori». Così il sindaco Adriano Alessandrini e l'assessore alla Scuola, Guido Pedroni, hanno accolto e premiato ieri, al centro civico Verdi, gli studenti meritevoli che lo scorso anno si sono congedati dalla scuola media, dalla scuola superiore e dall'università (laurea breve) con il massimo dei voti. Il sindaco ha elogiato i ragazzi per il contributo dato a Segrate con il loro esempio, e li ha esortati a proseguire negli studi per fare grande non solo la città ma l'intero Paese. Sia Alessandrini che l'assessore Pedroni hanno ringraziato le dirigenti dei tre Istituti comprensivi segratesi, per la professionalità e la competenza messe al servizio degli studenti, e a loro volta le presidi hanno tenuto ad esprimere la propria gratitudine al loro corpo docente. A ciascuno degli 11 licenziati dalle medie con il 10 è stata assegnata una borsa di studio di 200 euro, 250 euro ciascuno sono andati ai cinque usciti con il massimo dei voti dalla scuola superiore e 500 euro ciascuno ai due universitari laureati a pieni voti. Clicca Mi piace sulla nostra pagina Facebook: riceverai tutti gli aggiornamenti dal sito

2 2 «C'è tanta voglia di cambiamento e il Pd, anche a Segrate, deve tornare a occuparsi di sé stesso. E smettere di guardare a una maggioranza che ormai ha perso qualsiasi riferimento e credibilità». Incassato il plebiscitario risultato delle primarie che in città, lo scorso 8 dicembre, hanno visto il neo segretario Matteo Renzi imporsi sfiorando il 70% dei voti Damiano Dalerba, coordinatore cittadino Pd (imprenditore, già consigliere comunale a Bussero e poi assessore e vicesindaco a Pessano con Bornago), serra le fila del partito. E, sulla scia del trionfo del sindaco di Firenze, chiede un cambio di passo anche a Segrate. Partiamo dai numeri: a Segrate più di duemila ai seggi delle primarie e due terzi dei voti per Renzi. «L'affluenza è stata molto buona, più alta della media sia rispetto al capoluogo sia confrontata con i Comuni limitrofi: a Pioltello, pur avendo gli stessi abitanti, gli elettori sono stati la metà». Perché secondo lei? «Penso che abbia contato molto lo sforzo del nostro circolo di essere presenti con ben cinque seggi nei quartieri: quando riesci ad agevolare le persone sei premiato». Quindi è stato merito della... comodità? «Ovviamente c'è un dato politico: c'è grande voglia di cambiamento anche in città, e che lo sguardo della nostra comunità sia stato rivolto verso Renzi, ai seggi questo è stato molto evidente». Lei ha allestito l'unico gazebo, a San Felice. Si è ripreso dal freddo? «(ride) Era il seggio più... difficile. Ma ho il ruolo di coordinatore e quindi era mio dovere dare il buon esempio, non potevo stare al caldo o nelle retrovie lasciando gli altri all'aperto! A parte gli scherzi, stare ai seggi mi ha fatto incontrare tante persone ed è stato sorprendente il numero di elettori di centrodestra che sono venuti a votare, dicendoci che non ne possono più del centrodestra nazionale e locale». Renzi ha stravinto, ma al congresso cittadino aveva vinto Cuperlo... «Il risultato del congresso ha rispecchiato quello del congresso nazionale. Il nostro è un gruppo molto unito, ci sono dialettica e posizioni diversi L INTERVISTA Damiano Dalerba, coordinatore cittadino, fa il punto dopo le primarie del Partito democratico dell 8 dicembre La Maggioranza non è più credibile C è voglia di cambiamento e di Pd ma la cosa bella del Pd è che questo non si trasforma mai in frattura». Non teme nuove divisioni a livello locale quindi? «No, il risultato di Renzi non porterà squilibri. È stato comprensibilmente difficile per alcuni di noi accettare un risultato così basso di Cuperlo, che rappresentava una tradizione importante, ma la reazione dei suoi sostenitori segratesi è stata di piena accettazione della nuova linea rappresentata da Renzi. Il Pd ha la capacità e la forza di essere compatto anche in questi casi». Il coordinamento cittadino però, ragionando all'antica, ha equilibri molto diversi. Con i cuperliani in Il nostro gruppo è unito anche se non manca la dialettica. Il risultato di Renzi non porterà squilibri: è stato difficile per alcuni accettare il risultato di Cuperlo, ma il Pd ha la capacità di essere compatto maggioranza. «Il coordinamento è composto di persone che hanno capacità e voglia di lavorare. È stato selezionato attraverso le competenze e non con le percentuali. Non avrebbe avuto senso lavorare con una squadra costruita sulle proporzioni anziché sulla capacacità e sulla voglia». La sua è stata una candidatura unitaria, da segretario però sembra essere partito con una fuga in avanti. Il suo vice le ha chiesto più collegialità, aveva ragione? «Innanzitutto non mi definisco segretario ma coordinatore, il segretario è colui che gestisce i segreti, io voglio aiutare un gruppo a lavorare bene insieme. Il vice coordinatore Ruggero Di Stefano, per la sua storia personale, la sua esperienza e le sue grandissime capacità, per me è una guida. E fa bene a tirarmi le orecchie quando pensa che io vada fuori dalle righe. Però sarebbe sbagliato, pur nel ruolo di coordinatore, nascondere le mie opinioni. Ho espresso le mie idee e continuerò a farlo, stringere troppo... la cintura non ci aiuterebbe a lavorare meglio». È già stato protagonista di scontri durissimi con il sindaco Alessandrini, non crede che lo shock comunicativo che ha dato al Pd sia stato troppo forte? «Chi fa politica deve accettare le critiche ma anche l'ironia e la satira, altrimenti ha sbagliato mestiere. Il nostro sindaco non le accetta, purtroppo. Un partito comunque fa delle cose, pensa delle cose e quindi deve comunicarle. Per di più a Segrate siamo una forza d'opposizione e il nostro ruolo è quello di criticare, spronare e quando possiamo indirizzare verso scelte più positive questa. Capisco che dia fastidio ma è il nostro ruolo. Stiamo facendo una comunicazione di ampio respiro e comprensibile a tutti, anche andando a mettere in discussione tabù che sembrano intoccabili a Segrate, come la scuola». Gli Indipendenti, altro bersaglio delle sue critiche, l'hanno definita un cementificatore per i suoi trascorsi da assessore a Pessano con Bornago. «Li sfido a singolar tenzone: li porto con me a Pessano e mi mostrino che cosa avrei cementificato. Evidentemente hanno preso informazioni da qualcuno che conosceva molto poco la mia attività amministrativa precedente, mi hanno attribuito operazioni edificatorie fatte in anni in cui non solo vivevo altrove ma non ero nemmeno maggiorenne...». Hanno anche detto che non accettano lezioni da uno che è appena arrivato a Segrate. «Un'altra informazione errata. Mia moglie è nata e cresciuta a Segrate e stando insieme da diciotto anni posso dire di aver vissuto una parte consistente della mia vita qui». Come sono i rapporti con il gruppo consigliare? «Da quando sono coordinatore sto partecipando a tutti i Consigli comunali. Avendo una lunga esperienza come consi- Damiano Dalerba, 37 anni gliere, l'ho fatto per 13 anni, ho avuto modo di vedere che i nostri consiglieri si muovono bene, sanno come lavorare e hanno esperienza. C'è solo la necessità di capire dove vogliamo andare: l'errore che abbiamo fatto è stato di curarci troppo delle beghe interne di questa maggioranza che è esplosa e ora continua a frullarsi. È diventata... un frappè». In che senso? «I continui terremoti interni della maggioranza, partita da due gruppi che oggi sono sette, rende Non permetteremo di sacrificare le ultime aree verdi rimaste e di circondare di cemento i quartieri, non vogliamo che si concretizzi il progetto di Alessandrini di far diventare Segrate periferia di Milano impossibile individuare interlocutori, tutto cambia continuamente. A mio parere ci siamo occupati troppo di loro e il lavoro che stiamo facendo è di tornare a occuparci di noi stessi e di come lavorare con le altre forze di opposizione: è diventato del tutto inutile guardare verso questa maggioranza». Però avete condiviso e votato il progetto degli Indipendenti per gli incentivi all'occupazione, un dialogo è quindi possibile? «Il compito dell'opposizione è di contrastare quando serve, controllare sempre e consigliare e lavorare insieme quando ci sono progetti validi. Il bene della comunità viene prima di tutto. Quel provvedimento era importante e non si poteva fare una battaglia di no a priori. Era nostra responsabilità capire come quel progetto fosse migliorabile ed è quello che abbiamo fatto grazie all'impegno del nostro capogruppo Vito Ancora, che ha lavorato su un emendamento che ha innalzato i bonus per le imprese che assumono». Alessandrini arriverà al 2015 o la maggioranza si autodistruggerà? «La maggioranza si è già autodistrutta, ma se dovessi scommettere direi che arriverà fino in fondo: il potere per lui è una droga troppo difficile a cui rinunciare». Non dipende solo da lui... «La maggioranza dovrebbe avere molto coraggio per mandarlo a casa e io in questa maggioranza non vedo persone coraggiose». Se si andasse a votare domani, quali sarebbero i primi tre punti del programma del Pd? «Innanzitutto noi dobbiamo amare Segrate...» Alt, non ha il copyright su questo slogan, è di Segrate Nostra. «Però è vero! Segrate è una città amata dai residenti per una qualità della vita determinata dal verde e da un sistema di infrastrutture viabilistiche funzionali e funzionanti. Ed è una città in cui il tenore di vita è ancora abbastanza elevato. Dobbiamo salvaguardare ambiente, viabilità e tenore di vita, cercando però, per quanto possiamo, di eliminare le disparità. Che è poi la vera grande differenza tra sinistra e destra nel modo di intendere la vita di una comunità». E cosa cambierebbe della Segrate di Alessandrini? «Meno fiori, più buonsenso. Non ha più significato fare belle aiuole intorno a opere costose e che non servono a nulla. Sono stati bravissimi a mettere la firma sulle opere, ma pessimi nel gestirle nel tempo: una buona fa meno opere pubbliche ma le gestisce bene. Ci vuole più visione a lungo termine, non si può avere un orizzonte di cinque anni come hanno fatto Colle e Alessandrini, noi guarderemo vent'anni più in là». Ma pensa davvero che nel 2013 Segrate abbia davvero una vocazione agricola? «Tenere al verde non significa voler mantenere i contadini al lavoro e i campi coltivati, saremmo dei folli a pensarlo. La questione che ci sta a cuore a Segrate è la trasformazione del suolo. Noi non permetteremo che vengano sacrificate le ultime aree verdi rimaste. Segrate ha avuto successo in passato come città giardino: se circondiamo di cemento Milano 2, San Felice o anche Redecesio e Rovagnasco le uccidiamo. Noi non vogliamo che si concretizzi il progetto di Alessandrini di far diventare Segrate periferia di Milano». Favorevole alle primarie per il candidato sindaco? «Le primarie sono ormai nel DNA del Pd. Da una parte spero che ci siano perché ciò significherebbe fermento e tanta voglia di partecipazione da parte di chi aspira al ruolo di guida della nostra comunità. Non penso però che le primarie siano un totem: con i nostri alleati faremo un ragionamento sereno, se ci sarà una candidatura forte sarebbe inutile andare a primarie poco credibili. Non devono far paura, ma nemmeno essere un obbligo». F.V. NUOVA GESTIONE TUTTA ITALIANA! Specialità della tradizione orientale (Giapponese, Thai, Cinese, Vietnamita) reinterpretati con la migliore cucina italiana Non solo crudo, carne e pesce freschissimi cucinati per voi al momento Menu pranzo 12 euro / Mercoledì e domenica CENA NO LIMITS 25 euro TAKE AWAY E CONSEGNA A DOMICILIO IN TUTTA SEGRATE Via Roma 14, Segrate - Tel mar-sab / ; dom 19.30/ lunedì chiuso

3 @segrateoggi.it Politica 3 MAGGIORANZA Cambia faccia di nuovo il governo cittadino con i nuovi gruppi consigliari nati dalla scissione del partito Dal risiko di ex Pdl e Indipendenti ecco Forza Italia e Nuovo Centrodestra In principio furono Pdl e Lega. E poi... qui viene il difficile. La maggioranza cambia pelle. Di nuovo. E in poco più di una settimana viene stravolta nuovamente l'identità del governo cittadino, con la clamorosa decimazione degli Indipendenti confluiti a pattuglie nel Nuovo Centrodestra e nella nuova Forza Italia, i partiti nati dalla scissione dei berlusconiani che hanno ufficialmente sancito la propria nascita in Consiglio comunale. Un trionfo della real-politik, in vista delle scadenze elettorali e sulla scia degli eventi politici nazionali, che ha portato a un improvviso (e imprevedibile) riassetto delle forze di governo, con la sostanziale scomparsa degli Indipendenti, restati però con due assessori su quattro in giunta. Le grandi manovre nel centrodestra segratese sono tutte nella galassia dell'ex Pdl, con gli alleati leghisti a guardare, sgomenti come anche il sindaco, che per ora resta alla finestra al di fuori dei partiti. Uscito dalle urne nel 2010 con un patrimonio di ben 14 consiglieri comunali (grazie al 45% dei voti), il Pdl si è a poco a poco spezzettato dando LA MOLTIPLICAZIONE Le diverse maggioranze che dopo le elezioni del 2010 hanno sostenuto il sindaco: 2010: Pdl, Lega Nord 2011: Pdl, Lega Nord, Fli, Gruppo Misto 2012: Indipendenti, Lega Nord, Pdl, Scelta Civica, Gruppo Misto, Udc 2014: Forza Italia, Nuovo Centrodestra, Lega Nord, Indipendenti, Scelta Civica, Gruppo Misto, Udc vita, ad oggi, a cinque diversi gruppi. Sempre con gli stessi protagonisti, i 14 eletti del 2010, a cambiare più volte casacca, alcuni due, altri addirittura tre volte, restando però sempre, spiegano, fedeli al programma del sindaco. Andiamo per ordine. FORZA ITALIA L'ultima novità è arrivata lunedì sera in Consiglio comunale con l'annuncio della costituzione del gruppo della nuova Forza Italia in sostituzione dello scomparso Pdl. La sorpresa è però arrivata quando sono stati resi noti i componenti del nuovo gruppo. Già, perché insieme a Casella (ora capogruppo) e Casadio sono rientrati alla corte di Berlusconi anche Marco Trebino, Giuseppe Del Giudice e Giancarlo Terzi, che nel 2012 aderirono alla scissione degli Indipendenti in aperta polemica con l'allora Pdl. E, nel frattempo, se ne è andato Marco Romanelli, entrato nel gruppo misto (in cui si trova ora con un altro ex Pdl, Claudio Zardus). Un puzzle quasi incomprensibile, del quale gli stessi addetti ai lavori faticano a comprendere i passaggi. Quella che invece sembra molto chiara è la controffensiva messa in campo da Forza Italia, che ha recuperato alcuni dei transfughi nell'ambito di un'operazione più ampia coordinata da un commissario inviato da Milano, che dalla scorsa settimana ha preso in mano il circolo cittadino dopo il regno di Guido Pedroni che in città gestiva il circolo azzurro dal 1999 ( promosso oggi a coordinatore regionale dei Seniores di Forza Italia). L uomo di fiducia inviato da Berlusconi sul territorio per rimettere insieme i cocci del Pdl è Alessandro Fava già consigliere, assessore e coordinatore cittadino a San Donato cui spetterà l'arduo compito di lanciare a Segrate la nuova Forza Italia e preparare il campo per le prossime scadenze elettorali: le europee di primavera e le comunali del «Il mio compito è quello di verificare le diverse componenti e se esistono le condizioni per ricompattare il gruppo spiega Fava, 46 anni, manager di Publitalia con Forza Italia sin dal 1994 il progetto del presidente Berlusconi non è un ritorno nostalgico alle origini ma quello di un nuovo entusiasmante inizio per chi crede nei nostri valori». Un richiamo alle armi che a Segrate si scontra con un triennio di divisioni e rancori. «Sto iniziando a conoscere la realtà segratese dove sono stato inviato proprio per tentare di mettere un po' di ordine continua Fava l'auspicio è che la presenza di un esterno possa aiutare a superare i personalismi e le incomprensioni e quindi alimentare la nuova Forza Italia». NCD - L'altra novità, nella variopinta maggioranza di Alessandrini, è la formazione del gruppo del Nuovo Centrodestra, annunciato la scorsa settimana. A battezzare il partito di Alfano in città sono stati tre consiglieri (Vincenzo Gervasoni, Roberto Nardio e Claudio Gasparini) del gruppo Indipendenti, formato dai nove consiglieri che nel febbraio 2012 lasciarono il Pdl insieme con il sindaco e 4 assessori, gruppo oggi rimasto con 2 soli consiglieri, Domenico Bottari e Gianni Sirtori, che hanno aderito al progetto dell'ex numero due di Berlusconi assieme all'ex compagno di partito Paolo Borlone. Una scelta che ha sorpreso soprattutto per i continui scontri degli ex Pdl, poi Indipendenti e oggi Ncd, con il nuovo compagno di partito. «Ma i problemi erano causati dal sindaco e dal suo modo di concepire la politica e la gestione dei rapporti con i consiglieri getta acqua sul fuoco Borlone, che ha partecipato a Roma all'atto di fondazione del Ncd penso che la nascita di questo gruppo, formato da consiglieri arrivati all adesione al nuovo partito da percorsi diversi, favorirà una maggiore coesione, nel rispetto del programma con cui siamo stati eletti». F.V. Gioco d azzardo patologico Sì alla mozione dell Idv <<< Anche Segrate si schiera contro il gioco d'azzardo patologico. Il Consiglio comunale, durante la seduta del 9 dicembre scorso, ha approvato all'unanimità il testo della mozione presentata dal consigliere Idv Antonio Berardinucci (nella foto) che impegna Comune e Giunta a mettere in atto azioni di contrasto al gioco d'azzardo. Innanzitutto, si chiede di elaborare un progetto di controllo, insieme ai Servizi sociali, a psicologi e alle forze dell'ordine per capire qual è la diffusione del fenomeno del gioco patologico sul territorio e di aderire al Manifesto dei sindaci per la legalità contro il gioco d'azzardo, promosso da Legautonomie e da Terre di Mezzo e sottoscritto da più di 50 Comuni, tra cui anche alcuni vicini a Segrate, come Vimodrone. Si chiede poi di realizzare un regolamento comunale, sulla falsariga di quelli approvati da altre amministrazioni, che tenga conto per l'apertura di nuove sale gioco o slot machine di una distanza minima da luoghi ritenuti sensibili (come scuole, centri anziani, oratori) a tutela delle fasce più deboli: su questo si punta anche a uniformarsi alla nuova legge lombarda. Il Consiglio regionale, infatti, il 15 ottobre scorso ha approvato all'unanimità la legge di contrasto al gioco d azzardo patologico: tredici articoli che mirano non solo al contenimento della dipendenza da slot machine e gioco elettronico, ma dettano anche precise indicazioni per il coinvolgimento delle Asl e del terzo settore nel sostegno ai ludopatici e alle loro famiglie, ha spiegato Fabio Rolfi (Lega Nord), relatore in aula. Con tanto di agevolazioni fiscali alle imprese che decidano di disinstallare le slot machine, e il lancio del marchio No slot per chi non installa le macchinette. Pd, il segratese Schieppati nella squadra di Bussolati <<< Il segratese Augusto Schieppati entra nella segreteria metropolitana del Partito democratico. La nomina è arrivata dalla direzione provinciale, che lunedì sera ha incluso l ex segretario cittadino Schieppati - già candidato sindaco del 2000 contro Bruno Colle - nell organismo milanese su indicazione del segretario provinciale Pietro Bussolati. Schieppati avrà il compito di seguire i Comuni del Sud-Est di Milano che andranno al voto e di riorganizzare le zone del Pd nel capoluogo. GIUNTA Clamoroso sfogo in aula dell assessore Cimitero, Ronchi verso le dimissioni: Non farò la bella statuina Mancano fondi e personale, rassicurazioni o in queste condizioni non resterà a fare figuracce Dimissioni entro sette giorni se non avrà rassicurazioni su fondi e risorse disponibili per il cimitero. Dopo il clamoroso sfogo di lunedì sera in Consiglio comunale, la dottoressa Assunta Ronchi - in giunta con la delega al camposanto di via Morandi - non fa passi indietro. Anche se ferita dalle parole di Alessandrini, che l ha criticata in aula, non ha ancora formalizzato quanto ha annunciato andandosene e sbattendo la porta, denunciando la poca attenzione verso il cimitero. «Che purtroppo non è considerato un posto importante: invece la gente ci tiene, perché ci va e vuole vedere i suoi cari trattati bene - spiega la Ronchi - sono commossa da quello che hanno detto i consiglieri di minoranza e anche gli altri dopo che me ne sono andata, sembra che le mie dimissioni non siano state accettate da nessuno». Rinviando ogni decisione sulla sua permanenza nella squadra di Alessandrini. «Aspetterò una settimana, sono molto decisa perché al mio lavoro ci tengo - continua la Ronchi - prima di tornare al mio incarico, voglio essere rassicurata che sarò aiutata, perché è inutile che io faccia le cose e poi i soldi non ci siano, non ho voce in capitolo». Uno dei noccioli della questione è l'aspetto economico: «Va destinato un capitolo di bilancio al cimitero. Lì si guadagnano dei soldi, ma dove vanno? Perché finiscono tutti nel calderone e non si mettono invece da parte, in modo che se c'è bisogno di manutenzioni si possono usare? Mi dicono che ogni volta che piove si crea il pantano, ma come faccio a rifare i vialetti se mi dicono non ci sono mai soldi?». E poi c'è la questione burocratica: «Abbiamo un armadio pieno di faldoni di gente che dev'essere riesumata, tombe scadute da anni. Bisogna tirar fuori ogni pratica, cercare gli eredi: c'è bisogno di almeno 3-4 persone che vengano impegnate per un paio di mesi. Ci sono tanti impiegati in Comune, si potrebbero mettere a lavorare lì - si sfoga l assessore - Un po' meno feste e vediamo di sistemare le cose importanti, altrimenti non torno: sono una persona seria e non voglio fare solo la bella statuina. Ci tengo alla parola che do e le brutte figure poi le faccio io». POLEMICA Pd e Segrate Nostra accusano Alessandrini Il sindaco diserta la marcia dei lavoratori Non rispetta il Consiglio Il Comune non si fa vedere alla mobilitazione in Martesana nonostante l adesione formale in aula Il sindaco ancora una volta ha dimostrato la sua totale mancanza di rispetto per il Consiglio comunale. Ancora nel mirino i rapporti, da sempre molto difficili, tra Alessandrini e il parlamento locale. A scatenare la polemica, stavolta, l'assenza istituzionale di Segrate, sabato 14 dicembre, alla Mobilitazione di lavoratori delle aziende in crisi della Martesana organizzata dalle RSU (rappresentanze sindacali) delle aziende in crisi della zona Est del milanese: una marcia pacifica partita dalla stazione della metropolitana di Cassina de Pecchi e conclusasi in piazza Unità d Italia a Cernusco sul Naviglio, che ha visto la partecipazione di nove sindaci e un centinaio di amministratori tra consiglieri comunali, provinciali, regionali e anche parlamentari. Un appuntamento cui avrebbe dovuto partecipare anche una rappresentanza istituzionale segratese, dato che il Consiglio comunale, pochi giorni prima della mobilitazione, aveva approvato all'unanimità un ordine del giorno che chiedeva all' di aderire. Un'assenza che non è passata inosservata. «Il sindaco si è comportato in modo irrispettoso nei confronti del Consiglio comunale - ha attaccato il capogruppo Pd Vito Ancora in aula richiamando l episodio - purtroppo ciò che non riguarda urbanistica e lavori pubblici sembra non interessare ad Alessandrini». Una critica arrivata a stretto giro di posta a seguito di un comunicato diffuso da Pd e Segrate Nostra dopo la manifestazione che ha visto l assenza del primo cittadino segratese. «L'assenza del sindaco ha fatto vergognare i segratesi presenti alla marcia: Alessandrini non c'era nonostante il Consiglio comunale avesse sottoscritto e votato all'unanimità l'adesione alla mobilitazione, con laquale impegnava il sindaco a parteciparvi hanno scritto i responsabili del partito e della lista civica Evidentemente il sindaco non ha trovato nemmeno il tempo o l'occasione per delegare una propria rappresentanza, un assessore o un consigliere o anche solo un paio di agenti di Polizia locale a dimostrare che Segrate sente i problemi della comunità circostante. Purtroppo questo è solo l'ultimo segnale di mancanza di rispetto del sindaco verso il Consiglio comunale della sua città».

4 4 PD Grande affluenza in città ai cinque seggi allestiti dal circolo cittadino per l elezioni del segretario e l assemblea nazionale Primarie, duemila ai seggi: il 70% a Renzi Secondo Civati (17,7%), terzo Cuperlo (12,3%). Metà dei contributi incassati, euro, sarà donato alla Sardegna oom di partecipazione e trionfo per il neo segretario Matteo Renzi. Segrate conferma la tendenza nazionale e alle primarie del Partito democratico, domenica 8 dicembre, sceglie il sindaco di Firenze con un risultato quasi plebiscitario, che in città ha superato il già clamoroso dato complessivo italiano segratesi si sono recati ai seggi predisposti nei quartieri dal circolo cittadino (500 elettori in più rispetto all ultima consultazione per la segreteria Pd, nel 2009, che vinse Bersani battendo Franceschini e Ignazio Marino) e due terzi dei voti sono andati a Matteo Renzi, che ha superato Pippo Civati e Gianni Cuperlo, che dopo la vittoria al congresso locale, lo scorso 26 ottobre, è arrivato terzo fermandosi al 12,3%. Il voto a Segrate: 2032 su abitanti (dati Pd Segrate): Matteo Renzi: 1416 voti (69,8%), Pippo Civati: 360 voti (17,7%), Gianni Cuperlo: 251 voti (12,3%). NEI QUARTIERI - Le operazioni di voto si sono svolte senza intoppi nei cinque seggi cittadini (tra cui un gazebo, a San Felice). Secondo quanto comunicato dalla segreteria cittadina, sono stati raccolti euro dai versamenti degli elettori che dovevano lasciare un contributo minimo di 2 euro per le spese organizzative. Metà dell incasso sarà però destinato a un progetto di aiuto per le popolazioni sarde colpite dall alluvione, come proposto la scorsa settimana dall ex segretario cittadino, oggi membro del coordinamento, Dario Giove. Dai dati relativi al voto nei quartieri emerge una vittoria ancora più netta di Renzi nelle storiche roccaforti del centrodestra, Milano 2 e San Felice. Qui per il nuovo segretario del Pd percentuali fino al 75%, superiori ai dati degli altri quartieri (in particolare la rossa Rovagnasco, dove Renzi si ferma si fa per dire al 63% lasciando qualcosa agli avversari Civati, al 19,5% e Cuperlo, che qui incassa il miglior risultato arrivando al 17%). OCCUPAZIONE Ok del Consiglio con il sì di ex Pdl, Pd, Segrate Nostra e Udc, astenuto il Carroccio Bonus lavoro, ok al regolamento Ma è scontro Indipendenti-Lega Entro fine anno il bando per lʼassegnazione dei contributi per lʼassunzione di lavoratori segratesi: per un contratto a tempo indeterminato incentivi di 10mila euro Il Consiglio comunale, giovedì 5 dicembre, ha dato il via libera al regolamento per l assegnazione di un contributo, tra e mila euro, per gli imprenditori che assumeranno disoccupati segratesi. L ok al progetto lanciato dagli Indipendenti, che hanno creato uno stanziamento di bilancio da 240mila euro grazie al taglio dei costi della politica locale (aumentato poi di altri 75mila grazie al rinvio della costruzione del campo da bocce di via degli Alpini chiesto e ottenuto dal Pd) è arrivato, non senza polemiche, grazie al sì, oltre che degli ex Pdl, anche di Pd, Udc e Segrate Nostra. Con la maggioranza ancora una volta spaccata a causa dei dubbi della Lega Nord (astenuta) sul progetto. IL REGOLAMENTO Si è scelto di dare priorità di accesso al contributo alle nuove assunzioni a tempo indeterminato. L importo del bonus comunale, stabilito con un emendamento presentato dal Pd, che ha ottenuto un innalzamento del contributo, varierà in funzione dell età del lavoratore segratese assunto e del tipo di contratto. Si tratta di euro per un tempo determinato a un disoccupato sotto i 45 anni, euro se sopra i 45 anni (contratto pari o superiore a un anno). Per il tempo indeterminato invece euro (under 45) e euro (over 45). Potranno accedere al bonus (attraverso un bando che sarà pubblicato entro fine anno dagli uffici comunali) le imprese con almeno una sede operativa in Lombardia e che risultino in regola con gli obblighi fiscali e contributivi, che riceveranno il contributo entro 90 giorni dalla data del contratto di assunzione del lavoratore che deve essere residente in città e disoccupato. LA DISCUSSIONE - Dopo il passaggio in commissione attività produttive di lunedì 2 dicembre, il voto in Consiglio sembrava una mera questione tecnica. Ma l approvazione ha gettato l aula consiliare nel caos. Il regolamento è stato presentato da Vincenzo Gervasoni, consigliere delegato al progetto, dai banchi degli Indipendenti. «I dati sono preoccupanti a livello nazionale, con 350mila esodati, più di 500mila in cassa integrazione, 3,5 miliardi di reddito persi solo nel 2013 ha detto Gervasoni Scoraggiare l attività d impresa significa compromettere il futuro del Paese». Sul tavolo, poi, c erano due emendamenti: uno presentato dal Gruppo misto, articolato in 6 punti tra cui appunto la priorità ai contratti indeterminati, l altro dal gruppo consiliare del Pd, con la proposta di aumentare il contributo erogato (accolto). Ma è stata la Lega Nord, con l intervento di Vittorio Rigamonti, a cambiare le carte in tavola facendo riferimento al Progetto di formazione lavoro, promosso dall assessore ai Servizi alla persona Mario Grioni e mai decollato, che secondo i leghisti avrebbe potuto essere integrato nel bando per aumentare il budget e renderlo più completo. «Bisogna sapere quali sono le aspettative delle aziende e i loro bisogni: con la formazione la loro richiesta può essere soddisfatta ha spiegato Rigamonti sarebbe opportuno pensare ai giovani, alimentare la nascita di piccole imprese o start-up, e che l reperisse gli spazi da mettere a disposizione. Il regolamento ci sembra inadeguato e proponiamo che venga ritirato, approfondito e integrato». Una stilettata seguita da un interminabile discussione tra i consiglieri per trovare la quadra sulle proposte degli emendamenti (in particolare in merito agli importi dei contributi da erogare). Inutile la richieste di Insieme per Segrate di rinviare l approvazione e anche il tentativo di mediazione di Marco Romanelli (Pdl). Perplessità anche da Seracini (Scelta Civica). A passare è stata però la linea di Indipendenti, Pd, Segrate Nostra e Udc, che hanno scelto di andare avanti e approvare il regolamento visti anche i tempi strettissimi per l impiego della somma stanziata in bilancio, con l astensione della Lega e l abbandono dell aula da parte di Insieme per Segrate, Pdl-Forza Italia e Scelta Civica. MONZA Il patron di Caronte citato in tribunale per calunnia Rinviata l udienza per il testa a testa tra sindaco e Di Caterina Rinviata al Si terrà a marzo l'udienza per il procedimento del sindaco Adriano Alessandrini contro Piero Di Caterina, titolare dell'azienda di trasporti Caronte, per calunnia in merito alle inchieste del sistema Sesto (che vedono coinvolto l'ex presidente della Provincia Filippo Penati). È stato deciso mercoledì scorso al Tribunale di Monza, dove avrebbe dovuto svolgersi l'udienza invece rimandata per legittimo impedimento dell'avvocato difensore di Di Caterina, Raffaele Della Valle, impegnato a difendere il suo assistito in un altro processo in cui è imputato. Si discuterà quindi il 5 marzo prossimo la richiesta di rinvio a giudizio della Procura, che, se accolta, permetterà l'avvio del processo davanti al tribunale. La querela contro Di Caterina è nata in seguito a presunte minacce che egli avrebbe fatto all'interno del municipio, in presenza di testimoni, nel marzo 2010 alla dirigente Laura Aldini, all'epoca direttore generale, con l'accusa a lei e al sindaco di averlo tagliato fuori per tangenti non pagate. Di Caterina infatti per circa 20 anni a partire dal 1987 aveva gestito il trasporto pubblico segratese in regime di proroga, finché il Comune, anche in base a una legge regionale che obbligava ad affidare il servizio attraverso una gara pubblica, aveva emesso un bando, nel gennaio 2008, a cui si presentarono lui e Atm. Ma la Caronte fu esclusa per mancanza di requisiti e l'appalto da 11 milioni affidato all'azienda milanese: da cui le accuse al sindaco e ad Aldini. L'avvocato di Alessandrini, Gabriele Roveda, aveva però già sottolineato, in merito, in una passata intervista: «Ci sono 11 sentenze a favore del Comune di Segrate sulla correttezza della gara». Dott.ssa Eleonora D Onofrio Ordine degli Psicologi Regione Lombardia n iscrizione PSICOLOGA Studio: via Cesare Battisti 61, Segrate c/o Studio Medico di base tel (riceve su appuntamento) Per la tua su SEGRATE OGGI chiamaci ai numeri

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE TAGLIA DEL 50 PER CENTO I COSTI DELLA POLITICA: LA LOMBARDIA E LA REGIONE PIU VIRTUOSA

IL CONSIGLIO REGIONALE TAGLIA DEL 50 PER CENTO I COSTI DELLA POLITICA: LA LOMBARDIA E LA REGIONE PIU VIRTUOSA Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e sito web Regione Lombardia) IL CONSIGLIO REGIONALE TAGLIA DEL 50 PER

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Regione Molise -58- Resoconti Consiliari

Regione Molise -58- Resoconti Consiliari Regione Molise -58- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERROGAZIONE CON RISPOSTA ORALE E SCRITTA, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FEDERICO E MANZO, PER AVERE INFORMAZIONI CIRCA LO STATO DEI LAVORI PREDISPOSTI

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 Politica locale 23/01/2015 La Repubblica (ed. Bologna) Pagina 7 SILVIA BIGNAMI Riforme, i renziani ai dissidenti Pd:

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Rilevazione 25 Novembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Le notizie della settimana: la Sardegna concentra tutta l attenzione L alluvione

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI

UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI Milano, 3 Novembre 2014 UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI Uno dei più grandi punti di forza del Liceo Musicale

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Raffaella una cassiera

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari Regione Molise -25- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERPELLANZA, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FUSCO PERRELLA, LATTANZIO, CAVALIERE,IORIO, AD OGGETTO: "CONVENZIONE TRA LE FORZE DI POLIZIA E TRENITALIA -

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato

Dettagli

8 Il futuro dei futures

8 Il futuro dei futures Introduzione Come accade spesso negli ultimi tempi, il titolo di questo libro è volutamente ambiguo, ma in questo caso non si tratta solo di un espediente retorico: come spero si colga nel corso della

Dettagli

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti Questa che andrete a leggere è una simulazione di un bellissimo progetto realizzato a Canegrate, 12000 abitanti, nel milanese. Abbiamo sostituito date, nomi, cifre e progetti per renderlo aderente alla

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 Contributi di licenziamento, nuova Aspi, «decantierizzazione». La macchina

Dettagli

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste Rilevazione 16 Dicembre 2013 Le notizie della settimana: i Forconi COSA RICORDANO GLI ITALIANI Le proteste in piazza/ il movimento dei

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

Relazione sintetica seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Nerviano del 27 febbraio 2012 ore 9.30.

Relazione sintetica seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Nerviano del 27 febbraio 2012 ore 9.30. COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) Relazione sintetica seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Nerviano del 27 febbraio 2012 ore 9.30. Il giorno 27 febbraio 2012, alle ore 9.30, presso la sala

Dettagli

Interventi dei Sigg. Consiglieri. Approvazione delle modifiche al regolamento dell arredo urbano chioschi e dehors

Interventi dei Sigg. Consiglieri. Approvazione delle modifiche al regolamento dell arredo urbano chioschi e dehors Interventi dei Sigg. Consiglieri Approvazione delle modifiche al regolamento dell arredo urbano chioschi e dehors Passiamo al decimo punto dell ordine del giorno: Approvazione delle modifiche al regolamento

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 Aprile 2015

CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 Aprile 2015 !.. CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 Aprile 2015 "Cessione delle quote sociali della Farmacia Comunale: discussione ed analisi della nuova perizia di stima delle quote sociali, redatta dal Dr. Giuseppe Tanisi"

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle di Vincenzo Emanuele Che la Sicilia non fosse più l Eden del consenso berlusconiano lo si era capito già alcuni

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta

Dettagli

rassegna stampa 2 Dicembre 2014 IL CITTADINO Lodi Scala mobile ferma in ospedale, ora non si può nemmeno risalire

rassegna stampa 2 Dicembre 2014 IL CITTADINO Lodi Scala mobile ferma in ospedale, ora non si può nemmeno risalire Pagina 1 di 6 rassegna stampa 2 Dicembre 2014 IL CITTADINO Lodi Scala mobile ferma in ospedale, ora non si può nemmeno risalire Codogno Il caso ospedale finisce ancora sotto i riflettori Casalpusterlengo

Dettagli

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: Approvazione del progetto comportante variante agli strumenti urbanistici, relativo alla riqualificazione e potenziamento

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante di Alice Vaccaro - 25, giu, 2015 http://www.siciliajournal.it/adrano-fabio-mancuso-bilancio-comunale-falso-e-ferrante/ 1 / 6 ADRANO Ex sindaco

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A PROVINCIA DI BERGAMO C O N S I G L I O P R O V I N C I A L E R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A CONSIGLIO PROVINCIALE RESOCONTO L'anno DUEMILAQUINDICI, il giorno 25 del mese di MAGGIO alle ore 9:00,

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

A Prato il confronto tra i rappresentanti di Centria e sindacati sul futuro dei 42 lavoratori. USB Toscana pronta a dare il proprio sostegno alla mobilitazione. Firenze riparte a sinistra e Sì Toscana

Dettagli

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo:

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: ACCESSO AI CODICI MATEMATICI NELLA SCUOLA DELL INFANZIA ATTRAVERSO UNA DIDATTICA INCLUSIVA CENTRATA SUCAMPI DI ESPERIENZA E GIOCO. Anno accademico

Dettagli

Croce!J?çssa I tauana I[ Commissario Straordinario

Croce!J?çssa I tauana I[ Commissario Straordinario Croce!J?çssa I tauana I[ Commissario Straordinario Ai Commissari dei Comitati Regionali CRI Ai Vertici delle Componenti Volontaristiche CRI LORO SEDI Ho piacere di condividere con Voi (v. allegato) la

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

SINDACATO AUTONOMO DI POLIZIA SEGRETERIA PROVINCIALE

SINDACATO AUTONOMO DI POLIZIA SEGRETERIA PROVINCIALE SINDACATO AUTONOMO DI POLIZIA SEGRETERIA PROVINCIALE Via A. Diaz, 2 16129 GENOVA Tel.0105366356 FAX 010/8600173 genova@sap-nazionale.org www.sap-nazionale.org COMUNICATO STAMPA Per la sicurezza dei cittadini

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto. Rassegna Stampa. Mercoledì 7 aprile 2010

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto. Rassegna Stampa. Mercoledì 7 aprile 2010 COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto Rassegna Stampa Mercoledì 7 aprile 2010 Follonica Simone Turini «Il Pdl è in crescita e il Pd farebbe bene a contare meglio» «ABBIAMO PERSO, ma

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

john boyne il bambino con il pigiama a righe

john boyne il bambino con il pigiama a righe john boyne il bambino con il pigiama a righe 3 Proprietà letteraria riservata 2006 by John Boyne 2007 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07962-4 Titolo originale dell opera: The Boy in the Striped

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA DONATA BIANCHI, SILVIA MAMMINI, ROSA DI GIOIA ...FINALITÀ verificare

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

numero 43 dicembre 2014

numero 43 dicembre 2014 EDITORIALE Care Donatrici e cari Donatori, anche quest anno ci accingiamo a celebrare il Santo Natale e a chiudere un altro anno che abbiamo vissuto con qualche difficoltà ma anche mi auguro con tante

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 1

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 1 XVI LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO STENOGRAFICO n. 1 N.B. I resoconti stenografici delle sedute di ciascuna indagine conoscitiva seguono una numerazione indipendente. 11ª COMMISSIONE PERMANENTE

Dettagli

A.N.F.E. Delegazione Regionale Sicilia. Paolo Genco. [ Saluti e discorso introduttivo. Acireale 29 novembre 2014]

A.N.F.E. Delegazione Regionale Sicilia. Paolo Genco. [ Saluti e discorso introduttivo. Acireale 29 novembre 2014] 2014 A.N.F.E. Delegazione Regionale Sicilia Paolo Genco [ Saluti e discorso introduttivo 2014] Acireale 29 novembre Sua Eccellenza Reverendissima Monsignor Raspanti, vescovo di Acireale 2 Gentili Signore

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n.

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n. Volontariato Città di Treviglio Onlus Solidarietà e Sicurezza Tieni la borsetta verso il muro Per non essere soli chiama il n. 800.995988 con la collaborazione di: UNIONE BERGAMASCA CONSUMATORI Via T.

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato Cari amici, illustri ospiti, Voglio innanzitutto ringraziarvi tutti per

Dettagli

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo REGIONE LOMBARDIA 38 Con la nascita del CCV-Lombardia, il volontariato PC della Regione compie un importante salto di qualità,

Dettagli

In qualità di responsabili del servizio clienti IKEA in Italia ricevete la lettera di protesta allegata.

In qualità di responsabili del servizio clienti IKEA in Italia ricevete la lettera di protesta allegata. In qualità di responsabili del servizio clienti IKEA in Italia ricevete la lettera di protesta allegata. - Utilizzando uno schema concettuale a vostra scelta individuate le singole defaillance del servizio

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1

11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1 11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO ALLE ASSUNZIONI DI PERSONALE ATTRAVERSO PROCEDURE PUBBLICHE DA PARTE

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 MARZO 2015

VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 MARZO 2015 Allegato B) VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 MARZO 2015 INTERROGAZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE "TERNO BENE COMUNE" IN ORDINE AL CIMITERO, ACQUA NELLE TOMBE E LAVORI ALLE CAPPELLE. Passiamo

Dettagli

Comune di Cavezzo Provincia di Modena QUESTION TIME 23-12-2013

Comune di Cavezzo Provincia di Modena QUESTION TIME 23-12-2013 Comune di Cavezzo Provincia di Modena 23-12-2013 QUESTION TIME CONSIGLIERI DRAGHETTI STEFANO VIAGGI FILIPPO LUPPI LISA PACCHIONI ALBERTO LUGLI NADIA TURCI ENRICO ASCARI ANDREA BAZZANI ENRICO BENATTI FEDERICA

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Regolamento ufficiale

Regolamento ufficiale 1 Lega delle Medie Regolamento ufficiale Titolo I: Principi generali Art. 1 La Lega delle Medie (LdM) è un gruppo di amici senza scopo di lucro unito dalla passione per il fantacalcio. Art. 2 La LdM dà

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE DELLA LEGA DELLE MEDIE

REGOLAMENTO UFFICIALE DELLA LEGA DELLE MEDIE REGOLAMENTO UFFICIALE DELLA LEGA DELLE MEDIE Titolo I: Principi generali Art. 1 La Lega delle Medie (LdM) è un gruppo di amici senza scopo di lucro unito dalla passione per il fantacalcio. Art. 2 La LdM

Dettagli

I 6 CRITERI FONDAMENTALI per SCEGLIERE UN BUON CORSO DI APPRENDIMENTO EFFICACE

I 6 CRITERI FONDAMENTALI per SCEGLIERE UN BUON CORSO DI APPRENDIMENTO EFFICACE I 6 CRITERI FONDAMENTALI per SCEGLIERE UN BUON CORSO DI APPRENDIMENTO EFFICACE Ciao, sono Giovanni Sposito. Da più di 13 anni ormai mi occupo di formazione, nelle sue diverse declinazioni. Da alcuni episodi

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

INDICE ANCI PDF. 29/10/2008 Il Sole 24 Ore Difesa coordinata tra i sindaci sui titoli derivati

INDICE ANCI PDF. 29/10/2008 Il Sole 24 Ore Difesa coordinata tra i sindaci sui titoli derivati ANCI PDF 29/10/2008 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che

Dettagli

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA Al SINDACO del Comune di SOLOPACA Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA OGGETTO: INTERROGAZIONE" Ai sensi degli artt. 43 del D.Lgs. 267/2000 e 40

Dettagli

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011 PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo Sistemazione attrezzature sportive all interno dell area di proprietà comunale in Via Gorizia. Modifica deliberazione C.C.

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Relazione dei Presidente CIDA, Silvestre Bertolini La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Prima di iniziare, vorrei ringraziare le autorità presenti in sala, che è sempre

Dettagli

Gruppo consiliare Partito della Rifondazione Comunista di Scandicci. Interrogazione

Gruppo consiliare Partito della Rifondazione Comunista di Scandicci. Interrogazione Gruppo consiliare Partito della Rifondazione Comunista di Scandicci Interrogazione Oggetto: amianto negli edifici pubblici In relazione alla mia interrogazione sull amianto e alla sua risposta, dove mi

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

DIFENDERE LA FAMIGLIA NATURALE

DIFENDERE LA FAMIGLIA NATURALE Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) DIFENDERE LA FAMIGLIA NATURALE Il consiglio

Dettagli

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri).

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri). Il presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 16 avente per oggetto: Sostegno al disegno di legge per il finanziamento statale della manutenzione delle Mura Venete e trasferimento della

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Cota: Lamiagiunta. Èl oradiresistere. Tosi accorre da Verona e attacca la magistratura

Cota: Lamiagiunta. Èl oradiresistere. Tosi accorre da Verona e attacca la magistratura Cota: Lamiagiunta nontraballa Èl oradiresistere Tosi accorre da Verona e attacca la magistratura Retroscena «La mia giunta non traballa. Nei m o m e n t i difficili bisogna saper resistere». Roberto Cota,

Dettagli

(Durante la discussione escono dall aula i consiglieri Cappuccio, Girola, Maggioni; sono presenti n. 30 consiglieri).

(Durante la discussione escono dall aula i consiglieri Cappuccio, Girola, Maggioni; sono presenti n. 30 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione congiunta dell interrogazione in oggetto con l interpellanza urgente n. 8 presentata dal consigliere comunale Simone Paganoni avente per oggetto: gestione del sito

Dettagli

LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci

LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci MILENA GABANELLI IN STUDIO La buona notizia di oggi è sulla scuola. Gli studenti che quest'anno sono entrati in classe sono 7milioni e 806 mila. La scuola è obbligatoria

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

XI LEGISLATURA SEDUTA DEL 17/02/2015 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE NIRO

XI LEGISLATURA SEDUTA DEL 17/02/2015 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE NIRO Regione Molise -4- Resoconti Consiliari XI LEGISLATURA SEDUTA DEL 17/02/2015 PRESIDENZA DEL NIRO - ORE 12:13 - APERTURA DELLA SEDUTA, APPROVAZIONE DEL PROCESSO VERBALE DELLA SEDUTA PRECEDENTE E COMUNICAZIONI

Dettagli