Maggioranza, rebus senza fine

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Maggioranza, rebus senza fine"

Transcript

1 Fondato nel quindicinale di attualità, politica e cultura 18 DICEMBRE anno 42 - n. 22 Editore Milano Communication srl - Redazione: via Cellini Segrate (MI). Registrazione presso Tribunale di Milano n /11/ Costo di una copia: 1 euro. - Sito:. Direttore responsabile: Federico Viganò L arrivo di Forza Italia e Nuovo Centrodestra sconvolge di nuovo gli equilibri del governo cittadino Maggioranza, rebus senza fine Decimati gli Indipendenti, che rientrano in massa nei partiti nati dalla scissione del Pdl E in città i berlusconiani si riorganizzano: da Milano inviato un commissario per il circolo GUAI IN GIUNTA Poca attenzione per il cimitero Ronchi: Pronta a dimettermi È uscita dall aula annunciando le sue dimissioni, lunedì sera in Consiglio comunale, Maria Assunta Ronchi, assessore con delega ai Servizi cimiteriali. Pronta a tornare sui suoi passi, ma a una condizione: «Voglio essere rassicurata che verrò aiutata». Con la richiesta di maggiore attenzione e di una voce in bilancio dedicata al cimitero e alla manutenzione. a pagina 3 In principio furono Pdl e Lega. E poi... qui viene il difficile. La maggioranza cambia pelle. Di nuovo. E in poco più di una settimana viene stravolta nuovamente l'identità del governo cittadino, con la clamorosa decimazione degli Indipendenti confluiti a pattuglie nel Nuovo Centrodestra e nella nuova Forza Italia, i partiti nati dalla scissione dei berlusconiani che hanno ufficialmente sancito la propria nascita in Consiglio comunale. E intanto è Forza Italia a riorganizzarsi: il commissario Alessandro Fava ha infatti preso il posto di Pedroni alla guida del circolo locale. a pagina 2 Boffalora, il Pd: No a nuove edificazioni Usare fideiussioni per completare opere «Abbiamo la città piena di cantieri aperti e la proposta di nuova convenzione dell operatore secondo noi è irricevibile: il Comune incassi le fideiussioni, completi le urbanizzazioni e risolva i problemi dei residenti di Santa Monica». È la proposta del capogruppo Pd Vito Ancora, che riaccende i riflettori sul progetto lanciato nel 2005 e poi naufragato. a pagina 5 IL SEGRETARIO DALERBA «Anche a Segrate c è voglia di Pd e di cambiamento» «Partito forte e unito dopo le primarie» In città in duemila al voto (Renzi 69%) Grande successo in città per le primarie del Pd, cui hanno partecipato più di duemila elettori che hanno incoronato anche in città il neo-segretario Matteo Renzi (per lui il 69% dei voti contro il 17% di Civati e il 12% di Cuperlo). Ed è il coordinatore cittadino, Damiano Dalerba, a chiedere un cambio di passo anche in città. «Il Pd è unito e anche a Segrate c è tanta voglia di cambiamento», spiega. Negando divisioni interne ( Il Pd ha la forza di restare compatto e le primarie sono nel nostro dna ) e guardando al futuro: «La maggioranza ha perso qualsiasi credibilità, ora dobbiamo pensare a noi stessi e a impedire il progetto di Alessandrini di far diventare Segrate periferia di Milano». intervista a pagina 2 Un odissea... d amore che dura da 60 anni a pagina 9 Ordini dall estero per i panettoni del Fornaio Mugnaio a pagina 6 Novegro, ripuliti i muri sporcati dai writer a pagina 7 Auguri di Buon Natale e felice anno nuovo ai nostri lettori con l aiuto del simpatico Denny di Gino Candeloro. Segrate Oggi tornerà in edicola mercoledì 15 gennaio, nel frattempo ecco il calendario degli eventi per festeggiare in città Capodanno ed Epifania. a pagina 14 Ieri al Verdi consegnate le borse di studio cittadine a 18 ragazzi per i risultati conseguiti Premiati gli studenti da e lode «È giusto riconoscere e gratificare l'eccellenza e l'impegno di chi si è applicato nello studio, fino a conseguire i risultati migliori». Così il sindaco Adriano Alessandrini e l'assessore alla Scuola, Guido Pedroni, hanno accolto e premiato ieri, al centro civico Verdi, gli studenti meritevoli che lo scorso anno si sono congedati dalla scuola media, dalla scuola superiore e dall'università (laurea breve) con il massimo dei voti. Il sindaco ha elogiato i ragazzi per il contributo dato a Segrate con il loro esempio, e li ha esortati a proseguire negli studi per fare grande non solo la città ma l'intero Paese. Sia Alessandrini che l'assessore Pedroni hanno ringraziato le dirigenti dei tre Istituti comprensivi segratesi, per la professionalità e la competenza messe al servizio degli studenti, e a loro volta le presidi hanno tenuto ad esprimere la propria gratitudine al loro corpo docente. A ciascuno degli 11 licenziati dalle medie con il 10 è stata assegnata una borsa di studio di 200 euro, 250 euro ciascuno sono andati ai cinque usciti con il massimo dei voti dalla scuola superiore e 500 euro ciascuno ai due universitari laureati a pieni voti. Clicca Mi piace sulla nostra pagina Facebook: riceverai tutti gli aggiornamenti dal sito

2 2 «C'è tanta voglia di cambiamento e il Pd, anche a Segrate, deve tornare a occuparsi di sé stesso. E smettere di guardare a una maggioranza che ormai ha perso qualsiasi riferimento e credibilità». Incassato il plebiscitario risultato delle primarie che in città, lo scorso 8 dicembre, hanno visto il neo segretario Matteo Renzi imporsi sfiorando il 70% dei voti Damiano Dalerba, coordinatore cittadino Pd (imprenditore, già consigliere comunale a Bussero e poi assessore e vicesindaco a Pessano con Bornago), serra le fila del partito. E, sulla scia del trionfo del sindaco di Firenze, chiede un cambio di passo anche a Segrate. Partiamo dai numeri: a Segrate più di duemila ai seggi delle primarie e due terzi dei voti per Renzi. «L'affluenza è stata molto buona, più alta della media sia rispetto al capoluogo sia confrontata con i Comuni limitrofi: a Pioltello, pur avendo gli stessi abitanti, gli elettori sono stati la metà». Perché secondo lei? «Penso che abbia contato molto lo sforzo del nostro circolo di essere presenti con ben cinque seggi nei quartieri: quando riesci ad agevolare le persone sei premiato». Quindi è stato merito della... comodità? «Ovviamente c'è un dato politico: c'è grande voglia di cambiamento anche in città, e che lo sguardo della nostra comunità sia stato rivolto verso Renzi, ai seggi questo è stato molto evidente». Lei ha allestito l'unico gazebo, a San Felice. Si è ripreso dal freddo? «(ride) Era il seggio più... difficile. Ma ho il ruolo di coordinatore e quindi era mio dovere dare il buon esempio, non potevo stare al caldo o nelle retrovie lasciando gli altri all'aperto! A parte gli scherzi, stare ai seggi mi ha fatto incontrare tante persone ed è stato sorprendente il numero di elettori di centrodestra che sono venuti a votare, dicendoci che non ne possono più del centrodestra nazionale e locale». Renzi ha stravinto, ma al congresso cittadino aveva vinto Cuperlo... «Il risultato del congresso ha rispecchiato quello del congresso nazionale. Il nostro è un gruppo molto unito, ci sono dialettica e posizioni diversi L INTERVISTA Damiano Dalerba, coordinatore cittadino, fa il punto dopo le primarie del Partito democratico dell 8 dicembre La Maggioranza non è più credibile C è voglia di cambiamento e di Pd ma la cosa bella del Pd è che questo non si trasforma mai in frattura». Non teme nuove divisioni a livello locale quindi? «No, il risultato di Renzi non porterà squilibri. È stato comprensibilmente difficile per alcuni di noi accettare un risultato così basso di Cuperlo, che rappresentava una tradizione importante, ma la reazione dei suoi sostenitori segratesi è stata di piena accettazione della nuova linea rappresentata da Renzi. Il Pd ha la capacità e la forza di essere compatto anche in questi casi». Il coordinamento cittadino però, ragionando all'antica, ha equilibri molto diversi. Con i cuperliani in Il nostro gruppo è unito anche se non manca la dialettica. Il risultato di Renzi non porterà squilibri: è stato difficile per alcuni accettare il risultato di Cuperlo, ma il Pd ha la capacità di essere compatto maggioranza. «Il coordinamento è composto di persone che hanno capacità e voglia di lavorare. È stato selezionato attraverso le competenze e non con le percentuali. Non avrebbe avuto senso lavorare con una squadra costruita sulle proporzioni anziché sulla capacacità e sulla voglia». La sua è stata una candidatura unitaria, da segretario però sembra essere partito con una fuga in avanti. Il suo vice le ha chiesto più collegialità, aveva ragione? «Innanzitutto non mi definisco segretario ma coordinatore, il segretario è colui che gestisce i segreti, io voglio aiutare un gruppo a lavorare bene insieme. Il vice coordinatore Ruggero Di Stefano, per la sua storia personale, la sua esperienza e le sue grandissime capacità, per me è una guida. E fa bene a tirarmi le orecchie quando pensa che io vada fuori dalle righe. Però sarebbe sbagliato, pur nel ruolo di coordinatore, nascondere le mie opinioni. Ho espresso le mie idee e continuerò a farlo, stringere troppo... la cintura non ci aiuterebbe a lavorare meglio». È già stato protagonista di scontri durissimi con il sindaco Alessandrini, non crede che lo shock comunicativo che ha dato al Pd sia stato troppo forte? «Chi fa politica deve accettare le critiche ma anche l'ironia e la satira, altrimenti ha sbagliato mestiere. Il nostro sindaco non le accetta, purtroppo. Un partito comunque fa delle cose, pensa delle cose e quindi deve comunicarle. Per di più a Segrate siamo una forza d'opposizione e il nostro ruolo è quello di criticare, spronare e quando possiamo indirizzare verso scelte più positive questa. Capisco che dia fastidio ma è il nostro ruolo. Stiamo facendo una comunicazione di ampio respiro e comprensibile a tutti, anche andando a mettere in discussione tabù che sembrano intoccabili a Segrate, come la scuola». Gli Indipendenti, altro bersaglio delle sue critiche, l'hanno definita un cementificatore per i suoi trascorsi da assessore a Pessano con Bornago. «Li sfido a singolar tenzone: li porto con me a Pessano e mi mostrino che cosa avrei cementificato. Evidentemente hanno preso informazioni da qualcuno che conosceva molto poco la mia attività amministrativa precedente, mi hanno attribuito operazioni edificatorie fatte in anni in cui non solo vivevo altrove ma non ero nemmeno maggiorenne...». Hanno anche detto che non accettano lezioni da uno che è appena arrivato a Segrate. «Un'altra informazione errata. Mia moglie è nata e cresciuta a Segrate e stando insieme da diciotto anni posso dire di aver vissuto una parte consistente della mia vita qui». Come sono i rapporti con il gruppo consigliare? «Da quando sono coordinatore sto partecipando a tutti i Consigli comunali. Avendo una lunga esperienza come consi- Damiano Dalerba, 37 anni gliere, l'ho fatto per 13 anni, ho avuto modo di vedere che i nostri consiglieri si muovono bene, sanno come lavorare e hanno esperienza. C'è solo la necessità di capire dove vogliamo andare: l'errore che abbiamo fatto è stato di curarci troppo delle beghe interne di questa maggioranza che è esplosa e ora continua a frullarsi. È diventata... un frappè». In che senso? «I continui terremoti interni della maggioranza, partita da due gruppi che oggi sono sette, rende Non permetteremo di sacrificare le ultime aree verdi rimaste e di circondare di cemento i quartieri, non vogliamo che si concretizzi il progetto di Alessandrini di far diventare Segrate periferia di Milano impossibile individuare interlocutori, tutto cambia continuamente. A mio parere ci siamo occupati troppo di loro e il lavoro che stiamo facendo è di tornare a occuparci di noi stessi e di come lavorare con le altre forze di opposizione: è diventato del tutto inutile guardare verso questa maggioranza». Però avete condiviso e votato il progetto degli Indipendenti per gli incentivi all'occupazione, un dialogo è quindi possibile? «Il compito dell'opposizione è di contrastare quando serve, controllare sempre e consigliare e lavorare insieme quando ci sono progetti validi. Il bene della comunità viene prima di tutto. Quel provvedimento era importante e non si poteva fare una battaglia di no a priori. Era nostra responsabilità capire come quel progetto fosse migliorabile ed è quello che abbiamo fatto grazie all'impegno del nostro capogruppo Vito Ancora, che ha lavorato su un emendamento che ha innalzato i bonus per le imprese che assumono». Alessandrini arriverà al 2015 o la maggioranza si autodistruggerà? «La maggioranza si è già autodistrutta, ma se dovessi scommettere direi che arriverà fino in fondo: il potere per lui è una droga troppo difficile a cui rinunciare». Non dipende solo da lui... «La maggioranza dovrebbe avere molto coraggio per mandarlo a casa e io in questa maggioranza non vedo persone coraggiose». Se si andasse a votare domani, quali sarebbero i primi tre punti del programma del Pd? «Innanzitutto noi dobbiamo amare Segrate...» Alt, non ha il copyright su questo slogan, è di Segrate Nostra. «Però è vero! Segrate è una città amata dai residenti per una qualità della vita determinata dal verde e da un sistema di infrastrutture viabilistiche funzionali e funzionanti. Ed è una città in cui il tenore di vita è ancora abbastanza elevato. Dobbiamo salvaguardare ambiente, viabilità e tenore di vita, cercando però, per quanto possiamo, di eliminare le disparità. Che è poi la vera grande differenza tra sinistra e destra nel modo di intendere la vita di una comunità». E cosa cambierebbe della Segrate di Alessandrini? «Meno fiori, più buonsenso. Non ha più significato fare belle aiuole intorno a opere costose e che non servono a nulla. Sono stati bravissimi a mettere la firma sulle opere, ma pessimi nel gestirle nel tempo: una buona fa meno opere pubbliche ma le gestisce bene. Ci vuole più visione a lungo termine, non si può avere un orizzonte di cinque anni come hanno fatto Colle e Alessandrini, noi guarderemo vent'anni più in là». Ma pensa davvero che nel 2013 Segrate abbia davvero una vocazione agricola? «Tenere al verde non significa voler mantenere i contadini al lavoro e i campi coltivati, saremmo dei folli a pensarlo. La questione che ci sta a cuore a Segrate è la trasformazione del suolo. Noi non permetteremo che vengano sacrificate le ultime aree verdi rimaste. Segrate ha avuto successo in passato come città giardino: se circondiamo di cemento Milano 2, San Felice o anche Redecesio e Rovagnasco le uccidiamo. Noi non vogliamo che si concretizzi il progetto di Alessandrini di far diventare Segrate periferia di Milano». Favorevole alle primarie per il candidato sindaco? «Le primarie sono ormai nel DNA del Pd. Da una parte spero che ci siano perché ciò significherebbe fermento e tanta voglia di partecipazione da parte di chi aspira al ruolo di guida della nostra comunità. Non penso però che le primarie siano un totem: con i nostri alleati faremo un ragionamento sereno, se ci sarà una candidatura forte sarebbe inutile andare a primarie poco credibili. Non devono far paura, ma nemmeno essere un obbligo». F.V. NUOVA GESTIONE TUTTA ITALIANA! Specialità della tradizione orientale (Giapponese, Thai, Cinese, Vietnamita) reinterpretati con la migliore cucina italiana Non solo crudo, carne e pesce freschissimi cucinati per voi al momento Menu pranzo 12 euro / Mercoledì e domenica CENA NO LIMITS 25 euro TAKE AWAY E CONSEGNA A DOMICILIO IN TUTTA SEGRATE Via Roma 14, Segrate - Tel mar-sab / ; dom 19.30/ lunedì chiuso

3 @segrateoggi.it Politica 3 MAGGIORANZA Cambia faccia di nuovo il governo cittadino con i nuovi gruppi consigliari nati dalla scissione del partito Dal risiko di ex Pdl e Indipendenti ecco Forza Italia e Nuovo Centrodestra In principio furono Pdl e Lega. E poi... qui viene il difficile. La maggioranza cambia pelle. Di nuovo. E in poco più di una settimana viene stravolta nuovamente l'identità del governo cittadino, con la clamorosa decimazione degli Indipendenti confluiti a pattuglie nel Nuovo Centrodestra e nella nuova Forza Italia, i partiti nati dalla scissione dei berlusconiani che hanno ufficialmente sancito la propria nascita in Consiglio comunale. Un trionfo della real-politik, in vista delle scadenze elettorali e sulla scia degli eventi politici nazionali, che ha portato a un improvviso (e imprevedibile) riassetto delle forze di governo, con la sostanziale scomparsa degli Indipendenti, restati però con due assessori su quattro in giunta. Le grandi manovre nel centrodestra segratese sono tutte nella galassia dell'ex Pdl, con gli alleati leghisti a guardare, sgomenti come anche il sindaco, che per ora resta alla finestra al di fuori dei partiti. Uscito dalle urne nel 2010 con un patrimonio di ben 14 consiglieri comunali (grazie al 45% dei voti), il Pdl si è a poco a poco spezzettato dando LA MOLTIPLICAZIONE Le diverse maggioranze che dopo le elezioni del 2010 hanno sostenuto il sindaco: 2010: Pdl, Lega Nord 2011: Pdl, Lega Nord, Fli, Gruppo Misto 2012: Indipendenti, Lega Nord, Pdl, Scelta Civica, Gruppo Misto, Udc 2014: Forza Italia, Nuovo Centrodestra, Lega Nord, Indipendenti, Scelta Civica, Gruppo Misto, Udc vita, ad oggi, a cinque diversi gruppi. Sempre con gli stessi protagonisti, i 14 eletti del 2010, a cambiare più volte casacca, alcuni due, altri addirittura tre volte, restando però sempre, spiegano, fedeli al programma del sindaco. Andiamo per ordine. FORZA ITALIA L'ultima novità è arrivata lunedì sera in Consiglio comunale con l'annuncio della costituzione del gruppo della nuova Forza Italia in sostituzione dello scomparso Pdl. La sorpresa è però arrivata quando sono stati resi noti i componenti del nuovo gruppo. Già, perché insieme a Casella (ora capogruppo) e Casadio sono rientrati alla corte di Berlusconi anche Marco Trebino, Giuseppe Del Giudice e Giancarlo Terzi, che nel 2012 aderirono alla scissione degli Indipendenti in aperta polemica con l'allora Pdl. E, nel frattempo, se ne è andato Marco Romanelli, entrato nel gruppo misto (in cui si trova ora con un altro ex Pdl, Claudio Zardus). Un puzzle quasi incomprensibile, del quale gli stessi addetti ai lavori faticano a comprendere i passaggi. Quella che invece sembra molto chiara è la controffensiva messa in campo da Forza Italia, che ha recuperato alcuni dei transfughi nell'ambito di un'operazione più ampia coordinata da un commissario inviato da Milano, che dalla scorsa settimana ha preso in mano il circolo cittadino dopo il regno di Guido Pedroni che in città gestiva il circolo azzurro dal 1999 ( promosso oggi a coordinatore regionale dei Seniores di Forza Italia). L uomo di fiducia inviato da Berlusconi sul territorio per rimettere insieme i cocci del Pdl è Alessandro Fava già consigliere, assessore e coordinatore cittadino a San Donato cui spetterà l'arduo compito di lanciare a Segrate la nuova Forza Italia e preparare il campo per le prossime scadenze elettorali: le europee di primavera e le comunali del «Il mio compito è quello di verificare le diverse componenti e se esistono le condizioni per ricompattare il gruppo spiega Fava, 46 anni, manager di Publitalia con Forza Italia sin dal 1994 il progetto del presidente Berlusconi non è un ritorno nostalgico alle origini ma quello di un nuovo entusiasmante inizio per chi crede nei nostri valori». Un richiamo alle armi che a Segrate si scontra con un triennio di divisioni e rancori. «Sto iniziando a conoscere la realtà segratese dove sono stato inviato proprio per tentare di mettere un po' di ordine continua Fava l'auspicio è che la presenza di un esterno possa aiutare a superare i personalismi e le incomprensioni e quindi alimentare la nuova Forza Italia». NCD - L'altra novità, nella variopinta maggioranza di Alessandrini, è la formazione del gruppo del Nuovo Centrodestra, annunciato la scorsa settimana. A battezzare il partito di Alfano in città sono stati tre consiglieri (Vincenzo Gervasoni, Roberto Nardio e Claudio Gasparini) del gruppo Indipendenti, formato dai nove consiglieri che nel febbraio 2012 lasciarono il Pdl insieme con il sindaco e 4 assessori, gruppo oggi rimasto con 2 soli consiglieri, Domenico Bottari e Gianni Sirtori, che hanno aderito al progetto dell'ex numero due di Berlusconi assieme all'ex compagno di partito Paolo Borlone. Una scelta che ha sorpreso soprattutto per i continui scontri degli ex Pdl, poi Indipendenti e oggi Ncd, con il nuovo compagno di partito. «Ma i problemi erano causati dal sindaco e dal suo modo di concepire la politica e la gestione dei rapporti con i consiglieri getta acqua sul fuoco Borlone, che ha partecipato a Roma all'atto di fondazione del Ncd penso che la nascita di questo gruppo, formato da consiglieri arrivati all adesione al nuovo partito da percorsi diversi, favorirà una maggiore coesione, nel rispetto del programma con cui siamo stati eletti». F.V. Gioco d azzardo patologico Sì alla mozione dell Idv <<< Anche Segrate si schiera contro il gioco d'azzardo patologico. Il Consiglio comunale, durante la seduta del 9 dicembre scorso, ha approvato all'unanimità il testo della mozione presentata dal consigliere Idv Antonio Berardinucci (nella foto) che impegna Comune e Giunta a mettere in atto azioni di contrasto al gioco d'azzardo. Innanzitutto, si chiede di elaborare un progetto di controllo, insieme ai Servizi sociali, a psicologi e alle forze dell'ordine per capire qual è la diffusione del fenomeno del gioco patologico sul territorio e di aderire al Manifesto dei sindaci per la legalità contro il gioco d'azzardo, promosso da Legautonomie e da Terre di Mezzo e sottoscritto da più di 50 Comuni, tra cui anche alcuni vicini a Segrate, come Vimodrone. Si chiede poi di realizzare un regolamento comunale, sulla falsariga di quelli approvati da altre amministrazioni, che tenga conto per l'apertura di nuove sale gioco o slot machine di una distanza minima da luoghi ritenuti sensibili (come scuole, centri anziani, oratori) a tutela delle fasce più deboli: su questo si punta anche a uniformarsi alla nuova legge lombarda. Il Consiglio regionale, infatti, il 15 ottobre scorso ha approvato all'unanimità la legge di contrasto al gioco d azzardo patologico: tredici articoli che mirano non solo al contenimento della dipendenza da slot machine e gioco elettronico, ma dettano anche precise indicazioni per il coinvolgimento delle Asl e del terzo settore nel sostegno ai ludopatici e alle loro famiglie, ha spiegato Fabio Rolfi (Lega Nord), relatore in aula. Con tanto di agevolazioni fiscali alle imprese che decidano di disinstallare le slot machine, e il lancio del marchio No slot per chi non installa le macchinette. Pd, il segratese Schieppati nella squadra di Bussolati <<< Il segratese Augusto Schieppati entra nella segreteria metropolitana del Partito democratico. La nomina è arrivata dalla direzione provinciale, che lunedì sera ha incluso l ex segretario cittadino Schieppati - già candidato sindaco del 2000 contro Bruno Colle - nell organismo milanese su indicazione del segretario provinciale Pietro Bussolati. Schieppati avrà il compito di seguire i Comuni del Sud-Est di Milano che andranno al voto e di riorganizzare le zone del Pd nel capoluogo. GIUNTA Clamoroso sfogo in aula dell assessore Cimitero, Ronchi verso le dimissioni: Non farò la bella statuina Mancano fondi e personale, rassicurazioni o in queste condizioni non resterà a fare figuracce Dimissioni entro sette giorni se non avrà rassicurazioni su fondi e risorse disponibili per il cimitero. Dopo il clamoroso sfogo di lunedì sera in Consiglio comunale, la dottoressa Assunta Ronchi - in giunta con la delega al camposanto di via Morandi - non fa passi indietro. Anche se ferita dalle parole di Alessandrini, che l ha criticata in aula, non ha ancora formalizzato quanto ha annunciato andandosene e sbattendo la porta, denunciando la poca attenzione verso il cimitero. «Che purtroppo non è considerato un posto importante: invece la gente ci tiene, perché ci va e vuole vedere i suoi cari trattati bene - spiega la Ronchi - sono commossa da quello che hanno detto i consiglieri di minoranza e anche gli altri dopo che me ne sono andata, sembra che le mie dimissioni non siano state accettate da nessuno». Rinviando ogni decisione sulla sua permanenza nella squadra di Alessandrini. «Aspetterò una settimana, sono molto decisa perché al mio lavoro ci tengo - continua la Ronchi - prima di tornare al mio incarico, voglio essere rassicurata che sarò aiutata, perché è inutile che io faccia le cose e poi i soldi non ci siano, non ho voce in capitolo». Uno dei noccioli della questione è l'aspetto economico: «Va destinato un capitolo di bilancio al cimitero. Lì si guadagnano dei soldi, ma dove vanno? Perché finiscono tutti nel calderone e non si mettono invece da parte, in modo che se c'è bisogno di manutenzioni si possono usare? Mi dicono che ogni volta che piove si crea il pantano, ma come faccio a rifare i vialetti se mi dicono non ci sono mai soldi?». E poi c'è la questione burocratica: «Abbiamo un armadio pieno di faldoni di gente che dev'essere riesumata, tombe scadute da anni. Bisogna tirar fuori ogni pratica, cercare gli eredi: c'è bisogno di almeno 3-4 persone che vengano impegnate per un paio di mesi. Ci sono tanti impiegati in Comune, si potrebbero mettere a lavorare lì - si sfoga l assessore - Un po' meno feste e vediamo di sistemare le cose importanti, altrimenti non torno: sono una persona seria e non voglio fare solo la bella statuina. Ci tengo alla parola che do e le brutte figure poi le faccio io». POLEMICA Pd e Segrate Nostra accusano Alessandrini Il sindaco diserta la marcia dei lavoratori Non rispetta il Consiglio Il Comune non si fa vedere alla mobilitazione in Martesana nonostante l adesione formale in aula Il sindaco ancora una volta ha dimostrato la sua totale mancanza di rispetto per il Consiglio comunale. Ancora nel mirino i rapporti, da sempre molto difficili, tra Alessandrini e il parlamento locale. A scatenare la polemica, stavolta, l'assenza istituzionale di Segrate, sabato 14 dicembre, alla Mobilitazione di lavoratori delle aziende in crisi della Martesana organizzata dalle RSU (rappresentanze sindacali) delle aziende in crisi della zona Est del milanese: una marcia pacifica partita dalla stazione della metropolitana di Cassina de Pecchi e conclusasi in piazza Unità d Italia a Cernusco sul Naviglio, che ha visto la partecipazione di nove sindaci e un centinaio di amministratori tra consiglieri comunali, provinciali, regionali e anche parlamentari. Un appuntamento cui avrebbe dovuto partecipare anche una rappresentanza istituzionale segratese, dato che il Consiglio comunale, pochi giorni prima della mobilitazione, aveva approvato all'unanimità un ordine del giorno che chiedeva all' di aderire. Un'assenza che non è passata inosservata. «Il sindaco si è comportato in modo irrispettoso nei confronti del Consiglio comunale - ha attaccato il capogruppo Pd Vito Ancora in aula richiamando l episodio - purtroppo ciò che non riguarda urbanistica e lavori pubblici sembra non interessare ad Alessandrini». Una critica arrivata a stretto giro di posta a seguito di un comunicato diffuso da Pd e Segrate Nostra dopo la manifestazione che ha visto l assenza del primo cittadino segratese. «L'assenza del sindaco ha fatto vergognare i segratesi presenti alla marcia: Alessandrini non c'era nonostante il Consiglio comunale avesse sottoscritto e votato all'unanimità l'adesione alla mobilitazione, con laquale impegnava il sindaco a parteciparvi hanno scritto i responsabili del partito e della lista civica Evidentemente il sindaco non ha trovato nemmeno il tempo o l'occasione per delegare una propria rappresentanza, un assessore o un consigliere o anche solo un paio di agenti di Polizia locale a dimostrare che Segrate sente i problemi della comunità circostante. Purtroppo questo è solo l'ultimo segnale di mancanza di rispetto del sindaco verso il Consiglio comunale della sua città».

4 4 PD Grande affluenza in città ai cinque seggi allestiti dal circolo cittadino per l elezioni del segretario e l assemblea nazionale Primarie, duemila ai seggi: il 70% a Renzi Secondo Civati (17,7%), terzo Cuperlo (12,3%). Metà dei contributi incassati, euro, sarà donato alla Sardegna oom di partecipazione e trionfo per il neo segretario Matteo Renzi. Segrate conferma la tendenza nazionale e alle primarie del Partito democratico, domenica 8 dicembre, sceglie il sindaco di Firenze con un risultato quasi plebiscitario, che in città ha superato il già clamoroso dato complessivo italiano segratesi si sono recati ai seggi predisposti nei quartieri dal circolo cittadino (500 elettori in più rispetto all ultima consultazione per la segreteria Pd, nel 2009, che vinse Bersani battendo Franceschini e Ignazio Marino) e due terzi dei voti sono andati a Matteo Renzi, che ha superato Pippo Civati e Gianni Cuperlo, che dopo la vittoria al congresso locale, lo scorso 26 ottobre, è arrivato terzo fermandosi al 12,3%. Il voto a Segrate: 2032 su abitanti (dati Pd Segrate): Matteo Renzi: 1416 voti (69,8%), Pippo Civati: 360 voti (17,7%), Gianni Cuperlo: 251 voti (12,3%). NEI QUARTIERI - Le operazioni di voto si sono svolte senza intoppi nei cinque seggi cittadini (tra cui un gazebo, a San Felice). Secondo quanto comunicato dalla segreteria cittadina, sono stati raccolti euro dai versamenti degli elettori che dovevano lasciare un contributo minimo di 2 euro per le spese organizzative. Metà dell incasso sarà però destinato a un progetto di aiuto per le popolazioni sarde colpite dall alluvione, come proposto la scorsa settimana dall ex segretario cittadino, oggi membro del coordinamento, Dario Giove. Dai dati relativi al voto nei quartieri emerge una vittoria ancora più netta di Renzi nelle storiche roccaforti del centrodestra, Milano 2 e San Felice. Qui per il nuovo segretario del Pd percentuali fino al 75%, superiori ai dati degli altri quartieri (in particolare la rossa Rovagnasco, dove Renzi si ferma si fa per dire al 63% lasciando qualcosa agli avversari Civati, al 19,5% e Cuperlo, che qui incassa il miglior risultato arrivando al 17%). OCCUPAZIONE Ok del Consiglio con il sì di ex Pdl, Pd, Segrate Nostra e Udc, astenuto il Carroccio Bonus lavoro, ok al regolamento Ma è scontro Indipendenti-Lega Entro fine anno il bando per lʼassegnazione dei contributi per lʼassunzione di lavoratori segratesi: per un contratto a tempo indeterminato incentivi di 10mila euro Il Consiglio comunale, giovedì 5 dicembre, ha dato il via libera al regolamento per l assegnazione di un contributo, tra e mila euro, per gli imprenditori che assumeranno disoccupati segratesi. L ok al progetto lanciato dagli Indipendenti, che hanno creato uno stanziamento di bilancio da 240mila euro grazie al taglio dei costi della politica locale (aumentato poi di altri 75mila grazie al rinvio della costruzione del campo da bocce di via degli Alpini chiesto e ottenuto dal Pd) è arrivato, non senza polemiche, grazie al sì, oltre che degli ex Pdl, anche di Pd, Udc e Segrate Nostra. Con la maggioranza ancora una volta spaccata a causa dei dubbi della Lega Nord (astenuta) sul progetto. IL REGOLAMENTO Si è scelto di dare priorità di accesso al contributo alle nuove assunzioni a tempo indeterminato. L importo del bonus comunale, stabilito con un emendamento presentato dal Pd, che ha ottenuto un innalzamento del contributo, varierà in funzione dell età del lavoratore segratese assunto e del tipo di contratto. Si tratta di euro per un tempo determinato a un disoccupato sotto i 45 anni, euro se sopra i 45 anni (contratto pari o superiore a un anno). Per il tempo indeterminato invece euro (under 45) e euro (over 45). Potranno accedere al bonus (attraverso un bando che sarà pubblicato entro fine anno dagli uffici comunali) le imprese con almeno una sede operativa in Lombardia e che risultino in regola con gli obblighi fiscali e contributivi, che riceveranno il contributo entro 90 giorni dalla data del contratto di assunzione del lavoratore che deve essere residente in città e disoccupato. LA DISCUSSIONE - Dopo il passaggio in commissione attività produttive di lunedì 2 dicembre, il voto in Consiglio sembrava una mera questione tecnica. Ma l approvazione ha gettato l aula consiliare nel caos. Il regolamento è stato presentato da Vincenzo Gervasoni, consigliere delegato al progetto, dai banchi degli Indipendenti. «I dati sono preoccupanti a livello nazionale, con 350mila esodati, più di 500mila in cassa integrazione, 3,5 miliardi di reddito persi solo nel 2013 ha detto Gervasoni Scoraggiare l attività d impresa significa compromettere il futuro del Paese». Sul tavolo, poi, c erano due emendamenti: uno presentato dal Gruppo misto, articolato in 6 punti tra cui appunto la priorità ai contratti indeterminati, l altro dal gruppo consiliare del Pd, con la proposta di aumentare il contributo erogato (accolto). Ma è stata la Lega Nord, con l intervento di Vittorio Rigamonti, a cambiare le carte in tavola facendo riferimento al Progetto di formazione lavoro, promosso dall assessore ai Servizi alla persona Mario Grioni e mai decollato, che secondo i leghisti avrebbe potuto essere integrato nel bando per aumentare il budget e renderlo più completo. «Bisogna sapere quali sono le aspettative delle aziende e i loro bisogni: con la formazione la loro richiesta può essere soddisfatta ha spiegato Rigamonti sarebbe opportuno pensare ai giovani, alimentare la nascita di piccole imprese o start-up, e che l reperisse gli spazi da mettere a disposizione. Il regolamento ci sembra inadeguato e proponiamo che venga ritirato, approfondito e integrato». Una stilettata seguita da un interminabile discussione tra i consiglieri per trovare la quadra sulle proposte degli emendamenti (in particolare in merito agli importi dei contributi da erogare). Inutile la richieste di Insieme per Segrate di rinviare l approvazione e anche il tentativo di mediazione di Marco Romanelli (Pdl). Perplessità anche da Seracini (Scelta Civica). A passare è stata però la linea di Indipendenti, Pd, Segrate Nostra e Udc, che hanno scelto di andare avanti e approvare il regolamento visti anche i tempi strettissimi per l impiego della somma stanziata in bilancio, con l astensione della Lega e l abbandono dell aula da parte di Insieme per Segrate, Pdl-Forza Italia e Scelta Civica. MONZA Il patron di Caronte citato in tribunale per calunnia Rinviata l udienza per il testa a testa tra sindaco e Di Caterina Rinviata al Si terrà a marzo l'udienza per il procedimento del sindaco Adriano Alessandrini contro Piero Di Caterina, titolare dell'azienda di trasporti Caronte, per calunnia in merito alle inchieste del sistema Sesto (che vedono coinvolto l'ex presidente della Provincia Filippo Penati). È stato deciso mercoledì scorso al Tribunale di Monza, dove avrebbe dovuto svolgersi l'udienza invece rimandata per legittimo impedimento dell'avvocato difensore di Di Caterina, Raffaele Della Valle, impegnato a difendere il suo assistito in un altro processo in cui è imputato. Si discuterà quindi il 5 marzo prossimo la richiesta di rinvio a giudizio della Procura, che, se accolta, permetterà l'avvio del processo davanti al tribunale. La querela contro Di Caterina è nata in seguito a presunte minacce che egli avrebbe fatto all'interno del municipio, in presenza di testimoni, nel marzo 2010 alla dirigente Laura Aldini, all'epoca direttore generale, con l'accusa a lei e al sindaco di averlo tagliato fuori per tangenti non pagate. Di Caterina infatti per circa 20 anni a partire dal 1987 aveva gestito il trasporto pubblico segratese in regime di proroga, finché il Comune, anche in base a una legge regionale che obbligava ad affidare il servizio attraverso una gara pubblica, aveva emesso un bando, nel gennaio 2008, a cui si presentarono lui e Atm. Ma la Caronte fu esclusa per mancanza di requisiti e l'appalto da 11 milioni affidato all'azienda milanese: da cui le accuse al sindaco e ad Aldini. L'avvocato di Alessandrini, Gabriele Roveda, aveva però già sottolineato, in merito, in una passata intervista: «Ci sono 11 sentenze a favore del Comune di Segrate sulla correttezza della gara». Dott.ssa Eleonora D Onofrio Ordine degli Psicologi Regione Lombardia n iscrizione PSICOLOGA Studio: via Cesare Battisti 61, Segrate c/o Studio Medico di base tel (riceve su appuntamento) Per la tua su SEGRATE OGGI chiamaci ai numeri

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO PER LO SVILUPPO DELLA RIFORMA ISTITUZIONALE ELEZIONE DEGLI ORGANI DEL COMUN GENERAL DE FASCIA COMUNI DI CAMPITELLO DI FASSA/CIAMPEDEL-CANAZEI/CIANACEI- MAZZIN/MAZIN-MOENA/MOENA-

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA.

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA. DOV'ERA LA CGIL? Al quesito post ideologico che as silla il presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, tentiamo di dare una risposta per i fatti e non per l'ideologia. Era il 2009 e la CGIL scriveva

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI EDIZIONE MARZO 015 ABBONARSI AI MEZZI ATM 1 ATM, per rispondere alle diverse esigenze di mobilità, offre ai giovani e agli studenti una serie di agevolazioni sull acquisto

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Il capo del Governo Da almeno una decina d anni mi sono convinto che il passaggio delle quote è inevitabile. Una volta cambiato

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI 934 QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI R. Brunetta per Il Giornale 14 giugno 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà -

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande ELEMENTARE è elementare, mi creda... senz'altro elementare, mio caro. L'importante è non dare per scontate quelle cose che sono solo evidenti. L'evidenza, di per sé, non è sinonimo di verità. La verità

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli