Professor Claudio Cacciamani Dottoressa Sonia Peron - Università di Parma -

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Professor Claudio Cacciamani Dottoressa Sonia Peron - Università di Parma -"

Transcript

1 Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups II Quadrimestre 2014 Milano, novembre 2014

2 I risultati del questionario per la rilevazione del Sentiment del mercato immobiliare Secondo Quadrimestre 2014 Presentazione Da diversi anni Sorgente Group S.p.A. e il Dipartimento di Economia dell Università degli Studi di Parma collaborano su temi e ricerche di economia e finanza immobiliare. In tale ambito, è nato il primo corso universitario di Economia e Finanza Immobiliare universitario italiano, che vede la partecipazione in qualità di docenti di figure di spicco del mondo immobiliare nazionale e internazionale, a cui è stata affiancata la realizzazione di numerose pubblicazioni e convegni. Fin dall inizio della collaborazione, l attività di ricerca è stata istituzionalizzata in un Laboratorio per le Ricerche sull Economia e la Finanza Immobiliare. All interno di questo, ha preso forma il progetto per la rilevazione del Sentiment Immobiliare, l Analisi della percezione di operatori e investitori sull andamento del mercato immobiliare in Italia. L Osservatorio sul Sentiment Immobiliare Il progetto, realizzato in partnership con Sorgente Group e Federimmobiliare, si propone di osservare e analizzare su base quadrimestrale le aspettative a livello qualitativo delle diverse categorie di operatori dell industria immobiliare e la percezione sull andamento del mercato e degli investimenti nel comparto Real Estate. Un particolare approfondimento è dedicato al Sentiment espresso dagli operatori della finanza immobiliare (SGR, SIIQ, Società quotate). La presente edizione del questionario è stata distribuita nel secondo quadrimestre 2014, con l obiettivo di verificare il Sentiment relativo al mercato nei dodici mesi successivi. All interno del Dipartimento di Economia dell Università degli Studi di Parma, coordinatore scientifico del progetto è il Professor Claudio Cacciamani, affiancato dalla professoressadottoressa Federica Ielasi, mentre attuali coordinatrici operative sono la dottoressa Sonia Peron e la dottoressa Lara Maini. Alla rilevazione hanno risposto circa duecento operatori del mercato immobiliare, appartenenti ai seguenti principali settori: trading, development, property, facility, progettazione, valutazione, consulenza, finanza immobiliare, oltre a numerosi professionisti specializzati nel comparto (ingegneri, architetti, geometri, notai ).

3 L evoluzione dell Indice Fiups da gennaio 2011 a ottobre 2014 Il Fiups è un acronimo di Federimmobiliare, Università degli Studi di Parma e Sorgente Group Spa, ed è la rappresentazione grafica del Sentiment. L indice è realizzato da Sorgente Group. L indice elaborato mette in evidenza un lieve incremento rispetto al quadrimestre precedente e segnala un trend comunque lievemente positivo degli ultimi due anni, seppure in un quadro assolutamente difficile.

4 SETTORE IN CUI OPERA ABITUALMENTE Sono ammesse risposte multiple. Dal grafico allegato emerge come siano rappresentati in modo abbastanza uniforme tutti i comparti professionali e istituzionali nei quali si articola il settore immobiliare.

5 SEZIONE A 1) Ritiene che l economia del Paese negli ultimi 12 mesi sia I QUADRIM. II QUADRIM. III QUADR. Molto migliorata Migliorata 3,10% 5,36% 14,15% Rimasta stabile 19,38% 39,29% 42,45% Peggiorata 64,34% 47,32% 36,79% Molto peggiorata 13,18% 8,04% 6,60% 2014 I QUADRIM. II QUADRIM. Molto migliorata Migliorata 14,71% 18,63% Rimasta stabile 42,16% 31,37% Peggiorata 37,25% 37,25% Molto peggiorata 4,90% 2,94% 2,94% 37,25% 18,63% 31,37% Molto migliorata Migliorata Rimasta stabile Peggiorata Molto peggiorata Le risposte ottenute mettono in evidenza come gli operatori stiano polarizzando le loro percezioni sia positive sia negative rispetto al passato, con un accentuarsi di indicazioni nelle code positive e negative delle rilevazioni. e prevede che nei prossimi 12 mesi

6 I QUADRIM. II QUADRIM. III QUADR. Migliorerà molto 2,33% Migliorerà 28,68% 54,46% 60,58% Rimarrà stabile 51,16% 38,39% 29,81% Peggiorerà 17,05% 7,14% 9,62% Peggiorerà molto 0,78% 2014 I QUADRIM. II QUADRIM Migliorerà molto Migliorerà 57,00% 46,67% Rimarrà stabile 32,00% 42,22% Peggiorerà 11,00% 11,11% Peggiorerà molto Migliorerà molto Peggiorerà 11,11% Peggiorerà molto Rimarrà stabile 42,22% Migliorerà 46,67% A livello previsivo, aumenta la percentuale di operatori che ritiene che lo scenario rimanga stabile o migliorerà.

7 2) Ritiene che l attività complessiva del settore immobiliare negli ultimi 12 mesi sia I QUADRIM. II QUADRIM. III QUADR. Molto migliorata Migliorata 1,57% 1,79% 5,66% Rimasta stabile 14,96% 29,46% 43,40% Peggiorata 55,91% 51,79% 36,79% Molto peggiorata 27,56% 16,96% 14,15% 2014 I QUADRIM. II QUADRIM. Molto migliorata 0,98% Migliorata 12,75% 8,70% Rimasta stabile 34,31% 35,87% Peggiorata 44,12% 47,83% Molto peggiorata 7,84% 7,61% Molto peggiorata 7,61% Migliorata 8,70% Peggiorata 47,83% Rimasta stabile 35,87% Rispetto a quanto evidenziato in precedenza, anche in paragone ai quadrimestri precedenti, non si evidenziano ancora in pieno effetti positivi sulla congiuntura immobiliare. In particolare, comunque, i segnali di stabilità e/o di lieve miglioramento sembrano prevalere.

8 e prevede che nei prossimi 12 mesi I QUADRIM. II QUADRIM. III QUADR. Migliorerà molto 0,78% 8,11% 3,77% Migliorerà 24,81% 38,74% 43,40% Rimarrà stabile 55,04% 38,74% 33,02% Peggiorerà 18,60% 13,51% 19,81% Peggiorerà molto 0,78% 0,90% 2014 I QUADRIM. II QUADRIM. Migliorerà molto 1,98% 3,30% Migliorerà 46,53% 37,36% Rimarrà stabile 36,63% 42,86% Peggiorerà 14,85% 16,48% Peggiorerà molto Peggiorerà molto Peggiorerà 16,48% Migliorerà 37,36% Rimarrà stabile 42,86% Il sentiment sullo scenario macroeconomico, in generale, e immobiliare, in particolare, mostra una prevalenza di stabilità rispetto al passato, quando si iniziavano a sentire alcuni timidi segnali di ripresa.

9 3) L andamento dell attività della Sua azienda (o studio professionale, rispetto a 12 mesi fa), oggi è: I QUADRIM. II QUADRIM. III QUADR. Molto aumentata 1,60% 1,83% Aumentata 18,40% 40,37% 25,74% Rimasta stabile 44,00% 30,28% 52,48% Diminuita 31,20% 25,69% 21,78% Molto diminuita 4,80% 1,83% 2014 I QUADRIM. II QUADRIM. Molto aumentata 1,03% Aumentata 36,08% 36,67% Rimasta stabile 42,27% 4 Diminuita 18,56% 21,11% Molto diminuita 2,06% 2,22% Molto aumentata Molto diminuita 2,22% Diminuita 21,11% Aumentata 36,67% Rimasta stabile 4 Il Sentiment evidenzia segnali di stabilità e di lieve deterioramento sull attività delle aziende del settore. Questo sembra da attribuirsi a un consolidamento a un ulteriore ripensamento del comparto dopo la profonda crisi degli anni precedenti.

10 4) Prevede che l andamento della sua attività (aziendale o professionale) nei prossimi 12 mesi: I QUADRIM. II QUADRIM. III QUADR. Aumenterà molto 0,80% 0,92% Aumenterà 32,80% 40,37% 51,49% Rimarrà stabile 57,60% 46,79% 32,67% Diminuirà 8,80% 11,93% 15,84% Diminuirà molto 2014 I QUADRIM. II QUADRIM. Aumenterà molto 2,06% 1,12% Aumenterà 47,42% 49,44% Rimarrà stabile 40,21% 41,57% Diminuirà 10,31% 7,87% Diminuirà molto Diminuirà molto Aumenterà molto 1,12% Diminuirà 7,87% Rimarrà stabile 41,57% Aumenterà 49,44% Per i prossimi 12 mesi si evidenzia anche in questo caso una percezione di miglioramento, soprattutto in relazione a eventuali nuove iniziative non congiunturali che gli operatori possono ritenere di progettare.

11 5) Nei prossimi 12 mesi prevede di: I QUADRIM. II QUADRIM. III QUADR. Assumere personale in maniera consistente Assumere personale 21,55% 25,25% 23,33% effettuare alcuna assunzione 62,93% 58,59% 74,44% Ridurre il personale 15,52% 16,16% 2,22% Ridurre il personale in maniera consistente 2014 I QUADRIM. II QUADRIM. Assumere personale in maniera consistente 2,25% Assumere personale 28,09% 30,95% effettuare alcuna assunzione 65,17% 63,10% Ridurre il personale 3,37% 4,76% Ridurre il personale in maniera consistente 1,12% 1,19% A livello organizzativo, compare la volontà di assumere personale, da un lato, a cui si contrappone il disegno di ridurre lo stesso. Anche in questo caso si pone in evidenza una polarizzazione delle risposte degli operatori. Ridurre il personale; 4,76% Ridurre il personale in maniera consistente; 1,19% Assumere personale in maniera consistente; Assumere personale; 30,95% effettuare alcuna assunzione; 63,10%

12 6) Nei prossimi 12 mesi prevede di apportare innovazioni nella sua azienda I QUADRIM. II QUADRIM. III QUADR. Si 82,76% 84,85% 75,56% No 17,24% 15,15% 24,44% 2014 I QUADRIM. II QUADRIM. Si 78,26% 81,18% No 21,74% 18,82% Come in passato, prosegue la volontà di innovare in azienda, anche se il trend ormai, dopo le rilevazioni del, sembra, ormai, essersi consolidato. No; 21,74% Si; 78,26%

13 E se sì, di che tipo? (sono possibili più risposte) I QUADRIM. II QUADRIM. III QUADR. Nuovi investimenti 23,71% 32,94% 48,53% Nuovi profili nell organizzazione 51,55% 35,29% 20,59% Nuove linee di business 43,30% 35,29% 27,94% Altro 23,71% 17,65% 2,94% 2014 I QUADRIM. II QUADRIM. Nuovi investimenti 33,33% 31,43% Nuovi profili nell organizzazione 25,00% 27,14% Nuove linee di business 33,33% 48,57% Altro 11,11% 1 Altro Nuove linee di business Nuovi profili nell organizzazione Nuovi investimenti 0% 10% 20% 30% 40% 50% Le innovazioni comportano in senso assoluto nuovi investimenti e nuove linee di business, a cui gli operatori del panel sembrano volere dedicare la loro massima attenzione per il futuro.

14 7) EVOLUZIONE DEI PREZZI IMMOBILIARI (rispetto alla situazione attuale) DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 6,40% 38,40% 44,80% 4,00% 6,40% Uffici 17,60% 30,40% 40,80% 4,80% 6,40% Commerciale 15,20% 28,00% 50,40% 1,60% 4,80% Industriale 24,00% 34,40% 26,40% 4,00% 11,20% Alberghiero 4,80% 4 38,40% 4,00% 12,80% DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 2,75% 40,37% 51,38% 3,67% 1,83% Uffici 16,51% 30,28% 46,79% 1,83% 4,59% Commerciale 14,68% 23,85% 54,13% 1,83% 5,50% Industriale 22,02% 41,28% 26,61% 3,67% 6,42% Alberghiero 0,92% 42,20% 44,04% 5,50% 7,34% DATI DEL III QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 3,85% 24,04% 69,23% 2,88% Uffici 9,62% 29,81% 54,81% 4,81% 0,96% Commerciale 5,77% 27,88% 62,50% 2,88% 0,96% Industriale 15,38% 35,58% 32,69% 6,73% 9,62% Alberghiero 8,65% 23,08% 45,19% 13,46% 9,62% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 6,93% 25,74% 61,39% 4,95% 0,99% Uffici 8,91% 35,64% 51,49% 1,98% 1,98% Commerciale 8,91% 28,71% 55,45% 3,96% 2,97% Industriale 22,77% 25,74% 39,60% 2,97% 8,91% Alberghiero 6,93% 25,74% 44,55% 12,87% 9,90% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 5,43% 22,83% 64,13% 6,52% 1,09% Uffici 6,52% 38,04% 52,17% 1,09% 2,17% Commerciale 6,52% 28,26% 59,78% 2,17% 3,26% Industriale 19,57% 31,52% 36,96% 2,17% 9,78% Alberghiero 5,43% 27,17% 45,65% 10,87% 10,87%

15 Il Sentiment dei prezzi di mercato degli immobili segnala indicazioni positive, con incremento della stabilità dei prezzi nei settori con tendenza alla moderata. In particolare, tuttavia, vanno messe in evidenza le difficoltà che ancora stanno contrassegnando il comparto industriale e quello degli uffici e del terziario in genere Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero 2 1 Stabilità 8) EVOLUZIONE DEI TEMPI MEDI DI VENDITA (rispetto alla situazione attuale) DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 14,88% 28,10% 33,88% 15,70% 6,61% 0,83% Uffici 14,88% 29,75% 29,75% 15,70% 5,79% 4,13% Commerciale 19,83% 19,83% 36,36% 13,22% 7,44% 3,31% Industriale 21,49% 17,36% 26,45% 12,40% 14,88% 7,44% Alberghiero 9,09% 19,01% 34,71% 16,53% 9,92% 10,74% DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 8,33% 20,37% 55,56% 12,96% 1,85% 0,93% Uffici 12,96% 20,37% 5 11,11% 4,63% 0,93% Commerciale 14,81% 8,33% 59,26% 12,96% 3,70% 0,93% Industriale 20,37% 28,70% 31,48% 5,56% 11,11% 2,78% Alberghiero 4,63% 36,11% 35,19% 12,96% 3,70% 7,41% DATI DEL III QUADRIMESTRE Stabilità

16 Residenziale 11,54% 15,38% 58,65% 8,65% 3,85% 1,92% Uffici 15,38% 6,73% 58,65% 10,58% 8,65% Commerciale 13,46% 8,65% 54,81% 19,23% 3,85% Industriale 11,54% 23,08% 34,62% 5,77% 15,38% 9,62% Alberghiero 7,69% 15,38% 44,23% 14,42% 8,65% 9,62% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità 6,93% 14,85% 56,44% 13,86% 6,93% 0,99% Uffici 8,91% 8,91% 45,54% 26,73% 5,94% 3,96% Commerciale 7,92% 11,88% 48,51% 21,78% 6,93% 2,97% Industriale 9,90% 16,83% 30,69% 15,84% 17,82% 8,91% Alberghiero 5,94% 11,88% 42,57% 22,77% 5,94% 10,89% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 5,49% 13,19% 56,04% 16,48% 7,69% 1,10% Uffici 7,69% 8,79% 47,25% 25,27% 7,69% 3,30% Commerciale 6,59% 12,09% 48,35% 21,98% 7,69% 3,30% Industriale 9,89% 18,68% 29,67% 16,48% 15,38% 9,89% Alberghiero 6,59% 13,19% 46,15% 16,48% 7,69% 9,89% Rispetto alla precedente edizione del 2014, i tempi medi di vendita sembrano ormai consolidarsi. Questi sono comunque differenziati per tipologia di immobile Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero 1 Stabilità

17 9) SCONTO MEDIO PRATICATO DATI DEL I QUADRIMESTRE Nullo Molto basso Basso Alto Molto alto Residenziale 8,04% 38,39% 43,75% 8,04% 1,79% Uffici 0,89% 10,71% 28,57% 43,75% 9,82% 6,25% Commerciale 1,79% 10,71% 41,07% 33,93% 5,36% 7,14% Industriale 2,68% 5,36% 22,32% 29,46% 30,36% 9,82% Alberghiero 6,25% 9,82% 33,93% 26,79% 12,50% 10,71% DATI DEL II QUADRIMESTRE Nullo Molto basso Basso Alto Molto alto Residenziale 2,86% 61,90% 29,52% 4,76% 0,95% Uffici 0,95% 6,67% 42,86% 4 8,57% 0,95% Commerciale 1,90% 12,38% 49,52% 31,43% 2,86% 1,90% Industriale 0,95% 14,29% 19,05% 36,19% 25,71% 3,81% Alberghiero 2,86% 19,05% 34,29% 29,52% 7,62% 6,67% DATI DEL III QUADRIMESTRE Nullo Molto basso Basso Alto Molto alto Residenziale 1,92% 12,50% 39,42% 36,54% 7,69% 1,92% Uffici 1,92% 11,54% 32,69% 40,38% 13,46% Commerciale 3,85% 17,31% 35,58% 29,81% 13,46% Industriale 1,92% 6,73% 15,38% 42,31% 22,12% 11,54% Alberghiero 3,85% 14,42% 19,23% 34,62% 16,35% 11,54% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE 2014 Nullo Molto basso Basso Alto Molto alto Residenziale 2,02% 7,07% 34,34% 44,44% 11,11% 1,01% Uffici 2,02% 6,06% 29,29% 42,42% 18,18% 2,02% Commerciale 2,02% 13,13% 32,32% 28,28% 20,20% 4,04% Industriale 1,01% 3,03% 18,18% 31,31% 33,33% 13,13% Alberghiero 3,03% 14,14% 19,19% 34,34% 18,18% 11,11% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Nullo Molto basso Basso Alto Molto alto Residenziale 2,17% 8,70% 38,04% 44,57% 5,43% 1,09% Uffici 2,17% 6,52% 33,70% 42,39% 13,04% 2,17% Commerciale 2,17% 13,04% 30,43% 34,78% 15,22% 4,35% Industriale 1,09% 4,35% 18,48% 36,96% 26,09% 13,04% Alberghiero 2,17% 16,30% 21,74% 35,87% 13,04% 10,87% *non risponde al singolo

18 sottopunto della domanda Le rilevazioni sull evoluzione del Sentiment in merito allo sconto medio praticato mettono in evidenza come il settore industriale e quello commerciale siano quelli che più hanno problemi in termini di sconto medio pratico. Come intuibile, questo è il riflesso diretto dell andamento della congiuntura economica 5 45,00% 4 35,00% 3 25,00% 2 15,00% 1 5,00% Residenziale Commerciale Alberghiero Uffici Industriale Nullo Molto basso Basso Alto Molto alto SEZIONE B 1B) AREA GEOGRAFICA ITALIANA CHE PRESENTA LE MIGLIORI OPPORTUNITA' DATI DEL I QUADRIMESTRE Nord Est Nord Ovest Centro Sud Isole Residenziale 16,42% 46,27% 28,36% 8,96% Uffici 16,42% 53,73% 14,93% 14,93% Commerciale 13,43% 34,33% 32,84% 7,46% 11,94% Industriale 32,84% 40,30% 1,49% 25,37% Alberghiero 5,97% 1,49% 25,37% 40,30% 7,46% 19,40% DATI DEL II QUADRIMESTRE Nord Est Nord Ovest Centro Sud Isole Residenziale 21,92% 21,92% 46,58% 5,48% 4,11% Uffici 27,40% 57,53% 9,59% 5,48% Commerciale 26,03% 39,73% 28,77% 5,48% Industriale 60,27% 24,66% 15,07% Alberghiero 2,74% 1,37% 46,58% 24,66% 4,11% 20,55%

19 DATI DEL III QUADRIMESTRE Nord Est Nord Ovest Centro Sud Isole Residenziale 23,81% 33,33% 38,10% 4,76% Uffici 16,67% 5 28,57% 4,76% Commerciale 19,05% 47,62% 33,33% Industriale 61,90% 16,67% 4,76% 16,67% Alberghiero 4,76% 7,14% 47,62% 21,43% 14,29% 4,76% 2014 I QUADRIMESTRE 2014 Nord Est Nord Ovest Centro Sud Isole Residenziale 17,65% 5 26,47% 5,88% Uffici 11,76% 64,71% 17,65% 5,88% Commerciale 17,65% 52,94% 23,53% 2,94% 2,94% Industriale 47,06% 29,41% 2,94% 20,59% Alberghiero 8,82% 8,82% 41,18% 20,59% 14,71% 5,88% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Nord Est Nord Ovest Centro Sud Isole Residenziale 18,92% 45,95% 24,32% 2,70% 8,11% Uffici 5,41% 64,86% 18,92% 2,70% 8,11% Commerciale 18,92% 48,65% 18,92% 8,11% 5,41% Industriale 45,95% 27,03% 2,70% 2,70% 21,62% Alberghiero 5,41% 8,11% 43,24% 16,22% 13,51% 13,51% Come per tutte le precedenti edizioni, anche il secondo quadrimestre 2014 conferma le rilevazioni dei trimestri precedenti, seppure con un accentuazione della percezione di migliori opportunità nel Nord Ovest del Paese. In ogni caso, va rilevata la percezione di possibili iniziative e investimenti interessanti al Sud.

20 Nord Est Nord Ovest Centro Sud Isole 1 Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero

21 2B) EVOLUZIONE QUALITATIVA DEGLI INVESTIMENTI A ROMA ROMA - CENTRO Migliore opportunità Peggiore opportunità Residenziale 26,47% Uffici 20,59% 1 Commerciale 32,35% Industriale 75,00% Alberghiero 20,59% 15,00% ROMA - SEMICENTRO Migliore opportunità Peggiore opportunità Residenziale 43,75% 5,88% Uffici 34,38% Commerciale 12,50% 29,41% Industriale 64,71% Alberghiero 9,38% ROMA PERIFERIA Migliore opportunità Peggiore opportunità Residenziale 34,48% 28,57% Uffici 3,45% 4,76% Commerciale 31,03% Industriale 24,14% 28,57% Alberghiero 6,90% 38,10%

22 2B) EVOLUZIONE QUALITATIVA DEGLI INVESTIMENTI A MILANO MILANO - CENTRO Migliore opportunità Peggiore opportunità Residenziale 18,75% Uffici 34,38% 11,11% Commerciale 43,75% Industriale 72,22% Alberghiero 3,13% 16,67% MILANO - SEMICENTRO Migliore opportunità Peggiore opportunità Residenziale 48,39% 18,75% Uffici 25,81% 18,75% Commerciale 22,58% Industriale 3,23% 37,50% Alberghiero 25,00% MILANO - PERIFERIA Migliore opportunità Peggiore opportunità Residenziale 31,03% 15,00% Uffici 13,79% 15,00% Commerciale 17,24% 15,00% Industriale 31,03% 3 Alberghiero 6,90% 25,00% Come rilevato nelle precedenti edizioni, su Roma capitale gli operatori intervistati ritengono che vi siano le migliori opportunità nel campo residenziale, seguito da quello commerciale, mentre a Milano non solo questo comparto sembra avere le migliori attese, ma anche quello commerciale.

23 3B) GRANDE CITTA ITALIANA CHE PRESENTA LE MIGLIORI OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO I QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero 1 ROMA MILANO ROMA MILANO ROMA 2 MILANO ROMA MILANO PADOVA MILANO 3 VENEZIA BOLOGNA FIRENZE TORINO VENEZIA 4 FIRENZE TORINO BOLOGNA BOLOGNA FIRENZE 5 TORINO FIRENZE NAPOLI BARI PALERMO II QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero 1 ROMA MILANO ROMA MILANO ROMA 2 MILANO ROMA MILANO TORINO MILANO 3 FIRENZE TORINO FIRENZE PADOVA FIRENZE 4 NAPOLI FIRENZE BOLOGNA PARMA VENEZIA 5 TORINO PADOVA GENOVA BOLOGNA NAPOLI III QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero 1 ROMA MILANO ROMA MILANO ROMA 2 MILANO ROMA MILANO TORINO MILANO 3 FIRENZE FIRENZE FIRENZE PADOVA VENEZIA 4 BOLOGNA BOLOGNA BOLOGNA PARMA FIRENZE 5 TORINO PADOVA VENEZIA BOLOGNA NAPOLI 2014 I QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero 1 ROMA MILANO MILANO MILANO ROMA 2 MILANO ROMA ROMA TORINO MILANO 3 FIRENZE TORINO FIRENZE PADOVA FIRENZE 4 BOLOGNA BOLOGNA VENEZIA PARMA BOLOGNA 5 VENEZIA FIRENZE NAPOLI BOLOGNA VENEZIA 2014 II QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero 1 ROMA MILANO ROMA MILANO ROMA 2 MILANO ROMA MILANO TORINO MILANO 3 FIRENZE TORINO FIRENZE PADOVA VENEZIA 4 BOLOGNA FIRENZE VENEZIA PARMA FIRENZE 5 TORINO BOLOGNA NAPOLI BOLOGNA NAPOLI

24 Come nelle precedenti edizioni, Roma conferma la tendenza a essere apprezzata quale luogo per investimento immobiliare di tipo residenziale, mentre Milano si conferma per la parte non tanto e non solo uffici, ma anche commerciale. Da rilevare anche come Venezia, pur essendo considerata ottima sul piano degli investimenti alberghieri, denoti segni di di appeal a livello commerciale.

25 4B) CITTA DI VILLEGGIATURA ITALIANA A VOCAZIONE INTERNAZIONALE CHE PRESENTA LE MIGLIORI OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO DATI DEL I QUADRIMESTRE Residenziale Commerciale Alberghiero CAPRI 34,62% 7,69% 6,41% CORTINA 21,79% 15,38% 15,38% PORTOFINO 10,26% 14,10% 7,69% TAORMINA 5,13% 10,26% 12,82% ALTRO 16,67% 7,69% 7,69% DATI DEL II QUADRIMESTRE Residenziale Commerciale Alberghiero CAPRI 21,79% 23,08% 16,67% CORTINA 6,41% 19,23% 42,31% PORTOFINO 25,64% 20,51% 1,28% TAORMINA 12,82% 11,54% 12,82% ALTRO 11,54% 11,54% 6,41% DATI DEL III QUADRIMESTRE Residenziale Commerciale Alberghiero CAPRI 7,69% 11,54% 10,26% CORTINA 8,97% 2,56% 19,23% PORTOFINO 10,26% 12,82% 7,69% TAORMINA 7,69% 2,56% 5,13% ALTRO 1,28% 2,56% 2,56% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Residenziale Commerciale Alberghiero CAPRI 7,69% 6,41% 5,13% CORTINA 11,54% 1,28% 8,97% PORTOFINO 6,41% 7,69% 5,13% TAORMINA 3,85% 2,56% 11,54% ALTRO 3,85% 1,28% 2,56% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Residenziale Commerciale Alberghiero CAPRI 7,69% 10,26% 5,13% CORTINA 12,82% 2,56% 10,26% PORTOFINO 8,97% 7,69% 6,41% TAORMINA 3,85% 1,28% 11,54% ALTRO 3,85% 1,28% 2,56% L ultima rilevazione del Sentiment mette in luce alcune polarizzazioni: il commerciale a Capri, l alberghiero e il residenziale a Cortina e l alberghiero a Taormina.

26 14,00% 12,00% 1 8,00% 6,00% Residenziale Commerciale Alberghiero 4,00% 2,00% CAPRI CORTINA PORTOFINO TAORMINA ALTRO 6B) EVOLUZIONE QUANTITATIVA DEGLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI DA PARTE DI INVESTITORI ISTITUZIONALI (rispetto alla situazione attuale) DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Fondi pensione 1,54% 12,31% 56,92% 15,38% 7,69% 6,15% Casse di previdenza 1,54% 12,31% 61,54% 16,92% 7,69% Compagnie assicurazioni 10,77% 50,77% 30,77% 6,15% 1,54% DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Fondi pensione 1,45% 17,39% 36,23% 23,19% 11,59% 10,14% Casse di previdenza 13,04% 59,42% 24,64% 2,90% Compagnie assicurazioni 5,80% 20,29% 49,28% 14,49% 10,14% DATI DEL III QUADRIMESTRE Stabilità Fondi pensione 4,88% 36,59% 34,15% 19,51% 4,88% Casse di previdenza 4,88% 14,63% 41,46% 26,83% 9,76% 2,44% Compagnie assicurazioni 9,76% 19,51% 29,27% 26,83% 9,76% 4,88% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità

27 Fondi pensione 12,50% 40,63% 28,13% 15,63% 3,13% Casse di previdenza 34,38% 31,25% 25,00% 9,38% Compagnie assicurazioni 6,25% 15,63% 40,63% 28,13% 6,25% 3,13% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Fondi pensione 11,11% 5 22,22% 13,89% 2,78% Casse di previdenza 30,56% 36,11% 27,78% 5,56% Compagnie assicurazioni 5,56% 16,67% 44,44% 22,22% 8,33% 2,78% Anche il secondo Sentiment del 2014 mostra le indicazioni progressivamente positive emerse nelle precedenti rilevazioni. In particolare, soprattutto i Fondi pensioni denotano il più grande trend di Fondi pensione 2 1 Casse di previdenza Compagnie assicurazioni Stabilità 7B) EVOLUZIONE QUALITATIVA DEGLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI DA PARTE DI INVESTITORI ISTITUZIONALI (SI INDICHI IL COMPARTO IN CUI SI ATTENDONO MAGGIORI INVESTIMENTI DATI DEL I QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero Fondi pensione 12,90% 56,45% 24,19% 3,23% 3,23% Casse di previdenza 3,23% 54,84% 32,26% 3,23% 3,23% 3,23% Compagnie assicurazioni 1,61% 41,94% 45,16% 3,23% 8,06%

28 DATI DEL II QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero Fondi pensione 7,58% 57,58% 19,70% 7,58% 7,58% Casse di previdenza 4,55% 65,15% 18,18% 1,52% 3,03% 7,58% Compagnie assicurazioni 57,58% 19,70% 7,58% 15,15% DATI DEL III QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero Fondi pensione 15,91% 45,45% 22,73% 4,55% 9,09% 2,27% Casse di previdenza 9,09% 5 27,27% 6,82% 6,82% Compagnie assicurazioni 11,36% 54,55% 11,36% 2,27% 13,64% 6,82% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero Fondi pensione 20,69% 37,93% 34,48% 3,45% 3,45% Casse di previdenza 17,24% 48,28% 34,48% Compagnie assicurazioni 6,90% 62,07% 13,79% 17,24% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero Fondi pensione 22,58% 41,94% 32,26% 3,23% Casse di previdenza 19,35% 45,16% 35,48% Compagnie assicurazioni 3,23% 67,74% 16,13% 12,90% Fondi pensione Casse di previdenza Compagnie assicurazioni Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero Rispetto alla precedente rilevazione, le aspettative di investimento degli operatori istituzionali considera non più solo il comparto residenziale e quello degli uffici, ma anche quello commerciale. Ciò può derivare dal

29 miglioramento del trend economico percepito dal panel degli intervistati o da indicazioni di possibili azioni speculative, seppure di medio termine, su tale genere di immobili. 8B) EVOLUZIONE QUALITATIVA DEI DISINVESTIMENTI IMMOBILIARI DA PARTE DI INVESTITORI ISTITUZIONALI (SI INDICHI IL COMPARTO IN CUI SI ATTENDONO MAGGIORI DISINVESTIMENTI) DATI DEL I QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero Fondi pensione 65,08% 19,05% 7,94% 6,35% 1,59% Casse di previdenza 61,90% 14,29% 9,52% 12,70% 1,59% Compagnie assicurazioni 73,02% 14,29% 3,17% 7,94% 1,59% DATI DEL II QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero Fondi pensione 73,44% 7,81% 4,69% 3,13% 10,94% Casse di previdenza 73,44% 12,50% 6,25% 6,25% 1,56% Compagnie assicurazioni 64,06% 17,19% 3,13% 4,69% 1,56% 9,38% DATI DEL III QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero Fondi pensione 66,67% 9,52% 7,14% 9,52% 2,38% 4,76% Casse di previdenza 76,19% 4,76% 2,38% 9,52% 4,76% 2,38% Compagnie assicurazioni 64,29% 11,90% 7,14% 9,52% 2,38% 4,76% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero Fondi pensione 56,67% 23,33% 6,67% 1 3,33% Casse di previdenza 73,33% 13,33% 1 3,33% Compagnie assicurazioni 66,67% 16,67% 1 6,67% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero Fondi pensione 51,43% 2 5,71% 2 2,86% Casse di previdenza 68,57% 14,29% 2,86% 11,43% 2,86% Compagnie assicurazioni 6 14,29% 17,14% 8,57% Come nelle precedenti edizioni, anche la seconda del 2014 mostra la volontà degli investitori istituzionali di modificare la composizione del proprio portafoglio, riducendo la quota di investimenti nel settore residenziale e aumentando quella nel terziario. Da notare come si abbiano indicazioni positive per il comparto industriale, forse legate alla possibilità di riqualificazioni urbane o metropolitane.

30 Fondi pensione Casse di previdenza Compagnie assicurazioni 1 Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero

31 9B) EVOLUZIONE DELL'ACCESSO AI FINANZIAMENTI BANCARI (rispetto alla situazione attuale) DATI DEL I QUADRIMESTRE Maggiore difficoltà di accesso al credito Stabilità Maggiore facilità di accesso al credito Investitori retail 35,29% 38,24% 22,06% 4,41% Investitori istituzionali 17,65% 55,88% 23,53% 2,94% DATI DEL II QUADRIMESTRE Maggiore facilità Maggiore difficoltà di accesso al credito Stabilità di accesso al credito Investitori retail 36,11% 34,72% 29,17% Investitori istituzionali 16,67% 65,28% 16,67% 1,39% DATI DEL III QUADRIMESTRE Maggiore facilità Maggiore difficoltà di accesso al credito Stabilità di accesso al credito Investitori retail 25,53% 42,55% 27,66% 4,26% Investitori istituzionali 2,13% 70,21% 25,53% 2,13% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Maggiore facilità Maggiore difficoltà di accesso al credito Stabilità di accesso al credito Investitori retail 2 31,43% 45,71% 2,86% Investitori istituzionali 62,86% 31,43% 5,71% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Maggiore difficoltà di accesso al credito Stabilità Maggiore facilità di accesso al credito Investitori retail 18,42% 42,11% 39,47% Investitori istituzionali 71,05% 26,32% 2,63% La situazione dell accesso al credito vede un consolidamento di prospettiva rispetto alle passate rilevazioni per tutte le due tipologie di operatori, retail e istituzionali.

32 Investitori retail 39,47% 18,42% 42,11% Maggiore difficoltà di accesso al credito Stabilità Maggiore facilità di accesso al credito Investitori istituzionali 2,63% 26,32% 71,05% Maggiore difficoltà di accesso al credito Stabilità Maggiore facilità di accesso al credito

33 10B) EVOLUZIONE DEL RUOLO DELLA GARANZIA REALE NEI FINANZIAMENTI (rispetto alla situazione attuale) DATI DEL I QUADRIMESTRE Riduzione importanza Stabilità Crescita importanza Investitori retail 20,29% 46,38% 28,99% 4,35% Investitori istituzionali 13,04% 71,01% 11,59% 4,35% DATI DEL II QUADRIMESTRE Riduzione importanza Stabilità Crescita importanza Investitori retail 22,22% 25,00% 52,78% Investitori istituzionali 9,72% 47,22% 40,28% 2,78% DATI DEL III QUADRIMESTRE Riduzione importanza Stabilità Crescita importanza Investitori retail 10,64% 48,94% 36,17% 4,26% Investitori istituzionali 8,51% 74,47% 14,89% 2,13% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Riduzione importanza Stabilità Crescita importanza Investitori retail 5,88% 58,82% 32,35% 2,94% Investitori istituzionali 5,88% 64,71% 23,53% 5,88% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Riduzione importanza Stabilità Crescita importanza Investitori retail 2,70% 51,35% 40,54% 5,41% Investitori istituzionali 5,41% 56,76% 35,14% 2,70% Il ruolo della garanzia appare avere una crescente importanza per gli investitori istituzionali e per quelli retail, in questo con un accentuarsi della tendenza evidenziata in passato.

34 Riduzione importanza 2,70% 5,41% Investitori retail Crescita importanza 40,54% Stabilità 51,35% Riduzione importanza Stabilità Crescita importanza 2,70% Riduzione importanza 5,41% Investitori istituzionali Crescita importanza 35,14% Stabilità 56,76% Riduzione importanza Stabilità Crescita importanza 11B) EVOLUZIONE RAPPORTO TRA FINANZIAMENTO EROGATO E VALORE DELL IMMOBILE (rispetto alla situazione attuale) DATI DEL I QUADRIMESTRE Riduzione Stabile Incremento Residenziale 42,65% 45,59% 11,76% Uffici 38,24% 42,65% 8,82% 10,29% Commerciale 33,82% 44,12% 11,76% 10,29% Industriale 44,12% 39,71% 5,88% 10,29% Alberghiero 38,24% 44,12% 7,35% 10,29% DATI DEL II QUADRIMESTRE Riduzione Stabile Incremento Residenziale 32,39% 40,85% 26,76%

35 Uffici 29,58% 53,52% 15,49% 1,41% Commerciale 21,13% 59,15% 16,90% 2,82% Industriale 36,62% 43,66% 16,90% 2,82% Alberghiero 23,94% 50,70% 18,31% 7,04% DATI DEL III QUADRIMESTRE Riduzione Stabile Incremento Residenziale 33,33% 5 12,50% 4,17% Uffici 35,42% 54,17% 8,33% 2,08% Commerciale 47,92% 43,75% 2,08% 6,25% Industriale 35,42% 47,92% 6,25% 10,42% Alberghiero 35,42% 52,08% 12,50% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Riduzione Stabile Incremento Residenziale 27,78% 5 11,11% 11,11% Uffici 27,78% 61,11% 5,56% 5,56% Commerciale 36,11% 55,56% 8,33% Industriale 5 38,89% 2,78% 8,33% Alberghiero 38,89% 58,33% 2,78% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Riduzione Stabile Incremento Residenziale 35,90% 48,72% 5,13% 10,26% Uffici 33,33% 53,85% 7,69% 5,13% Commerciale 46,15% 43,59% 2,56% 7,69% Industriale 46,15% 38,46% 5,13% 10,26% Alberghiero 43,59% 48,72% 5,13% 2,56% Tranne che per il comparto industriale, che potrebbe scontare anche fenomeni di ristrutturazione aziendale e del debito societario, si accentua il profilo di stabilità del rapporto tra valore dell immobile e quello del finanziamento, seppure con una lieve tendenza verso l incremento per tutti i comparti. Per questo trend occorre verificare le rilevazioni che nel tempo daranno gli operatori.

36 Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero 1 Riduzione Stabile Incremento 12B) EVOLUZIONE DEL COSTO DEI FINANZIAMENTI IPOTECARI DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Investitori retail 1,52% 21,21% 57,58% 10,61% 4,55% 4,55% Investitori istituzionali 21,21% 65,15% 10,61% 3,03% DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Investitori retail 1,41% 26,76% 52,11% 18,31% 1,41% Investitori istituzionali 8,45% 30,99% 39,44% 18,31% 2,82% DATI DEL III QUADRIMESTRE Stabilità Investitori retail 2,17% 32,61% 5 8,70% 6,52% Investitori istituzionali 26,09% 67,39% 4,35% 2,17% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Investitori retail 2,94% 52,94% 35,29% 2,94% 5,88% Investitori istituzionali 47,06% 47,06% 2,94% 2,94% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Investitori retail 45,95% 40,54% 8,11% 5,41% Investitori istituzionali 48,65% 43,24% 5,41% 2,70%

37 A quanto sopra rilevato si nota un consolidamento e, in alcuni casi, un lieve incremento dei costi di accesso al credito ipotecario. In questo occorre verificare per il futuro se le azioni intraprese dalla BCE sul sistema bancario siano da considerarsi congiunturali o strutturali Investitori retail 2 Investitori istituzionali 1 Stabilità 13B) EVOLUZIONE DELLA DOMANDA DI INVESTIMENTO IN QUOTE DI FONDI IMMOBILIARI DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Fondi ordinari retail 18,64% 35,59% 35,59% 8,47% 1,69% Fondi ordinari riservati 1,69% 27,12% 23,73% 33,90% 3,39% 10,17% Fondi ad apporto retail 15,25% 50,85% 15,25% 11,86% 6,78% Fondi ad apporto riservati 16,95% 40,68% 28,81% 1,69% 11,86% Fondi speculativi 6,78% 6,78% 35,59% 38,98% 6,78% 5,08% Fondi di fondi 3,39% 3,39% 49,15% 33,90% 3,39% 6,78% DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Fondi ordinari retail 23,08% 24,62% 29,23% 21,54% 1,54% Fondi ordinari riservati 23,08% 35,38% 32,31% 6,15% 3,08% Fondi ad apporto retail 7,69% 36,92% 2 33,85% 1,54% Fondi ad apporto riservati 24,62% 24,62% 38,46% 7,69% 4,62% Fondi speculativi 18,46% 9,23% 29,23% 30,77% 12,31% Fondi di fondi 16,92% 6,15% 35,38% 27,69% 7,69% 6,15%

38 DATI DEL III QUADRIMESTRE Stabilità Fondi ordinari retail 17,78% 26,67% 35,56% 11,11% 8,89% Fondi ordinari riservati 4,44% 8,89% 42,22% 35,56% 8,89% Fondi ad apporto retail 13,33% 11,11% 22,22% 46,67% 6,67% Fondi ad apporto riservati 4,44% 4,44% 28,89% 53,33% 8,89% Fondi speculativi 6,67% 31,11% 2 33,33% 8,89% Fondi di fondi 6,67% 55,56% 17,78% DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Fondi ordinari retail 12,50% 25,00% 5 9,38% 3,13% Fondi ordinari riservati 3,13% 18,75% 34,38% 40,63% 3,13% Fondi ad apporto retail 12,50% 15,63% 34,38% 31,25% 6,25% Fondi ad apporto riservati 3,13% 15,63% 31,25% 40,63% 3,13% 6,25% Fondi speculativi 6,25% 25,00% 31,25% 25,00% 12,50% Fondi di fondi 3,13% 62,50% 28,13% 6,25% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Fondi ordinari retail 16,67% 27,78% 38,89% 13,89% 2,78% Fondi ordinari riservati 5,56% 22,22% 36,11% 33,33% 2,78% Fondi ad apporto retail 16,67% 8,33% 30,56% 38,89% 5,56% Fondi ad apporto riservati 2,78% 11,11% 30,56% 44,44% 5,56% 5,56% Fondi speculativi 8,33% 22,22% 33,33% 33,33% 2,78% Fondi di fondi 2,78% 44,44% 44,44% 8,33% Come per il passato, la domanda di fondi immobiliari è percepita stabile per tutte le tipologie di strumenti, anche se si attende una per le tipologie di fondi riservati. Come in passato, questi potrebbero rappresentare la migliore soluzione per conciliare sia le esigenze degli operatori, da un lato, sia quelle della domanda potenziale, dall altro.

39 5 45,00% 4 35,00% 3 25,00% 2 15,00% 1 5,00% Fondi ordinari retail Fondi ordinari riservati Fondi ad apporto retail Fondi ad apporto riservati Fondi speculativi Fondi di fondi Stabilità

40 14B) EVOLUZIONE DELLA DOMANDA DI COSTITUZIONE DI FONDI IMMOBILIARI DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Fondi ordinari retail 25,40% 36,51% 30,16% 3,17% 4,76% Fondi ordinari riservati 1,59% 36,51% 31,75% 19,05% 11,11% Fondi ad apporto retail 9,52% 52,38% 19,05% 7,94% 11,11% Fondi ad apporto riservati 1,59% 31,75% 39,68% 17,46% 1,59% 7,94% Fondi speculativi 4,76% 22,22% 22,22% 36,51% 7,94% 6,35% Fondi di fondi 1,59% 23,81% 31,75% 33,33% 1,59% 7,94% DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Fondi ordinari retail 8,82% 32,35% 39,71% 14,71% 4,41% Fondi ordinari riservati 1,47% 25,00% 41,18% 26,47% 5,88% Fondi ad apporto retail 4,41% 36,76% 36,76% 16,18% 5,88% Fondi ad apporto riservati 1,47% 10,29% 41,18% 42,65% 1,47% 2,94% Fondi speculativi 2,94% 30,88% 16,18% 45,59% 2,94% 1,47% Fondi di fondi 10,29% 27,94% 25,00% 32,35% 1,47% 2,94% DATI DEL III QUADRIMESTRE Stabilità Fondi ordinari retail 27,27% 34,09% 22,73% 9,09% 6,82% Fondi ordinari riservati 9,09% 29,55% 31,82% 22,73% 6,82% Fondi ad apporto retail 22,73% 20,45% 31,82% 15,91% 9,09% Fondi ad apporto riservati 9,09% 9,09% 38,64% 29,55% 13,64% Fondi speculativi 9,09% 36,36% 6,82% 34,09% 13,64% Fondi di fondi 13,64% 11,36% 36,36% 22,73% 15,91% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Fondi ordinari retail 17,14% 31,43% 34,29% 8,57% 8,57% Fondi ordinari riservati 5,71% 34,29% 34,29% 25,71% Fondi ad apporto retail 11,43% 25,71% 28,57% 17,14% 17,14% Fondi ad apporto riservati 5,71% 8,57% 42,86% 31,43% 11,43% Fondi speculativi 5,71% 22,86% 25,71% 37,14% 8,57% Fondi di fondi 8,57% 8,57% 45,71% 28,57% 8,57% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE

41 Stabilità Fondi ordinari retail 16,67% 36,11% 30,56% 13,89% 2,78% Fondi ordinari riservati 5,56% 30,56% 30,56% 30,56% 2,78% Fondi ad apporto retail 13,89% 27,78% 25,00% 25,00% 8,33% Fondi ad apporto riservati 5,56% 19,44% 33,33% 41,67% Fondi speculativi 5,56% 25,00% 27,78% 41,67% Fondi di fondi 5,56% 13,89% 41,67% 33,33% 2,78% 2,78% Quanto sopra evidenziato si riflette nella domanda di costituzione di nuovi fondi. Questi sono essenzialmente di natura non tradizionale, con una forte propensione per quelli riservati ad apporto e speculativi. Questa tipologia di fondi esprime la capacità di reazione del comparto in un periodo di crisi che caratterizza il settore immobiliare. Ciò conferma le evidenze delle precedenti rilevazioni. Da sottolineare come quanto rilevato si ponga in linea con lo scenario futuro di tassi di interesse bassi e prospettive inflazionistiche di ripresa, seppure moderata. 45,00% 4 35,00% 3 Fondi ordinari retail 25,00% Fondi ordinari riservati 2 Fondi ad apporto retail 15,00% Fondi ad apporto riservati 1 Fondi speculativi 5,00% Fondi di fondi Stabilità 15B) EVOLUZIONE DEI RENDIMENTI IMMOBILIARI DA LOCAZIONE DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 5,32% 20,21% 29,79% 11,70% 32,98% Uffici 6,38% 15,96% 35,11% 6,38% 36,17% Commerciale 4,26% 17,02% 41,49% 5,32% 31,91% Industriale 6,38% 20,21% 20,21% 8,51% 5,32% 39,36% Alberghiero 2,13% 20,21% 25,53% 8,51% 5,32% 38,30% DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità

42 Residenziale 1,15% 22,99% 48,28% 3,45% 24,14% Uffici 5,75% 35,63% 34,48% 3,45% 20,69% Commerciale 2,30% 17,24% 57,47% 3,45% 19,54% Industriale 10,34% 28,74% 20,69% 8,05% 9,20% 22,99% Alberghiero 2,30% 18,39% 33,33% 14,94% 9,20% 21,84% DATI DEL III QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 20,37% 59,26% 3,70% 16,67% Uffici 31,48% 48,15% 3,70% 16,67% Commerciale 29,63% 46,30% 7,41% 16,67% Industriale 7,41% 25,93% 35,19% 9,26% 22,22% Alberghiero 3,70% 29,63% 33,33% 14,81% 18,52% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 17,78% 73,33% 2,22% 6,67% Uffici 35,56% 53,33% 6,67% 4,44% Commerciale 31,11% 51,11% 11,11% 6,67% Industriale 6,67% 28,89% 46,67% 8,89% 2,22% 6,67% Alberghiero 4,44% 28,89% 51,11% 11,11% 4,44% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 30,95% 64,29% 2,38% 2,38% Uffici 38,10% 47,62% 4,76% 9,52% Commerciale 2,38% 38,10% 42,86% 9,52% 7,14% Industriale 4,76% 33,33% 5 4,76% 2,38% 4,76% Alberghiero 2,38% 28,57% 52,38% 14,29% 2,38% Passando al rendimento degli investimenti immobiliari, si iniziano ad avere indicazioni di ottimismo, soprattutto per il comparto commerciale e alberghiero. Rispetto al passato, da notare come, forse anche per azioni di tipo speculativo, stia diventando interessante per gli operatori il comparto industriale.

43 Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero Stabilità 16B) EVOLUZIONE DEI RENDIMENTI IMMOBILIARI DA CAPITAL GAIN DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 5,88% 41,18% 42,65% 1,47% 8,82% Uffici 7,35% 29,41% 36,76% 11,76% 14,71% Commerciale 7,35% 19,12% 52,94% 13,24% 7,35% Industriale 23,53% 32,35% 22,06% 4,41% 17,65% Alberghiero 13,24% 38,24% 25,00% 5,88% 17,65% DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 15,49% 33,80% 47,89% 2,82% Uffici 15,49% 26,76% 50,70% 2,82% 4,23% Commerciale 15,49% 12,68% 64,79% 4,23% 2,82% Industriale 33,80% 33,80% 23,94% 2,82% 5,63% Alberghiero 16,90% 43,66% 25,35% 8,45% 5,63% DATI DEL III QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 4,08% 26,53% 57,14% 4,08% 8,16% Uffici 8,16% 12,24% 63,27% 8,16% 8,16% Commerciale 4,08% 12,24% 69,39% 8,16% 6,12% Industriale 14,29% 34,69% 30,61% 8,16% 12,24% Alberghiero 8,16% 34,69% 32,65% 14,29% 10,20% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE

44 Stabilità Residenziale 2,94% 29,41% 64,71% 2,94% Uffici 5,88% 29,41% 58,82% 5,88% Commerciale 2,94% 11,76% 76,47% 5,88% 2,94% Industriale 14,71% 47,06% 23,53% 5,88% 8,82% Alberghiero 5,88% 35,29% 44,12% 11,76% 2,94% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilita Residenziale 5,13% 28,21% 56,41% 7,69% 2,56% Uffici 7,69% 33,33% 48,72% 5,13% 5,13% Commerciale 2,56% 20,51% 64,10% 5,13% 7,69% Industriale 15,38% 46,15% 30,77% 5,13% 2,56% Alberghiero 5,13% 33,33% 41,03% 12,82% 7,69% Anche per quanto concerne il rendimento da capital gain, si afferma un aspettativa di stabilità e di moderata, con particolare riguardo al comparto alberghiero. Anche questo conferma le tendenze delle passate rilevazioni Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero 2 1 Stabilità

45 17B) EVOLUZIONE DEI RISCHI IMMOBILIARI: RISCHIO LOCATARIO DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 18,31% 26,76% 42,25% 2,82% 9,86% Uffici 4,23% 14,08% 32,39% 29,58% 5,63% 14,08% Commerciale 5,63% 5,63% 43,66% 33,80% 5,63% 5,63% Industriale 5,63% 5,63% 23,94% 38,03% 8,45% 18,31% Alberghiero 7,04% 39,44% 25,35% 8,45% 19,72% DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 9,72% 52,78% 27,78% 6,94% 2,78% Uffici 9,72% 22,22% 33,33% 23,61% 8,33% 2,78% Commerciale 11,11% 16,67% 44,44% 16,67% 9,72% 1,39% Industriale 9,72% 15,28% 38,89% 19,44% 11,11% 5,56% Alberghiero 15,28% 44,44% 18,06% 6,94% 15,28% DATI DEL III QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 4,26% 48,94% 42,55% 4,26% Uffici 4,26% 14,89% 51,06% 25,53% 4,26% Commerciale 19,15% 48,94% 27,66% 4,26% Industriale 4,26% 10,64% 34,04% 31,91% 8,51% 10,64% Alberghiero 10,64% 42,55% 31,91% 4,26% 10,64% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 5,88% 55,88% 38,24% Uffici 2,94% 11,76% 58,82% 26,47% Commerciale 11,76% 61,76% 23,53% 2,94% Industriale 2,94% 20,59% 20,59% 38,24% 11,76% 5,88% Alberghiero 11,76% 55,88% 26,47% 2,94% 2,94% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 10,53% 42,11% 39,47% 2,63% 5,26% Uffici 2,63% 15,79% 5 26,32% 2,63% 2,63% Commerciale 2,63% 13,16% 47,37% 28,95% 2,63% 5,26% Industriale 2,63% 15,79% 28,95% 42,11% 7,89% 2,63% Alberghiero 13,16% 5 23,68% 2,63% 10,53%

46 Con riguardo al rischio locatario, si assiste a una prevalenza della stabilità del rischio, con una accentuazione per quanto riguarda il comparto industriale. In lieve diminuzione è l aspettativa di moderata per gli altri comparti. Ciò è spiegabile dalla crisi ancora in atto in gran parte del sistema produttivo italiano Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero 1 Stabilità 18B) EVOLUZIONE DEI RISCHI IMMOBILIARI: RISCHIO BENE ENDOGENO DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 14,93% 56,72% 14,93% 4,48% 8,96% Uffici 5,97% 49,25% 26,87% 4,48% 13,43% Commerciale 5,97% 58,21% 25,37% 4,48% 5,97% Industriale 5,97% 38,81% 28,36% 8,96% 17,91% Alberghiero 16,42% 40,30% 20,90% 5,97% 16,42% DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 5,80% 85,51% 4,35% 1,45% 2,90% Uffici 20,29% 57,97% 17,39% 1,45% 2,90% Commerciale 20,29% 60,87% 15,94% 1,45% 1,45% Industriale 8,70% 13,04% 46,38% 17,39% 8,70% 5,80% Alberghiero 27,54% 47,83% 17,39% 2,90% 4,35% DATI DEL III QUADRIMESTRE Stabilità

47 Residenziale 2,17% 73,91% 21,74% 2,17% Uffici 6,52% 65,22% 26,09% 2,17% Commerciale 15,22% 67,39% 13,04% 4,35% Industriale 4,35% 4,35% 5 32,61% 8,70% Alberghiero 63,04% 26,09% 10,87% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 70,59% 29,41% Uffici 5,88% 44,12% 5 Commerciale 14,71% 52,94% 32,35% Industriale 2,94% 5,88% 41,18% 41,18% 2,94% 5,88% Alberghiero 5,88% 55,88% 35,29% 2,94% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 2,86% 65,71% 28,57% 2,86% Uffici 8,57% 45,71% 42,86% 2,86% Commerciale 17,14% 51,43% 28,57% 2,86% Industriale 2,86% 8,57% 37,14% 45,71% 2,86% 2,86% Alberghiero 5,71% 57,14% 31,43% 5,71% Il rischio bene endogeno segna un ulteriore miglioramento, seppure prevalga ancora la stabilità dello stesso. In particolare, continua a essere preoccupante la situazione degli immobili industriali in un periodo di ancora non definitiva ripresa economica. Questo si conferma in linea con le precedenti rilevazioni Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero 1 Stabilità

48 19B) EVOLUZIONE DEI RISCHI IMMOBILIARI: RISCHIO BENE ESOGENO DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 3,45% 53,45% 36,21% 6,90% Uffici 1,72% 10,34% 41,38% 43,10% 3,45% Commerciale 1,72% 12,07% 41,38% 36,21% 6,90% 1,72% Industriale 3,45% 10,34% 46,55% 32,76% 3,45% 3,45% Alberghiero 15,52% 5 29,31% 1,72% 3,45% DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 10,45% 62,69% 25,37% 1,49% Uffici 25,37% 46,27% 28,36% Commerciale 10,45% 11,94% 49,25% 19,40% 7,46% 1,49% Industriale 19,40% 10,45% 47,76% 14,93% 5,97% 1,49% Alberghiero 4,48% 29,85% 46,27% 13,43% 4,48% 1,49% DATI DEL III QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 2,17% 8,70% 69,57% 15,22% 4,35% Uffici 15,22% 47,83% 30,43% 6,52% Commerciale 10,87% 60,87% 21,74% 6,52% Industriale 4,35% 6,52% 63,04% 8,70% 4,35% 13,04% Alberghiero 73,91% 13,04% 4,35% 8,70% 2014 DATI DEL I QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 9,09% 66,67% 21,21% 3,03% Uffici 15,15% 42,42% 39,39% 3,03% Commerciale 9,09% 54,55% 33,33% 3,03% Industriale 3,03% 6,06% 51,52% 27,27% 6,06% 6,06% Alberghiero 6,06% 63,64% 24,24% 3,03% 3,03% 2014 DATI DEL II QUADRIMESTRE Stabilità Residenziale 8,11% 64,86% 18,92% 2,70% 5,41% Uffici 16,22% 45,95% 32,43% 2,70% 2,70% Commerciale 13,51% 51,35% 24,32% 5,41% 5,41% Industriale 2,70% 10,81% 48,65% 24,32% 8,11% 5,41% Alberghiero 8,11% 59,46% 18,92% 8,11% 5,41%

49 Infine, il rischio bene esogeno è atteso in stabilità, con una moderata, soprattutto per il comparto uffici. Questo può risentire della generale necessità di riqualificare il comparto del terziario, con evidenti impegni in termini di investimento. Le prospettive di miglioramento si attenuano, anche in seguito al continuo e incerto procedere della normativa amministrativa e tributaria in materia immobiliare Residenziale Uffici Commerciale Industriale Alberghiero 1 Stabilità

50 SEZIONE INTEGRATIVA 1) Un riordino della tassazione della casa può dare nuovo slancio al mercato immobiliare? Si 60,49% No In parte 39,51% Si No In parte Soprattutto ai fini di un rilancio del settore e del comparto dei finanziamenti retail, per gli operatori del panel intervistati diventa essenziale un riordino della tassazione sugli immobili, in particolare della casa intesa quale prima abitazione. 2) Le annunciate privatizzazioni del patrimonio immobiliare pubblico porteranno: A uno sviluppo del mercato immobiliare A un eccesso di offerta controproducente per lo stock immobiliare esistente 48,78% 51,22% Si evidenzia come gli operatori del settore intervistati temano un eccesso di offerta di immobili in seguito alle privatizzazioni e come ciò possa portare un ulteriore sovraofferta di abitazioni sul mercato.

51 51,50% 51,00% 50,50% 5 49,50% 49,00% 48,50% 48,00% 47,50% A uno sviluppo del mercato immobiliare Ad un eccesso di offerta controproducente per lo stock immobiliare esistente 3) Gli incentivi fiscali e le semplificazioni alle ristrutturazioni edilizie: Possono giovare alla definitiva ripresa del mercato immobiliare Sono solo un incentivo congiunturale 52,27% 47,73% Anche relativamente agli incentivi fiscali non emerge una tendenza univoca nelle risposte degli operatori per i quali questi non necessariamente avranno un effetto positivo immediato sulla ripresa del comparto immobiliare. 53,00% 52,00% 51,00% 5 49,00% 48,00% 52,27% 47,00% 46,00% 45,00% Possono giovare alla definitiva ripresa del mercato immobiliare 47,73% Sono solo un incentivo congiunturale

52 4) Le misure della BCE e il nuovo interesse per i mutui ai privati favoriscono il settore immobiliare? No 17,05% SI, ma solo nel lungo periodo 32,95% Si, ma solo nel breve periodo 5 Infine, anche con riguardo alle misure della BCE in tema di allargamento di liquidità per gli operatori, il panel degli intervistati ritiene che esse potranno avere efficacia solo congiunturale e non sempre strutturale Serie1 2 1 No SI, ma solo nel lungo periodo Si, ma solo nel breve periodo 5) La risoluzione dei crediti immobiliari in sofferenza potrebbe: Portare nuovo slancio al settore 69,88% Creare un eccesso di offerta a basso prezzo 30,12% Quanto sopra evidenziato si compone con la necessità che gli operatori intervistati vedono circa la soluzione dei crediti in sofferenza, soprattutto con base ipotecaria. Infatti, è evidente come la liberazione di capitale proprio da parte delle banche possa indurre nuove opportunità di finanziamento e altre possibilità di intervento finanziario nel settore.

53 Portare nuovo slancio al settore Creare un eccesso di offerta a basso prezzo

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups I Quadrimestre 2014 Roma, luglio 2014 I risultati del questionario per la rilevazione del Sentiment del mercato immobiliare Primo Quadrimestre 2014

Dettagli

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups. III Quadrimestre 2013

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups. III Quadrimestre 2013 Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups III Quadrimestre 2013 4 febbraio 2014 I risultati del questionario per la rilevazione del Sentiment del mercato immobiliare Terzo Quadrimestre 2013

Dettagli

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups I Quadrimestre 2015

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups I Quadrimestre 2015 Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups I Quadrimestre 2015 I risultati del questionario per la rilevazione del Sentiment del mercato immobiliare I Quadrimestre 2015 Presentazione Da diversi

Dettagli

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups II Quadrimestre 2013

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups II Quadrimestre 2013 Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups II Quadrimestre 2013 Presentazione Da diversi anni Sorgente Group S.p.A. e il Dipartimento di Economia dell Università degli Studi di Parma collaborano

Dettagli

Il sentiment immobiliare: risultati dell indagine e indice FIUPS

Il sentiment immobiliare: risultati dell indagine e indice FIUPS Il sentiment immobiliare: risultati dell indagine e indice FIUPS ASSEMBLEA ANNUALE FEDERIMMOBILIARE ROMA, 18 GENNAIO 2012 1) Ritiene che l economia del Paese negli ultimi 12 mesi sia ASSEMBLEA ANNUALE

Dettagli

Il sentiment immobiliare: risultati dell indagine e indice FIUPS

Il sentiment immobiliare: risultati dell indagine e indice FIUPS Il sentiment immobiliare: risultati dell indagine e indice FIUPS Prof. Caludio Cacciamani Dott.ssa Federica Ielasi Dott.ssa Sonia Peron ASSEMBLEA ANNUALE FEDERIMMOBILIARE ROMA, 18 GENNAIO 2012 1) Ritiene

Dettagli

Dipartimento di Economia. Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups

Dipartimento di Economia. Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups Dipartimento di Economia Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups I Quadrimestre 2013 Dipartimento di Economia I risultati del questionario per la rilevazione del Sentiment del mercato immobiliare

Dettagli

RS Sentiment Immobiliare e Fiups del III quadrimestre 2013.

RS Sentiment Immobiliare e Fiups del III quadrimestre 2013. RS Sentiment Immobiliare e Fiups del III quadrimestre 2013. I prezzi tornano a salire Fig. 1 L evoluzione dell Indice Fiups da gennaio 2011 a dicembre 2013 Ultimo aggiornamento Rassegna: 06-02-2014 A G

Dettagli

RS: Sentiment Immobiliare e Fiups del I quadrimestre:

RS: Sentiment Immobiliare e Fiups del I quadrimestre: Dipartimento di Economia RS: Sentiment Immobiliare e Fiups del I quadrimestre: il 2014 è l anno della stabilità [Rassegna aggiornata al 10 luglio 2014 A G E N Z I E S T A M P A TMNEWS 9-07-2014 Immobili,

Dettagli

RS: Sentiment Immobiliare e Fiups del I quadrimestre:

RS: Sentiment Immobiliare e Fiups del I quadrimestre: Dipartimento di Economia RS: Sentiment Immobiliare e Fiups del I quadrimestre: il 2014 è l anno della stabilità [Rassegna aggiornata al 14 luglio 2014] A G E N Z I E S T A M P A TMNEWS 9-07-2014 Immobili,

Dettagli

Rassegna Stampa. Sentiment Immobiliare e Fiups del I quadrimestre 2015: segnali di stabilità e apprezzamento per le misure espansive della BCE

Rassegna Stampa. Sentiment Immobiliare e Fiups del I quadrimestre 2015: segnali di stabilità e apprezzamento per le misure espansive della BCE Rassegna Stampa Sentiment Immobiliare e Fiups del I quadrimestre 2015: segnali di stabilità e apprezzamento per le misure espansive della BCE Aggiornata al 26 agosto 2015 Agenzie Stampa Askanews Immobili/Primi

Dettagli

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups III Quadrimestre 2014 Roma, 18 febbraio 2015 I risultati del questionario per la rilevazione del Sentiment del mercato immobiliare Terzo Quadrimestre

Dettagli

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Obiettivi L Indagine sull attività delle Agenzie Immobiliari realizzata nel 2010 ha come obiettivo principale la verifica

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA. Dipartimento di Economia. Sentiment del mercato immobiliare Indice FIUPS

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA. Dipartimento di Economia. Sentiment del mercato immobiliare Indice FIUPS UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA Dipartimento di Economia Sentiment del mercato immobiliare Indice FIUPS primo trimestre 2011 1 2 I risultati del questionario per la rilevazione del sentiment del mercato

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 SALERNO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

Previdenza privata ed investimento immobiliare: tendenze e potenzialità

Previdenza privata ed investimento immobiliare: tendenze e potenzialità Previdenza privata ed investimento immobiliare: tendenze e potenzialità di Daniela Percoco Pubblicato ne Il Settimanale n. 41 09/11/2013 127 miliardi di Euro, oltre l 8% del PIL italiano: questa la stima

Dettagli

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO UBH MARKET REPORT IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO Primo Trimestre 2010 Aprile 2010 Sembra rallentare la tendenza alla discesa dei comuni non capoluogo, si rianima il mercato dei capoluoghi.

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi

NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi Un 2012 all insegna della timida ripresa per il mercato immobiliare residenziale. I primi due mesi dell anno

Dettagli

Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane

Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane COMUNICATO STAMPA Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane Aumentano gli ottimisti sulle prospettive dell Italia e calano i pessimisti In attesa che la ripresa

Dettagli

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Grafico 1 Andamento del tasso di cambio fra Euro e Dollaro Usa La situazione di instabilità politica e sociale che ha come epicentro il Medio Oriente

Dettagli

terziario friuli venezia giulia ottobre 2013

terziario friuli venezia giulia ottobre 2013 ! terziario friuli venezia giulia ottobre 2013 osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario del friuli venezia giulia rapporto di ricerca terzo trimestre 2013 trieste, 17 ottobre

Dettagli

Immobili d impresa: Milano torna ad attrarre investimenti

Immobili d impresa: Milano torna ad attrarre investimenti Osservatorio Assolombarda e Camera di commercio - Osmi Borsa Immobiliare Immobili d impresa: Milano torna ad attrarre investimenti Grazie ai prezzi più bassi e a una maggiore presenza di immobili di pregio

Dettagli

Dipartimento di Economia RASSEGNA STAMPA

Dipartimento di Economia RASSEGNA STAMPA Dipartimento di Economia RASSEGNA STAMPA Aggiornata al 6 Giugno 2011 GIORNALISTI INTERVENUTI ALLA CONFERENZA STAMPA T E S T A T A N O M E E C O G N O M E QI TV Guglielmo Pelliccioli QI TV Giuliano Bellini

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups II Quadrimestre 2015

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups II Quadrimestre 2015 Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups II Quadrimestre 2015 I risultati del questionario per la rilevazione del Sentiment del mercato immobiliare Secondo Quadrimestre 2015 Presentazione

Dettagli

LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 BOLOGNA

LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 BOLOGNA OSSERVATORIO SUL MERCATO IMMOBILIARE Comunicato stampa LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A MAGGIO 2012 Trimestre Bologna Numero di compravendite

Dettagli

Clima di fiducia del mercato immobiliare nei capoluoghi lombardi 1

Clima di fiducia del mercato immobiliare nei capoluoghi lombardi 1 Clima di fiducia del mercato immobiliare nei capoluoghi lombardi 1 Mercato residenziale Mercato della compravendita Nell ultimo periodo il mercato della compravendita di abitazioni nei Capoluoghi Lombardi

Dettagli

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%).

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI CREDITO DA PARTE DELLE FAMIGLIE Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). Le evidenze

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 21 ottobre 2009 Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che

Dettagli

L inflazione nel 2004

L inflazione nel 2004 L inflazione nel 2004 Un quadro generale In Italia l inflazione media annua per l anno 2004 si è attestata intorno al 2,2%, un risultato di gran lunga migliore rispetto al 2003 quando il valore medio di

Dettagli

MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE

MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE Nel primo trimestre del 2015 il mercato della compravendita degli immobili residenziali non dà segni di ripresa.

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

imprese della provincia di latina luglio 2013

imprese della provincia di latina luglio 2013 imprese della provincia di latina luglio 2013 indagine trimestrale congiunturale sulle imprese della provincia di rapporto di ricerca secondo trimestre 2013 roma, 30 luglio 2013 (12153lq 02) agenda 1.

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE: COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE

MERCATO IMMOBILIARE: COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE 24 Luglio 2015 I trimestre 2015 MERCATO IMMOBILIARE: COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE Nel I trimestre 2015 le convenzioni notarili di compravendita per unità immobiliari tornano a registrare variazioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il mercato immobiliare si avvia verso la ripresa. Conversano, 25 Maggio 2015

COMUNICATO STAMPA. Il mercato immobiliare si avvia verso la ripresa. Conversano, 25 Maggio 2015 Dott. Pietro D Onghia Ufficio Stampa Master m. 328 4259547 t 080 4959823 f 080 4959030 www.masteritaly.com ufficiostampa@masteritaly.com Master s.r.l. Master s.r.l. progetta, produce e commercializza accessori

Dettagli

Tendenze recenti del libero mercato ed il posizionamento delle esecuzioni forzate

Tendenze recenti del libero mercato ed il posizionamento delle esecuzioni forzate Tendenze recenti del libero mercato ed il posizionamento delle esecuzioni forzate Roma, 26 giugno 2015 Il ciclo immobiliare in corso e previsioni al 2017 2 Evoluzione dei prezzi reali delle abitazioni

Dettagli

Il mercato del credito

Il mercato del credito Il mercato del credito 1 Gli sportelli bancari In riferimento alla distribuzione del numero di istituti bancari per sede amministrativa e del numero di sportelli per localizzazione geografica, i dati statistici

Dettagli

L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita

L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita GUALTIERO TAMBURINI ASSEMBLEA ANNUALE FEDERIMMOBILIARE ROMA, 18 GENNAIO 2012 Il quadro macroeconomico PIL ed occupazione (variazioni %

Dettagli

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 15 giugno 2 Italia Marzo 2 ha convalidato il leggero miglioramento

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1 11. La dotazione immobiliare della provincia di Verona

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1 11. La dotazione immobiliare della provincia di Verona VERONA La dotazione immobiliare della provincia di 13 città intermedie Nord Est Tavola 1 Italia Stock abitazioni 2009 (n.) 456.881 4.794.134 5.607.108 32.484.071 Var. % stock abitazioni 2008/09 1,6 1,6

Dettagli

Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO. MILANO 30 Gennaio 2014

Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO. MILANO 30 Gennaio 2014 Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO MILANO 30 Gennaio 2014 Temi trattati Il mercato della locazione in Italia: trend recenti di contratti, domanda, offerta, quotazioni

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Firenze Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Firenze Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 2 Firenze FIRENZE NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2 1 Firenze Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore non

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-1 NOVARA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 1 1 Tavola 1 Numero di compravendite di immobili residenziali e non residenziali nel periodo -11:

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE:COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE

MERCATO IMMOBILIARE:COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE 30 Ottobre 2013 I e II trimestre 2013 MERCATO IMMOBILIARE:COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE Nel corso del primo semestre del 2013 rallenta il calo delle convenzioni notarili rogate per trasferimenti

Dettagli

Compravendite immobiliari e mutui III trimestre 2010

Compravendite immobiliari e mutui III trimestre 2010 9 marzo 2011 Compravendite immobiliari e mutui III trimestre 2010 L Istat diffonde i dati, relativi al terzo trimestre 2010, delle convenzioni contenute negli atti notarili inerenti sia la compravendita

Dettagli

Compravendite immobiliari e mutui IV trimestre 2009

Compravendite immobiliari e mutui IV trimestre 2009 8 giugno 2010 Compravendite immobiliari e mutui IV trimestre 2009 L Istat diffonde i dati, relativi al quarto trimestre 2009, delle convenzioni contenute negli atti notarili inerenti sia la compravendita

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa Roma 18 giugno

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report I DATI DELLA BANCA D ITALIA CONFERMANO LA SITUAZIONE DI CRITICITA PER IL COMPARTO DELLE COSTRUZIONI. ANCE SALERNO: EDILIZIA, CREDITO SEMPRE DIFFICILE Le sofferenze sui crediti totali

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 215 Venezia VENEZIA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 215 1 Venezia Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Roma, 15 gennaio 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL II SEMESTRE 2008

COMUNICATO STAMPA Roma, 15 gennaio 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL II SEMESTRE 2008 COMUNICATO STAMPA Roma, 15 gennaio 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL II SEMESTRE 2008 INDICE REPLAT: TRA GIUGNO E DICEMBRE LA DOMANDA RECUPERA IL +5,27% MA IL SETTORE CONTINUA A

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Torino Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Torino Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 215 Torino TORINO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 215 1 Torino Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore non

Dettagli

OSSERVATORIO REGIONALE DEL MERCATO IMMOBILIARE IN EMILIA ROMAGNA

OSSERVATORIO REGIONALE DEL MERCATO IMMOBILIARE IN EMILIA ROMAGNA OSSERVATORIO REGIONALE DEL MERCATO IMMOBILIARE IN EMILIA ROMAGNA PERIODO DI RIFERIMENTO NOVEMBRE 2007 - MARZO 2008 - 2 - SOMMARIO Premessa L indagine ha l obiettivo di valutare l andamento del mercato

Dettagli

Executive summary. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia. Febbraio 2013

Executive summary. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia. Febbraio 2013 Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive summary Febbraio 2013 1 Finalità dell Osservatorio 3 Contenuto e metodologia dell indagine 3 Composizione del campione

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Verona Indicatori socio-economici -20,6% -0,29% -27,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Verona Indicatori socio-economici -20,6% -0,29% -27,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 VERONA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

COOPERATIVE DI ABITAZIONE E TENDENZE DEL MERCATO IMMOBILIARE

COOPERATIVE DI ABITAZIONE E TENDENZE DEL MERCATO IMMOBILIARE Note e commenti n 13 Aprile 2014 Ufficio Studi AGCI Area Studi Confcooperative Centro Studi Legacoop COOPERATIVE DI ABITAZIONE E TENDENZE DEL MERCATO IMMOBILIARE 1 Si ringraziano tutte le cooperative e

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011 SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE COMUNICATO STAMPA CRESCE DEL 4,3 PER CENTO IL RISPARMIO GESTITO IN IMMOBILI TOTALE MONDIALE A 1.450 MILIARDI DI EURO OBIETTIVO 100 MILIARDI

Dettagli

Compravendite immobiliari e mutui II trimestre 2010

Compravendite immobiliari e mutui II trimestre 2010 16 novembre 2010 Compravendite immobiliari e mutui II trimestre 2010 L Istat diffonde i dati, relativi al secondo trimestre 2010, delle convenzioni contenute negli atti notarili inerenti sia la compravendita

Dettagli

L OFFERTA DI ABITAZIONI IN AFFITTO INDAGINE SULLE OFFERTE LOCATIVE NELLE AREE METROPOLITANE CANONI MEDI E INCIDENZE SUI REDDITI DELLE FAMIGLIE

L OFFERTA DI ABITAZIONI IN AFFITTO INDAGINE SULLE OFFERTE LOCATIVE NELLE AREE METROPOLITANE CANONI MEDI E INCIDENZE SUI REDDITI DELLE FAMIGLIE L OFFERTA DI ABITAZIONI IN AFFITTO INDAGINE SULLE OFFERTE LOCATIVE NELLE AREE METROPOLITANE CANONI MEDI E INCIDENZE SUI REDDITI DELLE FAMIGLIE SUNIA Ufficio Studi L'indagine effettuata fa parte di un monitoraggio

Dettagli

Costruzioni, investimenti in ripresa?

Costruzioni, investimenti in ripresa? Costruzioni, investimenti in ripresa? Secondo lo studio Ance nelle costruzioni c'è ancora crisi nei livelli produttivi ma si riscontrano alcuni segnali positivi nel mercato immobiliare e nei bandi di gara

Dettagli

Quello che pensano le imprese della crisi: un indagine della CNA di Roma sulle imprese della Provincia

Quello che pensano le imprese della crisi: un indagine della CNA di Roma sulle imprese della Provincia Quello che pensano le imprese della crisi: un indagine della CNA di Roma sulle imprese della Provincia Roma, 12 novembre 2008 La CNA di Roma ha condotto dal 29 ottobre al 4 novembre 2008 un indagine tra

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

Il credito in Toscana. II trimestre 2015

Il credito in Toscana. II trimestre 2015 Il credito in Toscana II trimestre 2015 Firenze, Ottobre 2015 08.1 I prestiti a imprese e famiglie Arrivano segnali di distensione dal mercato del credito in Toscana, che risente del miglioramento del

Dettagli

Il credito in Toscana. III trimestre 2014

Il credito in Toscana. III trimestre 2014 Il credito in Toscana III trimestre 2014 Firenze, Febbraio 2015 Il contesto di riferimento Prosegue il rallentamento dei prestiti concessi dalle banche al settore privato italiano (-1,7% il dato di agosto

Dettagli

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 VALORI % Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 Abbiamo alle spalle ancora un anno difficile per le famiglie La propensione al risparmio delle famiglie italiane ha evidenziato un ulteriore

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

Generali Immobiliare Italia SGR

Generali Immobiliare Italia SGR Generali Immobiliare Italia SGR Investitori Istituzionali e Settore Residenziale 25 novembre 2009 Giovanni Maria Paviera Amministratore Delegato e Direttore Generale Agenda 2 Investitori istituzionali

Dettagli

4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma)

4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma) 4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma) ANDAMENTI 1 SEMESTRE 2009 PREVISIONI 1I SEMESTRE 2009 COMUNICATO STAMPA L Osservatorio

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

I fondi riservati: prospettive e criticità

I fondi riservati: prospettive e criticità I fondi riservati: prospettive e criticità Claudio Cacciamani Università degli Studi di Parma Claudio.cacciamani@unipr.it Sala Capranichetta, Piazza di Montecitorio, 127 Roma Martedì, 18 gennaio 2010 1

Dettagli

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene.

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene. EDIZIONE osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca

Dettagli

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA Ricerca a cura di Confcommercio Format Milano 22 maggio 2009 Il 73,7% delle imprese avverte un peggioramento della situazione economica

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa La situazione dell accesso al credito per le piccole e medie imprese che costituiscono

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 6 DICEMBRE 2005 CRIF DECISION SOLUTIONS - NOMISMA OVERVIEW CAPITOLO 1 FATTI E TENDENZE INDICE 1.1 L economia internazionale

Dettagli

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO A cura dell Ufficio Studi Confcommercio LE DINAMICHE ECONOMICHE DEL VENETO Negli ultimi anni l economia del Veneto è risultata tra le più

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 27 aprile 2010 Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che in

Dettagli

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 CONGIUNTURA & APPROFONDIMENTI Report n. 7 Maggio 2015 La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 A cura dell Area Studi e Sviluppo Economico Territoriale

Dettagli

PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI. Elena Molignoni

PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI. Elena Molignoni PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI Elena Molignoni Mercato dei capannoni industriali Il comparto dei capannoni industriali ha evidenziato nel

Dettagli

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Rapporto di ricerca Luglio 2010 (Rif. 1215v110) Indice 2 Capitolo I - L andamento dell economia e del credito al consumo oggi pag. 3 Capitolo

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE Elaborazione del 3// Pagina 1 Questa nota ha finalità puramente informative e riflette

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 16 marzo 2015 S.A.F.

Dettagli

CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L USO

CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L USO www.momentumborsa.it Pierluigi Lorenzi Muoversi nel mercato finanziario per uscire dalla crisi CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L USO 2 CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L USO Muoversi nel mercato finanziario

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali I risultati del questionario per la rilevazione del Sentiment del mercato immobiliare Terzo Quadrimestre 2016 Presentazione

Dettagli

COMPRAVENDITE IMMOBILIARI E MUTUI

COMPRAVENDITE IMMOBILIARI E MUTUI 2 dicembre 2011 II trimestre 2011 COMPRAVENDITE IMMOBILIARI E MUTUI Nel secondo trimestre 2011 le compravendite di unità immobiliari (219.905 in totale) sono diminuite del 3,2% rispetto allo stesso periodo

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE: COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE. II trimestre 2015

MERCATO IMMOBILIARE: COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE. II trimestre 2015 MERCATO IMMOBILIARE: COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE II trimestre 2015 Nel II trimestre 2015 le convenzioni notarili di compravendita per unità immobiliari complessivamente considerate (161.357)

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI Silvano Carletti * Nei suoi primi cinque appuntamenti (l ultimo a fine settembre 2015) il Targeted Longer-Term Refinancing Operations (TLTRO)

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Parma Indicatori socio-economici -41,7% Parma Indicatori immobiliari

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Parma Indicatori socio-economici -41,7% Parma Indicatori immobiliari Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 PARMA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione è

Dettagli

I N V E S T I E T I C O

I N V E S T I E T I C O I N V E S T I E T I C O FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE DI TIPO CHIUSO RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 AEDES BPM Real Estate SGR S.p.A. Sede legale: Bastioni di Porta Nuova,

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014 BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014 SIMONE CAPECCHI * Cresce ancora la domanda di credito da parte delle imprese ma si raffredda negli ultimi 2 trimestri. Al

Dettagli

Indagine sul comparto del trasporto merci e della logistica nell Area Milanese 2006

Indagine sul comparto del trasporto merci e della logistica nell Area Milanese 2006 Studi e Analisi presenta elaborazioni e indagini prodotte dal Centro Studi nei suoi ambiti d interesse Indagine sul comparto del trasporto merci e della logistica nell Area Milanese 2006 a cura di Maria

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza Report trimestrale sull andamento dell economia Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre SEI provvederà a mettere a disposizione delle imprese, con cadenza trimestrale, un report finalizzato

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 Le previsioni delle imprese manifatturiere liguri per il terzo trimestre 2013 hanno confermato alcuni

Dettagli

Roma Prezzi medi correnti di Abitazioni Usate, Uffici e Negozi (N. I. 1996 = 100)

Roma Prezzi medi correnti di Abitazioni Usate, Uffici e Negozi (N. I. 1996 = 100) Osservatorio sul Mercato mmobiliare, 2-11 ROMA NOTA CONGUNTURALE SUL MERCATO MMOBLARE A MAGGO 2011 1 Prezzi medi correnti di Abitazioni Usate, Uffici e Negozi (N.. 1996 = 0) Figura 1 Numeri indice ( 96

Dettagli

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag.

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1 Il Gruppo e le sue attività pag. 2 L organizzazione del network pag. 5 Le partnership commerciali pag.

Dettagli

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013 Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012 Luglio 2013 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Marisa Corazza Mappe a cura di:

Dettagli