Gli imprenditori che investono in questo settore sono proprio da ammirare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gli imprenditori che investono in questo settore sono proprio da ammirare"

Transcript

1 T utti ci vogliono metter bocca. E, soprattutto, sono in tanti a pensare di avere diritto a una fetta della mitica torta del gaming. Una torta che diventa mitologica, più che mitica, perché ormai si sta grattando il fondo: la Ragioneria di Stato, appena la settimana scorsa, ha detto esplicitamente che se si aumenterà la tassazione sui giochi, si otterrà l effetto opposto al desiderato aumento di introiti. E ha bloccato, così, l ipotesi di risolvere in questo modo il problema degli esodati. Ma questa è stata solo l ultima in ordine di tempo: più clamorosa quella del decreto Abruzzo, con il quale si decise di anticipare l ingresso delle videolottery per finanziare la ricostruzione delle città distrutte dal terremoto. Adesso, però, politici e opinione pubblica lanciano continui allarmi per l invadenza delle sale giochi in tutt Italia. SEGUE A PAG. 2 Gli imprenditori che investono in questo settore sono proprio da ammirare Direttore di Rimini Fiera, partner di Sapar per l organizzazione di Enada, Simone Castelli si confronta quotidianamente con il mercato Quali sono i temi caldi di anche le distanze dai punti gioco. L incertezza continua a estuazioni tecniche. Sono mille nato sulle normative, su certe si- questa edizione? Siamo al secondo anno di fila che il mercato soffre di una situazione di staticità derivante un po dalle normative e dalle omologazioni. In più, la situazione attuale della normativa ha visto anche recentemente dei cambiamenti abbastanza importanti. Quali sono i più significativi? L ultima è ovviamente il decreto sere uno dei temi attuali perché un imprenditore che affronta questo settore deve vedersela con una serie di regole indefinite e che possono cambiare in tempi brevissimi non banali. All Enada, quindi, sono stati organizzati spazi per parlarne? Un operatore di settore oggi non va a una manifestazione solo per vedere l ultimo pro- le motivazioni per cui un visitatore va a una fiera. Quindi, il compito di noi organizzatori di eventi, è di tenere conto anche di tutta la parte convegnistica. In questo caso, abbiamo il vantaggio di lavorare con una organizzazione come la Sapar perché loro si impegnano tantissimo per riempire di contenuti sulla Sanità, che includeva dotto, ma vuole essere aggior- il settore. SEGUE A PAG. 3

2 2 Dalla prima 40 ANNI DI OTTIMISMO. NONOSTANTE TUTTO E, come denuncia il presidente di As.Tro. nell intervista a pag. 15, chi le gestisce si vede chiudere i conti perché la loro attività è considerata immorale. L allarme per l ostilità dell opinione pubblica, lanciato già nell edizione di Enada primavera a Rimini, è condiviso più o meno da tutti gli operatori. I quali dicono di condividere tutte le preoccupazioni sui rischi legati alla loro attività, ma vorrebbero conoscere meglio i rischi contro i quali si vorrebbe combattere. Per esempio, sapere qual è l effettiva incidenza del fenomeno della ludopatia, sulla quale sembra che nessuno abbia delle informazioni fondate (vedi intervista Codere a pag. 14). Comunque, che sia per la tutela dei minori o per il rischio di infiltrazioni della criminalità o, ancora, per ridurre il buco del bilancio statale, di giochi ormai se ne vogliono occupare tutti. Oltre al ministero dell Economia, che ha sempre ritenuto di avere competenza su questo settore in quanto considerato una macchina per soldi, l ultimo provvedimento è stato scritto e presentato dal ministro della Salute. Ma poi, se n è occupata la commissione Affari sociali, prima della discussione alla Camera. Il tutto per imporre una serie di divieti che, nelle intenzioni del ministro, avrebbero dovuto bonificare le città. Tutto questo mentre al ministero del Lavoro speravano di poter chiedere alle slot machine qualche milione di euro che risolvesse il problema degli esodati e mentre i Monopoli aspettano un via libera da Bruxelles per chiedere la sostituzione di tutte le slot machine, per adeguarle a nuove misure di sicurezza. Ne parla il presidente di Sapar, promotrice dell Enada (intervista a pag. 4) per il quale gli imprenditori, soprattutto dell automatico, hanno delle ottime ragioni per stare alla finestra e aspettare che vengano prese decisioni definitive. Viene da chiedersi (e ce lo siamo chiesti) quali possano essere le prospettive per un settore che, relativamente giovane, visto che è nato una decina d anni fa, continua a vivere una situazione di confusione normativa e ha smesso (almeno momentaneamente) di crescere. Di questo abbiamo parlato con imprenditori, manager e rappresentanti di associazioni di categoria. Mettendo a confronto le risposte, ne viene un quadro poliedrico. Dove accanto alle prospettive apocalittiche di una crisi definitiva, che finirebbe con il ridare il settore in mano alla malavita organizzata, c è chi vede solo opportunità e pensa che sia proprio questo il momento di lanciare nuove iniziative. È il caso di chi, come Betflag (intervista a pag. 7) ha individuato degli spazi lasciati liberi dagli altri operatori, in questo caso l ippica, e ha già vinto la sfida, arrivando nella top ten dei bookmaker a pochi mesi dall inizio dell attività. E a testimoniarlo è anche una società di consulenza, nata da qualche settimana, che si rivolge proprio ai nuovi operatori e agli operatori stranieri che vogliono entrare nel mercato italiano (intervista a pag. 11). Una dimostrazione che ci sono ancora spazi per sviluppare business e c è chi ha voglia di investire per entrare nell arena. Su una cosa sono tutti d accordo: non è affatto semplice farsi spazio nel panorama affollato di concessionari, gestori, noleggiatori, titolari di brand, affiliati eccetera. Per tutti la competizione si è fatta molto dura e richiede non solo coraggio ma anche molta fantasia, per riuscire a proporre giochi e servizi in modo nuovo. Si è alzato anche il livello di investimento minimo necessario. Per potere guadagnare una posizione, ovvero farsi vedere, è indispensabile mettere a bilancio una cifra significativa per le azioni di marketing. Solo società che hanno una notevole capacità finanziarie, come dice il country manager di Unibet (intervista a pag. 13), hanno qualche speranza di emergere. Naturalmente, anche in questa edizione di Enada si vedrà una presenza crescente di operatori dell on line. Non solo perché il mercato è sempre più legato a Internet, soprattutto grazie alla diffusione dei terminali mobili come smartphone e tablet, ma anche perché sul cosiddetto fisico, soprattutto le sale giochi, incombono gli interventi legislativi e i nuovi requisiti tecnici, che frenano le iniziative. Viene confermato, cioè, che gli utenti non hanno intenzione di disertare i negozi di gioco per dedicarsi esclusivamente agli operatori on line, ma è il continuo cambiare delle regole che penalizza i primi e finisce con il favorire il gioco a distanza. Questo lo scenario che si presenta alla Fiera di Roma per la 40ª edizione di Enada. Un edizione che, come dicono gli organizzatori di Rimini Fiera (intervista a pag. 3), non sarà forse ricordata come una delle più fastose, ma testimonia il coraggio degli imprenditori che stanno affrontando difficoltà non di poco conto. Certo, con la prospettiva di un business che, per quanto ridimensionato, rimane pur sempre di tutto rispetto e quando si parla di calo, sono percentuali a una cifra, e non quelle a due cifre delle automobili o dell abbigliamento. Forse a Roma non si vedranno novità clamorose e così tanti prodotti nuovi, come nelle passate edizioni, ma ci si potrà incontrare e, magari, individuare obiettivi e strategie comuni. Giampiero Moncada

3 3 Per gli organizzatori è un momentaccio. Ma gli imprenditori sono coraggiosi Direttore di Rimini Fiera, partner di Sapar per l organizzazione fieristica di Enada, Simone Castelli si confronta quotidianamente con il mercato. Che, a suo giudizio, continua a chiedere un doppio appuntamento annuale per le aziende del mondo gambling. Segue dalla prima pagina A cominciare dalla lotta all illecito che stanno facendo, con la tutela del lavoro legale e del gioco legale. Senza contare il tema della ludopatia che stanno affrontando con determinazione. Questi, messi così, sono temi macro, ma che vengono traslati nei tre giorni di manifestazione di Enada Roma in contenuti, in seminari, in momenti di confronto. Quindi, la manifestazione non ha l unica anima del mercato, intesa come ti faccio vedere l ultimo prodotto. Ma ha un anima di contenuti, di aggiornamento. Però il calendario è stato definito solo negli ultimi giorni. È normale se considera che questo è un settore incerto se non altro per quel che riguarda le normative. Se io avessi impostato la serie dei convegni due mesi prima, poi arrivava il decreto Balduzzi e dovevamo rivedere tutto comunque. Ma c è anche un altro elemento. Il fatto che questo approccio di discutere di normative e comunque Simone Castelli, creare degli appuntamenti di confronto, in direttore Rimini Fiera questo settore in Italia non è qualcosa di così radicato. Cioè, la ricerca di appuntamenti sempre più finalizzati ad avere dentro la manifestazione l appuntamento di confronto è qualcosa che sta venendo avanti negli ultimi anni. A Enada Primavera, è venuto in evidenza il problema delle ludopatie. Ma in realtà è il problema vero è quello della reputazione. Cioè, come il fenomeno viene percepito dall opinione pubblica. E a Rimini, la maggior parte degli operatori diceva: Siamo bersagliati, criminalizzati e così via. Adesso, quello che sta succedendo in politica, come il decreto Balduzzi, mantiene alta questa sensibilità. Anche questo può avere un po scoraggiato e ridimensionato le prospettive? Guardi, l assioma abbiamo dei problemi e ne parliamo: quindi calano i visitatori e gli espositori non lo sento mio. La situazione di mercato è oggettivamente complessa. I miei espositori stanno vivendo una situazione di mercato davvero dura. Si va dall apertura di linee di credito a riuscire a chiudere l ordine facendosi pagare dal cliente. Si va da queste problematiche a che tipo di prodotto metto su? Qual è la normativa?..:. Quindi, il settore in questo momento sta vivendo un dinamismo davvero notevole. Mi sento di rigettare la logica secondo la quale si sta cercando di portare in chiaro un settore, si sta parlando di problemi oggettivi di settore, quindi il settore mi si asciuga. No, il motivo per cui alcuni operatori stanno Dall Audizione del Direttore Generale di Aams, Dr. Luigi Magistro, alla Commissione Finanze (Roma 13 settembre 2012) Mercato Italia AWP VLT Bingo sala lotto Base ippica Base sportiva Lotterie (G&V) GHTH Prodotti Giochi d abilità - Poker a torneo Casinò e Poker cash (NEW) 2012 (gen-lug) Raccolta lordo Entrate erariali (gen-lug) Scostamento Raccolta lordo Entrate erariali Raccolta lordo uscendo in alcuni casi, è che ci sono oggettive problematiche industriali, in parte derivanti dalle normative, dalla situazione attuale, per cui c è un ostacolo di mercato, ed è evidente che in questo momento si frena. Lei ovviamente, per tradizione fieristica Sapar, è concentrato sul settore delle apparecchiature, più che scommesse o casinò. E quello è anche il settore legato all hardware, quindi all investimento a medio termine. È proprio per questo che ho ben presente il problema dell accesso al credito da parte delle aziende. Immaginiamo un operatore di settore che deve immettere delle new slot sul mercato e deve fare acquisti di componentistica: vista la situazione, non si sbilancia con i fornitori. Ci sono queste problematiche e va tutta la mia ammirazione a questi imprenditori, che rischiano in proprio di fronte a piani industriali che possono cambiare dalla sera alla mattina. Il nostro matrimonio con Sapar è tanto solido anche perché siamo legati a un associazione di categoria che sta facendo una lotta a tutto campo all illegalità, che rappresenta un malessere di questo settore. Ma il fatto di continuare ad avere due appuntamenti annuali, continua a essere valido o si cominica a pensare di concentrare tutto in un appuntamento solo? Noi come Rimini Fiera siamo al servizio del mercato: siamo organizzatori fieristici e senza mercato è utopistico fare fiere. I due appuntamenti sono due appuntamenti storici. Siamo all edizione numero 40 di Roma e, se ricordo bene, Rimini è intorno alla 20a. In questo arco temporale, il mercato ha vissuto gli alti e bassi. Abbiamo avuto anche in passato momenti in cui non si facevano sostituzioni di macchine, quindi il mercato era fermo. In questo momento, noi puntiamo a interpretare i due appuntamenti come due strumenti di marketing. Se l associazione di categoria, il mercato, ci dirà che due appuntamenti sono eccessivi, ne discuteremo con loro. Io la fiera me la devo guadagnare a ogni edizione. Se gli espositori, e i visitatori, sono contenti, andiamo avanti. Se no si discute, si ragiona. Al momento anche l edizione di Roma 2012 non si prospetta male. Non è l edizione dei grandi fasti di qualche anno fa, ma non si prospetta male. Ma quali sono le differenze tra i due appuntamenti? Ci sono delle caratteristiche leggermente diverse che si fa un po fatica a cogliere se non si è dentro. Sicuramente c è una apertura di stagione su Rimini, dove quindi tutti gli operatori sono in una condizione, per così dire, di sfarzo. Nonostante sia l appuntamento più giovane, è quello più a ridosso dell apertura di stagione. Roma ha una caratteristica storica e una caratteristica di mercato del Sud Italia più spinta. Quindi noi abbiamo più visitatori del Sud Italia. Per un siciliano, magari, è più semplice andare a Roma a ottobre che venire a Rimini a marzo. Questo non vuol dire che a marzo non c è un visitatore del sud a Rimini! Ma c è un presidio di due aree geografiche, su due assi temporali differenti. Da un punto di vista di esposizione effettivamente non c è una differenza. Le classi merceologiche sono le stesse, gli espositori tendenzialmente sono gli stessi Entrate erariali

4 4 Quest anno sarà interlocutorio. Aspettando le nuove regole... La fiera dedicata tradizionalmente alle macchine da intrattenimento sta dando sempre più spazio al gioco on line e ai servizi, come le scommesse. In attesa delle nuove norme sulle slot e le vlt, che stanno bloccando investimenti e sviluppo del settore. Raffaele Curcio è presidente di Sapar, l associazione delle aziende che si occupano di apparecchi da divertimento, che ha inventato e continua a organizzre Enada. Ecco cosa risponde alle domande de La Scommessa Sportiva sulle prospettive per il suo settore e per una fiera che rappresenta, ormai da più di 10 anni, tutto il settore del gambling. Raffaele Curcio, presidente di Sapar L Enada di Roma cade sempre in un periodo più complicato per la programmazione delle aziende; ma questo è anche l anno in cui si registra una frenata, se non una recessione. Come si presenta questa edizione? Non possono esserci grosse novità perché è da un po di tempo (circa un anno) che c è uno stallo nella produzione. La causa sono le disposizioni inerenti al settore che hanno avuto andamento altalenante e non hanno consentito di programmare nel lungo periodo. È un problema che mette in difficoltà le aziende che dovrebbero investire, ma anche le industrie che dovrebbero organizzare la produzione. Tutte dipendono molto dalla struttura legislativa e dalle regole che poi vengono date. In più, il periodo è delicato perché è stato introdotto questo decreto sulle regole tecniche, che al momento è a Bruxelles. Cosa dice questo provvedimento? Si tratta di regole che sono state predisposte per aumentare soprattutto la sicurezza. Un tema sul quale la nostra associazione ha sempre mostrato molta sensibilità. Il problema è che rischiano di rallentare l operatività senza nemmeno raggiungere l obiettivo. Può fare un esempio? Una per tutte: la serratura elettronica. C è la possibilità di chiedere l autorizzazione all apertura di una macchina anche dall ufficio, attraverso la rete. Noi chiamiamo la rete e diciamo: dobbiamo aprire questo apparecchio. La rete, dopo avere controllato il certificato digitale di chi sta operando, e verificato che è autorizzato, gli dà lo sblocco della macchina. Tutto è gestito da Sogei, tramite il concessionario di rete. Ma succede spesso che il sistema del concessionario abbia il sistema in manutenzione e l operatore sul campo viene bloccato. Io ho dubbi che questo vincolo dia sicurezza. Ma, soprattutto, se le procedure sono troppo farragginose, alla fine bloccano l operatività del settore. E parliamo di circa quattromila aziende di gestione. A caduta, poi, a farne le spese è anche il gettito erariale. Sicuramente a risentirne di più sugli investimenti è il settore degli apparecchi da intrattenimento. Tutto quello che si basa sulla fisicità delle macchine, cioè la costruzione degli apparecchi, e tutto quello che c è intorno, ha bisogno di un minimo di programmazione. Sia da un punto di vista del produttore, ma altrettanto dal punto di vista dell azienda che deve poi pianificare gli investimenti e distribuire sul territorio questo materiale. Sicuramente è cresciuta la presenza del virtuale, come scommesse e skill games. Prodotti virtuali che non hanno le problematiche di progettazione. A me piace dire che il settore virtuale è come il Frecciarossa, ad alta velocità; mentre il settore fisico è più simile a un Pendolino, ovvero soffre di più delle modifiche normative in corso d opera. E oggi siamo di fronte a una di quelle modifiche in corso d opera, le regole tecniche, che se non viene gestita dall amministrazione di competenza, può creare danni al settore. Pensate di chiedere correttivi al provvedimento, quando tornerà da Bruxelles? Speriamo di attivare un tavolo di confronto con l Amministrazione per cercare di pianificare tutto il rinnovo del parco macchine senza far soffrire troppo le aziende. Se non si potrà intervenire sul decreto nel dettaglio tecnico, concertare almeno tempi e modi di applicazione. In che misura questo incide sulla disponibilità delle aziende a investire? Gli stranieri, già con l avvento delle vlt si sono dimostrati molto interessati al mercato italiano. Non vorrei che anche questo decreto sulle modifiche fosse un altro trampolino di lancio per gli stranieri, perché porterebbe ancora più sofferenza sulle industrie italiane. A quanto pare, mentre in altri ambiti produttivi si spera negli investimenti dall estero, nel vostro settore l investimento straniero significa emarginare l industria italiana. Con l avvento delle vlt le cose sono state talmente accelerate che abbiamo favorito chi fra gli operatori stranieri era già pronto perché aveva già prodotti similiari in altri Paesi, rispetto al produttore italiano. Non vorrei che anche con queste modifiche tecniche, per superficialità o fretta per fare determinati cambiamenti, si agevolassero di nuovo gli stranieri che magari hanno un prodotto più simile a queste regole di quanto non lo siano quelli italiani. Io non sono contrario agli investimenti che provengono dall estero, ma solo se si affiancano a quelli italiani. Se dobbiamo penalizzare le nostre industrie, a me da italiano dispiace un po. E al di fuori di quello che abbiamo definito hardware, ovvero il discorso delle macchine, piattaforme, servizi eccetera, dal punto di osservazione della fiera vedete che anche lì ci sono movimenti o c è una certa prudenza? Dal punto di vista dell on line, quindi del software, mi sembra che ci sia parecchio movimento in una determinata direzione. Perché già il discorso scommesse, come era inteso, a mio avviso è un po in sofferenza. Con l avvento anche lì degli altri giochi on line skill games, poker cash eccetera. La scommessa, come era stata concepita inizialmente, è leggermente in sofferenza. I punti fisici di scommesse incomincia a entrare in sofferenza, lo si vede da alcuni dati. Quindi sull on line avremo modo di vedere qualche nuova proposta. Sì, anche perché c è questo discorso che è ora un attimo congelato del decreto per le concessioni del poker live. Ma prima o poi uscirà Quindi, molti provider si stanno indirizzando su quella strada. Nella scorsa edizione dell Enada, si era parlato della ostilità di opinione pubblica e politici nei confronti del gioco e della necessità di investire sulla comunicazione. Il primo bando di gara doveva già prevedere uno sforzo da parte di concessionari e operatori ad andare in questo senso. Quello che ci manca, oggi, è il dato reale. Per cui ci si scaglia sul gioco con effetti proibizionistici, che è tutt altro che la cura ideale. Perché si regala il settore all illegalità. E quando il gioco diventa illegale a tutti gli effetti, non c è controllo da parte dello Stato e i soggetti che hanno disagio sono incontrollati.

5 5 Tutti alla finestra in attesa di programmi a medio termine Regole incerte e interventi estemporanei mettono in difficoltà le aziende del gambling che in Italia non possono contare su un mercato stabile. Per Intralot, la politica deve pensare allo sviluppo del mercato e non a tamponare situazioni contingenti. Enea Ruzzettu è l amministratore delegato di Intralot Italia, controllata della multinazionale Intralot Group, presente sul mercato italiano dal Oggi ha una rete di oltre 500 punti vendita dedicati alle scommesse, ma è anche concessionaria per il gioco a distanza di scommesse, skill games, casinò e bingo. Questa edizione di Enada cade in un momento che per il settore presenta molti aspetti di incertezza. Secondo Intralot, ovvero una multinazionale che opera in Italia con successo ormai da diversi anni, prevalgono gli aspetti positivi o sono più rilevanti gli elementi critici? In un mercato in crescita come quello italiano è sempre difficile individuare un confine netto tra aspetti positivi e negativi. Diciamo che fisiologicamente ci sono stati, e continuano ad esserci alcuni problemi dovuti proprio ad una crescita così rapida del mercato. Rientra nel ruolo di chi opera in questo settore aprire tavoli di confronto per trovare le soluzioni giuste e credo ci stiamo avviando in questa direzione. Quindi, subisce gli effetti della crisi economica? Il settore del gioco non vive sotto una campana di vetro, anzi per certi versi, proprio per la sua peculiarità, vive più di ogni altro settore gli umori della gente. Va però detto che la contrazione dei consumi che stiamo vivendo - in funzione del fatto che la spesa media pro-capite per il gioco è qualcosa di paragonabile al consumo di un caffè o di una colazione - incide, rispetto ad altri settori molto meno. Tra l altro non va dimenticato che una grossa fetta del giocato ritorna ai clienti sotto forma di vincita, rimettendo in circolo questi flussi di denaro. Semmai un ragionamento più ampio deve essere fatto sul peso fiscale che grava sul gioco. La regola che un incremento della tassazione determina, in automatico, un aumento delle entrate erariali non è corretto, anzi è vero il contrario. È importante in questa fase delicata della nostra economia immaginare strumenti di supporto alle aziende da parte dello Stato che diano una sensibile spinta alla ripresa. Il nostro settore, che raccoglie circa 80 miliardi l anno, porta nelle case dell Erario quasi 10 miliardi di euro, una cifra non trascurabile. Ci sono poi una serie di provvedimenti contenuti nella legge antiriciclaggio, nella legge di stabilità e altre norme che hanno, in qualche modo, reso più difficoltosa la gestione dell attività e rischiano di essere controproducenti rispetto a un mercato sempre più dinamico che si aspetta risposte diverse. In altre parole, leggi e regolamenti rischiano di essere controproducenti anche per lo Stato perché immaginati senza conoscere bene i meccanismi su cui si basano queste attività? Purtroppo, in questi ultimi tempi, c è una sorta di demonizzazione rispetto al gioco. Un esempio è il Enea Ruzzettu, Amministratore Delegato Intralot Italia recente Decreto Balduzzi che, fortunatamente, per il momento è stato accantonato ed oggetto di riflessione. In ogni caso bisogna ragionare attorno ad un processo di riorganizzazione strutturale che dia una certezza normativa, indispensabile per operare ed investire con tranquillità. Di contro, il perdurare di questo stato di cose, rischia di limitare le prospettive di crescita per il futuro. Ad esempio è ancora irrisolta la presenza degli operatori illegali nel nostro paese che incide, sulla raccolta, per una cifra superiore al miliardo e mezzo. Ultimamente è mancata anche la certezza sul prodotto. Mi riferisco a fenomeni come il calcioscommesse, su cui voglio evitare qualsiasi commento. Ma nel decreto Balduzzi, che ha fatto tanto discutere, cosa cambierebbe? Non credo nell efficacia di misure che mi sembrano una sorta di apartheid delle sale gioco. Vengono assunti provvedimenti, effettuate campagne di demonizzazione sui media quando, di fatto, manca dati precisi ed un analisi attenta su questo fenomeno. Probabilmente, l inserimento che il ministro Balduzzi ha previsto tra i lea (livelli essenziali di assistenza) porterà anche ad affrontare il problema in termini più concreti, cioè attrezzando le strutture sanitarie sul territorio come si fa già con le altre dipendenze. Sul punto, credo, si debba fare chiarezza. Il decreto Balduzzi sulla Sanità, nella parte riservata al gioco, è particolarmente incentrato sulla sua demonizzazione in funzione dei fenomeni di ludopatia che ne conseguono. Questo tipo di approccio appare semplificativo e poco aderente alla realtà di un problema molto più complesso, che non può essere ricondotto al gioco o per lo meno non può essere considerato come diretta derivazione dello stesso. In realtà il termine ludopatia è stato coniato per rappresentare nient altro che un comportamento compulsivo di un soggetto che pone in essere comportamenti, rispetto al gioco, patologici. Questa interpretazione contenuta nel decreto sembra generalizzare un aspetto che ha dei contenuti molto più ampi dove la ludopatia è solo uno degli effetti che può conseguire in soggetti per definizione affetti da disturbi d ansia, che si concretizzano in ossessioni e compulsioni. Questo tipo di disturbo si esprime in aree delle nostre attività ben più ampie, come ad esempio l uso intensivo di Internet, della tv, nello shopping, nei video-giochi, nella sessualità e così via. Il soggetto che ha dei comportamenti compulsivi, quindi, è un soggetto che per natura, indipendentemente dal gioco, è ansioso, che non riesce ad auto-controllarsi e quindi ha necessità mettere in atto una serie di comportamenti ripetitivi o azioni mentali per ridurre lo stato di disagio che lo opprime. L impostazione del decreto, quindi, appare incapace di arginare o risolvere un problema i cui effetti non derivano dal gioco, ma hanno radici più profonde. Lo sforzo che deve fare il legislatore è di affrontare questa materia nella sua complessità, non relegandola a singoli episodi, ma prevenendo questi fenomeni. La norma, quindi, deve agire in positivo, individuando strumenti di sostegno e prevenzione rispetto a comportamenti non riconducibili, come causa, ad una singola area di interesse, ma quale effetto di una patologia soggettiva della persona. Ma in questo contesto di incertezze e problemi, le aziende mostrano ancora voglia di investire in Italia? Istintivamente direi di no, ma è evidente che avendo investito notevoli somme su questo mercato sono fiducioso che si realizzeranno quelle condizioni, che tutti gli operatori richiamano, per garantire la stabilità del mercato, con la presenza di regole certe, Quindi, vi sentite spinti a stare alla finestra? Non solo noi, ma credo tutti i grandi operatori, sono in attesa di segnali importanti, Siamo pronti per effettuare investimenti anche importanti ma è chiaro che deve essere garantita la presenza di condizioni di stabilità e crescita del mercato. Mi aspetto un azione di Governo costruttiva a favore dei giochi che metta tutti noi in condizione di continuare la strada intrapresa nel Per esempio? Iniziare a ragionare su profonde riforme strutturali, su strumenti che diano maggiore equilibrio al mercato e non su provvedimenti tampone che non fanno che rinviare i problemi. Per farle un esempio attuale, la nuova gara, così come strutturata, rischia solo di aggravare il già difficile sovradimensionamento della rete. Dalla volontà di risolvere il problema delle agenzie scadute a giugno attualmente in proroga e quello dei ctd, si rischia di avere un effetto destabilizzante in un momento in cui il mercato vive già una grande difficoltà. Quindi non parteciperete? Non è nel nostro interesse. Abbiamo già una rete importante che stiamo cercando di valorizzare e, mi creda, non è una cosa facile. Oggi il settore ha un obiettivo, quello di iniziare a ragionare, già da oggi, sul mercato del futuro, quello che si aprirà dal 1 luglio Quello che è certo è che non è pensabile che il prossimo decennio venga vissuto con le stesse criticità di quello attuale.

6 Telefona subito al numero verde gratuito o vai su betflag.it APRI UN CONTO DI GIOCO RICARICA ANCHE CON LE RICARICHE BETFLAG disponibili in oltre punti vendita e approfitta del Welcome Bonus Settembre*

7 7 Un mercato affollato e spietato. Ma ancora vergine e da sviluppare Il team di Giuseppe Tarricone ha rivitalizzato l ippica con BetFlag ed è convinto che l illegalità si combatta solo facendo meglio di chi non ha la concessione. Per riuscirci chiedono solo di potere mettere più fantasia nel creare i prodotti di gioco. Nonostante sia nata da meno di un anno, Betflag ha subito conquistato la ribalta dei bookmaker on line. Giuseppe Tarricone, che con un altro brand (TotoSì) era stato il primo a sperimentare il gioco on line in Italia, ha un approccio imprenditoriale decisamente non convenzionale. Ecco perché vede una realtà che ad altri sembra sfuggire. La vostra è forse la società che ha registrato le migliori performance, nonostante sia nata nel momento in cui il mercato registra per la prima volta un rallentamento, anche nelle scommesse. Noi pensiamo sempre positivo, anche perché nel mercato non ci sono certezze. Ma le aziende vanno alla ricerca di certezze. Noi lavoriamo con le scommesse, e la scommessa è di per sé incertezza. Quindi, questo fa parte del nostro modo di lavorare. D altra parte, questo è un mercato spietato e se fai un passo falso, se non ti mostri sicuro, ti divorano. Quindi, la situazione per voi è sempre quella ideale. Ma cosa caratterizza questo periodo storico, dal punto di vista del gaming? Noi venivamo da una precedente esperienza imprenditoriale e se pensiamo a 7-8 anni fa, troviamo un mercato molto più competitivo. E se siamo entrati nel mercato abbiamo pensato di potere essere competitivi partendo da una considerazione: questo è un mercato ancora vergine. Se pensiamo all avvento del poker e del casinò è recentissimo, quindi ancora tutto da sviluppare. Per le scommesse, poi, siamo in attesa del palinsesto libero. Questo ci consentirebbe di offrire allo scommettitore la possibilità di puntare su qualunque evento. Quindi, si apre una prospettiva del tutto nuova. Un atteggiamento un po controcorrente, rispetto a chi dice invece di soffrire per la crisi economica e per le incertezze normative. Per quel che riguarda la crisi, abbiamo effetti negativi ma anche positivi. C è anche un interesse verso il gioco da parte di chi, comunque, spera di avere il colpo di fortuna per cambiare vita. Sempre che, naturalmente, la cosa non gli prenda la mano, ma si mantenga entro limiti accettabili. Per quel che riguarda l incertezza normativa, non è una novità e non riguarda solo il mondo del gioco: in Italia è all ordine del giorno, in qualunque impresa. Può essere un problema per gli stranieri, ma noi italiani ci siamo abituati e non ci spaventa affatto. Però è vero che in poche altre attività rischio di trovarmi con qualcuno che mi fa concorrenza senza licenza e senza pagare le tasse che pago io, come invece succede per i ctd o per i.com. E non sappiamo cosa potrà fare Aams, dopo la sentenza della Cge su Stanleybet. Quello sarà così ancora per molto, visto che sui Monopoli ci sono nubi sempre più dense mentre si aspetta l accorpamento con le Dogane, e anche nell ippica non si capisce bene chi deve prendere le redini del gioco (già che parliamo di cavalli!), tra Assi, Unire e un miscuglio di competenze. I bookmaker possono giocare un ruolo importante cercando di fare chiarezza e recuperare chi ancora preferisce giocare sui.com. Ma l Aams cerca di contrastare gli operatori che non hanno concessione, senza però risultati definitivi. Noi, in realtà, possiamo dire di prendere spunto dai.com. Nel senso che cerchiamo di essere competitivi con loro, quindi, quando abbiamo creato il nostro sito di scommesse abbiamo inserito una serie di possibilità che gli altri bookmaker non offrono ancora. E se siamo arrivati a essere tra i primi 10 bookmaker d Italia in pochi mesi, secondo i dati Aams, evidentemente stiamo proponendo qualcosa di nuovo: diamo la possibilità di puntare delle cifre che gli altri non permettono, consentiamo loro di vedere sulla lavagna il massimo scommettibile Insomma, diamo degli strumenti che davvero gli altri non danno. Voi avete creduto nell ippica, in contrasto con gli altri operatori che la danno per morta. Pochi se ne rendono conto, ma le scommesse sui cavalli (che sono uno sport come un altro!) sono il secondo sport su cui si punta di più, dopo il calcio. Noi abbiamo organizzato un team eccezionale e siamo riusciti a rivoluzionare il mercato. Basti pensare alla quota fissa, che nessuno proponeva prima di noi, e che ci comporta l assunzione di un rischio! Quindi, la black list di Aams per bloccare i.com non serve. Basta essere più bravi di loro. Se vado sul nostro sito in questo momento, trovo più di ottomila tipologie di scommesse. Chiaro che una normativa adeguata ci consentirebbe di essere ancora più competitivi. Il che significa investire su questo mercato. Bisogna dire che noi siamo un eccezione, visto che in poco tempo ci siamo ritrovati nella top ten. Ma valutare una situazione in poco tempo è difficile e non possiamo dire se gli altri operatori entrati da poco sono destinati a emergere o rischiano di non farcela.

8

9

10 11 Expert in Gaming: io investo sulle start up! Chi approccia il mercato italiano è come se partisse da zero. Anche se all estero è attivo da diversi anni. Leggi complesse e competitor agguerriti sembrano non scoraggiare chi punta ai giocatori italiani. Che, però, devono affidarsi a chi conosce bene il mercato, come Margherita Guidetti, della società maltese Expert in Gaming, al servizio delle società appena nate Gli ultimi 11 anni li ha passati nell ambiente del gambling, ricoprendo anche ruoli di vertice, nelle organizzazioni di operatori italiani ed esteri. Ora ha deciso di mettersi in proprio e di vendere la propria esperienza a chi vuole entrare in questo settore, o magari vuole innovare il proprio business. Ecco come Margherita Giudetti vede il mercato sul quale ha investito, proprio nel momento in cui gli operatori dichiarano di vedere nubi all orizzonte. Lei ha scelto un momento considerato abbastanza critico per avviare la sua nuova attività. In cosa consiste la vostra attività? La mia società si chiama Expert in gaming e ha sede a Malta, dove c è sicuramente una concentrazione molto alta di operatori presenti in tutt Europa. Perché si tratta di un Paese comunitario che, prima di altri, ha creato un contesto legislativo favorevole alle imprese e che, al tempo stesso, garantisce il giocatore. Noi offriamo servizi di consulenza di start up aziendale, con servizi come customer support, assistenza ai negozi, per chi ha una rete fisica, sviluppo dei siti web, sia per i contenuti che per il marketing. Ma vi proponete soprattutto per chi punta al mercato italiano? Quello italiano è un mercato che personalmente conosco molto bene, ma non è l unico nel quale ho operato. Più che altro, è considerato il contesto più complesso e chi riesce ad affrontarlo con successo viene considerato in grado di affrontare praticamente tutti gli altri contesti, soprattutto dell Ue. Si riferisce alla normativa italiana, particolarmente restrittiva? Quello rappresenta la difficoltà più evidente, ma ci sono anche esigenze di marketing molto impegnative: è tra i mercati più grandi al mondo, in termini di volumi, e per questo è anche tra i più affollati. Emergere in questo panorama richiede una conoscenza non solo delle leggi ma anche dei gusti e delle preferenze del target. Non è detto che un gioco che spopola, per esempio, nel Regno Unito, debba avere un successo analogo in Italia. Ecco perché serve una strategia di marketing molto ben studiata. Ma chi arriva dall estero si scontra, per prima cosa, con la regolamentazione dei Monopoli. Anche un italiano fa fatica ad affrontare la complessità di norme che regolano questo settore e che vengono modificate spesso anche in corso d opera. Ed è qualcosa che nemmeno uno studio legale riesce a tenere sotto controllo, se non si tratta di professionisti specializzati, che si dedicano a tempo pieno al mondo del gaming. Anche perché è necessario conoscere bene le leggi italiane e, al tempo stesso, la normativa comunitaria, con la quale comunque ogni Paese deve coordinarsi. Quindi, fornite anche un assistenza di tipo legale? È quello che si chiama compliance. Ovvero, organizzare la propria attività in modo compatibile con tutte le leggi locali. Dal contratto che si stipula con il giocatore alle caratteristiche tecniche del software per il gioco on line al tipo di pubblicità che si può fare e così via. Voi assistete soprattutto le start up, ovvero le aziende appena nate. Ma esistono così tante aziende che vogliono investire nel mercato italiano? Due precisazioni. Non curiamo solo il mercato italiano, anche se è quello che conosco meglio e che risulta più vivace. Inoltre, una start up è anche l azienda che opera da tempo in un certo contesto e decide di entrare in un mercato che non ha mai conosciuto. È come se dovesse avviare una nuova attività. Ed è il caso dei tanti operatori on line che sono presenti con un sito.com e decidono di prendere una concessione italiana. C è ancora spazio per aziende di piccole e medie dimensioni, oppure ci sono chance solo per le multinazionali? Il mercato italiano è sicuramente un mercato maturo, nel quale non ci si aspetta sviluppi clamorosi come quelli che si sono registrati negli ultimi anni. In realtà, si stanno aprendo molte nuove opportunità, con le nuove gare e con l introduzione di nuovi giochi, che costituiscono opportunità preziose per chi ha la grinta e la voglia di confrontarsi con la concorrenza. Come sono britannici gli scommettitori italiani: parola di William Hill Con il palinsesto aperto, non si sentirebbero gli effetti della crisi e la concorrenza dei.com. Ma chi lavora già e da tempo nel Regno Unito è avvantaggiato nell approccio al sistema italiano delle concessioni. Tra le firme di maggiore prestigio nel Regno Unito e in un gran numero di Paesi, William Hill è arrivata in Italia solo quest anno. Ecco le prime impressioni del country manager, Roberto Salvadori, che per il gruppo aveva già lavorato all estero diversi anni. Da quando il mercato italiano del gioco si è aperto ai privati, è sempre stato considerato come l estremo opposto rispetto a quello britannico: molto regolamentato questo, più libertario quello d Oltremanica. È davvero così diverso, dal punto di vista di William Hill? Il mercato italiano ha rappresentato uno dei primi ad avere regolamentato il settore, e quindi è stato percepito dagli stranieri come un mercato nel quale potere entrare con licenza, permettendo quindi agli operatori di poter promuovere liberamente i propri prodotti, attraverso canali di comunicazione online e offline; quindi per certi versi, simile al mercato inglese. Quindi, avete avuto lo stesso approccio del Regno Unito? Cioè, avete potuto organizzare l attività qui con gli stessi schemi aziendali e di marketing? Ogni mercato richiede una strategia marketing diversa in quanto dev essere localizzata. Credo che si possa fare ancora molto in Italia per migliorare l offerta dei prodotti di gioco.it che potrebbe diventare più ricca e competitiva, come all estero. A cosa pensa, per esempio? L apertura del palinsesto sulle scommesse sportive. Come in Inghilterra, dove è possibile scommettere su tutto. Questa è un esperienza che caratterizza William Hill, quale bookmaker celebre per la sua vasta offerta di scommesse su qualsiasi tipo di sport ed evento, in Inghilterra e all estero. Oggi in Italia, l offerta di scommesse sportive è ancora limitata dal palinsesto. Un palinsesto personalizzato in cui ogni operatore sia libero di offrire diversi tipi di scommesse su uno stesso evento, offrirebbe senz altro un esperienza di gioco migliore. Proprio come in Inghilterra!

11 12 Bet-At-Home: all italiano che ama il casinò faremo scoprire le scommesse on line Un nuovo operatore per il mercato italiano, che in Austria è presente da oltre 10 anni e oggi conta oltre 3 milioni di scommettitori in tutt Europa. Claus Retschitzegger, responsabile della comunicazione e dell ufficio legale di Bet-At-Home, spiega a La Scommessa Sportiva con quali aspettative e quali programmi la sua società sta affrontando il pubblico italiano. Bet-At-Home è entrata in Italia solo quest anno. Con quali aspettative siete arrivati e come vedete oggi questo mercato? Difficile da descrivere in poche parole la situazione nella quale ci troviamo e difficile dire cosa ci aspettavamo. La cosa più importante, dal punto di vista di Bet-At-Home, sono forse le concessioni. Ovviamente noi speriamo che siano state un investimento produttivo, e che aiutino a sviluppare il mercato in questo Paese. Ci aspettiamo che sia una cosa positiva per il futuro dell economia italiana. Quindi lei è ottimista sulle prospettive del mercato italiano? Certo. Naturalmente, dipende dai punti di vista. Noi, così come i nostri competitor, porteremo capitali all economia italiana, investiremo milioni in pubblicità, e questo aiuterà lo sviluppo dell economia italiana. Claus Retschitzegger, responsabile della comunicazione e dell ufficio legale di Non è certo la soluzione per un economia in Bet-At-Home difficoltà, ma è comunque qualcosa. D altro canto, Bet-At-Home non è ancora un brand molto conosciuto in Italia, dove ci sono aziende molto più conosciute e famose. Ma indipendentemente da questo stiamo pianificando delle campagne di marketing per il prossimo anno e contiamo di far conoscere il nostro brand in Italia e sviluppare il mercato. Certo, è lo stesso problema che hanno tutti: farsi conoscere in un mercato molto affollato! Ma per quel che riguarda la normativa, pensa che una certa confusione possa rappresentare un ostacolo? Ovvero, le continue novità legislative, il problema dei ctd, i siti.com eccetera? Certo, questi sono problemi che esistono. Ma siamo fiduciosi che le autorità italiane riusciranno a risolverli e saranno in grado di bloccare i siti non autorizzati. Il lavoro che stanno facendo le autorità italiane finirà con il costringere chi opera senza concessione a uscire dal mercato. Il Governo sta mettendo in pratica diversi metodi per affrontare questi problemi. È il loro compito e sappiamo che si stanno impegnando. Quindi, pensa che questo problema potrà essere risolto in qualche mese? Non ci aspettiamo certo che in pochi mesi venga eliminato, ma non abbiamo dubbi che le autorità italiane continueranno ad affrontarlo seriamente. Ma la situazione italiana è comunque diversa rispetto ad altri Paesi nei quali voi siete presenti? Certo, ogni Paese presenta caratteristiche differenti, E l Italia ha un sistema regolatorio particolarmente restrittivo che non si riscontra da nessun altra parte. Ma è proprio questo che, secondo me, consentirà di mettere fuori mercato le società prive di licenza. Ma avere un sistema così restrittivo significa che, comunque, ci sono maggiori difficoltà a lavorare in Italia? E, come tutte le situazioni che presentano più difficoltà, vi aspettate di ricavare maggiori vantaggi? Sì, le regole sono particolarmente rigide; ma d altra parte, se noi dobbiamo fare sforzi maggiori, sappiamo che chi non ha concessione non può operare mentre chi, come Bet-At-Home, è in regola con la concessione, viene garantito dalle autorità. La cosa più importante è che vengano adottate misure severe contro le società prive di concessione. Se parliamo di marketing, a quale pubblico puntate? Come pensate di distinguervi dai competitor e come pensate di arrivare al vostro cliente potenziale? Stiamo mettendo a punto la strategia di marketing per il prossimo anno, quindi ne stiamo ancora discutendo, analizzando diversi aspetti del problema. Naturalmente dobbiamo puntare a far crescere la notorietà del brand investendo su campagne di comunicazione diverse: pubblicità on line, pubblicità televisiva e sponsorizzazioni. Soprattutto sponsorizzazioni sportive. Ma cosa pensate che potrà fare la differenza rispetto ai concorrenti? Differenze di prodotto, di immagine o pensate di puntare a un target diverso dagli altri? Cioè, recuperare chi attualmente non scommette? Non guardiamo a quello che fanno gli altri ma sviluppiamo la nostra strategia in modo indipendente. Anche perché il mercato italiano è un grande mercato e gli italiani sono entusiasti del gioco, in particolare delle scommesse. In un mercato così sviluppato, c è posto per tante aziende che operano con regolare concessione e noi vogliamo concentrarci su quello che facciamo, senza doverci confrontare con i concorrenti. Proprio per la vastità del mercato, poi, non è necessario portare via clienti all automatico o ad altri giochi. Più semplicemente, Bet-At-Home punta a fare nuovi clienti. Ma quali sono le preferenze degli italiani? Abbiamo verificato che in Italia piace molto il gambling e in particolare i giochi da casinò. E, per la nostra esperienza, questo è un comportamento comune un po a tutta l area del Sud Europa. Noi siamo già pronti con il casinò sul nostro sito, con i giochi classici. Ma nei prossimi mesi aumenteremo anche l impegno promozionale del nostro core business, ovvero le scommesse.

12 13 Unibet: il decreto Balduzzi non ci spaventa perché nel nostro codice etico c è già Andrea Casagrande è country manager di Unibet Italia, filiale italiana della svedese Unibet in attività dal 1997, che pensa di battere i siti illegali essenzialmente con un offerta competitiva, legale e responsabile, anche nella comunicazione e nella policy. Molto presente nel mercato europeo delle scommesse on line, offre anche giochi da casinò con concessione italiana, che possiede dal Non tutti sono d accordo sugli effetti che la crisi economica può avere sul mercato del gioco. C è chi pensa che possa anche avere un effetto positivo. Lo sento dire anch io, ma a dire il vero lo sentivo dire di più prima. Non so più se sia così. Perché, cos è cambiato? Una volta l offerta era limitata, mentre adesso c è una possibilità di scelta già sul fisico che aumenta sia come tipologia che come varietà. Basta pensare a WinForLife che è un prodotto abbastanza recente ma si è già rinnovato, passando da un estrazione all ora, come era originariamente, alle tre tipologie disponibili oggi. D altra parte, c è tutto il mondo dell on line che vede introdurre Andrea Casagrande, country sempre nuovi prodotti. Quindi, se conside- manager di Unibet Italia riamo il mercato in senso più ampio, siamo passati da una condizione di scarsa varietà che si aveva fino al 2008, a un esplosione che è stata data dall avvento dell on line. Ma ora il mercato tende a diventare maturo e il rallentamento della crescita rientra in una fisiologia che riguarda tutti i settori. Quindi, non c è da preoccuparsi se alla crescita tumultuosa si sta sostituendo un rallentamento e, in certi casi, addirittura una riduzione, perché è fisiologico quando un mercato diventa maturo? Non è così semplice perché quando le variabili si verificano tutte insieme non è facilissimo isolarle. Diciamo che su un grafico ideale, potremmo vedere un andamento un po piatto per l offerta limitata sull off line; poi il boom del 2008 sull on line e un arricchimento anche di prodotti sul fisico; infine la maturazione del mercato con contrazioni più o meno fisiologiche di poker, scommesse e altri prodotti, ma le aziende cominciano a consolidarsi. Tant è che, dopo una frammentazione estrema, cominciano a delinearsi gruppi di grosse dimensioni e le fusioni. E questo ha l effetto di ridurre i volumi? Non è proprio facile fare questi conteggi. Dobbiamo considerare anche che ogni anno più o meno c è un prodotto nuovo. A luglio c è stata l introduzione del poker cash e dei casinò. A dicembre arriveranno i casinò. Quindi, anche se dopo qualche tempo il poker avesse subito un calo, non si evidenziava perché, nel frattempo, è arrivato il casinò. Se si valuta nel suo complesso l on line, dove è più facile rilevare questi dati, vediamo una crescita. Perché sono prodotti che nella maggior parte si sono trovati fino a un certo punto nei siti.com ma non esistevano sul mercato legale. Quindi, in parte conquistano nuovi giocatori, in parte recuperano qualcuno che già giocava sui siti non autorizzati. Quindi, il mercato cresce se le autorità di riferimento consentono l introduzione di nuovi prodotti? L obiettivo principale da parte dell Amministrazione, per quel che riguarda il gioco on line, non è di introdurre nuovi prodotti per aumentare gli introiti dello Stato, ma di fare in modo che l offerta prima fruita sui.com si riporti ai canali legali. Quindi, evitare che il sommerso rimanga sommerso. Quello che può fare l on line lo fanno tre slot machine nel punto fisico! Voi siete arrivati sei anni fa, quando avevate già un esperienza decennale iniziata in Svezia. Pensate che oggi l Italia spinga le aziende, straniere come italiane, a investire così come ha fatto negli ultimi anni, o ci sono condizioni che meritano maggiore riflessione? Per fare un investimento produttivo, un azienda deve avere un piano, una strategia e una base economica che consenta di dire: ok, entriamo nel mercato avendo risorse a sufficienza per farci notare. E questo è un discorso che vale in generale. Perché entrare in un mercato affollato, dove adesso stanno arrivando nuovi prodotti e nel quale si muovono sicuramente dei player con un brand molto forte, a volte radicato da 10 anni, richiede la disponibilità di risorse adeguate. Avendo, beninteso, un offerta di prodotto di competitiva. Insomma, bisogna avere capitali da multinazionale? Non c è spazio per un artigiano. A meno che non si pensi di aprire uno o due punti fisici. Quello si può fare, sì. Ma le attività on line sono più economiche, no? Non conosco i costi del fisico, ma quello che è imprescindibile nell on line è il fatto che occorre fare una certa attività di marketing con un investimento almeno efficace. Non dico eccessivo, ma ben calibrato. Se non si investono almeno uno o due milioni all anno in marketing, è difficile farsi notare. Questo perché i prodotti, in fondo, finiscono con il somigliarsi, no? A livello di prodotti on line e delle specifiche piattaforme, l occhio meno esperto non percepisce grandi differenze. Ma dopo che ci si gioca, la differenza si vede, eccome! Nella grafica, la sonorità, gli stessi movimenti che il gioco propone, il realismo di una roulette eccetera. E per quel che riguarda Unibet, c è ancora l intenzione di investire sui giocatori italiani? Abbiamo un approccio equilibrato, perché bisogna avere una prospettiva di recupero in tempi accettabili. Nelle ultime settimane, la parte internazionale è stata particolarmente attenta a vedere cosa succedeva con il decreto Balduzzi. La cosa aveva un po spaventato, secondo le prime notizie che si erano diffuse, ma poi si è visto che il decreto ha due punti cardine che io, come società, appoggio perché coincidono con la nostra policy: a) evitare che i minori siano attratti dal gaming in maniera errata; b) evitare di incitare al gioco con una falsa promessa, come si può cambiare vita, se vinci lasci il lavoro eccetera. Ma queste sono dinamiche che io vedo per qualunque azienda che voglia avere un codice etico. Si tratta di comunicare correttamente, ed evitare che un intervento d autorità diventi una censura. E come pensate che le autorità stiano affrontando il problema dell illegale? Cioè, ctd e.com? Per i siti stranieri, c è un problema tecnico: non si possono bloccare in assoluto. L Amministrazione sta facendo un ottimo lavoro, anche con la black list, e speriamo che continui in questo lavoro, ma soprattutto rendendo l offerta legale competitiva. Così non ci sarà più motivo perché un giocatore si rivolga al mercato illecito. Non dimentichiamo che il lavoro dell Aams è preso a esempio da tutt Europa.

13 14 Codere propone un testo unico per i giochi e regole più stabili per investire Per il country manager di Codere, Massimo Ruta, l Italia rimane il più grande mercato del gioco al mondo, ma pochi lo conoscono bene e troppi vogliono dire la loro. E le continue modifiche normative impediscono alle aziende di programmare la loro attività. La vostra società continua a programmare piani di sviluppo in vari Paesi, ma la situazione italiana non sembra del tutto serena. Quali sono, secondo voi, gli aspetti che possono condizionare più di altri le prospettive in questo settore? Lo scenario è uguale per tutti e lo vediamo irto di difficoltà. Il nostro committente, ovvero i Monopoli di Stato, stanno subendo delle modifiche perché hanno una nuova dirigenza: è cambiato il direttore generale Massimo Ruta, così come il direttore country manager di Codere dei giochi, e si apprestano a essere inglobati nell Agenzia delle Dogane. Qualcosa sicuramente cambierà, se non altro perché cambiano le persone e inevitabilmente si comporteranno in modo leggermente diverso. Avete la sensazione che potranno esserci delle difficoltà di dialogo con chi arriva senza esperienze pregresse nel settore? La propensione della nuova dirigenza alla cooperazione e al colloquio si sta profilando massima. Vedremo quali saranno i risultati, ma ci sono tutte le premesse perché siano ottime. E ce n è di bisogno. Le difficoltà di cui parlavo prima sono soprattutto quelle che si incontrano nell opinione pubblica e tra i media: siamo sotto i riflettori per la quantità di denaro che circola, circa 80 miliardi di euro all anno. Una quantità che non può passare inosservata. E tutti ci stanno mettendo bocca. Cioè, l opinione pubblica e i giornali? C è un altro aspetto che stiamo rilevando. Prima, questo settore sembrava essere di competenza solo del ministero dell Economia, il cui compito è di aiutare lo Stato a colmare le necessità di bilancio. Ma oggi in un modo o nell altro sembra interessare anche la Cooperazione, la Salute pubblica, gli Interni Mettendo insieme tutti questi ministri, abbiamo una buona parte dell attuale Governo. E questo significa che i Giochi sono un affare di Governo e non di un singolo ministero. Non si tratta più, quindi, solo di quattrini ma di problematiche di tipo sociale e perfino di salute. Sì, ma parliamo di qualcosa che non conosciamo. Allo stato attuale, l unico dato di partenza è che secondo l Organizzazione mondiale della Sanità il 3% della popolazione italiana è potenzialmente a rischio di ludopatia. Stiamo parlando di qualcosa di poco definito, anche in termini di volumi. Io auspico che direttamente il ministero o una qualche altra autorità promuovano una ricerca che fornisca informazioni più concrete. Se n è parlato tanto durante Enada primavera, a Rimini. Cos è cambiato in questi mesi? L unica novità è che se ne sono occupati più soggetti, ma tutti si sono sempre basati sulle stesse fonti informative. Che non erano fondate allora come non lo sono adesso. Quindi, tanto rumore per nulla? Lungi da me l idea di negare che il fenomeno non esiste. Ma va affrontato seriamente. Noi ci siamo anche preoccupati di seguire i nostri clienti con un numero verde, ma il numero di telefonate che ci arrivano è esiguo. Allora, delle due l una: o il fenomeno è davvero ridotto, oppure non è solo quello il modo per raccogliere informazioni. Ma questo del fenomeno della ludopatia è l unico aspetto del quale il Governo non ha l esatta misura? Per esempio, l accorpamento di Aams in Dogane era stato inserito dal ministro dell Economia, Vittorio Grilli, nel provvedimento per la spending review, i tagli alla spesa pubblica. Poi si è scoperto che con questa operazione lo Stato spenderebbe alcuni milioni di euro in più all anno, per l adeguamento degli stipendi dei dipendenti. Personalmente, nel mio inguaribile ottimismo, pensavo che l accorpamento potesse servire a fare sinergia: chi controlla già le nostre frontiere, magari, potrebbe aiutare a controllare anche i fenomeni di illegalità nel gioco. Ma il problema di fondo credo che sia la mancanza di cultura del gioco, o per meglio dire la scarsa informazione sui reali numeri e dei processi che governano il gioco. Il tutto condito dal fatto che si vede questa montagna di soldi che in qualche modo girano nel settore e si è attratti dallo sfavillio dei dobloni d oro. Secondo me, il settore, se gestito in maniera industriale, cioè come qualsiasi altra attività che comporta il divertimento di chi ne usufruisce, dai parchi divertimento al cinema agli stabilimenti balneari, dovrebbe essere oggetto di attenzione più strutturale. E i Monopoli, che fino a ora hanno fatto un grosso lavoro per l emersione dell illegale, adesso hanno uno spazio per dedicarsi a una riforma delle leggi in modo più organico. Quel famoso testo unico che tutti auspichiamo venga prima o poi partorito, perché chi deve investire abbia davanti un quadro chiaro. Cosa cambierebbe con un testo unico? In realtà se ne sta parlando già in Commissione, ma sembra che riguardi più che altro il problema della ludopatia e simili. Non un compendio di tutto quello che riguarda un intero settore. Per me dovrebbe essere qualcosa come il Tulps, il Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. Oggi questo termine si usa per indicare l insieme di articoli presentati da soggetti diversi e riuniti in un solo testo, ma non è un provvedimento organico che sostituisca, integri, omogeneizzi e semplifichi tutto quello che in Italia serve a regolamentare il mondo del gioco. Ma oggi si parla anche di altri interventi normativi, come le nuove concessioni, le modifiche tecniche alle slot, modifiche alla tassazione eccetera. I Monopoli intendono assicurare una maggiore sicurezza al giocatore, e credo che si debba andare in questa direzione. Ma se pensiamo alle regole tecniche che in questo momento stanno analizzando a Bruxelles, si debba cercare delle soluzioni che garantiscano gli stessi risultati con un minore sforzo in termini di organizzazione, anche perché più una cosa è complicata da gestire e più è difficile, poi, da controllare. Con l ipotesi mandata da Bruxelles, un gestore che deve sbloccare, per esempio, una moneta incastrata, deve chiamare Sogei e ottenere l autorizzazione. La procedura non è affatto semplice, senza contare che comporta la sostituzione delle oltre 400mila macchine del parco macchine esistente. E queste condizioni stanno frenando l entusiasmo delle aziende a programmare investimenti? In Italia abbiamo il più grande mercato del gioco al mondo, ma il più grosso costruttore americano, la Igt, non è presente sul mercato. Qualcuno si è chiesto perché?

14 15 Altro che nuovi investimenti! Qui le banche chiudono i conti E le aziende rischiano il fallimento Considerate contrarie alla morale, le aziende legate al gioco si vedono escludere dal mondo del credito. Un primo effetto dell ostilità manifestata ormai da tempo da parte dell opinione pubblica e dei media. Mentre lo Stato continua a chiedere soldi alle slot machine. Con i suoi 800 iscritti circa, Assotrattenimento rappresenta, all interno di Confindustria, una buona fetta degli operatori legati alle slot e alle vlt. Il suo presidente, Massimiliano Pucci, già da tempo lamenta un informazione approssimativa e un atteggiamento ostile da parte di media e opinione pubblica nei confronti della categoria. Fino alla denuncia del mese scorso sul comportamento degli istituti di credito. I recenti interventi di As.Tro. in ogni sede hanno sempre lamentato le difficoltà che stanno investendo il settore. Ma è veramente così problematico lo scenario nel quale si muovono le imprese legate ai cosiddetti apparecchi da Massimiliano Pucci, Presidente Assotrattenimento divertimento? Basta leggere i giornali. Non passa giorno che non si trovino articoli che parlano del pericolo delle slot machine. Quello del gioco sembra diventato il problema più importante del Paese fino a superare la crisi dell occupazione o le aziende che inquinano e mettono a rischio la salute dei cittadini. Beh, i giornali danno molto spazio anche agli altri aspetti della crisi che stiamo vivendo. Da quella economica a quella politica in senso stretto. È vero, ma ogni cosa che riguarda il nostro settore è amplificato. Sembra quasi che la criminalità abbia deciso di mettere le mani sul gioco pubblico. Dimentichiamo che questo settore versa allo Stato quasi 10 miliardi di euro all anno e vive all interno di regole molto rigide. Un sistema regolatorio che è diventato un eccellenza italiana, ammirata all estero. Ma allora perché questa ostilità? Chi ce l ha con voi? Riesco solo a immaginare che i politici non siano in grado di dare delle risposte ai problemi della gente e si intestino delle battaglie che hanno facile presa sull elettorato ma si basano, fondamentalmente, sulla suggestione. Dimenticano che prima delle attuali 400mila slot legali, c erano 800mila videopoker illegali. La politica vuole tornare a questo? Quindi, i politici questo settore non lo conosco per niente? Esattamente. Faccio un esempio che può rendere l idea dell incoerenza della politica. Mi è capitato, in un convegno, di sentire un sindaco denunciare la crescita abnorme delle sale gioco nel suo comune e chiedersi come mai?. Evidentemente, questo sindaco non segue la politica, visto che è stata la stessa politica, per tentare di fronteggiare la tragedia del terremoto in Abruzzo, a sollecitare la diffusione delle videolottery. In quell occasione, fu detto che questo settore avrebbe dovuto dare oltre 800 milioni di euro per la ricostruzione e quindi furono concessi i diritti per più di 50mila vlt. Per ognuno dei quali le aziende del gioco pagarono 15mila euro. Chiaro che, poi, queste macchine dovevano essere installate per potere restituire quello che era stato pagato e continuare ad alimentare l erario. Quindi, le imprese hanno speso inizialmente delle grosse cifre e devono rientrare. Nel frattempo, sono in vista altri investimenti, per i gestori di awp. Ma la prospettiva è tragica proprio per quello che abbiamo denunciato nelle scorse settimane: gli istituti di credito stanno chiudendo i conti alle imprese legate al gioco richiamandosi al loro codice etico! Cosa vuol dire? Semplicemente che alcuni nostri associati si sono sentiti chiamare dalla loro banca e si sono visti chiudere il conto corrente. In più hanno chiesto loro di rientrare immediatamente degli eventuali fidi. La motivazione? Perché la loro attività, ovvero il gioco legale, era incompatibile con il codice etico della banca. In pratica, chi svolge un attività regolarmente autorizzata dallo Stato, come la gestione di una sala giochi o il noleggio di slot machine, è considerato dalle banche amorale. E, sinceramente, non ricordo che le banche abbiano mai avuto tanti scrupoli morali! Ma questo codice etico è ufficiale? Noi abbiamo fatto una richiesta all Abi, che non ci ha ancora risposto. Non si tratta degli episodi sporadici, visto che siamo ormai a 21 conti chiusi in Toscana, finanziamenti bloccati a Bergamo e Brescia e un azienda romana che rischia di chiudere perché deve rientrare del fido, nonostante sia in attivo. Vogliamo capire se dietro c è una direttiva che arriva dall alto e che, a poco a poco, riguarderà l intero sistema creditizio. Di fatto, c è in ballo adesso il rinnovo del parco macchine e le nostre aziende sono veramente a rischio. Si riferisce alle modifiche tecniche che sono state chieste per aumentare la sicurezza delle slot machine? Sì, stiamo aspettando che il provvedimento ottenga il benestare di Bruxelles e poi ci sarà detto in che tempi dovremo sostituire le macchine per adeguarle alle nuove norme nei prossimi anni. Ma non è pensabile che si possa fare questa operazione senza avere accesso al credito.

15

AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA

AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SUL FENOMENO DELLE MAFIE E SULLE ALTRE ASSOCIAZIONI CRIMINALI ANCHE STRANIERE AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA ROMA 08 LUGLIO 2015 PALAZZO SAN

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ELABORAZIONE DATI A CURA DEL CENTRO STUDI AUTOMAT INDICE DEL DOCUMENTO AUDIZIONE DR. MAGISTRO ALLA COMMISSIONE FINANZE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI...2 SCENARIO

Dettagli

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Normalmente azzardo perché il gioco d azzardo è anch esso una forma di gioco normale, ma anche perché possiamo dire che in qualche

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Professionalità, metodo ed esperienza sono alla base della loro preparazione specifica.

Professionalità, metodo ed esperienza sono alla base della loro preparazione specifica. Premessa Giuseppe Nappi e Vittorio del Re sono tra i massimi esponenti Italiani nel panorama della consulenza alle reti sia dirette che Franchising. Negli ultimi dieci anni hanno sviluppato molte catene

Dettagli

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè #innoviamo Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita Alessandro Frè Non si fa altro che parlare di cambiamento, crescita, innovazione, crisi dei mercati, competizione sempre più

Dettagli

L ARREDO UFFICIO INTELLIGENTE

L ARREDO UFFICIO INTELLIGENTE L ARREDO UFFICIO INTELLIGENTE 8 minuti per fare un buon acquisto INTRODUZIONE Questo e-book è stato ideato dagli specialisti nella progettazione, produzione ed ambientazione di mobili per ufficio. Perché

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani Simone Feder 2004: Fabio Fabio, un ragazzo di 15 anni chiedeva un consiglio per aiutare suo padre, caduto da alcuni mesi in una rete sconosciuta che catturava

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3 PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 3 Fino ad ora abbiamo lavorato sulla consapevolezza, identificando le 4 chiavi che ci servono per aver successo nel nostro

Dettagli

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Incontro 29 luglio 2010 - Fiorano Valutazione contesto esistente 1. Quali sono in generale i 3 punti di debolezza attuali del distretto

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

Il costi sociali del gioco d azzardo

Il costi sociali del gioco d azzardo Il costi sociali del gioco d azzardo Roma, 4 dicembre 212 Matteo Iori CONAGGA «Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d Azzardo» Italia fra i primi paesi al mondo per spesa procapite Nel 211 il mercato

Dettagli

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Il gioco online in Italia Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Titolo, Le nuove Capri frontiere 8-9 ottobre del mercato consumer, Capri 8 ottobre 2009 Il gioco

Dettagli

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO AIMC PIEMONTE S. DAMIANO ( convegno UCIIM) 2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO Sentiamo ormai da qualche anno parlare di emergenza educativa ma io amo di più l espressione Sfida educativa

Dettagli

EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI. ComeCercareClienti.com. Autore: Matteo Pasqualini

EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI. ComeCercareClienti.com. Autore: Matteo Pasqualini EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI ComeCercareClienti.com ComeCercareClienti.com Copyright Matteo Pasqualini Vietata la Autore: Matteo Pasqualini 1 ComeCercareClienti.com

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli dicembre 2010 Percorso formativo sperimentale di educazione economico-finanziaria Educare i giovani alla finanza e alle scelte di risparmio consapevoli La fiducia 2 La fiducia Durata: 1 ora. Obiettivo

Dettagli

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO Sommario Questo capitolo tratta di gioco d azzardo e di gioco d azzardo problematico. Le esercitazioni di questo capitolo le consentiranno

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso

gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso IL GIOCO D AZZARDO Il gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso cresce giorno per giorno, portando molte persone a bruciarsi il proprio stipendio in 10 minuti, guadagnato

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione?

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Prima di provare a rispondere a questa domanda mi pare indispensabile una premessa che contestualizzi l attuale situazione. Perché a

Dettagli

Il gioco d azzardo e FISCALITA

Il gioco d azzardo e FISCALITA Il gioco d azzardo e FISCALITA 11 aprile 2013 di Matteo Iori CoNaGGA e Associazione Onlus «Centro Sociale Papa Giovanni XXIII» 90 80 70 60 50 40 30 20 10 0 14,3 Fatturato dei giochi d azzardo negli ultimi

Dettagli

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO Sommario Questo capitolo l aiuterà a pensare al suo futuro. Ora che è maggiormente consapevole dei suoi comportamenti di gioco e dell impatto che l azzardo

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

Ideare e gestire una newsletter

Ideare e gestire una newsletter Ideare e gestire una newsletter Se correttamente gestita, una newsletter può diventare uno strumento davvero utile per tenere informati i visitatori di un sito e conquistare la fiducia e la fedeltà, dei

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI CAMERA DEI DEPUTATI 1/8 SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

COMPANY PROFILE bwin bwin bwin bwin bwin Italia bwin e Gioco Digitale Gruppo bwin Italia bwin Gioco Digitale,

COMPANY PROFILE bwin bwin bwin bwin bwin Italia bwin e Gioco Digitale Gruppo bwin Italia bwin Gioco Digitale, COMPANY PROFILE bwin Fondata nel 1997 e quotata alla Borsa di Vienna (ATX) dal 2000, bwin Interactive Entertainment AG ( bwin ) si è affermata rapidamente come uno dei principali operatori internazionali

Dettagli

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1%

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1% STORIA%E%ATTUALITÀ%DEL%GIOCO%A%DISTANZA%ITALIANO% Abstract( La presente scheda fornisce una sintesi della storia del gioco a distanza con vincita in denaro in Italia,interminidinormativaedidimensionietrenddelmercato.

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli

COME VINCERE CON LE SCOMMESSE SPORTIVE

COME VINCERE CON LE SCOMMESSE SPORTIVE COME VINCERE CON LE SCOMMESSE SPORTIVE Capitolo Uno. Pronosticare il risultato di uno specifico evento e scommettere sull'esito di quello stesso evento è la struttura di base di tutte le scommesse, da

Dettagli

FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO

FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO Sintesi dei risultati L indagine sul gioco d azzardo, commissionata dall Autorità Garante per l Infanzia e l Adolescenza, restituisce

Dettagli

Il manuale è concentrato su questi articoli:

Il manuale è concentrato su questi articoli: Questo manuale è stato creato per aiutare i team leader e gli assistenti nel loro lavoro, dandoli una dritta specifica su alcuni dei loro doveri principali nel dirigere i propri gruppi di lavoro. La dirigenza

Dettagli

professionisti e non, e familiari con un totale di 67 beneficiari, tra cui la maggioranza erano pazienti psichiatrici, anziani e disabili.

professionisti e non, e familiari con un totale di 67 beneficiari, tra cui la maggioranza erano pazienti psichiatrici, anziani e disabili. Testimonianza presentata al Convegno Amministrazione di sostegno e Volontariato svoltosi a Bologna il 14 ottobre 2011 Avvocato Carla Baiesi, Amministratore di Sostegno Mi è stato chiesto di dare al mio

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

Carboni&Partners GIOCO ONLINE. Un gioco, molti giochi. Milano, 7 luglio 2014

Carboni&Partners GIOCO ONLINE. Un gioco, molti giochi. Milano, 7 luglio 2014 GIOCO ONLINE Un gioco, molti giochi Milano, 7 luglio 2014 COS È IL GIOCO ONLINE? q Partecipazione del giocatore mediante tecnologia che consente comunicazione a distanza q Senza interazione fisica con

Dettagli

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Relazione dei Presidente CIDA, Silvestre Bertolini La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Prima di iniziare, vorrei ringraziare le autorità presenti in sala, che è sempre

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

9 marzo 2016. Tassazione giochi

9 marzo 2016. Tassazione giochi Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Nota a cura di Paola Serra Tassazione giochi 9 marzo 2016 Introduzione La tassazione dei giochi ha subito profondi cambiamenti nel tempo, rispondendo alle mutate

Dettagli

7 errori che distruggono le tue vendite in fiera

7 errori che distruggono le tue vendite in fiera 7 errori che distruggono le tue vendite in fiera INTRO: Ciao, mi chiamo Giampaolo Formica e sono uno specialista nella progettazione e realizzazione di stand fieristici per le PMI italiane. Probabilmente

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

Alcune proposte per combattere l azzardo. Luigino Bruni (Lumsa) 18 maggio 2015

Alcune proposte per combattere l azzardo. Luigino Bruni (Lumsa) 18 maggio 2015 Alcune proposte per combattere l azzardo Luigino Bruni (Lumsa) 18 maggio 2015 Alcune premesse Prima di arrivare al tavolo della regolazione, sono necessarie alcune premesse sull azzardo e sull azzardo

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

Ecommerce. di Gianluca Diegoli. 1. Alcune leggende da sfatare

Ecommerce. di Gianluca Diegoli. 1. Alcune leggende da sfatare 7 Ecommerce di Gianluca Diegoli 1. Alcune leggende da sfatare Si pensa spesso, da parte di un imprenditore, all ecommerce come a una panacea per un fatturato stagnante, o peggio come un arma magica che

Dettagli

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI www.effemagazine.it NOVEMBRE 2014 MENSILE - ANNO 4 - NUMERO 11 - NOVEMBRE 2014 POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - 70% - LO/MI 5,00 EURO 4,00 EURO TORNA L AVVERSIONE AL RISCHIO ECCO

Dettagli

Sisal è la Società pioniera nel mondo dei giochi in Italia, con il lancio nel 1946 della Schedina Sisal, diventata poi famosa come Totocalcio.

Sisal è la Società pioniera nel mondo dei giochi in Italia, con il lancio nel 1946 della Schedina Sisal, diventata poi famosa come Totocalcio. DAL 1946 UNA REALTÀ FONDATA SU UN SOGNO: RENDERE SEMPRE PIÙ SEMPLICE E DIVERTENTE LA VITA DEGLI ITALIANI, ATTRAVERSO VALORI, COMPORTAMENTI ETICI ED INIZIATIVE DI RESPONSABILITÀ SOCIALE Sisal è la Società

Dettagli

gioco&mercato Il punto vendita terra di conquista L esplosione

gioco&mercato Il punto vendita terra di conquista L esplosione L eterna sfida fra Lottomatica e Sisal e tra questi due concessionari e i Terzi incaricati si fa sempre più accesa. Facciamo i conti in tasca agli esercenti A cura di Remo Molinari e Marco Cerigioni gioco&mercato

Dettagli

8 Il futuro dei futures

8 Il futuro dei futures Introduzione Come accade spesso negli ultimi tempi, il titolo di questo libro è volutamente ambiguo, ma in questo caso non si tratta solo di un espediente retorico: come spero si colga nel corso della

Dettagli

Giovanna - Quali sono gli argomenti che si trattano all interno di questi colloqui?

Giovanna - Quali sono gli argomenti che si trattano all interno di questi colloqui? A PROPOSITO DI COACHING Giovanna Combatti intervista Giacomo Mosca Abbiamo chiesto a Giacomo Mosca, Formatore e Coach, Counsellor in Analisi Transazionale associato al CNCP (Coordinamento Nazionale Counsellor

Dettagli

start affiliazione by laservideo

start affiliazione by laservideo start affiliazione by laservideo concetto di affiliazione Affiliarsi a Laservideo è l opportunità più vantaggiosa per il tuo business, utilizzare un insegna riconosciuta e un allestimento di negozio testato

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Microguida Fiscale per chi vuole Guadagnare Online e vuole essere in regola

Microguida Fiscale per chi vuole Guadagnare Online e vuole essere in regola Microguida Fiscale per chi vuole Guadagnare Online e vuole essere in regola Cio' che scrivo e' corretto e deriva dalla generale esperienza, o ricerche su internet. Tuttavia, e' un po' generico e inoltre

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Ludopatia Per ludopatia (o gioco d azzardo patologico)

Dettagli

LA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE MARCON CHIARA E MARTINELLO CHIARA

LA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE MARCON CHIARA E MARTINELLO CHIARA LA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE MARCON CHIARA E MARTINELLO CHIARA EFFETTI DELLA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE CONSEGUENZE DA DIPENDENZA COME USCIRE DA QUESTO FENOMENO QUANTO E DIFFUSO ATTUALMENTE NEL

Dettagli

IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI

IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI Eccoci alla puntata finale del percorso di costruzione di un budget annuale: i visitatori del nostro sito www.controllogestionestrategico.it

Dettagli

Cos è il Marketing del consiglio?

Cos è il Marketing del consiglio? Cos è il Marketing del consiglio? Il Marketing del consiglio è uno dei metodi di commercializzazione dei prodotti con la crescita più rapida e peggio compresi al giorno d oggi. Marketing significa semplicemente

Dettagli

GIOCHI, GINESTRA (ASSOSNAI): "AGENZIE IN CRISI: VIA LE TABACCHERIE

GIOCHI, GINESTRA (ASSOSNAI): AGENZIE IN CRISI: VIA LE TABACCHERIE GIOCHI, GINESTRA (ASSOSNAI): "AGENZIE IN CRISI: VIA LE TABACCHERIE SCOMMESSE DA BAR E ROMA - Razionalizzare la rete di scommesse in Italia che "non può sopportare più di 3 mila punti fisici (contro gli

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Osservatorio Non Food XII Ediz. Anno 2014 (dati anno solare 2013)

Osservatorio Non Food XII Ediz. Anno 2014 (dati anno solare 2013) Osservatorio Non Food XII Ediz. Anno (dati anno solare ) Abstract A cura di Marco Cuppini, Research and Communication Director In collaborazione con TRADELAB Prefazione Il presente Rapporto sulla distribuzione

Dettagli

GET TEST Test sulle attitudini imprenditoriali

GET TEST Test sulle attitudini imprenditoriali GET TEST Test sulle attitudini imprenditoriali 1 URHM UNIVERSITY BUSINESS SCHOOL GENERL ENTERPRICING TENENCY (GET) TEST 2 INTROUZIONE Il Test è stato progettato per cogliere insieme e misurare un numero

Dettagli

1.1 Turnover / Raccolta Lorda... 2. 1.2 Restituzione per vincite (Payout)... 2. 1.3 Prelievo / Raccolta netta... 2. 2.1 Erario...

1.1 Turnover / Raccolta Lorda... 2. 1.2 Restituzione per vincite (Payout)... 2. 1.3 Prelievo / Raccolta netta... 2. 2.1 Erario... 1 DEFINIZIONI ECONOMICHE... 2 1.1 Turnover / Raccolta Lorda... 2 1.2 Restituzione per vincite (Payout)... 2 1.3 Prelievo / Raccolta netta... 2 2 RIPARTIZIONE TRA I DIVERSI SOGGETTI DEL PRELIEVO / RACCOLTA

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

IL COMPITO DELL ADULTO NEL PROCESSO DI CRESCITA DEL BAMBINO Cosa significa chiedere autonomia al bambino? Come sostenerlo?

IL COMPITO DELL ADULTO NEL PROCESSO DI CRESCITA DEL BAMBINO Cosa significa chiedere autonomia al bambino? Come sostenerlo? IL COMPITO DELL ADULTO NEL PROCESSO DI CRESCITA DEL BAMBINO Cosa significa chiedere autonomia al bambino? Come sostenerlo? Il senso dei due incontri che vengono proposti sta nel riflettere sulla nostra

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007

RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007 RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007 Il 1 giugno abbiamo ricevuto la Vostra piattaforma per il rinnovo

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

Viaggiare, fotografare, guadagnare

Viaggiare, fotografare, guadagnare Paolo Gallo Viaggiare, fotografare, guadagnare Crea il tuo secondo stipendio con il Microstock Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun

Dettagli

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo.

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo. Sponsorizzazione Magica www.sponsorizzazionemagica.com Bonus Speciale Obiezioni: Come Gestire FACILMENTE le obiezioni dei Tuoi Contatti Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare 16 maggio 2013

Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare 16 maggio 2013 Gioco d azzardo d e dipendenzad Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare Lo scopo di una Informativa Breve La collana In Breve fornisce ai Consiglieri regionali informazioni

Dettagli

Giftsitter: il nuovo modo per ricevere i regali

Giftsitter: il nuovo modo per ricevere i regali Giftsitter: il nuovo modo per ricevere i regali di Redazione Sicilia Journal - 03, ott, 2014 http://www.siciliajournal.it/giftsitter-modo-per-ricevere-i-regali/ liste regalo: semplice, intuitiva, veloce.

Dettagli

L idea imprenditoriale

L idea imprenditoriale 16 L idea imprenditoriale Una buona idea Una volta che hai precisato le tue attitudini e propensioni personali, è giunto il momento di muovere i veri primi passi nel mondo dell imprenditoria e di iniziare

Dettagli

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Il Progetto di Educazione Scientifica promosso dalla Regione Toscana ha coinvolto i docenti in un attività

Dettagli

Maurizio Del Corso. Internet CASH. I Segreti per guadagnare veramente dalla rete

Maurizio Del Corso. Internet CASH. I Segreti per guadagnare veramente dalla rete Maurizio Del Corso Internet CASH I Segreti per guadagnare veramente dalla rete 1 Titolo Internet CASH Autore Maurizio Del Corso Editore Top Ebook Sito internet http://www.top-ebook.it ATTENZIONE: questo

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Tommaso

Dettagli

FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA

FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA Marco Betti @marcobetti_ Alberto Gherardini @albgherardini IL RAPPORTO 2013 Obiettivo: Raccogliere e sistematizzare

Dettagli

staminali Ricercatore su cellule

staminali Ricercatore su cellule Ricercatore su cellule staminali Ci sono molte buone ragioni per accettare questo progetto: La ricerca sulle cellule staminali embrionali offre la possibilità di accrescere le nostre conoscenze sulle cellule

Dettagli

Relazione al bilancio 2012

Relazione al bilancio 2012 Relazione al bilancio 2012 L assemblea di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino della nostra associazione in quanto segna un passaggio importante sulla sua esistenza e più ogni altro elemento

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA Presso la Business Community e presso la popolazione di Brasile Ricerca di mercato condotta da: GPF&A e Ispo Ltd Per conto di: Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento per le Politiche di Sviluppo

Dettagli