Progetto Imparare on-line

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto Imparare on-line"

Transcript

1 I.I.S. Enrico De Nicola Piove di Sacco (PD) Progetto Imparare on-line CLASSE 4 AEM Docente: A.S. 2013/2014 Prof. Maria Nives Forlin

2 1. IL CODICE DEL CONSUMO.....pag L AGCM pag I CASI DI PUBBLICITA INGANNEVOLE: 3.1 Hyundai Motor Company Italy S.r.l pagg TIM - Promozione carta vacanze pagg NGM Telefoni Aquasafe pagg CocaCola Pubblicità ingannevole......pagg Biobottle di acqua Sant Anna pag Poltrone Sofà Nuova collezione a metà prezzo......pagg Fiat per il tuo usato da rottamare.. pagg Passa a Vodafone!....pagg SNAI L ormone della felicità pagg GALBUSERA Meno grassi pagg FIAT Blocco del prezzo del carburante.. pagg AUDI Italia. Land of quattro......pagg VODAFONE Free music for you pag. 26

3 3.14 Alpitour Hotel Les Quatre Saisons Hacienda pagg ENI S.p.A pag MSC Crociere.... pagg CONSUMER PROTECTION AND ADVERTISING: 4.1 ASA Advertising Standards Authority....pagg ASA ruling Travelzoo Europe...pag Advertising regulation in Netherland...pagg CONCLUSIONI...pag.37 BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA......pag.38 ELENCO ALUNNI pag. 39

4 Il Codice del Consumo (D.Lgs. 6 settembre 2005, n 206), rappresenta il testo fondamentale di riferimento in materia di tutela dei diritti dei consumatori e degli utenti. In un unico testo è stata raccolta e riordinata tutta la normativa in materia di tutela dei consumatori che era in parte contenuta nel Codice Civile e, in parte, in altre normative con l intento di coordinare la disciplina italiana ai principi comunitari. La disciplina dettata mira a tutelare il consumatore in tutti i processi negoziali e/o contrattuali a cui lo stesso partecipa sia come singolo, sia in forma collettiva. Il Codice del Consumo affronta i temi principali contro i quali lottano le associazioni di tutela dei consumatori: 1. Televendite; 2. Pacchetti turistici; 3. Pubblicità ingannevoli; 4. Corretta informazione all utente; 5. Diritto di recesso; 6. Trasparenza del mercato; 7. Contratti conclusi fuori dai locali commerciali e a distanza. Il Codice del Consumo definisce consumatori coloro che agiscono come privati, non come imprenditori o professionisti. A tali soggetti vengono riconosciuti i diritti alla salute, alla qualità ed efficienza dei prodotti e dei servizi, ad un adeguata informazione e corretta pubblicità, all educazione al consumo, ad agire in giudizio a tutela di interessi collettivi. Inoltre il Codice, tutela i consumatori dalle cosiddette clausole vessatorie, clausole contrattuali che prevedono maggiori obblighi e meno diritti per il consumatore. Tali clausole vengono dichiarate nulle anche se il consumatore le ha accettate. Tutti questi diritti, tutelati dal Codice, hanno l obiettivo di garantire il pieno, corretto e consapevole esercizio della libertà di scelta del consumatore, protetto anche dalla costituzione agli articoli 32 e 47, rispettivamente diritto alla salute e tutela dl risparmio. TRAMARIN CHIARA 1

5 L Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, meglio nota come Antitrust, è stata istituita in Italia nel E un istituzione indipendente, che prende le sue decisioni sulla base della legge, senza possibilità di ingerenze da parte del Governo né di altri organi della rappresentanza politica. L Autorità garantisce il rispetto delle regole che vietano le intese anticoncorrenziali tra imprese, gli abusi di posizione dominante e le concentrazioni in grado di creare o rafforzare posizioni dominanti dannose per la concorrenza, con l obiettivo di migliorare il benessere dei cittadini. Nel 1992 è stata affidato all'antitrust il compito di contrastare la pubblicità ingannevole delle aziende. Dal 2007 l'autorità tutela i consumatori (e dal 2012 anche le microimprese) dalle pratiche commerciali scorrette delle imprese. Per garantire che il confronto sul mercato avvenga lealmente interviene anche contro la pubblicità comparativa che getta discredito sui prodotti dei concorrenti o confonde i consumatori. Dal 2012 è stata affidata all Antitrust la tutela amministrativa contro le clausole vessatorie inserite nei contratti con i consumatori. Dal 2004 applica la legge sul conflitto di interessi dei titolari delle cariche di Governo. L Autorità è organo collegiale e le sue decisioni vengono assunte a maggioranza. Il Presidente e i componenti dell Autorità sono nominati dai Presidenti di Camera e Senato e durano in carica 7 anni, non rinnovabili. Il personale dell Autorità attualmente è composto da 262 unità (al 31 dicembre 2012). La sede unica dell'autorità garante della concorrenza e del mercato è a Roma. Quali sono i compiti dell'autorità I principali ambiti di intervento dell Autorità sono: a) garantire la tutela della concorrenza e del mercato; b) contrastare le pratiche commerciali scorrette nei confronti dei consumatori e delle microimprese, tutelare le imprese dalla pubblicità ingannevole e comparativa, nonché vigilare affinché nei rapporti contrattuali tra aziende e consumatori non vi siano clausole vessatorie; c) vigilare sui conflitti di interesse in cui possono incorrere i titolari di cariche di Governo d) attribuire alle imprese che ne facciano richiesta il rating di legalità. Inoltre, le competenze dell Autorità comprendono anche: la repressione degli abusi di dipendenza economica che abbiano rilevanza per la tutela della concorrenza e del mercato, la vigilanza sui rapporti contrattuali nella filiera agro-alimentare, l applicazione della normativa nazionale relativa al ritardo nei pagamenti; il potere di vigilanza sulla commercializzazione dei diritti sportivi; i poteri consultivi previsti dal Codice delle comunicazioni elettroniche in materia di trasferimento delle radiofrequenze e di analisi dei mercati rilevanti dei prodotti e servizi relativi alle comunicazioni elettroniche. TRAMARIN CHIARA 2

6 RICORRENTE: Assoutenti, associazione di consumatori, in qualità di segnalante. DATA DEL RICORSO: 10 maggio 2011 CONTRO: Hyundai Motor Company Italy S.r.l. (di seguito anche Hyundai) in qualità di professionista, società operante nella produzione e nel commercio all ingrosso e al dettaglio di autoveicoli. PRODOTTO: autovetture Hyundai MESSAGGIO: l associazione segnalante lamenta che i messaggi pubblicitari apparsi su numerosi quotidiani ometterebbero di indicare che alcune parti e componenti dell autovettura godrebbero, in realtà, di una garanzia temporale inferiore a quella (quinquennale) reclamizzata. Nello specifico, nel quotidiano la Repubblica del 10 novembre 2010, sul lato destro della pagina, è stato pubblicato il seguente messaggio: 5 ANNI DI TRIPLA FIDUCIA, accompagnato dalle affermazioni, collocate in fondo alla pagina, sul lato destro: GARANZIA KM ILLIMITATI SOS ASSISTENZA STRADALE CONTROLLI GRATUITI. DATA SEGNALAZIONE ALLE PARTI: 11 luglio 2011 PARERE DELL AUTORITA: sul sito della casa automobilistica rilevato in data 21 giugno 2011, alla voce 5 ANNI DI GARANZIA, nulla veniva specificato circa le condizioni di applicazione della stessa. Soltanto alla voce generica GARANZIA venivano chiariti i reali limiti di estensione della garanzia offerta. In particolare, alcune parti e componenti delle autovetture beneficiavano di una garanzia inferiore ai cinque anni, dovuta alla loro deperibilità: batterie (garanzia di due anni/ chilometraggio illimitato) e ricambi (garanzia di 2 anni/chilometraggio illimitato). Inoltre, nella campagna pubblicitaria diffusa attraverso quotidiani e volantini a partire dal novembre 2010 non veniva in alcun modo precisato che la garanzia quinquennale si applicava solo ad alcuni modelli della gamma Hyundai. Tale ulteriore limitazione veniva nuovamente specificata solo nel sito nella sezione Garanzia: garanzia 5 anni modelli i10, i20, i30, ix20, ix35( benzina e diesel ), Santa Fe e Genesis Coupé. Tutti gli altri modelli benzina e diesel garanzia generale 3 anni. Con parere pervenuto in data 23 novembre 2011 la suddetta Autorità ha ritenuto che la pratica commerciale in esame risulta scorretta ai sensi degli artt. 20 e 22 del Codice del Consumo. 3

7 PROVVEDIMENTO DEFINITIVO: 23 novembre 2011 ESITO: la condotta descritta risulta, pertanto, ingannevole ai sensi dell articolo 22 del Codice del Consumo in quanto nel messaggio contestato vengono omesse informazioni rilevanti per valutare la reale convenienza dei servizi offerti nel pacchetto garanzia di 5 anni che costituisce il claim ricorrente della campagna pubblicitaria in esame. NOTE: si ritiene di quantificare nei confronti di Hyundai una sanzione amministrativa pecuniaria di base pari a (sessantamila euro). Inoltre, in considerazione della situazione economica del professionista, che presenta condizioni economiche non positive con un bilancio in perdita, si ritiene congruo determinare l importo della sanzione amministrativa pecuniaria applicabile a Hyundai nella misura di (cinquantamila euro). MATTERAZZO NICOLAS CARRARO MARTA 4

8 RICORRENTE: Altroconsumo, associazione di consumatori DATA DEL RICORSO: giugno 2012 CONTRO: Telecom Italia S.p.A. PRODOTTO: servizi telefonici MESSAGGIO: Con la nuova CARTA VACANZE 2012 di Tim, disponibile per tutti i clienti ricaricabili al costo di 9 euro, per 30 giorni si potranno avere CHIAMATE SENZA LIMITI verso numeri Tim, SMS e MMS SENZA LIMITI verso tutti i Tim e NAVIGAZIONE INTERNET su apn wap.tim.it SENZA LIMITI DI TEMPO MA CON UNA SOGLIA DI 500MB che, una volta superata, limiterà la velocità di trasferimento dati a 32kbps. La promo non è valida per l uso del telefonino con modem e per l uso di applicazioni VoIP E Peer To Peer. Al superamento dei minuti/sms inclusi, si applica la tariffa del piano o di eventuali promozioni attive. Alla scadenza di Carta Vacanze verrà attivato in automatico l opzione TIMxTUTTI, per continuare a chiamare tutti i numeri Tim senza limiti al costo di 3 /sett. Carta vacanze è compatibile e si affianca a tutti i profili tariffari e tutte le opzioni attive sulla linea ed è possibile attivarla una sola volta ed entro il 5 agosto DATA SEGNALAZIONE ALLE PARTI: 12 giugno 2012 PARERE DELL AUTORITÁ: l Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni non ha comunicato il proprio parere entro il termine di trenta giorni dal ricevimento della richiesta e non ha rappresentato ulteriori esigenze istruttorie. L unica norma nazionale di rango primario nel settore delle telecomunicazioni dove è menzionata la parola pubblicità è la legge istitutiva dell Agcom (legge n.249/97) che all articolo 1, comma 6, lettera b, p.to 5, dispone che la Commissione per i Servizi e i Prodotti (CSP) di Agcom in materia di pubblicità sotto qualsiasi forma e di televendite, emana i regolamenti attuativi delle disposizioni di legge e regola l interazione organizzata tra il fornitore del prodotto o servizio o il gestore di rete e l utente, che comporti acquisizione di informazioni dall utente, nonché l utilizzazione delle informazioni relative agli utenti. Questa norma, tuttavia, non avendo derivazione comunitaria, non è idonea ad escludere l applicazione della normativa generale in materia di pratiche commerciali scorrette. Si tratta peraltro, di una norma priva del carattere di specialità in quanto riconosce una competenza, senza dettare alcuna disciplina dettagliata in materia di pubblicità. 5

9 PROVVEDIMENTO DEFINITIVO: 20 marzo 2013 ESITO: ingannevole ai sensi degli articoli 20, 21 e 22 del Codice del Consumo. Nel merito, con riferimento allo spot televisivo, la presentazione complessiva del messaggio pubblicitario è idonea ad indurre il consumatore ad assumere una decisione commerciale che non avrebbe altrimenti preso. Infatti, il ripetitivo ed enfatico riferimento al viaggio in Cina e il diretto collegamento che lo spot realizza tra il notevole costo del viaggio ( Costa troppo andare in Cina ) e il vantaggio economico derivante dall utilizzo della Carta Vacanze ( Ma io ho Tim con Carta Vacanze risparmio ) sono elementi idonei ad ingenerare nell utente l erroneo convincimento che la carta sia utilizzabile, con notevole vantaggio economico, soprattutto per coloro che intraprendono un viaggio all estero. La decodifica del messaggio effettuata dal consumatore per i dialoghi contenuti, per la stessa denominazione del prodotto ( Carta Vacanze ) nonché infine per l esaltazione delle sue caratteristiche ( Senza Limiti ), è nel senso di poter effettuare telefonate e navigazione internet anche all estero. NOTE: l Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha deliberato di irrogare a Telecom Italia S.p.A. una sanzione amministrativa pecuniaria di (novantamila euro). RIGATO MATTIA 6

10 RICORRENTE: ITTM S.r.l. in qualità di segnalante DATA DEL RICORSO: 20 settembre 2012 CONTRO: NGM Italia S.r.l. PRODOTTO: linea di telefoni Aquasafe, particolarmente resistenti all acqua e alla polvere, e pertanto, adatti ad un utilizzo degli stessi in condizioni atmosferiche critiche. MESSAGGIO: il messaggio in esame presentava una home page di apertura in cui venivano descritte le caratteristiche e proprietà della linea AquaSafe. Il claim principale recitava: NGM AQUASAFE, NON MANEGGIARE CON CURA. Nella descrizione sottostante intitolata TELEFONI VERSATILI PER GENTE VERSATILE, era riportata la seguente indicazione: I modelli della gamma AquaSafe sono caratterizzati da una particolare solidità di progettazione con guarnizioni interne, chiusura ermetica della cover posteriore, scocca rinforzata nella parte posteriore e lungo il perimetro del telefono. Queste specifiche progettuali consentono di poter garantire la resistenza all acqua (Conformità agli standard IP68 per WeMove Explorer e IPX5 per gli altri modelli) e alla polvere, per un utilizzo outdoor e in condizioni ambientali critiche, dove il telefono è esposto agli agenti atmosferici e a rischio di urti accidentali ( ). DATA SEGNALAZIONE ALLE PARTI: 17 ottobre 2012 PARERE DELL AUTORITÁ: poiché la pratica commerciale oggetto del presente provvedimento è stata diffusa attraverso il sito internet del professionista, in data 8 aprile 2013 è stato richiesto il parere all Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ai sensi dell articolo 27, comma 6, del Codice del Consumo. Con parere pervenuto in data 8 maggio 2013, la suddetta Autorità ha ritenuto che la pratica commerciale in esame risulta scorretta ai sensi degli artt. 20, 21, 22 e 23, comma 1, lettera d), del Codice del Consumo, sulla base delle seguenti considerazioni: - il messaggio diffuso via internet può indurre il consumatore medio all acquisto di uno dei prodotti denominati AquaSafe contando sulla promessa non corretta che gli stessi sono particolarmente resistenti all acqua; - tutti i modelli di apparecchio, ad eccezione di uno, infatti, non hanno superato la prova tecnica a cui sono stati sottoposti durante un procedimento pendente davanti al Tribunale di Milano e, pertanto, non sono conformi alle caratteristiche di resistenza agli agenti atmosferici, come indicate nel messaggio in esame; - la condotta descritta deve, pertanto, considerarsi ingannevole in quanto sono state fornite ai consumatori informazioni non rispondenti al vero, ambigue, inesatte, fuorvianti o incomplete riguardo alla gamma di prodotti AquaSafe. 7

11 PROVVEDIMENTO DEFINITIVO: 8 aprile 2013 ESITO: ingannevole. La pratica commerciale in esame risulta scorretta ai sensi degli articoli 20 e 21 del Codice del Consumo in quanto contraria alla diligenza professionale ed idonea ad indurre in errore il consumatore medio. NOTE: ai sensi del combinato disposto dell articolo 27, comma 9, del Codice del Consumo e dell'articolo 23, comma 12-quinquiesdecies, del D.L. 6 luglio 2012, n. 95, come modificato dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, con il provvedimento che vieta la pratica commerciale scorretta, l Autorità dispone l applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da a euro, tenuto conto della gravità e della durata della violazione. Con riguardo alla gravità della violazione, si tiene conto nella fattispecie in esame delle dimensioni economiche del professionista che rappresenta un impresa minore sul mercato dei produttori di apparecchiature per la telefonia mobile e della diffusione della pratica tramite il sito internet del professionista. Per quanto riguarda la durata della violazione, dagli elementi disponibili in atti risulta che la pratica commerciale è stata posta in essere almeno dal 20 settembre 2012 sino al 30 novembre Sulla base di tali elementi, si ritiene di determinare l importo della sanzione amministrativa pecuniaria applicabile a NGM nella misura di (centocinquantamila euro). COCCATO DEBORA 8

12 RICORRENTE: Associazione Lo Sportello del Consumatore, in qualità di segnalante. DATA DEL RICORSO: 20 settembre 2012 CONTRO: gruppo americano The Coca Cola Company, presente in Italia tramite Coca Cola Italia S.r.l. e Coca Cola HBC Italia S.r.l. PRODOTTO: bibita Coca Cola MESSAGGIO: sul messaggio apparso sul settimanale Panorama n. 35 del 22 agosto 2012 indicato dal claim principale SCOPRI TUTTO QUELLO CHE C É DA SAPERE SU COCA COLA (TERREMO SEGRETA SOLO LA RICETTA), dopo aver descritto la scoperta della formula della famosa bevanda e aver raffigurato i formati della bottiglia succedutisi nel tempo, è volta alla presentazione delle caratteristiche nutrizionali del prodotto, SVELIAMO GLI INGREDIENTI!, cui segue una dettagliata lista con le proprietà degli stessi. Un messaggio a mezzo stampa dal contenuto similare è apparso su un libretto allegato alla rivisita Famiglia Cristiana n. 31 del 29 luglio Anch esso si sofferma sulla descrizione degli ingredienti contenuti nella bevanda e delle loro indicazioni nutrizionali. Il Libretto si compone poi di un ulteriore sezione, RISPOSTE ALLE DOMANDE PIÚ FREQUENTI, che è volta a promuovere il consumo del prodotto come una valida scelta sotto il profilo nutrizionale (anche rispetto ad altri alimenti e bevande), pure per soggetti che seguono regimi alimentati dietetici e controllati. DATA SEGNALAZIONE ALLE PARTI: 25 febbraio 2013 PARERE DELL AUTORITÁ: dalla documentazione trasmessa dal professionista nel corso del procedimento è emerso che non sono state diffuse ulteriori tipologie di messaggio rispetto a quelle contestate nel periodo luglio/ottobre In data 10 aprile 2013, Coca Cola Italia S.r.l. ha presentato formali impegni ai sensi dell articolo 27, comma 7, del Codice del Consumo, volti a rimuovere i profili di scorrettezza della pratica commerciale oggetto di contestazione, attraverso le seguenti condotte: a) Astensione dalla diffusione futura del messaggio a mezzo stampa (rilevato sul settimanale Panorama n. 35 del 22 agosto 2012), nella versione contestata; b) Modifica del testo dell opuscolo, allegato alla rivista Famiglia Cristiana n. 31 del 29 luglio

13 PROVVEDIMENTO DEFINITIVO: 23 luglio 2013 ESITO: gli impegni proposti da Coca Cola Italia S.r.l. sono stati ritenuti idonei a sanare i possibili profili di illegittimità della pratica commerciale contestati nella comunicazione di avvio del 25 febbraio Al riguardo, va rilevata, anzitutto, la cessazione della campagna pubblicitaria nei contenuti contestati nella comunicazione di avvio del procedimento. Infatti, la Parte si è impegnata a non riproporre per il futuro la pagina diffusa a mezzo stampa, quale quella rilevata in particolare sul settimanale Panorama n. 35 del 22 agosto Inoltre, quanto all opuscolo, che rimane l unica tipologia di comunicazione, appaiono congrue le modifiche e precisazioni che, nell ambito di una più ampia informazione nutrizionale veicolata attraverso detto opuscolo, verranno fornite circa le effettive caratteristiche del prodotto. GOBBI SIMONE 10

14 RICORRENTE: Mineracqua DATA DEL RICORSO: fine 2010 CONTRO: Fonti di Vinadio S.p.A. PRODOTTO: bottiglie BioBottle realizzate in polimeri naturali MESSAGGIO: L uso delle risorse sostenibili e la produzione ecosostenibile combattono l effetto serra, 650 milioni di bottiglie Sant Anna BioBottle permettono un risparmio di barili di petrolio con cui riscaldare per un mese una città di abitanti e riducono le emissioni di CO2 pari a un auto che compia il giro del mondo volte in un anno. DATA SEGNALAZIONE ALLE PARTI: 19 giugno 2012 PARERE DELL AUTORITA : la pratica commerciale in esame risulta scorretta ai sensi degli articoli 20, comma 2, e 21, comma 1, lettera b), del Codice del Consumo, in quanto contraria la diligenza professionale e idonea, mediante una non corretta rappresentazione delle caratteristiche ambientali della bottiglia BioBottle, con riguardo al risparmio di petrolio e alla riduzione di emissioni di CO2 connessi alla sua produzione, a falsare in misura apprezzabile il comportamento economico del consumatore medio in relazione al prodotto pubblicizzato dal professionista. PROVVEDIMENTO DEFINITIVO: 17 settembre 2012 ESITO: ingannevole ai sensi degli articoli 20, comma 2, e 21, comma 1, lettera b) del Codice del Consumo. NOTE: sanzione amministrativa pecuniaria applicabile alla società Fonti di Vinadio S.p.A. nella misura di TRAMARIN CHIARA 11

15 RICORRENTE: Natuzzi S.p.A., società che commercializza divani, poltrone e complementi d arredo con il marchio Divani&Divani. DATA DEL RICORSO: 20 novembre 2009 CONTRO: Poltronesofà S.p.A., società attiva nel commercio al dettaglio di mobili. PRODOTTO: Sofà letto a 3 posti, Zafferano. MESSAGGIO: NUOVA COLLEZIONE SOFASHION A META PREZZO, META PREZZO, 690, Zafferano ora a soli 690. E di seguito Puoi scegliere tra tutti i tessuti della collezione Glamour senza costi aggiuntivi. Disponibile anche nella versione 4 posti, intermedio, [ ]. La promozione è valida fino al 29 novembre nei tessuti della collezione Glamour. DATA SEGNALAZIONE ALLE PARTI: 9 marzo 2010 PARERE DELL AUTORITA : secondo l evidenze raccolte dall Autority, il sofà letto Zafferano a tre posti, nel periodo di validità dell offerta, è stato venduto, anziché al prezzo pubblicizzato di 690, al prezzo di 990, comprensivo di 690 per il divano e di 300 per il letto con materasso. Per questo motivo la pratica commerciale risulta scorretta ai sensi degli artt. 20,21,22,23 del Codice del Consumo in quanto i messaggi pubblicitari in contestazione inducono nel consumatore il convincimento di poter acquistare il determinato bene a condizioni economiche particolarmente vantaggiose e inoltre i messaggi contestati, non fornendo indicazioni chiare e dettagliate in merito alle caratteristiche dell offerta, risultano esser ingannevoli e quindi idonei ad indurre in errore il consumatore medio inducendolo ad assumere una decisione di carattere commerciale che altrimenti non avrebbe preso. 12

16 PROVVEDIMENTO DEFINITIVO: 2 luglio 2010 ESITO: ingannevole. L Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ritiene che alla società sia irrogata una sanzione amministrativa pecuniaria di ZULIAN GIULIA 13

17 RICORRENTE: Ironmauro. DATA DEL RICORSO:23 settembre 2008 CONTRO: Fiat Group Automobiles S.p.a PRODOTTO: Fiat 500 MESSAGGIO: Sulla gamma Fiat fino a per il tuo usato da rottamare. Anticipo zero e inizi a pagare dal DATA SEGNALAZIONI ALLE PARTI: 25 febbraio 2009 PARERE DELL AUTORITÁ: poiché la pratica commerciale oggetto del presente provvedimento è stata diffusa tramite televisione, in data 25 febbraio 2009 è stato richiesto il parere all Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ai sensi dell articolo 27,comma 6, del Codice del Consumo. Con parere pervenuto in data 30 marzo 2009, la suddetta Autorità ha ritenuto che la pratica commerciale in esame risulti scorretta, sulla base delle seguenti considerazioni: a) con riferimento al profilo della completezza e della veridicità delle informazioni da fornire in ordine alle reali condizioni e ai limiti di applicazione dell'offerta promozionale in esame, in particolare a quelle di vendita e di finanziamento delle autovetture Fiat, il consumatore deve essere posto nella condizione di averne chiara, immediata e fondata contezza, ai fini della valutazione circa la convenienza dell'acquisto del bene pubblicizzato; b) che acquisiscono rilevanza ai fini del giudizio di scorrettezza e di ingannevolezza della pratica commerciale posta in essere dalla società Fiat Group Automobiles S.p.A. le informazioni che non presentano in modo corretto ovvero omettono del tutto riferimenti ad alcune condizioni essenziali di vendita e di finanziamento del bene offerto dal professionista come quelle riguardanti il pagamento tramite rate, il finanziamento a tasso zero e il contributo per la rottamazione; c) che la scorrettezza della pratica commerciale contestata non può essere esclusa dalla circostanza che il consumatore sia in grado di apprendere le informazioni circa le condizioni di acquisto del bene offerto in promozione nel momento successivo al primo contatto pubblicitario mediante l'accesso al sito internet del professionista ovvero presso le singole concessionarie, imponendosi, dunque, al professionista un preciso onere di chiarezza e completezza nella redazione della propria comunicazione d'impresa; 14

18 d) che le scritte contenenti le informazioni essenziali sopra specificate riportate esclusivamente nei cartelli finali quali, non risultano facilmente percepibili da parte del pubblico, in quanto, oltre a essere decontestualizzate rispetto alla narrazione dello spot, appaiono in sovrimpressione per una durata eccessivamente breve e comunque inferiore rispetto a quella complessiva del filmato con dimensione dei caratteri per di più ridotta, nel senso che appaiono decisamente inferiori rispetto a quella delle altre scritte precedenti; e) per la scelta di caratteri eccessivamente ridotti, le informazioni contenute nei cartelli finali appaiono formulate in modo estremamente ambiguo ed oscuro, non consentendo al pubblico di comprendere quale sia il reale contenuto di quanto pubblicizzato. PROVVEDIMENTO DEFINITIVO: 23 febbraio 2010 ESITO: ingannevole NOTE: con riguardo alla gravità della violazione, l obbligo di completezza e chiarezza delle informazioni veicolate si presenta particolarmente stringente, anche in considerazione del fatto che la concorrenza nel settore della vendita di automobili si svolge principalmente intorno alla variabile prezzo. Va considerato, che sussistono circostanze aggravanti, in quanto il professionista risulta già destinatario di provvedimenti in violazione del Titolo III, Capo I, del Decreto Legislativo n. 206/05 in tema di pratiche commerciali scorrette. Considerati tali elementi, si ritiene di quantificare alla Fiat Group Automobiles S.p.A. una sanzione amministrativa pecuniaria pari a In ragione, tuttavia, della circostanza attenuante derivante dal ravvedimento operoso relativo alla definitiva sospensione della pratica a partire dal dicembre 2008, si ritiene di irrogare alla Fiat Group Automobiles S.p.A. una sanzione pari a RUZZON SOFIA 15

19 RICORRENTE:Movimento Difesa del Cittadino DATA DEL RICORSO: 7 luglio 2005 CONTRO: Vodafone Omnitel N.V. PRODOTTO: Passa a Vodafone. Avrai 600 di telefonate in regalo MESSAGGIO: il messaggio diffuso a mezzo stampa, di identico contenuto su tutte le testate sopra indicate, riproduce un'immagine della nota testimonial Vodafone che sorride con in mano un telefonino nel cui schermo si nota il marchio della società stessa. In alto, a sinistra, il claim principale recita "Passa a Vodafone. Avrai 600 di telefonate in regalo", nel quale il riferimento ai 600 euro risulta enfatizzato dall'utilizzo di caratteri più grandi. Sotto, in caratteri minori, viene prima riportato "Solo se passi a Vodafone e mantieni il tuo numero ricevi in regalo fino a 600 di telefonate" e poi, in caratteri nuovamente più piccoli, "Fino al 18/09/05. Il traffico voce nazionale effettuato per 30 giorni dall'attivazione, ti verrà restituito con un bonus fino a 300 e in più per ogni ricarica di almeno 25 effettuata nei 2 mesi successivi all'attivazione riceverai 10 di ricarica omaggio fino a 300. Per info vai su (sito 190) o nei negozi Vodafone". DATA SEGNALAZIONE ALLE PARTI: 18 agosto 2005 PARERE DELL AUTORITA : considerato che i messaggi segnalati prospettano la possibilità di ottenere 600 euro di telefonate in regalo passando a Vodafone, non evidenziando con chiarezza che di tale traffico telefonico si potrebbe beneficiare solo attraverso complesse prestazioni a titolo oneroso ed ulteriori rispetto alla mera portabilità del proprio numero; considerato che tale prospettazione di traffico telefonico in regalo a fronte del semplice passaggio a Vodafone attiene ad aspetti essenziali per le valutazioni economiche dei consumatori e che, già ad una prima delibazione della fattispecie, i messaggi pubblicitari appaiono inidonei ad indicare in modo chiaro ed immediatamente percepibile le condizioni effettive di fruibilità della promozione pubblicizzata; considerato che i messaggi segnalati fanno parte di una campagna pubblicitaria relativa ad una promozione pubblicizzata attraverso diversi mezzi di comunicazione tra i quali stampa, affissionali e rete internet e attualmente commercializzata; considerato che dagli elementi acquisiti non risulta univocamente accertata la data di effettiva cessazione della diffusione della tabellonistica segnalata. 16

20 PROVVEDIMENTO DEFINITIVO: 15 febbraio 2006 ESITO: ingannevole. Poiché: a) che il messaggio pubblicitario avente ad oggetto l'offerta "Passa a Vodafone" descritto al punto II.1 del presente provvedimento, diffuso dalla società Vodafone Omnitel N.V., costituisce, per le ragioni e nei limiti esposti in motivazione, una fattispecie di pubblicità ingannevole ai sensi degli artt. 19, 20, e 21, lettere a) e b ), del Decreto Legislativo n. 206/05, e ne vieta l'ulteriore diffusione; b) che il messaggio pubblicitario avente ad oggetto l'offerta "Passa a Vodafone" descritto al punto II.2 del presente provvedimento, diffuso dalle società Vodafone Omnitel N.V. e Elettrolandia S.r.l., costituisce, per le ragioni esposte in motivazione, una fattispecie di pubblicità ingannevole ai sensi degli artt. 19, 20 e 21 del Decreto Legislativo n. 205/06, e ne vieta l'ulteriore diffusione; c) che, per le violazioni di cui al punto a) e b), alla società Vodafone Omnitel N.V. sia irrogata una sanzione amministrativa pecuniaria pari a complessivi (quarantacinquemilacento euro); d) che, per la violazione di cui al punto b), alla società Elettrolandia S.r.l. sia irrogata una sanzione amministrativa pecuniaria pari a (mille euro). TOMASIN GIADA 17

PS7471 - HYUNDAI-GARANZIA 5 ANNI Provvedimento n. 23079

PS7471 - HYUNDAI-GARANZIA 5 ANNI Provvedimento n. 23079 PS7471 - HYUNDAI-GARANZIA 5 ANNI Provvedimento n. 23079 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 7 dicembre 2011; SENTITO il Relatore Dottor Antonio Pilati; VISTA la Parte

Dettagli

PS7450 - BNC CREDIT-MANCATA INDICAZIONE TAN E TAEG Provvedimento n. 23108

PS7450 - BNC CREDIT-MANCATA INDICAZIONE TAN E TAEG Provvedimento n. 23108 306 PS7450 - BNC CREDIT-MANCATA INDICAZIONE TAN E TAEG Provvedimento n. 23108 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 14 dicembre 2011; SENTITO il Relatore Professore

Dettagli

VISTO il Titolo III, Capo II, del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206, recante Codice del consumo;

VISTO il Titolo III, Capo II, del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206, recante Codice del consumo; Provvedimento PI5459 - PROMOZIONE FIAT FIVE tipo Chiusura istruttoria numero 16407 data 25/01/2007 PUBBLICAZIONE Bollettino n. 4/2007 Procedimento collegato (esito) - Ingannevole Testo Provvedimento PI5459

Dettagli

VISTO il Titolo III, Capo II, del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206, recante Codice del consumo;

VISTO il Titolo III, Capo II, del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206, recante Codice del consumo; Provvedimento PI5591 - FASTWEB-TUTTO GRATIS FINO A NATALE tipo Chiusura istruttoria numero 16759 data 18/04/2007 PUBBLICAZIONE Bollettino n. 16/2007 Procedimento collegato (esito) - Ingannevole Testo Provvedimento

Dettagli

VISTO il Regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità ingannevole e comparativa, di cui al D.P.R. 11 luglio 2003, n.

VISTO il Regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità ingannevole e comparativa, di cui al D.P.R. 11 luglio 2003, n. Provvedimento PI5990 - SALVA RATE IBL DI IBL BANCA tipo Chiusura istruttoria numero 17586 data 08/11/2007 PUBBLICAZIONE Bollettino n. 42/2007 PI5990 - SALVA RATE IBL DI IBL BANCA Provvedimento n. 17586

Dettagli

PS1875 - OPEL ITALIA Provvedimento n. 24585

PS1875 - OPEL ITALIA Provvedimento n. 24585 PS1875 - OPEL ITALIA Provvedimento n. 24585 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 29 ottobre 2013; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA la Parte II,

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. NELLA SUA ADUNANZA del 6 settembre 2012

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. NELLA SUA ADUNANZA del 6 settembre 2012 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 6 settembre 2012 SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

PS4729 - MERCEDES-CLASSE A Provvedimento n. 23449

PS4729 - MERCEDES-CLASSE A Provvedimento n. 23449 PS4729 - MERCEDES-CLASSE A Provvedimento n. 23449 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 28 marzo 2012; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA la Parte

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 19 marzo 2014; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 19 novembre 2014; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

3. CRCU Centro di Ricerca e tutela dei consumatori e degli utenti Sede provinciale di Trento, in qualità di segnalante.

3. CRCU Centro di Ricerca e tutela dei consumatori e degli utenti Sede provinciale di Trento, in qualità di segnalante. PS9368 - NEW UNIVERSAL-IMPIANTO FOTOVOLTAICO Provvedimento n. 25062 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 1 agosto 2014; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

Dettagli

Provvedimento PI6462 - OMOGENEIZZATI AL PROSCIUTTO DELLA NESTLÉ. Chiusura istruttoria. numero 18021. data 13/02/2008 PUBBLICAZIONE

Provvedimento PI6462 - OMOGENEIZZATI AL PROSCIUTTO DELLA NESTLÉ. Chiusura istruttoria. numero 18021. data 13/02/2008 PUBBLICAZIONE Provvedimento PI6462 - OMOGENEIZZATI AL PROSCIUTTO DELLA NESTLÉ tipo Chiusura istruttoria numero 18021 data 13/02/2008 PUBBLICAZIONE Bollettino n. 6/2008 Procedimento collegato (esito) - Ingannevole Testo

Dettagli

2. Associazione Difesa Consumatori e Ambiente (Adiconsum) di Pistoia, in qualità di segnalante.

2. Associazione Difesa Consumatori e Ambiente (Adiconsum) di Pistoia, in qualità di segnalante. PS6548 - PROJECT97-PUBBLICITÀ FINANZIAMENTI Provvedimento n. 22676 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 4 agosto 2011; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci;

Dettagli

Sintesi degli interventi dell Autorità sui messaggi pubblicitari nel settore delle comunicazioni.

Sintesi degli interventi dell Autorità sui messaggi pubblicitari nel settore delle comunicazioni. AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Sintesi degli interventi dell Autorità sui messaggi pubblicitari nel settore delle comunicazioni. 1. L Autorità, nei quindici anni di applicazione della

Dettagli

PS8801 - AUDI-PUBBLICITÀ LAND OF QUATTRO Provvedimento n. 24472

PS8801 - AUDI-PUBBLICITÀ LAND OF QUATTRO Provvedimento n. 24472 PS8801 - AUDI-PUBBLICITÀ LAND OF QUATTRO Provvedimento n. 24472 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 31 luglio 2013; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

Dettagli

PS7388 - FAMILY CREDIT-PUBBLICITÀ FINANZIAMENTI Provvedimento n. 23043

PS7388 - FAMILY CREDIT-PUBBLICITÀ FINANZIAMENTI Provvedimento n. 23043 BOLLETTINO N. 48 DEL 19 DICEMBRE 2011 211 PS7388 - FAMILY CREDIT-PUBBLICITÀ FINANZIAMENTI Provvedimento n. 23043 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 30 novembre 2011;

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo;

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo; L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 30 aprile 2015; SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. 234/15/CONS DIFFIDA ALLE SOCIETÀ NÒVERCA ITALIA S.R.L. E TELECOM ITALIA S.P.A. AL RISPETTO DEGLI ARTT. 70 E 71 DEL DECRETO LEGISLATIVO 1 AGOSTO

Dettagli

Provvedimento PS426 - GRUPPO CERRUTI MULTISERVICES-COSTI FINANZIAMENTO. tipo Chiusura istruttoria. numero 18723. data 07/08/2008 PUBBLICAZIONE

Provvedimento PS426 - GRUPPO CERRUTI MULTISERVICES-COSTI FINANZIAMENTO. tipo Chiusura istruttoria. numero 18723. data 07/08/2008 PUBBLICAZIONE Provvedimento PS426 - GRUPPO CERRUTI MULTISERVICES-COSTI FINANZIAMENTO tipo Chiusura istruttoria numero 18723 data 07/08/2008 PUBBLICAZIONE Bollettino n. 31/2008 PS426 - GRUPPO CERRUTI MULTISERVICES-COSTI

Dettagli

PS9009 - MONDIAL RELAX Provvedimento n. 24854

PS9009 - MONDIAL RELAX Provvedimento n. 24854 PS9009 - MONDIAL RELAX Provvedimento n. 24854 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 27 marzo 2014; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA la Parte II,

Dettagli

RECUPERO CREDITI DA PARTE DI GE.RI. e ELLIOT SOSPESA ATTIVITA PER PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE

RECUPERO CREDITI DA PARTE DI GE.RI. e ELLIOT SOSPESA ATTIVITA PER PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE NEWS 2014 News 2014.012 del 12/04/2014 RECUPERO CREDITI DA PARTE DI GE.RI. e ELLIOT SOSPESA ATTIVITA PER PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE L Antitrust ha intimato alla società di recupero crediti, la sospensione

Dettagli

AUTORITA GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Provvedimento 31 luglio 2008 n. 18698 Presidente e Relatore Catricalà

AUTORITA GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Provvedimento 31 luglio 2008 n. 18698 Presidente e Relatore Catricalà Il blocco della funzionalità dell apparecchio di telefonia mobile dopo il periodo di utilizzo esclusivo a favore dell operatore venditore integra limitazione dei diritti contrattuali dell utente, in dispregio

Dettagli

PS5491 - BCC DI BEDIZZOLE TURANO VALVESTINO-VARIAZIONE UNILATERALE TASSO Provvedimento n. 22789

PS5491 - BCC DI BEDIZZOLE TURANO VALVESTINO-VARIAZIONE UNILATERALE TASSO Provvedimento n. 22789 PS5491 - BCC DI BEDIZZOLE TURANO VALVESTINO-VARIAZIONE UNILATERALE TASSO Provvedimento n. 22789 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 14 settembre 2011; SENTITO il Relatore

Dettagli

DELIBERA DL/012/15/CRL/UD del 19 gennaio 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA F. M./WIND TELECOMUNICAZIONI xxx (LAZIO/D/581/2013)

DELIBERA DL/012/15/CRL/UD del 19 gennaio 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA F. M./WIND TELECOMUNICAZIONI xxx (LAZIO/D/581/2013) DELIBERA DL/012/15/CRL/UD del 19 gennaio 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA F. M./WIND TELECOMUNICAZIONI xxx (LAZIO/D/581/2013) IL CORECOM DELLA REGIONE LAZIO Nella Riunione del 19 gennaio 2015; VISTA

Dettagli

PS8151 VENDITA FARMACI ON LINE Provvedimento n. 23632

PS8151 VENDITA FARMACI ON LINE Provvedimento n. 23632 PS8151 VENDITA FARMACI ON LINE Provvedimento n. 23632 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 19 giugno 2012; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci; VISTA la Parte

Dettagli

DELIBERA n. 647 /13/CONS. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA LE MONDE DI F. & C. / VODAFONE OMNITEL N.V. (GU14 n. 887/13) L AUTORITA

DELIBERA n. 647 /13/CONS. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA LE MONDE DI F. & C. / VODAFONE OMNITEL N.V. (GU14 n. 887/13) L AUTORITA DELIBERA n. 647 /13/CONS DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA LE MONDE DI F. & C. / VODAFONE OMNITEL N.V. (GU14 n. 887/13) L AUTORITA NELLA sua riunione del Consiglio del 15 novembre 2013; VISTA la legge 31

Dettagli

PS4467 - H3G-SMS PREMIUM Provvedimento n. 22750

PS4467 - H3G-SMS PREMIUM Provvedimento n. 22750 PS4467 - H3G-SMS PREMIUM Provvedimento n. 22750 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 7 settembre 2011; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTO il Titolo

Dettagli

PS4028 - UNIEURO-SOTTOCOSTO SOTTOSCONTO Provvedimento n. 21014

PS4028 - UNIEURO-SOTTOCOSTO SOTTOSCONTO Provvedimento n. 21014 PS4028 - UNIEURO-SOTTOCOSTO SOTTOSCONTO Provvedimento n. 21014 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 14 aprile 2009; SENTITO il Relatore Professore Piero Barucci; VISTO

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 22 MAGGIO 2013 221/2013/S/GAS IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA PER VIOLAZIONI IN MATERIA DI PRONTO INTERVENTO GAS L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Nella riunione

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 4 agosto 2008 VIS 74/08 Adozione di un provvedimento ai sensi dell articolo 2, comma 20, lettera c), della legge 14 novembre 1995, n. 481 nei confronti della società Bergamo Energia S.p.A.

Dettagli

PS1228 - ZENITH-FORMAZIONE PROFESSIONALE Provvedimento n. 20365

PS1228 - ZENITH-FORMAZIONE PROFESSIONALE Provvedimento n. 20365 PS1228 - ZENITH-FORMAZIONE PROFESSIONALE Provvedimento n. 20365 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 7 ottobre 2009; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci; VISTO

Dettagli

DELIBERA n. 5/13/CONS

DELIBERA n. 5/13/CONS DELIBERA n. 5/13/CONS ORDINANZA INGIUNZIONE ALLA SOCIETA VODAFONE OMNITEL NV PER LA VIOLAZIONE DELL ARTICOLO 1, COMMA 31, DELLA LEGGE 31 LUGLIO 1997, n. 249 PER L INOTTEMPERANZA AL PROVVEDIMENTO TEMPORANEO

Dettagli

DELIBERA N. 628/07/CONS

DELIBERA N. 628/07/CONS DELIBERA N. MERCATO DELLA TERMINAZIONE DI CHIAMATE VOCALI SU SINGOLE RETI MOBILI (MERCATO N. 16 FRA QUELLI IDENTIFICATI DALLA RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA N. 2003/311/CE): VALUTAZIONE AI SENSI

Dettagli

Incontro con le Associazioni dei Consumatori e degli Utenti

Incontro con le Associazioni dei Consumatori e degli Utenti Incontro con le Associazioni dei Consumatori e degli Utenti Le pratiche commerciali scorrette nel settore del Turismo Roma, 2 luglio 2013 Settore del Turismo: le pratiche commerciali scorrette PACCHETTI

Dettagli

PS8757 - GUCCI-SITI CONTRAFFATTI Provvedimento n. 24469

PS8757 - GUCCI-SITI CONTRAFFATTI Provvedimento n. 24469 PS8757 - GUCCI-SITI CONTRAFFATTI Provvedimento n. 24469 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 31 luglio 2013; SENTITO il Relatore Professore Carla Rabitti Bedogni; VISTA

Dettagli

IP180 - VUELING AIRLINES-COMMISSIONI PAGAMENTO CON CARTA DI CREDITO Provvedimento n. 24314

IP180 - VUELING AIRLINES-COMMISSIONI PAGAMENTO CON CARTA DI CREDITO Provvedimento n. 24314 IP180 - VUELING AIRLINES-COMMISSIONI PAGAMENTO CON CARTA DI CREDITO Provvedimento n. 24314 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 17 aprile 2013; SENTITO il Relatore

Dettagli

Regolamento Operazione a premio Promo TIM con Tablet Samsung

Regolamento Operazione a premio Promo TIM con Tablet Samsung Via Pietro de Francisci, 152 00165 Roma REGOLAMENTO Rif. CC 416/15 Regolamento Operazione a premio Promo TIM con Tablet Samsung Promossa da TELECOM ITALIA S.p.A.: Sede Legale in Via Gaetano Negri, 1, 20123,

Dettagli

Attuazione dell articolo 14 della direttiva 2005/29/Ce che modifica la direttiva 84/450/Cee sulla pubblicità ingannevole

Attuazione dell articolo 14 della direttiva 2005/29/Ce che modifica la direttiva 84/450/Cee sulla pubblicità ingannevole Testo aggiornato al 10 dicembre 2007 Decreto legislativo 2 Agosto 2007, n. 145 Gazzetta Ufficiale 6 Settembre 2007, n. 207 Attuazione dell articolo 14 della direttiva 2005/29/Ce che modifica la direttiva

Dettagli

PI6168 - SUPER 5 DI H3G Provvedimento n. 17781

PI6168 - SUPER 5 DI H3G Provvedimento n. 17781 118 BOLLETTINO N. 48 DEL 17 GENNAIO 2008 PI6168 - SUPER 5 DI H3G Provvedimento n. 17781 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 20 dicembre 2007; SENTITO il Relatore Professore

Dettagli

PS185 - UNITOMMASO-CORSI DI LAUREA Provvedimento n. 19345

PS185 - UNITOMMASO-CORSI DI LAUREA Provvedimento n. 19345 PS185 - UNITOMMASO-CORSI DI LAUREA Provvedimento n. 19345 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 23 dicembre 2008; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci; VISTO

Dettagli

PI6247 - UNIVERSITÀ POPOLARE SAN TOMMASO - CAMPUS SICILIA Provvedimento n. 17989

PI6247 - UNIVERSITÀ POPOLARE SAN TOMMASO - CAMPUS SICILIA Provvedimento n. 17989 PI6247 - UNIVERSITÀ POPOLARE SAN TOMMASO - CAMPUS SICILIA Provvedimento n. 17989 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 7 febbraio 2008; SENTITO il Relatore Giorgio Guazzaloca;

Dettagli

Il giorno 10 novembre 2014 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 10 novembre 2014 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti: DELIBERA n. 42/2014 TITOLO 2013.1.10.21.771 2014.1.10.4.1 LEGISLATURA IX Il giorno 10 novembre 2014 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione

Dettagli

PS9219 - ENERGY SAVER-RIDUZIONE CONSUMO ELETTRICO Provvedimento n. 25060

PS9219 - ENERGY SAVER-RIDUZIONE CONSUMO ELETTRICO Provvedimento n. 25060 68 PS9219 - ENERGY SAVER-RIDUZIONE CONSUMO ELETTRICO Provvedimento n. 25060 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 1 agosto 2014; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore

Dettagli

Pubblicata su questo Sito in data 02/03/07 Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 53 del 5 marzo 2007

Pubblicata su questo Sito in data 02/03/07 Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 53 del 5 marzo 2007 Delibera n. 96/07/CONS Modalità attuative delle disposizioni di cui all articolo 1, comma 2, del decreto-legge 31 gennaio 2007, n. 7 Pubblicata su questo Sito in data 02/03/07 Gazzetta Ufficiale della

Dettagli

Le pratiche commerciali scorrette - le vendite sottocosto. Iacopo Berti

Le pratiche commerciali scorrette - le vendite sottocosto. Iacopo Berti Le pratiche commerciali scorrette - le vendite sottocosto Iacopo Berti Le pratiche commerciali scorrette - Il D.Lgs. 146 del 2007 ha modificato il codice del consumo (in vigore dal 21.9.07) introducendo

Dettagli

N. 05916/2009 REG.SEN. N. 01525/2009 REG.RIC.

N. 05916/2009 REG.SEN. N. 01525/2009 REG.RIC. N. 05916/2009 REG.SEN. N. 01525/2009 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Prima) ha pronunciato la presente SENTENZA Sul

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Delibera n. 19302 Applicazione di sanzioni amministrative pecuniarie nei confronti del sig. Simone Di Sabato per violazioni dell art. 101, comma 2 e 4, del d.lgs. n. 58/98 LA COMMISSIONE NAZIONALE PER

Dettagli

Segnalazione in materia di tutela del consumatore e di pubblicità ingannevole e comparativa

Segnalazione in materia di tutela del consumatore e di pubblicità ingannevole e comparativa Segnalazione in materia di tutela del consumatore e di pubblicità ingannevole e comparativa Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato Piazza Verdi, 6/a 00198 Roma tel. 06858211 - fax 0685821256

Dettagli

PS7023 - POSTE ITALIANE-PACCOCELERE INTERNAZIONALE Provvedimento n. 24133

PS7023 - POSTE ITALIANE-PACCOCELERE INTERNAZIONALE Provvedimento n. 24133 PS7023 - POSTE ITALIANE-PACCOCELERE INTERNAZIONALE Provvedimento n. 24133 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 19 dicembre 2012; SENTITO il Relatore Professore Carla

Dettagli

PS7045 - PROFUMERIE LIMONI-10 SCONTO IMMEDIATO Provvedimento n. 22938

PS7045 - PROFUMERIE LIMONI-10 SCONTO IMMEDIATO Provvedimento n. 22938 PS7045 - PROFUMERIE LIMONI-10 SCONTO IMMEDIATO Provvedimento n. 22938 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 3 novembre 2011; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci;

Dettagli

Bollettino. Settimanale. Anno XXII - n. 27

Bollettino. Settimanale. Anno XXII - n. 27 Bollettino Settimanale Anno XXII - n. 27 Pubblicato sul sito www.agcm.it il 23 luglio 2012 BOLLETTINO N. 27 DEL 23 LUGLIO 2012 49 PS2480 - BNL-SPESE ISTRUTTORIE FIDO Provvedimento n. 23710 L AUTORITÀ GARANTE

Dettagli

PS8857 - OTTICA AVANZI-2X1 OCCHIALE IN REGALO Provvedimento n. 24534 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PS8857 - OTTICA AVANZI-2X1 OCCHIALE IN REGALO Provvedimento n. 24534 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PS8857 - OTTICA AVANZI-2X1 OCCHIALE IN REGALO Provvedimento n. 24534 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 2 ottobre 2013; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci;

Dettagli

LE CLAUSOLE VESSATORIE ED I POTERI DELL AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

LE CLAUSOLE VESSATORIE ED I POTERI DELL AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Cendon / Book DIRITTO CIVILE PROFESSIONAL LE CLAUSOLE VESSATORIE ED I POTERI DELL AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO DISCIPLINA, STRUMENTI E FATTISPECIE APPLICATIVE Alessandro Palmigiano

Dettagli

DELIBERA N. 24/11/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXXX TOMASINELLI / WIND XXXX

DELIBERA N. 24/11/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXXX TOMASINELLI / WIND XXXX DELIBERA N. 24/11/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXXX TOMASINELLI / WIND XXXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom

Dettagli

Oggetto: definizione della controversia XXX / ITALIACOM.NET XXX

Oggetto: definizione della controversia XXX / ITALIACOM.NET XXX Determinazione dirigenziale n. 2 del 18 febbraio 2015 Oggetto: definizione della controversia XXX / ITALIACOM.NET XXX IL DIRIGENTE VISTI i principi di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA. VISTO il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 ( TUF );

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA. VISTO il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 ( TUF ); Delibera n. 19283 Applicazione di sanzioni amministrative pecuniarie nei confronti di esponenti aziendali di Poste Italiane s.p.a. e, a titolo di responsabile in solido, della medesima società per violazioni

Dettagli

PS10009 - POSTE ITALIANE-CASSA DEPOSITI E PRESTITI/LIBRETTO SMART Provvedimento n. 25758 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PS10009 - POSTE ITALIANE-CASSA DEPOSITI E PRESTITI/LIBRETTO SMART Provvedimento n. 25758 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PS10009 - POSTE ITALIANE-CASSA DEPOSITI E PRESTITI/LIBRETTO SMART Provvedimento n. 25758 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 2 dicembre 2015; SENTITO il Relatore Dottoressa

Dettagli

Delibera n. 114/ 2015

Delibera n. 114/ 2015 Delibera n. 114/ 2015 Chiusura del procedimento sanzionatorio avviato con Delibera 70/2015 nei confronti di Trenitalia S.p.A. ai sensi del decreto legislativo 17 aprile 2014, n. 70, recante la disciplina

Dettagli

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato P.zza Verdi 6/a 00198 ROMA. E p.c.: Associazione Altroconsumo Via Valassina 22 20159 MILANO

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato P.zza Verdi 6/a 00198 ROMA. E p.c.: Associazione Altroconsumo Via Valassina 22 20159 MILANO Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato P.zza Verdi 6/a 00198 ROMA E p.c.: Associazione Altroconsumo Via Valassina 22 20159 MILANO Consiglio dell Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia

Dettagli

IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA IN MATERIA DI OBBLIGHI DI SICUREZZA DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE

IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA IN MATERIA DI OBBLIGHI DI SICUREZZA DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE DELIBERAZIONE 21 MAGGIO 2015 234/2015/S/GAS IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA IN MATERIA DI OBBLIGHI DI SICUREZZA DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

Il giorno 19 dicembre 2014 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 19 dicembre 2014 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti: DELIBERA N. 65/2014 TITOLO 2014.1.10.4.1 2012.1.10.21.796 LEGISLATURA IX Il giorno 19 dicembre 2014 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione

Dettagli

PS9052 - TRIPSTA-PRENOTAZIONE VOLI E CCS Provvedimento n. 24826 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PS9052 - TRIPSTA-PRENOTAZIONE VOLI E CCS Provvedimento n. 24826 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PS9052 - TRIPSTA-PRENOTAZIONE VOLI E CCS Provvedimento n. 24826 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 27 febbraio 2014; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA RESTAG / BT ITALIA S.P.A. (GU14/441/2014) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 13 ottobre 2014; VISTA la legge 14 novembre

Dettagli

Provvedimento PS2736 - MULTIFINITALIA-CARTA REFIL. Chiusura istruttoria. numero 21577. data 15/09/2010 PUBBLICAZIONE. Bollettino n.

Provvedimento PS2736 - MULTIFINITALIA-CARTA REFIL. Chiusura istruttoria. numero 21577. data 15/09/2010 PUBBLICAZIONE. Bollettino n. Provvedimento PS2736 - MULTIFINITALIA-CARTA REFIL tipo Chiusura istruttoria numero 21577 data 15/09/2010 PUBBLICAZIONE Bollettino n. 36/2010 PS2736 - MULTIFINITALIA-CARTA REFIL Provvedimento n. 21577 L

Dettagli

DELIBERA DL/076/14/CRL/UD del 29 luglio 2014 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA EVA EDIT MIKULA/VODAFONE OMNITEL N.V. IL CORECOM LAZIO

DELIBERA DL/076/14/CRL/UD del 29 luglio 2014 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA EVA EDIT MIKULA/VODAFONE OMNITEL N.V. IL CORECOM LAZIO DELIBERA DL/076/14/CRL/UD del 29 luglio 2014 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA EVA EDIT MIKULA/VODAFONE OMNITEL N.V. IL CORECOM LAZIO NELLA Riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di

Dettagli

PS7380 - UBI BANCA-3% SPOSACI PER INTERESSE Provvedimento n. 23724

PS7380 - UBI BANCA-3% SPOSACI PER INTERESSE Provvedimento n. 23724 PS7380 - UBI BANCA-3% SPOSACI PER INTERESSE Provvedimento n. 23724 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA dell 11 luglio 2012; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci;

Dettagli

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 22 febbraio 2007: Modalita' attuative delle disposizioni di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto-legge 31 gennaio 2007, n. 7. (Deliberazione

Dettagli

DELIBERA n. 16/14/CIR

DELIBERA n. 16/14/CIR DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA VITA / VODAFONE OMNITEL N.V. (ora VODAFONE OMNITEL B.V.) E TELECOM ITALIA S.P.A. (GU14 n. 991/13) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO. Sezione specializzata in materia di impresa. Sezione A *******

TRIBUNALE DI MILANO. Sezione specializzata in materia di impresa. Sezione A ******* TRIBUNALE DI MILANO Sezione specializzata in materia di impresa Sezione A ******* Il giudice, dott. Claudio Marangoni; sciogliendo la riserva assunta all esito dell udienza dell 11.6.2013 nel procedimento

Dettagli

Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER Settembre 2012

Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER Settembre 2012 1 Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER Settembre 2012 DISDETTA SERVIZIO ADSL: ANALISI DEI COSTI DI DISATTIVAZIONE SERVIZIO ADSL INDICE p. 1 1. Introduzione p.2 2. Le motivazioni che portano alla disdetta

Dettagli

Pratica commerciale scorretta Autorità garante della concorrenza e del mercato Sentenza del 21 Giugno 2010 Bollettino 22 Provvedimento nr.

Pratica commerciale scorretta Autorità garante della concorrenza e del mercato Sentenza del 21 Giugno 2010 Bollettino 22 Provvedimento nr. Pratica commerciale scorretta Autorità garante della concorrenza e del mercato Sentenza del 21 Giugno 2010 Bollettino 22 Provvedimento nr. 21175 a cura di: Matteo Ciprandi 768801 Ruben David Costa 789119

Dettagli

Allegato B alla Delibera 714/06/CONS DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE. 1. Premessa

Allegato B alla Delibera 714/06/CONS DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE. 1. Premessa Allegato B alla Delibera 714/06/CONS DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 1. Premessa A seguito di una richiesta di chiarimenti da parte della Commissione Europea in materia di costi di ricarica per gli utenti

Dettagli

Esaminiamo ora, più in dettaglio, questi 5 casi. Avv. Maurizio Iorio

Esaminiamo ora, più in dettaglio, questi 5 casi. Avv. Maurizio Iorio Normativa RAEE 2 e normativa sui rifiuti di Pile ed Accumulatori : gli obblighi posti in capo ai Produttori che introducono AEE, Pile e accumulatori in paesi diversi da quelli in cui sono stabiliti Avv.

Dettagli

Determinazione 3/2015. Definizione della controversia XXX/Telecom Italia S.p.A. IL DIRIGENTE

Determinazione 3/2015. Definizione della controversia XXX/Telecom Italia S.p.A. IL DIRIGENTE Determinazione 3/2015 Definizione della controversia XXX/Telecom Italia S.p.A. IL DIRIGENTE VISTA la L. 14 novembre 1995, n. 481, Norme per la concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilità.

Dettagli

PS9740 - NET GROUP-FIDELITY CARD Provvedimento n. 25591

PS9740 - NET GROUP-FIDELITY CARD Provvedimento n. 25591 PS9740 - NET GROUP-FIDELITY CARD Provvedimento n. 25591 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 29 luglio 2015; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA

Dettagli

Determinazione dirigenziale n. 9 del 12/11/2014. Oggetto: definizione della controversia XXX/ H3G XXX

Determinazione dirigenziale n. 9 del 12/11/2014. Oggetto: definizione della controversia XXX/ H3G XXX Determinazione dirigenziale n. 9 del 12/11/2014 Oggetto: definizione della controversia XXX/ H3G XXX IL DIRIGENTE VISTI i principi di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e s.m.i., Norme generali

Dettagli

Oggetto: definizione della controversia XXX / OKCOM XXX

Oggetto: definizione della controversia XXX / OKCOM XXX Determinazione dirigenziale n. 7 del 3 ottobre 2014 Oggetto: definizione della controversia XXX / OKCOM XXX IL DIRIGENTE VISTI i principi di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e s.m.i., Norme

Dettagli

VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206 e successive modificazioni (di seguito, Codice del Consumo);

VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206 e successive modificazioni (di seguito, Codice del Consumo); PS8985 - ARMANI-PRODOTTI CONTRAFFATTI Provvedimento n. 24703 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 10 dicembre 2013; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 14 ottobre 2015; SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

Protocollo: 32/2011. 15 Giugno 2011 CANVASS. Telecom Italia - Uso Interno

Protocollo: 32/2011. 15 Giugno 2011 CANVASS. Telecom Italia - Uso Interno Protocollo: 32/2011 CANVASS 15 Le novità Protocollo: 32/2011 TIM YOUNG PROMO LA REPUBBLICA TIM YOUNG Scegli TIM YOUNG! SMS vs tutti e INTERNET LA PROMOZIONE Dal 15 Giugno sarà disponibile la nuova opzione

Dettagli

Applicazione di sanzioni amministrative nei confronti del Sig. Alan Chapman, per una violazione dell art. 94, comma 1, del d.lgs. n.

Applicazione di sanzioni amministrative nei confronti del Sig. Alan Chapman, per una violazione dell art. 94, comma 1, del d.lgs. n. Delibera n. 19204 Applicazione di sanzioni amministrative nei confronti del Sig. Alan Chapman, per una violazione dell art. 94, comma 1, del d.lgs. n. 58/1998 LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E

Dettagli

PB793 - ODM-UFFICIO REGISTRO DEI MARCHI Provvedimento n. 25536 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PB793 - ODM-UFFICIO REGISTRO DEI MARCHI Provvedimento n. 25536 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PB793 - ODM-UFFICIO REGISTRO DEI MARCHI Provvedimento n. 25536 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 1 luglio 2015; SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo;

Dettagli

PS8921 - WIND-INTERNET SMS VOCE ILLIMITATO Provvedimento n. 24797 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PS8921 - WIND-INTERNET SMS VOCE ILLIMITATO Provvedimento n. 24797 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PS8921 - WIND-INTERNET SMS VOCE ILLIMITATO Provvedimento n. 24797 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA de 12 febbraio 2014; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci;

Dettagli

150.000 rata 532. 180.000 rata 638

150.000 rata 532. 180.000 rata 638 PS5822 - PROMOFIN ITALIA-MANCATA INDICAZIONE TAN E TAEG Provvedimento n. 22059 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 26 gennaio 2011; SENTITO il Relatore Dottor Antonio

Dettagli

PB791 - GMUNERIS.COM-MODULISTICA FONDI COMUNITARI Provvedimento n. 25437 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PB791 - GMUNERIS.COM-MODULISTICA FONDI COMUNITARI Provvedimento n. 25437 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PB791 - GMUNERIS.COM-MODULISTICA FONDI COMUNITARI Provvedimento n. 25437 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 22 aprile 2015; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

Dettagli

Osservazioni dell Associazione Bancaria Italiana sullo schema di regolamento ISVAP concernente la definizione dei contenuti minimi del contratto di

Osservazioni dell Associazione Bancaria Italiana sullo schema di regolamento ISVAP concernente la definizione dei contenuti minimi del contratto di Osservazioni dell Associazione Bancaria Italiana sullo schema di regolamento ISVAP concernente la definizione dei contenuti minimi del contratto di assicurazione sulla vita di cui all art. 28, comma 1,

Dettagli

DELIBERA N. 20/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX CARDARELLI / FASTWEB XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 20/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX CARDARELLI / FASTWEB XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 20/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX CARDARELLI / FASTWEB XXX IL CORECOM LAZIO NELLA Riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom

Dettagli

PS5046 - WIN FOR LIFE-OMISSIONI INFORMATIVE Provvedimento n. 20961

PS5046 - WIN FOR LIFE-OMISSIONI INFORMATIVE Provvedimento n. 20961 PS5046 - WIN FOR LIFE-OMISSIONI INFORMATIVE Provvedimento n. 20961 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 30 marzo 2010; SENTITO il Relatore Dottor Antonio Pilati; VISTO

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLE MODALITA DI ADESIONE ALLE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLE MODALITA DI ADESIONE ALLE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLE MODALITA DI ADESIONE ALLE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI Il presente documento, recante lo schema di Regolamento sulle modalità di adesione alle forme pensionistiche complementari,

Dettagli

Offerta Dipendenti Grandi Aziende. Marzo 2014

Offerta Dipendenti Grandi Aziende. Marzo 2014 Offerta Dipendenti Grandi Aziende Marzo 2014 OFFERTA DIPENDENTI Con Relax parli, navighi e messaggi senza pensieri RELAX a 45 36 /mese 2GB di Internet Veloce Minuti ed SMS illimitati verso tutti NO TAX

Dettagli

PS8591 - TIM-TUTTO A SECONDI PER SEMPRE Provvedimento n. 24795 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PS8591 - TIM-TUTTO A SECONDI PER SEMPRE Provvedimento n. 24795 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PS8591 - TIM-TUTTO A SECONDI PER SEMPRE Provvedimento n. 24795 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 12 febbraio 2014; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo;

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo; L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 14 ottobre 2015; SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA NELLA sua riunione di Consiglio del 1 luglio 2010; VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249,

Dettagli

Liberalizzazioni: fase due già avviata

Liberalizzazioni: fase due già avviata Liberalizzazioni: fase due già avviata Leonardo Misuraca Segretario Capo e Direttore Generale del Comune di Caltabellotta Il pacchetto di misure introdotte con decreto legge è anche il frutto delle numerose

Dettagli

Tutela del consumatore nel settore del credito al consumo: il ruolo dell Autorità Antitrust

Tutela del consumatore nel settore del credito al consumo: il ruolo dell Autorità Antitrust Tutela del consumatore nel settore del credito al consumo: il ruolo dell Autorità Antitrust Giovanni Calabrò Direttore Generale AGCM ABI Credito al Credito 2013 28 Novembre 2013 L Autorità a tutela della

Dettagli

4-5 COMPLETO, FACILE, INTELLIGENTE: FAI LA SCELTA PIÙ VANTAGGIOSA WIND BUSINESS ONE OFFICE. l offerta su misura per te.

4-5 COMPLETO, FACILE, INTELLIGENTE: FAI LA SCELTA PIÙ VANTAGGIOSA WIND BUSINESS ONE OFFICE. l offerta su misura per te. INDICE introduzione WIND BUSINESS ONE OFFICE 4-5 l offerta su misura per te COMPLETO, FACILE, INTELLIGENTE: FAI LA SCELTA PIÙ VANTAGGIOSA Ora i professionisti sono davvero liberi. 6 7 per il tuo fisso

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 14 ottobre 2015; SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap. Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.it Milano, 16 aprile 2012 OGGETTO: Osservazioni Altroconsumo su: Documento

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 45 del 15 dicembre 2014

DELIBERAZIONE n. 45 del 15 dicembre 2014 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXX XXXXXXX /Vodafone Omnitel XX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Componente

Dettagli

http://www.studiodicarlo.org

http://www.studiodicarlo.org Contratto di affiliazione commerciale Tra le Parti: A s.p.a. , con sede in (provincia di ) in via al civico numero (), capitale sociale deliberato euro (/00),

Dettagli