SOMMARIO. Durante l ultimo incontro ANFN a cui EDITORIALE. Anche un solo bambino. TestPOSITIVO. SECONDO NOI nìéä=åüé=êéëí~= Çá=èìÉëí~=Éëí~íÉ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO. Durante l ultimo incontro ANFN a cui EDITORIALE. Anche un solo bambino. TestPOSITIVO. SECONDO NOI nìéä=åüé=êéëí~= Çá=èìÉëí~=Éëí~íÉ"

Transcript

1

2

3 EDITORIALE Anche un solo bambino Çá=oÉÖáå~=cäçêáç Durante l ultimo incontro ANFN a cui ho partecipato, in una bella e rara giornata di sole, con un pic nic sul prato, mi è capitato di dovere spiegare a una giovane coppia con due bambini cosa è Anfn e cosa facciamo. Erano due ascoltatori attenti, già affascinati da tutti quei bambini che correvano in giro, sorvegliati a distanza da genitori rilassati, per nulla preoccupati che sudassero troppo o si sporcassero le scarpine, intenti a raccontarsi emozioni e fatiche di tutti i giorni. Il martellante lavoro di pressione sul mondo della politica, faticoso e poco remunerativo, come anche il nostro Mario Sberna ci racconta in queste pagine, il contatto con le amministrazioni locali, le convenzioni, le vacanze solidali, i GAF (i gruppi di acquisto, al momento poco diffusi) E il sito, il giornale, la solidarietà con «Aiutiamoci» per le famiglie in difficoltà, la rete di famiglie affidatarie, i ragazzi dell animazione, la squadra di calcio, le convenzioni a metterle in fila sono tantissime le attività che siamo riusciti ad imbastire, a forza di ore sottratte al sonno, nei ritagli di tempo, mentre di là cuoce il pollo. Ma soprattutto c è questo: questi incontri, a volte organizzati, spesso informali, fatti di quattro chiacchiere sul senso di essere famiglia, sui problemi con i figli adolescenti, sui progetti. Ci sono mani da stringere, baci e abbracci, confidenze, speranze. Sono queste le cose che fanno Anfn: le persone, le relazioni. Non abbiamo ottenuto il quoziente familiare (però dai, almeno adesso se ne parla!), il nostro sindaco non avrà scontato la Tasi, ma almeno possiamo sentirci meno soli, meno abbandonati a noi stessi, alla nostra «folle» idea che aprirsi alla vita fosse la cosa migliore da fare. Qualche giorno fa, sul sito è comparso l appello di C., una mamma vicina ad abortire il suo terzo figlio (statisticamente il più abortito, il salto nel buio che fa davvero paura), un messaggio nella bottiglia per trovare argomenti da proporre ad un marito bloccato dalla paura e dalla razionalità. Subito qualcuno ha risposto, offrendo conforto, amicizia, aiuto. Non sappiamo come finirà la storia di C., se riuscirà a trovare il coraggio e le risorse per scegliere la vita. Ma noi potremo dire che Anfn c era, e se sarà servita a salvare anche solo quel bambino, avrà compiuto la sua missione. SOMMARIO Q R S U V NM NO NQ NS NU NV OO SECONDO NOI nìéä=åüé=êéëí~= Çá=èìÉëí~=Éëí~íÉ dáìëéééé=é=o~ññ~éää~=_ìííìêáåá NEL MONDO bäñ~å=áå=åçåöêéëëç ééê=á=ëìçá=nm=~ååá SOCIETÀ ä~=îáí~=öáçå~íéä~=äéåé Çá=j~êáå~=oìÖÖáÉêç POLITICA i~=éêçéçëí~w=íêé=~ååá Çá=ÅçåíêáÄìíá=ÑáÖìê~íáîá ééê=çöåá=ñáöäáç LA STORIA j~êáç=päéêå~i fä=é~êä~ãéåí~êé=ñê~ååéëå~åç L INCHIESTA s~å~åòé=åçjâáç Çá=^åÇêÉ~=_Éêå~êÇáåá L INTERVISTA dçííá=qéçéëåüáw=péåò~=ñáöäái ~ååüé=áä=máä=î~=áå=íáäí SPECIALE ASSEMBLEA aáéåá=~ååá=çá=^åñå= î~äöçå=äéåé=ìå~=ñéëí~ ANFN IN FESTA c~ãáöäáé=åìãéêçëé=áå=ñéëí~= Ç~ä=cêáìäá=~ää~=páÅáäá~ LE INIZIATIVE fä=ëìååéëëç=çéá=å~ãéá Çá=ä~îçêç=éÉê=Öáçî~åá Çá=^åÇêÉ~=É=j~êáäá~=_çííá STORIE DI MAMMA bååç=^äçåëáåçi=áä=å~éêéííç áå=åéêå~=çá=åçååçäé Çá=_~êÄ~ê~=jçåÇÉääá STAR BENE pá=êáåçãáååá~i áãé~êá~ãç=~=ñ~êé=ëèì~çê~ Çá=^äÄÉêíç=mÉää~á=É=_~êÄ~ê~=q~ãÄçêáåá péçé=k~òáçå~äé nk=êé=i~=c~ãáöäá~=sá~=uufi=n= ORNOS=_êÉëÅá~=E_pF éêéëáçéåíé]ñ~ãáöäáéåìãéêçëékçêö péöêéíéêá~=k~òáçå~äé sá~=`çêëáå~i=nsr=j=ornor= _êéëåá~=e_pf ëéöêéíéêá~]ñ~ãáöäáéåìãéêçëékçêö qéäk=mpm=oo=vqmpp lê~êáçw=ç~ä=äìåéç±=~ä=îéåéêç± VIMM=JNPIMM bçáíçêéw dáìëéééé=_ìííìêáåái=éêéëáçéåíé= ^ëëçåá~òáçåé=k~òáçå~äé= c~ãáöäáé=kìãéêçëé oéç~òáçåéw på~äéíí~=`çääé=^ééêíçi=pu OQNOV=_ÉêÖ~ãç=E_dF êéç~òáçåé]ñ~ãáöäáéåìãéêçëékçêö aáêéííçêé=oéëéçåë~äáäé j~êá~=ok=cäçêáç pí~ãé~w kìçî~=`éë~í sá~=_k=_ìçòòá=onlop=cfobkwb cáåáíç=çá=ëí~ãé~êé= åéä=ãéëé=çá=ëéííéãäêé=omnq mìäääáå~òáçåé=áëåêáíí~= ~ä=åk=nvlommt= ÇÉä=êÉÖáëíêç=ëí~ãéÉ=éÉêáçÇáÅÜÉ= éêéëëç=áä=qêáäìå~äé=çá=_êéëåá~= E~ìíK=ÇÉä=ORLMRLOMMTF mìäääáå~òáçåé=íêáãéëíê~äé=~=åìê~ ÇÉää~=^ëëçÅá~òáçåÉ=k~òáçå~äÉ= c~ãáöäáé=kìãéêçëék ^ååç=ui=åkq=mêáãç=íêáãéëíêé=omnq e~ååç=åçää~äçê~íç ~=èìéëíç=åìãéêçw m~íêáòáç=^äéëë~åçêáåá ^åçêé~=_éêå~êçáåá máéêäìáöá=_çåîáåáåá ^åçêé~=é=j~êáäá~=_çííá dáìëéééé=é=o~ññ~éää~=_ìííìêáåá dáìëéééé=dì~êáåá _~êä~ê~=jçåçéääá ^ääéêíç=é=_~êä~ê~=méää~á j~ìê~=máëã~í~êç m~çäç=mìöäáëá cê~ååéëåç=oáòò~íç j~êáå~=oìööáéêç ^äéëë~åçêç=pçéê~å~ ^äñáç=é=bã~åìéä~=péáí~äéêá s~äéåíáå~=q~ííá TestPOSITIVO 3

4 Secondo NOI La parola ai presidenti Un tempo per coccolare la famiglia e rigenerarsi in attesa di un impegnativo autunno associativo nìéä=åüé=êéëí~ Çá=èìÉëí~bpq^qb Çá=dáìëÉééÉ=É=o~ÑÑ~Éää~=_ìííìêáåá L a luna piena, che rende inutile ogni altra luce artificiale. La bottiglia del vino appena stappata sopra il tavolo, al centro del giardino. Il fumo della brace del barbecue su cui abbiamo appena bruciato salsicce e wursterl. Gli aneddoti raccontati dai figli. Le perle di saggezza dei nonni e gli occhi sgranati, tra il divertito e l incuriosito, dei nipoti attenti osservatori dei grandi. I palloni da calcio, da basket, da volley, da rugby che sfrecciano sopra le nostre teste e sembrano puntare ad abbattere bottiglie, bicchieri, piatti, posate, cesti e sedie. I gesti atletici, i salti, le ferite, le contusioni riportati dai ragazzi. Il pianto, i baci, le coccole, i cerotti, le garze, l acqua ossigenata utilizzati a gogò. Le conquiste di autonomia dei più piccoli, che hanno abbandonato il pannolino e, dopo aver sporcato decine di mutandine, adesso sono pronti per fare la pipì dentro il wc. Meglio se dotato di riduttore. Oppure le prime pappe somministrate a dei pupi refrattari alla pappa, le battaglie ingaggiate intorno al cucchiaino di caucciù (quella sbobba finirà in bocca, sul prato o sulle pareti appena imbiancate di cucina?). Alzi la mano chi non si porta dietro almeno una di queste immagini a conclusione dell estate. Un film che, in una famiglia numerosa, si arricchisce di protagonisti. Curioso ma vero: in una famiglia extralarge gli spazi «vitali» di papà, mamma e pupi si riducono. Eppure le porte si spalancano, al citofono tutti cercano Gigi e anche la cremeria. Trovando spesso sia l uno che l altro. Qui tutti si sentono a casa. E alla pletora di nonni, figli, nipoti, si aggiungono amici dei grandi e dei piccoli. La tavola si allarga (o si raddoppia). L esperienza della condivisione si dilata. E allora poco importa se una famiglia numerosa su due (lo dicono i nostri cibernauti rispondendo ad un sondaggio lanciato su non ha potuto schiodarsi dalla propria città perché ogni proposta di gita fuoriporta era fuori budget. La crisi economica morde. E se siamo in queste condizioni non lo dicono i Butturini ma l economista Ettore Gotti Tedeschi è soprattutto perché ci siamo appagati di oggetti di consumo e non abbiamo pensato a mettere al mondo nuove creature, per garantire il raggiungimento della soglia di ricambio. Dopo questa estate in tutti resteranno comunque i ricordi di un tempo mi auguro per voi il più lungo possibile dedicato agli altri. Le piccole attenzioni rivolte al partner, ai figli, ai nipoti, agli amici, ai vicini di casa, alla comunità attenzioni che talvolta ci sfuggono durante il resto dell anno. Per chi crede, i ricordi di un tempo utilizzato per ringraziare una volta di più il Signore del dono della vita e della famiglia che ci ha messo a fianco. Naturalmente in casa Butturini la poesia del menage familiare tipicamente estivo ha dovuto fare i conti con i matrimoni di due nostre figlie, celebrati senza che noi avessimo il becco di un quattrino per accompagnarle nella nuova avventura. E i mille imprevisti che in una famiglia large, anzi molto large, sono all ordine del giorno. In tutti questi momenti ci siamo affidati alla divina provvidenza, che ti frega, perché sempre interviene quando ormai hai perso ogni speranza sul suo intervento. E abbiamo pensato a questa o quella famiglia associata che, con eroicità, affronta le difficoltà del quotidiano. Avervi conosciuto è un privilegio di cui vorremo godere per sempre. 4 TestPOSITIVO

5 Nel MONDO mlilkf^w=rk^=c^jfiv=`^oa `lkqol=ib=`riib=srlqb pf=`ef^j^ h~êí~=çìòéà=êççòáåó I=ä~=Å~êí~=ÇÉääÉ Öê~åÇá=Ñ~ãáÖäáÉI=ä~=éáª=êÉÅÉåíÉ=áåáòá~íáî~=ÇÉä ÖçîÉêåç=éçä~ÅÅç=éÉê=~êÖáå~êÉ=ä~=Åêáëá ÇÉãçÖê~ÑáÅ~=ÅÜÉ=~íí~å~Öäá~=áä=é~ÉëÉ=É ëçëíéåéêé=äé=ñ~ãáöäáé=åìãéêçëé ~ííê~îéêëç ëåçåíá=ëì=äéåá=é=ëéêîáòá=çá=î~êáç=öéåéêé=ç~ êáëéêî~êé=~=åüá=ü~=ëåçããéëëç=ëìä=ñìíìêç ãéííéåçç=~ä=ãçåçç=éáª=çá=íêé=ñáöäák=ké=ü~ååç Çáêáííç=ÅáêÅ~=SOTKMMM=Ñ~ãáÖäáÉ=É=áåíÉêÉëëÉê =é᪠Çá=Pãáäáçåá=É=QMMKMMM=éÉêëçåÉI=ÅáêÅ~=ìå ÇÉÅáãç=ÇÉää~=éçéçä~òáçåÉ=íçí~äÉK=`çå=ìå=í~ëëç Çá=å~í~äáí =ÑÉêãç=~=NKP=ÑáÖäá=éÉê=Ççåå~=É=ìå~ ÖÉåÉê~äÉ=ÇáÑÑáÅçäí =~Ç=~ÅÅÉíí~êÉ=äÛáåÖêÉëëç=Çá áããáöê~íái=ä~=mçäçåá~=ëá=íêçî~=~=îáîéêé=ìå~=åêáëá ÇÉãçÖê~ÑáÅ~=ëÉåò~=éêÉÅÉÇÉåíá=áåëáÉãÉ=~ää~ êééìäääáå~=`éâ~i=råöüéêá~=é=päçî~ååüá~i=íìííé áå=å~ãéç=ééê=íêçî~êé=ëçäìòáçåá=î~äáçé=ééê=ìå~ êáéêéë~=çéää~=å~í~äáí K=i~=Å~êÇ=å~ëÅÉ=Öê~òáÉ=~ä ä~îçêç=é~òáéåíé=é=áëéáê~íç=çéääû=~ëëçåá~òáçåé=çá Ñ~ãáÖäáÉ=åìãÉêçëÉ=oçÇòáåPéäìë=å~í~=åÉä OMMRI=ãÉãÄêç=ÇÉääÛbäÑ~Å=ÅÜÉ=åÉÖäá=ìäíáãá=~ååá Ü~=ä~îçê~íç=~=ëíêÉííç=Åçåí~ííç=Åçå=áä=ÖçîÉêåç ééê=ñ~îçêáêé=ä~=åìäíìê~=çéää~=îáí~=~ååüé=åéä é~éëé=çá=m~é~=tçóíáä~k=i~=å~êí~i=î~äáç~=~ äáîéääç=å~òáçå~äéi=áååäìçé=êáçìòáçåá=ééê äûáåöêéëëç=~=çáîéêëé=áëíáíìòáçåá=ëí~í~äái=åçãé=äç pí~çáç=k~òáçå~äé=çá=s~êë~îá~i=ëåçåíá=ééê åéöçòá=çá=~äáãéåí~êá=é=~ääáöäá~ãéåíçk=^ääç ëíìçáç=äû~ää~êö~ãéåíç=çéääé=åçåîéåòáçåá=~ åìçîá=ëéííçêá=ãéêåéçäçöáåá=é=~=ëéêîáòá=áåéêéåíá ä~=ë~äìíé=é=äáäêá=ëåçä~ëíáåái=åçå=ìå=éêçöéííç=çá ~êãçåáòò~òáçåé=åçå=äé=å~êç=äçå~äá=éêéëéåíá=áå OMM=íê~=Åáíí =É=îáää~ÖÖá=ÇÉä=m~ÉëÉK pm^dk^w=if_of=p`lkq^qf `lk=^j^wlk fjmloq^kqb=`lksbkwflkb ëíêéíí~=ç~ää~ céçéê~òáçåé=ëé~öåçä~=ñ~ãáöäáé=åìãéêçëé EcÉÑåF=Åçå=áä=Åçäçëëç=ÇÉää~=ÇáëíêáÄìòáçåÉ=çå=äáåÉ ^ã~òçåw=öäá=~ëëçåá~íá=ëé~öåçäá=éçíê~ååç ~Åèìáëí~êÉ=äáÄêá=Çá=íÉëíç=éÉê=ä~=ëÅìçä~=éêáã~êá~ É=ëÉÅçåÇ~êá~=É=~êíáÅçäá=Çá=Å~åÅÉääÉêá~=Åçå=ìåç ëåçåíç=é~êíáåçä~êé=çéä=tb=ñáåç=~ç=ìå=ã~ëëáãç Çá=RMK=iÛ~ÅÅçêÇç=Ñ~ê =ëåìçä~=~ååüé=åéä=êéëíç ÇÛbìêçé~\ ELFAC IN CONGRESSO I suoi 10 anni per un Europa (large) family friendly P iù di tutti gli abitanti della Spagna: la European Large Families Confederation (Elfac) rappresenta più di 50 milioni persone che vivono in oltre 9 milioni di nuclei familiari numerosi, composti cioè da tre o più figli. Diciannove gli stati membri che compongo uno dei sodalizi più compatti e motivati dell intero panorama europeo: Austria Olanda, Spagna, Italia, Portogallo, Germania, Svizzera, Polonia, Ungheria, Slovacchia, Repubblica Ceka, Romania, Grecia, Romania, Serbia, le piccole Cipro, Estonia, Lituania e Lettonia. Si ritroveranno a Cascais, presso Lisbona, dal 18 al 20 Settembre per festeggiare i primi dieci anni della Confederazione nata proprio in Portogallo nel 2004 con lo scopo di rappresentare gli interessi economici e sociali delle famiglie con bambini, e in particolare quelle numerose - ^ëëéãääé~= É=sff=ÉÇáòáçåÉ= ÇÉä=ÅçåÖêÉëëç ÉìêçéÉç=éÉê äû~ëëçåá~òáçåé ÅÜÉ=êáìåáëÅÉ=äÉ çêö~åáòò~òáçåá= Çá=Ñ~ãáÖäáÉ Éñíê~ä~êÖÉ ambiente ideale dove crescere bambini nei valori di amore, tolleranza, condivisione e solidarietà tra le generazioni- promuovendo e sviluppando le associazioni di famiglie numerose sui diversi territori nazionali. Il congresso, dal titolo «Support the family, support the future: sostenere la famiglia, sostenere il futuro» si aprirà il 19 con il saluto del primo ministro portoghese e l intervento di Clara Gaymard (figlia del genetista Jerome Lejeune che ha scoperto l origine della sindrome di Down), presidente della General Eletric Francia e mamma di nove figli che parlerà sul tema «Abbiamo bisogno di un Europa family friendly». Demografia, economia, investimento sociale sui figli, buone pratiche saranno invece gli argomenti trattati nella giornata di sabato con l intervento di oratori provenienti da Germania, Italia, Svezia, Spagna e Portogallo. In chiusura, alle 18, il presidente Elfac Laszlo Marki consegnerà i premi all azienda, l amministrazione pubblica e il media che si sono particolarmente distinti nella valorizzazione e il supporto alle famiglie numerose in tutta Europa. Per l Italia è candidata la rivista Famiglia Cristiana. Un premio speciale, da assegnare a una famiglia numerosa «speciale», intitolato alla memoria di Fernando Castro, il presidente Elfac scomparso a febbraio 2014 per un tumore, verrà consegnato alla moglie Leonore. Prima del Congresso, i membri delle associazioni Elfac si ritroveranno per l Assemblea generale e il rinnovo del consiglio direttivo e della presidenza della Confederazione, ora guidata dall ungherese Laszlo Marki. All ordine del giorno, la family card europea, ormai in dirittura d arrivo. TestPOSITIVO 5

6 SOCIETÀ i^=sfq^ ÖáçÅ~íÉä~=ÄÉåÉ Çá=j~êáå~=oìÖÖáÉêç F amiglie in allerta. Il nuovo pericolo si chiama Gap ossia: Gioco d azzardo patologico. In molti, ingenuamente, tentano la fortuna al gioco, spinti anche dalla crisi contingente, nella speranza di un facile guadagno, rimanendo invece intrappolati. Lo Stato promuove il gioco con una visione miope e ipocrita, per cui mentre introita cifre da capogiro sborsa somme ingenti per campagne sanitarie volte a curare tale forma di dipendenza. Ma parliamo dei costi sociali, quelli non monetizzabili, ma pesantissimi che coinvolgono le nostre famiglie, ricadendo su tutta la collettività. Tra le conseguenze un aumento considerevole dei casi di crisi familiari: genitori che si separano, aumento della violenza tra le pareti domestiche, parenti che sono ai ferri corti, minori e giovani coinvolti, casi di usura in aumento, suicidi per i troppi debiti. A questo va aggiunto che sul business «gioco» ha investito molto anche la criminalità organizzata, le mafie che riciclano denaro attraverso le sale gioco: impossibile offrire un quadro completo visto il dilagare di possibilità on line e altri tipi di giochi non legali e di conseguenza non tracciabili. Non c è quindi dubbio che gioco d azzardo e criminalità vanno a braccetto e si alimentano a vicenda. Quando meno ce lo aspettiamo, anche un semplice ed innocuo gratta e vinci, all interno di luoghi accoglienti, può diventare una malattia, ciò è ancora più subdolo quando si affaccia ai nostri pc attraendo anche i figli. Infatti il GAP è un tipo di patologia che coinvolge una fascia trasversale di fruitori: uomini, donne, minori e anziani. In aumento il gioco d azzardo patologico. Un fenomeno che coinvolge tutta la società i^=iralm^qf^ Il gioco d azzardo è un comportamento di dipendenza non legato a «sostanze», che si può presentare nel corso dello sviluppo psicologico di una persona, come risposta a specifici fattori evolutivi. Quando da semplice passatempo si passa ad una forma morbosa di gioco, ad uno stato mentale caratterizzato dal bisogno di giocare ancora con modalità compulsive, allora si è di fronte al cosiddetto: gioco d azzardo patologico. Il Gap è inserito nell elenco delle: «dipendenze comportamentali», ovvero tutte quelle attività collegate ai nostri centri cerebrali dediti alla gratificazione quali: cibo, sesso, gioco, shopping, navigazione in internet, lavoro. Recenti 6 TestPOSITIVO

7 La campagna SLOTMOB Nel luglio 2013, una serie di Associazioni ha dato vita alla campagna nazionale Slotmob per combattere il problema del gioco d azzardo legalizzato, un fenomeno dilagante e con dei risvolti socioeconomici complessi e preoccupanti. In poco tempo, le Associazioni che hanno aderito sono diventate un centinaio e gli eventi legati alla campagna contro la dipendenza da gioco si susseguono in tutta Italia con notevole partecipazione. L idea vincente della campagna è quella di premiare i bar che rinunciano all installazione delle slot machines, più che sanzionarle, e nel contempo intende invitare il consumatore a optare per questi esercizi commerciali, infatti se tutti noi prendessimo l abitudine di fare il caffè solo nei bar senza macchinette il problema sarebbe ridimensionato secondo la classica legge del mercato della domanda e dell offerta. UM=ãáäá~êÇá= Çá=Éìêç=ëéÉëá=éÉê=áä=ÖáçÅç= áå=fí~äá~=åéä=omno UMMKMMM=éÉêëçåÉ= ~=êáëåüáç=çáééåçéåò~= Ç~=dáçÅç=ÇÛ~òò~êÇç=m~íçäçÖáÅç U=ãáäá~êÇá áåíêçáíá=çéääç=pí~íç NP=ãáäá~êÇá éêéîáëáçåé=áåíêçáíá= åéä=omnr studi confermano tratti analoghi tra tali comportamenti, L elemento centrale del Gap è la perdita di controllo dell attività di gioco per cui l individuo ha un comportamento persistente e ricorrente che compromette le normali relazioni personali, familiari e lavorative. Il soggetto è ossessivamente assorbito dal gioco ed ha bisogno di «alzare la posta» con quantità crescenti di denaro per raggiungere la gratificazione; tenta ripetutamente di controllare, ridurre o interrompere il gioco d azzardo ed è irrequieto o irritabile quando tenta di fare ciò, analogamente a quanto avviene per l astinenza da sostanze. Le conseguenze sono devastanti: mente ai membri della famiglia; commette azioni illegali come falsificazione, frode, furto, mette a repentaglio le relazioni sociali e lavorative, diventa violento, si rivolge a terzi per reperire il denaro. mobsbkwflkb=b=obmobppflkb Il fenomeno Gap ha messo in allerta molte associazioni e parrocchie, tra le prime a mobilitarsi con singole iniziative volte alla prevenzione ma anche alla promozione dei locali «no slot». Sul fronte legislativo la Regione Puglia (Legge del , n.43 «Contrasto alla diffusione del gioco d azzardo patologico GAP») è stata tra le prime a raccogliere l invito della Chiesa e del terzo settore a regolamentare la materia per contrastarne le conseguenze. Mentre scriviamo è all esame del Parlamento la riforma presentata dall onorevole Paola Binetti sintetizzabile nel divieto di pubblicizzare il gioco, incentivi per chi rinuncia agli apparecchi «mangiasoldi», accesso al fondo antiusura per le famiglie danneggiate dal parente ludopatico, pesanti pene per i trasgressori. L INIZIATIVA d^oa^i^ka= ^ii^=mloq^q^= abiib=q^p`eb= abiib=j^ufc^jfdifb ^ééìåí~ãéåíç= ééê=ççãéåáå~=r=çííçäêé åéä=öê~åçé=é~êåç=öáçåüá I ä=öê~åçé=é~êåç=öáçåüá=çá=d~êç~ä~åç ~ää~=éçêí~í~=çéääé=í~ëåüé=çéääé Ñ~ãáÖäáÉ=åìãÉêçëÉK=i~=éêçëëáã~ ÇçãÉåáÅ~=R=çííçÄêÉ=íáÅâÉí=ëÅçåí~íá=éÉê äé=ñ~ãáöäáé=éñíê~ä~êöé=eéêéòòç êáëéêî~íçw=oo=éìêçf=é=áåöêéëëá=çã~ööáç ééê=ìå=öéåáíçêé=ó=ëé=~ååçãé~öåéê ÇìÉ=ÑáÖäá=é~Ö~åíá=Ó=ç=éÉê=Éåíê~ãÄá=á ÖÉåáíçêá=Ó=ëÉ ~ÅÅçãé~ÖåÉê~ååç íêé=ç=éáª=ñáöäá é~ö~åíák=`çãû =åçíç á=ñáöäá=ëçííç=ìå=ãéíêç Çá=~äíÉòò~=åçå é~ö~åçk méê=ìëìñêìáêé=çéää~ éêçãçòáçåé=çååçêêé=éêéáëåêáîéêëá=ëìä ëáíç=ïïïkñ~ãáöäáéåìãéêçëékçêö=é ÉëáÄáêÉI=~ä=ÄçííÉÖÜáåçI=ä~=íÉëëÉê~ ~ëëçåá~íáî~=omnqk= Ârå=ÄÉä=ëÉÖåç=Çá=~ííÉåòáçåÉ=ÅÜÉ=ä~ ÇáêÉòáçåÉ=ÇÉä=é~êÅç=ÖáçÅÜá=Ü~=îçäìíç êáëéêî~êé=~ää~=åçëíê~=~ëëçåá~òáçåé=áå çåå~ëáçåé=çéá=ëìçá=éêáãá=çáéåá=~ååá=çá îáí~ê=åçããéåí~=áä=îáåééêéëáçéåíé å~òáçå~äé=çá=^åñå=dáìëéééé=dì~êáåák f=îáëáí~íçêá=çá=èìéëíû~ååç=éçíê~ååç ìëìñêìáêé=çá=mêéòòéãçäç=i~åçi=ìå åìçîçi=ñ~åí~ëíáåçi=åçäçê~íç=âãçåçç=çá ÖáçÅÜáÊK=^ä=ÅÉåíêç=Å~ãéÉÖÖá~=ìå Ñá~ÄÉëÅç=Öê~åÇÉ=Å~ëíÉääç=ãÉÇáÉî~äÉI ÅáêÅçåÇ~íç=Ç~=ëé~ëëçëá=ëÅáîçäá=Ä~Öå~íá É=Ç~=~äíêá=ÖáçÅÜá=ÇÛ~Åèì~I=çêáÖáå~íá=Ç~ éçíéåíá=å~ååçåá=åüéi=åçå=á=äçêç ëéêìòòái=åçåëéåíçåç=~îîáååéåíá Ä~íí~ÖäáÉ=íê~=á=ÇáÑÉåëçêá=ÇÉä=Å~ëíÉääç=ÉÇ á=ëìçá=~ëë~äáíçêák=kéä=éá~òò~äé ~åíáëí~åíé=áä=å~ëíéääç=äéå=np=ëéêìòòá ëåüáòò~åç=áãéêçîîáë~ãéåíé=ç~ä íéêêéåç=ééê=åçöäáéêé=çá=ëçêéêéë~ ÅÜáìåèìÉ=ëá=íêçî~=~=é~ëë~êÉ=Ç~=ä± îáåáåçá=ã~=åáéåíé=é~ìê~w=çìé ã~ååüáåé=ëé~ê~j~êá~=å~äç~ ~ëåáìöüéê~ååçi=áå=ìå=ä~ííáä~äéåçi=á éêççá=å~î~äáéêák=kéä=åìçîáëëáãç Ñ~åí~ëíáÅç=ãçåÇç=Çá=mêÉòòÉãçäç=i~åÇ ÅÛ =~ååüé=ìåû~êé~=~ää~=èì~äé=á=ä~ãäáåá éçíê~ååç=~ååéçéêé=áå=åçëíìãé=ç~ Ä~ÖåçI=~ééêçÑáíí~åÇç=ÇÉá=îáÅáåá ëéçöäá~íçák= aìê~åíé=ä~=öáçêå~í~=äé=ñ~ãáöäáé åìãéêçëé=éêéëéåíá=~ääûü~éééååáåö ë~ê~ååç=ìññáåá~äãéåíé=ë~äìí~íé=ç~á îéêíáåá=çéä=é~êåçk TestPOSITIVO 7

8 Politica LA PROPOSTA La piattaforma presentata da una delegazione Anfn al sottosegretario con delega alla famiglia Franca Biondelli S ei proposte per rendere meno dura la vita alle famiglie che hanno molti figli. La piattaforma è stata presentata a Franca Biondelli, sottosegretario con delega alla famiglia, da una delegazione Anfn. L incontro si è svolto a Novara, nella sede del Partito democratico. Presenti il presidente dell associazione Giuseppe Butturini, il direttore dell osservatorio politico Alessandro Soprana, il consigliere nazionale Carlo Dionedi, il delegato Anfn per la provincia di Novara Marco Invernizzi. Presente anche Mario Sberna, fondatore ed ex presidente di Anfn e l esponente del Pd novarese Hassan Pagano. Ecco i sei punti della piattaforma presentata dalla delegazione delle Famiglie numerose. Il primo: compito del sottosegretario dovrebbe essere quello di valutare l impatto familiare di un provvedimento. Il pensiero è andato al bonus di 80 euro: una iniziativa buona adottata dal governo Renzi, calcolata però sul reddito senza tenere in alcun conto i carichi familiari. Il secondo: occorre affrontare, con coraggio, una riforma del fisco in senso family friendly. Purtroppo oggi la tassazione tiene conto solo marginalmente dei carichi familiari, penalizzando le famiglie con figli. Di qui l utilità di introdurre il fattore famiglia, una quota di reddito proporzionata sul numero dei figli a carico non tassabile. La stessa riforma dell Isee, introducendo nuovi criteri nel calcolo del patrimonio, ha toccato solo marginalmente la scala di equivalenza. E poi: occorre rivedere la soglia di reddito che definisce un figlio fiscalmente a carico. È ferma ormai da troppo tempo a 2.842,50 euro. La proposta: prendere a riferimento la soglia di povertà relativa qêé=~ååá= Çá=`lkqof_rqf cfdro^qfsf= ééê=çöåá=ñáöäáç stabilita dall Istat (nel 2012 ammontava a 594 euro al mese per persona). Quinto punto: l aumento degli assegni familiari e la loro estensione a tutti i lavoratori dipendenti, eliminando la regola secondo cui il reddito da lavoro dipendente dovrebbe rappresentare almeno il 70% del reddito familiare: una soluzione, questa che fa sì che i coniugati con lavoratori autonomi non prendano gli assegni, mentre i conviventi sì. Nel 1975 gli assegni familiari rappresentavano il 15,03% del Pil, oggi rappresentano lo 0,3%. Infine: la riforma del sistema pensionistico ha elevato l età per l accesso alla pensione anche alle lavoratrici. Tuttavia sarebbe profondamente iniquo e socialmente dannoso trattare allo stesso modo donne che non hanno avuto figli e donne che ne hanno avuti. La madre lavoratrice specie se ha più di un figlio per dedicarsi alla cura della famiglia spesso deve rinunciare alla carriera, rimanendo quindi ai livelli più bassi della retribuzione; in molti altri casi è obbligata a ricorrere al part-time, con la conseguente decurtazione di stipendio e contributi previdenziali, o ad abbandonare il lavoro. La proposta di Anfn: attribuire almeno tre anni di contributi figurativi ad ogni figlio naturale o adottato. Si tratterebbe di un provvedimento che impatterebbe sui conti pubblici relativamente e soprattutto sarebbe diluito nei prossimi decenni, pur mantenendo effetti immediati sulla vita delle donne. Il provvedimento commenta Alessandro Soprana potrebbe essere adottato gradualmente, partendo da un certo numero di figli (ad esempio otto) e decrescendo ogni anno di uno per arrivare a regime. Molte altre sarebbero le questioni da mettere sul tavolo. Una cosa è certa: l Italia, quanto a politiche familiari, è quasi all anno zero. «Molto lavoro attende il governo in questa direzione ha osservato Carlo Dionedi e ci auguriamo che i problemi che abbiamo prospettato siano portati alla discussione. Allo stesso modo ci auguriamo che il governo voglia aumentare significativamente l investimento finanziario nelle politiche familiari, con l obiettivo di arrivare entro il 2018 almeno al 2,5% del Pil. Nei recenti provvedimenti si è visto che, quando lo si vuole, le risorse si trovano. Perché, dunque, non provarci?». 8 TestPOSITIVO

9 La STORIA Mario Sberna, dalla casa al palazzo fä=é~êä~ãéåí~êé co^k`bp`^kl I n sedici mesi ha votato in aula volte, l 89% delle volte in cui era richiesta la sua presenza. E per le assenze, c è sempre stata una buonissima ragione. È stato primo firmatario di 6 disegni di legge (e cofirmatario di 50), di 38 emendamenti (193 quelli a cui ha apposto la sua firma), di 11 interrogazioni e 7 ordini del giorno. Tutti a favore delle famiglie. Mario Sberna, bresciano, 54 anni, una laurea in Scienze religiose, sposato con Egle e papà di una prole numerosa, lui che è stato fondatore dell associazione delle famiglie numerose in Italia, vive una nuova stagione della sua vita. Convinto dagli amici a mettere un piede in Parlamento per portarvi le istanze della famiglia, si candidò con Scelta Civica per l Italia, nella circoscrizione II della Lombardia. Dopo alcuni mesi «mi sono accorto che le anime che coesistevano nel partito di Mario Monti liberisti e cattolici erano inconciliabili: diversa visione del mondo, opinioni opposte sui temi etici. Per questo ho aderito alla nuova formazione dei Democratici solidali (Demo.s), una aggregazione di centro dove, certo, il senso di identità tra i colleghi, tutti cattolici democratici, è più marcato». Sberna è rimbalzato agli onori della cronaca almeno in quattro occasioni. La prima: per essersi presentato in parlamento calzando i sandali («sono il mio fioretto»). La seconda: per aver deciso di trattenersi dal lauto stipendio parlamentare lo stesso stipendio che percepiva prima di entrare in parlamento, euro, destinando il di più alle famiglie che non arrivano a fine mese. La terza: per aver votato, lui, appartenente ad una aggregazione in maggioranza, contro la fiducia chiesta dal governo Letta per l approvazione della Legge di stabilità: «perché profondamente deluso dall assenza di politiche familiari dell esecutivo». Infine, per aver brandito, lui che vanta una pazienza francescana, un sandalo in direzione di un deputato Cinque stelle che in Aula aveva per l ennesima volta urlato «ladri» a tutti i parlamentari. Gli archivi di Openpolis, che monitora l attività dei parlamentari, danno ragione della sua coerenza. In 81 casi ha votato contro le indicazioni di quello che era il suo partito. In molti altri ha convinto i suoi dell opportunità di puntare i piedi per ottenere misure più decisive a favore della famiglia. Su tutti i temi eticamente sensibili si è distinto: ha votato no contro la proposta del divorzio breve, no al disegno di legge contro l omofobia (e la libertà di espressione, ndr) no sulla proposta di finanziamento dei velivoli F-35, sì al disegno di legge contro la violenza sulle donne. Politiche familiari e fiscali, diritti umani, cooperazione internazionale, lotta all azzardo patologico, trasparenza, i suoi maggiori campi di interesse. È stato tra i promotori di diversi gruppi interparlamentari: segno che su certi temi si può e si deve trovare una convergenza trasversale. È il collegamento diretto tra l Associazione famiglie Â^=oçã~= ééê=ç~ê=îçåé= ~ä=öêáçç=çá=ççäçêé ÇÉääÉ=Ñ~ãáÖäáÉ áí~äá~åéê numerose - e sempre più spesso il Forum delle associazioni familiari - con e le «alte sfere» della politica. Refrattario alla mondanità, appena esce dall Aula se ne va a dormire dalle suore Pie Operaie, che aveva conosciuto nella sua Brescia. Portandosi sempre dietro una manciata di monetine per dare il suo obolo ai tanti mendicanti che incontra per strada. Per collaboratrice parlamentare ha scelto una religiosa, suor Italina (una laurea in giurisprudenza), caso forse unico nella storia della vita repubblicana. Dopo sedici mesi di vita a Montecitorio, la sua percezione della vita di un parlamentare si è modificata rispetto a quando se ne stava con la sua famiglia a Brescia? «No, nel senso che ho potuto riscontrare di persona quanta lontananza ci sia tra la quotidianità delle famiglie e il mondo del Palazzo. Chi viene da una lunga esperienza parlamentare non sa nemmeno cosa siano l Isee o le bollette, chi c è da poco dà l impressione di essersene scordato. E parlo anche degli eletti del click, che hanno imparato subito e bene il mondo del tailleur e della cravatta. Pochi coloro coi quali ho sintonia completa; tra questi, non per caso visto che è associato da anni ad Anfn e vice presidente del Movimento per la vita, l onorevole Gianluigi Gigli, col quale condivido ogni istanza e speranza. E anche ogni delusione: le priorità, infatti, nel Palazzo, sono semplicemente invertite: il futile e l inutile vengono sempre prima del necessario e giusto. Ci vorrebbero più persone coerenti, solidali, attente ai bisogni della gente. Ma non ci sono». Si sente un semplice numero o pensa che la sua testimonianza possa essere servita o possa ancora servire a qualcosa? «A me mancano troppo la mia Egle e i miei figli, il vivere un lavoro che mi piaceva e la relazione affettiva, anche quella straordinaria, con le famiglie numerose associate. Deve credermi: se mi sentissi solo un numero, non sopporterei questa sofferenza e tornerei a casa. C è una burocrazia costruita da funzionari, TestPOSITIVO 9

10 spessissimo di scuola radicale, che opera contro la famiglia; ci sono colleghi e colleghe che, l ho già detto, guardano al dito e non alla luna. E c è, lo credo fermamente, una vocazione, una chiamata alla quale rispondere. No, non può essere una casualità, sono lì per il bene della famiglia e lotterò fino alle lacrime per il bene della famiglia». C è qualcosa di cui va particolarmente orgoglioso nella sua attività parlamentare? «Sì: sapere che non sto deludendo le famiglie numerose, che mi fanno sentire il loro affetto e il loro incoraggiamento ma, soprattutto, la loro preghiera della quale, nel mondo della politica, c è assoluto bisogno, una sorgente alla quale abbeverarsi quotidianamente, per non cadere nella tentazione o, tipico della politica, nell accidia. Da questo punto di vista non ho mai lasciato una lettera o una mail senza risposta, non ho mai mancato di rispondere ad una telefonata, la porta di casa a Brescia o quella dell ufficio a Roma non si sono mai chiuse: sono sempre io, Mario, il Mario della Egle, il Mario di prima. Sono felice di essere riuscito a restare me stesso». Lei crede alle aperture di Renzi verso il fattore famiglia? «Renzi viene da una famiglia, intendo genitori e fratelli, che hanno vissuto e vivono le nostre stesse gioie e speranze, tristezze e angosce per dirla con la Gaudium et Spes. Si è laureato approfondendo un gigante della spiritualità e della politica come La Pira. Ha scelto come Sottosegretario un papà di famiglia numerosa e un bravo sindaco come Del Rio. Non può deluderci, non può. Vorrebbe dire fare a pezzi una storia, anche o soprattutto di fede, un rinnegare la verità, la giustizia, il bene comune. Non deve aprire al Fattore famiglia: lo deve fare. Anche a partire, come propongo io o meglio l Anfn, da chi ha 10 figli e poi, ogni anno, abbracciarne nella giustizia uno in più, fino ad abbracciare tutti i nostri figli, tutto il nostro futuro. Lo deve fare». Per scendere a Roma lei ha lasciato il suo lavoro e la guida dell associazione. Ci pensa mai quale sarà il suo futuro? «Sì, e talvolta, quando sono un po giù, non senza una certa preoccupazione. Il Seminario diocesano ha un nuovo amministratore, l ufficio missionario ha una nuova collaboratrice, la cooperativa sociale ha un nuovo responsabile al mio posto e l Associazione famiglie numerose ha un nuovo presidente, i carissimi Giuseppe e Raffaella. Non c è più spazio per me, com è giusto e bene che sia. Tuttavia Egle non ha un nuovo marito, né i miei figli un nuovo papà. Ripartirò da lì, come sempre, dai miei cari. E il Signore, che tutto vede e sa, ci darà il suo amore, come sempre». Andrea Bernardini L inchiesta s~å~åòé kljhfa Viaggio in Italia tra le strutture che non sopportano di avere bambini tra i piedi E ra l agosto del Vacanza in Veneto, dopo anni di puntate all estero. Padova, Verona, Garda, in ostello e in campeggio. Bambini al seguito: Rachele, di 4 anni, le altre due, Irene e Miriam, gemelle, di 4 mesi. In quei giorni capimmo quanto sarebbe stato difficile, da allora in poi, chiuder casa ed evadere altrove. Per entrare nella cappella degli Scrovegni a Padova fummo costretti a pagare la quota di prenotazione anche per le neonate. Chiedemmo spiegazioni. Ci risposero: «Basta che respirino». Quando giungemmo a Strà (Venezia) scoprimmo che l ingresso alla Villa Pisani era interdetto a «cani e passeggini». Non potevamo tenerci in collo per un ora e mezzo la durata della visita le gemelle che si erano appena addormentate. Dopo aver litigato con le dipendenti della villa, caricammo la navicella in auto e ce ne tornammo in campeggio. In qualche cassetto devo aver conservato la foto di mia moglie con figlie di fronte a quel cartello, tanto mi pareva assurdo e dunque notiziabile. Sono trascorsi dieci anni. E ho la sensazione che i servizi «no-kid» si siano moltiplicati, apprezzati da chi non sopporta di convivere con i pargoli (degli altri) mentre fa un bagno in piscina o si gusta una bistecca. «A Pisa racconta il collega Alessandro Banti in un ristorante sulla via Aurelia, ho aperto il menù dove ho trovato scritto più o meno così: lasciate a casa bambini e cani. Da noi non sarebbero i benvenuti». Provocazioni simili scritte o verbali sono segnalate da famiglie di tutta Italia. «A noi è successo qualcosa di simile in una pizzeria della nostra zona - osserva Paolino Facco di Padova dove ci siamo recati per mangiare all aperto. Le piccole dormivano sul passeggino, i tre grandi erano seduti a tavola. Siamo stati avvicinati dai camerieri che ci hanno esortato a finire alla svelta e a liberare il posto, perché i bambini avrebbero potuto fare danni». Gina Potente salernitana, è mamma di tre gemelli di quattro anni Francesco, Gabriele e Gerardo e di Andrea, due anni. «Una sera siamo entrati in un negozio di abbigliamento Çá=^åÇêÉ~=_Éêå~êÇáåá per bambini e senza che i miei figli facessero niente, ci hanno chiesto di uscire, perché troppi. E poi si dice che c è crisi!». Beatrice Perissuti scandisce il nome di un ristoratore: «Pizzeria Bandiera Gialla, in via Raffaello Sanzio a Trieste». «Qui lamenta - i bambini non li vogliono e se prenotate dieci posti, quando specificate che cinque sono bambini, vi fanno capire che non siete ben accetti. Se poi ci andate direttamente beh ormai non ci vado più da anni per questo motivo». Gemma Croce, 55 anni, vive con il marito ed i quattro figli a Pedrazzo, in Trentino: «In passato abbiamo sempre viaggiato con i nostri bambini. Ci siamo recati in Austria, Repubblica Cecka, Slovacchia, Germania, Francia, Usa, Belgio, Lussemburgo, Danimarca, Inghilterra e non abbiamo mai trovato difficoltà nel trovare ospitalità per noi, i nostri pargoli e persino per i nostri cani. Solo in Italia abbiamo trovato limitazioni di ogni tipo, tant è che dopo diverse esperienze negative abbiamo rinunciato a vacanze nel nostro paese». «La difficoltà maggiore? Trovare nei villaggi appartamenti idonei ad una famiglia numerosa» osserva Fabrizio Chinzari, originario di Rieti, papà di sette figli. Vero: sono poche le strutture che dispongono di camere sufficientemente capienti per le famiglie numerose. Angelita Cinus abita con il marito ed i quattro figli in un piccolo paese del Medio Campidano, in Sardegna: «noi le vacanze le facciamo con il nostro camper. Più volte, quando ci siamo recati in alcuni campeggi, ci siamo sentiti dire all accettazione: ci dispiace, ma la piazzola è per cinque posti. Vorrà dire che ne prenderete due». Conferma Gina Potente: «siamo stati in vacanza una settimana in Calabria in un villaggio. Quando siamo arrivati, il direttore ci ha detto: Signori, non credo che abbiate prenotato per sei. Qui al massimo si possono accogliere due adulti e due bambini. Vada per stanotte. Domani mattina controllo e se ho ragione io dovete andare via». «A Pasqua racconta Giovanna Foddis, TestPOSITIVO

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2012

Il turismo a Bologna nel 2012 Il turismo a Bologna nel 212 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

A quanto ammonta il reddito per un nucleo familiare composto da una persona?

A quanto ammonta il reddito per un nucleo familiare composto da una persona? Uno degli obiettivi del M5S è Nessuno deve rimanere indietro. E inaccettabile che un cittadino italiano venga abbandonato a sé stesso dallo Stato perché perde il lavoro, magari dopo aver pagato contributi

Dettagli

Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia. GESU rimani sempre in mezzo a noi, Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di

Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia. GESU rimani sempre in mezzo a noi, Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia GESU rimani sempre in mezzo a noi, per aiutarci a volerci bene, come TU vuoi a tutti noi. Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di 12 Iniziamo

Dettagli

6. STRUTTURA DELLA POPOLAZIONE E COMPOSIZIONE DELLE FAMIGLIE. Maria Letizia Pruna SPS/09 Sociologia dei processi economici e del lavoro

6. STRUTTURA DELLA POPOLAZIONE E COMPOSIZIONE DELLE FAMIGLIE. Maria Letizia Pruna SPS/09 Sociologia dei processi economici e del lavoro A.A. 2013-2014 Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Amministrazione Sistemi di welfare 6. STRUTTURA DELLA POPOLAZIONE E COMPOSIZIONE DELLE FAMIGLIE Maria Letizia Pruna SPS/09 Sociologia dei processi

Dettagli

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù Poesia della mia prima elementare Sebbene faccio la classe prima Non mi è difficile parlare in rima, teco l augurio che il cuor mi detta

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006

Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006 Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006 PAROLE E IMMAGINI PER RACCONTARE GLI SPAZI PER BAMBINI E ADULTI. Gruppo di coordinamento

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale

L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale Comunità di Sant Egidio Anziani nel Mondo, Europa e Italia Le regioni europee in cui si vive più a lungo L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale Secondo le Nazioni Unite nel 2010 la popolazione

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

I. Turismo e vacanze in Italia

I. Turismo e vacanze in Italia I. Turismo e vacanze in Italia Ogni anno tantissimi turisti passano le loro vacanze in Italia. Che cosa attira questi turisti? Il clima temperato, le bellezze naturali, la ricchezza del patrimonio storico,

Dettagli

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO Sommario Questo capitolo l aiuterà a pensare al suo futuro. Ora che è maggiormente consapevole dei suoi comportamenti di gioco e dell impatto che l azzardo

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità La spesa sociale dei Comuni Nel 2012 (ultimo dato disponibile) i Comuni italiani, singoli o associati, hanno speso per interventi e servizi sociali sui

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Parlare in famiglia Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Perché è importante? IMPORTANZA DEL DIALOGO IN FAMIGLIA stili educativi: autoritario, democratico,

Dettagli

CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO

CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO Sommario In questo capitolo scoprirà alcune cose su come - gestire il suo denaro - identificare alcune questioni economiche collegate al gioco - cominciare ad operare dei

Dettagli

Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014

Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014 Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014 PREMESSA Il progetto annuale è stato definito secondo il modello di programmazione per sfondo integratore. Il GIRO D

Dettagli

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 RELAZIONE E ANALISI 1 Progetto e redazione della pubblicazione a cura dell Ufficio Studi e Programmazione per lo

Dettagli

VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA.

VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA. VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA. AIRC. DA OLTRE 40 ANNI LA NOSTRA FORZA SONO LE TANTE PERSONE CHE CREDONO IN NOI. Dietro la sigla AIRC ci sono quasi due milioni di soci

Dettagli

La maggiore partecipazione alla vita sociale ed economica delle donne determina un aumento della quota del tempo delle donne fuori dalla famiglia.

La maggiore partecipazione alla vita sociale ed economica delle donne determina un aumento della quota del tempo delle donne fuori dalla famiglia. Meno matrimoni In Italia ha sempre ricoperto un ruolo decisivo nel sistema di protezione sociale la rete di welfare familiare. Anche nell ambito della famiglia registriamo dinamiche demografiche, sociali

Dettagli

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia.

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Questo - in ordine cronologico - l ultimo appuntamento organizzato dall Istituto Comprensivo

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto.

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto. 1. La Mafia ormai sta nelle maggiori città italiane dove ha fatto grossi investimenti edilizi, o commerciali e magari industriali. A me interessa conoscere questa accumulazione primitiva del capitale mafioso,

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA Contributo di Laura Chies Esperta dell Agenzia e Dises - Università di Trieste e di Chiara Donati e Ilaria Silvestri Servizio statistica e affari

Dettagli

Clive e Kathy Jones. Siamo Clive e Kathy Jones e abitiamo nella Contea di Cork, in Irlanda. Abbiamo 4 figli grandi e 11 nipoti, grazie a Dio.

Clive e Kathy Jones. Siamo Clive e Kathy Jones e abitiamo nella Contea di Cork, in Irlanda. Abbiamo 4 figli grandi e 11 nipoti, grazie a Dio. Clive e Jones Clive Il matrimonio passa attraverso molte fasi: Idillio, Disillusione, Infelicità e Risveglio. Noi le abbiamo passate tutte più volte nel corso dei nostri 45 anni di matrimonio! Buon pomeriggio!

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

La divisione dei ruoli nelle coppie

La divisione dei ruoli nelle coppie 10 novembre 2010 La divisione dei ruoli nelle coppie Anno 2008-2009 Dal 1 febbraio 2008 al 31 gennaio 2009 l Istat ha condotto la terza edizione dell Indagine multiscopo sull Uso del tempo, intervistando

Dettagli

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale struttura. Il confronto dei dati dell Istat con le stime della Banca d Italia sembra evidenziare la presenza di altri fenomeni, oltre quello misurato dalle presenze straniere nelle strutture ricettive.

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Politica: la voce dei giovani

Politica: la voce dei giovani Politica: la voce dei giovani m a r e a p e r t o La cupola trasparente del Bundestag (Berlino) sede del parlamento federale tedesco. È completamente trasparente: con la ricostruzione tedesca e dopo due

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2008-2009 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια : 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 Μάθημα: Ιταλικά Ημερομηνία και ώρα εξέτασης: Σάββατο, 14 Ιουνίου 2008 11:00 13:30

Dettagli