Quarto d Altino Informa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Quarto d Altino Informa"

Transcript

1 Quarto d Altino Informa Giornale d informazione del Comune di Quarto d Altino Marzo 2015 Prende forma il nuovo centro culturale a pag.13 Sicurezza bene primario a pag. 4 Come cambia il servizio di gestione rifiuti a pag. 9 La nuova Biblioteca comunale a pag. 14

2 Il RISPARMIO che dura per sempre, solo nel 2015 ti costa la metà. DETRAZIONE 50% F I S C A L E CORRADO & ROBERTO CANAL SNC Caminetti e Stufe - Esposizione e Vendita Via S. Filippo, 4 - Meolo (VE) Tel PAGAMENTI IN 12 MESI SENZA INTERESSI

3 La cultura parte in Quarto Intitolazione Centro culturale Tina Merlin g i o r n a l i s t a, p a r t i g i a n a, e s e m p i o d i i m p e g n o c i v i l e giovedì 9 aprile ore Municipio, sala consiliare Informazione e poteri forti Presentazione del libro: MOSE. La retata storica Introduce la Sindaca, Silvia Conte Intervengono: Gianluca Amadori Presidente dell Ordine dei Giornalisti del Veneto Stefano Buccini Pubblico Ministero del pool di magistrati dell inchiesta sul MOSE giovedì 16 aprile ore scuola A. Roncalli Tina Merlin: esempio di impegno civile Introduce la Vicesindaca, Raffaela Giomo Interviene Maria Teresa Sega storica dell Istituto Veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea giovedì 16 aprile ore piazza San Michele Cerimonia di intitolazione del Centro culturale Inaugurazione mostra su Tina Merlin realizzata dal centro internazionale Città dell Acqua Intervengono: Silvia Conte, Sindaca Domenico Cuttaia, Prefetto di Venezia, Maria Rosa Pavanello, Presidente di Anci Veneto Adriana Lotto, Presidente dell Associazione culturale Tina Merlin Toni Sirena, scrittore e giornalista, figlio di Tina Merlin Sergio Fortini ed Elisa Uccellatori dello studio di architettura Canapé Saranno presenti le classi terze della scuola A. Roncall lunedì 20 aprile ore Municipio, sala consiliare Tina Merlin e il Vajont La Sindaca, Silvia Conte e Marco Borghi Direttore dell Istituto Veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea, dialogano con Maurizio Reberschak già professore di Storia Contemporanea alle Università di Padova e Venezia e Adriana Lotto, Presidente dell Associazione Culturale Tina Merlin sabato 25 aprile ore via Stazione, campo sportivo Festa della Liberazione Le ragazze ed i ragazzi della scuola secondaria di primo grado A. Roncalli alterneranno musiche e letture di brani tratti dagli scritti di Tina Merlin Saranno presenti i neodiciottenni giovedì 23 aprile ore Municipio, sala Piaser Tina Merlin, partigiana Proiezione del film I giorni veri. Le ragazze della Resistenza Introduce Silvia Conte, Sindaca Interviene Maria Teresa Sega storica dell Istituto Veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea, Sarà presente la regista Manuela Pellarin venerdì 9 ottobre ore Centro Servizi Quarto d Altino Il giornalismo d inchiesta Incontro pubblico organizzato in occasione del disastro del Vajont in collaborazione con l Ordine dei Giornalisti del Veneto Comune di Quarto d Altino Info: Servizio Affari Generali tel Servizio alla Persona tel

4 1 Obiettivo: La qualità della vita e sicurezza Garantire la sicurezza Sicurezza bene primario Continua l impegno dell Amministrazione per riconoscere alle cittadine ed ai cittadini di Quarto d Altino il diritto di sentirsi protetti e difesi nelle loro case e nel loro territorio. Ai recenti episodi di criminalità l Amministrazione che già negli anni scorsi ha attivato una serie di azioni tra cui l installazione di telecamere di videosorveglianza a presidio delle aree di Quarto d Altino e Portegrandi ha risposto attivandosi su più piani. Lo scorso 3 dicembre ha organizzato un incontro pubblico con la cittadinanza proprio per parlare di sicurezza. Il Comandante del Distretto di Polizia Locale dei Comuni di Quarto d Altino, Meolo, Fossalta di Piave e Silea, Fabrizio Milanello e i vertici locali dei Carabinieri, il Comandante della Compagnia di San Donà, Giovanni Blasutig, e il Comandante della Stazione di Meolo, Nicola Presutto, hanno incontrato la cittadinanza e fornito alcuni consigli pratici per rendere maggiormente sicura la quotidianità di ciascuno. Durante la serata e nei giorni successivi è stato distribuito un vademecum (tutt ora disponibile presso gli uffici comunali e sul sito internet istituzionale) contenente alcune semplici ma efficaci indicazioni che possono concorrere a rendere più sicuro il territorio. Consapevoli che le realtà più piccole sono meno preparate ed attrezzate per affrontare efficacemente le problematiche legate alla sicurezza, l Amministrazione ha favorito lo sviluppo di sinergie operative tra tutti i soggetti istituzionalmente deputati al controllo del territorio affinché possa realizzarsiuna capillare azione preventiva e far sì che il territorio sia costantemente monitorato. In quest ottica, la Sindaca Conte ha incontrato lo scorso 3 marzo il nuovo Questore di Venezia, dott. Angelo Sanna, al quale ha offerto la disponibilità degli agenti della Polizia Locale a collaborare anche con le forze della Polizia di Stato per interventi di prevenzione nel territorio. Generazione 2.0 Molto interessante e partecipata la serata dedicata ai rischi di internet lo scorso 23 febbraio: negli ultimi anni Internet è entrata prepotentemente a far parte della nostra quotidianità. Ma quali sono i rischi connessi ad un uso poco attento e consapevole? Si parla sempre più di social network: ma cosa sono davvero e come funzionano le reti di relazioni su Internet? Per approfondire questi temi legati ad un uso sicuro e consapevole di internet, in continuità con quanto già fatto gli anni scorsi, il Comune di 4

5 1 Obiettivo: La qualità della vita e sicurezza Quarto d Altino ha promosso, in collaborazione con l Istituto Comprensivo Roncalli, un incontro pubblico dal titolo Generazione 2.0 I rischi di Internet, aperto a genitori, familiari, educatori e comunque a chiunque volesse approfondire le tematiche della sicurezza nell uso di internet. All incontro pubblico è intervenuto il Direttore Tecnico Principale del Compartimento di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Venezia, dott. Saverio Costa Letterio, che ha saputo offrire consigli praticisulle corrette modalità di utilizzo di un mezzo che rappresenta al tempo stesso una fonte incredibile di informazioni, di possibilità di relazioni sociali, di crescita culturale ma anchedi rischi. Nei giorni precedenti, la Polizia Postale di Venezia ha incontrato le ragazze e i ragazzi delle classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado Roncalli e della classe quinta della primaria di Portegrandi. Anche i ragazzi, che navigano in Rete e frequentano YouTube e i social network, hanno così avuto modo di imparare a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre rischi connessi alla privacy, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri. La protezione civile siamo tutti noi Grande successo per le serate di formazione La protezione Civile siamo tutti noi organizzate dall ufficio di protezione civile comunale e dal gruppo comunale volontari di protezione civile. Durante le serate è stata raccontata la storia del Sistema di Protezione Civile Nazionale attraverso il ricordo delle grandi calamità che hanno sconvolto il nostro paese: dall alluvione del 66, ai terremoti che colpirono il Friuli Venezia Giulia, l Irpinia e l Aquila. Si tratta di storie che mettono in luce il ruolo dei volontari e insegnano come la conoscenza dei comportamenti più corretti ed efficaci da parte della cittadinanza possa risultare fondamentale nei momenti di crisi; perché quella della Protezione Civile Nazionale è una storia fatta dalle persone. La protezione come insieme integrato formato da Comuni, Province, Regioni e Governo, Vigili del Fuoco, Forze Armate, Forze di Polizia, Corpo Forestale dello Stato, Servizio Sanitario, Croce Rossa Italiana, Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e VOLON- TARI è nato ed è cresciuto proprio durante la gestione delle emergenze sopra ricordate. Si è discusso poi del rischio idrogeologico ed è stato presentato alla comunità il Piano Comunale di Protezione Civile di Quarto d Altino,uno strumento operativo che la Sindaca, massima autorità locale di Protezione Civile, insieme al personale di supporto, usa per gestire l emergenza in quanto permette: - di conoscere le vulnerabilità territoriali ed antropiche; - di organizzare una catena operativa finalizzata al superamento dell evento; di prevedere i risultati delle scelte compiute. In caso di emergenza il C.O.C. (Centro Operativo Comunale), formato dalla Sindaca, dai Responsabili del Comune, e dal coordinatore del Gruppo Volontari di Protezione civile, si riunisce nella sala operativa, organizzata presso il Centro Servizi di via Abbate, da dove monitora la situazione e coordina i diversi interventi. Ma non dobbiamo dimenticare che LA PROTEZIONE CIVILE SIA- MO TUTTI NOI: la conoscenza da parte della cittadinanza del Piano di Protezione civile (disponibile sul sito del Comune) e delle misure da adottare in caso di pericolo, sono in grado di rendere ancor più efficaci le azioni della Protezione Civile, che potrà in questo modo contare sulla fattiva collaborazione di tutti. NUMERO DI PROTEZIONE CIVILE L Amministrazione coglie l occasione per ringraziare pubblicamente il Gruppo comunale volontari di protezione civile per la disponibilità e la professionalità dimostrate nella gestione delle emergenze e delle diverse attività inerenti la formazione continua ed le esercitazioni. 5

6 1 Obiettivo: La qualità della vita e sicurezza Qualità e sostenibilità del Territorio Altino: nuovo percorso pedonale Tra il centro e il museo archeologico nazionale Chiesto e ottenuto un nuovo finanziamento dalla Regione Veneto che permetterà al Comune di Quarto d Altino di realizzare un percorso pedonale di collegamento tra il centro di Altino e la nuova sede del Museo Archeologico Nazionale, con eliminazione delle barriere architettoniche. L intervento costerà in tutto ,00 euro, che verranno coperti per un importo pari a ,00 euro con finanziamento regionale; i restanti ,00 euro saranno a carico del Comune. L opera si inserisce nell obiettivo dell Amministrazione di potenziare la ciclo-pedonalità, realizzando percorsi di collegamento tra tutti gli edifici pubblici del territorio comunale, valorizzando allo stesso tempo la località di Altino. Anche in previsione della ormai prossima apertura prevista per giugno 2015 della nuova sede del Museo Archeologico Nazionale, l Amministrazione ha infatti investito nell area, che presenta elementi naturalistici, ambientali e culturali d eccellenza; lo scorso anno è stato realizzato il nuovo attracco sul canale Santa Maria, per sviluppare il collegamento turistico tra Torcello e Altino attraverso le vie d acqua della laguna di Venezia. Si tratta di interventi di miglioramento della qualità urbana e territorialeche rispondono a contenuti strategici del P.A.T. Piano di Assetto del Territorio e che rispondono a criteri di qualità e sostenibilità. Per accedere concretamente al contributo, si dovrà ora predisporre e presentare il progetto entro fine giugno ed aggiudicare i lavori entro fine anno. Eliminate le barriere architettoniche nel cimitero del capoluogo Nei primi mesi dell anno, per intervento dell assessore ai lavori pubblici, Paolo Albertin, la ditta Aurora Società Cooperativa Sociale ha portato a termine un intervento volto all eliminazione delle barriere architettoniche presso il cimitero del Capoluogo, entrata di via Roma. Nei prossimi mesi verranno eliminate anche quelle presenti dal lato di via Claudia Augusta. L amministrazione aveva posto in modo chiaro sin da inizio mandato la volontà di eliminare le barriere architettoniche, un passo considerato fondamentale per la realizzazione di una città migliore per tutti. Si tratta infatti di un intervento che risponde alle esigenze di numerose famiglie all interno delle quali sono presenti soggetti con una ridotta mobilità temporanea o permanente: basti pensare all aumento della popolazione di età anziana, ma anche genitori e nonni alle prese con carrozzine o passeggini o lavoratori che devono movimentare carichi. TVR Trevisin Roncade snc onoranze funebri cremazioni lavori cimiteriali di Trevisin Donato e Marco Via Roma, Roncade (TV) Tel Fax p.i

7 2 Obiettivo: La trasparenza La partecipazione Nuove idee per il raggiungimento di obiettivi comuni Trasformare il rapporto con la cittadinanza e le imprese, creando le basi per lo sviluppo di una reciproca capacità di ascolto e comprensione, in grado di rigenerare fiducia sia rispetto alle istituzioni che rispetto al futuro, anche economico, della realtà locale: è questo uno degli obiettivi che l Amministrazione Conte si è data a inizio mandato. Partendo proprio da questa nuova prospettiva e prendendo atto delle difficoltà crescenti nel reperire le risorse necessarie per manutentare, ristrutturare o valorizzare gli spazi comuni, l Amministrazione ha cercato idee alternative coinvolgendo direttamente la cittadinanza e le imprese e l esperienza sul campo di questi anni ha dimostrato che avere meno risorse non significa necessariamente fare meno, ma può anzi funzionare da stimolo all ideazione di soluzioni alternative. In quest ottica sono diverse le strategie adottate dall Amministrazioneper dare risposte adeguate ad esigenze concrete del territorio e della comunità. La valorizzazione dell ex torrino dell acquedotto comunale di via Roma, grazie alla pubblicazione di un avviso volto a raccogliere possibili manifestazioni di interesse, è stata affidata alla ditta Moro Bio Edilizia di Roncade, che ha proposto di realizzare uno spazio per l insediamento di un attività direttamente collegata alla fruizione del Parco, quale ad esempio il noleggio natanti e/o biciclette o escursioni naturalistiche. La proposta della ditta Moro Bio Edilizia è stata accolta in quanto rappresenta un esempio di buone pratiche nella ristrutturazione e riutilizzo del patrimonio edilizio esistente. Attraverso un accordo di programma pubblico-privato sarà quindi possibile recuperare l immobile in un ottica di promozione territoriale e sviluppo del turismo in grado di valorizzare la greenway del fiume Sile. Sempre grazie ad un accordo pubblico-privato sarà possibile riqualificare le aree diverde pubblico di Piazza Pertini, con interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria In seguito ad un avviso pubblico di manifestazione di interesse, è stato infatti concesso alla ditta Caseificio Artigiano Zanchetta di Casale sul Sile di installare una casetta dell acqua ed un distributore di prodotti tipici locali, in piazza Pertini con l impegno di prendersi cura delle aree a verde della piazza stessa. Anche il progetto Quarto d Altino spazio Comune, avviato dall Amministrazione a inizio 2014, partendo dal concetto di città come bene comune, coinvolge l intera comunità nella progettazione ed esecuzione di interventi complementari e sussidiari alle attività svolte dall Amministrazione: dal prendersi cura di un aiuola, al recupero di piccoli spazi pubblici inutilizzati per la realizzazione di orti urbani; dalla realizzazione di piccoli interventi manutentivi sul patrimonio pubblico, alla risistemazione di aree pubbliche; e ancora dalla partecipazione nella progettazione di spazi urbani non valorizzati, ad uno sguardo attento sul territorio che si concretizza in segnalazioni o suggerimenti trasmessi attraverso il Portale del Comune sul sito web sezione segnalazioni. Sempre nell ambito del progetto Quarto d Altino spazio Comune verrà rivitalizzato e reso fruibile il boschetto delle Crete attraverso un contratto di sponsorizzazione con la ditta Pixartprinting, un partenariato pubblico-privato che permetterà al Comune di recuperare e rendere fruibile alla collettività un area di elevato pregio ambientale. L Amministrazione cerca ora sponsor in grado di finanziare o realizzare direttamente altri interventi: la fornitura di nuove bacheche comunali e la riqualificazione della piazza San Michele nell area antistante il nuovo Centro culturale. Attraverso un contratto di concessione di valorizzazione verranno recuperati e riutilizzati i locali dell ex ufficio postale di Portegrandi: essi infatti saranno assegnati in concessione a chi presenterà un progetto d impresa che sappia valorizzare l immobile. Grazie all accordo con Azienda Speciale della Camera di Commercio di Venezia, coloro che hanno risposto all avviso dell Amministrazione comunale, hanno potuto frequentare un laboratorio di formazione gratuito per la redazione di un business plan richiesto a corredo delle proposte da presentarsi nella prossima fase ad evidenza pubblica, per la quale a breve verrà pubblicato il bando. 7

8 2 Obiettivo: La trasparenza La qualità dei servizi Comune amico Continua l impegno dell Amministrazione per concretizzare un nuovo modo di amministrare basato sull ascolto, la condivisione e la partecipazione, che permetta alle cittadine ed ai cittadini di rappresentare le loro necessità ed esporre le problematiche locali, ma anche di valutarne l operato e di indirizzarne le scelte sugli interventi da realizzare o i servizi da migliorare. In linea con quanto già fatto gli anni scorsi, con la Giornata della trasparenza, il percorso legalità, l attivazione della sezione trasparenza sul sito internet istituzionale e l individuazione del cosiddetto funzionario antiritardo, individuato nel Segretario Generale, Luigi Iacono, al quale ricorrere in caso di inottemperanza da parte degli uffici, l Amministrazione comunale, con l approvazione del Programma triennale per la trasparenza e l integrità , si è riproposta una serie di azioni tra cui la realizzazione di un incontro pubblico per far conoscere alla cittadinanza quali sono gli strumenti e le modalità per esercitare il diritto di accesso alle informazioni, nella convinzione che innescare una nuova cultura basata sulla partecipazione e la trasparenza significa anche realizzare uno degli interventi più incisivi per contrastare corruzione e illegalità, in quanto il libero accesso alle informazioni rappresenta di fatto il presupposto di base per permettere ai cittadini un controllo diretto sull operato dell amministrazione. La partecipazione diretta delle cittadine e dei cittadini anche all interno dei processi di valutazione della qualità dei servizi pubblici-attraverso indagini di customersatisfactioncostituisce una risorsa indispensabile per il cambiamento ed il miglioramento continuo: conoscere la qualità dei servizi percepita dagli utenti permette infatti all Amministrazione di realizzare scelte in grado di rispondere in modo appropriato ai bisogni ed ai problemi della gente. Per questo motivo, dopo due anni dalla precedente rilevazione, nel corso del 2014 l Amministrazione di Quarto d Altino ha voluto misurare il proprio operato, attraverso un analisi della performance organizzativa e della citizensatisfaction su di un campione di 355 soggetti maggiorenni, considerando la velocità di disbrigo delle pratiche, la competenza e la cortesia del personale. Il dato complessivo di valutazione è stato decisamente positivo, con un voto medio attorno ad 8. Tra gli aspetti da potenziare quelli legati alla viabilità ovvero manutenzione stradale e arredo urbano, traffico e trasporto pubblico locale, voce quest ultima condizionata dalla elevata percentuale di intervistati che ritiene penalizzante l introduzione da parte della Regione Veneto, dell orario cadenzato, che come noto è una delle battaglie che l Amministrazione porta avanti dal dicembre 2013 con grande impegno. Sensibile al tema delle manutenzioni, soprattutto quando si tratta di piccoli interventi che risultano però fondamentali per la qualità della vita, l Amministrazione ha potenziato il sistema di segnalazioni da parte dei cittadini con una sezione ad esse dedicata nel sito internet del Comune. Anche in seguito alle indicazioni dei cittadini, è stato quindi predisposto un piano degli interventi che vengono poi realizzati mano a mano che le risorse si rendono disponibili. Da rilevare che l Amministrazione di Quarto d Altino attende ancora dalla Regione Veneto quasi 100mila euro anticipati nel 2011 in occasione dei lavori di manutenzione straordinaria al ponte sul Sile. Complessivamente la qualità della vita percepita dai residentisi conferma positiva (media 7,54): circa 7 intervistati su 10 consiglierebbero Quarto d Altino come comune in cui vivere; positiva anche la valutazione dello Sportello Lavoro, creato con l obiettivo di facilitare le cittadine e i cittadini che cercano una nuova occupazione attraverso una filiera di servizi pubblici gratuiti: i 2/3 degli intervistati lo conoscono, e tra chi lo ha utilizzato, oltre l 80% lo ritiene ben organizzato. Ottima anche la conoscenza delle azioni che l Amministrazione sta promuovendo per la repressione della micro criminalità, installazione di videocamere a Quarto e Portegrandi, maggior presidio del territorio da parte di vigili e forze dell ordine, organizzazione di incontri sul tema della prevenzione tra forze dell ordine e popolazione: ben l 83,2% degli intervistati si è dichiarato al corrente di queste iniziative ed interventi. Buoni i dati di conoscenza del sito internet, noto al 72,7% degli intervistati ed usato dal 35,7%, e ottimo il giudizio circa la facilità di reperimento delle informazioni sul sito (8,84 su scala da 1 a 10). 8

9 Riqualificazione ambientale Come cambia il servizio di gestione dei rifiuti Sono trascorsi sette anni dall inizio del servizio di raccolta differenziata porta a porta che ha sinora dato buoni risultati: anche nel 2014 il Comune di Quarto d Altinoha infatti raggiunto il 73,34% di media annuale collocandosi al dodicesimo posto fra tutti i Comuni della Provincia di Venezia, traguardo che gli ha fatto nuovamente conseguire il titolo di Comune riciclone, iniziativa di Legambiente, patrocinata dal Ministero dell Ambiente, che premia le comunità locali che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti. L Amministrazione di Quarto d Altino ha ritenuto a questo punto importante una riflessione ed un momento di confronto con la cittadinanza per valutare insieme quali possibili modifiche apportare al servizio per una sua ottimizzazione e la partecipazione agli incontri pubblici organizzati lo scorso gennaio è stata un importante segnale da parte della comunità, che ha dimostrato di voler capire e partecipare in prima persona alle scelte. Da quest anno sono state introdotte importanti novità che in parte dipendono da innovazioni nel processo di smaltimento ed in parte recepiscono le idee che l Amministrazione comunale ha proposto alla popolazione durante gli ultimi incontri pubblici. La crescente attenzione della cittadinanza nel conferimento differenziato dei rifiuti ha permesso una sensibile riduzione del rifiuto secco: è stato quindi possibile ridurre il servizio di raccolta porta a porta da settimanale a quindicinale, con conseguente risparmio. Anche il conferimento dell alluminio con il vetro, anziché con la plastica come accadeva fino a febbraio 2015, si traduce in un vantaggio economico per la comunità legato alla maggior facilità con cui vetro e alluminio vengono recuperati e valorizzati. I risparmi così ottenuti potranno essere reinvestiti nella pulizia dei fossi e delle piste ciclabili e nella sostituzione dei cestini oltre che a benefici in bolletta. L unica modifica per la raccolta dell umido - che resta confermata bisettimanale - riguarda i contenitori: non è infatti più necessario utilizzare i sacchetti in mater bi, ma è invece possibile utilizzare quelli già adoperati per il secco. Si tratta di modifiche frutto dell esperienza maturata negli ultimi anni e basata sulle segnalazioni della cittadinanza per rendere il servizio sempre più efficiente ed efficace sia in termini quantitativi che qualitativi, con risvolti positivi sia dal punto di vista ambientale che economico. Particolare attenzione è data anche nei confronti della diffusione di una corretta informazione riguardo le diverse tipologie di rifiuti conferibili: sapere chiaramente cosa si può e si deve riciclare, come lo si deve fare e perché, ossia quali benefici ci si può attendere, può tradursi in un concreto miglioramento della qualità della raccolta differenziata ed una diffusa buona pratica del riciclo non solo permette di vivere in un ambiente più sano e gettare le basi per un futuro migliore, ma può tradursi anche in riduzioni della tariffa, premiando così concretamente in bolletta le buone pratiche. In quest ottica, durante la Giornata dell ambiente svoltasi lo scorso ottobre rappresentanti di V.E.R.I.T.A.S. S.p.A., su richiesta dell Amministrazione di Quarto d Altino, si sono messi a disposizione della cittadinanza per rispondere alle domande e dare consigli utili per una corretta raccolta differenziata, con particolare riguardo ai cosiddetti Raee, i Rifiuti da apparecchiature elettroniche, che pur essendo riciclabili per il 97%, finiscono spesso nel rifiuto secco o, peggio, abbandonati e da tal fine sono in programma nuovi incontri con la cittadinanza durante il L Amministrazione continua inoltre a confrontarsi con V.E.R.I.T.A.S. S.p.A. affinché abbassi il 10% di costi generali che finiscono a carico di famiglie e imprese e con la Provincia affinché venga eliminato il 5% di addizionale provinciale che finisce anch essa nelle bollette. 9

10 A breve la bonifica dell ex consorzio agrario Si avvia a conclusione anche la questione della bonifica dell ex Consorzio agrario di Portegrandi, oggi proprietà privata confiscata dall autorità giudiziaria. La strada scelta dal Comune per ottenere la bonifica si è rivelata quella giusta. cercare di rivalersi su chi aveva portato lì le ceneri rappresentava una strada morta (a causa del fallimento della ditta e del decesso del titolare), così l Amministrazione ha deciso di chiedere che l onere della rimozione andasse a chi aveva prodotto il rifiuto. I Giudici del Tar prima e del Consiglio di Stato poi hanno dato ragione al Comune. Dopo la bonifica dalle ceneri, che dovrebbe avvenire a carico dei privati in tempi brevi, il Comune potrà chiedere che l immobile gli venga dato in proprietà affinché possa poi essere assegnato in concessione gratuita a chi sia interessato a valorizzare l area, con benefici per la comunità e per la salute pubblica, in primis la bonifica dall Eternit. La conca di portegrandi La situazione della Conca di Portegrandi resta una delle priorità dell Amministrazione Conte, che intende investire in un area che presenta diverse potenzialità da valorizzare, sia dal punto di vista ambientale che economico-sociale. L intervento di riqualificazione resta bloccato in quanto uno dei proprietari non ha sino ad oggi rispettato l impegno a sottoscrivere la convenzione per il P.I.R.U.E.A. Piano Integrato di Riqualificazione Urbanistica Edilizia Ambientale. Come noto, inoltre, una parte delle proprietà è fallita, costringendo il curatore fallimentare ad affrontare una situazione notevolmente intricata. I contenziosi giudiziari con il Comune, anche grazie all impegno tenace dell Amministrazione, sono oggi risolti, ed anche quelli tra privati risultano in fase di risoluzione. A questo punto è prefigurabile che il curatore proceda in tempi brevi all asta il Comitato dei creditori aveva infatti posto come pre-condizione la soluzione dei contenziosi. In attesa che il curatore fallimentare proceda con l asta, l Amministrazione si è attivata, anche attraverso il coinvolgimento di Confindustria Venezia al fine di promuovere l investimento da parte di soggetti imprenditoriali seri che possano diventare interlocutori affidabili di un piano di sviluppo dell intera area, per la definizione del quale sarà comunque coinvolta l intera cittadinanza. area di servizio eni di Cimbro Massimiliano Snack Bar - Tabaccheria - Lavaggio auto furgoni Lavaggio a mano - Pulizia interni - Superenalotto e tutti i servizi SISAL nuovo ImPIAnTo rifornimento gpl Avviati i lavori di potatura degli alberi Prosegue l opera di monitoraggio, manutenzione e qualificazione complessiva del verde cittadino: in seguito a sopralluoghi sul territorio comunaleè stata individuata una serie di interventi di manutenzione delle alberature ed in particolare la potatura o spollonatura di circa 100 alberi, operazioni che ne garantiranno un migliore mantenimento. I lavori sono iniziati a fine gennaio e, tempo permettendo, si dovrebbero concludere entro fine marzo. Gli interventi riguardano le alberature delle vie Manzoni, XXV aprile, Via Casale sul Sile, 14 - Bonisiolo Mogliano - Tel

11 piazza Cavour, viale della Resistenza, via Opitergium e via Lo Monaco, con particolare attenzione verso le piante che non venivano manutentate da anni. I lavori sono stati affidati alla ditta Scantamburlo Pietro di Noale, la cui offerta è risultata essere la più economica tra quelle selezionate. Masterplan aeroporto: molte le osservazioni trasmesse al ministero Lo scorso dicembre, il Consiglio comunale ha approvato e trasmesso al Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare proprie osservazioni al procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) del progetto di ampliamento dell aeroporto di Marco Polo di Venezia Tessera Master Plan Tali osservazioni raccolgono anche le indicazioni suggerite dalla cittadinanza durante incontri pubblici sul tema effettuati e Portegrandi. In particolare il progetto prevede l ampliamento dell aerostazione passeggeri e dei piazzali aeromobili; la riqualificazione e l adeguamento delle infrastrutture di volo; il potenziamento delle aree a parcheggio, oltre ad opere con funzioni di servizio e supporto. In sintesi le osservazioni riguardano alcuni aspetti procedurali, tra cui la constatazione che non può essere ENAC Ente Nazionale Aviazione Civile a presentare la richiesta di valutazione di impatto ambientale in quanto rappresenta l ente cui spetta il controllo sulle attività svolte dai gestori degli aeroporti; l istanza deve invece essere presentata da SAVE S.p.A., cui compete la gestione dell aeroporto di Tessera; ambientali, come la carenza di uno studio sull impatto dell opera sulle aree naturali protette comprese nel Parco Naturale Regionale del fiume Sile, sull area compresa nel sito Venezia e la sua laguna dichiarata Patrimonio Mondiale Unesco e rispetto al sito archeologico di Altino. Da un punto di vista programmatico, l Amministrazione di Quarto d Altino ritiene necessario, tra l altro, prevedere un potenziamento, del tutto ignorato nello scenario del Master Plan, del servizio di trasporto pubblico su rotaia in grado di assorbire il notevole aumento di passeggeri previsto e un sistema di collegamenti con il nuovo aeroporto che possa valorizzare le significative presenze archeologiche ed ambientali di Altino, del Parco Naturale Regionale del fiume Sile e della laguna in località Portegrandi. In relazione all impatto acustico risulta invece fondamentale implementare il sistema di rilevamento con l installazione di una centralina nella zona abitata di Portegrandi e di Quarto d Altino. Si ritiene infine doveroso, già in questa prima fase, programmare incontri di concertazione con le amministrazioni comunali dei territori direttamente interessati finalizzati all individuazione di opere di mitigazione e compensazione a bilanciamento dei disagi edegliimpatti di carattere ambientale già percepiti dalla cittadinanza. Parere positivo del consiglio comunale al progetto di ampliamento del depuratore Il Consiglio comunale ha espresso parere positivo al progetto di ampliamento del depuratore di Quarto d Altino depositato presso la Regione Veneto dall Azienda Sile Piave S.p.A. che gestisce il servizio. Si tratta di lavori di adeguamento e potenziamento tecnologico dell impianto fino a raggiungere una potenzialità corrispondente a abitanti contro gli attuali Alcuni interventi sono finalizzati ad un miglioramento dell efficienza dell impianto in situazioni legate ad eventi meteorici intensi o prolungati; altri alla prevenzione della propagazione di polveri, odori e rumori. Tali interventi, mirati e risolutivi, sono frutto degli incontri con cittadine e cittadini che vivono nelle aree limitrofe al depuratore e rispondono a loro segnalazioni. 11

12 Vitalità culturale ed economica Il comune a fianco delle imprese Con la sigla lo scorso maggio dell accordo tra i Comuni di Quarto d Altino e Roncade, l Università di Ca Foscari e Confindustria Venezia, che ha sancito la nascita della Comunità competitiva di Venezia Est, è iniziato un percorso di collaborazione volto a sostenere la competitività del territorio e delle imprese. Tra gli scopi primari dell accordo vi è quello di arrivare alla semplificazione dei procedimenti amministrativi e alla riduzione dei tempi di rilascio di autorizzazioni e permessi, affinché le imprese che vogliono investire nel territorio non si ritrovino appesantite da procedure burocratiche soffocanti. Ecco quindi che con la collaborazione dell Università Ca Foscari di Venezia, il Comune di Quarto d Altino ha avviato in prima persona un processo di revisione dei propri procedimenti applicando il metodo Kaizen, che prevede un percorso di riorganizzazione che mira al miglioramento continuo per piccoli passi. Un occasione costruttiva di ascolto e confronto tra istituzioni, imprese e associazioni di categoria e di condivisione di alcune proposte concrete si è svolta lo scorso 17 novembre, durante un incontro nella sala Piaser della sede municipale, al quale il Comune di Quarto d Altino e Confindustria Venezia hanno invitato le imprese altinati. Durante l incontro si è parlato tra l altro di supporto alle imprese; di agevolazioni fiscali e nuove opportunità; di progettazione di prodotti turistici nell ambito delle iniziative per Expo 2015 che siano in grado di valorizzare l area della gronda lagunare ed in particolare del territorio altinate; di opportunità per le aziende del territorio di beneficiare, a costi agevolati, di un servizio personalizzato per l attivazione di una connessione in banda larga, grazie all accordo sottoscritto con Elmec, società qualificata nei servizi di connettività di reti wi-fi. L incontro con le imprese era stato preceduto nella mattinata da un convegno, promosso dall Amministrazione comunale in collaborazione con la Fondazione Architetti Venezia, volto ad approfondire le nuove norme introdotte dal cosiddetto decreto Sblocca Italia in tema di edilizia e urbanistica. Il decreto infatti contiene molte norme che incidono sul percorso di semplificazione burocratica ed era quindi importante realizzare un momento di confronto tra avvocati, architetti esterni e tecnici comunali per conoscere e far conoscere le nuove opportunità. Anche la corruzione purtroppo incide profondamente sulla competitività di un territorio: ecco quindi che, durante un incontro con le aziende lo scorso 5 marzo, si è parlato di prevenzione della corruzione e di come la lotta alla corruzione sia da considerarsi come priorità in quanto essa mina la fiducia dei mercati e delle imprese e scoraggia gli investimenti. 12

13 Expo 2015: Quarto d Altino meta di itinerari turistici alternativi Verde Ambiente di Angiolin Adriano & C. s.n.c. L giardinaggio L triturazione ramaglie L autotrasporto rifiuti L impianto recupero rifiuti L scavi e demolizioni A meno di due mesi dall inizio di Expo Milano 2015, l Esposizione Universale che l Italia ospiterà dal primo maggio al 31 ottobre 2015 e che rappresenterà anche un importante opportunità per il turismo, l Amministrazione di Quarto d Altino si è attivata attraverso progetti in grado di promuovere itinerari turistici alternativi che valorizzino il patrimonio storico ed ambientale altinate attraverso progetti. I risultati di alcune indagini condotte da Ciset Centro Internazionale di Studi sull Economia Turistica dell Università Ca Foscari evidenziano infatti che sono molte le persone, tra residenti e turisti, che potrebbero essere interessate a forme di turismo alternativo, il cosiddetto turismo lento, e rivolte all aspetto paesaggistico o enogastronomico. L Amministrazione di Quarto d Altino ha puntato da sempre alla promozione del turismo anche come mezzo per sostenere la crescita economica e sociale del paese e cercando di attivare una rete che coinvolgesse non solo i Comuni limitrofi, ma anche altre istituzioni e imprese, al fine di realizzare un sistema turistico integrato, rivolto a turisti ma anche ad escursionisti, in grado di valorizzare gli aspetti naturalistici, storici e culturali locali. Mete alternative e pacchetti turistici su misura è proprio l obiettivo del progetto Museo diffuso dei saperi e dei sapori della laguna veneziana e degli itinerari fluviali, ideato dallo stesso Ciset e che coinvolge i Comuni di Quarto d Altino e Mira e ha fra i promotori principali Limosa Slow Venice e Starting4. Il progetto, che rientra ufficialmente nel masterplan del Comitato ExpoVenice 2015, intende valorizzare l artigianato e le forme artistiche locali. Anche il progetto SlowVenice, che si inserisce all interno del Museo diffuso dei saperi e dei sapori della laguna veneziana e degli itinerari fluviali e che si è posizionato primo nella graduatoria relativa al bando Obiettivo Expo della Camera di Commercio di Venezia, intende valorizzare e sviluppare proprio questa forma di turismo, attraverso l attivazione di due reti d impresa, Laguna Nord Slow Venice e Brenta-Adige Slow Venice, che riuniscono 26 imprese locali che promuoveranno mete alternative e pacchetti turistici su misura, puntando ad aumentare i flussi turistici nazionali e internazionali entro il Prende forma il nuovo centro culturale Lo scorso 14 febbraio, alla presenza della Giunta al completo, di molte cittadine e cittadini, del parroco don Giampiero, di una rappresentanza delle associazioni attive nel territorio, è stata inaugurata la nuova biblioteca comunale in pieno centro, nei locali ristrutturati al piano terra dell ex sede municipale. Mettere al centro la biblioteca e la cultura, non solo da un punto di vista urbanistico, ma quale cuore pulsante della comunità e motore di sviluppo per il territorio, era un impegno che l Amministrazione aveva assunto sin da inizio mandato. Gli scout di Quarto d Altino hanno partecipato al momento di festa donando alla biblioteca alcuni libri sulla storia del gruppo, che ha appena compiuto quarant anni; altre offerte di donazioni di libri da parte di cittadini altinati giunte nei giorni seguenti confermano che la biblioteca è vissuta dalla comunità come un importante punto di riferimento. Si è trattato di un momento di festa per l intera paese, che vede ultimato il primo passo del progetto di ristrutturazione che porterà alla realizzazione del nuovo Centro cul- L movimento terra L pulizia arenili L rimozione e bonifica di cemento L amianto L parchi giochi Cavallino Treporti (VE) - Tel

14 turale, voluto dall Amministrazione per la riqualificazione dell edificio storico dell ex sede comunale, ove sono già disponibili spazi per le associazioni operanti nel territorio, tra cui Auser, con i corsi di informatica, inglese, pittura, e Oltreiconfini con i corsi di lingua italiana per stranieri e Biblioltre, la biblioteca plurilingue, espressione di una costante collaborazione tra associazioni e Comune che permette di moltiplicare i benefici per la comunità. Secondo l idea dell Amministrazione il polo culturale potrà rappresentare un opportunità di sviluppo per il territorio, sia da un punto di vista sociale, in quanto luogo di incontro e di aggregazione, che da un punto di vista di rilancio economico per il piccolo commercio altinate grazie alla vitalità che porterà al centro del paese. Resta ancora molto da fare: il progetto complessivo infatti prevede l ampliamento e la sistemazione della parte retrostante del vecchio municipio. Per il momento si è proceduto alla sistemazione del piano terra. Successivi interventi verranno programmati a mano a mano che sarà possibile recuperare nuove risorse attraverso la partecipazione a bandi di finanziamento o con accordi di programma. Tra gli spazi da rinnovare anche l area esterna per la quale l Amministrazione comunale cerca sponsor disponibili a finanziare l acquisto o a fornire i materiali per la realizzazione di un area verde, uno spazio per biciclette, panchine, nonché per manutentare la fontana ad anfora presente in piazza. A inizio aprile è programmata la cerimonia di intitolazione del nuovo Centro culturale a Tina Merlin, giornalista, ambientalista e partigiana, scelta all unanimità dalla Commissione per la valutazione delle proposte presentate nell ambito del Concorso di idee La cultura parte in Quarto diamo un nome al nuovo centro culturale. Le motivazioni parlano di una donna di straordinaria tenacia e libertà intellettuale, che seppe comprendere in anticipo sui tempi il valore della salvaguardia del territorio e l importanza della protezione ambientale. La memoria del suo comportamento contribuisce a far sì che nel nostro Comune, in cui l acqua ha un valore fondamentale, non si smarrisca il legame con il fiume, con i molti canali che irrigano la terra, con i principi di libertà che Tina Merlin ha sempre invocato e praticato (Enrico Cerni) e di una donna che ha lottato con caparbietà e ostinazione per mettere in luce la verità sul disastro ambientale e umano della diga del Vajont. Una donna coraggiosa, in un mondo dominato da uomini, che ha dimostrato che gli interessi economici prevaricano qualsiasi altro sentimento (Rosanna Carrettin). I due vincitori del Concorso di idee, Enrico Cerni e Rosanna Carrettin, saranno invitati a partecipare alla cerimonia di intitolazione prevista per il prossimo 16 aprile, in occasione della quale l Amministrazione comunale ha promosso un ricco ciclo di incontri volto a far conoscere alla cittadinanza la figura di Tina Merlin, in collaborazione con Ordine dei Giornalisti del Veneto, I.V.E.S.E.R. (Istituto Veneziano per la Storia della Resistenza e della società contemporanea), Associazione culturale Tina Merlin, Gruppo Toponomastica femminile, Centro Civiltà dell Acqua, resistenze Associazione per la memoria e la storia delle donne in Veneto e con il patrocinio di Anci Veneto. Il 9 aprile si terrà un incontro pubblico dal titolo Informazione e poteri forti, durante il quale Gianluca Amadori, Presidente dell Ordine dei giornalisti del Veneto, ed il Pubblico Ministero Stefano Buccini, del pool di magistrati che condotto l inchiesta MOSE, presenteranno il libro MOSE. La retata storica; il 16 aprile, Maria Teresa Sega, storica di I.V.E.S.E.R., parlerà alle ragazze ed ai ragazzi delle scuole di Tina Merlin, esempio di impegno civile; nel pomeriggio, in occasione della cerimonia di intitolazione del Centro culturale, cui interverranno Adriana Lotto, Presidente dell Associazione culturale Tina Merlin, Toni Sirena, scrittore e giornalista, figlio di Tina Merlin, il Prefetto di Venezia, Domenico Cuttaia, la Presidente di Anci Veneto, Maria Rosa Pavanello, oltre alla Commissione incarica- 14

15 ta di scegliere tra le figure proposte con il Concorso di idee e i due vincitori, verrà, tra l altro, inaugurata la mostra su Tina Merlin realizzata dal Centro Civiltà dell Acqua. Il 20 aprile la Sindaca di Quarto d Altino, Silvia Conte e Marco Borghi, Direttore di I.V.E.S.E.R., dialogheranno con Maurizio Rebershak, già professore di storia contemporanea alle Università di Padova e Venezia, su Tina Merlin ed il Vajont. Il 23 aprile è prevista invece la proiezione del film I giorni veri. Le ragazze della Resistenza, prodotto dall Associazione resistenze per la regia di Manuela Pellarin, dedicato al tema Donne e Resistenza. Il 25 aprile, in occasione delle celebrazioni per l anniversario della Liberazione, le ragazze ed i ragazzi delle scuole eseguiranno delle musiche alternando la lettura di testi sulla Resistenza tratti da scritti di Tina Merlin. Incontri con l autore Successo per l incontro con l autrice Roberta Sorgato, che lo scorso 30 ottobre, nella sala Piaser del Municipio, ha presentato Cuori nel pozzo Belgio Uomini in cambio di carbone, edito da Marsilio. L autrice ha ripercorso gli avvenimenti conseguenti al Protocollo Italo-Belga del 1946, un accordo che prevedeva l invio di italiani nelle miniere di carbone del Belgio in cambio di carbone. La ricerca delle radici della propria famiglia ha portato l autrice a ricostruire le vicende di tante famiglie che, come la sua, dovettero lasciare l Italia in cerca di lavoro. Il racconto ha ripercorso così la dura realtà degli emigrati italiani sino alla tragedia di RieuduCoeur a Quaregnon, dove l 8 febbraio 1956 morirono otto minatori; nello stesso anno a Marcinelle furono 262 i minatori che persero la vita. Di emigrazione italiana all estero si parlerà anche con Giorgia Miazzo, che il prossimo 2 maggio, nell ambito della manifestazione Io leggo, tu leggi, Quarto legge, settimana della promozione alla lettura, presenterà l opera in due volumi Scoprendo il talian Viaggio di sola andata per le Meriche e Cantando in talian. Imparare il talian cola musica. Sarà un occasione per parlare dei veneti che, a partire dall ultimo ventennio dell Ottocento sino a tutta la prima del Novecento si trovarono costretti a lasciare la loro terra d origine per il Brasile e si parlerà di talian la lingua che, nata dalla fusione dei dialetti del nord Italia, è parlata ancora oggi in Brasile da più di un milione di oriundi ed ha recentemente ottenuto il riconoscimento di Patrimonio culturale immateriale del Brasile, prima lingua minoritaria brasiliana ad ottenere tale riconoscimento. Mostra storico-documentaria ritorno a scuola Grande successo per la mostra storico-documentaria RI- TORNO A SCUOLA. L educazione dei bambini e ragazzi ebrei a Venezia tra leggi razziali e dopoguerra, allestita presso il Municipio di Quarto d Altino dal 28 gennaio, in occasione del Giorno della Memoria e prorogata sino al 14 febbraio. La mostra, che ricostruisce, attraverso la storia delle sorelle Alba e Lia Finzi, le vicende dei bambini e dei ragazzi ebrei veneziani in seguito alle leggi razziali, dall espulsione dalle scuole pubbliche al ritorno a scuola a guerra finita, è lughignano di Casale sul Sile (TV) - Piazza S. Martino, 1 Tel Fax

16 stata realizzata nel 2011 dall Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea (Iveser), dall associazione resistenze - memoria e storia delle donne, dall Archivio della Comunicazione del Comune di Venezia, in collaborazione con la comunità ebraica di Venezia e curata da Laura Luzzato Voghera, Renata Segre e Maria Teresa Sega. In occasione dell inaugurazione, la mostra è stata presentata dalla storica Maria Teresa Sega, con l appassionante testimonianza di Lia Finzi, donna straordinaria che ha saputo coinvolgere i presenti con il racconto della propria esperienza, da quando, a 10 anni, vennero introdotte le leggi razziali, alla fuga in Svizzera, al ritorno alla normalità e che ha successivamente incontrato le ragazze ed i ragazzi delle classi V della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado. Verso il nuovo museo archeologico nazionale di altino Dopo trent anni, lo scorso 12 dicembre, è stata inaugurata la nuova sede del Museo Archeologico Nazionale di Altino; si è trattato di un apertura simbolica, cui è seguita un apertura straordinaria il 13 febbraio, in attesa dell apertura definitiva prevista per il prossimo giugno. Convinta della necessità di una sede adeguata al patrimonio culturale altinate, l Amministrazione di Quarto d Altino, con una lettera a firma della Sindaca Conte, aveva segnalato la situazione di stallo in cui si trovava bloccata l apertura della nuova sede al Presidente del Consiglio dei Ministri quale possibile cantiere da inserire nelle misure sblocca Italia. Ora la situazione sembra sbloccata ma resta molto da fare. Per questo, lo scorso 9 dicembre la Sindaca ha incontrato la Sottosegretaria al Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Ilaria Borletti Buitoni, alla quale ha rappresentato la convinzione di questa Amministrazione che la nuova norma sui beni culturali, con il coinvolgimento degli Enti locali e della comunità, nella logica della Comunità patrimoniale prevista dalla Convenzione di Faro, possa tradursi positivamente, dando vita a nuove opportunità, attraverso un approccio finalmente orientato non solo alla conservazione ma anche alla valorizzazione del patrimonio. La volontà di valorizzare il sito archeologico di Altino è stata rappresentata anche al Ministro per i Beni e le attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, con una nota sottoscritta anche dai Sindaci dei Comuni di Adria e Concordia Sagittaria. Nella nota, ove si sottolinea l importanza di creare sinergie pubblico-privato, il cui valore è ben noto a questa Amministrazione che ha avviato da tempo diversi progetti basati proprio su un rapporto nuovo con la cittadinanza e le imprese,si auspicava di poter instaurare un dialogo fattivo con chi avrebbe assunto la nuova Direzione Generale Musei, al fine di sperimentare concretamente le migliori prassi nell ambito della valorizzazione del patrimonio culturale e del turismo. Quarto d Altino Informa El tabaro periodico di informazione locale Anno XX n. 1 - Marzo 2015 Roc n del Reg. Tribunale di Treviso n Direttore responsabile: Silvano Piazza Redazione: c/o Municipio di Quarto d Altino Caporedattore: Silvia Conte Redazione: Giuliana Bedin Stampa: Pixart (Ve) 16

17 Aspettativa che ha già trovato la disponibilità del nuovo Direttore con il quale, a breve, verrà quindi fissato un primo incontro Centenario grande guerra Di vario genere le iniziative programmate per commemorare il Centenario dell inizio della Grande Guerra. Nell ambito delle proposte organizzate in occasione della Festa della Donna, l 8 marzo, presso il Museo Archeologico Nazionale di Altino, si è svolto un incontro con lo storico Sergio Sbalchiero, che ha illustrato il ruolo della donna durante il conflitto, visto come banco di prova di un progressivo sviluppo del processo di emancipazione femminile che non si sarebbe più fermato e che l avvento del fascismo avrebbe solo in parte rallentato. Sbalchiero ha sottolineato come nel corso della Grande Guerra si gettarono le basi per la parità tra uomini e donne in campo lavorativo e si posero le premesse per il suffragio universale femminile. Il materiale presentato dallo storico è stato poi riproposto dall Amministrazione comunale come mostra, allestita dal 9 al 21 marzo presso il Municipio, e rilegato in una raccolta, quale esempio di figure femminili in grado di fungere da modello di generosità, coraggio e sensibilità. Due gli appuntamenti riservati ai più giovani, per aiutarli a riflettere su quanto accaduto. Nell ambito del progetto sostenuto dalla Regione Veneto Città invisibili, cui il Comune di Quarto d Altino ha aderito, il 31 marzo, le ragazze ed i ragazzi della scuola dell infanzia, primaria e secondaria di primo grado, potranno assistere a letture-spettacolo dal titolo Storie sulla Storia, il cui obiettivo è proprio quello di ripercorrere l esperienza di chi è vissuto ai tempi della guerra raccontandone la quotidianità. Sempre all interno del progetto Città invisibili, a maggio le ragazze ed i ragazzi di Quarto d Altino verranno invece coinvolti nell evento speciale Mille papaveri rossi : in quell occasione saranno invitati a costruire un papavero rosso e a depositarloin un luogo simbolico quale il Monumento ai Caduti in piazza Pertini, in segno di pace ed in ricordo dei tanti giovani morti durante la prima guerra mondiale. Un iniziativa editoriale è infine quella che riguarda il progetto Grande Guerra tra terra e acqua: la storia invisibile dal basso corso del Piave al mare tra prima linea e retrovie ideato dal Gruppo di coordinamento di Comuni del Basso Piave per il Centenario della Grande Guerra, cui il Comune di Quarto d Altino ha aderito, che prevede la stampa di un volume dedicato alla storia del conflitto attraverso le tracce lasciate nelle terre dei Comuni coinvolti, in una sorta di guida emozionale sui luoghi della memoria e la creazione di un sito web specifico. Marzo donna 2015 Tre sono state le iniziative proposte nel territorio comunale in occasione della festa della donna. Le Associazioni Iris e Oltreiconfini, con la collaborazione del Sindacato pensionati italiani CGIL Lega Laguna Nord Est, hanno curato Semplicemente donna, racconti e riflessioni sul mondo al femminile, un occasione di riflessione sulle lotte femministe e su quanto esse abbiano influito a creare il mondo di oggi, che si è tenuta nella sala Piaser del Municipio il 6 marzo. Gli interventi sono stati accompagnati da musica a cura dell Associazione Iris. A fare da cornice la mostra Diario poetico di Donne di altre terre, prodotta e curata dall Associazione Oltreiconfini, allestita presso la sede municipale fino a domenica 8 marzo. Domenica 8 marzo è stata invece la volta di Le donne nella storia: immagini, sentimenti, ruoli a cura di Sergio Sbalchiero, iniziativa inserita all interno delle proposte per commemorare il centenario dell inizio della prima guerra mondiale. Presso la sede del Museo Archeologico Nazionale di Altino lo storico ha illustrato il ruolo della donna durante la Grande Guerra ed ha evidenziato come il conflitto mondiale abbia rappresentato un importante momento di svolta per la storia dell emancipazione femminile. Sabato 14 marzo, si è poi svolta la tradizionale Festa interculturale della donna organizzata dall Associazione Oltreiconfini che tra canti, danze, poesia e assaggi di piatti tradizionali di altri paesi, ha festeggiato le donne presentandole attraverso le loro diverse provenienze ed esperienze. Anche quest anno, infine, le volontarie dell Auser Quarto miglio nell ambito del progetto Amica Donna hanno realizzato pacchi dono a sostegno di donne in difficoltà. 17

18 La socialità Nuovo modello I.S.E.E. Dal 1 gennaio 2015 è cambiato il modello di attestazione I.S.E.E., Indicatore della Situazione Economica Equivalente, necessario per richiedere prestazioni sociali agevolate, come ad esempio, rette agevolate per l asilo nido, contributi economici comunali, bonus gas ed ENEL, Fondo affitti, ed altro. Le novità rispetto al precedente sono molte:in sintesi potremmo dire che l unità di misura del nuovo I.S.E.E. non è più il singolo cittadino, ma il nucleo familiaree che viene presa in considerazione una gamma più ampia di tipologie di reddito, viene ponderata meglio la situazione patrimoniale e viene prestata maggiore attenzione alle famiglie più numerose e alle persone disabili. Le novità introdotte nel sistema di calcolo dell indicatore risultano studiatein modo tale da renderlo il più fedele possibile alla reale situazione economica delle famiglie, escludendo quindi quei casi che, pur rientrando nei precedenti parametri di legge, non rispondevano a situazioni reali di bisogno,per agevolare invece chi si trova in effettive difficoltà a chiudere i contri a fine mese. È cambiato anche il modello di dichiarazione sostitutiva unica attraverso il quale dichiarare le informazioni generali di tipo anagrafico, patrimoniale e relative al reddito percepito, necessarie al rilascio dell attestazione I.S.E.E. Sono due i tipi di dichiarazione: un modello mini, che resta valido per la quasi totalità di contribuenti e nuclei familiari, ed uno più esteso, che riguarda casi particolari in cui la famiglia intende chiedere l accesso a prestazioni di tipo straordinario. Rispetto alla normativa precedente, il contribuente deve autodichiarare meno informazioni: in generale, tutto ciò che è già noto all amministrazione finanziaria non va dichiarato. Ad esempio, non bisognerà più dichiarare il reddito, l INPS chiederà i relativi dati direttamente all Agenzia delle Entrate. Altra novità, è possibile cambiare il proprio I.S.E.E. nel caso in cui intervengano sensibili variazioni nella condizione economica della famiglia, come ad esempio nel caso di perdita del lavoro, compilando il cosiddetto I.S.E.E. corrente, e presentando i documenti che attestino il cambiamento della situazione a causa del quale si chiede il ricalcolo. Sportello Qui donna Dallo scorso 16 dicembre è attivo il nuovo sportello Qui donna presso il Centro culturale di Quarto d Altino, in piazza San Michele n.1, con apertura al pubblico due martedì al mese dalle ore 9.30 alle ore Si tratta di un servizio completamente gratuito a sostegno non solo della donna ma di chiunque si trovi ad affrontare problematiche di parità, nonché per la prevenzione ed il contrasto di varie forme di disagio. Presso lo sportello è CENTRO CULTURALE DI QUARTO D'ALTINO PIAZZA SAN MICHELE 1 SECONDO PIANO STANZA N. 7 3 FEBBRAIO 2015 DALLE ORE 9.30 ALLE ORE FEBBRAIO 2015 DALLE ORE 9.30 ALLE ORE MARZO 2015 DALLE ORE 9.30 ALLE ORE MARZO 2015 DALLE ORE 9.30 ALLE ORE MARZO 2015 DALLE ORE 9.30 ALLE ORE SI RICEVE SU APPUNTAMENTO 18

19 possibile ottenere informazioni o consulenza di esperti nelle seguenti aree: legale, occupazionale e di inserimento lavorativo, imprenditoriale, culturale e formativa, psicologica e sanitaria, o di conciliazione delle tematiche familiari e del lavoro. Per maggiori informazioni è possibile telefonare al numero o scrivere a: Firmato in prefettura un protocollo d intesa contro il gioco d azzardo Firmato in Prefettura, lo scorso 25 febbraio, un Protocollo d intesa per la prevenzione ed il contrasto del gioco illegale, la sicurezza del gioco e la tutela delle fasce deboli. Negli ultimi anni è cresciuto in modo preoccupante il numero delle persone che si rivolgono al SERD (Servizio per le Dipendenze) dell A.U.L.S.S. 12 Veneziana per problemi di ludopatia, nota anche come dipendenza da gioco o gioco d azzardo patologico, un disturbo del comportamento che rende incapaci di resistere all impulso di giocare o fare scommesse, con conseguenze che possono arrivare alla perdita del lavoro, problemi finanziari ed alla compromissione dei rapporti personali e che rappresenta quindi un grave problema sociale e di salute pubblica. Il Protocollo firmato lo scorso 25 febbraio in Prefettura, sottoscritto anche dalla Sindaca Conte, prevede, tra l altro,l istituzione in Prefettura di un tavolo provinciale per il monitoraggio ed il potenziamento dell informazione; l attivazione in Questura di un tavolo tecnico che vedrà il coinvolgimento dell Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato per la definizione di servizi di controllo sulla rete del gioco legale per la verifica delle norme a tutela dei minori; il potenziamento della collaborazione tra Sert delle ULSS e i servizi sociali dei Comuni, attraverso la costituzione di punti di ascolto, orientamento e sostegno psicologico alle persone dipendenti; sarà coinvolto anche l Ufficio scolastico provinciale attraverso percorsi di educazione alla legalità, di promozione della salute e di consapevolezza dei rischi. Sono previste inoltre alcune misure di prevenzione, tra cui la riduzione della pubblicità all esterno degli esercizi commerciali ed occasioni pubbliche di confronto. Si tratta per l Amministrazione di Quarto d Altino di un ulteriore passo avanti nella lotta contro il facile accesso al gioco d azzardo, dopo l approvazione del Regolamento comunale per le sale giochi e l installazione di apparecchi da trattenimento nel 2012 e l adesione al Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d azzardo, nel corso del 2014 si sono intensificati i controlli effettuati da parte della Polizia Locale in collaborazione con l Agenzia delle Dogane e i Monopoli di Stato, nei confronti degli esercizi pubblici ove risultano installate slot machine o altri apparecchi elettronici da intrattenimento. Migliorare la qualità della vita dei pazienti oncologici e delle loro famiglie L assistenza ai malati oncologici e alle loro famiglie è al centro di due incontri pubblici che l Amministrazione comunale di Quarto d Altino ha organizzato con A.V.A.P.O. Mestre, l associazione di volontari e professionisti che si impegnano quotidianamente e con dedizione affinché si riconosca al malato il diritto di continuare a trascorrere le giornate nel proprio domicilio, senza rinunciare a ritmi e consuetudini che appartengono alla quotidianità. Obiettivo dell Amministrazione è proprio quello di far conoscere alla cittadinanza l operato di A.V.A.P.O. offrendo un valido supporto ai malati ed alle loro famiglie. L associazione, in convenzione con l ULSS 12 Veneziana, garantisce infatti una risposta efficace e gratuita alle varie necessità: dall assistenza domiciliare medica ed infermieristica (Ospedalizzazione Domiciliare Oncologica - O.D.O.), con reperibilità medica 24 ore su 24, tutti i giorni dell anno, a misure di sostegno psicologico al malato ed alle famiglie, a interventi pratici quali disbrigo di pratiche burocratiche, 19

20 consegna domiciliare dei farmaci o accompagnamenti dal domicilio alle strutture sanitarie per visite ed esami. L associazione dei produttori del fagiolo verdon Al salone del gusto di torino Divertimento per tutti in occasione del carnevale L Associazione dei produttori del Fagiolo Verdon è diventata Comunità del cibo di Terra Madre ed ha partecipato a Terra Madre 2014, all interno del Salone del Gusto che si è svolto a Treviso lo scorso ottobre, al centro espositivo dell Oval al Lingotto, uno dei più importanti appuntamenti dedicati al cibo e a chi lo produce a livello mondiale. Le Comunità del cibo sono organizzazioni concepite da Slow Food che riuniscono tutti coloro che fanno parte della filiera alimentare e vogliono difendere l agricoltura, la pesca e l allevamento sostenibili, a difesa delle culture locali contro le moderne logiche di produzione, distribuzione ed economia di scala. Il progetto di recupero e valorizzazione del Fagiolo Verdon, avviato nel 2012 dall Amministrazione comunale, con il sostegno della Condotta di Slow Food di Treviso ed il prezioso apporto dei produttori locali ed in particolare del Presidente dell Associazione Narciso Gobbo, vede così riconosciuto, nell anno che le Nazioni Unite hanno dichiarato Anno internazionale dell Agricoltura Familiare, lo sforzo di salvaguardare le produzioni locali quali risorse preziose per un agricoltura sostenibile a tutela dell ambiente, ma anche quale motore di sviluppo del turismo locale. Le Comunità del cibo raccolgono persone che producono, trasformano ed operano secondo i tre criteri del buono, pulito e giusto, dove buono si riferisce alla qualità ed al gusto degli alimenti; pulito a metodi di produzione rispettosi dell ambiente, giusto alla dignità e giusta remunerazione dei produttori ed all equo prezzo dovuto dai consumatori. Si tratta quindi di cibi prodotti con lavorazioni e criteri che rispettano l ambiente e le tradizioni locali, favorendo la biodiversità e un agricoltura equa e sostenibile. Grande successo anche quest anno in occasione del carnevale altinate. Carnival Party, la manifestazione promossa dall Amministrazione comunale con la collaborazione della Pro Loco, del gruppo Qevents di Quarto d Altino e dell associazione Amici di Quarto d Altino, più volte premiati alle sfilate regionali di carri mascherati, nonché del Gruppo comunale di Protezione Civile, ha fatto divertire tutti dai bambini, che si sono divertiti durante il pomeriggio con truccabimbi, giochi, palloncini e balli in maschera con le ragazze del Qevents; agli adulti ai quali è stato dedicato un momento di musica e aperitivo in attesa della ormai tradizionale sfilata dei carri. Per tutta la durata della festa, la Pro Loco ha offerto un fornito stand gastronomico con frittelle fatte sul posto e tanti dolci locali. Per gli amanti del teatro, è stato invece possibile assistere nella sala grande del Centro Servizi, alla rappresentazione teatrale Miracolo di San Valentino, a cura di Auser Quarto Miglio Teatro ricreativo Auser Quarto. Un alternativa è stata offerta dal Comitato cittadini di Portegrandi, che ha invece organizzato un uscita in barca a Venezia per partecipare al tradizionale carnevale in piazza San Marco. A proposito di integrazione La presenza di immigrati stranieri nel nostro territorio si è attestata dal 2011 ad oggi attorno all 11% della popolazione residente. Affinché anch essi si sentano parte di una stessa comunità è importanteportare avanti un processo di mediazione culturale in grado di coinvolgere l intera società e che si sviluppi attorno a diverse occasioni di scambio e confronto. Si può parlare di integrazione infatti solo quando si è in grado di vedere il positivo dell altra cultura, in un vero e proprio processo di trasformazione sociale e culturale che coinvolge entrambi, immigrati e comunità locale. Oltre all intervento delle istituzioni, risulta fondamentale l apporto delle associazioni operanti sul territorio, soprattut- 20

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

COMUNE DI SAN GIULIANO DI PUGLIA. La ricostruzione di San Giuliano di Puglia

COMUNE DI SAN GIULIANO DI PUGLIA. La ricostruzione di San Giuliano di Puglia La ricostruzione di San Giuliano di Puglia Cronologia avvenimenti 11.32 GIOVEDÌ 31 OTTOBRE 2002: un terremoto di 5,4 gradi della scala Richter fa tremare il Molise. La zona più colpita è San Giuliano di

Dettagli

Milano, 12 ottobre 2015. Alla Cortese attenzione: Presidenti di Sezione Ana Referenti Centro Studi Ana per copia conoscenza: Comm.

Milano, 12 ottobre 2015. Alla Cortese attenzione: Presidenti di Sezione Ana Referenti Centro Studi Ana per copia conoscenza: Comm. Milano, 12 ottobre 2015 Alla Cortese attenzione: Presidenti di Sezione Ana Referenti Centro Studi Ana per copia conoscenza: Comm. Centro Studi Ana Prot. N. CS 98_2015 Oggetto: concorso per le scuole Il

Dettagli

COMUNE DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA)

COMUNE DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA) COMUNE DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA) ASSESSORATO ALLE POLITICHE AMBIENTALI E TURISTICHE RILEVATORI AMBIENTALI Un percorso operativo per la partecipazione attiva alla tutela dell ambiente Il progetto

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

NOTA ANCAb SUL PIANO CASA

NOTA ANCAb SUL PIANO CASA NOTA ANCAb SUL PIANO CASA Il Piano Casa del Governo, istituito dall art. 11 della legge n 133 del 2008, rivolto all incremento del patrimonio immobiliare ad uso abitativo attraverso l offerta di abitazioni

Dettagli

FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY

FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY Comunicato Stampa FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY Ieri sera l incontro con i cittadini cormanesi per parlare di territorio e residenza Cormano,

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 6. Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 6. Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Terzo incontro di ascolto in Zona 6 Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16 15 Settembre 2015 Il terzo incontro di ascolto con i cittadini della

Dettagli

Bando Oscar della Salute 2014 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO

Bando Oscar della Salute 2014 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO Bando Oscar della Salute 2014 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO Titolo del ACCESSIBILITÀ a SACILE Ente proponente Referente del Città in cui ha avuto luogo il Durata del

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA Viviamo in un territorio ricco di cultura, con elevata potenzialità produttiva materiale e immateriale dove molti giovani trovano modo di esprimere la loro creatività

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Il Progetto Scuola è sempre stato un punto importante nel programma del Comune.

Il Progetto Scuola è sempre stato un punto importante nel programma del Comune. SCUOLA CULTURA SPORT ASSOCIAZIONISMO VOLONTARIATO Il Progetto Scuola è sempre stato un punto importante nel programma del Comune. L Amministrazione intenderà: garantire spazi sicuri, curati e funzionali

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

Verbale incontro XV^ Consulta Sport Sala riunioni ANCI PIEMONTE - Piazza Palazzo di Città n. 1 Torino 17 maggio 2010 ore 10.00

Verbale incontro XV^ Consulta Sport Sala riunioni ANCI PIEMONTE - Piazza Palazzo di Città n. 1 Torino 17 maggio 2010 ore 10.00 Verbale incontro XV^ Consulta Sport Sala riunioni ANCI PIEMONTE - Piazza Palazzo di Città n. 1 Torino 17 maggio 2010 ore 10.00 Si veda foglio firme PRESENTI ORDINE DEL GIORNO 1) Insediamento della Consulta

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria VINCENZO PIRO Dirigente Area Risorse Ambientali, Smart City e Innovazione Comune di Perugia PERUGIA SMART CITY: IDEE

Dettagli

MACCHINE MOVIMENTO TERRA, DA CANTIERE E PER L EDILIZIA

MACCHINE MOVIMENTO TERRA, DA CANTIERE E PER L EDILIZIA PUNTI DI FORZA Le Persone Filiera della distribuzione. Organizzazione della fi liera della distribuzione, assistenza tecnica, noleggio e servizi, fondata sulla formazione, qualifi cazione e certifi cazione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA

PROTOCOLLO D INTESA TRA PROTOCOLLO D INTESA TRA L Unione delle Province d Italia (di seguito UPI) con sede in Piazza Cardelli n. 4, Roma, nella persona del Presidente Antonio Saitta; E L Associazione Nazionale dei Dirigenti e

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra La Regione Emilia-Romagna, con sede in Bologna, Viale Aldo Moro, 52, codice fiscale n. 80062590379, rappresentata dall Assessore Alfredo Peri, in esecuzione della deliberazione

Dettagli

il milite...non più ignoto

il milite...non più ignoto il milite...non più ignoto concorso nazionale anno scolastico 2015-16 1 ottobre 2015-31 marzo 2016 www.milite.ana.it IL MILITE... NON PIÙ IGNOTO L Associazione Nazionale Alpini, in collaborazione con Ministero

Dettagli

e trasformare, in cui trovano ospitalità ingegneri, designers, grafici, informatici, esperti di web e nuove tecnologie) oltre a spazi comuni per

e trasformare, in cui trovano ospitalità ingegneri, designers, grafici, informatici, esperti di web e nuove tecnologie) oltre a spazi comuni per SPAZIO GRISÙ è un luogo aperto, vivo e inclusivo, in cui accade sempre qualcosa. Un motore di sviluppo locale su base culturale e creativa. Una sfida da vincere, che parte anche in assenza di finanziamenti

Dettagli

Piano Comunale di Protezione Civile Presentazione

Piano Comunale di Protezione Civile Presentazione Piano Comunale di Protezione Civile Presentazione Aprile 2012 Comune di Piacenza Il Piano Comunale di Protezione Civile, nella sua edizione aggiornata, è stato elaborato con lo scopo di fornire al Comune,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA Allegato A COMUNE DI TREVISO PROTOCOLLO DI INTESA tra Comune di Treviso e Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A., Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., Trenitalia S.p.A., FS Logistica S.p.A., FS Sistemi Urbani

Dettagli

RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO

RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO CONFERENZA STAMPA IL FUTURO DI QUARTO, A CHE PUNTO SIAMO 6 FEBBRAIO 2015, ORE 12:00, SALA GIUNTA NUOVA RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO UN DIALOGO INTER-ISTITUZIONALE APERTO ALLA

Dettagli

NAZIONI UNITE PER LA PACE

NAZIONI UNITE PER LA PACE ALLEGATO 1 BANDO DI CONCORSO NAZIONI UNITE PER LA PACE INDETTO DAL MINISTERO DELLA DIFESA, CON LA COLLABORAZIONE DEL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA, APERTO AGLI STUDENTI DELLE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali Comune di c Caronno Pertusella Provincia di Varese Iniziativa del Sindaco di Caronno Pertusella coordinata da Marco Giudici: Assessore Bilancio, Tributi, Attività Economiche Produttive, Tempo Libero. REGOLAMENTO

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

Comune di Durazzo, INARCH Istituto Nazionale di Architettura Concorso internazionale per la Rivitalizzazione di Piazza della Libertà a

Comune di Durazzo, INARCH Istituto Nazionale di Architettura Concorso internazionale per la Rivitalizzazione di Piazza della Libertà a Comune di Durazzo, INARCH Istituto Nazionale di Architettura Concorso internazionale per la Rivitalizzazione di Piazza della Libertà a Durazzo/Revitalization Freedom square International Competition in

Dettagli

Criteri per la concessione di contributi ad iniziative programmate dalla Giunta Provinciale

Criteri per la concessione di contributi ad iniziative programmate dalla Giunta Provinciale Allegato parte integrante Allegato A Criteri per la concessione di contributi ad iniziative programmate dalla Giunta Provinciale La Provincia autonoma di Trento ai sensi della Legge Provinciale n. 10/1988

Dettagli

SCHEDA PROGETTO BANDIERA CONTENUTI

SCHEDA PROGETTO BANDIERA CONTENUTI SCHEDA PROGETTO BANDIERA Requisiti: - respiro temporale di medio-lungo termine - coinvolgimento di più soggetti (possibilmente integrazione pubblico-privato) - intersettorialità / multidisciplinarità (non

Dettagli

XVII MEETING REGIONALE CNA PENSIONATI EMILIA ROMAGNA TURISMO SOCIALE E MARKETING TERRITORIALE

XVII MEETING REGIONALE CNA PENSIONATI EMILIA ROMAGNA TURISMO SOCIALE E MARKETING TERRITORIALE XVII MEETING REGIONALE CNA PENSIONATI EMILIA ROMAGNA TURISMO SOCIALE E MARKETING TERRITORIALE Relazione del Presidente Regionale CNA Pensionati- Giovanni Giungi A noi viene voglia, nonostante questa valle

Dettagli

"RoadTO2020": siglato l'accordo tra Bari e Torino per lo scambio di buone pratiche per la rigenerazione urbana

RoadTO2020: siglato l'accordo tra Bari e Torino per lo scambio di buone pratiche per la rigenerazione urbana "RoadTO2020": siglato l'accordo tra Bari e Torino per lo scambio di buone pratiche per la rigenerazione urbana È stato sottoscritto questa mattina un protocollo d intesa tra le città di Bari e Torino nell

Dettagli

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE Agenda Locale 21 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE INDICE PREMESSA 3 ENERGIA 4 IL PIANO D AZIONE: L ENERGIA 5 1. COMUNICAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE...

Dettagli

Architettura Pianificazione Design

Architettura Pianificazione Design POLITECNICO DI TORINO 31 gennaio - 1 febbraio 2014 Castello del Valentino, Viale Mattioli 39, Torino ingresso libero Architettura Pianificazione Design Per riferimenti: tel. 011 090 6254 orienta@polito.it

Dettagli

COMUNE DI CASALSERUGO

COMUNE DI CASALSERUGO Elaborato1.2 COMUNE DI CASALSERUGO Documento del sindaco Piano Regolatore Comunale LR 11/2004 Piano degli Interventi n. 02 PI 2013 Gruppo di lavoro PROGETTISTI Urbanista Raffaele Gerometta CONTRIBUTI SPECIALISTICI

Dettagli

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA Facciamo la mossa giusta

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA Facciamo la mossa giusta PROGRAMMA DELLA SETTIMANA Facciamo la mossa giusta A) Giornate provinciali dell Ambiente previste dal 15 al 23 Settembre 2007: presentazione e condivisione delle iniziative promosse dall Assessorato alle

Dettagli

www.cittainvisibili.org

www.cittainvisibili.org Iniziativa realizzata in collaborazione con Vice Presidenza e Assessorato alla Cultura Regione del Veneto www.cittainvisibili.org Presentazione «Vola solo chi osa farlo» Luis Sepúlveda Città Invisibili

Dettagli

Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR

Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR Il Sodalitas Social Award acquista respiro europeo Promuovere

Dettagli

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale fe r ma t a S. R it a via ma ssaren ti Nella zona intorno a via Scandellara (tra via del Terrapieno, la ferrovia Sfm Veneta e la

Dettagli

Obiettivi Impegno degli ambiti distrettuali

Obiettivi Impegno degli ambiti distrettuali Allegato 3 Delibera di Giunta regionale n. 1206 del 30/7/2007 Linee di indirizzo per favorire la qualificazione e la regolarizzazione del lavoro di cura delle assistenti familiari nell ambito delle azioni

Dettagli

Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices

Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices Ancona 30 novembre 2012 Fabrizio Recchi P. F. Autorità di gestione del FAS, autorità di certificazione e pagamento e

Dettagli

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI LETTERA AI CITTADINI Cari concittadini, il presente lavoro è redatto per approfondire la conoscenza degli interventi previsti

Dettagli

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale I beni culturali Il problema I beni culturali un elemento di estremo rilievo per la crescita della cultura e della qualità della vita dei cittadini - possono favorire lo sviluppo di alcune iniziative economiche

Dettagli

BENI IN COMUNE BANDO PER PROGETTI DI RECUPERO DEI BENI MONUMENTALI E PAESAGGISTICI DI PROPRIETÀ COMUNALE

BENI IN COMUNE BANDO PER PROGETTI DI RECUPERO DEI BENI MONUMENTALI E PAESAGGISTICI DI PROPRIETÀ COMUNALE La Compagnia di San Paolo è una Fondazione italiana di diritto privato con sede a Torino. Essa persegue finalità di utilità sociale, allo scopo di favorire lo sviluppo civile, culturale ed economico. Nel

Dettagli

www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2012-2013

www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2012-2013 www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2012-2013 Statistiche, linee di lavoro, considerazioni finali circa la gestione 2012-2013 del sito web dell IC 16 Valpantena. Mariacristina Filippin 14 giugno 2013

Dettagli

Roma, 17 Giugno 2014. Legacoop - Via G. A. Guattani, 9 - Salone Basevi

Roma, 17 Giugno 2014. Legacoop - Via G. A. Guattani, 9 - Salone Basevi FONDI COMUNITARI 2014-2020 I FONDI EUROPEI ED IL RUOLO DELLA COOPERAZIONE Roma, 17 Giugno 2014 Legacoop - Via G. A. Guattani, 9 - Salone Basevi Giorgio Gemelli Resp. Funzione Progetti interterritoriali

Dettagli

CONCORSO per 892 FUNZIONARI AGENZIA delle ENTRATE

CONCORSO per 892 FUNZIONARI AGENZIA delle ENTRATE la formazione che funziona CORSI DI PREPARAZIONE PER IL CONCORSO per 892 FUNZIONARI AGENZIA delle ENTRATE - Depliant informativo n.10 del 13/06/2015 - www.spellucci.it/concorsi 80 ANNI di FORMAZIONE per

Dettagli

OGGETTO : Fiera Internazionale del libro edizione 2003 progetti rivolti alle scuole.

OGGETTO : Fiera Internazionale del libro edizione 2003 progetti rivolti alle scuole. Prot. nr. 25393/2003 Torino, 31 gennaio 2003 Circ. Reg. nr. 22 Ai DIRIGENTI SCOLASTICI degli Istituti Scolastici Statali e non statali di istruzione secondaria di II grado statali e non statali della regione

Dettagli

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE Assessorato Lavori Pubblici e Infrastrutture - Trasporto e Mobilità - Patrimonio - Sport e Benessere - Personale - Polizia Municipale - Onoranze Funebri FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno PATTO PER LA SICUREZZA TRA LA PREFETTURA - UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO DI ASCOLI PICENO E IL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO finalizzato alla realizzazione di iniziative per un governo complessivo

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI URBANISTICHE A TORINO

LE TRASFORMAZIONI URBANISTICHE A TORINO LE TRASFORMAZIONI URBANISTICHE A TORINO La percezione del cambiamento della città negli ultimi vent anni IDENTITÀ GRAFICA: NOODLES Copertina: Ottobre 2015 Un progetto a cura di: Indagine realizzata da:

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO 2015. Linee programmatiche

BILANCIO PREVENTIVO 2015. Linee programmatiche BILANCIO PREVENTIVO 2015 Linee programmatiche Il 2014 ha rappresentato, così come nelle intenzioni del Consiglio, un anno di forte rilancio delle attività della Fondazione e conseguentemente di ampliata

Dettagli

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto.

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto. BANDO I PARCHI E LE AREE MARINE PROTETTE: UN PATRIMONIO UNICO DELL ITALIA Il contesto Il sistema delle Aree Naturali Protette in Italia (disciplinato dalla legge 394 del 6 dicembre 1991) rappresenta una

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA tra

PROTOCOLLO DI INTESA tra PROTOCOLLO DI INTESA tra Comune di Bologna, con sede legale in Piazza Liber Paradisus n. 10, Bologna, nella persona di Virginio Merola in qualità di Sindaco della Città di Bologna; Asppi, con sede legale

Dettagli

La Cavour di domani. Le Vostre idee per migliorare il nostro paese. rivolto ai genitori dei bambini da 0 a 6 anni

La Cavour di domani. Le Vostre idee per migliorare il nostro paese. rivolto ai genitori dei bambini da 0 a 6 anni La Cavour di domani Le Vostre idee per migliorare il nostro paese QUESTIONARIO Ai genitori dei bambini da 0 a 6 anni rivolto ai genitori dei bambini da 0 a 6 anni Carissimi genitori, chiedo pochi minuti

Dettagli

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO)

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) Votazioni del giorno 25/05/2014 P

Dettagli

Contratti di Quartiere II - Milano. Ponte Lambro

Contratti di Quartiere II - Milano. Ponte Lambro Contratti di Quartiere II - Milano 44 Ponte Lambro Quartiere Ponte Lambro Quartiere Ponte Lambro 45 Stato d avanzamento del Programma e sintesi della relazione sull andamento della Progettazione Partecipata

Dettagli

UN COMUNE CHE PROGETTA, AGISCE, COMUNICA

UN COMUNE CHE PROGETTA, AGISCE, COMUNICA UN COMUNE CHE PROGETTA, AGISCE, COMUNICA Racconto dei primi 60 giorni di governo 60 GIORNI DI GOVERNO 11 GIUNTE 3 CONSIGLI COMUNALI 23 AZIONI FATTE 80 NOTIZIE PUBBLICATE AREA METROPOLITANA Avviato il tavolo

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LETTURA LA SCUOLA VA IN BIBLIOTECA: ATTIVITA' DI PROMOZIONE ALLA LETTURA RISERVATA ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA RIVOLTO A alunni della scuola dell infanzia e loro insegnanti. POSTI DISPONIBILI

Dettagli

Art. 1 (Interventi regionali a sostegno del diritto d'asilo)

Art. 1 (Interventi regionali a sostegno del diritto d'asilo) Legge regionale 12 giugno 2009, n. 18 Accoglienza dei richiedenti Asilo, dei rifugiati e sviluppo sociale, economico e culturale delle Comunità locali. (BUR n. 11 del 16 giugno 2009, supplemento straordinario

Dettagli

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto Progetto Scuola 2014-18 Capire i conflitti Praticare la pace Quando si parla di guerra si parla spesso di vinti e vincitori, qui invece ci sono storie di persone partecipante del 2012 In occasione del

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E LE ASSOCIAZIONI PENSIONATI DEL LAVORO AUTONOMO ADERENTI AL CUPLA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E LE ASSOCIAZIONI PENSIONATI DEL LAVORO AUTONOMO ADERENTI AL CUPLA PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E LE ASSOCIAZIONI PENSIONATI DEL LAVORO AUTONOMO ADERENTI AL CUPLA Le associazioni dei pensionati del lavoro autonomo aderenti al CUPLA esprimono un giudizio

Dettagli

Prefettura -Ufficio territoriale del Governo di Brescia

Prefettura -Ufficio territoriale del Governo di Brescia PROTOCOLLO D INTESA Mille occhi sulle Città Tra Prefettura di Brescia Ufficio Territoriale del Governo Comune di Brescia e gli Istituti di Vigilanza privata della Provincia di Brescia sotto indicati: -

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

BANDO CONCORSO FOTOGRAFICO E DI DOCUMENTAZIONE L UMBRIA E I SUOI PAESAGGI NELLA MEMORIA STORICA

BANDO CONCORSO FOTOGRAFICO E DI DOCUMENTAZIONE L UMBRIA E I SUOI PAESAGGI NELLA MEMORIA STORICA Direzione Programmazione, innovazione e competitività dell Umbria Ambito di coordinamento: Territorio, Infrastrutture e Mobilità Servizio Valorizzazione del territorio e tutela del paesaggio, promozione

Dettagli

Comune di Arluno. 21 Progetti

Comune di Arluno. 21 Progetti Comune di Arluno 21 Progetti Scheda di progetto 1/21 Tecnico settori urbanistica ed ecologia Piano regolatore generale con supervisione del PTCP e della VAS Tempi del progetto L intera comunità Il nuovo

Dettagli

Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce

Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce PROVINCIA DI LECCE SERVIZIO INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE SERVIZIO INNOVAZIONE TECNOLOGICA Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce Il nuovo portale istituzionale, che oggi presentiamo, è

Dettagli

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PRESENTAZIONE Il presente progetto costituisce un iniziativa volta a promuovere un percorso di crescita dei ragazzi nel confronto,

Dettagli

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13 In caso di mancato recapito ritornare all'ufficio Postale Roma Romanina per la restituzione previo addebito. Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004

Dettagli

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21 a cura di Roberto Catania L istituzione di nella Provincia di Lecco ha avuto inizio nel 2003 seguendo un percorso che si potrebbe definire tradizionale. Dall istituzione del Forum generale si è passati

Dettagli

Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva

Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva Premessa Entro il 2050, la percentuale di cittadini europei residenti nelle aree urbane arriverà all 82%. La migrazione dalle città

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MARIA PIAZZOLI - RANICA PROGETTO SCUOLA NEL TERRITORIO

ISTITUTO COMPRENSIVO MARIA PIAZZOLI - RANICA PROGETTO SCUOLA NEL TERRITORIO ISTITUTO COMPRENSIVO MARIA PIAZZOLI - RANICA PROGETTO SCUOLA NEL TERRITORIO SOLIDARIETA 2013-2014 MICRO - PROGETTO: realizziamo una scuola su misura per i bambini dalle ali bruciate del quartiere Scampìa

Dettagli

Comune di Nave. TITOLO BANDO: Fondazione della Comunità bresciana: 1 bando 2014 Area Sociale (ASSOCIAZIONI-ENTI) - Scadenza 31/03/14.

Comune di Nave. TITOLO BANDO: Fondazione della Comunità bresciana: 1 bando 2014 Area Sociale (ASSOCIAZIONI-ENTI) - Scadenza 31/03/14. Comune di Nave CONTRIBUTI ALLE IMPRESE/ENTI/ASSOCIAZIONI AGGIORNAMENTO TERZO AGGIORNAMENTO FEBBRAIO 2014 Consulta l archivio completo sul sito del Comune: http://www.comune.nave.bs.it nella home page in

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il progetto: CONGREGAZIONE SUORE ORSOLINE DEL SACRO CUORE DI MARIA Codice di accreditamento: NZ00039 Albo e classe

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA IL SISTEMA PRODUTTIVO DELL EMILIA EMILIA-ROMAGNA ALCUNI PUNTI DI FORZA ALCUNI PUNTI DI DEBOLEZZA ALTO LIVELLO

Dettagli

9 ambito progettuale stazione ferroviaria

9 ambito progettuale stazione ferroviaria 9 ambito progettuale stazione ferroviaria Project manager: gruppo dirigenti: master plan e progettazione urbanistica: progettazione urbana: progettazione opere pubbliche: Lavorare in team si lavora in

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

Ministero dell Interno PATTO PER LA SICUREZZA TRA MINISTERO DELL INTERNO E A.N.C.I.

Ministero dell Interno PATTO PER LA SICUREZZA TRA MINISTERO DELL INTERNO E A.N.C.I. Ministero dell Interno PATTO PER LA SICUREZZA TRA MINISTERO DELL INTERNO E A.N.C.I. 20 MARZO 2007 CONSIDERATO che la sicurezza è un diritto primario dei cittadini da garantire in via prioritaria per assicurare

Dettagli

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Edizione 2015 40 anni di analisi e ricerca sulle trasformazioni economiche e sociali in Italia e in Europa:

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale BENVENUTO! In questo viaggio attraverso la Lombardia che si prepara ad Expo, potrai scoprire molte cose che forse ancora non sai della tua regione e della

Dettagli

Carta dei servizi Dell ufficio Relazioni con il pubblico

Carta dei servizi Dell ufficio Relazioni con il pubblico Allegato parte integrante - 1 Direzione Organizzazione Sistemi informativi Telematica Servizio Comunicazione educazione alla sostenibilità e strumenti di partecipazione Carta dei servizi Dell ufficio Relazioni

Dettagli

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18 SOMMARIO LETTERA DEL PRESIDENTE 4 NOTA INTRODUTTIVA E METODOLOGICA 6 IL COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER 7 PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 1.1 CONTESTO DI RIFERIMENTO 9

Dettagli

PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO

PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO Comunicato stampa PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO Presentato a Darfo Boario Terme il programma che apre nuove opportunità turistiche Da cento

Dettagli

CULTURA, TURISMO E MERCATO Il patrimonio artistico: motore dello sviluppo del sistema Italia

CULTURA, TURISMO E MERCATO Il patrimonio artistico: motore dello sviluppo del sistema Italia CULTURA, TURISMO E MERCATO Il patrimonio artistico: motore dello sviluppo del sistema Italia Roma, 5 novembre 2009 Cnel, Sala del Parlamentino Via David Lubin, 2 Intervento del Cav. Lav. Mario Resca Presidente

Dettagli

COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA

COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA COMUNE DI PROVINCIA DI PERUGIA DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE N. 89 DEL 07-04-2011 OGGETTO: POLITICA AMBIENTALE. OBIETTIVI, TRAGUARDI E PROGRAMMI AMBIENTALI PARERE TECNICO Ai sensi dell Art. 49, comma

Dettagli

/////////// remarket - Progetto per il riuso temporaneo del mercato coperto di Terni

/////////// remarket - Progetto per il riuso temporaneo del mercato coperto di Terni /////////// remarket - Progetto per il riuso temporaneo del mercato coperto di Terni situazione attuale abbandono, incuria, degrado stallo dovuto alla querelle giudiziaria tra amministrazione e nuova proprieta

Dettagli

COMUNE DI GORNO Provincia di Bergamo

COMUNE DI GORNO Provincia di Bergamo COMUNE DI GORNO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ECOMUSEO DELLE MONTAGNE E DELLE MINIERE DI GORNO Le montagne, le miniere e la gente di Gorno: cultura e tradizioni locali per

Dettagli

RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RIDUZIONE E TRASPARENZA DEGLI ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI

RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RIDUZIONE E TRASPARENZA DEGLI ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RIDUZIONE E TRASPARENZA DEGLI ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI A CARICO DI CITTADINI E IMPRESE Anno 2014 (Art. 7, comma 3, legge 11 novembre

Dettagli

VERSO IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

VERSO IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Trimestrale di informazione a cura dell Amministrazione Comunale di Orsenigo Direttore Responsabile: Licia Viganò Numero chiuso il: 5 febbraio 2009 Supplemento al numero 37 Stampa: Com.Unica srl (Lipomo)

Dettagli

EXPO VILLAGE EXPO 2015. Progetto di coinvolgimento degli studenti degli Istituti della Provincia di Milano Fondazione PIME Onlus

EXPO VILLAGE EXPO 2015. Progetto di coinvolgimento degli studenti degli Istituti della Provincia di Milano Fondazione PIME Onlus EXPO VILLAGE EXPO 2015 Progetto di coinvolgimento degli studenti degli Istituti della Provincia di Milano Fondazione PIME Onlus Ente proponente Fondazione PIME Onlus è un ente senza scopo di lucro, legato

Dettagli

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio Indice 1. Il Bando Regionale sui PdV 2. Il territorio 3. Il partenariato 4. Le risorse dei PdV

Dettagli

BOZZA DI PROGRAMMA/PROGETTO CULTURA PER LA LOMBARDIA. Giuliana Nuvoli

BOZZA DI PROGRAMMA/PROGETTO CULTURA PER LA LOMBARDIA. Giuliana Nuvoli BOZZA DI PROGRAMMA/PROGETTO CULTURA PER LA LOMBARDIA Giuliana Nuvoli DEFINIZIONE La nostra idea di cultura corrisponde a una concezione Etico-Antropologica, che intende la cultura come il patrimonio delle

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI, IL BILANCIO, LE RISORSE UMANE E LA FORMAZIONE

Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI, IL BILANCIO, LE RISORSE UMANE E LA FORMAZIONE IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 8 gennaio 2004, n. 3; VISTO il decreto legislativo 22 gennaio 2004,

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI AGRICOLTURA COMMERCIO TURISMO ARTIGIANATO In questi anni l Amministrazione Comunale ha portato avanti l azione

Dettagli

PREMESSA. Il programma individua tre linee di indirizzo:

PREMESSA. Il programma individua tre linee di indirizzo: PREMESSA Gli eventi traumatici e l'instabilità amministrativa che hanno dolorosamente segnato gli ultimi quaranta anni della nostra città hanno disperso le già labili tracce della sua tradizione comunale

Dettagli

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 A cura di Alessandro Giuliani 1 1 AGOSTO 2015 TECNICA DELLA SCUOLA IL PROVVEDIMENTO IN SINTESI Un offerta formativa più ricca e flessibile per gli studenti

Dettagli