MiFID. A Passion to Perform.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MiFID. A Passion to Perform."

Transcript

1 MiFID Traspareza, fiducia, protezioe dell ivestitore. Soo i pricipi a cui Deutsche Bak si è sempre ispirata. Pricipi saciti dalla direttiva europea MiFID (Market i Fiacial Istrumets Directive). Deutsche Bak e MiFID. Parliamoe isieme. A Passio to Perform.

2 MiFID Guida alla lettura Guida alla lettura Il presete documeto, rivolto ai Clieti ed ai poteziali Clieti di Deutsche Bak S.p.A. (di seguito, per brevità, ache Baca ) è redatto ai sesi del Regolameto Cosob.16190/2007 e mira a forire iformazioi sui servizi di ivestimeto prestati dalla Baca, dopo il recepimeto i Italia della MiFID. MiFID (Markets i Fiacial Istrumets Directive, MiFID) è la Direttiva Europea sui Mercati dei Strumeti Fiaziari i vigore i Italia dal 1 ovembre Tra i pricipali obiettivi della Direttiva possoo essere evideziati, i particolare, i segueti tre: creare u sistema di regolametazioe dell attività di itermediazioe fiaziaria uiforme per tutti i Paesi membri dell Uioe Europea; icremetare il sistema di garazie e di protezioe per gli ivestitori ei loro rapporti co gli itermediari fiaziari; redere più traspareti, ache i termii di costi, le operazioi realizzate dagli itermediari fiaziari per coto della clietela. Per assicurare ai poteziali clieti ua cosapevole sottoscrizioe dei cotratti, Deutsche Bak ha predisposto questo kit iformativo, che si compoe di tre sezioi: 1. Documeto iformativo geerale, a sua volta composto da: iformazioi sull impresa di ivestimeto e i suoi servizi - alcui esseziali dati sulla Baca e sui servizi di ivestimeto da essa svolti; iformazioi sui prodotti fiaziari e i rischi geerali ad essi coessi: alcue importati iformazioi di base sui rischi coessi agli ivestimeti su prodotti fiaziari e i servizi di ivestimeto. 2. Iformazioi sulla gestioe dei coflitti di iteresse: ua spiegazioe sulle misure che la Baca attua per la gestioe dei coflitti di iteresse, che possoo isorgere ella prestazioe di servizi di ivestimeto, al fie di evitare di uocere agli iteressi della propria clietela, oché iformazioi sugli icetivi ricevuti e/o pagati da/a terzi soggetti. 3. Strategia di esecuzioe: ua descrizioe di come Deutsche Bak S.p.A. esegue - i via di ricezioe e trasmissioe ovvero di esecuzioe e/o egoziazioe - gli ordii di acquisto e vedita impartiti dalla propria clietela aveti ad oggetto prodotti fiaziari. Questa sezioe riveste particolare importaza: per effettuare future operazioi di ivestimeto co la Baca, ifatti, il cliete è chiamato a prestare il proprio coseso, per iscritto, al processo e alle modalità ivi descritte. Copia aggiorata del presete Documeto è dispoibile sul sito e presso gli sportelli della Baca. È possibile predere visioe delle orme e delle codizioi regolati i servizi di ivestimeto di iteresse attraverso i relativi moduli cotrattuali, messi a disposizioe dalla Baca presso i propri sportelli e uità operative. Deutsche Bak e MiFID. Parliamoe isieme. pag 1 di 34

3 MiFID Idice Idice SEZIONE 1 Documeto iformativo geerale pag. 4 A. Iformazioi sull impresa di ivestimeto e i suoi servizi pag. 4 A1 Dati societari pag. 4 A2 Metodi di comuicazioe tra Baca e cliete pag. 4 A2.1 Reclami pag. 5 A3 Servizi di ivestimeto offerti pag. 5 A4 Documetazioe da forire all ivestitore a redicoto dell attività svolta pag. 7 A5 Sistema di ideizzo o garazia pag. 9 A6 Salvaguardia degli strumeti fiaziari e delle somme di dearo della clietela pag. 9 A7 Descrizioe sitetica della politica di gestioe dei coflitti di iteresse pag. 10 A8 Costi e oeri coessi alla prestazioe dei servizi pag. 10 A9 Classificazioe della clietela pag. 10 B. Iformativa sui rischi geerali e sulle tipologie di prodotti fiaziari pag. 12 Avverteze geerali pag. 12 B1 I rischi geerali egli ivestimeti i prodotti fiaziari pag La variabilità del prezzo pag Rischio specifico e rischio geerico pag Il rischio emittete pag Il rischio d iteresse pag Il rischio paese pag L effetto della diversificazioe sul rischio degli ivestimeti. Gli orgaismi di ivestimeto collettivo pag La liquidabilità pag La divisa pag Gli altri fattori fote di rischi geerali pag Commissioi ed altri oeri pag Operazioi eseguite i mercati aveti sede i altre giurisdizioi pag Rischi operativi pag Fattori specifici di rischio per il servizio di gestioe di portafogli pag I prodotti fiaziari iseribili ella liea di gestioe pag La leva fiaziaria pag. 16 B2 Descrizioe dei pricipali tipi di prodotti trattati dalla Baca e dei rischi pag. 17 ad essi collegati 1 Obbligazioi, titoli di stato e titoli di debito i geerale pag Azioi e altri titoli rappresetativi di capitale di rischio, o comuque covertibili i capitale di rischio pag Quote o azioi di orgaismi di ivestimeto collettivo del risparmio pag. 18 (fodi comui di ivestimeto, Sicav) 4 Strumeti fiaziari derivati pag I future pag. 19 pag 2 di 34

4 MiFID Idice 4.2 Opzioi pag Altri fattori fote di rischio comui alle operazioi i futures e opzioi pag Termii e codizioi cotrattuali pag Sospesioe o limitazioe degli scambi e della relazioe tra i prezzi pag Rischio di cambio pag Operazioi su strumeti derivati eseguite fuori dai mercati orgaizzati. Gli swap pag I cotratti di swap pag Prodotti fiaziari emessi da compagie di assicurazioe (Uit Liked, Idex Liked pag. 22 e cotratti di capitalizzazioe) 6 Proti Cotro Termie pag Obbligazioi strutturate pag Certificates pag ETF pag. 24 SEZIONE 2 Iformazioi sulla gestioe dei coflitti di iteresse pag Idividuazioe e gestioe dei coflitti di iteresse pag Iformazioi sugli icetivi ricevuti e/o pagati da/a terzi soggetti pag. 27 SEZIONE 3 Strategia di esecuzioe pag Obiettivo ed ambito di applicazioe pag Istruzioi specifiche dei clieti pag Strategia di esecuzioe pag Strumeti quotati su Mercati Regolametati (di seguito Mercati ) italiai ed esteri pag Strumeti o quotati su Mercati Regolametati italiai ed esteri pag Collocameto di Strumeti fiaziari, iclusi quote di OICR pag. 32 (fodi comui di ivestimeto e SICAV) Servizio di gestioe di portafogli pag Revisioe della Strategia pag. 32 ALLEGATO 1 Mercati Italiai: cotroparti e mercati pag. 33 Cotroparti pag. 33 Mercati pag. 33 ALLEGATO 2 Mercati esteri: cotroparti e mercati pag. 33 Cotroparti pag. 33 Mercati pag. 33 ALLEGATO 3 Mercati derivati esteri per il tramite di Deutsche Bak AG pag. 34 ALLEGATO 4 Cotroparti Istituzioali italiae ed estere pag. 34 ALLEGATO 5 Itermediari utilizzati per l esecuzioe delle decisioi pag. 34 di ivestimeto ell ambito del servizio di gestioe di portafogli pag 3 di 34

5 MiFID Sezioe 1 - Documeto iformativo geerale SEZIONE 1 Documeto iformativo geerale A. Iformazioi sull impresa di ivestimeto e i suoi servizi A1 DATI SOCIETARI La deomiazioe della Baca è Deutsche Bak Società per Azioi (la Baca ), co sede sociale e Direzioe Geerale i Piazza del Caledario Milao, iscritta all Albo delle Bache - codice 3104, Capogruppo del Gruppo Deutsche Bak S.p.A. iscritto all Albo dei Gruppi Bacari italiai teuto da Baca d Italia, soggetta all attività di direzioe e coordiameto della baca tedesca Deutsche Bak AG. - Tel. Direzioe Geerale: 02/ Sito iteret: A2 METODI DI COMUNICAZIONE TRA BANCA E CLIENTE La ligua co cui il cliete può comuicare co la Baca ella prestazioe di servizi di ivestimeto, e ricevere da questa documeti ed altre iformazioi, è la ligua italiaa. Nell ambito della corrispodeza ordiaria il cliete può comuicare co la Baca utilizzado la forma scritta e i mezzi di spedizioe postali tutti, idirizzado le proprie comuicazioi al recapito più sopra idicato, salvo quato diversamete idicato el cotratto o el sito iteret della Baca. Le comuicazioi dalla Baca al cliete soo iviate i forma scritta mediate corrispodeza postale all idirizzo idicato dal cliete all atto della costituzioe dei sigoli rapporti o successivamete co apposita comuicazioe, oppure via per i servizi per i quali la Baca rede dispoibile questa modalità di comuicazioe e el caso il cliete abbia scelto espressamete questa opzioe. Per quato attiee all ioltro di disposizioi relative ad ivestimeti, il cliete può servirsi dei segueti caali di comuicazioe: ordie impartito presso i locali della Baca ( succursali ) utilizzado la modulistica ufficiale predisposta e resa dispoibile dalla Baca stessa; ordie impartito tramite fax, da idirizzarsi al recapito della succursale presso cui è domiciliata la relazioe cotrattuale a cui lo stesso si riferisce. La Baca procede a dare esecuzioe all ordie previa coferma telefoica dello stesso; ordie trasmesso per via telefoica: i clieti titolari del servizio db Iteractive possoo impartire disposizioi di ivestimeto avvaledosi del Call Ceter dell impresa, mediate l utilizzo delle chiavi di accesso forite al cliete dalla Baca. I clieti o titolari del servizio db Iteractive possoo impartire disposizioi per via telefoica direttamete alla succursale presso cui è domiciliata la relazioe cotrattuale a cui si riferiscoo, sottopoedosi alla procedura di ricooscimeto effettuata dall addetto della Baca; ordie trasmesso per via telematica dai clieti titolari del servizio db Iteractive. Ache i questo caso la trasmissioe dell ordie prevede l utilizzo delle chiavi di accesso rilasciate al cliete dalla Baca; ordie impartito al di fuori dei locali della Baca, utilizzado la modulistica ufficiale predisposta e resa dispoibile dalla Baca, per il tramite di promotori fiaziari, iscritti i Italia ell apposito Albo uico dei promotori, teuto da u Orgaismo specifico e cosultabile olie (www.albopf.it). Le comuicazioi telefoiche i cui il cliete impartisce ordii alla Baca soo da questa sottoposte a registrazioe su supporto magetico, circostaza di cui il cliete è opportuamete iformato. Si rimada alle disposizioi cotrattuali per ua dettagliata rappresetazioe di quato sopra siteticamete esposto. pag 4 di 34

6 MiFID A. Iformazioi sull impresa di ivestimeto e i suoi servizi A2.1 RECLAMI Il reclamo può essere presetato direttamete dal cliete o tramite u terzo a ciò autorizzato attraverso diversi caali: per posta ordiaria, via fax, tramite . Al fie di cosetire che i reclami vegao registrati e catalogati i u uico archivio, tutti i reclami ioltrati alle diverse uità operative della Baca cofluiscoo i u uico puto d igresso sotto la supervisioe dell Ufficio Reclami della Baca, Deutsche Bak S.p.A., Piazza del Caledario, (MI), fax 02/ La Baca ha adottato idoee procedure per garatire la sollecita trattazioe dei reclami presetati dai Clieti, ei termii previsti dalla ormativa. I particolare, l esito defiitivo del reclamo, coteete le determiazioi della Baca, ed evetualmete la tempistica di sistemazioe (el caso di accoglimeto delle dogliaze del cliete), deve essere ioltrato al cliete, di regola etro 90 giori dalla ricezioe. Evetuali reclami i merito alle operazioi effettuate dalla Baca su disposizioe del cliete potrao essere da questi presetati dal mometo i cui sia i possesso della comuicazioe di esecuzioe; trascorsi 60 giori, l operato della Baca si itederà approvato. A3 SERVIZI DI INVESTIMENTO OFFERTI La Baca è autorizzata da Baca d Italia (Via Nazioale 91, Roma - sito Iteret: alla prestazioe dei servizi di ivestimeto discipliati dal decreto legislativo 24 febbraio 1998,. 58 (il Testo Uico delle disposizioi i materia di itermediazioe fiaziaria ). I particolare, la Baca è autorizzata alla prestazioe dei servizi di ivestimeto di seguito brevemete descritti: Negoziazioe per coto proprio: attività co cui la Baca egozia per proprio coto prodotti fiaziari. Nell ambito di tale servizio, la Baca può cocludere operazioi i cotropartita diretta co la propria clietela. Esecuzioe di ordii per coto dei clieti: servizio che si sostazia ell esecuzioe da parte della Baca, per coto del cliete, degli ordii di compravedita di prodotti fiaziari. Le modalità di prestazioe del servizio e le sedi di esecuzioe sulle quali si svolge soo idicati ella Strategia di esecuzioe di seguito riportata. Sottoscrizioe e/o collocameto co o seza assuzioe a fermo ovvero co assuzioe di garazia ei cofroti dell emittete: la Baca svolge il servizio di collocameto e distribuzioe di prodotti fiaziari (prestiti obbligazioari, emissioi obbligazioarie di altre società, prodotti assicurativi a coteuto fiaziario, OPV e cosorzi di collocameto domestici, quote/azioi di OICR, ecc), sia di propria emissioe che sulla base di accordi di distribuzioe co società apparteeti al Gruppo o co società terze. Il servizio prevede ache u attività di assisteza alla Clietela el periodo successivo al collocameto, i osservaza a quato disposto dalla ormativa di riferimeto e dalle istruzioi forite dalle stesse società emitteti. Ricezioe e trasmissioe di ordii riguardati uo o più prodotti fiaziari: servizio che si sostazia ella ricezioe di ordii dei clieti e ella loro trasmissioe da parte della Baca ad altri itermediari abilitati alla egoziazioe i coto proprio ed all esecuzioe di ordii per coto dei clieti. Gli itermediari egoziatori dei quali la Baca può avvalersi soo idicati ella Strategia di Esecuzioe di seguito riportata. Cosuleza i materia di ivestimeti: la cosuleza si sostazia i raccomadazioi persoalizzate ad u cliete, dietro sua richiesta o per iiziativa della Baca, riguardo ad ua o più operazioi relative ad u determiato prodotto fiaziario e/o servizio di ivestimeto. Dette raccomadazioi persoalizzate soo precedute da ua valutazioe di adeguatezza dell operazioe di volta i volta cosiderata, teuto coto delle specifiche coosceze ed esperieze del cliete i materia di ivestimeti, oché della situazioe fiaziaria e degli obiettivi di ivestimeto del cliete medesimo (come di seguito precisato). pag 5 di 34

7 MiFID Sezioe 1 - Documeto iformativo geerale La valutazioe di adeguatezza può essere effettuata dalla Baca soltato dopo aver acquisito dal cliete le sopra richiamate iformazioi circa le specifiche coosceze ed esperieze, la situazioe fiaziaria e gli obiettivi di ivestimeto del cliete medesimo. Nel caso dette iformazioi o siao rilasciate dal cliete la Baca o forirà alcu cosiglio di acquistare o vedere prodotti fiaziari. La Baca si asterrà ioltre dal forire raccomadazioi o adeguate per il cliete. Ioltre, i caso di ordii relativi a strumeti fiaziari cosiderati illiquidi, la Baca o può prescidere dall effettuare la valutazioe di adeguatezza. Pertato, riguardo a tali operazioi, i asseza della valutazioe di adeguatezza ovvero qualora si cofigurio come operazioi o adeguate, la Baca si asterrà dall effettuare il relativo ivestimeto tramite la prestazioe degli altri servizi offerti dalla Baca. Gestioe di portafogli: icarico affidato da u cliete alla Baca affichè essa svolga u attività di gestioe secodo proprie scelte discrezioali, a valere sulle somme di dearo e sui prodotti fiaziari che le soo stati affidati dallo stesso cliete; tali scelte di ivestimeto hao la fialità di ottimizzare il profilo di rischio-redimeto degli ivestimeti, teuto coto delle specifiche esigeze del cliete. Per poter prestare il servizio di gestioe di portafogli, la Baca deve prevetivamete valutare che il servizio sia adeguato per il cliete e cioè che, sulla base delle iformazioi acquisite dal cliete stesso, corrispoda ai suoi obiettivi di ivestimeto seza esporlo al rischio di perdite che lui o è i grado di sopportare fiaziariamete. Se il cliete si rifiuta di forire dette iformazioi, la Baca si astiee dal forire il servizio. Il coferimeto dell icarico alla Baca può avveire esclusivamete mediate la sottoscrizioe di u modulo (di seguito Modulo di Sottoscrizioe ) ad opera delle parti cotraeti. Il Modulo di Sottoscrizioe e i suoi allegati, icluso il c.d. Modulo di Variazioe, formao parte itegrate e sostaziale del cotratto. Le somme di dearo ed i prodotti fiaziari coferiti i gestioe (di seguito Portafoglio ), soo gestiti dalla Baca attraverso gli ivestimeti e i disivestimeti idividuati ella liea di gestioe prescelta dal cliete (di seguito Liea ); la Liea prescelta è adeguata per il cliete sulla base della valutazioe fatta dalla Baca sulla scorta delle iformazioi sopra citate, rese dal cliete stesso. La Liea determia le caratteristiche della gestioe, e più i particolare idica: (i) i tipi di prodotti fiaziari che possoo essere iclusi el Portafoglio e i tipi di operazioe che possoo essere realizzati, ochè gli evetuali limiti; (ii) gli obiettivi di gestioe; (iii) il grado di rischio etro il quale il gestore esercita la sua discrezioalità; (iv) se il Portafoglio può essere caratterizzato da effetto leva fiaziaria; (v), ove sigificativo, il parametro di riferimeto al quale verrà raffrotato il redimeto del Portafoglio. Nella Liea vegoo ioltre idicati il limite massimo di perdite i termii percetuali al raggiugimeto delle quali la Baca è teuta a riportare la leva fiaziaria ad u valore pari ad uo, oché evetuali ulteriori limiti e/o istruzioi per l esercizio dell icarico. Tutte le caratteristiche elecate, idicate sul madato di gestioe, devoo essere comprese e attetamete valutate dall ivestitore prima della coclusioe del cotratto. Le decisioi di ivestimeto relative a ciascua Liea di gestioe vegoo prese sulla base delle strategie di asset allocatio defiite mesilmete dal Comitato Ivestimeti della Baca. I gestori, el rispetto dei limiti e delle modalità di esecuzioe dell icarico coferito dal cliete, ed i particolare di quato defiito ella Liea prescelta, hao piea discrezioalità e autoomia operativa e possoo compiere tutti gli atti relativi alla gestioe seza ecessità di prevetiva autorizzazioe del cliete. Il cliete può, i qualsiasi mometo, secodo le modalità previste cotrattualmete, chiedere di sostituire la Liea prescelta co u altra Liea di gestioe tra quelle proposte dalla Baca, ovvero di modificare e/o revocare gli evetuali limiti e/o istruzioi precedetemete defiiti attraverso il sopra citato Modulo di Variazioe. La Baca o accetterà le predette sostituzioi/modifiche/revoche ove le stesse risultassero o adeguate secodo i criteri idicati dalla ormativa e quato rappreseto el Modulo di Sottoscrizioe. Il cliete ha ioltre la facoltà di impartire istruzioi vicolati i ordie a sigole operazioi da compiere dadoe comuicazioe i forma scritta alla Baca, a codizioe che esse siao coformi al madato di pag 6 di 34

8 MiFID A. Iformazioi sull impresa di ivestimeto e i suoi servizi gestioe coferito alla stessa e adeguate ; ove tali istruzioi comportio uo scostameto dalla Liea, la Baca può subordiare l esecuzioe alla sostituzioe della Liea co u altra liea di gestioe fra quelle proposte dalla Baca stessa, ovvero al coferimeto di u diverso icarico di gestioe previo, i ogi caso, valutazioe positiva di adeguatezza. Ove riceva istruzioi ad eseguire sigole operazioi che essa giudica o adeguate - teuto coto del madato coferito cotrattualmete e delle caratteristiche della Liea - la Baca si asterrà dall effettuarle, dadoe comuicazioe immediata al cliete. Per ogi dettaglio sul servizio di gestioe di portafogli prestato dalla Baca, ed i particolare per le caratteristiche specifiche di ciascua Liea proposta, si ivita il cliete a cotattare il proprio cosulete al fie di idividuare la Liea per lui adeguata, sulla base della propria coosceza ed esperieza i materia di ivestimeti, obiettivi di ivestimeto e situazioe fiaziaria. Il cliete può i qualsiasi mometo disporre prelievi parziali o totali del patrimoio i gestioe. Le somme richieste sarao messe a disposizioe el più breve tempo possibile, teuto coto dei tempi tecici di smobilizzo degli ivestimeti e ell iteresse del cliete stesso. I aggiuta ai servizi sopra descritti, la Baca offre alla clietela il servizio DB Perform a pagameto, il quale, oltre a prevedere l elaborazioe di raccomadazioi persoalizzate i materia di ivestimeti, comprede u attività di moitoraggio del portafoglio di ivestimeto del cliete, effettuata dalla Baca sulla base di appositi idicatori di rischio. A secoda dei servizi prestati, la ormativa prescrive che la Baca cotrolli prevetivamete se le operazioi poste i essere dal Cliete soo i liea co le iformazioi che questi ha forito all itermediario. Questo cotrollo può cosistere i ua verifica di appropriatezza o i ua verifica di adeguatezza. Vediamo i breve il sigificato di questi due cocetti, importati per garatire ua maggiore tutela egli ivestimeti e la traspareza delle operazioi. Verifica di appropriatezza Si applica ai servizi di egoziazioe, esecuzioe, collocameto, ricezioe e trasmissioe di ordii. Cosiste el verificare che il cliete abbia il livello di esperieza e coosceza ecessari per compredere i rischi che il prodotto fiaziario o il servizio di ivestimeto comportao. Verifica di adeguatezza Si applica ai servizi di gestioe di portafogli e di cosuleza. I questo caso la Baca, oltre ad accertare che il Cliete abbia il livello di esperieza e coosceza ecessari (come ella verifica di appopriatezza) deve verificare che l operazioe, realizzata o cosigliata, corrispoda agli obiettivi di ivestimeto del cliete e sia di atura tale che il cliete sia i grado fiaziariamete di sopportare il rischio dell ivestimeto. A tal fie, la Baca richiede quidi al Cliete, tramite la compilazioe e la sottoscrizioe di u Questioario MiFID, ua serie di iformazioi su coosceza ed esperieza i materia di ivestimeti, la sua situazioe fiaziaria e i suoi obiettivi di ivestimeto. A4 DOCUMENTAZIONE DA FORNIRE ALL INVESTITORE A RENDICONTO DELL ATTIVITÀ SVOLTA All atto della ricezioe di u ordie presso le uità operative, la Baca rilascia al cliete ua copia del Modulo d Ordie, che, oltre ad attestare l avveuta ricezioe, forisce i dati idetificativi dell ordie ed iforma il cliete di evetuali situazioi di coflitto di iteresse. Sempre attraverso detto Modulo, viee attestato se l operazioe è stata pag 7 di 34

9 MiFID Sezioe 1 - Documeto iformativo geerale preceduta o meo dal servizio di cosuleza i materia di ivestimeti, se l operazioe è riteuta o appropriata al cliete i relazioe alle iformazioi da lui forite, ovvero si tratta di u operazioe i relazioe alla quale la Baca o è i grado di valutare la appropriatezza, poiché il cliete o ha forito le ecessarie iformazioi circa la sua coosceza ed esperieza i materia di ivestimeti. Se l ordie è acquisito telefoicamete, le suddette avverteze devoo risultare dalla registrazioe della telefoata. I aggiuta a quato sopra, la Baca trasmette al cliete al dettaglio u avviso che coferma l esecuzioe di quato impartito, al più tardi il primo gioro lavorativo successivo all esecuzioe o, el caso i cui la Baca debba ricevere coferma dell avveuta esecuzioe da parte di u terzo soggetto, etro il primo gioro lavorativo successivo alla ricezioe della coferma dal terzo medesimo. I tale ipotesi, ove la coferma dell avveuta esecuzioe debba essere ecessariamete iviata da u terzo soggetto, la Baca è esoerata dall obbligo di trasmettere la propria ota di eseguito. Co riferimeto ad ordii relativi a quote o azioi di OICR da eseguirsi periodicamete, ove o provveda direttamete la società di gestioe o la Sicav, la Baca potrà forire, ogi sei mesi, l iformativa prevista dalla ormativa. A richiesta del cliete la Baca forisce iformazioi circa lo stato di ciascu ordie. Almeo aualmete (o co diversa frequeza richiesta dal cliete) u redicoto sui servizi di ivestimeto prestati e sulle codizioi ecoomiche applicate. La Baca iforma protamete per iscritto il cliete el caso i cui operazioi i strumeti fiaziari derivati che comportao posizioi aperte scoperte co passività poteziali abbiao geerato ua perdita, effettiva o poteziale, pari o superiore alle percetuali cocordate cotrattualmete co il cliete stesso. La documetazioe trasmessa dalla Baca si itederà tacitamete approvata dal cliete trascorsi sessata giori dalla data di ricevimeto, seza che sia perveuto alla Baca uo specifico reclamo scritto. Nell ambito della prestazioe del servizio di gestioe di portafogli, la Baca ivierà al cliete, etro quidici giori lavorativi dalla fie di ogi trimestre solare, u redicoto trimestrale riferito all ultimo gioro lavorativo del periodo di riferimeto, coteete le iformazioi previste dalla ormativa vigete. Il redicoto è comuque forito mesilmete el caso i cui la Liea preveda u effetto leva superiore all uità; ache i questo caso il redicoto è iviato etro quidici giori dalla fie del periodo di riferimeto. Il redicoto si itede tacitamete approvato dal cliete i macaza di reclamo scritto motivato, che dovrà essere trasmesso alla Baca etro sessata giori dalla data di ricevimeto del redicoto stesso. La Baca iforma protamete per iscritto il Cliete ove il Portafoglio si sia ridotto, per effetto di perdite, effettive o poteziali, i misura pari o superiore al 30% del suo cotrovalore alla data di iizio di ciascu ao, ovvero, se successiva, a quella di iizio del rapporto, teuto coto di evetuali coferimeti o prelievi. La Baca iformerà ioltre il Cliete qualora el Portafoglio siao preseti posizioi aperte scoperte i grado di geerare perdite effettive o poteziali superiori al costo di acquisto degli prodotti fiaziari e dette operazioi abbiamo prodotto ua perdita effettiva o poteziale i misura pari o superiore al 30 %. La Baca comuicherà al cliete tale ultima perdita o più tardi della fie del gioro lavorativo el quale detta soglia è stata superata o, qualora tale soglia vega superata i u gioro o lavorativo, delle fie del gioro lavorativo successivo. La Baca darà tempestiva comuicazioe al cliete ache el mometo i cui, ell esercizio dell attività di gestioe siao acquisite (o raggiute i seguito agli ivestimeti successivi al versameto iiziale) partecipazioi societarie i relazioe alle quali vi siao obblighi di comuicazioe a Cosob o Baca d Italia. La Baca è teuta ad iformare tempestivamete il cliete ache di ogi successiva variazioe i aumeto o i dimiuzioe delle partecipazioi per le quali sia stata effettuata la comuicazioe di cui sopra. Le Norme Cotrattuali del servizio di gestioe di portafogli descrivoo i dettaglio, per ciascua categoria di prodotti fiaziari, le modalità di calcolo del valore del Portafoglio ai fii dell adempimeto dell obbligo di redicoto. Si raccomada u atteta lettura di tali orme. La redicotazioe viee iviata al cliete i forma cartacea. È tuttavia facoltà del cliete richiedere l attivazioe del servizio My documets (documeti olie) che permette di ricevere i forma elettroica, aziché cartacea, la dopag 8 di 34

10 MiFID A. Iformazioi sull impresa di ivestimeto e i suoi servizi cumetazioe relativa ai rapporti bacari itratteuti co Deutsche Bak S.p.A., tramite l adesioe al sito dedicato (www.documetioliedb.it) oppure tramite il servizio db iteractive; il cliete potrà scegliere se attivare il servizio su ogi sigolo rapporto o su tutti i rapporti dispoibili. A5 SISTEMA DI INDENNIZZO O GARANZIA La Baca aderisce al Fodo Iterbacario di Tutela dei Depositi e al Fodo Nazioale di Garazia. Il Fodo Iterbacario di Tutela dei Depositi è u sistema di garazia dei depositati costituito i forma di cosorzio di diritto privato, e ricoosciuto dalla Baca d Italia, cui aderiscoo le bache italiae diverse da quelle di credito cooperativo, avete lo scopo di garatire i depositati delle cosorziate etro limiti previsti (euro ). Nella protezioe offerta ai depositati dal Fodo soo compresi i crediti relativi ai fodi acquisiti dalle bache co obbligo di restituzioe, i euro e i valuta, sotto forma di depositi o sotto altra forma, oché gli assegi circolari e i titoli ad essi assimilabili. Il Fodo iterviee, previa autorizzazioe della Baca d Italia, ei casi di liquidazioe coatta ammiistrativa e ammiistrazioe straordiaria. Le risorse per gli iterveti vegoo corrisposte dalle bache adereti successivamete alla maifestazioe della crisi della baca (ex post), a richiesta del Fodo. Il Fodo Nazioale di Garazia, istituito dall art. 15 della legge 2 geaio 1991,. 1, ha persoalità giuridica di diritto privato e autoomia patrimoiale ai sesi dell art. 2, comma 1, della legge 27 ottobre 1994,. 598 e dell art. 62, comma 1, del decreto legislativo 23 luglio 1996, Il Fodo è ricoosciuto sistema di ideizzo dall art. 62, comma 1, del decreto legislativo 23 luglio 1996,. 415, articolo attualmete acora i vigore. L orgaizzazioe e il fuzioameto del Fodo soo discipliati dal proprio Statuto. Gli iterveti istituzioali soo discipliati dal Regolameto operativo previsto dall art. 12, comma 1, del decreto del Miistro del Tesoro 14 ovembre 1997, Il Fodo ideizza gli ivestitori, secodo i criteri previsti dal citato decreto del Miistero del Tesoro ed etro il limite massimo complessivo per ciascu ivestitore di ,00 euro, per i crediti, rappresetati da strumeti fiaziari e/o da dearo coesso co operazioi di ivestimeto, ei cofroti degli itermediari adereti al Fodo stesso derivati dalla prestazioe dei servizi di ivestimeto e del servizio di custodia e ammiistrazioe di strumeti fiaziari, i quato accessorio ad operazioi di ivestimeto. Il Fodo ideizza i crediti degli ivestitori ei casi di liquidazioe coatta ammiistrativa, fallimeto o di cocordato prevetivo. A6 SALVAGUARDIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E DELLE SOMME DI DENARO DELLA CLIENTELA Gli strumeti fiaziari e le somme di dearo deteute dalla Baca per coto del cliete soo immessi i depositi e coti correti, accesi/aperti presso la Baca. La Baca è autorizzata a sub-depositare gli strumeti fiaziari presso società o eti a ciò autorizzati e, i tal caso, rimae resposabile ei cofroti del cliete secodo quato previsto el cotratto. L eleco dei subdepositari autorizzati è pubblicato sul sito della baca (www.db.com/italia) e dispoibile presso gli sportelli della Baca. Gli strumeti fiaziari costituiscoo patrimoio distito, a tutti gli effetti, da quello della Baca e da quello degli altri clieti della stessa; su di essi o soo ammesse azioi dei creditori della Baca o ell iteresse degli stessi, é azioi dei creditori dell evetuale sub-depositario o ell iteresse degli stessi. Le modalità di deposito e sub-deposito degli strumeti fiaziari dei clieti soo discipliate el cotratto al quale si fa rivio. pag 9 di 34

11 MiFID Sezioe 1 - Documeto iformativo geerale La Baca ha adottato le misure previste dalla ormativa (Provvedimeto Baca d Italia del 29 ottobre 2007, Titolo V, Sezioe II) al fie di ricostruire i qualsiasi mometo co certezza la posizioe i prodotti fiaziari e liquidità di ciascu cliete, oché la selezioe di depositari e sub-depositari. A7 DESCRIZIONE SINTETICA DELLA POLITICA DI GESTIONE DEI CONFLITTI DI INTERESSE La Baca adotta ogi misura ragioevole per idetificare e gestire le situazioi di coflitto di iteresse che possoo maifestarsi tra la Baca stessa ed il cliete ovvero tra i diversi clieti della Baca ell ambito della prestazioe dei servizi di ivestimeto i modo da evitare che tali coflitti possao produrre pregiudizio al cliete. La politica seguita dalla Baca i materia di coflitti di iteressi è coteuta i forma sitetica ella sezioe Iformazioi sulla gestioe dei coflitti di iteresse. Qualora il cliete e faccia richiesta, la Baca forisce maggiori dettagli circa la politica seguita. A8 COSTI E ONERI CONNESSI ALLA PRESTAZIONE DEI SERVIZI Si rimada ai fogli e prospetti iformativi ed alla disciplia delle codizioi ecoomiche pattuita, prima della prestazioe dei servizi di ivestimeto, ell ambito della stipula dei cotratti relativi ai servizi stessi. A9 CLASSIFICAZIONE DELLA CLIENTELA La ormativa italiaa, i liea co quato previsto dalle disposizioi della Direttiva MIFID stabilisce che le imprese di ivestimeto classifichio i loro clieti i: clieti al dettaglio (o retail) soo tutti i clieti che o soo classificati come cotroparti qualificate o come clieti professioali. Ai clieti al dettaglio è riservata la massima tutela per quato riguarda le iformazioi da ricevere e da forire, le verifiche di adeguatezza e di appropriatezza dei servizi e delle operazioi poste i essere, l esecuzioe degli ordii i prodotti fiaziari alle codizioi più favorevoli. clieti professioali soo tutti i clieti che possiedoo l esperieza, le coosceze e la competeza per adottare cosapevolmete le proprie decisioi i materia di ivestimeti e di compredere i rischi che assumoo. La ormativa ha idetificato le categorie di soggetti che per loro atura soo da cosiderare clieti professioali (c.d. professioali di diritto): si tratta ad esempio di bache, imprese di ivestimeto,imprese di assicurazioe,società di gestioe del risparmio, fodi pesioe, ivestitori istituzioali, ageti di cambio, imprese di gradi dimesioi che presetao almeo due dei segueti requisiti dimesioali: a) totale di bilacio o iferiore a euro; b) fatturato etto o iferiore a euro; c) fodi propri o iferiori a euro. Vi soo poi dei clieti che pur o apparteedo alle suddette categorie soo i possesso di determiati requisiti, tali da poter richiedere di essere trattati come professioali (c.d. professioali a richiesta);i particolare devoo sussistere almeo due dei segueti requisiti: 1) svolgimeto di operazioi di dimesioi sigificative sul mercato co ua frequeza media di 10 operazioi al trimestre ei quattro trimestri precedeti; 2) il valore del portafoglio i prodotti fiaziari, iclusi i depositi i cotate ed i prodotti fiaziari, deve superare euro; 3) esperieza lavorativa el settore fiaziario per almeo u ao i ua posizioe professioale che presuppoga la coosceza delle operazioi o dei servizi previsti. I caso di persoe giuridiche, la pag 10 di 34

12 MiFID A. Iformazioi sull impresa di ivestimeto e i suoi servizi valutazioe è codotta co riguardo alla persoa autorizzata ad effettuare operazioi per loro coto e/o alla persoa giuridica medesima. I ogi caso la Baca è libera di accettare o meo la richiesta formulata. I particolare, la Baca iforma i clieti retail delle protezioi che perderebbero ell essere trattati come clieti professioali, accogliedo o meo la loro richiesta i fuzioe dell esito della sua valutazioe. cotroparti qualificate (eti creditizi, imprese di ivestimeto, altri istituti fiaziari autorizzati o regolametati, imprese di assicurazioe, OICR e le società che li gestiscoo, fodi pesioe e le società che li gestiscoo, etc.) soo u sottoisieme dei clieti professioali. I particolare la categoria delle cotroparti qualificate rappreseta quella parte di clieti professioali che o ecessita di alcua tutela i rapporto ai servizi di ricezioe e trasmissioe ordii, esecuzioe di ordii e egoziazioe i coto proprio, collocameto e servizi accessori correlati ai precedeti. La Baca comuica al cliete la classificazioe che gli è stata assegata all atto dell apertura della sua relazioe; sulla base dei requisiti sopra descritti, è previsto che la stessa possa essere modificata, sia su iiziativa della Baca che su iiziativa del cliete. Spetta ai clieti professioali iformare il prestatore del servizio di evetuali cambiameti che potrebbero ifluezare la loro attuale classificazioe. Ache alle cotroparti qualificate e ai clieti professioali è data la possibilità di richiedere u grado di protezioe maggiore e di essere trattati come clieti professioali o come clieti retail. pag 11 di 34

13 MiFID Sezioe 1 - Documeto iformativo geerale B. Iformativa sui rischi geerali e sulle tipologie di prodotti fiaziari Questo documeto o descrive tutti i rischi ed altri aspetti sigificativi riguardati gli ivestimeti i prodotti fiaziari, ma ha la fialità di forire alcue iformazioi di base sui rischi coessi a tali ivestimeti e servizi. Avverteze geerali 1. Co il termie prodotto fiaziario si itedoo sia gli strumeti fiaziari (azioi, obbligazioi, titoli di stato, certificates, etc.) che ogi altra forma di ivestimeto di atura fiaziaria. Per ulteriore dettaglio si veda la Parte B Descrizioe delle caratteristiche geerali dei prodotti fiaziari. 2. Prima di effettuare u ivestimeto i prodotti fiaziari, l ivestitore deve iformarsi presso la Baca sulla atura e i rischi delle operazioi che si accige a compiere. L ivestitore deve cocludere u operazioe solo se ha be compreso la sua atura ed il grado di esposizioe al rischio che essa comporta. Come detto più sopra, prima di cosigliare al cliete u operazioe, l itermediario deve valutare se l ivestimeto è adeguato per l ivestitore, ossia: a) corrispoda agli obiettivi di ivestimeto del cliete; b) sia di atura tale che il cliete sia fiaziariamete i grado di sopportare qualsiasi rischio coesso all ivestimeto compatibilmete co i suoi obiettivi di ivestimeto; e c) sia di atura tale per cui il cliete possieda la ecessaria esperieza e coosceza per compredere i rischi iereti all operazioe. Nel caso di operazioe o preceduta da cosuleza, la Baca verifica che il cliete abbia il livello di esperieza e coosceza ecessario per compredere i rischi che il prodotto fiaziario comporta. B1 I RISCHI GENERALI NEGLI INVESTIMENTI IN PRODOTTI FINANZIARI L ivestimeto i u prodotto fiaziario può comportare ua serie di rischi. I pricipali soo i segueti: 1) la variabilità del prezzo del prodotto fiaziario; 2) il suo grado di liquidità; 3) la divisa i cui è deomiato; 4) gli altri fattori fote di rischi geerali; 5) fattori specifici di rischio per il servizio di gestioe di portafogli. 1 La variabilità del prezzo Il prezzo di u prodotto fiaziario dipede da umerose circostaze e può variare i modo più o meo accetuato a secoda della sua atura. pag 12 di 34

14 MiFID B1. I rischi geerali egli ivestimeti i prodotti fiaziari 1.1 Rischio specifico e rischio geerico Sia per i titoli di capitale che per i titoli di debito, il rischio può essere idealmete scomposto i due compoeti: il rischio specifico ed il rischio geerico (o sistematico). Il rischio specifico dipede dalle caratteristiche peculiari dell emittete (vedi il successivo puto 1.2) e può essere dimiuito sostazialmete, attraverso la suddivisioe del proprio portafoglio di ivestimeto tra titoli emessi da emitteti diversi (diversificazioe del portafoglio); metre il rischio sistematico rappreseta quella parte di variabilità del prezzo di ciascu titolo che dipede dalle fluttuazioi del mercato e o può essere elimiato per il tramite della diversificazioe. Il rischio sistematico per i titoli di capitale trattati su u mercato orgaizzato si origia dalle variazioi del mercato i geerale, che possoo essere idetificate ei movimeti dell idice del mercato. Il rischio sistematico dei titoli di debito (vedi il successivo puto 1.4) si origia dalle fluttuazioi dei tassi d iteresse di mercato che si ripercuotoo sui prezzi (e quidi sui redimeti) dei titoli i modo tato più accetuato quato più luga è la loro vita residua (la vita residua di u titolo ad ua certa data è rappresetata dal periodo di tempo che deve trascorrere da tale data al mometo del suo rimborso). 1.2 Il rischio emittete Per gli ivestimeti i strumeti fiaziari è fodametale apprezzare la solidità patrimoiale delle società emitteti e le prospettive ecoomiche delle medesime, teuto coto delle caratteristiche dei settori i cui le stesse operao. I prezzi dei titoli di capitale (ad esempio, le azioi) riflettoo i ogi mometo ua media delle aspettative che i partecipati al mercato hao circa le prospettive di guadago delle imprese emitteti. Co riferimeto ai titoli di debito (ad esempio, le obbligazioi), il rischio che le società o gli eti fiaziari emitteti o siao i grado di pagare gli iteressi o di rimborsare il capitale prestato si riflette ella misura degli iteressi che tali obbligazioi garatiscoo all ivestitore. I altri termii, quato più u ivestitore ritiee che u emittete sia rischioso, tato maggiore sarà il tasso d iteresse che l emittete dovrà corrispodere all ivestitore per covicerlo a fiaziarlo. Quidi, per valutare l appetibilità del tasso d iteresse pagato da u titolo di debito si deve teere ache i cosiderazioe il rischio che si assume ivestedo i esso. I liea di massima, il tasso di iteresse pagato da u titolo emesso da ua società relativamete rischiosa dovrà essere, a parità di altre codizioi, più alto del tasso pagato da emitteti il cui rischio è cosiderato più basso ed, i geerale, più alto del redimeto offerto dai titoli di stato, co riferimeto a emissioi co pari scadeza. 1.3 Il rischio d iteresse Co riferimeto ai titoli di debito, l ivestitore deve teere presete che la misura effettiva degli iteressi si adegua cotiuamete alle codizioi di mercato attraverso variazioi del prezzo dei titoli stessi. Qualora l ivestitore avesse ecessità di smobilizzare l ivestimeto prima della scadeza del titolo, il redimeto effettivo potrebbe rivelarsi diverso da quello garatito dal titolo al mometo del suo acquisto. I particolare, per i titoli che prevedoo il pagameto di iteressi i modo predefiito e o modificabile el corso della durata del prestito (titoli a tasso fisso) più luga è la vita residua, maggiore è la variabilità del prezzo del titolo stesso rispetto a variazioi dei tassi d iteresse di mercato. Ad esempio, si cosideri u titolo zero coupo - titolo a tasso fisso che prevede il pagameto degli iteressi i u uica soluzioe alla fie del periodo - co vita residua 10 ai e redimeto del 10% all ao. L aumeto di u puto percetuale dei tassi di mercato, rede relativamete meo coveiete deteere il titolo suddetto rispetto a titoli di tipo simile dispoibili i emissioe sul mercato, e quidi e determia ua riduzioe del prezzo, che i questo esempio sarà pari a circa l 8,6%. È duque importate per l ivestitore, al fie di valutare l opportuità del proprio ivestimeto i questa categoria di titoli, verificare etro quali tempi potrà avere ecessità di smobilizzare l ivestimeto. pag 13 di 34

15 MiFID Sezioe 1 - Documeto iformativo geerale 1.4 Il rischio paese Se i titoli di capitale e/o di debito soo emessi da soggetti co sede i u determiato Paese, u deteriorameto della situazioe ecoomica, sociale e politica del Paese potrebbe geerare ua dimiuzioe del valore del titolo. I caso di isolveza dell emittete il cliete può o icassare, i sede di liquidazioe, il cotrovalore dei titoli di capitale o il rimborso del capitale prestato (e/o delle cedole maturate) dei titoli di debito deteuti. 1.5 L effetto della diversificazioe sul rischio degli ivestimeti. Gli orgaismi di ivestimeto collettivo Come si è acceato, il rischio specifico di u particolare strumeto fiaziario può essere ridotto attraverso la diversificazioe, cioè suddividedo l ivestimeto tra più strumeti fiaziari. La diversificazioe può tuttavia risultare costosa e difficile da attuare per u ivestitore co u patrimoio limitato. L ivestitore può raggiugere u elevato grado di diversificazioe a costi coteuti ivestedo il proprio patrimoio i quote di fodi comui d ivestimeto, azioi di società d ivestimeto a capitale variabile (SICAV) o Exchage Traded Fuds (ETF), che siteticamete vegoo defiiti co l acroimo OICR, Orgaismi di Ivestimeto Collettivo del Risparmio. Questi orgaismi ivestoo le dispoibilità versate dai risparmiatori tra le diverse tipologie di titoli previsti dai prospetti e dai regolameti ei programmi di ivestimeto adottati, limitado la cocetrazioe dell ivestimeto su sigoli emitteti etro limiti prestabiliti da u precisa regolametazioe. Occorre sottolieare che gli ivestimeti i queste tipologie di strumeti fiaziari possoo comuque risultare rischiosi a causa delle caratteristiche degli strumeti fiaziari i cui prevedoo d ivestire (ad esempio, fodi che ivestoo esclusivamete o pricipalmete i azioi, o solo i titoli emessi da società operati i u particolare settore o i titoli emessi da società aveti sede i paesi emergeti). 2 La liquidabilità U prodotto fiaziario è cosiderato liquido quado può essere trasformato i liquidità: immediatamete o comuque etro u lasso di tempo ragioevole, seza ostacoli o limitazioi allo smobilizzo, e; a codizioi di prezzo sigificative, ossia tali da riflettere, direttamete o idirettamete, ua pluralità di iteressi i acquisto e i vedita. La liquidità dipede i primo luogo dal fatto che esista o meo u mercato i cui lo strumeto fiaziario è trattato. I geerale, a parità di altre codizioi, i prodotti fiaziari trattati su mercati regolametati o sui sistemi multilaterali di egoziazioe soo più liquidi dei prodotti fiaziari o trattati su queste sedi di esecuzioe. Questo perché la domada e l offerta di prodotti fiaziari viee covogliata i gra parte su tali mercati, e quidi i prezzi ivi rilevati soo più affidabili quali idicatori dell effettivo valore degli strumeti fiaziari. Altre tipologie di prodotti soo liquidi o i quato esista u mercato secodario, ma per il fatto che il soggetto che li gestisce o che si poe come cotroparte del cliete al mometo della liquidazioe assume specifici obblighi cotrattuali a riacquistare il prodotto o a covertire il prodotto stesso i liquidità a prezzi defiiti i modo oggettivo, seza pealizzazioe e co tempistiche predetermiate. È il caso ad esempio dei fodi comui di ivestimeto aperti, oppure delle obbligazioi per le quali l emittete - o u soggetto diverso dall emittete, defiito all itero del prospetto - assume l obbligo di riacquistarle dal cliete a codizioi predefiite. Occorre quidi cosiderare che lo smobilizzo di prodotti che o presetio ua delle caratteristiche di cui sopra (che vegoo ache defiiti prodotti illiquidi ), può comportare per l ivestitore difficoltà di liquidare il prodotto i tempi pag 14 di 34

16 MiFID B1. I rischi geerali egli ivestimeti i prodotti fiaziari ragioevoli e/o la possibilità di liquidarlo ad u prezzo che o rappreseta il reale valore del prodotto stesso, o i geerale delle pealizzazioi i termii ecoomici. Per mitigare l impatto di queste problematiche ei cofroti degli ivestitori, el 2009 la Cosob ha emaato liee guida che prevedoo u supplemeto di iformazioi per i prodotti illiquidi, al fie di cosetire ua migliore valutazioe degli stessi. I particolare, è previsto che per questi prodotti sia predisposta ua scheda prodotto co iformazioi su: il cosiddetto fair value (valore corretto) del prodotto, ossia il valore che assumerebbe il prodotto se fosse ormalmete egoziato su u mercato liquido o se fosse valutato co metodologie oggettive, ricoosciute e diffuse. I particolare, per i prodotti i fase di collocameto, ella scheda prodotto dovrebbe essere effettuato il cosiddetto ubudlig, ossia la scomposizioe delle evetuali commissioi di distribuzioe e del valore della compoete derivativa, per i prodotti che la prevedoo (come le obbligazioi strutturate e i certificati - si veda oltre); cofroti co prodotti simili o sostituibili co quello oggetto della scheda, ma liquidi e a basso rischio; aalisi di sceario, sul possibile adameto dell ivestimeto, basati su simulazioi effettuate co metodi oggettivi. Più i geerale, queste itegrazioi del corredo iformativo di u prodotto possoo essere utili ache per valutare prodotti liquidi, i particolare se strutturati. 3 La divisa Qualora uo strumeto fiaziario sia deomiato i ua divisa diversa da quella di riferimeto per l ivestitore, tipicamete l Euro per l ivestitore italiao, al fie di valutare la rischiosità complessiva dell ivestimeto occorre teere presete la variabilità del rapporto di cambio tra la divisa di riferimeto (Euro) e la divisa estera i cui è deomiato l ivestimeto. L ivestitore deve cosiderare che i rapporti di cambio co le divise di altri paesi, possoo essere altamete volatili e che comuque l adameto dei tassi di cambio può codizioare il risultato complessivo dell ivestimeto. 4 Gli altri fattori fote di rischi geerali 4.1 Commissioi ed altri oeri Prima di avviare l operatività, l ivestitore deve otteere dettagliate iformazioi riguardo a tutte le commissioi, spese ed altri oeri che sarao dovuti all itermediario. Tali iformazioi devoo essere comuque riportate ei cotratti relativi ai servizi di ivestimeto o el materiale iformativo del prodotto fiaziario. L ivestitore deve sempre cosiderare che tali oeri adrao sottratti ai guadagi evetualmete otteuti elle operazioi effettuate metre si aggiugerao alle perdite subite. Nel valutare la cogruità delle commissioi del servizio gestioe patrimoiale, l ivestitore deve cosiderare che modalità di applicazioe delle commissioi collegate, direttamete o idirettamete, al umero delle operazioi eseguite, potrebbero aumetare il rischio che l itermediario esegua operazioi o ecessarie. La Baca ha comuque previsto cotrolli specifici a presidio di tale rischio. 4.2 Operazioi eseguite i mercati aveti sede i altre giurisdizioi Le operazioi eseguite su mercati aveti sede all estero, icluse le operazioi aveti ad oggetto strumeti fiaziari trattati ache i mercati azioali, potrebbero esporre l ivestitore a rischi aggiutivi. Tali mercati potrebbero essere regolati i modo da offrire ridotte garazie e protezioi agli ivestitori. Prima di eseguire qualsiasi operazioe su tali mercati, l ivestitore dovrebbe iformarsi sulle regole che riguardao tali operazioi. pag 15 di 34

17 MiFID Sezioe 1 - Documeto iformativo geerale Deve ioltre cosiderare che, i tali casi, l autorità di cotrollo sarà impossibilitata ad assicurare il rispetto delle orme vigeti elle giurisdizioi dove le operazioi vegoo eseguite. L ivestitore dovrebbe quidi iformarsi circa le orme vigeti su tali mercati e le evetuali azioi che possoo essere itraprese co riferimeto a tali operazioi. 4.3 Rischi operativi I sistemi di egoziazioe soo supportati da sistemi computerizzati per le procedure di trasmissioe degli ordii (order routig), per l icrocio, la registrazioe e la compesazioe delle operazioi. Come tutte le procedure automatizzate, i sistemi sopra descritti possoo subire temporaei arresti o essere soggetti a malfuzioameti. La possibilità per l ivestitore di essere risarcito per perdite derivati direttamete o idirettamete dagli eveti sopra descritti potrebbe essere compromessa da limitazioi di resposabilità stabilite dai foritori dei sistemi o dai mercati. L ivestitore dovrebbe iformarsi presso il proprio itermediario circa le limitazioi di resposabilità suddette coesse alle operazioi che si accige a porre i essere. 5 Fattori specifici di rischio per il servizio di gestioe di portafogli La rischiosità di u madato di gestioe di portafogli è espressa dalla variabilità dei risultati ecoomici coseguiti dal gestore. L ivestitore può orietare la rischiosità del servizio di gestioe defiedo cotrattualmete i limiti etro cui devoo essere effettuate le scelte di gestioe. Tali limiti, complessivamete cosiderati, defiiscoo le caratteristiche di ua liea di gestioe e devoo essere riportati obbligatoriamete ell apposito cotratto scritto, isieme al grado di rischio della liea di gestioe prescelta. L ivestitore deve iformarsi approfoditamete presso la Baca sulle caratteristiche e sul grado di rischio della liea di gestioe che itede prescegliere e deve cocludere il cotratto solo se è ragioevolmete sicuro di aver compreso la atura della liea di gestioe ed il grado di esposizioe al rischio che essa comporta. L ivestitore può orietare la rischiosità di ua liea di gestioe pricipalmete attraverso la defiizioe: a) delle categorie di prodotti fiaziari i cui può essere ivestito il patrimoio dell ivestitore e dai limiti previsti per ciascua categoria; b) del grado di leva fiaziaria utilizzabile ell ambito della liea di gestioe. 5.1 I prodotti fiaziari iseribili ella liea di gestioe Co riferimeto alle categorie di prodotti fiaziari ed alla valutazioe del rischio che tali strumeti comportao per l ivestitore, si rimada ai paragrafi precedeti sulla valutazioe del rischio di u ivestimeto i strumeti fiaziari. Le caratteristiche di rischio di ua liea di gestioe tederao a riflettere la rischiosità dei sigoli prodotti fiaziari i cui esse possoo ivestire, i relazioe alla quota che tali strumeti rappresetao rispetto al patrimoio gestito. Ad esempio, ua liea di gestioe che preveda l ivestimeto di ua percetuale rilevate del patrimoio i prodotti a basso rischio, avrà u livello di rischio coteuto; al cotrario, ove la percetuale d ivestimeti a basso rischio prevista fosse relativamete piccola, la rischiosità complessiva della liea di gestioe sarà diversa e più elevata. 5.2 La leva fiaziaria Nel cotratto di gestioe deve essere stabilita la misura massima della leva fiaziaria della liea di gestioe. La leva è rappresetata da u umero uguale o superiore all uità. Si premette che per molti ivestitori deve cosiderarsi adeguata ua leva fiaziaria pari ad uo. I questo caso, ifatti, essa o ifluisce sulla rischiosità della liea di gestioe. pag 16 di 34

18 MiFID B2. Descrizioe dei pricipali tipi di prodotti trattati dalla Baca e dei rischi ad essi collegati La leva fiaziaria, i sitesi, misura quate volte la Baca (il gestore) può icremetare il cotrovalore degli strumeti fiaziari deteuti i gestioe per coto del cliete rispetto al patrimoio di pertieza del cliete stesso. L icremeto della leva fiaziaria utilizzata comporta u aumeto della rischiosità della liea di gestioe patrimoiale. La Baca può ialzare la misura della leva fiaziaria facedo ricorso a fiaziameti oppure cocordado co le cotroparti di regolare i modo differito le operazioi ovvero utilizzado prodotti fiaziari derivati (ove previsti dalla liea di gestioe - si veda la parte B del presete documeto). L ivestitore, prima di selezioare ua misura massima della leva fiaziaria superiore all uità, oltre a valutare co l itermediario l adeguatezza i relazioe alle proprie caratteristiche persoali, deve: idicare el cotratto di gestioe il limite massimo di perdite, al raggiugimeto delle quali l itermediario è teuto a riportare la leva fiaziaria ad u valore pari ad uo (cioè a chiudere le posizioi fiaziate); compredere che variazioi di modesta etità dei prezzi degli prodotti fiaziari preseti el patrimoio gestito possoo determiare variazioi tato più elevate quato maggiore è la misura della leva fiaziaria utilizzata e che, i caso di variazioi egative dei prezzi degli prodotti fiaziari, il valore del patrimoio può dimiuire otevolmete; compredere che l uso di ua leva fiaziaria superiore all uità può provocare, i caso di risultati egativi della gestioe, perdite ache eccedeti il patrimoio coferito i gestioe e che pertato l ivestitore potrebbe trovarsi i ua situazioe di debito ei cofroti dell itermediario. B2 DESCRIZIONE DEI PRINCIPALI TIPI DI PRODOTTI TRATTATI DALLA BANCA E DEI RISCHI AD ESSI COLLEGATI Per tutte le operazioi di acquisto e sottoscrizioe, la Baca forisce al cliete i Prospetti Iformativi, le Note di Sitesi e/o apposite Schede Prodotto co l idicazioe delle pricipali caratteristiche del prodotto oggetto dell ordie. 1 Obbligazioi, titoli di stato e titoli di debito i geerale Quado u ivestitore acquista ua obbligazioe, i sostaza sta prestado dearo al soggetto che la emette, che può essere ua società, ua baca, lo Stato o altri soggetti della pubblica ammiistrazioe, u ete sovraazioale o altro acora. Il soggetto che riceve questo prestito ha quidi l obbligo di restituirlo. Le obbligazioi comportao i segueti rischi per l ivestitore: il rischio di perdita totale o parziale del capitale versato, el caso l emittete diveti del tutto o i parte isolvete; il rischio che gli iteressi pattuiti (le cosiddette cedole) o siao pagate o siao pagate i misura iferiore a quato previsto; il rischio, el caso si voglia rivedere il titolo prima della sua scadeza, di percepire u prezzo iferiore a quello pagato per il suo acquisto. Questa evetualità dipede poi da diversi fattori, pricipalmete il rischio emittete (si veda il puto 1.2 sopra) i quato il mercato ritiee che la probabilità di isolveza per quel certo emittete siao più o meo alte, ed il rischio di iteresse (sia veda il puto 1.3 sopra). È quidi fodametale, ell acquisto di ua obbligazioe, cosiderare il livello di affidabilità e solvibilità di chi la emette. Per gli emitteti di dimesioi sigificative e per gli stati, il livello di affidabilità viee rappresetato pricipalmete dal ratig, ossia da u giudizio espresso da agezie specializzate ed idipedeti (ad esempio, Moody s e Stadard & Poors), che svolgoo specificamete questa attività di valutazioe. pag 17 di 34

19 MiFID Sezioe 1 - Documeto iformativo geerale 2 Azioi e altri titoli rappresetativi di capitale di rischio, o comuque covertibili i capitale di rischio Quado u ivestitore acquista ua azioe di ua società, o sta prestado dearo co obbligo di restituzioe ma sta coferedo il cosiddetto capitale di rischio. I altri termii, diveta azioista e compartecipa alle sorti della società, assumedo il rischio di impresa. Se i risultati della società sarao buoi, otterrà ua parte degli utili e la rivalutazioe del proprio ivestimeto, se la società coseguirà risultati egativi, o riceverà utili e subirà delle perdite i coto capitale. È quidi fodametale, prima di ivestire i azioi, cooscere la società che le emette e le sue prospettive future. I rischi ell ivestimeto i azioi soo quidi: quello di o percepire alcua remuerazioe del proprio ivestimeto, se la società o realizza utili oppure li realizza ma decide di o distribuirli; el mometo i cui si voglia rivedere l azioe, quello di o percepire lo stesso importo che si è versato per acquistarle a seguito del deprezzameto del valore dell azioe; la perdita totale dell ivestimeto iiziale, se la società fallisce o diveta isolvete. 3 Quote o azioi di orgaismi di ivestimeto collettivo del risparmio (fodi comui di ivestimeto, Sicav) Come acceato i precedeza, questi orgaismi ivestoo le dispoibilità versate dai risparmiatori i diverse tipologie di titoli, previsti ei prospetti e ei regolameti o programmi di ivestimeto adottati. Co questi prodotti, ache versado u importo coteuto, si riesce a diversificare il proprio ivestimeto su u umero sufficietemete elevato di titoli/emitteti. I questo modo, come si è acceato al par. 1.4, il rischio specifico di u particolare strumeto fiaziario può essere ridotto attraverso la diversificazioe, cioè suddividedo l ivestimeto tra più prodotti fiaziari. Nei fodi comui aperti, ioltre, i risparmiatori possoo etrare o uscire dall ivestimeto acquistado o vededo le quote del fodo sulla base del valore patrimoiale etto (maggiorato o dimiuito delle commissioi previste) della quota, detto NAV - Net Asset Value. Questo valore viee determiato co ua metodologia oggettiva, dividedo il valore dell itero portafoglio gestito del fodo, calcolato ai prezzi di mercato, per il umero delle quote i circolazioe. Queste tipologie di strumeti fiaziari presetao quidi pricipalmete il rischio di variazioe del prezzo della quota e, di cosegueza, ua rischiosità diversa a secoda delle caratteristiche dei prodotti fiaziari i cui prevedoo di ivestire. Ad esempio, i fodi che ivestoo solo i titoli obbligazioari a breve termie soo molto meo rischiosi di fodi che ivestoo esclusivamete o prevaletemete i azioi, oppure alcui fodi possoo ivestire su valori espressi i determiate divise diverse dall euro, e quidi icorporare u rischio di cambio, oppure essere esposti verso società operati i u particolare settore. È ecessario quidi verificare qual è la politica di ivestimeto del fodo che si sta acquistado, tramite il prospetto iformativo e facedosi assistere dal proprio itermediario, ed evitare di acquistare fodi di cui o si comprede la politica di ivestimeto. pag 18 di 34

20 MiFID B2. Descrizioe dei pricipali tipi di prodotti trattati dalla Baca e dei rischi ad essi collegati I particolare, alcui fodi basao la propria strategia di ivestimeto su strumeti fiaziari derivati, oppure su algoritmi complessi basati su teciche matematiche, statistiche o altre metodologie di aalisi e previsioe, per cui cooscere semplicemete verso quali mercati o verso quali tipologie di titoli soo esposti, o è u idicatore sufficiete del loro presumibile comportameto i termii di adameto del valore dell ivestimeto. Ifie, per valutare l ivestimeto i u OICR è importate cooscere il livello di costi totali che vegoo sopportati, o solo quelli relativi alle evetuali commissioi di sottoscrizioe e/o di liquidazioe, ma ache le commissioi di gestioe che vegoo pagate al gestore del fodo el cotiuo. Oltre a ciò, per valutare i modo acora più ampio il costo del fodo, ei prospetti è previsto che vega esplicitato l idicatore di Total Expese Ratio (rappresetato spesso dalla sigla TER), che somma tutte le compoeti più sigificative di costo. 4 Strumeti fiaziari derivati Gli strumeti fiaziari derivati soo di orma caratterizzati da ua rischiosità molto elevata il cui apprezzameto da parte dell ivestitore è ostacolato dalla loro complessità. È quidi ecessario che l ivestitore cocluda u operazioe avete ad oggetto tali strumeti solo dopo avere compreso la atura ed il grado di esposizioe al rischio che essa comporta. Si illustrao di seguito alcue caratteristiche di rischio dei più diffusi strumeti fiaziari derivati. 4.1 I future I future soo strumeti derivati costituiti da u cotratto a termie stadardizzato, relativo ad u operazioe di acquisto/vedita di merce o attività fiaziaria (sottostate) i data futura (future), ad u prezzo fissato el mometo della stipula del cotratto. Le cotroparti che sottoscrivoo u future si impegao a scambiarsi, i data prefissata e ad u prezzo (futures price) defiito dal cotratto, l ammotare di strumeti fiaziari o di uo specifico bee reale sottostate al cotratto, il cui prezzo si forma sul relativo mercato. U aumeto del prezzo del future geera profitti per chi assume ua posizioe luga e perdite per chi assume ua posizioe corta. Per effettuare ua operazioi su future l ivestitore deve coferire solo u margie iiziale ridotto (pochi puti percetuali) rispetto al valore dei cotratti e ciò produce il così detto effetto di leva. Questo sigifica che u movimeto dei prezzi di mercato relativamete piccolo avrà u impatto proporzioalmete molto più elevato sui fodi depositati a margie presso l itermediario: tale effetto potrà risultare a sfavore o a favore dell ivestitore. Il margie versato iizialmete, oché gli ulteriori versameti effettuati per mateere la posizioe, potrao di cosegueza adare perduti completamete. No solo; el caso i movimeti di mercato siao a sfavore dell ivestitore, egli può essere chiamato a versare fodi ulteriori co breve preavviso al fie di mateere aperta la propria posizioe i future. Se l ivestitore o provvede ad effettuare i versameti addizioali richiesti etro il termie comuicato, la posizioe può essere liquidata i perdita e l ivestitore è debitore di ogi altra passività prodottasi. 4.2 Opzioi U opzioe è u cotratto che attribuisce il diritto, ma o l obbligo, di comprare (opzioe call) o vedere (opzioe put) ua data quatità di u bee o di u titolo (che defiito sottostate) ad u prezzo prefissato (detto strike price o prezzo di esercizio): etro ua certa data (scadeza, o maturità), el qual caso si parla di opzioe americaa; ad ua certa data, el qual caso si parla di opzioe europea. Ache le operazioi i opzioi comportao u elevato livello di rischio. L ivestitore che iteda egoziare opzioi deve prelimiarmete compredere il fuzioameto delle tipologie di cotratti che itede egoziare. pag 19 di 34

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità La sicurezza sul lavoro: obblighi e resposabilità Il Testo uico sulla sicurezza, Dlgs 81/08 è il pilastro della ormativa sulla sicurezza sul lavoro. I sostaza il Dlgs disciplia tutte le attività di tutti

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO I tre sistemi I cique pilastri

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

Metodi statistici per l'analisi dei dati

Metodi statistici per l'analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due Motivazioi Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ) per cui soo stati codotti gli esperimeti. Metodi tatistici per l Aalisi dei Dati due Esempio

Dettagli

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010 Idagii sui coregoi del Lago Maggiore: Aalisi sui pesci catturati el 1 Rapporto commissioato dal Dipartimeto del territorio, Ufficio della caccia e della pesca, Via Stefao Frascii 17 51 Bellizoa Aprile

Dettagli

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI Dipartimeto di Sieze Eoomihe Uiversità di Veroa VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE Lezioi di Matematia per

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti Motori maxo DC e maxo EC Il motore come trasformatore di eergia Il motore elettrico trasforma la poteza elettrica P el (tesioe U e correte I) i poteza meccaica P mech (velocità e coppia M). Le perdite

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite 4. Metodo seiprobabilistico agli stati liite Tale etodo cosiste el verificare che le gradezze che ifluiscoo i seso positivo sulla, valutate i odo da avere ua piccolissia probabilità di o essere superate,

Dettagli

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche est o parametrici Il test di Studet per uo o per due campioi, il test F di Fisher per l'aalisi della variaza, la correlazioe, la regressioe, isieme ad altri test di statistica multivariata soo parte dei

Dettagli

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Defiire lo strumeto matematico ce cosete di studiare la cresceza e la decresceza di ua fuzioe Si comicia col defiire cosa vuol dire ce ua fuzioe è crescete. Defiizioe:

Dettagli

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni Capitolo 8 Le fuzioi e le successioi Prof. A. Fasao Fuzioe, domiio e codomiio Defiizioe Si chiama fuzioe o applicazioe dall isieme A all isieme B ua relazioe che fa corrispodere ad ogi elemeto di A u solo

Dettagli

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI SUCCESSIONI DI FUNZIONI I cocetti di successioe e di serie possoo essere estesi i modo molto aturale al caso delle fuzioi DEFINIZIONE Sia E u sottoisieme di  e, per ogi

Dettagli

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag.

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag. SERIE NUMERICHE (Cosimo De Mitri. Defiizioe, esempi e primi risultati... pag.. Criteri per serie a termii positivi... pag. 4 3. Covergeza assoluta e criteri per serie a termii di sego qualsiasi... pag.

Dettagli

L OFFERTA DI LAVORO 1

L OFFERTA DI LAVORO 1 L OFFERTA DI LAVORO 1 La famiglia come foritrice di risorse OFFERTA DI LAVORO Notazioe utile: T : dotazioe di tempo (ore totali) : ore dedicate al tempo libero l=t- : ore dedicate al lavoro : cosumo di

Dettagli

CONCETTI BASE DI STATISTICA

CONCETTI BASE DI STATISTICA CONCETTI BASE DI STATISTICA DEFINIZIONI Probabilità U umero reale compreso tra 0 e, associato a u eveto casuale. Esso può essere correlato co la frequeza relativa o col grado di credibilità co cui u eveto

Dettagli

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa I umeri complessi Pagie tratte da Elemeti della teoria delle fuzioi olomorfe di ua variabile complessa di G. Vergara Caffarelli, P. Loreti, L. Giacomelli Dipartimeto di Metodi e Modelli Matematici per

Dettagli

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M Matematica per la uova maturità scietifica A. Berardo M. Pedoe 6 Questioario Quesito Se a e b soo umeri positivi assegati quale è la loro media aritmetica? Quale la media geometrica? Quale delle due è

Dettagli

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra?

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra? CALCOLO COMBINATORIO 1.1 Necessità del calcolo combiatorio Accade spesso di dover risolvere problemi dall'appareza molto semplice, ma che richiedoo calcoli lughi e oiosi per riuscire a trovare delle coclusioi

Dettagli

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore 3.4 Teciche per valutare uo stimatore 3.4. Il liguaggio delle decisioi statistiche, stimatori corretti e stimatori cosisteti La teoria delle decisioi forisce u liguaggio appropriato per discutere sulla

Dettagli

1 Metodo della massima verosimiglianza

1 Metodo della massima verosimiglianza Metodo della massima verosimigliaza Estraedo u campioe costituito da variabili casuali X i i.i.d. da ua popolazioe X co fuzioe di probabilità/desità f(x, θ), si costruisce la fuzioe di verosimigliaza che

Dettagli

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo ESERCITAZIONE adsorbimeto su carboe attivo ezioi di riferimeto: Processi basati sul trasferimeto di materia Adsorbimeto su carboi attivi Testi di riferimeto: Water treatmet priciples ad desi, WH Pricipi

Dettagli

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard)

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard) Sistemi LTI descrivibile mediate SDE (Equazioi alle Differeze Stadard) Nella classe dei sistemi LTI ua sottoclasse è quella dei sistemi defiiti da Equazioi Stadard alle Differeze Fiite (SDE), dette così

Dettagli

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari . MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ Alcue defiizioi prelimiari I sistemi vibrati possoo essere lieari o o lieari: el primo caso vale il pricipio di sovrapposizioe degli effetti el secodo o. I geerale

Dettagli

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario Valutazioe delle prestazioi termiche di sistemi co solai termoattivi i regime o stazioario MICHELE DE CARLI, Ph.D., Ricercatore, Dipartimeto di Fisica Tecica, Uiversità degli Studi di Padova, Padova, Italia.

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo ESERCIZI DI CALCOLO DELLE PROBABILITÁ ) Qual e la probabilita che laciado dadi a facce o esca essu? Studiare il comportameto asitotico di tale probabilita per grade. ) I u sacchetto vi soo 0 pallie biache;

Dettagli

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori Documentazione Informativa e Contrattuale Sommario INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA, SUI SERVIZI D INVESTIMENTO E SULLA SALVAGUARDIA

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario USUFRUTTO 1) Che cos è l sfrtto e come si pò costitire? L sfrtto è il diritto di godimeto ( ovvero di possesso) di bee altri a titolo gratito ; viee chiamato sfrttario chi esercita tale diritto, metre

Dettagli

3M Prodotti per la protezione al fuoco. Building & Commercial Services

3M Prodotti per la protezione al fuoco. Building & Commercial Services 3M Prodotti per la protezioe al fuoco Buildig & Commercial Services Idice Sviluppi e treds...4-5 3M e le soluzioi aticedio...6-7 Dispositivi di attraversameto...8-19 Giuti di costruzioe...20-21 Sistemi

Dettagli

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15 Apputi di Statistica Matematica Ifereza Statistica Multivariata Ao Accademico 014/15 November 19, 014 1 Campioi e modelli statistici Siao Ω, A, P uo spazio di probabilità e X = X 1,..., X u vettore aleatorio

Dettagli

Comportamento delle strutture in C.A. in Zona Sismica

Comportamento delle strutture in C.A. in Zona Sismica Comportameto delle strutture i c.a. i zoa sismica Pagia i/161 Comportameto delle strutture i C.A. i Zoa Sismica Prof. Paolo Riva Dipartimeto di Progettazioe e ecologie Facoltà di Igegeria Uiversità di

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI Mirta Debbia LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - debbia.m@libero.it Maria Cecilia Zoboli - LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - cherubii8@libero.it

Dettagli

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005 Esame di Matematica 2 ModA (laurea i Matematica prova di accertameto del 4 ovembre 25 ESERCIZIO Si poga a 3 5 + 9 e b 2 4 6 + 6 ( (a Si determii d MCD(a, b e gli iteri m, Z tali che d ma + b co m < b ed

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata Sommario lezioi di Probabilità versioe abbreviata C. Frachetti April 28, 2006 1 Lo spazio di probabilità. 1.1 Prime defiizioi I possibili risultati di u esperimeto costituiscoo lo spazio dei campioi o

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0 CAPITOLO VII DERIVATE. GENERALITÀ Defiizioe.) La derivata è u operatore che ad ua fuzioe f associa u altra fuzioe e che obbedisce alle segueti regole: () D a a a 0 0 0 derivata di u moomio D 6 D 0 D ()

Dettagli

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni:

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni: N. Fusco ESERCIZI DI ANALISI I Prof. Nicola Fusco Determiare l isieme i cui soo defiite le segueti fuzioi: ) log/ arctg π ) 4 ) log π 6 arcse ) ) tg log π + ) 4) 4 se se se tg 5) se cos tg 6) [ 6 + 8 π

Dettagli

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi.

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi. Iroduzioe () Ua defiizioe (geerale) del ermie qualià: qualià è l isieme delle caraerisiche di u eià (bee o servizio) che e deermiao la capacià di soddisfare le esigeze espresse ed implicie di chi la uilizza.

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO Aggiornamento n. 13 di Aprile 2015 MMM00589 04/2015 Pag. 1 di 34 INDICE: PREMESSA... 3 INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA...

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine Dall atomo di Bohr alla ostate di struttura fie. INFORMAZIONI SPETTROSCOPICHE SUGLI ATOMI E be oto he ogi sostaza opportuamete eitata emette radiazioi elettromagetihe. Co uo spettrosopio, o strumeti aaloghi,

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015 CONDIZIONI GENERALI CHE REGOLANO IL CONTRATTO PER LA PRESTAZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO E DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI PER CONTO DEI CLIENTI

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

AcidSoft. Le nostre soluzioni. Innovazione

AcidSoft. Le nostre soluzioni. Innovazione AiSoft AiSoft ase alla passioe per l'iformatio teology e si oretizza i ua realtà impreitoriale, ua perfetta reazioe imia tra ooseza teia e reatività per realizzare progetti i grae iovazioe. Le ostre soluzioi

Dettagli

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa?

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa? Verifica d Iotesi Se ivece che chiederci quale è il valore ua mea i ua oolazioe (stima utuale Se ivece e itervallo che chiederci cofideza) quale è il avessimo valore u idea ua mea su quello i ua che oolazioe

Dettagli

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso Esercizi Le lei dei as Lo stato assoso Ua certa quatità di as cloro, alla pressioe di,5 atm, occupa il volume di 0,58 litri. Calcola il volume occupato dal as se la pressioe viee portata a,0 atm e se la

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

per lo Spettacolo masp CANDIDATI 2014 MASP X Sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica

per lo Spettacolo masp CANDIDATI 2014 MASP X Sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica Milao Italy Master i Maagemet per lo Spettacolo masp CANDIDATI 2014 MASP X Sotto l Alto Patroato del Presidete della Repubblica Lettera del Direttore Il Maestro Bertolt Brecht diceva che lo spettacolo

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. PREMESSA.3 2. RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 5 3. PRINCIPI GUIDA PER L ESECUZIONE E LA TRASMISSIONE DEGLI ORDINI..7 4. FATTORI DI ESECUZIONE

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob)

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Novembre 2011 1 Indice PREMESSA ALLE LINEE GUIDA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 3

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

Benvenuti in Ontario. Guida ai programmi e ai servizi per i nuovi arrivati in Ontario

Benvenuti in Ontario. Guida ai programmi e ai servizi per i nuovi arrivati in Ontario Beveuti i Otario Guida ai programmi e ai servizi per i uovi arrivati i Otario Idice Vivere i Otario........................................... 2 Come otteere l aiuto di cui avete bisogo.....................................

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

DOMINI DI CURVATURA DI SEZIONI IN C.A. IN PRESSOFLESSIONE DEVIATA. PARTE II: VALUTAZIONE SEMPLIFICATA

DOMINI DI CURVATURA DI SEZIONI IN C.A. IN PRESSOFLESSIONE DEVIATA. PARTE II: VALUTAZIONE SEMPLIFICATA Valutazioe e riduzioe della vulerailità sismia di ediii esisteti i.a. Roma, 9-0 maggio 00 DOMINI DI CURVATURA DI SEZIONI IN C.A. IN PRESSOFLESSIONE DEVIATA. PARTE II: VALUTAZIONE SEMPLIFICATA Di Ludovio

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA 1 INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA Revisione del 01/08/2013 2 INDICE PREMESSA 1.RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 2.PRINCIPI GUIDA

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini DI CREDIO COOPERAIVO S.C. DEGLI OBBLIGAZIONISI 1 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Novembre 2014 eramo - 64100 - Via Savini, 1 el. 0861/ 25691 - Fax 0861/ 359919 DI CREDIO COOPERAIVO

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvata con delibera del C.d.A. del 29/10/2007 Aggiornata con delibera del C.d.A. del 26/11/2008 21/10/2009 29/10/2010 24/01/2011 04/06/2012 18/11/2013

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SANTERAMO IN COLLE (BARI) Aggiornata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 03 DICEMBRE 2014 VVeer r..1111

Dettagli