L'importanza di valutare pesi e misure nelle vitelle e manze

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L'importanza di valutare pesi e misure nelle vitelle e manze"

Transcript

1

2 Investi 5 per guadagnare 10 L'importanza di valutare pesi e misure nelle vitelle e manze S egue Lei un modello di pesatura e di misura delle sue vitelle e manze, al fine di monitorare la loro crescita e sviluppo? Una buona maniera di iniziare sarebbe quella di includere le sue vitelle e manze nelle liste di visita di controllo riproduttivo e non solo per effettuare la diagnosi di gravidanza dopo la fecondazione senza l osservazione di un nuovo calore... Di Bernat Sales. Veterinario e consulente del Gruppo Ahedo. parametri minimi previsti in termini di crescita e di sviluppo. Se l accrescimento è soddisfacente vanno passate in un box esclusivo in cui si concentrino le attività di rilevazione del calore e inseminazione, così da essere esplorate da parte del suo veterinario che verifica l assenza di anomalie (freemartinismo, malformazioni...) e patologie (cisti ovariche, piometrie...) da trattare e valuta oltresì l eventuale induzione al calore con l utilizzo di prostaglandine. Includere nella vostra lista di controllo riproduttivo le manze che raggiungono una certa età senza essere inseminate, al fine di procedere nella misurazione per verificare i Segua i seguenti passaggi per realizzare un programma di inseminazione artificiale nelle sue manze in base alla loro crescita e sviluppo: 2 LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio 2012

3 Investi 5 per guadagnare Crei una stalla unica per le manze che soddisfi i parametri minimi fissati in termini di crescita e di condizioni di sviluppo, in modo da essere inseminate quando manifestano il calore, in modo che rimangano lì almeno fino a diagnosi positiva di gravidanza. 2. Includa nella lista di visita di controllo riproduttivo le manze che hanno compiuto un età nella quale raggiungano le condizioni minime di crescita e sviluppo: questo obiettivo è di 400 kg di peso vivo, con un altezza alla groppa sopra i 132 cm. Un target di età in cui i suoi animali dovrebbero essere giá intorno a questi parametri di crescita e di sviluppo è quello di 400 giorni d età. 5. La manza che non soddisfi tali parametri, dovrà restare ancora nelle stalle di origine con un obiettivo: Ritardare l età dell accoppiamento fino a che la manza raggiunga gli standard minimi per la crescita e lo sviluppo. Non spostando l animale alla stalla di inseminazione, eviteremo accoppiamenti errati prima di quanto sarebbe auspicabile. La convivenza con animali simili per peso ed altezza limiterà rapporti di competizione, che si tradurrà in un minor numero di vitelli e manze che rimangono piccole per i rapporti di competizione sfavorevoli. Al fine di utilizzare le misure di circonferenza toracica per stimare il peso vivo in vitelle e manze di razza Holstein, prenda la tabella seguente come riferimento: Rapporto cm circonferenza toracica - peso vivo nella razza Holstein Cm Kg Cm Kg Cm Kg Cm Kg Cm Kg Cm Kg Circ peso Circ peso Circ peso Circ peso Circ peso Circ peso Toracica Holstein Toracica Holstein Toracica Holstein Toracica Holstein Toracica Holstein Toracica Holstein 68,6 37,2 94,0 73,9 119,4 151,5 144,8 254,9 170,2 390,5 195,6 563,8 71,1 37,4 96,5 80,3 121,9 161,9 147,3 266,3 172,7 403,2 198,1 584,2 73,7 38,6 99,1 87,1 124,5 169,6 149,9 279,0 175,3 421,8 200,7 600,6 76,2 40,6 101,6 94,3 127,0 179,6 152,4 289,8 177,8 435,9 78,7 43,5 104,1 101,6 129,5 189,1 154,9 305,3 180,3 455,0 81,3 46,7 106,7 110,7 132,1 200,0 157,5 316,2 182,9 474,0 83,8 51,7 109,2 117,5 134,6 210,0 160,0 331,6 185,4 489,4 86,4 56,2 111,8 126,6 137,2 220,9 162,6 343,8 188,0 507,1 88,9 61,2 114,3 134,3 139,7 230,4 165,1 360,2 190,5 525,3 91,4 67,1 116,8 143,3 142,2 242,7 167,6 374,7 193,0 539,8 3. Pesi e misuri le manze che appaiono nella sua lista di controllo della riproduzione la prima volta. Il metodo più accurato per determinare il peso corporeo è l uso di una bilancia graduata, di solito difficile da realizzare in un allevamento, anche se ce n è una disponibile nell azienda agricola. Ricordi che se non si dispone di una bilancia per pesare le Sue manze, è possibile utilizzare un metro per misurare la circonferenza del torace dietro gli arti anteriori. Esistono nel mercato metri appositi per questo scopo, che indicano già nella stessa scala i Kg di peso vivo corrispondenti ad ogni fascia di età. In caso di utilizzo di un nastro standard, Le alleghiamo l immagine con la corrispondenza tra i cm. di circonferenza toracica e kg di peso vivo corrispondente in ogni caso per le diverse fasce d età. 4. La manza che soddisfi i parametri minimi stabiliti può essere spostata nella stalla di rilevamento del calore e dell inseminazione, sotto il controllo del tecnico aziendale addetto alla riproduzione. Nel caso in cui osserviamo deviazioni significative per quanto riguarda l età cui si raggiungono gli standard minimi per accoppiare le Sue manze (> 450 giorni d età), controllate i seguenti punti critici: 1. Limitare l incidenza e la gravità di condizioni sfavorevoli che potrebbero ostacolare la crescita e lo sviluppo delle vitelle e manze, applicando modelli di gestione alimentare, di comfort e di individuazione dei trattamenti adeguati. La somministrazione nel vitello appena nato del colostro per quantità e qualità giocano un ruolo chiave in questo ambito. Lavori con il Suo veterinario al fine di progettare un programma di vaccinazione delle vacche adulte, vitelli e manze che copra in modo soddisfacente il loro fabbisogno. 2. Raggruppare vitelle e manze in modo funzionale, ma sempre cercando di standardizzarle il più possibile in termini di peso e altezza, al fine di minimizzare gli svantaggi che potrebbero incontrare animali troppo piccoli all interno dello stesso box. LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio

4 Investi 5 per guadagnare 10 - L'importanza di valutare pesi e misure nelle vitelle e manze 3. Comfort e installazioni: rispetti la superficie minima utile per animale, sia nei box individuali, collettivi, cuccette o lettiere, mantenendo una superficie pulita, asciutta e confortevole. Soprattutto in tenera età, tenga gli animali protetti dall aria e dalla pioggia, soprattutto nella stagione invernale. 4. Abbia cura in particolare in tutti gli aspetti riguardanti la gestione del cibo per le vitelle e manze in ogni fase, al fine di ottimizzare i livelli di assunzione di sostanza secca. 5. Lavori con il Suo nutrizionista, se non si soddisfano le aspettative in termini di parametri di crescita e sviluppo delle Sue vitelle e manze, al fine di effettuare una possibile regolazione delle razioni. Il programma precedente di gestione sarebbe il minimo per iniziare a lavorare su qualcosa che gestisca la crescita e lo sviluppo delle vitelle e delle manze, ma è fortemente raccomandabile sviluppare un programma più completo, che ci permetta di creare la propria curva di la crescita, impostare l età della prima inseminazione e cosí da stabilire un obiettivo ragionevole per l età del primo parto con condizioni di crescita e di sviluppo soddisfacenti. In generale si consiglia il monitoraggio dei parametri di crescita e sviluppo delle manze almeno cinque volte prima dei due anni d età. Per fare questo lavoro con una serie di pesature e misure in età fisse nei seguenti momenti del ciclo di allevamento: Pesatura e misurazione alla nascita. Allo svezzamento. All inseminazione. Quando si passa alla stalla di vacche asciutte e di pre-parto. Dopo il parto. In ognuno dei momenti del ciclo di allevamento, registraremo i seguenti parametri di crescita e sviluppo: a. Peso corporale. b. Altezza al sacro. c. Condizione corporale. a. Il peso corporeo a una certa età è il criterio più comunemente utilizzato per la crescita delle manze, anche se non dovrebbe essere l unico poichè da solo non riflette lo stato nutrizionale delle manze. b. Devono essere effettuate anche misure della crescita scheletrica come l altezza alla groppa. c. La misura della condizione fisica deve essere utilizzata anche per valutare i programmi di alimentazione. Le manze non dovrebbero presentare un BCS superiore ai 2,5-2,75 punti durante il periodo dai 3 mesi di età alla pubertà. Dopo la pubertà e fino a prima della fecondazione, una condizione corporale di 2,75-3 è desiderabile per una buona fertilità. Al momento del parto, un BCS di 3,25-3,5 è accettabile. Quando tutti i parametri vengono valutati insieme, permettono non solo la quantificazione, ma anche la modalità della crescita, sia scheletrica, sia muscolare e adiposa (grasso). Utilizzazione di un grafico di crescita. I. Consiste nella registrazione a diverse età dei parametri di crescita e di sviluppo (peso e altezza in particolare) durante il ciclo di allevamento. II. Il confronto dei valori rispetto a quello di una curva standard ci consente di valutare pratiche di alimentazione, salute e gestione in vitelle e manze. III. Lo scopo è quello di raggiungere un peso vicino ai 665 kg al parto, con un altezza del sacro di 145 cm. e un BCS di 3,25-3,5 ai 23 a 24 mesi di età. Il peso dopo il parto dovrebbero essere di circa 600 kg Fasce dei diversi parametri di crescita e sviluppo corporale per manze Holstein sotto una gestione ideale. Peso Guadagno Condizione corporale giornaliero Altezza corporale Età Kgs Kgs cms , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,5 7 giorni pp giorni pp LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio 2012

5 Investi 5 per guadagnare 10 Per quanto riguarda i valori di riferimento da segnare come obiettivo durante il ciclo di allevamento, possiamo fare riferimento alla tabella precedente. CONCLUSIONI Per iniziare a lavorare con la pesatura e la misurazione delle Sue manze puó creare un modello di gestione semplice in relazione alla Sua strategia di controllo della riproduzione: Crei una stalla unica per le manze che soddisfano età, peso e altezza sufficienti per essere inseminate. Includa nella lista di controllo riproduttivo delle manze gli animali che soddisfano l età minima che Lei ritiene più appropriata per la prima fecondazione e che non hanno visto inseminazione. Pesi e misuri queste manze che compaiono nella Suo lista di controllo della riproduzione per la prima volta, faccia una visita ginecologica e passi alla stalla di inseminazione le manze che raggiungano i 400 kg di peso con un minimo di 132 cm di altezza alla groppa. Se non si dispone di una bilancia calibrata nella sua azienda, valuti il peso del corpo attraverso la misurazione della circonferenza del torace delle manze. Ritardi una o due settimane il peso e la misura di animali che non soddisfano i minimi requisiti, fino a che non li passano alla stalla di inseminazione. Si prenda cura di quanto incidono e quanto sono gravi le varie malattie che possono colpire le Sue vitelle e manze. Le raggruppi nel modo più omogeneo possibile in termini di peso e altezza, rispettando i requisiti minimi di base del comfort. Faccia attenzione anche a tutti gli aspetti relativi alla gestione dell alimentazione, lavorando con il Suo nutrizionista per fornire in ogni fase la razione più appropriata. Tutto questo si tradurrà in migliori parametri di crescita e d sviluppo. Se Lei opta per un programma più ambizioso di controllo di pesi e misure potrà formulare una propria curva di crescita. Registri il peso, l altezza della groppa e la condizione del corpo, almeno nei seguenti momenti del ciclo di allevamento: 1. Nascita. 2. Svezzamento. 3. Prima inseminazione giorni di gestazione. 5. Immediatamente dopo il parto. Confronti i parametri di crescita e sviluppo di vitelle e manze nel tempo e con i valori di riferimento della letteratura specializzata, al fine di poterne valutare l entità e apportare le modifiche necessarie, se ritenuto opportuno. LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio

6 Informazione Tecnica Impatto economico della riproduzione Di Bernat Sales. Veterinario e consulente del Gruppo Ahedo. Perché una buona riproduzione? Se analizziamo la curva media di lattazione in un azienda, ció che ci si dovrebbe aspettare è che questa raggiunga il picco della produzione sui giorni per le vacche pluripare, e circa i 90 per le vacche di primo parto. Ne consegue che l ideale sarebbe quello di mantenere la nostra mandria ad una media di 90 giorni in latte per le nostre manze di primo parto, e di 45 giorni per le nostre vacche adulte al fine di massimizzare la produttività del nostro bestiame. Chiaramente non è impossibile considerare questo obiettivo, in qualsiasi in modo lo immaginiamo, peró avvichinarse a questa realtà con un approccio ragionevole e coerente è il fatto di stabilire come obiettivo il mantenere la mandria a 150 giorni in latte, in media con giorni di asciutta. Per adempiere a tale schema ideale dobbiamo porci un obiettivo di 90 giorni di intervallo dal parto - concepimento, con asciugature a 215 giorni di gestazione, cosa che ci da una lattazione media di 305 giorni e un parto ogni 365 giorni, cioè ogni anno. Semplificando notevolmente le cose, questo sarebbe il sistema classico da seguire che, se prestiamo attenzione, riesce a mantenere il nostro allevamento ad una media di circa 150 giorni di latte e giorni in media per l asciutta. Questo contesto sarebbe quello in cui massimizzare la produttività del nostro allevamento in relazione alla riproduzione, e sarebbero più che sufficente per le esigenze di rimonta, contando quest ultima circa un 35% annuo, con una percentuale di perdite di vitelle e manze molto bassa. Come facciamo a valutare la nostra capacità riproduttiva?: tassi riproduttivi Abbiamo una serie di parametri indicativi della capacità riproduttiva. La prima cosa da notare è che i parametri e gli indici riproduttivi devono essere valutati SEMPRE INSIEME, vale a dire, considerando il numero più grande possibile di tutti i dati disponibili. Rimanere con un singolo dato è causa sicura di errore nell interpretazione riproduttiva di un allevamento. In secondo luogo, si deve essere consapevoli del fatto che alcuni indici e parametri sono difficili da ottenere, per non parlare monitorizzabili, senza un buon supporto informatico. Principali indici e parametri riproduttivi comunemente utilizzati: sono molti quelli interessanti, quelli che seguono sono solo un campionario di quelli che a livello pratico, possono essere più facilmente maneggiabili nel gestire ed interpretare lo stato riproduttivo nella nostra mandria: 1. Giorni in latte, i giorni medi dalla data del parto degli animali di mungitura nella sua mandria. Obiettivo: LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio 2012

7 Investi 5 per guadagnare Percentuale di vacche adulte (che hanno già partorito almeno una volta) in gravidanza: 50%. I due precedenti tassi di riproduzione devono essere sempre valutati insieme, perché non ci sia stazionalità nell allevamento, per esempio per una fertilità molto molto bassa in estate, oppure con l acquisto di un grosso numero de capi dall esterno con parti raggruppati in pochi mesi. In ogni caso, deve essere rispettata più o meno questsa proporzione: 50% di vacche gravide / 160 gg lattazione =% di vacche gravide nel allevamento / gg di lattazione nella sua mandria 3. Giorni aperti: si devono contare SOLO SU VACCHE GESTANTI. C è chi conta i giorni aperti anche nelle mucche vuote, che non é altro che come calcolare l aspettativa di vita contando l età della popolazione che ancora non è morta, cosa palesemente assurda. Come obiettivo tecnico ci si deve tenere i 90 giorni. In pratica, un azienda con giorni aperti va bene, mentre con 120 o più, abbiamo un occasione importante per migliorare. 4. Percentuale di vacche in mungitura: 88% (12% di vacche asciutte). Un allevatore può mascherare problemi riproduttivi con la messa in asciutta del bestiame prima dei 200 giorni di gestazione, ottenendo una soddisfacente produzione per vacca al giorno, dal momento che i giorni in latte andranno bene, ma la quota di vacche in latte sarà inferiore. Le produzioni annue (media economica) degli animali saranno meno, la patologia post-parto tenderà ad aumentare perché molto probabilmente gli animali partoriranno grassi... Tenete a mente che le percentuali di vacche asciutte al di sopra o al di sotto del 12% può anche essere dovuto alla stazionalità di cui sopra, per cui ció che si deve cercare è il numero di animali in questa azienda in asciutta prima dei 200 DCC. 5. Percentuale di vacche con più di 150 gg di latte ancora vuote: obiettivo 10%. 6. Giorni alla prima inseminazione: bisogna vedere quanti giorni in latte hanno gli animali quando sono inseminati per la prima volta. Non dovrebbero essere superiori al periodo volontario di attesa +11 giorni (metà di un ciclo), specialmente nelle situazioni dove utilizziamo ormoni per sincronizzare i calori. Come riferimento 70 giorni di intervallo constituisce un buon obiettivo. Se questo parametro viene estremizzato, puó essere indicativo di un mal rilevamento dei calori, scarse condizioni corporali, un eccesso di problemi di salute nel periodo post-parto, problemi podali e altri problemi di salute Fertilità individuale per inseminatore: è il dato che piú si guarda, anche se in realtà la sua importanza è spesso relativa. Un buon inseminatore di vacche in mungitura non dovrebbe ingravidare meno del 30% delle inseminazioni effettuate. In manze vergini potrebbe probabilmente avere un minimo del 55% e un obiettivo tecnico del 63%. 8. Heat Detection Rate: il tasso di rilevazione dei calori è la percentuale di animali rilevati sul totale delle vacche disponibili (> 50 DIM, non in gravidanza e non destinate al macello), in un certo periodo di tempo, di solito di 21 giorni. 9. Pregnancy Rate: considereremo il tasso di gravidanza o pregnancy rate come la percentuale di animali che hanno raggiunto una gravidanza sul totale di vacche disponibili, in un certo periodo di tempo, di solito 21 giorni. Impatto economico della riproduzione Le valutazioni di cui sopra sono esclusivamente tecniche, al fine di assicurare una serie di parametri corretti, come avere pochi giorni in latte per ottimizzare la produttività della mandria attraverso il controllo del tasso di fertilità e con un periodo di asziutta medio che non superi i 60 giorni. Ma, come si traduce finanziariamente l impatto della nostra capacità riproduttiva? LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio

8 Investi 5 per guadagnare 10 - Impatto economico della riproduzioneo Uno studio realistico dei benefici economici che comporta un buona riproduzione non è facile da effettuare: quando aumenta la capacità riproduttiva, tutte le variazioni di flusso di cassa derivanti dal miglioramento dovrebbero essere prese in considerazione. Questo è il motivo per cui una corretta analisi dovrebbe includere almeno stime realistiche delle curve di lattazione, ingestione, il rischio di scarto involontario, i prezzi dell latte, vitelle, manze di sostituzione e animali da macello, i costi di lavoro, il seme e trattamenti riproduttivi. Le vacche che rimangono gravide prima passano la maggior parte del loro tempo vitale nella prima parte della lattazione, e soffrono un minor rischio di scarto involontario per problemi riproduttivi. Al contrario, le vacche con più giorni in asciutte sono spesso a rischio di scarto involontario a causa di problemi durante il parto e dopo il parto. Tenete presente che la politica degli scarti comporta un impatto economico molto importante (per quanto tempo continuiamo ri - inseminando vacche vuote) cosí come le aquisizioni di manze di sostituzione e dovrebbero essere incluse nell analisi dell efficienza riproduttiva. Al fine di semplificare per l agricoltore e per tecnici un analisi così complessa, la maggior parte degli studi della letteratura specializzata cercano di riassumere l impatto economico della riproduzione su una stima del costo aggiuntivo per giorno aperto, espresso per vacca per anno. Nel nostro paese, si lavora con il riferimento concordato di 8-10 al giorno aperto / vacca / anno superiore a 90 giorni aperti come valore ideale, a condizione di valutare l impatto economico di una scarsa capacità riproduttiva. Così, in una azienda di 100 vacche con 116 giorni aperti si perderebbero: 100 vacche * (116 dopn - 90 dopn) * 8 = all anno solo come carenze nel rendimento riproduttivo. Comunque questa valutazione strettamente economica della riproduzione, basata nella valutazione del giorno aperto, non é altro che una approssimazione, securamente al ribasso: Come quantifichiamo economicamente il rischio sanitario (tra altri), nel quale ci ritroviamo a dover acquistare bestiame da fuori a causa di una mala riproduzione? Come quantifichiamo i problemi post-parto derivati dall ingrassamento successivo a una gestazione tardiva? Esistono molteplici esempi di variabili impossibili da quantificare economicamente che si possono vedere alterati frutto di un rendimento riproduttivo deficitario, e che alla fine, in una manera o in un altra, danneggeranno lo stato dei conti finali della nostra azienda da latte. 8 LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio 2012

9 Genetica Accoppiamento bilanciato, c è molto da guadagnare Da Gianluigi Marinoni, Tecnico Semex Italia A bbiamo sempre sostenuto che il miglior toro, è il toro utilizzato correttamente. Non è il toro più costoso, né quello di moda, né quello che si trova in cima alla lista, è quello che usiamo correttamente collegato alle esigenze di ogni vacca. Non c è nulla di casuale, dietro un buon allevamento, c è un allevatore con chiari obiettivi economici, preoccupato di avere animali efficienti, in grado di produrre un buon fatturato prima di andare al macello e questo può essere raggiunto solo, tra altre cose, con un buon programma genetico. Questo allevatore vuole vacche con elevata produzione, ma anche con una buona conformazione e che siano efficienti al fine di evitare problemi di gestione. Per migliorare questa efficienza dobbiamo capire bene che animali abbiamo nella nostra azienda, l ambiente in cui si trovano e come dobbiamo lavorare con loro per migliorare le prestazioni della nuova generazione. In Semex contiamo con Promate, un efficente programma di accoppiamenti usato per molti anni con ottimi risultati, nelle stalle di molti nostri clienti. I nostri tecnici lavorano sia con il pedigree degli animali come in azienda analizzando uno per uno ciascuno dei soggetti e decidendo insieme al allevatore i tori che meglio si adattino alle aree di miglioramento identificate. I principali vantaggi di Promate sono: Lavora con i dati genealogici disponibili della stalla. Valuta individualmente i principali punti da miglioramento per ciascun animale in funzione della conformazione dell animale e del suo ambiente. Controlla e previene la consanguineità, il programma tiene conto di fino a 8 generazioni complete per i suoi calcoli. Aggiorna di continuo delle informazioni genetiche e genomiche per il controllo dei caratteri recessivi, evitando accoppiamenti che possano generare incroci con rischi. Consente la libera scelta dei tori da usare, di tutte le origini e aziende commerciali. Ottimizza il Suo investimento in genetica, non spenda più del necessario per migliorare. Possibilità di importare i risultati ottenuti nei programmi Dairy Comp e AFI in modo completamente automatico e veloce. Chieda al suo rappresentante Semex, il servizio è gratuito e la nostra disponibilità è immediata. Inoltre, oggi, con la genomica l impatto che ha Promate nella gestione dei programmi genetici è ancora maggiore, se possibile. Il genoma non è solo uno strumento che consente di selezionare con una maggiore affidabilità i potenziali migliori soggetti della razza, ma permette anche di comprendere come è l interrelazione dei geni di due soggetti con un certo pedigree e l impatto che questa interrelazione può avere su aspetti, come per esempio, la fertilità. Un esempio sono gli aplotipi H1, H2 e H3. Un aplotipo è una catena di geni e questi aplotipi recentemente scoperti li hanno una parte importante della popolazione Holstein, e possono causare riassorbimenti embrionali durante l accoppiamento di due portatori. Promate ha già inserito tutta l informazione pubblicata dai centri di FA di linee di sangue portatrici di questi aplotipi in modo che Lei avrà tutta la garanzia che non avrà nessun accoppiamento che causi problemi. LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio

10 Genética La Genomica vista da Semex Italia Da Jose Alfonso Ahedo, Direttore SEMEX ITALIA La ge nomica è arrivata in Italia. Ques ta rivoluz ione, sicurame nte ci aiute rà tanto a acce le r- are il progre sso ge ne tico ne i nostri allevame nti pe rò, pe r farlo bisogna valutare bene i rischi e gli impatti che veramente la genomica può avere oggi. Con questo obiettivo, qui di seguito vi prese ntiamo alcuni de i dati più importanti rife riti alla ge nomica e a quanto ha fatto fino ad ora SEMEX. SEMEX E LA GENOMICA Da 2007 Semex ha collaborato in diversi studi di ricerca sulla genomica in Canada ed in altri paesi esteri, tra questi il più importante è quello del consorzio Nord americano che ha come punto di riferimento la USDA. Questo progetto ha sviluppato il suo programma utilizzando quasi sempre il test 50K che si appoggia all'analisi di oltre marcatori genetici identificati. Come parte del progetto iniziale, fra il 2007 ed il 2008 si sono genotipizzati più di tori, di questi oltre sono della Semex, circa il 30% del totale. Oggi abbiamo più di tori con il genotipo depositato solo in Nord America. L'obiettivo principale della Semex con la genomica è quello di aumentare il numero e la diversità dei tori di elite disponibili per gli allevatori, al fine di permettere una notevole accelerazione del progresso genetico aziendale. Allevare i migliori soggetti é un arte ed una scienza. Semex utilizza tutte due attività per aumentare il vostro reddito! I PRINCIPALI TERMIN I DELLA GENOMICA In Canada, l'indice genetico di ogni toro viene calcolato utilizzando il DGV, che è la somma degli effetti di tutti i marcatori che il soggetto ha e che vengono analizzati con il test genomico. Per animali giovani come manze o tori giovani questo DGV si combina con il pedigree (PA) dell'animale al fine di avere l'indice genetico ufficiale o gpa. Per animali più adulti, con informazioni basate sulle performaces della progenie, il DGV si combina con la performance di questa progenie o EBV, in tale modo si ottiene il gevb che è per esempio il dato che abbiamo oggi per un toro provato per LPI in Canada e l'indice LPI diventa glpi. Il GPA e il DGV sono pubblicati gratuitamente attraverso il Canadian Dairy Network (CDN) per tutti gli animali con informazione genomica disponibile. Ogni mese vengono pubblicati i nuovi soggetti testati ed ogni quattro mesi con l'uscita dei dati Interbull, vengono aggiornati tutti gli indici, compresi quelli genomici di tutti i soggetti. AT TENDIBILIT À DELLA GENOMI CA Adesso arriviamo al punto fondamentale. La genomica è sicuramente lo sviluppo tecnologico più importante della selezione genetica FA degli ultimi 50 anni e ci aiuta a predire meglio il potenziale genetico di un animale e della sua progenie. Fino a che punto è attendibile questo dato? La genomica è in grado di sostituire da subito i dati delle prove di progenie attuali? Che rischio abbiamo se usiamo tori genomici nel nostro allevamento? Pe r capire meglio t utt i questi aspett i, Semex ha portato avanti uno studio di validazione dei dati genomici, attraverso l'analisi dei dati di un gruppo di tori Semex: 549 Tori Holstein Semex che avevano un dato pedigree ed uno genomico a gennaio 2010 e che successivamente hanno avuto un dato ufficiale basato sulle performances delle figlie entrate in produzione; Confronto del dato medio di questi 549 tori provati con il giro indici di agosto 2011, con il PA e GPA medio di gennaio 2010 per gli stessi tori. RISULTATI: Tratto EBV - PA EBV - GPA EBV - GEBV LPI (indice) Latte( kg) Grasso (kg) Proteina ( kg) C. Somat iche Tipo ( punti) App. Mamm. (p) Arti & piedi (p) Longe vità Fertilità figlie Fonte: Studio di validazione SEMEX Aprile Agosto 2011 Il risultato è sorprendente, in MEDIA, la differenza fra il GPA e il EBV di questi tori è solo la metà che la differenza rispetto al PA. Questo ci fa vedere chiaramente i vantaggi legati agli indici genomici e ci permette avere un progresso medio genetico molto più alto. Tuttavia, questo risultato è la media e quindi non vuole dire che tutti i soggetti si comportino allo stesso modo. La deviazione di ogni singolo soggetto rispetto alla media può essere molto più alta. Nel seguente grafico potete vedere questa variabilità in funzione dei dati disponibili per un toro: 10 LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio 2012

11 Genética Attendibilità (%) figlie per gli aspetti produttivi e di figlie per gli aspetti morfologici. Per i tratti gestionali sono 19 figlie per le cellule, 35 figlie per la longevità e 41 per la fertilità delle. Per questi due ultimi tratti, il dato genomico rappresenta un valore così alto perche per il proprio dato di Longevità o di Fertilità, il peso d'ogni singola figlia è molto basso Certamente la genomica rappresenta qualche cosa di meglio rispetto alla attendibilità dei dati legati ai pedigree, ma è ancora molto più bassa della attendibilità di un toro provato con figlie, fondamentale per garantire un progresso genetico sicuro per la nostra mandria. Anche i tori provati, avendo già delle figlie, possono soffrire dei cambiamenti nei loro dati e questo è ancora più evidente per i tori con dati genomici e con dati pedigree. Inoltre, bisogna capire che l'attendibilità d'un toro genomico cambia con il tempo anche prima d'avere le prime figlie in lattazione. Alcuni dei principali aspetti che influiscono in questa attendibilità sono: La prova del padre: non hanno la stessa attendibilità un toro genomico figlio di un toro genomico ed un toro figlio di un toro provato. Più attendibile è il padre e più lo sono i figli. Dati della famiglia: Le lattazioni della madre, le prestazione dei fratelli e o sorelle. L'evoluzione della famigli ha un impatto sul dato di ogni individuo che la compone. Il genoma della progenie: Più sono i figli e le figlie testate genomicamente di un singolo toro e più aumenta la sua attendibilità. Per questi motivi è fondamentale analizzare continuamente i dati dei tori genomici che come abbiamo detto prima, si aggiornano ogni quattro mesi, con dei cambiamenti alle volte molto importanti. Un altra formula per comparare l'attendibilità di un toro con indice genomico, rispetto al dato di un toro provato è quello di guardare l'equivalente in numero di figlie che l'analisi del DNA d'un toro aggiunge al suo PA. Nella seguente tabella possiamo vedere il risultato di quest'analisi fatto in Canada. Come si può apprezzare dallo studio, il dato genomico corrisponde ad un aumento di attendibilità equivalente all'ingresso del calcolo degli indici di TRATTO Attendibilità Attendibilità Equivalenza PA GPA num. figlie Latte Grasso Proteina Tipo App. Mam Arti & Piedi C. Somatiche Longevità Fertilità Figlie Fertilità Parto Fac. Parto Figlie Fonte: CDN Aprile 2010 In conclusione, bisogna essere molto attenti quando guardiamo l'attendibilità di un dato. I tori genomici non hanno l'attendibilità di un toro provato, per lo meno con le metodologie e le informazioni disponibili oggi. L'utilizzo o meno dei tori genomici da parte di ogni singolo allevamento dipende principalmente dall'obiettivo che l'allevamento si pone. Per gli allevamenti che vogliono fare degli accoppiamenti al fine di fornire dei potenziali riproduttori per la I.A., un 50% d'accoppiamenti fatti con i principali tori genomici, potrebbe essere una cifra giusta, attualmente alcuni centri di I.A. usano circa il 60% di tori genomici nei loro accoppiamenti come padri di toro. Invece, per un allevamento classico, orientato alla produzione di latte, sicuramente una buona strategia è quella di non usare più di un 15%-20% di tori genomici, cambiando spesso i tori per ridurre il rischio di avere tante figlie di un solo riproduttore. Per tutti quelli interessati ad incorporare la genomica nella strategia genetica aziendale, Semex mette a vostra disposizione il programma GEN OMAX con una selezione di alcuni dei tori con un dato genomico più interessanti del mercato. Contattate il vostro rappresentante Semex per valutare come il programma GENOMAX può aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi. LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio

12 Genetica I nostri tori continuano a rimanere in vetta alle classifiche: i commenti di M ike W est M ike West, uno dei sire analyst più noti in Canada ha preparato per noi una relazione aggiornata sull evoluzione dei tori che vengono utilizzati maggiormente negli ultimi tempi. Si tratta di tori che cominciano ad avere già figlie in terza lattazione, le cui manze si distinguono negli allevamenti e quindi tori che dopo diverse valutazioni, continuano ad avere prove di spessore, con un apporto genetico che senza dubbio sarà apprezzato dai nostri clienti. Alcuni si distinguono per le prove equilibrate con un eccellente combinazione di produzione e tipo, altri per i buoni caratteri di salute e vita produttiva degna di nota o l eccellente conformazione ciononostante, hanno tutti una caratteristica in comune: si distinguono come i migliori della razza. Le valutazioni di Mike confermano infatti tutto ciò. Crackholm Fever Un toro che lascerà il segno nella razza Holstein. Man mano che entrano nella terza lattazione, le figlie hanno uno sviluppo spettacolare, con una maggiore qualità e una migliore struttura dairy. Fever garantisce vacche alte e lunghe, con stile, che si distinguono in breve tempo dalle altre vacche in allevamento. È un altro toro eccellente per migliorare arti e piedi e il sistema mammario, che si mantengono poi parto dopo parto. Con una mammella di qualità e buoni attacchi, le Fever sono vacche dalla produzione media e con un elevata vita produttiva, fra le più alte della razza. Sono animali senza problemi, che partoriscono bene, s ingravidano facilmente e che sono quindi redditizie per tutti questi motivi. Alcune delle migliori manze del Canada sono figlie di Fever, senza dubbio figurano fra le manze che si distinguono nelle fiere e il suo impatto sulla razza si noterà molto presto. Si consiglia di usare Fever su vacche di qualità, dairy e con testa e collo solidi. È un toro che migliora molto la mammella, la forza lombare, la struttura della groppa e gli arti e piedi delle vacche che ne hanno bisogno. Da usare sulle figlie di Denzel, Toystory, September Storm, Final Cut e Spirte. Ckrackholm Fever 12 LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio 2012

13 Genetica Gillette JORDAN Uno dei migliori tori di questa razza per la combinazione di arti e piedi e sistema mammario. Produce il tipo di vacche che tutti noi allevatori amiamo mungere, vacche dairy, di dimensioni medie, con una buona conformazione e senza problemi. Una delle cose più evidenti nelle Jordan è come maturano fra la prima e la seconda lattazione e adesso passando alla terza. Queste vacche presentano miglioramenti nell anteriore e nella profondità, diventando vacche adulte più bilanciate e complete. Hanno molta qualità nella mammella e ottimi attacchi, uniti alla forma del tallone, all angolo del piede e alla posizione degli arti, tutti davvero notevoli e senza dubbio fra i migliori della razza. Gillette Windbrook Senza dubbio uno dei tori più completi della razza. Windbrook soddisfa i criteri di selezione di qualsiasi allevatore: già in primo parto le sue figlie sono vacche che si distinguono per l elevata produzione, il tipo molto buono e l alta redditività. In seconda lattazione migliorano ulteriormente, producono di più e diventano vacche migliori. È uno dei tori più coerenti degli ultimi anni. Le figlie continuano a confermare le prove iniziali di questo toro e hanno attacchi posteriori notevoli a livello di altezza e larghezza. La combinazione di tipo e sviluppo con il secondo parto e l elevata produzione rendono le Windbrook non solo le vacche più notevoli degli allevamenti in cui si trovano, ma anche le più redditizie. Windbrook funzionerà meglio nelle vacche angolose con una buona qualità ossea. La parte migliore di questo toro sono gli attacchi posteriori e la larghezza della groppa, per cui andrà bene usarlo sulle figlie di Frosty, Final Cut, Mr Burns, September Storm, Talent, Goldwyn e Buckeye. Rocsel Jordan Margot MB-87 3a Nella maggior parte delle aziende in cui Jordan è stato usato estensivamente, le manze si distinguono per la loro qualità e la loro ottima forma. Vale inoltre la pena sottolineare i caratteri di salute, il fatto che sono vacche con poche cellule somatiche e un elevata vita produttiva. Senza dubbio Jordan è un toro completo per gli allevatori che ricercano un elevata produzione con vacche con buona conformazione e con pochi problemi. Si consiglia di usare Jordan su vacche forti che hanno bisogno di migliorare arti e piedi e mammella. Un buon incrocio è con le figlie di Dolman, Baxter, Final Cut, Bolton, Mr Burns, Shottle, Spirte, September Storm. Dualane Windbrook Cierra MB-86 2a LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio

14 Genetica Comestar Lauthority Si colloca fra i migliori. Di recente alcuni gruppi internazionali di allevatori si sono recati nella parte occidentale del Canada a vedere le figlie dei nostri tori. Tutti commentano che la parte migliore del viaggio sono state le figlie di Lauthority: sono vacche con eccellenti qualità, struttura dairy e statura. Hanno arti e piedi molto buoni, ottimi attacchi della mammella, notevoli in seconda lattazione. Senza dubbio, considerando il suo pedigree, sarà un toro che garantirà una buona mammella. Pine- Tree Sid P ochissimi tori hanno creato così tanto interesse ed entusiasmo fra gli allev atori amanti del tipo. Le figlie di Sid di primo parto erano già vacche che si distinguevano per la loro armonia e la fantastica mammella. Ciononostante, man mano che passano in seconda lattazione, le sue figlie continuano a essere altrettanto bilanciate e con la stessa mammella, ma migliorano a livello di qualità, angolarità e forza da latte. Si sviluppano quindi seguendo il moderno modello di vacche di qualità, angolose e con un eccellente sistema mammario. Le manze di Sid sono come le vacche in lattazione: si notano, sono bilanciate e corrette e si può già vedere che questo toro produrrà ottimi animali. Si consiglia di usare Sid su vacche con una buona produzione e buoni arti e piedi in generale. Migliora il tipo e il sistema mammario, pertanto possiamo usarlo preferibilmente sulle figlie di Buckeye, Baxter, Goldwyn, Spirte, Shottle e Talent. Winall Wildly Lauthority MB-85 3a Le manze di Lauthority contribuiscono a creare fiducia in questo toro, poiché si distinguono dalle altre, sono facilmente individuabili in allevamento, hanno molto stile e struttura e arti e piedi eccellenti. Alcune delle migliori manze del Paese sono Lauthority e quando si vede la mammella delle figlie di secondo parto, ci si rende conto di quanto siano grandi le possibilità quando si usa un grande toro. Si consiglia di usare Lauthority preferibilmente su vacche con un buon anteriore e con una buona altezza dell attacco posteriore. Quando lo si usa, garantisce una maggior statura, migliora l attacco anteriore, la profondità del costato e la qualità in generale. Da usare sulle figlie di Dolman, Bolton, Howie, Mr Burn e Toystory. Valrick Sid Mironde MB-89 3a 14 LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio 2012

15 Fra Amici M URI HOLSTEIN: Allevare vacche bilanciate per produrre con profitto A Caraglio, ai piedi delle Alpi in provincia di Cuneo troviamo l allevamento Muri Holstein. Ad accoglierci Mario con le figlie Claudia e Stefania che insieme gestiscono l azienda. D: Come nasce l allevamento Muri Holstein? R: Era il Io, Mario, e mio fratello Franco acquistammo 35 Holstein nel pavese e in questo gruppo c erano 4 animali importati dal Canada. Già nel 1978 abbiamo costruito una stalla a stabulazione libera andando a 60 animali. Poi siamo cresciuti gradualmente nel tempo e nel 1992 una nuova parte di stalla è stata costruita. Attualmente mungiamo 250 capi e i nostri 100 ettari di terreno sono destinati a produrre foraggi e cereali interamente destinati all alimentazione del bestiame. Nel 1998 abbiamo acquisito un azienda qui vicino che oggi è gestita da Franco e suo figlio Ivan in cui alleviamo 250 bufale, conosciuta oggi con il nome di Allevamento Moris. D: Quali cambiamenti avete dovuto affrontare in questi anni di continua crescita? R: Sicuramente abbiamo dovuto migliorare la nostra capacità di gestire l allevamento nel suo complesso e ancora oggi riteniamo questo aspetto fondamentale per ottenere risultati soddisfacenti, con particolare riferimento al benessere della mandria. Oggi grazie a sistemi di controllo come Afimilk anche la gestione riproduttiva della mandria è sotto controllo. Attualmente produciamo 38.6 l di latte al 3,86% grasso e 3,24 % di proteina con Css intorno a La nostra media di allevamento è circa 126 Q/capo. MURI BOLTON NUTELLA EX90 Claudia Morisias co, Mario Morisiasco, Robe rto Pautasso e Stefania Morisiasco, della Muri Holste in D: A livello genetico che tipo di scelte effettuate? R: Siamo sempre stati fautori dell accoppiamento bilanciato e abbiamo cercato di utilizzare tori che unissero ottimi indici morfologici,soprattutto nella mammella e negli arti, a buoni indici produttivi. Tori come Complite, Prelude e Rudolph hanno creato ottime famiglie nel nostro allevamento. Oggi utilizziamo tori come Lautority, Mural, Windbrook, Jordan, Doberman, Levi, Artes e alcuni giovani tori genomici. Dal nostro lavoro e grazie anche a Semex oggi abbiamo in casa una importante famiglia che ha i suoi animali di punta in Muri Planet Popsy e Muri Planet Pepsy che hanno indici in GLPI di 3283 e 2933 (GTPI 2560 E 2230) e sono tra i più alti in Europa. Provengono da una profonda famiglia che attraverso Bolton, Mtoto, Eddie,Storm arrivano ad una Complite che può definirsi la capostipite e che ha trasmesso alle generazioni successive anche solidi indici gestionali oltre che produttivi. Con questi animali abbiamo contratti con Semex per maschi con Numero Uno e Supersonic due giovani tori genomici. D: Qual è allora il vostro approccio con la genomica? R: Crediamo possa essere un mezzo efficace per individuare individui in grado di trasmettere caratteri morfologici, produttivi e funzionali migliorativi per la razza. Nello stesso tempo però utilizziamo una percentuale ridotta di tori genomici, indirizzando questi ultimi ad accoppiamenti particolari su vacche di interesse per i centri genetici, poiché la variabilità del dato oggi è ancora alta e la genetica ci insegna che per migliorare un carattere ci vuole attendibilità del 99 %! GRAZIE E BUON LAVORO ALLA MURI HOLSTEIN!! LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio

16 Rapporto Tori Semex di second crop, la garanzia del successo Q uando usiamo un toro nella nostra azienda, uno dei punti che ci preoccupa di più è l attendibilità. Vogliamo che fra tre anni le primipare che mungeremo siano veramente come le abbiamo pensate quando abbiamo fecondato la madre. La valutazione genetica italiani di dicembre ha evidenziato, ancora una volta, quanto siano affidabili i tori Semex con figlie in produzione in Italia, in fatti i risultati ottenuti sono veramente eccezionali. Se mettiamo in classifica per PFT i tori di second crop provati in Italia, con attendibilità superiore al 95 % e con rank minimo 98 troviamo oggi ventisei riproduttori e di questi ben sette sono tori Semex, un 27% del totale. Semex stacca tutti gli altri centri, il secondo centro in questa classifica ha 4 tori, quasi la metà dei tori Semex. Ma non solo in quantità la Semex dimostra la sua affidabilità. Se guardiamo solo i tori di questo gruppo nel rank 99 troviamo dodici tori di cui tre, un 25%, sono sempre tori Semex. Di nuovo il centro con più tori anche in questo gruppo. Se noi andiamo a vedere dove sono oggi nella classifica canadese per LPI gli stessi tori Semex presenti in questa classifica per PFT, ci accorgiamo che i tre tori rank 99 sono ancora oggi nel TOP 100 per LPI. Da Jose Alfonso Ahedo, Direttore SEMEX ITALIA Questo risultato non è conseguenza della fortuna. I programmi di raccolta dati in Canada sono molto efficienti e imposti dagli allevatori. La Holstein Canada gestisce la raccolta dei dati e la CDN elabora questi dati in modo indipendente. Infatti, col Test Day Model, la Holstein Canada raccoglie una quantità incredibile di dati di diverse lattazioni per ogni toro. Prendiamo come esempio Gillette Jordan. Jordan ha avuto il suo primo dato ad Agosto 2010 e nel dicembre 2011 ha già controlli produttivi registrati, alcuni anche di terze lattazioni. Ma se prendiamo anche i dati gestionali ci stupisce la quantità dei dati raccolti. Sempre per Jordan, oggi la CDN ha informazione di parti in allevamenti. Di questi, sappiamo che parti sono di manze e che nel 92% dei parti le manze hanno partorito da sole o con un piccolo aiuto. Dato molto positivo se pensiamo che la media di razza è dell 86% per i parti delle manze. Pe r tutti questi motivi vi consigliamo di scegliere i tori in base al loro indice in origine. Le figlie son o nel paese d origine, i dati vengono aggiornano lì e que sto ci da la tot ale sicurezza nella scelta di un riproduttore sulla base dei suoi indici genetici. Per que sto motivo la Semex vi presenta i tori nel loro dato originale, pe r LPI se sono provat i in Canada e per TPI se sono provati in America. ROCSEL JORDAN MARGOT MB-86 2a 1ª Lat tazione ROCSEL JORDAN MARGOT MB-87 3a 2ª Latt azione 16 LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio 2012

17 Panorama L USO MASSIVO DEI TORI IN PROVA NON È ECONOMICO S e analizziamo i dati delle inseminazioni in Italia nel 2011* troviamo che quasi mezzo milione di inseminazioni registrate corrispondono a tori giovani (sia a prova che in attesa), che rappresenta il 23% del totale delle inseminazioni artificiali registrate. Questo dato non è omogeneo per tutto il territorio nazionale e in alcune regioni, la registrazione di inseminazioni di tori in prova arriva a superare il 40% di tutte le inseminazioni registrate. La crisi economica sta spingendo gli allevatori a risparmiare in ognuna delle voci di spesa aziendali, ma a volte si deve fare bene i conti, perché il risparmio X può risultare veramente costoso. Come tutti sappiamo ci sono vari pilastri per l economia di un azienda agricola, che se non vanno bene, non funziona niente soprat utto in questi tempi. Chiaramente il pilastro fondamentale è la produzione di latte, se non produciamo, non fatturiamo. La riproduzione, se non funziona, ci costringe ad arrivare al punto in cui nelle lattazioni, le vacche mangiano più di quanto producono. Le cellule somatiche ci evitano problemi di mastite, di produzione e costi di medicamenti. La facilità al parto, perché se la vacca partorisce male, non c è più latte e tutto si trasforma in problemi. Quando inseminiamo una vacca si deve pensare che in tre anni la figlia di questa verrà in sala di mungitura, e dobbiamo cercare che sia un animale con tutte le garanzie. Perché i tori ci offrano determinate garanzie, e anche se non possono essere tutte, i tori che usiamo devono avere dati, figlie controllate, partorite, in stato di gravidanza... Senza informazione, senza dati, può essere messa a rischio una parte della nostra azienda. I vantaggi dell ut ilizzo di tori in prova: Il costo della dosi è molto basso, di 1 o 3 euro, anche gratuito. Rischi dell utilizzo di tori in prova: I tori giovani non hanno dati sulla fertilità del toro e quindi si potrebbe utilizzare un toro di bassa fertilità con le gravi conseguenze che ha. La prima cosa che tutti vogliamo è avere la vacca gravida, perché ogni giorno aperto ci costa 6 **. Pertanto, in ogni calore si possono buttare 126 se il toro che usiamo non è fertile. Non hanno dati di cellule somatiche e senza dati potremmo usare tori con cellule alte senza saperlo aspetto che, senza un accoppiamento corretto, può darci più avanti problemi di mastite e quindi di redditività. Non hanno dati di facilità al parto e questo è un problema quando viene utilizzato in manze perché le conseguenze di un parto difficile, influiscono direttamente sulla redditività della lattazione. Dei rischi che si corrono quando si utilizza tori in prova non parlerò. La perdita di opportunità quando si usano tori provati, il progresso genetico della produzione e della redditività, anche se questo è un dato di fatto che, se non si sviluppa quotidianamente come i tre punti indicati, farà la differenza nella futura economia della fattoria. Non c è dubbio che l uso di tori in prova è fondamentale per progredire nello sviluppo genetico di test genetici perché sempre avremo bisogno di provare i tori per avere GARANZIE X nell uso di tori provati. Tuttavia, estendere l uso di questi come strategia genetica totale può generare fastidiosi problemi in futuro. Il costo del seme rappresenta tra 1% e 2% dei costi totali di un azienda. Il risparmio non è lì. Utilizzi tori provati che le garantiscano risultati. Oggi ci sono tori molto e conomici ne l mercato con garanzia di alta fertilità del seme, poche cellule, MOLTA facilità di parto e vacche se nza problemi, senza necessità di mettere a rischio il futuro della Sua azienda. * I dati ANAFI con inseminazioni registrate fino a novembre 2011 ** Studio condotto dall Università di Cornell nel 2011 LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio

18 Panorama IL 69% DELLE VACCHE CON I MIGLIORI PUNTEGGI A LIVELLO MONDIALE È SEMEX D i recente la rivista Holstein International ha pubblicato un elenco delle vacche viventi con i migliori punteggi a livello mondiale, da cui possiamo estrarre dati significativi sulla qualità della nostra genetica: delle 32 vacche con i migliori punteggi in ogni Paese, 22 sono figlie di tori Semex e 7 di queste con 97 punti. I LA STORIA DI GOLDWYN CONTINUA A MACINARE RECORD. n un altra rivista americana compaiono le Goldwyn con i migliori punteggi degli Stati Uniti. Nonostante sia ancora un toro giovane senza figlie con molti parti, ha già raggiunto le 50 figlie classificate con oltre 92 punti, 8 delle quali EX93, 5 EX94 e una EX95. Di certo, nei prossimi anni, ne vedremo più di una con 96 e 97 punti. GoldenFlo Lhe ros Bubble Gum EX -96 Una vacca con un buon punteggio è una vacca con maggiori possibilità di avere una produzione più efficiente e per un maggior numero di anni, rispetto a vacche con punteggi più bassi. Questo non significa né più né meno che tutte le vacche debbano essere Eccellenti. Ciononostante, bisogna prendere coscienza del fatto che una vacca con meno di 80 punti avrà più problemi che non le permettono di raggiungere i livelli minimi di efficienza richiesti in ogni allevamento, perché dovrà lavorare molto e in sala di mungitura, dovremo lavorare molto per posizionare il macchinario correttamente per mungerla. È vero che le vacche con una buona conformazione devono comunque riprodursi correttamente, avere poche cellule somatiche e in questo modo, essere redditizie nel corso degli anni, ma a priori, le opportunità saranno maggiori. Winte rbay Goldwy n Lotto EX95 In un altro elenco dell Associazione Holstein USA compaiono 37 figlie di Goldwyn che hanno prodotto oltre 181,81 quintali di latte in una lattazione di 365 giorni, quasi tutte di primo e secondo parto. In testa alla classifica c è True- Blue Goldwyn 1571 EX91 con 230,95 quintali di latte e la sua sorella piena EX92, la segue di pochissimo. Fra queste 37 figlie di Goldwyn figurano 13 EX, una delle quali EX94, 22 MB e solo 2BB. La nuova campionessa per produzione in Canada è una figlia di FBI, Lillesdale FBI Charmed EX92, che a 4 anni, in 305 giorni, ha prodotto 214,98 quintali di latte con il 5,9% di grasso e il 3,1% di proteine, ossia, oltre 70 chili di latte al giorno. Con i tori Semex, la conformazione ci aiuta a ricercare la reddit ività ott imale. Salem Goldwyn Theresa 09 EX a- 365 d Kg- 4.1% G-3.0%P 18 LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio 2012

19 Panorama QUALITY HOLSTEINS: RAGGIUNGE L ECCELLENZA R icordo che correva l anno 1975 quando una figlia di Rosafé Citation R importata dal Canada, chiamata Shorelea Citation Constance, diventò la prima vacca Eccellente classificata a La Travesia. È stato motivo di grandi celebrazioni: arrivare ad avere una vacca così corretta, così vicina alla vacca ideale, raggiungere l obiettivo di chi alleva per selezione, sono ragioni più che sufficienti da ricordare sempre. A distanza di 37 anni sono successe molte cose nel settore. L allevamento delle Holstein è cambiato completamente sotto tutti i punti di vista, dalle dimensioni delle aziende e la gestione al rendimento delle vacche, con allevamenti sempre più focalizzati sull efficienza. Ciononostante, alcune cose sono rimaste le stesse: per esempio, la sensazione di orgoglio quando un classificatore decreta che alcune delle nostre vacche sono Eccellenti, la soddisfazione per un buon lavoro di selezione. Senza dubbio ogni Paese è una realtà a sé a livello di allevamento, con circostanze diverse, costi di produzione e obiettivi differenti. In funzione di ciò cambiano i modelli economici, con alcune aziende ancora focalizzate sulla selezione e altre che si espandono, perché hanno obiettivi diversi o perché li hanno dovuti modificare, in una logica di pragmatismo e ricerca dell efficienza. In Canada si continua ad avere un eccellente prezzo del latte, di circa 55 centesimi di euro, con un sistema basato sulle quote latte che dipende dall andamento del consumo: se il consumo diminuisce, l allevatore deve produrre meno e se il consumo sale, l allevatore può produrre di più. Il prezzo della quota latte ha un valore elevatissimo e quello che in passato era più unico che raro vedere vacche nelle cuccette è diventato ora il sistema più diffuso, al punto tale che in province come l Ontario, ci sono più vacche nelle cuccette che in stabulazione fissa. Gli obiettivi e le dimensioni degli allevamenti sono in costante cambiamento ovunque a livello mondiale. Ciononostante, ci sono ancora gli allevatori tradizionali che ricercano l eccellenza, giorno dopo giorno, selezionando il meglio del meglio e un buon esempio di ciò è Quality Holsteins. Quality non ha certo bisogno di presentazioni, numerosissimi appassionati di Holstein conoscono i suoi meriti e la sua storia. Tuttavia, l anno scorso hanno ottenuto qualcosa d incredibile: 6 figlie della famosa Campionessa della Royal e tre volte All Canadian, Quality B C Frant isco EX96-3E-16*, zono state classificate Eccellenti lo stesso giorno e 5 di loro per la prima volta: tre figlie di Goldwyn, una Morty, una Outside e una Blitz. Oltre a queste, ha altre 4 figlie Eccellenti, il che porta a 10 EX e 3 maschi EX. Come se non bastasse, una delle sue figlie, Qualit y Gibson Finsco EX95-3E- 3*, ha le prime 4 figlie classificate con 89 punti, 3 Goldwyn e 1 Final Cut. Tre di queste hanno vinto il premio Breeder s Herd della Royal nel 2010, che ha portato poi all All-Canadian Breeder s Herd. E come se anche ciò non bastasse, una di queste sorelle, Quality Goldw yn Flansco MB89 (Nom. All Canadian Sr.2), nella nuova era del genoma, è la n. 5 per tipo in Canada, con GLPI e +18 per tipo nel genoma diretto o DGV. Evidentemente, possiamo dire che alla Quality si raggiunge l eccellenza Quality Goldwyn Flansco MB-89 LA GAZZETTA DI SEMEX Nº9 Febbraio 2012 Quality Gibson Finsco EX -95-3E-3* 19

20

Un second crop oltre ogni aspettativa

Un second crop oltre ogni aspettativa Prince Un second crop oltre ogni aspettativa Per i tecnici, i dati di second crop di Prince sono andati oltre ogni più rosea aspettativa, ma per molti allevatori in Italia non sono stati altro che una

Dettagli

SCHEDA FERGUSON. L evoluzione degli allevamenti di vacche da latte in senso produttivo negli ultimi anni ha

SCHEDA FERGUSON. L evoluzione degli allevamenti di vacche da latte in senso produttivo negli ultimi anni ha SCHEDA FERGUSON L evoluzione degli allevamenti di vacche da latte in senso produttivo negli ultimi anni ha comportato un adeguamento degli strumenti utili a valutare l efficienza e la redditività delle

Dettagli

GLOSSARIO SINTETICO COLLETTIVO

GLOSSARIO SINTETICO COLLETTIVO GLOSSARIO SINTETICO COLLETTIVO Giugno 2014 1 2 3 SINTETICO COLLETTIVO DI SPECIE E RAZZA Il sintetico collettivo è una elaborazione dei dati provenienti dalle singole produttrici di una medesima specie/razza.

Dettagli

La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione

La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione Andrea Quaglino ANABORAPI Associazione Nazionale Allevatori Bovini di Razza Piemontese Razza specializzata da carne Groppa doppia

Dettagli

Gestione Economica e Finanziaria degli Allevamenti da Latte

Gestione Economica e Finanziaria degli Allevamenti da Latte Gestione Economica e Finanziaria degli Allevamenti da Latte Costi alimentari e valutazione economica degli allevamenti da latte: cosa è importante guardare? Cosa sarà il mercato del latte italiano dopo

Dettagli

Agribrands Europe Italia S.p.A. Ottobre 2001 MANZART. Cod. 121 D NOTA TECNICA. Linea Bovini Latte - Codice DI 3267 1A

Agribrands Europe Italia S.p.A. Ottobre 2001 MANZART. Cod. 121 D NOTA TECNICA. Linea Bovini Latte - Codice DI 3267 1A Agribrands Europe Italia S.p.A. Ottobre 2001 MANZART Cod. 121 D NOTA TECNICA Linea Bovini Latte - Codice DI 3267 1A MANZART: L ARTE DI ALLEVARE MANZE FORTI E ROBUSTE AL MINORE COSTO Il Programma Purina

Dettagli

P.A. Enrico Costa Tecnico Bonifiche Sarde S.P.A.

P.A. Enrico Costa Tecnico Bonifiche Sarde S.P.A. P.A. Enrico Costa Tecnico Bonifiche Sarde S.P.A. S W Strenghts (Punti di forza): ciò che l azienda è capace di fare bene Weaknesses (Punti di debolezza): ciò che l azienda non è capace di fare bene

Dettagli

',6&,3/,1$5(9$/87$=,21,*(1(7,&+(3(5/$352'8=,21(',&$51( 3(5)250$1&(7(6768//$5$==$%29,1$5(1'(1$

',6&,3/,1$5(9$/87$=,21,*(1(7,&+(3(5/$352'8=,21(',&$51( 3(5)250$1&(7(6768//$5$==$%29,1$5(1'(1$ ',6&,3/,1$5(9$/87$=,21,*(1(7,&+(3(5/$352'8=,21(',&$51( 3(5)250$1&(7(6768//$5$==$%29,1$5(1'(1$ VALUTAZIONE GENETICA IN STAZIONE PER LA PRODUZIONE DI CARNE ART. 1 Come previsto dalle Norme Tecniche, la Rendena

Dettagli

La gestione zootecnica del gregge

La gestione zootecnica del gregge La gestione zootecnica del gregge Introduzione Per una corretta gestione del gregge l azione zootecnica è incisiva negli allevamenti stanziali o semi-stanziali Dove si possono controllare i seguenti aspetti

Dettagli

Due elementi chiavi per il successo finanziario

Due elementi chiavi per il successo finanziario Due elementi chiavi per il successo finanziario Litri di Latte Venduti Il latte marginale venduto ogni giorno supera il latte marginale per vacca Salute della Mandria Top 10 (11) priorità per un allevamento

Dettagli

RAGGIUNGIMENTO DELLA PUBERTÀ NEGLI ANIMALI DOMESTICI (1)

RAGGIUNGIMENTO DELLA PUBERTÀ NEGLI ANIMALI DOMESTICI (1) RAGGIUNGIMENTO DELLA PUBERTÀ NEGLI ANIMALI DOMESTICI (1) Età alla Pubertà (mesi) Femmine Maschi Conigli 5 5 Cani piccola taglia 6-10 6-10 Cani grossa taglia 8-14 8-14 Gatti a pelo corto 6-8 6-8 Gatti a

Dettagli

Costi alimentari e valutazione economica degli allevamenti da latte: cosa è importante guardare?

Costi alimentari e valutazione economica degli allevamenti da latte: cosa è importante guardare? Gestione Economica e Finanziaria degli Allevamenti da Latte Costi alimentari e valutazione economica degli allevamenti da latte: cosa è importante guardare? Cristian Rota Cosa sarà il mercato del latte

Dettagli

La gestione sanitaria per la sostenibilità degli allevamenti. Alfonso Zecconi

La gestione sanitaria per la sostenibilità degli allevamenti. Alfonso Zecconi La gestione sanitaria per la sostenibilità degli allevamenti Alfonso Zecconi Whittlestone 1958 A questo stadio dello sviluppo dell industria la2ero- casearia, due sono le cose più importan8: 1. Migliorare

Dettagli

La longevità della vacca da latte è sufficiente per fare reddito?

La longevità della vacca da latte è sufficiente per fare reddito? INCONTRI ZOOTECNICI DAL 3 PARTO IN POI: ELIMINAZIONE DELLE VACCHE E IMPLICAZIONI ECONOMICHE La longevità della vacca da latte è sufficiente per fare reddito? Negli ultimi anni si parla con maggior insistenza

Dettagli

Crescita della produttività e delle economie

Crescita della produttività e delle economie Lezione 21 1 Crescita della produttività e delle economie Il più spettacolare effetto della sviluppo economico è stata la crescita della produttività, ossia la quantità di prodotto per unità di lavoro.

Dettagli

Embrio transfer per una fertilità migliore

Embrio transfer per una fertilità migliore TECNICA Embrio transfer per una fertilità migliore Le bovine moderne, a causa delle grandi quantità di latte prodotte, sono molto sensibili alle temperature elevate, che inducono un innalzamento di quella

Dettagli

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di Gli indici per l analisi di bilancio Relazione di Giorgio Caprioli Gli indici di solidità Gli indici di solidità studiano il rapporto tra le parti alte dello Stato Patrimoniale, ossia tra Capitale proprio

Dettagli

DA MADRE. Èla madre che -

DA MADRE. Èla madre che - DA MADRE a figlio 2 Èla madre che - durante la gravidanza e l allattamento - dona al figlio tutto il calcio necessario a formare lo scheletro. Durante la gravidanza, soprattutto nel terzo trimestre, il

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

1.Definizione degli obiettivi di selezione 2.Descrizione della popolazione. 3.Registrazione fenotipi e parentele. 5.Programmazione accoppiamenti

1.Definizione degli obiettivi di selezione 2.Descrizione della popolazione. 3.Registrazione fenotipi e parentele. 5.Programmazione accoppiamenti Fasi essenziali di un programma di selezione intrarazza 1.Definizione degli obiettivi di selezione 2.Descrizione della popolazione 3.Registrazione fenotipi e parentele 4.Valutazioni genetiche 5.Programmazione

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

2. Sviluppo tecnico Pag. 2. 3. Struttura del programma Pag. 2. 4. Menù principale Pag. 3. 5. funzioni tecniche e inserimento dati Pag.

2. Sviluppo tecnico Pag. 2. 3. Struttura del programma Pag. 2. 4. Menù principale Pag. 3. 5. funzioni tecniche e inserimento dati Pag. CINICINNATO: 1. Hardware e software Pag. 2 2. Sviluppo tecnico Pag. 2 3. Struttura del programma Pag. 2 4. Menù principale Pag. 3 5. funzioni tecniche e inserimento dati Pag. 3 6. Statistiche tecniche

Dettagli

Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte

Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte 69^ FIERA INTERNAZIONALE DEL BOVINO D LATTE Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte Dott.ssa Paola Amodeo Specialista SATA Sistemi Alimentari e Qualità degli Alimenti ARAL - Ass Reg

Dettagli

Piemontese, più muscolo e meno parti difficili

Piemontese, più muscolo e meno parti difficili Piemontese, più muscolo e meno parti difficili Al meeting nazionale della razza il Centro genetico Anaborapi ha presentato i risultati delle ricerche per il miglioramento dei capi. E ha proposto un regime

Dettagli

Scenari futuri per le produzioni animali e per la relativa ricerca

Scenari futuri per le produzioni animali e per la relativa ricerca Scenari futuri per le produzioni animali e per la relativa ricerca Andrea Rosati European Ambiente Socio Economico La popolazione mondiale raggiungerà 9,2 miliardi nel 2050 La produzione di cibo dovrà

Dettagli

Dalle strategie della conduzione dell allevamento All ottimizzazione della gestione della produzione del latte

Dalle strategie della conduzione dell allevamento All ottimizzazione della gestione della produzione del latte Dalle strategie della conduzione dell allevamento All ottimizzazione della gestione della produzione del latte Codeluppi dottor Mauro Incontri tecnico scientifici con i Produttori Gioia del Colle, 20 Giugno

Dettagli

Concetti di marketing turistico

Concetti di marketing turistico Concetti di marketing turistico Introduzione Un impresa, per individuare la linea d azione che ha la maggior probabilità di portare al successo il proprio prodotto, cerca di anticipare i bisogni dei consumatori,

Dettagli

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Intorno al concetto del giusto peso si sono formulate tante teorie, a volte vere, altre assolutamente prive di valenza scientifica. Nella grande

Dettagli

www.learningschool.it

www.learningschool.it Piano di Formazione Scuola Vendite Progetto Finanziato dal Fondo Coordinato da e Informazioni: Gli ultimi 2 anni, causati dalla profonda crisi economica internazionale, hanno visto un rallentamento del

Dettagli

Dimensioni ed effetti della spesa pubblica

Dimensioni ed effetti della spesa pubblica MODULO 2 - La spesa pubblica LE DIMENSIONI DELLA SPESA PUBBLICA L insieme dei mezzi monetari che lo Stato e gli altri enti pubblici erogano per il raggiungimento dei fini di pubblico interesse costituisce

Dettagli

12 Punti sulla via del successo

12 Punti sulla via del successo 12 Punti sulla via del successo Come anticipato nella pagina del nostro sito web (www.comincioda.ch), ti proponiamo di seguito un elenco di punti fondamentali per aiutarti ad intraprendere correttamente

Dettagli

Fattoria Reale di Torcino

Fattoria Reale di Torcino Fattoria Reale di Torcino ALLEVAMENTI BUFALINI GRUPPO GAROFALO Incontro formativo del 20 novembre 2014 dott. agr. Roberto Napolano FATTORIA REALE DI TORCINO CIORLANO (CE) Ex allevamento di bovine da latte

Dettagli

La gestione dell alimentazione

La gestione dell alimentazione La gestione dell alimentazione della capra da latte Calendario stadi fisiologici PESO=Taglia per una capacità produttiva elevata Punto critico e di verifica Nascita Svezzamento 1^ monta 1 parto 1^ Lattazione

Dettagli

COME CALCOLARE LE CALORIE

COME CALCOLARE LE CALORIE Vol.2 COME CALCOLARE LE CALORIE PER DIMAGRIRE Guida per calcolare le calorie e dimagrire Consigli per dimagrire contando le calorie! Esistono tanti modi differenti per perdere peso e dimagrire in modo

Dettagli

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CICLICO FS- BORSA ATTENZIONE: ATTENDI QUALCHE SECONDO PER IL CORRETTO CARICAMENTO DEL MANUALE APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CHE UTILIZZO PER LE MIE ANALISI - 1 - www.fsborsa.com NOTE SUL

Dettagli

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa Intervista alla dottoressa Barbara Lunghi, responsabile Mercato Expandi di Borsa Italiana Il percorso di quotazione in borsa consente oggi, anche alle

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETITIVI DEGLI ARTI SUPERIORI

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETITIVI DEGLI ARTI SUPERIORI VALUTAZIONE DEL DA MOVIMENTI RIPETITIVI DEGLI ARTI SUPERIORI In fase di sopralluogo vengono utilizzate check-list, riprese cinematografiche, interviste ai lavoratori e colloqui con i responsabili per la

Dettagli

PROBLEMI DI SCELTA. Problemi di. Scelta. Modello Matematico. Effetti Differiti. A Carattere Continuo. A più variabili d azione (Programmazione

PROBLEMI DI SCELTA. Problemi di. Scelta. Modello Matematico. Effetti Differiti. A Carattere Continuo. A più variabili d azione (Programmazione 1 PROBLEMI DI SCELTA Problemi di Scelta Campo di Scelta Funzione Obiettivo Modello Matematico Scelte in condizioni di Certezza Scelte in condizioni di Incertezza Effetti Immediati Effetti Differiti Effetti

Dettagli

LA GESTIONE DEL TEMPO E LA PIANIFICAZIONE DELL ATTIVITA

LA GESTIONE DEL TEMPO E LA PIANIFICAZIONE DELL ATTIVITA LA GESTIONE DEL TEMPO E LA PIANIFICAZIONE DELL ATTIVITA - Dispensa del partecipante - Olympos Group srl - Vietata ogni riproduzione anche in forma parziale V. 01/2007 GG OLYMPOS Group srl - Via XXV aprile,

Dettagli

Per CONOSCERE uno STRUMENTO UTILE a migliorare l Efficienza ed ottenere Espansione vedi nel mio sito la sezione intitolata: Migliorare i Risultati.

Per CONOSCERE uno STRUMENTO UTILE a migliorare l Efficienza ed ottenere Espansione vedi nel mio sito la sezione intitolata: Migliorare i Risultati. Per CONOSCERE uno STRUMENTO UTILE a migliorare l Efficienza ed ottenere Espansione vedi nel mio sito la sezione intitolata: Migliorare i Risultati. Esiste un metodo semplice per ottenere i Costi sotto

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO DIPLOMA UNIVERSITARIO TELEDIDATTICO Polo di Torino

POLITECNICO DI TORINO DIPLOMA UNIVERSITARIO TELEDIDATTICO Polo di Torino POLITECNICO DI TORINO DIPLOMA UNIVERSITARIO TELEDIDATTICO Polo di Torino COSTI DI PRODUZIONE E GESTIONE AZIENDALE A.A. 1999-2000 (Tutore: Ing. L. Roero) Scheda N. 10 ANALISI DEGLI INVESTIMENTI In questa

Dettagli

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico.

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Assumersi responsabilità. Con provvedimenti energeticamente efficienti. L efficienza energetica è una strategia efficace per la protezione

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

I BILANCI CERVED: FONTE DI INFORMAZIONI SUL MERCATO E STRUMENTO DI GESTIONE

I BILANCI CERVED: FONTE DI INFORMAZIONI SUL MERCATO E STRUMENTO DI GESTIONE I BILANCI CERVED: FONTE DI INFORMAZIONI SUL MERCATO E STRUMENTO DI GESTIONE Il Benchmarking sui bilanci è un fondamentale supporto alla gestione dell azienda Cerved ha appena pubblicato i dati di bilancio

Dettagli

IL GENIO DEL SALVADANAIO

IL GENIO DEL SALVADANAIO IL GENIO DEL SALVADANAIO L importanza di un Fondo Pensione per i giovani. Al tuo fianco, ogni giorno 6 ANNI L ISCRIZIONE AL FONDO PENSIONE Chiara ha 6 anni e il padre ha deciso di regalarle il Genio del

Dettagli

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa Economia La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA Così come in una famiglia, anche in una economia si devono affrontare molte

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

MODULO 2 www.sapienzafinanziaria.com. la formazione finanziaria è il miglior investimento per il tuo domani

MODULO 2 www.sapienzafinanziaria.com. la formazione finanziaria è il miglior investimento per il tuo domani MODULO 2 www.sapienzafinanziaria.com la formazione finanziaria è il miglior investimento per il tuo domani Lezione n. 1 Edizione marzo / giugno 2015 La simulazione del trading su dati storici www.sapienzafinanziaria.com

Dettagli

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE)

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO POMPE DI CALORE clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) tel. 085 9771404 cell. 334 7205 930 MAIL energie@icaro-srl.eu WEB www.icaro-srl.eu

Dettagli

Calcolo del Valore Attuale Netto (VAN)

Calcolo del Valore Attuale Netto (VAN) Calcolo del Valore Attuale Netto (VAN) Il calcolo del valore attuale netto (VAN) serve per determinare la redditività di un investimento. Si tratta di utilizzare un procedimento che può consentirci di

Dettagli

AUMENTARE LA PRODUZIONE DI LATTE E RIALLATTARE

AUMENTARE LA PRODUZIONE DI LATTE E RIALLATTARE 27. Aumentare la produzione di latte e riallattare 129 Sessione 27 AUMENTARE LA PRODUZIONE DI LATTE E RIALLATTARE Introduzione Se l offerta di latte di una madre si riduce, è necessario aumentarla. Ciò

Dettagli

fotovoltaico SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE)

fotovoltaico SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO fotovoltaico clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) tel. 085 9771404 cell. 334 7205 930 MAIL energie@icaro-srl.eu WEB www.icaro-srl.eu

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

Guida per i venditori

Guida per i venditori Guida per i venditori Vendere un azienda può essere complicato e impegnativo ed è generalmente un evento che si presenta una volta nella vita. Vi preghiamo di leggere con attenzione i seguenti paragrafi.

Dettagli

Controllo del peso dell uovo nei Riproduttori

Controllo del peso dell uovo nei Riproduttori Ottobre 2014 Controllo del peso dell uovo nei Riproduttori Ali Yavuz, Senior Technical Service Manager and Dr. Antonio Kalinowski, Nutritionist Sommario Il controllo del peso dell uovo nella fase tardiva

Dettagli

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA ZIMMERMANNUNDKOLL.IT PAG. 1 DI 8 INDICE INTRODUZIONE AL WEB MARKETING MIX PAG. 03 LE FASI CHIAVE PAG. 04 RISCHIO DI INVESTIMENTO PAG. 05 DETTAGLIO SERVIZI PAG. 07 BUDGET

Dettagli

NEWSLETTER N.31. I n q u e s t o n u m e r o : A CURA DELLA SEZIONE ATLETICA DELL US PRIMIERO. T r a s f e r t a

NEWSLETTER N.31. I n q u e s t o n u m e r o : A CURA DELLA SEZIONE ATLETICA DELL US PRIMIERO. T r a s f e r t a NEWSLETTER N.31 A CURA DELLA SEZIONE ATLETICA DELL US PRIMIERO I n q u e s t o n u m e r o : L e d i t o r i a l e d e l P r e s i d e n t e T r a s f e r t a L a n g o l o t e c n i c o 3 1 a g o s t

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario. www.informatoreagrario.it

Edizioni L Informatore Agrario. www.informatoreagrario.it www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

Progetto DAL PIATTO ALLA CIOTOLA, QUI NON SI BUTTA NULLA

Progetto DAL PIATTO ALLA CIOTOLA, QUI NON SI BUTTA NULLA Educazione alla Sostenibilità a Tavola nella Scuola Progetto DAL PIATTO ALLA CIOTOLA, QUI NON SI BUTTA NULLA PREMESSA Le società moderne vivono in una situazione di sazietà e i dati relativi allo spreco

Dettagli

Manuale d uso. Rilevamento dei calori. www.medria.fr

Manuale d uso. Rilevamento dei calori. www.medria.fr Manuale d uso Rilevamento dei calori www.medria.fr Gentile cliente Vi ringraziamo per la fiducia che ci avete dato acquistando HeatPhone. Vi invitiamo a leggere attentamente il presente manuale d uso

Dettagli

DIABETE GESTAZIONALE

DIABETE GESTAZIONALE DIABETE GESTAZIONALE SOMMARIO DEFINIZIONE 03 PERCHÈ VIENE IL DIABETE GESTAZIONALE E COME GESTIRLO 04 COME CONTROLLARE IL DIABETE 06 UN CORRETTO STILE DI VITA 08 DALLA NASCITA DEL BAMBINO IN POI 10 DEFINIZIONE

Dettagli

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione Introduzione Perché il controllo di gestione? L azienda, come tutte le altre organizzazioni, è un sistema che è rivolto alla trasformazione di input (risorse tecniche, finanziarie e umane) in output (risultati

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO HEAD COACH ATTILIO CAJA DIFESA SUL PICK AND ROLL Nell analizzare le tendenze offensive delle squadre avversarie ci siamo resi conto di come una grandissima percentuale degli

Dettagli

QUANTO MI COSTI CARO CAGNOLINO? 1/2

QUANTO MI COSTI CARO CAGNOLINO? 1/2 QUANTO MI COSTI CARO CAGNOLINO? 1/2 SOMMARIO INTRODUZIONE E RIFLESSIONI PAG 2 QUANTO MI COSTI CARO CANE... PAG 4 CONCLUSIONE PAG 12 INTRODUZIONE e RIFLESSIONI Cosa ci spinga a prendere sotto il nostro

Dettagli

Viaggio di istruzione in Israele

Viaggio di istruzione in Israele Viaggio di istruzione in Israele dal 17 al 22 luglio 2012 www.tredi-italia.it Introduzione Nelle pagine seguenti troverete alcune note e fotografie che sono il riassunto del viaggio che i tecnici di Tredì

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

Il futuro della stampa ECO-Compatibile

Il futuro della stampa ECO-Compatibile Il futuro della stampa ECO-Compatibile Chi è T-Trade Engineering Qual è la situazione attuale nell etichettatura industriale Perché pensare a queste tecnologie ora Cosa può cambiare con le soluzioni T-Trade

Dettagli

La logica statistica della verifica (test) delle ipotesi

La logica statistica della verifica (test) delle ipotesi La logica statistica della verifica (test) delle ipotesi Come posso confrontare diverse ipotesi? Nella statistica inferenziale classica vengono sempre confrontate due ipotesi: l ipotesi nulla e l ipotesi

Dettagli

Criteri di valutazione (domande guida per autovalutarsi)

Criteri di valutazione (domande guida per autovalutarsi) Guida allo studio e all autovalutazione Valutate la vostra proposta di la vostra preparazione sulla base dei criteri proposti e assegnatevi un : se la somma dei punteggi ottenuti è inferiore alla metà

Dettagli

2. e i risultati che si vogliono conseguire

2. e i risultati che si vogliono conseguire L obiettivo di questo intervento consiste nel mostrare come trarre la massima efficienza nelle operazioni multi-canale di vendita e sincronizzazione online. Per efficienza si intende la migliore coniugazione

Dettagli

GESTIONE COMMESSE IMPIANTI

GESTIONE COMMESSE IMPIANTI GESTIONE COMMESSE IMPIANTI Dedicato ad Aziende di Impianti Elettrici, Idraulici, etc. Lo scopo del progetto è quello di : Migliorare la gestione dei preventivi Rendere più flessibili le analisi dei costi

Dettagli

Percorso raccomandato:

Percorso raccomandato: Percorso raccomandato: 1) Ottenere una diagnosi accurata. 2) Crescere il paziente come un bambino o una bambina (il consiglio dei medici è di grande aiuto in questa fase). 3) Ottenere informazioni dettagliate

Dettagli

In caso di catastrofe AiTecc è con voi!

In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In questo documento teniamo a mettere in evidenza i fattori di maggior importanza per una prevenzione ottimale. 1. Prevenzione Prevenire una situazione catastrofica

Dettagli

Come costruire il piano commerciale

Come costruire il piano commerciale Come costruire il piano commerciale Definire un piano commerciale per la propria impresa è importante: quando mancano idee chiare e obiettivi, infatti, spesso l azione di vendita viene sviluppata in modo

Dettagli

Valutazione individuale dell attitudine casearia del latte

Valutazione individuale dell attitudine casearia del latte Valutazione individuale dell attitudine casearia del latte Alessio Cecchinato Dipartimento di Agronomia, Animali, Alimenti Risorse Naturali e Ambiente - DAFNAE Università di Padova Bufala Mediterranea

Dettagli

Misure della dispersione o della variabilità

Misure della dispersione o della variabilità QUARTA UNITA Misure della dispersione o della variabilità Abbiamo visto che un punteggio di per sé non ha alcun significato e lo acquista solo quando è posto a confronto con altri punteggi o con una statistica.

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

La gestione delle scorte tramite il punto di riordino ed il lotto economico

La gestione delle scorte tramite il punto di riordino ed il lotto economico La gestione delle scorte tramite il punto di riordino ed il lotto economico 1. Introduzione Le Scorte sono costituite in prevalenza da materie prime, da accessori/componenti, da materiali di consumo. Rappresentano

Dettagli

SINTETICO COLLETTIVO E INDIVIDUALE

SINTETICO COLLETTIVO E INDIVIDUALE MANUALE DI USO Documento: Manuale R01 SINTETICO COLLETTIVO E INDIVIDUALE Ultima revisione 25 Novembre 2015 ManR01 Sintetico collettivo e individuale 25 novembre 2015 Pag. 1 SINTETICO COLLETTIVO E INDIVIDUALE

Dettagli

PROPULSORE A FORZA CENTRIFUGA

PROPULSORE A FORZA CENTRIFUGA PROPULSORE A FORZA CENTRIFUGA Teoria Il propulsore a forza centrifuga, è costituito essenzialmente da masse rotanti e rivoluenti attorno ad un centro comune che col loro movimento circolare generano una

Dettagli

STATISTICA ECONOMICA STATISTICA PER L ECONOMIA

STATISTICA ECONOMICA STATISTICA PER L ECONOMIA STATISTICA ECONOMICA STATISTICA PER L ECONOMIA a.a. 2009-2010 Facoltà di Economia, Università Roma Tre Archivio Statistico delle Imprese Attive (ASIA) L archivio è costituito dalle unità economiche che

Dettagli

VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI

VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI Rev. Data Causale Redazione Verifica Approvazione 00 Xx/xx/xxxx Prima emissione INDICE SCOPO DELLA PROCEDURA RESPONSABILITÀ CAMPO DI APPLICAZIONE MODALITÀ

Dettagli

Crescita della moneta e inflazione

Crescita della moneta e inflazione Crescita della moneta e inflazione Alcune osservazioni e definizioni L aumento del livello generale dei prezzi è detto inflazione. Ultimi 60 anni: variazione media del 5% annuale. Effetto: i prezzi sono

Dettagli

SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI DELL ULTIMA EDIZIONE DEL MONITORAGGIO DEL MICROCREDITO (dati 2014)

SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI DELL ULTIMA EDIZIONE DEL MONITORAGGIO DEL MICROCREDITO (dati 2014) SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI DELL ULTIMA EDIZIONE DEL MONITORAGGIO DEL MICROCREDITO (dati 2014) A cura dell Ente Nazionale per il Microcredito, Team di monitoraggio Il monitoraggio condotto dall Ente

Dettagli

a) Quanti soggetti obesi dovrebbero complessivamente esserci in questa popolazione;

a) Quanti soggetti obesi dovrebbero complessivamente esserci in questa popolazione; ESERCIZI DI CALCOLO DELLE PROBABILITA ES 1 Supponiamo che una certa forma di allergia respiratoria colpisca di norma 1 individuo ogni 20, mentre le intolleranze alimentari riguardano il 3.5% dei casi.

Dettagli

Il Dairy margin protection program: un nuovo strumento di garanzia del reddito per gli allevatori USA

Il Dairy margin protection program: un nuovo strumento di garanzia del reddito per gli allevatori USA Il Dairy margin protection program: un nuovo strumento di garanzia del reddito per gli allevatori USA Cristian Bolzonella Contagraf, Università di Padova Steven Taff Dipartimento Economia Applicata, Università

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

Diabete Mellito 'insulina pancreas un aumento dell appetito accompagnato da una perdita di peso corporeo aumentare la diuresi della sete

Diabete Mellito 'insulina pancreas un aumento dell appetito accompagnato da una perdita di peso corporeo aumentare la diuresi della sete Diabete Mellito Il Diabete mellito è una comune malattia endocrina causata da una carenza relativa o assoluta di insulina. L'insulina è un ormone prodotto da particolari cellule del pancreas (cellule beta)

Dettagli

Insegnare relatività. nel XXI secolo

Insegnare relatività. nel XXI secolo Insegnare relatività nel XXI secolo L ' e s p e r i m e n t o d i H a f e l e e K e a t i n g È il primo dei nuovi esperimenti, realizzato nel 1971. Due orologi atomici sono stati montati su due aerei

Dettagli

GAIA Note metodologiche

GAIA Note metodologiche GAIA Note metodologiche Questo documento tecnico, disponibile solo in formato elettronico sul sito internet di GAIA, è stato redatto A. Giampaolo sulla base di un documento di analisi di G. Seroglia 2008

Dettagli

ISI MANUALE PER CORSI QUALITÀ CONTROLLO STATISTICO DEL PROCESSO MANUALE DI UTILIZZO ISI PAGINA 1 DI 9

ISI MANUALE PER CORSI QUALITÀ CONTROLLO STATISTICO DEL PROCESSO MANUALE DI UTILIZZO ISI PAGINA 1 DI 9 CONTROLLO STATISTICO DEL PROCESSO MANUALE DI UTILIZZO ISI PAGINA 1 DI 9 INTRODUZIONE 1.0 PREVENZIONE CONTRO INDIVIDUAZIONE. L'approccio tradizionale nella fabbricazione dei prodotti consiste nel controllo

Dettagli

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere RASSEGNA WEB giornalettismo.com Data Pubblicazione: 07/06/2013 giornalettismo.com http://www.giornalettismo.com/archives/967721/vacanze-studio-tutto-quello-che-ce-da-sapere/comment-page1/#comment-972985

Dettagli

Fondav. I costi: alti e bassi

Fondav. I costi: alti e bassi Fondav Il volo della pensione Per gli assistenti di volo vi è il fondo pensione chiuso Fondav. Dopo la nostra analisi si è rivelato un fondo con pochi alti e molti bassi sia nei costi, sia, soprattutto,

Dettagli

Il ROI del consolidamento dei Server

Il ROI del consolidamento dei Server Il ROI del consolidamento dei Server Sul lungo periodo, un attività di consolidamento dei server è in grado di far scendere i costi IT in modo significativo. Con meno server, le aziende saranno in grado

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Più fatturato o più margine? Entrambi. Come fare i prezzi e pianificare la crescita del fatturato e del margine

Più fatturato o più margine? Entrambi. Come fare i prezzi e pianificare la crescita del fatturato e del margine Più fatturato o più margine? Entrambi. Come fare i prezzi e pianificare la crescita del fatturato e del margine Perché il margine e non solo il fatturato Viviamo grazie al margine! Se vogliamo puntare

Dettagli

La programmazione delle scelte finanziarie

La programmazione delle scelte finanziarie Economia e gestione delle imprese II La programmazione delle scelte finanziarie dott. Matteo Rossi Benevento, 23 febbraio 2009 La gestione finanziaria La gestione finanziaria ha ad oggetto il complesso

Dettagli