EUROMOBILIARE INTERNATIONAL FUND

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EUROMOBILIARE INTERNATIONAL FUND"

Transcript

1 RAPPORTO ANNUALE CERTIFICATO AL 31 DICEMBRE

2 OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND Non si accettano sottoscrizioni sulla base dei rendiconti finanziari. Le sottoscrizioni possono essere accettate solo sulla base del prospetto informativo, che è valida solo se accompagnata da informazioni chiave per gli investitori ("KIID"), l'ultima relazione annuale disponibile e dall'ultima relazione semestrale, se è pubblicato dopo l'ultima relazione annuale.

3 OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND Indice Consiglio di Direzione e di Amministrazione 4 Informazioni agli azionisti 7 Relazione del Consiglio di Amministrazione 8 Relazione della Società di revisione 17 Prospetto del patrimonio al 31 dicembre Prospetto dei risultati di gestione e delle variazioni del patrimonio per l'esercizio chiuso al 31 dicembre Prospetto delle variazioni nel numero di azioni per l'esercizio chiuso al 31 dicembre Statistiche 32 OFUNDLUX AMERICAN EQUITY Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 39 Dieci partecipazioni principali 39 OFUNDLUX PACIFIC EQUITY Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 42 Dieci partecipazioni principali 42 OFUNDLUX O EQUITY Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 44 Dieci partecipazioni principali 44 OFUNDLUX CEDOLA 2017 Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 47 Dieci partecipazioni principali 47 OFUNDLUX QFUND97 Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 49 Dieci partecipazioni principali 49 OFUNDLUX O CASH Portafoglio titoli al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 51 Dieci partecipazioni principali 51 * vedere nota 1 per dettagli. 1

4 OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND Indice OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2015 Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 53 Dieci partecipazioni principali 53 OFUNDLUX QBOND ABSOLUTE RETURN Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 55 Dieci partecipazioni principali 55 OFUNDLUX DYNAMIC MULTIMANAGER Portafoglio titoli al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 57 Dieci partecipazioni principali 57 OFUNDLUX TR FLEX 5 Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 74 Dieci partecipazioni principali 74 OFUNDLUX GLOBAL BOND Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 76 Dieci partecipazioni principali 76 OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2017 Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 79 Dieci partecipazioni principali 79 OFUNDLUX FLEXIBLE VOLATILITY Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 81 Dieci partecipazioni principali 81 OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2015 BT Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 84 Dieci partecipazioni principali 84 * vedere nota 1 per dettagli. 2

5 OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND Indice OFUNDLUX MULTI INCOME F4 Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 89 Dieci partecipazioni principali 89 OFUNDLUX O GOVERNMENT BOND Portafoglio titoli al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 91 Dieci partecipazioni principali 91 OFUNDLUX OPE CORPORATE BOND Portafoglio titoli al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 93 Dieci partecipazioni principali 93 OFUNDLUX EMERGING MARKET BOND Portafoglio titoli al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 95 Dieci partecipazioni principali 95 OFUNDLUX MULTI INCOME I4 Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 100 Dieci partecipazioni principali 100 OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2019* Portafoglio titoli al 31 dicembre Strumenti finanziari derivati al 31 dicembre Scomposizione del portafoglio per settore e per Pease 104 Dieci partecipazioni principali 104 Note al bilancio al 31 dicembre * vedere nota 1 per dettagli. 3

6 Consiglio di Direzione e di Amministrazione DIREZIONE M. Lorenzo MODESTINI Direttore Generale di Credem International (Lux) S.A. Lussemburgo Direttore M. Claudio BIANCHI Direttore Aggiunto di Credem International (Lux) S.A. Lussemburgo Direttore SEDE SOCIALE 1012, avenue Pasteur L2310 Lussemburgo AGENTE DOMICILIATARIO Credem International (Lux) S.A. 1012, avenue Pasteur L2310 Lussemburgo OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE M. Lucio ZANON DI VALGIURATA Vice Presidente del Credito Emiliano S.p.A. e di Credem Private Equity S.p.A., Reggio Emilia, e membro del Consiglio d'amministrazione di Banca Euromobiliare S.p.A., Milano, e del Credito Emiliano Holding S.p.A. Reggio Emilia Italia Presidente del Consiglio di Amministrazione M. Fulvio ALBARELLI Amministratore Delegato e Direttore Generale di Euromobiliare Asset Management S.G.R. S.p.A. Milano Italia Amministratore Me Alex SCHMITT Avvocato Bonn & Schmitt Lussemburgo Amministratore M. Rossano ZANICHELLI Condirettore Centrale del Credito Emiliano S.p.A., Reggio Emilia, Vice Presidente di Euromobiliare Asset Management S.G.R. S.p.A., Milano e membro del Consiglio di Amministrazione di Credemvita S.p.A. Reggio Emilia Italia Amministratore M. Paolo MAGNANI Dirigente Coordinatore degli investimento del Gruppo Credem e responsabile dell'investment Center di Credito Emiliano S.p.A. Reggio Emilia Italia Amministratore M. Stefano BISI Vice Direttore Generale presso Banca Euromobiliare S.p.A., Milano e Responsabile del canale di distribuzione «Promozione Finanziaria» presso Gruppo Credem e membro del Consiglio di Amministrazione della Società di Euromobiliare Fiduciaria S.p.A. Milano Italia Amministratore AGENTE AMMINISTRATIVO DI REGISTO E DI TRASFERIMENTO Credem International (Lux) S.A. 1012, avenue Pasteur L2310 Lussemburgo AGENTE COLLOCATORE PRINCIPALE Credem International (Lux) S.A. 1012, avenue Pasteur L2310 Lussemburgo 4

7 OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND Consiglio di Direzione e di Amministrazione (segue) AGENTE COLLOCATORE IN ITALIA Credito Emiliano S.p.A. Via Emilia S. Pietro, 4 I42100 Reggio Emilia Banca Euromobiliare S.p.A. Via S. Margherita, 9 I20121 Milano BANCA DEPOSITARIA BNP Paribas Securities Services (filiale di Lussemburgo) 33, Rue de Gasperich L5826 Hesperange GESTORE DEGLI INVESTIMENTI Credem International (Lux) S.A. 1012, avenue Pasteur L2310 Lussemburgo GESTORE DELEGATO DEGLI INVESTIMENTI Euromobiliare Asset Management SGR S.p.A. Corso Monforte, 34 I20122 Milano Per i seguenti Comparti: OFUNDLUX AMERICAN EQUITY OFUNDLUX PACIFIC EQUITY OFUNDLUX O EQUITY OFUNDLUX CEDOLA 2017 OFUNDLUX QFUND97 OFUNDLUX O CASH OFUNDLUX QBOND ABSOLUTE RETURN OFUNDLUX DYNAMIC MULTIMANAGER OFUNDLUX GLOBAL BOND OFUNDLUX FLEXIBLE VOLATILITY OFUNDLUX CEDOLA 2014 (incorporato nel comparto OFUNDLUX CEDOLA 2017 in data 3 marzo 2014) OFUNDLUX O GOVERNMENT BOND OFUNDLUX OPE CORPORATE BOND OFUNDLUX EMERGING MARKET BOND Muzinich & Co., Inc. 450, Park Avenue USA New York, NY Per i seguenti Comparti: OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2014 (incorporato nel comparto OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2017 in data 3 marzo 2014) OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2017 The Putnam Advisory Company L.L.C. 1 Post Office Square USA Boston, Massachusetts Per il Comparto seguente: OFUNDLUX TR FLEX 5 PIMCO Europe Ltd 11, Baker Street UK London W1U 3AH Per il Comparto seguente: OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2015 Neuberger Berman Europe Limited Lansdowne House 57 Berkeley Square UK London W1J 6ER Per i seguenti Comparti: OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2015 BT OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2019 (lanciato in data 30 aprile 2014) 5

8 OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND Consiglio di Direzione e di Amministrazione (segue) FIL PENSIONS MANAGEMENT Oakhill House 130 Tonbridge Road Hildenborough UKKent TN11 9DZ Per il Comparto seguente: OFUNDLUX MULTI INCOME F4 Invesco Perpetual Perpetual Park, Perpetual Park Drive, HenleyonThames UKOxfordshire RG9 1HH Per il Comparto seguente: OFUNDLUX MULTI INCOME I4 CONSULENTE LEGALE Bonn & Schmitt 2224, rives de Clausen L2165 Lussemburgo REVISORE CONTABILE Ernst & Young S.A. 7, rue Gabriel Lippmann Parc d'activité Syrdall 2 L5365 Munsbach 6

9 Informazioni agli azionisti OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND Gli avvisi destinati agli azionisti sono disponibili in ogni momento presso la sede sociale della Società e dell'agente Amministrativo. Parimenti, verranno pubblicati sul Mémorial, Recueil des Sociétés et Associations, qualora la legge lo imponga, sul Luxemburger Wort ed eventualmente, su uno o più quotidiani a maggior diffusione, da definirsi da parte del Consiglio di Amministrazione della Società. Il prospetto completo, i informazioni chiave per gli investitorio («KIID») e i rapporti periodici sono a disposizione degli azionisti presso le sedi sociali della Società e dell'agente Amministrativo. I rapporti annuali inclusi i bilanci certificati, contenenti tra l'altro una dichiarazione relativa alla situazione della Società, il numero delle azioni in circolazione e quello delle azioni emesse dalla data del rapporto precedente, saranno disponibili entro quattro mesi dalla chiusura dell'esercizio sociale. Inoltre, entro i due mesi successivi al termine del periodo di riferimento, saranno predisposte relazioni semestrali non certificate. Ai fini del bilancio, che sarà espresso in Euro, si procederà alla conversione in Euro del patrimonio dei comparti denominati in una divisa altra. Altre informazioni sulla Società o sul Patrimoniale Netto delle azioni, sul loro prezzo di emissione, di conversione e di rimborso per ciascun comparto, si possono avere nei giorni lavorativi bancari presso la sede sociale della Società, dell'agente Amministrativo e degli Agenti Collocatori. Il Patrimoniale Netto, con riserva di trasmissione entro i termini prestabiliti, e tutte le informazioni relative alla sospensione della sua determinazione saranno pubblicati, per quel che concerne le classi A, AH, B e D di ogni comparto, sul Luxemburger Wort, su Il Sole 24 Ore (quotidiano italiano) ed eventualmente su uno o più quotidiani a maggior diffusione, da definirsi da parte del Consiglio di Amministrazione. Il Patrimoniale Netto delle azioni di ogni comparto è calcolato ogni giorno lavorativo bancario in Lussemburgo. Gli investitori possono procurarsi gratuitamente presso la sede sociale della Società, la rendicontazione dei movimenti intervenuti nella composizione del portafogliotitoli di ogni comparto durante l'esercizio. 7

10 Relazione del Consiglio di Amministratione OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND SCENARIO MACROECONOMICO Scenario Il 2014 è stato un anno generalmente favorevole per tutte le principali classi di attività finanziaria, nonostante una rinnovata volatilità nei mesi finali dell anno. Nei mercati azionari il rendimento è stato ampiamente positivo in tutti i maggiori paesi avanzati, benché con un andamento nettamente migliore nel mercato americano, salito a nuovi massimi storici nel corso dell anno, rispetto a quelli europeo e giapponese, ancora penalizzati da incerte prospettive di crescita economica. Nel settore delle obbligazioni societarie il rendimento dei comparti a miglior merito di credito ha superato mediamente quello dei comparti più speculativi, penalizzati dal calo di profittabilità del settore energetico. Nei mercati obbligazionari il trend di rialzo dei rendimenti avviato nella seconda metà del 2013 si è invertito, nonostante la progressiva riduzione dello stimolo monetario attuato dalla Federal Reserve che ha portato gradualmente a conclusione il programma di espansione del proprio bilancio. Nell area dell euro i rendimenti sono scesi a minimi storici per tutte le scadenze sia nei paesi cosiddetti core che in quelli periferici, garantendo un risultato a doppia cifra per il debito governativo italiano. L investimento nei paesi emergenti è stato caratterizzato da un ampia divergenza di performance non solo tra classi di attività ma anche tra aree geografiche e paesi. Nei mercati valutari infine spicca l apprezzamento a doppia cifra del dollaro, che riflette aspettative di crescita e di tassi di interesse relativamente maggiori negli Stati Uniti rispetto all area dell euro. Il descritto andamento dei mercati nell anno trascorso riflette soprattutto tre fattori: i timori sulla crescita economica che periodicamente hanno caratterizzato l espansione globale dal suo avvento nel 2009 ad oggi, la strategia delle maggiori banche centrali e nella seconda metà dell anno l inatteso crollo del prezzo del petrolio. Ancora una volta la crescita globale ha deluso le attese di inizio anno, soprattutto nell area emergente dove la crescita tumultuosa del trascorso decennio ha generato squilibri strutturali non ancora riassorbiti, e nell area dell euro dove politiche fiscali restrittive e accresciuti rischi geopolitici hanno depresso la domanda. Nei paesi avanzati l inflazione corrente e attesa è scesa a livelli inferiori al target delle rispettive banche centrali, che hanno mantenuto un orientamento molto espansivo per stimolare l attività economica. In Giappone la banca centrale ha portato a dimensioni eccezionali il programma di espansione del proprio bilancio. Nell area dell euro la BCE ha completato la valutazione della solidità patrimoniale del sistema bancario, ridotto i tassi ufficiali ai minimi dall avvento dell euro, approvato misure innovative a sostegno del credito e avviato un programma di acquisto di titoli per immettere liquidità nel sistema economico e favorire il deprezzamento del cambio. In tutte le maggiori economie il calo dell inflazione nei mesi finali dell anno è stato accentuato dal crollo del prezzo del greggio, uno sviluppo inatteso che riflette uno squilibrio di domanda e offerta: nonostante il calo di domanda negli anni recenti, la produzione mondiale di petrolio è in aumento dal 2009 con un trend in accelerazione nell ultimo anno grazie al crescente contributo dei produttori statunitensi. Colpiscono la rapidità del movimento e l aspettativa che la moderazione dei prezzi energetici si riveli permanente. Prospettive Nel 2015 si prospetta un contesto macroeconomico ancora moderatamente favorevole alle classi di attività rischiose. L espansione mondiale dovrebbe proseguire a tassi moderati grazie soprattutto al traino dell economia americana, ormai avviata su un sentiero di espansione sostenibile, e all uscita dell area euro dalla recessione. Il calo del prezzo del petrolio dovrebbe dare notevole impulso alla domanda globale, sostenendo i consumi grazie al maggior reddito disponibile delle famiglie e gli investimenti grazie ai minori costi produttivi delle imprese. Economie e mercati continueranno inoltre a beneficiare di condizioni monetarie molto espansive soprattutto nei paesi avanzati. Le basse prospettive inflazionistiche consentiranno infatti ampia flessibilità d azione alle banche centrali nel perseguire i rispettivi obiettivi. Come accaduto nel 2014, le divergenze cicliche tra paesi avanzati si tradurranno in divergenze di politica monetaria. Negli Stati Uniti la normalizzazione dei tassi ufficiali, che la Federal Reserve potrebbe avviare nella seconda metà dell anno, avverrà presumibilmente in modo assai graduale per evitare un indesiderato irrigidimento delle condizioni finanziarie. Nell area dell euro, dove permangono rischi deflattivi in assenza di interventi a sostegno della domanda, a partire dal primo trimestre la Banca Centrale Europea rafforzerà in modo significativo il programma di espansione del bilancio estendendo probabilmente gli acquisti ai titoli governativi. Questo dovrebbe stabilizzare le aspettative di inflazione e gradualmente sostenere l economia reale, migliorando le prospettive di sostenibilità del debito pubblico, che nonostante i progressi fiscali realizzati negli ultimi anni, resta elevato in rapporto al prodotto, soprattutto nei paesi periferici. Infine anche in Giappone la banca centrale continuerà ad espandere a ritmo elevato il proprio bilancio per garantire l uscita dalla deflazione e consentire al governo Abe di perseguire le riforme strutturali necessarie a stimolare la crescita. In questo scenario moderatamente costruttivo sono tuttavia opportune alcune considerazioni di cautela. Il previsto contesto di crescita e inflazione contenute, con tassi di interesse eccezionalmente bassi in prospettiva storica, potrebbe associarsi a rendimenti relativamente contenuti per tutte le maggiori classi di attività finanziaria. Non si possono inoltre ignorare i persistenti rischi al ribasso per la crescita economica nei paesi sia avanzati sia emergenti: all eredità della crisi creditizia si aggiungono altri fattori strutturali che potrebbero deprimere la crescita potenziale delle maggiori economie, quali gli sfavorevoli trend demografici o le crescenti disuguaglianze nella distribuzione dei redditi e della ricchezza. Vanno infine segnalate due potenziali fonti di volatilità per i mercati finanziari nel corso dell anno. La prima riguarda la strategia di comunicazione delle banche centrali per orientare le aspettative degli investitori, specie nel descritto contesto di divergenza delle politiche monetarie tra paesi avanzati. In particolare la prevista normalizzazione dei tassi americani rappresenta un importante cambiamento di prospettiva per gli investitori rispetto allo scenario prevalente negli ultimi anni. Il secondo elemento di incertezza è legato agli sviluppi politici specie in Europa dove in molti paesi si svolgeranno elezioni legislative: queste rappresenteranno un importante test della volontà di perseguire le riforme necessarie a modernizzare l economia e rafforzare le istituzioni comuni di un architettura europea ancora incompleta. OFUNDLUX AMERICAN EQUITY All'inizio dell'anno il comparto ha mantenuto un'esposizione azionaria in linea con il parametro di riferimento. La correzione del mercato, generata dai timori di un rallentamento dei paesi emergenti e da dati economici statunitensi inferiori alle aspettative, è stata sfruttata per incrementare tatticamente il livello di investito privilegiando consumi discrezionali, consumi di base, finanziari e farmaceutici. La violenta rotazione settoriale verificatasi in marzo, che ha penalizzato i titoli appartenenti al comparto biotecnologico e internet, è stata utilizzata per riposizionare il portafoglio e ridurre gradualmente i sottopesi settoriali. Il numero dei titoli in portafoglio è salito al fine di aumentare la diversificazione, privilegiando le società con elevate prospettive di crescita come quelle della biotecnologia e tecnologia. Nel secondo trimestre, in seguito al buon andamento dei listini si è preso profitto su petroliferi, tecnologici e difensivi. Nella seconda parte dell anno il comparto ha mantenuto un leggero sovrappeso concentrato su farmaceutici, tecnologici e consumi discrezionali, a scapito di finanziari, consumi di base, utilities e petroliferi. Alla luce di un quadro economico favorevole e di una positiva dinamica degli utili in dicembre è stata incrementata l esposizione azionaria, rafforzando i principali sovrappesi, relativi a tecnologia, salute, consumi ciclici e industria, e riducendo i sottopesi su energia, materie prime, biotecnologia, internet e social media. 8

11 Relazione del Consiglio di Amministratione (segue) OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,42. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non è stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive All inizio del 2015 sarà mantenuta l attuale allocazione settoriale che privilegia tecnologici, farmaceutici e consumi discrezionali, rispetto a utilities e finanziari. Nel corso del primo trimestre si intende riallineare l esposizione azionaria a quella del benchmark attraverso sia prese di profitto di carattere tattico su singoli titoli, sia una riduzione del peso del settore petrolifero, industriale e dei consumi di base. OFUNDLUX PACIFIC EQUITY Durante il 2014 l esposizione azionaria del comparto è rimasta mediamente su livelli superiori al parametro di riferimento. Le scelte gestionali hanno privilegiato titoli ad elevata capitalizzazione quotati in Cina, Korea, Hong Kong e Taiwan, a fronte di una sottoesposizione a Malesia, Indonesia, Singapore e Filippine. L allocazione settoriale è stata caratterizzata da un sovrappeso su tecnologici, telefonici, industriali, petroliferi e utilities e da un sottopeso su farmaceutici, consumi discrezionali e consumi di base. L andamento dei mercati emergenti è stato particolarmente volatile e divergente: dopo una correzione legata ai timori di un peggioramento della congiuntura e ad una politica monetaria meno espansiva da parte della Federal Reserve, i listini asiatici hanno alternato fasi di recupero a fasi di debolezza dettate dell andamento dei dati macroeconomici cinesi. I rialzi azionari sono stati utilizzati per ridurre i principali sovrappesi e alleggerire alcune posizioni su finanziari, industriali e tecnologici. Il peso di farmaceutici, alimentari, beni di largo consumo, automobilistici e operatori di casinò è stato progressivamente incrementato, al fine di avvicinare la composizione del portafoglio al benchmark. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,95. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive Nel corso del 2015 si intende mantenere un posizionamento favorevole ai mercati di Cina, Taiwan e Korea, ed una maggiore esposizione ai principali titoli del settore tecnologico, telefonico, finanziario e industriale. In linea con gli interventi effettuati nel 2014, il portafoglio sarà ulteriormente ribilanciato, incrementando il peso di farmaceutici, beni di largo consumo, alimentari e consumi discrezionali cinesi, che dovrebbero beneficiare del piano di riforme approvato dal governo per rilanciare la crescita economica. Sarà invece ridotta l esposizione a petroliferi, materie prime e industriali. Il livello di investito complessivo sarà gestito tatticamente, sfruttando eventuali opportunità per colmare alcuni sottopesi geografici su Indonesia, Malesia e Singapore. OFUNDLUX O EQUITY La prima parte dell anno ha visto un buon andamento dei mercati azionari grazie ad un quadro macroeconomico moderatamente positivo ed al supporto da parte della Banca Centrale Europea. Nella secondo semestre, complice una crescita deludente e timori di deflazione, gli indici dell area euro hanno perso terreno registrando nel 2014 un modesto risultato positivo. Il livello di investito del comparto è stato ridotto ad inizio anno, in corrispondenza del rialzo dei mercati, ed è stato gradualmente aumentato nel corso degli ultimi due trimestri nelle fasi di ribasso degli indici, concentrando gli acquisti su singole società legate al ciclo economico. Sotto il profilo geografico la preferenza è andata all Italia; l allocazione settoriale si è caratterizzata per un sovrappeso sui settori industriale e tecnologico. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,83. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive Prospetticamente si intende mantenere l attuale impostazione di portafoglio; eventuali fasi di correzione di mercato saranno sfruttate per incrementare l esposizione azionaria. L attività di gestione sarà focalizzata su un attenta selezione dei titoli. 9

12 Relazione del Consiglio di Amministratione (segue) OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND OFUNDLUX CEDOLA 2017 Il comparto ha mantenuto nel corso dell anno un profilo di rischio caratterizzato da un margine di liquidità contenuto e da una esposizione rilevante ad emissioni finanziarie senior periferiche ed emissioni subordinate. L esposizione all High Yield, pur non essendo l elemento caratterizzante delle scelte allocative, è rimasta vicina alla soglia limite concessa da mandato per buona parte dell anno. Nel corso del primo semestre l ottimizzazione del rendimento a scadenza del portafoglio è stata realizzata abbassando il rating medio del fondo ed allungandone la vita media residua. Le scelte settoriali hanno privilegiato titoli finanziari, in particolare banche periferiche anche su capitale subordinato, perseguendo una strategia di compressione di spread di credito tra banche dei paesi core e quelle periferiche, già evidente su emissioni senior. Il progressivo rafforzamento patrimoniale operato dagli istituti bancari europei, uno sforzo reso evidente nella recente AQR (Asset Quality Review) condotta dalla BCE, ha supportato la preferenza per emissioni di natura finanziaria anche nel corso del secondo semestre. La strategia è stata però diversamente declinata. Sono state privilegiate infatti emissioni senior periferiche ed emissioni subordinate con opzione di rimborso anticipato da parte del emittente (callable) ed elevate probabilità di esercizio dell opzione stessa, una scelta giustificata dalla minore volatilità rispetto agli strumenti di recente emissione e da un contesto normativo di riferimento più tutelante per l investitore. Nel corso del secondo semestre l allargamento dei differenziali di credito è stato colto come opportunità per incrementare in misura marginale anche le posizioni su emissioni High Yield, una scelta che non si è rivelata premiante. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,70. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive In via prospettica si prevede di rivedere il profilo di rischio del fondo, riducendo l esposizione alla classe High Yield nella sua componente di merito di credito più bassa. Compatibilmente con i vincoli legati alla maturità, verrà mantenuta una importante esposizione a subordinati di natura finanziaria, assicurativa e industriale nell intento di trovare un adeguato compromesso tra elevato merito di credito e rendimento, scendendo nel livello di subordinazione della specifica emissione. OFUNDLUX QFUND 97 Nel corso del primo semestre, caratterizzato da un andamento positivo del mercato europeo, il comparto ha mantenuto un esposizione azionaria tra il 15% ed il 19%, coerente con un livello di rischio medio rispetto al modello quantitativo. La percentuale investita in obbligazioni societarie è stata ridotta dal 9% al 6% circa in ragione del forte calo degli spread di credito; la vita media residua dei titoli di stato italiani è stata leggermente allungata, privilegiando emissioni con scadenza compresa tra 6 e 12 mesi. A partire dal mese di luglio, a causa del deterioramento del quadro economico in Europa e delle tensioni geopolitiche in Ucraina, il mercato ha accusato pesanti ribassi, seguiti da rapidi rialzi alimentati dalle aspettative circa nuove politiche monetarie espansive da parte della BCE. Il peso azionario è stato ridotto al 12% nel mese di agosto. Il recupero dei listini ha consentito di riportare l esposizione al 14% a inizio settembre, ma l ulteriore peggioramento della congiuntura e la delusione per le misure adottate dalla Banca Centrale Europea hanno generato una pesante discesa degli indici azionari in ottobre. Al fine di contenere le perdite e ridurre il rischio si è provveduto a portare l investito al 5%. Nel mese di novembre l esposizione azionaria è cresciuta al 9%, in linea con l algoritmo gestionale; tuttavia la nuova fase di avversione al rischio, che ha interessato i mercati in dicembre, ha comportato una nuova riduzione della componente azionaria al 7%. A fine anno il peso azionario è stato riportato al 15%, riallineandolo al modello quantitativo. La performance del comparto è stata negativa, penalizzata dai ripetuti episodi di aumento della volatilità che hanno generato importanti correzioni nel corso dell anno. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,58. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive Il comparto sarà soggetto ad una modifica della politica di gestione a partire dai primi mesi del OFUNDLUX O CASH L'allocazione all'obbligazionario corporate, che all'inizio dell'anno aveva un carattere residuale, ha assunto via via un'importanza maggiore in portafoglio. A partire dal secondo trimestre infatti la componente governativa è stata notevolmente ridotta a favore di quella corporate, costituita per lo più da titoli finanziari a breve scadenza. Ciò si è reso necessario in seguito alla continua compressione degli spread dei titoli governativi ed alla conseguente esigenza di incrementare il rendimento atteso del portafoglio. Complessivamente nell anno il comparto ha registrato una performance positiva; ha infatti beneficiato sia del restringimento dei differenziali di credito, grazie alla maggiore esposizione ai titoli finanziari, sia della riduzione dei tassi a fronte di una duration del portafoglio più elevata rispetto a quella del benchmark. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,23. 10

13 Relazione del Consiglio di Amministratione (segue) OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive Prospetticamente si intende mantenere l attuale allocazione di portafoglio, non si prevede dunque di incrementare ulteriormente l allocazione ai titoli corporate. OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2015 Il comparto ha generato una performance positiva nell arco dell anno grazie al contributo delle principali classi d attivi (obbligazioni corporate e debito emergente), in particolare del corporate Investment Grade. Quest ultimo ha beneficiato dell esposizione ai titoli finanziari (senior) ed industriali. All interno del High Yield, invece, è stato premiante il posizionamento su emittenti industriali (costruzioni e media) e finanziari (società focalizzate sui prestiti al consumo e sui mutui), così come negli emergenti l esposizione a selezionati titoli cinesi e russi. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,64. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive Il comparto sarà soggetto ad una modifica della politica di gestione a partire dai primi mesi del OFUNDLUX QBOND ABSOLUTE RETURN Nel corso del 2014 il comparto ha costantemente privilegiato l esposizione ai governativi italiani ed alle obbligazioni societarie con elevato merito di credito, mentre il peso dei titoli di stato tedeschi e francesi è rimasto su livelli contenuti. Nel corso del primo trimestre, a seguito della discesa di rendimenti e spread, sono state alleggerite le posizioni sui governativi con scadenze medie e lunghe e sul corporate. La vita media residua (duration) del portafoglio, inizialmente pari a 2,8 anni, è scesa a 1,8 anni nel mese di marzo. Nel secondo trimestre tensioni geopolitiche, bassa inflazione e le misure espansive annunciate dalla BCE hanno sostenuto i titoli di stato. La percentuale investita in obbligazioni corporate ad alto rendimento e nel debito dei paesi emergenti è stata ridotta tatticamente. La debolezza del mercato italiano, legata all incertezza per l esito delle elezioni europee, è stata invece sfruttata per incrementare l esposizione sulla parte intermedia e lunga della curva, riportando la duration a 2,7 anni. Nella seconda metà dell anno, caratterizzata da fasi di avversione al rischio e da aspettative di nuovi stimoli monetari da parte della Banca Centrale Europea, i rendimenti sono scesi in modo significativo registrando nuovi minimi storici. Il peso dei titoli di stato a lungo termine è stato abbassato tatticamente e compensato dall esposizione ai titoli con scadenza inferiore ai 5 anni; è stato inoltre mantenuto un sottopeso sul governativo decennale tedesco. La percentuale investita in obbligazioni societarie è diminuita al 20% circa: la leggera riduzione della componente High Yield, è stata parzialmente bilanciata da una maggior esposizione all Investment Grade. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,20 I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive Nel corso del 2015 sarà mantenuta una strategia gestionale favorevole ai titoli di stato italiani e alle obbligazioni societarie del comparto Investment Grade rispetto ai governativi dei paesi core. La duration verrà gestita in modo dinamico. OFUNDLUX DYNAMIC MULTIMANAGER Nel corso dell anno il comparto ha mantenuto un esposizione neutrale rispetto al proprio parametro di riferimento. Nel primo semestre il portafoglio non ha subito modifiche sostanziali alla sua impostazione favorendo fondi azionari globali con provate capacità di generazione di persistente nel tempo. Nel secondo semestre è salito il profilo di rischio del comparto a fronte di una riduzione del peso degli ETF e di una maggiore esposizione a fondi a gestione quantitativa specializzati nella selezione di titoli ad alto dividendo. I fondi selezionati sono bilanciati equamente tra stile value e growth. Il comparto rimane focalizzato sulla selezione di fondi con un orizzonte temporale di mediolungo periodo. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,22. 11

14 Relazione del Consiglio di Amministratione (segue) OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive Non si intende modificare l attuale impostazione di portafoglio con preferenza per i fondi azionari globali. Qualora le condizioni di mercato lo rendano interessante è possibile che si proceda all acquisto di fondi che investono su singoli paesi o specifici settori, mantenendo sempre come criterio di selezione la persistenza della performance nel lungo periodo. OFUNDLUX TR FLEX 5 Nonostante le fasi di aumento della volatilità registrate nel corso dell anno il comparto ha cercato attraverso scelte attive di asset allocation e di selezione attiva dei titoli. All'interno dell allocazione dinamica la sottoesposizione al settore delle materie prime ha prodotto, in relativo, il maggior contributo positivo all andamento del comparto; positivo anche quello derivante dal sovrappeso di titoli americani a larga capitalizzazione e dalla gestione attiva del cambio. Le posizioni in sottopeso del reddito fisso statunitense ed internazionale sono state penalizzanti, così come il ridotto utilizzo della leva. Premiante la selezione dei titoli azionari americani, al contrario di quella effettuata all interno del comparto delle materie prime. Il comparto ha chiuso l anno con un rendimento leggermente negativo. Il comparto TR FLEX5 utilizza l approccio VaR (che rappresenta la massima perdita potenziale con un intervallo di confidenza definito in un dato arco temporale) per calcolare il rischio globale. Su base giornaliera, il VaR calcolato secondo il modello di simulazione storica, intervallo di confidenza 99%, arco temporale di 1 mese e periodo di osservazione di 2 anni, non deve superare il limite regolamentare di 20%. Il Comparto ha fissato un limite interno di 13%. I Livelli di VaR per il 2014 sono i seguenti: Media: 3,75% Massimo: 5,12% in data Minimo 2,90% in data In conformità con le disposizioni del regolatore, il comparto controlla anche il livello dell effetto leva, basandosi sul metodo della somma dei nozionali. Nel corso del 2014 il livello medio della leva calcolata con questa metodologia è stato 6,07. Il calcolo dell effetto leva è completato dal metodo degli impegni ed applicando tecniche di hedging e netting. Nel corso del 2014 il livello medio della leva calcolata con questa metodologia è stato 3,56. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,27. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive Prospetticamente verrà data sempre più importanza all allocazione dinamica del portafoglio con l obiettivo di poter cogliere le migliori opportunità di investimento ma, al tempo stesso, contenere la volatilità. Rimane una preferenza per l azionario soprattutto quello europeo, grazie anche ai cambiamenti strutturali in atto. Pe le azioni americane le attese di rendimento sono più contenute rispetto a quelle dello scorso anno. Coerentemente con l obiettivo di bilanciare i diversi fattori di rischio, si intende mantenere una elevata diversificazione in termini di esposizione alle varie classi di attivo, andando a privilegiare quelle che mostrano un migliore profilo rischiorendimento. OFUNDLUX GLOBAL BOND All inizio del 2014 il comparto ha mantenuto un allocazione caratterizzata da una maggior esposizione alle obbligazioni societarie ad alto rendimento e alle convertibili, mentre gli investimenti sul debito dei paesi emergenti sono rimasti su livelli contenuti. Parte della liquidità è stata utilizzata per incrementare il peso dei titoli governativi europei e globali e delle obbligazioni indicizzate all inflazione; l esposizione valutaria al dollaro è salita al 45%. Nel mese di marzo il comparto ha aumentato in modo significativo l investimento nell obbligazionario emergente denominato in valuta forte, a scapito sia dei titoli Investment Grade sia di quelli convertibili. Fra i governativi è stata aumentata l esposizione alle obbligazioni legate all inflazione (inflation linked), sia globali che dell area euro. Nel secondo trimestre l allocazione di portafoglio non ha subito variazioni significative: è stata mantenuta una maggior esposizione ai titoli corporate, al debito emergente e alle obbligazioni inflation linked, mentre è stato ridotto leggermente il peso dei governativi tedeschi; l esposizione al dollaro è salita al 47% e il peso delle valute emergenti si attestava al 5% circa. Nel terzo trimestre, alla luce della livello estremamente basso raggiunto da rendimenti e spread di credito, sono state ridotte le posizioni di debito corporate e di governativi a lunga scadenza e mantenuta una preferenza per obbligazioni emergenti e inflation linked. L esposizione al dollaro è salita al 50% e quella alle valute emergenti al 6%. Nel quarto trimestre, alla luce della debolezza del comparto High Yield ne è stata 12

15 Relazione del Consiglio di Amministratione (segue) OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND ridotta l esposizione insieme a quella sulle convertibili, a fronte di maggiori investimenti sui governativi periferici e sui corporate Investment Grade europei, beneficiari delle misure espansive della BCE. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,46. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive All inizio del 2015 verrà mantenuta un impostazione di portafoglio favorevole alle obbligazioni societarie ad elevato merito di credito ed ai titoli governativi dei paesi emergenti denominati in valuta forte. Coerentemente con l obiettivo di bilanciare i diversi fattori di rischio, si intende mantenere una elevata diversificazione in termini di esposizione alle varie classi di attivo, andando a privilegiare quelle che mostrano un migliore profilo rischiorendimento. OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2017 Il 2014 è stato un anno estremamente volatile per il mercato delle obbligazioni ad alto rendimento, in particolare il secondo semestre dell anno. Sia l High Yield americano sia quello europeo hanno generato ritorni positivi: l Europa ha sovraperformato gli USA e sono state favorite le scadenze più lunghe. Nella seconda metà dell anno il forte calo del prezzo del petrolio ha penalizzato le obbligazioni ad alto rendimento, soprattutto quelle americane e dei paesi emergenti, maggiormente esposte al settore energetico. In tale contesto il fondo ha generato risultati lievemente positivi, a cui a contribuito in larga misura la posizione in titoli governativi italiani, seguita da quella in corporate europei. Sotto il profilo settoriale è stata premiante l allocazione a telecomunicazioni, del trasporto e utilities. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,90. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive Il comparto continuerà a privilegiare un impostazione della struttura a termine del portafoglio in linea con il mandato di investimento, caratterizzata da una progressiva diminuzione del rischio legato alla duration, selezionando obbligazioni societarie a livello globale. OFUNDLUX FLEXIBLE VOLATILITY Ad inizio anno il comparto, gestito principalmente tramite strategie direzionali in derivati, ha avuto un'esposizione moderata all'azionario con un focus su scelte di allocazione settoriale. Il portafoglio ha mantenuto un posizionamento positivo (lungo) in prevalenza su banche, industriali e materie prime, e in minor misura su media e tecnologici. Le posizioni corte (esposizione netta negativa) invece si sono concentrate su auto e consumi di base. La componente obbligazionaria non ha subito variazioni di rilievo, continuando a privilegiare emissioni governative italiane di breve termine. Nell'ultima parte del semestre, sull'aspettativa di una discesa dei mercati azionari, l'esposizione azionaria è stata azzerata attraverso l'uso di strumenti derivati. Nel secondo semestre è stata incrementata l esposizione all azionario, mantenendo sempre un approccio tattico alla gestione; sono stati privilegiati i settori più difensivi e le società a grande capitalizzazione. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,75. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive Il comparto sarà soggetto ad una modifica della politica di gestione a partire dai primi mesi del OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2015 BT Il 2014 è stato un anno estremamente volatile per il mercato delle obbligazioni ad alto rendimento, in particolare il secondo semestre dell anno. Il portafoglio si mantiene diversificato con 70 emittenti rappresentanti 21 settori. Sono stati sovrappesati i titoli bancari, dei servizi finanziari diversificati e delle telecomunicazioni. Dal punto di vista settoriale, i maggiori contributi positivi al rendimento assoluto del comparto sono ascrivibili al settore healthcare, servizi finanziari diversificati e tecnologici/elettronica. Per contro, il settore bancario, energetico e il metallurgico/ minerario hanno contribuito meno alla performance. 13

16 Relazione del Consiglio di Amministratione (segue) OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND Nella seconda parte dell anno il comparto ha sofferto della debolezza dell High Yield dettata delle vendite generalizzate nel settore energetico, conseguenza della caduta del prezzo del petrolio che ha generato una perdita di fiducia degli investitori nell intera asset class. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,83. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive Il comparto sarà soggetto ad una modifica della politica di gestione a partire dai primi mesi del OFUNDLUX MULTI INCOME F4 Il comparto ha avuto un ritorno positivo ed ha beneficiato soprattutto dell esposizione al rischio di tasso d interesse, a fronte della riduzione dei rendimenti dei governativi europei e americani. Il contributo complessivo delle posizioni in debito corporate è stato positivo poiché l allargamento degli spread creditizi è stato più che compensato dalla riduzione dei rendimenti e dal flusso cedolare. L esposizione al settore energetico americano, fortemente penalizzato dalla caduta verticale del prezzo del greggio, ha avuto un impatto negativo ma parzialmente bilanciato dall esposizione verso emittenti a più elevato merito di credito, in particolare quelli con rating BBB. Anche l allocazione in titoli finanziari europei e debito emergente ha sostenuto la performance. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,24. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive L impostazione complessiva del portafoglio è volta a sfruttare le opportunità presenti all interno delle diverse componenti del mercato obbligazionario cercando al contempo di contenere la volatilità e potenziali drawdown attraverso una gestione attiva e flessibile che comprende anche l uso di derivati. Verrà inoltre mantenuta un ampia diversificazione in termini di classi di attivo e aree geografiche, settori ed emittenti. OFUNDLUX O GOVERNMENT BOND I mercati obbligazionari e del credito nel corso del 2014 sono stati guidati principalmente dall aspettativa dell adozione di misure espansive da parte della Banca Centrale Europea, generata da dati economici deboli e dai rischi derivanti da un prolungato periodo di bassa inflazione. Alla debolezza del contesto macroeconomico, nella seconda metà dell anno si sono aggiunte prima tensioni geopolitiche generate dalle situazione ucraina, successivamente il crollo del prezzo del petrolio e infine rinnovati timori legati alla prossima scadenza elettorale in Grecia. Lo sforzo gestionale è stato volto alla selezione dei fondi che potevano maggiormente beneficiare del contesto favorevole per i titoli obbligazionari governativi dell area euro. Il portafoglio è stato concentrato su un numero relativamente contenuto di fondi ed il comparto è stato mantenuto integralmente investito durante tutto il corso dell anno. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,26. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive In chiave prospettica non si programmano significativi cambiamenti in termini di allocazione. Qualora dovesse configurarsi uno scenario di ripresa economica nell area dell euro si valuterà l opportunità di introdurre in portafoglio fondi meno sensibili al rischio di tasso. OFUNDLUX OPE CORPORATE BOND I mercati obbligazionari e del credito nel corso del 2014 sono stati guidati principalmente dall aspettativa dell adozione di misure espansive da parte della Banca Centrale Europea, generata da dati economici deboli e dai rischi derivanti da un prolungato periodo di bassa inflazione. Alla debolezza del contesto macroeconomico, nella seconda metà dell anno si sono aggiunte prima tensioni geopolitiche generate dalle situazione ucraina, successivamente il crollo del prezzo del petrolio e infine rinnovati timori legati alla prossima scadenza elettorale in Grecia. 14

17 Relazione del Consiglio di Amministratione (segue) OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND Nell arco del 2014 la sicav ha registrato una performance positiva, ma inferiore a quella del benchmark poiché penalizzato nel secondo semestre dalla presenza in portafoglio di un fondo più sensibile all andamento dell High Yield. Nel corso degli ultimi mesi tale fondo è stato sostituito con altri più conservativi. Il portafoglio rimane investito in fondi Investment Grade, mentre la componente High Yield assume solo carattere residuale. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,04. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive Non si intende apportare modifiche sostanziali alla strategia di investimento. Qualora dovesse configurarsi uno scenario di ripresa economica nell area dell euro si valuterà l opportunità di introdurre in portafoglio fondi meno sensibili al rischio di tasso. OFUNDLUX EMERGING MARKET BOND L'inizio d'anno è stato caratterizzato da una certa debolezza dell'obbligazionario emergente a fronte di un aumento di tensioni finanziarie e politiche. La vulnerabilità delle economie di quest'area sia a fattori internazionali, come la riduzione degli stimoli monetari da parte della Fed, che domestici, ha determinato il deprezzamento delle valute in particolare di quelle dei paesi caratterizzati dai più ampi deficit delle partite correnti. Tuttavia l'attuazione tempestiva di politiche monetarie restrittive da parte delle banche centrali di questi paesi ha consentito una stabilizzazione. Si è dunque assistito ad un recupero nell'andamento di questa asset class dalla seconda metà di marzo. Nel secondo semestre il crollo del prezzo del petrolio a determinato una nuova fase di forte indebolimento delle valute emergenti ad esso legate. In questo contesto, il comparto ha beneficiato del trend di rafforzamento del dollaro americano essendo investito esclusivamente in fondi obbligazionari emergenti denominati in valuta forte (hard currency). La composizione del portafoglio durante l anno è stata rivista in varie occasioni, sempre selezionando fondi denominati in hard currency. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,56. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive In chiave prospettica non si programmano significativi cambiamenti in termini di allocazione. OFUNDLUX MULTI INCOME I4 Nel corso del 2014 il comparto ha avuto un posizionamento difensivo: è stata mantenuta in portafoglio una componente di liquidità e di titoli di stato a breve scadenza di elevata qualità che non ha consentito di beneficiare pienamente del trend generalizzato di discesa dei rendimenti. Con riferimento al settore delle obbligazioni societarie il focus è stato sul debito bancario subordinato. La debolezza registrata nel secondo semestre dall High Yield europeo è stata penalizzante, benché abbia offerto alcune opportunità d investimento. In ambito azionario le fasi di correzione dei mercati sono state sfruttate per aumentare l esposizione a questa classe di attivo. In un contesto di bassi tassi di interesse, l attenta selezione di titoli del settore finanziario ha dato un contributo positivo alla performance, mentre l allocazione azionaria ha avuto un impatto sostanzialmente neutrale. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,50. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive L impostazione complessiva del portafoglio è volta a sfruttare le opportunità presenti all interno delle diverse componenti del mercato obbligazionario e azionario: in particolare verrà mantenuta un ampia diversificazione in termini di asset class e aree geografiche, settori ed emittenti selezionati. Sebbene il contesto economico di bassa inflazione e politica monetaria accomodante da parte della BCE risulti favorevole per i mercati obbligazionari riteniamo che in gran parte sia già riflesso nel livello estremamente basso dei rendimenti delle obbligazioni. Vi sono tuttavia ancora opportunità di investimento, in particolar modo nel credito, all interno del quale privilegiamo i subordinati finanziari. Con riferimento alla componente azionaria attenzione sarà posta nella selezione di società favorendo quelle con valutazioni attraenti, buoni margini di profitto, in grado di fornire rendimento e dividendi sostenibili. 15

18 Relazione del Consiglio di Amministratione (segue) OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND OFUNDLUX ALTO RENDIMENTO 2019 Il 2014 è stato un anno estremamente volatile per il mercato delle obbligazioni ad alto rendimento, in particolare il secondo semestre dell anno. Il portafoglio si mantiene diversificato con numerosi emittenti rappresentanti oltre 30 settori. Sono stati sovrappesati i titoli energetici, dei servizi finanziari diversificati e dell heathcare. Dal punto di vista settoriale i maggiori contributi positivi al rendimento assoluto del comparto dal suo lancio sono ascrivibili al settore healthcare, servizi finanziari diversificati e utilities. Per contro, il settore energetico e il metallurgico/ minerario e i servizi di supporto hanno penalizzato la performance. Nella seconda parte dell anno il comparto ha sofferto della debolezza dell High Yield dettata delle vendite generalizzate nel settore energetico, conseguenza della caduta del prezzo del petrolio che ha generato una perdita di fiducia degli investitori nell intera asset class. Al il patrimonio del comparto ammonta ad ,31. I rapporti intrattenuti e le operazioni relative a strumenti finanziari negoziati con le altre società del gruppo bancario Credito Emiliano sono state regolate sulla base delle normali condizioni di mercato. Tra l altro, non é stato effettuato alcun investimento in strumenti finanziari emessi dal gruppo Credito Emiliano. Prospettive Nonostante la recente debolezza, crediamo che i fondamentali del segmento High Yield si mantengano per la maggior parte solidi. I bilanci societari sono in generale stabili, il livello di leva finanziaria è ragionevole e molte società hanno sfruttato il contesto di bassi tassi di interesse per rifinanziarsi a condizioni favorevoli e allungando le scadenze delle emissioni. Il comparto continuerà a privilegiare un impostazione della struttura a termine del portafoglio in linea con il mandato di investimento, caratterizzata da una progressiva diminuzione del rischio legato alla duration, selezionando selezionando emittenti soprattutto statunitensi. Il Consiglio d Amministrazione Lussemburgo, il 10 marzo

19 Relazione della Società di revisione OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND Agli azionisti di OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND Société d'investissement à capital variable 1012, avenue Pasteur L2310 Luxembourg Gran Ducato di Lussemburgo Abbiamo effettuato la revisione del bilancioallegato di OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND (la Società ) e di ciascuno dei suoi comparti, inclusi la situazione del patrimonio, il portafolgio titoli e gli strumenti derivati il 31 dicembre 2014 e le variazioni intervenute nel patrimonio per l esercizio chiuso al 31 dicembre 2014, e degli allegati contenenti un riassunto dei principali metodi contabili ed altre note esplicative al bilancio. Responsabilità del Consiglio di Amministrazione della Società nella redazione e presentazione del bilancio Il Consiglio di Amministrazione della Società è responsabile della redazione e della presentazione corretta del bilancio, conformemente alle disposizioni di legge e regolamentari relative all elaborazione del bilancio, in vigore in Lussemburgo. Nonché del sistema dei controlli interni che esso giudichi necessario per consentire l elaborazione di un bilancio che non presenti anomalie significative che dipendano da frodi o errori. Responsabilità della Società di Revisione La nosta responsabilità consiste nel rilasciare un giudizio su questo bilancio, in base alla revisione da noi effettuata. Abbiamo svolto la nostra revisione in conformità ai principi di revisione internazionali adottati per il Lussemburgo dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier. Questi principi richiedono da parte nostra, di conformarci alle regole dell etica e di pianificare ed eseguire la revisione in modo tale da avere la ragionevole certezza che il bilancio sia esente da anomalie significative. Una revisione implica l applicazione di procedure per raccogliere elementi probatori con riferimento agli importi ed informazioni forniti nel bilancio.la scelta delle procedure dipende dal giudizio del Revisore, così come la valutazione del rischio che il bilancio contenga anomalie significative, che esse risultino da frodi e da errori. Effettuando queste valutazioni del rischio, la Società di Revisione tiene conto del controllo interno in vigore nell entità relativo all elaborazione corretta del bilancio per definire procedure di revisione adeguate in ogni circostanza, e non allo scopo di rilasciare un giudizio sull efficienza del controllo. Una revisione comporta anche la valutazione dell adeguatezza dei metodi contabili utilizzati e delle stime contabili fatte dal Consiglio di Amministrazione della SICAV, così come la valutazione della presentazione d insieme del bilancio. Consideriamo che gli elementi probatori raccolti sono sufficienti ed appropriati per esprimere un opinione. Opinione A nostro avviso, il bilancio fornisce un immagine fedele del patrimonio e della situazione finanziaria di OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND e di ciascuno dei suoi comparti al 31 dicembre 2014, così come del risultato delle sue operazioni e delle variazioni del patrimonio per l esercizio chiuso a questa data, conformemente alle disposizioni di legge e regolamentari relative all elaborazione del bilancio in vigore in Lussemburgo. Altri argomenti Le informazioni supplementari incluse nel rapporto annuale sono state controllate nell ambito del nostro mandato, ma non sono state oggetto di revisioni specifiche, in conformità ai principi di revisione summenzionati. Il giudizio pertanto non si riferisce a tali informazioni. Nel contesto complessivo del bilancio, queste informazioni tuttavia non ci hanno dato motivo per formulare osservazioni. Ernst & Young Société anonyme Cabinet de révision agréé Bernard Lhoest Lussemburgo, il 13 aprile

20 OMOBILIARE INTERNATIONAL FUND 18 Prospetto del patrimonio al 31 dicembre 2014 Attivo Portafoglio titoli al costo ,73 Plusvalenza / (minusvalenza) non realizzata su titoli ,09 Portafoglio titoli al di rivalutazione ,82 Opzioni (posizioni al rialzo) al di rivalutazione ,73 Liquidità disponibile ,47 Vendite non regolate ,31 Sottoscrizioni non regolate ,05 Crediti di imposta al delle ritenute ,93 Altre attività 7.476,90 Attivo su opzioni e swap ,64 Plusvalenza netta non realizzata su contratti a termine su valute ,45 Plusvalenza netta non realizzata su contratti a termine ,10 Plusvalenza netta non realizzata su 'Interest Return Swap, Inflation Linked Swap e Equity Swap' ,63 Interessi e dividendi ad avere ,04 Attivo totale ,07 Passivo Opzioni (posizioni allo scoperto) al di rivalutazione 1.479,72 Scoperti e altri passivi di banca ('margin call') ,04 Ratei passivi ,31 Acquisti non regolati ,16 Riacquisto di azioni del Fondo non regolati ,78 Debiti su opzioni e swap ,01 Commissioni di gestione non regolate ,85 Minusvalenza netta non realizzata su contratti a termine su valute ,65 Minusvalenza netta non realizzata su contratti a termine ,67 Minusvalenza netta non realizzata su 'Interest Return Swap, Inflation Linked Swap e Equity Swap' ,63 Minusvalenza netta non realizzata su 'Credit Default Swap' ,23 Minusvalenza netta non realizzata su 'Total Return Swap' 1.843,86 Commissioni di performance non regolate ,14 Altre passività 732,21 Tasse e spese ,92 Passivo totale ,18 Patrimonio alla fine dell'esercizio ,89 Note Rendiconto finanziario consolidato , , , , , , , , , , , , ,88 717,62 8, , ,42 OFUNDLUX AMERICAN EQUITY , , , , ,77 5, , , , , , , ,11 31, , ,95 OFUNDLUX PACIFIC EQUITY * vedere nota 1 per dettagli.

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Chiara Vita T Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni contrattuali

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

L asset management di Banca Fideuram

L asset management di Banca Fideuram L asset management di Banca Fideuram 1 LA SOCIETA 2 La struttura societaria Banca Fideuram 3 Italia 99.5% Irlanda 100% Lussemburgo 99.94% Fideuram Investimenti SGR Gestioni Patrimoniali Fondi Comuni di

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Le due facce dell investimento

Le due facce dell investimento Schroders Educational Rischio & Rendimento Le due facce dell investimento Per essere buoni investitori non basta essere buoni risparmiatori. La sfida del rendimento è tutta un altra storia. È un cammino

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI capitolo 15-1 POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI OBIETTIVO: EQUILIBRIO (ANCHE SE NEL LUNGO PERIODO) DISAVANZI: IMPLICANO PERDITE DI RISERVE VALUTARIE AVANZI: DANNEGGIANO ALTRI PAESI E CONDUCONO A

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre 2012 1 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager FONTEDIR Selezione Gestori Finanziari Monica Basso Milano, luglio 2007 Institutional Sales Manager Agenda Struttura e esperienza del mercato dei Fondi pensione Filosofia e Processo di investimento Sistema

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Il nostro processo d investimento

Il nostro processo d investimento Il nostro processo d investimento www.moneyfarm.com Sommario Le convinzioni alla base della nostra strategia d investimento 2 Asset Allocation 3 La scelta di strumenti a basso costo gestionale 3 L approccio

Dettagli

UBS CIO Monthly Letter

UBS CIO Monthly Letter ab CIO WM Ottobre 2012 UBS CIO Monthly Letter I banchieri centrali vestono il mantello dei supereroi Alexander S. Friedman CIO UBS WM Quando ero piccolo, mi piaceva guardare film come Superman. Oggi quei

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris Uno Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Lungavita) Iris PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. **** Comunicazione periodica agli iscritti

Dettagli