FONDI ALLEANZA. S.G.R.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE AL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FONDI ALLEANZA. S.G.R.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE AL 30.06.2011"

Transcript

1 FONDI ALLEANZA S.G.R.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE AL

2

3 Fondo Alto Azionario FONDI ALLEANZA S.G.R.p.A. Fondo Alto America Azionario Fondo Alto Pacifico Azionario Fondo Alto Internazionale Azionario Fondo Alto Bilanciato RELAZIONE SEMESTRALE AL Fondo Alto Obbligazionario Fondo Alto Internazionale Obbligazionario Fondo Alto Monetario

4 PREFAZIONE Il presente fascicolo riguarda le ralazioni semestrali al 30 giugno 2011 dei Fondi promossi da Fondi Alleanza S.G.R.p.A. e gestiti da BG S.G.R. S.p.A. ed è redatto in conformità alle istruzioni dell Organo di Vigilanza. Esso è costituito da due sezioni: nella prima sezione viene riportata la relazione del Consiglio di Amministrazione - parte comune. nella seconda sezione sono riportate per singolo Fondo la relazione del Consiglio di Amministrazione - parte specifica - contenente le informazioni sulla gestione richieste dalle vigenti disposizioni di vigilanza ed i prospetti contabili dei seguenti fondi: Fondo Alto Azionario Fondo Alto America Azionario Fondo Alto Pacifico Azionario Fondo Alto Internazionale Azionario Fondo Alto Bilanciato Fondo Alto Obbligazionario Fondo Alto Internazionale Obbligazionario Fondo Alto Monetario 2

5 INDICE Notizie sulla Società Promotrice, sulle Società di Gestione, sulla Banca Depositaria e sulla Società di Revisione pag. 4 Sezione Prima: Relazione del Consiglio di amministrazione - parte comune pag. 7 Sezione seconda: Relazione del Consiglio di amministrazione - parte specifica e situazioni patrimoniali e reddituali dei Fondi gestiti pag. 23 Fondo Alto Azionario pag. 25 Fondo Alto America Azionario pag. 31 Fondo Alto Pacifico Azionario pag. 37 Fondo Alto Internazionale Azionario pag. 43 Fondo Alto Bilanciato pag. 49 Fondo Alto Obbligazionario pag. 55 Fondo Alto Internazionale Obbligazionario pag. 61 Fondo Alto Monetario pag. 67 3

6 LA SOCIETA PROMOTRICE: Fondi Alleanza S.G.R.p.A. CAPITALE SOCIALE: Euro Il capitale sociale è interamente posseduto da Alleanza Toro S.p.A. Gruppo Generali. CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE: Sandro Panizza Maurizio Basso Mario Andrea Beccaria Andrea Simoncelli Luca Passoni Luigi Rizzuti Gianluca Sanmartino Massimo De Felice Presidente e Amministratore Delegato Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere COLLEGIO SINDACALE: Nicoletta Dolfin Angelo Venchiarutti Graziano Gianmichele Visentin Presidente Sindaco effettivo Sindaco effettivo 4

7 LA SOCIETA DI GESTIONE: BG SGR S.p.A. CAPITALE SOCIALE: Euro Il capitale sociale è interamente posseduto da Banca Generali S.p.A. CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE: GianLuigi Costanzo Marco Bernardi Antonio Spallanzani Presidente Consigliere Consigliere DIREZIONE: Mario Andrea Beccaria Direttore Generale COLLEGIO SINDACALE: Alessandro Gambi Maurizio Dattilo Andrea Mariani Corrado Giammattei Luca Camerini Presidente Sindaco effettivo Sindaco effettivo Sindaco supplente Sindaco supplente SOCIETA DI REVISIONE: PricewaterhouseCoopers S.p.A. BANCA DEPOSITARIA: State Street Bank S.p.A. 5

8

9 FONDI ALLEANZA S.G.R.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE AL SEZIONE PRIMA RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PARTE COMUNE Società Promotrice: Fondi Alleanza S.G.R.p.A. Società di Gestione: BG S.G.R. S.p.A. Banca Depositaria: State Street Bank S.p.A. 7

10

11 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE - PARTE COMUNE Nel primo semestre 2011, i mercati finanziari hanno avuto un andamento incerto e debole. Le Borse, salite inizialmente grazie a dati congiunturali in rafforzamento e solidi risultati societari, si sono successivamente indebolite a causa del succedersi di fattori esogeni prima (disordini politico-sociali nell area nordafricana e mediorientale, il terremoto in Giappone) e di un peggioramento delle aspettative sulla congiuntura globale a partire da Aprile. In Europa, la crisi del debito sovrano ha continuato ad esercitare pressioni sui mercati finanziari: Portogallo, Grecia e Spagna si sono visti abbassare il rating a più riprese causando un allargamento dei differenziali di interesse. A Giugno le tensioni hanno raggiunto il culmine con epicentro la Grecia: solo negli ultimi giorni del mese sono affiorati segnali più positivi sul fronte sia della crisi greca con l approvazione di una nuovo pacchetto fiscale restrittivo ed il conseguente sblocco della quinta tranche del prestito degli organismi internazionali - sia del quadro di crescita. Dal punto di vista macroeconomico, la crescita globale ha toccato un picco nel primo trimestre, grazie anche all ulteriore espansione del commercio internazionale. Successivamente l attività economica si è indebolita a causa delle conseguenze sulla catena dell offerta, seguito al terremoto di metà Marzo in Giappone, e del forte rialzo del prezzo del petrolio nei primi mesi dell anno, che ha ridotto il potere d acquisto dei consumatori. Nell Area Euro, si sono moltiplicati i segnali di un rafforzamento della domanda interna pur in presenza di politiche economiche più restrittive che in passato. Sul fronte societario, sia i risultati del primo trimestre 2011 sia gli annunci delle società circa l evoluzione di utili e fatturato nel corso del 2011 hanno continuato ad offrire un quadro di solidità. In questo contesto, i mercati azionari hanno registrato total return nulli o negativi. L indice MSCI World in euro è sceso del -4,7%, lo S&P500 del -4%, il Topix del -12,4%. In Europa, l indice di riferimento dell intera area (DJ Stoxx 600) ha segnato un ribasso del -1,5%, mentre l indice di riferimento dell Area Euro (DJ Euro Stoxx) è salito del +1,5% e il FTSE Mib italiano è rimasto invariato. Parte dei risultati negativi sono tuttavia da attribuire al rafforzamento dell Euro nei confronti di tutte le valute: in particolare il cambio contro il Dollaro è passato a 1,45 da 1,34 di fine I mercati obbligazionari sono stati dominati dalle aspettative di crescita. Conseguentemente, i rendimenti a lunga dei mercati di riferimento (Germania e USA) sono saliti nel primo trimestre, sono poi progressivamente calati fino a toccare a fine semestre i livelli di inizio anno (3,03% il decennale in euro) o di poco inferiori (3,16% il decennale in dollari). Nell Area Euro, le vicende relative alla crisi del debito sovrano hanno continuato ad incidere in maniera altalenante sui rendimenti obbligazionari dei paesi considerati a rischio di default, in alcuni casi (Grecia, Portogallo, Irlanda) allargando gli spread ai livelli massimi da quando esiste l Unione Monetaria. Sui mercati valutari, l indebolimento progressivo del dollaro ha rispecchiato la divergenza tra gli orientamenti di politica monetaria della FED (ancora espansivo) e della BCE (più restrittivo). Il cambio dell euro, che a inizio anno era intorno a 1,33 contro dollaro, ha toccato un massimo poco sotto 1,5 a fine Aprile, per poi oscillare in un ampia fascia (1,40-1,50) in seguito al progressivo acuirsi della crisi del debito sovrano nell Area Euro. Il cambio dollaro/yen ha oscillato in un fascia compresa tra 79 e 85,5 e ha chiuso il periodo a 80,5. Anche le quotazioni delle materie prime hanno riflesso le aspettative di crescita globale, salendo fino all inizio di Maggio e poi seguendo un sentiero di ribassi, differenziati a seconda dei prodotti e in alcuni casi consistenti. Prospettive Le previsioni dei principali organismi internazionali per i prossimi mesi continuano ad evidenziare la tenuta del contesto di crescita, seppure su ritmi inferiori a quelli registrati nel primo semestre. Tuttavia il permanere di elevati rischi geopolitici e le incertezze collegate a possibili soluzioni della crisi del debito sovrano potrebbero condurre ad un elevata volatilità sui comparti sia azionari sia obbligazionari. Fondi Alleanza S.G.R.p.A. Il Presidente e Amministratore Delegato Dott. Sandro PANIZZA BG S.G.R. S.p.A. Il Direttore Generale Dott. Mario Andrea BECCARIA 9

12 10 ITALIA - RENDIMENTI A 3 MESI E A 10 ANNI

13 11 STATI UNITI GIAPPONE R EGN O UNITO GERMANIA RENDIMENTI A 3 MESI A 10 ANNI

14 12 ITALIA- USA (DIFFERENZIALE RENDIMENTI 10 ANNI)

15 ITALIA- GERMANIA (DIFFERENZIALE RENDIMENTI 10 ANNI) 13

16 14 FRANCIA SPAGNA ITALIA GERMANIA GRAFICI SULL ANDAMENTO DELLE BORSE

17 15 GIAPPONE HONG KONG STATII UNITII REGNO UNITO GRAFICI SULL ANDAMENTO DELLE BORSE

18 16 MESSICO INDIA CILE TURCHIA GRAFICI SULL ANDAMENTO DELLE BORSE

19 17 MALESIA THAILANDIA INDONESIA A SINGAPO ORE E GRAFICI SULL ANDAMENTO DELLE BORSE

20 VARIAZIONI degli INDICI di BORSA nel periodo 31/12/10-30/06/11 31/12/ /06/2011 USA 5,01% (S&PCOMP) USA 7,23% (DJINDUS) USA 4,55% (NASDAQ) UK 0,78% (FTSE100) GERMANIA 6,68% (DAX30) FRANCIA 4,73% (DS TOTAL MKT) SPAGNA 4,59% (MADRID SE GEN.) ITALIA -0,87% (COMIT) GIAPPONE -4,04% (NIKKEI) HONG KONG -2,77% (HANG SENG) MALESIA 3,96% (KUALA LUMPUR) THAILANDIA 0,84% (BANGKOK S.E.T.) SINGAPORE -2,18% (STRAITS TIMES) GRECIA -9,54% (S.E. General) ISRAELE -9,23% (Tase Mishtanim) TURCHIA -3,35% (S.E National) INDIA -8,16% (BSE National) INDONESIA 5,00% (Jakarta Comp.) BRASILE -9,96% (Bovespa) ARGENTINA -4,62% (Merval) CILE -1,47% (IGPA General) MESSICO -5,17% (Mexico IPC) VARIAZIONI dell' EURO rispetto alle PRINCIPALI VALUTE nel periodo 31/12/10-30/06/11 31/12/ /06/2011 USA 8,07% (Dollaro USA) CANADA 4,97% (Dollaro Canadese) GIAPPONE 7,61% (Yen Giapponese) AUSTRALIA 3,47% (Dollaro Australiano) HONG KONG 8,18% (Dollari Honk Kong) SINGAPORE 3,56% (Dollari Singapore) NUOVA ZELANDA 2,22% (Dollari Neozelandesi) GRAN BRETAGNA 5,39% (Sterlina Inglese) SVIZZERA -2,37% (Franco Svizzero) 18

21 VARIAZIONI in % degli INDICI SETTORIALI e dell'indice GENERALE (FTSEMIB) della BORSA ITALIANA 12/31/10 06/30/11 VARIAZ: % FTSE Italia All-Share Industrials Index ,76% FTSE Italia All-Share Food & Beverage Index ,73% FTSE Italia All-Share Automobiles & Parts Index ,27% FTSE Italia All-Share Chemicals Index ,31% FTSE Italia All-Share Construction & Materials Index ,63% FTSE Italia All-Share Electronic & Electrical Equipment Index ,04% FTSE Italia All-Share Oil & Gas Index ,09% FTSE Italia All-Share Personal & Household Goods Index ,02% FTSE Italia All-Share Consumer Services Index ,96% FTSE Italia All-Share Retail Index ,76% FTSE Italia All-Share Media Index ,86% FTSE Italia All-Share Utilities Index ,48% FTSE Italia All-Share Travel & Leisure Index ,68% FTSE Italia All-Share Financials Index ,73% FTSE Italia All-Share Insurance Index ,32% FTSE Italia All-Share Banks Index ,39% FTSE Italia All-Share Real Estate Index ,37% FTSE Italia All-Share Financial Services Index ,44% FTSE Italia All-Share Index ,11% FTSE Italia MIB Index ,07% BUONI ORDINARI del TESORO RENDIMENTO LORDO d'asta DATA 3m 6m 12m 11 gennaio ,07 26 gennaio ,43-10 febbraio ,86 23 febbraio , marzo ,038-2,10 28 marzo , aprile ,98 26 aprile , maggio ,11 26 maggio , giugno ,15 27 giugno ,00-19

22 4.00 C UR V E DE I R E NDIME NT I (ta ssi sw a p) zero curve 31/12/09 zero curve 31/12/10 zero curve 30/06/ M 6M 1Y 2Y 3Y 4Y 5Y 7Y 10Y 20

23 FONDI ALLEANZA S.G.R.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE AL SEZIONE SECONDA Società Promotrice: Fondi Alleanza S.G.R.p.A. Società di Gestione: BG S.G.R. S.p.A. Banca Depositaria: State Street Bank S.p.A. 21

24

25 FONDI ALLEANZA S.G.R.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE AL PARTE SPECIFICA Società Promotrice: Fondi Alleanza S.G.R.p.A. Società di Gestione: BG S.G.R. S.p.A. Banca Depositaria: State Street Bank S.p.A. 23

26

27 FONDI ALLEANZA S.G.R.p.A. ALTO AZIONARIO ALTO AZIONARIO SITUAZIONE SEMESTRALE AL Società Promotrice: Fondi Alleanza S.G.R.p.A. Società di Gestione: BG S.G.R. S.p.A. Banca Depositaria: State Street Bank S.p.A. 25

28 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PARTE SPECIFICA Signori Partecipanti, il fondo Alto Azionario durante il primo semestre 2011 ha mantenuto un esposizione azionaria compresa tra il 90% ed il 100% dell attivo. Nella fase iniziale dell anno sono state incrementate le posizioni nei finanziari, negli energetici e nelle telecomunicazioni (aree con maggiori potenzialità di rivalutazione dato il trend atteso degli utili), riducendo l esposizione a consumi discrezionali, industriali e materiali (i settori più performanti del 2010, che presentavano spazi modesti di rivalutazione). La rapidità dei movimenti dei mercati, che ha generato nel primo bimestre consistenti divergenze nelle performance settoriali (con rialzi consistenti di finanziari, energetici e tecnologici a fronte di performance negative di consumi di base, auto e materie prime), ha indotto nel secondo bimestre a un parziale riequilibrio nell allocazione settoriale, pur mantenendo la struttura impostata a inizio anno: sovrappesi negli energetici, materiali (chimici e costruzioni) e telecomunicazioni, sottopesi nei consumi discrezionali e nelle utilities, neutralità nei finanziari. Nel terzo bimestre lo spostamento dell attenzione sulla sostenibilità delle stime di utile per l anno in corso ha indotto ad aumentare le posizioni nei materiali, nei consumi di base, nelle telecom e negli industriali. Sul finire del periodo sono state progressivamente incrementate le posizioni nel settore finanziario che, in seguito alla correzione ed alla sottoperformance presenta valutazioni sostenibili anche in seguito alle recenti ricapitalizzazioni. Nel primo semestre il fondo ha generato un risultato positivo (1,42%), inferiore al benchmark di riferimento (2,99%). Il fondo ha utilizzato i derivati a scopo di copertura e di investimento entro i limiti consentiti dal regolamento. Nel corso del 2011 non sono state effettuate operazioni di adesione a collocamenti effettuati da sogetti del Gruppo di appartenenza. EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE Il fondo inizia il secondo semestre 2011 con una struttura caratterizzata da sovrappeso nei materiali, in particolare chimici e materiali per costruzioni, negli industriali, nei consumi di base e, marginalmente, in telecom, energetici e finanziari. Vengono sottopesati utilities e consumi discrezionali. Nel periodo l attenzione si focalizzerà sulla sostenibilità dei margini, che saranno condizionati dall aumento delle materie prime della fase iniziale dell anno, da primi segnali di rallentamento dell economia europea e dall inizio di una fase rialzista dei tassi di interesse. La raccolta netta del fondo Alto Azionario è risultata nel semestre negativa per 7,10 milioni di euro ed il patrimonio gestito è passato da 105,70 a 100,17 milioni di euro. Il valore della quota al 30 giugno 2011 è risultato pari a 14,711 euro, avendo registrato nel semestre una rivalutazione al netto delle imposte pari allo 1,42%. Fondi Alleanza S.G.R.p.A. Il Presidente e Amministratore Delegato Dott. Sandro PANIZZA BG S.G.R. S.p.A. Il Direttore Generale Dott. Mario Andrea BECCARIA 26

29 RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO ALTO AZIONARIO AL 30/06/2011 SITUAZIONE PATRIMONIALE ATTIVITÀ Valore complessivo Situazione al Situazione a fine 30/06/2011 esercizio precedente In percentuale del totale attività Valore complessivo In percentuale del totale attività A. STRUMENTI FINANZIARI QUOTATI , ,0 A1. Titoli di debito A1.1 titoli di Stato A1.2 altri A2. Titoli di capitale , ,0 A3. Parti di OICR B. STRUMENTI FINANZIARI NON QUOTATI B1. Titoli di debito B2. Titoli di capitale B3. Parti di OICR C. STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI C1. Margini presso organismi di compensazione e garanzia C2. Opzioni, premi o altri strumenti finanziari derivati quotati C3. Opzioni, premi o altri strumenti finanziari derivati non quotati D. DEPOSITI BANCARI D1. A vista D2. Altri E. PRONTI CONTRO TERMINE ATTIVI E OPERAZIONI ASSIMILATE F. POSIZIONE NETTA LIQUIDITÀ , ,6 F1. Liquidità disponibile , ,6 F2. Liquidità da ricevere per operazioni da regolare F3. Liquidità impegnata per operazioni da regolare G. ALTRE ATTIVITÀ , ,4 G1. Ratei attivi ,0 512 G2. Risparmio di imposta ,4 G3. Altre ,0 TOTALE ATTIVITÀ , ,0 27

30 RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO ALTO AZIONARIO AL 30/06/2011 SITUAZIONE PATRIMONIALE PASSIVITÀ E NETTO , ,001 Situazione al Situazione a fine 30/06/2011 esercizio precedente Valore complessivo Valore complessivo H. FINANZIAMENTI RICEVUTI I. PRONTI CONTRO TERMINE PASSIVI E OPERAZIONI ASSIMILATE L. STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI L1. Opzioni, premi o altri strumenti finanziari derivati quotati L2. Opzioni, premi o altri strumenti finanziari derivati non quotati M. DEBITI VERSO I PARTECIPANTI M1. Rimborsi richiesti e non regolati M2. Proventi da distribuire M3. Altri N. ALTRE PASSIVITÀ N1. Provvigioni ed oneri maturati e non liquidati N2. Debiti di imposta N3. Altre TOTALE PASSIVITÀ VALORE COMPLESSIVO NETTO DEL FONDO Numero delle quote in circolazione , ,732 Valore unitario delle quote 14,711 14,505 MOVIMENTI DELLE QUOTE NELL ESERCIZIO Movimenti delle quote nel periodo Quote emesse ,408 Quote rimborsate ,038 28

31 RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO ALTO AZIONARIO AL 30/06/2011 ELENCO STRUMENTI FINANZIARI Descrizione strumenti finanziari Quantità Prezzo Cambio Controvalore % su Totale attività. TOTAL , , , ,5 BAYER AG , , , ,0 THYSSEN KRUPP , , , ,7 SIEMENS , , , ,7 AXA SA , , , ,7 BASF SE , , , ,7 TELEFONICA , , , ,6 DEUTSCHE BANK , , , ,5 E.ON AG , , , ,5 SOCIETE GENERALE , , , ,4 ALLIANZ , , , ,4 SANOFI-AVENTIS , , , ,1 UNILEVER NV-CVA , , , ,0 BNP PARIBAS , , , ,8 DAIMLER AG , , , ,7 ARCELORMITTAL , , , ,6 DEUTSCHE TELEKOM , , , ,5 SAINT GOBAIN , , , ,5 SCHNEIDER ELECTRIC , , , ,5 DANONE , , , ,5 MEDIOBANCA , , , ,5 ING GROEP , , , ,4 AKZO NOBEL , , , ,4 PHILIPS ELECTRONICS , , , ,4 UNICREDIT SPA , , , ,3 VINCI SA , , , ,3 GDF SUEZ , , , ,2 ANHEUSER-BUSCH INBEV NV , , , ,2 KPN KON , , , ,1 AIR LIQUIDE , , , ,1 RWE AG , , , ,0 PPR 8.400, , , ,0 SAP AG , , , ,0 FRANCE TELECOM , , , ,0 ENI , , , ,0 MUENCHENER RUECKVERS 9.000, , , ,9 INTESA SANPAOLO , , , ,9 LAFARGE , , , ,9 KONINKLIJKE AHOLD NV , , , ,9 PIRELLI & C , , , ,9 TECHNIP SA , , , ,8 LVMH 6.600, , , ,8 LANXESS , , , ,8 RENAULT , , , ,8 MAN SE 8.700, , , ,8 REPSOL , , , ,8 ALSTOM , , , ,8 SAIPEM , , , ,8 CRH PLC , , , ,8 EUTELSAT COMMUNINICATIONS , , , ,8 HENKEL KGAA PREF , , , ,7 INDITEX , , , ,7 29

32 RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO ALTO AZIONARIO AL 30/06/2011 ELENCO STRUMENTI FINANZIARI Descrizione strumenti finanziari Quantità Prezzo Cambio Controvalore % su Totale attività. KONINKLIJKE DSM NV , , , ,7 ARKEMA , , , ,7 TENARIS SA , , , ,7 HEIDELBERGCEMENT AG , , , ,7 PERNOD-RICARD SA , , , ,7 COMMERZBANK , , , ,7 KLOECKNER & CO SE , , , ,7 METRO , , , ,7 ZODIAC AEROSPACE , , , ,6 FRESENIUS MEDICAL CARE AG & CO , , , ,6 L`OREAL 6.300, , , ,6 PSA PEUGEOT CITROEN SA , , , ,6 LINDE AG 4.600, , , ,6 ALCATEL-LUCENT , , , ,5 EDENRED , , , ,5 INFINEON TECHNOLOGIES AG , , , ,5 VALEO , , , ,5 LUFTHANSA , , , ,5 30

33 FONDI ALLEANZA S.G.R.p.A. ALTO AMERICA AZIONARIO ALTO AMERICA AZIONARIO SITUAZIONE SEMESTRALE AL Società Promotrice: Fondi Alleanza S.G.R.p.A. Società di Gestione: BG S.G.R. S.p.A. Banca Depositaria: State Street Bank S.p.A. 31

34 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PARTE SPECIFICA Signori Partecipanti, Alto America Azionario durante il primo semestre 2011 ha variato l esposizione azionaria fra il 100% di inizio anno e l 85% di fine periodo. Il fondo ha mantenuto un impostazione ciclica con sovrappesi sui comparti industriali e tecnologia. L esposizione all area finanziaria, in particolare banche, è aumentata nel corso del trimestre a discapito dei servizi di pubblica utilità i cui investimenti sono stati azzerati. L esposizione valutaria è passata dall 80% circa al 100% a fine semestre. Nel primo semestre del 2011 il Fondo ha generato un risultato del -3,84% inferiore rispetto al proprio benchmark (-3,08%). La sottoperformance è da attribuire alla selezione dei titoli nei comparti materie di base e consumi non ciclici. Il Fondo ha utilizzato i derivati a scopo di copertura e di investimento entro i limiti consentiti dal regolamento del Fondo. Nel corso del 2011 non sono state effettuate operazioni di adesione a collocamenti effettuati da soggetti del Gruppo di appartenenza. EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE Il fondo inizia il secondo semestre 2011 continuando a mantenere una impostazione ciclica. A breve l attenzione sarà rivolta all andamento dei dati macroeconomici, in attesa di un rimbalzo degli indici di confidenza previsto dai maggiori macroeconomisti internazionali. In particolare l interesse sarà rivolto ai dati di disoccupazione e al mercato immobiliare. Da metà luglio importanti informazioni arriveranno anche dalla pubblicazione dei dati trimestrali. La raccolta netta del fondo Alto America Azionario è risultata nel semestre negativa per 1,16 milioni di euro ed il patrimonio gestito è passato da 77,65 a 73,57 milioni di euro. Il valore della quota al 30 giugno 2011 è risultato pari a 4,536 euro, avendo registrato nel semestre una svalutazione al netto delle imposte pari allo 3,84%. Fondi Alleanza S.G.R.p.A. Il Presidente e Amministratore Delegato Dott. Sandro PANIZZA BG S.G.R. S.p.A. Il Direttore Generale Dott. Mario Andrea BECCARIA 32

35 RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO ALTO AMERICA AZIONARIO AL 30/06/2011 SITUAZIONE PATRIMONIALE ATTIVITÀ Valore complessivo Situazione al Situazione a fine 30/06/2011 esercizio precedente In percentuale del totale attività Valore complessivo In percentuale del totale attività A. STRUMENTI FINANZIARI QUOTATI , ,0 A1. Titoli di debito , ,9 A1.1 titoli di Stato , ,9 A1.2 altri A2. Titoli di capitale , ,4 A3. Parti di OICR , ,7 B. STRUMENTI FINANZIARI NON QUOTATI B1. Titoli di debito B2. Titoli di capitale B3. Parti di OICR C. STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI C1. Margini presso organismi di compensazione e garanzia C2. Opzioni, premi o altri strumenti finanziari derivati quotati C3. Opzioni, premi o altri strumenti finanziari derivati non quotati D. DEPOSITI BANCARI D1. A vista D2. Altri E. PRONTI CONTRO TERMINE ATTIVI E OPERAZIONI ASSIMILATE F. POSIZIONE NETTA LIQUIDITÀ , ,8 F1. Liquidità disponibile , ,5 F2. Liquidità da ricevere per operazioni da regolare ,1 F3. Liquidità impegnata per operazioni da regolare , ,8 G. ALTRE ATTIVITÀ , ,2 G1. Ratei attivi , ,1 G2. Risparmio di imposta ,6 G3. Altre , ,1 TOTALE ATTIVITÀ , ,0 33

36 RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO ALTO AMERICA AZIONARIO AL 30/06/2011 SITUAZIONE PATRIMONIALE PASSIVITÀ E NETTO , ,001 Situazione al Situazione a fine 30/06/2011 esercizio precedente Valore complessivo Valore complessivo H. FINANZIAMENTI RICEVUTI I. PRONTI CONTRO TERMINE PASSIVI E OPERAZIONI ASSIMILATE L. STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI L1. Opzioni, premi o altri strumenti finanziari derivati quotati L2. Opzioni, premi o altri strumenti finanziari derivati non quotati M. DEBITI VERSO I PARTECIPANTI M1. Rimborsi richiesti e non regolati M2. Proventi da distribuire M3. Altri N. ALTRE PASSIVITÀ N1. Provvigioni ed oneri maturati e non liquidati N2. Debiti di imposta N3. Altre TOTALE PASSIVITÀ VALORE COMPLESSIVO NETTO DEL FONDO Numero delle quote in circolazione , ,138 Valore unitario delle quote 4,536 4,717 MOVIMENTI DELLE QUOTE NELL ESERCIZIO Movimenti delle quote nel periodo Quote emesse ,843 Quote rimborsate ,109 34

37 RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO ALTO AMERICA AZIONARIO AL 30/06/2011 ELENCO STRUMENTI FINANZIARI Descrizione strumenti finanziari Quantità Prezzo Cambio Controvalore % su Totale attività. US TREASURY 10/ % , , , ,9 APPLE INC 9.497, , , ,0 ORACLE CORP , , , ,6 CHEVRON CORP , , , ,0 UNITED TECHNOLOGIES , , , ,0 CATERPILLAR INC , , , ,9 COVIDIEN PLC , , , ,8 EXXON , , , ,8 PEPSICO , , , ,8 TYCO INTERNATIONAL LTD , , , ,7 QUALCOMM INC , , , ,6 IBM CORP , , , ,6 SUNOCO INC , , , ,6 MOSAIC CO/THE-WI , , , ,6 DEERE & CO , , , ,5 EL PASO CORPORATION , , , ,4 PHILIP MORRIS INTERNATIONAL , , , ,4 US BANCORP , , , ,3 PNC FINL SERVICES GROUP , , , ,3 DU PONT , , , ,3 PROCTER & GAMBLE , , , ,3 AT&T INC , , , ,3 DISCOVER FINANCIAL SERVICES , , , ,3 COMCAST CORP CL A , , , ,3 AGRIUM INC , , , ,2 JP MORGAN CHASE & CO , , , ,2 PFIZER , , , ,2 CSX CORP , , , ,1 CBS CORP CL B , , , ,1 VERIZON COMMUNICATIO , , , ,0 WELLS FARGO , , , ,0 MGM MIRAGE , , , ,0 MACY S INC , , , ,0 WAL-MART STORES , , , ,0 CONOCOPHILLIPS , , , ,0 CITIGROUP INC , , , ,9 COGNIZANT TECH SOLUTIONS CRP , , , ,9 MERCK & CO. INC , , , ,9 SCHLUMBERGER LTD , , , ,9 DIRECTV GROUP INC/THE , , , ,9 HESS CORP , , , ,9 EMERSON ELECTRIC CO , , , ,9 UNITEDHEALTH GROUP , , , ,8 DOW CHEMICAL , , , ,8 EMC CORP/MASS , , , ,7 GOOGLE INC CLASSE A 1.563, , , ,7 OCCIDENTAL PETROLEUM CORP 7.500, , , ,7 JOHNSON & JOHNSON , , , ,7 AMAZON.COM 3.575, , , ,7 CIGNA CORP , , , ,7 INTEL , , , ,7 CB RICHARD ELLIS GROUP INC-A , , , ,6 35

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia 30 settembre 203 4 ottobre 203 Telecom Italia e il mercato italiano Prezzo Chiusura Volumi medi giornalieri Capitalizzazione** da

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Conoscere la Borsa promuove gli investimenti sostenibili

Conoscere la Borsa promuove gli investimenti sostenibili Valutazione finale 14 dicembre 21 Conoscere la Borsa promuove gli investimenti sostenibili Ance quest anno Conoscere la Borsa a dato a molti giovani europei la possibilitá di confrontarsi con il mercato

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Il nuovo Regolamento Intermediari n. 16190/2007 emanato dalla Consob ed il Regolamento congiunto del 29 ottobre 2007 emanato da Banca

Dettagli

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Linea Investimento NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Contratto di Assicurazione caso morte a vita intera a premio unico Il presente Fascicolo Informativo contenente: Scheda Sintetica, Nota Informativa,

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE GENNAIO 2015

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE GENNAIO 2015 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE GENNAIO 2015 CODICE DOCUMENTO REG044/I/BIM (Allegato 1) SOCIETA BANCA INTERMOBILIARE

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto Roma, 26 giugno 2013 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto nell anno 2013

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto nell anno 2013 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto nell anno 2013 Roma, 26 giugno 2014 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

UBS CIO Monthly Letter

UBS CIO Monthly Letter ab CIO WM Ottobre 2012 UBS CIO Monthly Letter I banchieri centrali vestono il mantello dei supereroi Alexander S. Friedman CIO UBS WM Quando ero piccolo, mi piaceva guardare film come Superman. Oggi quei

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager FONTEDIR Selezione Gestori Finanziari Monica Basso Milano, luglio 2007 Institutional Sales Manager Agenda Struttura e esperienza del mercato dei Fondi pensione Filosofia e Processo di investimento Sistema

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Key English Test for Schools. Informazioni per i candidati

Key English Test for Schools. Informazioni per i candidati Key English Test for Schools Informazioni per i candidati Informazioni per i candidati: il Test KET per le Scuole Perché decidere di sostenere il KET (Key English Test) per le Scuole? Un buon risultato

Dettagli

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013 COMUNICATO STAMPA Milano, 28 aprile 2015 SAES Group: l Assemblea approva il bilancio 2014 Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali Monetario Mercato monetario e mercato finanziario Finanziario Breve termine: 0-18 m. Lungo termine: > 18 m. Impiego liquidità Valuta / banconote / B.o.t. (buoni ordinati del tesoro) C/c (conto corrente)

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA Perché la Banca d Italia detiene le riserve ufficiali del Paese? La proprietà delle riserve ufficiali è assegnata per legge alla Banca d Italia. La Banca d Italia

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

INFORMAZIONI SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELL ISTITUTO CENTRALE DELLE BANCHE POPOLARI ITALIANE S.p.A.

INFORMAZIONI SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELL ISTITUTO CENTRALE DELLE BANCHE POPOLARI ITALIANE S.p.A. INFORMAZIONI SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELL ISTITUTO CENTRALE DELLE BANCHE POPOLARI ITALIANE S.p.A. EXECUTION POLICY Data decorrenza 09 dicembre 2013 Sede Sociale e Direzione

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

Resoconto Intermedio di Gestione. del Gruppo Bipiemme al 30 settembre 2011

Resoconto Intermedio di Gestione. del Gruppo Bipiemme al 30 settembre 2011 2011 Resoconto Intermedio di Gestione del Gruppo Bipiemme al 30 settembre 2011 Resoconto Intermedio di Gestione del Gruppo Bipiemme al 30 settembre 2011 (*) Società Cooperativa a r.l. fondata nel 1865

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2008 17 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano Premessa Stato Patrimoniale riclassificato Conto Economico

Dettagli

S.A.S. Principe Max von und zu Liechtenstein, CEO di LGT

S.A.S. Principe Max von und zu Liechtenstein, CEO di LGT Breve ritratto «Focalizzazione, continuità, prospettiva globale e l opportunità per i clienti di coinvestire con la proprietaria e i collaboratori ci hanno aiutato a sviluppare ulteriormente la nostra

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

OPERATIVITA' ESTERO E ORDINARI IN DIVISA

OPERATIVITA' ESTERO E ORDINARI IN DIVISA Foglio N. 6.07.0 informativo Codice Prodotto Redatto in ottemperanza al D.Lgs. 385 del 1 settembre 1993 Testo Unico delle leggi in materia bancarie creditizia (e successive modifiche ed integrazioni) e

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Politica economica e finanziaria applicata

Politica economica e finanziaria applicata Politica economica e finanziaria applicata Appunti delle lezioni A cura di Alessio Brunelli AFC 2011/12 1 Punto sulla situazione finanziaria corrente: home page di banca carige e in basso a sinistra c

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. Premessa... 2 1.1 Scopo del documento... 2 1.2 Riferimenti normativi... 2 2. Ambito di applicazione e destinatari... 2 3. Fattori di Best Execution...

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli