MATERIALE AGGIUNTIVO SUI BALCANI OCCIDENTALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MATERIALE AGGIUNTIVO SUI BALCANI OCCIDENTALI"

Transcript

1 MATERIALE AGGIUNTIVO SUI BALCANI OCCIDENTALI La Penisola Balcanica, conosciuta anche semplicemente come i Balcani, è una penisola dell'europa orientale che è delimitata - secondo il geografo Vittorio Vialli - a nord dalla linea geografica Trieste-Odessa, a sud-ovest dal mare Adriatico e dal mar Ionio, a sud-est dal mare Egeo e ad est dal Mar Nero. Balkans From Wikipedia, the free encyclopedia (Redirected from Balkan) Learn more about using Wikipedia for research This article needs additional citations for verification. Please help improve this article by adding reliable references. Unsourced material may be challenged and removed. (February 2007) "Balkan" redirects here. For the Turkmen province, see Balkan Province. Balkan peninsula with northwest border Soča-Krka-Sava The Balkans is the historic and geographic name used to describe a region of southeastern Europe. The region has a combined area of 550,000 km² and an approximate population of 55 million people. The archaic Greek name for the Balkan Peninsula is the Peninsula of Haemus (Χερσόνησος του Αίµου, Chersónisos tou Aímou). The region takes its name from the Balkan Mountains which run through the centre of Bulgaria into eastern Serbia.

2 Contents [hide] 1 Definitions and boundaries 1.1 Balkan Peninsula 1.2 The Balkans 1.3 Etymology and evolving meaning 1.4 Southeastern Europe 1.5 Ambiguities and controversies 1.6 Current common definition 1.7 Related countries 2 Regional organizations 3 Nature and natural resources 4 History and geopolitical significance 5 Population composition by nationality and religion 6 References 7 See also 8 External links [edit] Definitions and boundaries [edit] Balkan Peninsula Line stretching from the northernmost point of the Adriatic to the northernmost point of the Black Sea The Balkans are adjoined by water on three sides: the Black Sea to the east and branches of the Mediterranean Sea to the south and west (including the Adriatic, Ionian, Aegean and Marmara seas).

3 The Balkans The identity of the Balkans is dominated by its geographical position; historically the area was known as a crossroads of various cultures. It has been a juncture between the Latin and Greek bodies of the Roman Empire, the destination of a massive influx of pagan Slavs, an area where Orthodox and Catholic Christianity met, as well as the meeting point between Islam and Christianity. It was also a destination for Jewish refugees of Inquisition. The Balkans today is a very diverse ethno-linguistic region, being home to multiple Slavic, Romance, and Turkic languages, as well as Greek, Albanian, and others. Through its history many other ethnic groups with own their languages lived in the area, among them Celts, Illyrians, Romans, Avars, Vlachs, Germans and various Germanic tribes. Possibly the historical event that left the biggest mark on the collective memories of the peoples of the Balkans was the expansion and later fall of the Ottoman Empire. There is not a people in the Balkans that doesn't place its greatest folk heroes in the era of either the onslaught or the retreat of the Ottoman Empire. For Croats it is Nikola Zrinski, for Serbs Miloš Obilić, for Albanians Skanderbeg, for Bulgarians Vasil Levski, and for ethnic Macedonians - Gotse Delchev. In the 20th century, the Balkan nations except Greece and Yugoslavia were made part of the Warsaw pact (as a result of Soviet hegemony after the ending of World War II). Following the pact's collapse and the breakup of Yugoslavia, the Balkan states have acceded to the European Union, or are in the process of doing so. Etymology and evolving meaning The region takes its name from the "Balkan" mountain range in Bulgaria (from the Turkish balkan meaning "a chain of wooded mountains"). [1] The name is still preserved in Central Asia where there exist the Balkhan Mountains [2] and the Balkan Province of Turkmenistan. On a larger scale, one long continuous chain of mountains crosses the region in the form of a reversed letter S, from the Carpathians south to the Balkan range proper, before it marches away east into Anatolian Turkey. On the west coast, an offshoot of the Dinaric Alps follows the coast south through Dalmatia and Albania, crosses Greece and continues into the sea in the form of various islands. The word was based on Turkish balakan 'stone, cliff', which confirms the pure 'technical' meaning of the term. The mountain range that runs across Bulgaria from west to east (Stara Planina) is still commonly known as the Balkan Mountains. The first time the name "Balkan" was used in the West for the mountain range in Bulgaria was in a letter by Buonaccorsi Callimarco, an Italian humanist, writer and diplomat in An English traveler, John Morritt, introduced this term into the English literature at the end of the 18th century, and other authors started applying the name to the wider area between the Adriatic and the Black Sea. The concept of the

4 Balkan peninsula was created by the German geographer August Zeune in 1808 [1]. As time passed, the term gradually obtained political connotations far from its initial geographic meaning, arising from political changes from the late 1800s to the creation of post-world War I Yugoslavia (initially the Kingdom of Serbs, Croats and Slovenes). Zeune's goal was to have a geographical parallel term to the Italic and Iberian Peninsula, and seemingly nothing more. The gradually acquired political connotations are newer, and, to a large extent, due to oscillating political circumstances. The term Balkans includes areas that remained under Turkish rule after 1699., namely: Bulgaria, Serbia (except for Vojvodina), Macedonia, Albania, Bosnia and Herzegovina, Montenegro (except for the Boka Bay and Budva), Kosovo, and continental Greece. Croatia, Vojvodina and Transylvania (in Romania) do not belong to Balkans. After the split of Yugoslavia beginning in June 1991, the term 'Balkans' again received a negative meaning, even in casual usage. Over the last decade, in the wake of the former Yugoslav split, Croatians and especially Slovenians have rejected their former label as 'Balkan nations'. This is in part due to the pejorative connotation of the term 'Balkans' in the 1990s, and continuation of this meaning until now. Today, the term 'Southeast Europe' is preferred or, in the case of Slovenia and sometimes Croatia, 'Central Europe'. Southeastern Europe Due to the aforementioned connotations of the term 'Balkan', many people prefer the term Southeastern Europe instead. The use of this term is slowly growing; a European Union initiative of 1999 is called the Stability Pact for South Eastern Europe, and the online newspaper Balkan Times renamed itself Southeast European Times in The use of this term to mean the Balkan peninsula (and only that) technically ignores the geographical presence of northern Romania, Moldova, Ukraine, and Ciscaucasus, which are also located in the southeastern part of the European continent. Ambiguities and controversies The northern border of the Balkan peninsula is usually considered to be the line formed by the Danube, Sava and Kupa rivers and a segment connecting the spring of the Kupa with the Kvarner Bay. Some other definitions of the northern border of the Balkans have been proposed: the line Danube - Sava - Krka River - Postojnska Vrata - Vipava River - Soča) the line Danube - Sava - Ljubljansko polje - Idrijca - Soča the line Dniester - Timişoara - Zagreb - Triglav the line Trieste - Odessa (Trieste-Odessa line) [2] the line Bay of Trieste - Ljubljana - Sava - Danube ([3])

5 Balkan peninsula (as defined by the Danube-Sava-Kupa line) The most commonly used Danube-Sava-Kupa northern boundary is arbitrarily set as to the physiographical characteristics, however it can be easily recognized on the map. It has a historical and cultural substantiation. The region so defined (excluding Montenegro, Dalmatia, and the Ionian Islands) constituted most of the European territory of the Ottoman Empire from the late 15th to the 19th century. Kupa forms a natural boundary between south-eastern Slovenia and Croatia and has been a political frontier since the 12th century, separating Carniola (belonging to Austria) from Croatia (belonging to Hungary). The Danube-Sava-Krka-Postojnska Vrata-Vipava-Isonzo line ignores some historical and cultural characteristics, but can be seen as a rational delimitation of the Balkan peninsula from a geographical point of view. It assigns all the Karstic and Dinaric area to the Balkan region. The Sava bisects Croatia and Serbia and the Danube, which is the second largest European river (after Volga), forms a natural boundary between both Bulgaria and Serbia and Romania. North of that line lies the Pannonian plain and (in the case of Romania) the Carpathian mountains. Although Romania (with the exception of Dobrudja) is not geographically a part of the Balkans, it is often included in the Balkans in public discourse. According to the most commonly used border, Slovenia lies to the north of the Balkans and is considered a part of Central Europe. Historically and culturally, it is also more related to Central Europe, although the Slovenian culture also incorporates some elements of Balkan culture. However, as already stated, the northern boundary of the Balkan peninsula can also be drawn otherwise, in which case at least a part of Slovenia and a small part of Italy (Province of Trieste) may be included in the Balkans. Slovenia is also sometimes regarded as a Balkan country due to its association with the former Yugoslavia. When the Balkans are described as a twentieth-century geopolitical region, the whole Yugoslavia is included (so, Slovenia, Istria, islands of Dalmatia, northern Croatia and Vojvodina too).

6 The aforementioned historical justification for the Sava-Kupa northern boundary would exclude a big part of Croatia (whose territories were by and large part of the Habsburg Monarchy and Venetian Republic during the Ottoman conquest). Other factors such as prior history and culture also bind Croatia to Central Europe and the Mediterranean region more than they bind it to the Balkans. Nevertheless, its peculiar geographic shape (as well as its recent history with Yugoslavia) inherently associates it with the region Bosnia and Herzegovina is part of. Current common definition Current political map of the Balkans. Countries firmly considered part of the region are in green; countries sometimes considered part of the region are in turquoise. In most of the English-speaking, western world, the countries commonly included in the Balkan region are: Albania Bosnia and Herzegovina Bulgaria Croatia Montenegro Greece Republic of Macedonia Serbia Turkey, but only the European section of it (traditionally called Rumelia or Eastern Thrace) Some other countries are sometimes included in the list as well: Moldova Romania Slovenia

7 Related countries Other countries not included in the Balkan region that are close to it and/or play or have played an important role in the region's geopolitics, culture and history: Austria (see also Austria-Hungary, Assassination in Sarajevo) Cyprus (see also Cyprus dispute) Hungary (see also Austria-Hungary) Italy (see Triest and History of the Venetian Republic) Russia (see History of Serbia) [edit] Regional organizations Southeast European Cooperation Process (SEECP) member states Stability Pact for South Eastern Europe members observers supporting partners Central European Free Trade Agreement (CEFTA) members former members, joined the EU Central European Initiative (CEI) member states

8 Southeast European Cooperative Initiative (SECI) Black Sea Economic Cooperation (BSEC) members observers members observers See also the Black Sea Regional organizations Nature and natural resources Southeastern Europe seen from NASA's Terra Satellite Most of the area is covered by mountain ranges running from north-west to south-east. The main ranges are the Dinaric Alps in Slovenia, Croatia and Bosnia, the Šar massif which spreads from Albania to Republic of Macedonia and the Pindus range, spanning from southern Albania into central Greece. In Bulgaria there are ranges running from east to west: the Balkan mountains and the Rhodope mountains at the border with Greece. The highest mountain of the region is Musala in Bulgaria at 2925 m, with Mount Olympus in Greece, the throne of Zeus, being second at 2919 m and Vihren in Bulgaria being the third at On the coasts the climate is Mediterranean, in the inland it is moderate continental. In the northern part of the peninsula and on the mountains, winters are frosty and snowy, while summers are hot and dry. In the southern part winters are milder. During the centuries many woods have been cut down and replaced with bush and brush. In the southern part and on the coast there is evergreen vegetation. In the inland there are woods typical of Central Europe (oak and beech, and in the

9 mountains, spruce, fir and pine). The tree line in the mountains lies at the height of m. The soils are generally poor, except on the plains where areas with natural grass, fertile soils and warm summers provide an opportunity for tillage. Elsewhere, land cultivation is mostly unsuccessful because of the mountains, hot summers and poor soils, although certain cultures such as olives and grapes flourish. Resources of energy are scarce. There are some deposits of coal, especially in Romania, Bulgaria, Serbia and Bosnia. Lignite deposits are widespread in Greece. Petroleum is most notably present in Romania, although scarce reserves exist in Greece, Serbia, Albania and Croatia. Natural gas deposits are scarce. Hydropower stations are largely used in energetics. Metal ores are more usual than other raw materials. Iron ore is rare but in some countries there is a considerable amount of copper, zinc, tin, chromite, manganese, magnesite and bauxite. Some metals are exported. History and geopolitical significance Main article: History of the Balkans Animated history of the Balkans from 1800 to the 2006 The Balkan region was the first area of Europe to experience the arrival of farming cultures in the Neolithic era. The practices of growing grain and raising livestock arrived in the Balkans from the Fertile Crescent by way of Anatolia, and spread west and north into Pannonia and Central Europe. In pre-classical and classical antiquity, this region was home to Greek city-states, Illyrians, Paeonians, Thracians, Macedonians, Epirotes, Mollosians, Thessalians, Dacians and other ancient groups. Later the Roman Empire conquered most of the region and spread Roman culture and the Latin language but significant parts still remained under classical Greek influence. During the Middle Ages, the Balkans became the stage for a series of wars between the Byzantine, Bulgarian and Serbian Empires. By the end of the 16th century, the Ottoman Empire became the controlling force in the region, although it was centered around Anatolia. In the past 550 years,

10 because of the frequent Ottoman wars in Europe fought in and around the Balkans, and the comparative Ottoman isolation from the mainstream of economic advance (reflecting the shift of Europe's commercial and political centre of gravity towards the Atlantic), the Balkans has been the least developed part of Europe. The Balkan nations began to regain their independence in the 19th century (Greece, Serbia, Bulgaria, Montenegro), and in a Balkan League reduced Turkey's territory to its present extent in the Balkan Wars. The First World War was sparked in 1914 by the assassination in Sarajevo (the capital of Bosnia and Herzegovina) of the Archduke Franz Ferdinand of Austria. After the Second World War, the Soviet Union and communism played a very important role in the Balkans. During the Cold War, most of the countries in the Balkans were ruled by Soviet-supported communist governments. However, despite being under communist governments, Yugoslavia (1948) and Albania (1961) fell out with the Soviet Union. Yugoslavia, led by marshal Josip Broz Tito ( ), first propped up then rejected the idea of merging with Bulgaria, and instead sought closer relations with the West, later even joining many third world countries in the Non-Aligned Movement. Albania on the other hand gravitated toward Communist China, later adopting an isolationist position. The only non-communist countries were Greece and Turkey, which were (and still are) part of NATO. In the 1990s, the region was gravely affected by armed conflict in the former Yugoslav republics, resulting in intervention by NATO forces in Bosnia and Herzegovina, Kosovo and the Republic of Macedonia. The status of Kosovo and ethnic Albanians in general is still mostly unresolved. Balkan countries control the direct land routes between Western Europe and South West Asia (Asia Minor and the Middle East). Since 2000, all Balkan countries are friendly towards the EU and the USA. Greece has been a member of the European Union since 1981; Slovenia and Cyprus since Bulgaria and Romania became members in In 2005 the European Union decided to start accession negotiations with candidate countries Croatia and Turkey and the Republic of Macedonia was accepted as a candidate for the European Union membership. As of 2004, Bulgaria, Romania and Slovenia are also members of NATO. Bosnia and Herzegovina and what was then Serbia and Montenegro started negotiations with the EU over the Stabilisation and Accession Agreements, although shortly after they started, negotiations with Serbia and Montenegro were suspended for lack of co-operation with the International Criminal Tribunal for the Former Yugoslavia. All other countries have expressed a desire to join the EU but at some date in the future.

11 Population composition by nationality and religion Ethnic map of the Balkans prior to the First Balkan War. The region's principal nationalities include: Romanians (22 million) Greeks (10.5 million) Turks (10 million) Serbs (8.5 million) Bulgarians (6.6 million) Albanians (6 million) Croats (4.5 million) Bosniacs (2 million) Slovenes (2 million) Macedonians (1.3 million) Montenegrins (0.3 million) others (Roma,...) The region's principal religions are (Eastern Orthodox and Catholic) Christianity and Islam. A variety of different traditions of each faith are practiced, with each of the Eastern Orthodox countries having its own national church. Eastern Orthodoxy is the principal religion in the following countries: Bulgaria (Bulgarian Orthodox Church) Greece (Church of Greece)

12 Republic of Macedonia (Serbian Orthodox Church and uncanonical Macedonian Orthodox Church) Montenegro (Serbian Orthodox Church and uncanonical Montenegrin Orthodox Church) Romania (Romanian Orthodox Church) Serbia (Serbian Orthodox Church) Roman Catholicism is the principal religion in the following countries: Croatia Slovenia Islam is the principal religion in the following countries: Albania Bosnia and Herzegovina Turkey The following countries have many religious groups which exceed 10% of the total population: Albania: Eastern Orthodoxy, Catholicism. Bosnia and Herzegovina: Bosniacs are mostly Muslim, Serbs are mostly Serbian (Eastern) Orthodox and Croats are mostly Catholic. Bulgaria: Islam. Croatia: Serbs are Orthodox. Republic of Macedonia: Albanian population is mostly Muslim. Montenegro: Albanians and Bosniacs are Muslims. Serbia: Albanians and Bosniacs are mostly Muslim, Hungarians, Slovaks and Croats are mostly Catholic. For more detailed information and a precise ethnic breakdown see articles about particular states: Albania, Demographics of Albania Croatia, (4 million Croats, 0.2 million Serbs) Bosnia and Herzegovina (2.1 million Bosniacs, 1.7 million Serbs, 0.7 million Croats) Bulgaria, Demographics of Bulgaria Greece, Demographics of Greece Montenegro, (0.3 million Montenegrins, 0.2 million Serbs)

13 Republic of Macedonia, Demographics of the Republic of Macedonia Serbia, (6.5 million Serbs, 2 million Albanians, 0.3 million Hungarians) Turkey, Demographics of Turkey [edit] References Banac, Ivo. Historiography of the Countries of Eastern Europe: Yugoslavia, American Historical Review, v 97 #4 (October 1992), Banac, Ivo. The National Question in Yugoslavia: Origins, History, Politics Cornell University Press, [1984]. Carter, Francis W., ed. An Historical Geography of the Balkans Academic Press, Dvornik, Francis. The Slavs in European History and Civilization Rutgers University Press, Fine, John V. A., Jr. The Early Medieval Balkans: A Critical Survey from the Sixth to the Late Twelfth Century [1983]; The Late Medieval Balkans: A Critical Survey from the Late Twelfth Century to the Ottoman Conquest. Ann Arbor: University of Michigan Press, [1987]. John R. Lampe and Marvin R. Jackson; Balkan Economic History, : From Imperial Borderlands to Developing Nations Indiana University Press, 1982 Jelavich, Barbara. History of the Balkans, 2 vols. Cambridge University Press, [1983]. Jelavich, Charles, and Jelavich, Barbara, eds. The Balkans in Transition: Essays on the Development of Balkan Life and Politics since the Eighteenth Century University of California Press, Király, Béla K., ed. East Central European Society in the Era of Revolutions, Komlos, John, ed. Economic Development in the Habsburg Monarchy and in the Successor States: Essays Mazower, Mark, The Balkans: A Short History, 2000 Traian Stoianovich; Balkan Worlds: The First and Last Europe ^ Encarta Online - Balkan entry 2. ^ World Land Features Database - Balkhan Mountains [edit] See also History of the Balkans Historical regions of the Balkan Peninsula

14 Balkan wars Balkan languages Balkan sprachbund Balkanization Orient Express Music of Southeastern Europe The Islamization of Bosnia and Herzegovina [edit] External links Wikimedia Commons has media related to: Balkans South-East Europe Review BalkanBaby travel writing, analysis and photos from the Balkans Balkan History by Steven W. Sowards SEEurope.net - news coverage on Southeastern Europe Southeast European Times The Centre for South East European Studies Balkans region: Oil and Gas Fact Sheet - United States Department of Energy Analysis Brief Balkans urged to curb trafficking - BBC News from Balkans

15 LA EX-JUGOSLAVIA Jugoslavia Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Jugoslavia è un termine usato per indicare tre diverse entità politiche nel corso del XX secolo sviluppatesi nella penisola Balcanica. Disintegrazione della Jugoslavia: Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia ( ) Repubblica Federale di Jugoslavia ( ) Serbia e Montenegro ( ) Serbia (2006-) Slovenia (1991-) Croazia (1991-) Ex Repubblica jugoslava di Macedonia (1991-) Bosnia-Erzegovina (1992-) Linea di confine fra le due entità (IEBL): Federazione di Bosnia-Erzegovina Repubblica Srpska (1995-) Kosovo (sotto il controllo dell'unmik; 1999-) Montenegro (2006-)

16 Il primo fu lo Stato degli Sloveni, dei Croati e dei Serbi, nato il 29 ottobre 1918 (poco prima della fine della prima guerra mondiale) da quello che rimaneva dell'impero Austro-Ungarico, non essendo stato riconosciuto internazionalmente esso si unì dunque al Regno di Serbia e a quello del Montenegro andando a formare il Regno dei Serbi, dei Croati e degli Sloveni la cui nascita venne proclamata ufficialmente il 1 dicembre 1918, con tale nome rimase sino al 3 ottobre 1929, quando adottò la denominazione di Regno di Jugoslavia (Kraljevina Jugoslavija). In ambito locale ci si riferisce a questo periodo anche come "Prva Jugoslavija" ovvero "Prima Jugoslavia". Il secondo fu uno stato socialista costituito immediatamente a seguito della seconda guerra mondiale e successivamente chiamato Repubblica Democratica di Jugoslavia - Demokratska Federativna Jugoslavija (DFJ) dal 10 agosto 1945 al 29 novembre Repubblica Federativa Popolare di Jugoslavia - Federativna Narodna Republika Jugoslavija (NFRJ) dal 29 novembre 1945 al 7 aprile Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia - Socijalistička Federativna Republika Jugoslavija (SFRJ) dal 7 aprile 1963 al 27 aprile In ambito locale ci si riferisce a questo periodo anche come "Druga Jugoslavija" ovvero "Seconda Jugoslavia". Il terzo fu la Repubblica Federale di Jugoslavia - "Savezna Republika Jugoslavija" formatasi nel 1992 dall'unione delle repubbliche di Serbia e Montenegro (compreso le regioni autonome di Vojvodina e Kosovo). Nel 2003 cambiò ufficialmente nome in Serbia e Montenegro (Srbija i Crna Gora). Nel 2006, infine, la Serbia e il Montenegro si sono definitivamente separati e attualmente sono due Stati sovrani completamente indipendenti. Voci correlate Serbia e Montenegro Serbia, Vojvodina, Kosovo Montenegro Slovenia (dichiarò la propria indipendenza il 25 giugno 1991) Croazia (dichiarò la propria indipendenza il 25 giugno 1991) Bosnia-Erzegovina Repubblica di Macedonia Categoria: Jugoslavia Ultima modifica per la pagina: 09:20, 8 giu Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License. Politica sulla privacy Informazioni su Wikipedia Avvertenze Inserito da <http://it.wikipedia.org/wiki/jugoslavia>

17 Tu puoi aiutare Wikimedia a cambiare il mondo!» Dona adesso! [Mostra] Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Coordinate: N E , Nota disambigua - Se stai cercando altri significati di Jugoslavia, vedi Regno di Jugoslavia o Repubblica Federale di Jugoslavia. La Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia fu lo stato principale dei Balcani dal 1943 al 1992, anno della sua dissoluzione; in ambito locale vi ci si riferisce anche come "Druga Jugoslavija" ("Seconda Jugoslavia") o anche "Bivša Jugoslavija" ("Ex-Jugoslavia"). Fondata sotto il nome di Repubblica Democratica Jugoslava (29 novembre - 4 dicembre 1943) come risultato della seconda riunione dell'avnoj (Consiglio Antifascista di Liberazione Popolare della Jugoslavia) tenutasi a Jajce (Bosnia- Erzegovina) sulle ceneri di quello che prima dello scoppio della seconda guerra mondiale era il Regno di Jugoslavia, nel 1946 cambiò il proprio nome in Repubblica Federativa Popolare di Jugoslavia mentre nel 1963 assunse il suo nome definitivo. Социјалистичка федеративна република Југославија Area Socijalistička federativna 1991 republika Jugoslavija - Socialistična Totale federativna republika 255,804 km² Jugoslavija - % acqua xx% Popolazione - Totale - Densità Fondazione - Dichiarata - Riconosciuta Dissoluzione (dettaglio) 27 aprile 1992 (dettaglio) Valuta Dinaro jugoslavo motto: Bratstvo i Jedinstvo (Fratellanza e Unità) Fuso Orario UTC +1 Inno nazionale Sigla automobilistica TLD Internet 23,300,000 (1991) 80/km² 29 novembre Hej Slaveni YU.yu La Jugoslavia confinava a nord-ovest con l'italia e l'austria, a nord con la Ungheria e Romania, a est con la Bulgaria, a sud con l'albania e la Grecia e ad ovest con il mar Adriatico. Durante la Guerra fredda la Jugoslavia fu un importante membro dei paesi non allineati. Il suo primo presidente fu Ivan Ribar mentre il Maresciallo Tito divenne Primo Ministro. Nel 1953 Tito venne eletto presidente, Lingua ufficiale Capitale serbocroato (RS Serbia, RS Montenegro, RS Croazia, RS Bosnia- Erzegovina, le forze armate e la polizia) sloveno (RS Slovenia) macedone (RS Macedonia) albanese o serbocroato (PSA Kosovo) ungherese o serbocroato (PSA Vojvodina) Belgrado

18 carica che divenne a vita nel Tito morirà il 4 maggio del Con la sua morte le tensioni interne fra le diverse nazionalità, che prima venivano soppresse anche con la forza, cominciano ad emergere. Dopo che quattro delle sei Repubbliche Socialiste dichiararono l'indipendenza tra il 1991 e il 1992, la Federazione si disciolse e nacque la Repubblica Federale di Jugoslavia, formata dalle due restanti repubbliche (Serbia e Montenegro) Nel 2003 anche questa Federazione venne trasformata: la riforma la denominò Unione di Serbia e Montenegro. Nel 2006, infine, la Serbia e il Montenegro si sono separati ed attualmente sono due Stati del tutto indipendenti. L'ultimo Primo Ministro della RSFJ fu Ante Marković (di nazionalità croata). Rimase in carica fino al dicembre 1991, giusto in tempo per vedere lo Stato jugoslavo dissolversi, nonostante egli avesse cercato di attuare, invano, una politica che frenasse le secessioni. Indice [nascondi] 1 Repubbliche Socialiste e Province Autonome 2 Storia 3 Dissoluzione 4 Bibliografia 1.1 I documenti della fondazione 5 Collegamenti esterni Repubbliche Socialiste e Province Autonome [modifica] Internamente lo stato era diviso in sei Repubbliche Socialiste e due Province Autonome Socialiste che facevano parte della Repubblica Socialista di Serbia. La Capitale Federale era Belgrado. Con la costituzione del 1974, in seguito alle tensioni interne, dovute al nazionalismo dei croati e alle tendenze liberali dei serbi si prevede il diritto per le Repubbliche di poter staccarsi dalla Federazione. Tale diritto non era previsto per le Province Autonome.

19 Mappa numerata delle Repubbliche e Province della Federazione Repubbliche e Province in ordine alfabetico: 1. Repubblica Socialista di Bosnia-Erzegovina, con capitale Sarajevo 2. Repubblica Socialista di Croazia, con capitale Zagabria 3. Repubblica Socialista di Macedonia, con capitale Skopje 4. Repubblica Socialista di Montenegro, con capitale Titograd (attuale Podgorica) 5. Repubblica Socialista di Serbia, con capitale Belgrado, che includeva anche: 5a. Provincia Socialista Autonoma del Kosovo, con capitale Priština 5b. Provincia Socialista Autonoma della Vojvodina, con capitale Novi Sad 6. Repubblica Socialista di Slovenia, con capitale Lubiana I documenti della fondazione [modifica] Storia [modifica] Nella Jugoslavia di allora si parlavano tre lingue: serbo-croato (includendo con questa denominazione la lingua parlata in Croazia, Serbia, Bosnia, Montenegro), sloveno e macedone (lingua istituita nel 1945), senza contare le minoranze albanesi, turche, slovacche, rumene, italiane, magiare, ecc. La storia della Croazia si legherà quindi a quella della Jugoslavia. Un'unione difficile fin dall'inizio viste le diverse realtà storiche, culturali e religiose di ogni singolo stato federale. La Slovenia e la Croazia avevano per lungo tempo subìto la dominazione austro-ungarica e con essa facevano parte della cultura occidentale cristiano-cattolica quindi usavano l'alfabeto latino. La Serbia, Montenegro e Macedonia invece avevano subìto fin dopo il 1389, a séguito della disfatta di Kosovo polje contro i turchi, la dominazione turca e appartenevano all'area orientale cristiano-ortodossa quindi usavano l'alfabeto cirillico. La Bosnia aveva ancora una situazione più complessa: aveva subìto varie dominazioni che avevano fatto sì che all'interno di questo stato si ritrovassero serbi (ortodossi), croati (cattolici), musulmani e una piccola comunità ebraica sefardita, reduce di quegli ebrei che dopo la reconquista spagnola dovettero abbandonare la Spagna e trovarono rifugio solo in Bosnia. In questa repubblica quindi trovavano posto almeno quattro religioni (cattolica, ortodossa, musulmana ed ebraica) e quattro alfabeti (latino, cirillico, arabo ed ebraico).

20 1950: legge sull'autogestione 1954: Gilas, uno dei quattro dirigenti del paese, viene arrestato per aver scritto una serie di articoli durissimi contro i dirigenti jugoslavi. 1956: prima riunione dei non allineati Tito-Nehru-Nasser a Brioni, residenza preferita di Tito. 1968: primi moti nel Kosovo, dove il 90% era di etnia albanese e di fede musulmana e non venivano riconosciuti i loro diritti da parte di Belgrado. 1971: "primavera croata", che si lega ai movimenti studenteschi del '68 ma con caratteri più nazionalistici 1974: nuova costituzione, si rafforza il federalismo, potenizati e allargati i diritti degli Albanesi in Kosovo 1980: morte di Tito 1981: ancora moti nel Kosovo 1989: formazione del governo federale Marković; moti e scioperi in Kosovo; formazione in Croazia dell'"hdz", Hrvatska Demokratska Zajednica", comunità democratica croata, guidata da Franjo Tuñman anche se di fatto il pluripartitismo era ancora vietato. Dissoluzione [modifica] Le prime due Repubbliche Socialiste a dichiarare l'indipendenza furono la Slovenia e la Croazia (entrambe il 25 giugno 1991), seguite dopo pochi mesi dalla Macedonia (8 settembre 1991). Il 5 aprile 1992 anche la Bosnia-Erzegovina si dichiarò indipendente, a quel punto le due Repubbliche Socialiste rimaste, la Serbia e il Montenegro, diedero vita alla Repubblica Federale di Jugoslavia, mettendo fine alla storia della Federazione Socialista. Bibliografia [modifica] S. Bianchini, La questione jugoslava, Giunti, Firenze 1996 J. Krulic, Storia della Jugoslavia, Bompiani, Milano 1997 J. Pirjevec Il giorno di San Vito. Jugoslavia Storia di una tragedia, ERI, Roma 1993 A. Floramo, recensione di R. Petrović, Il fallito modello federale della ex Jugoslavia, «esamizdat», 2006, IV, pp Collegamenti esterni [modifica]

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

INTELLIGENT TRANSPORT SYSTEMS IN SOUTH EAST EUROPE

INTELLIGENT TRANSPORT SYSTEMS IN SOUTH EAST EUROPE Progetto SEE-ITS in breve SEE-ITS è un progetto transnazionale che mira a stimolare la cooperazione, l'armonizzazione e l'interoperabilità tra Sistemi di Trasporto Intelligenti (ITS) nel Sud-Est Europa.

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE I PROBLEMI DELLA GESTIONE INTERNAZIONALE DEL KOSOVO POST-BELLICO

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE I PROBLEMI DELLA GESTIONE INTERNAZIONALE DEL KOSOVO POST-BELLICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE I PROBLEMI DELLA GESTIONE INTERNAZIONALE DEL KOSOVO POST-BELLICO Tesi di Laurea di: Michele Luppi Matr.646568

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

LA GUERRA NEI BALCANI. Le cause recenti

LA GUERRA NEI BALCANI. Le cause recenti LA GUERRA NEI BALCANI Le cause recenti Le responsabilità dello sfacelo della Repubblica federativa jugoslava sono di molti compresi ovviamente i governanti di ciascuna repubblica sorta dalla sua dissoluzione.

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

La programmazione per lo sviluppo locale nei Balcani

La programmazione per lo sviluppo locale nei Balcani La programmazione per lo sviluppo locale nei Balcani Marta Piccarozzi Working Papers 46/2008 PROGETTO ADRI.EUR.O.P. ADRIATIC EUROREGION OPERATIONAL PLAN con il sostegno della Settembre 2008 Via d Aracoeli,

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE L ordinamento giuridico internazionale Diritto internazionale generale e diritto internazionale particolare L adattamento del diritto interno

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione LA CALETTA È proprio nell ambito del progetto NetCet che si è deciso di realizzare qui, in uno dei tratti di costa più belli della Riviera del Conero, un area di riabilitazione o pre-rilascio denominata

Dettagli

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE Alessandro Clerici Chairman Gruppo di Studio WEC «World Energy Resources» Senior Corporate Advisor - CESI S.p.A. ATI--MEGALIA Conferenza

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA

Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA Fulco Lanchester Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA Lezioni di Diritto costituzionale comparato.-,->'j.*v-;.j.,,* Giuffre Editore INDICE SOMMARIO Premessa Capitolo I LA COMPARAZIONE GIUSPUBBLICISTICA 1. L'ambito

Dettagli

1 I PRIMI PASSI DELLA COMUNITÀ E LA SUA EVOLUZIONE

1 I PRIMI PASSI DELLA COMUNITÀ E LA SUA EVOLUZIONE 1 I PRIMI PASSI DELLA COMUNITÀ E LA SUA EVOLUZIONE Per secoli l Europa è stata teatro di conflitti, tensioni e divisioni, ma dopo gli orrori della seconda Guerra Mondiale il continente ha visto risorgere

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce Salentini nel mondo Le statistiche ufficiali Provincia di Lecce 1 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI 150 ANNI DI PARTENZE DAL SALENTO I TRASFERIMENTI ALL ESTERO NEL TERZO MILLENNIO 2 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Cristina E. Papakosta. Consoli dei mercanti nel Levante veneziano

Cristina E. Papakosta. Consoli dei mercanti nel Levante veneziano Cristina E. Papakosta Consoli dei mercanti nel Levante veneziano Fin dal XIII secolo, Venezia per tutelare i propri interessi, innanzi tutto, commerciali e, in secondo luogo, politici aveva designato dei

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Identità e migrazioni nell Adriatico: due possibili chiavi di lettura

Identità e migrazioni nell Adriatico: due possibili chiavi di lettura ADRIATICO Identità e migrazioni nell Adriatico: due possibili chiavi di lettura di Emilio Cocco «Meridiana», n. 45, 2002 Le trasformazioni politiche degli ultimi dieci-quindici anni hanno sicuramente scosso

Dettagli

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Abano Terme, 27 29 Aprile 2007 Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Adriano Barbi, Alessandro Chiaudani, Irene Delillo ARPAV Centro Meteorologico di Teolo Sabato 28 Aprile 2007 In collaborazione con

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello SISMO Storia sismica di sito di ManOppello Rapporto tecnico per conto del: Dr. Luciano D Alfonso, Sindaco Comune di Pescara (PE) Eseguito da: Umberto Fracassi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno.

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno. ITALIA FISICA Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 10 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE A. Le idee importanti l L Italia è una penisola al centro del Mar Mediterraneo, con due grandi isole l In Europa, l

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

FONDAMENTA DEI DIRITTI LEGALI INTERNAZIONALI DEL POPOLO EBRAICO E DELLO STATO DI ISRAELE: CONSEGUENZE PER UN NUOVO STATO PALESTINESE

FONDAMENTA DEI DIRITTI LEGALI INTERNAZIONALI DEL POPOLO EBRAICO E DELLO STATO DI ISRAELE: CONSEGUENZE PER UN NUOVO STATO PALESTINESE FONDAMENTA DEI DIRITTI LEGALI INTERNAZIONALI DEL POPOLO EBRAICO E DELLO STATO DI ISRAELE: CONSEGUENZE PER UN NUOVO STATO PALESTINESE / Sommario Esecutivo 2012 - Dr. Cynthia Day Wallace, Ph.D. Presentata

Dettagli

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012)

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) L art.19 del DL 95/2012 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,

Dettagli

Sicurezza del DNS. DNSSEC & Anycast. Claudio Telmon ctelmon@clusit.it

Sicurezza del DNS. DNSSEC & Anycast. Claudio Telmon ctelmon@clusit.it Sicurezza del DNS DNSSEC & Anycast Claudio Telmon ctelmon@clusit.it Perché il DNS Fino a metà degli anni '80, la traduzione da nomi a indirizzi IP era fatta con un grande file hosts Fino ad allora non

Dettagli

BREVE INTRODUZIONE ALLA STORIA E ALLA CULTURA TIROLESI. Grazie a Everton Altmayer e al Circolo Trentino di São Paulo

BREVE INTRODUZIONE ALLA STORIA E ALLA CULTURA TIROLESI. Grazie a Everton Altmayer e al Circolo Trentino di São Paulo BREVE INTRODUZIONE ALLA STORIA E ALLA CULTURA TIROLESI Grazie a Everton Altmayer e al Circolo Trentino di São Paulo Traduzione e integrazioni : Daiana Boller Stemma del Tirolo storico (Tirol-Südtirol-Trentino)

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO Poste ALL. 15 Informazioni relative a FDA (Food and Drug Administration) FDA: e un ente che regolamenta, esamina, e autorizza l importazione negli Stati Uniti d America d articoli che possono avere effetti

Dettagli

Evola. Evolution in Logistics.

Evola. Evolution in Logistics. Evola. Evolution in Logistics. Viaggiamo nel tempo per farvi arrivare bene. Siamo a vostra disposizione ed operiamo per voi dal 1993, inizialmente specializzati nel mercato italiano e successivamente come

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Secondo l Organizzazione Mondiale per il Turismo, le Alpi accolgono ogni anno il 12% circa del turismo mondiale. Parallelamente le Alpi rappresentano anche uno

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

sull argomento scelto ( evidenziare il testo passandoci sopra con il tasto sinistro del mouse e copiare premendo i tasti Ctrl + C )

sull argomento scelto ( evidenziare il testo passandoci sopra con il tasto sinistro del mouse e copiare premendo i tasti Ctrl + C ) This work is licensed under the Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. To view a copy of this license, visit http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/.

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli