MATERIALE AGGIUNTIVO SUI BALCANI OCCIDENTALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MATERIALE AGGIUNTIVO SUI BALCANI OCCIDENTALI"

Transcript

1 MATERIALE AGGIUNTIVO SUI BALCANI OCCIDENTALI La Penisola Balcanica, conosciuta anche semplicemente come i Balcani, è una penisola dell'europa orientale che è delimitata - secondo il geografo Vittorio Vialli - a nord dalla linea geografica Trieste-Odessa, a sud-ovest dal mare Adriatico e dal mar Ionio, a sud-est dal mare Egeo e ad est dal Mar Nero. Balkans From Wikipedia, the free encyclopedia (Redirected from Balkan) Learn more about using Wikipedia for research This article needs additional citations for verification. Please help improve this article by adding reliable references. Unsourced material may be challenged and removed. (February 2007) "Balkan" redirects here. For the Turkmen province, see Balkan Province. Balkan peninsula with northwest border Soča-Krka-Sava The Balkans is the historic and geographic name used to describe a region of southeastern Europe. The region has a combined area of 550,000 km² and an approximate population of 55 million people. The archaic Greek name for the Balkan Peninsula is the Peninsula of Haemus (Χερσόνησος του Αίµου, Chersónisos tou Aímou). The region takes its name from the Balkan Mountains which run through the centre of Bulgaria into eastern Serbia.

2 Contents [hide] 1 Definitions and boundaries 1.1 Balkan Peninsula 1.2 The Balkans 1.3 Etymology and evolving meaning 1.4 Southeastern Europe 1.5 Ambiguities and controversies 1.6 Current common definition 1.7 Related countries 2 Regional organizations 3 Nature and natural resources 4 History and geopolitical significance 5 Population composition by nationality and religion 6 References 7 See also 8 External links [edit] Definitions and boundaries [edit] Balkan Peninsula Line stretching from the northernmost point of the Adriatic to the northernmost point of the Black Sea The Balkans are adjoined by water on three sides: the Black Sea to the east and branches of the Mediterranean Sea to the south and west (including the Adriatic, Ionian, Aegean and Marmara seas).

3 The Balkans The identity of the Balkans is dominated by its geographical position; historically the area was known as a crossroads of various cultures. It has been a juncture between the Latin and Greek bodies of the Roman Empire, the destination of a massive influx of pagan Slavs, an area where Orthodox and Catholic Christianity met, as well as the meeting point between Islam and Christianity. It was also a destination for Jewish refugees of Inquisition. The Balkans today is a very diverse ethno-linguistic region, being home to multiple Slavic, Romance, and Turkic languages, as well as Greek, Albanian, and others. Through its history many other ethnic groups with own their languages lived in the area, among them Celts, Illyrians, Romans, Avars, Vlachs, Germans and various Germanic tribes. Possibly the historical event that left the biggest mark on the collective memories of the peoples of the Balkans was the expansion and later fall of the Ottoman Empire. There is not a people in the Balkans that doesn't place its greatest folk heroes in the era of either the onslaught or the retreat of the Ottoman Empire. For Croats it is Nikola Zrinski, for Serbs Miloš Obilić, for Albanians Skanderbeg, for Bulgarians Vasil Levski, and for ethnic Macedonians - Gotse Delchev. In the 20th century, the Balkan nations except Greece and Yugoslavia were made part of the Warsaw pact (as a result of Soviet hegemony after the ending of World War II). Following the pact's collapse and the breakup of Yugoslavia, the Balkan states have acceded to the European Union, or are in the process of doing so. Etymology and evolving meaning The region takes its name from the "Balkan" mountain range in Bulgaria (from the Turkish balkan meaning "a chain of wooded mountains"). [1] The name is still preserved in Central Asia where there exist the Balkhan Mountains [2] and the Balkan Province of Turkmenistan. On a larger scale, one long continuous chain of mountains crosses the region in the form of a reversed letter S, from the Carpathians south to the Balkan range proper, before it marches away east into Anatolian Turkey. On the west coast, an offshoot of the Dinaric Alps follows the coast south through Dalmatia and Albania, crosses Greece and continues into the sea in the form of various islands. The word was based on Turkish balakan 'stone, cliff', which confirms the pure 'technical' meaning of the term. The mountain range that runs across Bulgaria from west to east (Stara Planina) is still commonly known as the Balkan Mountains. The first time the name "Balkan" was used in the West for the mountain range in Bulgaria was in a letter by Buonaccorsi Callimarco, an Italian humanist, writer and diplomat in An English traveler, John Morritt, introduced this term into the English literature at the end of the 18th century, and other authors started applying the name to the wider area between the Adriatic and the Black Sea. The concept of the

4 Balkan peninsula was created by the German geographer August Zeune in 1808 [1]. As time passed, the term gradually obtained political connotations far from its initial geographic meaning, arising from political changes from the late 1800s to the creation of post-world War I Yugoslavia (initially the Kingdom of Serbs, Croats and Slovenes). Zeune's goal was to have a geographical parallel term to the Italic and Iberian Peninsula, and seemingly nothing more. The gradually acquired political connotations are newer, and, to a large extent, due to oscillating political circumstances. The term Balkans includes areas that remained under Turkish rule after 1699., namely: Bulgaria, Serbia (except for Vojvodina), Macedonia, Albania, Bosnia and Herzegovina, Montenegro (except for the Boka Bay and Budva), Kosovo, and continental Greece. Croatia, Vojvodina and Transylvania (in Romania) do not belong to Balkans. After the split of Yugoslavia beginning in June 1991, the term 'Balkans' again received a negative meaning, even in casual usage. Over the last decade, in the wake of the former Yugoslav split, Croatians and especially Slovenians have rejected their former label as 'Balkan nations'. This is in part due to the pejorative connotation of the term 'Balkans' in the 1990s, and continuation of this meaning until now. Today, the term 'Southeast Europe' is preferred or, in the case of Slovenia and sometimes Croatia, 'Central Europe'. Southeastern Europe Due to the aforementioned connotations of the term 'Balkan', many people prefer the term Southeastern Europe instead. The use of this term is slowly growing; a European Union initiative of 1999 is called the Stability Pact for South Eastern Europe, and the online newspaper Balkan Times renamed itself Southeast European Times in The use of this term to mean the Balkan peninsula (and only that) technically ignores the geographical presence of northern Romania, Moldova, Ukraine, and Ciscaucasus, which are also located in the southeastern part of the European continent. Ambiguities and controversies The northern border of the Balkan peninsula is usually considered to be the line formed by the Danube, Sava and Kupa rivers and a segment connecting the spring of the Kupa with the Kvarner Bay. Some other definitions of the northern border of the Balkans have been proposed: the line Danube - Sava - Krka River - Postojnska Vrata - Vipava River - Soča) the line Danube - Sava - Ljubljansko polje - Idrijca - Soča the line Dniester - Timişoara - Zagreb - Triglav the line Trieste - Odessa (Trieste-Odessa line) [2] the line Bay of Trieste - Ljubljana - Sava - Danube ([3])

5 Balkan peninsula (as defined by the Danube-Sava-Kupa line) The most commonly used Danube-Sava-Kupa northern boundary is arbitrarily set as to the physiographical characteristics, however it can be easily recognized on the map. It has a historical and cultural substantiation. The region so defined (excluding Montenegro, Dalmatia, and the Ionian Islands) constituted most of the European territory of the Ottoman Empire from the late 15th to the 19th century. Kupa forms a natural boundary between south-eastern Slovenia and Croatia and has been a political frontier since the 12th century, separating Carniola (belonging to Austria) from Croatia (belonging to Hungary). The Danube-Sava-Krka-Postojnska Vrata-Vipava-Isonzo line ignores some historical and cultural characteristics, but can be seen as a rational delimitation of the Balkan peninsula from a geographical point of view. It assigns all the Karstic and Dinaric area to the Balkan region. The Sava bisects Croatia and Serbia and the Danube, which is the second largest European river (after Volga), forms a natural boundary between both Bulgaria and Serbia and Romania. North of that line lies the Pannonian plain and (in the case of Romania) the Carpathian mountains. Although Romania (with the exception of Dobrudja) is not geographically a part of the Balkans, it is often included in the Balkans in public discourse. According to the most commonly used border, Slovenia lies to the north of the Balkans and is considered a part of Central Europe. Historically and culturally, it is also more related to Central Europe, although the Slovenian culture also incorporates some elements of Balkan culture. However, as already stated, the northern boundary of the Balkan peninsula can also be drawn otherwise, in which case at least a part of Slovenia and a small part of Italy (Province of Trieste) may be included in the Balkans. Slovenia is also sometimes regarded as a Balkan country due to its association with the former Yugoslavia. When the Balkans are described as a twentieth-century geopolitical region, the whole Yugoslavia is included (so, Slovenia, Istria, islands of Dalmatia, northern Croatia and Vojvodina too).

6 The aforementioned historical justification for the Sava-Kupa northern boundary would exclude a big part of Croatia (whose territories were by and large part of the Habsburg Monarchy and Venetian Republic during the Ottoman conquest). Other factors such as prior history and culture also bind Croatia to Central Europe and the Mediterranean region more than they bind it to the Balkans. Nevertheless, its peculiar geographic shape (as well as its recent history with Yugoslavia) inherently associates it with the region Bosnia and Herzegovina is part of. Current common definition Current political map of the Balkans. Countries firmly considered part of the region are in green; countries sometimes considered part of the region are in turquoise. In most of the English-speaking, western world, the countries commonly included in the Balkan region are: Albania Bosnia and Herzegovina Bulgaria Croatia Montenegro Greece Republic of Macedonia Serbia Turkey, but only the European section of it (traditionally called Rumelia or Eastern Thrace) Some other countries are sometimes included in the list as well: Moldova Romania Slovenia

7 Related countries Other countries not included in the Balkan region that are close to it and/or play or have played an important role in the region's geopolitics, culture and history: Austria (see also Austria-Hungary, Assassination in Sarajevo) Cyprus (see also Cyprus dispute) Hungary (see also Austria-Hungary) Italy (see Triest and History of the Venetian Republic) Russia (see History of Serbia) [edit] Regional organizations Southeast European Cooperation Process (SEECP) member states Stability Pact for South Eastern Europe members observers supporting partners Central European Free Trade Agreement (CEFTA) members former members, joined the EU Central European Initiative (CEI) member states

8 Southeast European Cooperative Initiative (SECI) Black Sea Economic Cooperation (BSEC) members observers members observers See also the Black Sea Regional organizations Nature and natural resources Southeastern Europe seen from NASA's Terra Satellite Most of the area is covered by mountain ranges running from north-west to south-east. The main ranges are the Dinaric Alps in Slovenia, Croatia and Bosnia, the Šar massif which spreads from Albania to Republic of Macedonia and the Pindus range, spanning from southern Albania into central Greece. In Bulgaria there are ranges running from east to west: the Balkan mountains and the Rhodope mountains at the border with Greece. The highest mountain of the region is Musala in Bulgaria at 2925 m, with Mount Olympus in Greece, the throne of Zeus, being second at 2919 m and Vihren in Bulgaria being the third at On the coasts the climate is Mediterranean, in the inland it is moderate continental. In the northern part of the peninsula and on the mountains, winters are frosty and snowy, while summers are hot and dry. In the southern part winters are milder. During the centuries many woods have been cut down and replaced with bush and brush. In the southern part and on the coast there is evergreen vegetation. In the inland there are woods typical of Central Europe (oak and beech, and in the

9 mountains, spruce, fir and pine). The tree line in the mountains lies at the height of m. The soils are generally poor, except on the plains where areas with natural grass, fertile soils and warm summers provide an opportunity for tillage. Elsewhere, land cultivation is mostly unsuccessful because of the mountains, hot summers and poor soils, although certain cultures such as olives and grapes flourish. Resources of energy are scarce. There are some deposits of coal, especially in Romania, Bulgaria, Serbia and Bosnia. Lignite deposits are widespread in Greece. Petroleum is most notably present in Romania, although scarce reserves exist in Greece, Serbia, Albania and Croatia. Natural gas deposits are scarce. Hydropower stations are largely used in energetics. Metal ores are more usual than other raw materials. Iron ore is rare but in some countries there is a considerable amount of copper, zinc, tin, chromite, manganese, magnesite and bauxite. Some metals are exported. History and geopolitical significance Main article: History of the Balkans Animated history of the Balkans from 1800 to the 2006 The Balkan region was the first area of Europe to experience the arrival of farming cultures in the Neolithic era. The practices of growing grain and raising livestock arrived in the Balkans from the Fertile Crescent by way of Anatolia, and spread west and north into Pannonia and Central Europe. In pre-classical and classical antiquity, this region was home to Greek city-states, Illyrians, Paeonians, Thracians, Macedonians, Epirotes, Mollosians, Thessalians, Dacians and other ancient groups. Later the Roman Empire conquered most of the region and spread Roman culture and the Latin language but significant parts still remained under classical Greek influence. During the Middle Ages, the Balkans became the stage for a series of wars between the Byzantine, Bulgarian and Serbian Empires. By the end of the 16th century, the Ottoman Empire became the controlling force in the region, although it was centered around Anatolia. In the past 550 years,

10 because of the frequent Ottoman wars in Europe fought in and around the Balkans, and the comparative Ottoman isolation from the mainstream of economic advance (reflecting the shift of Europe's commercial and political centre of gravity towards the Atlantic), the Balkans has been the least developed part of Europe. The Balkan nations began to regain their independence in the 19th century (Greece, Serbia, Bulgaria, Montenegro), and in a Balkan League reduced Turkey's territory to its present extent in the Balkan Wars. The First World War was sparked in 1914 by the assassination in Sarajevo (the capital of Bosnia and Herzegovina) of the Archduke Franz Ferdinand of Austria. After the Second World War, the Soviet Union and communism played a very important role in the Balkans. During the Cold War, most of the countries in the Balkans were ruled by Soviet-supported communist governments. However, despite being under communist governments, Yugoslavia (1948) and Albania (1961) fell out with the Soviet Union. Yugoslavia, led by marshal Josip Broz Tito ( ), first propped up then rejected the idea of merging with Bulgaria, and instead sought closer relations with the West, later even joining many third world countries in the Non-Aligned Movement. Albania on the other hand gravitated toward Communist China, later adopting an isolationist position. The only non-communist countries were Greece and Turkey, which were (and still are) part of NATO. In the 1990s, the region was gravely affected by armed conflict in the former Yugoslav republics, resulting in intervention by NATO forces in Bosnia and Herzegovina, Kosovo and the Republic of Macedonia. The status of Kosovo and ethnic Albanians in general is still mostly unresolved. Balkan countries control the direct land routes between Western Europe and South West Asia (Asia Minor and the Middle East). Since 2000, all Balkan countries are friendly towards the EU and the USA. Greece has been a member of the European Union since 1981; Slovenia and Cyprus since Bulgaria and Romania became members in In 2005 the European Union decided to start accession negotiations with candidate countries Croatia and Turkey and the Republic of Macedonia was accepted as a candidate for the European Union membership. As of 2004, Bulgaria, Romania and Slovenia are also members of NATO. Bosnia and Herzegovina and what was then Serbia and Montenegro started negotiations with the EU over the Stabilisation and Accession Agreements, although shortly after they started, negotiations with Serbia and Montenegro were suspended for lack of co-operation with the International Criminal Tribunal for the Former Yugoslavia. All other countries have expressed a desire to join the EU but at some date in the future.

11 Population composition by nationality and religion Ethnic map of the Balkans prior to the First Balkan War. The region's principal nationalities include: Romanians (22 million) Greeks (10.5 million) Turks (10 million) Serbs (8.5 million) Bulgarians (6.6 million) Albanians (6 million) Croats (4.5 million) Bosniacs (2 million) Slovenes (2 million) Macedonians (1.3 million) Montenegrins (0.3 million) others (Roma,...) The region's principal religions are (Eastern Orthodox and Catholic) Christianity and Islam. A variety of different traditions of each faith are practiced, with each of the Eastern Orthodox countries having its own national church. Eastern Orthodoxy is the principal religion in the following countries: Bulgaria (Bulgarian Orthodox Church) Greece (Church of Greece)

12 Republic of Macedonia (Serbian Orthodox Church and uncanonical Macedonian Orthodox Church) Montenegro (Serbian Orthodox Church and uncanonical Montenegrin Orthodox Church) Romania (Romanian Orthodox Church) Serbia (Serbian Orthodox Church) Roman Catholicism is the principal religion in the following countries: Croatia Slovenia Islam is the principal religion in the following countries: Albania Bosnia and Herzegovina Turkey The following countries have many religious groups which exceed 10% of the total population: Albania: Eastern Orthodoxy, Catholicism. Bosnia and Herzegovina: Bosniacs are mostly Muslim, Serbs are mostly Serbian (Eastern) Orthodox and Croats are mostly Catholic. Bulgaria: Islam. Croatia: Serbs are Orthodox. Republic of Macedonia: Albanian population is mostly Muslim. Montenegro: Albanians and Bosniacs are Muslims. Serbia: Albanians and Bosniacs are mostly Muslim, Hungarians, Slovaks and Croats are mostly Catholic. For more detailed information and a precise ethnic breakdown see articles about particular states: Albania, Demographics of Albania Croatia, (4 million Croats, 0.2 million Serbs) Bosnia and Herzegovina (2.1 million Bosniacs, 1.7 million Serbs, 0.7 million Croats) Bulgaria, Demographics of Bulgaria Greece, Demographics of Greece Montenegro, (0.3 million Montenegrins, 0.2 million Serbs)

13 Republic of Macedonia, Demographics of the Republic of Macedonia Serbia, (6.5 million Serbs, 2 million Albanians, 0.3 million Hungarians) Turkey, Demographics of Turkey [edit] References Banac, Ivo. Historiography of the Countries of Eastern Europe: Yugoslavia, American Historical Review, v 97 #4 (October 1992), Banac, Ivo. The National Question in Yugoslavia: Origins, History, Politics Cornell University Press, [1984]. Carter, Francis W., ed. An Historical Geography of the Balkans Academic Press, Dvornik, Francis. The Slavs in European History and Civilization Rutgers University Press, Fine, John V. A., Jr. The Early Medieval Balkans: A Critical Survey from the Sixth to the Late Twelfth Century [1983]; The Late Medieval Balkans: A Critical Survey from the Late Twelfth Century to the Ottoman Conquest. Ann Arbor: University of Michigan Press, [1987]. John R. Lampe and Marvin R. Jackson; Balkan Economic History, : From Imperial Borderlands to Developing Nations Indiana University Press, 1982 Jelavich, Barbara. History of the Balkans, 2 vols. Cambridge University Press, [1983]. Jelavich, Charles, and Jelavich, Barbara, eds. The Balkans in Transition: Essays on the Development of Balkan Life and Politics since the Eighteenth Century University of California Press, Király, Béla K., ed. East Central European Society in the Era of Revolutions, Komlos, John, ed. Economic Development in the Habsburg Monarchy and in the Successor States: Essays Mazower, Mark, The Balkans: A Short History, 2000 Traian Stoianovich; Balkan Worlds: The First and Last Europe ^ Encarta Online - Balkan entry 2. ^ World Land Features Database - Balkhan Mountains [edit] See also History of the Balkans Historical regions of the Balkan Peninsula

14 Balkan wars Balkan languages Balkan sprachbund Balkanization Orient Express Music of Southeastern Europe The Islamization of Bosnia and Herzegovina [edit] External links Wikimedia Commons has media related to: Balkans South-East Europe Review BalkanBaby travel writing, analysis and photos from the Balkans Balkan History by Steven W. Sowards SEEurope.net - news coverage on Southeastern Europe Southeast European Times The Centre for South East European Studies Balkans region: Oil and Gas Fact Sheet - United States Department of Energy Analysis Brief Balkans urged to curb trafficking - BBC News from Balkans

15 LA EX-JUGOSLAVIA Jugoslavia Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Jugoslavia è un termine usato per indicare tre diverse entità politiche nel corso del XX secolo sviluppatesi nella penisola Balcanica. Disintegrazione della Jugoslavia: Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia ( ) Repubblica Federale di Jugoslavia ( ) Serbia e Montenegro ( ) Serbia (2006-) Slovenia (1991-) Croazia (1991-) Ex Repubblica jugoslava di Macedonia (1991-) Bosnia-Erzegovina (1992-) Linea di confine fra le due entità (IEBL): Federazione di Bosnia-Erzegovina Repubblica Srpska (1995-) Kosovo (sotto il controllo dell'unmik; 1999-) Montenegro (2006-)

16 Il primo fu lo Stato degli Sloveni, dei Croati e dei Serbi, nato il 29 ottobre 1918 (poco prima della fine della prima guerra mondiale) da quello che rimaneva dell'impero Austro-Ungarico, non essendo stato riconosciuto internazionalmente esso si unì dunque al Regno di Serbia e a quello del Montenegro andando a formare il Regno dei Serbi, dei Croati e degli Sloveni la cui nascita venne proclamata ufficialmente il 1 dicembre 1918, con tale nome rimase sino al 3 ottobre 1929, quando adottò la denominazione di Regno di Jugoslavia (Kraljevina Jugoslavija). In ambito locale ci si riferisce a questo periodo anche come "Prva Jugoslavija" ovvero "Prima Jugoslavia". Il secondo fu uno stato socialista costituito immediatamente a seguito della seconda guerra mondiale e successivamente chiamato Repubblica Democratica di Jugoslavia - Demokratska Federativna Jugoslavija (DFJ) dal 10 agosto 1945 al 29 novembre Repubblica Federativa Popolare di Jugoslavia - Federativna Narodna Republika Jugoslavija (NFRJ) dal 29 novembre 1945 al 7 aprile Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia - Socijalistička Federativna Republika Jugoslavija (SFRJ) dal 7 aprile 1963 al 27 aprile In ambito locale ci si riferisce a questo periodo anche come "Druga Jugoslavija" ovvero "Seconda Jugoslavia". Il terzo fu la Repubblica Federale di Jugoslavia - "Savezna Republika Jugoslavija" formatasi nel 1992 dall'unione delle repubbliche di Serbia e Montenegro (compreso le regioni autonome di Vojvodina e Kosovo). Nel 2003 cambiò ufficialmente nome in Serbia e Montenegro (Srbija i Crna Gora). Nel 2006, infine, la Serbia e il Montenegro si sono definitivamente separati e attualmente sono due Stati sovrani completamente indipendenti. Voci correlate Serbia e Montenegro Serbia, Vojvodina, Kosovo Montenegro Slovenia (dichiarò la propria indipendenza il 25 giugno 1991) Croazia (dichiarò la propria indipendenza il 25 giugno 1991) Bosnia-Erzegovina Repubblica di Macedonia Categoria: Jugoslavia Ultima modifica per la pagina: 09:20, 8 giu Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License. Politica sulla privacy Informazioni su Wikipedia Avvertenze Inserito da <http://it.wikipedia.org/wiki/jugoslavia>

17 Tu puoi aiutare Wikimedia a cambiare il mondo!» Dona adesso! [Mostra] Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Coordinate: N E , Nota disambigua - Se stai cercando altri significati di Jugoslavia, vedi Regno di Jugoslavia o Repubblica Federale di Jugoslavia. La Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia fu lo stato principale dei Balcani dal 1943 al 1992, anno della sua dissoluzione; in ambito locale vi ci si riferisce anche come "Druga Jugoslavija" ("Seconda Jugoslavia") o anche "Bivša Jugoslavija" ("Ex-Jugoslavia"). Fondata sotto il nome di Repubblica Democratica Jugoslava (29 novembre - 4 dicembre 1943) come risultato della seconda riunione dell'avnoj (Consiglio Antifascista di Liberazione Popolare della Jugoslavia) tenutasi a Jajce (Bosnia- Erzegovina) sulle ceneri di quello che prima dello scoppio della seconda guerra mondiale era il Regno di Jugoslavia, nel 1946 cambiò il proprio nome in Repubblica Federativa Popolare di Jugoslavia mentre nel 1963 assunse il suo nome definitivo. Социјалистичка федеративна република Југославија Area Socijalistička federativna 1991 republika Jugoslavija - Socialistična Totale federativna republika 255,804 km² Jugoslavija - % acqua xx% Popolazione - Totale - Densità Fondazione - Dichiarata - Riconosciuta Dissoluzione (dettaglio) 27 aprile 1992 (dettaglio) Valuta Dinaro jugoslavo motto: Bratstvo i Jedinstvo (Fratellanza e Unità) Fuso Orario UTC +1 Inno nazionale Sigla automobilistica TLD Internet 23,300,000 (1991) 80/km² 29 novembre Hej Slaveni YU.yu La Jugoslavia confinava a nord-ovest con l'italia e l'austria, a nord con la Ungheria e Romania, a est con la Bulgaria, a sud con l'albania e la Grecia e ad ovest con il mar Adriatico. Durante la Guerra fredda la Jugoslavia fu un importante membro dei paesi non allineati. Il suo primo presidente fu Ivan Ribar mentre il Maresciallo Tito divenne Primo Ministro. Nel 1953 Tito venne eletto presidente, Lingua ufficiale Capitale serbocroato (RS Serbia, RS Montenegro, RS Croazia, RS Bosnia- Erzegovina, le forze armate e la polizia) sloveno (RS Slovenia) macedone (RS Macedonia) albanese o serbocroato (PSA Kosovo) ungherese o serbocroato (PSA Vojvodina) Belgrado

18 carica che divenne a vita nel Tito morirà il 4 maggio del Con la sua morte le tensioni interne fra le diverse nazionalità, che prima venivano soppresse anche con la forza, cominciano ad emergere. Dopo che quattro delle sei Repubbliche Socialiste dichiararono l'indipendenza tra il 1991 e il 1992, la Federazione si disciolse e nacque la Repubblica Federale di Jugoslavia, formata dalle due restanti repubbliche (Serbia e Montenegro) Nel 2003 anche questa Federazione venne trasformata: la riforma la denominò Unione di Serbia e Montenegro. Nel 2006, infine, la Serbia e il Montenegro si sono separati ed attualmente sono due Stati del tutto indipendenti. L'ultimo Primo Ministro della RSFJ fu Ante Marković (di nazionalità croata). Rimase in carica fino al dicembre 1991, giusto in tempo per vedere lo Stato jugoslavo dissolversi, nonostante egli avesse cercato di attuare, invano, una politica che frenasse le secessioni. Indice [nascondi] 1 Repubbliche Socialiste e Province Autonome 2 Storia 3 Dissoluzione 4 Bibliografia 1.1 I documenti della fondazione 5 Collegamenti esterni Repubbliche Socialiste e Province Autonome [modifica] Internamente lo stato era diviso in sei Repubbliche Socialiste e due Province Autonome Socialiste che facevano parte della Repubblica Socialista di Serbia. La Capitale Federale era Belgrado. Con la costituzione del 1974, in seguito alle tensioni interne, dovute al nazionalismo dei croati e alle tendenze liberali dei serbi si prevede il diritto per le Repubbliche di poter staccarsi dalla Federazione. Tale diritto non era previsto per le Province Autonome.

19 Mappa numerata delle Repubbliche e Province della Federazione Repubbliche e Province in ordine alfabetico: 1. Repubblica Socialista di Bosnia-Erzegovina, con capitale Sarajevo 2. Repubblica Socialista di Croazia, con capitale Zagabria 3. Repubblica Socialista di Macedonia, con capitale Skopje 4. Repubblica Socialista di Montenegro, con capitale Titograd (attuale Podgorica) 5. Repubblica Socialista di Serbia, con capitale Belgrado, che includeva anche: 5a. Provincia Socialista Autonoma del Kosovo, con capitale Priština 5b. Provincia Socialista Autonoma della Vojvodina, con capitale Novi Sad 6. Repubblica Socialista di Slovenia, con capitale Lubiana I documenti della fondazione [modifica] Storia [modifica] Nella Jugoslavia di allora si parlavano tre lingue: serbo-croato (includendo con questa denominazione la lingua parlata in Croazia, Serbia, Bosnia, Montenegro), sloveno e macedone (lingua istituita nel 1945), senza contare le minoranze albanesi, turche, slovacche, rumene, italiane, magiare, ecc. La storia della Croazia si legherà quindi a quella della Jugoslavia. Un'unione difficile fin dall'inizio viste le diverse realtà storiche, culturali e religiose di ogni singolo stato federale. La Slovenia e la Croazia avevano per lungo tempo subìto la dominazione austro-ungarica e con essa facevano parte della cultura occidentale cristiano-cattolica quindi usavano l'alfabeto latino. La Serbia, Montenegro e Macedonia invece avevano subìto fin dopo il 1389, a séguito della disfatta di Kosovo polje contro i turchi, la dominazione turca e appartenevano all'area orientale cristiano-ortodossa quindi usavano l'alfabeto cirillico. La Bosnia aveva ancora una situazione più complessa: aveva subìto varie dominazioni che avevano fatto sì che all'interno di questo stato si ritrovassero serbi (ortodossi), croati (cattolici), musulmani e una piccola comunità ebraica sefardita, reduce di quegli ebrei che dopo la reconquista spagnola dovettero abbandonare la Spagna e trovarono rifugio solo in Bosnia. In questa repubblica quindi trovavano posto almeno quattro religioni (cattolica, ortodossa, musulmana ed ebraica) e quattro alfabeti (latino, cirillico, arabo ed ebraico).

20 1950: legge sull'autogestione 1954: Gilas, uno dei quattro dirigenti del paese, viene arrestato per aver scritto una serie di articoli durissimi contro i dirigenti jugoslavi. 1956: prima riunione dei non allineati Tito-Nehru-Nasser a Brioni, residenza preferita di Tito. 1968: primi moti nel Kosovo, dove il 90% era di etnia albanese e di fede musulmana e non venivano riconosciuti i loro diritti da parte di Belgrado. 1971: "primavera croata", che si lega ai movimenti studenteschi del '68 ma con caratteri più nazionalistici 1974: nuova costituzione, si rafforza il federalismo, potenizati e allargati i diritti degli Albanesi in Kosovo 1980: morte di Tito 1981: ancora moti nel Kosovo 1989: formazione del governo federale Marković; moti e scioperi in Kosovo; formazione in Croazia dell'"hdz", Hrvatska Demokratska Zajednica", comunità democratica croata, guidata da Franjo Tuñman anche se di fatto il pluripartitismo era ancora vietato. Dissoluzione [modifica] Le prime due Repubbliche Socialiste a dichiarare l'indipendenza furono la Slovenia e la Croazia (entrambe il 25 giugno 1991), seguite dopo pochi mesi dalla Macedonia (8 settembre 1991). Il 5 aprile 1992 anche la Bosnia-Erzegovina si dichiarò indipendente, a quel punto le due Repubbliche Socialiste rimaste, la Serbia e il Montenegro, diedero vita alla Repubblica Federale di Jugoslavia, mettendo fine alla storia della Federazione Socialista. Bibliografia [modifica] S. Bianchini, La questione jugoslava, Giunti, Firenze 1996 J. Krulic, Storia della Jugoslavia, Bompiani, Milano 1997 J. Pirjevec Il giorno di San Vito. Jugoslavia Storia di una tragedia, ERI, Roma 1993 A. Floramo, recensione di R. Petrović, Il fallito modello federale della ex Jugoslavia, «esamizdat», 2006, IV, pp Collegamenti esterni [modifica]

Liceo di Sachem Nord

Liceo di Sachem Nord Liceo di Sachem Nord 1 La Geografia d Italia In this unit the students will review the more salient points of Italy s geography. By the end of the unit, the students will be able to: 1. Discuss the geographic

Dettagli

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Unità 1 Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Itinerario 1 Il cammino degli Stati europei 10 Le origini dell Europa 10 Un continente diverso dagli altri 10 L Europa romana e medievale 12 L Impero

Dettagli

Don Francisc Dobos CCEE Incontro Portavoce e addetti stampa - Bucarest, 12-15 Giugno 2013

Don Francisc Dobos CCEE Incontro Portavoce e addetti stampa - Bucarest, 12-15 Giugno 2013 SOCIETÀ E RELIGIONE IN ROMANIA 1.1. ASPETTI SOCIO- DEMOGRAFICI Per quanto riguarda il contesto demografico della Romania si fa riferimento ai dati forniti dall Istituto Nazionale di Statistica (INS) nel

Dettagli

MittelEuropa. Definizione del Brand

MittelEuropa. Definizione del Brand MittelEuropa Definizione del Brand Definizione del brand Cenni storici. L impero Austro-Ungarico. I simboli dell Austro-Ungheria. Un impero, due corone L Impero austro-ungarico (detto anche più semplicemente

Dettagli

TAVOLO DEGLI ENTI LOCALI PER IL CLIMA

TAVOLO DEGLI ENTI LOCALI PER IL CLIMA TAVOLO DEGLI ENTI LOCALI PER IL CLIMA 22 novembre VERSO LA STRATEGIA NAZIONALE DI ADATTAMENTO Responsabilità di Governo e competenze dei territori Sala Palazzo Bologna Senato della Repubblica Via di S.

Dettagli

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives Dr Mila Milani Comparatives and Superlatives Comparatives are particular forms of some adjectives and adverbs, used when making a comparison between two elements: Learning Spanish is easier than learning

Dettagli

Il turismo in Albania

Il turismo in Albania Il turismo in Albania www.ejona.eu Alcuni dati sulla posizione geografica, il clima e la popolazione L'Albania oppure semplicemente Shqipëria, è uno Stato della Penisola balcanica situato nel sud-est dell'europa.

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 592 DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE d iniziativa del senatore COSSIGA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L 8 GIUGNO 2006 Riconoscimento del diritto di autodeterminazione

Dettagli

Alle radici della questione balcanica. 1. L impero ottomano e i mutamenti di lungo periodo 2. La conquista ottomana nei Balcani

Alle radici della questione balcanica. 1. L impero ottomano e i mutamenti di lungo periodo 2. La conquista ottomana nei Balcani Alle radici della questione balcanica 1. L impero ottomano e i mutamenti di lungo periodo 2. La conquista ottomana nei Balcani L impero ottomano L impero turco ottomano raggiunge la sua massima espansione

Dettagli

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34 This week I have been walking round San Marco and surrounding areas to find things that catch my eye to take pictures of. These pictures were of various things but majority included people. The reason

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale Il 1 settembre 1939 Hitler attacca la Polonia con il pretesto di occupare il corridoio di Danzica video A questo punto Francia e Inghilterra, decise a non permettere ulteriori

Dettagli

STATI MEMBRI DELL UNIONE EUROPEA (http://europa.eu/about-eu/member-countries/index_it.htm)

STATI MEMBRI DELL UNIONE EUROPEA (http://europa.eu/about-eu/member-countries/index_it.htm) STATI MEMBRI DELL UNIONE EUROPEA (http://europa.eu/about-eu/member-countries/index_it.htm) Austria Anno di adesione all UE: 1995 federale Capitale: Vienna Superficie: 83 870 km² Popolazione: 8,3 milioni

Dettagli

UCRAINA: ASPETTO FISICO Territorio:pianeggiante o con bassi rilevi Pianura:zona orientale e meridionale = bacino idrografico del Dneper Bassopiano

UCRAINA: ASPETTO FISICO Territorio:pianeggiante o con bassi rilevi Pianura:zona orientale e meridionale = bacino idrografico del Dneper Bassopiano UCRAINA: ASPETTO FISICO Territorio:pianeggiante o con bassi rilevi Pianura:zona orientale e meridionale = bacino idrografico del Dneper Bassopiano del Dneper Alture del Dneper (basse colline) Ripiano Podolico:

Dettagli

Berlino: La. Porta di Brandeburgo. Berlino: Alexsanderplatz

Berlino: La. Porta di Brandeburgo. Berlino: Alexsanderplatz GERMANIA ASPETTO FISICO POSIZIONE: La Germania si trova nel cuore del continente europeo al nord dell Italia. CONFINI: A sud con la Svizzera e l Austria; a ovest con la Francia, il Lussemburgo, il Belgio

Dettagli

Sacca di Goro case study

Sacca di Goro case study Sacca di Goro case study Risposte alle domande presentate all incontro di Parigi (almeno è un tentativo ) Meeting Locale, Goro 15-16/10/2010, In English? 1.What is the origin of the algae bloom? Would

Dettagli

Il risveglio nazionale della Romania

Il risveglio nazionale della Romania Di Budea Sara Il risveglio nazionale della Romania 1848 portò alla rivoluzione la Moldavia, la Valacchia e la Transilvania. nel 1859, sotto incitamento e suggerimento di Napoleone IIIre di Francia, il

Dettagli

Imprenditorialità giovanile e sviluppo locale nell Europa dell Est. Seminario

Imprenditorialità giovanile e sviluppo locale nell Europa dell Est. Seminario Seminario Imprenditorialità giovanile e sviluppo locale nell Europa dell Est Con il patrocinio della Rappresentanza a Milano della Commissione europea Milano, venerdì 27 gennaio 2006 Palazzo delle Stelline

Dettagli

MIGRAZIONI DEI POPOLI JUGOSLAVI ALLA FINE DEL XX SECOLO

MIGRAZIONI DEI POPOLI JUGOSLAVI ALLA FINE DEL XX SECOLO MIGRAZIONI DEI POPOLI JUGOSLAVI ALLA FINE DEL XX SECOLO Le migrazioni esistono. La morte non esiste! Miloš Crnjanski, Migrazioni II 1 Introduzione Le migrazioni per motivi di lavoro non rappresentavano

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee

Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee Roma, 19 settembre 2014 Massimo Persotti Ufficio stampa e comunicazione Dipartimento Politiche Europee m.persotti@palazzochigi.it Cosa fa

Dettagli

I PAESI ALPINI (Noemy Seddone)

I PAESI ALPINI (Noemy Seddone) I PAESI ALPINI (Noemy Seddone) IL TERRITORIO I paesi alpini in Europa sono sette: Italia, Francia, Austria, Germania, Slovenia,Croazia. Completamente all interno delle Alpi troviamo la Svizzera, l Austria

Dettagli

Indica gli elementi naturali che caratterizzano i confini dell Europa a a. Sud:... b. Ovest:... c. Nord:... d. Est:...

Indica gli elementi naturali che caratterizzano i confini dell Europa a a. Sud:... b. Ovest:... c. Nord:... d. Est:... Unità 1 Nome... Classe... Data... Prima Osserva la carta dell Europa e prova a rispondere alle seguenti domande: perché appare strano definire l Europa come un continente a sé a differenza di quanto avviene,

Dettagli

Supporto alla produzione agricola in Albania

Supporto alla produzione agricola in Albania GCP/ALB/005/ITA Supporto alla produzione agricola in Albania Rome Adriatic ITALY Tyrrhenian Sicily Assistere gli agricoltori e le cooperative agricole nello sviluppo di catene alimentari nel mercato agricolo

Dettagli

le mostre che arrivarono in Europa ci furono Twelve Contemporary American Painters and Sculptors (1953), Modern Art in the USA

le mostre che arrivarono in Europa ci furono Twelve Contemporary American Painters and Sculptors (1953), Modern Art in the USA 1 MoMA E GLI AMERICANI MoMA AND AMERICANS Sin dall inizio il MoMA (Museo d Arte Moderna) di New York era considerato, da tutti gli appassionati d arte specialmente in America, un museo quasi interamente

Dettagli

La Seconda Guerra Mondiale 1939-1945

La Seconda Guerra Mondiale 1939-1945 La Seconda Guerra Mondiale 1939-1945 A partire dal 1935 la Germania nazista di Hitler iniziò ad attuare la sua politica espansionistica, approfittando della debolezza e delle problematiche economiche di

Dettagli

Ino-x. design Romano Adolini

Ino-x. design Romano Adolini Ino-x design Romano Adolini Nuovo programma placche Ino-x design Romano Adolini OLI, importante azienda nel panorama nella produzione di cassette di risciacquamento, apre al mondo del Design. Dalla collaborazione

Dettagli

Il Turismo nell area Euro-Adriatica

Il Turismo nell area Euro-Adriatica Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e dello Ionio Il Turismo nell area Euro-Adriatica In collaborazione con: 1 Il mercato del turismo europeo Fonte: WTO, 2006 2 I numeri dell Euroregione Adriatica

Dettagli

Guerra nell ex-jugoslavia e unità in Europa? Contributo del Prof. Carlo Boffito

Guerra nell ex-jugoslavia e unità in Europa? Contributo del Prof. Carlo Boffito Guerra nell ex-jugoslavia e unità in Europa? Contributo del Prof. Carlo Boffito Febbraio 2007 1.Un po di storia I Balcani, dalla Grecia all Ungheria, sono stati teatro di guerre continue, dalla fine del

Dettagli

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world MercedesRoadster.IT New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world Newspaper supplement Emmegi Magazine Independent unaffiliated / funded by Daimler

Dettagli

Stati dell Europa occidentale

Stati dell Europa occidentale Germania: divisa in tre regioni geografiche distinte Germania settentrionale Tutta la Germania settentrionale è occupata dal Bassopiano Germanico, una vasta area pianeggiante che si estende fino al Mare

Dettagli

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi ÉTUDES - STUDIES Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi Polo Interregionale di Eccellenza Jean Monnet - Pavia Jean Monnet

Dettagli

Painting with the palette knife

Painting with the palette knife T h e O r i g i n a l P a i n t i n g K n i v e s Dipingere con la spatola Painting with the palette knife Made in Italy I t a l i a n M a n u f a c t u r e r La ditta RGM prende il nome dal fondatore

Dettagli

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Sezione 1 / Section 1 2 Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Elements of identity: the logo Indice 2.01 Elementi d identità 2.02 Versioni declinabili 2.03 Versioni A e A1, a colori

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Conversano, 10 luglio 2014. Prosegue Windows of the World, la rubrica di Master ideata per

COMUNICATO STAMPA. Conversano, 10 luglio 2014. Prosegue Windows of the World, la rubrica di Master ideata per COMUNICATO STAMPA Conversano, 10 luglio 2014 Dott. Pietro D Onghia Ufficio Stampa Master m. 328 4259547 t 080 4959823 f 080 4959030 www.masteritaly.com ufficiostampa@masteritaly.com Master s.r.l. Master

Dettagli

Collezione. di FRANCOBOLLI. di Francesco DAURELIO et Giuseppe DAURELIO ******************

Collezione. di FRANCOBOLLI. di Francesco DAURELIO et Giuseppe DAURELIO ****************** Collezione di FRANCOBOLLI di Francesco DAURELIO et Giuseppe DAURELIO ****************** iniziata da Mio Padre ( Francesco ) a soli 11 anni, nel 1933, poi incrementata allorché si imbarcò, per lavoro, giovanissimo

Dettagli

I.C.S. INTERNATIONAL CHILDREN SUPPORT AIUTO INTERNAZIONALE PER I BAMBINI

I.C.S. INTERNATIONAL CHILDREN SUPPORT AIUTO INTERNAZIONALE PER I BAMBINI I.C.S. INTERNATIONAL CHILDREN SUPPORT AIUTO INTERNAZIONALE PER I BAMBINI CONSTITUTIONAL ACT ATTO DI COSTITUZIONE Registered trade mark exclusive right 1 of 5 The 7 th of February of 2007 in Saronno (VA,

Dettagli

NOTIZIE DALLA SCOZIA

NOTIZIE DALLA SCOZIA pag 10 English Edition PERIODICO DI INFORMAZIONE N. 22 - Giugno 2013 La IMPER ITALIA Spa ha ospitato il 6 marzo 2013 il nostro Distributore Scozzese MOY MATERIALS (NORTHERN). Rappresentato da Mr. DAVID

Dettagli

CONVENZIONE DELLE ALPI Trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile del territorio alpino

CONVENZIONE DELLE ALPI Trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile del territorio alpino CONVENZIONE DELLE ALPI Trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile del territorio alpino Un trattato per il territorio 1.Ambito di applicazione geografico* 2.Partecipazione attiva degli enti territoriali

Dettagli

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Storia contemporanea n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Anno Accademico 2011/2012 1 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/11

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/11 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/11 Programma IPA Adriatico - 1 step bando progetti strategici -proposte con partecipazione della Veneto e di enti regionali. 1 SMART UP Innovative

Dettagli

Corso di ricerca bibliografica

Corso di ricerca bibliografica Corso di ricerca bibliografica Trieste, 11 marzo 2015 Partiamo dai motori di ricerca Un motore di ricerca è un software composto da tre parti: 1.Un programma detto ragno (spider) che indicizza il Web:

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia.

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. La Francia e l Inghilterra a loro volta intervennero a sua difesa. Cosi Hitler

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

Le principali catene montuose sono: Sistema Iberico. Sistema Centrale. Pirenei

Le principali catene montuose sono: Sistema Iberico. Sistema Centrale. Pirenei Parte A: aspetto fisico e clima. La Spagna è una nazione dell'europa sud-occidentale, che comprende circa l'84% della penisola iberica. E localizzato a Nord-ovest rispetto all Italia. Confina a: Nord con

Dettagli

Sistemi Informativi Esercitazione di Laboratorio: SQL e Access (1)

Sistemi Informativi Esercitazione di Laboratorio: SQL e Access (1) Sistemi Informativi Esercitazione di Laboratorio: SQL e Access (1) 1 Descrizione della base di dati...1 2 Interrogazioni semplici con SELECT e WHERE...2 2.1 La densità di popolazione in Francia...2 2.2

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale dura dal 1939 al 1945 ed è una guerra totale, cioè coinvolge tutto il mondo. da un lato i regimi nazifascisti, gli STATI DELL ASSE, cioè Germania,

Dettagli

why? what? when? where? who?

why? what? when? where? who? why? l azienda overview l innovazione innovation WeAGoo è un azienda italiana specializzata nella raccolta di informazioni turistiche brevi ed essenziali a carattere storico, artistico, culturale, naturalistico

Dettagli

13-03-2013. Introduzione al Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie. L idea del Semantic Web.

13-03-2013. Introduzione al Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie. L idea del Semantic Web. Corso di Ontologie e Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie Prof. Alfio Ferrara, Prof. Stefano Montanelli Definizioni di Semantic Web Rilievi critici Un esempio Tecnologie e linguaggi

Dettagli

Dichotomy Works nasce nel 2015 a Milano come collaborazione creativa tra l architetto Adolfo Martinez e l artista grafica Ivana Serizier Moleiro.

Dichotomy Works nasce nel 2015 a Milano come collaborazione creativa tra l architetto Adolfo Martinez e l artista grafica Ivana Serizier Moleiro. -1- SCHEDA DI PRESENTAZIONE Nome e cognome / Nome del gruppo Adolfo Martinez, Ivana Serizier Moleiro / Dichotomy Works Città Milano Provincia MI Biografia Dichotomy Works nasce nel 2015 a Milano come collaborazione

Dettagli

c a s c i n a / f a r m G a m B a r O a

c a s c i n a / f a r m G a m B a r O a cascina / farm G A M B A R O A LA STORIA / History Gli immobili in vendita si trovano all interno di una azienda agricola di ben 400 ettari costituita da estesi campi coltivati inseriti in ampie zone (circa

Dettagli

L Africa. I paesi colonizzati dall Italia

L Africa. I paesi colonizzati dall Italia L Africa I paesi colonizzati dall Italia La Libia Nel 1911 l'italia di Giolitti dichiarò guerra all'impero ottomano per ottenere il controllo della Libia. Nel 1934, con l'unione della Tripolitania e della

Dettagli

IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS

IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS I tumori in Italia Rapporto AIRTUM 1 TUMORI INFANTILI -1 ANNI IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

4 6 7 7 8 8 9 10 11 14 15 17 21 25 Riassunto Realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale per la sorveglianza sanitaria della fauna nel Parco Nazionale della Majella tramite software Open Source

Dettagli

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA Repertorio Cartografico REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA Geografia regionale Il Friuli Venezia Giulia è una regione autonoma a statuto speciale con circa 1,2 milioni di abitanti, formata dal Friuli (che costituisce

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

&Business Development

&Business Development &Business Development BUSINESS DEVELOPMENT AGC COMMUNICATION srl e un agenzia giornalistica che collega il mondo dei mass media a quello delle aziende che intendono fare della internazionalizzazione, della

Dettagli

E-Business Consulting S.r.l.

E-Business Consulting S.r.l. e Rovigo S.r.l. Chi siamo Scenario Chi siamo Missione Plus Offerti Mercato Missionedi riferimento Posizionamento Metodologia Operativa Strategia Comunicazione Digitale Servizi Esempidi consulenza Clienti

Dettagli

GerbView. 25 novembre 2015

GerbView. 25 novembre 2015 GerbView GerbView ii 25 novembre 2015 GerbView iii Indice 1 Introduzione a GerbView 2 2 Schermo principale 2 3 Top toolbar 3 4 Barra strumenti sinistra 4 5 Comandi nella barra del menu 5 5.1 File menu.......................................................

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

ACCESSORI MODA IN PELLE

ACCESSORI MODA IN PELLE ACCESSORI MODA IN PELLE LEMIE S.p.a. Azienda - Company Produzione - Manufacturing Stile - Style Prodotto - Product Marchi - Brands 5 9 13 15 17 AZIENDA - COMPANY LEMIE nasce negli anni settanta come

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. 2013 2014 SCUOLA Liceo Linguistico Manzoni DOCENTE: Wright Mark D. MATERIA: Conversazione inglese Classe 5 Sezione H FINALITÀ DELLA DISCIPLINA OBIETTIVI:

Dettagli

User Guide Guglielmo SmartClient

User Guide Guglielmo SmartClient User Guide Guglielmo SmartClient User Guide - Guglielmo SmartClient Version: 1.0 Guglielmo All rights reserved. All trademarks and logos referenced herein belong to their respective companies. -2- 1. Introduction

Dettagli

Farsi un idea sulla Serbia e Montenegro

Farsi un idea sulla Serbia e Montenegro Farsi un idea sulla Serbia e Montenegro SERBIA E MONTENEGRO INFORMAZIONI GENERALI Superficie: 102 173 kmq (un terzo dell Italia) Confini: confina con l'ungheria a Nord, con la Romania e Bulgaria a Est,

Dettagli

La Regione Germanica

La Regione Germanica La Regione Germanica Si tratta della regione centrale del continente europeo, che si estende dalla coste tedesche bagnate dal Mare del Nord e dal Mar Baltico fino alla catena montuosa della Alpi. Nell

Dettagli

CROAZIA LA REGIONE MEDITERRANEO-BALCANICA ALICE, ARIANNA E REBECCA

CROAZIA LA REGIONE MEDITERRANEO-BALCANICA ALICE, ARIANNA E REBECCA CROAZIA LA REGIONE MEDITERRANEO-BALCANICA ALICE, ARIANNA E REBECCA IL TERRITORIO Il territorio della Croazia è prevalentemente montuoso; Il clima lungo la fascia costiera è di tipo mediterraneo mentre

Dettagli

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the 1 2 3 Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the body scientists say these cells are pluripotent.

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE 1 settembre 1939 invasione della Polonia LA SECONDA GUERRA MONDIALE VERSO LA SECONDA GUERRA MONDIALE CRISI DEGLI ANNI 30 ISOLAZIONISMO AMERICANO AFFERMAZIONE DEL NAZISMO IN GERMANIA POLITICA ESTERA AGGRESSIVA

Dettagli

A Ovest, il Canale di Suez, il Mar Rosso e il Golfo di Aden; A Est, le montagne sugli orli degli altipiani iranico e afgano.

A Ovest, il Canale di Suez, il Mar Rosso e il Golfo di Aden; A Est, le montagne sugli orli degli altipiani iranico e afgano. IL MEDIO ORIENTE Medio Oriente è una denominazione convenzionale, di origine francese, che viene data all Asia occidentale, a quella parte compresa tra l Africa e l India. I suoi confini sono: A Nord il

Dettagli

Famiglie di tabelle fatti

Famiglie di tabelle fatti aprile 2012 1 Finora ci siamo concentrati soprattutto sulla costruzione di semplici schemi dimensionali costituiti da una singola tabella fatti circondata da un insieme di tabelle dimensione In realtà,

Dettagli

MATERIA: Geografia Generale e Turistica ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO

MATERIA: Geografia Generale e Turistica ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO MATERIA: Geografia Generale e Turistica ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO CLASSE: Prima C Unità 1 GLI STRUMENTI DI BASE Forma e misura della terra Le carte geografiche L informatica applicata

Dettagli

INVESTMENT REFORM INDEX 2006

INVESTMENT REFORM INDEX 2006 INVESTMENT REFORM INDEX 2006 Prof.ssa Giorgia Giovannetti Ice - Area Studi, ricerche e statistiche Università di Firenze Albania, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Macedonia, Moldavia, Montenegro,

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12

INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12 INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12 Data: 10/02/2012 Ora: 15:05 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Risultati definitivi dell aumento di capitale in opzione agli azionisti ordinari e di risparmio / Final results

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale La Germania Era l'ultima tra le potenze arrivate Per poter conquistare e mantenere le proprie colonie, potenzia l'esercito e la flotta più delle altre nazioni europee, che non

Dettagli

Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi

Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi ISIS I. Calvino -Città della Pieve Liceo scientifico Programma di STORIA LIBRO DI TESTO: GIARDINA-SABBATUCCI-VIDOTTO, Storia, Nuovi programmi, vol.

Dettagli

Panorama Internazionale

Panorama Internazionale Panorama Internazionale 22 INFORMAZIONI DELLA DIFESA 2/2012 TAIWANRODOLFO BASTIANELLI LO STATUS INTERNAZIONALE DI PANORAMA INTERNAZIONALE 23 Uno dei temi politici più delicati che la Cina si è trovata

Dettagli

ITALY IN THE GLOBAL OUTLOOK L ITALIA NEL QUADRO GLOBALE

ITALY IN THE GLOBAL OUTLOOK L ITALIA NEL QUADRO GLOBALE Session/Sessione ITALY IN THE GLOBAL OUTLOOK L ITALIA NEL QUADRO GLOBALE ELECTRONIC POLL RESULTS RISULTATI DEL TELEVOTO INTELLIGENCE ON THE WORLD, EUROPE, AND ITALY LO SCENARIO DI OGGI E DI DOMANI PER

Dettagli

LA GRECIA. -Forma di governo: Repubblica. -Capitale: Atene. -Lingua: greco. -Religione: ortodossa. -Moneta: euro

LA GRECIA. -Forma di governo: Repubblica. -Capitale: Atene. -Lingua: greco. -Religione: ortodossa. -Moneta: euro LA GRECIA -Forma di governo: Repubblica -Capitale: Atene -Lingua: greco -Religione: ortodossa -Moneta: euro La Grecia si trova nel sud dei monti Balcani. La Grecia confina a nord con l Albania, la Macedonia

Dettagli

MILLESENTIERI: IL PORTALE/WEBGIS OPENSOURCE DEI SENTIERI PER LA PROMOZIONE DELLE RISORSE NATURALISTICHE, ARCHITETTONICHE E STORICO-ARCHEOLOGICHE

MILLESENTIERI: IL PORTALE/WEBGIS OPENSOURCE DEI SENTIERI PER LA PROMOZIONE DELLE RISORSE NATURALISTICHE, ARCHITETTONICHE E STORICO-ARCHEOLOGICHE MILLESENTIERI: IL PORTALE/WEBGIS OPENSOURCE DEI SENTIERI PER LA PROMOZIONE DELLE RISORSE NATURALISTICHE, ARCHITETTONICHE E STORICO-ARCHEOLOGICHE Franca IACOBELLIS, Roberto IOVINELLI, Claudio MIRAGLIA,

Dettagli

Nurunderi and Nepele were the best fishermen of Australia. One day they caught a strange fish: its scales flashed with a silver light!

Nurunderi and Nepele were the best fishermen of Australia. One day they caught a strange fish: its scales flashed with a silver light! Nurunderi e Nepele erano i migliori pescatori dell Australia. Un giorno catturarono uno strano pesce: le sue scaglie mandavano bagliori d argento! Nurunderi and Nepele were the best fishermen of Australia.

Dettagli

HarNoBaWi Udine, 09/03/2015

HarNoBaWi Udine, 09/03/2015 HarNoBaWi Udine, 09/03/2015 Armonizzazione del processo di notifica nell ambito dell economia dello smaltimento e recupero dei rifiuti nell Euroregione Carinzia FVG Veneto Interreg IV Italia Austria Programma

Dettagli

DA SARAJEVO 1914 A SARAJEVO 1992 Prof.ssa Claudia Desalvo Liceo Banfi (testo redatto da Sara Anello e Veronica Poli - I A LC - e rivisto dall autrice)

DA SARAJEVO 1914 A SARAJEVO 1992 Prof.ssa Claudia Desalvo Liceo Banfi (testo redatto da Sara Anello e Veronica Poli - I A LC - e rivisto dall autrice) DA SARAJEVO 1914 A SARAJEVO 1992 Prof.ssa Claudia Desalvo Liceo Banfi (testo redatto da Sara Anello e Veronica Poli - I A LC - e rivisto dall autrice) Nel 1800 si affermano in Europa gli stati nazionali.

Dettagli

Storia contemporanea

Storia contemporanea Storia contemporanea Prof. Roberto Chiarini http://rchiarinisc.ariel.ctu.unimi.it Anno Accademico 2008/2009 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

2014-2020 Programming Period

2014-2020 Programming Period Structural & Investment Funds (including IPA II) for the Adriatic-Ionian Region 2014-2020 Programming Period Silvia Grandi Head of Institutional Agreements & Special Area Programmes + EU Policies & International

Dettagli

Unità 2: Presentazione per "I giorni di scuola" Produce a multimedia rich presentation on school life in the United States and Italy.

Unità 2: Presentazione per I giorni di scuola Produce a multimedia rich presentation on school life in the United States and Italy. Unit 2: All about school Rough Draft: Due January 11 Final Draft: Due January 17 Presentations: January 25 and 28 Produce a multimedia rich presentation on school life in the United States and Italy. That

Dettagli

L INFORMAZIONE GEOGRAFICA NELLA RILEVAZIONE DEI NUMERI CIVICI

L INFORMAZIONE GEOGRAFICA NELLA RILEVAZIONE DEI NUMERI CIVICI XXXIII CONFERENZA ITALIANA DI SCIENZE REGIONALI L INFORMAZIONE GEOGRAFICA NELLA RILEVAZIONE DEI NUMERI CIVICI Marina BERTOLLINI 1, Antonietta ZULLO 2, SOMMARIO Il largo impiego delle informazioni geografiche

Dettagli

Un mare di crisi? Il Mediterraneo nel nuovo scenario politico internazionale

Un mare di crisi? Il Mediterraneo nel nuovo scenario politico internazionale Istituto Alti Studi della Difesa Roma 28 gennaio 2015 Un mare di crisi? Il Mediterraneo nel nuovo scenario politico internazionale Prof. Luciano Bozzo, Università degli Studi di Firenze Estensione dell

Dettagli

Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno

Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno Il periodo storico che viene trattato in questa unità didattica va dagli inizi del V secolo a.c. alla fine del I secolo a.c. e riguarda la Grecia, la Macedonia

Dettagli

Cooperare in Europa: ETC, IPA, ENPI

Cooperare in Europa: ETC, IPA, ENPI Cooperare in Europa: ETC, IPA, ENPI Cooperare in Europa: politica di coesione the Union shall aim at reducing disparities between the levels of development of the various regions (art. 174 Trattato) Politica

Dettagli

Risoluzione del Parlamento europeo sulla situazione dell integrazione regionale nei Balcani occidentali

Risoluzione del Parlamento europeo sulla situazione dell integrazione regionale nei Balcani occidentali Risoluzione del Parlamento europeo sulla situazione dell integrazione regionale nei Balcani occidentali Il Parlamento europeo, viste le relazioni annuali della Commissione europea sul processo di stabilizzazione

Dettagli

I nostri professionisti, oltre all'esperienza e alle conoscenze tecniche maturate in lunghi anni di attività, pensano ed agiscono come imprenditori.

I nostri professionisti, oltre all'esperienza e alle conoscenze tecniche maturate in lunghi anni di attività, pensano ed agiscono come imprenditori. CHI SIAMO? Un network di professionisti e consulenti specializzati nell'assistenza operativa ad imprese che vogliono sviluppare progetti di internazionalizzazione nei Paesi dell'europa Centro Orientale.

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Usage guidelines. About Google Book Search

Usage guidelines. About Google Book Search This is a digital copy of a book that was preserved for generations on library shelves before it was carefully scanned by Google as part of a project to make the world s books discoverable online. It has

Dettagli

I numeri del commercio internazionale

I numeri del commercio internazionale Università di Teramo Aprile, 2008 Giovanni Di Bartolomeo gdibartolomeo@unite.it I numeri del commercio internazionale Big traders Netherlands 4% United Kingdom 4% France 5% China 6% Italy 4% Japan 7% Korea,

Dettagli

r e s i d e n z a / h o u s e s p i c c o n o

r e s i d e n z a / h o u s e s p i c c o n o residenza / houses p i c c o n o LA STORIA / History Gli immobili in vendita si trovano all interno di una azienda agricola di ben 400 ettari costituita da estesi campi coltivati inseriti in ampie zone

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Gruppo di lavoro - ABRUZZO Inquadramento, ruolo e compiti

Gruppo di lavoro - ABRUZZO Inquadramento, ruolo e compiti Gruppo di lavoro - ABRUZZO Inquadramento, ruolo e compiti Partner responsabile: Regione Abruzzo Progetti Sociali s.r.l. Impresa Sociale PRESENTAZIONE DEL PROGETTO SIMPLE Il progetto SIMPLE è un progetto

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli