Facoltà del Design Tesi di Laurea Specialistica in Design della Comunicazione. Relatrice Francesca Piredda Correlatore Walter Mattana

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Facoltà del Design Tesi di Laurea Specialistica in Design della Comunicazione. Relatrice Francesca Piredda Correlatore Walter Mattana"

Transcript

1

2

3 Facoltà del Design Tesi di Laurea Specialistica in Design della Comunicazione Relatrice Francesca Piredda Correlatore Walter Mattana Anno Accademico 2010/2011

4

5

6

7 You will eat, by and by, In that glorious land above the sky; work and pray, live on hay, you'll get pie in the sky when you die Joe Hill, The Preacher and the Slave, 1911 Mangerai, in futuro, In quella gloriosa terra su nel cielo; Lavora e prega, sii modesto, La tua torta ti aspetta in cielo quando morirai We gotta get up, get out Before they get us down 'Cause livin' up against the wall Yeah, has got us locked up Come on and line up Steven Tyler, Joe Perry, Lenny Kravitz, Line up, 1993 Dobbiamo svegliarci, uscire Prima che ci buttino giù Perché vivere contro il muro Si, ci ha chiuso in gabbia Coraggio, schierati You will eat, bye and bye, When you've learned how to cook and how to fry; chop some wood, 'twill do you good then you'll eat in the sweet bye and bye Joe Hill, The Preacher and the Slave, 1911 Mangerai, alla fin fine, quando avrai imparato a cucinare e a friggere; taglia un po di legna, ti farà bene, così mangerai a sazietà

8

9

10

11 f i n 2 0 0

12

13 Indice delle figure fig.01 - Don t Be Fuelish campagna televisiva di sensibilizzazione al risparmio energetico, USA 1973, pag. 004 fig.02 - Sorry, no petrol, il cartello fuori da un garage, Londra 1973, pag. 005 fig.03 - Code per il razionamento della benzina, USA 1979, pag. 006 fig.04 - Il dittatore assoluto ovvero un particolare per ciascun despota destituito. In senso orario a partire da quello in alto a sinistra: Hosni Mubarak, Zine el Abidine Ben Ali, Muammar Gheddafi, Bashar al Assad, pag. 007 fig.05 - Proteste nelle piazze libiche, Febbraio 2011, pag. 010 fig.06 - Dall'acqua sbuca la testa del cadavere di un migrante al largo delle coste tunisine, Giugno 2011, pag. 013 fig.07 - Centro media nel palazzo del governo provvisorio di Bengasi, Marzo 2011, pag. 017 fig.08 - Gheddafi e Berlusconi in occasione della firma del trattato di cooperazione tra Italia e Libia, Agosto 2008, pag. 019 fig.09 - Impiegati dell'agenzia Internazionale Energia Atomica davanti alla centrale nucleare di Fukushima Daiichi, Giugno 2011, pag. 027 fig.10 - Potremmo prescindere da tutto ciò che è inutile, ma poi cosa ci resterebbe? El Roto, El Paìs, Giugno 2011, pag. 033 fig.11 - Un esempio dei materiali raccolti da Materjalid.net, che opera a Tallinn, pag. 049 fig.12 - A partire dall estremo sinistro dell altra pagina: Työ & Toiminta, Helsinki; BISK, Eindhoven; Banca del tempo, Milano, pagg fig.13 - MIT Solar House I, Cambridge, Massachussetts, USA 1939, pag. 052 fig.14 - Peabody house, Dover, Massachussets, USA, 1949, pagg fig.15 - la casa di Toby Richards, Jamestown, Rhode Island, USA, 1975, pag. 053 fig.16 - Jimmy Carter e i pannelli solari sulla Casa Bianca, Giugno 1979, pag. 054 fig.17 - Edward Mazria, Passive Solar Energy Book, 1979, pag. 055 fig.18 - No Heat No Rent, New York Energy Task Force, USA, 1977, pag. 057 fig.19 - Il tetto del 519 Est 11esima strada, scatto di Jon Naar, New York, USA, 1976, pag. 059 fig.20 - Uno dei parchi giochi realizzati da Aldo Van Eyck a confronto con uno dei progetti di recupero dell'arredamento urbano di Ugo La Pietra, pag. 065 fig.21 - Un momento della parata del 1 maggio 2000: si vede in azione il gruppo Reclaim The Streets, pag. 067 fig.22 - Un esempio di contraffazione dei messaggi pubblicitari, pag. 072 fig.23 - Bombe di semi: sono lo strumento di Guerrilla Gardening più semplice, pag. 073 fig.24 - La serra costruita con materiale di recupero nello spazio occupato dalla comunità Pure Genius!!, Londra, 1996, pag. 074 fig.25 - Athenaeum Hotel: il giardino verticale di Patrick Blanck, Londra, 2009, pag. 075 fig.26 - Un tecnico rimuove la pellicola protettiva dalla parte adesiva di un pannello solare a film sottile per incollarlo su di un tetto, pag. 079 fig.27 - la Borsasolare della tedesca Neubers è un articolo già in vendita, pag. 081

14 Indice delle figure fig.28 - Aldo Di Carlo, co-direttore di Chose, mostra delle celle solari organiche durante un'intervista, pag. 083 fig.29 - Una stampante di pannelli solari organici a confronto con una macchina per la stampa serigrafica, pag. 085 fig.30 - A sinistra Bracka Street Festival. A destra Cream o'gallaway dairy farm, pag. 095 fig.31 - La stazione di servizio milanese in cui lavora il nostro benzinaio, pag. 099 fig.32 - Il benzinaio all'età di 8 anni, una domenica nella periferia di Milano, 1966, pag. 100 fig.33 - Il nostro benzinaio e ortolano così come si presenta nel 2015, pag. 101 fig.34 - Morris e Muthesius (Arts and Crafts e Werkbund) a confronto, pag. 109 fig.35 - La linea a frusta: particolari tratti da Jugendstil, di Keiichi Tahara, pag. 111 fig.36 - Due carte da parati a confronto: a sinistra un disegno di Walter Crane, a destra un'opera di Richard Riemerschmid. Emerge una certa inclinazione verso il pattern simmetrico, pag. 112 fig.37-4 mosaici Jugendstil: in senso orario a partire dall'alto a sinistra: Milano, Darmstadt, Barcellona, Bratislava, pag. 113 fig.38 - Due rappresentazioni femminili nello Jugendstil: a sinistra la Gismonda di Mucha, a destra Loie Fuller di Orazi, pag. 114 fig.39 - Una facciata viennese realizzata da Otto Wagner che ospita decorazioni Jugendstil, pag. 115 fig.40 - Ugo La Pietra accartoccia la cartina della città ("La riappropriazione della città", 1977), pag. 128 fig.41 - Uno dei membri del Commando Jugendstil, pag. 135 fig.42 - Un fotogramma del film: Roger e Nina, doppiati da Vincent Gallo e Juliette Lewis, pag. 161 fig.43 - Due momenti di Icycle: più a destra si può notare il riferimento alla nota opera d'arte che, a sua volta, appartiene alla categoria di stampe che ha ispirato gli artisti Art Nouveau, pagg fig.44 - Uno degli studi fatti sulla struttura del protagonista di Icycle. Qui sono evidenziate le giunture e le singole parti del corpo, pag. 164 fig.45 - Studi di teste per il benzinaio e la mamma e per altri personaggi femminili, pag. 166 fig.46 - Studi per la corporatura, la texture e la forma del passamontagna dei Commando, pag. 168 fig.47 - Elementi delle animazioni utilizzati nella prima parte del video, pag.170 fig.48 - Uno dei paesaggi in cui sono ambientate le avventure di Samurai Jack, pag. 173 fig.49 - Uno dei ritratti dei fratelli Gershwin realizzati da Al Hirschfeld (George è quello al piano). A destra: si apre l'episodio Rapsodia in Blu con questa immagine della città, pagg fig.50 - Con questo disegno si apre il video: è il portico di una casa mediterranea. è ispirato alle architetture tunisine ed egiziane, pag. 176

15 fig.51 - Scatti archiviati nel catalogo delle pareti vuote, un archivio realizzato appositamente questo progetto, pag.178 fig.52 - A partire dalla fotografia di riferimento (in basso), si realizza uno schizzo con le tracce portanti ed un primo livello di stilizzazione (qui sotto) prima di passare alla colorazione digitale, pag.180 fig.53 - Un'altro disegno ottenuto grazie alla tecnica del collage delle fotografie. Al centro è possibile vedere come le immagini sono state composte, pag. 182 fig.54 - Un biglietto usato nello schema riprodotto nelle sue dimensioni reali. Sotto: lo schema nella sua interezza si sviluppa per circa 9 metri. L'altra dimensione è pari a circa 50 centimetri, pag. 200 fig.55 - Un frammento dello schema. Cercando di leggere i biglietti è possibile rendersi conto della densità delle informazioni che vi sono riassunte, pag. 201

16 Indice dei grafici grafico 01 - Le rivolte scoppiate in Nordafrica e Medioriente nel corso del 2011, pagg grafico 02 - La Guerra Civile libica, pag. 011 grafico 03 - La Libia dell energia, pag. 012 grafico 04 - Principali attori europei nell energia atomica, pag. 028 grafico 05 - La struttura a sandwich di una cella solare organica, pag. 077 grafico 06 - Il progetto di conversione della stazione di servizio, pag. 093 grafico 07 - Le quattro fasi del manifesto energetico, pag. 116 grafico 08 - Il paradigma, pag. 141 Indice delle tavole tav.01 - Intrecci italo-libici tav.02 - Gli strumenti della rivoluzione tav.03 - Manifesto 1: Piazzale Bologna tav.04 - Manifesto 2: Via Comelico tav.05 - Manifesto 3: Via Emilio Faà di Bruno tav.06 - Manifesto 4: Corso di Porta Vittoria tav.07 - Manifesto 5: Viale Umbria tav.08 - La cartina del risveglio tav.09 - Sviluppo del Benzinaio tav.10 - Sviluppo della Mamma tav.11 - Sviluppo del Commando tav.12 - Animazione del Commando tav.13 - Punti di vista tav.14 - La stazione di servizio tav.15 - Sviluppo del palazzo in Corso di Porta Vittoria tav.16 - La scena dell'affissione tav.17/28 - Storyboard (tavv. 1/12)

17

18

19 Alla mia famiglia

20

21 uesto lavoro di ricerca parte dal presente per costruire la visione di un futuro possibile. Attraverso uno studio approfondito delle rivoluzioni arabe del 2011 e delle loro ripercussioni sull'italia si arriva a comprendere la situazione di crisi permanente che interessa il nostro pianeta. Per rimediare a questo problema esistono tante soluzioni già funzionanti: quelle relative alla comunità e quelle che si occupano di spazio pubblico. Queste due categorie rappresentano gli strumenti grazie ai quali le persone possono rivoluzionare il loro stile di vita. Partendo da questi presupposti si propone la cartolina di un futuro prossimo in cui il problema è peggiorato, ma è tale da innescare la diffusione di questi strumenti della rivoluzione in modo capillare. Nello scenario la città, teatro del cambiamento e vero centro della sostenibilità, si trasforma seguendo due strade: una lenta, legata allo strumento delle comunità, ed una veloce, legata allo spazio pubblico. Alla prima corrisponde la vicenda di un benzinaio, alla seconda un gruppo di guerriglieri chiamato Commando Jugendstil. La funzione di questo prodotto di comunicazione è quella di attivare il ragionamento attorno al momento di crisi che stiamo vivendo, favorendo anche la proposta di soluzioni creative, a partire dagli esempi che vengono qui esposti. Tutto ciò che viene proposto in questo futuro possibile, infatti, è fattibile oggi, può cioè essere il nostro presente, non più di disagi, ma di equilibrio.

22

23 La fotografia che propongo in questo capitolo è quella di una società che sta colando a picco e tappezza le falle con qualsiasi cosa le capiti sotto mano, anche, o forse soprattutto, le menzogne. Eppure si tratta di una fotografia, non di una rappresentazione artistica: mi sono limitato a fare i collegamenti tra i materiali oggetto della mia ricerca. Siamo il prodotto di un sistema di produzione globale che ci ha insegnato a trattare qualsiasi cosa come merce. Un approccio di tipo capitalistico alla vita, in cui individualismo e crescita continua sono la preghiera della sera. Ne è un esempio il fatto che misuriamo tutto in base alla rendita economica che può garantirci, cioè trasferiamo a livello micro quello che le grandi associazioni mondiali fanno a livello macro con sistemi come quello del PIL. Questi indicatori, però, non misurano la nostra soddisfazione, né la qualità dei nostri legami sociali. E ci illudono che il nostro benessere dipenda dalla quantità di scontrini che facciamo staccare ogni giorno. Tutto ruota, infatti, attorno ad una malintesa idea di benessere: continuare a credere che questo sia legato all'accumulazione di capitali e beni ci ha trascinato in questa situazione. Cosa succederà quando anche i paesi emergenti, nei quali l'occidente si è affannato per diffondere il proprio modello, raggiungeranno finalmente questo finto benessere? "Scopriremo che abbiamo creato uno stile di vita che consuma più energia di una balena azzurra, il più grande animale che sia mai esistito. (...) Il pianeta non puà sostenere sette miliardi di balene azzurre." (Lehrer, 2011). Il mondo che ci siamo costruiti, quindi, è fatto di consumi, sprechi, contraddizioni. La nostra realtà è diventata un luogo alienante e nevrotico. Queste condizioni di instabilità sono incarnate da una situazione di crisi costante che può assumere diverse forme. Quelle che interessano queste pagine sono legate alla crisi energetica. Per il semplice motivo che la questione energia è centrale nella nostra vita, essendo intimamente legata con tanti dei suoi aspetti fondamentali. Vedremo perciò nel dettaglio cosa sta succedendo nei paesi arabi che si affacciano sul Mediterraneo e perché ed in quale misura una loro ulteriore destabilizzazione potrebbe significare una nuova lunga emergenza per il pianeta. Cosa potrebbe capitare, dunque? E cosa si potrebbe fare per rispondere alle minacce? 0 0 1

24

25 Quando ci facciamo male può capitare che il problema sia solo di tipo superficiale, come nel caso di un taglio, oppure può succedere che si tratti di un problema più profondo, come con un eczema, ad esempio. Nel primo caso basterà, in genere, prendere dei provvedimenti leggeri, mentre nel secondo caso ciò che vediamo a prima vista è solo l aspetto più esplicito e non bisogna limitarsi a curare quello, altrimenti è certo che i sintomi si ripresenteranno. Quest analogia è utile per descrivere il rapporto che c è tra di noi e le risorse del pianeta, in particolare i combustibili fossili. Il nostro uso continua a crescere e, col passare del tempo, si rivela un problema interno sempre più grave per via delle sue dirette conseguenze. Nel frattempo, nonostante siamo ben coscienti della situazione, continuiamo a presentare soluzioni superficiali che, ormai, hanno perso un po di efficacia, come se fossero solo dei placebo. Il sistema capitalistico dei consumi rappresenta il problema con i suoi ritmi ed i suoi ottusi modelli di comportamento. Le sue manifestazioni, i suoi sintomi superficiali sono le crisi: possono materializzarsi come il collasso delle persone, stressate a tal punto dal sistema da non riuscire più a sopportarlo. Oppure possono concretizzarsi come i problemi dell ambiente, stressato anch esso fino al punto di rottura. Quando si parla di combustibili fossili, ovvero di petrolio e di gas naturale, i dolori si avvertono su entrambi i fronti: le risorse sono vicine all esaurimento e la loro ricerca spasmodica danneggia il pianeta spesso inesorabilmente, mentre le persone sono costrette a pagare anche con la vita il prezzo di questa eterna corsa all oro. All inizio del 2011 le regioni che nel mondo hanno l incarico di fornire a tutte le altre il combustibile per la produzione dell energia si sono ritrovate al centro di intensi scontri. Questo ha fatto riemergere quell ulcera mai curata che è la gestione di queste risorse. Uso la parola riemergere perché sono ben quarant anni che i governi di tutto il mondo girano la testa e si mettono a fischiettare quando i sintomi di questa malattia la riportano prepotentemente in primo piano. Allora la questione energia è un binario che ci porta inesorabilmente verso l autodistruzione? Esiste un rimedio a questa espressione particolare del sistema capitalistico? Le soluzioni esistono e già oggi sono realtà. Prima di scoprirle, però, vediamo attentamente come si è sviluppato questo problema energetico

26 Don t Be Fuelish campagna televisiva di sensibilizzazione al risparmio energetico USA 1973 A.1.1. Cos è Successo Ieri Nel 1972 viene stilato il Rapporto sui Limiti dello Sviluppo, commissionato al MIT dal Club di Roma. In questo documento si può leggere che, a tassi invariati di crescita, le risorse sono destinate a finire: ad esempio per l anno 2000 era previsto l esaurimento del 25% delle riserve di petrolio. Il rapporto ha avuto un grande impatto, ma non è stato seguito da cambiamenti su larga scala. In sostanza, l orientamento del mondo produttivo è rimasto lo stesso. Anzi, l erosione delle risorse cresce ogni anno: ad esempio, la domanda di petrolio nel mondo aumenta di 2,7 milioni di barili al giorno (The Economist, 4 Marzo 2011). Nel 1973 la celebre crisi petrolifera scuote le famiglie di tutto il mondo. I presidenti dei paesi più progrediti nel campo dei consumi si prodigano in messaggi catodici allo scopo di chiedere ai cittadini di stringere la cinghia durante il vicino inverno. Negli Stati Uniti l Advertising Council conia la campagna Don t Be Fuelish, vengono chiuse le stazioni di servizio e la penuria della benzina crea code importanti in quelle rimaste aperte. In tutto il mondo vengono rispolverati i mezzi di trasporto alternativi come i cavalli o le biciclette e interi settori della produzione sono costretti a rallentare. In Italia Mariano Rumor vara il piano di Austerity che prevede, tra l altro, l abbandono dell automobile la domenica, la fine anticipata dei programmi televisivi, la riduzione dell illuminazione di negozi e strade. Insieme ad incentivi per la realizzazione di centrali nucleari da parte dell Enel. Queste, insieme alla diffusione di panico generalizzato, sono le conseguenze di una crisi che era impossibile stabilire quanto sarebbe durata. Il panico, o meglio l attenzione assoluta, era esattamente quello che volevano i paesi membri dell Opec, i responsabili della produzione dei combustibili fossili e della crisi. L Occidente, in quel periodo, dipendeva molto da questi paesi che potevano quindi esercitare pressioni attraverso il loro monopolio. Usa

27 Buonasera. Vorrei parlare con voi stasera a proposito di un serio problema nazionale, un problema che tutti insieme dobbiamo affrontare nei mesi e negli anni a venire (Nixon, 1973) Sorry, no petrol il cartello fuori da un garage Londra 1973 vano le loro risorse come arma, prima diminuendo la produzione del petrolio del 5% e raddoppiando il prezzo al barile (17 Ottobre 1973), poi interrompendo le esportazioni verso Stati Uniti ed Europa. Queste due potenze stavano appoggiando Israele nella guerra contro i paesi costituenti l Opec: è stata questa, apparentemente, la causa più importante della crisi (Borasi, Zardini, 2007). Quel 17 Ottobre ci si era resi conto che il periodo definibile come Glorioso Trentennio era giunto al termine. Riprese e miracoli economici lasciavano il posto alla stagflazione, ovvero una combinazione di recessione ed inflazione e, ovviamente, ad un aumento importante del prezzo del petrolio. Così triplicavanoi costi delle materie plastiche e nel terzo mondo cominciavano a chiedersi come si sarebbe potuta portare avanti la macchina dello sviluppo senza carburante. Tutti questi fenomeni funzionavano come delle potenti sveglie per le orecchie delle istituzioni, le quali, di fronte allo spauracchio di una lunga emergenza o addirittura di una nuova era oscura, dovevano cercare in fretta una soluzione. Si optava per la strada facile, andando a pescare il petrolio nei giacimenti in Alaska e nel Mare del Nord. Essendo comunque una scelta d emergenza, si era deciso anche di investire, come detto per l Italia, nel carbone, nel gas naturale e nell energia nucleare (Borasi, Zardini, 2007). Questo sottolinea in modo evidente l incapacità dei potenti di applicare una visione di tipo ludico ai problemi. Durante un gioco, infatti, se ci si trova di fronte ad una configurazione che non funziona, i partecipanti non tornano a quella precedente, ma ne elaborano una nuova e diversa. Questo non è avvenuto probabilmente per alcuni fattori: sicuramente l alta domanda dei consumi richiedeva una risposta pronta ed immediata e gli interessi economici e diplomatici tra i governi del mondo hanno influito molto

28 Code per il razionamento della benzina, USA 1979 Tuttavia, non mancavano i pareri di altro tipo: il 5 Giugno sul quotidiano francese Le Monde si sosteneva che la situazione poteva fungere da terapia e si suggeriva la ricerca di una modernità conviviale (Borasi, Zardini, 2007). È quanto viene suggerito anche dalla Teoria della Decrescita, per la quale bisogna accettare il fatto che le risorse sono limitate e bisogna provare a costruire una vita migliore senza il superfluo aumento costante dei consumi. Così si va incontro ad un nuovo paradigma di civiltà che non comprende la visione distorta del benessere unito alla crescita. Questi suggerimenti non sono stati presi in considerazione, né all inizio della crisi, per via dell urgenza, né durante gli anni successivi. Un problema che non viene risolto, comunque, riemerge. Se possibile più fragorosamente. Infatti, a pochi anni di distanza dalla prima crisi, nel 1979, ne segue una seconda. Il rovesciamento del regime iraniano provoca un nuovo aumento del prezzo del petrolio. E di nuovo code, disagi, eccetera. Ancora una volta, al posto di risolvere il problema, si è aspettato che il mercato potesse fornire una soluzione per mantenere lo stile di vita inalterato. È una visione puramente tecnologica del problema che non lo risolve, mette un cerotto. Però, incrementandosi, la ricerca tecnologica comunque genera innovazioni positive. Per la prima volta, alla fine degli anni settanta, cominciava la ricerca di nuove fonti di energia in maniera importante e si diffondeva il pannello solare termico. Diventava sempre più tangibile, comunque, quanto detto dal capo dello stato olandese, nel 1973: È evidente che il mondo pre-crisi non tornerà (Borasi, Zardini, 2007)

29 Il dittatore assoluto Ovvero un particolare per ciascun despota destituito. In senso orario a partire da quello in alto a sinistra: Hosni Mubarak, Zine el Abidine Ben Ali, Muammar Gheddafi, Bashar al Assad A.1.2. Cosa Succede Oggi È il 17 Dicembre Mohamed Bouazizi è un neolaureato tunisino che non trova lavoro, perciò è costretto a vendere verdura col suo carretto. Arrivano le autorità che glielo sequestrano. Spogliato di qualsiasi tipo di speranza nel futuro, il ragazzo si da fuoco. Si spegne bruciando vivo davanti ad un palazzo del governo. A questo episodio segue una rivolta per il pane. L inflazione alimentare è importante in Tunisia: la causa è lo sviluppo capitalista dell area nordafricana, che mira a creare accumulazione del capitale secondo il modello occidentale. È successo un fatto curioso, però: la crisi economica dei paesi più avanzati avvenuta un paio di anni prima ha provocato un effetto onda. Gli immigrati che si sono visti tagliare lo stipendio o licenziare nei paesi sviluppati non potevano più sostenere le famiglie nel loro paese d origine, così, ad esempio, tanti studenti non hanno più avuto mezzi di sostentamento. Meno soldi, meno cibo il cui prezzo, però, non scende, anzi sale per via della crisi. Questo è un motivo sufficiente per scatenare una rivolta. Il conflitto, oltretutto, è generazionale. I potenti in quelle aree sono decenni più vecchi (65 anni di media) rispetto alla popolazione che governano, che è molto giovane. La cattiva reputazione del suo clan familiare non aiuta il capo dello stato tunisino Zine el Abidine Ben Ali, che viene destituito (Carlos, 2011). Sarà processato e condannato il 20 Giugno insieme alla moglie. A questo segue la caduta di Hosni Mubarak, a capo del governo egiziano. Anche lui, dopo un periodo di fuga a Sharm-El-Sheik, verrà processato insieme ali figli con l accusa di omicidio premeditato dei partecipanti alle manifestazioni pacifiche di fine Gennaio (Internazionale, 27 Maggio 2011). La sua capitolazione è dovuta al movimento giovanile di massa che si è organizzato grazie a Facebook, uno strumento giovane che non è nemmeno contemplato dalle amministrazioni. Gli strumenti 0 0 7

30 preferiti di queste istituzioni sono altri; di fronte a questi movimenti che chiedono più dignità e perciò sono sacrosanti, i potenti nordafricani rispondono tutti allo stesso modo: aumento dei salari degli impiegati statali e vuote promesse di valutazione di idee di nuove Costituzioni (che comprendano nuove elezioni e democrazia). L Egitto, oltretutto, è responsabile del canale di Suez dove passa il petrolio per quasitutte le capitali europee. Per questo motivo è una Zona Economica Speciale (denominazione di origine colonialista) che, insieme alle altre ZES, rappresenta una miniera di manodopera che mantiene i prodotti europei competitivi rispetto, ad esempio, a quelli cinesi. Dopo la caduta di Mubarak il paese è controllato esplicitamente da una giunta militare. Esplicitamente perché l esercito controlla già vasti settori dell economia locale: militari in pensione sono al comando di grandi gruppi industriali come quello della telefonia. Il movimento rivoluzionario si sparge quindi in Algeria, dove ci sono già stati dieci anni di guerra civile e dove il governo segue lo stesso copione dei paesi vicini. L Algeria è uno dei fornitori importanti di gas naturale sia per l Italia che per tutta l Europa. Arriva in Marocco, dove ancora il Re promette cambiamenti e il governo vuole sembrare moderato, ma dove le repressioni sono comunque violente. Raggiunge lo Yemen, dove non solo ci sono scontri tra le forze dell ordine ed i manifestanti e dove vengono espulsi i giornalisti, ma che diventa preoccupante anche per via dello status symbol che ricoprono le armi: ce ne sono sessanta ogni cento abitanti. È proprio a causa di un arma che il presidente Ali Abdallah Saleh è dovuto emigrare: l esplosione di una bomba gli ha regalato la scheggia che ha quasi raggiunto il suo cuore (Dyer, 2011). La rivoluzione arriva in Bahrein, che preoccupa per l eterno scontro mai risolto tra la minoranza sunnita al governo e la maggioranza sciita. Questa maggioranza, che ora si ribella, simpatizza 0 0 8

31 Le rivolte scoppiate in Nordafrica e Medioriente nel corso del 2011 per l Iran, storico contraltare dell Arabia Saudita, nella quale prevalgono i sunniti. Raggiunge più tardi lo stato chiave della Siria, dove le manifestazioni sono cominciate dopo la scomparsa di un gruppo di ragazzini responsabili di alcuni graffiti contro il governo: alla richiesta di riaverli, ai genitori è stato risposto I vostri figli potete scordarveli, andate a farne degli altri (Seierstad, 2011). In Siria la repressione dell opposizione è durissima, la paura è tanta e il capo del governo Bashar al Assad rimane immobile sulle sue posizioni e, seguendo le orme del padre, ordina massacri inconcepibili. Ad esempio, è la fine di Luglio quando ordina la repressione di alcune proteste mediante l uso dell esercito, il quale spara sui civili anche dai carri armati. Si tratta di uno stato chiave per via della sua posizione pro-iran (conflitto tra sunniti e sciiti) e per via dell amicizia con Ahmadinejad, che non nasconde scelte che l Occidente giudicherebbe quantomeno impopolari. Le rivoluzioni potrebbero arrivare anche al vicino Libano, paese gemello. Insieme alla Siria, tocca poi all Arabia Saudita, responsabile del maggior numero di barili di greggio prodotti al giorno nel mondo; viene seguito sempre lo stesso copione. L incertezza attorno alla successione dinastica del leader di questo paese, molto anziano, rende il futuro meno moderato e più nebuloso anche qui. Questi paesi, che sono al centro di queste proteste di massa, sono anche i membri dell'opec, l'organizzazione di produttori di petrolio che possiede l'unico petrolio di scorta (The Economist, 4 Marzo 2011)

32 Proteste nelle piazze libiche Febbraio 2011 A.1.2. Cosa Succede Oggi A La Libia Intanto, però, il vento della rivoluzione soffia in Libia. Questo scatolone di sabbia che appartiene al passato coloniale dell Italia è il teatro di una complicatissima guerra civile. Poco dopo avere assistito ai fatti che hanno scosso i paesi vicini, il regime si è prodigato in aiuti di vario tipo: dal diminuire il prezzo dei beni alimentari, al sostegno finanziario ai neolaureati, alla riduzione del costo dell elettricità, che però era stato raddoppiato nel 2005 (Mezran, 2011). Insomma, tutto avviene come negli altri paesi, sembra quasi che i vari leader si affidino ad una lista di cose da fare quando il popolo è scontento. La gente, però, non si è lasciata incantare da questi specchietti per le allodole e ha cominciato a manifestare dopo anni che subiva la mancanza di case, gli ostacoli burocratici nello sviluppo di attività che non fossero legate al petrolio, la repressione dell opposizione. Le manifestazioni di piazza si trasformano in rivolta quando vengono represse da un regime che non le capisce. Le persone, infatti, sono scese in piazza a metà febbraio per protestare contro l arresto dell avvocato che rappresentava le famiglie delle vittime del massacro nel carcere di Abu Salim, vicino a Tripoli (1200 morti). Il giorno successivo, il 17 Febbraio, a questi manifestanti si sono aggiunti tutti quegli altri che hanno raccolto l appello degli esiliati libici a mobilitarsi per il Giorno della Collera, un evento contro il governo dispotico. Questa protesta si è trasformata in rivoluzione nel momento in cui il regime ha deciso di reprimerla con la violenza. In Libia, infatti, il potere è rappresentato da Muammar Gheddafi, dittatore militare che non si schioda nemmeno di un millimetro dal suo trono e reprime duramente sia con le parole che con le armi i tentativi di destituirlo. Il figlio maggiore, Saif al Islam, si schiera dalla parte del padre deciso a difendere con le unghie e con i denti la supremazia della famiglia, che deriva direttamente dal tessuto tribale che ancora oggi costituisce lo Stato libico. Sono più di

33 La Guerra Civile libica le tribù sul suolo libico, delle quali sono 30 quelle demograficamente importanti (Nicosia, 2011). Alcune di queste tribù (warfalla e ubaydat, Gazzini, 2011) hanno per prime accolto la ribellione la quale si sviluppa proprio dalla Cirenaica, la regione che da sempre si oppone al controllo della Tripolitania, territorio della capitale. La prima è anche la regione in cui è concentrato il grosso delle risorse energetiche. A fine Febbraio il paese è spaccato in due: da una parte i ribelli, ovvero persone che non hanno mai preso un fucile in mano, ma che possono contare sull aiuto di alcuni militari disertori che hanno abbandonato la causa di Gheddafi. Dall altra parte ci sono le forze dell ordine fedeli al regime che sono sorrette da una solida falange di mercenari provenienti dagli altri paesi africani: I mercenari, con le forze di sicurezza, hanno picchiato i manifestanti e sparato contro la folla uccidendo decine di persone (Lee Anderson, 2011). Il Rais li ha arruolati per frenare subito quella che sembrava essere una rivoluzione lampo: invece di andarsene come i suoi vicini di casa egiziani e tunisini, Gheddafi decide di agire in un altro modo, basandosi sulla sua intransigenza, somigliando in questo al despota siriano. La guerra civile, intanto, si è arricchita di: interruzioni dell attività in importanti stazioni petrolifere che sono diventate oggetto di intensi scontri tra le due fazioni opposte; intervento delle Nazioni Unite che hanno imposto una no-fly zone nei cieli libici; bombardamenti della Nato a favore dei ribelli che, però, una sera ha perso il controllo di alcuni missili intelligenti i quali hanno colpito Saif al Arab, l unico figlio di Gheddafi estraneo agli impegni politici, provocandone la morte; cambiamenti di fronte di importanti figure della rete di potere del dittatore, tra cui, ad esempio, Shokri Ghanem, il capo dell azienda petrolifera statale che lascia il regime oppure Al Amin Manfur, ministro del lavoro, che passa dalla parte dei ribelli. A complicare ulteriormente questa 0 1 1

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

Tunisiaca Tunisi Museo del Bardo 19.01.2004

Tunisiaca Tunisi Museo del Bardo 19.01.2004 Discorsi del Presidente della Fondazione Craxi Inaugurazione della Mostra "Tunisiaca" Tunisi, Museo Nazionale del Bardo, 19 gennaio 2004 Stefania Craxi Tunisiaca Tunisi Museo del Bardo 19.01.2004 Eccellenza,

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo:

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo: 01 L Europa divisa La seconda guerra mondiale provoca (fa) grandi danni. Le vittime (i morti) sono quasi 50 milioni. L Unione Sovietica è il Paese con più morti (20 milioni). La guerra con i bombardamenti

Dettagli

TECNOSERVIZI Ing. Francesco Frabasile (R.0)

TECNOSERVIZI Ing. Francesco Frabasile (R.0) TECNOSERVIZI Ing. Francesco Frabasile Milano 3/20141 (R.0) Perché il Fotovoltaico? La storia dell Umanità ci conferma la stretta correlazione che ha legato e lega sempre di più lo sviluppo socio-economico

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI Grazie mille Gianni e grazie mille alla fondazione Italcementi Pesenti per questo invito. Credo che oggi il punto fondamentale sia cercare di ragionare su quella

Dettagli

Giornalismo investigativo strumento di verità

Giornalismo investigativo strumento di verità colophon editore delos store Ordinaria Follia a cura di ARIANNA E SELENA MANNELLA Giornalismo investigativo strumento di verità di ARIANNA E SELENA MANNELLA Oggi il problema non è la mancanza di informazione

Dettagli

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica.

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica. PREMESSA I libri e i corsi di 123imparoastudiare nascono da un esperienza e un idea. L esperienza è quella di decenni di insegnamento, al liceo e all università, miei e dei miei collaboratori. Esperienza

Dettagli

Jeanine vive, e tu voltati

Jeanine vive, e tu voltati Data Jeanine vive, e tu voltati I diritti umani e soprattutto la loro violazione, devono stringere il mondo intero nella solidarietà. Ban Ki-moon 0 1 E tu voltati Indifferenza. Liliana Segre ne ha parlato

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

autorità maschile all interno della famiglia la donna debba obbedire al suo sposo donne e politica nella sfera pubblica piuttosto che in famiglia

autorità maschile all interno della famiglia la donna debba obbedire al suo sposo donne e politica nella sfera pubblica piuttosto che in famiglia Il Medio Oriente si scopre progressista Una ricerca dalla University of Michigan Institute for Social Research mette a fuoco la percezione della donna in sette paesi a maggioranza musulmana (Ilaria Orrù)

Dettagli

ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE

ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE 835 ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE 24 novembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà EXECUTIVE

Dettagli

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!!

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! A comprare il nostro Paese sono pronte le maggiori istituzioni finanziarie internazionali che,

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Energia e trasporti: il ruolo del metano

Energia e trasporti: il ruolo del metano Metano e trasporti per il governo della mobilità Energia e trasporti: il ruolo del metano di Edgardo Curcio Presidente AIEE Parma, 16 marzo 2010 Centro Congressi Paganini Indice della presentazione 1.

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

Le fonti energetiche

Le fonti energetiche Le fonti energetiche Le fonti energetiche Dalle fonti di energia si ricava l energia Esse sono suddivise in primarie e secondarie, in relazione al fatto che necessitino più o meno di trasformazioni. Le

Dettagli

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano di Redazione Sicilia Journal - 25, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/cinema-la-bugia-bianca-il-dramma-dello-stupro-etnico-raccontato-da-unsiciliano/

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 A che ruolo giochiamo? Il teatro al servizio della formazione di Francesco Marino Una premessa: di che cosa parliamo quando parliamo di Parleremo di teatro (che

Dettagli

MENU SERVIZI. marketing esperienziale

MENU SERVIZI. marketing esperienziale MENU SERVIZI marketing esperienziale Le ultime tendenze e studi nel mondo del marketing e della comunie hanno decretati una sempre maggiore diffusione del Marketing Esperienziale. Un esperienza ricca di

Dettagli

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia Da oltre 40 anni la vita in Colombia è dominata dalla paura e dai conflitti. Migliaia di colombiani che vivono in zone remote o negli slum

Dettagli

XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998. Guido Maura 1

XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998. Guido Maura 1 XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998 Telefono amico e le contraddizioni della società della comunicazione Guido Maura 1 Telefono Amico, come altri servizi dedicati a favorire contatti

Dettagli

"#$"%&' (%&#((%! &#)'!*'"!+'$%(),!

#$%&' (%&#((%! &#)'!*'!+'$%(),! L Archivio liquido dell Identità arriva in Brasile, incontrando la comunità pugliese di San Paolo. Il cuore della città è l Edificio Italia, un altissimo palazzo che domina su l enorme estensione di questa

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 20 Come scegliere il gestore telefonico In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni sulla scelta del gestore telefonico parole relative alla scelta del gestore telefonico la

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

IL FILM DELLA VOSTRA VITA

IL FILM DELLA VOSTRA VITA IL FILM DELLA VOSTRA VITA Possibili sviluppi Istruzioni Obiettivo L esercizio fornisce una visione d insieme della vita del partecipante. La foto diventa viva Versione 1 (Esercizio di gruppo) Immaginate

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

Aumento di temperatura nel prossimo secolo secondo le previsioni dell'ipcc (Comitato nazionale delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici).

Aumento di temperatura nel prossimo secolo secondo le previsioni dell'ipcc (Comitato nazionale delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici). Aumento di temperatura nel prossimo secolo secondo le previsioni dell'ipcc (Comitato nazionale delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici). IL CAMBIAMENTO CLIMATICO \ INQUINAMENTO DELL'ARIA Ogni anno

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore Salvatore Salamone Manuale d istruzione per Coppie che Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE!... tutto sommato un libro d amore CAPITOLO 31 Aiuto, Controllo e Conoscenza Una delle cose di cui necessita sempre

Dettagli

STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI.

STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI. SCUOLA 21 classe 2^ OPA STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI. Tra i maggiori detentori di risorse minerarie figurano i quattro più vasti paesi del mondo: Russia

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro.

Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro. Henry Hansmann Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro. Prima di tutto è bene iniziare da una distinzione

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Testi semplificati di tecnologia

Testi semplificati di tecnologia Testi semplificati di tecnologia Presentazione Le pagine seguenti contengono testi semplificati su: materie prime; lavoro; agricoltura; alimentazione; energia; inquinamento. Per ogni argomento i testi

Dettagli

Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo. Nome e cognome. Classe

Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo. Nome e cognome. Classe Comune di Anzola dell Emilia Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo Nome e cognome Classe Forse avete già sentito la parola archeologia, oppure

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

Anarchia e. procreazione. Perché i veri anarchici non figliano. Alcune ragioni etiche, economiche, ecologiche e politiche per rifiutarsi di procreare

Anarchia e. procreazione. Perché i veri anarchici non figliano. Alcune ragioni etiche, economiche, ecologiche e politiche per rifiutarsi di procreare Anarchia e procreazione Perché i veri anarchici non figliano Alcune ragioni etiche, economiche, ecologiche e politiche per rifiutarsi di procreare Oggi noi anarchici ed anarchiche abbiamo diverse motivazioni

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui.

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. E un grande momento questo perché si mette a tema l educazione e questo tema per me che sono un imprenditore è quello centrale della

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni culturali e delle attività culturali. Noi Dottori Commercialisti

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA Comunicare vuol dire scambiare informazioni legate a fatti o ad emozioni personali con un'altra persona. La vera comunicazione avviene quando uno riceve il messaggio

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50

CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50 CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50 COS'È IL CLAN Il Clan è una comunità dove si possono imparare nuove cose in un clima disteso che offre un opportunità che solo esso ci può dare. E importante

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai.

Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai. Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai. Prima di tutto voglio farti i complimenti per l apertura mentale che ti ha portato a voler scaricare questo mini ebook. Infatti, non è da

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 20 Come scegliere il gestore telefonico CHIAVI In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni sulla scelta del gestore telefonico parole relative alla scelta del gestore telefonico

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

STILI DI VITA COSA SONO?

STILI DI VITA COSA SONO? STILI DI VITA COSA SONO? PICCOLE AZIONI PER GRANDI CAMBIAMENTI guardare le cose da un altro punto di vista incentivare una economia pensare a cosa solidale ci rende veramente felici rispettare l ambiente

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Il solare termico. Il solare fotovoltaico. Le pompe di calore. Come funzionano? A cosa mi servono? Quanto si risparmia e cosa ci guadagno?

Il solare termico. Il solare fotovoltaico. Le pompe di calore. Come funzionano? A cosa mi servono? Quanto si risparmia e cosa ci guadagno? Il solare fotovoltaico Il solare termico Le pompe di calore Come funzionano? A cosa mi servono? Quanto si risparmia e cosa ci guadagno? ENERGIE RINNOVABILI COME FUNZIONANO? QUANTO SI RISPARMIA? A COSA

Dettagli

Il ruolo della Sicurezza negli scenari a rischio

Il ruolo della Sicurezza negli scenari a rischio Dipartimento di Economia, Management e Metodi Quantitativi Giovanni Ferrazzi Il ruolo della Sicurezza negli scenari a rischio Monza, 11 maggio 2014 Il problema della sicurezza alimentare La crisi mondiale

Dettagli

I SISTEMI DI NUMERAZIONE

I SISTEMI DI NUMERAZIONE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE G. M. ANGIOY CARBONIA I SISTEMI DI NUMERAZIONE Prof. G. Ciaschetti Fin dall antichità, l uomo ha avuto il bisogno di rappresentare le quantità in modo simbolico. Sono nati

Dettagli

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010).

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). ARRIETTY Per i più grandi. Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). Sotto il pavimento di una grande casa nella campagna di

Dettagli

ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO

ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO 1 PERCHÉ CONOSCERE L ITALIANO È UN PLUSVALORE? 2 Italiano lingua del cuore Feten Fradi - esperta comunicazione audiovisiva Copeam La mia esperienza personale

Dettagli

SIRIA, UNA CRISI SENZA FINE

SIRIA, UNA CRISI SENZA FINE 544 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com SIRIA, UNA CRISI SENZA FINE Le reazioni degli attori internazionali 25 luglio 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Le reazioni degli attori

Dettagli

Le parole e le cose - Correttore

Le parole e le cose - Correttore Le parole e le cose - Correttore 5 10 15 20 25 Le cose di per sé 1 non hanno nessun nome. Sono gli uomini che hanno dato e continuano a dare i nomi ad esse. Di solito non ci accorgiamo di questa verità

Dettagli

L economia italiana 169

L economia italiana 169 L economia italiana 169 3.8 Debito pubblico: perché no?! il rapporto tra il disavanzo pubblico e il prodotto interno lordo non deve essere superiore al 3%;! il rapporto tra il debito pubblico e il prodotto

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI

IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI Eccoci alla puntata finale del percorso di costruzione di un budget annuale: i visitatori del nostro sito www.controllogestionestrategico.it

Dettagli

Quale direzione per le aziende? Aprirsi a nuovi mondi o diventare estremamente competitivi?

Quale direzione per le aziende? Aprirsi a nuovi mondi o diventare estremamente competitivi? Quale direzione per le aziende? Aprirsi a nuovi mondi o diventare estremamente competitivi? Report paper by Novaxia Corporate Programme Team In un periodo di svolta dopo quello che abbiamo vissuto e che

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli MUSICA E IMMAGINE musica e cinema musica e TV musica e pubblicità Copyright Mirco Riccò Panciroli musica e cinema musica e cinema La colonna sonora colonna sonora Parlato inciso in varie lingue nelle sale

Dettagli

La Manipolazione Mentale

La Manipolazione Mentale La Manipolazione Mentale Argomento vasto e complesso per le tante sfaccettature che può presentare. Innanzitutto poniamoci una domanda: cosa si intende per manipolazione mentale? Vuol dire semplicemente

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

Caso studio. Ottimizzazione di una landing page B2B ... www.lucagentile.eu. Copyright 2015

Caso studio. Ottimizzazione di una landing page B2B ... www.lucagentile.eu. Copyright 2015 0 1 Premessa del test In questo caso studio ti mostro come ho condotto una serie di 2 test per una campagna AdWords di lead generation. Il report si concentrerà sui risultati e le conseguenze del test,

Dettagli

Viaggiare, fotografare, guadagnare

Viaggiare, fotografare, guadagnare Paolo Gallo Viaggiare, fotografare, guadagnare Crea il tuo secondo stipendio con il Microstock Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun

Dettagli

Cos è la moneta. Teoria Monetaria Moderna interpretata da Paolo Barnard

Cos è la moneta. Teoria Monetaria Moderna interpretata da Paolo Barnard Cos è la moneta Teoria Monetaria Moderna interpretata da Paolo Barnard VI DEVO Lo STATO crea per primo la Moneta dal nulla Tramite Banca Centrale Per acquisire Beni o Servizi La moneta sovrana appartiene

Dettagli

LA MACCHINA FOTOGRAFICA

LA MACCHINA FOTOGRAFICA D LA MACCHINA FOTOGRAFICA Parti essenziali Per poter usare la macchina fotografica, è bene vedere quali sono le sue parti essenziali e capire le loro principali funzioni. a) OBIETTIVO: è quella lente,

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Art. 1, Comma 1, Aut. C/RM/38/2011. consulenti.

Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Art. 1, Comma 1, Aut. C/RM/38/2011. consulenti. Il mensile dell Unasca. L Unione Nazionale Autoscuole e Studi di Consulenza Automobilistica. Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Art. 1,

Dettagli

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI In un mondo che ha perso quasi ogni contatto con la natura, di essa è rimasta solo la magia. Abituati come siamo alla vita di città, ormai veder spuntare un germoglio

Dettagli

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA Grazie. Dirò anche due cose su Venezia, impiegherò dieci minuti. Fatemi ricominciare riprendendo da dove ci siamo fermati questa mattina. E difficile per una persona che per

Dettagli

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti?

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti? - Fermati un Momento a Riflettere sulla Direzione in cui stai Procedendo e Chiediti se proprio in quella Vuoi Andare. Se la tua Risposta è Negativa, Ti Propongo di Cambiare. - Se Fossi Sicuro di non poter

Dettagli