COMUNICAZIONE PARADISI FISCALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNICAZIONE PARADISI FISCALI"

Transcript

1 COMUNICAZIONE PARADISI FISCALI RADIX ERP by ACS Data Systems Comunicazione delle operazioni con soggetti aventi sede in paesi a fiscalità privilegiata Release: ACS Data Systems AG/spa 1 / 14

2 INDICE Indice... 2 Introduzione... 3 Dati anagrafici... 6 Tabella dei paesi... 6 Tabelle anagrafiche clienti e fornitori... 8 Codice IVA... 8 Dati propria ditta... 9 Parametri contabilità Registrazioni Contabilità Fatturazione Gestione acquisti Emissione comunicazione ACS Data Systems AG/spa 2 / 14

3 INTRODUZIONE Imprese e liberi professionisti che effettuano operazioni con soggetti passivi d imposta aventi sede, residenza o domicilio in paesi a fiscalità privilegiata (paradisi fiscali inseriti nelle black lists) devono comunicare in via telematica all Agenzia delle Entrate queste operazioni con periodicità mensile o trimestrale. La comunicazione riguarda tutte le operazioni effettuate nei confronti di questi operatori economici in un certo periodo: Acquisti di beni da fornitori Prestazioni di servizi ricevute da fornitori Cessioni di beni a clienti Prestazioni di servizi rese a clienti. La comunicazione deve essere presentata con riferimento: a periodi trimestrali, per i soggetti che hanno realizzato, nei quattro trimestri precedenti e per ciascuna categoria di operazioni, un ammontare totale trimestrale non superiore a euro; a periodi mensili, per gli altri i soggetti. I soggetti che presentano una comunicazione con periodicità trimestrale e che, nel corso di un trimestre, superano la soglia die euro per una categoria, presentano la comunicazione con periodicità mensile a partire dal mese successivo a quello in cui tale soglia é stata superata. Il modello di comunicazione é presentato all'agenzia delle Entrate per via telematica entro l'ultimo giorno del mese successivo al periodo di riferimento; i modelli di comunicazione relativi ai periodi mensili di luglio, agosto e settembre 2010 sono presentati entro il 2 novembre La comunicazione deve essere effettuata esclusivamente per via telematica: direttamente dal contribuente tramite Entratel o FiscoOnline da un intermediario autorizzato (p.es. commercialista). Per la gestione della comunicazione è necessario disporre del modulo specifico di Radix Comunicazione paradisi fiscali ; per tutti gli utenti con il modulo Intrastat installato questa procedura è già attiva automaticamente (dalla versione 2.12.o ). Per ulteriori informazioni: oni+anagrafe+tributaria+enti+organismi/operazioni+con+soggetti++iva+dei+paesi+black+list. ACS Data Systems AG/spa 3 / 14

4 Il modulo ha la seguente forma: Una pagina Frontespizio con i dati del contribuente (dati propria ditta). ACS Data Systems AG/spa 4 / 14

5 Per ogni cliente e fornitore con sede in un paese definito paradiso fiscale con operazioni nel periodo indicato, viene stampata una pagina che contiene oltre ai dati anagrafici anche l ammontare delle operazioni, suddivise per gruppo IVA (imponibile, non imponibile, esente, non soggetto) e per mese/anno di competenza delle note d accredito, inoltre viene fatta distinzione tra merci e servizi. I clienti e fornitori vengono raggruppati in base alla partita IVA estera oppure Codice fiscale estero ed eventualmente gestite come un unico soggetto. ACS Data Systems AG/spa 5 / 14

6 DATI ANAGRAFICI TABELLA DEI PAESI Nella tabelle dei paesi (menù Tabelle anagrafiche -> Tabelle -> Sigle nazioni) sono stati aggiunti i seguenti campi: Codice stato estero: questo codice composto da 3 numeri deve essere indicato per i paesi esteri sulla comunicazione. Il codice può essere desunto dalla tabella allegata alle istruzioni dell Agenzia delle Entrate (vedi allegato); Paradiso fiscale: se il paese viene considerato paradiso fiscale (paese a fiscalità privilegiata oppure paese black list) questo campo è da attivare. Le black lists rilevanti, per la comunicazione in esame, sono quelle approvate dai seguenti provvedimenti: - decreto del Ministro delle finanze in data 4 maggio 1999, pubblicato nella G.U. 107/1999 (BL 1999) - decreto del Ministro dell'economia e delle finanze 21 novembre 2001, pubblicato nella G.U. 273/2001 (BL 2001). Nella seguente tabella si evidenziano i paesi appartenenti al gruppo dei paradisi fiscali: ALDERNEY (AURIGNY) ISOLE DEL CANALE ANDORRA ANGOLA ANGUILLA ANTIGUA ANTILLE OLANDESI ARUBA BAHAMAS BAHRAIN BARBADOS BARBUDA BELIZE BERMUDA BRUNEI DARUSSALAM CAYMAN (ISOLE) COOK ISOLE COSTA RICA DOMINICA ECUADOR EMIRATI ARABI UNITI FILIPPINE GIAMAICA GIBILTERRA GIBUTI ACS Data Systems AG/spa 6 / 14

7 GRENADA GUATEMALA GUERNSEY ISOLE DEL CANALE HERM ISOLE DEL CANALE HONG KONG JERSEY ISOLE DEL CANALE KENYA KIRIBATI LIBANO LIBERIA LIECHTENSTEIN LUSSEMBURGO MACAO MALAYSIA MALDIVE MAN ISOLA MARSHALL (ISOLE) MAURITIUS MONACO (PRINCIPATO DI) MONTSERRAT NAURU NIUE NUOVA CALEDONIA OMAN PANAMA POLINESIA FRANCESE PORTORICO SAINT KITTS E NEVIS SAINT VINCENTE E LE GRENADINE SAINTE LUCIA SALOMONE ISOLE SAMOA OCCIDENTALI SAN MARINO SANT ELENA SARK ISOLE DEL CANALE SEYCHELLES SINGAPORE SVIZZERA TAIWAN TONGA TURKS E CAICOS (ISOLE) TUVALU URUGUAY VANUATU VERGINI AMERICANE (ISOLE) VERGINI BRITANNICHE (ISOLE) Ad ogni cliente e fornitori viene abbinato un paese nei dati anagrafici; in questo modo il programma durante la registrazione contabile chiede dei dati aggiuntivi per la comunicazione. Inoltre è stata ampliata la funzione di ricerca nella tabella dei paesi per la ricerca dei paesi contrassegnati come paradisi fiscali. Questa funzione può essere utilizzata anche nella tabella anagrafica dei clienti e fornitori per la ricerca dei soggetti aventi sede in questi paesi (per completare i dati). Inoltre con questa funzione si possono ricercare anche in contabilità tutte le registrazioni di questi clienti/fornitori per integrarli con i dati richiesti (Filtro -> clienti (o fornitori) -> paesi ). ACS Data Systems AG/spa 7 / 14

8 TABELLE ANAGRAFICHE CLIENTI E FORNITORI Nell anagrafica dei clienti e fornitori (menù Tabelle anagrafiche -> clienti -> clienti oppure Tabelle anagrafiche - > fornitori -> fornitori) viene indicato nell indirizzo anche il paese, come campo obbligatorio. Nella tabella dei paesi viene definito se si tratta di un paradiso fiscale (vedi sopra). Per la comunicazione è richiesto l inserimento completo della denominazione e dell indirizzo. Inoltre è richiesta l indicazione di almeno uno dei due campi, Partita IVA estera oppure Codice fiscale estero (codice identificativo). Per potere inserire un codice estero nel campo Codice ISO deve essere selezionata l opzione altri. Sulla pagina seguente Aggiunta deve essere indicata la forma giuridica: in caso di persona fisica (impresa individuale, libero professionista) devono essere inseriti altri dati aggiuntivi: nome e cognome, data e luogo di nascita). Questa videata si apre cliccando sul pulsante a destra del campo Persona fisica. Per i clienti privati la comunicazione non deve essere emessa. Per la ricerca dei clienti e fornitori situati in paradisi fiscali è a disposizione la funzione di ricerca per paradisi fiscali (nel campo codice cliente/fornitore -> ricerca -> filtro -> indirizzo -> paese F4 paradiso fiscale = Si). CODICE IVA Dato che gli importi delle operazioni devono essere raggruppati sulla comunicazione per Gruppo IVA (imponibile, non imponibile, esente, non soggetto), questi gruppi devono essere verificati ed eventualmente corretti. Una correzione ha effetto immediato e vale anche per le registrazioni già effettuate. Questi gruppi vengono inseriti nel programma Codici IVA (menù Tabelle anagrafiche -> Contabilità & pagamenti). ACS Data Systems AG/spa 8 / 14

9 DATI PROPRIA DITTA Sulla comunicazione, oltre i dati anagrafici dei clienti e fornitori, devono essere indicati anche i dati anagrafici della propria ditta. Verificate nel programma Dati della ditta (menù Tabelle anagrafiche -> tabelle) questi dati, in particolare: pagina Aggiunta1: Denominazione, forma giuridica, partita IVA e codice fiscale, indirizzo, telefono, fax e- mail; pagina Aggiunta2: Natura giuridica (vedi sotto le singole opzioni); pagina Rappresentante legale: dati anagrafici del rappresentante legale (solamente per società). Di seguito una tabella con i codici della natura giuridica: SOGGETTI RESIDENTI 1 Società in accomandita per azioni 2 Società a responsabilità limitata 3 Società per azioni 4 Società cooperative e loro consorzi iscritti nei registri prefettizi e nello schedario della cooperazione 5 Altre società cooperative 6 Mutue assicuratrici 7 Consorzi con personalità giuridica 8 Associazioni riconosciute 9 Fondazioni 10 Altri enti ed istituti con personalità giuridica 11 Consorzi senza personalità giuridica 12 Associazioni non riconosciute e comitati 13 Altre organizzazioni di persone o di beni senza personalità giuridica (escluse le comunioni) 14 Enti pubblici economici 15 Enti pubblici non economici 16 Casse mutue e fondi di previdenza, assistenza, pensioni o simili con o senza personalità giuridica 17 Opere pie e società di mutuo soccorso 18 Enti ospedalieri 19 Enti ed istituti di previdenza e di assistenza sociale 20 Aziende autonome di cura, soggiorno e turismo 21 Aziende regionali, provinciali, comunali e loro consorzi 22 Società, organizzazioni ed enti costituiti all estero non altrimenti classificabili con sede dell amministrazione od oggetto principale in Italia 23 Società semplici ed equiparate ai sensi dell art. 5, comma 3, lett. b), del TUIR 24 Società in nome collettivo ed equiparate ai sensi dell art. 5, comma 3, lett. b), del TUIR 25 Società in accomandita semplice 26 Società di armamento 27 Associazione fra artisti e professionisti 28 Aziende coniugali 29 GEIE ( Gruppi europei di interesse economico) 50 Società per azioni, aziende speciali e consorzi di cui agli artt. 31, 113, 114, 115 e 116 del D.Lgs 18 agosto 2000, n. 267 (Testo Unico delle leggi sull ordinamento degli enti locali) 51 Condomini 52 Depositi I.V.A. 53 Società sportive dilettantistiche costituite in società di capitali senza fine di lucro 54 Trust 55 Amministrazioni pubbliche 56 Fondazioni bancarie 57 Società europea 58 Società cooperativa europea SOGGETTI NON RESIDENTI 30 Società semplici, irregolari e di fatto 31 Società in nome collettivo 32 Società in accomandita semplice 33 Società di armamento 34 Associazioni fra professionisti 35 Società in accomandita per azioni 36 Società a responsabilità limitata 37 Società per azioni 38 Consorzi 39 Altri enti ed istituti 40 Associazioni riconosciute, non riconosciute e di fatto 41 Fondazioni 42 Opere pie e società di mutuo soccorso 43 Altre organizzazioni di persone e di beni 44 Trust ACS Data Systems AG/spa 9 / 14

10 Per il rappresentante legale è inoltre richiesto il Codice carica; questi sono: 1 Rappresentante legale, negoziale o di fatto, socio amministratore 2 Rappresentante di minore, inabilitato o interdetto, amministratore di sostegno, ovvero curatore dell eredità giacente, amministratore di eredità devoluta sotto condizione sospensiva o in favore di nascituro non ancora concepito 3 Curatore fallimentare 4 Commissario liquidatore (liquidazione coatta amministrativa ovvero amministrazione straordinaria) 5 Custode giudiziario (custodia giudiziaria), ovvero amministratore giudiziario in qualità di rappresentante dei beni sequestrati ovvero commissario giudiziale (amministrazione controllata) 6 Rappresentante fiscale di soggetto non residente 7 Erede 8 Liquidatore (liquidazione volontaria) 9 Soggetto tenuto a presentare la dichiarazione ai fini IVA per conto del soggetto estinto a seguito di operazioni straordinarie o altre trasformazioni sostanziali soggettive (cessionario d azienda, società beneficiaria, incorporante, conferitaria, ecc.); ovvero, ai fini delle imposte sui redditi, rappresentante della società beneficiaria (scissione) o della società risultante dalla fusione o incorporazione 10 Rappresentante fiscale di soggetto non residente con le limitazioni di cui all art. 44, comma 3, del DL 331/ Soggetto esercente l attività tutoria del minore o interdetto in relazione alla funzione istituzionale rivestita 12 Liquidatore (liquidazione volontaria di ditta individuale - periodo ante messa in liquidazione) 13 Amministratore di condominio 14 Soggetto che sottoscrive la dichiarazione per conto di una pubblica amministrazione 15 Commissario liquidatore di una pubblica amministrazione PARAMETRI CONTABILITÀ La periodicità della comunicazione dipende dall ammontare delle operazioni effettuate e può essere mensile oppure trimestrale. Nel programma Parametri contabilità (menù Contabilità -> tabelle) si può definire il valore proposto per la periodicità della comunicazione, che in qualsiasi momento durante la stampa può essere variata. ACS Data Systems AG/spa 10 / 14

11 REGISTRAZIONI CONTABILITÀ Durante la registrazione contabile di fatture clienti e fornitori viene effettuata contestualmente, in base al paese del soggetto, anche la registrazione per la comunicazione sui paradisi fiscali. In questo caso sulla pagina della registrazione IVA si presentano le seguenti colonne aggiuntive: Paradisi fiscali merci: Imponibile e importo IVA Paradisi fiscali servizi: Imponibile e importo IVA Normalmente la colonna corretta viene compilata automaticamente: Per le fatture di vendita in base al gruppo IVA del codice IVA utilizzato: o Per Servizi internazionali (UE) e paesi terzi -> servizi o Per tutti gli altri gruppi -> merci. Per le fatture di acquisto in base al trattamento IVA nella causale contabile: o Per Servizi internaz. (UE) e (paesi terzi) -> servizi o Per tutti gli altri trattamenti IVA -> merci. È possibile anche inserire manualmente l ammontare nella colonna desiderata (con <F2>). In base a questo inserimento viene generata la comunicazione su paradisi fiscali. Registrazioni esistenti già prima dell aggiornamento devono essere integrate manualmente; anche se la liquidazione IVA è già stata effettuata, questi dati possono essere aggiornati. In caso di note di accredito anche il campo Mese/Anno nota d accredito deve essere compilato. ACS Data Systems AG/spa 11 / 14

12 La comunicazione è richiesta anche per le bollette doganali se il fornitore risiede in un paradiso fiscale. Dato che per questo tipo di registrazione il fornitore viene inserito solamente dopo la registrazione IVA (che si riferisce alla bolletta doganale), gli importi richiesti per le operazioni con i paradisi fiscali devono essere inseriti manualmente (le quattro colonne vengono sempre visualizzate indipendentemente dal paese). Se viene richiamata una registrazione contabile per la quale in precedenza era già stata emessa la comunicazione (creazione file) allora si presenta il messaggio Comunicazione per operazioni con paradisi fiscali già eseguita ; i dati si possono comunque modificare. FATTURAZIONE Nella registrazione delle fatture di vendita dalla fatturazione in contabilità vengono compilate automaticamente anche le colonne riguardanti i paradisi fiscali, se il cliente ha sede in un paradiso fiscale (in base al paese del cliente). Le singole colonne, merci o servizi, vengono definite in base a: Articoli campo Intrastat: in base alla selezione, merce o servizio, nell articolo (oppure gruppo merceologico) vengono compilate le colonne nella registrazione contabile; Se questo campo è vuoto oppure non è stato utilizzato nessun codice articolo, allora la colonna corretta viene determinata in base al gruppo IVA del codice IVA utilizzato (come nella registrazione contabile, vedi sopra). In caso di nota d accredito deve essere compilato anche il campo Mese/anno nota d accredito sulla pagina Registrazione della fattura. GESTIONE ACQUISTI Nella registrazione delle fatture d acquisto dalla gestione acquisto in contabilità vengono compilate automaticamente anche le colonne riguardanti i paradisi fiscali, se il fornitore ha sede in un paradiso fiscale (in base al paese del fornitore). Le singole colonne, merci o servizi, vengono definite in base a: Articoli campo Intrastat: in base alla selezione, merce o servizio, nell articolo (oppure gruppo merceologico) vengono compilate le colonne nella registrazione contabile; Se questo campo è vuoto oppure non è stato utilizzato nessun codice articolo, allora la colonna corretta viene determinata in base al trattamento IVA della causale contabile (come nella registrazione contabile, vedi sopra). In caso di nota d accredito deve essere compilato anche il campo Mese/anno nota d accredito sulla pagina Registrazione della fattura. ACS Data Systems AG/spa 12 / 14

13 EMISSIONE COMUNICAZIONE La comunicazione dei paradisi fiscali viene generata dalle registrazioni effettuate sulla tabella IVA in contabilità generale. L emissione della comunicazione viene fatta con il programma Comunicazione acquisti/vendite con paradisi fiscali (menù Contabilità -> Chiusure). Esistono i seguenti campi: Gruppo liquidazione IVA: la comunicazione viene creata per gruppo liquidazione IVA, identico alla liquidazione IVA. Selezione movimenti: o Tutti: vengono emessi tutti i movimenti, anche quelli già comunicati; o Solo nuovi: vengono emessi solo i movimenti che non sono stati ancora comunicati (selezione proposta); o Solo già comunicati: vengono emessi solo i movimenti già comunicati. Periodicità: in base all ammontare delle operazioni la comunicazione può essere mensile oppure trimestrale (questa selezione può essere predefinita nel programma Parametri contabilità). Periodo di riferimento: mese oppure trimestre della comunicazione. Trimestre: in caso di comunicazione trimestrale deve essere indicato se si tratta dell intero trimestre oppure solamente del primo mese o primi due mesi. Correttiva nei termini e comunicazione integrativa: se richiesto. Variazione periodicità: nel caso di passaggio dalle presentazione trimestrale a quella mensile per superamento delle soglie oppure per opzione. ACS Data Systems AG/spa 13 / 14

14 Tipo di elaborazione: o Modulo: la stampa avviene sul modulo previsto dal decreto ministeriale; o File: la presentazione avviene sul file in base alla struttura definita dal decreto ministeriale; questo file può essere trasmesso telematicamente. Nel campo cartella viene definita la cartella utilizzata per la memorizzazione del file; il nome viene composto automaticamente e ha la forma <partita IVA del contribuente>_ivl.ivl. o Lista di controllo: questa lista permette di effettuare un controllo sui dati dettagliati della comunicazione ed elenca le singole registrazioni contabili in riferimento ad ogni campo della comunicazione. Inoltre, cliccando sul pulsante [Comunic.] è possibile ottenere un elenco delle comunicazioni in riferimento alla selezione del campo Selezione movimenti. Per la verifica del superamento della soglia per la comunicazione trimestrale, cliccando sul pulsante [Soglia], è possibile visualizzare l ammontare delle operazioni suddivise per categoria degli ultimi quattro trimestri. Prima della stampa del modulo oppure della creazione del file il programma verifica la completezza dei dati. In caso di dati incompleti il programma emette un messaggio e presenta una tabella con i clienti e fornitori incompleti; cliccando sulla singola riga della tabella si possono richiamare il programma di inserimento e completare i dati del soggetto. La comunicazione può essere presentata esclusivamente in via telematica tramite Entratel oppure FiscoOnline. Per informazioni su questo Vi chiediamo gentilmente di rivolgervi direttamente al Vs. commercialista.. ACS Data Systems AG/spa 14 / 14

Menga Consulenza. Aziendale. dott. Antonio Menga dott. Michele Vigilante dott. Gianvito Pace

Menga Consulenza. Aziendale. dott. Antonio Menga dott. Michele Vigilante dott. Gianvito Pace Studio Menga Consulenza Aziendale dott. Antonio Menga dott. Michele Vigilante dott. Gianvito Pace Obbligo di comunicazione delle operazioni effettuate con soggetti stabiliti in Paesi a fiscalità privilegiata

Dettagli

STUDIO PACCIANI - CANEPA Via Brigata Liguria 1/18 16121 Genova Tel. (010) 542631 - Fax (010) 542666 E-mail address: studiopc@studiopacciani.

STUDIO PACCIANI - CANEPA Via Brigata Liguria 1/18 16121 Genova Tel. (010) 542631 - Fax (010) 542666 E-mail address: studiopc@studiopacciani. STUDIO PACCIANI - CANEPA Via Brigata Liguria 1/18 16121 Genova Tel. (010) 542631 - Fax (010) 542666 E-mail address: studiopc@studiopacciani.com Circolare del 15 Gennaio 2015 NOVITA SULLE COMUNICAZIONI

Dettagli

Informative e news per la clientela di studio Castaldo

Informative e news per la clientela di studio Castaldo Informative e news per la clientela di studio Castaldo Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: COMUNICAZIONE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST - CHIARIMENTI Con la circolare n. 53/E/10 l Agenzia delle Entrate

Dettagli

Oggetto: COMUNICAZIONE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST - CHIARI- MENTI

Oggetto: COMUNICAZIONE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST - CHIARI- MENTI A tutti i Clienti Loro sedi Ravenna, 26/10/2010 Circolare Informativa n. 21/2010 Oggetto: COMUNICAZIONE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST - CHIARI- MENTI Con la circolare n. 53/E/10 l Agenzia delle Entrate

Dettagli

Comunicazione delle operazioni con i paradisi fiscali Nuovi termini e periodicità di presentazione.

Comunicazione delle operazioni con i paradisi fiscali Nuovi termini e periodicità di presentazione. Circolare 24 del 3 dicembre 2014 Comunicazione delle operazioni con i paradisi fiscali Nuovi termini e periodicità di presentazione. INDICE 1 Premessa...2 2 Soggetti obbligati alla comunicazione...2 3

Dettagli

NOVELLATE NORME IN MATERIA DI MONITORAGGIO OPERAZIONI CON CONTROPARTI ESTERE E ADEMPIMENTI AI FINI IVA ANCHE PER LE PRESTAZIONI DI SERVIZI

NOVELLATE NORME IN MATERIA DI MONITORAGGIO OPERAZIONI CON CONTROPARTI ESTERE E ADEMPIMENTI AI FINI IVA ANCHE PER LE PRESTAZIONI DI SERVIZI NOVELLATE NORME IN MATERIA DI MONITORAGGIO OPERAZIONI CON CONTROPARTI ESTERE E ADEMPIMENTI AI FINI IVA ANCHE PER LE PRESTAZIONI DI SERVIZI Il coacervo di norme introdotte per l anno 2010 e più recentemente

Dettagli

Circolare n. 32. DLgs. 21.11.2014 n. 175 di semplificazioni fiscali - Novità in materia di comunicazione delle operazioni con i paradisi fiscali

Circolare n. 32. DLgs. 21.11.2014 n. 175 di semplificazioni fiscali - Novità in materia di comunicazione delle operazioni con i paradisi fiscali Circolare n. 32 del 1 dicembre 2014 DLgs. 21.11.2014 n. 175 di semplificazioni fiscali - Novità in materia di comunicazione delle operazioni con i paradisi fiscali INDICE 1 Premessa 2 2 Soggetti obbligati

Dettagli

Operazioni con controparti localizzate in paradisi fiscali - Obbligo di comunicazione all Agenzia delle Entrate dall 1.7.2010

Operazioni con controparti localizzate in paradisi fiscali - Obbligo di comunicazione all Agenzia delle Entrate dall 1.7.2010 Operazioni con controparti localizzate in paradisi fiscali - Obbligo di comunicazione all Agenzia delle Entrate dall 1.7.2010 1 PREMESSA L art. 1 co. 1-3 del DL 25.3.2010 n. 40 (c.d. DL incentivi ), convertito

Dettagli

Studio professionale ragionieri associati Migli Fedi Cinini

Studio professionale ragionieri associati Migli Fedi Cinini Studio professionale ragionieri associati Migli Fedi Cinini Scali Olandesi n. 18 57125 LIVORNO Rag. Marco Migli Commercialista Tel. 0586891762 Rag. Michele Cinini Commercialista Fax 0586882512 Rag. Luciano

Dettagli

fiavet CHIARIMENTI SU OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST

fiavet CHIARIMENTI SU OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST CHIARIMENTI SU OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST Con la circolare n. 53/E/10 l Agenzia delle Entrate ha fornito i propri chiarimenti in merito al nuovo obbligo di comunicazione delle operazioni effettuate

Dettagli

studio associato zaniboni

studio associato zaniboni N. protocollo: 23/2010 10 agosto 2010 Oggetto: COMUNICAZIONE PER LE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST Con il Decreto del 30 marzo 2010, il Ministro dell Economia e delle Finanze ha previsto l obbligo, per

Dettagli

DIVULGAZIONE MODIFICA SW0003007

DIVULGAZIONE MODIFICA SW0003007 Divulgazione Implementazione/Modifica Software DIVULGAZIONE MODIFICA SW0003007 *** Comunicazione dati Black List *** 1. Gestione Tabelle (EX 0C) Implementare Tabella PAE per identificare i paesi di appartenenza

Dettagli

STUDIO VIANO DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO VIANO DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO VIANO DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI QUALITÀ E SOLUZIONI Dott. PAOLO VIANO Dott. ROMINA BELLELLI Dott. ALESSANDRO BELTRAMI Dott. UMBERTO BARBOLINI Rag. DANIELA CAVALCA Dott. DANIELA GUALTIERI

Dettagli

Torino, lì 28 giugno 2010. Circolare n. 11/2010

Torino, lì 28 giugno 2010. Circolare n. 11/2010 Dott. Carlo Agosta Dott. Enrico Pogolotti Dott. Davide Mancardo Dott.ssa Chiara Valente Dott.ssa Stefania Neirotti Torino, lì 28 giugno 2010 Circolare n. 11/2010 OGGETTO: Operazioni con controparti localizzate

Dettagli

Comunicazione Black-list Criticità e soluzioni operative

Comunicazione Black-list Criticità e soluzioni operative Slides Videocircolare Comunicazione Black-list Dott. Stefano Setti Riferimenti Comunicazione operazioni con soggetti stabiliti in Paesi Black list Art. 1, DL n. 40/2010 Paesi Black list - DM 4 maggio 1999

Dettagli

Paesi Black list ordine alfabetico. LISTA DI APPARTENENZA D.M. 21.11.2001 (art.1) D.M. 4.5.1999 D.M. 21.11.2001 (art.1) D.M. 4.5.

Paesi Black list ordine alfabetico. LISTA DI APPARTENENZA D.M. 21.11.2001 (art.1) D.M. 4.5.1999 D.M. 21.11.2001 (art.1) D.M. 4.5. Paesi Black list ordine alfabetico PAESE Alderney (Isole del Canale) Andorra Angola, con riferimento alle società petrolifere che hanno ottenuto l'esenzione dall'oil Income Tax, alle società che godono

Dettagli

www.eassociati.com posta@eassociati.com Oggetto: OBBLIGO DI COMUNICAZIONE PER LE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST

www.eassociati.com posta@eassociati.com Oggetto: OBBLIGO DI COMUNICAZIONE PER LE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST www..com posta@.com Altavilla Vicentina, 6 settembre 2010 associati dottori commercialisti pierpaolo baldinato gabriele pantaleoni collaboratori dottori commercialisti sabrina gasparotto viviana gentile

Dettagli

DARIO DELLACROCE & ASSOCIATI

DARIO DELLACROCE & ASSOCIATI Dario Dellacroce via Orazio Antinori n. 6 dottore commercialista 10128 TORINO revisore contabile consulente del giudice Telefono 011-50.91.524 Telefax 011-50.91.535 Alberto Miglia E-mail: info@areapro.it

Dettagli

I n f o r m a t i v a d e l 25 m a g g i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5

I n f o r m a t i v a d e l 25 m a g g i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5 I n f o r m a t i v a d e l 25 m a g g i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5 Informativa 19/2015 Oggetto NUOVE LISTE PER LA DISCIPLINA DELLE IMPRESE CONTROLLATE ESTERE CFC E PER LA DEDUCIBILITÀ DEI COSTI Sommario

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 17 del 23 ottobre 2010 Comunicazione telematica delle operazioni con controparti localizzate in paradisi fiscali - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE

Dettagli

C:\Users\Administrator\Desk...

C:\Users\Administrator\Desk... CIRCOLARE n. 13/2010 Spett.li Clienti Loro SEDI Pesaro, 15 ottobre 2010 1. Elenchi Clienti-Fornitori Black List Nonostante l obbligo di monitoraggio delle operazioni sia ufficialmente scattato il 1 luglio

Dettagli

COMUNICAZIONE BLACK LIST : I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMUNICAZIONE BLACK LIST : I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Circolare N. 75 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 26 ottobre 2010 COMUNICAZIONE BLACK LIST : I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Sul filo di lana della prima scadenza per la presentazione

Dettagli

Cognome Nome Data di nascita 1 2 3 giorno mese anno. Codice Stato estero Indirizzo estero della sede legale 9 10

Cognome Nome Data di nascita 1 2 3 giorno mese anno. Codice Stato estero Indirizzo estero della sede legale 9 10 Oggetto: DAL 2014 COMUNICAZIONI BLACK LIST SU NUOVO MODELLO A decorrere dalle operazioni registrate dal 1 gennaio 2014, la comunicazione delle operazioni intrattenute con controparti localizzate in paesi

Dettagli

MODELLO IVA 26 DICHIARAZIONE DI ADESIONE AL REGIME PREVISTO PER LE SOCIETÁ CONTROLLANTI E CONTROLLATE E COMUNICAZIONE DELLE VARIAZIONI ISTRUZIONI

MODELLO IVA 26 DICHIARAZIONE DI ADESIONE AL REGIME PREVISTO PER LE SOCIETÁ CONTROLLANTI E CONTROLLATE E COMUNICAZIONE DELLE VARIAZIONI ISTRUZIONI MODELLO IVA 26 DICHIARAZIONE DI ADESIONE AL REGIME PREVISTO PER LE SOCIETÁ CONTROLLANTI E CONTROLLATE E COMUNICAZIONE DELLE VARIAZIONI ISTRUZIONI Gli articoli di legge richiamati nel modello e nelle istruzioni

Dettagli

Operazioni con soggetti black list

Operazioni con soggetti black list Ufficio Studi Operazioni con soggetti black list L ordinamento italiano, ai commi 10, 11, 12 e 12-bis dell art. 110 del T.u.i.r., disciplina la disposizione in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

COMUNICAZIONE PER LE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST

COMUNICAZIONE PER LE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST agosto 2010 ASSOCIAZIONE COMMERCIALISTI COMUNICAZIONE PER LE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST Con il Decreto del 30 marzo 2010, il Ministro dell Economia e delle Finanze ha previsto l obbligo, per tutti

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo n. 196 del 2003 Finalità del trattamento

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo n. 196 del 2003 Finalità del trattamento genzia ntrate MODELLO PER LA RICHIESTA DI ACCREDITAMENTO SU CONTO CORRENTE BANCARIO O POSTALE DI RIMBORSI FISCALI E DI ALTRE FORME DI EROGAZIONE RISERVATO A SOGGETTI DIVERSI DALLE PERSONE FISICHE Informativa

Dettagli

SCA STUDIO COMMERCIALISTI ASSOCIATI CONSULENZA ECONOMICO-GIURIDICA, FISCALE E SOCIETARIA

SCA STUDIO COMMERCIALISTI ASSOCIATI CONSULENZA ECONOMICO-GIURIDICA, FISCALE E SOCIETARIA DOTT. FRANCESCO FERRI DE LAZARA DOTT. ENRICO GRIGOLIN In collaborazione con STUDIO LEGALE LO PRESTI DOTT. LUISA STRITONI CIRCOLARE INFORMATIVA N. 12/2010 Padova, 07 Ottobre 2010 AI SIGNORI CLIENTI GLI

Dettagli

DOMANDA ATTRIBUZIONE CODICE FISCALE, COMUNICAZIONE VARIAZIONE DATI, AVVENUTA FUSIONE, CONCENTRAZIONE, TRASFORMAZIONE, ESTINZIONE

DOMANDA ATTRIBUZIONE CODICE FISCALE, COMUNICAZIONE VARIAZIONE DATI, AVVENUTA FUSIONE, CONCENTRAZIONE, TRASFORMAZIONE, ESTINZIONE Modello AA5/6 DOMANDA ATTRIBUZIONE CODICE FISCALE, COMUNICAZIONE VARIAZIONE DATI, AVVENUTA FUSIONE, CONCENTRAZIONE, TRASFORMAZIONE, ESTINZIONE (SOGGETTI DIVERSI DALLE PERSONE FISICHE) ISTRUZIONI PER LA

Dettagli

La territorialità IVA delle prestazioni di servizi. www.studiotomalucio.com - Lucio Toma - Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti

La territorialità IVA delle prestazioni di servizi. www.studiotomalucio.com - Lucio Toma - Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti La territorialità IVA delle prestazioni di servizi 1 DIRETTIVE E REGOLAMENTI EUROPEI DI MODIFICA DELL IVA Direttiva 2008/8/CE: nuovi criteri della TERRITORIALITA NEI SERVIZI Direttiva 2008/9/CE: nuove

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 Dlgs n. 196/2003) Finalità del trattamento Dati personali Modalità

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 Dlgs n. 196/2003) Finalità del trattamento Dati personali Modalità genzia ntrate MODELLO PER LA RICHIESTA DI ACCREDITO SU CONTO CORRENTE BANCARIO O POSTALE DI RIMBORSI FISCALI E DI ALTRE FORME DI EROGAZIONE - SOGGETTI DIVERSI DALLE PERSONE FISICHE Informativa sul trattamento

Dettagli

1 STUDIO TRIBUTARIO E COMMERCIALE DOTT. DOMENICO PASCUZZI Dottore Commercialista e Revisore Ufficiale dei Conti

1 STUDIO TRIBUTARIO E COMMERCIALE DOTT. DOMENICO PASCUZZI Dottore Commercialista e Revisore Ufficiale dei Conti 1 STUDIO TRIBUTARIO E COMMERCIALE DOTT. DOMENICO PASCUZZI Dottore Commercialista e Revisore Ufficiale dei Conti Sedi: Recapito: Via Felice Casati, 32 Via L. Da Vinci, 9 Via S. Francesco 52 20124 Milano

Dettagli

L EFFICACIA DAL 2015 DEI NUOVI ELENCHI CFC E BLACK LIST

L EFFICACIA DAL 2015 DEI NUOVI ELENCHI CFC E BLACK LIST Ambrosia Corporate Solutions Newsletter L EFFICACIA DAL 2015 DEI NUOVI ELENCHI CFC E BLACK LIST FISCO E TRIBUTI Aprile 2015 La Legge 23 dicembre 2014, n. 190 pubblicata sulla G.U. n. 300 del 29 dicembre

Dettagli

Appalti in Italia con il nulla osta (Il Sole 24 Ore di giovedì 17 febbraio 2011)

Appalti in Italia con il nulla osta (Il Sole 24 Ore di giovedì 17 febbraio 2011) Antiriciclaggio. Pronto il decreto che disciplina la partecipazione alle gare delle società con sedi in Paesi black list Appalti in Italia con il nulla osta (Il Sole 24 Ore di giovedì 17 febbraio 2011)

Dettagli

Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 07/2012 COMUNICAZIONE TELEMATICA DELLE LETTERE DI INTENTO

Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 07/2012 COMUNICAZIONE TELEMATICA DELLE LETTERE DI INTENTO Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 07/2012 Come comunicato con la circolare CC 02/2006, Vi rinnoviamo la segnalazione che nella nuova veste del nostro sito internet www.studiosinergie.it, sono costantemente

Dettagli

Servizio INFORMATIVA 730

Servizio INFORMATIVA 730 SEAC S.p.A. - 38100 TRENTO - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461/805111 - Fax 0461/805161 Servizio INFORMATIVA 730 27 MARZO 2008 Informativa n. 29 UTILI E MODELLO 730/2008

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI PRESUPPOSTI PER LA SUSSISTENZA DELL OBBLIGO CASO PRATICO: IMPORTAZIONI video FISCO del 24.11.2010 n. 0376-775130 www.ratiofad.it

Dettagli

Oggetto: OPERATIVI I NUOVI DECRETI SUI PAESI BLACK LIST

Oggetto: OPERATIVI I NUOVI DECRETI SUI PAESI BLACK LIST Oggetto: OPERATIVI I NUOVI DECRETI SUI PAESI BLACK LIST Il sistema tributario italiano fa spesso riferimento a liste di Paesi che, sotto vari aspetti, determinano l insorgere di conseguenze negative di

Dettagli

Elenco clienti e fornitori black list: proroga al 2 novembre e altre novità

Elenco clienti e fornitori black list: proroga al 2 novembre e altre novità Il Punto sull Iva Comunicazione Operazione Paesi Black List Elenco clienti e fornitori black list: proroga al 2 novembre e altre novità Premessa In un precedente intervento (circolare mensile di Agosto

Dettagli

ELENCHI CLIENTI e FORNITORI BLACK LIST 2010

ELENCHI CLIENTI e FORNITORI BLACK LIST 2010 Circolare informativa per la clientela n. 25/2010 del 16 settembre 2010 ELENCHI CLIENTI e FORNITORI BLACK LIST 2010 In questa Circolare 1. Decreto «incentivi» Comunicazione delle operazioni con Paesi black

Dettagli

Studio Dottori Commercialisti

Studio Dottori Commercialisti Dott. Sergio Massa Bologna, 24 giugno 2010 Dott. Elena Melandri Dott. Paola Belelli Dott. Pierpaolo Arzarello A TUTTI I CLIENTI LORO INDIRIZZI Con la presente Circolare Vi aggiorniamo sulle ultime disposizioni

Dettagli

i residenti da tutti i redditi posseduti. Il secondo comma introduce una presunzione ai

i residenti da tutti i redditi posseduti. Il secondo comma introduce una presunzione ai L art. 2 del TUIR individua come soggetti passivi di imposta le persone fisiche residenti e non residenti nel territorio dello stato, stabilendo al successivo art. 3 che l imposta viene applicata sul reddito

Dettagli

ISTANZA DI RIMBORSO AI SENSI DEL DECRETO LEGGE 15 SETTEMBRE 2006, N. 258

ISTANZA DI RIMBORSO AI SENSI DEL DECRETO LEGGE 15 SETTEMBRE 2006, N. 258 ISTANZA DI RIMBORSO AI SENSI DEL DECRETO LEGGE 15 SETTEMBRE 2006, N. 258 ISTRUZIONI Premessa Reperibilità dei modelli La sentenza della Corte di Giustizia del 14 settembre 2006, relativa alla causa C-228/05,

Dettagli

Studio Amministrativo e Tributario

Studio Amministrativo e Tributario Studio Amministrativo e Tributario CARLA BETTEGA MARCO MAGNAGHI GIANLUCA GUERCILENA BARBARA MANTOVANI Milano, il 9 giugno 2015 Contenuto della Circolare 1. Reverse charge e split payment: chiarimenti 2.

Dettagli

STUDIO NEGRI E ASSOCIATI

STUDIO NEGRI E ASSOCIATI RIEPILOGO ADEMPIMENTO OPERAZION I BLACK LIST Come p noto il DL 40/2010 ha introdotto un nuovo adempimento informativo nei confronti dell'agenzia delle Entrate, relativo alle operazioni effettuate da soggetti

Dettagli

Comunicazione delle operazioni con Paesi black list.

Comunicazione delle operazioni con Paesi black list. Ai Sigg. CLIENTI Loro Sedi Circolare n. 5.2010 Comunicazione delle operazioni con Paesi black list. A partire dal 01 luglio 2010, è stato introdotto l obbligo di comunicare le operazioni effettuate nei

Dettagli

NUOVI OBBLIGHI PER LE OPERAZIONI CON SOGGETTI IVA DEI PAESI BLACK LIST

NUOVI OBBLIGHI PER LE OPERAZIONI CON SOGGETTI IVA DEI PAESI BLACK LIST Studio Contrino Rag. Gaspare - Seregno via Santuario n. 70 - Tel. (0362) 220979 Fax 328187 OGGETTO: Circolare n. 12 2010 Seregno, li 22 giugno 2010 NUOVI OBBLIGHI PER LE OPERAZIONI CON SOGGETTI IVA DEI

Dettagli

Pagina 1: Circolare Pagina 2-3: Decreto ministeriale 04/05/1999 Pagina 4-5: Decreto ministeriale 21/11/2001. Circolare n. 4-2010

Pagina 1: Circolare Pagina 2-3: Decreto ministeriale 04/05/1999 Pagina 4-5: Decreto ministeriale 21/11/2001. Circolare n. 4-2010 Pagina 1: Circolare Pagina 2-3: Decreto ministeriale 04/05/1999 Pagina 4-5: Decreto ministeriale 21/11/2001 Circolare n. 4-2010 Oggetto: Rapporti con operatori economici black list. A decorrere dal 1 luglio

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 19 Maggio 2010 E-MAIL: segreteria2@studiocastelli.com COMUNICAZIONI DELLE OPERAZIONI CON PARADISI FISCALI Il D.M. 30.03.2010 ha dato attuazione alle disposizioni

Dettagli

1. PROROGA DEI TERMINI DI VERSAMENTO

1. PROROGA DEI TERMINI DI VERSAMENTO Via Piva 59/B - 31049 Valdobbiadene (TV) Tel. 0423/976355 (e c/o 975706) r.a. - Fax 0423/975936 E-MAIL: camilotto@nemnet.it c.f.: CML VNN 52T11 M048L - p. i.v.a.: 00596180265 Valdobbiadene, 1 luglio 2010

Dettagli

STUDIO ANTONELLI. Forlì, 13 settembre 2004

STUDIO ANTONELLI. Forlì, 13 settembre 2004 Dott. Alessandro Antonelli TRIBUTARISTA - PUBBLICISTA Dott.ssa Giancarla Berti COMMERCIALISTA Dott. Federico Mambelli ASSISTENTE Dott. Alessandro Mengozzi COMMERCIALISTA Dott. Stefano Sgarzani COMMERCIALISTA

Dettagli

STUDIO D ALESSIO COMMERCIALISTI

STUDIO D ALESSIO COMMERCIALISTI COMMERCIALISTI Genova, 26 ottobre 2010 Circolare Informativa Comunicazione telematica delle oerazioni con controarti localizzate in aradisi fiscali - 1 PREMESSA Ai sensi dell art. 1 co. 1-3 del DL 25.3.2010

Dettagli

I NUOVI ELENCHI DEI CLIENTI / FORNITORI BLACK LIST

I NUOVI ELENCHI DEI CLIENTI / FORNITORI BLACK LIST BALIN & ASSOCIATI Umberto Balin Margherita Cabianca Enrico Cecchinato Consulente del Lavoro Francesca Gardellin Viviana Pigal Raffaella Martellani Circolare n. 7/2010 Padova, 3 maggio 2010 A tutti i Clienti

Dettagli

COSTI SOSTENUTI CON SOCIETÀ RESIDENTI NEI

COSTI SOSTENUTI CON SOCIETÀ RESIDENTI NEI ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE Studio monografico n. 2/2003 COSTI SOSTENUTI CON SOCIETÀ RESIDENTI NEI CD. PARADISI FISCALI a cura: Acerbi

Dettagli

Informativa per il professionista

Informativa per il professionista Informativa per il professionista Informativa n. 13 del 27 ottobre 2010 Comunicazione all Agenzia delle Entrate delle operazioni effettuate con operatori economici localizzati in paradisi fiscali - Riepilogo

Dettagli

SPECIALE: COMUNICAZIONE DELL IBAN

SPECIALE: COMUNICAZIONE DELL IBAN n. 8 Agosto 2012 SPECIALE: COMUNICAZIONE DELL IBAN ALL AGENZIA DELLE ENTRATE PER L ACCREDITO RAPIDO DEL 5 X 1000 La comunicazione dell IBAN Modalità di invio Esempio di compilazione Modello ministeriale

Dettagli

Paesi Black List Elenco Aggiornato 2015: Svizzera istruzioni modello

Paesi Black List Elenco Aggiornato 2015: Svizzera istruzioni modello Paesi Black List Elenco Aggiornato 2015: Svizzera istruzioni modello Paesi Black List 2015 elenco aggiornato lista paesi a fiscalità privilegiata per i quali in Italia vige l obbligo di comunicazione di

Dettagli

ACQUISTI DA PAESI BLACK LIST DEDUCIBILITA DEI COSTI

ACQUISTI DA PAESI BLACK LIST DEDUCIBILITA DEI COSTI Risposte a quesiti ACQUISTI DA PAESI BLACK LIST DEDUCIBILITA DEI COSTI Le spese e i componenti negativi sostenuti da un'impresa italiana con un partner commerciale residente in Paesi a fiscalità privilegiata

Dettagli

ITALIA 2015: VOLUNTARY DISCLOSURE

ITALIA 2015: VOLUNTARY DISCLOSURE ITALIA 2015: VOLUNTARY DISCLOSURE Dott. Leo De Rosa Dottore commercialista Pubblicista leo.derosa@rdra.it Avv. Fabrizio Cavallaro Avvocato fabrizio.cavallaro@rdra.it Partner di: Associato a: Rimini, 21

Dettagli

STUDIO BOIDI & PARTNERS

STUDIO BOIDI & PARTNERS & PARTNERS commercialisti revisori contabili Dott. ALDO BOIDI DOTT. PROF. MARIO BOIDI DOTT. PROF. MASSIMO BOIDI DOTT. FABIO PASQUINI Dott. VALTER RUFFA Dott. ALESSANDRO MARTINI Dott. CAROLA ALBERTI Dott.

Dettagli

UFFICIO COMPETENTE TIPO DI DICHIARAZIONE DATI DEL CONTRIBUENTE. Persone fisiche. Soggetti diversi dalle persone fisiche

UFFICIO COMPETENTE TIPO DI DICHIARAZIONE DATI DEL CONTRIBUENTE. Persone fisiche. Soggetti diversi dalle persone fisiche CODICE FISCALE MODELLO IVA 74-bis DICHIARAZIONE DELLE OPERAZIONI EFFETTUATE NELLA FRAZIONE D ANNO ANTECEDENTE LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO O DI LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA AVVENUTA NELL ANNO 006

Dettagli

UFFICIO COMPETENTE TIPO DI DICHIARAZIONE DATI DEL CONTRIBUENTE. Persone fisiche

UFFICIO COMPETENTE TIPO DI DICHIARAZIONE DATI DEL CONTRIBUENTE. Persone fisiche CODICE FISCALE MODELLO IVA 74-bis DICHIARAZIONE DELLE OPERAZIONI EFFETTUATE NELLA FRAZIONE D ANNO ANTECEDENTE LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO O DI LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA AVVENUTA NELL ANNO 0

Dettagli

DATI DEL CONTRIBUENTE PARTITA IVA Indirizzo di posta elettronica. Persone fisiche

DATI DEL CONTRIBUENTE PARTITA IVA Indirizzo di posta elettronica. Persone fisiche CODICE FISCALE MODELLO IVA 74-bis DICHIARAZIONE DELLE OPERAZIONI EFFETTUATE NELLA FRAZIONE D ANNO ANTECEDENTE LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO O DI LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA ANNO UFFICIO COMPETENTE

Dettagli

OGGETTO: Manutenzione impianti con Reverse charge

OGGETTO: Manutenzione impianti con Reverse charge CIRCOLARE N. 3/2015 UMBERTIDE, 22 Maggio 2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Manutenzione impianti con Reverse charge Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo

Dettagli

Newsletter n. 5/2016. STUDIO ARCA S.R.L. 41053 Maranello (Mo) - Via Verga 12 Tel. 0536.940.905 Fax 0536.943.012 E-mail: studio@studioarca.

Newsletter n. 5/2016. STUDIO ARCA S.R.L. 41053 Maranello (Mo) - Via Verga 12 Tel. 0536.940.905 Fax 0536.943.012 E-mail: studio@studioarca. STUDIO BERTOLI GIOVANARDI GRIMALDI & PARTNERS 41124 Modena - Viale Vittorio Veneto 2 Tel. 059.220.201-059.245.500 Fax 059.220.613 E-mail: studio@bggpartners.it Web: www.bggpartners.it STUDIO ARCA S.R.L.

Dettagli

Novità fiscali 2014. 17 marzo 2014. Dott. Stefano Cesati

Novità fiscali 2014. 17 marzo 2014. Dott. Stefano Cesati Novità fiscali 2014 17 marzo 2014 AGENDA Compensazione dei crediti d imposta; Visto di conformità per le imposte dirette; Compensazione dei crediti verso la Pubblica Amministrazione; Riflessi fiscali della

Dettagli

(1) La disciplina CFC.

(1) La disciplina CFC. LE SOCIETÀ CONTROLLATE ESTERE. CENNI GENERALI. LA LEGGE DI STABILITÀ 2015. LE FUTURE MODIFICHE A SEGUITO DELLO SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO SULL'INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE. (Dott. Ernesto Cherici

Dettagli

Modifiche alla disciplina Cfc e presunzione di utilizzo di fondi non tassati per investimenti e attività in paradisi fiscali

Modifiche alla disciplina Cfc e presunzione di utilizzo di fondi non tassati per investimenti e attività in paradisi fiscali 4681 ATTUALITÀ Manovra anti-crisi (D.L. 1 luglio 2009, n. 78) Modifiche alla disciplina Cfc e presunzione di utilizzo di fondi non tassati per investimenti e attività in paradisi fiscali di Salvatore Mattia

Dettagli

STUDIO OLIVIERI. 00195 ROMA Via M. Prestinari, 15 Tel. +39 06 321.81.74 r.a. Fax +39 06 321.62.45 E-mail: info@studioolivieri.net

STUDIO OLIVIERI. 00195 ROMA Via M. Prestinari, 15 Tel. +39 06 321.81.74 r.a. Fax +39 06 321.62.45 E-mail: info@studioolivieri.net Circolare del 09 marzo 2014 Indice (cliccare sui singoli argomenti per visualizzare la relativa parte della circolare) 1. DAL 2014 COMUNICAZIONI BLACK LIST SU NUOVO MODELLO... 1 La periodicità di presentazione

Dettagli

Dottori Commercialisti Associati. dottore commercialista revisore contabile. RITA MAGGI dottore in economia. ELISA FERRARI dottore in economia

Dottori Commercialisti Associati. dottore commercialista revisore contabile. RITA MAGGI dottore in economia. ELISA FERRARI dottore in economia STUDIO ALBERTI - UBINI - CASTAGNETTI Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona dottore commercialista revisore contabile

Dettagli

ADEMPIMENTI E NOVITA. Circolare n. 04/201 /2014. Castelfranco Veneto, 10 marzo 2014. Spett. li CLIENTI LORO SEDI

ADEMPIMENTI E NOVITA. Circolare n. 04/201 /2014. Castelfranco Veneto, 10 marzo 2014. Spett. li CLIENTI LORO SEDI Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Dottore Commercialista Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco Dottore

Dettagli

Fiscal News N. 122. Nuove black lists. La circolare di aggiornamento professionale 13.04.2015. Comunicato Stampa del MEF n 77 del 01/04/2015

Fiscal News N. 122. Nuove black lists. La circolare di aggiornamento professionale 13.04.2015. Comunicato Stampa del MEF n 77 del 01/04/2015 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 122 13.04.2015 Nuove black lists Comunicato Stampa del MEF n 77 del 01/04/2015 Categoria: Irpef Sottocategoria: Varie La Legge di Stabilità 2015

Dettagli

ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO)

ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) RADIX ERP by ACS Data Systems Comunicazione telematica art 21 del DL. 72/2010 (spesometro) Operazioni IVA 2012 Release: 31.10.2013 ACS Data Systems AG/spa 1 / 23

Dettagli

Circolare 14. del 18 maggio 2015. Revisione delle black list - Costi derivanti da operazioni con i Paradisi fiscali e controlled foreign companies

Circolare 14. del 18 maggio 2015. Revisione delle black list - Costi derivanti da operazioni con i Paradisi fiscali e controlled foreign companies Circolare 14 del 18 maggio 2015 Revisione delle black list - Costi derivanti da operazioni con i Paradisi fiscali e controlled foreign companies INDICE 1 Premessa... 2 2 Black list per la deducibilità

Dettagli

Agenzia delle Entrate COMUNICAZIONE DI ADESIONE AL CONCORDATO PREVENTIVO BIENNALE

Agenzia delle Entrate COMUNICAZIONE DI ADESIONE AL CONCORDATO PREVENTIVO BIENNALE Agenzia delle Entrate COMUNICAZIONE DI ADESIONE AL CONCORDATO PREVENTIVO BIENNALE Art. 33 del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326

Dettagli

Circolare Mensile n. 5 MARZO 2014

Circolare Mensile n. 5 MARZO 2014 Circolare Mensile n. 5 MARZO 2014 1. NEWS AGEVOLAZIONE SABATINI-BIS Con la recente circolare n. 4567/2014, il Mise, fissa i termini e le modalità di accesso alla cd Sabatini-Bis nonché ulteriori precisazioni

Dettagli

Informative e news per la clientela di studio

Informative e news per la clientela di studio STUDIO RAG. CALAMAI LUCA COMMERCIALISTA REVISORE DEI CONTI VIALE I MAGGIO, 13 50031 BARBERINO DI MUGELLO TEL. 055/8418070 FAX 055/8416911 E-MAIL: studiocalamai@newnet.it Agosto 2010 Informative e news

Dettagli

LA RESIDENZA FISCALE DELLE PERSONE FISICHE. (Dott. Ernesto Cherici Giugno 2015)

LA RESIDENZA FISCALE DELLE PERSONE FISICHE. (Dott. Ernesto Cherici Giugno 2015) LA RESIDENZA FISCALE DELLE PERSONE FISICHE. (Dott. Ernesto Cherici Giugno 2015) 1. PREMESSA. La regola generale prevede che sono considerati residenti (fiscali) in Italia le persone fisiche che per la

Dettagli

Norme di comportamento ASTOI Associazione Tour Operator Italiani. dr. prof. Franco Vernassa Milano, 18 aprile 2012

Norme di comportamento ASTOI Associazione Tour Operator Italiani. dr. prof. Franco Vernassa Milano, 18 aprile 2012 Norme di comportamento ASTOI Associazione Tour Operator Italiani dr. prof. Franco Vernassa Milano, 18 aprile 2012 Norme di comportamento ASTOI (1) 1. Trattamento ai fini delle imposte sui redditi e dell

Dettagli

Sommario VII VII VII III VIII VIII III III IV IV VI VI VI VIII XI XII XIII XIII

Sommario VII VII VII III VIII VIII III III IV IV VI VI VI VIII XI XII XIII XIII Sommario BLACK LISTS E WHITE LISTS NELLA DISCIPLINA TRIBUTARIA DEI RAPPORTI CON I PAESI A FISCALITÀ PRIVILEGIATA INTRODUZIONE... SOSTITUZIONE DELLE BLACK LISTS CON LE NUOVE WHITE LISTS... Precedente assetto

Dettagli

Disciplina dei cd costi black list Aspetti operativi nella redazione dell interpello disapplicativo. Dott.ssa Barbara Castelli

Disciplina dei cd costi black list Aspetti operativi nella redazione dell interpello disapplicativo. Dott.ssa Barbara Castelli S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Disciplina dei cd costi black list Aspetti operativi nella redazione dell interpello disapplicativo Dott.ssa Barbara Castelli 7 maggio 2015 Sala Falck Via

Dettagli

Aspetti Fiscali, Amministrativi e di Accertamento nelle Associazioni Sportive Dilettantistiche

Aspetti Fiscali, Amministrativi e di Accertamento nelle Associazioni Sportive Dilettantistiche Aspetti Fiscali, Amministrativi e di Accertamento nelle Associazioni Sportive Dilettantistiche Le operazioni con l estero Le prestazioni degli atleti stranieri Modello 770 Convegno del 7 dicembre 2010

Dettagli

LA CIRCOLARE MENSILE DI GIUGNO 2015

LA CIRCOLARE MENSILE DI GIUGNO 2015 LA CIRCOLARE MENSILE DI GIUGNO 2015 PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 GIUGNO AL 15 LUGLIO 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 15 luglio 2015, con il commento dei termini di prossima

Dettagli

ELENCO CLIENTI / FORNITORI

ELENCO CLIENTI / FORNITORI ELENCO CLIENTI / FORNITORI RADIX ERP BY ACS DATA SYSTEMS Comunicazione telematica art 21 del DL. 72/2010 (spesometro) Release: 27.12.2011 ACS Data Systems AG/spa 1 / 27 INDICE Indice... 2 Introduzione...

Dettagli

Dottore Commercia lista - Revisore Contabile

Dottore Commercia lista - Revisore Contabile Dottore Commercia lista - Revisore Contabile Collega menti pr of essiona li Avv. Barbara Frat i ni Avv. Lucia Gia cob elli Gent. CLIENTI Loro sedi Concorezzo, 22 ottobre 2010 Oggetto: circolare informativa

Dettagli

CIRCOLARE N 8/2010. Deducibilità delle spese di trasferta dei dipendenti pag. 8

CIRCOLARE N 8/2010. Deducibilità delle spese di trasferta dei dipendenti pag. 8 CIRCOLARE N 8/2010 SOMMARIO Le news di settembre pag. 1 Operazioni paesi black list : obblighi di comunicazione pag. 2 Ritenuta d acconto del 10% su operazioni 36% o 55% pag. 6 Doppia contribuzione previdenziale

Dettagli

I REDDITI DI CAPITALE

I REDDITI DI CAPITALE I REDDITI DI CAPITALE INDICAZIONI GENERALI Cosa sono i redditi di capitale Si definiscono redditi di capitale, indipendentemente se prodotti in Italia o all estero, i proventi in denaro o in natura derivanti

Dettagli

DENUNCIA DELL IMPOSTA SULLE ASSICURAZIONI DOVUTA SUI PREMI ED ACCESSORI INCASSATI

DENUNCIA DELL IMPOSTA SULLE ASSICURAZIONI DOVUTA SUI PREMI ED ACCESSORI INCASSATI DENUNCIA DELL IMPOSTA SULLE ASSICURAZIONI DOVUTA SUI PREMI ED ACCESSORI INCASSATI (art. 9 legge 29 ottobre 1961, n. 1216) ISTRUZIONI Gli articoli di legge richiamati nel modello di denuncia e nelle istruzioni

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Protocollo n. 2013/5272 Approvazione delle istruzioni per la compilazione del modello di dichiarazione IVA 74-bis per il fallimento o per la liquidazione coatta amministrativa approvato con provvedimento

Dettagli

I REDDITI DI CAPITALE

I REDDITI DI CAPITALE I REDDITI DI CAPITALE INDICAZIONI GENERALI Cosa sono i redditi di capitale Si definiscono redditi di capitale, indipendentemente se prodotti in Italia o all estero, i proventi in denaro o in natura derivanti

Dettagli

Informativa n 6 16 giugno 2015

Informativa n 6 16 giugno 2015 Informativa n 6 16 giugno 2015 Indice 1- PRINCIPALI NEWS DI GIUGNO... 2 SOGGETTI IRES: AVVISI VIA PEC SU POSSIBILI ANOMALIE NELLA TASSAZIONE DELLE PLUSVALENZE E SOPRAVVENIENZE ATTIVE... 2 AVVIO DELL OPERATIVITÀ

Dettagli

VOLUNTARY DISCLOSURE: SOGGETTI INTERESSATI, VIOLAZIONI REGOLARIZZABILI E ADEMPIMENTI RICHIESTI

VOLUNTARY DISCLOSURE: SOGGETTI INTERESSATI, VIOLAZIONI REGOLARIZZABILI E ADEMPIMENTI RICHIESTI Modena, 21 marzo 2015 VOLUNTARY DISCLOSURE: SOGGETTI INTERESSATI, VIOLAZIONI REGOLARIZZABILI E ADEMPIMENTI RICHIESTI DL n. 167/90 Legge n. 186/2014 Circolare Agenzia Entrate 13.3.2015, n. 10/E A seguito

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Prot. 2011/119854 Approvazione del modello di domanda per la definizione delle liti fiscali pendenti ai sensi dell art. 39, comma 12, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni,

Dettagli

CIRCOLARE N. 53/E. Prot.: 149238/2010 Alle Direzioni regionali e provinciali

CIRCOLARE N. 53/E. Prot.: 149238/2010 Alle Direzioni regionali e provinciali CIRCOLARE N. 53/E Direzione Centrale Normativa Settore Imposte Indirette Ufficio Adempimenti e Sanzioni Ufficio IVA Roma, 21 ottobre 2010 Prot.: 149238/2010 Alle Direzioni regionali e provinciali Agli

Dettagli

DENUNCIA DELL IMPOSTA SULLE ASSICURAZIONI DOVUTA SUI PREMI ED ACCESSORI INCASSATI

DENUNCIA DELL IMPOSTA SULLE ASSICURAZIONI DOVUTA SUI PREMI ED ACCESSORI INCASSATI DENUNCIA DELL IMPOSTA SULLE ASSICURAZIONI DOVUTA SUI PREMI ED ACCESSORI INCASSATI (art. 9 legge 29 ottobre 1961, n. 1216) ISTRUZIONI Gli articoli di legge richiamati nel modello di denuncia e nelle istruzioni

Dettagli

Via De Amicis n.10 27029 Vigevano. CIRCOLARE n. 16 / 2014. Mod. 770/2014

Via De Amicis n.10 27029 Vigevano. CIRCOLARE n. 16 / 2014. Mod. 770/2014 Terrazzini & partners consulenti del lavoro p.i./c.f. 05505810969 www.terrazzini.it Via Campanini n.6 20144 Milano Via Marsala n.29 26900 Lodi Via De Amicis n.10 27029 Vigevano t. +39 02 6773361 f. +39

Dettagli

ALLEGATO. Elenco indicativo di categorie di entità e dispositivi giuridici considerati non soggetti a imposizione effettiva ai fini dell'articolo

ALLEGATO. Elenco indicativo di categorie di entità e dispositivi giuridici considerati non soggetti a imposizione effettiva ai fini dell'articolo 15.4.2014 L 111/67 ALLEGATO L'allegato della direttiva 2003/48/CE è così modificato: 1) l'allegato attuale diventa «Allegato III». 2) il seguente allegato è inserito come «Allegato I»: «ALLEGATO I Elenco

Dettagli