Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 12 JDBC. Dr. Paolo Casoto, Ph.D

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 12 JDBC. Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2012"

Transcript

1 + Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 12 JDBC

2 + Cosa vediamo nella lezione di oggi Oggi analizzeremo insieme una specifica tecnologia Java per l accesso e la manipolazione di basi di dati relazionali Java Database Connectivity (JDBC). Soluzione che consente di sviluppare il proprio software in modalità agnostica rispetto allo specifico DBMS adottato. JDBC consente al programmatore di disporre di un codice indipendente dallo specifico DBMS adottato e, in particolare, portabile con immediatezza su una eventuale DBMS alternativo. Vedremo la gerarchia di classi alla base di JDBC, il processo di istanziazione mediante factory astratte e le più frequenti operazioni di interazione con la base dati.

3 + Prerequisiti La presente lezione parte da due prerequisiti fondamentali: Conoscenza della teoria di progettazione di una base dati e del suo funzionamento Conoscenza del linguaggio SQL Se questi due elementi in qualche modo vi mancano fermatevi e vi consiglierò alcuni materiali. Dove trovo JDBC? Le classi astratte che vi mostrerò sono già incluse nel Java SDK Le classi concrete finalizzate alla comunicazione con specifici DBMS le trovate in generale all interno dei siti di riferimento di ciascun produttore. Alcuni DBMS rendono fruibile le implementazioni di JDBC solo a pagamento!!!

4 + Connessione e stringhe di connessione JDBC opera sulle basi di dati relazionali in modalità connessa A differenza delle modalità offerte da ADO.NET in ambiente.net, dove è possibile anche operare in modalità disconnessa mediante DataSet. E necessario quindi che il client (la nostra applicazione) avvii una connessione con il server DBMS. Ma come faccio a creare una connessione? E come faccio a creare una connessione senza adottare mai classi concrete specifiche del DBMS che intendo istanziare? La risposta è data dall utilizzo delle stringhe di connessione e dell automatic driver discovery.

5 + La classe Driver Rappresenta la classe principale per la gestione della connessione da parte del client ad un database collocato all interno di uno specifico DBMS. Da uno specifico Driver è possibile ottenere un oggetto Connection, che mappa la specifica connessione da utilizzare per accedere alla base di dati. Ciascun Driver opera su un solo DBMS e genera una opportuno oggetto concreto che estende Connection. Per identificare lo specifico DB cui accedere e le credenziali o opzioni di accesso si utilizza la cosiddetta stringa di connessione.

6 + Stringhe di connessione Identifica lo specifico Driver da utilizzare per la connessione al DBMS

7 + Stringhe di connessione E stringhe di connessione determinano, quindi, lo specifico Driver che dovrà essere utilizzato per il collegamento ad un DBMS data la sua stringa di connessione MySQL o Oracle? Posso modificare la stringa di connessione e aggiungere la libreria con le classi concrete di un nuovo DBMS senza dover modificare in alcun modo il codice e la logica di accesso alla base dati. Il formato della stringa di connessione varia per ciascun DBMS, in accordo con le specifiche peculiarità. I driver presenti nel sistema, per ciascun DBMS supportato, sono conservati all interno di una tabella di hash della classe DriverManager. Il suffisso della stringa di connessione rappresenta la chiave per l accesso alla tabella E.g.: jdbc:mysql://

8 + DriverManager e caricamento automatico Nelle versioni di JDBC precedenti alla 4 i Driver dovevano essere aggiunti in modo esplicito al DriverManager dal programmatore via codice o mediante file di configurazione. Dalla versione 4 di JDBC il sistema è in grado di precaricare nel DriverManager tutti i driver presenti nel classpath del progetto ed associarli alle rispettive stringhe di connessione. Data una stringa di connessione, opportunamente formattata, è possibile richiedere in modo statico alla classe DriverManager di generare la rispettiva connessione.

9 + Le entità coinvolte in JDBC

10 + Creare una connessione alla base dati L oggetto java.sql.connection è finalizzato alla gestione della connessione con la base di dati relazionale. E un oggetto astratto (per la precisione una interfaccia) che espone un insieme di metodi per l avvio di una sessione di comunicazione fra il client e la base di dati Grazie alle implementazioni della classe Connection istanziate da ciascun Driver è possibile ottenere gli oggetti necessari ad interagire con la base di dati dello specifico DBMS La connessione consente di definire funzionalità avanzate quali la gestione delle transazioni e dell isolamento. Al termine delle operazioni una Connection deve essere sempre chiusa, mediante il metodo close();

11 + Definiamo una connessione ad una base dati Importo le classi di JDBC Definisco la stringa di connessione Richiedo al DriverManager un Driver da cui ottengo una connessione Chiudo la connessione

12 + Perché il try catch? E necessario gestire sempre i blocchi di accesso al DB mediante JDBC fra blocchi try catch ne abbiamo solo accennato nelle prime lezioni Perché? Perché possono insorgere molteplici problemi durante l esecuzione delle operazioni, ad esempio: Il DBMS identificato dalla stringa di connessione non esiste; Nessun Driver è stato associato alla stringa di connessione; Il DBMS non è raggiungibile; Il DBMS o il client interrompono la connessione Il DBMS ha raggiunto il numero massimo di connessioni parallele che è in grado di gestire

13 + Eseguire una query di selezione Una volta ottenuta la connessione al db, è possibile utilizzare tale oggetto per eseguire una query di selezione La query è rappresentata da un oggetto Statement (anche questo è una interfaccia, opportunamente implementata dai singoli driver jdbc). Richiedo alla connessione di istanziare un oggetto di tipo Statement mediante la query da eseguire sul db come argomento. Invoco l esecuzione del comando di interrogazione, ottenendo in output un ResultSet contenente i record trovati. Analogo del DBDataReader in.net Cursore lato server che consente l accesso sequenziale ai dati risultato della query. E possibile muoversi lungo il cursore solo in avanti.

14 + Statement Rappresenta un comando destinato al DBMS La sua esecuzione può avvenire secondo tre modalità: executequery( ): esegue una query di selezione e restituisce in output il ResultSet dei risultati. executeupdate( ): esegue una query di aggiornamento (INSERT, UPDATE, DELETE) che restituisce un intero rappresentante il numero di record modificati. executebatch(): esegue una lista di comandi batch e restituisce, in caso di corretta esecuzione, la lista dei valori di output di ciascuna attività. Al termine dell utilizzo dello Statement e del ResultSet ad esso collegato è necessario invocare il metodo close() per rilasciare il cursore lato server.

15 + ResultSet Contiene i dati di output della interrogazione sottomessa alla base di dati Accesso sequenziale ai dati grazie al metodo next() che restituisce un valore booleano relativo alla disponibilità di un record successivo a quello attuale. Non è possibile tornare indietro!!! Grazie al metodo getmetadata() è possibile ottenere specifici metadati relativi alle singole colonne ottenute in output quale risultato della interrogazione. Per accedere ai campi letti dal db utilizzo i metodi get tipati con riferimento numerico al campo da leggere rispetto all ordine della SELECT.

16 + Esempio Creo uno Statement ed eseguo la query Scrivo il nome di ciascuna delle colonne incluse nei risultati della interrogazione Se la query SQL contiene eventuali errori il sistema genera una eccezione in fase di esecuzione dello Statement

17 + Esempio Lettura TIPATA Leggo i valori dei tre campi inclusi nella SELECT della interrogazione e li stampo. Prima dell invocazione del metodo close() sarebbe utile verificare che gli oggetti non siano a null Rilascio tutti i legami con il DB, fra try catch all interno del blocco finally

18 + Ancora ResultSet Accedere ai campi di un ResultSet mediante riferimento all ordine del campo è sicuramente la soluzione più efficace in termini di performance Non è necessario identificare i nome del campo associato ad un dato ordine. Tuttavia è preferibile, ove possibile, utilizzare il riferimento per nome del campo. Anche alterando l ordine dei campi all interno della query o della tabella non devo alterare per forza il codice E un altro evidente esempio di conascenza e dei suoi effetti E possibile ma sconsigliabile utilizzare ResultSet con scorrimento all indietro ed anche in modalità non in sola lettura Consiglio: non fatelo!!!

19 + Chiusura automatica degli oggetti A partire dalla versione 1.7 di Java gli oggetti Connection, Statement e ResultSet sono in grado di chiudersi automaticamente Non è necessario invocare il metodo close(). Gli oggetti si chiudono automaticamente all uscita dal blocco try In caso di esecuzione senza errori In caso di presenza di un errore.

20 + L interfaccia RowSet Similare a DataSet di.net Semplifica il numero di oggetti da utilizzare per l accesso al db, centralizzando la configurazione all interno di un unico oggetto. Può operare in due modalità: Connessa: ogni operazione avvia una connessione al DB che è chiusa solo al termine dell operazione stessa. (JdbcRowSet) Disconnessa: è possibile prelevare dati dal DB e conservarli localmente in memoria chiudendo la connessione. (CachedRowSet) E possibile inoltre modificare i dati stessi localmente e sincronizzare le modifiche sul DBMS in un secondo momento.

21 + L interfaccia RowSet / 2 Ma quanti dati posso memorizzare in un CachedRowSet? Dipende, in generale tanti quanti la memoria della vostra JVM Macchina virtuale, non REALE. Attenzione all avvio della JVM per definire quanta memoria REALE utilizzare. Posso scambiare un CachedRowSet via Internet? Certo, è un oggetto serializzabile, posso memorizzarlo all interno di un file o scambiarlo attraverso un flusso dati di un qualche tipo. Non tutti i DBMS consentono nei loro driver JDBC l utilizzo di ResultSet modificabili o con scorrimento inverso Utilizzate le RowSet solo se siete certi del supporto offerto dal vostro DBMS

22 + Esempio

23 + PreparedStatement Versione precompilata delle query SQL, con possibilità di gestione semplificata dei parametri Una vera e propria manna, in particolare su stringhe con apici o virgolette!!! Per inserire un parametro all interno di una query utilizzo il segnaposto? Per associare un parametro al rispettivo segnaposto posso utilizzare i metodi tipati set con argomenti l indice del segnaposto ed il valore. Ciascun driver provvede alla conversione implicita da tipi di dati Java ai rispettivi tipi di dati SQL String potrà essere convertito, ad esempio, in nvarchar, nchar, blob, et al.

24 + Esempio Associamo ciascun parametro ad uno dei segnaposto della query Utilissimo per le query di inserimento ed aggiornamento: INSERT ed UPDATE

25 + Domande??? Grazie a tutti per l attenzione

JDBC versione base. Le classi/interfacce principali di JDBC

JDBC versione base. Le classi/interfacce principali di JDBC JDBC versione base Java Database Connectivity è il package Java per l accesso a database relazionali il package contiene interfacce e classi astratte uno dei pregi è la completa indipendenza del codice

Dettagli

JDBC di base. Le classi/interfacce principali di JDBC

JDBC di base. Le classi/interfacce principali di JDBC JDBC di base Java Database Connectivity è il package Java per l accesso a database relazionali il package contiene interfacce e classi astratte completa indipendenza del codice dal tipo di database o di

Dettagli

JDBC: Introduzione. Java Database Connectivity (JDBC): parte 1. Schema dei legami tra le classi principali. Principali classi/interfacce di JDBC

JDBC: Introduzione. Java Database Connectivity (JDBC): parte 1. Schema dei legami tra le classi principali. Principali classi/interfacce di JDBC JDBC: Introduzione Java Database Connectivity (JDBC): parte 1 Gianluca Moro DEIS - Università di Bologna gmoro@deis.unibo.it Java Database Connectivity è il package Java per l accesso a database relazionali

Dettagli

Scheda 15 Accedere ai DataBase con JDBC

Scheda 15 Accedere ai DataBase con JDBC Scheda 15 Accedere ai DataBase con JDBC G IOVANNI PULITI Panoramica: che cosa è JDBC La API JDBC, introdotta per la prima volta con il JDK 1.0, è una API che permette di accedere a database relazionali

Dettagli

Introduzione JDBC interfaccia java.sql driver caricare i driver

Introduzione JDBC interfaccia java.sql driver caricare i driver J D B C DISPENSE Introduzione JDBC (Java Database Connectivity) è un interfaccia completamente Java utilizzata per eseguire istruzioni SQL sui database. L'API JDBC si trova nel pacchetto java.sql; contiene

Dettagli

PROVA FINALE Ingegneria del software

PROVA FINALE Ingegneria del software PROVA FINALE Ingegneria del software Ing. Jody Marca jody.marca@polimi.it Laboratorio N 4 Cos è JDBC 2 JDBC significa Java Database Connectivity Standard definito da Sun MicroSystems per connettere programmi

Dettagli

JDBC. A. Bechini 2004. Accesso a DataD con Java

JDBC. A. Bechini 2004. Accesso a DataD con Java JDBC Accesso a DataD atabase ase con Java Utilizzo di DB da applicazioni esterne Un DB contiene e gestisce dati, importanti per varie operazioni supportate da applicazioni software Come può un applicazione

Dettagli

Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria. Tecnologie Web L-A A.A. 2014 2015. Esercitazione 08 DAO e Hibernate

Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria. Tecnologie Web L-A A.A. 2014 2015. Esercitazione 08 DAO e Hibernate Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria Tecnologie Web L-A A.A. 2014 2015 Esercitazione 08 DAO e Hibernate Agenda Pattern DAO e framework Hibernate progetto d'esempio relativo alla gestione

Dettagli

Al giorno d oggi, i sistemi per la gestione di database

Al giorno d oggi, i sistemi per la gestione di database Introduzione Al giorno d oggi, i sistemi per la gestione di database implementano un linguaggio standard chiamato SQL (Structured Query Language). Fra le altre cose, il linguaggio SQL consente di prelevare,

Dettagli

Laboratorio di reti II: Gestione di database lato server

Laboratorio di reti II: Gestione di database lato server Laboratorio di reti II: Gestione di database lato server Stefano Brocchi brocchi@dsi.unifi.it 23 marzo, 2009 Stefano Brocchi Laboratorio di reti II: Database 23 marzo, 2009 1 / 32 Uso di database lato

Dettagli

DBMS ed Applicazioni Motivazioni

DBMS ed Applicazioni Motivazioni DBMS ed Applicazioni Motivazioni Sin ora abbiamo visto SQL come linguaggio per interrogare DBMS da interfaccia interattiva Nella pratica, un efficace sfruttamento delle potenzialità dei DBMS deriva dalla

Dettagli

Lezione 9. Applicazioni tradizionali

Lezione 9. Applicazioni tradizionali Lezione 9 Applicazioni tradizionali Pag.1 Sommario Concetti trattati in questa lezione: SQL nel codice applicativo Cursori API native ODBC Pag.2 SQL nel codice applicativo I comandi SQL possono essere

Dettagli

Introduzione. 8- Programmazione di una base di dati attraverso JDBC ESEMPIO

Introduzione. 8- Programmazione di una base di dati attraverso JDBC ESEMPIO 8- Programmazione di una base di dati attraverso JDBC Introduzione ai differenti approcci - JDBC: Architettura e Programmazione Introduzione Nella pratica gli utenti finali accedono al contenuto di una

Dettagli

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS)

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) 1 SQL Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) a.a. 2014/2015 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/basi-dati/bd2014-15.htm Dott.ssa Francesca A. Lisi dott.ssa Francesca A.

Dettagli

Programmazione Java Avanzata

Programmazione Java Avanzata Programmazione Java Avanzata Accesso ai Dati Ing. Giuseppe D'Aquì Testi Consigliati Eclipse In Action Core J2EE Patterns - DAO [http://java.sun.com/blueprints/corej2eepatterns/patterns/dataaccessobject.html]

Dettagli

Database e reti. Piero Gallo Pasquale Sirsi

Database e reti. Piero Gallo Pasquale Sirsi Database e reti Piero Gallo Pasquale Sirsi Approcci per l interfacciamento Il nostro obiettivo è, ora, quello di individuare i possibili approcci per integrare una base di dati gestita da un in un ambiente

Dettagli

JDBC: Java e database.

JDBC: Java e database. JDBC: Java e database. Introduzione all architettura e esempi di utilizzo 1.0 INTRODUZIONE ALL ARCHITETTURA JDBC è (anche se non ufficialmente riconosciuto da Sun) l acronimo per Java DataBase Connectivity.

Dettagli

Non si deve fare ALCUN riferimento alla parte specifica di JDBC.

Non si deve fare ALCUN riferimento alla parte specifica di JDBC. Un applicazione per la quale sia fondamentale l indipendenza dal Database può essere scritta in Java usando le specifiche. (Package java.sql) Non devono essere usate chiamate specifiche del database: Si

Dettagli

ADO.Net. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni

ADO.Net. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni ADO.Net Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni Applicazioni Three Tier In ingegneria del software, l'espressione architettura three-tier ("a tre strati") indica

Dettagli

JDBC. Dispense per il corso di Ingegneria del Web

JDBC. Dispense per il corso di Ingegneria del Web JDBC Dispense per il corso di Ingegneria del Web Revisione 05/11 Giuseppe Della Penna (giuseppe.dellapenna@di.univaq.it) Dipartimento di Informatica Università degli studi dell'aquila Java Database Connectivity:

Dettagli

JDBC per l accesso Java a DB. Tito Flagella tito@link.it

JDBC per l accesso Java a DB. Tito Flagella tito@link.it JDBC per l accesso Java a DB Tito Flagella tito@link.it JDBC fornisce una libreria standard per l accesso a database relazionali Non è un acronimo ufficiale ma è comunemente interpretato come Java DataBase

Dettagli

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER L architettura CLIENT SERVER è l architettura standard dei sistemi di rete, dove i computer detti SERVER forniscono servizi, e computer detti CLIENT, richiedono

Dettagli

Le transazioni. Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com

Le transazioni. Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com Hibernate Le transazioni Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com Introduzione La demarcazione delle transazioni può essere fatta: In maniera programmatica: demarcazione all interno del codice applicativo.

Dettagli

Programmazione Java Avanzata Spring - JDBC

Programmazione Java Avanzata Spring - JDBC Programmazione Java Avanzata Spring - JDBC Ing. Gianluca Caminiti Riferimenti Spring http://www.springsource.org/ (scaricate il reference) Beginning Spring 2 - From Novice to Professional. APress. 2008

Dettagli

Java: la libreria delle classi

Java: la libreria delle classi Java: la libreria delle classi Applet anatomia di un applet cenni di html La libreria JDBC per l accesso ai database il package java.sql 213 Applet Un applet è una applicazione Java che ha una forma particolare

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

JDBC Driver Manager. JDBC Architettura generale. JDBC - Tipi di dato. JDBC - Flusso applicativo. JDBC - Tipi di dato. ODBC Driver. Livello di gestione

JDBC Driver Manager. JDBC Architettura generale. JDBC - Tipi di dato. JDBC - Flusso applicativo. JDBC - Tipi di dato. ODBC Driver. Livello di gestione Interfacce DBMS in breve Corso di BD1 Ripasso comandi applicazione JDBC Manipolazione estensioni OR in JDBC Interfacce per DBMS Problema: Far accedere un applicazione ad una base di dati Soluzione: Librerie

Dettagli

Corso di Informatica Modulo T3 B2 - Database in rete

Corso di Informatica Modulo T3 B2 - Database in rete Corso di Informatica Modulo T3 B2 - Database in rete 1 Prerequisiti Programmazione web Applicazione web Modello OSI Architettura client/server Conoscenze generali sui database Tecnologia ADO in Visual

Dettagli

Esercitazione su JDBC

Esercitazione su JDBC Esercitazione su JDBC Basi di Dati L Ingegneria dei Processi Gestionali (Ilaria Bartolini - Roberto Cabras) come usare SQL (1) Le istruzioni SQL possono essere eseguite interattivamente Ese JDBC 2 come

Dettagli

UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria. Persistenza Applicazioni Enterprise Uso dei modelli

UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria. Persistenza Applicazioni Enterprise Uso dei modelli UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria Persistenza Applicazioni Enterprise Uso dei modelli 1 IL problema della persistenza APPLICAZIONE (programmi) (oggetti) DATI PERSISTENTI (file, record) (basi

Dettagli

19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER 19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER Introduciamo uno pseudocodice lato server che chiameremo Pserv che utilizzeremo come al solito per introdurre le problematiche da affrontare, indipendentemente dagli specifici

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale

Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale Unione Europea Regione Sicilia Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. MARCONI EDILIZIA ELETTRONICA e

Dettagli

INDICE. Indice. Introduzione

INDICE. Indice. Introduzione V Indice Introduzione XIII Capitolo 1 La programmazione multithread 1 1.1 Cosa sono i thread 2 Utilizzare i thread per dare una possibilità ad altri task 9 Avvio ed esecuzione dei thread 10 Esecuzione

Dettagli

L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE

L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE Roccatello Ing. Eduard L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE Agenda Presentazione docente Definizione calendario Questionario pre corso

Dettagli

ITI M. FARADAY Programmazione modulare a.s. 2014-2015

ITI M. FARADAY Programmazione modulare a.s. 2014-2015 Indirizzo: INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI Disciplina: Informatica Docente:Maria Teresa Niro Classe: Quinta B Ore settimanali previste: 6 (3 ore Teoria - 3 ore Laboratorio) ITI M. FARADAY Programmazione

Dettagli

SQL e applicazioni. Capitolo 8. SQL e linguaggi di programmazione. Applicazioni ed SQL: architettura. Una difficoltà importante.

SQL e applicazioni. Capitolo 8. SQL e linguaggi di programmazione. Applicazioni ed SQL: architettura. Una difficoltà importante. SQL e applicazioni Capitolo 8 Applicazioni tradizionali In applicazioni complesse, l utente non vuole eseguire comandi SQL, ma programmi, con poche scelte SQL non basta, sono necessarie altre funzionalità,

Dettagli

1. BASI DI DATI: GENERALITÀ

1. BASI DI DATI: GENERALITÀ 1. BASI DI DATI: GENERALITÀ BASE DI DATI (DATABASE, DB) Raccolta di informazioni o dati strutturati, correlati tra loro in modo da risultare fruibili in maniera ottimale. Una base di dati è usualmente

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Introduzione alle basi di dati. Gestione delle informazioni. Gestione delle informazioni. Sistema informatico

Introduzione alle basi di dati. Gestione delle informazioni. Gestione delle informazioni. Sistema informatico Introduzione alle basi di dati Introduzione alle basi di dati Gestione delle informazioni Base di dati Modello dei dati Indipendenza dei dati Accesso ai dati Vantaggi e svantaggi dei DBMS Gestione delle

Dettagli

Indice Introduzione Elementi di base dei database Il linguaggio SQL (Structured Query Language)

Indice Introduzione Elementi di base dei database Il linguaggio SQL (Structured Query Language) Indice Introduzione XI Capitolo 1 Elementi di base dei database 1 1.1 Che cos è un database 1 1.2 L architettura di Oracle Database 10g 3 Progetto 1.1 L architettura di Oracle Database 10g 8 1.3 I tipi

Dettagli

Prefazione Sistemi informativi e basi di dati Il modello relazionale Il modello ER

Prefazione Sistemi informativi e basi di dati Il modello relazionale Il modello ER Indice Prefazione XI 1 Sistemi informativi e basi di dati 1 1.1 La Gestione dell Informazione................... 1 1.1.1 Sistemi Informativi e Sistemi Informatici......... 1 1.2 Esempi di Sistemi Informativi...................

Dettagli

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2006/7. Il trattamento dei dati

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2006/7. Il trattamento dei dati Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2006/7 Il trattamento dei dati database: il linguaggio SQL seconda parte Prof. Valle D.ssa Folgieri Lez9 15.11.06 Trattamento dati. Database: il

Dettagli

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA Salerno Formazione, società operante nel settore della didattica, della formazione professionale e certificata

Dettagli

Sistemi Informativi e Basi di Dati

Sistemi Informativi e Basi di Dati Sistemi Informativi e Basi di Dati Laurea Specialistica in Tecnologie di Analisi degli Impatti Ecotossicologici Docente: Francesco Geri Dipartimento di Scienze Ambientali G. Sarfatti Via P.A. Mattioli

Dettagli

Il sistema IBM DB2. Sistemi Informativi T. Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf

Il sistema IBM DB2. Sistemi Informativi T. Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf Il sistema IBM DB2 Sistemi Informativi T Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf IBM DB2 Il DBMS relazionale IBM DB2 è il prodotto di punta dell IBM per la gestione di basi di dati relazionali

Dettagli

TEORIA sulle BASI DI DATI

TEORIA sulle BASI DI DATI TEORIA sulle BASI DI DATI A cura del Prof. Enea Ferri Cos è un DATA BASE E un insieme di archivi legati tra loro da relazioni. Vengono memorizzati su memorie di massa come un unico insieme, e possono essere

Dettagli

MDAC. Attualmente la versione disponibile di MDAC è la 2.8 ma faremo riferimento alla 2.6. ADO Active Data Objects ADO OLE DB ODBC

MDAC. Attualmente la versione disponibile di MDAC è la 2.8 ma faremo riferimento alla 2.6. ADO Active Data Objects ADO OLE DB ODBC MDAC MDAC è l acronimo di Microsoft Data Access Component e fa parte della tecnologia Microsoft denominata Universal Data Access (UDA). Mette a disposizione una serie di componenti per l accesso a svariate

Dettagli

Introduzione ai Sistemi di Gestione di Basi di Dati XML

Introduzione ai Sistemi di Gestione di Basi di Dati XML Introduzione ai Sistemi di Gestione di Basi di Dati Introduzione ai Sistemi di Gestione di Basi di Dati Obiettivi Memorizzare ed estrarre documenti da RDBMS. Trasformare dati tabellari in dati e viceversa.

Dettagli

Informatica Generale Andrea Corradini. 19 - Sistemi di Gestione delle Basi di Dati

Informatica Generale Andrea Corradini. 19 - Sistemi di Gestione delle Basi di Dati Informatica Generale Andrea Corradini 19 - Sistemi di Gestione delle Basi di Dati Sommario Concetti base di Basi di Dati Il modello relazionale Relazioni e operazioni su relazioni Il linguaggio SQL Integrità

Dettagli

Access. P a r t e p r i m a

Access. P a r t e p r i m a Access P a r t e p r i m a 1 Esempio di gestione di database con MS Access 2 Cosa è Access? Access e un DBMS che permette di progettare e utilizzare DB relazionali Un DB Access e basato sui concetti di

Dettagli

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari Gubiani & Montanari Il DBMS Oracle 1 Il DBMS Oracle Express Edition Donatella Gubiani e Angelo Montanari Il DBMS Oracle Il DBMS Oracle Oracle 10g Express Edition Il DBMS Oracle (nelle sue versioni più

Dettagli

JDBC. Di Michele de Nittis Versione 06/08/2008 www.mdenittis.it

JDBC. Di Michele de Nittis Versione 06/08/2008 www.mdenittis.it JDBC Di Michele de Nittis Versione 06/08/2008 www.mdenittis.it JDBC...1 Introduzione...2 Caricamento dell appropriato Driver JDBC...2 Classi...3 Connection...4 Statement...5 PreparedStatement...6 ResultSet...7

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Fondamenti di JDBC (parte1) Java. Fondamenti di JDBC

Laboratorio di Sistemi Fondamenti di JDBC (parte1) Java. Fondamenti di JDBC Fondamenti di JDBC Concetto di driver Il dialogo fra applicazione e DBMS non è mai gestito direttamente ma passa in genere per un opportuno modulo software chiamato driver che agisce da interfaccia fra

Dettagli

UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria. Persistenza Applicazioni Enterprise Uso dei modelli

UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria. Persistenza Applicazioni Enterprise Uso dei modelli UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria Persistenza Applicazioni Enterprise Uso dei modelli 1 IL problema della persistenza APPLICAZIONE (programmi) (oggetti) DATI PERSISTENTI (file, record) (basi

Dettagli

Come trattare il risultato di un comando SQL (relazioni) che

Come trattare il risultato di un comando SQL (relazioni) che USO DI SQL DA PROGRAMMI: PROBLEMI 1 Come collegarsi alla BD Come trattare gli operatori SQL Come trattare il risultato di un comando SQL (relazioni) che Come scambiare informazioni sull esito delle operazioni.

Dettagli

Siti web centrati sui dati Architettura MVC-2: i JavaBeans

Siti web centrati sui dati Architettura MVC-2: i JavaBeans Siti web centrati sui dati Architettura MVC-2: i JavaBeans 1 ALBERTO BELUSSI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 Limiti dell approccio SEVLET UNICA La servlet svolge tre tipi di funzioni distinte: Interazione con

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Programmazione su Basi di Dati: ADO.NET versione 1.1 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina) G. Mecca mecca@unibas.it

Dettagli

Capitoli 8 e 9. SQL embedded. Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet. Sistemi di basi di dati Raghu Ramakrishnan, Johannes Gehrke

Capitoli 8 e 9. SQL embedded. Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet. Sistemi di basi di dati Raghu Ramakrishnan, Johannes Gehrke Capitoli 8 e 9 Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet SQL embedded SQL nel codice applicativo I comandi SQL possono essere chiamati dall interno di un programma in un linguaggio ospite (ad esempio

Dettagli

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE.

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. INFORMATICA Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. APPLICAZIONI WEB L architettura di riferimento è quella ampiamente diffusa ed

Dettagli

PIANO DI LAVORO EFFETTIVAMENTE SVOLTO IN RELAZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PIANO DI LAVORO EFFETTIVAMENTE SVOLTO IN RELAZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Istituto di Istruzione Secondaria Superiore ETTORE MAJORANA 24068 SERIATE (BG) Via Partigiani 1 -Tel. 035-297612 - Fax 035-301672 e-mail: majorana@ettoremajorana.gov.it - sito internet: www.ettoremajorana.gov.it

Dettagli

Accesso Web a Data Base

Accesso Web a Data Base Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB Accesso Web a Data Base Ing. Marco Mamei Anno Accademico 2004-2005 M. Mamei -

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI SISTEMI E INFORMATICA. Elaborato di Tecnologie del Software per Internet

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI SISTEMI E INFORMATICA. Elaborato di Tecnologie del Software per Internet UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI SISTEMI E INFORMATICA Elaborato di Tecnologie del Software per Internet JMSWEB 2 SISTEMA PER LO SCAMBIO DI MESSAGGI TRA APPLICAZIONI

Dettagli

Concetti fondamentali dei database database Cos'è un database Principali database

Concetti fondamentali dei database database Cos'è un database Principali database Concetti fondamentali dei database Nella vita di tutti i giorni si ha la necessità di gestire e manipolare dati. Le operazioni possono essere molteplici: ricerca, aggregazione con altri e riorganizzazione

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE FERRARIS - BRUNELLESCHI EMPOLI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE FERRARIS - BRUNELLESCHI EMPOLI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE FERRARIS - BRUNELLESCHI EMPOLI Anno scolastico 2014/2015 Classe: 5^A inf Prof.ssa C. Lami Prof. S. Calugi Materia: INFORMATICA GENERALE, APPLICAZIONI TECNICO SCIENTIFICHE

Dettagli

Basi di dati e Web (Moduli: Laboratorio e Siti Web centrati sui Dati) Prova scritta del 14 luglio 2008

Basi di dati e Web (Moduli: Laboratorio e Siti Web centrati sui Dati) Prova scritta del 14 luglio 2008 Basi di dati e Web (Moduli: Laboratorio e Siti Web centrati sui Dati) Prova scritta del 14 luglio 2008 Avvertenze: e severamente vietato consultare libri e appunti; chiunque verrà trovato in possesso di

Dettagli

Corso sul linguaggio SQL

Corso sul linguaggio SQL Corso sul linguaggio SQL Modulo L2B (SQL) 2.1 Comandi sui database 1 Prerequisiti Introduzione ai DB Linguaggi per database Tipi fondamentali di dati 2 1 Introduzione In questa Unità introduciamo il linguaggio

Dettagli

LABORATORIO. 2 Lezioni su Basi di Dati Contatti:

LABORATORIO. 2 Lezioni su Basi di Dati Contatti: PRINCIPI DI INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE BIOLOGICHE Gennaro Cordasco e Rosario De Chiara {cordasco,dechiara}@dia.unisa.it Dipartimento di Informatica ed Applicazioni R.M. Capocelli Laboratorio

Dettagli

Comprendere ADO.NET. La guida definitiva per comprendere a fondo ADO

Comprendere ADO.NET. La guida definitiva per comprendere a fondo ADO 060-063 Database 3-03-2005 16:23 Pagina 62 DATABASE La guida definitiva per comprendere a fondo ADO Accesso ai DB con Visual Basic.Net 2003 L ultimo articolo che ci aiuterà ad interagire con i database,

Dettagli

JDBC. Marco Tessarotto Programmazione dei Web Server Anno Accademico

JDBC. Marco Tessarotto Programmazione dei Web Server Anno Accademico JDBC Marco Tessarotto Programmazione dei Web Server Anno Accademico 2004-2005 JDBC JDBC (Java Database Connectivity) è una API Java per accedere ed elaborare dati in una sorgente dati (di solito un db

Dettagli

Basi di Dati: Corso di laboratorio

Basi di Dati: Corso di laboratorio Basi di Dati: Corso di laboratorio Lezione 10 Raffaella Gentilini 1 / 46 Sommario 1 Introduzione: DB e Programmazione 2 3 2 / 46 Approcci alla Programmazione di un DB Meccanismi Disponibili 1 Linguaggi

Dettagli

Accesso a Database con JDBC

Accesso a Database con JDBC 1 Sommario Accesso a Database con JDBC Introduzione architettura generale di riferimento flusso tipico delle applicazioni ODBC/JDBC ODBC architettura il flusso generale di un applicazione ODBC JDBC architettura

Dettagli

Esercitazione 4 JDBC

Esercitazione 4 JDBC JDBC Obiettivi dell esercitazione Familiarizzare con l'organizzazione dell'ambiente di lavoro per la realizzazione di applicazioni Java Utilizzare i costrutti di base della libreria JDBC per 1. la gestione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE MODULARE. Periodo mensile. Ore previste

PROGRAMMAZIONE MODULARE. Periodo mensile. Ore previste PROGRAMMAZIONE MODULARE Indirizzo: INFORMATICA SIRIO Disciplina: INFORMATICA Classe: QUINTA Ore previste: 16 di cui 66 ore di teoria e 99 ore di laboratorio. N. modulo Titolo Modulo Titolo unità didattiche

Dettagli

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment 1.0 Ambiente di sviluppo 1.1 Web server e database MySQL Comprendere la definizione dei processi che si occupano di fornire i servizi web

Dettagli

Configurazione di base. Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com

Configurazione di base. Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com Hibernate Configurazione di base Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com I file di configurazione Hibernate prevede l uso dei file di configurazione formato XML. I principali file sono: Un file di configurazione

Dettagli

Informatica (Basi di Dati)

Informatica (Basi di Dati) Corso di Laurea in Biotecnologie Informatica (Basi di Dati) Introduzione alle Basi di Dati Anno Accademico 2009/2010 Da: Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone - Basi di Dati Lucidi del Corso di Basi di Dati

Dettagli

Componenti di una applicazione. Un programma applicativo è strutturato come un insieme organizzato di tre componenti funzionali:

Componenti di una applicazione. Un programma applicativo è strutturato come un insieme organizzato di tre componenti funzionali: Componenti di una applicazione Un programma applicativo è strutturato come un insieme organizzato di tre componenti funzionali: Un sottosistema di interfaccia con l utente (IU, user interface o anche presentation

Dettagli

OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Disciplina:... Anno scolastico: 20.../20... Classe/i :... Docente:... DI APPRENDIMENTO SEZIONE 1 Premesse matematiche Nozioni fondamentali sui sistemi di numerazione Sistemi di numerazione in base diversa

Dettagli

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO METAMAG 1 IL PRODOTTO Metamag è un prodotto che permette l acquisizione, l importazione, l analisi e la catalogazione di oggetti digitali per materiale documentale (quali immagini oppure file di testo

Dettagli

Programmazione concorrente in Java. Dr. Paolo Casoto, Ph.D. - 2012 1

Programmazione concorrente in Java. Dr. Paolo Casoto, Ph.D. - 2012 1 + Programmazione concorrente in Java 1 + Introduzione al multithreading 2 La scomposizione in oggetti consente di separare un programma in sottosezioni indipendenti. Oggetto = metodi + attributi finalizzati

Dettagli

Architettura MVC-2: i JavaBeans

Architettura MVC-2: i JavaBeans Siti web centrati sui dati Architettura MVC-2: i JavaBeans Alberto Belussi anno accademico 2008/2009 Limiti dell approccio SEVLET UNICA La servlet svolge tre tipi di funzioni distinte: Interazione con

Dettagli

FileMaker 12. Guida ODBC e JDBC

FileMaker 12. Guida ODBC e JDBC FileMaker 12 Guida ODBC e JDBC 2004 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker, Inc.

Dettagli

PHP 5. PHP ed i database. Database e tabelle. Struttura di un DB relazionale. Accesso a database

PHP 5. PHP ed i database. Database e tabelle. Struttura di un DB relazionale. Accesso a database PHP ed i database PHP 5 Accesso a database PHP funziona con molti database relazionale che includono: Oracle Access Postgres SQL Server MySQL Useremo MySQL poiché è semplice da usare, gratuito e molto

Dettagli

Navigare verso il cambiamento. La St r a d a. p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o

Navigare verso il cambiamento. La St r a d a. p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o Navigare verso il cambiamento La St r a d a p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o Le caratteristiche tecniche del software La Tecnologia utilizzata EASY è una applicazione Open Source basata sul

Dettagli

Object-Relational Mapping

Object-Relational Mapping Object-Relational Mapping Versione Preliminare Antonella Poggi Dipartimento di informatica e Sistemistica Sapienza Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Anno accademico 2008-2009 Questi

Dettagli

Basi di Dati Esercitazione JDBC. Giugno 2007

Basi di Dati Esercitazione JDBC. Giugno 2007 Basi di Dati Esercitazione JDBC Giugno 2007 Esercizi Considerando il seguente schema: Fornitori (CodiceFornitore, Nome, Indirizzo, Citta) Prodotti (CodiceProdotto, Tipo, Marca, Modello) Catalogo (CodiceFornitore,

Dettagli

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28 Indice 25 184 Introduzione XI Capitolo 1 Impostazione dell ambiente di sviluppo 2 1.1 Introduzione ai siti Web dinamici 2 1.2 Impostazione dell ambiente di sviluppo 4 1.3 Scaricamento di Apache 6 1.4 Installazione

Dettagli

Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL. Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query

Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL. Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query Esercitazione In questa lezione si farà insieme una seconda esercitazione che

Dettagli

19.1 - Lavorare con JDBC L'impiego di JDBC è semplice, e solitamente si articola attraverso quattro passi:

19.1 - Lavorare con JDBC L'impiego di JDBC è semplice, e solitamente si articola attraverso quattro passi: Lezione 19 Accesso ai database con JDBC JDBC (non è una sigla, secondo quanto sostenuto da Sun, anche se molti la interpretano come Java DataBase Connectivity) è un'interfaccia di programmazione che lavora

Dettagli

Indice. Java. JDBC è l interfaccia di base standard di Java ai database relaionali

Indice. Java. JDBC è l interfaccia di base standard di Java ai database relaionali Java java database connectivity -- jdbc G. Prencipe prencipe@di.unipi.it Indice JDBC: Java Data Base Connectivity connessioni a basi di dati esecuzione di statement SQL accesso ai result set JDBC: Java

Dettagli

Corso di Laboratorio di Basi di Dati

Corso di Laboratorio di Basi di Dati Corso di Laboratorio di Basi di Dati F1I072 - INF/01 a.a 2009/2010 Pierluigi Pierini Technolabs S.p.a. Pierluigi.Pierini@technolabs.it Università degli Studi di L Aquila Dipartimento di Informatica Technolabs

Dettagli

RepairsLab Manuale Utente. RepairsLab. Manuale Utente

RepairsLab Manuale Utente. RepairsLab. Manuale Utente Pag 1 di 14 RepairsLab Manuale Utente Per RepairsLab 1.0 Autore: Fabrizio Ferraiuolo Indice generale Introduzione...2 Installazione...2 Schermata principale...3 Configurazione...4 Configurazioni Base Dati...5

Dettagli

CORSO DI PROGRAMMAZIONE JAVA

CORSO DI PROGRAMMAZIONE JAVA CORSO DI PROGRAMMAZIONE JAVA Corso di Programmazione Java Standard Edition ( MODULO A) OBIETTIVI ll corso ha come obiettivo quello di introdurre la programmazione a oggetti (OOP) e di fornire solide basi

Dettagli

Basi di Dati e Microsoft Access

Basi di Dati e Microsoft Access Basi di Dati e Microsoft Access Lun: 16-18 e Mer: 14-17 Alessandro Padovani padoale@email.it Database: definizione Un database (DB) è una collezione di informazioni organizzata in gruppi, che consentono

Dettagli

UN PROGRAMMA APPLICATIVO: ACCESS Access è un programma del pacchetto Office che permette di realizzare database

UN PROGRAMMA APPLICATIVO: ACCESS Access è un programma del pacchetto Office che permette di realizzare database UN PROGRAMMA APPLICATIVO: ACCESS Access è un programma del pacchetto Office che permette di realizzare database Per comprendere al meglio cosa sia un database, dobbiamo prima introdurre il concetto di

Dettagli

Lezione 19 Blackberry. Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2012

Lezione 19 Blackberry. Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2012 + Lezione 19 Blackberry + Credits I lucidi di questa lezione sono stati redatti dal Dr. Paolo Casoto nel 2012. Sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione, non commerciale e non opere derivate.

Dettagli

PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE

PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE 1. JAVA 1.1 Introduzione a Java Introduzione Cosa è Java 1.2 Sintassi e programmazione strutturata variabili e metodi tipi di dati, array operatori

Dettagli

SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows

SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows i SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows Per ulteriori informazioni sui prodotti software SPSS Inc., visitare il sito Web all indirizzo http://www.spss.it o contattare: SPSS

Dettagli

APPENDICE. Procedure in SQL (1)

APPENDICE. Procedure in SQL (1) APPENDICE Procedure in SQL Transazioni in SQL Embedded SQL Remote Procedure Call Appendice 1 Procedure in SQL (1) Standard SQL2 permette di definire procedure, associate a singoli comandi SQL, memorizzate

Dettagli

Organizzazione delle informazioni: Database

Organizzazione delle informazioni: Database Organizzazione delle informazioni: Database Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli