Requisiti soggettivi e oggettivi e aspetti operativi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Requisiti soggettivi e oggettivi e aspetti operativi"

Transcript

1

2 Requisiti soggettivi e oggettivi e aspetti operativi

3 Regime opzionale Possibilità offerta ai titolari di reddito di impresa di escludere parzialmente da tassazione i redditi derivanti dall utilizzo o dalla cessione di opere dell ingegno, da brevetti industriali, da marchi d impresa, da disegni e modelli, nonché da processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili. Fonti normative: Legge di Stabilità 2015 (Legge 190/2014, art. 1, commi 37 45) D.L. Investement Compact (D.L. 3/2015, art. 5, conv. L. 33/2015)

4 Finalità della Patent Box Adeguamento con regimi analoghi già previsti in altri Paesi europei Contrastare il fenomeno di delocalizzazione di determinati beni immateriali (intangibles) Premiare le imprese che investono in attività di R&S idonee alla creazione di determinati beni immateriali Strumento di attrazione per gli investimenti nazionali ed esteri e di competizione fiscale con gli altri Paesi europei in coerenza con gli standard internazionali OCSE - recepimento del c.d. nexus approach*

5 Nexus approach Il regime Patent box si basa sullo schema del nexus approach contenuto nell Action Plan n. 5 del 2014 OCSE Countering Harmful Tax Practices More Effectively, Taking into Account Transparency and Substance, che richiede lo svolgimento di un effettiva attività di R&S quale condizione necessaria per beneficiare della tassazione agevolata.

6 Destinatari del regime Tutti i soggetti titolari di reddito di impresa indipendentemente dalla forma giuridica adottata sia residenti che non residenti, compresi i trust I soggetti non residenti possono esercitare l opzione per la tassazione agevolata con riferimento alla stabile organizzazione in Italia e a condizione che siano residenti in Paesi con i quali sia in vigore un accordo per evitare la doppia imposizione e sia effettivo lo scambio di informazioni (c.d. Paesi white list)

7 Requisiti oggettivi Sono oggetto di agevolazione i redditi derivanti dall utilizzo (diretto o indiretto) e dalla cessione dei beni immateriali come individuati dal comma 39 (come modificato dal D. L. Investment compact): opere dell ingegno brevetti industriali marchi di impresa disegni e modelli processi, formule e informazioni relative a esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico (know-how) Il bene immateriale per essere oggetto di agevolazione deve essere giuridicamente tutelabile (anche se non ancora registrato)

8 Requisiti oggettivi Condizione necessaria per accedere all agevolazione è lo svolgimento da parte dell impresa di attività di ricerca e sviluppo finalizzata alla produzione degli intangibles di cui al comma 39, quindi dei beni immateriali che rientrano nel campo di applicazione della Patent Box. L attività di ricerca può essere svolta: internamente contratti di ricerca con Università o enti di ricerca e organismi equiparati contratti di ricerca con società non appartenenti al «gruppo»

9 Aspetti operativi Oggetto dell agevolazione è il reddito derivante dall utilizzo diretto o indiretto dei beni immateriali individuati dal comma 39. Misura dell agevolazione: valida sia ai fini Ires che Irap consiste nell esclusione da tassazione del 50% (a regime) del reddito derivante dall utilizzo diretto o indiretto dei beni immateriali agevolati. Per esigenze di gettito è stata prevista l applicazione progressiva della detassazione: per il 2015 nella misura del 30% per il 2016 nella misura del 40% dal 2017 nella misura ordinaria del 50%

10 Esercizio dell opzione Valida per 5 esercizi, irrevocabile e rinnovabile. La norma non chiarisce se può essere esercitata per un singolo bene immateriale o deve essere obbligatoriamente esercitata per tutti gli intangibles agevolabili Condizione necessaria per esercitare l opzione: Deve essere verificata l ulteriore condizione dello svolgimento di un effettiva attività di R&S finalizzata alla produzione

11 Utilizzo diretto del bene utilizzazione nell ambito dell attività di impresa e per la determinazione del reddito agevolabile si dovrà determinare il contributo economico degli intangibles agevolati al formazione del reddito complessivo obbligo di determinare il contributo economico determinato in via preventiva ed in contradditorio con l Agenzia delle Entrate sulla base di un apposito accordo ( Advanced Pricing Agreement APA ) conforme alla procedura di ruling internazionale come prevista dall art. 8 del D.L. 269/2003.

12 Utilizzo indiretto del bene concessione in uso degli intangibles (IP) a terzi e il contributo economico è determinato dalle royalties quali corrispettivi pattuiti nessun obbligo di accordo preventivo con l Agenzia delle Entrate ( Advanced Pricing Agreement APA )

13 Concessione in uso Nel caso di concessione in uso delle IP a società del gruppo, il D.L. Investement Compact ha escluso l obbligo di accordo preventivo con l Agenzia delle Entrate ( Advanced Pricing Agreement APA ), rendendolo facoltativo.

14 Plusvalenze Le plusvalenze derivanti dalla cessione dei beni immateriali agevolati sono escluse da tassazione, a condizione che almeno il 90% dei ricavi conseguiti con la cessione degli intangibles venga reinvestito entro il 2 periodo di imposta successivo alla cessione nella manutenzione e nello sviluppo di altri beni immateriali agevolabili. Obbligo di determinare i corrispettivi della cessione con accordo preventivo e in contraddittorio con l Agenzia delle Entrate ( APA ).

15 Quota di reddito agevolabile Oggetto di detassazione non è l intero reddito derivante dallo sfruttamento diretto o indiretto del bene immateriale ma solo la parte di reddito riconducibile all attività di R&S (commi bis).

16 Quota di reddito agevolabile Rapporto per determinare la quota di reddito agevolabile: al numeratore: costi di R&S per il mantenimento, l accrescimento e lo sviluppo del bene immateriale; tali costi possono essere aumentati fino a concorrenza del 30% del loro ammontare dei costi per l acquisizione del bene immateriale o dei costi di R&S sostenuti in outsourcing e relativi a contratti stipulati con società appartenenti al gruppo al denominatore: costi complessivi, rilevanti ai fini fiscali, sostenuti per produrre il bene immateriale

17 Esempio Costi di R&S per la produzione della IP = 20 (a) Contratto per R&S con enti ricerca esterni relativo all IP = 80 (a) Costi di mantenimento del bene immateriale = 50 (a) Altri costi relativi al bene = 30 Spese di R&S con società correlate = 200 Totale costi fiscalmente rilevanti = 380 Individuazione dei costi rilevanti integralmente (a) = = 150 Costi infragruppo ammissibili (b) = 30% (a)= 45 Numeratore = (a) + (b) = 195 Denominatore = 380 Quota agevolabile = 195/380 = 52,32%

18 Nexus approach L introduzione del rapporto di cui ai commi 42 e 42-bis risponde alla volontà del Legislatore di collegare l agevolazione all effettiva attività di R&S e, quindi, allo svolgimento di un effettiva attività economica in Italia (la c.d. substantial activity cui fa riferimento l OCSE), e in coerenza al c.d. nexus approach, per cui la misura del beneficio fiscale è commisurata al peso dei costi di R&S che hanno effettivamente contribuito a produrre il reddito oggetto di agevolazione.

19 Procedimento di calcolo determinazione del reddito derivante dall utilizzo dei beni immateriali; determinazione del rapporto tra i costi di attività di R&S sostenuti per il mantenimento, l accrescimento e lo sviluppo del bene immateriale e i costi complessivi totali sostenuti per produrre l intangible (IP); determinazione del reddito agevolabile sulla base del rapporto definiti dai commi 42 e 42-bis applicazione della percentuale di esclusione da tassazione del reddito agevolabile

20 Raffronto regimi UE

21 Raffronto regimi UE Tutti i regimi tengono conto delle indicazioni contenute nello studio OCSE sulle pratiche fiscali dannose. In particolare, il requisito dello svolgimento di un effettiva attività economica (substantial activity) contraddistingue tutti i regimi ed è direttamente collegato all Action Plan dell OCSE.

22 Patent Box olandese Tre tipologie di incentivo fiscale per brevetti e costi di ricerca/sviluppo certificati: WBSO Innovation box Research and development deduction (RDA) Presupposti simultanei: Possesso di beni immateriali tutelati oppure attestazione WBSO dei costi di ricerca e sviluppo sostenuti Beni immateriali nuovi e non acquistati dall esterno Almeno 30% del reddito atteso attribuibile al bene immateriale Reddito superiore ai costi sostenuti per il bene immateriale Opzione irrevocabile annuale

23 Patent Box olandese Redditi agevolati tassati con aliquota del 5% (rispetto al 25% ordinario) con ebit positivo. I profitti devono eccedere i costi di produzione. Superata la soglia non ci sono ulteriori limitazioni alla misura del beneficio. Ruling: Approcci dell autorità fiscale per la determinazione dei profitti: transfer pricing afpelmethode cost plus Incontri preliminari consigliati con l autorità fiscale olandese

24 Paesi Bassi-Italia Regime RESTRITTIVO SEMPLICE determinazione del reddito MAGGIORE beneficio Regime ESTESO COMPLESSA determinazione del reddito MINORE beneficio

25 Patent Box spagnola In vigore dal 2007 per brevetti, disegni e modelli, formule, processi e know how acquisiti in campo industriale, commerciale o scientifico. Presupposti: Cessione dal soggetto che ha prodotto il bene immateriale, che abbia contribuito almeno al 25% del costo di produzione Utilizzatore che li sfrutti nel contesto di un attività d impresa Tenuta di una contabilità che evidenzi i redditi e i costi connessi a beni immateriali agevolabili

26 Patent Box spagnola Detassazione al 60% dei redditi derivanti dai beni immateriali (aliquota corporate in vigore dal %). Ruling: Tax ruling con l autorità competente per accertare i beni immateriali agevolabili ed essere certi della correttezze sull implementazione del beneficio

27 Spagna-Italia Regime ESTESO SEMPLICE determinazione del reddito MAGGIORE beneficio Regime ESTESO COMPLESSA determinazione del reddito MINORE beneficio

28 info Noda Studio t: Noda Studio Roma t Noda Studio Milano t Noda Studio Venezia t Noda Studio Brescia t

PATENT BOX DETASSAZIONE DEI REDDITI DERIVANTI DA BENI IMMATERIALI

PATENT BOX DETASSAZIONE DEI REDDITI DERIVANTI DA BENI IMMATERIALI PATENT BOX DETASSAZIONE DEI REDDITI DERIVANTI DA BENI IMMATERIALI Art. 1, commi 37-45L. 23.12.2014 N. 190 Art. 5 co. 1, D.L. 24.01.2015 N. 1 (Investment Compact) pzanatta@uive.it Dott. Paolo Zanatta 18.02.2015

Dettagli

PATENT BOX. a cura del dott. Umberto Zagarese. - aprile 2015 -

PATENT BOX. a cura del dott. Umberto Zagarese. - aprile 2015 - PATENT BOX a cura del dott. Umberto Zagarese - aprile 2015 - PATENT BOX Introduzione A partire dal 2015, i titolari di reddito d impresa possono optare per una tassazione agevolata, ai fini delle imposte

Dettagli

IL PATENT BOX ITALIANO

IL PATENT BOX ITALIANO IL VALORE DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE LA COMPETITIVITA E LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE AGENDA I II III I REGIMI PATENT BOX IN EUROPA IL CONTESTO INTERNAZIONALE

Dettagli

Il nuovo regime del Patent Box nell ordinamento fiscale italiano

Il nuovo regime del Patent Box nell ordinamento fiscale italiano www.pwc.com Il nuovo regime del Patent Box nell ordinamento fiscale italiano 21 ottobre 2015 Dott. Gianni Colucci Il Patent Box introduzione (1/3) A decorrere dal "periodo d'imposta successivo a quello

Dettagli

Credito d imposta per attività di ricerca e sviluppo e regime opzionale Pagina 1 di 7

Credito d imposta per attività di ricerca e sviluppo e regime opzionale Pagina 1 di 7 RELAZIONE ILLUSTRATIVA Capo I Misure per la crescita Art. 7 Credito d imposta per attività di ricerca e sviluppo e regime opzionale La disposizione di cui al comma 1 ridefinisce il credito d imposta per

Dettagli

LEGGE DI STABILITÀ E PATENT BOX : LA TASSAZIONE AGEVOLATA PER MARCHI E BREVETTI

LEGGE DI STABILITÀ E PATENT BOX : LA TASSAZIONE AGEVOLATA PER MARCHI E BREVETTI LEGGE DI STABILITÀ E PATENT BOX : LA TASSAZIONE AGEVOLATA PER MARCHI E BREVETTI di Marco Bargagli* Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un notevole processo di globalizzazione ed armonizzazione dei mercati,

Dettagli

Suggerimenti operativi per

Suggerimenti operativi per operativi per l adozione del Patent Box italiano Paolo Crippa - Gabriele Borasi Nov. 27, 2015 Patent BOX in sintesi Patent Box 4 BENEFICIO Reddito netto esente Art. (7) Patent BOX Formula generale Patent

Dettagli

CIRCOLARE N. 36/E. Roma, 1 dicembre 2015

CIRCOLARE N. 36/E. Roma, 1 dicembre 2015 CIRCOLARE N. 36/E Roma, 1 dicembre 2015 Direzione Centrale Accertamento e Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Primi chiarimenti in tema di Patent Box - Articolo 1, commi da 37 a 45, della legge 23 dicembre

Dettagli

IL PATENT BOX ITALIANO Un IP BOX che offre Nuove opportunità per il Settore del Lusso. Avv. Carlo Alberto Demichelis

IL PATENT BOX ITALIANO Un IP BOX che offre Nuove opportunità per il Settore del Lusso. Avv. Carlo Alberto Demichelis IL PATENT BOX ITALIANO Un IP BOX che offre Nuove opportunità per il Settore del Lusso Avv. Carlo Alberto Demichelis 2 Di cosa si tratta? Regime (opzionale) che mira a detassare il reddito prodotto attraverso

Dettagli

Circolare N. 135 del 2 Ottobre 2015

Circolare N. 135 del 2 Ottobre 2015 Circolare N. 135 del 2 Ottobre 2015 Brevetti, disegni, modelli, software e marchi detassati con il nuovo patent box Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il Ministero dello Sviluppo

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTA la legge 23 dicembre 2014 n. 190, e successive modificazioni, recante Disposizioni per la formazione

Dettagli

IL «PATENT BOX» E ALTRI INCENTIVI FISCALI PER LA PROMOZIONE DELLE ATTIVITA DI RICERCA E SVILUPPO

IL «PATENT BOX» E ALTRI INCENTIVI FISCALI PER LA PROMOZIONE DELLE ATTIVITA DI RICERCA E SVILUPPO IL «PATENT BOX» E ALTRI INCENTIVI FISCALI PER LA PROMOZIONE DELLE ATTIVITA DI RICERCA E SVILUPPO BERGAMO, 22 MAGGIO 2015 4T-TECH TRANSFER THINK THANK-2 EDIZIONE Studio Lucchini LEGGE DI STABILITA 2015

Dettagli

Proprietà intellettuale e Patent Box

Proprietà intellettuale e Patent Box Proprietà intellettuale e Patent Box Cosa si intende per proprietà intellettuale? Con l espressione proprietà intellettuale ci si riferisce all insieme dei diritti, i cosiddetti Intellectual Property Rights

Dettagli

Effetti della Finanziaria 2015 su IPR. Strategie

Effetti della Finanziaria 2015 su IPR. Strategie Effetti della Finanziaria 2015 su IPR. Strategie May 22 nd 2015 Paolo E. Crippa Finanzxiaria 2015 Credito d Imposta - Patent Box 2 Credito Imposta (Art. 20 legge stabilità 2015) Credito d'imposta nella

Dettagli

INCENTIVI E AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE

INCENTIVI E AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE INCENTIVI E AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE INCENTIVI E AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE Università degli Studi Milano-Bicocca, 15 Settembre 2015 Agenda 1

Dettagli

Legge di stabilità 2015 Crediti d imposta e agevolazioni

Legge di stabilità 2015 Crediti d imposta e agevolazioni Legge di stabilità 2015 Crediti d imposta e agevolazioni 7.2015 Febbraio Sommario 1. CREDITO D IMPOSTA PER ATTIVITÀ DI RICERCA E SVILUPPO... 2 1.1 Attività di ricerca e sviluppo agevolabili... 2 1.2 Costi

Dettagli

Misure per supportate la crescita e l internazionalizzazione delle imprese

Misure per supportate la crescita e l internazionalizzazione delle imprese Misure per supportate la crescita e l internazionalizzazione delle imprese Le slide non forniscono una completa descrizione delle nuove norme né affrontano tutte le tematiche che possono rilevare ai fini

Dettagli

La disciplina delle CFC

La disciplina delle CFC La disciplina delle CFC Novedrate, 9 ottobre 2013 dott. Andrea DE VIDO La CFC (Controlled Foreign Companies) e quella tecnica con la quale: un soggetto residente in un Paese ad alta fiscalità fa svolgere

Dettagli

Incentivi e agevolazioni fiscali a sostegno dell'innovazione in azienda

Incentivi e agevolazioni fiscali a sostegno dell'innovazione in azienda 1 Incentivi e agevolazioni fiscali a sostegno dell'innovazione in azienda L innovazione in azienda 3 L impresa si trova inserita in un contesto dinamico, dove diversi elementi interagiscono tra loro PRODOTTI/PROGETTI

Dettagli

La tutela della proprietà industriale per i prodotti vitivinicoli e le tecnologie enoalimentari

La tutela della proprietà industriale per i prodotti vitivinicoli e le tecnologie enoalimentari La tutela della proprietà industriale per i prodotti vitivinicoli e le tecnologie enoalimentari Relais San Maurizio Santo Stefano Belbo (Cn) Relatore: Paolo G. Rambelli 18 giugno 2015 Il Finanziamento

Dettagli

BPER per le imprese innovative Il ruolo degli intermediari finanziari regionali ed interregionali

BPER per le imprese innovative Il ruolo degli intermediari finanziari regionali ed interregionali BPER per le imprese innovative Il ruolo degli intermediari finanziari regionali ed interregionali Giuseppe Lisi Milano, 18 Novembre 2015 BPER per le imprese innovative AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE AGEVOLAZIONI

Dettagli

Patent box. La determinazione del contributo economico Profili di transfer pricing Il ruling internazionale. Studio Tributario e Societario

Patent box. La determinazione del contributo economico Profili di transfer pricing Il ruling internazionale. Studio Tributario e Societario Studio Tributario e Societario Patent box La determinazione del contributo economico Profili di transfer pricing Il ruling internazionale Marco Mazzetti di Pietralata, Giuseppe Lagrutta Roma, 6 ottobre

Dettagli

Settembre 2015. Patent Box: i primi chiarimenti del decreto attuativo

Settembre 2015. Patent Box: i primi chiarimenti del decreto attuativo Settembre 2015 Patent Box: i primi chiarimenti del decreto attuativo Dott.ssa Eleonora Briolini, partner e responsabile del dipartimento fiscale, Avv. Massimiliano Mostardini, partner e responsabile del

Dettagli

BREVETTI: DALLA RILEVAZIONE A BILANCIO AL VALORE REALE. Dott.ssa Cristina Rigato Studio Rigato

BREVETTI: DALLA RILEVAZIONE A BILANCIO AL VALORE REALE. Dott.ssa Cristina Rigato Studio Rigato BREVETTI: DALLA RILEVAZIONE A BILANCIO AL VALORE REALE Dott.ssa Cristina Rigato Studio Rigato IL PATRIMONIO INTANGIBILE - Il patrimonio intangibile è l insieme delle risorse immateriali che l impresa riesce

Dettagli

SCHEDA DI SINTESI. Decreto Investment compact - Misure urgenti per il sistema bancario e gli investimenti

SCHEDA DI SINTESI. Decreto Investment compact - Misure urgenti per il sistema bancario e gli investimenti SCHEDA DI SINTESI N.8 Decreto Investment compact - Misure urgenti per il sistema bancario e gli investimenti E stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 25 marzo 2015 la legge 24 marzo 2015,

Dettagli

IL PATENT BOX. I dubbi della Commissione Europea e il Nexus approach per superarli

IL PATENT BOX. I dubbi della Commissione Europea e il Nexus approach per superarli Paolo Ernesto Crippa Partner,, Dr. Ing (Politecnico di Milano), ingegnere meccanico. Mandatario Brevetti Italiano ed Europeo, Mandatario Marchi Italiano, Mandatario disegni e modelli accreditato presso

Dettagli

Circolare monotematica LUGLIO 2015

Circolare monotematica LUGLIO 2015 Circolare monotematica LUGLIO 2015 1 OPERARE ALL ESTERO Novità in corso di introduzione per effetto del Decreto legislativo, ancora in esame, in attuazione della Legge delega 11 Marzo 2014, n.23 1. NOVITA

Dettagli

SE RICERCHI TI SVILUPPO

SE RICERCHI TI SVILUPPO SE RICERCHI TI SVILUPPO LEGGE DI STABILITÀ 2015 NUOVI INCENTIVI FISCALI PER ATTIVITÀ DI INNOVAZIONE RICERCA E SVILUPPO UNA PREMESSA FONDAMENTALE Il complesso reticolato normativo prodotto dall esecutivo

Dettagli

Agevolazioni e crediti d imposta nella Legge di stabilità 2015

Agevolazioni e crediti d imposta nella Legge di stabilità 2015 CMS_LawTax_CMYK_28-100.eps Newsletter 10 febbraio 2015 Agevolazioni e crediti d imposta nella Legge di stabilità 2015 INDICE Premessa 3 1. Patent Box : tassazione agevolata per i redditi derivanti dallo

Dettagli

NUOVE AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE

NUOVE AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE STUDIO PASSARELLI Rag. Adriano Commercialista - Revisore Contabile Tributi Lavoro - Società Circolare informativa per la clientela del 26 marzo 2015 NUOVE AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE In questa Circolare

Dettagli

Giuseppe Lisi Servizio Finanza d impresa Ufficio Corporate Lending e Crediti Agevolati Mail: giuseppe.lisi@bper.it Tel: 0592021628 Modena (MO), 11 Novembre 2015 Dott. Lorenzo Di Martino Direttore Tecnico

Dettagli

La riduzione della pressione fiscale sulle imprese. Dott. Alessandro Cotto

La riduzione della pressione fiscale sulle imprese. Dott. Alessandro Cotto La riduzione della pressione fiscale sulle imprese Dott. Alessandro Cotto DETRAZIONI PER IMMOBILI Detrazione per il risparmio energetico: anno 2015; detrazione del 65%. Detrazione per le ristrutturazioni

Dettagli

IL DIRETTORE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE Prot. n. 2015/154278 Disposizioni concernenti l accesso alla procedura di accordo preventivo connessa all utilizzo di beni immateriali ai sensi dell articolo 1, commi da 37 a 45, della legge 23 dicembre

Dettagli

Le azioni di Governo per il sostegno all innovazione

Le azioni di Governo per il sostegno all innovazione Le azioni di Governo per il sostegno all innovazione Finanza per la crescita: tre ingranaggi 1. Sostegno agli investimenti qualificati 2. Accesso ai finanziamenti 3. Azioni mirate per le imprese innovative

Dettagli

La disciplina del Transfer Price Novedrate, 9 ottobre 2013. dott. Andrea DE VIDO

La disciplina del Transfer Price Novedrate, 9 ottobre 2013. dott. Andrea DE VIDO La disciplina del Transfer Price Novedrate, 9 ottobre 2013 dott. Andrea DE VIDO Definizione: Transfer Pricing Il transfer price (prezzo di trasferimento) è il corrispettivo dello scambio di beni o servizi

Dettagli

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004 SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI DEFINIZIONE DI UTILI ASPETTI GENERALI TRATTAMENTO FISCALE TRATTAMENTO CONTABILE TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004 Art. 40 D.L. 30.09.2003, n. 269 conv. con L. 24.11.2003, n.

Dettagli

Patent box, rimborso IVA, aliquote INPS per la gestione separata artigiani e commercianti, e altre novità

Patent box, rimborso IVA, aliquote INPS per la gestione separata artigiani e commercianti, e altre novità Circolare n. 3/2015 Aggiornata al 18.02.2015 Patent box, rimborso IVA, aliquote INPS per la gestione separata artigiani e commercianti, e altre novità Tra le novità commentate l introduzione anche in Italia

Dettagli

ITALIAN PATENT BOX. Aspetti tax e IP. Avv. Roberto Valenti e Avv. Antonio Tomassini Palazzo Isimbardi 1 aprile 2014

ITALIAN PATENT BOX. Aspetti tax e IP. Avv. Roberto Valenti e Avv. Antonio Tomassini Palazzo Isimbardi 1 aprile 2014 ITALIAN PATENT BOX Aspetti tax e IP Avv. Roberto Valenti e Avv. Antonio Tomassini Palazzo Isimbardi 1 aprile 2014 L'Europa e l'innovazione Dal report "Intellectual property rights intensive industries:

Dettagli

q u i n d i c i n a l e d i d o t t r i n a l e g i s l a z i o n e g i u r i s p r u d e n z a c o n s u l e n z a

q u i n d i c i n a l e d i d o t t r i n a l e g i s l a z i o n e g i u r i s p r u d e n z a c o n s u l e n z a q u i n d i c i n a l e d i d o t t r i n a l e g i s l a z i o n e g i u r i s p r u d e n z a c o n s u l e n z a in questo numero Le partecipazioni in società di persone estere: il credito d imposta

Dettagli

Padova, 19 Gennaio 2015. Spett.li Signori Clienti. Oggetto: CIRCOLARE INFORMATIVA n. 2/2015 LE ALTRE NOVITÀ DELLA FINANZIARIA 2015

Padova, 19 Gennaio 2015. Spett.li Signori Clienti. Oggetto: CIRCOLARE INFORMATIVA n. 2/2015 LE ALTRE NOVITÀ DELLA FINANZIARIA 2015 Dott. Francesco Ferri de Lazara Dott. Enrico Grigolin Avv. Filippo Lo Presti Avv. Vincenza Valeria Cicero Dott. Luca Lombardo Padova, 19 Gennaio 2015 Spett.li Signori Clienti Oggetto: CIRCOLARE INFORMATIVA

Dettagli

IL TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL Aspetti di fiscalità diretta

IL TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL Aspetti di fiscalità diretta IL TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL Aspetti di fiscalità diretta Dott. Pasquale SAGGESE LA CESSIONE DI NON DETENUTE NELL ESERCIZIO DI IMPRESA QUALIFICATE E FATTISPECIE ASSIMILATE Partecipazioni che rappresentano

Dettagli

Milano, 5 agosto 2015. a cura di Dott. Alessandro Gulisano Avv. Aura Moraglia Dott. Gianpiero Notarangelo IN QUESTO NUMERO

Milano, 5 agosto 2015. a cura di Dott. Alessandro Gulisano Avv. Aura Moraglia Dott. Gianpiero Notarangelo IN QUESTO NUMERO Milano, 5 agosto 2015 a cura di Dott. Alessandro Gulisano Avv. Aura Moraglia Dott. Gianpiero Notarangelo IN QUESTO NUMERO NOTA ILLUSTRATIVA SULLE MODIFICHE CHE VERRANNO INTRODOTTE DAL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

STRUMENTI DI INCENTIVO PER LE IMPRESE: START UP INNOVATIVE & INVESTMENT COMPACT

STRUMENTI DI INCENTIVO PER LE IMPRESE: START UP INNOVATIVE & INVESTMENT COMPACT Focus on STRUMENTI DI INCENTIVO PER LE IMPRESE: START UP INNOVATIVE & INVESTMENT COMPACT Luglio 2015 www.lascalaw.com www.iusletter.com Milano Roma Torino Bologna Firenze Ancona Vicenza Padova redazione@lascalaw.com

Dettagli

DOTT. GINO COLLA Via Mazzini, 7 Udine CIRCOLARE FISCALE GENNAIO 2015

DOTT. GINO COLLA Via Mazzini, 7 Udine CIRCOLARE FISCALE GENNAIO 2015 Con la presente circolare si riassumono le novità del mese di gennaio 2015. ACCERTAMENTO Termini per i controlli - Termini in scadenza al 31.12.2014 I provvedimenti impositivi devono essere notificati

Dettagli

CONSULENZA TRIBUTARIA E LEGALE www.arienti-abruzzese.it

CONSULENZA TRIBUTARIA E LEGALE www.arienti-abruzzese.it CONSULENZA TRIBUTARIA E LEGALE www.arienti-abruzzese.it Convegno: Agevolazioni fiscali alle imprese Lunedì 2 febbraio 2015 Ore 15 presso Sala Conferenze Marco Biagi, Piazza De Calderini, 2/2 Bologna Organizzato

Dettagli

Ecosistema delle startup innovative. Le novità, le speranze e le linee guida per il futuro

Ecosistema delle startup innovative. Le novità, le speranze e le linee guida per il futuro S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Ecosistema delle startup innovative Le novità, le speranze e le linee guida per il futuro Alessandro Galli 17 Dicembre 2014 - Sala Convegni Corso Europa,

Dettagli

IL PATENT BOX IN ITALIA

IL PATENT BOX IN ITALIA IL PATENT BOX IN ITALIA SINTESI ESPLICATIVA DEL DECRETO ATTUATIVO (30 LUGLIO 2015) 2015 Barzanò & Zanardo tutti i diritti riservati Riferimenti Normativi Cosa è Chi ne è interessato Modalità e durata Operazioni

Dettagli

CONTROLLED FOREIGN COMPANIES: tra vecchie e nuove ipotesi (Articolo 167, c. 8-bis e 8-ter, D.P.R. n. 917/1986)

CONTROLLED FOREIGN COMPANIES: tra vecchie e nuove ipotesi (Articolo 167, c. 8-bis e 8-ter, D.P.R. n. 917/1986) CONTROLLED FOREIGN COMPANIES: tra vecchie e nuove ipotesi (Articolo 167, c. 8-bis e 8-ter, D.P.R. n. 917/1986) (Roberto M. Cagnazzo) CAMERA AVVOCATI TRIBUTARISTI DI TORINO Torino, 10 Ottobre 2012 DISCIPLINA

Dettagli

PATENT BOX. Definizione dell'agevolazione

PATENT BOX. Definizione dell'agevolazione STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali A TUTTI I CLIENTI - LORO SEDI - Circolare n. 11/15 Legnago, 27.11.2015 VERSAMENTO SECONDO ACCONTO IRES IRPEF IRAP CONTRIBUTI

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Relazioni illustrative. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Relazioni illustrative. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015 Relazioni illustrative Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali Art. 1 Risultati differenziali del bilancio dello Stato La disposizione rinvia all allegato

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LA FINANZIARIA 2015 (2 PARTE) PAG. 2

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LA FINANZIARIA 2015 (2 PARTE) PAG. 2 CIRCOLARE N. 02 DEL 15/01/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LA FINANZIARIA 2015 (2 PARTE) PAG. 2 (C) CREDITO D IMPOSTA ART BONUS COMMA 11 (PAG. 3) (D) INCENTIVI RIENTRO

Dettagli

IPSOA Scuola di Formazione MASTER IN TRANSFER PRICING CORSO SPECIALISTICO Gli intangibles

IPSOA Scuola di Formazione MASTER IN TRANSFER PRICING CORSO SPECIALISTICO Gli intangibles IPSOA Scuola di Formazione MASTER IN TRANSFER PRICING CORSO SPECIALISTICO Gli intangibles Valente Associati GEB Partners Centro Studi Internazionali GEB Partners Milano, 23 ottobre 2015 Lo scopo dell identificazione

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Relazioni illustrative. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Relazioni illustrative. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015 Relazioni illustrative Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali Art. 1 Risultati differenziali del bilancio dello Stato La disposizione rinvia all allegato

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI SEZIONE DI MILANO

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI SEZIONE DI MILANO ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI SEZIONE DI MILANO COMMISSIONE NORME DI COMPORTAMENTO E DI COMUNE INTERPRETAZIONE IN MATERIA TRIBUTARIA NORMA DI COMPORTAMENTO N. 183 TRATTAMENTO

Dettagli

TREMONTI-TER. art. 5 D.L. 78/ 09 C.M. 44/ 09. Dott. Davide Tersigni d.tersigni@devitoeassociati.com. Studio De Vito & Associati

TREMONTI-TER. art. 5 D.L. 78/ 09 C.M. 44/ 09. Dott. Davide Tersigni d.tersigni@devitoeassociati.com. Studio De Vito & Associati TREMONTI-TER art. 5 D.L. 78/ 09 C.M. 44/ 09 Dott. Davide Tersigni d.tersigni@devitoeassociati.com 1 D.L. 01-07-2009, n. 78 Art. 5 - Detassazione degli investimenti in macchinari (testo in vigore dal 5

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO 1. Il diritto tributario e le entrate dello Stato... pag. 1 2. Le fonti del diritto...» 6 3. Le fonti

Dettagli

DECRETO CRESCITA E INTERNALIZZAZIONE

DECRETO CRESCITA E INTERNALIZZAZIONE INFORMAZIONE FLASH N. 35 17/11/2015 Gentili clienti Loro sedi DECRETO CRESCITA E INTERNALIZZAZIONE Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che

Dettagli

LA FISCALITA NELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA

LA FISCALITA NELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA LA FISCALITA NELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA Fabio Landuzzi 14 ottobre 2014 www.pirolapennutozei.it Fiscalità nell internazionalizzazione dell impresa LE CONVENZIONI CONTRO LE DOPPIE IMPOSIZIONI:

Dettagli

La Manovra Estiva e le Novità in materia di Accertamento

La Manovra Estiva e le Novità in materia di Accertamento ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE ROMA La Manovra Estiva e le Novità in materia di Accertamento Roma, 22 ottobre 2009 LO SCUDO FISCALE

Dettagli

Disegno di Legge di stabilità 2015

Disegno di Legge di stabilità 2015 Disegno di Legge di stabilità 2015 Il Disegno di Legge di Stabilità 2015 contiene numerose misure fiscali che entreranno in vigore dal prossimo anno, salvo, come vedremo, le disposizioni in materia di

Dettagli

Oggetto. Contenuto. Circolare Numero 10/2014. C i r c o l a r e d e l 1 6 g e n n a i o 2 0 1 4 P a g. 1 di 5

Oggetto. Contenuto. Circolare Numero 10/2014. C i r c o l a r e d e l 1 6 g e n n a i o 2 0 1 4 P a g. 1 di 5 C i r c o l a r e d e l 1 6 g e n n a i o 2 0 1 4 P a g. 1 di 5 Circolare Numero 10/2014 Oggetto LEGGE STABILITÀ 2014 NOVITÀ IN TEMA DI REDDITO D IMPRESA Contenuto La Legge di stabilità 2014, ovvero la

Dettagli

NUOVA ESENZIONE DELLE PLUSVALENZE DA CESSIONI DI ATTIVITA FINANZIARIE CIRCOLARE 15/E

NUOVA ESENZIONE DELLE PLUSVALENZE DA CESSIONI DI ATTIVITA FINANZIARIE CIRCOLARE 15/E NUOVA ESENZIONE DELLE PLUSVALENZE DA CESSIONI DI ATTIVITA FINANZIARIE CIRCOLARE 15/E Premessa L accertamento da redditometro potrà essere disinnescato anche dalle cessioni di partecipazione in società

Dettagli

IL PROFILO FISCALE DELLE OPERAZIONI DI FACTORING

IL PROFILO FISCALE DELLE OPERAZIONI DI FACTORING IL PROFILO FISCALE DELLE OPERAZIONI DI FACTORING a cura di IPC CONSULTING Carlo Parenti Dottore Commercialista IL PROFILO FISCALE DELLE OPERAZIONI DI FACTORING Imposizione diretta per i cedenti Imposizione

Dettagli

Le principali novità fiscali 2015

Le principali novità fiscali 2015 Le principali novità fiscali 2015 Irap e «bonus assunzioni» R&S e «Patent box» Altre novità (cenni) Dott. DAVID NINCI DEL GRANDE NINCI Associati david.ninci@delgrandeninci.it Porcari, 12 febbraio 2015

Dettagli

INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO. Legge N. 9/2014 - art.3 Legge N.190/2014 commi 35 e 36

INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO. Legge N. 9/2014 - art.3 Legge N.190/2014 commi 35 e 36 INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO Legge N. 9/2014 - art.3 Legge N.190/2014 commi 35 e 36 CHE COS E IL CREDITO DI IMPOSTA. Il credito d imposta è una sorta di buono che l impresa e/o il cittadino

Dettagli

Prospettive della tassazione della Digital economy

Prospettive della tassazione della Digital economy GRUPPO TELECOM ITALIA Prospettive della tassazione della Digital economy Costanzo Perona Milano, 27/2/2014 GRUPPO TELECOM ITALIA SUMMARY E commerce e localizzazione del reddito BEPS Addressing Base Erosion

Dettagli

I REDDITI DI CAPITALE. Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1

I REDDITI DI CAPITALE. Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1 I REDDITI DI CAPITALE Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1 REDDITI DI CAPITALE Fondamento normativo - artt. 44-48 TUIR - artt. 26-27-ter D.P.R. n. 600/73 Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario

Dettagli

Rimini Startup 15 dicembre 2015 COOWEB AGEVOLAZIONI, BANDI E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO 15 DICEMBRE 2015 - COOWEB

Rimini Startup 15 dicembre 2015 COOWEB AGEVOLAZIONI, BANDI E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO 15 DICEMBRE 2015 - COOWEB Rimini Startup 15 dicembre 2015 COOWEB AGEVOLAZIONI, BANDI E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO 15 DICEMBRE 2015 - COOWEB PRINCIPALI TIPOLOGIE DI AGEVOLAZIONE Credito d imposta Detassazione redditi Finanziamenti

Dettagli

BPER Banca per le imprese innovative. Giuseppe Lisi Firenze, 8 Giugno 2016

BPER Banca per le imprese innovative. Giuseppe Lisi Firenze, 8 Giugno 2016 BPER Banca per le imprese innovative Giuseppe Lisi Firenze, 8 Giugno 2016 BPER Banca per le imprese innovative AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE Contributi Regionali Bando Smart&Start Patent BOX AGEVOLAZIONI FISCALI

Dettagli

UK: tassazione agevolata a chi deposita brevetti e conseguenze favorevoli per il mercato

UK: tassazione agevolata a chi deposita brevetti e conseguenze favorevoli per il mercato UK: tassazione agevolata a chi deposita brevetti e conseguenze favorevoli per il mercato Marina Mauro 24 Settembre 2012 Salone della Proprietà Industriale INTRODUZIONE CHI SIAMO MURGITROYD & COMPANY è

Dettagli

1/2015 1/2015. ! Legge n. 190 del 23.12.2014! Legge n. 186 del 15.12.2014! D.M. 11.12.2014! D.M. 16.12.2014! D.M. 22.12.2014! D.M. 29.12.

1/2015 1/2015. ! Legge n. 190 del 23.12.2014! Legge n. 186 del 15.12.2014! D.M. 11.12.2014! D.M. 16.12.2014! D.M. 22.12.2014! D.M. 29.12. 1/2015 1/2015 1 DISPOSIZIONI LEGISLATIVE! Legge n. 190 del 23.12.2014! Legge n. 186 del 15.12.2014! D.M. 11.12.2014! D.M. 16.12.2014! D.M. 22.12.2014! D.M. 29.12.2014 2 PRASSI! Circ. Ag. E. n. 31/E del

Dettagli

La dichiarazione Unico 2014 per gli enti e le società. Roma, 18 marzo 2014

La dichiarazione Unico 2014 per gli enti e le società. Roma, 18 marzo 2014 La dichiarazione Unico 2014 per gli enti e le società Roma, 18 marzo 2014 La start-up innovativa Decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179 (legge 17 dicembre 2012, n. 221, artt. 25-32) Favorire la nascita,

Dettagli

Misure per la crescita e l internazionalizzazione delle imprese (DLgs. 14.9.2015 n. 147) - Disposizioni di rilevanza interna

Misure per la crescita e l internazionalizzazione delle imprese (DLgs. 14.9.2015 n. 147) - Disposizioni di rilevanza interna Studio Menichini Dottori Commercialisti Misure per la crescita e l internazionalizzazione delle imprese (DLgs. 14.9.2015 n. 147) - Disposizioni di rilevanza interna 1 1 PREMESSA Sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ

INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ Con la presente comunicazione si desidera fornire una breve sintesi del regime fiscale applicabile ai fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano, nonché del

Dettagli

Circolare n. 4 04 Febbraio 2013. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE. 1 Premessa... 3

Circolare n. 4 04 Febbraio 2013. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE. 1 Premessa... 3 Circolare n. 4 04 Febbraio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE 1 Premessa... 3 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti... 3 2.1 Auto aziendali...

Dettagli

LA FISCALITÀ DELL E - COMMERCE

LA FISCALITÀ DELL E - COMMERCE LA FISCALITÀ DELL E - COMMERCE LA FISCALITÀ DELL E-COMMERCE Cosa tratteremo: Intendiamoci sui termini Imposte dirette IVA INTENDIAMOCI SUI TERMINI Il commercio elettronico è un attività commerciale che

Dettagli

CREDITO D IMPOSTA RICERCA & SVILUPPO E PATENT BOX Commi 35 45: Credito d imposta per attività di ricerca e sviluppo e regime opzionale

CREDITO D IMPOSTA RICERCA & SVILUPPO E PATENT BOX Commi 35 45: Credito d imposta per attività di ricerca e sviluppo e regime opzionale Milano, 12 gennaio 2015 a cura di Dott. Alessandro Gulisano Avv. Aura Moraglia Dott. Gianpiero Notarangelo IN QUESTO NUMERO: BONUS 80 EURO A REGIME Commi 12 15: Stabilizzazione bonus 80 euro BUONI PASTO

Dettagli

LA TREMONTI-TER TER. Dott. Giampiero GUARNERIO AGENDA

LA TREMONTI-TER TER. Dott. Giampiero GUARNERIO AGENDA LA TREMONTI-TER TER Dott. Giampiero GUARNERIO Diretta 17 maggio 2010 AGENDA Che cosa è la Tremonti-ter Principali differenze rispetto alle precedenti versioni Quali soggetti ne possono beneficiare Quali

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 20 del 14 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE 1 Premessa... 3 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti...

Dettagli

INDICE. Presentazione della Prima edizione... Pag. Presentazione della Seconda edizione...» VII INTRODUZIONE

INDICE. Presentazione della Prima edizione... Pag. Presentazione della Seconda edizione...» VII INTRODUZIONE INDICE Presentazione della Prima edizione... Pag. V Presentazione della Seconda edizione...» VII INTRODUZIONE 1. L evoluzione del diritto tributario internazionale... Pag. XXI 2. La resistenza alle limitazioni

Dettagli

Misure per la crescita e l internazionalizzazione delle imprese

Misure per la crescita e l internazionalizzazione delle imprese Misure per la crescita e l internazionalizzazione delle imprese (Schema di decreto legislativo n. 161-bis) N. 252 30 luglio 2015 Camera dei deputati XVII LEGISLATURA Verifica delle quantificazioni Misure

Dettagli

Dall idea al mercato: tutela, valorizzazione e strumenti di agevolazione

Dall idea al mercato: tutela, valorizzazione e strumenti di agevolazione Dall idea al mercato: tutela, valorizzazione e strumenti di agevolazione TRASFERIMENTO TECNOLOGICO, DALLA RICERCA PUBBLICA ALL IMPRESA Alessandro Piras Polo Tecnologico di Pordenone Pordenone, 7 maggio

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Roma

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Roma Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Roma Riforma della tassazione dei redditi di capitale e dei redditi diversi di natura finanziaria (D.L. n. 138/2011 convertito in L. n. 148/2011

Dettagli

ESTENSIONE APPLICAZIONE REVERSE CHARGE

ESTENSIONE APPLICAZIONE REVERSE CHARGE Bergamo, gennaio 2015 CIRCOLARE N. 2/Consulenza aziendale OGGETTO: Finanziaria 2015 Recentemente è stata pubblicata sulla G.U. la legge 23-12-2014 n 90 (c.d. finanziaria 2015) che contiene numerosi provvedimenti

Dettagli

I RICAVI, I COMPENSI E I REDDITI A BASE DELLA DETERMINAZIONE DEL CONCORDATO PREVENTIVO

I RICAVI, I COMPENSI E I REDDITI A BASE DELLA DETERMINAZIONE DEL CONCORDATO PREVENTIVO I RICAVI, I COMPENSI E I REDDITI A BASE DELLA DETERMINAZIONE DEL CONCORDATO PREVENTIVO Il valore dei ricavi, dei compensi e del reddito dichiarato nel 2001 (più precisamente nel periodo d imposta in corso

Dettagli

Decreto Crescita e internalizzazione: le novità

Decreto Crescita e internalizzazione: le novità Periodico informativo n. 131/2015 OGGETO: Decreto Crescita e internalizzazione: le novità Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che è stato

Dettagli

Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti

Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti Prof. Tommaso Di Tanno (Di Tanno & Associati) SIIQ, SICAF E FONDI IMMOBILIARI Evoluzione degli strumenti di investimento

Dettagli

LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014

LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014 Ai gentili clienti Loro sedi Circolare n. 27 del 4 settembre 2014 LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014 ART. 3 e 4 D.L. N. 66/2014 Circolare Agenzia Entrate 27.6.2014, n. 19/E In breve:

Dettagli

Capitolo 9 L imposta sul reddito delle società (IRES)

Capitolo 9 L imposta sul reddito delle società (IRES) Edizioni Simone - Vol. 14/2 Compendio di Diritto Tribuatario Capitolo 9 L imposta sul reddito delle società (IRES) Sommario 1. Caratteristiche generali. - 2. Presupposto, periodo e aliquota di imposta.

Dettagli

Una politica industriale per l innovazione

Una politica industriale per l innovazione Una politica industriale per l innovazione Focus PMI innovative Stefano Firpo Ivrea, 18 novembre 2015 MiSE DG Politica Industriale, Competitività e PMI Da 3 anni il Governo sta costruendo una politica

Dettagli

Tassazione delle plusvalenze finanziarie e valutarie (a cura del Dott. Alessio Pistone)

Tassazione delle plusvalenze finanziarie e valutarie (a cura del Dott. Alessio Pistone) Tassazione delle plusvalenze finanziarie e valutarie (a cura del Dott. Alessio Pistone) Nel Quadro RT del modello Unico PF 2015 devono essere dichiarate le plusvalenze e le minusvalenze di natura finanziaria,

Dettagli

Legge stabilità 2015: le principali novità in materia fiscale e del lavoro

Legge stabilità 2015: le principali novità in materia fiscale e del lavoro Legge stabilità 2015: le principali novità in materia fiscale e del lavoro a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto Lunedì 22 dicembre 2014 la Camera dei deputati ha approvato con 307 voti

Dettagli

Schema di decreto legislativo sull internazionalizzazione delle imprese: le novità principali

Schema di decreto legislativo sull internazionalizzazione delle imprese: le novità principali Ufficio Studi Schema di decreto legislativo sull internazionalizzazione delle imprese: le novità principali Schema di decreto legislativo delegato recante misure per la crescita e l internazionalizzazione

Dettagli

REDDITI DI IMPRESA (considerazioni generali ed alcuni casi specifici) -DOTT. FABIO RAPELLI

REDDITI DI IMPRESA (considerazioni generali ed alcuni casi specifici) -DOTT. FABIO RAPELLI REDDITI DI IMPRESA (considerazioni generali ed alcuni casi specifici) -DOTT. FABIO RAPELLI 1 CAMPO DI APPLICAZIONE Esercizio di attività commerciali (art. 2195 c.c.): - attività industriale diretta alla

Dettagli

LA SCHEDA FISCALE di Roberto Gabrielli

LA SCHEDA FISCALE di Roberto Gabrielli LA SCHEDA FISCALE di Roberto Acquisto e vendita di autovetture ad uso promiscuo (Aggiornata al 10.05.2009) Riferimenti normativi Relativamente alle imposte dirette, l art. 15-bis del D.L. 81/2007 intervenendo

Dettagli

Corso di Tecnica Professionale A.A. 2008 / 2009

Corso di Tecnica Professionale A.A. 2008 / 2009 Corso di Tecnica Professionale A.A. 2008 / 2009 Il conferimento Disciplina fiscale ed opzioni contabili 1 Nell ambito dell imposizione diretta, il regime fiscale cui è soggetta l operazione di conferimento

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Legge di stabilità 2015 Varese, 7 gennaio 2015 E stata approvata la Legge di stabilità 2015 (L. 23 Dicembre 2014 n. 190 pubblicata sul supplemento ordinario alla

Dettagli