Power Meter. Centrale di misura PM700

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Power Meter. Centrale di misura PM700"

Transcript

1 Power Meter Centrale di misura PM700 Manuale di installazione e utilizzo un marchio di

2

3 CHAPTER 1 CETÉGORIES DE DANGERS ET SYMBOLES SPÉCIAUX CATEGORIE DI PERICOLI E SIMBOLI SPECIALI Prima di procedere all installazione, all utilizzo, alla riparazione o ad eventuali interventi di manutenzione si consiglia di leggere con cura questo manuale istruzioni e di prendere attentamente visione dell apparecchio per conoscerlo meglio. Nelle pagine del presente manuale o sull apparecchio potrebbero comparire i messaggi speciali indicati qui di seguito per avvertire di potenziali pericoli o per attirare l attenzione su informazioni di chiarificazione o semplificazione di una procedura L aggiunta di uno di questi simboli ad un etichetta di sicurezza «Pericolo» o «Avvertimento» indica l esistenza di un pericolo elettrico che può provocare danni fisici in caso di mancato rispetto delle istruzioni. Questo è il simbolo di allarme di sicurezza. Serve ad avvertire l utente riguardo a possibili rischi di danni fisici. Per evitare qualsiasi danno fisico o la morte, rispettare tutti i messaggi di sicurezza accompagnati da questo simbolo. PERICOLO indica un pericolo immediato che, se non viene evitato, causerà ferite gravi o la morte. AVVERTIMENTO indica un pericolo potenziale che, se non viene evitato, potrebbe causare ferite gravi o la morte. ATTENZIONE indica un pericolo potenziale che, se non viene evitato, potrebbe causare ferite di media gravità. ATTENZIONE, utilizzato senza il simbolo di allarme di sicurezza indica un pericolo potenziale che, se non viene evitato, potrebbe danneggiare il materiale. NOTA: fornisce informazioni supplementari utili a chiarificare o semplificare una procedura. NOTA Le operazioni di installazione, utilizzo, riparazione o manutenzione dell apparecchiatura elettrica possono essere effettuate soltanto da personale qualificato. Schneider Electric declina ogni responsabilità nei confronti delle conseguenze che potrebbero derivare dall utilizzo di questo manuale. DICHIARAZIONE FCC CLASSE B Questo apparecchio è stato sottoposto a prove ed è risultato conforme ai limiti imposti agli apparecchi digitali di classe B, secondo il paragrafo 15 del regolamento della Commissione federale delle comunicazioni degli Stati Uniti (FCC). Questi limiti sono stati fissati per garantire una protezione sufficiente contro qualsiasi interferenza pericolosa in caso di messa in servizio di questo apparecchio 2005 Schneider Electric Tutti i diritti riservati 1

4 in un ambiente commerciale. Questo apparecchio produce, utilizza e può emettere energia di radiofrequenza e, se non viene installato o utilizzato secondo le istruzioni del presente manuale, può provocare interferenze nocive con le comunicazioni radio. Il funzionamento di questo apparecchio in ambito residenziale potrebbe provocare interferenze nocive; in questo caso l utente dovrà provvedere a risolvere i problemi. Questo apparecchio digitale della classe B è conforme alla norma Canadese NMB Schneider Electric Tutti i diritti riservati

5 A2 3/2004 Capitolo 1 - Sommario CHAPTER 1 TABLE DES MATIÈRES INTRODUZIONE Contenuto dell imballo Identificazione Caratteristiche del Power Meter (PM700, PM700P e PM710) MODBUS RS485 (PM710) Uscita ad impulsi (PM700P) PRECAUZIONI DI SICUREZZA Prima di iniziare INSTALLAZIONE Dimensioni Montaggio Inserimento dei connettori CABLAGGIO Introduzione Collegamento a diversi tipi di rete Schemi di cablaggio Caratteristiche delle uscite ad impulsi (PM700P) Uscita statica ad impulsi COMUNICAZIONE (PM710) Capacità di comunicazione (PM710) Collegamento in dorsale del Power Meter FUNZIONAMENTO Funzionamento del display Funzionamento dei pulsanti Presentazione del menu CONFIGURAZIONE DEL POWER METER Configurazione del Power Meter Configurazione dei TA Configurazione dei TV Configurazione della frequenza rete Configurazione del tipo di rete Configurazione della corrente media Configurazione del valore medio PQS Configurazione dei codici di accesso Configurazione degli impulsi (PM700P) Configurazione della scala dell indicatore a barre Configurazione della comunicazione (PM710) Schneider Electric Tutti i diritti riservati 3

6 Capitolo 1 - Sommario A2 3/2004 Selezione del modo di funzionamento Diagnostica del Power Meter Visualizzazione delle informazioni sul Power Meter Verifica dello stato di funzionamento Reinizializzazione del Power Meter Ripristino dei parametri di default del Power Meter MANUTENZIONE E RIPARAZIONE Introduzione Supporto tecnico Riparazione SPECIFICHE Caratteristiche generali del Power Meter GLOSSARIO Glossario Abbreviazioni e simboli LISTA DEI REGISTRI Lista dei registri Comandi MODBUS presi in carico Schneider Electric Tutti i diritti riservati

7 RS V 5VA 50/60 Hz / V 3W 1 VOLTAGE INPUTS / ENTRADAS DE TENSIÓN ENTRÉES DE TENSION 480V L L 50/60Hz CURRENT INPUTS / ENTRADAS DE CORRIENTE ENTRÉES DE COURANT 5A NOM. / 6A MAX. Centrale de mesure Central de medida PM700 Z A RS V 5VA 50/60 Hz / V 3W V 1 V 2 V 3 V N VOLTAGE INPUTS / ENTRADAS DE TENSIÓN ENTRÉES DE TENSION 480V L L 50/60Hz HAZARD OF ELECTRIC SHOCK, EXPLOSION OR ARC FLASH Turn off all power supplying this device and the equipment in which it is installed before working on it. RIESGO DE DESCARGA ELÉCTRICA, EXPLOSIÓN O DESTELLO DE ARCO Apague la alimentación del dispositivo y del equipo en el que está instalado antes de efectuar cualquier trabajo. RISQUE D'ÉLECTROCUTION, D'EXPLOSION OU D'ARC ELECTRIQUE Coupez l'alimentation de cet appareil et de l'équipement dans lequel il est installé avant travailler. CURRENT INPUTS / ENTRADAS DE CORRIENTE ENTRÉES DE COURANT 5A NOM. / 6A MAX. I1+ I1- I2+ I2- I3+ I A3 Capitolo 1 - Introduzione 4/2004 Contenuto dell imballo CHAPTER 1 INTRODUCTION Contenuto dell imballo A. Un (1) Power Meter B. Due (2) staffe di fissaggio C. Un (1) manuale d installazione e utilizzo inglese/francese/ spagnolo D. Solo modello PM710: Un (1) terminatore RS-485 (MCT2W) B A Power Meter C D Identificazione Sull apparecchio: A. Alimentazione B. Ingressi tensione C. Ingressi corrente D. Uscita ad impulsi kwh/kvarh (PM700P) o RS-485 (PM710) Z A + D A B + V V 2 V 3 V N HAZARD OF ELECTRIC SHOCK, EXPLOSION OR ARC FLASH Turn off all power supplying this device and the equipment in which it is installed before working on it. RIESGO DE DESCARGA ELÉCTRICA, EXPLOSIÓN O DESTELLO DE ARCO Apague la alimentación del dispositivo y del equipo en el que está instalado antes de efectuar cualquier trabajo. RISQUE D'ÉLECTROCUTION, D'EXPLOSION OU D'ARC ELECTRIQUE Coupez l'alimentation de cet appareil et de l'équipement dans lequel il est installé avant travailler. I 1+ I1- I2+ I2- I3+ I 3- C 5

8 Capitolo 1 - Introduzione A3 Caratteristiche del Power Meter (PM700, PM700P e PM710) 4/2004 Caratteristiche del Power Meter (PM700, PM700P e PM710) Valori efficaci istantanei Corrente Per fase, neutro, media della 3 fasi Tensione Per fase, media della 3 fasi Frequenza Da 45 a 65 Hz Potenza attiva Totale e per fase Potenza reattiva Totale e per fase Potenza apparente Totale e per fase Fattore di potenza Totale (assoluto) da 0,000 a 1 Valori energia Energia attiva (totale) Da 0 a 1,84 x Wh Energia reattiva (totale) Da 0 a 1,84 x Wh Energia apparente (totale) Da 0 a 1,84 x Wh Contaore Fino a ore e 59 minuti Valori medi Corrente Per fase (termica) Potenza attiva, reattiva, apparente Totale (intervallo scorrevole, rotatorio o fisso) Massimi valori medi Corrente massima Per fase Massima potenza attiva Totale Massima potenza reattiva Totale Massima potenza apparente Totale Valori di qualità dell energia Distorsione armonica totale (THD) Corrente e tensione (L-L e L-N) Reinizializzazione Massimo valore medio di corrente e di potenza Protezione mediante codice di accesso (password) Valori dell energia e contaore Protezione mediante codice di accesso (password) Valori minimi e massimi Protezione mediante codice di accesso (password) Modi dei menu CEI e IEEE Display 6

9 A3 Capitolo 1 - Introduzione 4/2004 MODBUS RS485 (PM710) Valori minimi e massimi Potenza attiva totale Potenza apparente totale Potenza reattiva totale FP totale (fattore di potenza) Corrente per fase Tensione (concatenata e di fase) THD Corrente THD Tensione (concatenata e di fase) Configurazione locale o a distanza (solo PM710) Tipo di rete di distribuzione Caratteristiche nominali dei trasformatori di corrente (TA) Tensione Intervallo di calcolo delle correnti medie Intervallo di calcolo della potenza media Trifase a 3 o 4 fili con1, 2 o 3 TA; mono o bifase Primario da 5 a A Secondario 5 o 1 A Primaria V massimo Secondaria 100, 110, 115, 120 V Da 1 a 60 minuti Da 1 a 60 minuti MODBUS RS485 (PM710) Funzioni Collegamento RS485 2 fili Protocollo di comunicazione MODBUS RTU Parametri Indirizzo di comunicazione Da 1 a 247 Velocità di trasmissione (comunicazione) Da a baud Parità nessuna, pari, dispari Uscita ad impulsi (PM700P) Uscita ad impulsi Energia attiva Energia reattiva Relè statico Relè statico 7

10 Capitolo 1 - Introduzione A3 Uscita ad impulsi (PM700P) 4/2004 8

11 A3 Capitolo 2 - Precauzioni di sicurezza 4/2004 Prima di iniziare CHAPTER 2 MESURES DE SÉCURITÉ Prima di iniziare In questo capitolo sono descritte delle importanti precauzioni di sicurezza da seguire alla lettera prima di effettuare qualsiasi tentativo di installazione, riparazione o manutenzione dell apparecchiatura elettrica. LEGGERE attentamente e RISPETTARE le norme di sicurezza riportate qui di seguito PRIMA di lavorare con il Power Meter. RISCHI DI ELETTROCUZIONE, DI ESPLOSIONE O DI ARCO ELETTRICO L installazione di questo apparecchio deve essere effettuata esclusivamente da personale qualificato, che abbia letto tutte le informazioni a riguardo. NON lavorare MAI da soli. Prima di effettuare controlli ed ispezioni visive, prove o interventi di manutenzione sull apparecchio, scollegare tutte le alimentazioni di corrente. Partire dal principio che tutti i circuiti sono sotto tensione fino al momento in cui non vengono scollegati completamente, sottoposti a prove ed etichettati. Prestare particolare attenzione alla progettazione del circuito di alimentazione. Tenere conto di tutte le sorgenti di alimentazione e in particolar modo della possibilità di retro-alimentazione. Scollegare tutte le alimentazioni del Power Meter e dell apparecchio in cui è installato prima di effettuare qualsiasi tipo di intervento sull apparecchio. Utilizzare sempre un dispositivo di rilevamento di tensione nominale adeguato per verificare che l alimentazione sia interrotta. Disporre di un apparecchiatura di protezione personale adatta e rispettare le norme di sicurezza elettriche attuali. Prima di chiudere i coperchi e le porte, ispezionare con cura l area di lavoro per verificare che non siano stati lasciati utensili od oggetti all interno dell apparecchio. Effettuare con prudenza le operazioni di disinstallazione o posa dei pannelli e controllare in modo particolare che questi ultimi non tocchino le sbarre sotto tensione; evitare di maneggiare i pannelli per ridurre al minimo i rischi di ferite. Il corretto funzionamento di questo apparecchio dipende da una manipolazione, un installazione ed un utilizzo corretti. Il mancato rispetto delle esigenze di base d installazione può causare ferite oltre a danni all apparecchiatura elettrica o a qualsiasi altro bene materiale. Non collegare MAI in derivazione un fusibile esterno. Non cortocircuitare MAI il secondario di un trasformatore di potenziale (TV). Non aprire MAI il circuito di un trasformatore di corrente; utilizzare il blocco scaricatore per mettere in cortocircuito i fili del TA prima di estrarre il collegamento del Power Meter. Prima di effettuare una prova di rigidità dielettrica o un test di isolamento su un apparecchio nel quale è installato il Power Meter, scollegare tutti i fili d ingresso e di uscita del Power Meter. Le prove effettuate ad una tensione elevata possono danneggiare i componenti elettronici del Power Meter. È necessario installare il Power Meter all interno di un quadro elettrico anti-incendio adatto allo scopo. Il mancato rispetto di queste istruzioni causerà ferite gravi o la morte. 9

12 Capitolo 2 - Precauzioni di sicurezza A3 Prima di iniziare 4/

13 A3 Capitolo 3 - Installazione 4/2004 Dimensioni CHAPTER 3 INSTALLATION Dimensioni Figura 3 1: Dimensioni del Power Meter 92 +0,8 0,0 (3,62) 92 +0,8 0,0 (3,62) 96 (3,78) PLSD mm (in.) 50 (1,97) 19 (0,75) 96 (3,78) 11

14 Capitolo 3 - Installazione A3 Montaggio 4/2004 Montaggio 1. Inserire il Power Meter nel foro 92 x 92 mm (vedere Figura 3-1, pagina 11). 2. Fissare le 2 staffe di fissaggio sul Power Meter utilizzando le apposite scanalature in posizione A o B. Sul Power Meter sono previste due serie di scanalature di fissaggio, a sinistra, a destra, in alto e in basso. La prima serie di scanalature è prevista per pannelli inferiori ai 3 mm di spessore. La seconda è invece prevista per pannelli da 3 a 6 mm di spessore. NOTA: Per utilizzo su una superficie piana di un involucro di protezione (ad esempio un involucro conforme alla norma NEMA Tipo 1 o superiore, negli Stati Uniti). A B B A PLSD

15 A3 Capitolo 3 - Installazione 4/2004 Inserimento dei connettori Inserimento dei connettori 1. Inserire la parte piatta di un cacciavite nella scanalatura tra il Power Meter e il connettore (vedere illustrazione). 2. Spingere il cacciavite verso il basso in modo da inserire il connettore. 1 2 PLSD

16 Capitolo 3 - Installazione A3 Inserimento dei connettori 4/

17 A3 Capitolo 4 - Cablaggio 4/2004 Introduzione CHAPTER 4 CÂBLAGE Introduzione In questo capitolo viene spiegato come effettuare il cablaggio del Power Meter. NOTA: gli ingressi tensione e l alimentazione sono conformi ad una categoria di misura di livello III per reti fino a 277 V L-N / 480 VAC L-L. I cavi utilizzati devono inoltre essere adatti a sopportare temperature di 80 C minimo. I simboli utilizzati negli schemi sono i seguenti: Tabella 4 1: Simboli degli schemi di cablaggio Simbolo Descrizione Dispositivo di interruzione Fusibile Terra S1 Trasformatore di corrente S2 Blocco di messa in cortocircuito Trasformatore di potenziale Protezione contenente un dispositivo di interruzione con un fusibile o un interruttore automatico (le caratteristiche nominali del dispositivo di protezione devono corrispondere alla corrente di cortocircuito nel punto di connessione). 15

18 Capitolo 4 - Cablaggio A3 Collegamento a diversi tipi di rete 4/2004 Collegamento a diversi tipi di rete Tabella 4 2: Tensioni inferiori o pari a 277 Vca L-N / 480 Vca L-L, collegamento diretto senza TV Collegamento monofase (previsto nella futura versione del software installato) Numero di fili TA Collegamenti di tensione Q.tà Id. Q.tà Id. Tipo Configurazione del contatore Tipo di rete Scala primaria TV Numero di figura 2 1 I1 2 V1, Vn L-N 10 senza TV I1 2 V1, V2 L-L 11 senza TV I1, I2 3 V1, V3, Vn L-L con N 12 senza TV 4 3 Collegamento trifase * 2 I1, I3 3 V1, V2, V3 A triangolo 30 senza TV I1, I2, I3 3 V1, V2, V3 A triangolo 31 senza TV I1 3 V1, V2, V3 A triangolo 32 senza TV 4 15 (equilibrato) 4 3 I1, I2, I3 3 V1, V2, V3, Vn 4 3 I1, I2, I3 3 V1, V2, V3, Vn 4 1 I1 3 V1, V2, V3, Vn A triangolo, 4fili 40 senza TV A stella 40 senza TV A stella (equilibrato) 44 senza TV

19 A3 Capitolo 4 - Cablaggio 4/2004 Collegamento a diversi tipi di rete Tabella 4 3: Tensioni superiori a 277 Vca L-N / 480 Vca L-L Collegamento trifase * Numero di fili 3 TA Collegamenti di tensione Q.tà Id. Q.tà Id. Tipo 2 I1, I3 2 3 I1, I2, I I I1, I2, I3 3 3 I1, I2, I3 2 2 I1, I2, I I1 3 V1, V3 (V2 a terra) V1, V3 (V2 a terra) V1, V3 (V2 a terra) V1, V2, V3 (Vn a terra) V1, V3 (Vn a terra) V1, V2, V3 (Vn a terra) V1, V2, V3 (Vn a terra) A triangolo A triangolo A triangolo (equilibrato) A stella a terra Configurazione del contatore Tipo di rete A stella 42 A stella a terra A stella a terra (equilibrato) Scala primaria TV Funzione della tensione Funzione della tensione Funzione della tensione Funzione della tensione Funzione della tensione Funzione della tensione Funzione della tensione Numero di figura

20 Capitolo 4 - Cablaggio A3 Schemi di cablaggio 4/2004 Schemi di cablaggio Figura 4 1: Rete monofase fase-neutro 2 fili 1 TA Figura 4 2: Rete monofase tra fasi 2 fili 1 TA N L1 L1 L S1 S1 14 I1+ 15 I1 S2 16 I2+ S2 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 Utilizzare Utilizzare il tipo di rete 10. il tipo di rete 11. V1 V2 V3 VN VL-L <= 480V V1 V2 V3 VN 14 I1+ 15 I1 16 I2+ 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 Figura 4 3: Collegamento monofase con collegamento diretto della tensione e 2 TA Figura 4 4: Collegamento trifase, 3 fili con 2 TA senza TV N L1 L2 L1 L2 L V1 V2 V3 VN V1 V2 V3 VN S1 S2 S1 S2 14 I1+ 15 I1 16 I2+ 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 S1 S2 S1 S2 14 I1+ 15 I1 16 I2+ 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 Utilizzare il tipo di rete Utilizzare il tipo di rete

21 A3 Capitolo 4 - Cablaggio 4/2004 Schemi di cablaggio Figura 4 5: Collegamento trifase, 3 fili con 3 TA senza TV Figura 4 6: Collegamento trifase a stella 4 fili, con collegamento diretto dell ingresso di tensione e 3 TA L1 L2 L3 N L1 L2 L3 S1 S1 14 I1+ 15 I1 S2 S1 S2 S1 16 I2+ 17 I2 S2 S1 S2 S1 18 I3+ 19 I3 S2 S2 PM700 Utilizzare il tipo di rete 31. Utilizzare il tipo di rete V1 V2 V3 VN V1 V2 V3 VN 14 I1+ 15 I1 16 I2+ 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 Figura 4 7: Collegamento trifase a triangolo 3 fili, con 2 TA e 2 TV Figura 4 8: Collegamento trifase a triangolo 3 fili, con 3 TA e 2 TV L1 L2 L3 L1 L2 L V1 V2 V3 VN V1 V2 V3 VN S1 S2 S1 S2 14 I1+ 15 I1 16 I2+ 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 S1 S2 S1 S2 S1 S2 14 I1+ 15 I1 16 I2+ 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 Per un collegamento dei TV a triangolo aperto con secondari 120 V composta, utilizzare il tipo di rete 30. Utilizzare il tipo di rete

22 Capitolo 4 - Cablaggio A3 Schemi di cablaggio 4/2004 Figura 4 9: Collegamento trifase a stella 4 fili, con 3 TA e 2 TV Figura 4 10: Collegamento trifase a stella 4 fili, con 3 TA e 2 TV (per tensione equilibrata) N L1 L2 L3 N L1 L2 L3 3 V1 4 V2 5 V3 6 VN 3 V1 4 V2 5 V3 6 VN S1 S2 S1 S2 S1 S2 14 I1+ 15 I1 16 I2+ 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 S1 S2 S1 S2 S1 S2 14 I1+ 15 I1 16 I2+ 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 Utilizzare il tipo di rete 40. Utilizzare il tipo di rete 42. Figura 4 11: Collegamento trifase a stella 4 fili, 3 TV e 2 TA (per tensioni equilibrate) Figura 4 12: Collegamento trifase equilibrato 4 fili con 3 TV e 1 TA N L1 L2 L3 N L1 L2 L V1 V2 V3 VN V1 V2 V3 VN S1 S2 S1 S2 14 I1+ 15 I1 16 I2+ 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 S1 S2 14 I1+ 15 I1 16 I2+ 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 Utilizzare il tipo di rete 40. Utilizzare il tipo di rete

23 A3 Capitolo 4 - Cablaggio 4/2004 Schemi di cablaggio Figura 4 13: Collegamento trifase equilibrato 3 fili con 1 TA e 2 TV Figura 4 14: Collegamento trifase equilibrato 4 fili con collegamento diretto dell ingresso tensione e 1 TA L1 L2 L3 N L1 L2 L3 S1 S1 14 I1+ 15 I1 S2 S2 16 I2+ 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 Utilizzare il tipo di rete 32. Utilizzare il tipo di rete V1 V2 V3 VN V1 V2 V3 VN 14 I1+ 15 I1 16 I2+ 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 Figura 4 15: Collegamento trifase equilibrato 3 fili con collegamento diretto dell ingresso tensione e 1 TA L1 L2 L V1 V2 V3 VN S1 S2 14 I1+ 15 I1 16 I2+ 17 I2 18 I3+ 19 I3 PM700 Utilizzare il tipo di rete

24 Capitolo 4 - Cablaggio A3 Schemi di cablaggio 4/2004 Figura 4 16: Alimentazione mediante collegamento diretto (tra fasi) L1 L2 L3 Figura 4 17: Alimentazione mediante collegamento diretto (fase-neutro) N L1 L2 L PM700 PM700 Tra fasi solo con tensione < % Vca max. Vedere Tabella 4-4, pagina 23. Figura 4 18: Alimentazione mediante collegamento diretto (alimentazione continua) Fase-neutro solo con tensione < % Vca max. Vedere Tabella 4-4, pagina 23. Figura 4 19: Collegamento ad un trasformatore di alimentazione (TA) N L1 L2 L PM700 PM700 Alimentazione continua 100 Vcc < V < 300 Vcc. Vedere Tabella 4-4, pagina 23. Trasformatore di alimentazione 120 o 240 Vca, secondario 50 Va max. Vedere Tabella 4-4, pagina Per evitare qualsiasi distorsione, utilizzare dei cavi paralleli per l alimentazione e gli ingressi di tensione. Posizionare il fusibile vicino all alimentazione. 2 Da utilizzare con reti 480Y/277 V e 208Y/120 V. 3 Per un collegamento dei TV a triangolo aperto con secondari 120 V composta, utilizzare il tipo di rete

25 A3 Capitolo 4 - Cablaggio 4/2004 Schemi di cablaggio Tabella 4 4: Consigli sulla protezione mediante fusibili Alimentazione Tensione alim. (V s ) Fusibile Calibro del fusibile Trasformatore di alimentazione V s 125 V FNM o MDL 250 ma Trasformatore di alimentazione 125 < V s 240 V FNQ o FNQ-R 250 ma Trasformatore di alimentazione 240 < V s 305 V FNQ o FNQ-R 250 ma Tensione settore V s 240 V FNQ-R 250 ma Tensione settore V s > 240 V FNQ-R 250 ma Tensione continua V s 300 V LP-CC 500 ma NOTE: Vedere da Figura 4 16 a Figura 4-19, pagina 22. La protezione contro le sovracorrenti deve essere posta il più vicino possibile all apparecchio. Se fosse necessario scegliere dei fusibili e degli interruttori automatici non riportati nella tabella, tenere in considerazione i seguenti criteri: La protezione contro le sovracorrenti deve essere calibrata come sopra indicato. La capacità di cortocircuito deve essere scelta in funzione della categoria dell installazione e della corrente nndi guasto. La protezione contro le sovracorrenti deve essere temporizzata. La calibratura di tensione deve dipendere dalla tensione applicata in ingresso. Se non è possibile utilizzare un fusibile a 0,25 A con la capacità di corrente di guasto richiesta, utilizzare un fusibile da cc0,5 A massimo. 23

26 Capitolo 4 - Cablaggio A3 Caratteristiche delle uscite ad impulsi (PM700P) 4/2004 Caratteristiche delle uscite ad impulsi (PM700P) Uscita statica ad impulsi Sono disponibili due uscite statiche KYZ, una per i kwh, l altra per i kvarh. Figura 4 1: Uscite statiche Uscita logica / uscita ad impulsi KY è un uscita statica ad impulsi di tensione nominale 240 Vca/cc max. Corrente di carico massima 100 ma a 25 C. A temperature superiori declassare di 0,56 ma per ogni C in più. Dispositivo di protezione contro le sovracorrenti (non fornito) 100 ma Carico ~ = Alimentazione* Vcc Vca KWH KVARH NOTA: il dispositivo di protezione 6 contro le sovracorrenti deve essere PM700P calibrato per la corrente di cortocircuito nel punto di connessione 100 ma Carico ~ = Alimentazione* Vcc Vca *La sorgente di alimentazione non deve essere un circuito a bassissima tensione di sicurezza. Le uscite ad impulsi non sono di tipo BTS. 24

27 A3 Capitolo 5 - Comunicazione (PM710) 4/2004 Capacità di comunicazione (PM710) CHAPTER 5 COMMUNICATIONS (PM710) Capacità di comunicazione (PM710) Tabella 5 1: Lunghezze dei collegamenti di comunicazioners-485 Velocità di trasmissione Lunghezze massime dei collegamenti di comunicazione da 1 a 32 apparecchi Piedi Metri NOTA: le lunghezze sono fornite a titolo indicativo e non possono essere garantite per gli apparecchi diversi dal POWERLOGIC. Per conoscere eventuali ulteriori limitazioni in lunghezza far riferimento alla documentazione dell apparecchio master. Collegamento in dorsale del Power Meter La porta slave RS-485 consente di inserire il Power Meter in un collegamento in dorsale con un massimo di 31 apparecchi a due fili. In questo manuale, il termine «collegamento di comunicazione» indica degli apparecchi collegati in dorsale con un cavo di comunicazione. Vedere Figura 5-1. Figura 5 1: PLSD Collegamento in dorsale degli apparecchi a due fili Belden 9841 o equivalente Terminatore MCT2W-485 sull ultimo apparecchio della dorsale + Inutilizzato Power Meter 710 o altri apparecchi a due fili compatibili POWERLOGIC Colori dei fili Belden 9841 : blu a banda bianca (+), bianco a banda blu ( ) e argento (schermatura) Se il Power Meter è il primo apparecchio della dorsale, collegarlo al master utilizzando un convertitore RS-232 RS-422/RS-485. Se il Power Meter è l ultimo apparecchio della dorsale, collegarlo al terminatore fornito. Vedere la Tabella 5 1 per conoscere le lunghezze massime dei collegamenti in dorsale per gli apparecchi a due fili. La tensione e la corrente del morsetto sono conformi alla norma delle comunicazioni EIA RS

28 Capitolo 5 - Comunicazione (PM710) A3 Collegamento in dorsale del Power Meter 4/

29 A3 Capitolo 6 - Funzionamento 4/2004 Funzionamento del display CHAPTER 6 FONCTIONNEMENT Funzionamento del display Il Power Meter è dotato di un grande display a cristalli liquidi retroilluminato su cui è possibile visualizzare cinque linee di dati oltre alle opzioni di menu su una sesta riga. La Figura 6-1 illustra i diversi componenti del Power Meter. Figura 6 1: Display del Power Meter A. Tipo di misura B. Titolo della videata C. Icona manutenzione D. Tasso di carico (%) E. Unità F. Visualizza altri elementi del menu G. Elemento del menu H. Indica l elemento del menu selezionato I. Pulsante J. Ritorna al livello di menu precedente K. Valori L. Fase L PLSD K J A B C I MAX DEMAND ! & {{{{{}}}}}} A {{{{{}}}}}} A {{{{{}}}}}} A N A 1; PHASE DMD MAX I H G % D E F 27

30 Capitolo 6 - Funzionamento A3 Presentazione del menu 4/2004 Funzionamento dei pulsanti Tabella 6 1: Simboli dei pulsanti Navigazione ---> Visualizza altri elementi di menu al livello attuale. 1; Torna al livello di menu precedente. ^ Modifica dei valori + Indica che l elemento di menu è selezionato e che non esistono livelli inferiori. Modifica i valori o fa scorrere le opzioni disponibili. Alla fine di una gamma di valori, premendo nuovamente il tasto+ si torna al primo valore o opzione. <- Permette di selezionare il numero successivo di una serie. OK Permette di raggiungere il campo modificabile successivo o di uscire dalla videata se è selezionato l ultimo campo modificabile. NOTA: Ogni volta che in questo manuale compare il termine «premere», premere brevemente il pulsante posto sotto l elemento di menu. Ad esempio se l indicazione è «Premere su FASE», occorre premere brevemente il pulsante sotto l elemento di menu FASE. Le modifiche vengono salvate in automatico. Presentazione del menu La Figura 6 2, pagina 29 indica gli elementi dei due primi livelli di menu del Power Meter. Il livello 1 contiene tutti gli elementi di menu disponibili sulla prima videata del Power Meter. Quando viene selezionato un elemento del livello 1, si passa ad un altra videata contenente gli elementi del livello 2. NOTA: il tasto ###: consente di far scorrere tutti gli elementi di un livello di menu. 28

31 A3 Capitolo 6 - Funzionamento 4/2004 Presentazione del menu Figura 6 2: Lista abbreviata degli elementi di menu del Power Meter CEI (lingua inglese) LIVELLO 1 LIVELLO 2 I PHASE DMD MAX U-V U V PQS PQS PHASE DMD E Ph Qh Sh PF F THD U V I MINMX MINMX I V PQS PF F THD V THD I TIMER RESET METER E DMD MINMX MODE TIMER PLSD SETUP DIAGN. METER DMD PASSW COM PULSE BARGR METER MAINT 29

32 Capitolo 6 - Funzionamento A3 Presentazione del menu 4/

33 A3 Capitolo 7 - Configurazione del Power Meter 4/2004 Configurazione del Power Meter CHAPTER 7 CONFIGURAZIONE DU POWER METER Configurazione del Power Meter Per configurare il Power Meter, procedere come segue : 1. Premere ###: finché a display viene visualizzato SETUP. 2. Premere SETUP. 3. Inserire il proprio codice di accesso o password. NOTA: il codice di accesso di default è Configurazione dei TA 1. Premere ###: finché a display viene visualizzato METER (misure). 2. Premere METER. 3. Premere CT (TA). 4. Inserire il rapporto di trasformazione primaria del TA (PRIM CT): da 1 a Premere OK. 6. Inserire il rapporto di trasformazione secondaria del TA (SECON. CT): 1 o Premere OK. 8. Premere 1; per tornare alla videata SETUP MODE (modo di configurazione). C T CT RATIO PRIM C T SECON. 1; <- + OK PLSD

34 Capitolo 7 - Configurazione del Power Meter A3 Configurazione del Power Meter 4/2004 Configurazione dei TV 1. Premere ###: finché a display viene visualizzato METER. 2. Premere METER. 3. Premere PT (TV). 4. Selezionare il valore SCALE (scala) : x1, x10, x100, NO PT (per un collegamento diretto). 5. Premere OK. 6. Inserire il valore del primario (PRIM). 7. Premere OK. 8. Inserire il valore del secondario (SEC). 9. Premere OK. 10. Premere 1; per tornare alla videata SETUP MODE. X PT RATIO 10 SCALE PRIM SEC. 1; <- + OK PLSD Configurazione della frequenza rete 1. Premere ###: finché a display viene visualizzato METER. 2. Premere METER. 3. Premere ###: finché a display viene visualizzato F (frequenza rete). 4. Premere F. 5. Selezionare la frequenza : 50 Hz o 60 Hz. 6. Premere OK. 7. Premere 1; per tornare alla videata SETUP MODE. SYSTEM Frequency Hz FREQ. 1; <- + OK & PLSD

35 A3 Capitolo 7 - Configurazione del Power Meter 4/2004 Configurazione del Power Meter Configurazione del tipo di rete 1. Premere ###: finché a display viene visualizzato METER. 2. Premere METER. 3. Premere ###: finché a display viene visualizzato SYS (tipo della rete). 4. Premere SYS. 5. Selezionare SYS (tipo di rete) : 10, 11, 12, 30, 31, 32, 40, 42, Premere OK. 7. Premere 1; per tornare alla videata SETUP MODE. 3-PHASE SYSTEM Wire CT PT SYS 1; <- + OK & PLSD Configurazione della corrente media 1. Premere ###: finché a display viene visualizzato DMD (valore medio). 2. Premere DMD. 3. Premere I (corrente). 4. Inserire l intervallo di calcolo della media in minuti (MIN) : da1 a Premere OK. 6. Premere 1; per tornare alla videata SETUP MODE. NOTA: il metodo di calcolo utilizzato è Termico. DEMAND MSEC MIN MSEC KVARH 1; <- + OK & PLSD

36 Capitolo 7 - Configurazione del Power Meter A3 Configurazione del Power Meter 4/2004 Configurazione del valore medio PQS 1. Premere ###: finché a display viene visualizzato DMD. 2. Premere DMD. 3. Premere PQS (potenza attiva, reattiva e apparente). 4. Inserire l intervallo in minuti nel campo MIN : da 0 a Inserire il numero di sottointervalli (SUB-I) : da 1 a Premere OK. 7. Premere 1; per tornare alla videata SETUP MODE. NOTA: il metodo di calcolo utilizzato per SUB-I è il seguente: 0 = intervallo scorrevole 1 = intervallo fisso >1 = intervallo rotatorio. (Il valore MIN deve essere divisibile per il valore SUB-I. Ad esempio, se il valore MIN è 15, SUB-I può essere 3, 5 o 15. Se si seleziona 3, si otterranno 3 intervalli da 5 minuti ciascuno.) I PQS DEMAND MSEC MIN SUB-i KVARH 1; <- + OK & PLSD

37 A3 Capitolo 7 - Configurazione del Power Meter 4/2004 Configurazione del Power Meter Configurazione dei codici di accesso 1. Premere ###: finché a display viene visualizzato PASSW (codice di accesso). 2. Premere PASSW. 3. Inserire il codice di accesso di configurazione (SETUP). 4. Premere OK. 5. Inserire il codice di accesso RESET (codice di accesso per reinizializzare il Power Meter). 6. Premere OK per tornare alla videata SETUP MODE. PASSWORD SETUP DIAG. SETUP RESET MIN.MX 1; <- + OK & PLSD Configurazione degli impulsi (PM700P) 1. Premere ###: finché a display viene visualizzato PULSE (impulso). 2. Premere PULSE. 3. Selezionare la durata degli impulsi kwh in millisecondi (MSEC) : 100, 300, 500 o Selezionare il peso dell impulso (kwh/p) : 0,1, 1, 10, 100, 1000 o Inserire il valore MSEC (durata d impulsi kvarh in millisecondi) : 100, 300, 500 o Inserire il valore kvarh (peso dell impulso) : 0,1, 1, 10, 100, 1000 o Premere OK per tornare alla videata SETUP MODE. PULSES SETUP MSEC KWH/P MSEC KVARH 1; <- + OK & PLSD

38 Capitolo 7 - Configurazione del Power Meter A3 Configurazione del Power Meter 4/2004 Configurazione della scala dell indicatore a barre 1. Premere ###: finché a display viene visualizzato BARGR (bargraph). 2. Premere BARGR. 3. Inserire il valore %CT (percentuale del primario del TA che deve essere pari a 100 sul bargraph). 4. Premere OK. 5. Premere 1; per tornare alla videata SETUP MODE. BARGRAPH SCALE ADDR CT A mbus 1; <- + OK % PLSD Configurazione della comunicazione (PM710) 1. Premere ###: finché a display viene visualizzato COM (comunicazione). 2. Premere COM. 3. Inserire il valore ADDR (indirizzo del Power Meter) : da 1 a Premere OK. 5. Selezionare il valore BAUD (velocità di trasmissione) : 2400, 4800, 9600 o Premere OK. 7. Selezionare la parità : EVEN, ODD o NONE (pari, dispari o nessuna). 8. Premere OK per tornare alla videata SETUP MODE. COM SETUP none ADDR baud Par mbus 1; <- + OK PLSD

39 A3 Capitolo 7 - Configurazione del Power Meter 4/2004 Diagnostica del Power Meter Selezione del modo di funzionamento 1. Nella videata SUMMARY (riassunto), premere ###: finché a display viene visualizzato RESET (reinizializzazione). 2. Premere RESET. 3. Inserire il codice di accesso per la reinizializzazione (00000 di default). 4. Premere OK. 5. Premere ###: finché a display viene visualizzato MODE. 6. Premere MODE. 7. Premere IEEE o IEC (CEI). 8. Premere 1; per tornare alla videata RESET MODE. 9. Premere 1; per tornare alla videata SUMMARY. SELECT MODE 1; IEEE IEC PLSD Diagnostica del Power Meter Visualizzazione delle informazioni sul Power Meter 1. Nella videata SUMMARY, premere ###: finché a display viene visualizzato DIAGN (diagnostica). 2. Premere DIAGN. 3. Premere METER (informazioni sull apparecchio di misura). 4. Visualizzare le informazioni del Power Meter (modello, versione del sistema operativo del software installato, versione del sistema di reinizializzazione del software installato, numero di serie del Power Meter). 5. Premere 1; per tornare alla videata SUMMARY (riassuntiva). P M METER INFO ; METER MAINT ^ & MODEL 0.5. R.S. S.N. PLSD

40 Capitolo 7 - Configurazione del Power Meter A3 Reinizializzazione del Power Meter 4/2004 Verifica dello stato di funzionamento 1. Premere ###: finché a display viene visualizzato DIAGN. 2. Premere DIAGN. 3. Premere MAINT (manutenzione). 4. Visualizzare lo stato di funzionamento. 5. Premere 1; per tornare alla videata SUMMARY. NOTA: l icona di manutenzione e il codice dello stato di funzionamento vengono visualizzati quando si verifica un problema di funzionamento. HEALTH STATUS & OK 1; METER MAINT MAINT PLSD Reinizializzazione del Power Meter Ripristino dei parametri di default del Power Meter 1. Nella videata SUMMARY, premere ###: finché a display viene visualizzato RESET. 2. Premere RESET. 3. Inserire il codice di accesso per la reinizializzazione (00000 di default). 4. Premere OK. 5. Premere ###: finché a display viene visualizzato METER. 6. Premere METER. 7. Premere YES (si) o NO (no). 8. Premere 1; per tornare alla videata SUMMARY. No INIT METER? Yes PLSD

41 A3 Capitolo 8 - Manutenzione e riparazione 4/2004 Introduzione CHAPTER 8 MAINTENANCE ET DÉPANNAGE Introduzione Il Power Meter non contiene pezzi riparabili dall utente. Se fosse necessario riparare un pezzo del Power Meter, contattare il rappresentante commerciale di zona. Non aprire il Power Meter. In caso di apertura dell apparecchio si perderebbe la validità della garanzia. Supporto tecnico Nell imballo del Power Meter sono indicate le coordinate del supporto tecnico con i numeri di telefono dei centri di assistenza di ogni paese. Riparazione La Tabella 8 1 descrive gli eventuali problemi riscontrabili con le possibili cause oltre alle verifiche che possono essere effettuate e alle possibili soluzioni di ogni caso. Se, dopo aver consultato accuratamente la tabella il problema non viene risolto, consigliamo di contattare il vostro referente commerciale Square D/Schneider Electric per ottenere assistenza. RISCHI DI ELETTROCUZIONE, DI ESPLOSIONE O DI ARCO ELETTRICO Le operazioni di installazione e manutenzione di questo apparecchio devono essere effettuate soltanto da un elettricista qualificato. Prima di lavorare sull apparecchio o al suo interno scollegare tutte le alimentazioni. Utilizzare sempre un dispositivo di rilevamento tensione nominale adeguato per verificare che l alimentazione sia effettivamente scollegata. Disporre di un apparecchio di protezione personale adatto e rispettare le vigenti norme in materia di sicurezza elettrica. Vedere NFPA 70E per gli Stati Uniti. Ispezionare attentamente l area di lavoro per verificare che nessun utensile o strumento sia stato lasciato all interno dell apparecchio. Effettuare con prudenza le operazioni di disinstallazione o di posa dei pannelli e controllare in modo particolare che questi ultimi non tocchino le barre sotto tensione evitare di maneggiare i pannelli per ridurre al minimo i rischi di ferite. Il mancato rispetto di queste istruzioni causerà ferite gravi o la morte. 39

42 Capitolo 8 - Manutenzione e riparazione A3 Riparazione 4/2004 Tabella 8 1: Riparazione Problema eventuale Possibile causa Possibile soluzione Il display del Power Meter visualizza l icona di manutenzione. Il display non visualizza nulla dopo aver alimentato il Power Meter. I dati visualizzati non sono esatti o non corrispondono ai dati attesi. La visualizzazione dell icona di manutenzione indica un potenziale problema a livello dell hardware o del software installato sul Power Meter. Il Power Meter non riceve l alimentazione necessaria. Valori di configurazione non corretti. Ingressi di tensione non corretti. Il Power Meter non è collegato correttamente. Quando l icona di manutenzione è accesa, selezionare DIAGNOSTIC > MAINTENANCE. Verranno visualizzati dei messaggi di errore con l indicazione del motivo che ha provocato l accensione dell icona. Prendere nota dei messaggi di errore e chiamare il supporto tecnico o contattare il proprio rappresentante commerciale locale per ricevere assistenza. Verificare che i morsetti di fase (L) e di neutro (N) (rispettivamente 25 e 27) del Power Meter ricevano l alimentazione necessaria. Verificare che la spia LED lampeggi. Verificare il fusibile. Assicurarsi che i valori inseriti per i parametri di configurazione del Power Meter (valori di TA e di TV, tipo di rete, frequenza nominale, ecc.) siano corretti. Vedere le istruzioni del capitolo Configurazione del Power Meter, pagina 31. Verificare i morsetti di ingresso tensione del Power Meter per assicurarsi che le tensioni d ingresso siano adeguate. Verificare che tutti i TA e TV siano collegati correttamente (con la polarità adeguata) e che siano sotto tensione. Verificare i blocchi di messa in cortocircuito. Vedere Schemi di cablaggio, pagina 18. Effettuare un controllo di cablaggio dal display del Power Meter. 40

43 A3 Capitolo 8 - Manutenzione e riparazione 4/2004 Riparazione Tabella 8 1: Riparazione Impossibile comunicare con il Power Meter da un PC in remoto. L indirizzo del Power Meter non è corretto. La velocità di trasmissione del Power Meter non è corretta. I collegamenti di comunicazione non sono effettuati correttamente. I collegamenti di comunicazione non sono terminati correttamente. L indirizzamento del Power Meter non è corretto. Verificare che l indirizzo del Power Meter sia corretto. Vedere le istruzioni del capitolo Configurazione della comunicazione (PM710) pagina 36. Verificare che la velocità di trasmissione del Power Meter sia conforme a quella di tutti gli altri apparecchi collegati al collegamento di comunicazione. Vedere le istruzioni del capitolo Configurazione della comunicazione (PM710) pagina 36. Verificare i collegamenti del collegamento di comunicazione del Power Meter. Vedere le istruzioni del capitolo Comunicazione. Assicurarsi che un componente di terminazione di comunicazione multipunto sia installato correttamente. Vedere le istruzioni della Figura 5-1, pagina 25. Verificare l indirizzamento. Consultare l aiuto in linea di SMS per qualsiasi informazione supplementare sulla definizione degli indirizzamenti. 41

44 Capitolo 8 - Manutenzione e riparazione A3 Riparazione 4/

45 A3 Allegato A - Specifiche 4/2004 Caratteristiche generali del Power Meter ANNEXE A SPÉCIFICATIONS Caratteristiche generali del Power Meter Tabella A 1: Caratteristiche generali Caratteristiche elettriche Tipo di misura Valori efficaci reali fino alla 15a armonica sulla rete CA trifase (3P, 3P + N) 32 campioni/periodo Precisione delle misure Corrente e tensione 0,5 % della misura dal 20 % al 120 % della nominale Potenza 1 % Frequenza ±0,01 Hz da 45 a 65 Hz Energia attiva CEI Classe 1 Energia reattiva CEI Classe 2 Frequenza di aggiornamento dei dati 1 s Tensione d ingresso Tensione misurata Da 10 a 480 V CA (connessione diretta L-L) Da 10 a 277 V CA (connessione diretta L-N) Da 0 a 1,6 MV CA (con TV esterno) Campo di misura 1,2 Un Impedenza 2 MΩ (L-L) / 1 MΩ (L-N) Gamma di frequenza Da 45 a 65 Hz Corrente d ingresso Caratteristiche Primaria Regolabile da 5 A a A nominali TA Secondaria 5 A, corrente di avviamento10 ma Gamma d ingresso delle misure DA 0 a 6 A Sovraccarico ammesso 10 A continua 50 A per 10 secondi all ora 120 A per 1 secondo all ora Impedenza < 0,1 2 Ω Carico < 0,15 VA Alimentazione CA Da 115 a 415 ±10 % V CA, 5 VA ; da 50 a 60 Hz CC Da 125 a 250 ±20 % V CC, 3W Durata massima micro-interruzione 100 ms a 120 V CA 43

46 Allegato A - Specifiche A3 Caratteristiche generali del Power Meter 4/2004 Tabella A 1: Caratteristiche generali Uscita Uscita ad impulsi (PM700P) Uscita statica 240 ±10 % V CA, 100 ma 25 C (declassemento 0,56 ma per C oltre i 25 C), isolamento 2,41 kv efficace, resistenza allo stato passante di ma Caratteristiche meccaniche Peso 0,37 kg Classe di protezione IP (CEI 60529) Display IP52 altri lati dell apparecchio IP30 Dimensioni 96 x 96 x 88 mm (con display) 96 x 96 x 50 mm (dietro la superficie di montaggio) Caratteristiche generali Temperatura Contatore Da -0 C a +60 C di funzionamento Display Da -10 C a +50 C Temperatura di immagazzinaggio Contatore e display Da -40 C a +85 C Umidità Umidità relativa dal 5 al 95 % a 50 C (senza condensa) Grado di inquinamento 2 Categoria di misura (ingressi di tensione e alimentazione) CAT III, per le reti di distribuzione fino a 277 V L-N / 480 V CA L-L Resistenza dielettrica Conforme alle norme EN61010, UL508 Display del pannello anteriore a doppio isolamento Altitudine 3000 m Compatibilità elettromagnetica Scariche elettrostatiche Livello III (CEI ) Resistenza ai campi di irradiamento Livello III (CEI ) Immunità alle scariche di transitori rapidi Livello III (CEI ) Immunità agli impulsi Livello III (CEI ) Immunità indotta Livello III (CEI ) Resistenza ai campi magnetici Livello III (CEI ) Immunità alle creste di tensione Livello III (CEI ) Emissioni mediante conduzione e irraggiamento Ambiente commerciale CE /FCC parte 15 classe B EN55011 Armoniche CEI Flicker CEI

47 A3 Allegato A - Specifiche 4/2004 Caratteristiche generali del Power Meter Tabella A 1: Caratteristiche generali Sicurezza Europa CE, conforme alla norma CEI Stati-Uniti e Canada UL508 Comunicazioni Porta RS485 (PM710) 2 fili, fino a baud, Modbus RTU Caratteristiche del software installato (firmware) Minimo/massimo Valori minimi e massimi peggiori per le tre fasi con indicazione di fase per le tensioni, le correnti e la distorsione armonica totale ; valori minimi e massimi per il fattore di potenza, la potenza (P, Q, S) e la frequenza Upgrade del software installato Upgrade attraverso la porta di comunicazione Caratteristiche del display Dimensioni 73 x 69 mm Display a cristalli liquidi retroilluminato (6 linee in totale, 4 valori simultanei) 45

48 Allegato A - Specifiche A3 Caratteristiche generali del Power Meter 4/

49 A3 Allegato B - Glossario 4/2004 Glossario ANNEXE B GLOSSAIRE Glossario circuito a bassissima tensione di sicurezza: circuito che deve sempre trovarsi al di sotto di un livello di tensione pericoloso. collegamento di comunicazione : catena di apparecchi collegati con un cavo di comunicazione ad una porta di comunicazione. correnti di fase (efficaci) : misura in Ampere della corrente efficace per ciascuna delle tre fasi del circuito. Vedere anche valore massimo. distorsione armonica totale (THD o thd) : indica il grado di distorsione del segnale di tensione o di corrente in un circuito. energia accumulata: energia accumulata totale sia con segno che senza segno (assoluto). Con segno viene presa in considerazione la direzione della potenza e l energia accumulata può fluttuare verso l alto come verso il basso. In modo assoluto, l energia si accumula positivamente qualunque sia la direzione della potenza. evento : comparsa di una condizione di allarme, quale minima-tensione Fase A, configurata nel Power Meter. fattore di potenza (FP) : il fattore di potenza reale è il rapporto tra la potenza attiva dei componenti fondamentali della tensione e della corrente e la loro potenza apparente, tenendo in considerazione le armoniche della potenza attiva e della potenza apparente. Il calcolo si effettua dividendo il numero di Watt per il numero di Voltampere. Il fattore di potenza è la differenza tra la potenza totale fornita dal vostro distributore di energia e la parte della potenza totale che può essere trasformata in lavoro. Il fattore di potenza descrive l ampiezza dello sfasamento della tensione e della corrente di un carico. fattore di potenza reale : vedere fattore di potenza. fattore di potenza totale : vedere fattore di potenza. fattore di scala : moltiplicatori utilizzati dal Power Meter per scrivere le grandezze nel registro ove è memorizzata l informazione. frequenza : numero di cicli al secondo. indirizzo di un apparecchio: è il riferimento del Power Meter per il sistema di supervisione o controllo dell energia. intero breve : intero con segno su 16 bit (vedere Allegato C - Lista dei Registri, pagina 53). intero lungo senza segno : intero senza segno su 32 bit rinviato da un registro (vedere Allegato C - Lista dei Registri, pagina 53). I 16 bit di peso forte si trovano nel registro inferiore di una coppia di registri. Ad esempio, nella coppia di registri 4010 e 4011, il registro 4010 contiene i 16 bit di peso forte; il registro 4011 contiene i 16 bit di peso debole. 47

50 Allegato B - Glossario A3 Glossario 4/2004 intero senza segno : intero senza segno su 16 bit (vedere Allegato C - Lista dei Registri, pagina 53). intervallo fisso : intervallo di calcolo della media tra 1 e 60 minuti (con incrementi di un minuto). Il Power Meter calcola e aggiorna la media alla fine di ogni intervallo. intervallo rotatorio : intervallo e sotto-intervallo selezionato che il Power Meter utilizza per il calcolo dei valori medi. Quest ultimo deve essere una frazione intera dell intervallo. Il valore medio viene aggiornato ad ogni intervallo. Il Power Meter visualizza il valore medio calcolato nel corso dell ultimo intervallo effettuato. intervallo scorrevole : intervallo di calcolo della media tra 1 e 60 minuti (con incrementi di un minuto). Se l intervallo è compreso tra 1 e 15 minuti, il calcolo del valore medio verrà aggiornato ogni 15 secondi. Se l intervallo è compreso tra 16 e 60 minuti, il calcolo del valore medio verrà aggiornato ogni 60 secondi. Il Power Meter visualizza il valore medio per l ultimo intervallo trascorso. massima corrente media : corrente media più elevata misurata in Ampere dopo l ultima reinizializzazione del valore medio. massima potenza attiva media : potenza attiva media più elevata misurata dall ultima reinizializzazione del valore medio. massima tensione media : tensione media più elevata misurata dall ultima reinizializzazione della tensione media. massimo valore medio : valore medio più elevato misurato dall ultima reinizializzazione del massimo valore medio. nominale : tipico o medio. parità : caratteristica dei numeri binari trasmessi dal collegamento di comunicazione. (Un bit supplementare viene aggiunto perché il numero di 1 nel numero binario sia pari o dispari, in base alla propria configurazione.) Consente il rilevamento di errori nelle trasmissioni di dati. potenza attiva : calcolo della potenza attiva (per 3 fasi in totale e per fase) per ottenere dei Kilowatt. senso di rotazione delle fasi : rinvio alla sequenza in cui i valori istantanei delle tensioni o correnti della rete raggiungono i loro massimi valori positivi. Sono possibili due sensi di rotazione delle fasi : o SMS : vedere System Manager Software. software installato (firmware) : sistema operativo del Power Meter. System Manager Software (SMS) : software progettato da POWERLOGIC per la valutazione dei dati di supervisione e di controllo dell alimentazione. tensioni concatenate : misura delle tensioni concatenate RMS (efficaci) di un circuito. tensioni di fase : misura delle tensioni efficaci di fase di un circuito trifase. 48

Moduli di misura per corrente 0...25 ma per corrente 4...20 ma

Moduli di misura per corrente 0...25 ma per corrente 4...20 ma s Agosto 1996 8 129 UNIGYR Moduli di misura per corrente 0...25 ma per corrente 4...20 ma PTM1. 2I25/020 Scala 1 : 2 Moduli di misura per il P-bus per due ingressi indipendenti (modulo doppio) in due versioni

Dettagli

Guida di installazione

Guida di installazione Il braccio destro per il business. Guida di installazione Il termine Wi-Fi è un marchio registrato della Wi-Fi Alliance. Complimenti per aver acquistato il servizio Wi-Fi Space di Impresa Semplice. Di

Dettagli

TESTER PER CAVI Modello: KT-200 MANUALE D USO

TESTER PER CAVI Modello: KT-200 MANUALE D USO TESTER PER CAVI Modello: KT-200 MANUALE D USO Grazie per avere preferito il nostro prodotto, per un corretto utilizzo dello stesso vi raccomandiamo di leggere attentamente il presente manuale. ATTENZIONE

Dettagli

Gestione Energia Analizzatore di rete trifase Modello WM14-96 Versione base

Gestione Energia Analizzatore di rete trifase Modello WM14-96 Versione base Gestione Energia Analizzatore di rete trifase Modello WM-96 Versione base Doppia uscita impulsi a richiesta Allarmi V, An (solo visivi) Ingressi di misura isolati galvanicamente Descrizione prodotto Analizzatore

Dettagli

La certificazione di qualità del contatore

La certificazione di qualità del contatore La certificazione di qualità del contatore Il contatore elettronico ha superato tutte le prove di qualità e sicurezza previste dalla normativa vigente ed è conforme alle Direttive Comunitarie applicabili.

Dettagli

KEYSTONE. OM2 - EPI 2 Attuatore elettrico a quarto di giro: batteria di emergenza al litio (9V) Manuale di istruzione.

KEYSTONE. OM2 - EPI 2 Attuatore elettrico a quarto di giro: batteria di emergenza al litio (9V) Manuale di istruzione. KEYSTONE Indice 1 Modulo Opzionale 2: batteria di emergenza al litio (9V) 1 1.1 Funzione del modulo Batteria di emergenza al litio 1.2 Costruttore 2 Installazione 2 3 Schema elettrico della scheda OM2

Dettagli

Siemens S.p.A Apparecchi di controllo SENTRON. Aggiornamento Catalogo SENTRON 02/2012

Siemens S.p.A Apparecchi di controllo SENTRON. Aggiornamento Catalogo SENTRON 02/2012 Siemens S.p.A. 2012 Apparecchi di controllo SENTRON 1 Caratteristiche generali L accensione contemporanea di più elettrodomestici e il conseguente sovraccarico di potenza, possono causare il distacco del

Dettagli

MID. Gestione Energia Contatore di energia Modello EM33 DIN. Descrizione prodotto. Come ordinare EM33 DIN AV3 3 X XS PF.

MID. Gestione Energia Contatore di energia Modello EM33 DIN. Descrizione prodotto. Come ordinare EM33 DIN AV3 3 X XS PF. Gestione Energia Contatore di energia Modello EM33 DIN Funzione "Easy connections Certificato secondo la direttiva MID (solo opzione PF): vedere sotto Come ordinare Altre versioni disponibili (non certificato,

Dettagli

Procedura operativa per la gestione della funzione di formazione classi prime

Procedura operativa per la gestione della funzione di formazione classi prime Procedura operativa per la gestione della funzione di formazione classi prime Questa funzione viene fornita allo scopo di effettuare la formazione delle classi prime nel rispetto dei parametri indicati

Dettagli

Contatore di energia bidirezionale, trifase per misurazione a trasformatore di corrente con uscita S0

Contatore di energia bidirezionale, trifase per misurazione a trasformatore di corrente con uscita S0 Informazioni tecniche www.sbc-support.com Contatore di energia bidirezionale, trifase per misurazione a trasformatore di corrente con uscita S0 Contatore di energia bidirezionale con interfaccia S0. L

Dettagli

Uso del pannello operatore

Uso del pannello operatore Questa sezione fornisce informazioni sul pannello operatore della stampante, sulla modifica delle impostazioni e sui menu del pannello operatore. È possibile modificare la maggior parte delle impostazioni

Dettagli

Manuale Utente CMMG Corso Medici Medicina Generale

Manuale Utente CMMG Corso Medici Medicina Generale CMMG- Manuale Utente CMMG Aprile 2014 Versione 1.1 Manuale Utente CMMG Corso Medici Medicina Generale CMMG-Manuale Utente.doc Pagina 1 di 14 CMMG- Manuale Utente AGGIORNAMENTI DELLE VERSIONI Versione Data

Dettagli

INFODIAG STRUMENTI DI DIAGNOSI

INFODIAG STRUMENTI DI DIAGNOSI CITROËN INFODIAG STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA PROXIA CD 29 DIREZIONE POST- VENDITA DOCUMENTAZIONE TECNICA FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITROËN - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI

Dettagli

Centrale M-Bus. Impiego. Funzioni. Maggio 1996

Centrale M-Bus. Impiego. Funzioni. Maggio 1996 s Maggio 1996 5 362 Centrale M-Bus OZW10 Centrale per la concentrazione dei dati dei misuratori. I dati vengono memorizzati in modo imperdibile per la lettura diretta e/o a posteriore tramite la scheda

Dettagli

GUIDA AL COLLEGAMENTO DEL MODEM ALICE GATE 2 Plus Wi-Fi CON SONY PLAYSTATION 3

GUIDA AL COLLEGAMENTO DEL MODEM ALICE GATE 2 Plus Wi-Fi CON SONY PLAYSTATION 3 GUIDA AL COLLEGAMENTO DEL MODEM ALICE GATE 2 Plus Wi-Fi CON SONY PLAYSTATION 3 1. Step 1 - Scelta della modalità di collegamento desiderata Il sistema Playstation3 può essere collegato al modem Alice tramite

Dettagli

Guida all installazione

Guida all installazione Guida all installazione DSL37242440_guida V-MOS.indd 1 02/12/14 09:52 INTRODUZIONE Questa guida descrive le azioni utili per la rapida e autonoma installazione del Modem e il collegamento del tuo computer

Dettagli

Guida rapida. Versione 9.0. Moving expertise - not people

Guida rapida. Versione 9.0. Moving expertise - not people Guida rapida Versione 9.0 Moving expertise - not people Copyright 2006 Danware Data A/S. Parti utilizzate da terzi con licenza. Tutti i diritti riservati Revisione documento: 2006080 Inviare commenti a:

Dettagli

!!!"! ARTECO MOTION TECH SpA - Via Mengolina, 22 48018 Faenza (RA) Italy Tel. +39 0546 645777 Fax +39 0546 645750 info@arteco.it - www.arteco-cnc.

!!!! ARTECO MOTION TECH SpA - Via Mengolina, 22 48018 Faenza (RA) Italy Tel. +39 0546 645777 Fax +39 0546 645750 info@arteco.it - www.arteco-cnc. !!!"! #$% &'() (*+,$---'() *))) # Copyright Arteco Motion Tech S.p.A. 2003 Le informazioni contenute in questo manuale sono di proprietà della Arteco Motion Tech SpA e non possono essere riprodotte né

Dettagli

Manuale d istruzioni per uso Alimentatore di rete a sicurezza intrinseca

Manuale d istruzioni per uso Alimentatore di rete a sicurezza intrinseca KERN & Sohn GmbH Ziegelei 1 D-72336 Balingen E-mail: info@kern-sohn.com Telefon: +49-[0]7433-9933-0 Fax: +49-[0]7433-9933-149 Internet: www.kern-sohn.com Manuale d istruzioni per uso Alimentatore di rete

Dettagli

Gestione Energia. Analizzatore di potenza. Modello WM14-96 Profibus DP. Descrizione prodotto. Come ordinare WM14-96 AV5 3 H DGX.

Gestione Energia. Analizzatore di potenza. Modello WM14-96 Profibus DP. Descrizione prodotto. Come ordinare WM14-96 AV5 3 H DGX. Gestione Energia Analizzatore di potenza Modello WM14-96 Profibus DP Grado di protezione frontale: IP65 Dimensioni frontali: 96x96mm Classe 1 (energia attiva) Classe 2 (energia reattiva) Precisione ±0,5

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso. Regolatore di carica MPPT TRACER 2210RN 2215RN con crepuscolare e timer

Manuale d uso. Manuale d uso. Regolatore di carica MPPT TRACER 2210RN 2215RN con crepuscolare e timer Manuale d uso Manuale d uso Regolatore di carica MPPT TRACER 2210RN 2215RN con crepuscolare e timer Regolatore di carica MPPT TRACER 2210RN 2215RN con crepuscolare e timer Per abitazioni, baite, camper,

Dettagli

TRIMOD 8, 10, 16, 20, 30

TRIMOD 8, 10, 16, 20, 30 TRIMOD 8, 10, 16, 20, 30 L estrema versatilità dell ups TRIMOD gli consente di adeguarsi a qualsiasi tipologia di impianto, infatti grazie alla possibilità di programmare singolarmente il modulo base,

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE DVR H264 4ch 8ch AITDVAX440H - AITDVAX840H GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE 1.1. Contenuto dell imballo DVR CD Telecomando Guida rapida all installazione Cavo di alimentazione Adattatore Viti Batterie Nota:

Dettagli

Serie 7E - Contatore di energia. Caratteristiche PTB 1 7E.12.8.230.0002 7E.13.8.230.0000 7E.16.8.230.0000

Serie 7E - Contatore di energia. Caratteristiche PTB 1 7E.12.8.230.0002 7E.13.8.230.0000 7E.16.8.230.0000 Caratteristiche 7E.12.8.230.0002 7E.13.8.230.0000 7E.16.8.230.0000 Contatore di energia - monofase Tipo 7E.12 10(25) - larghezza 2 moduli Tipo 7E.13 5(32) - larghezza 1 modulo Tipo 7E.16 10(65) - larghezza

Dettagli

MANUALE UTENTE RIO-42

MANUALE UTENTE RIO-42 MANUALE UTENTE RIO-42 Dispositivo generico di Telecontrollo con 4 ingressi e 2 uscite. Manuale Utente RIO-42 Rev.0 SOMMARIO PRESENTAZIONE... 3 Caratteristiche generali (TODO)... 3 Caratteristiche tecniche...

Dettagli

Importazione dati. e/fiscali Spesometro - Rel. 04.05.01. con gestionale e/satto. Gestionale e/satto

Importazione dati. e/fiscali Spesometro - Rel. 04.05.01. con gestionale e/satto. Gestionale e/satto e/fiscali Spesometro - Rel. 04.05.01 Importazione dati con gestionale e/satto 06118930012 Tribunale di Torino 2044/91 C.C.I.A.A. 761816 - www.eurosoftware.it Pagina 1 ATTENZIONE. Per poter procedere con

Dettagli

DOCUMENTAZIONE WEB RAIN - ACCESSO CLIENTI

DOCUMENTAZIONE WEB RAIN - ACCESSO CLIENTI DOCUMENTAZIONE WEB RAIN - ACCESSO CLIENTI L accesso alle informazioni sullo stato degli ordini di vendita del sistema informativo della società RAIN avviene attraverso il sito internet della società stessa

Dettagli

Pag. 13-2 Pag. 13-6. Pag. 13-7

Pag. 13-2 Pag. 13-6. Pag. 13-7 Pag. -2 Pag. -6 INTERRUTTORI MAGNETOTERMICI FINO A 63A Versioni: 1P, 1P+N, 2P, 3P, 4P. Corrente nominale In: 1 63A. Potere di interruzione nominale Icn: 10kA (6kA per 1P+N). Curva di intervento: tipo B,

Dettagli

TL-W5MD1*1 TL-W 5MD2*1

TL-W5MD1*1 TL-W 5MD2*1 Sensori di prossimità induttivi piatti Superficie di rilevamento laterale e frontale. IP67. Modelli in c.c. a e a fili. Modelli disponibili Modelli in c.c. a fili Aspetto Distanza di rilevamento n schermato

Dettagli

Energi Savr NodeT. Figura in dimensioni reali. Esempio di sistema. SPECIFICHE Pagina Codici modelli: Nome progetto: Numero del progetto:

Energi Savr NodeT. Figura in dimensioni reali. Esempio di sistema. SPECIFICHE Pagina Codici modelli: Nome progetto: Numero del progetto: Energi Energi M L interfaccia è progettata per l uso con le unità Energi. È compatibile con tutti i prodotti della famiglia Energi (codici dei modelli che iniziano con QSN e QSNE-), e funziona con un applicazione

Dettagli

COMPONENTI PER L ELETTRONICA INDUSTRIALE E IL CONTROLLO DI PROCESSO. Moduli di acquisizione e controllo, unità intelligenti SERIE DAT9000

COMPONENTI PER L ELETTRONICA INDUSTRIALE E IL CONTROLLO DI PROCESSO. Moduli di acquisizione e controllo, unità intelligenti SERIE DAT9000 COMPONENTI PER L ELETTRONICA INDUSTRIALE E IL CONTROLLO DI PROCESSO Moduli di acquisizione e controllo, unità intelligenti Le unità intelligenti della serie DAT9000, sono state ideate da DATEXEL per offrire

Dettagli

BUDVR4PLUS - BUDVR16PLUS

BUDVR4PLUS - BUDVR16PLUS BUDVR4PLUS - BUDVR16PLUS 1. GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Installazione degli HARDDISK Questi due modelli di DVR non vengono forniti con l Hard Disk installato. La dimensione massima dello spazio del

Dettagli

Contatori di Energia. I modelli proposti. EM30C pag 38. CEM-C10 pag 34. CEM-C30 pag 36. CEM-C20 pag 35. EMS30C pag 38.

Contatori di Energia. I modelli proposti. EM30C pag 38. CEM-C10 pag 34. CEM-C30 pag 36. CEM-C20 pag 35. EMS30C pag 38. I modelli proposti Contatori di Energia CEM-C10 pag 34 pag 3 CEM-C30 pag 36 EM30C pag 38 EMS30C pag 38 MK30DC pag 39 Conforme e Marcato MID ver /MID* ver /MID* ver /MID* Misure in Vero Valore Efficace

Dettagli

Antenna Da Interno Amplificata DVB-T SRT ANT 12

Antenna Da Interno Amplificata DVB-T SRT ANT 12 Antenna Da Interno Amplificata DVB-T SRT ANT 12 Istruzioni d uso 1.0 Introduzione Gentile Cliente La ringraziamo per aver acquistato l antenna DVB-T STRONG SRT ANT 12. L antenna è stata sviluppata per

Dettagli

Fupact 2012-2013. Catalogo. Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili da 32 a 800 A

Fupact 2012-2013. Catalogo. Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili da 32 a 800 A Fupact Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili da 32 a 800 A Catalogo 2012-2013 TM Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili Un nuovo approccio alla protezione elettrica Fupact INF da 32

Dettagli

INFORMAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO DEL DISTRIBUTORE DI ENERGIA ELETTRICA PER INVERTER POWER-ONE CENTRALIZZATI

INFORMAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO DEL DISTRIBUTORE DI ENERGIA ELETTRICA PER INVERTER POWER-ONE CENTRALIZZATI INFORMAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO DEL DISTRIBUTORE DI ENERGIA ELETTRICA PER INVERTER POWER-ONE CENTRALIZZATI Data 2012/08/08 Prima revisione. Note INDICE 1. Scopo

Dettagli

INSTALLAZIONE HARDWARE IDP106C Ver. 1.3 BLUE DIMMER INSTALLAZIONE HARDWARE

INSTALLAZIONE HARDWARE IDP106C Ver. 1.3 BLUE DIMMER INSTALLAZIONE HARDWARE INSTALLAZIONE HARDWARE IDP106C Ver. 1.3 BLUE DIMMER INSTALLAZIONE HARDWARE Di seguito vengono forniti gli elementi di base per l installazione e l utilizzo del modulo BLUE DIMMER (modello IDP106C). Il

Dettagli

Elenco e situazione delle norme CEI 81 aggiornato 2014

Elenco e situazione delle norme CEI 81 aggiornato 2014 Elenco e situazione delle norme CEI 81 aggiornato 2014 30.01.2013 / 8028_I_1 Normativa per la protezione da fulminazione IEC CLC CEI (2010 2013) IEC 62305 II a edizione 12-2010 CLC EN 62305-1, -3 e -4

Dettagli

Dell Latitude 2110. Informazioni sui messaggi di Avvertenza AVVERTENZA: Un messaggio di AVVISO indica un rischio di

Dell Latitude 2110. Informazioni sui messaggi di Avvertenza AVVERTENZA: Un messaggio di AVVISO indica un rischio di Dell Latitude 2110 Informazioni sull'installazione e sulle funzionalità Informazioni sui messaggi di Avvertenza AVVERTENZA: Un messaggio di AVVISO indica un rischio di danni alla proprietà, lesioni personali

Dettagli

EFA Automazione S.r.l. SB3Conf Help V1.00 (01 ITA).doc pag. 1 / 10

EFA Automazione S.r.l. SB3Conf Help V1.00 (01 ITA).doc pag. 1 / 10 EFA Automazione S.r.l. SB3Conf Help V1.00 (01 ITA).doc pag. 1 / 10 SOMMARIO Requisiti software pag. 2 Istruzioni per l installazione pag. 2 Avvio del Configuratore pag. 2 Creazione di un nuovo progetto

Dettagli

MANUALE UTENTE EGS16 EGS24 PEGS8 PEGS16

MANUALE UTENTE EGS16 EGS24 PEGS8 PEGS16 MANUALE UTENTE EGS16 EGS24 PEGS8 PEGS16 INDICE 1 Introduzione Contenuto della confezione Caratteristiche principali Pannello frontale Pannello posteriore 2 Istruzioni di sicurezza Preparazione prima dell

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO NDA LIRA DIGITAL Interfaccia digitale di un inverter trifase per New Decors Art Srl

SCHEDA PRODOTTO NDA LIRA DIGITAL Interfaccia digitale di un inverter trifase per New Decors Art Srl Modello Codice SCHEDA PRODOTTO NDA LIRA DIGITAL Interfaccia digitale di un inverter trifase per New Decors Art Srl NDA LIRA DIGITAL Note sulle Specifiche Tecniche Il prodotto NDA LIRA DIGITAL è una centralina

Dettagli

PROTEZIONE DEI CAVI DALLE SOVRACORRENTI

PROTEZIONE DEI CAVI DALLE SOVRACORRENTI PROTEZIONE DEI CAVI DALLE SOVRACORRENTI AL FINE DI EVITARE ECCESSIVI RISCALDAMENTI DEI CAVI GLI STESSI DEVONO ESSERE PROTETTI DALLE SOVRACORRENTI CORRENTI DI SOVRACCARICO SOVRACORRENTI CORRENTI DI CORTOCIRCUITO

Dettagli

TECNOLOGIA, DISEGNO E PROGETTAZIONE STRUMENTI DI MISURA

TECNOLOGIA, DISEGNO E PROGETTAZIONE STRUMENTI DI MISURA TECNOLOGIA, DISEGNO E PROGETTAZIONE STRUMENTI DI MISURA CLASSIFICAZIONE DEGLI STRUMENTI TIPO DI IMPIEGO Strumenti da quadro Strumenti da laboratorio Strumenti portatili. PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO Elettronici

Dettagli

Misuratore portata aria Modello A2G-25

Misuratore portata aria Modello A2G-25 Misura di pressione elettronica Misuratore portata aria Modello A2G-25 Scheda tecnica WIKA SP 69.04 Applicazioni Per misurare la portata aria di ventilatori radiali Per misurare la portata aria in tubi

Dettagli

Interruttori Magnetotermici per corrente continua 5SY5 4

Interruttori Magnetotermici per corrente continua 5SY5 4 Interruttori Magnetotermici per corrente continua 5SY5 BETA Soluzioni per sistemi fotovoltaici 7 Sistemi Fotovoltaici L elevata tensione di esercizio presente in questo tipo di impianti, specialmente a

Dettagli

Manuale di istruzioni. Modello FC-33 Multimetro a pinza per misure di corrente AC/DC PAN 120

Manuale di istruzioni. Modello FC-33 Multimetro a pinza per misure di corrente AC/DC PAN 120 Manuale di istruzioni Modello FC-33 Multimetro a pinza per misure di corrente AC/DC PAN 120 Dipl.Ing. Ernst Krystufek GmbH & Co. KG AUSTRIA, A - 1230 Wien, Pfarrgasse 79 Tel.: +43/1/6164010, Fax +43/1/616

Dettagli

AiM Infotech. Sensore velocità auto. Versione 1.02

AiM Infotech. Sensore velocità auto. Versione 1.02 AiM Infotech Sensore velocità auto Versione 1.02 Questo datasheet spiega come utilizzare il sensore velocità auto AiM. Il codice prodotto di questo sensore è: X05SNVS00 1 Introduzione Gli strumenti AiM

Dettagli

Manuale d uso. Periferiche Radio Riceventi Serie ANDROMEDA R4. PROSERVICE ELETTRONICA s.r.l. Manuale Andromeda R4.doc. Proservice Elettronica S.r.l.

Manuale d uso. Periferiche Radio Riceventi Serie ANDROMEDA R4. PROSERVICE ELETTRONICA s.r.l. Manuale Andromeda R4.doc. Proservice Elettronica S.r.l. Periferiche Radio Riceventi Serie ANDROMEDA R4 Manuale d uso rev1.0 1/5 Generalità: L' unità ricevente Andromeda R4 consente la ricezione di segnalazioni provenienti da una o più unità trasmittenti Strip.

Dettagli

Come fare teleassistenza al dispositivo EPA tramite Sitemanager 3229 con chiave UMTS

Come fare teleassistenza al dispositivo EPA tramite Sitemanager 3229 con chiave UMTS Come fare teleassistenza al dispositivo EPA tramite Sitemanager 3229 con chiave UMTS Una volta configurato il dispositivo EPA secondo le specifiche del cliente e connesso al Sitemanager attraverso la porta

Dettagli

Attuatori per piccole valvole

Attuatori per piccole valvole Attuatori per piccole valvole con corsa nominale di 5.5 mm 4 891 80130 80117 SSB... senza SSB...1 con Attuatori elettromeccanici per valvole VMP45..., VVP45... e VXP45... Corsa nominale da 5.5 mm Comando

Dettagli

Strumenti di misura digitali VLT, AMP, FRE 130. Strumenti di misura analogici VLT, AMP 131. Multimetri PM9 132

Strumenti di misura digitali VLT, AMP, FRE 130. Strumenti di misura analogici VLT, AMP 131. Multimetri PM9 132 Misura Strumenti di misura digitali VLT, AMP, FRE 10 Strumenti di misura analogici VLT, AMP 11 Multimetri PM9 12 Contatori di energia analogici EN40 1 Contatori d energia digitali monofase ME1 14 Contatori

Dettagli

WINDOWS TERMINAL SERVER PER L ACCESSO REMOTO AL SISTEMA DI PROTOCOLLO INFORMATICO

WINDOWS TERMINAL SERVER PER L ACCESSO REMOTO AL SISTEMA DI PROTOCOLLO INFORMATICO Servizi per l e-government nell università Federico II WINDOWS TERMINAL SERVER PER L ACCESSO REMOTO AL SISTEMA DI PROTOCOLLO INFORMATICO CONNESSIONE_TERMINAL_SERVER PAG. 1 DI 13 Indice 1. Premessa...3

Dettagli

EcoRemote SISTEMA DI GESTIONE DI UNA STAZIONE DI MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA. Ingegneria dei sistemi

EcoRemote SISTEMA DI GESTIONE DI UNA STAZIONE DI MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL ARIA. Ingegneria dei sistemi Sistema per l acquisizione, l elaborazione e la gestione delle apparecchiature di una stazione di monitoraggio della qualità dell aria sviluppato da Project Automation S.p.A. è il sistema periferico per

Dettagli

Guida di Installazione Rapida DHP-300. Adattatore Powerline HD Ethernet

Guida di Installazione Rapida DHP-300. Adattatore Powerline HD Ethernet Guida di Installazione Rapida DHP-300 Adattatore Powerline HD Ethernet Requisiti di sistema Windows XP SP2 o 2000 SP4 Processore a 233MHz e 64MB di memoria RAM Un adattatore Ethernet disponibile (100MBit/s)

Dettagli

Utilizzo collegamento remoto

Utilizzo collegamento remoto Utilizzo collegamento remoto Introduzione Il collegamento VPN (virtual private network) consente a PC collegati ad internet ma fisicamente fuori dalla rete interna regionale, di accedere, con le credenziali

Dettagli

Guida alla gestione delle domande di Dote Scuola per l A.S. 2016-2017 Scuole Paritarie

Guida alla gestione delle domande di Dote Scuola per l A.S. 2016-2017 Scuole Paritarie Guida alla gestione delle domande di Dote Scuola per l A.S. 2016-2017 Scuole Paritarie Questo documento contiene informazioni utili al personale delle scuole paritarie per utilizzare l applicativo web

Dettagli

PREMESSA Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione ISTRUZIONI ORIGINALI Prima di iniziare qualsiasi azione operativa è obbligatorio le

PREMESSA Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione ISTRUZIONI ORIGINALI Prima di iniziare qualsiasi azione operativa è obbligatorio le MANUALE USO E MANUTENZIONE Calibro digitale Art. C033/150, C033/200, C033/300 ISTRUZIONI ORIGINALI PREMESSA Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione ISTRUZIONI ORIGINALI Prima di iniziare

Dettagli

Bravo io. tester per la verifica di alternatori e motorini di avviamento

Bravo io. tester per la verifica di alternatori e motorini di avviamento Bravo io tester per la verifica di alternatori e motorini di avviamento LEGENDA TASTI: ALT permette di cambiare la modalità di test tra alternatori e motorini di avviamento 12 24 serve per impostare il

Dettagli

Utilizzo di fusibili di stringa

Utilizzo di fusibili di stringa Utilizzo di fusibili di stringa per Sunny Mini Central 9000TL / 10000TL / 11000TL Indice Con la standardizzazione dei documenti tecnici i produttori di moduli richiedono sempre più spesso dati relativi

Dettagli

STRUMENTI PORTATILI di MISURA e VERIFICA IMPIANTI

STRUMENTI PORTATILI di MISURA e VERIFICA IMPIANTI STRUMENTI PORTATILI di MISURA e VERIFICA IMPIANTI TESTER DIGITALI MULTIMETRI DIGITALI VE752500 VE752600 VE752700 VE752800 VE752900 KEW 1009 KEW 1011 KEW 1012 KEW 1052 KEW 1062 Tensione V 400 mv - 600 V

Dettagli

Iridium 9555. Manuale Aggiornamento Firmware HT10001

Iridium 9555. Manuale Aggiornamento Firmware HT10001 Manuale Aggiornamento Firmware HT10001 PRIMA DI EFFETTUARE L AGGIORNAMENTO P: 01 Prima di procedere con l aggiornamento del terminale, verificare che la versione del fimware sia precedente alla release

Dettagli

Lexcom Home. Sistema Lexcom Home

Lexcom Home. Sistema Lexcom Home Lexcom Home Sistema Lexcom Home... 160 159 Sistema Lexcom Home Accesso Internet ad alta velocità, TV e telefono: tutto a casa vostra L unità centrale Lexcom Home è progettata per la trasmissione di segnali

Dettagli

Initiative. Ethernet-MPI convertitore e 6180XIO

Initiative. Ethernet-MPI convertitore e 6180XIO OEM Initiative Ethernet-MPI convertitore e 6180XIO MM/MR Ver. 0 22/02/2008 Introduzione La richiesta è di poter collegare un registratore videografico in Ethernet con un PLC Siemens dotato di porta MPI.

Dettagli

Multifunzione 1 NO Montaggio su barra 35 mm (EN 60715)

Multifunzione 1 NO Montaggio su barra 35 mm (EN 60715) Caratteristiche 14.01 14.71 Gamma di relè temporizzatori luce scale Larghezza un modulo 17.5 mm Scala tempi da 30 s a 20 min Commutazione del carico zero crossing Preavviso di spegnimento (modello 14.01)

Dettagli

Modem e rete locale (LAN)

Modem e rete locale (LAN) Modem e rete locale (LAN) Guida per l'utente Copyright 2007 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le sole garanzie

Dettagli

SISTEMA PER IL CONTROLLO DEL LIVELLO DEI SERBATOI. MANUALE D USO.

SISTEMA PER IL CONTROLLO DEL LIVELLO DEI SERBATOI. MANUALE D USO. NAVAL ELECTROTECHNICS Via dei Peecchi, 99 55049 VIAREGGIO (LU) ITALY Phone + 39-0584-390348 Fax +39-0584-385089 E-mail: navelitaly@tin.it WWW.NAVELITALY.COM SISTEMA PER IL CONTROLLO DEL LIVELLO DEI SERBATOI.

Dettagli

Panasonic Italia S.p.A. Business Communication PBX Section Technical Reference Guide n 07-00 ott. 00 Rev 1

Panasonic Italia S.p.A. Business Communication PBX Section Technical Reference Guide n 07-00 ott. 00 Rev 1 KX-TD816JT / KX-TD1232JT Attivazione sistema DECT Integrato Applicabile software ver.: P351E (KX-TD816JT), P151D (KX-TD1232JT) Panasonic Italia S.p.A. Via Lucini n 19 20125 Milano Tel. 02.67.07.81.86 Pag.

Dettagli

Modem e rete locale (LAN) Guida per l'utente

Modem e rete locale (LAN) Guida per l'utente Modem e rete locale (LAN) Guida per l'utente Copyright 2009 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le sole garanzie

Dettagli

Manuale installazione Termostato aggiuntivo

Manuale installazione Termostato aggiuntivo Manuale installazione Termostato aggiuntivo Avvertenze di sicurezza Tutti i collegamenti hardware devono essere effettuati da personale qualificato o consapevole dei rischi di un installazione tenendo

Dettagli

specifiche del prodotto 369770b 02.06.14

specifiche del prodotto 369770b 02.06.14 Il modulo CCO è un controllo a bassa tensione in radio frequenza () che fornisce una sola uscita di chiusura dei contatti in base all ingresso proveniente dai sistemi RadioRAR 2 e HomeWorksR QS. Può essere

Dettagli

Il sistema M-Bus symphonic di ista

Il sistema M-Bus symphonic di ista Il sistema symphonic di ista Istruzioni di installazione e pianificazione Indice 1. Introduzione 2 1.1 Informazioni generali 2 1.2 Norme / letteratura 2 2. Panoramica del sistema 2 2.1 Principio Bus 2

Dettagli

REGISTRO DELLE MODIFICHE

REGISTRO DELLE MODIFICHE TITOLO DOCUMENTO: Manuale di configurazione ed utilizzo Concentratore M300 TIPO DOCUMENTO: EMESSO DA: istruzioni di settaggio ed utilizzo Morganti DATA EMISSIONE: 16/02/2011 N ALLEGATI: STATO: Release

Dettagli

TABELLONE ELETTRONICO MOD. C WP4 ISTRUZIONI PER L USO

TABELLONE ELETTRONICO MOD. C WP4 ISTRUZIONI PER L USO TABELLONE ELETTRONICO MOD. C WP4 ISTRUZIONI PER L USO Complesso elettronico di segnalazione dati Mod. C WP4 Il ns. tabelloni elettronici sono in grado di gestire la visualizzazione dei dati relativi a

Dettagli

MUDE Piemonte. Configurazione di Adobe Reader per l apposizione di firma digitale con algoritmo SHA-256

MUDE Piemonte. Configurazione di Adobe Reader per l apposizione di firma digitale con algoritmo SHA-256 MUDE Piemonte Configurazione di Adobe Reader per l apposizione di firma digitale con algoritmo SHA-256 STATO DELLE VARIAZIONI Versione Paragrafo o Pagina Descrizione della variazione V01 Tutto il documento

Dettagli

1 Sicurezza... 5 1.1 Spiegazione delle avvertenze di sicurezza... 5 1.2 Disposizioni di sicurezza... 5

1 Sicurezza... 5 1.1 Spiegazione delle avvertenze di sicurezza... 5 1.2 Disposizioni di sicurezza... 5 www.reinhausen.com Indicazione remota della posizione di funzionamento (analogica) per segnale tramite trasduttore di misura (4...20 ma) Istruzioni di servizio 2220015/01 AVVERTENZA! Al termine della stesura

Dettagli

Unità LED. Diagramma di selezione COLORE LED. 2 3 4 6 8 LED bianco LED rosso LED verde LED blu LED arancio TIPOLOGIA DI INDICAZIONE CONNESSIONI

Unità LED. Diagramma di selezione COLORE LED. 2 3 4 6 8 LED bianco LED rosso LED verde LED blu LED arancio TIPOLOGIA DI INDICAZIONE CONNESSIONI Diagramma di selezione COLORE LED 2 3 4 6 8 LED LED LED LED LED TIPOLOGIA DI INDICAZIONE A luce fissa L luce lampeggiante CONNESSIONI TIPO DI AGGANCIO V viti serrafilo S saldare su circuito stampato P

Dettagli

GSC57 Rel. 1.04 del 07/07/09

GSC57 Rel. 1.04 del 07/07/09 Metel: HV000057 Pag 1 of 6 1. SPECIFICHE ELETTRICHE MISURE DI VERIFICA La Incertezza é indicata come ± (% di lettura + numero di cifre meno significative) a 23 C ± 5 C ; 60%UR Continuità dei conduttori

Dettagli

1 Configurazione della connessione wireless (Wi-Fi)

1 Configurazione della connessione wireless (Wi-Fi) 1 Configurazione della connessione wireless (Wi-Fi) Prima di effettuare la connessione, è necessario: Disporre di un router wireless. Determinare se il router wireless supporta la funzione WPS (Wi-Fi Protected

Dettagli

SlimCool - Manuale d uso. Manuale d uso

SlimCool - Manuale d uso. Manuale d uso I Manuale d uso 1 Introduzione Grazie per aver scelto l erogatore d acqua SlimCool. Per un corretto utilizzo Vi consigliamo di leggere attentamente il presente manuale prima di procedere all installazione

Dettagli

Compact NSX DC Masterpact NW DC

Compact NSX DC Masterpact NW DC Bassa Tensione Compact NSX DC Masterpact NW DC Interruttori in corrente continua da 16 a 4000 A Catalogo 2012-2013 TM Compact NSX e Masterpact NW in corrente continua Un offerta completa in corrente continua

Dettagli

L installazione dell adattatore Ethernet/Wireless Wi-lly0.1 è studiata per risultare estremamente semplice.

L installazione dell adattatore Ethernet/Wireless Wi-lly0.1 è studiata per risultare estremamente semplice. Gentile cliente, L installazione dell adattatore Ethernet/Wireless Wi-lly0.1 è studiata per risultare estremamente semplice. Nel caso si disponga di un router con supporto della funzione WPS, la configurazione

Dettagli

Sempre più sicuri con EXCHANGE.

Sempre più sicuri con EXCHANGE. Energia e sicurezza. E questa la missione di SIEL group, holding interamente italiana, leader nella progettazione e produzione di UPS - Gruppi Statici di Continuità, Commutatori Statici, Stazioni di Ener-gia,

Dettagli

Manuale d uso DropSheep 4 imaio Gestione Pixmania-PRO Ver 1.1

Manuale d uso DropSheep 4 imaio Gestione Pixmania-PRO Ver 1.1 Manuale d uso DropSheep 4 imaio Gestione Pixmania-PRO Ver 1.1 Release NOTE 1.1 Prima Versione del Manuale INDICE 1-INTRODUZIONE... 4 2- GESTIONE DEL CATALOGO PIXMANIA-PRO SU IMAIO... 5 3-Configurazione

Dettagli

Guida all installazione Ingenico ict220 EM/GEM

Guida all installazione Ingenico ict220 EM/GEM Guida all installazione Ingenico ict220 EM/GEM Pagina 1 Funzioni della tastiera Di seguito sono descritte le principali funzioni della tastiera de terminali ict220 EM/GEM. La tastiera è retroilluminata

Dettagli

KIT VIVA-VOCE PER AUTO

KIT VIVA-VOCE PER AUTO KIT VIVA-VOCE PER AUTO BLUETOOTH TECHNOLOGY Istruzioni di montaggio 6/820 FUNZIONI REMOTE CONTROL E AURICOLARE REMOTE CONTROL Attiva o interrompe la chiamata. (1) Regola il volume dell altoparlante. (2)

Dettagli

INTERFACCIA DIAGNOSI CONTROLLO BRUCIATORE

INTERFACCIA DIAGNOSI CONTROLLO BRUCIATORE 10/03 Ro.Ca. instruments srl www.rocainstruments.it INTERFACCIA DIAGNOSI CONTROLLO BRUCIATORE ISTRUZIONI D USO Sommario 1. Avvertenze pag.2 2. Trasferimento Dati dal sistema digitale controllo bruciatore

Dettagli

KIT INTERFACCIA PANNELLO REMOTO (Cupra 28 CSI MZ) L'INSTALLAZIONE ISTRUZIONI PER. caldaie

KIT INTERFACCIA PANNELLO REMOTO (Cupra 28 CSI MZ) L'INSTALLAZIONE ISTRUZIONI PER. caldaie ISTRUZIONI PER L'INSTALLAZIONE KIT INTERFACCIA PANNELLO REMOTO (Cupra 28 CSI MZ) ISTRUZIONI PER L INSTALLATORE Questa istruzione é parte integrante del ibretto dell apparecchio sul quale é stato installato

Dettagli

INDICE KIT PER TRASFORMATORI E MOTORI KIT PER IL MONTAGGIO DI 2 TRASFORMATORI DL 2106

INDICE KIT PER TRASFORMATORI E MOTORI KIT PER IL MONTAGGIO DI 2 TRASFORMATORI DL 2106 INDICE BOBINATRICI BOBINATRICE MATASSATRICE MANUALE COLONNA PORTAROCCHE CON TENDIFILO BOBINATRICE PER MOTORI BOBINATRICE PER MOTORI E TRASFORMATORI BOBINATRICE DIDATTICA PER MOTORI DL 1010B DL 1010D DL

Dettagli

Serie MEGA. Quadri mobili stagni di grossa potenza da cantiere secondo la norma EN 60439-4

Serie MEGA. Quadri mobili stagni di grossa potenza da cantiere secondo la norma EN 60439-4 Serie MEGA Quadri mobili stagni di grossa potenza da cantiere secondo la norma EN 60439-4 Serie MEGA QUADRI DELLA SERIE MEGA NORME DI RIFERIMENTO Norma Europea EN 60439-1 CEI 17-13/1 conforme alla IEC

Dettagli

Misuratore di potenza PCE-PA6000

Misuratore di potenza PCE-PA6000 Misuratore di potenza multifunzione PCE-PA6000 misuratore di potenza di tipo universale con interfaccia RS 232 e software di verifica per analizzare la potenza utilizzata Il misuratore di potenza PCE-PA6000

Dettagli

Trust Predator Manuale dell'utente

Trust Predator Manuale dell'utente Trust Predator Manuale dell'utente IT-1 Copyright Nessuna parte del presente manuale può essere riprodotta o trasmessa con qualsiasi mezzo e in qualsiasi forma (elettronica o meccanica, compresa la fotocopia,

Dettagli

Valvole fusibili A.T. per circuiti in c.c.

Valvole fusibili A.T. per circuiti in c.c. DIREZIONE TECNICA Viale S. Lavagnini, 58 50129 FIRENZE Identificazione 309532 Esp. 07 Pagina 1 di 7 "Il presente documento è di proprietà di Trenitalia. Nessuna parte di questo documento può essere riprodotto,

Dettagli

Esercizi sui sistemi trifase

Esercizi sui sistemi trifase Esercizi sui sistemi trifase Esercizio : Tre carichi, collegati ad una linea trifase che rende disponibile una terna di tensioni concatenate simmetrica e diretta (regime C, frequenza 50 Hz, valore efficace

Dettagli

DOTTORATI DI RICERCA GUIDA ALL ISCRIZIONE ONLINE AL CONCORSO D AMMISSIONE

DOTTORATI DI RICERCA GUIDA ALL ISCRIZIONE ONLINE AL CONCORSO D AMMISSIONE DOTTORATI DI RICERCA GUIDA ALL ISCRIZIONE ONLINE AL CONCORSO D AMMISSIONE PROCEDURA PER LA REGISTRAZIONE CANDIDATURA ONLINE. SITO DI RIFERIMENTO REPERIBILE AL LINK: www.univr.it/ammissionedottorati (versione

Dettagli

La soluzione innovativa CONSUMI IN TEMPO REALE SU CLOUD SEMPLICE E VELOCE DA INSTALLARE PER TUTTI I TIPI DI CONTATORE BASSO COSTO

La soluzione innovativa CONSUMI IN TEMPO REALE SU CLOUD SEMPLICE E VELOCE DA INSTALLARE PER TUTTI I TIPI DI CONTATORE BASSO COSTO NEW Gestione illuminazione pubblica da remoto e La soluzione innovativa CONSUMI IN TEMPO REALE SU CLOUD SEMPLICE E VELOCE DA INSTALLARE PER TUTTI I TIPI DI CONTATORE BASSO COSTO per controllare i consumi

Dettagli

1.2 Sezione ADATTATORI E PRESE MULTIPLE. La ricerca. Serie SICURA Serie BLUELINE Serie SALVAFULMINE Serie PRESE MULTIPLE

1.2 Sezione ADATTATORI E PRESE MULTIPLE. La ricerca. Serie SICURA Serie BLUELINE Serie SALVAFULMINE Serie PRESE MULTIPLE ADATTATORI E PRESE MULTIPLE La ricerca Serve a darvi il meglio......sempre! Serie SICURA Serie BLUELINE Serie SALVAFULMINE Serie PRESE MULTIPLE 32 33 Serie SALVAFULMINE ADATTATORI NORME DI RIFERIMENTO

Dettagli

Istruzioni per montaggio modulo WIFI e configurazione dell applicazione da smartphone

Istruzioni per montaggio modulo WIFI e configurazione dell applicazione da smartphone Istruzioni per montaggio modulo WIFI e configurazione dell applicazione da smartphone Capitolo 1 - Pag.2 Istruzioni per Installazione modulo WIFI su modello AQUA - Pag.3 Istruzioni per Installazione modulo

Dettagli

WIRELESS AIR MOUSE KEYBOARD RF 2.4GHz Air Mouse + Mini Keyboard + Telecomando

WIRELESS AIR MOUSE KEYBOARD RF 2.4GHz Air Mouse + Mini Keyboard + Telecomando WIRELESS AIR MOUSE KEYBOARD RF 2.4GHz Air Mouse + Mini Keyboard + Telecomando MANUALE UTENTE XRFKEYAIRM www.hamletcom.com Gentile Cliente, La ringraziamo per la fiducia riposta nei nostri prodotti. La

Dettagli

Non caricare un cassetto mentre è in uso per un lavoro di stampa.

Non caricare un cassetto mentre è in uso per un lavoro di stampa. Stampante a colori Phaser 7300 Cassetti Contenuto della sezione: Caricamento della carta nei cassetti -5, andare a pagina 3. Caricamento della carta nel cassetto multiuso, andare a pagina 6. Utilizzo di

Dettagli