IL POLISPORTIVO >> 02/06

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL POLISPORTIVO >> 02/06"

Transcript

1 IL POLISPORTIVO >> 02/06 33

2 03/06 << IL POLISPORTIVO PUNTI DI (S)VISTA PERLE E PERLINE DAL MONDO DEL CALCIO E DINTORNI PAGINA A CURA DI VIRGILIO BADII punti di (s)vista La società Montalcino è stata multata con 250 Euro perché i propri sostenitori hanno tenuto contegno offensivo verso un AA con lancio di sassi che raggiungono lo stesso alla nuca provocandogli sensazione di fastidio. (CU 38) Teste dure gli assistenti arbitrali! Ci vuole un macigno per scrollarli. Forse è per questo che spesso non vedono i fuorigioco. Mani a posto amici calciatori, altrimenti.. 3 giornate di squalifica per aver colpito con due pugni la porta dello spogliatoio arbitrale. 3 mesi e mezzo di squalifica per aver raggiunto l arbitro con la mano al volto senza provocagli conseguenze. 4 mesi di squalifica per aver spinto l arbitro con una mano al petto senza avergli procurato conseguenze. 10 mesi di squalifica per aver dato uno schiaffo alla mano dell arbitro procurandogli dolore. 11 mesi di squalifica per aver colpito l arbitro con una ditata al volto procurandogli fastidio alla zona. Da un rapporto arbitrale: egli mi ha strattonato la divisa nella parte posteriore (alla schiena) all altezza della striscia nera (divisa gialla) in prossimità del pantaloncino, in maniera vigorosa, facendo allungare visibilmente la maglietta. Che precisione! Ma sembra di essere ad un incrocio stradale più che in un campo di calcio! Ancora una precisione millimetrica di un arbitro fiorentino (o era un geometra?): A fine gara spingeva con forza un avversario facendolo arretrare di circa due metri. Successivamente colpiva con un violento pugno allo zigomo sinistro il portiere avversario che arretrava di tre passi e si accasciava sulle proprie gambe senza cadere. Dopo l intervento del proprio massaggiatore il calciatore colpito lasciava il terreno di gioco sulle proprie gambe. Un dirigente di una società del pistoiese è stato qualificato perché a fine gara si introduceva nello spogliatoio del DG suggerendogli di non sanzionare alcuni dei giocatori ammoniti durante la gara. (CUPT32) Sembra quasi un racconto della carboneria! 34 CURIOSITÀ

3 IL POLISPORTIVO >> 03/06 Il tariffario delle sanzioni tratto dai bollettini ufficiali dei comitati regionale e provinciale della FI- GC. La mancanza di acqua calda nello spogliatoio dell arbitro è sanzionata con 26 Euro a Firenze e con ben 50 Euro a Lucca. Sbagliare la data di nascita di un calciatore costa 30 Euro a Lucca, 26 ad Arezzo e Firenze. Se poi lo si fa nei campionati regionali l importo diventa 40 Euro. Farlo a Firenze (essendo però recidivi) fa lievitare l importo a 41 Euro. Un sostenitore che tiene comportamento irriguardoso è sanzionato con 26 Euro a Firenze, a Pistoia, a Prato e a Pisa. Ma a Prato costa la stessa cifra anche se i sostenitori sono in numero maggiore. La presenza di persone estranee nel recinto spogliatoio comporta un ammenda di 26 Euro a Firenze e di 30 a Siena, di 70 Euro in prima categoria e di ben 77 in promozione. Cori offensivi a fine gara comportano un ammenda di 26 Euro a Firenze. Se invece per tutto un tempo l ammenda sale a 41 Euro, sempre a Firenze, ed a 40 ad Arezzo. Ma se il campionato è esordienti ad Arezzo l ammenda è di 35 Euro limitata al terzo tempo. Ma a Pisa costano soltanto 26 Euro le intemperanze per tutta la gara ma anche se limitate al solo secondo tempo La mancata richiesta di forza pubblica costa 36 Euro ad Arezzo Le carenze igieniche dello spogliatoio dell arbitro sono sanzionate con 30 Euro ad Arezzo, 26 a Grosseto e 40 in prima categoria Persone estranee nel recinto spogliatoio con offese alla terna costa 180 Euro in Eccellenza, 150 Euro in Promozione. 110 Euro in prima categoria e 100 in seconda categoria. In terza categoria, ad Arezzo, 45 Euro. Insomma: paese che vai, sanzione che trovi! Dal bollettino provinciale di Firenze: Una volta che il D.G. saliva sulla propria auto per andarsene due persone lanciavano in direzione di quest ultima due sassi della dimensione di una arancia senza tuttavia attingerla Il verbo attingere è usato nella sua forma arcaica ed è corretto, ma nell uso comune ha tutt altro significato: vi immaginate se tutti si fossero attaccati all arancia per attingerla? Che schifo! Un calciatore di prima categoria è stato squalificato per 2 mesi perché rivolgeva al DG frase irriguardosa e nel contempo lo spingeva con la mano aperta su di una spalla. Tale gesto non provocava all arbitro né arretramento né conseguenza alcuna ma una semplice torsione del corpo Della nuova serie mi piego ma non mi spezzo. (CU40) Il Giudice Sportivo di Siena ha multato la società Banca Monteriggioni che disputa il campionato allievi di ben Euro. Meno male che è una Banca! punti di (s)vista CURIOSITÀ 35

4 03/06 << IL POLISPORTIVO UN CESTO PIENO DI PROMESSE AD AREZZO IL MEGLIO DEGLI UNDER 14 DI BASKET NEL TROFEO GUIDO GUIDELLI DI FEDERICO FRACASSI basket Dal 22 al 25 Aprile la provincia di Arezzo sarà protagonista di uno degli eventi di pallacanestro giovanile più importante di tutto il panorama nazionale. La Scuola Basket Arezzo infatti organizza, con il patrocinio del Comune di Arezzo e la collaborazione del Comune di Castiglion Fiorentino, la XXIII Edizione del Trofeo Guido Guidelli riservato alla categoria Under 14 Maschile, con la partecipazione di alcune delle migliori squadre d Italia. Gli impianti interessati dalle gare saranno quelli di Arezzo (Palazzetto dello Sport di San Lorentino e Palestra SBA) e Castiglion Fiorentino, Palazzetto Fabrizio Meoni. Il Torneo è intitolato a Guido Guidelli, uno dei padri fondatori della pallacanestro ad Arezzo, personaggio indimenticabile che ha dedicato tutte le sue forze per i giovani e lo sport. L atmosfera gioiosa che si respira nei giorni della manifestazione è l insegnamento più importante che il Sor Guido ha lasciato a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di partecipare ai sui corsi di avviamento al basket. Dal anno della prima edizione - ad oggi, si sono alternate tre società (Basket Arezzo, Etruria Pallacanestro e, attualmente, Scuola Basket Arezzo), nel rappresentare la pallacanestro nella città di Arezzo. In ogni caso, il Guidelli è sempre rimasto l evento più importante dell attività cestistica giovanile nella nostra provincia. L albo d oro riporta le più importanti scuole giovanili, quali Olimpia Milano, Virtus Bologna, Pallacanestro Varese, Scavolini Pesaro, Mens Sana Siena e Galli San Giovanni Valdarno, a testimonianza dell elevato livello tecnico che ha sempre avuto il Guidelli. Nel corso degli anni si sono avvicendati sul parquet di San Lorentino alcuni tra i migliori giocatori italiani. Nella prima edizione Paolo Moretti guidò l allora Basket Arezzo all unico successo di una compagine aretina nel torneo. Paolino poi sarebbe diventato una stella del basket italiano con i suoi scudetti in maglia Virtus Bologna e le medaglie conquistate agli Europei con la Nazionale. Un altro grandissimo che ha vinto il Trofeo Gui- Gli atleti della scuola Basket Arezzo: Alberto Baielli, Nicola Balsinini, Iacopo Conti, Francesco Giani, Lorenzo Guccione, Besjan Hamity, André Kotulla, Tommaso Marzocchi, Riccardo Pichi, Carlo Provenzal, Alessio Segantini. 36 BASKET

5 IL POLISPORTIVO >> 03/06 basket Synergy basket valdarno: la rosa Questi i componenti della squadra valdarnese iscritta al XXIII trofeo Guidelli Alessandro Alfieri, Gabriele Bettini, Tommaso Merli, Andrea Vito, Marco Marino, Lorenzo Losi, Lorenzo Monicolini, Simone Marrocchelli, Mattia Fabbri, Luca Chini, Alessio Mariotti, Andrea Furelli, Tommaso Berti, Marco Prosperi. Allenatore Antonio Bindi, vice allenatore Alessandro Berti, accompagnatore Andrea Losi. delli è stato Andrea Meneghin, anche lui protagonista ad altissimi livelli sia in campionato che in Nazionale. Quest anno le squadre protagoniste saranno otto, divise in due gironi da quattro compagini ciascuno. Dopo una prima fase eliminatoria con gare di sola andata, seguiranno semifinali e finali. Nel girone Giallo sono state inserite Eutelia Arezzo, Scavolini-Spar Pesaro, Pino Dragons Firenze e Pallacanestro Modenese. In quello Verde invece, si affronteranno Monte Paschi Siena, Colle Val d Elsa, Crabs Rimini e Synergy Basket Valdarno. La rassegna promette di offrire spettacolo ad alto livello, e chissà se fra qualche tempo sentiremo parlare di alcuni dei giovani atleti che calcheranno i nostri palasport in questi giorni di festa per il basket giovanile. VUOI ESSERE SPONSORIZZATO DAL POLISPORTIVO? DIVENTA NOSTRO PARTNER!!! Chiamaci ai numeri (Nicolò Caleri) oppure invia una mail all indirizzo Ti illustreremo le fantastiche opportunità che Il Polisportivo riserva alle società sportive! BASKET 37

6 03/06 << IL POLISPORTIVO VOLLEY 88, SEI ANNI DI SUCCESSI volley DI MICHELA SACCHETTI L anno di nascita della Volley 88 è già nel suo nome ma la società nata a Capolona e approdata ad Arezzo grazie alla fusione con il Volley Chimera, registra i migliori risultati a partire dalla stagione sotto la guida del presidente Massimo Gialli. Fin dall inizio dichiara il presidente abbiamo puntato tutto sulle giovani e l ottimo lavoro svolto in questo settore ha dato i propri frutti fornendo alla prima squadra giocatrici di talento. Infatti quest anno la Promotion Volley 88 disputa per il quarto anno consecutivo la serie C regionale con un organico estremamente giovane la cui età media non supera venti anni. L allenatrice Sabrina Catalani, ex atleta di serie A con la Sirio Perugia, può contare su di un gruppo molto affiatato in grado di competere con le squadre di ver tice della serie C. Il presidente Gialli ha le idee chiare per quanto riguarda gli obiettivi: dopo aver disputato per due anni consecutivi la B2 ( ) il ritorno a questa categoria nazionale deve essere al centro delle nostre attenzioni e lo stesso sponsor desidera una categoria di maggior prestigio. Nelle fila della prima squadra emerge tra le giovani un atleta ex nazionale con un passato glorioso in serie A, Alessandra Martini, classe 1965 che quest anno offre una preziosa collaborazione tecnica. Insieme a lei Chiara Nardone ( 84), Sara Gialli ( 83), Azzurra Rossi ( 83), Francesca Lanini ( 86), Giulia Scarpini ( 86), Valentina Starnazzi ( 88), Letizia Savelli ( 85), Silvia Pancini ( 81), Barbara Roselli e le giovanissime Francesca Soci ( 89) e Eleonora Gineprini ( 91). Dal 1999 sono stati molti i titoli provinciali vinti dalla Volley 88: un Under 14, due Under 15, due U16, una U17, due Under 18 fra cui uno quest anno grazie alla vittoria delle ragazze di Giorgio Peruzzi nella finale con Cortona. Quest anno la Volley 88 ha inoltre sbaragliato ogni avversaria anche nell Under 16 e nell Under 14, conquistando il titolo provinciale e meritando così l accesso alla f a s e regionale. Oltre ai titoli provinciali vinti grazie anche alla stretta collaborazione con altre società come Cassero, Foiano e Archiano, la Volley 88 vanta anche un titolo regionale fipav Under 19, due esperienze internazionali con un terzo posto a Helsinky e un secondo a Rimini dopo una finale persa soltanto per 3 a 2 con la Russia, e tante altri successi nei campionati nazionali Uisp: due Under 16, una Under 17 e una Under 19 oltre a vari secondi posti. I 38 VOLLEY

7 IL POLISPORTIVO >> 03/06 volley meriti di così tante conquiste vanno sicuramente all allenatore Marcello Comanducci che quest anno, oltre a seguire nuovamente la Rappresentativa Provinciale al Trofeo Toscano, guida due campionati giovanili con cui è in lizza per il titolo provinciale: Under 14 e Under 16. Insieme a Comanducci e a Sabrina Catalani, allenatrice della serie C e dell Under 12, fanno inoltre parte dello staff tecnico Bruno Bruni, reduce da un prestigioso terzo posto provinciale con l Under 14, e Caterina Valesio, allenatrice dell Under 13 davvero promettente. Le formazioni del Volley 88. Dall alto: la serie C, Under 18, Under 13 e Under 16 VOLLEY 39

8 02/06 << IL POLISPORTIVO LA FONDAZIONE NICCOLÒ GALLI TANTE INIZIATIVE DI BENEFICENZA NEL RICORDO DI UN CAMPIONE MAI SBOCCIATO solidarietà Poco più di cinque anni fa, nel febbraio 2001, moriva in un incidente stradale a Bologna Niccolò Galli, il figlio non ancora 18enne di Giovanni Galli, portiere dalla lunga carriera professionistica con le maglie di Fiorentina, Milan, Napoli, Torino. Niccolò era a sua volta un calciatore di belle speranze, che il Mister Francesco Guidolin aveva fatto esordire nella massima serie a 17 anni con la maglia rossoblu dei felsinei, e che già aveva alle spalle un esperienza internazionale nelle giovanili dell Arsenal. Ai Gunners londinesi lo aveva portato il Responsabile del settore giovanile Liam Brady, anche lui una vecchia conoscenza del calcio italiano. Come si legge nel sito della Fondazione (www.niccoclub.com) dopo il 9 febbraio 2001 nasce soprattutto su spinta dei familiari l idea di far vivere la memoria di Niccolò in una serie di attività benefiche sostenute dalla nascita di una fondazione apposita. Ecco alcuni degli obiettivi proposti o raggiunti ultimamente dalla Fondazione Niccolò Galli. PROSSIMO ACQUISTO di un mezzo Fiat Doblo attrezzato al trasporto di persone disabili per la Misericordia di Badia a Ripoli di Firenze. ACQUISTO di un mezzo Fiat Ducato per il trasporto dei ragazzi disabili dell Oda di Sesto Fiorentino. Proventi raccolti durante il Green di Speranza CONTRIBUTO per il Gruppo Elba per il progetto del villaggio per disabili all isola d Elba. CONTRIBUTO all Orfanatrofio di NANA in Perù per il BUON NA- TALE ai bambini operazione MATO GROSSO. CONTRIBUTO alla Fondazione Meyer per l allestimento di una stanza nel Nuovo Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze. CONTRIBUTO alla Fondazione Vialli e Mauro per la ricerca e lo sport. Tali fondi serviranno per la ricerca che aiuti a sconfiggere lla SLA (sclerosi laterale amiotrofica). DONAZIONE al VIS -volontariato internazionale per lo sviluppo delle popolazioni del maremoto nel sud-est asiatico. CONTRIBUTO per l ex calciatore Adriano Lombardi affetto dal morbo di Lou Gherig, proventi ricevuti dalla Partita del Cuore CONTRIBUTO alla Fraternità di Romena (Pratovecchio) per il sostentamento ai ragazzi bisognosi. CONTRIBUTO istituto di riabilitazione Madre della Divina Provvidenza di Arezzo Indirizzo web: - per proposte di aiuto per aderire Per contribuire alle iniziative della Fondazione: Cassa di Risparmio di San Miniato Ag. Firenze 4 C/C100500/84 ABI 6300/8 CAB 02803/5 Nelle foto: Niccolò Galli con la maglia del Bologna e un momento della presentazione del libro Storia di calcio e amore, di Renzo Agasso, dedicato alla figura del giovane calciatore prematuramente scomparso. 40 SOLIDARIETÀ

9 IL POLISPORTIVO >> 03/06 V TROFEO EMANUELE CALERI GARA AMATORIALE DI SLALOM GIGANTE SULLE PISTE DI FANGACCI-CAMPIGNA Grande successo, sabato 11 Marzo sulla pista 2 di Fangacci, per il V Trofeo Emanuele Caleri. Nonostante infatti l abbondante nevicata della mattinata si sono presentati al cancelletto di partenza ben 55 concorrenti provenienti sia dal Casentino che dalla Romagna, passando così una magnifica giornata di sport e amicizia in ricordo del caro amico Manuele. La gara si è svolta dalle 14 in poi su una pista resa perfetta dall ottima nevicata e su un tracciato molto veloce e tecnico ben preparato dai Maestri Tassinari. Quest anno il trofeo è andato all atleta casentinese Casulli Domenico che con il tempo di sec. ha fatto segnare l assoluto nella classifica generale. Poi per chiudere in allegria premiazioni e cena tutti assieme presso il Rifugio. Ringraziando tutti per la partecipazione e la collaborazione, in particolar modo lo Sci club Tacconi Sport e la Scuola Sci Campigna che hanno reso possibile la manifestazione, aspettiamo tutti all edizione dell anno prossimo. LE FOTO DELLA MANIFESTAZIONE PRESTO DISPONIBILI SU WWW. ILPOLISPORTIVO.IT Questa la classifica dei primi piazzamenti ottenuti nelle varie categorie: CAT. PULCINI ( ) TEMPO 1 Boschi Cosimo CAT. CHILDREN ( ) TEMPO Maschile: 1 Ponti Andrea Moretti Riccardo Pondini Antonio Femminile: 1 Morelli Federica Daveti Claudia Cassinadri Francesca CAT. GIOVANI ( ) TEMPO 1 Vangelisti Michele Ponti Leonardo Morrone Marco CAT. SENIORES ( ) TEMPO Maschile: 1 Magni Francesco Fani Massimo Goretti Stefano Femminile: 1 Pastorini Moira CAT. MASTER A ( ) TEMPO 1 Casulli Domenico Faccenda Massimo Galastri Gianni CAT. MASTER B ( ) TEMPO 1 Carlon Paolo Vignali Gianfranco Fabbri Enrico CAT. SNOWBOARD TEMPO 1 Fani Gabriele Albertoni Nicola sci SCI 41

10 03/06 << IL POLISPORTIVO TENNIS TAVOLO, ARRIVANO I TOP 12 NEL 2007 AREZZO CAPITALE EUROPEA DI GIANNI VERDI L anno prossimo Arezzo tornerà ad essere la capitale europea del tennistavolo. Grazie all iniziativa dell A.S.D. Tennistavolo Arezzo, al Centro Affari il 3 a 4 febbraio 2007 si sfideranno di nuovo come successe nel 1994 i dodici migliori giocatori d Europa, sia nel maschile che nel femminile. In totale dunque uno show delle 24 racchette più quotate del continente, stabilite da una classifica a punti redatta in base ai risultati della stagione. Il Top 12 è in pratica per i pongisti quello che il Master è nel tennis: dal punto di vista tecnico una sfida diretta fra i più forti, dal punto di vista promozionale un grande spettacolo e uno straordinario veicolo di promozione. Proprio poche settimane fa ci ha detto il Presidente della ASD Tennistavolo Arezzo Luciano Della Giovampaola sono stato a Copenaghen, in Danimarca, per l edizione 2006 del Top 12, e sono veramente felice che l anno prossimo la manifestazione torni ad Arezzo. A questi eventi c è sempre un grande pubblico, sono sicuro che la nostra città meriterà in pieno questo palcoscenico. Come molti dirigenti di società dilettantistiche, anche Della Giovampaola svolge svariate funzioni nell associazione: presidente, allenatore, genitore di giovani promesse, più una lunga serie di cose da fare, fra le quali anche le interviste. Un film già visto, ma con repliche che non annoiano mai. Arezzo vanta un ottima tradizione nel tennistavolo; anche se non abbiamo molti spazi per farci conoscere il nostro è uno sport che piace, a partire dai bambini dice il presidente presentandoci il gruppo di circa 25 principianti iscritti quest anno. Abbiamo poi anche un gruppo di una trentina di agonisti, con una squadra maschile in B2 e una in C1 nei Nelle foto: in basso un gruppo di allievi della ASD Tennis Tavolo Arezzo. Nella pagina a fianco, in alto a sinistra Francesco Papa, a destra il presidente Luciano della Giovampaola. In basso una fase del Top 12 del TENNISTAVOLO ARETINO: DOVE E COME SI GIOCA L A.S.D. Tennistavolo Arezzo svolge la sua attività nel centro sportivo San Giusto, a porta Trento e Trieste, all interno della scuola intitolata al partigiano Pio Borri. In provincia c è un altra società, la A.S.D. Tennistavolo Valdarno che ha sede a San Giovanni presso la palestra della scuola media Masaccio di Via Gramsci. Le categorie sono quelle dei Giovanissimi (Under 10), Ragazzi (anni di nascita ), Allievi ( 91-92), Juniores ( 89-90) poi Under 21 e quindi gli assoluti. Si giocano gare di singolare o doppio, in quest ultimo caso i giocatori si alternano nel colpire la palla. Gli incontri a squadre presentano 3 giocatori contro 3 che si sfidano in gironi all italiana (la formula è detta Sweitling). Ogni tre punti si cambia il servizio; a quota 11 si vince un set, per aggiudicarsi il match ne servono tre, una partita è composta da 9 match. 42 TENNIS TAVOLO

11 IL POLISPORTIVO >> 03/06 campionati nazionali. A livello regionale le nostre ragazze sono appena state promosse dalla serie C alla B, mentre i maschietti sono presenti in B1 e C1. I GIOVANI, UN SERBATOIO PREZIOSO Il vivaio resta comunque uno dei fiori all occhiello della società, e soprattutto fra i più piccini Arezzo negli ultimi anni si è distinta spesso: Cito a memoria, sperando di non dimenticare nessuno: l anno scorso abbiamo vinto il bronzo ai Campionati Italiani a squadre negli Under 10 con il nostro dream team composto da Francesco Papa, Luca Sileo e Gabriele Lisi. Nel 2003 fu argento nel doppio maschile per Alessio Della Giovampaola in coppia col viareggino Puntoni. Alessio faceva parte di una squadra molto forte che ottenne grossi risultati anche nel 2001 e 2002, insieme a Lorenzo Becucci, Lorenzo Terrazzani e Gabriele Maggini. In anni recenti dunque i risultati migliori sono arrivati proprio dai Giovanissimi (fino a 10 anni), e per la nuova stagione c è attesa soprattutto per un giovanotto di belle speranze: Francesco Papa, classe 95, campione italiano in carica ai Giochi Sportivi Studenteschi ( Ping Pong Kids ). Lo vedi in allenamento e capisci subito quali doti ci vogliono per emergere in questo sport: prontezza di riflessi, colpo d occhio, rapidità di pensiero ed esecuzione. E soprattutto tenacia, concentrazione e capacità di rimanere nel match fino all ultima palla senza cali di tensione. Ma torniamo, per concludere, al Top 12 del febbraio 2007, anche perché la stagione appena iniziata è una lunga cavalcata per qualificarsi alla prestigiosa rassegna. Come paese ospitante l Italia può concedere due wild card: nel femminile la nostra atleta più forte è Nicoletta Stefanova, che dovrebbe rappresentare l Italia ad Arezzo. Fra i maschi c è una bella lotta, con l attuale campione italiano Massimiliano Mondello in pole position. Nel 94 trionfarono nella nostra città il belga Saive e la tedesca Schopp. La caccia grossa ai successori è già cominciata, ad Arezzo l ultimo safari. tennis tavolo TENNIS TAVOLO 43

12 03/06 << IL POLISPORTIVO CALCIO RAPPRESENTATIVE PROVINCIALI ALLIEVI: MISSIONE PRIMO TURNO DI MASSIMILIANO COCCHI calcio In questo mese di Marzo hanno preso il via i tornei dedicati alle rappresentative provinciali della nostra regione, quella di Arezzo schiera ai nastri di partenza tre formazioni, una Juniores (di cui vi abbiamo reso conto nel primo numero del nostro mensile), una Allievi con ragazzi del 1989 e una dei Giovanissimi (1991). I lavori di preparazione sono cominciati già da questo inverno con allenatori e osservatori sguinzagliati in giro per i campi della nostra provincia a visionare i ragazzi più interessanti per formare le squadre. Questo è quello che ha fatto anche Anselmo Artini, mister di indiscusse qualità e grande esperienza, scelto per guidare la rappresentativa Allievi. Un compito non facile il suo, perché è chiamato a sfatare la tradizione della rappresentativa aretina che non è mai riuscita a superare il primo turno in questa competizione. Primo obiettivo dunque superare il girone iniziale. Tanti chilometri su e giù per la provincia, tanti appunti sui ragazzi più volenterosi, poi le scelte e i primi raduni. All inizio con una rosa ampia, poi è stata fatta la scrematura per raggiungere il numero di ventidue elementi in ossequio anche ad un regolamento che prevede di non poter schierare più di tre tesserati della stessa società. I ragazzi che compongono la rosa sono distribuiti abbastanza uniformemente su tutto il territorio della provincia; la società più rappresentata è quella del Santa Firmina, con cinque elementi, peccato che due di loro dovranno restare a casa piegandosi al regolamento; seguono a tre Virtus Archiano, San Domenico e Bibbiena, tutte società, queste, con grandi tradizioni nel settore giovanile. A scadenza di due settimane, da poco più di due mesi, i ragazzi si sono ritrovati e allenati insieme per conoscersi meglio e assimilare quello che predica il mister. Ora è tempo di partite, quelle vere, che mettono di fronte il meglio che le varie province offrono in fatto di settori giovanili. Per la nostra rappresentativa non ci sarà poi possibilità di appello, quello con i pari età senesi è un dentro o fuori in un doppio confronto di andata e ritorno, come vuole il regolamento. L esordio è stato l otto Marzo contro i pari età senesi che sono riusciti a spuntarla per tre reti a due. Primo tempo tutto dei padroni di casa che si portano sul tre a zero in un batter d occhio mentre i nostri giocano contratti e timorosi. La seconda frazione è tutta un altra partita, il Siena non tira mai in porta ed è anzi il suo portiere che diventa assoluto protagonista con grandi interventi. La reazione della squadra aretina è di grande orgoglio e il secondo tempo si gioca tutto nella metà campo dei senesi che si difendono a denti stretti. A mettere un po di pepe sulla sfida di ritorno ci ha pensato Andrea Focardi con una doppietta, così agli aretini dovranno si vincere al ritorno, ma basterà il minimo scarto per compiere l impresa. LA ROSA DEI 22: Andreini Lorenzo, Bozzi Francesco, Gallorini Andrea, Gavagni Matteo, Pecorelli Simone (Santa Firmina), Menguzzo Amedeo, Haque Miah Enahui, Rossi Alessio (San Domenico), Ricci Alessandro, Pierguidi Luca, Passaro Gianluca (Bibbiena), Focardi Andrea, Innocenti Matteo, Mortai Matteo (Virtus Archiano), Butti Andrea, Contemori Luca (G.S. Ponte), Brizi Luca, Gori Emanuele (Tuscar), Serafini Gabriele, Roghi Lorenzo (U.T. Chimera), Magi Lorenzo (N. Cortona C.), Rocchi Manuele (Arno Calcio) Allenatore: Artini Anselmo. photogallery risultati sondaggi news e commenti approfondimenti 44 CALCIO

13 IL POLISPORTIVO >> 02/06 SOCIETÀ PARTNER: LA VBC ARNOPOLIS GRANDI RAGAZZI! Ormai sta per concludersi la stagione agonistica e le società sportive cominciano a fare un resoconto sull andamento delle varie squadre. Un bilancio sicuramente positivo è quello dell Arnopolis soprattutto nel settore giovanile. Pregevole infatti è stata la stagione delle atlete classe 1991/92 e dei coetanei maschi. E proprio questi ultimi sono stati una vera e propria rivelazione. Formatosi quattro anni fa tale gruppo è rimasto sempre unito e si è ingrandito negli anni coinvolgendo anche ragazzi provenienti da altri comuni. I primi anni sono stati sicuramente difficili, caratterizzati da molte sconfitte ma anche da tanta passione e soprattutto, considerando la giovane età, da tanto divertimento. Le soddisfazioni arrivano già dallo scorso anno in cui i ragazzi hanno partecipato al campionato under 14 ed al campionato under 13 classificandosi al secondo posto davanti a molte squadre della provincia di Firenze. Sicuramente l annata migliore è stata questa, nella quale dopo essere arrivati terzi nel campionato di under 14, si sono distinti anche in quello di under 16 dove si sono battuti con atleti più grandi di loro. La soddisfazione più grossa è soprattutto giunta nelle ultime fasi del campionato in cui i promettenti pallavolisti dell Arnopolis hanno espugnato il campo di Siena per 3 a 2 e quello di Arezzo per 3 a 1 nella solita giornata dimostrando tenacia, grinta e determinazione fattori che hanno sempre contraddistinto questa squadra. E dopo alcuni anni di assenza l Arnopolis è tornata presente nell organico della Rappresentativa Provinciale maschile con la convocazione di tre atleti provenienti per l appunto da questo gruppo. Sembrano dunque maturi i tempi per un ritorno in grande stile del volley maschile anche in Alto Casentino, terra che vanta una storia pallavolistica trentennale nata proprio dalla spinta di alcuni gruppi di ragazzi. Davide Dell Orletta LA ROSA Fani Jacopo 1992 Palleggiatore (U14/U16) Rialti Simone 1990 Centrale (U16 ) Lagonegro Marco 1992 Centrale (U14/u16) Rossi Davide 1992 Opposto (U14/u16) Giuliani Francesco 1992 Centrale (U14/u16) Brezzi Edoardo 1992 Schiacciatore (U14/u16) Chirivi Giacomo 1992 Opposto (U14/u16) Ristori Andrea 1993 Schiacciatore (U14/u16) Masini Francesco 1993 Schiacciatore (U14/u16) Lombardi Daniele 1991 Centrale (U16) Minisgallo Raffaele 1991 Schiacciatore (U16) SOCIETÀ PARTNER 45

14 03/06 << IL POLISPORTIVO CAMPIONI D INGEGNO E DI CALCIO AGLI INGEGNERI ARETINI LO SCUDETTO DI CAMPIONI D ITALIA DI ALESSANDRO BARTOLINI calcio Inizia quasi per caso da un gruppo di buoni ingegneri, uniti dalla comune passione sportiva, l idea di costituire una squadra dilettantistica di calcio. Era il 1997, e per molti di questi il ritrovo sul manto erboso dell impianto di Pieve al Toppo non voleva che essere un po di sano esercizio fisico, un modo come un altro per evadere dalla vita sedentaria che troppo spesso ci lega alla scrivania dell ufficio. È il 13 Settembre 2005, siamo ad Oristano, in tutt altra parte rispetto a Pieve al Toppo. Molti di loro sono ancora là, stanno per scendere in campo per dispitare la finale del XIV Torneo nazionale di calcio riservato agli ordini professionali. Quella con la squadra del Bergamo è la partita più difficile. Il Bergamo ha già eliminato il Perugia, campione uscente della passata edizione, squadra al gran completo formata tutta da giovani ingegneri. I nostri hanno le forze contate: molti hanno dovuto lasciare la sede del torneo per impegni di lavoro o mancanza di ferie, e così dei 25 convocati nella prima fase del campionato, sono ora presenti soltanto in 13. Ma questo 13 è un numero che porterà fortuna Siamo oggi a Porrena, frazione del comune di Poppi, dove incontro l ing. Andrea Conti, mio collega di lavoro. Ma questa sera parliamo d altro. Andrea ha il ruolo di difensore centrale nonché allenatore della rappresentativa degli Ingegneri che in quel 13 settembre scorso ad Oristano hanno conquistato per la nostra provincia il titolo di Campioni d Italia. Mister Conti, ci racconti il percorso che vi ha portato a questo storico traguardo. Abbiamo iniziato la preparazione da marzo per arrivare ad essere pronti in giugno. Ci ritrovavamo mediamente una volta la settimana, giocando partite con la rappresentativa degli arbitri di Arezzo. Sempre con alla base l amicizia che ci lega, abbiamo affrontato ad Oristano la fase preliminare del campionato con 32 squadre partecipanti. Il nostro era un girone di ferro che ci ha visto affrontare il Perugia, il Taranto ed il Chieti, ma alla fine delle tre partite abbiamo superato il turno arrivando alla pari con il Perugia, squadra detentrice del titolo. Così siamo tornati a settembre in Sardegna per disputare la fase finale del campionato e giocarci il titolo insieme ad altre 11 province, 46 CALCIO

15 IL POLISPORTIVO >> 03/06 giocando con le migliori squadre sia come organico sia come impianto di gioco, legittimando poi il risultato finale con delle ottime prestazioni da vera squadra. In che modo vi siete preparati e con quale spirito avete partecipato alla competizione? L affiatamento del team è fondato ovviamente sull amicizia, cercando nel contempo una certa organicità di squadra; si lavora sull aspetto tecnico: i moduli, gli schemi, i movimenti, un po di tattica Spirito di gruppo e divertimento quindi, ma da quest anno ci prepariamo anche su basi tecniche valutate a tavolino, anzi a tavola davanti ad un piatto di tortelli e una bottiglia di rosso della casa. Avete affrontato con successo varie rappresentative provinciali, ma qual è stata la squadra che maggiormanete vi ha messo in difficoltà? Senza dubbio il Perugia, la vincente dello scorso anno, squadra tutta composta da calciatori giovani militanti in squadre di promozione, prima e seconda categoria. Mister Conti, lei che è stato allenatore oltre che giocatore, quali difficoltà ha incontrato nel preparare anche atleticamente una squadra di ingegneri? Nessuna difficoltà anche perché il gruppo è composto da veri professionisti, in tutti i sensi! L unica difficoltà è stata quella di riuscire a far perdere qualche etto di troppo ad uno dei giocatori più estrosi e rappresentativi, dal nome di Mauro Caloni, detto Calo uomo. La nostra provincia conta più di 1000 ingegneri, cosa deve fare un aspirante terzino per entrare nella rappresentativa aretina? Deve conoscere bene la teoria della pressoflessione deviata, dell elasticità (mentale), ecc. ecc. per poter affrontare i confronti professionali che avvengono nei momenti di riposo. A parte gli scherzi, deve essere un ingegnere, meglio giovane, iscritto all Albo professionale, che si sappia ben integrare in un solido gruppo. Come Campioni d Italia siete adesso visti come squadra da battere. Vi state già preparando al prossimo campionato italiano? Per ora stiamo lavorando solamente sulla teoria, ma a breve inizieremo un programma di serio lavoro soprattutto per coloro che si sono lasciati un po andare in questi mesi. Infine, da questa esperienza si è regolarmente costituito un gruppo sportivo denominato Gruppo sportivo Ingegneri Arezzo con sede ad Arezzo presso la sede del nostro ordine. Questo ci consentirà di avere degli sponsor che saranno degnamente e fortemente pubblicizzati nel settore ingegneristico. A distanza di alcuni mesi dalla vittoriosa finale, quale ricordo conserva di quell esperienza? Nonostante abbia giocato per 25 anni a vari livelli, con risultati più o meno positivi, questa è di gran lunga la più grande soddisfazione sportiva e non solo- che io abbia mai avuto, e spero di poterla ripetere presto Ecco il percorso che ha portato la squadra degli Ingegneri a vincere il titolo nazionale. La formazione aretina è stata un vero rullo compressore capace di imporsi su rappresentative provenienti da tutta Italia. GIRONE ELIMINATORIO Arezzo Chieti 5-0 Arezzo - Taranto 3-0 Arezzo - Perugia 1-1 GIRONE A TRE SQUADRE Arezzo - Napoli 3-2 Arezzo - Cosenza 3-2 SEMIFINALE Arezzo - Teramo 2-0 FINALE Arezzo - Bergamo 2-1 (Alessandro Bartolini, classe 1966, ex saltatore in lungo prestato al calcio, regalato all ordine professionale degli ingegneri) calcio CALCIO 47

16 03/06 << IL POLISPORTIVO LA RETE RACCONTA LE PIÙ BELLE STORIE DI SPORT ARETINO REPERIBILI IN INTERNET Storie di sport L UNIONE POLISPORTIVA POLICIANO, MOTORE DELL ATTIVITÀ PODISTICA PROVINCIALE Negli anni settanta il disordinato boom economico elevava il tenore di vita degli italiani, mettendo però a nudo le carenze strutturali ed organiche dei servizi, accentuatasi notevolmente negli anni, per cui un ruolo essenziale in questo settore della società veniva assunto dal volontariato Nel momento in cui lo sviluppo si faceva più frenetico, aumentava tra la gente la domanda di sport effimero e tempo libero per sopperire al cosiddetto logorio della vita moderna. C erano le condizioni perché lo sport a livello periferico ed amatoriale fosse monopolio di miriadi di gruppi e società che si stavano costituendo ovunque con alterna fortuna. Anche a Policiano non mancava chi sentiva il bisogno di partecipare a questa nuova stagione di iniziative popolari, cosi alcune persone del paese, dopo vari incontri, lunghe chiacchierate e vivaci discussioni, riuscirono a trovarsi d accordo per organizzare una modesta corsa podistica riservata in prevalenza a gente del posto, che dette poi la spinta per la realizzazione della prima Scalata al Castello, nata nel 1973 insieme alla Unione Polisportiva Policiano. A quel tempo in una frazione piccola come la nostra, l unica realtà funzionante era la parrocchia; oltre ad espletare la pratica religiosa si poteva ritenere punto di aggregazione e di ritrovo. I primi contatti in merito a quello che poi sarebbe stata la nascita della Polisportiva furono appunto tra alcuni giovani nella sala parrocchiale, che poi per un breve periodo rimase sede della Polisportiva. I precursori di questa nascita furono Antonio Gallorini (che fu anche il primo presidente), Moreno Massaini (che insieme ad altri come Pasquale Blasi crearono anche la prima televisione chiamata RTP Radio Televisione Policianese), Angelo Chini, Luigi Tani, Moreno Sinatti, Italo Rosi, Mario Lazzerini per citarne alcuni. Colui invece che sarebbe stato l artefice del grande sviluppo della società era ancora molto giovane ma già faceva parte di questo gruppo. La società fu costituita nel febbraio 1973 e le attività principali erano calcio ed atletica. Il calcio fu dotato di un campo sportivo acquistato quasi interamente con il contributo della popolazione di Policiano che insieme all amministrazione Comunale fu completato dopo alcuni anni. Furono fatte migliorie nel tempo sempre con il lavoro continuo dei volontari di Policiano, riuscendo a costruire spogliatoi, recinzione, illuminazione ecc. Inizialmente venivano effettuati campionati del settore giovanile ed Amatori, successivamente il settore giovanile fu tralasciato. Furono fatte esperienze di 3^ categoria con risultati modesti e spese tante; sono stati effettuati campionati amatori di cui alcuni vinti, altra esperienza il Calcetto, ed infine il Campionato Femminile di serie C. Negli ultimi anni l interesse per il calcio si è affievolito mentre va avanti, a livello di divertimento, il Calcetto. Sarebbe troppo lungo commentare una ad una tutte le fasi che hanno caratterizzato il cammino della società, perciò ci limitiamo a ricordarle in modo schematico. In Atletica leggera e podismo abbiamo ottenuto ottimi risultati con i nostri atleti sia a livello regionale che nazionale con ALBA GIORGI SERGIO NUCCI ROBERTO POL- VANI MORENO FUCCI - MASSIMO LEO- NESSI - PAOLO FARALLI VALTER SCARA- MUCCI - DIEGO BISTONI STEFANO E FA- BIO SINATTI STEFANO SERAFINO CHIA- RA E LUCIA SINATTI ENRICO BETTI Ecc STORIE DI SPORT

17 IL POLISPORTIVO >> 03/06 vincendo i Campioni toscani di Corsa su Strada - Campioni Individuali e di società di corsa campestre. Con il settore atletica abbiamo iniziato con un numero di atleti di circa 10\15 fino ad arrivare agli oltre 60 atleti di ottimo livello. Oggi la presenza della Polisportiva Policiano è molto attesa nelle varie manifestazioni sia per la qualità che per il numero di atleti partecipanti. In questi anni è stata la società in provincia di Arezzo che ha organizzato più gare podistiche, infatti la media è di circa 15\20 gare l anno. IL GRAN PRIX: è stato ideato ed organizzato dalla U.P.Policiano un GRAN PRIX giunto con successo alla sua 15a edizione, inizialmente era all interno della provincia di Arezzo ma da alcuni anni copre anche le provincie di Siena e Perugia. Consiste nel disputare gare prestabilite inserite in un circuito con determinati punti per gli atleti partecipanti, che a conclusione delle gare vengono premiati in una cerimonia conviviale presso la Polisportiva Policiano. LA SCALATA AL CASTELLO è il fiore all occhiello della Polisportiva Policiano. Dopo la prima pur modesta ma interessante gara, gli stessi policianesi protagonisti di questa iniziativa cominciarono a pensare di organizzare qualcosa di più importante nei ristretti confini del paese. In concomitanza con la nascita della Polisportiva si gettarono le basi per il battesimo di quella famosa manifestazione podistica assurta col tempo a più alti livelli nazionali. Da uno di questi baldi giovani venne in mente di utilizzare per la corsa un luogo caratteristico e particolare: il più ameno del paese era senz altro il Castello, un edificio dallo stile architettonico inconfondibile e da una ubicazione che lo rende veramente particolare. Da allora la gara a livello Internazionale che ha fatto conoscere Policiano in tutta Italia prese il nome della Scalata al Castello. Purtroppo alcuni fattori che si rivelarono nel tempo determinanti, come la strada irta e lo spazio limitato influirono nella decisione di cambiare sede e percorso alla manifestazione. Da un anno all altro la competizione assumeva una impronta di grande prestigio con la partecipazione di atleti sempre più quotati e di grande spessore tecnico come Gelindo Bordin (oro a Seoul 1988 nella maratona), il marocchino Bohutaieb, i campioni del modo ed europei Francesco Panetta, Stefano Baldini (storico oro della maratona di Atene 2004) Orlando Pizzolato (sua la maratona di New York nel 1986) ed altri ancora come Giacomo Leone e Salvatore Bettiol, molti Keniani che negli ultimi anni hanno dominato la competizione. La Scalata dopo i primi 5 anni con arrivo al Castello, si trasferiva nel centro del Paese di Policiano modificando costantemente il percorso. Infatti da un tracciato misto tra Policiano - Rigutino - Frassineto, dopo alcune edizioni, la scalata veniva collegata con Castiglion Fiorentino transitando per la S.S. 71 chiusa completamente al traffico. Anche questa formula nel giro di qualche anno si modificava fino ad effettuare un circuito nel paese di Policiano. La manifestazione diventava sempre più grande e gli spazi sempre più ridotti per cui necessitava di una palcoscenico diverso. L occasione della 25^ edizione fu fornita dal Comune di Arezzo per effettuare detta competizione nel centro della città. Qualche lieve dissenso vi fu nel paese, ma tutti erano consapevoli dell importanza del passo che veniva fatto; con grande impegno fu affrontata questa impresa che pur in condizioni atmosferiche proibitive fu un buon successo, che poi si stabilizzo ed anzi si è accresciuta nelle ultime edizioni con uno spettacolo ed una cornice di pubblico veramente eccezionale. La nostra speranza è che i giovani non facciano mancare la loro adesione, affinché ci possa essere quel rinnovo di forze essenziale a garantire il ricambio necessario a far continuare e crescere questa importante realtà del nostro paese. Storie di sport STORIE DI SPORT 49

18 03/06 << IL POLISPORTIVO AEROMODELLISMO FRA PASSATO E FUTURO OLD TIMERS: PASSIONE E NOSTALGIA DI ANTONIO FONTANELLI Oggi giorno, all inizio del XXI secolo, sta prendendo sempre più piede, in aeromodellismo, il movimento degli Old Timers, cioè di quegli aeromodellisti che costruiscono e fanno volare modelli di 50 o 60 anni fa. Forse à una reazione all esasperato progresso tecnico odierno che opera un inesorabile selezione tra coloro che non sanno o non possono stare al passo con i tempi e con le costose tecnologie attuali. Il movimento Old Timer (letteralmente: dei vecchi tempi) nasce in America tra la fine degli anni 70 e l inizio degli anni 80. Scopo di questi aeromodellisti è ricostruire, far volare e, possibilmente, gareggiare con i modelli più popolari dell epoca pionieristica dell aeromodellismo. I modelli da essi riprodotti sono lenti, tutti costruiti in legno, carta e seta. I motori sono a benzina e le potenze sviluppate piuttosto basse, almeno in paragone con i motori di oggi. Ci si riuniva su di un campo di volo, tra amici, e ci si divertiva a far volare i modelli, senza gareggiare. Ma ovviamente lo spirito agonistico prese il sopravvento anche tra gli aeromodellisti Old Timer e così fu necessario stabilire limiti e regolamenti. Attualmente modelli old timer vengono costruiti in quasi tutto il mondo ed in Italia esistono due associazioni dedicate unicamente al modellismo d epoca: la SAM Italia e la SAM 2001 (SAM significa Society of Antique Modelers = associazione dei modellisti d epoca). La prima opera prevalentemente nel Centro-Nord e la seconda nel Centro- Sud. Ma ognuno è libero di iscriversi dove vuole. I modelli Old Timers si dividono in due grandi categorie: a volo Libero (VL) e radio-assistiti (RA). I modelli a volo libero non hanno nessun sistema di guida e, una volta in volo, vengono abbandonati alle correnti aeree fino al loro atterraggio. I secondi, invece, sono dotati di un impianto di radio-comando che, però, si limita solo a controllare il modello affinché non si allontani troppo dal punto di lancio e, possibilmente, sfrutti le correnti ascensionali, ma non permette un completo controllo del modello tale da permettere, per esempio, di compiere manovre acrobatiche. Infatti i regolamenti permettono solo di comandare il timone di direzione e quello di profondità. Non vi è la possibilità di controllare il motore che ha una limitatissima dota- aeromodellismo 50 AEROMODELLISMO

19 IL POLISPORTIVO >> 03/06 zione di carburante che consente un funzionamento di qualche minuto o solo di pochi secondi, a seconda della categoria. Infatti nel campo degli Old Timers esistono numerose categorie, tutte disciplinate da un proprio regolamento, per consentire ai vari concorrenti di gareggiare su di un piano di parità. Non è questo il luogo né l occasione per stare ad illustrare tutte le categorie di modelli Old Timer. Dirò solo che unico denominatore comune è la data del 31 dicembre 1950; cioè, per partecipare alle gare, tutti i modelli d epoca devono essere stati progettati e pubblicati sulla stampa specializzata PRIMA del 31 dicembre Vi è poi una categoria, denominata Nostalgia che ammette aeromodelli progettati prima del 31/12/ Anche i motori sono spesso autentici motori d epoca, dei quali esiste un fiorente mercato e, se non si può trovare un motore degli anni 40, c è chi ne costruisce delle repliche perfette che si vendono bene, anche se il prezzo è da amatore. Ma gli Old Timer stanno appassionando anche i giovani. Molti giovani aeromodellisti costruiscono e fanno volare aeromodelli su cui fecero le loro prime esperienze i loro padri se non, addirittura, i loro nonni. Ed indubbiamente il volo lento e maestoso di questi modelli, che stanno per aria anche 20 minuti (ad una gara Old Timer dello scorso anno due finalisti sono rimasti in volo per 55 minuti ciascuno e sono atterrati a pochi secondi l uno dall altro) è indubbiamente qualcosa che affascina e fa sentire tutto l orgoglio di esserne i costruttori. Ma qualcuno si chiederà: come si svolge una gara Old Timer? Generalmente si svolge così: vengono formate delle batterie che raggruppano concorrenti con differenti frequenze radio (l uso contemporaneo di frequenze uguali potrebbe causare incidenti agli aeromodelli). Ogni concorrente ha diritto ad effettuare tre voli. La durata del volo viene cronometrata da un cronometrista designato dalla Giuria. Ai fini della classifica si tiene conto dei due tempi migliori, con scarto del peggior tempo. La somma dei tempi di volo (generalmente si assegna un punto per ogni secondo di volo) forma la classifica. Naturalmente il tempo cronometrato ha un limite, di solito dai 10 ai 15 minuti, trascorsi i quali il cronometraggio viene interrotto. Ma in qualche caso si può procedere ad oltranza, ed allora si possono segnare tempi veramente eccezionali, a seconda delle condizioni atmosferiche e dell abilità dei concorrenti a sfruttarle. In Toscana sono previste alcune gare per modelli d epoca, particolarmente ad Arezzo, Grosseto e Siena. Ma altre gare si svolgeranno in Umbria e nella vicina Romagna. Quindi perché non fare un salto o una breve gita per andare a vedere questi autentici capolavori dell aeromodellismo di ieri? Antonio Fontanelli Socio Senior del Gruppo Aeromodellisti Aretini AEROMODELLISMO 51

20 02/06 << IL POLISPORTIVO STUDENTI IN BIANCO TANTI RAGAZZI AL TROFEO PALLA DI NEVE 2006 A CURA DEL CENTRO SERVIZI AMMINISTRATIVI DI AREZZO sci In un gelido mattino di febbraio, fra le severe alture casentinesi di Fangacci, si è svolto il trofeo Palla di neve 2006 organizzato dal Centro Servizi Amministrativi (ex provveditorato agli studi) nell ambito dei Giochi Sportivi Studenteschi. L entusiasmo è stato il fedele compagno dei giovani atleti durante la manifestazione, che si è svolta in maniera giocosa coinvolgendo anche genitori ed insegnantiin un tripudio di applausi ed acclamazioni, dettati dalla partecipazione e spesso lontani dall aspetto competitivo. In contrasto con la pioggia gelata che sferzava i volti arrossati, assai calorosa è stata l accoglienza e la disponibilità offerta dagli operatori turistici che hanno contribuito al buon esito dell iniziativa con un atteggiamento cordiale ed aperto. Per dovere di cronaca informiamo che a vincere il Trofeo Palla di Neve 2006 è stato l Istituto Scolastico I.C. di Soci, ma ci teniamo a sottolineare che non è lo spirito di competizione che spinge i nostri ragazzi a condividere giornate di allegra euforia, ma il 52 SCI

21 IL POLISPORTIVO >> 03/06 piacere di stare insieme, di vincere o perdere insieme, per poter poi ridere di una bella giornata trascorsa all aria aperta. Si ringraziano per aver contribuito alla felice giornata: la FISI che ha provveduto al trasporto dei ragazzi a mezzo pullman, tutte le scuole partecipanti, gli insegnanti ed i genitori, l Ufficio di Educazione Fisica del C.S.A, il gestore degli impianti di Fangacci Sig. Tassinari, la Guida Forestale, l organizzazione Nelle foto: pagina a fianco gli alunni del I.C. Soci vincitori del Trofeo Palla di Neve. In questa pagina alcune fasi della manifestazione. VUOI ESSERE SPONSORIZZATO DAL POLISPORTIVO? DIVENTA NOSTRO PARTNER!!! Chiamaci ai numeri (Nicolò Caleri) oppure invia una mail all indirizzo Ti illustreremo le fantastiche opportunità che Il Polisportivo riserva alle società sportive! SCI 53

22 03/06 << IL POLISPORTIVO G.S. GAUDENZI MONTEVARCHI LA LEGGE DEI GRANDI NUMERI DI FULVIO BERNACCHIONI ciclismo Un gruppo del G.S. Gaudenzi alla Nove colli 2005 Se i numeri nello sport hanno un valore il G.S. Gaudenzi, giunto al suo 14 anno di attività, si attesta su valori molto alti. 132 atleti tesserati, 94 gare all attivo nella sola stagione 2005, se poi parliamo di presenze individuali alle manifestazioni su due ruote sono ben 639 gli atleti che hanno portato i colori del sodalizio ciclistico a giro per l Italia e non solo. Quali risultati sono stati ottenuti con tutto questo movimento? Invidiabili! 38 vittorie individuali ed 11 di squadra. Come se non bastasse il team montevarchino si è risultato vincitore della classifica combinata del Giro del Granducato 2005, laureandosi Campione Toscano. In tredici anni di attività il team Gaudenzi è divenuto uno dei più grandi ed importanti della Toscana. Un club che nasce e rispecchia una passione di famiglia, quella dei fratelli Gaudenzi. Cinzia è la presidente del sodalizio, Alessandro il direttore sportivo. C è anche un terzo fratello, Alberto che seguendo le orme del padre Ivan, è entrato nel mondo delle biciclette come meccanico e per anni ha lavorato per importanti società ciclistiche nel mondo del professionismo. Tanto per rimanere in tema gareggia anche nella squadra biker del team che porta anche il suo nome. Nel racconta oggi Alessandro - quando ci siamo costituiti eravamo quindici Alessandro Gaudenzi durante una premiazione soci ed abbiamo debuttato alla Nove Colli di Cesenatico. Già l anno successivo il gruppo è notevolmente cresciuto fino... ad arrivare ai livelli attuali. Praticamente dai famosi quattro amici al bar immortalati nella melodia di Gino Paoli i tesserati del gruppo sportivo sono divenuti un piccolo esercito che nel 2005 ha raccolto vittorie e trofei a destra ed a manca. A livello di squadra -afferma con una punta di orgoglio Alessandro Gaudenzi- abbiamo ottenuto 22 vittorie; tra queste merita ricordare che, per il secondo anno consecutivo, figura il titolo di Campioni Toscani conquistato nella classifica combinate nel giro del Granducato. Il colori del G.S. Gaudenzi sono arrivati anche in Egitto dove un gruppo di temerari ha partecipato alla Gran Fondo del Deserto. Non si è trattato dell unica missione in terra straniera. 54 CICLISMO

23 IL POLISPORTIVO >> 03/06 Una squadra del team ha affrontato una spedizione in terra francese per partecipare a La Marmotte, impegnativa gara di gran fondo con l arrivo sull Alpe d Huez. Siamo rimasti affascinati da quei paesaggi e da quelle strade - racconta il diesse della Gaudenzi - che hanno scritto le più belle pagine della storia del Tour de France. E stata veramente una bella esperienza; ci torneremo! All interno del club vige una sorta di democrazia tipo polis della Grecia antica: all indomani delle gare i partecipanti si ritrovano ed i premi, veramente molti lo scorso anno, vengono assegnati per estrazione a sorte. Alla conquista dell Alpe d Huez Inoltre dallo scorso anno è stato istituito anche il premio Atleta dell anno che viene assegnato, in occasione del convivio annuale, all atleta che si sia reso particolarmente meritorio nel corso della stagione. La prima edizione del trofeo è stata attribuita a Mirko Lanini. E per il 2006? L intenzione è quella di mettere in palio il trofeo toscano. E per dimostrare di che pasta sono fatti quelli del G.S. Gaudenzi annunciano la partecipazione alle prove più difficili: Granducato di Toscana, Le Marmotte in Francia, Maratona delle Dolomiti, Nove Colli e... la lista è lunghissima ed i successi, visti i precedenti, sono assicurati. Elenco atleti del G.S. Gaudenzi che nel 2005 sono saliti sul gradino più alto del podio. Gare su strada (31 vittorie): Robin Torsoli (Campione italiano su strada AICS), Sergio Goti, Stefano Baggiani, Sergio Marchetti, Samuele Bennati, Donato Bidini, Marco Vichi, Luca Berlingozzi, AlessandroGrazzini. Mountain Bike (6 vittorie): Alessio Semoli, Luca Mugnaini, Roberto Petrone. ciclismo A sinistra Ivan Gaudenzi, a destra il figlio Alberto Sotto la rappresentativa del team al Randonnee Lucca-Scarlino di 330 km (2005) CICLISMO 55

24 03/06 << IL POLISPORTIVO UNA DONNA AL VERTICE DEL PANATHLON VALDARNO LA STORIA SPORTIVA E DIRIGENZIELE DI MANUELA BAGNOLESI DI FULVIO BERNACCHIONI storie di sport In alto Manuela premia i ragazzi di una scuola In basso Gemellaggio con il Lions. Quando era una ragazzina frequentava i campi di basket indossando la maglia della società Galli di San Giovanni Valdarno. Nella sua lunga carriera sportiva ha vinto due titoli italiani ed è stata anche convocata in nazionale. Una volta cessata l attività agonistica è rimasta legata al mondo dello sport ed oggi è la prima donna a ricoprire il ruolo di presidente del Panathlon Valdarno. Stiamo parlando di Manuela Bagnolesi che proprio di recente è stata riconfermata alla massima carica del sodalizio. Anche se oggi Manuela svolge un inappuntabile lavoro di ufficio all interno di un prestigioso studio professionale non dimentica gli anni della gioventù vissuti nel mondo dello sport: sono stati anni bellissimi sia a livello umano che dal punto di vista sportivo. Eravamo un bel gruppo, stavamo volentieri assieme, la società era sana... ci divertivamo. Com è avvenuto il tuo primo incontro con il basket? Ho iniziato a nove anni per sbaglio, poi mi sono talmente appassionata che sono rimasta in attività fino all età di 23 anni. Poi, quando ho cessato l attività agonistica, mi è rimasta questa passione per lo sport, non solo per il basket, per lo sport in generale. Nel 1986 Manuela entra nel Panathlon Club Valdarno e per molti anni partecipa alle attività del sodalizio. Un bel giorno la svolta: alcuni membri del club le propongono di assumere la presidenza del Panathlon, lei rimane titubante, chiede tempo per capire meccanismi, ruoli e responsabilità dirigenziali. Per due anni viene quindi eletta nel consiglio direttivo per capire com è regolata la vita del club ed il primo gennaio 2004 Manuela Bagnolesi diviene la prima donna presidente del Panathlon Valdarno. Puntigliosa e precisa Manuela porta un tocco rosa all interno di un sodalizio prima dominato da figure maschili. Si consolidano le attività istituzionali verso il mondo esterno. In particolare vengono incentivati i tre importanti premi istituiti dal sodalizio: il premio Niccolò Carosio, con cadenza biennale e riservato ai giornalisti sportivi che si sono distinti nel raccontare lo sport vero con tutti i suoi valori. L ultimo vincitore del premio, 56 STORIE DI SPORT

25 IL POLISPORTIVO >> 03/06 in ordine di tempo, è stato Bruno Pizzul. Con cadenza annuale viene invece assegnato il premio Panthlon ad atleti, società o dirigenti sportivi del Valdarno che si siano particolarmente distinti nel corso dell anno. Infine c è un premio annuale per i giornalisti sportivi valdarnesi. Anche le riunioni conviviali, una decina all anno, sono l occasione per affrontare tematiche sportive, senza dimenticare i risvolti sociali. Nel corso di un recente incontro è stato affrontato, con un giornalista e con il dottor Santiloni, dirigente del commissariato di Pubblica Sicurezza di Montevarchi, il tema dell attuale situazione degli stadi italiani. Quali sono, chiediamo ad Emanuela Bagnolesi, i progetti per il futuro? Probabilmente questo mandato sarà un po più impegnativo del precedente: tutta l attività di quest anno è finalizzata ad un evento, la celebrazione del trentesimo anniversario della fondazione del nostro club fissata per il prossimo 7 dicembre. Quali sono le iniziative in cantiere? Sarà sicuramente organizzato un convegno, ma stiamo mettendo a punto anche una iniziativa per promuovere i valori sportivi tra i giovani. L idea di massima è quella di realizzare un grande poster, da distribuire nei luoghi pubblici e soprattutto nelle scuole, dove siano ricordati i valori di fondo del Panathlon, che sono poi i principi veri dello sport: l etica sportiva, il rispetto dell avversario, il rifiuto del doping, la lealtà... A proposito di lealtà sportiva vogliamo concludere ricordando una bella iniziativa organizzata in collaborazione con i veterani sportivi nei mesi scorsi. Mi riferisco alla premiazione di Alvise De Viti, atleta diversamente abile, campione nelle Para-olimpiadi. Si tratta di un ragazzo eccezionale, dotato di grande fair-play. L unico atleta che pur avendo vinto una medaglia d oro acconsentì alla ripetizione della gara perché uno degli avversari era caduto dalla carrozzella. L incontro con De Viti è stata una cosa veramente toccante. Nelle foto In alto a sinistra Manuela Bagnolesi in visita ufficiale con il Panathlon all Accademia Navale di Livorno. A destra Alvise De Viti accanto alla madre, in occasione della conviviale organizzata in suo onore dall Associazione Veterani Sportivi e dal Panathlon Valdarno In basso Conviviale del club. Nella foto la presidente con il compianto Arduino Casprini e Mauro Vannelli, past-president e componente del consiglio del Panathlon STORIE DI SPORT 57

26 02/06 << IL POLISPORTIVO RALLY RONDE COLLINE DI CESENA UN ANIMA CASENTINESE PER LA GARA ROMAGNOLA DI LEO TODISCO GRANDE / FOTO DI WALTER SEGNAN rally Mentre prende il via la lunga stagione del rally italiano, Cesena ha proposto domenica 12 marzo la 3 edizione del Rally Ronde Colline di Cesena, un gustoso antipasto organizzato dalla scuderia Proservice del presidente Gabriele Casadei. In un parco macchine davvero invidiabile con diverse vetture WRC e Super 1600 si sono distinti anche alcuni equipaggi della nostra provincia, catturati per noi dall obiettivo della DGT Image. Il rally cesenate è infatti una gara con l anima casentinese, quella del team manager della Proservice Maurizio Cappelletti, infaticabile organizzatore e poi anche concorrente al fianco del pilota Paolo Vangelisti su Mitsubishi Lancer. Per loro un più che onorevole 13 posto assoluto e quinto di classe N4. Ma l anima casentinese non si esaurisce qui, ci ha detto lo stesso Cappelletti. Colgo l occasione per ringraziare, a nome di Proservice, Loriano Norcini e la Scuderia Etruria per la preziosa collaborazione e per il lavoro dei loro commissari di percorso. Fra qualche mese la vallata tornerà ad animarsi con il prestigioso Rally del Casentino. Tutte le classifiche ed i risultati degli altri piloti nostrani in Rete su CASENTINESI A CESENA Sopra: la Toyota Corolla WRC di Segantini - Giannecchini. Sotto, il podio al completo. Accosciato, il presidente della Proservice, Gabriele Casadei. Nella pagina a fianco: in alto i vincitori Valli - Stefanelli festeggiano a fine gara. A destra la Mitsubishi Lancer di Vangelisti - Cappelletti; sotto l equipaggio Fiorini Massai su Opel Corsa Super 1600; a destra in basso l abbraccio fra Cappelletti e Casadei, organizzatori del rally. 58 RALLY

27 IL POLISPORTIVO >> 02/06 RALLY 59

28 03/06 << IL POLISPORTIVO SPORT E SALUTE IL PARERE DI DUE MEDICI SU ALIMENTAZIONE E INFORTUNI DI RENZO PARADISI E CESARE DANESI I GRASSI, CARBURANTE DI RISERVA E NON SOLO Nel numero 2 de Il Polisportivo abbiamo scritto di come il carburante per gli atleti sia rappresentato principalmente dai carboidrati mentre i grassi o lipidi vengono presi in considerazione come sorgente di energia solo quando vi è una adeguata disponibilità di ossigeno. La funzione di riserva energetica è solo una delle numerose funzioni vitali dei lipidi. I grassi introdotti con la dieta servono per ricoprire organi importanti come reni, cuore e fegato, entrano a far parte della struttura del sistema nervoso e di ghiandole che producono ormoni; nel sottocutaneo evitano perdite di calore, nel sangue i lipidi trasportano le vitamine liposolubili A,D,E,K mentre nello stomaco - rallentando il processo digestivo - producono la sensazione di sazietà. In definitiva ogni cellula del nostro corpo per funzionare bene deve essere rivestita da una membrana di grassi uniti a proteine. Nel nostro organismo e negli alimenti i lipidi sono presenti sotto forma di trigliceridi, fosfolipidi e colesterorlo. I trigliceridi sono formati da una molecola denominata glicerolo e da tre molecole di acidi grassi (chimicamente distinti in saturi, monoinsaturi e polinsaturi a seconda della presenza di doppi legami tra gli atomi). I trigliceridi provengono dagli alimenti ma possono essere assemblati nel fegato partendo dai carboidrati, dalle proteine e dall alcol per essere poi depositati come energia di riserva nel tessuto adiposo. Negli alimenti gli acidi grassi nutrizionalmente desiderabili sono di tipo insaturo: acido linoleico, arachidonico e linolenico. Essi sono necessari per una normale crescita e per la salute di sangue e nervi; derivano principalmente dai vegetali e a temperatura ambiente sono liquidi come l olio d oliva, di girasole e di soia. Una sorgente non vegetale di acidi grassi insaturi è costituita dall olio di fegato di merluzzo. Gli acidi grassi da evitare nella dieta sono invece quelli saturi perché ostruiscono le arterie provocando cardiopatie coronariche; essi generalmente si presentano solidi a temperatura ambiente e si trovano in alimenti di origine animale come il burro e in grassi vegetali di provenienza tropicale come i derivati dell olio di cocco e di palma. Questi grassi purtroppo trovano largo impiego nell industria alimentare essendo ingredienti di biscotti, crackers e cibi cotti al forno. Leggere attentamente la composizione dei cibi confezionati può aiutare gli sportivi ad eliminare dalla propria dieta i grassi saturi. Altro grasso largamente presente nel corpo umano è il colesterolo. In gran parte ha un origine endogena essendo prodotto nella quantità di circa 1,5 grammi al giorno dal fegato e per circa 0,5 grammi da altri tessuti quali pelle, intestino, surreni e cervello. Con una dieta variata invece si introducono circa 0,3-0,5 grammi di colesterolo al giorno, ovvero un quarto di quello endogeno. Gli alimenti che lo contengono sono esclusivamente di origine animale. Come sopra ricordato, il colesterolo al pari di tutti gli altri grassi, svolge funzioni vitali ma quando il suo contenuto ematico (colesterolemia) va al di sopra dei normali livelli di mg per decilitro di sangue, si parla di ipercolesterolemia con rischi per la salute da ostruzione vasale. Ciò può comportare dolore cardiaco da sforzo (angina pectoris), ipertensione arteriosa, dolori alle gambe, fino all infarto cardiaco e cerebrale. Oltre che i valori totali del colesterolo nel sangue é importante tenere sotto controllo anche la quantità di lipoproteine a bassa densità (LDL) che trasportano il colesterolo dal fegato alla perife- RENZO PARADISI è nato a Perugia il 26 gennaio 1967, è Medico Chirurgo specialista in Igiene e Medicina Preventiva. Attualmente lavora come Dirigente Medico presso l Unità Operativa Igiene degli Alimenti e della Nutrizione della Asl 8 di Arezzo. Ha praticato atletica leggera a livello agonistico nelle categorie giovanili e assolute, specialità 100 e 200 piani. Attualmente partecipa a gare nella categoria assoluti e in quelle Master dove con l Atletica AVIS Perugia ha conquistato il Campionato Nazionale per Società su pista nel 2000 e nel SPORT E MEDICINA

29 IL POLISPORTIVO >> 03/06 ria facendolo depositare sulle pareti dei vasi (ateroslerosi). Le proteine ad alta densità (HDL) che veicolano il colesterolo dalla periferia del corpo verso il fegato invece, rimuovendo le placche aterosclerotiche dalle pareti arteriose, favoriscono l allontanamento di questo grasso dall organismo; in pratica una quantità ematica di HDL-colesterolo superiore ai mg per decilitro è il requisito per poter efficacemente contrastare l aterosclerosi. Numerosi alimenti possono aiutarci a innalzare il livello di HDL e ad abbassare quello di LDL; tra questi abbiamo il pesce (ricco di omega 3), gli alimenti con alto contenuto di fibre vegetali quali i legumi e gli alimenti ricchi di vitamine come gli ortaggi e la frutta. Per contro sono da evitare gli eccessi nel consumo di carne e le condizioni che aumentano troppo la pressione del sangue come il consumo esagerato di sale da cucina. Il benefico aumento di HDL e abbassamento di LDL nel corpo lo possiamo ottenere anche svolgendo con regolarità lo sport che noi preferiamo, visto che sedentarietà e stress sono anch esse condizioni favorenti l aterosclerosi. LA CAUSA PIÙ FREQUENTE DI DOLORE ALLE GINOCCHIA NEI GIOVANI ATLETI, OVVERO I COSIDDETTI DOLORI DI CRESCITA! Allorquando il sottoscritto partecipava ai campionati giovanili di calcio (ahimé, alcuni anni orsono ) era frequente che i giovani colleghi di allora accusassero dolori ripetuti e fastidiosi proprio sotto la rotula o, più frequentemente, in corrispondenza del terzo superiore ed anteriore della tibia. Ricordo ancora che i medici visitavano i giovani atleti, e inesorabilmente le loro conclusioni erano: Sono dolori di crescita. Magari averne ancora! Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti, e la definizione etimologica e fisiopatologia della gonalgia dei giovani atleti è stata esattamente codificata e diagnosticata. Nella maggioranza dei casi si tratta della Sindrome di Sinding Larson nella patologia dolorigena al polo inferiore della rotula, e della più nota Sindrome di Osgood Schlatter o apofisiti tibiale anteriore, allorché il dolore si situa al terzo superiore della gamba. Tali quadri rientrano nel grande capitolo delle enteropatie inserzionali, cioè nelle patologie da sovraccarico funzionale (o per gli anglosassoni over-rule) dei tendini. In particolare è interessato il tendine rotuleo, nella inserzione al polo inferiore della rotula e all apofisi tibiale anteriore, in casi di particolare sollecitazione del quadricipite. E allora si può ben capire come i soggetti che ne soffrono sono quelli che praticano sport attivi, in primis il calcio ma anche atletica, volley, scherma. La fisiopatologia di queste entesopatie prevede la ripetuta espensione del ginocchio con lo stress della zona intersezionale dei tendini proprio dove, per la giovane età, esiste un locus minoris resistentiae per la presenza di strutture cartilaginee e non ossee come nell età adulta. Clinicamente la zona interessata appare tumefatta e dolente in particolare se si effettua una flesso-estensione del ginocchio. La diagnosi è affidata all esame ecografico che ah del tutto soppiantato la vecchia radiografia del ginocchio, utile solo in caso di complicanze invero assai rare di tali patologie. Tuttavia il concetto di gold standard dell ecografia nella diagnosi di tale patologia non è ancora metabolizzato da tutti i colleghi. Basta fare una ricerca in Internet per scoprire che gli articoli che vi appaiono non citano l uso dell ecografia per la diagnosi ed il monitoraggio di queste patologie. Invece l ecografia si mostra, in mani esperte, dettagliata ed accurata mostrando l edema dei tessuti molli, la tumefazione del corpo adiposo di Hoffa ma soprattutto l aumento di spessore e la disomogeneità del tendine rotuleo nella parte intersezionale. Si può altre- 61medicina SPORT E MEDICINA

30 02/06 << IL POLISPORTIVO sì ben apprezzare anche la frammentazione del nucleo cartilagineo, che rimane l unico segno radiologico della sindrome di Osgood Schlatter. Si può quindi capire come gli ultrasuoni risultino maggiormente diagnostici anche per il follow-up della malattia che, vale la pena ricordarlo, ha sempre prognosi favorevole dopo un adeguato periodo di inattività. Inoltre e non ultimo appare fondamentale vista l età dei pazienti l uso di una tecnica diagnostica come l ecografia, che non utilizza radiazioni ionizzanti. In conclusione: i cosiddetti dolori di crescita ora sono facilmente diagnosticabili, ma affidiamoci a mani esperte. Dr. CESARE DANESI: nativo di Pratovecchio, è Aiuto Radiologo della Usl 8 all Ospedale del Casentino di Bibbiena. Da tempo si occupa di diagnostica in Medicina dello Sport ed è stato medico sociale di alcune società casentinesi (Poppi, Bibbiena). E membro della Sezione di Diagnostica per immagini inmedicina dello Sport della Società Italiana di Radiologia Medica. Indirizzo Internet: Riferimenti bibliografici: C.Danesi S.Lucianò: Il sovraccarico funzionale nello sport Abstract comunicazioni libere Convegno Nazionale Sezione di Diagnostica in Medicina dello Sport della Sirm Milano, giugno C:Danesi C.Finocchi: Corso di Ecografia Osteoarticolare ed Imaging integrato Abstract Riccione, maggio SPORT E MEDICINA

31 NON TI SEI VISTO SUL POLISPORTIVO? Tranquillo, siamo solo all inizio Facci conoscere le più belle imprese sportive, tue o della tua squadra; raccontaci le storie di sport giovanile e dilettantistico più vere e singolari, e saremo lieti di pubblicarle sul nostro mensile o in internet, all indirizzo PERCHÉ SE SEI UNO SPORTIVO, SEI SUL POLISPORTIVO!

32

Il volley messinese passa dalle mani dei più piccoli! Le parole chiave: voglia di crescere e amore per lo sport

Il volley messinese passa dalle mani dei più piccoli! Le parole chiave: voglia di crescere e amore per lo sport Newsletter Tel.: 090/363049 Fax: 090/5728514 E-mail: ufficiostampa@fipavmessina.it S.S. 114 km 4.160 - Palazzo "Orione" interno 23 10-05-2014 n.11 anno II Il volley messinese passa dalle mani dei più piccoli!

Dettagli

I BAGGIO SI RACCONTANO

I BAGGIO SI RACCONTANO Succede spesso di vedere in campo il figlio di qualche ex pallavolista che prosegue la passione o la professione del genitore, ma trovare il papa' che gioca ancora, non e' cosa di tutti i giorni. E' 1

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N 1 CENTRO SPORTIVO ITALIANO. COMITATO di ACIREALE TENNIS TAVOLO 03/03/2012

COMUNICATO UFFICIALE N 1 CENTRO SPORTIVO ITALIANO. COMITATO di ACIREALE TENNIS TAVOLO 03/03/2012 COMUNICATO UFFICIALE CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO di ACIREALE N 1 TENNIS TAVOLO 03/03/2012 C.S.I. ACIREALE via SS. Crocefisso n. 33 95024 Acireale Tel. 0957635729 Fax 0957632100 e-mail acireale@csi-net.it

Dettagli

IL GRANDE EVENTO DI BEACH VOLLEY AGOSTO ESTATE TORNE0 2x2 M OPEN. TORNE0 2x2 M AMATORIALE

IL GRANDE EVENTO DI BEACH VOLLEY AGOSTO ESTATE TORNE0 2x2 M OPEN. TORNE0 2x2 M AMATORIALE TORNE0 2x2 M OPEN TORNE0 2x2 FEMMINILE TORNEO YOUNG 8 STABILIMENTI 10 CAMPI DI GIOCO MUSICA DAL VIVO SPEAKER UFFICIALE BEACH PARTY ESIBIZIONE OSPITI VIP Con il patrocinio Comune di Ancona TORNE0 2x2 M

Dettagli

REGOLAMENTO DEL 1 TORNEO GIOVANILE DI CALCIO UMBRIA JUNIOR CUP. Organizzato dalla

REGOLAMENTO DEL 1 TORNEO GIOVANILE DI CALCIO UMBRIA JUNIOR CUP. Organizzato dalla REGOLAMENTO DEL 1 TORNEO GIOVANILE DI CALCIO UMBRIA JUNIOR CUP Organizzato dalla Svolgimento 25 aprile 2016 presso lo Stadio Comunale Flavio Mariotti di Santa Sabina - Perugia Stagione Sportiva 2015/2016

Dettagli

6 Torneo Giovanile MICHELHOMBRES

6 Torneo Giovanile MICHELHOMBRES 6 Torneo Giovanile MICHELHOMBRES Perignano 9 settembre 2017 Riservato agli atleti degli anni 2007, 2008, 2009 Dopo il grande successo degli anni precedenti, l associazione benefica Michelhombres, anche

Dettagli

GUIDA CAMPIONATI ALLIEVI ALLIEVI FASCIA B GIOVANISSIMI GIOVANISSIMI FASCIA B

GUIDA CAMPIONATI ALLIEVI ALLIEVI FASCIA B GIOVANISSIMI GIOVANISSIMI FASCIA B ALLIEVI ALLIEVI FASCIA B GIOVANISSIMI GIOVANISSIMI FASCIA B GUIDA CAMPIONATI 2016 2017 A.S.D. CASSINA CALCIO, GUIDA CAMPIONATI ALLIEVI E GIOVANISSIMI 2016/2017-1 Questa guida è stata preparata a solo scopo

Dettagli

L Isc Centro nella finale

L Isc Centro nella finale L Isc Centro nella finale regionale dei Campionati Studenteschi di atletica leggera San Benedetto del Tronto Giovedì 5 maggio presso lo stadio di Macerata si è svolta la finale Regionale dei Campionati

Dettagli

Presentazione Stagione Sportiva 2015 / 2016

Presentazione Stagione Sportiva 2015 / 2016 Divertimento, ma anche impegno Gioia, ma anche ricordo Soddisfazione per quanto fatto, ma anche invito a fare di più e a farlo ancora meglio Errori, ma anche volontà di correggerli Sacrificio, ma anche

Dettagli

PROGETTO TROFEO CONI 2016

PROGETTO TROFEO CONI 2016 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO PROGETTO TROFEO CONI 2016 Regolamento Calcio I. REGOLE GENERALI ARTICOLO 1 Il Trofeo CONI per il CALCIO è organizzato da FIGC - SETTORE

Dettagli

Settimanale a cura dell Ufficio Stampa del VII Rugby Torino. 25 febbraio 2015

Settimanale a cura dell Ufficio Stampa del VII Rugby Torino. 25 febbraio 2015 Settimanale a cura dell Ufficio Stampa del VII Rugby Torino. 25 febbraio 2015 Domenica torna in campo la B, e l avversario non è proprio tra i più semplici. Quale VII vedremo dopo le ultime prestazioni?

Dettagli

Mercoledì 16 Marzo. alle ore 20.00 al. PalaBerta di. Montegrotto Terme. Broetto Virtus Padova. e De Longhi Treviso

Mercoledì 16 Marzo. alle ore 20.00 al. PalaBerta di. Montegrotto Terme. Broetto Virtus Padova. e De Longhi Treviso Mercoledì 16 Marzo alle ore 20.00 al PalaBerta di Montegrotto Terme Broetto Virtus Padova e De Longhi Treviso 1 / 5 Insieme a favore di Telethon. Lo avevamo anticipato già prima di Natale e l evento è

Dettagli

L iniziativa ha coinvolto tutte le classi della sez. Chimico. La partecipazione degli studenti nelle diverse fasi realizzative è stata ampia.

L iniziativa ha coinvolto tutte le classi della sez. Chimico. La partecipazione degli studenti nelle diverse fasi realizzative è stata ampia. Dopo la corsa campestre provinciale di Alvito e la finale Regionale di RIETI che hanno visto protagonisti i nostri studenti, l attività sportiva scolastica, nel 2010, è proseguita con lo sci nordico per

Dettagli

PRESENTAZIONE 20^ COPPA LARIANA ANNO SPORTIVO 2015/2016

PRESENTAZIONE 20^ COPPA LARIANA ANNO SPORTIVO 2015/2016 PRESENTAZIONE 20^ ANNO SPORTIVO 2015/2016 Il Comitato Provinciale di Como PRESENTA il TERZO TURNO della Manifestazione denominata per il Settore Femminile: La motivazione che ha spinge il Comitato Provinciale

Dettagli

Pozzi Andrea Chiara conquista il Titolo ai Campionati Provinciali di PROVE MULTIPLE su pista ESORDIENTI A

Pozzi Andrea Chiara conquista il Titolo ai Campionati Provinciali di PROVE MULTIPLE su pista ESORDIENTI A Pozzi Andrea Chiara conquista il Titolo ai Campionati Provinciali di PROVE MULTIPLE su pista ESORDIENTI A Altro centro per il settore promozionale dell'atletica ERBA al primo appuntamento al rientro della

Dettagli

27 Trofeo Emilio Buccafusca RI CHILDREN- Allievi- Ragazzi L1GS_R - Giovani- Seniores

27 Trofeo Emilio Buccafusca RI CHILDREN- Allievi- Ragazzi L1GS_R - Giovani- Seniores Domenica 29 Gennaio 2017 Roccaraso 27 Trofeo Emilio Buccafusca RI CHILDREN- Allievi- Ragazzi L1GS_R - Giovani- Seniores Gara valida per l assegnazione del Trofeo challenge Pino Perrone Capano riservato

Dettagli

Trofeo Teverino Ping Pong Kids 2013

Trofeo Teverino Ping Pong Kids 2013 Allegato n. 1 Deliberazione n. 000/2012 del C.F. Roma, 1 dicembre 2012 Trofeo Teverino Ping Pong Kids 2013 Il Trofeo Teverino Ping Pong Kids rappresenta occasione per i giovani di conoscere e praticare

Dettagli

30 anni di grande Volley!!!

30 anni di grande Volley!!! 30 anni di grande Volley!!! il Notiziario della Settimana n.3 di lunedì 26 settembre2016 SOMMARIO : : Torneo Coppa Lombardia: 2a Giornata pag.2,3,4 : Campionato Provinciale: inizia 7 ottobre : Campionato

Dettagli

SETTORE GIOVANILE UISP Reggio Calabria

SETTORE GIOVANILE UISP Reggio Calabria SETTORE GIOVANILE UISP Reggio Calabria STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ART. 1 SVOLGIMENTO CAMPIONATI I Campionati del Settore Giovanile UISP si articoleranno in gironi con gare di Andata e Ritorno. NORME DÌ

Dettagli

La prossima settimana vi farò un resoconto di questa manifestazione, adesso mi limito a pubblicare i risultati, le foto e il programma di Roma.

La prossima settimana vi farò un resoconto di questa manifestazione, adesso mi limito a pubblicare i risultati, le foto e il programma di Roma. L'OR.SA torna a Roma, ma questa volta non in gita, dopo aver vinto le fasi provinciali del Torneo degli Oratori i nostri ragazzi si sono qualificati per disputare le Finali Nazionali, 16 Squadre in rappresentanza

Dettagli

BOLOGNA dal 4 al 9 ottobre 2016

BOLOGNA dal 4 al 9 ottobre 2016 TIRO A SEGNO - FINALE CAMPIONATI ITALIANI SENIORES E MASTER BOLOGNA dal 4 al 9 ottobre 2016 Domenica 9 ottobre si sono conclusi, presso il Poligono di tiro a segno di Bologna, i Campionati Italiani assoluti

Dettagli

Collettivi: vincere il maggior numero di partite! Chiunque scende in campo, bambino o adulto che sia, lo fa per VINCERE.

Collettivi: vincere il maggior numero di partite! Chiunque scende in campo, bambino o adulto che sia, lo fa per VINCERE. LEZIONE 8 CALCIO LA PROGRAMMAZIONE Approfondimento: Il prepartita PROGRAMMAZIONE Cosa significa? Stabilire gli obiettivi da raggiungere e pianificare il percorso per farlo Obiettivi: Individuali (personali)

Dettagli

PROGRAMMA ATTIVITA' PALLAVOLO UISP Stagione

PROGRAMMA ATTIVITA' PALLAVOLO UISP Stagione LEGA NAZIONALE PALLAVOLO Telefono 055/6583520 e-mail presidenza.pallavolo@uisp.it L Uisp cambia lo sport. Lo sport cambia la vita Ai Presidenti Comitati Regionali Ai Presidenti Comitati Territoriali Ai

Dettagli

La Federazione Italiana Pallavolo Comitato Provinciale di Monza Brianza. organizza il. 6 Trofeo Scuola & Volley 2015/2016 SCUOLE SECONDARIE 1 GRADO

La Federazione Italiana Pallavolo Comitato Provinciale di Monza Brianza. organizza il. 6 Trofeo Scuola & Volley 2015/2016 SCUOLE SECONDARIE 1 GRADO La Federazione Italiana Pallavolo Comitato Provinciale di Monza Brianza organizza il 6 Trofeo Scuola & Volley 2015/2016 SCUOLE SECONDARIE 1 GRADO Classi 1^ - 2^ - 3^ media Modalità d iscrizione e Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO CATEGORIA PROPAGANDA

REGOLAMENTO CATEGORIA PROPAGANDA POLISPORTIVE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI PROMOZIONE SPORTIVA GIOVANILI SALESIANE Sede nazionale. Via Nomentana 175-00161 ROMA Tel. 06/4462179 - Fax 06/491310 PARTE GENERALE REGOLAMENTO CATEGORIA PROPAGANDA

Dettagli

CENTRO PROVINCIALE SPORTIVO LIBERTAS

CENTRO PROVINCIALE SPORTIVO LIBERTAS CENTRO PROVINCIALE SPORTIVO LIBERTAS PORDENONE REGOLAMENTO 39 CAMPIONATI NAZIONALI LIBERTAS DI SCI 2014 Il Centro Nazionale Libertas, il Centro Provinciale Libertas di Pordenone, l A.S.D. Sci Club Pordenone

Dettagli

ROSA ATLETI LA SOCIETÀ

ROSA ATLETI LA SOCIETÀ LA SOCIETÀ ROSA ATLETI PRESIDENTE ONORARIO: Aurelio Valenti PRESIDENTE: Natale Aiello VICE PRESIDENTE: Luigi Pulvirenti DIRETTORE SPORTIVO: Piero D Angelo MEDICO SOCIALE: Carmelo Seminara RESPONSABILE

Dettagli

A.I.A. Sezione di Brescia REGOLAMENTO DEL TORNEO DI CALCETTO SEZIONALE Anno: 2016

A.I.A. Sezione di Brescia REGOLAMENTO DEL TORNEO DI CALCETTO SEZIONALE Anno: 2016 A.I.A. Sezione di Brescia REGOLAMENTO DEL TORNEO DI CALCETTO SEZIONALE Anno: 2016 Importanti novità per quanto riguarda il regolamento organizzativo sono state introdotte agli articoli 14-15-16. REGOLAMENTO

Dettagli

XXII EDIZIONE TORNEO INTERNAZIONALE di Calcio A5 VALPOLICELLA CUP

XXII EDIZIONE TORNEO INTERNAZIONALE di Calcio A5 VALPOLICELLA CUP ASSOCIAZIONE SPORTIVA ARBITRI VERONA E MOVIMENTO SPORTIVO POPOLARE ITALIA COMITATO PROVINCIALE DI VERONA IN COLLABORAZIONE CON CENTRO SPORTIVO SAN FLORIANO ORGANIZZANO XXII EDIZIONE TORNEO INTERNAZIONALE

Dettagli

CENTRO PROVINCIALE SPORTIVO LIBERTAS

CENTRO PROVINCIALE SPORTIVO LIBERTAS CENTRO PROVINCIALE SPORTIVO LIBERTAS PORDENONE REGOLAMENTO 41 CAMPIONATI NAZIONALI LIBERTAS DI SCI 2016 Il Centro Nazionale Libertas, il Centro Provinciale Libertas di Pordenone, A.S.D. SAFARI EXPERIENCE

Dettagli

COPPE CSI CALCIO A 11 CUP

COPPE CSI CALCIO A 11 CUP COPPE CSI CALCIO A 11 CUP SPECIAL CUP - OPEN Tutte le squadre sono automaticamente iscritte alla Special Cup, salvo loro esplicita rinuncia inserita nella scheda d iscrizione. Si gioca con il coinvolgimento

Dettagli

PER TUTTI I RAGAZZI E LE RAGAZZE CHE FREQUENTANO LA CLASSE TERZA DELLA SSPG DI LEVICO TERME

PER TUTTI I RAGAZZI E LE RAGAZZE CHE FREQUENTANO LA CLASSE TERZA DELLA SSPG DI LEVICO TERME PER TUTTI I RAGAZZI E LE RAGAZZE CHE FREQUENTANO LA CLASSE TERZA DELLA SSPG DI LEVICO TERME VENERDI 28 MAGGIO 2010 ISCRIVITI CON LA SQUADRA DELLA TUA CLASSE ENTRO VENERDI 21 MAGGIO PRESSO SPAZIO GIOVANI

Dettagli

4) ATTIVITÀ DI CALCIO A CINQUE

4) ATTIVITÀ DI CALCIO A CINQUE 4) ATTIVITÀ DI CALCIO A CINQUE 4.1 Attività di base ( Piccoli Amici, Pulcini, Esordienti ) Fermi restando i principi generali fissati per ciascuna attività nella sezione specifica (caratteristiche ed organizzazione

Dettagli

3 EDIZIONE GIRONI CATEGORIA

3 EDIZIONE GIRONI CATEGORIA 3 EDIZIONE GIRONI CATEGORIA 2006 2007 SABATO 4 GIUGNO SERRMAZZONI CARPI F.C. A.C. CARPI SERRAMAZZONI CARPI F.C. SERRAMAZZONI DOMENICA 5 GIUGNO 17,40 PREMIAZIONE PER TUTTI REGOLAMENTO 2006-2007 ART. 1 ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Tennis Tavolo nazionale: Di Leva concede il tris. Lucia Garavelli la migliore nel femminile. G.S. Milano saldo al vertice della classifica a squadre

Tennis Tavolo nazionale: Di Leva concede il tris. Lucia Garavelli la migliore nel femminile. G.S. Milano saldo al vertice della classifica a squadre Tennis Tavolo nazionale: Di Leva concede il tris. Lucia Garavelli la migliore nel femminile. G.S. Milano saldo al vertice della classifica a squadre Il tennis tavolo è apparentemente semplice, persino

Dettagli

UISP Emilia Romagna Biliardo 33 Campionato Regionale Squadre SERIE B

UISP Emilia Romagna Biliardo 33 Campionato Regionale Squadre SERIE B UISP Emilia Romagna Biliardo 33 Campionato Regionale Squadre SERIE B Stagione 2016/2017 1 2 UISP ABIS Emilia Romagna 33 Campionato Regionale a Squadre NORME E REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE SVOLGIMENTO

Dettagli

Pallavolo Provinciale UISP COMUNICATO n. 01 Torino 06/07/2010

Pallavolo Provinciale UISP COMUNICATO n. 01 Torino 06/07/2010 Pallavolo Provinciale UISP COMUNICATO N. 01 2010/2011 Il coordinamento UISP (Unione Italiana Sport Per Tutti), organizza campionati di pallavolo che vanno dai campionati giovanili (a partire dall Under

Dettagli

PALLAVOLO PROVINCIALE UISP Comunicato n 02 del 08 Settembre 2008 Campionati Stagione Sportiva 2008/2009

PALLAVOLO PROVINCIALE UISP Comunicato n 02 del 08 Settembre 2008 Campionati Stagione Sportiva 2008/2009 PALLAVOLO PROVINCIALE UISP Comunicato n 02 del 08 Settembre 2008 Campionati Stagione Sportiva 2008/2009 1 La UISP Unione Italiana Sport Per Tutti, organizza sul territorio della provincia di Torino campionati

Dettagli

4 Trofeo Provinciale di Tennis Tavolo CSI VARESE 2012/2013

4 Trofeo Provinciale di Tennis Tavolo CSI VARESE 2012/2013 COMITATO PROVINCIALE DI VARESE via San Francesco, 15-21100 Varese tel.: 0332/239126 fax: 0332/240538 email: postmaster@csivarese.it sito internet: www.csivarese.it TENNISTAVOLO 4 Trofeo Provinciale di

Dettagli

Associazione Sportiva Dilettantistica ASD CIATT PRATO

Associazione Sportiva Dilettantistica ASD CIATT PRATO 2 Torneo Ordinario 4 Categoria 2011/2012 11 Torneo Regionale Città di Prato PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE E QUOTE DI ISCRIZIONE Società organizzatrice: ASD Data e Luogo di Svolgimento: 17 Dicembre e 18

Dettagli

Servizio Diocesano di Pastorale Giovanile e Vicaria di Amandola Diocesi di Fermo GMG 2011

Servizio Diocesano di Pastorale Giovanile e Vicaria di Amandola Diocesi di Fermo GMG 2011 Servizio Diocesano di Pastorale Giovanile e Vicaria di Amandola Diocesi di Fermo GMG 2011 2011 REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL III TORNEO DIOCESANO DI PALLAVOLO MISTO IN OCCASIONE DELLA GMG 2011 Il

Dettagli

SPONSOR. indice MAGGIO 2014

SPONSOR. indice MAGGIO 2014 MAGGIO 2014 LA TORRE VOLLEY SPONSOR indice PAG 1 e 2 NOVITA IN CAMPO PAG 3 3 DIVISIONE PAG 4 ALLIEVE GIALLE PAG 5 ALLIEVE ROSSE PAG 6 MINI ALLIEVE PAG 7 AMATORIALE MISTO PAG 8 CORSO AMATORIALE PAG 9 ESORDIENTI

Dettagli

REGOLAMENTO. Campionato Italiano Sindaci e Amministratori Pubblici 2015

REGOLAMENTO. Campionato Italiano Sindaci e Amministratori Pubblici 2015 REGOLAMENTO Campionato Italiano Sindaci e Amministratori Pubblici 2015 La scelta della maratona riteniamo sia significativa per quello che questa corsa sulla lunga distanza rappresenta nella storia, da

Dettagli

UISP CALCIO PARMA: GIOCARE CON GLI ALTRI E NON CONTRO!

UISP CALCIO PARMA: GIOCARE CON GLI ALTRI E NON CONTRO! 5 UISP Principali campi in erba sintetica che utilizzeremo: G.S.D. BUSSETO VICOPO MOLETOLO UISP CALCIO PARMA: GIOCARE CON GLI ALTRI E NON CONTRO! FAIR PLAY CARTELLINO VERDE TIFO CORRETTO TERZO TEMPO 5

Dettagli

11 31 MAGGIO 2009 REGOLAMENTO

11 31 MAGGIO 2009 REGOLAMENTO ART. 1 TITOLO REGOLAMENTO A chiusura dell attività della stagione sportiva 2008/2009, l U.S.D. PRADAMANO organizza il XV Torneo di Calcio Trofeo Città di Pradamano riservato alla categoria Pulcini. ART.

Dettagli

TROFEO CONI 2016 REGOLAMENTO TECNICO

TROFEO CONI 2016 REGOLAMENTO TECNICO FIG e ST Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali TROFEO CONI 2016 REGOLAMENTO TECNICO DISCIPLINE 1. FRECCETTE 2. LANCIO DELLA RUZZOLA Premessa La Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali

Dettagli

SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO ROMA VIA PO, 36

SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO ROMA VIA PO, 36 SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO 00198 ROMA VIA PO, 36 Stagione Sportiva 2015 2016 COMUNICATO UFFICIALE N 21 S.G.S. del 13 aprile 2016 MANIFESTAZIONI A CARATTERE NAZIONALE Sentiti i componenti del Consiglio

Dettagli

Fare Centro 2016/2017 Commissione PALLAVOLO

Fare Centro 2016/2017 Commissione PALLAVOLO Fare Centro 2016/2017 Commissione PALLAVOLO Orario apertura ufficio: lunedì ore 21:00 22:30 Tel. 0371.1901272 Indirizzi e-mail: - Pallavolo: com.volley@csilodi.it - Gioca Volley: giocavolleycsilodi@gmail.com

Dettagli

Associazione Sportiva Dilettantistica. GrigioVolley. In Collaborazione con Haka Volley Presenta 6^ EDIZIONE. 24 ore di Pallavolo PRO

Associazione Sportiva Dilettantistica. GrigioVolley. In Collaborazione con Haka Volley Presenta 6^ EDIZIONE. 24 ore di Pallavolo PRO Associazione Sportiva Dilettantistica GrigioVolley In Collaborazione con Haka Volley Presenta 6^ EDIZIONE 24 ore di Pallavolo PRO Alessandria 29-30 giugno 2013 Area Polifunzionale Lauretta Garavelli Corso

Dettagli

COMITATO REGIONALE TOSCANO COMUNICATO UFFICIALE NUMERO 1

COMITATO REGIONALE TOSCANO COMUNICATO UFFICIALE NUMERO 1 COMITATO REGIONALE TOSCANA Via Jacopo Da Diacceto 3/B - Firenze - 50132 Tel. 055/571231 - Fax 055/579918 e.mail: info@aicstoscana.it calcio@aicstoscana.it COMITATO REGIONALE TOSCANO VIA JACOPO DA DIACCETO

Dettagli

UISP LEGA PALLAVOLO DI ROMA COMUNICATO N 26

UISP LEGA PALLAVOLO DI ROMA COMUNICATO N 26 UISP LEGA PALLAVOLO DI ROMA COMUNICATO N 26 A partire dal nuovo anno il servizio tornerà sul numero della Commissione gare 347/5705303. Tutte le comunicazioni relative a spostamenti gare si possono inviare

Dettagli

Lo SPORT. a Pietrasanta. Comune di Pietrasanta - Città d Arte - Città Nobile dal 1841

Lo SPORT. a Pietrasanta. Comune di Pietrasanta - Città d Arte - Città Nobile dal 1841 Lo SPORT a Pietrasanta Comune di Pietrasanta - Città d Arte - Città Nobile dal 1841 A cura di Ufficio Sport Comune di Pietrasanta (Alessandro Marsili e Luciano Bacci) Testi di Giovanni Lorenzini, Roy Lepore,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA FINALI PROVINCIALI CALCIO E FINALI TORNEO SWIMACLI. A cura di. Agenzia Comunicatio

RASSEGNA STAMPA FINALI PROVINCIALI CALCIO E FINALI TORNEO SWIMACLI. A cura di. Agenzia Comunicatio RASSEGNA STAMPA FINALI PROVINCIALI CALCIO E FINALI TORNEO SWIMACLI A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA SPORT: DOMANI ATTILIO FONTANA ALLE FINALI PROVINCIALI US ACLI DI CALCIO A 5 E CALCIO A

Dettagli

3 EDIZIONE GIRONI CATEGORIA

3 EDIZIONE GIRONI CATEGORIA 3 EDIZIONE GIRONI CATEGORIA 2009 2010 GIOVEDI' 2 GIUGNO PAUSA PRANZO VENERDI' 3 GIUGNO 21,00 PREMIAZIONE PER TUTTI REGOLAMENTO 2009-2010 ART. 1 ORGANIZZAZIONE LA SOCIETÀ A.C.D. CASTELVETRO IN COLLABORAZIONE

Dettagli

CATEGORIA TORNEO 2 5 APRILE2016 REGOLAMENTO

CATEGORIA TORNEO 2 5 APRILE2016 REGOLAMENTO 2 TORNEO 2016 CATEGORIA 2008 REGOLAMENTO 2 TORNEO 2 5 APRILE2016 Regolamento: ART.1: ORGANIZZAZIONE La società indice organizza un torneo a carattere regionale ad invito denominato: 2 TORNEO 25 APRILE

Dettagli

Circolare di indizione del TROFEO DELLE PROVINCE "MIKASA" BEACH VOLLEY 2014 Domenica 29 giugno "ARENA BEACH" - Cellatica (BS)

Circolare di indizione del TROFEO DELLE PROVINCE MIKASA BEACH VOLLEY 2014 Domenica 29 giugno ARENA BEACH - Cellatica (BS) Circolare di indizione del TROFEO DELLE PROVINCE "MIKASA" BEACH VOLLEY 2014 Domenica 29 giugno 2014 - "ARENA BEACH" - Cellatica (BS) Il Comitato Regionale della Lombardia della Federazione Italiana Pallavolo

Dettagli

R E G O L A M E N T O

R E G O L A M E N T O R E G O L A M E N T O Milan School Cup - 11^ Edizione 2016 La Polisportiva Dilettantistica Cimiano e L A.C. Milan - Progetto Giovani, Organizzano la 11^ edizione della MILAN SCHOOL CUP, manifestazione

Dettagli

Comitato Regionale Marche PROGETTO INDOOR SCUOLA 2004

Comitato Regionale Marche PROGETTO INDOOR SCUOLA 2004 Comitato Regionale Marche PROGETTO INDOOR SCUOLA 2004 Il Comitato Regionale F.I.D.A.L. di Ancona, con la collaborazione del Ufficio Scolastico Regionale per le Marche - Ufficio Educazione Fisica, con la

Dettagli

GIRONE A: A1 B1 C1 GIRONE B: D1 E1 MS. Si gioca : martedì 09/05 martedì 16/05 - martedì 23/05

GIRONE A: A1 B1 C1 GIRONE B: D1 E1 MS. Si gioca : martedì 09/05 martedì 16/05 - martedì 23/05 Giro A: Melegnano Calcio 1 - Medigliese SS Edelweiss Girone B: Pantigliate 1 GS Azzurra 2 Real Academy Girone C: GS Azzurra 1 - Pol. S. Biagio Pol. Juventina Girone D: Melegnano Calcio 2 GSO Laudense USD

Dettagli

Sezione sportivo monselicense. atleta normodotato. Sadocco Marco. punteggio 30 motivazione

Sezione sportivo monselicense. atleta normodotato. Sadocco Marco. punteggio 30 motivazione Sezione sportivo monselicense atleta normodotato Sadocco Marco ASD Nuovo Monselice Calcio Calcio In estate ha fatto una scelta controcorrente: lasciare il calcio di alto livello (la serie D con cui ha

Dettagli

SCAMBIO CULTURALE CON IL LICEO PETERSGASSE DI GRAZ (AUSTRIA) 23 FEBBRAIO 2 MARZO 2014 CLASSE :3CL COORDINATRICE : PROF.

SCAMBIO CULTURALE CON IL LICEO PETERSGASSE DI GRAZ (AUSTRIA) 23 FEBBRAIO 2 MARZO 2014 CLASSE :3CL COORDINATRICE : PROF. SCAMBIO CULTURALE CON IL LICEO PETERSGASSE DI GRAZ (AUSTRIA) 23 FEBBRAIO 2 MARZO 2014 CLASSE :3CL COORDINATRICE : PROF. ROSSELLA MAZZONI E' stata una bellissima settimana di divertimento e d'allegria.

Dettagli

9^ SUPERCOPPA del calcio giovanile torinese Memorial Vladimiro Caminiti

9^ SUPERCOPPA del calcio giovanile torinese Memorial Vladimiro Caminiti Regolamento generale della manifestazione La Società in collaborazione con l A.S.D. Memorial Caminiti indice ed organizza il torneo a carattere provinciale denominato: 9^ SUPERCOPPA del calcio giovanile

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL II TORNEO DIOCESANO DI PALLAVOLO MISTO IN OCCASIONE DELLA GMG 2010

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL II TORNEO DIOCESANO DI PALLAVOLO MISTO IN OCCASIONE DELLA GMG 2010 Servizio Diocesano di Pastorale Giovanile e Vicaria di Corridonia Diocesi di Fermo GMG 2010 REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL II TORNEO DIOCESANO DI PALLAVOLO MISTO IN OCCASIONE DELLA GMG 2010 Il torneo

Dettagli

REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE EUROPEI HENDERSON

REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE EUROPEI HENDERSON REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE EUROPEI HENDERSON Giugno 2016 revisione.1 1 PRESENTAZIONE: Il Torneo EUROPEI un torneo di calcio a cinque organizzato dall Associazione la Mela Verde in collaborazione con la

Dettagli

A.S.D. GRUPPO SPORTIVO ASSEMINI. Via Marmilla n ASSEMINI. Codice fiscale Partita Iva REGOLAMENTO.

A.S.D. GRUPPO SPORTIVO ASSEMINI. Via Marmilla n ASSEMINI. Codice fiscale Partita Iva REGOLAMENTO. A.S.D. GRUPPO SPORTIVO ASSEMINI A.S.D. GRUPPO SPORTIVO ASSEMINI Via Marmilla n. 25 09032 ASSEMINI Codice fiscale 92232660925 - Partita Iva 03644740924 REGOLAMENTO Articolo 1 Organizzazione L Associazione

Dettagli

Torneo dell Amicizia a Somaglia

Torneo dell Amicizia a Somaglia Stagione 2009-2010 Torneo dell Amicizia a Somaglia 31-05-2010 - News Generiche Bella giornata di pallavolo quella di domenica 30 maggio a Somaglia. Il torneo dell'amicizia, stupendamente organizzato dalla

Dettagli

CALCIO - UMBRIA COMUNICATO UFFICIALE N. 26 DEL GIORN0 30/06/2016

CALCIO - UMBRIA COMUNICATO UFFICIALE N. 26 DEL GIORN0 30/06/2016 CALCIO - UMBRIA COMUNICATO UFFICIALE N. 26 DEL GIORN0 30/06/2016 *** SOMMARIO *** Attività Ufficiale Regionale 2016/2017 a) Articolazione Campionato Regionale b) Articolazione Coppa Umbria c) Iscrizioni

Dettagli

regolamenti tornei sportivi

regolamenti tornei sportivi regolamenti tornei sportivi Tornei Giornata dello Sport La Giornata dello sport prevede lo svolgimento dei seguenti tornei/gare: Gara podistica VermezZelo Run agonistica 10km Gara podistica VermezZelo

Dettagli

PROGETTO CARCERE 2015

PROGETTO CARCERE 2015 PROGETTO CARCERE 2015 ATTIVITA LUDICO / SPORTIVE CULTURALI / MUSICALI di FORMAZIONE - Detenute e Detenuti della Casa di Reclusione Brescia Verziano - Personale di Polizia Penitenziaria della Casa di Reclusione

Dettagli

COMUNICATO N 31 IMPORTANTE!

COMUNICATO N 31 IMPORTANTE! COMUNICATO N 31 IMPORTANTE! E disponibile sul sito del Comitato Uisp di Roma l indizione delle fasi nazionali di Rimini con le schede di iscrizione. Le società interessate sono invitate a contattare la

Dettagli

Scheda La presente società/oratorio, è interessata a partecipare al torneo

Scheda La presente società/oratorio, è interessata a partecipare al torneo Notizie del 04 OTTOBRE 2017 Responsabile Comunicazione Cristiano Magri ISCRIVITI AI NOSTRI TORNEI DI CALCIO Al via nei prossimi mesi i tornei di calcio riservati ai bambini. Si invitano le società e gli

Dettagli

PER TUTTI I RAGAZZI E LE RAGAZZE CHE FREQUENTANO LA CLASSE SECONDA DELLA SSPG DI LEVICO TERME

PER TUTTI I RAGAZZI E LE RAGAZZE CHE FREQUENTANO LA CLASSE SECONDA DELLA SSPG DI LEVICO TERME PER TUTTI I RAGAZZI E LE RAGAZZE CHE FREQUENTANO LA CLASSE SECONDA DELLA SSPG DI LEVICO TERME ISCRIVITI CON LA SQUADRA DELLA TUA CLASSE ENTRO GIOVEDI 15 DICEMBRE PRESSO SPAZIO GIOVANI Vicolo del Crocefisso

Dettagli

G. FORNASIER MEMORIAL MARCO VILLETTI

G. FORNASIER MEMORIAL MARCO VILLETTI XXVI TORNEO DI CALCIO A 5 G. FORNASIER MEMORIAL MARCO VILLETTI La società sportiva Bivigliano in collaborazione con la U.I.S.P. organizza dal 05/07/2010 al 28/07/2010 il XXV Torneo di Calcio a 5 G. Fornasier

Dettagli

Comunicato Ufficiale N 1 del 24 Aprile 2017

Comunicato Ufficiale N 1 del 24 Aprile 2017 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO LEGA NAZIONALE DILETTANTI SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO COMITATO REGIONALE PUGLIA VIA Nicola Pende, 23-70124 BARI TEL. 080/5699011 - FAX 080/5648960 - NUMERO VERDE 800

Dettagli

Circolare di indizione del TROFEO DELLE PROVINCE DI BEACH VOLLEY 2016 Domenica 26 giugno "ARENA BEACH" - Cellatica (BS)

Circolare di indizione del TROFEO DELLE PROVINCE DI BEACH VOLLEY 2016 Domenica 26 giugno ARENA BEACH - Cellatica (BS) Circolare di indizione del TROFEO DELLE PROVINCE DI BEACH VOLLEY 2016 Domenica 26 giugno 2016 - "ARENA BEACH" - Cellatica (BS) Il Comitato Regionale della Lombardia della Federazione Italiana Pallavolo

Dettagli

CATEGORIE E LIMITI DI ETA REGOLAMENTO

CATEGORIE E LIMITI DI ETA REGOLAMENTO CATEGORIE E LIMITI DI ETA RAGAZZI ESORDIENTI M/F nati negli anni 2006-2007 RAGAZZI/E: nati negli anni 2004-2005 CADETTI/E: nati negli anni 2002-2003 GIOVANI ALLIEVI/E nati negli anni 2000-2001 JUNIORES

Dettagli

REGOLAMENTO PALLAVOLO

REGOLAMENTO PALLAVOLO REGOLAMENTO PALLAVOLO Categorie e limiti di età. UNDER 12 2005/2006 UNDER 14 2003/2004 UNDER 16 2001/2002 UNDER 18 1999/2000 LIBERA/F e LIBERA MISTA 1996 e prec. CATEGORIA UNDER 12 Campo di gioco, pallone,

Dettagli

CONVITTIADI Bibione, 11 / 18 aprile. Siamo partiti per Bibione carichi di entusiasmo e di voglia di confrontarsi, oltre che di vittorie!

CONVITTIADI Bibione, 11 / 18 aprile. Siamo partiti per Bibione carichi di entusiasmo e di voglia di confrontarsi, oltre che di vittorie! CONVITTIADI 2015 Bibione, 11 / 18 aprile Alle ore 8.00 dell 11 aprile 2015, 68 studenti del Convitto Cesare Battisti, 52 frequentanti la scuola media e 16 il Liceo Linguistico, si sono dati appuntamento

Dettagli

Scritto da Valsassina SKi Team Martedì 05 Marzo :10 - Ultimo aggiornamento Martedì 05 Marzo :10

Scritto da Valsassina SKi Team Martedì 05 Marzo :10 - Ultimo aggiornamento Martedì 05 Marzo :10 Campionati Italiani Assoluti di Sci Nordico Su espressa richiesta della Federazione Italiana Sport Invernali, l associazione sportiva dilettantistica Formazza Event, in stretta collaborazione con lo sci

Dettagli

REGOLAMENTO PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO PARTECIPAZIONE 1. Possono partecipare alla prova solo le società / atleti regolarmente affiliati alla FCI 2. Ciascuna società - al fine di permettere la partecipazione ad un numero di squadre

Dettagli

dicembree COPPA ITALIA GIOVANILE 29/30 DICEMBRE 2010 Scorzè, Piazza Donatori di Sangue SCORZÈ 37 Gran Premio 6 tappa Giro d'italia Ciclocross

dicembree COPPA ITALIA GIOVANILE 29/30 DICEMBRE 2010 Scorzè, Piazza Donatori di Sangue SCORZÈ 37 Gran Premio 6 tappa Giro d'italia Ciclocross PROVINCIA DI VENEZIA Comune di SCORZÈ 29-30 mbr dicembree 37 Gran Premio 6 tappa Giro d'italia Ciclocross COPPA ITALIA GIOVANILE 29/30 DICEMBRE 2010 Scorzè, Piazza Donatori di Sangue Saluti del Presidente

Dettagli

CAMPIONATI DEL MONDO TENNIS SERVICE

CAMPIONATI DEL MONDO TENNIS SERVICE Con il patrocinio di : CAMPIONATI DEL MONDO TENNIS SERVICE TORINO Dal 24 GIUGNO al 02 LUGLIO 2017 www.tennisworldservice.com COMITATO ORGANIZZATORE Area organizzazione e regolamento UGO VEGLIA MARINO BARIDON

Dettagli

corsa in montagna 24 Giugno EDOLO 08 Luglio MONNO 05 Agosto MALONNO 12 Agosto SONICO 08 Settembre VIONE

corsa in montagna 24 Giugno EDOLO 08 Luglio MONNO 05 Agosto MALONNO 12 Agosto SONICO 08 Settembre VIONE 5 prove di corsa in montagna 24 Giugno EDOLO 08 Luglio MONNO 05 Agosto MALONNO 12 Agosto SONICO 08 Settembre VIONE 2012 24 Giugno EDOLO Programma Trofeo 2 Colli Il percorso ha inizio presso l abitato di

Dettagli

Comitato Provinciale Piacenza Salone Coni Piacenza il

Comitato Provinciale Piacenza Salone Coni Piacenza il Comitato Provinciale Piacenza Salone Coni Piacenza il 20.12.2013 PREMIAZIONI 2013 MASSARI ENRICO il giocatore piacentino di spicco che gioca in una serie nazionale attualmente gioca nella Pallacanestro

Dettagli

1 TROFEO NAZIONALE MSP DAY 2013

1 TROFEO NAZIONALE MSP DAY 2013 Fondo Europeo di Sviluppo Regionale A.s.d. MSP ABRUZZO 1 TROFEO NAZIONALE MSP DAY 2013 11-12 MAGGIO 2013 PISCINA COMUNALE MONTORIO AL VOMANO (TE) Vasca 25 metri x 6 corsie 0861-592587 327-7792859 Fondo

Dettagli

Federazione Italiana Pallavolo Comitato Territoriale Abruzzo Sud Est

Federazione Italiana Pallavolo Comitato Territoriale Abruzzo Sud Est Under 18 Maschile stagione agonistica 2016/2017 Il Comitato Territoriale FIPAV, vista la delibera in Consulta dei Presidenti, organizza il Campionato Under 18 Maschile per la stagione agonistica 2016/2017

Dettagli

COMUNICATO STAMPA: CAMPIONATO PROVINCIALE DI SCACCHI UNDER 16 LA CARICA DEI 101

COMUNICATO STAMPA: CAMPIONATO PROVINCIALE DI SCACCHI UNDER 16 LA CARICA DEI 101 Trento, 27 marzo 2007 COMUNICATO STAMPA: CAMPIONATO PROVINCIALE DI SCACCHI UNDER 16 LA CARICA DEI 101 Domenica 25 marzo 2007 si è svolto a Cognola di Trento il Campionato Provinciale di Scacchi Under 16,

Dettagli

Senago Cup 2016 PULCINI 2006 "GOLD EDITION"

Senago Cup 2016 PULCINI 2006 GOLD EDITION PULCINI 2006 "GOLD EDITION" CALENDARIO GRUPPO A GRUPPO B GRUPPO C GRUPPO D A1 SENAGO CALCIO BLU B1 SENAGO CALCIO GIALLO C1 FOLGORE CARATESE D1 ARDOR BOLLATE A2 ARDOR LAZZATE B2 A.S.C.O.B 91 C2 SERENISSIMA

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CAMPIONATI ITALIANI DI 2^ E 3^ CATEGORIA DI BEACH TENNIS Bagno VITTORIO VENETO AGOSTO 2017, VIAREGGIO (LU)

REGOLAMENTO DEI CAMPIONATI ITALIANI DI 2^ E 3^ CATEGORIA DI BEACH TENNIS Bagno VITTORIO VENETO AGOSTO 2017, VIAREGGIO (LU) REGOLAMENTO DEI CAMPIONATI ITALIANI DI 2^ E 3^ CATEGORIA DI BEACH TENNIS Bagno VITTORIO VENETO 17 20 AGOSTO 2017, VIAREGGIO (LU) Art. 1 Generalita 1. La Federazione italiana Tennis indice per il 2017 i

Dettagli

CIRCUITO PROVINCIALE FIPAV DI ASTI DI MINIVOLLEY

CIRCUITO PROVINCIALE FIPAV DI ASTI DI MINIVOLLEY CIRCUITO PROVINCIALE FIPAV DI ASTI DI MINIVOLLEY Il C.P. di Asti indice il circuito provinciale di palla rilanciata, Minivolley di 1 e 2 livello per la stagione 2013/2014 con il preciso intento di incrementare

Dettagli

DAL 1995 INSIEME. E sono 13! ORGANIGRAMMA 2008/2009. Anno di fondazione 1995

DAL 1995 INSIEME. E sono 13! ORGANIGRAMMA 2008/2009. Anno di fondazione 1995 ORGANIGRAMMA 2008/2009 Anno di fondazione 1995 Presidente Vice Presidente Consiglieri Dirigenti accompagnatori Allenatori Refertisti Campo da gioco Sponsor Mario Zugni Marco Gasparotti Dario Bettoni Giovanni

Dettagli

REGOLAMENTO DEGLI INCONTRI

REGOLAMENTO DEGLI INCONTRI TENNIS TAVOLO CAMPIONATO A SQUADRE PROMOZIONALE ESTIVO Palatennistavolo di Lozza La Società Tennis Tavolo Varese organizza il 1 Campionato a Squadre Estivo per atleti 4/5, N.C. e N.T. (categoria unica

Dettagli

Regolamento Tornei Henderson 2017 del rev. o REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE TORNEI HENDERSON. Giugno A.S.D.

Regolamento Tornei Henderson 2017 del rev. o REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE TORNEI HENDERSON. Giugno A.S.D. REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE TORNEI HENDERSON Giugno 2017 A.S.D. La Mela Verde 1 PRESENTAZIONE: Il torneo di calcio a cinque denominato TORNEO HENDERSON 2017 è organizzato dall Associazione la Mela Verde

Dettagli

Non è necessario essere Campioni per divertirsi giocando a pallavolo

Non è necessario essere Campioni per divertirsi giocando a pallavolo Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori Societa affiliata alla Fipav e al PGS Manofuori Cup Non è necessario essere Campioni per divertirsi giocando a pallavolo L Associazione Culturale

Dettagli

Attività Individuale

Attività Individuale Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2016-2017 Attività Individuale REGOLAMENTO ISCRIZIONI AI CAMPIONATI ITALIANI 2017 1 Le iscrizioni alle gare dei Campionati Italiani sono effettuate dal Comitato

Dettagli

La Nostra Storia. Ferrarin ArturO

La Nostra Storia. Ferrarin ArturO La Nostra Storia Fondata nel 1978 da Dino Carpena e Natale Pugliese, allora professore di educazione fisica nella scuola media Ferrarin del quartiere Forlanini, a due passi dall aeroporto di Linate e da

Dettagli

ATTIVITA PROMOZIONALE PATTINAGGIO CORSA GIOCHI PER L EMILIA

ATTIVITA PROMOZIONALE PATTINAGGIO CORSA GIOCHI PER L EMILIA ATTIVITA PROMOZIONALE PATTINAGGIO CORSA GIOCHI PER L EMILIA ANNO 2016 INDICE 1) NORME GENERALI pag. 3 a) FINALITA b) PARTECIPANTI c) COSTI d) TESSERAMENTO 2) ATTIVITA pag. 4 3) CLASSIFICHE MODALITA PUNTEGGIO

Dettagli

Il Campionato Under 14 comprende squadre completamente femminili. Pallone di gioco: le gare dovranno essere disputate con palloni Mikasa o Molten.

Il Campionato Under 14 comprende squadre completamente femminili. Pallone di gioco: le gare dovranno essere disputate con palloni Mikasa o Molten. Il Campionato Under 14 comprende squadre completamente femminili. Limiti di età: Nate dal 2001 al 2003. Numero di atleti: 6 in campo. Lista atleti: il numero massimo di atlete utilizzabili per la gara

Dettagli

TRIATHLON A SQUADRE POLISPORTIVA ATHENA GROTTE REGOLAMENTO TERZA EDIZIONE ANNO Letto e approvato il 25/01/2014

TRIATHLON A SQUADRE POLISPORTIVA ATHENA GROTTE REGOLAMENTO TERZA EDIZIONE ANNO Letto e approvato il 25/01/2014 TRIATHLON A SQUADRE MEMORIAL MIMMO GIRGENTI POLISPORTIVA ATHENA GROTTE REGOLAMENTO TERZA EDIZIONE ANNO 2015 Letto e approvato il 25/01/2014 dal capitano della squadra Head & Legs Antonio Villardita dal

Dettagli