1. Archivi Codici I.V.A Codici Lingue Estere Progressivi Ditta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. Archivi. 1.1. Codici I.V.A. 1.2. Codici Lingue Estere. 1.3. Progressivi Ditta"

Transcript

1 PRODUZIONE E MAGAZZINO 1. Archivi Per gestire il magazzino e la produzione occorre creare i seguenti archivi Codici I.V.A. Occorre creare, obbligatoriamente, tutti i codici I.V.A. (soggetti, esenti, ecc.) che si intendono gestire per l acquisto e la vendita degli articoli; essi verranno utilizzati per effettuare il calcolo dell'i.v.a Codici Lingue Estere Picam permette di gestire per ogni articolo, oltre alle due descrizioni in italiano anche due descrizioni in lingua estera; per poter effettuare questa gestione occorre creare i codici lingue estere; se nei documenti clienti si vorrà stampare la descrizione dell'articolo in lingua estera, occorrerà, durante l'inserimento dei clienti, immettere il codice della lingua estera desiderato Progressivi Ditta TIPO CALCOLO VALORE ESISTENZA INIZIALE utilizzato in tutte le scelte del MAGAZZINO in cui dovrà essere effettuato un calcolo del valore dell'esistenza iniziale; le possibilità sono: PREZZO MEDIO DELL'ANNO [(val. acquisti - val. resi forn.) / (q.tà acquisti - q.tà resa forn.)] PREZZO MEDIO POND. DELL'ANNO [(val. riman. iniz. + val. acquisti - val. reso forn.) / (q.tà riman. iniz. + q.tà acquisti - q.tà resa forn.)] ULTIMO PREZZO D'ACQUISTO (il prezzo relativo all'ultima fattura di acquisto del prodotto). GESTIONE AUTOMATICA MOVIMENTI DI MAGAZZINO DI CARICO INIZIALE? selezionando l opzione SI (scelta consigliata) verranno aggiornati in modo automatico i movimenti di magazzino di carico iniziale dell'esercizio attuale nel caso in cui vengano inseriti/modificati/cancellati movimenti di magazzino dell esercizio precedente. GESTIONE MULTIDEPOSITI DI MAGAZZINO? permette di gestire all'interno della stessa azienda diversi depositi; selezionando l'opzione NO, la richiesta del codice deposito verrà disabilitata in tutte le scelte dell'applicativo. Integrazione al Manuale Utente 1

2 1.4. Codici Deposito È obbligatorio, per chi intenda gestire il magazzino, creare i codici deposito. Nel caso in cui si voglia gestire un solo deposito occorrerà inserire, comunque, il codice deposito 01. ULTIMO NUMERO PROGRESSIVO MOVIMENTO DI MAGAZZINO ultimo progressivo utilizzato nella numerazione dei movimenti di magazzino del deposito in oggetto. DATA ULTIMA STAMPA GIORNALE DI MAGAZZINO data in cui è stata effettuata l'ultima stampa definitiva del giornale di magazzino. DEPOSITO ESCLUSO DALLA VALORIZZAZIONE DI MAGAZZINO? selezionare questa opzione per indicare eventuali depositi che non devono essere considerati nella valorizzazione del magazzino. Questo campo è abilitato solo se nella scelta Impostazioni Procedure è stata selezionata l'opzione per valorizzare il magazzino considerando tutti i depositi gestiti (indipendentemente dai criteri di selezione dell'elaborazione effettuata). N.B.: Nel caso in cui venga utilizzata la stampa del giornale di magazzino, occorre immettere nell'archivio ARTICOLI NEI MAGAZZINI il campo ESISTENZA ALL'ULTIMA STAMPA GIORNALE (l'esistenza di magazzino dopo la stampa dell'ultimo giornale di magazzino; verrà aggiornata automaticamente al termine della stampa definitiva del giornale di magazzino) Categorie Fiscali È obbligatorio, per chi intenda gestire gli articoli di magazzino, creare almeno una categoria fiscale. Le categorie fiscali vengono utilizzate per: suddividere gli articoli valorizzare le esistenze di magazzino con il metodo LIFO 1.6. Causali Movimentazioni di Magazzino È obbligatorio, per chi vuole gestire il magazzino, caricare le causali di movimentazione di magazzino; essendo queste personalizzabili dall'utente, occorre inserirle in modo oculato ed esenti da errori di qualsiasi tipo. Esistono due tipi diversi di causali, la prima opera in partita semplice, cioè effettua la movimentazione di un solo deposito (magazzino), la seconda opera in partita doppia, cioè movimenta due depositi. Per esempio, se l'azienda possiede depositi dislocati in città diverse, si renderà necessario lo spostamento di prodotti da un deposito all'altro; con Picam è possibile con una sola registrazione scaricare il deposito di partenza e caricare il deposito di destinazione. Inoltre, se nel deposito di destinazione l'articolo non esiste, Picam lo creerà automaticamente. Esiste un ulteriore problema che può essere risolto efficacemente con Picam utilizzando i depositi: alla fine dell'anno fiscale è necessario redigere l'inventario fiscale e valorizzarlo, ad esempio, con il metodo L.I.F.O.; inventariare la merce che è fisicamente presente a magazzino è relativamente semplice, più problematico risulta invece inventariare la merce di proprietà dell'azienda ma non fisicamente presente a magazzino (per esempio merce in visione, in riparazione, in lavorazione, ecc.). Per risolvere questo problema è possibile creare diversi depositi come, per esempio, il deposito merce in visione, il deposito merce in riparazione, ecc. Durante la movimentazione di magazzino utilizzeremo i movimenti doppi scaricando un deposito e caricandone un altro e viceversa, ottenendo in questo modo almeno due diversi vantaggi: il primo consiste nella possibilità di inventariare tutti i prodotti non giacenti a magazzino, il secondo nel controllo di tutta la merce specialmente se questa è presso terzi. Integrazione al Manuale Utente 2

3 SCARICO AUTOMATICO DISTINTA selezionare SI, se, in caso di carico produzione, si vuole procedere all'emissione automatica degli scarichi e, se l'esistenza va in negativo, dei carichi dei componenti indicati in distinta base (viene richiesto solo se era stata scelta l'opzione CARICO); queste operazioni vengono effettuate solo se nei singoli articoli è indicato SI nel campo SCARICO DISTINTA. AGGIORNA VENDUTO PERIODO selezionare SI, se si vuole aggiornare, solo per i movimenti inerenti le vendite, il venduto del periodo nell archivio ARTICOLI NEI MAGAZZINI (utilizzato nella scelta Emissione Automatica Carichi / Scarichi di Produzione). OPERAZIONI NEL MAGAZZINO si devono immettere i campi del magazzino che si vogliono aggiornare, sia a quantità che a valore, preceduti dal segno (+ o -) in base all'operazione che si vuole effettuare (verranno aggiornati i relativi campi nell archivio ARTICOLI NEI MAGAZZINI). È possibile immettere fino a 5 campi diversi del magazzino. DESTINAZIONE DEPOSITO questo campo può essere omesso (in questo caso non verrà richiesto neppure il campo successivo), e la causale sarà una di quelle che operano in partita semplice, movimentando cioè un solo deposito. Se invece verrà immesso il codice di un deposito allora verrà richiesto anche il campo successivo e la causale opererà in partita doppia, ad esempio per movimentazione di merce tra depositi. DESTINAZIONE CAUSALE DI MAGAZZINO questo campo viene richiesto solo se è stato specificato il codice di un deposito nel campo precedente. Il codice qui riportato rappresenta la causale di magazzino che il programma userà per la movimentazione delle merci nel deposito destinazione. A 2 5 Vendita A di 10 Solo se esistenza Carico A di 10 negativa B Esistenza C Esistenza Scarico B di 20 Scarico C di 50 Carico B di 20 15=5 D Esistenza E Esistenza Solo se B va in negativo Scarico D di 50 Scarico E di 100 Aziende che registrano manualmente tutte le operazioni di magazzino: in qualsiasi momento hanno i valori aggiornati in tempo reale. Carico d acquisto D E C Scarico a produzione D E Carico da produzione B Scarico a produzione B C Carico da produzione A Scarico di vendita A Integrazione al Manuale Utente 3

4 Aziende che non vogliono registrare manualmente tutte le operazioni di magazzino (es.: solo acquisti e vendite tramite registrazione di D.d.T. e Fatture): Vendita A registrazione Scarico di vendita di A Carico da produzione di A (se esistenza negativa) Scarico a produzione di B e di C Carico da produzione B (se esistenza negativa) Scarico a produzione di D e di E Per fare questo in automatico occorre eseguire le seguenti operazioni: 1) Causale di Vendita Aggiorna Venduto Periodo = SI (Se registro una vendita di A viene aggiornato il campo Venduto Periodo nell archivio Articoli per Deposito). 2) Causale di Carico da Produzione Scarico Automatico Distinta = SI 3) Anagrafica Articoli componenti (B) Scarico Distinta = SI 4) Eseguire il programma Emissione automatica carichi / scarichi di produzione selezionando Emissione su venduto periodo. Durante la registrazione di movimentazioni di magazzino effettuata tramite la scelta Immissione Movimenti di Magazzino, è possibile modificare (temporaneamente) la distinta base di un articolo al momento della creazione automatica degli scarichi da produzione. Quando si registra un carico da produzione (causale di magazzino con SCARICO AUTOMATICO DISTINTA = SI), se nell articolo è stata selezionata l opzione SCARICO DISTINTA = SI, viene abilitata la gestione della Distinta Base: dopo aver selezionato l articolo, premendo il tasto funzione F8 oppure cliccando con il mouse sul pulsante Gestione Distinta, verrà visualizzata una videata contenente l elenco dei componenti della distinta base relativamente al 1 livello. L elenco proposto può essere modificato: possono essere inseriti nuovi articoli, possono essere cancellati gli articoli visualizzati, possono essere variati i dati visualizzati in ogni riga (Deposito, Articolo, Quantità Impiegata, % Scarto, % Calo), oppure possono essere immessi i dati mancanti (Note). Confermando i dati dell elenco, al momento dell aggiornamento il programma, oltre a creare il movimento di magazzino relativo al carico da produzione, creerà in automatico anche i movimenti di magazzino relativi agli scarichi da produzione degli articoli immessi in tale elenco. Il campo note immesso nell elenco sarà memorizzato nel campo note del movimento di magazzino Tabella Parametri CAUSALI DI MOVIMENTAZIONE DI MAGAZZINO Mentre le causali di movimentazione magazzino relative a movimenti di carico e scarico di produzione, cali e scarti di produzione verranno utilizzate tramite la distinta base per creare i movimenti, la causale di riporto saldi di magazzino verrà utilizzata dalla scelta Operazioni da Eseguire il 1 Giorno del Nuovo Eserc izio Gruppi Merceologici È obbligatorio, per chi intenda gestire gli articoli di magazzino, creare almeno un gruppo merceologico di vendita e un gruppo merceologico di acquisto. I gruppi merceologici vengono utilizzati per: suddividere gli articoli in categorie omogenee evitare, in fase di fatturazione o bollettazione, l'immissione dei codici conto merce; infatti l'automatismo tra il codice articolo e il codice conto merce viene effettuato grazie al gruppo merceologico che deve essere stato introdotto durante l'inserimento degli articoli. CONTO MERCE ITALIA immettere il codice conto (mastro/conto/sottoconto) di contropartita merce Italia; questo verrà utilizzato, come accennato precedentemente, per la movimentazione in contabilità delle fatture Italia (di vendita e di acquisto). CONTO MERCE ESTERO immettere il codice conto (mastro/conto/sottoconto) di contropartita merce estero; questo verrà utilizzato, come accennato precedentemente, per la movimentazione in contabilità delle fatture estere (di vendita e di acquisto). Integrazione al Manuale Utente 4

5 1.9. Produzione Per utilizzare la GESTIONE FABBISOGNI (menu MAGAZZINO), occorre obbligatoriamente inserire il CALENDARIO DI PRODUZIONE, i REPARTI DI PRODUZIONE e le OPERAZIONI DI LAVORAZIONE. N.B.: nel calcolo fabbisogni verrà diviso il tempo necessario per il numero degli addetti del reparto Anagrafica Articoli TIPO ARTICOLO questo campo viene utilizzato nella gestione della distinta base: FINITO: indica che l'articolo è un prodotto finito, cioè richiama una distinta ma non può essere richiamato da nessun'altra distinta (capo distinta). COMPONENTE: indica che l'articolo è un semilavorato, ha una sua distinta base e può essere richiamato da altre distinte. ACQUISTO: indica che l'articolo è una materia prima, cioè può solo essere richiamato da altre distinte, ma non può richiamare distinte. MANODOPERA: questo tipo di articolo non è da considerarsi come un articolo di magazzino vero e proprio, ma come uno di comodo che servirà unicamente per movimentare nella distinta base il valore del prodotto finito magazzino (il valore deve essere inserito nel campo PREZZO ULTIMO ACQUISTO); il relativo movimento non verrà utilizzato per valorizzare il magazzino. SCARICO DISTINTA? campo legato alla distinta base. Scegliendo l'opzione SI, durante i carichi da produzione dei prodotti finiti o dei semilavorati (se la causale di magazzino contiene l'opzione SI nel campo SCARICO DISTINTA AUTOMATICO), verranno scaricati tutti i componenti dell'articolo fino all'ultimo livello della distinta base purché l'esistenza non sia maggiore o uguale a 0. AGGIORNA MAGAZZINO? scegliendo l'opzione NO non verrà aggiornato il magazzino. UNITÀ DI MISURA DI GESTIONE (ACQUISTO) in questo campo deve essere inserita l'unità di misura da utilizzare in fase di acquisto merce; rappresenta l'unità di misura con la quale verrà gestito il magazzino. UNITÀ DI MISURA ALTERNATIVA (DI VENDITA) in questo campo deve essere inserita l'unità di misura da utilizzare in fase di vendita merce. COEFFICIENTE DI TRASFORMAZIONE nel caso in cui l'unità di misura di acquisto sia diversa da quella di vendita in questo campo verrà richiesto il coefficiente moltiplicativo.(es. articolo 1 Kg. = 10 Pezzi, acquisto Kg. 1, vendita Pezzi 10, coefficiente di trasformazione = 1/10=0,1). CATEGORIA FISCALE codificare tutte le categorie omogenee di articoli per poter gestire correttamente l'archivio LIFO; nel caso non si abbia l'obbligo del magazzino fiscale e non si voglia suddividere gli articoli per categoria fiscale, è obbligatorio crearne almeno una. PEZZI PER CONFEZIONE indicare il numero di pezzi che compongono la singola confezione di vendita (usato in immissione documenti se il Tipo Documento ha come TIPO CALCOLO Pezzi per Confezione x Numero Confezioni ). GIORNI DI RIORDINO indicare il numero di giorni necessari per ricevere il prodotto ordinato (usato nel Calcolo Fabbisogni e Quantità Pronte alle Date: per gli articoli da acquistare questo campo determina le ore necessarie per effettuare l ordine, per cui, in base a questo dato e alla data di consegna, verrà determinata la data in cui dovrà essere effettuato l ordine). Integrazione al Manuale Utente 5

6 LOTTO MINIMO DI RIORDINO indicare il lotto minimo di riordino (usato come quantità proposta durante la registrazione di ordini a fornitori). FORNITORE ABITUALE indicare il codice del fornitore che abitualmente fornisce la merce. ARTICOLO DEL FORNITORE ABITUALE indicare il codice articolo del fornitore che abitualmente fornisce la merce. FORNITORE ALTERNATIVO indicare il codice di un ulteriore fornitore di questo prodotto. ARTICOLO DEL FORNITORE ALTERNATIVO indicare il codice articolo del fornitore alternativo. N.B.: se durante la registrazione di un ordine/d.d.t./fattura d acquisto viene immesso il codice articolo del fornitore, verranno aggiornati il codice articolo del fornitore abituale/alternativo e il codice fornitore abituale/alternativo se quest ultimo è 0 oppure è uguale al codice fornitore del documento. Distinta Base È possibile gestire per ogni articolo anche la sua distinta base; essa è composta da un articolo complessivo (finito o semilavorato) e da n articoli componenti (semilavorati e/o materie prime) e viene utilizzata nella gestione del magazzino per scaricare tutti i componenti (materie prime) quando si effettua la movimentazione di un articolo complessivo (finito o componente). Cicli di Lavorazione È possibile gestire per ogni articolo anche i suoi cicli di lavorazione. Un ciclo di lavorazione è composto da una sequenza di operazioni e viene utilizzato nel Calcolo Fabbisogni; se si vogliono utilizzare i codici operazione occorre, prima, caricarli con la scelta OPERAZIONI DI LAVORAZIONE. Codici a Barre È possibile gestire, per ogni articolo, una serie di codici a barre (memorizzati nell'archivio dei Codici a Barre). N.B.: In fase di creazione / variazione di ordini, D.d.T., fatture, in immissione movimenti di magazzino e nella Vendita al Banco, inserendo un codice nel campo Codice Articolo, il programma verificherà prima la presenza di un codice a barre nell'archivio dei Codici a Barre (caricando il relativo articolo, se esiste) e, se non esiste, cercherà il codice nell'anagrafica Articoli (come codice articolo). Integrazione al Manuale Utente 6

7 2. Procedure 2.1. Calcolo Fabbisogni e Quantità Pronte alle Date Per poter eseguire in maniera corretta questa scelta occorre aver creato, in modo ottimale, gli archivi del menu PRODUZIONE. Con questa scelta viene eseguito il calcolo dei fabbisogni e quantità pronte alle varie date prelevando i dati da: 1) Anagrafica Articoli: tipo articolo: permette di identificare il tipo di fabbisogno (acquisto o produzione) unità di misura e coefficiente di trasformazione: se le vendite vengono gestite con un unità di misura diversa da quella di gestione, le quantità degli ordini clienti saranno convertite utilizzando il coefficiente di trasformazione codice fornitore abituale/alternativo/ultimo acquisto: il fabbisogno relativo agli acquisti farà riferimento ad un fornitore (quello abituale, se esiste, oppure quello relativo all ultimo acquisto, oppure quello alternativo) giorni di riordino: per gli articoli da acquistare questo campo determina le ore necessarie per effettuare l ordine, per cui, in base a questo dato e alla data di consegna, verrà determinata la data in cui dovrà essere effettuato l ordine 2) Gestione Articoli nei Magazzini: quantità esistenza attuale dell esercizio corrente 3) Distinta Base 4) Cicli di Lavorazione 5) Calendario di Produzione 6) Reparti di Produzione 7) Operazioni di Lavorazione 8) Ordini Clienti 9) Ordini Fornitori 10) Ordini di Produzione (occorre utilizzare il deposito per lo spostamento dei componenti, oppure occorre immettere gli ordini di produzione al momento in cui la merce è disponibile a magazzino) Conseguenza dell'elaborazione è la creazione di un archivio FABBISOGNI che potrà essere utilizzato per stampe o visualizzazioni e per creare gli ORDINI A FORNITORI (per i prodotti di acquisto) e gli ORDINI DI PRODUZIONE (per i prodotti di lavorazione). Al termine dell'elaborazione, per verificare se il calcolo è stato effettuato correttamente, occorre lanciare la scelta STAMPA/VISUALIZZAZIONE ELENCO FABBISOGNI; se i dati sono esatti è possibile eseguire le scelte: IMMISSIONE E/O STAMPA ORDINI FORNITORI DA FABBISOGNI (per i prodotti di acquisto) per creare gli ordini ai fornitori. N.B.: nella pagina Impostazione Parametri è presente l'opzione "Selezionare i fabbisogni relativi a tutti i fornitori" che consente, se selezionata, di visualizzare nell'elenco dei fabbisogni quelli relativi a tutti i fornitori, mentre se non è selezionata verranno visualizzati solo i fabbisogni relativi al fornitore dell ordine (comunque relativi al deposito selezionato nella testata dell ordine). IMMISSIONE E/O STAMPA ORDINI DI PRODUZIONE (per i prodotti da produrre) per creare gli ordini di produzione. Integrazione al Manuale Utente 7

8 2.2. Ordini di Produzione Per poter gestire in maniera corretta questa procedura occorre aver creato gli archivi del menu PRODUZIONE Immissione e/o Stampa Ordini di Produzione Con questa scelta è possibile registrare e/o stampare gli ordini di produzione prelevando i dati dal calcolo fabbisogni (occorre aver eseguito la scelta Calcolo Fabbisogni e quantità pronte alle date) oppure inserendoli manualmente. L'immissione di un ordine prevede: PER L'ARTICOLO PRINCIPALE aggiornamento dell'archivio ARTICOLI PER DEPOSITO (incrementando la Quantità Ordini Produzione). PER I COMPONENTI AL 1 LIVELLO DI DISTINTA Se viene utilizzato il Deposito per lo spostamento dei componenti: aggiornamento dell'archivio ARTICOLI PER DEPOSITO (incrementando la Quantità Impegnato Clienti nel deposito per lo spostamento dei componenti). creazione di un movimento di Scarico Produzione dal Deposito di provenienza (con relativo aggiornamento dell'archivio ARTICOLI PER DEPOSITO nelle quantità gestite). creazione di un movimento di Carico Produzione nel Deposito per lo spostamento dei componenti (con relativo aggiornamento dell'archivio ARTICOLI PER DEPOSITO nelle quantità gestite). Se non viene utilizzato il Deposito per lo spostamento dei componenti: aggiornamento dell'archivio ARTICOLI PER DEPOSITO (incrementando la Quantità Impegnato Clienti nel deposito di provenienza) Evasione (Totale o Parziale) Ordini per termine produzione Con questa scelta si possono evadere totalmente o parzialmente gli ordini di produzione. L'evasione di un ordine prevede le seguenti operazioni: PER L'ARTICOLO DA PRODURRE aggiornamento dell'archivio ARTICOLI PER DEPOSITO (decrementando la Quantità Ordini Produzione). creazione di un movimento di Carico Produzione nel Deposito di provenienza (con relativo aggiornamento dell'archivio ARTICOLI PER DEPOSITO nelle quantità gestite). PER I COMPONENTI AL 1 LIVELLO DI DISTINTA Se è stato utilizzato il Deposito per lo spostamento dei componenti: aggiornamento dell'archivio ARTICOLI PER DEPOSITO (decrementando la Quantità Impegnato Clienti nel deposito per lo spostamento dei componenti). creazione di un movimento di Scarico Produzione (più eventuali movimenti di cali/scarti) nel Deposito per lo spostamento dei componenti (con relativo aggiornamento dell'archivio ARTICOLI PER DEPOSITO nelle quantità gestite). Se non è stato utilizzato il Deposito per lo spostamento dei componenti: aggiornamento dell'archivio ARTICOLI PER DEPOSITO (decrementando la Quantità Impegnato Clienti nel deposito di provenienza). creazione di un movimento di Scarico Produzione (più eventuali movimenti di cali/scarti) nel Deposito di provenienza (con relativo aggiornamento dell'archivio ARTICOLI PER DEPOSITO nelle quantità gestite). N.B.: il programma di modifica / cancellazione degli ordini di produzione non effettua modifiche / cancellazioni ai movimenti di magazzino di carico / scarico da produzione derivanti da evasioni parziali dell'ordine. Integrazione al Manuale Utente 8

9 2.3. Emissione Automatica Carichi/Scarichi di Produzione Con questa scelta è possibile generare i movimenti di magazzino di carico e di scarico produzione relativi alle vendite di prodotti finiti e semilavorati di cui esiste una distinta base oppure azzerare il campo Venduto del periodo dell'archivio ARTICOLI NEI DEPOSITI. I movimenti generati relativi a carichi di produzione verranno valorizzati in base al costo di produzione calcolato lanciando la scelta Calcolo Costi di Produzione oppure inserito manualmente nell ANAGRAFICA ARTICOLI. TIPO ELABORAZIONE EMISSIONE SU ESISTENZA NEGATIVA: questa scelta assumerà l'esistenza negativa del prodotto finito (o del semilavorato) come quantità da caricare a magazzino e, quindi, provvederà a generare i movimenti di carico del prodotto finito per portare l'esistenza a zero ed i movimenti di scarico da produzione di tutti i componenti o materie prime per il fabbisogno delle quantità indicate in distinta base. EMISSIONE SU VENDUTO PERIODO: questa scelta assumerà il valore indicato nel campo venduto periodo presente su ogni articolo (per deposito) come quantità da caricare a magazzino e, quindi, provvederà a generare i movimenti di carico del prodotto finito per portare l'esistenza a zero ed i movimenti di scarico da produzione di tutti i componenti o materie prime per il fabbisogno delle quantità indicate in distinta base. AZZERAMENTO VENDUTO PERIODO: questa scelta azzera il campo venduto periodo su tutti gli articoli (per deposito) presenti Calcolo Costi di Produzione Questa scelta esegue il calcolo dei costi di produzione dei prodotti finiti e dei semilavorati per mezzo della distinta base: i valori ottenuti verranno registrati nell'anagrafica Articoli nei campi Data e Costo Ultima Produzione. TIPO CALCOLO PREZZO MEDIO PONDERATO DI ACQUISTO DELL'ANNO: si tiene conto degli acquisti dell'anno e delle rimanenze iniziali del prodotto. PREZZO MEDIO DI ACQUISTO DELL'ANNO: si tiene conto degli acquisti dell'anno del prodotto. PREZZO ULTIMO ACQUISTO: si tiene conto del prezzo ultimo acquisto (esercizio attuale o precedente). NEL CALCOLO PREZZI MEDI DI ACQUISTO SI VOGLIONO CONSIDERARE ANCHE I CARICHI DI PRODUZ.? scegliere l'opzione SI nel caso in cui il calcolo dei prezzi medi di acquisto (dell'anno o ponderato dell'anno) debba considerare i carichi di produzione. DATA DI ELABORAZIONE immettere la data con la quale si vuole aggiornare il campo Data Ultima Produzione nell'anagrafica ARTICOLI Valorizzazione Carichi di Produzione Con questa scelta viene eseguita la valorizzazione dei movimenti di magazzino (e conseguentemente l'aggiornamento dei valori nell'archivio ARTICOLI PER DEPOSITO) aventi la causale di magazzino uguale a quella immessa: in pratica viene aggiornato il valore dei movimenti con il costo ultima produzione memorizzato nell'anagrafica articoli con la scelta precedente. CAUSALE CARICO DI PRODUZIONE immettere la causale di magazzino relativa ai carichi di produzione secondo la quale verranno aggiornati i campi dell'archivio ARTICOLI PER DEPOSITO: viene proposta quella contenuta nella TABELLA PARAMETRI. COMPRESI I MOVIMENTI GIÀ VALORIZZATI? selezionare SI se devono essere considerati anche i movimenti di cui è già stata eseguita la valorizzazione. NEL CALCOLO PREZZI MEDI DI ACQUISTO SI VOGLIONO CONSIDERARE ANCHE I CARICHI DI PRODUZ.? scegliere l'opzione SI nel caso in cui il calcolo dei prezzi medi di acquisto (dell'anno o ponderato dell'anno) debba considerare i carichi di produzione. Integrazione al Manuale Utente 9

1 CARICAMENTO LOTTI ED ESISTENZE AD INIZIO ESERCIZIO

1 CARICAMENTO LOTTI ED ESISTENZE AD INIZIO ESERCIZIO GESTIONE LOTTI La gestione dei lotti viene abilitata tramite un flag nei Progressivi Ditta (è presente anche un flag per Considerare i Lotti con Esistenza Nulla negli elenchi visualizzati/stampati nelle

Dettagli

1. Tabella Coefficienti di Ammortamento. 2. Tabella Parametri (Causali Contabili) 3. Tabella Parametri (Codici Conto) 4.

1. Tabella Coefficienti di Ammortamento. 2. Tabella Parametri (Causali Contabili) 3. Tabella Parametri (Codici Conto) 4. CESPITI AMMORTIZZABILI 1. Tabella Coefficienti di Ammortamento Questa scelta consente di gestire l archivio dei coefficienti di ammortamento relativi ai cespiti ammortizzabili, suddivisi per gruppo, specie

Dettagli

1. CODICE DI ATTIVAZIONE 2. TIPOLOGIE GARANZIE 3. CONFIGURAZIONE NUMERI DI SERIE 4. DOCUMENTI

1. CODICE DI ATTIVAZIONE 2. TIPOLOGIE GARANZIE 3. CONFIGURAZIONE NUMERI DI SERIE 4. DOCUMENTI Seriali Modulo per la gestione dei numeri di serie e delle garanzie Il modulo Seriali consente di registrare le informazioni relative ai numeri di serie (ed eventualmente le garanzie) degli articoli acquistati,

Dettagli

Guida Informativa. LAVORI DI FINE ANNO ebridge Linea Azienda. Chiusura e riapertura esercizio di magazzino, fatturazione, ordini e agenti.

Guida Informativa. LAVORI DI FINE ANNO ebridge Linea Azienda. Chiusura e riapertura esercizio di magazzino, fatturazione, ordini e agenti. Guida Informativa LAVORI DI FINE ANNO ebridge Linea Azienda Chiusura e riapertura esercizio di magazzino, fatturazione, ordini e agenti. ebridge Azienda Lavori di Fine Anno Sommario PREMESSA 3 FASI PRELIMINARI.

Dettagli

ARCHIVI. Piano dei Conti E stato inserito un campo che consente di indicare quali conti devono essere esclusi dalle rubriche.

ARCHIVI. Piano dei Conti E stato inserito un campo che consente di indicare quali conti devono essere esclusi dalle rubriche. ARCHIVI Progressivi Ditta E possibile indicare se la Gestione Avanzata dei Listini debba essere utilizzata solo per i Listini di Vendita, solo per i Listini di Acquisto o entrambi. E stata inserita la

Dettagli

Mon Ami 3000 Produzione base Produzione articoli con distinta base e calcolo dei fabbisogni

Mon Ami 3000 Produzione base Produzione articoli con distinta base e calcolo dei fabbisogni Prerequisiti Mon Ami 3000 Produzione base Produzione articoli con distinta base e calcolo dei fabbisogni L opzione Produzione base è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

CHIUSURE di MAGAZZINO di FINE ANNO

CHIUSURE di MAGAZZINO di FINE ANNO CHIUSURE di MAGAZZINO di FINE ANNO Operazioni da svolgere per il riporto delle giacenze di fine esercizio Il documento che segue ha lo scopo di illustrare le operazioni che devono essere eseguite per:

Dettagli

GESTIONE ANAGRAFICA ARTICOLI. Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione dell anagrafica articoli. Per l inserimento di un nuovo articolo:

GESTIONE ANAGRAFICA ARTICOLI. Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione dell anagrafica articoli. Per l inserimento di un nuovo articolo: GESTIONE ANAGRAFICA ARTICOLI Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione dell anagrafica articoli. Per l inserimento di un nuovo articolo: - Inserire un nuovo codice articolo - campo alfanumerico

Dettagli

Tibet Irbis Pardo e Wilma XL. Manuale di Magazzino

Tibet Irbis Pardo e Wilma XL. Manuale di Magazzino Tibet Irbis Pardo e Wilma XL Manuale di Magazzino Sommario USO DI QUESTO MANUALE... 1 USO DI QUESTO MANUALE...2 GLI ARCHIVI... 3 CLIENTI-FORNITORI...4 ARTICOLI DI MAGAZZINO...5 CARICO-SCARICO...24 DATI

Dettagli

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo LOTTI DI MAGAZZINO Gestione dei Lotti di Magazzino In questo manuale sono descritte le procedure per gestire correttamente i lotti di magazzino ed i lotti di trasformazione.

Dettagli

Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole

Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole Prerequisiti Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole L opzione Lotti e matricole è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione Generale

Dettagli

Mon Ami 3000 Multimagazzino Gestione di più magazzini fisici e/o logici

Mon Ami 3000 Multimagazzino Gestione di più magazzini fisici e/o logici Prerequisiti Mon Ami 3000 Multimagazzino Gestione di più magazzini fisici e/o logici L opzione Multimagazzino è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione L opzione Multimagazzino

Dettagli

AZZERAMENTO PROGRESSIVI (solo per installazioni di oltre 10 anni)

AZZERAMENTO PROGRESSIVI (solo per installazioni di oltre 10 anni) Servizio Supporto Ad Hoc Windows Il presente documento contiene informazioni inerenti le problematiche di inizio anno da affrontare con il gestionale Ad Hoc Windows. Per ulteriori informazioni Vi invitiamo

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa del magazzino, estratti, inventari, scorte. Rev. 2014.3.2 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa del magazzino, estratti, inventari, scorte. Rev. 2014.3.2 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa del magazzino, estratti, inventari, scorte Rev. 2014.3.2 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 I movimenti di magazzino... 5 Registrare un movimento di magazzino

Dettagli

I Codici Documento consentono di classificare le informazioni e di organizzare in modo logico l archiviazione dei file.

I Codici Documento consentono di classificare le informazioni e di organizzare in modo logico l archiviazione dei file. Archivia Modulo per l acquisizione, l archiviazione e la consultazione di informazioni Il modulo Archivia permette l acquisizione, l archiviazione e la consultazione di informazioni (siano esse un immagine,

Dettagli

Picam consente di gestire i ratei e i risconti in modo automatico (menu CONTABILITA' DEL PERIODO GESTIONE RATEI E RISCONTI).

Picam consente di gestire i ratei e i risconti in modo automatico (menu CONTABILITA' DEL PERIODO GESTIONE RATEI E RISCONTI). RATEI E RISCONTI Picam consente di gestire i ratei e i risconti in modo automatico (menu CONTABILITA' DEL PERIODO GESTIONE RATEI E RISCONTI). Per quanto riguarda i risconti, durante la registrazione di

Dettagli

Mon Ami 3000 Conto Deposito Gestione e tracciabilità degli articoli consegnati o ricevuti in C/Deposito

Mon Ami 3000 Conto Deposito Gestione e tracciabilità degli articoli consegnati o ricevuti in C/Deposito Mon Ami 3000 Conto Deposito Gestione e tracciabilità degli articoli consegnati o ricevuti in C/Deposito Prerequisiti L opzione Conto deposito è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro.

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Di seguito vengono elencate le modalità per gestire l acquisto e la cessione dei beni usati OPERAZIONI PRELIMINARI Per gestire l acquisto e la cessione di beni usati è necessario:

Dettagli

EuroByz. Manuale di Magazzino e Vendite

EuroByz. Manuale di Magazzino e Vendite EuroByz Manuale di Magazzino e Vendite EuroByz i Sommario MANUALE DI MAGAZZINO E VENDITE...III SOMMARIO...IV USO DI QUESTO MANUALE... 1 USO DI QUESTO MANUALE... 2 GLI ARCHIVI... 3 CLIENTI-FORNITORI...

Dettagli

N. 20. del 30 aprile 2011. A cura di: Solutions for Information & Communication Technology

N. 20. del 30 aprile 2011. A cura di: Solutions for Information & Communication Technology Cosa c è di nuovo Novità e note di aggiornamento VisualGest N. 20 del 30 aprile 2011 A cura di: Solutions for Information & Communication Technology Riassssuntto delle varri iazzi ionii più ssi igniffi

Dettagli

AUTOMAZIONE DELLE PROCEDURE DI GESTIONE MAGAZZINO E GESTIONE LAVORAZIONI, CON INTRODUZIONE DI LETTORI PORTATILI DI CODICI A BARRE WI-FI

AUTOMAZIONE DELLE PROCEDURE DI GESTIONE MAGAZZINO E GESTIONE LAVORAZIONI, CON INTRODUZIONE DI LETTORI PORTATILI DI CODICI A BARRE WI-FI AUTOMAZIONE DELLE PROCEDURE DI GESTIONE MAGAZZINO E GESTIONE LAVORAZIONI, CON INTRODUZIONE DI LETTORI PORTATILI DI CODICI A BARRE WI-FI INTRODUZIONE Il progetto nasce dall esigenza dei clienti di sviluppare

Dettagli

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti:

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: GESTIONE INVENTARI La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: 1. CHIUSURA DI MAGAZZINO: il classico inventario di fine anno o cambio gestione.

Dettagli

1. Tipologie Crediti Iniziali Compensazione

1. Tipologie Crediti Iniziali Compensazione COMPENSAZIONE 1. Tipologie Crediti Iniziali Compensazione Codice Descrizione Credito I.V.A.? Sezione Mod. F24 Codice tipologia Descrizione tipologia Immettere l opzione SI per la tipologia relativa all

Dettagli

Manuale Utente TENTATA VENDITA

Manuale Utente TENTATA VENDITA Manuale Utente TENTATA VENDITA Gestione Raccolta Ordini e Tentata Vendita in un Palmo di Mano Riproduzione vietata. Tutti i diritti riservati. 1 INDICE: Compatibilita... 4 Installazione Tentata Vendita...

Dettagli

Attenzione!: ESEGUIRE LE COPIE DI SICUREZZA PRIMA DI PROCEDERE CON LE OPERAZIONI DI PASSAGGIO ANNO.

Attenzione!: ESEGUIRE LE COPIE DI SICUREZZA PRIMA DI PROCEDERE CON LE OPERAZIONI DI PASSAGGIO ANNO. PASSAGGIO ANNO Con le seguenti note vogliamo ricordare la sequenza operativa da seguire per svolgere correttamente le operazioni contabili di fine anno. Attenzione!: ESEGUIRE LE COPIE DI SICUREZZA PRIMA

Dettagli

La gestione della produzione avanzata richiede Mon Ami 3000 Azienda Pro oltre alle opzioni Produzione base e Produzione avanzata.

La gestione della produzione avanzata richiede Mon Ami 3000 Azienda Pro oltre alle opzioni Produzione base e Produzione avanzata. Mon Ami 3000 Produzione avanzata Distinta base multi-livello e lancio di produzione impegno di magazzino, emissione ordini e schede di lavorazione gestione avanzamento di produzione Prerequisiti La gestione

Dettagli

Integrazione al Manuale Utente 1

Integrazione al Manuale Utente 1 RAEE Modulo per la gestione dei Rifiuti derivanti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche Il Decreto Legislativo 25 luglio 2005 n. 151 prevede che i produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

Dettagli

Gestione Ordini. Manuale operativo. Rel. 6.00

Gestione Ordini. Manuale operativo. Rel. 6.00 Gestione Ordini Manuale operativo Rel. 6.00 INDICE GUIDA RIFERIMENTO... 5 ORDINI... 5 Gestione Dati... 5 Emissione Ordini Clienti... 5 Variazione Ordini Clienti... 8 Annullamento Ordini Clienti... 8 Bollettazione

Dettagli

EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA

EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA In questo documento viene descritta l operatività per l immissione e la modifica di documenti di tipo fattura che si esegue dalla funzione Vendite Acquisti. FATTURA

Dettagli

Carico da produzione e scarico automatico componenti della distinta base con selezione dei lotti da scaricare (tracciabilità dei lotti)

Carico da produzione e scarico automatico componenti della distinta base con selezione dei lotti da scaricare (tracciabilità dei lotti) Carico da produzione e scarico automatico componenti della distinta base con selezione dei lotti da scaricare (tracciabilità dei lotti) Consente di caricare un prodotto proveniente dalla produzione e scaricare

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2D DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 14 - Manuale di Aggiornamento 4 VENDITE ORDINI MAGAZZINO 4.1 Definizione e Destinazione Copie: Controllo in stampa

Dettagli

Aggiornamento Gestione Aziendale

Aggiornamento Gestione Aziendale Pagina 1 di 7 Aggiornamento Gestione Aziendale In "Parametri di Gestione" e' stato aggiunto: Codice Articolo per Acconti; Espressione per composizione lotti in produz.; Assegna Lotti in Scarichi Materie

Dettagli

GESTIONE INVENTARI Flusso operativo

GESTIONE INVENTARI Flusso operativo GESTIONE INVENTARI Flusso operativo (22/07/2014) INDICE FLUSSO OPERATIVO... 2 COPIE INTERNE... 2 RICOSTRUZIONE MAGAZZINO... 4 STAMPA INVENTARIO E/O EXPORT SU EXCEL... 6 RILEVAZIONE RETTIFICHE INVENTARIALI...

Dettagli

INVENTARIO DI MAGAZZINO

INVENTARIO DI MAGAZZINO INVENTARIO DI MAGAZZINO Lo scopo dell'inventario di magazzino è quello di rilevare le giacenze fisiche del magazzino e rettificare o confermare le quantità proposte dal programma. Per tale operazione è

Dettagli

Apertura Chiusura Archivi Passepartout Nuovo Anno

Apertura Chiusura Archivi Passepartout Nuovo Anno MANUALISTICA PERSONALIZZAZIONI Apertura Chiusura Archivi Passepartout Nuovo Anno 16/12/09 Versione 5.0 17 dicembre 2009 - EBS_MANUALISTICA_20091216_Apertura_Chiusura_Archivi_Passepartout_2009.doc Pagina

Dettagli

Il modulo POS. Tibet - Irbis - Pardo e Wilma XL Manuale Magazzino e POS 145

Il modulo POS. Tibet - Irbis - Pardo e Wilma XL Manuale Magazzino e POS 145 Il modulo POS Tibet - Irbis - Pardo e Wilma XL Manuale Magazzino e POS 145 Il menù Archivio Clienti-Fornitori Banche Banche dell Azienda Agenti Articoli di Magazzino Carico-Scarico Vedi Manuale Base/Contabilità/Magazzino/Vendite

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

Linea Azienda. Lavori di Fine Anno

Linea Azienda. Lavori di Fine Anno Linea Azienda Lavori di Fine Anno I contenuti del presente manuale si riferiscono ad una specifica versione del prodotto e possono essere soggetti a modifiche senza preavviso. Le immagini che riproducono

Dettagli

Novità e note di aggiornamento VisualGest N. 17. del 29 febbraio 2008. A cura di: Solutions for Information & Communication Technology

Novità e note di aggiornamento VisualGest N. 17. del 29 febbraio 2008. A cura di: Solutions for Information & Communication Technology N. 17 del 29 febbraio 2008 A cura di: Solutions for Information & Communication Technology Riassssuntto delle varri iazzi ionii più ssi igniffi icatti ive che hanno rri iguarrdatto Vissual lgesstt ELENCHI

Dettagli

Note di fine anno. Applicativo Dylog Manager. Dicembre 2013 rel. 01

Note di fine anno. Applicativo Dylog Manager. Dicembre 2013 rel. 01 Note di fine anno Applicativo Dylog Manager Dicembre 2013 rel. 01 Sommario Prima di procedere 3 Contabilità. 3 Vendite. 4 Magazzino. 4 Procedura Automatica di Passaggio d anno per Contabilità\Vendite\Magazzino...

Dettagli

Gestione delle scorte Agosto 2012

Gestione delle scorte Agosto 2012 Documenti Tecnici Informatica e Farmacia Vega S.p.A. Gestione delle scorte Agosto 2012 Sommario 1. Premessa...2 2. Magazzino...3 3. Gestione delle scorte...3 3.1. Gestione...3 3.2. Dettaglio Magazzino...4

Dettagli

INTRODUZIONE alla GESTIONE della PRODUZIONE

INTRODUZIONE alla GESTIONE della PRODUZIONE INTRODUZIONE alla GESTIONE della PRODUZIONE Le informazioni contenute nel presente manuale sono soggette a modifiche senza preavviso. Se non specificato diversamente, ogni riferimento a società, nomi,

Dettagli

Mada Service di Cassani Giancarlo & C. snc p.zza Gramsci, 3 48017 Conselice (RA) Italy - Tel. + 39 0545 986017 Fax +39 0545 85270 - mada@mada.

Mada Service di Cassani Giancarlo & C. snc p.zza Gramsci, 3 48017 Conselice (RA) Italy - Tel. + 39 0545 986017 Fax +39 0545 85270 - mada@mada. MADA Pro si compone dei principali tools di gestione aziendale, ovvero Contabilità, Magazzino, Vendite ed Ordini. La scelta di integrare nel modulo base anche gli ordini è dettata dalla sempre maggiore

Dettagli

PROCEDURA INVENTARIO DI MAGAZZINO di FINE ESERCIZIO (dalla versione 3.2.0)

PROCEDURA INVENTARIO DI MAGAZZINO di FINE ESERCIZIO (dalla versione 3.2.0) PROCEDURA INVENTARIO DI MAGAZZINO di FINE ESERCIZIO (dalla versione 3.2.0) (Da effettuare non prima del 01/01/2011) Le istruzioni si basano su un azienda che ha circa 1000 articoli, che utilizza l ultimo

Dettagli

- numero ORDINE È il numero dell Ordine viene proposto il numero successivo all'ultimo Ordine emesso l'elaboratore ma tale valore è modificabile.

- numero ORDINE È il numero dell Ordine viene proposto il numero successivo all'ultimo Ordine emesso l'elaboratore ma tale valore è modificabile. EASYGEST ORDINI CLIENTI ORDINI CLIENTI Tramite questa procedura vengono emessi gli Ordini Clienti. NUOVO: - numero ORDINE È il numero dell Ordine viene proposto il numero successivo all'ultimo Ordine emesso

Dettagli

Punto Vendita. OBS Open Business Solutions

Punto Vendita. OBS Open Business Solutions L area Punto Vendita, rivolta alle aziende commerciali al dettaglio, consente la gestione delle operazioni di vendita al banco e più precisamente l immissione, la manutenzione, la stampa, l archiviazione

Dettagli

Gestione dello scadenzario

Gestione dello scadenzario Gestione dello scadenzario La gestione dello scadenzario consente di conoscere i debiti e crediti dell azienda in un intervallo di date, di verificare il dettaglio delle fatture da incassare da clienti

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza Avvertenza Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

BRESCIA - Via Cefalonia, 38 - Tel. 030-224285 Fax. 030-220548 info@nordcomputers.it www.nordcomputers.it

BRESCIA - Via Cefalonia, 38 - Tel. 030-224285 Fax. 030-220548 info@nordcomputers.it www.nordcomputers.it PROCEDURE SOFTWARE PER LA GESTIIONE DELLE AZIIENDE METALLURGIICHE//SIIDERURGIICHE BRESCIA - Via Cefalonia, 38 - Tel. 030-224285 Fax. 030-220548 info@nordcomputers.it www.nordcomputers.it Nord Computers

Dettagli

Mon Ami 3000 Produzione interna/esterna Gestione della produzione interna/esterna

Mon Ami 3000 Produzione interna/esterna Gestione della produzione interna/esterna Mon Ami 3000 Produzione interna/esterna Gestione della produzione interna/esterna Introduzione Questa guida illustra tutte le funzioni e le procedure da eseguire per gestire correttamente un ciclo di produzione

Dettagli

PRODUZIONE. Indice degli argomenti. Dal MRP alla Schedulazione a Capacità Finita

PRODUZIONE. Indice degli argomenti. Dal MRP alla Schedulazione a Capacità Finita 2 Manuale Operativo Release 4.60 Manuale Operativo PRODUZIONE Dal MRP alla Schedulazione a Capacità Finita Il modulo Produzione è concepito per ottimizzare la gestione dei materiali e della produzione,

Dettagli

Documenti: magazzino-acquisti-vendita

Documenti: magazzino-acquisti-vendita Documenti: magazzino-acquisti-vendita Indice Premessa 2 Logistica magazzino 3 Documenti 3 Documenti acquisto 8 Ordini 8 Fatture d acquisto 10 Documenti vendita 13 Ordini 13 Fatture vendita 15 Varie 18

Dettagli

King Produzione. Gestione. produzione

King Produzione. Gestione. produzione King Produzione Gestione flessibile della produzione Gestione flessibile della produzione... 3 CARATTERISTICHE GENERALI... 4 IL LANCIO DI PRODUZIONE... 6 IL LANCIO PRODUZIONE CON MRP... 7 PRODUZIONE BASE...

Dettagli

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Gestione Prezzi Sconti e Listini La gestione dei prezzi può essere personalizzata, grazie ad una serie di funzioni apposite per l impostazione di diversi

Dettagli

Modulo Magazzino e Vendite

Modulo Magazzino e Vendite Piattaforma Applicativa Gestionale Scheda Prodotto Modulo Magazzino e Vendite COPYRIGHT 1992-2004 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette

Dettagli

GESTIONE ARCHIVI INVENTARI

GESTIONE ARCHIVI INVENTARI GESTIONE ARCHIVI INVENTARI Sommario 1. FLUSSO OPERATIVO... 1 2. PARAMETRI AZIENDA (Archivi Azienda/Parametri Parametri azienda Parametri azienda)... 2 3. GENERAZIONE ARCHIVIO INVENTARI (Magazzino Attività

Dettagli

EASYGEST COME FARE L INVENTARIO

EASYGEST COME FARE L INVENTARIO Procedura di Inventario : EASYGEST COME FARE L INVENTARIO Punto 1 : QUADRATURE DI MAGAZZINO Effettuare le quadrature di magazzino Punto 2 : STAMPA INVENTARIO DA STAMPE MAGAZZINO Effettuare la stampa lista

Dettagli

MANAGER NOTE DI FINE ANNO 2013-2014

MANAGER NOTE DI FINE ANNO 2013-2014 MANAGER NOTE DI FINE ANNO 2013-2014 SOMMARIO Introduzione... 3 1. Procedura Automatica... 4 1.1 Operazioni di verifica Archivi Vendite... 4 1.2 Operazioni di verifica Archivi Magazzino... 5 1.3 Procedura

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Statistiche. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Statistiche. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Statistiche Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

E.P.Finanziaria Modulo: Gestione Magazzino GESTIONE MAGAZZINO. STS sas Gestione magazzino pag. 1 di 8

E.P.Finanziaria Modulo: Gestione Magazzino GESTIONE MAGAZZINO. STS sas Gestione magazzino pag. 1 di 8 GESTIONE MAGAZZINO STS sas Gestione magazzino pag. 1 di 8 AVVIO PROCEDURA GESTIONE MAGAZZINO La procedura di gestione di magazzino si basa su una struttura a tre livelli: GRUPPO CATEGORIA CLASSE Ad ogni

Dettagli

ARCHIVI. Causali di Contabilità E possibile impostare un Registro I.V.A. che verrà proposto nelle Registrazioni di Prima Nota.

ARCHIVI. Causali di Contabilità E possibile impostare un Registro I.V.A. che verrà proposto nelle Registrazioni di Prima Nota. ARCHIVI Causali di Contabilità E possibile impostare un Registro I.V.A. che verrà proposto nelle Registrazioni di Prima Nota. Tipi Documento E possibile selezionare l opzione Descrizione in Lingua Estera

Dettagli

Nota di Aggiornamento VisualGest

Nota di Aggiornamento VisualGest Riassunto delle variazioni più significative che, dal 14 giugno 2003 al 31 marzo 2004, hanno riguardato VisualGest. Legenda per colonna Cod: B = DISTINTA BASE C = CONTABILITÀ D = DOCUMENTI DI TRASPORTO

Dettagli

Logistica Magazzino: Distinta base

Logistica Magazzino: Distinta base Logistica Magazzino: Distinta base Premessa 2 Centri di lavoro 2 Cicli di lavorazione 3 Fasi cicli di lavorazione 4 Dettaglio costi 4 Distinta base 5 Archivio distinta base 5 Dettaglio distinta 5 Duplicazione

Dettagli

Emissione Documenti Visuali

Emissione Documenti Visuali Emissione Documenti Visuali La Gestione Documenti Visuale di equilibra è un nuovo sistema integrato per la creazione dei vari tipi di documenti aziendali: preventivi, ordini, bolle, fatture ecc.. Si possono

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE RELEASE Versione 23.10.00 Applicativo: GAMMA EVOLUTION Oggetto: Versione completa Versione: 23.10.00 Data di rilascio: 21/11/2011 COMPATIBILITA GECOM MULTI Versione 2011.2.0 F24 Versione 2011.6.0 LICENZE

Dettagli

DINAMIC GEST. La soluzione completa per i Laboratori di Assistenza Tecnica * gestione assistenza * fatturazione * magazzino * contabilità

DINAMIC GEST. La soluzione completa per i Laboratori di Assistenza Tecnica * gestione assistenza * fatturazione * magazzino * contabilità DINAMIC GEST La soluzione completa per i Laboratori di Assistenza Tecnica * gestione assistenza * fatturazione * magazzino * contabilità Consente con un solo strumento: * la gestione del servizio di assistenza

Dettagli

Logistica magazzino: Inventari

Logistica magazzino: Inventari Logistica magazzino: Inventari Indice Premessa 2 Scheda rilevazioni 2 Registrazione rilevazioni 3 Filtro 3 Ricerca 3 Cancella 3 Stampa 4 Creazione rettifiche 4 Creazione rettifiche inventario 4 Azzeramento

Dettagli

LEGGERE ATTENTAMENTE

LEGGERE ATTENTAMENTE LEGGERE ATTENTAMENTE Si consiglia di eseguire la procedura la sera dell ultimo giorno di lavoro effettivo sul vecchio anno o la mattina del primo giorno di lavoro effettivo sul nuovo anno. Questo perché

Dettagli

Consente la gestione degli archivi che sono alla base delle operazioni che si svolgono normalmente in Aziende Ortopediche:

Consente la gestione degli archivi che sono alla base delle operazioni che si svolgono normalmente in Aziende Ortopediche: SOFTWARE SALUTE+STORE ORTOPEDIA NOLEGGI MAGAZZINO AUSL CARATTERISTICHE A) ORTOPEDIA (Preventivi, Fascicolazione, Fatturazione ad enti e privati) Realizza il ciclo completo dal preventivo alla fatturazione

Dettagli

MANAGER - Il software gestionale di ultima generazione

MANAGER - Il software gestionale di ultima generazione MANAGER - Il software gestionale di ultima generazione Nato dall'esperienza CADAN Srl, Manager per Microsoft Windows, è la nuova soluzione gestionale per le Aziende alla ricerca di innovazione ed al tempo

Dettagli

6.0 Gestione del Magazzino

6.0 Gestione del Magazzino 6.0 Gestione del Magazzino Nagivator offre all interno della licenza warehouse la gestione del Magazzino. La logica di funzionamento del magazzino è per documenti. Infatti la movimentazione del Magazzino

Dettagli

Manuale Operativo. Distinta Base UR0511057000

Manuale Operativo. Distinta Base UR0511057000 Manuale Operativo Distinta Base UR0511057000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo, elettronico,

Dettagli

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/:

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/: il mondo di e/ Il presente documento è da ritenersi valido per i seguenti prodotti: - e/2 ready - e/2 - e/3 - e/ready - e/impresa - e/sigip OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016) 1. Introduzione Il presente

Dettagli

Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen

Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen Prerequisiti Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen L opzione Touch è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro; per sfruttarne al meglio

Dettagli

Per accedere alla gestione magazzino si clicca, da menù generale, su magazzino->magazzino- >magazzino->anagrafica : si apre la finestra sotto e siamo

Per accedere alla gestione magazzino si clicca, da menù generale, su magazzino->magazzino- >magazzino->anagrafica : si apre la finestra sotto e siamo EASYGEST - GESTIONE ANAGRAFICA MAGAZZINO Per accedere alla gestione magazzino si clicca, da menù generale, su magazzino->magazzino- >magazzino->anagrafica : si apre la finestra sotto e siamo posizionati

Dettagli

Aggiornamento Rel. 4.2 del 21.06.2010

Aggiornamento Rel. 4.2 del 21.06.2010 ARCHIVI C.A.P. Negli archivi di avviamento di Picam è stato aggiornato l archivio dei C.A.P. Codici I.V.A. Inserito campo Note ed aumentata la lunghezza del campo Descrizione Estesa (da 30 a 50 caratteri).

Dettagli

Guida Pratica per l utilizzo del Programmi Or. Ma. Magazzino e Vendita

Guida Pratica per l utilizzo del Programmi Or. Ma. Magazzino e Vendita Pag. 1 di 1 Guida Pratica per l utilizzo del Programmi Magazzino e Vendita Indice Rapido 1. Inserimento Tabella IVA REPARTI Fornitori Pag. 2 2. Procedura di Inserimento articoli Pag. 3 3. Procedura di

Dettagli

Gestione multi-magazzino e multi-deposito

Gestione multi-magazzino e multi-deposito Gestione multi-magazzino e multi-deposito Alle aziende che possiedono magazzini distaccati, depositi, rappresentanti con deposito, reparti di lavorazione esterna, WinCoge consente la gestione multi magazzino

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Master production schedule. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Master production schedule. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Master production schedule Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da

Dettagli

Aggiornamento di NewS Pro

Aggiornamento di NewS Pro Aggiornamento di NewS Pro Per aggiornare NewS Pro è sufficiente scaricare l'ultima versione e rieseguire l'installazione: i dati immessi non vengono cancellati. Per le installazioni di Rete è necessario

Dettagli

Ecco come si presenta la maschera della Scheda Anagrafica Articoli

Ecco come si presenta la maschera della Scheda Anagrafica Articoli MANUALE D'USO MENU' BASE ANAGRAFICA ARTICOLI Con questa funzione, l utente può gestire le anagrafiche degli articoli di magazzino consentendone l inserimento e la modifica. Gli articoli possono essere

Dettagli

programma P R I M U L A N T

programma P R I M U L A N T (rel. 5.1; 5.2; 6.0; 6.1) Albino, dicembre 2014 programma P R I M U L A N T NOTE PER LO SDOPPIAMENTO CONTABILE DELL'ESERCIZIO 2014/2015 Operazioni da compiere (si consiglia di eseguire le procedure a macchina

Dettagli

LE NOVITÀ DELLA REL. 8.3.0

LE NOVITÀ DELLA REL. 8.3.0 LE NOVITÀ DELLA REL. 8.3.0 Generale Nuove certificazioni: a partire dalla release 08.03.00 il prodotto è certificato anche su: Microsoft Windows 8 Pro/Enterprise, Microsoft Windows Server 2012 e Pervasive

Dettagli

F G H I L. Sulla base della figura, nel programma sono usate le seguenti definizioni:

F G H I L. Sulla base della figura, nel programma sono usate le seguenti definizioni: La gestione della distinta base permette l'inserimento, la variazione, la cancellazione e la consultazione delle informazioni inerenti la composizione dei prodotti. Per facilitare la successiva descrizione

Dettagli

HelpAndManual_unregistered_evaluation_copy Geowin - Contabilità analitica

HelpAndManual_unregistered_evaluation_copy Geowin - Contabilità analitica HelpAndManual_unregistered_evaluation_copy Geowin - Contabilità analitica I Geowin - Contabilità analitica Indice 2 Capitolo I Contabilità analitica 1 In generale... 2 2 Segnalazioni... 7 3 Archivi...

Dettagli

Pagina 1 di 5 O-Key Win 5.2 (Aprile 2011) Aggiornamenti Gestione Aziendale Nuovi Parametri di Gestione : Tipo calcolo costo prodotto finito in fase di produzione (Pagina 5); Avviso se articolo senza prezzo

Dettagli

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso SOFTWARE GESTIONALE Manuale d uso Le informazioni riportate su questo documento potrebbero risultare, al momento della lettura, obsolete o poco attinenti alla versione in uso. Consigliamo la consultazione

Dettagli

Vi preghiamo di prendere buona nota delle variazioni apportate al Software Gestionale e comunicarle a tutto il personale operante in azienda. Grazie.

Vi preghiamo di prendere buona nota delle variazioni apportate al Software Gestionale e comunicarle a tutto il personale operante in azienda. Grazie. Via Domenico Millelire, 13 20147 Milano Iscr. C.C.I.A.A. Milano 355438 Reg. Ditte 1476174 Brescia, 26/05/2008 (Fax composto da _7_ pagine inclusa questa) Sede Amministrativa: 1 Variazioni effettuate sui

Dettagli

MANUALE UTENTE. versione 2015G

MANUALE UTENTE. versione 2015G MANUALE UTENTE versione 2015G 6 INTRODUZIONE MAGAZZINO . 1092 INTRODUZIONE INTRODUZIONE Questa parte del manuale si propone lo scopo di indicare le modalità operative per la corretta gestione del magazzino.

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa dei listini Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Il listino generale di vendita... 5 Rivalutare un singolo... 7 Ricercare gli articoli nei listini...

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Lotti & Matricole. www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Lotti & Matricole. www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Lotti & Matricole www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Configurazione... 6 Personalizzare le etichette del modulo lotti... 6 Personalizzare i campi che identificano

Dettagli

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori.

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. Release 5.20 Manuale Operativo ORDINI PLUS Gestione delle richieste di acquisto In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. La gestione

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Le aziende che gestiscono questo particolare regime hanno la necessità di determinare l IVA derivante dalla vendita dei beni usati in modo particolare, in linea generale si può

Dettagli

Aziende Editrici BREVE GUIDA

Aziende Editrici BREVE GUIDA Gestione Aziende Editrici BREVE GUIDA ( Logiche di funzionamento e modalità d uso ) 1 sommario Introduzione... 3 Regime IVA Speciale Liquidazione e Registro Editori...3 Valorizzazione e Chiusura Magazzini

Dettagli

Nuova procedura di Cassa Contanti Wingesfar: istruzioni per le farmacie Novembre 2009

Nuova procedura di Cassa Contanti Wingesfar: istruzioni per le farmacie Novembre 2009 Nuova procedura di Cassa Contanti Wingesfar: istruzioni per le farmacie Novembre 2009 Documenti Tecnici Informatica e Farmacia Vega S.p.A. Premessa La procedura di Cassa Contanti rileva i movimenti giornalieri

Dettagli

Apertura Contabile 2013. Contabilità Libens

Apertura Contabile 2013. Contabilità Libens Apertura Contabile 2013 Contabilità Libens Apertura contabile 17 dicembre 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE... 1 2 AZZERAMENTO NUMERAZIONE AUTOMATICA DEI DOCUMENTI... 2 3 APERTURA NUOVO ESERCIZIO CONTABILE 2013...

Dettagli

Criteri di Valorizzazione in Inventario Documentazione tecnica

Criteri di Valorizzazione in Inventario Documentazione tecnica Servizi Informatici Wingesfar Criteri di Valorizzazione in Inventario Documentazione tecnica Sommario PREMESSA... 1 LA VALORIZZAZIONE... 1 INTRODUZIONE... 1 OPZIONI INVENTARIO... 1 VALORIZZAZIONE AL COSTO...

Dettagli

GESTIONE RICEVUTE FISCALI. Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione di una ricevuta fiscale.

GESTIONE RICEVUTE FISCALI. Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione di una ricevuta fiscale. GESTIONE RICEVUTE FISCALI Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione di una ricevuta fiscale. Per l inserimento di una nuova ricevuta fiscale: - Causale Contabile: viene proposto il codice della

Dettagli

Manuale Utilizzo Gestione Armadio di Reparto

Manuale Utilizzo Gestione Armadio di Reparto Gestione Richieste Armadietto di Reparto Manuale Utilizzo 1 stesura da: Valeria Mazziotta Rivisto da: Antonio Derna Data di aggiornamento: 14/07/2014 N.ro versione: 1.0 N.ro pagine: 28 Distribuzione: cliente

Dettagli

HelpAndManual_unregistered_evaluation_copy Geowin - Il pianeta gestione

HelpAndManual_unregistered_evaluation_copy Geowin - Il pianeta gestione HelpAndManual_unregistered_evaluation_copy I Indice 2 Capitolo I 1 Introduzione... 2 2 In generale... 4 3 Menu... 9 Menu... 9 Invio messaggi... 10 Memorandum... 11 Rubrica... 12 Segnalazioni... 13 16 Capitolo

Dettagli