Regolamento concernente la promozione della proprietà d abitazioni della cassa pensione pro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regolamento concernente la promozione della proprietà d abitazioni della cassa pensione pro"

Transcript

1 Regolamento concernente la promozione della proprietà d abitazioni della cassa pensione pro validi dallo cassa pensione pro Bahnhofstrasse 4 Casella postale 434 CH-6431 Svitto t f pkpro.ch

2 Indice 1 Disposizioni generali Impiego dei fondi della previdenza per la proprietà d abitazioni Impieghi ammessi Proprietà di abitazioni ammessa Forme autorizzate della proprietà d abitazioni Forme di partecipazione autorizzate Uso proprio Consenso del coniuge o del partner 3 2 Prelievo anticipato Importo minimo del prelievo anticipato Importo massimo del prelievo anticipato Limitazione temporale del versamento anticipato Versamento del prelievo anticipato Aumento dei premi di rischio / Riduzione delle prestazioni previdenziali Rimborso del versamento anticipato 4 3 Costituzione in pegno Importo massimo della costituzione in pegno Consenso del creditore pignoratizio Realizzazione del pegno 5 5 Esercizio del diritto e prova Esercizio del diritto al prelievo anticipato o alla costituzione in pegno Prova 5 6 Disposizioni fiscali Notifica all Amministrazione federale delle contribuzioni Obblighi fiscali immediati Rimborso delle imposte Contabilità 5 7 Informazione Informazioni di base Informazioni più dettagliate 6 8 Partecipazione alle spese Spese Contributo alle spese 6 9 Decisione in merito all impiego Pretesa dei fondi previdenziali 6 4 Garanzia dello scopo previdenziale 5 10 Entrata in vigore Iscrizione nel registro fondiario Quote di partecipazione o partecipazioni analoghe 5 PK_07_200_05_i 2

3 1 Disposizioni generali 1.1 Impiego dei fondi della previdenza per la proprietà d abitazioni Ai sensi delle disposizioni della LPP e del Codice delle obbligazioni in materia di promozione della proprietà d abitazioni, l assicurato può, fino a sei mesi dall insorgenza del diritto alle prestazioni di vecchiaia: prelevare anticipatamente un importo pari a quello della sua prestazione di libero passaggio; costituire in pegno il proprio diritto alle prestazioni previdenziali o un importo pari a quello della sua prestazione di libero passaggio. 1.2 Impieghi ammessi Il prelievo anticipato o la costituzione in pegno è ammesso per la proprietà d abitazioni per uso proprio in Svizzera e all estero, segnatamente per: l acquisto o la costruzione di proprietà di abitazioni; l acquisizione di partecipazioni a proprietà di abitazioni; la restituzione di prestiti ipotecari. Inoltre, il prelievo anticipato è ammesso anche per effettuare investimenti volti ad aumentare o mantenere il valore dell abitazione di proprietà. I fondi della previdenza professionale possono essere impiegati nel contempo solo per un immobile. 1.3 Proprietà di abitazioni ammessa Sono ammessi quali oggetti della proprietà d abitazioni: l appartamento; la casa unifamiliare. 1.4 Forme autorizzate della proprietà d abitazioni Le forme autorizzate della proprietà d abitazioni sono: la proprietà; la comproprietà (proprietà per piani); la proprietà comune con il coniuge; il diritto di superficie per sé stante e permanente. Questo elenco è esaustivo. 1.5 Forme di partecipazione autorizzate Sono autorizzate le seguenti forme di partecipazione: l acquisto di quote di partecipazione ad una cooperativa di costruzione di abitazioni; l acquisto di azioni di una società anonima di locatari; la concessione di un mutuo parziario ad un organismo di costruzione di utilità pubblica. Questo elenco è esaustivo. 1.6 Uso proprio La proprietà d abitazioni deve essere utilizzata dall assicurato nel suo luogo di domicilio o di dimora abituale. Se l assicurato non può utilizzare la proprietà per un certo periodo di tempo (ad esempio per assenza dovuta a motivi di salute o professionali), la locazione della proprietà è autorizzata in questo periodo. Non è ammesso impiegare i fondi della previdenza professionale per l acquisto di un appartamento di vacanza. 1.7 Consenso del coniuge o del partner Se l assicurato è coniugato o vive in unione domestica registrata in conformità della Legge sull unione domestica registrata, il coniuge o il partner deve dare il proprio consenso scritto autenticato d ufficio al prelievo anticipato o alla costituzione in pegno. 2 Prelievo anticipato 2.1 Importo minimo del prelievo anticipato L importo minimo del prelievo anticipato ammonta a franchi. Tale importo minimo non riguarda: l acquisto di quote di partecipazione a cooperative di costruzione di abitazioni o di partecipazioni simili; i diritti nei confronti degli istituti di libero passaggio. 2.2 Importo massimo del prelievo anticipato Prima dei 50 anni è possibile prelevare anticipatamente un importo pari a quello della prestazione di libero passaggio. A partire dai 50 anni è possibile prelevare anticipatamente al massimo l importo più elevato tra i due indicati al punto a) e b): a) l importo della prestazione di libero passaggio all età di 50 anni, sommato con gli eventuali rimborsi effettuati dopo tale età, meno l importo di eventuali prelievi anticipati o realizzazioni di pegni dopo tale età. b) la metà della differenza tra la prestazione di libero passaggio al momento del prelievo anticipato e la prestazione di libero passaggio impiegata già in tale momento per la proprietà d abitazioni. 2.3 Limitazione temporale del versamento anticipato E possibile richiedere un versamento anticipato ogni cinque anni. È fatto salvo l art. 79 b cpv. 3 LPP. Se sono stati effettuati riscatti ai sensi del punto 5.3 del Regolamento di previdenza o del punto 5.3 del Regolamento concernente la previdenza complementare / dei quadri, nei tre anni successivi non è consentito ritirare tali importi dalla previdenza sotto forma di capitale. 3

4 2.4 Versamento del prelievo anticipato L istituto di previdenza versa l importo del prelievo anticipato entro sei mesi dal momento in cui l assicurato ha fatto valere la sua pretesa. In caso di sottocopertura l istituto di previdenza può estendere questo termine a dodici mesi. Se, per motivi di liquidità o di sottocopertura, il versamento non è possibile o esigibile entro sei mesi, vengono dapprima versate le somme per la realizzazione di pegni, poi le somme per l acquisto o la costruzione di un abitazione e infine le somme per la restituzione di prestiti ipotecari. In casi di problemi di liquidità, la Fondazione regola i particolari stabilendo un ordine di priorità che deve essere reso noto all autorità di vigilanza. In una situazione di sottocopertura la Fondazione può limitare nel tempo e nell importo il versamento del prelievo anticipato oppure rifiutarlo del tutto, se il prelievo anticipato serve al rimborso di prestiti ipotecari. Il pagamento viene effettuato direttamente al creditore dell assicurato dietro presentazione dei relativi giustificativi. 2.5 Aumento dei premi di rischio / Riduzione delle prestazioni previdenziali Il prelievo anticipato può comportare l aumento dei premi di rischio per la protezione dei superstiti. La Fondazione può ridurre le prestazioni assicurate per i superstiti, se l assicurato non si assume il pagamento dei premi supplementari. Il versamento anticipato può al contempo implicare una riduzione del diritto alle prestazioni previdenziali ai sensi dei principi attuariali e regolamentari. L assicurato ha la possibilità di stipulare un assicurazione complementare a proprie spese per colmare le lacune previdenziali derivate dal prelievo anticipato. 2.6 Rimborso del versamento anticipato L importo prelevato deve essere rimborsato dall assicurato o dai suoi eredi se: la proprietà d abitazioni viene alienata; sussistono diritti alla proprietà d abitazione che dal punto di vista economico equivalgono a un alienazione; alla morte dell assicurato non è esigibile alcuna prestazione previdenziale. Il trasferimento della proprietà d abitazione a un beneficiario del piano previdenziale non è equiparato all alienazione. Il beneficiario è tuttavia soggetto alla stessa limitazione valida per l assicurato. In caso di alienazione della proprietà dell abitazione, l obbligo di rimborso è limitato al ricavo. Si considera ricavo il prezzo di vendita al netto dei debiti garantiti da ipoteca e delle imposte dovute per legge dal venditore. Gli impegni risultati da mutui contratti nel corso dei due anni che precedono la vendita della proprietà d abitazione sono deducibili solo a condizione che l assicurato provi che questi erano necessari per il finanziamento della sua proprietà. Se, nel giro di due anni, l assicurato vuole reinvestire il ricavo dall alienazione della proprietà d abitazione nell acquisto di una nuova proprietà, egli può versare l importo a un istituto di libero passaggio. L assicurato può inoltre rimborsare volontariamente l importo del prelievo anticipato. Il diritto a tale rimborso sussiste: fino a sei mesi prima dell insorgenza del diritto alle prestazioni di vecchiaia; fino all insorgere di un altro caso di previdenza o; fino al pagamento in contanti della prestazione di libero passaggio. L importo minimo del rimborso ammonta a CHF Se il saldo del prelievo anticipato non ancora restituito è inferiore all importo minimo, il rimborso deve essere effettuato in una rata unica. Il rimborso determina l aumento del diritto alle prestazioni previdenziali ai sensi dei principi attuariali o regolamentari. 3 Costituzione in pegno 3.1 Importo massimo della costituzione in pegno Prima dei 50 anni è consentito costituire in pegno un importo pari al massimo alla prestazione di libero passaggio al momento della realizzazione del pegno. A partire dai 50 anni è possibile costituire in pegno al massimo l importo più elevato tra i due indicati al punto a) e b): a) l importo della prestazione di libero passaggio all età di 50 anni, sommato con gli eventuali rimborsi effettuati dopo tale età, meno l importo di eventuali prelievi anticipati o realizzazioni di pegni dopo tale età; b) la metà della differenza tra la prestazione di libero passaggio al momento del prelievo anticipato e la prestazione di libero passaggio già impiegata a quel punto per la proprietà d abitazioni. Non sono applicabili limitazioni d importo per la costituzione in pegno delle prestazioni di previdenza. 3.2 Consenso del creditore pignoratizio Il consenso scritto del creditore pignoratizio è necessario, sempre che sia interessata la somma costituita in pegno, per: il pagamento in contanti della prestazione di libero passaggio; il pagamento delle prestazioni di previdenza; il trasferimento, a seguito di divorzio, di una parte della prestazione di libero passaggio ad un istituto di previdenza dell altro coniuge. Se il creditore pignoratizio rifiuta il suo consenso, l istituto di previdenza deve garantire l importo corrispondente. Il giudice decide in merito ai diritti del creditore pignoratizio. 4

5 3.3 Realizzazione del pegno Se il pegno viene realizzato prima del caso previdenziale o prima del pagamento in contanti della prestazione di libero passaggio, subentrano gli effetti del prelievo anticipato (cfr. punto 2). 4 Garanzia dello scopo previdenziale 4.1 Iscrizione nel registro fondiario L assicurato o i suoi eredi sono autorizzati a vendere la proprietà d abitazione solo con riserva del punto 2.6. Tale restrizione del diritto d alienazione deve essere iscritta nel registro fondiario. L iscrizione nel registro fondiario è richiesta dall istituto di previdenza al momento del versamento del prelievo anticipato o al momento della realizzazione del pegno dell avere previdenziale. L iscrizione può essere cancellata dalla persona assicurata: sei mesi prima dell insorgenza del diritto alle prestazioni di vecchiaia; dopo l insorgenza di un altro caso di previdenza; al pagamento in contanti della prestazione di libero passaggio; dopo il rimborso integrale del prelievo anticipato. 4.2 Quote di partecipazione o partecipazioni analoghe L acquisto di quote di partecipazione a una cooperativa di costruzione di abitazioni mediante i fondi della previdenza non è consentito se il regolamento della cooperativa prevede che all uscita dalla cooperativa i fondi della previdenza impiegati dall assicurato siano trasferiti a un altra cooperativa o a un altro ente immobiliare o edilizio di cui l assicurato utilizza personalmente un unità immobiliare, oppure a un istituto di previdenza professionale. Tale disposizione si applica per analogia alle partecipazioni a una società anonima di locatari o a un altro ente immobiliare di utilità pubblica. Se con il prelievo anticipato l assicurato acquista quote di partecipazione a una cooperativa di costruzione di abitazioni o partecipazioni analoghe, egli è tenuto a depositare tali quote presso l istituto di previdenza. 5 Esercizio del diritto e prova 5.1 Esercizio del diritto al prelievo anticipato o alla costituzione in pegno L assicurato deve esercitare il diritto al prelievo anticipato o alla costituzione in pegno nei confronti dell istituto di previdenza tempestivamente e per iscritto (modulo «domanda di prelievo anticipato / costituzione in pegno»). 5.2 Prova L assicurato deve provare con opportuni documenti lo scopo dell impiego dei fondi della previdenza professionale e il loro effettivo investimento nell acquisto di una proprietà d abitazioni per uso proprio. Egli mette a disposizione tutti i documenti necessari all istituto di previdenza per verificare il diritto (ad es. contratto di compravendita, contratto di prestito ipotecario, atto notarile per proprietà immobiliare all estero). 6 Disposizioni fiscali 6.1 Notifica all Amministrazione federale delle contribuzioni L istituto di previdenza notifica all Amministrazione federale delle contribuzioni il prelievo anticipato o la realizzazione del pegno costituito sulla prestazione di libero passaggio come pure il rimborso degli importi versati. 6.2 Obblighi fiscali immediati Il prelievo anticipato e il ricavo ottenuto da una realizzazione del pegno dell avere previdenziale sono immediatamente imponibili come prestazione in capitale previdenziale. L imposta non può essere conteggiata con il prelievo anticipato, ma va versata attingendo ad altri fondi dell assicurato. 6.3 Rimborso delle imposte In caso di restituzione del prelievo anticipato o del ricavo dalla realizzazione del pegno, l assicurato può richiedere, entro tre anni dalla restituzione dell importo, il rimborso delle imposte versate a suo tempo sulle prestazioni in capitale. Le imposte pagate vengono rimborsate senza interessi. Dopo tre anni il diritto al rimborso decade. Per il rimborso delle imposte va inoltrata una domanda scritta all autorità fiscale che le ha esatte. Il richiedente deve inoltrare un attestato indicante: il capitale della previdenza investito nella proprietà d abitazioni; le imposte pagate alla Confederazione, al Cantone e al Comune a seguito di un prelievo anticipato o della realizzazione di un pegno. 6.4 Contabilità L Amministrazione federale delle contribuzioni tiene la contabilità delle notifiche concernenti i prelievi anticipati, le realizzazioni dei pegni notificati e la restituzione dei fondi prelevati. Essa conferma all assicurato, su richiesta scritta di quest ultimo, il saldo del capitale di previdenza investito nella proprietà d abitazioni e gli indica l autorità compente per il rimborso delle imposte pagate. 5

6 7 Informazione 7.1 Informazioni di base Su richiesta dell assicurato o al momento dell esercizio del diritto al prelievo anticipato o alla costituzione di pegno, l istituto di previdenza informa l assicurato: sul capitale di previdenza a sua disposizione per l acquisto della proprietà di un abitazione; sulle modalità relative al prelievo anticipato e alla costituzione in pegno; sulla riduzione delle prestazioni a seguito di un prelievo anticipato o una realizzazione di pegno; sulle possibilità di colmare una lacuna nella previdenza dovuta al prelievo anticipato; sull obbligo fiscale in caso di un prelievo anticipato o di una realizzazione di pegno; sul diritto alla restituzione delle imposte pagate, in caso di rimborso del prelievo anticipato, nonché sul termine da osservare. 7.2 Informazioni più dettagliate L istituto di previdenza fornisce all assicurato le informazioni di base che gli consentono di decidere con cognizione di causa sull impiego dei fondi della previdenza professionale per l acquisto di proprietà d abitazioni. Per una consulenza più dettagliata e personalizzata in relazione all acquisto e al finanziamento di proprietà d abitazioni e ai relativi aspetti fiscali, l assicurato può rivolgersi alla propria banca e al proprio consulente fiscale. 8 Partecipazione alle spese 8.1 Spese Le spese, le tasse e gli altri importi da corrispondere a terzi in relazione a un prelievo anticipato o a una costituzione in pegno (ad es. per l iscrizione nel registro fondiario, il deposito di quote di partecipazione ecc.) sono a carico dell assicurato. 8.2 Contributo alle spese Per un prelievo anticipato e una costituzione in pegno, la Fondazione esige dall assicurato un contributo alle spese conformemente al Regolamento delle spese. Il prelievo anticipato consente all assicurato di investire una maggiore quota di capitale proprio nella proprietà d abitazioni. Da un lato, questa opzione consente di reperire i fondi propri necessari, dall altro, permette di ridurre il capitale di terzi (ipoteca) e gli interessi. Di regola la costituzione in pegno consente di ottenere una maggiore quota di capitale di terzi (ipoteca), una rinuncia o una proroga della restituzione del prestito ipotecario o un interesse più favorevole su un ipoteca di grado posteriore. Il prelievo anticipato e la realizzazione del pegno comportano tuttavia una riduzione delle prestazioni previdenziali. Ciò significa che l assicurato o i suoi familiari disporranno di una rendita della previdenza professionale sensibilmente minore nella terza età oppure in caso di incapacità di guadagno o decesso. L assicurato dovrebbe pertanto utilizzare i fondi della previdenza professionale solo se è comunque garantito il mantenimento del proprio tenore di vita abituale o se è in grado di compensare la riduzione delle prestazioni con un altra copertura previdenziale. Inoltre, si dovrebbe tenere conto del fatto che il capitale previdenziale investito in una proprietà d abitazioni è soggetto a un rischio maggiore rispetto al capitale investito in modo diversificato dall istituto di previdenza. Inoltre, il prelievo anticipato o la realizzazione del pegno potrebbe comportare svantaggi fiscali all assicurato. 10 Entrata in vigore Il presente Regolamento entra in vigore il 1 gennaio 2011 e sostituisce quello del 23 ottobre 2002, emendato il 1 gennaio 2004, il 1 gennaio 2005, il 1 gennaio 2006 e il 1 gennaio Svitto, 17 dicembre 2010 cassa pensione pro Consiglio di fondazione 9 Decisione in merito all impiego 9.1 Pretesa dei fondi previdenziali Peter Hofmann Presidente Rainer Hürlimann Membro La decisione dell assicurato di ricorrere ai fondi della previdenza professionale per l acquisto di una proprietà d abitazioni dovrebbe essere presa con la dovuta ponderazione. In caso di divergenze nell interpretazione fa fede il testo tedesco. 6

Regolamento concernente la promozione della proprietà di un abitazione della Tellco Pensinvest

Regolamento concernente la promozione della proprietà di un abitazione della Tellco Pensinvest Regolamento concernente la promozione della proprietà di un abitazione della Tellco Pensinvest valevoli dal 24.07.2012 Tellco Pensinvest Bahnhofstrasse 4 Casella postale 434 CH-6431 Svitto t + 41 41 817

Dettagli

Ordinanza sulla promozione della proprietà d abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale

Ordinanza sulla promozione della proprietà d abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale Ordinanza sulla promozione della proprietà d abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale (OPPA) 831.411 del 3 ottobre 1994 (Stato 1 gennaio 2008) Il Consiglio federale svizzero, visti gli

Dettagli

Regolamento per la promozione della proprietà dell abitazione

Regolamento per la promozione della proprietà dell abitazione Regolamento per la promozione della proprietà dell abitazione Fondazione SEF Konsumstrasse 22A 3000 Berna 14 www.eev.ch Promozione della proprietà dell abitazione mediante i fondi della previdenza professionale

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SULLA PROMOZIONE DELLA PROPRIETÀ D'ABITAZIONI

SCHEDA INFORMATIVA SULLA PROMOZIONE DELLA PROPRIETÀ D'ABITAZIONI SCHEDA INFORMATIVA SULLA PROMOZIONE DELLA PROPRIETÀ D'ABITAZIONI ART. 1 DISPOSIZIONI GENERALI Disposizioni regolamentari 1 La scheda informativa della CPE Cassa Pensione Energia Società Cooperativa (detta

Dettagli

L acquisto di una proprietà di abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale. Promozione della proprietà di abitazioni

L acquisto di una proprietà di abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale. Promozione della proprietà di abitazioni L acquisto di una proprietà di abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale Promozione della proprietà di abitazioni Promozione della proprietà di abitazioni L acquisto di una proprietà di

Dettagli

Promozione della proprietà di abitazione e previdenza professionale. Edizione 2013 Consigli e suggerimenti

Promozione della proprietà di abitazione e previdenza professionale. Edizione 2013 Consigli e suggerimenti Promozione della proprietà di abitazione e previdenza professionale Edizione 2013 Consigli e suggerimenti 2 Promozione della proprietà di abitazione e previdenza professionale Informazioni generali Informazioni

Dettagli

Promemoria relativo alla polizza di previdenza vincolata (pilastro 3a), valido a partire dal 1 gennaio 2008

Promemoria relativo alla polizza di previdenza vincolata (pilastro 3a), valido a partire dal 1 gennaio 2008 Promemoria relativo alla polizza di previdenza vincolata (pilastro 3a), valido a partire dal 1 gennaio 2008 1. Ordinamento dei beneficiari I contratti del pilastro 3a devono comprendere obbligatoriamente

Dettagli

Promozione della proprietà d abitazioni secondo la

Promozione della proprietà d abitazioni secondo la Temi specifici della Cassa pensione Coop 1 Gennaio 2014 Promozione della proprietà d abitazioni secondo la LPP 30ss e CO 331d/331e TEMA Promozione della proprietà d abitazioni se Che cosa si intende per

Dettagli

Promozione della proprietà d abitazioni

Promozione della proprietà d abitazioni Promozione della proprietà d abitazioni Chi vuole realizzare il sogno di una casa propria, può utilizzare per il relativo finanziamento anche i fondi risparmiati con la previdenza professionale. Di seguito

Dettagli

Cassa pensione e proprietà abitativa/

Cassa pensione e proprietà abitativa/ Promozione della proprietà abitativa (PPA) Cassa pensione e proprietà abitativa/ Prelievo anticipato e costituzione in pegno di fondi del 2 pilastro Sommario Reperimento di capitale per l acquisto di un

Dettagli

Promozione della proprietà di abitazioni

Promozione della proprietà di abitazioni Promozione della proprietà di abitazioni Direttive della Cassa pensioni (CPS) sul finanziamento di abitazioni Requisiti per la promozione della proprietà di abitazioni con i mezzi della previdenza professionale

Dettagli

Accesso alla proprietà d abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale

Accesso alla proprietà d abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale Cassa Pensioni PANVICA PANVICAplus Fondazione di previdenza Accesso alla proprietà d abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale Accesso alla proprietà d abitazioni mediante i fondi della

Dettagli

Domanda di prelievo anticipato/costituzione in pegno Promozione della proprietà d abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale

Domanda di prelievo anticipato/costituzione in pegno Promozione della proprietà d abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale Domanda di prelievo anticipato/costituzione in pegno Promozione della proprietà d abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale Motivo: prelievo anticipato costituzione in pegno Da compilare

Dettagli

Domanda di prelievo anticipato Promozione della proprietà d abitazioni (PPA) mediante i fondi della previdenza professionale

Domanda di prelievo anticipato Promozione della proprietà d abitazioni (PPA) mediante i fondi della previdenza professionale Promozione della proprietà d abitazioni (PPA) mediante i fondi della previdenza professionale Tutte le definizioni relative al sesso si riferiscono sia al sesso femminile, sia a quello maschile. 1. Persona

Dettagli

Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich. Regolamento Piano di risparmio supplementare 1 valido dal 1 0 gennaio 2015

Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich. Regolamento Piano di risparmio supplementare 1 valido dal 1 0 gennaio 2015 Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich Regolamento Piano di risparmio supplementare valido dal 0 gennaio 05 Indice DISPOSIZIONI GENERALI... 3. Cerchia delle persone assicurate... 3. Scopo... 3.3

Dettagli

PIANO DI PREVIDENZA F10

PIANO DI PREVIDENZA F10 REGOLAMENTO 1 a PARTE PIANO DI PREVIDENZA F10 A partire dal 1 gennaio 2012, per tutte le persone assicurate nel piano di previdenza F10 entra in vigore l ordinamento per la previdenza professionale ai

Dettagli

La Cassa pensioni Posta

La Cassa pensioni Posta La Cassa pensioni Posta Perché un opuscolo? Con questo opuscolo desideriamo aiutarla a comprendere meglio la complessa materia della previdenza professionale e del regolamento di previdenza. L opuscolo

Dettagli

com Plan Informazione Promozione della proprietà d abitazione 1.1 Limiti temporali / periodi di blocco

com Plan Informazione Promozione della proprietà d abitazione 1.1 Limiti temporali / periodi di blocco Informazione Promozione della proprietà d abitazione com Plan La Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità (LPP) vi consente di utilizzare il vostro denaro

Dettagli

Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich. Regolamento Piano di capitale 1 valido dal 1 0 gennaio 2015

Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich. Regolamento Piano di capitale 1 valido dal 1 0 gennaio 2015 Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich Regolamento Piano di capitale valido dal 0 gennaio 05 Indice DISPOSIZIONI GENERALI 3 AVERI 3 3 LIVELLI PREVIDENZIALI 3 4 VERSAMENTI VOLONTARI 4 5 PRESTAZIONI

Dettagli

Regolamento della previdenza della Tellco fondazione di libero passaggio

Regolamento della previdenza della Tellco fondazione di libero passaggio Regolamento della previdenza della Tellco fondazione di libero passaggio valevoli dal 06.06.2011 Tellco fondazione di libero passaggio Bahnhofstrasse 4 Casella postale 713 CH-6413 Svitto t + 41 41 817

Dettagli

Regolamento sulla liquidazione parziale delle casse di previdenza della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale

Regolamento sulla liquidazione parziale delle casse di previdenza della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale Regolamento sulla liquidazione parziale delle casse di previdenza della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale (Edizione dicembre 2009) La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Regolamento

Dettagli

Promemoria sulla promozione della proprietà di abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale

Promemoria sulla promozione della proprietà di abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale Promemoria sulla promozione della proprietà di abitazioni mediante i fondi della previdenza professionale La legge federale sulla promozione della proprietà di abitazioni (LPPA) consente agli assicurati

Dettagli

Il vostro attestato di previdenza spiegato in modo semplice. Previdenza professionale della Fondazione colle va Vita e della Zurich Assicurazioni

Il vostro attestato di previdenza spiegato in modo semplice. Previdenza professionale della Fondazione colle va Vita e della Zurich Assicurazioni Il vostro attestato di previdenza spiegato in modo semplice Previdenza professionale della Fondazione colle va Vita e della Zurich Assicurazioni Il vostro attestato di previdenza A prima vista, il vostro

Dettagli

Regolamento degli investimenti della Tellco fondazione di libero passaggio

Regolamento degli investimenti della Tellco fondazione di libero passaggio Regolamento degli investimenti della Tellco fondazione di libero passaggio valevoli dal 01.03.2013 Tellco fondazione di libero passaggio Bahnhofstrasse 4 Casella postale 713 CH-6413 Svitto t + 41 41 817

Dettagli

Regolamento di previdenza del 15 giugno 2007 per gli impiegati e i beneficiari di rendite della Cassa di previdenza della Confederazione

Regolamento di previdenza del 15 giugno 2007 per gli impiegati e i beneficiari di rendite della Cassa di previdenza della Confederazione Regolamento di previdenza del 15 giugno 2007 per gli impiegati e i beneficiari di rendite della Cassa di previdenza della Confederazione (RPIC) Modifica del 26 giugno 2012 Approvata dal Consiglio federale

Dettagli

Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità

Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità (Ordinanza sul libero passaggio, OLP) 831.425 del 3 ottobre 1994 (Stato 1 gennaio 2009) Il Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA 2013

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA 2013 Cassa pensione PANVICA (proparis Fondazione di previdenza nelle arti e mestieri Svizzera) REGOLAMENTO DI PREVIDENZA 2013 Prima parte: piano di previdenza KU33a A partire dal 1 luglio 2013 per tutte le

Dettagli

2 pilastro, LPP Previdenza professionale

2 pilastro, LPP Previdenza professionale 2 pilastro, LPP Previdenza professionale La previdenza professionale è parte integrante del secondo pilastro e serve a mantenere il tenore di vita abituale. 1. Contesto In Svizzera la previdenza per la

Dettagli

Previdenza professionale delle persone disoccupate secondo la LADI e la LPP

Previdenza professionale delle persone disoccupate secondo la LADI e la LPP Dipartimento federale dell'economia DFE EDIZIONE 2009 716.201 i Informazione complementare all Info-Service Disoccupazione Un opuscolo per i disoccupati Previdenza professionale delle persone disoccupate

Dettagli

La vostra previdenza presso PUBLICA

La vostra previdenza presso PUBLICA La vostra previdenza presso PUBLICA Versione ridotta del Regolamento di previdenza per gli impiegati e i beneficiari di rendite della Cassa di previdenza della Confederazione Il presente opuscolo vi fornisce

Dettagli

Modello previdenziale 2017 Maggiori informazioni sul calcolatore comparativo

Modello previdenziale 2017 Maggiori informazioni sul calcolatore comparativo Cassa pensione di Credit Suisse Group (Svizzera) Modello previdenziale 2017 Maggiori informazioni sul calcolatore comparativo Dal 1 gennaio 2017 la Cassa pensione di Credit Suisse Group (Svizzera) introdurrà

Dettagli

Cassa pensione del Credit Suisse Group (Svizzera) Spiegazioni sul certificato d assicurazione Assicurazione di risparmio

Cassa pensione del Credit Suisse Group (Svizzera) Spiegazioni sul certificato d assicurazione Assicurazione di risparmio Cassa pensione del Credit Suisse Group (Svizzera) Spiegazioni sul certificato d assicurazione Assicurazione di risparmio In vigore dal 1 gennaio 2015 FACSIMILE Personale Signor Gianni Modello Via Modello

Dettagli

Condizioni generali d assicurazione. Polizze di libero passaggio. Edizione 2013. Tanto facile. Chiedete a noi. T 058 280 1000 (24 h), www.helvetia.

Condizioni generali d assicurazione. Polizze di libero passaggio. Edizione 2013. Tanto facile. Chiedete a noi. T 058 280 1000 (24 h), www.helvetia. Condizioni generali d assicurazione Polizze di libero passaggio Edizione 2013 Tanto facile. Chiedete a noi. T 058 280 1000 (24 h), www.helvetia.ch Indice 1 Stipulazione dell assicurazione 3 2 Prestazioni

Dettagli

La mia cassa pensione

La mia cassa pensione La mia cassa pensione 2015 GastroSocial la sua cassa pensione L esercizio nel quale lavora è assicurato presso la Cassa pensione GastroSocial. La cassa opera nel rispetto delle disposizioni della Legge

Dettagli

Ordinanza sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità

Ordinanza sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità Ordinanza sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità (OPP 2) Modifica del 19 settembre 2008 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 18 aprile 1984 1 sulla

Dettagli

Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità

Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità (Ordinanza sul libero passaggio, OLP) 831.425 del 3 ottobre 1994 (Stato 1 gennaio 2013) Il Consiglio

Dettagli

Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità

Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità (Ordinanza sul libero passaggio, OLP) 831.425 del 3 ottobre 1994 (Stato 1 gennaio 2012) Il Consiglio

Dettagli

Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita

Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita (Ordinanza sull assicurazione vita, OAssV) Modifica del 24 marzo 2004 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza sull assicurazione vita del 29

Dettagli

Le prestazioni previdenziali della Cassa pensioni SRG SSR idée suisse Conto complementare (gennaio 2011)

Le prestazioni previdenziali della Cassa pensioni SRG SSR idée suisse Conto complementare (gennaio 2011) PKS CPS Le prestazioni previdenziali della Cassa pensioni SRG SSR idée suisse Conto complementare (gennaio 2011) Il presente documento, che completa il prospetto informativo sul primato delle prestazioni,

Dettagli

Ipoteche residenziali BSI

Ipoteche residenziali BSI Ipoteche residenziali BSI soluzioni flessibili e vantaggiose in esclusiva per i nostri clienti 3 BSI, IL PARTNER AFFIDABILE Da oltre un secolo BSI si dedica con impegno e passione nel proporre ai propri

Dettagli

Piano previdenziale in complemento al Regolamento di previdenza della Cassa Pensione del Gruppo C&A. Piano base per i collaboratori della C&A Mode SA

Piano previdenziale in complemento al Regolamento di previdenza della Cassa Pensione del Gruppo C&A. Piano base per i collaboratori della C&A Mode SA Piano previdenziale in complemento al Regolamento di previdenza della Cassa Pensione del Gruppo C&A Piano base per i collaboratori della C&A Mode SA Valido dal 1 o gennaio 2015 Indice Art. 1 Regolamento

Dettagli

Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità

Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità Progetto della Commissione di redazione per il voto finale Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità (LPP) (Finanziamento degli istituti di previdenza

Dettagli

172.220.111.310.3 Ordinanza del DFF concernente i mutui ipotecari agevolati tramite il patrimonio di PUBLICA 1

172.220.111.310.3 Ordinanza del DFF concernente i mutui ipotecari agevolati tramite il patrimonio di PUBLICA 1 Ordinanza del DFF concernente i mutui ipotecari agevolati tramite il patrimonio di PUBLICA 1 (Ordinanza sui mutui ipotecari DFF) del 10 dicembre 2001 (Stato 14 giugno 2005) Il Dipartimento federale delle

Dettagli

PREVIDENZA OGGI E DOMANI. ASCOM PENSIONSKASSE (APK) BREVE GUIDA

PREVIDENZA OGGI E DOMANI. ASCOM PENSIONSKASSE (APK) BREVE GUIDA PREVIDENZA OGGI E DOMANI. ASCOM PENSIONSKASSE (APK) BREVE GUIDA PREVIDENZA GLOBALE TRE È IL NUMERO PERFETTO In Svizzera la previdenza globale si fonda su tre pilastri Come lavoratori dipendenti siete assicurati

Dettagli

STATUTO. della Fondazione AROMED

STATUTO. della Fondazione AROMED STATUTO della Fondazione AROMED 2 Articolo 1 Denominazione, sede, scopo, durata 1.1 Ragione sociale Con la denominazione Fondazione di previdenza professionale a favore di AROMED, la comparente fondatrice

Dettagli

Cassa pensioni PANVICA Avvaloramento del prelievo anticipato/pignoramento

Cassa pensioni PANVICA Avvaloramento del prelievo anticipato/pignoramento Cassa pensioni PANVICA Avvaloramento del prelievo anticipato/pignoramento Modulo da inviare firmato alla Cassa pensioni PANVICA casella postale 514, 3053 Münchenbuchsee Cantone: Assicurato Cognome e nome

Dettagli

del 22 giugno 1998 (Stato 1 gennaio 2008)

del 22 giugno 1998 (Stato 1 gennaio 2008) Ordinanza sul «Fondo di garanzia LPP» (OFG) 831.432.1 del 22 giugno 1998 (Stato 1 gennaio 2008) Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 56 capoversi 3 e 4, 59 capoverso 2 e 97 capoverso 1 della

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO

FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO Foglio informativo analitico recante le condizioni contrattuali praticate per i rapporti di prestito sociale dalla Cooperativa G. di Vittorio Società

Dettagli

Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita

Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita (Ordinanza sull assicurazione vita, OAssV) Modifica del 26 novembre 2003 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 29 novembre 1993 1 sull

Dettagli

Entusiasmo? «Sapere in buone mani la mia previdenza per la vecchiaia.»

Entusiasmo? «Sapere in buone mani la mia previdenza per la vecchiaia.» Entusiasmo? «Sapere in buone mani la mia previdenza per la vecchiaia.» Helvetia Soluzioni di libero passaggio. Investire l avere di previdenza in base al bisogno. La Sua Assicurazione svizzera. Libero

Dettagli

531.44 Ordinanza concernente la fideiussione di mutui per il finanziamento di navi svizzere d alto mare

531.44 Ordinanza concernente la fideiussione di mutui per il finanziamento di navi svizzere d alto mare Ordinanza concernente la fideiussione di mutui per il finanziamento di navi svizzere d alto mare del 14 giugno 2002 (Stato 1 luglio 2015) Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 22 capoverso

Dettagli

CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER LE RENDITE VITALIZIE DIFFERITE

CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER LE RENDITE VITALIZIE DIFFERITE Edizione 2014 CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER LE RENDITE VITALIZIE DIFFERITE INDICE 1. Definizioni 2 1.1 Periodo di rendita 2 1.2 Riserva matematica di inventario 2 1.3 Riserva matematica sufficiente 2 1.4

Dettagli

531.44 Ordinanza concernente la fideiussione di mutui per il finanziamento di navi svizzere d alto mare

531.44 Ordinanza concernente la fideiussione di mutui per il finanziamento di navi svizzere d alto mare Ordinanza concernente la fideiussione di mutui per il finanziamento di navi svizzere d alto mare del 14 giugno 2002 (Stato 23 luglio 2002) Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 22 capoverso

Dettagli

Regolamento di previdenza

Regolamento di previdenza Regolamento di previdenza Liberty 3a Fondazione di previdenza Sommario Art. 1 Scopo Art. 2 Oggetto del regolamento Art. 3 Stipulazione dell accordo di previdenza Art. 4 Contributi Art. 5 Imposte Art. 6

Dettagli

CANTONE DEI GRIGIONI REGOLAMENTO PER IL PROMUOVIMENTO DELLE ABITAZIONI PRIMARIE

CANTONE DEI GRIGIONI REGOLAMENTO PER IL PROMUOVIMENTO DELLE ABITAZIONI PRIMARIE COMUNE DI MESOCCO CANTONE DEI GRIGIONI REGOLAMENTO PER IL PROMUOVIMENTO DELLE ABITAZIONI PRIMARIE 2 Art. 1. Scopo e mezzi....3 Art. 2. Aventi diritto...3 Art. 3. Abitazioni che danno diritto al sussidio...3

Dettagli

Prima parte del piano di previdenza: S1 - S4 risp. S1U - S4U

Prima parte del piano di previdenza: S1 - S4 risp. S1U - S4U Cassa pensione Macellai (proparis - Previdenza arti e mestieri Svizzera) REGOLAMENTO 2009 Prima parte del piano di previdenza: S1 - S4 risp. S1U - S4U Per la previdenza professionale descritta nelle Disposizioni

Dettagli

Cassa pensione della Società svizzera di Farmacia. Aggiunta 4 al Regolamento 2005. In vigore dal 1 luglio 2008

Cassa pensione della Società svizzera di Farmacia. Aggiunta 4 al Regolamento 2005. In vigore dal 1 luglio 2008 Cassa pensione della Società svizzera di Farmacia Aggiunta 4 al Regolamento 2005 In vigore dal 1 luglio 2008 1 Preambolo 1. A seguito della decisione del 7 maggio 2008, il Consiglio di fondazione della

Dettagli

Regolamento sulla liquidazione parziale e totale delle casse di previdenza

Regolamento sulla liquidazione parziale e totale delle casse di previdenza Regolamento sulla liquidazione parziale e totale delle casse di previdenza Bâloise-Fondazione collettiva per la previdenza professionale obbligatoria Edizione dicembre 2009 2 Regolamento Indice I. Oggetto

Dettagli

Valida dal 1 gennaio 1994. Stato: 1 gennaio 2005. 318.102.07 i 6.07

Valida dal 1 gennaio 1994. Stato: 1 gennaio 2005. 318.102.07 i 6.07 Circolare sui contributi dovuti all AVS AI e IPG, dalle persone esercitanti un attività lucrativa che hanno raggiunto l età conferente il diritto alla rendita di vecchiaia Valida dal 1 gennaio 1994 Stato:

Dettagli

Atto di fondazione. Atto di fondazione 1/6

Atto di fondazione. Atto di fondazione 1/6 Atto di fondazione Atto di fondazione 1/6 Indice Art. 1 Nome e sede...3 Art. 2 Scopo...3 Art. 3 Patrimonio...4 Art. 4 Consiglio di fondazione...4 Art. 5 Revisione...5 Art. 6 Successione giuridica, scioglimento

Dettagli

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento 3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l età ordinaria di pensionamento. Gli

Dettagli

Regolamento per la costituzione di accantonamenti della Cassa pensione di ISS Svizzera, Zurigo

Regolamento per la costituzione di accantonamenti della Cassa pensione di ISS Svizzera, Zurigo della Cassa pensione di ISS Svizzera, Zurigo In vigore dal 15.5.2013 (Traduzione) Sommaire 1. Scopo 3 2. Definizioni 3 3. Basi attuariali 3 4. Competenze 4 5. Modalità degli accantonamenti 4 6. Capitali

Dettagli

Prestito vitalizio ipotecario

Prestito vitalizio ipotecario Periodico informativo n. 65/2015 Prestito vitalizio ipotecario Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che la Legge n. 44/2015 ha introdotto

Dettagli

3000 Bern 14. Geschäftsstelle. Sicherheitsfonds BVG. Postfach 1023

3000 Bern 14. Geschäftsstelle. Sicherheitsfonds BVG. Postfach 1023 Sicherheitsfonds BVG Geschäftsstelle Postfach 1023 3000 Bern 14 Tel. +41 31 380 79 71 Fax +41 31 380 79 76 Fonds de garantie LPP Organe de direction Case postale 1023 3000 Berne 14 Tél. +41 31 380 79 71

Dettagli

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2013

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2013 FIAS Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali Commissione centrale d esame Esame professionale 203 Previdenza professionale (PP) Numero della/del candidata/o: Durata dell esame:

Dettagli

Cassa pensione della Società svizzera di Farmacia. Aggiunta 3 al Regolamento 2005. In vigore dal 1 luglio 2007

Cassa pensione della Società svizzera di Farmacia. Aggiunta 3 al Regolamento 2005. In vigore dal 1 luglio 2007 Cassa pensione della Società svizzera di Farmacia Aggiunta 3 al Regolamento 2005 In vigore dal 1 luglio 2007 1 Preambolo 1. A seguito della decisione del 3 maggio 2007, il Consiglio di fondazione della

Dettagli

Luglio 2014 Direttive concernenti i requisiti minimi per i finanziamenti ipotecari

Luglio 2014 Direttive concernenti i requisiti minimi per i finanziamenti ipotecari Luglio Direttive concernenti i requisiti minimi per i finanziamenti ipotecari Sommario Introduzione... 2 1. Ambito di applicazione... 3 2. Requisiti minimi... 3 2.1 Mezzi propri... 3 2.2 Ammortamento...

Dettagli

(ORPMCE) del 3 luglio 2001 (Stato 1 gennaio 2012)

(ORPMCE) del 3 luglio 2001 (Stato 1 gennaio 2012) Ordinanza sulla riduzione dei premi nell assicurazione malattie per beneficiari di rendite residenti in uno Stato membro della Comunità europea, in Islanda o in Norvegia 1 (ORPMCE) del 3 luglio 2001 (Stato

Dettagli

Fondazione di previdenza dell'asg REGOLAMENTO 2014

Fondazione di previdenza dell'asg REGOLAMENTO 2014 Fondazione di previdenza dell'asg REGOLAMENTO 2014 Prima parte: piano di previdenza R A partire dal 1 gennaio 2014 entra in vigore per le persone assicurate nei piani il presente ordinamento per la previdenza

Dettagli

Legge federale sulla promozione della proprietà dell abitazione con finanziamenti della previdenza professionale

Legge federale sulla promozione della proprietà dell abitazione con finanziamenti della previdenza professionale Legge federale sulla promozione della proprietà dell abitazione con finanziamenti della previdenza professionale Prospetto per le aziende e gli assicurati Elementi essenziali concernenti la promozione

Dettagli

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2013

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2013 FIAS Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali Commissione centrale d esame Esame professionale 203 Numero della/del candidata/o: Previdenza professionale (PP) con soluzioni Durata

Dettagli

Temi specifici della Cassa pensione Coop. 1 Gennaio 2015

Temi specifici della Cassa pensione Coop. 1 Gennaio 2015 Temi specifici della Cassa pensione Coop 1 Gennaio 2015 Informazioni sull affiliazione alla CPV/CAP 2 Tema Informazioni essenziali Informazioni sull affiliazione alla CPV/CAP Che cos è la CPV/CAP? La CPV/CAP

Dettagli

CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER L ASSICURAZIONE SULLA VITA VINCOLATA A PARTECIPAZIONI PAX-DIAMONDLIFE FINANZIATA CON PREMI PERIODICI

CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER L ASSICURAZIONE SULLA VITA VINCOLATA A PARTECIPAZIONI PAX-DIAMONDLIFE FINANZIATA CON PREMI PERIODICI Edizione 2014 CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER L ASSICURAZIONE SULLA VITA VINCOLATA A PARTECIPAZIONI PAX-DIAMONDLIFE FINANZIATA CON PREMI PERIODICI INDICE 1. Definizioni 2 1.1 Emittente 2 1.2 Prodotto strutturato

Dettagli

UD7 I prestiti garantiti

UD7 I prestiti garantiti UD7 UD7 I prestiti garantiti La cessione del quinto e la polizza obbligatoria La struttura: una polizza obbligatoria con caratteristiche fissate dalla legge; prestazioni: morte o perdita di impiego del

Dettagli

Il certificato di previdenza. Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale.

Il certificato di previdenza. Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza. Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza, allestito e spedito dal vostro istituto di previdenza del personale (fondazione) ogni

Dettagli

Contratto di affiliazione alla Cassa di previdenza della Confederazione

Contratto di affiliazione alla Cassa di previdenza della Confederazione Versione provvisoria Contratto di affiliazione alla Cassa di previdenza della Confederazione Modifica dell 8 settembre 2010 approvata dal Consiglio federale il L organo paritetico della Cassa di previdenza

Dettagli

01.2008 REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA LIQUIDAZIONE PARZIALE O TOTALE DI ISTITUTI DI PRVIDENZA

01.2008 REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA LIQUIDAZIONE PARZIALE O TOTALE DI ISTITUTI DI PRVIDENZA 01.2008 REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA LIQUIDAZIONE PARZIALE O TOTALE DI ISTITUTI DI PRVIDENZA Pax, Fondazione per il promoviemento della previdenza in favore del personale Edizione 01.2008 Regolamento riguardante

Dettagli

Legge federale sulla Cassa pensioni della Confederazione

Legge federale sulla Cassa pensioni della Confederazione Legge federale sulla Cassa pensioni della Confederazione (Legge sulla CPC) Disegno del L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 34 quater e 85 numeri 1 e 3 della Costituzione

Dettagli

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Portrait Contributi e prestazioni Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Sono determinanti le disposizioni del Regolamento Berna, febbraio 2008 I nostri Piani delle

Dettagli

Fondazione di previdenza dell'asg REGOLAMENTO 2009

Fondazione di previdenza dell'asg REGOLAMENTO 2009 Fondazione di previdenza dell'asg REGOLAMENTO 2009 Prima parte: piano di previdenza R A partire dal 1 gennaio 2009 entra in vigore per le persone assicurate nei piani R1 R3 il presente ordinamento per

Dettagli

Previdenza professionale

Previdenza professionale Agrisano Pencas Previdenza professionale Piani: A B C E F Regolamento di previdenza LPP valido dal 1 gennaio 2014 Indice Regolamento di previdenza 2014... 2 A. Introduzione... 2 Art. 1 - Scopo / Basi...

Dettagli

Codice civile svizzero

Codice civile svizzero Decisioni del Consiglio degli Stati del 12.6.2014 Proposte della Commissione del Consiglio nazionale del 14.4.2015 (maggioranza: entrare in materia; minoranza: non entrare in materia) Codice civile svizzero

Dettagli

Contributi degli indipendenti all AVS, all AI e alle IPG

Contributi degli indipendenti all AVS, all AI e alle IPG 2.02 Contributi Contributi degli indipendenti all AVS, all AI e alle IPG Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve L assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (AVS), l assicurazione invalidità (AI) e

Dettagli

Entusiasmo? «Ho voce in capitolo sul mio denaro.» Helvetia Piano di garanzia. Ottimizzare garanzia e rendimento in modo individuale.

Entusiasmo? «Ho voce in capitolo sul mio denaro.» Helvetia Piano di garanzia. Ottimizzare garanzia e rendimento in modo individuale. Entusiasmo? «Ho voce in capitolo sul mio denaro.» Helvetia Piano di garanzia. Ottimizzare garanzia e rendimento in modo individuale. La Sua Assicurazione svizzera. Ecco come funziona le garanzie. Costruire

Dettagli

Questionario somme di assicurazione elevate Complemento alla proposta

Questionario somme di assicurazione elevate Complemento alla proposta Pax Aeschenplatz 13, 4002 Basilea Questionario somme di assicurazione elevate Complemento alla proposta 1. Proponente/contraente Nome Proposta del N proposta 2. Informazioni relative all attività professionale

Dettagli

Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali

Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali Art. 1 Scopo Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da Soci, sia persone fisiche che giuridiche, in conformità all art. 4 dello Statuto

Dettagli

MODELLO STANDARD CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE

MODELLO STANDARD CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. Identità e contatti del finanziatore/ intermediario del credito Finanziatore Mandataria Telefono Email Fax Sito web Conafi Prestitò S.p.A. Via

Dettagli

Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori

Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono:

Dettagli

Codice civile svizzero (Conguaglio della previdenza professionale in caso di divorzio)

Codice civile svizzero (Conguaglio della previdenza professionale in caso di divorzio) Decisioni del Consiglio degli Stati del 12.6.2014 Codice civile svizzero (Conguaglio della previdenza professionale in caso di divorzio) Disegno Modifica del L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

Leasing secondo lo IAS 17

Leasing secondo lo IAS 17 Leasing secondo lo IAS 17 Leasing: Ias 17 Lo Ias 17 prevede modalità diverse di rappresentazione contabile a seconda si tratti di leasing finanziario o di leasing operativo. Il leasing è un contratto per

Dettagli

412.106.141 Regolamento del Consiglio dello IUFFP concernente il personale dell Istituto universitario federale per la formazione professionale

412.106.141 Regolamento del Consiglio dello IUFFP concernente il personale dell Istituto universitario federale per la formazione professionale Regolamento del Consiglio dello IUFFP concernente il personale dell Istituto universitario federale per la formazione professionale (Regolamento del personale IUFFP) del 22 settembre 2006 (Stato 27 dicembre

Dettagli

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA 2013

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA 2013 Cassa pensione Coiffure & ESTHÉTIQUE (proparis Fondazione di previdenza arti e mestieri Svizzera) REGOLAMENTO DI PREVIDENZA 2013 Prima parte: piano di previdenza B3 A partire dal 1 luglio 2013 entra in

Dettagli

Misure volte a gettare le fondamenta per un avvenire sicuro della CPE

Misure volte a gettare le fondamenta per un avvenire sicuro della CPE Risposte alle domande più frequenti (FAQ) Misure volte a gettare le fondamenta per un avvenire sicuro della CPE 1. Dal 2014, l aliquota di conversione legale LPP all età di 65 anni è del 6,8%. È ammissibile

Dettagli

INFORMAZIONE SUL PIANO DI RISANAMENTO DELL ISTITUTO DI PREVIDENZA DEL CANTONE TICINO CHE ENTRERÀ IN VIGORE IL 1 GENNAIO 2013

INFORMAZIONE SUL PIANO DI RISANAMENTO DELL ISTITUTO DI PREVIDENZA DEL CANTONE TICINO CHE ENTRERÀ IN VIGORE IL 1 GENNAIO 2013 dicembre 2012 Agli Assicurati dell Istituto di previdenza del Cantone Ticino INFORMAZIONE SUL PIANO DI RISANAMENTO DELL ISTITUTO DI PREVIDENZA DEL CANTONE TICINO CHE ENTRERÀ IN VIGORE IL 1 GENNAIO 2013

Dettagli

R E G O L A M E N T O S U L S A L A R I O A O R E C O O P S O C I E T À C O O P E R A T I V A

R E G O L A M E N T O S U L S A L A R I O A O R E C O O P S O C I E T À C O O P E R A T I V A R E G O L A M E N T O S U L S A L A R I O A O R E C O O P S O C I E T À C O O P E R A T I V A valido a partire dal 1 gennaio 2003 INDICE DISPOSIZIONI GENERALI PAGINA 1. Campo d applicazione 4 DISPOSIZIONI

Dettagli

1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi

1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi 2.09 Stato al 1 gennaio 2010 Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere In generale 1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese ALLEGATO 1 CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA tra L Associazione Pistoia Futura Laboratorio per la Programmazione Strategica della Provincia di Pistoia, con sede in Pistoia Piazza San

Dettagli

La tassazione delle attività finanziarie

La tassazione delle attività finanziarie La tassazione delle attività finanziarie Integrazione al libro di testo Le attività finanziarie sono le diverse forme di impiego del capitale, come ad esempio: acquisto di azioni o quote di capitale di

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: UTILIZZO E FINALITA

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: UTILIZZO E FINALITA LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: UTILIZZO E FINALITA Il decreto legislativo n. 252 del 5 dicembre 2005 ha rinviato al 1 gennaio 2007 esclusivamente l obbligo della destinazione del TFR maturando alla previdenza

Dettagli

Regolamento per la previdenza professionale della cassa pensione pro

Regolamento per la previdenza professionale della cassa pensione pro Regolamento per la previdenza professionale della cassa pensione pro validi dallo 31.12.2012 cassa pensione pro Bahnhofstrasse 4 Casella postale 434 CH-6431 Svitto t + 41 41 817 70 10 f + 41 41 817 70

Dettagli