Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale"

Transcript

1 RELAZIONE DEL PRESIDENTE DELL ACCADEMIA ILLUSTRATIVA DEL BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2013 PREMESSE Nell Accademia di Belle Arti di Bologna il Presidente è l arch. Alessandro Fiumi nominato con D.M. n. 216 del 28/9/2010 per il triennio 2010/2013. Il Direttore didattico dell Istituzione è attualmente il Prof. Mauro Mazzali, docente di prima fascia di Scultura, incaricato con D.M. n. 117 del 4/8/2011 per il triennio 2011/2014. Il Consiglio di Amministrazione dell Istituzione è stato nominato con D.M. n. 220 del 28/9/2010. La funzione di Direttore Amministrativo è affidata al dott. Alessandro Blancato ministeriale prot. 7035/MGM dell 8 novembre con incarico La dotazione organica dell Istituto per l a.a. 2012/2013, già fissata con il triennio 1999/2002, modificata con il D.I. del 10 Novembre 2011, con delibera approvata dal Consiglio Accademico nella riunione del 28/06/2012, confermata con delibera n. 48 del 12/09/2012 del Consiglio di Amministrazione prevede il funzionamento dei corsi e delle materie fondamentali così come di seguito indicate: ORGANICO VECCHIE CLASSI DI CONCORSO SETTORI DISCIPLINARI DOCENT I I Fascia DOCENT I II Fascia ANATOMIA ARTISTICA G070 - H070 ABA V01 - ANATOMIA ARTISTICA 5 7 TECNICHE DELL'INCISIONE G080 - H080 ABA V02 - TECNICHE DELL'INCISIONE- GRAFICA D'ARTE 3 6 TECNICHE GRAFICHE SPECIALI G100 ABA V04 - TECNICHE GRAFICHE SPECIALI 1 PITTURA G010 - H010 ABA V05 - PITTURA 5 4 TECNICHE PITTORICHE G270 ABA V06 - TECNICHE PER LA PITTURA 1 SCULTURA G020 - H020 ABA V07 - SCULTURA 1 2 TECNICHE DELLA SCULTURA G120 ABA V08 - TECNICHE PER LA SCULTURA 2 TECNICHE ED USO DEL MARMO, DELLE PIETRE E DELLE PIETRE DURE G330 ABA V09 - TECNICHE DEL MARMO E DELLE PIETRE DURE 1 TECNICHE DI FONDERIA G110 ABA V10 - TECNICHE DI FONDERIA 1 DECORAZIONE G040 - H040 ABA V11 - DECORAZIONE 3 4 1

2 PLASTICA ORNAMENTALE G090 - H090 ABA V13 - PLASTICA ORNAMENTALE 1 2 TEORIA E METODO DEI MASS MEDIA G220 ABPC 65 - TEORIA E METODO DEI MASS MEDIA 1 ELEMENTI DI ARCHITETTURA E URBANISTICA G160 ABPR 14 - ELEMENTI DI ARCHITETTURA E URBANISTICA 1 METODOLOGIA DELLA PROGETTAZIONE G170 ABPR 15 - METODOLOGIA DELLA PROGETTAZIONE 1 DESIGN G240 ABPR 17 - DESIGN 1 GRAPHIC DESIGN ABPR 19 - GRAPHIC DESIGN 1 ARTE DEL FUMETTO ABPR 20 - ARTE DEL FUMETTO 2 SCENOGRAFIA G030 - H030 ABPR 22 - SCENOGRAFIA 2 3 SCENOTECNICA G250 ABPR 23 - SCENOTECNICA 1 RESTAURO IND. 1 G130 ABPR 24 - RESTAURO DELLA PITTURA 3 RESTAURO IND. 2 G140 ABPR 25 - RESTAURO DELLA SCULTURA 1 RESTAURO DEI MATERIALI CARTACEI ABPR 27 - RESTAURO DEI MATERIALI CARTACEI 1 FOTOGRAFIA G200 ABPR 31 - FOTOGRAFIA 2 COSTUME PER LO SPETTACOLO G210 ABPR 32 - COSTUME PER LO SPETTACOLO 2 ESTETICA G280 ABST 46 - ESTETICA 1 STILE, STORIA DELL'ARTE E DEL COSTUME G060 - H060 ABST 47 - STILE, STORIA DELL'ARTE E DEL COSTUME 9 7 FENOMENOLOGIA DELLE ARTI CONTEMPORANEE G340 ABST 51 - FENOMENOLOGIA DELLE ARTI CONTEMPORANEE 1 STORIA E METODOLOGIA DELLA CRITICA D'ARTE G290 ABST 52 - STORIA E METODOLOGIA DELLA CRITICA D'ARTE 1 STORIA DELLO SPETTACOLO G260 ABST 53 - STORIA DELLO SPETTACOLO 1 ANTROPOLOGIA CULTURALE G310 ABST 55 - ANTROPOLOGIA CULTURALE 1 TEORIA DELLA PERCEZIONE E PSICOLOGIA DELLE FORME G230 ABST 58 - TEORIA DELLA PERCEZIONE E PSICOLOGIA DELLA FORMA 2 PEDAGOGIA E DIDATTICA DELL'ARTE G190 ABST 59 - PEDAGOGIA E DIDATTICA DELL'ARTE 3 METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA ABTEC 37 METODOLOGIA PROGETTUALE DELLA COMUNICAZIONE VISIVA 1 2

3 APPLICAZIONI DIGITALI PER LE ARTI VISIVE LINGUAGGI E TECNICHE DELL'AUDIOVISIVO METODOLOGIE E TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE ABTEC 38 - APPLICAZIONI DIGITALI PER LE ARTI VISIVE ABTEC 43 - LINGUAGGI E TECNICHE DELL'AUDIOVISIVO ABPC 67 - METODOLOGIE E TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE Totale: Occorre sottolineare che la predetta delibera prevede la conversione definitiva di n. 6 cattedre di II fascia (così dettagliate n.3 ABAV05; n.2 ABST47; n.1 ABAV11) in n. 4 cattedre di prima fascia (n.1 ABPR24; n.1 ABPR25;n.1 ABPR27; n.1 ABPR43), ciò al fine di garantire l attuazione della nuova offerta formativa dell Accademia di Belle Arti di Bologna. Da tale conversione deriva una economia residua pari a ,18 che sommata alla minore spesa di ,23 che si determina nel D.I. del 10 Novembre 2011, consente di attivare in via definitiva n. 2 posti di COLLABORATORE area terza CCNL Afam.La modifica della dotazione organica di istituto ai sensi dell articolo 7 comma 6 lettera d del DPR 132/2003 a decorrere dall è rideterminata come di seguito riportato: QUALIFICHE POSTI Docenti 104 Direttore amministrativo EP2 1 Direttore dell ufficio di ragioneria EP1 1 Collaboratore 2 Assistenti 9 Coadiutori 21 3

4 CORSI ACCADEMICI Con l avvio dell anno accademico 2012/2013 sono entrati in vigore i nuovi ordinamenti didattici attuativi della Legge di riforma del settore dell Alta formazione Artistica e Musicale, ed in particolare: Decreti ministeriali: D.M. 4 Aprle 2012 n.70 corso di studio quinquennale a ciclo unico in Restauro, abilitante alla professione di Restauratore di beni culturali. D.M. 3 luglio 2012, n. 117, corsi triennali di 1 livello. D.M. 10 luglio 2012, n. 122, corsi biennali di 2 livello. Per l attuazione del D.P.R. 212/2005 del successivo D.M. 22 gennaio 2008 prot. n. GAB/482/2008, il Consiglio Accademico dell Istituto sta elaborando il Regolamento Didattico, e relativi curricula in attuazione alle disposizioni della Legge 10 Novembre 2008 n. 180 e dei successivi DD.MM. nn. 89/2009, 123/2009 e 158/2009 e concernenti gli ordinamenti didattici indicati nelle tabelle che seguono: L attivazione dei nuovi percorsi coesiste con la sperimentazione didattica avviata a seguito dell emanazione dei DD.MM. 08/10/2003, prot. 626/AFAM/2003, e 23/07/2004 n. 73 che hanno previsto rispettivamente l attivazione in via sperimentale dei Corsi Accademici per il conseguimento del Diploma di II e I Livello, naturalmente fino all esaurimento dei medesimi percorsi sperimentali. Grazie al nuovo processo di trasformazione le iscrizioni nell anno accademico 2012/2013 risultano: Vecchio Ordinamento (V.O.) CORSO Iscritti vecc.ord ANNO totale Pittura 2 2 Scultura 01 1 TOTALE 3 3 4

5 Sperimentazione ARTI VISIVE, ARTI APPLICATE e COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL ARTE (DD.MM. n. 123 del e n. 158 triennio e DD.MM. n. 626/afam/2003 del ) Corso Iscritti triennio Iscritti biennio Totale Decorazione Decorazione fashion Decorazione fashion biennio Decorazione per l ambiente Restauro V.O Comunicazione e didattica dell arte triennio Comunicazione e didattica dell arte biennio Scenografia progettazione spazi espositivi e territorio Design Management Totale Nuovi ordinamenti 212/2005 attivati a.a Triennio D.M. 3 luglio 2012, n. 117, corsi triennali di 1 livello. Corso I anno II e III Anno e FC Totale parziale Pittura Scultura Decorazione arte e ambiente

6 Grafica d arte Scenografia Didattica e comunicazione dell arte Fumetto e illustrazione Design grafico Design del Prodotto Fashion design Fotografia, cinema e televisione Totale generale Triennio Nuovi ordinamenti 212/2005 attivati a.a Biennio D.M. 10 luglio 2012, n. 122, corsi biennali di 2 livello. corso I anno II anno e FC Totale parziale Didattica dell arte e mediazione culturale del patrimonio artistico Pittura Biennio Scultura Biennio Decorazione per l Architettura Grafica d Arte Fotografia Scenografia e allestimenti Scenografia del melodramma e del

7 teatro musicale Illustrazione per l editoria Linguaggi del fumetto Totale generale Biennio D.M. 4 Aprle 2012 n.70 corso di studio quinquennale a ciclo unico in Restauro, abilitante alla professione di Restauratore di beni culturali. Corso 1 anno Totale parziale PFP 1 Restauro materiali Lapidei e derivati PFP 2 Restauro manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile; PFP 5 Restauro materiale librario e archivistico manufatti cartacei e pergamenacei-materiale fotografico cinematografico e digitale Totale Per quanto sopraesposto gli allievi complessivamente iscritti all Accademia alla data di redazione della presente relazione sono n Totale. NOTIZIE DI RILIEVO Il Bilancio preventivo dell Accademia di Belle Arti di Bologna per l esercizio finanziario 2013, redatto in attuazione del nuovo Regolamento di amministrazione, finanza e contabilità dell istituto rispetta, inoltre, le disposizioni impartite dal Ministero dell Università e delle Ricerca con nota prot. n. 297 del 04/10/2012 ed è predisposto tenendo conto degli obiettivi fissati dal Consiglio di Amministrazione 7

8 La nuova rappresentazione del Bilancio preventivo per l esercizio finanziario 2013, tenendo conto delle finalità istituzionali, individua le fonti di finanziamento necessarie per la realizzazione degli obiettivi e gli impegni che devono essere assunti affinché tali finalità possano essere raggiunte. Si adotta una contabilità finanziaria articolata per competenza e per cassa che impone di iscrivere in bilancio le Entrate che si prevede di accertare e le Uscite che si prevede di impegnare nell anno cui si riferisce il Bilancio medesimo. Esso ha carattere autorizzativo e costituisce ai sensi dell articolo 6, comma 3, del Regolamento di Amministrazione Finanza e Contabilità il limite agli impegni di spesa che possono essere assunti dal Direttore amministrativo. La nuova struttura del Bilancio di previsione è articolata in Unità Previsionali di Base (UPB) che costituiscono l insieme delle risorse finanziare affidate alla gestione di un unico centro di responsabilità amministrativa costituita dal Direttore Amministrativo Incaricato. Le Unità Previsionali di Base si sviluppano su quattro livelli: - UPB 1 Livello Centro di responsabilità amministrativa; - UPB 2 Livello titoli (Entrate e Uscite correnti, Entrate e Uscite in conto capitale, Entrate e Uscite per partite di giro); - UPB 3 Livello unità previsionali di entrata e di uscita per le Entrate e le Uscite correnti e per le Entrate e le Uscite in conto capitale); - UPB 4 Livello categorie. L articolazione delle entrate e delle uscite in Unità Previsionali di Base determina la struttura del Preventivo finanziario decisionale, che costituisce, quindi, il presupposto della gestione amministrativa. Viceversa, l articolazione delle entrate e delle uscite nel momento in cui si evidenzia come unità elementare di classificazione il capitolo, dà origine al Preventivo Finanziario Gestionale in base al quale sarà possibile analizzare il modo in cui si utilizzeranno le entrate e le uscite nel momento dell accertamento e dell impegno (previsioni di competenza) e dell incasso e del pagamento (previsioni di cassa). Prima di procedere ad un esame particolareggiato dei singoli capitoli delle entrate e delle uscite si ritiene opportuno chiarire la composizione dell AVANZO PRESUNTO DI AMMINISTRAZIONE alla data del 31/12/2012, che si prevede di utilizzare interamente nel corso del 2013, e la diversa provenienza dei finanziamenti ripartiti in Bilancio. L Avanzo presunto di Amministrazione al che si propone di utilizzare risulta di ,91 Il suddetto importo è composto come segue: 8

9 ,20 da assegnazioni del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca a destinazione vincolata; ,71 proveniente dalle spese senza vincolo di destinazione su fondi propri. Per la parte, invece, che attiene ai finanziamenti occorre precisare che alla data della compilazione del Bilancio di Previsione 2013 sono state previste le seguenti somme, la cui causale e modalità d impiego verranno dettagliatamente specificate nelle descrizioni dei vari capitoli: 1) Interessi c/c bancario 2.000,00 2) Contributi Allievi ,00 3) Finanziamento MIUR ,00 TOTALE ENTRATE PREVISTE ,00 In fine, occorre evidenziare che il documento di che trattasi osserva i seguenti principi: - UNITA : il totale delle entrate finanzia il totale delle spese tenendo anche conto di specifici vincoli di destinazione di alcune somme; - ANNUALITA : le entrate e le uscite sono riferite all anno in esame e non ad altri esercizi finanziari; - UNIVERSALITA : tutte le entrate e le spese sono iscritte in bilancio; - INTEGRITA : le voci in bilancio sono iscritte senza compensazioni; - VERIDICITA ed ATTENDIBILITA : le previsioni sono sostenute da idonea documentazione di riferimento o da analisi fondate sulla dinamica storica; - TRASPARENZA: dopo l approvazione del Bilancio di Previsione 2013 da parte del Consiglio di Amministrazione si assicura la pubblicazione all albo dell Istituto onde garantire all utenza e agli organi di partecipazione la più ampia conoscenza. 9

10 ANALISI PARTE ENTRATA 1 Contributi scolastici allievi TITOLO I - Entrate correnti 1.1 ENTRATE CONTRIBUTIVE UPB CONTRIBUTI DEGLI STUDENTI Per quanto riguarda l importo iscritto nella previsione di competenza e di cassa per l anno 2013, pari a ,00, essa deriva dall analisi effettuata sulla base del dato relativo al pagamento della seconda rata delle immatricolazioni e iscrizioni all a.a. 2011/2012 e del versamento della I rata delle iscrizioni e delle immatricolazioni per l a.a. 2012/2013. Le somme introitate serviranno a far fronte alla maggiore spesa che comporta l attivazione dei nuovi ordinamenti didattici, ivi incluso il Corso Quinquennale di Restauro, in quanto sarà necessario reperire professionalità non presenti in Accademia sia sul fronte delle spese per il personale esterno che per docente di prima e seconda fascia oltre al personale amministrativo per i maggiori carichi di lavoro da retribuire con fondi di bilancio che il Consiglio di Amministrazione reputa opportuno destinare per il raggiungimento delle finalità istituzionali. Ciò in quanto a causa della grave crisi finanziaria che investe il sistema paese l Accademia di Belle Arti di Bologna, come tutte le altre istituzioni AFAM, ha dovuto sempre più far fronte con proprie risorse di bilancio alla maggior parte delle spese, passando quindi da un sistema a Finanza Derivata (trasferimenti dello stato) ad un sistema a Finanza Impositiva (contributi studenti che costituiscono oltre 80% delle risorse dell intero bilancio) Funzionamento 1.2 ENTRATE DERIVANTI DA TRASFERIMENTI CORRENTI UPB TRASFERIMENTI DALLO STATO Per quanto riguarda la previsione di competenza e di cassa per l anno 2013 si è tenuto conto delle disposizioni impartite dal Ministero dell Università e delle Ricerca prot. 297/segr del 4/10/2012che dispone l iscrizione in bilancio delle somme inizialmente previste a titolo di contributo ordinario (DD,DD. n. 239 e n. 240 del 27 giugno 2012) per il funzionamento amministrativo e didattico per 10

11 l anno In virtù di tale disposizione e, tenuto conto della previsione di bilancio 2012 pari ad ,00 si è disposto una assegnazione per l anno 2013 di , Compensi ed indennità per il miglioramento dell offerta formativa Non si prevede alcuno stanziamento in conto competenza per l anno 2013 in quanto le eventuali assegnazioni sono disposte dal Miur Direzione Generale AFAM - in applicazione dell'art. 2 comma 197 della legge n. 191/2009 (cd. Cedolino Unico), mediante ordini collettivi di pagamento emessi dal Service Personale Tesoro (SPT) ALTRE ENTRATE UPB REDDITI E PROVENTI PATRIMONIALI 451 Interessi attivi su mutui, depositi conti correnti La somma prevista sia in termini di cassa che in termini di competenza per l esercizio finanziario 2013 è di 2.000,00 e trova la sua giustificazione nella consistenza del saldo di cassa e nella diminuzione del tasso d interesse applicato dall Istituto cassiere in linea con la generale riduzione del tasso di risconto. TITOLO 3 - Entrate per partite di giro 2.1 ENTRATE AVENTI NATURA DI PARTITE DI GIRO UPB ENTRATE AVENTI NATURA DI PARTITE DI GIRO Ritenute Erariali 1152 Ritenute Previdenziali ed assistenziali Reintegro fondo minute spese. 11

12 E prevista la somma complessiva di ,00 sui capitoli relativi alle partite di giro le cui singole previsioni pareggiano con quelli dei corrispondenti capitoli dell uscita. Avanzo di Amministrazione Utilizzato Il Consiglio di Amministrazione nella sua autonomia decisionale stabilisce di prelevare l intero importo dell avanzo di amministrazione che come specificato in premessa ammonta a di ,91 composto per ,20 da assegnazioni del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca a destinazione vincolata e per ,71 proveniente dalle spese senza vincolo di destinazione su fondi propri. In particolare l avanzo verrà ridistribuito nella parte delle uscite nel modo seguente: Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DESCRIZIONE U.P.B. - Capitolo Importo Compensi personale a t. d ,49 IRAP Supplenze ,82 Formazione ed Aggiornamento ,96 Borse Studio Erasmus ,74 Ripristini e Manutenzione ,19 straordinaria Totale prelevamento fondi MIUR ,20 Fondi Propri DESCRIZIONE U.P.B. - Capitolo Importo Compensi accessori contrattuali ,00 miglioramento IRAP (miglioramento offerta off. formativa Formativa) ,00 Nuova offerta formativa ,00 Restituzioni e Rimborsi ,30 Varie ,41 Totale prelevamento fondi propri ,71 12

13 ANALISI PARTE USCITA TITOLO I - SPESE CORRENTI 1.1 FUNZIONAMENTO UPB USCITE PER GLI ORGANI DELL ENTE 1 Indennità di Presidenza e di Direzione E stata prevista in competenza per il 2013 la somma di ,00 proveniente per intero dal finanziamento che si prevede di incassare quale contributo di funzionamento del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. La previsione si reputa sufficiente per il pagamento dei compensi del Presidente e del Direttore dell Accademia per l anno 2013 determinati sulla scorta dei Decreti Interministeriali rispettivamente del 20/03/2008 e del 16/01/2008 che ne determinano la misura e tenendo conto delle riduzioni apportate in applicazione del D.L. 31/05/2010 n. 78 convertito con modificazioni della Legge 30/07/2010 n. 122, in materia di riduzione e contenimento della spesa negli enti pubblici e alla correlata circolare del MIUR Direzione Generale AFAM n del 18/11/ Compensi e indennità di missione ai componenti di organi E stata prevista tanto per la competenza che per la cassa 2013 la somma di ,00 proveniente da fondi Ministeriali. La previsione si reputa sufficiente per il pagamento dei compensi ai componenti il Consiglio di Amministrazione, il Consiglio Accademico e la Consulta degli Studenti per l anno 2013 sulla scorta della Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 4 del 26/4/2007, con la quale si fissano le misure dei compensi da attribuire ai componenti degli organi dell Accademia in attuazione del Decreto interministeriale prot. n del 01/02/2007. Anche i predetti compensi sono stati rivisti alla luce del D.L. 31/05/2010 n. 78 convertito con modificazioni della Legge 30/07/2010 n. 122, in materia di riduzione e contenimento della spesa negli enti pubblici e alla correlata circolare del MIUR Direzione Generale AFAM n del 18/11/2010. Per quanto riguarda il Consiglio di Amministrazione la predetta delibera n.4 del 26/4/2007 ha stabilito l importo pari ad 60,00 pro-capite, che è stato moltiplicato per un numero prevedibile di sedute pari ad undici e per il numero dei Consiglieri aventi diritto al compenso, pari a 3. 13

14 Per il Consiglio Accademico l importo è stato fissato in 48,00 pro-capite,ed è stato moltiplicato per un numero prevedibile di sedute pari ad undici e per il numero dei Consiglieri aventi diritto al compenso, pari a Compensi, indennità missione/rimborsi componenti il Collegio dei Revisori Tanto in termini di competenza che di cassa per il 2013 si prevede la somma di 9.000,00 che proviene dal finanziamento che si prevede di incassare quale contributo di funzionamento del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca La predetta somma si presume sufficiente per il pagamento dei compensi, indennità e rimborsi da corrispondere ai componenti il Collegio dei Revisori dei Conti sulla scorta della Delibera n. 4 del C.d.A. 26/4/2007 con la quale si fissa la misura dei compensi predetti da attribuire ai componenti degli organi dell Accademia in attuazione del Decreto interministeriale prot. n del 01/02/2007. Anche i predetti compensi sono stati rivisti alla luce del D.L. 31/05/2010 n. 78 convertito con modificazioni della Legge 30/07/2010 n. 122, in materia di riduzione e contenimento della spesa negli enti pubblici e alla correlata circolare del MIUR Direzione Generale AFAM n del 18/11/ Fondo Consulta degli Studenti Per l anno 2013 si reputa opportuno iscrivere al predetto capitolo, sia in termini di competenza che di cassa, la somma di 4.000,00 che proviene per intero quale contributo di funzionamento del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. La somma sarà utilizzata per consentire un corretto funzionamento dell organo rappresentativo degli studenti, in corso di rinnovamento, garantendo agli stessi la partecipazione alle riunioni convocate della Consulta Nazionale. UPB ONERI PER IL PERSONALE IN ATTIVITA DI SERVIZIO 51 Compensi personale tempo determinato La previsione di spesa per il 2013, sia in termini di competenza che di cassa, è pari a 7.338,49 corrispondente alle economie 2012 prelevate dall avanzo di amministrazione finalizzato del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Le somme saranno utilizzate per il 14

15 pagamento degli emolumenti al personale supplente breve e saltuario che sarà necessario reperire nel corso dell anno qualora si verifichino assenze del personale in servizio superiori a trenta giorni. 52 IRAP (supplenze brevi) In tale articolo è stata iscritta la somma di 4.073,82 relativa alle economie determinate nell'esercizio finanziario 2012 prelevate dall'avanzo di amministrazione. 53 Compensi accessori contrattuali L importo previsto per il 2013, sia in termini di competenza che di cassa, ammonta a ,00 proveniente da un prelevamento dall avanzo di Amministrazione di fondi propri. Nel corso dell anno accademico 2012/2013 si dovrà procedere a stilare il Contratto integrativo d istituto, da firmare con le organizzazioni sindacali, che come per gli anni precedenti prevede un notevole impiego di fondi in relazione all utilizzo del personale docente e amministrativo nell organizzazione di tutta l attività istituzionale che ha subito negli ultimi anni un notevole incremento dovuto sia al crescente numero di studenti iscritti che alla complessità degli adempimenti posti in essere per dare piena attuazione alla riforma degli ordinamenti didattici nonché all impegno sempre crescente per il corretto funzionamento degli organi istituzionali. Si dovrà inoltre prevedere un importo relativo al pagamento delle eventuali ore di didattica aggiuntiva che si realizzeranno nel corso dell anno 2012/2013. Il Consiglio di Amministrazione dell'accademia di Bologna, infatti, nella seduta del 19/03/2012 ha approvato il Regolamento per l attribuzione della Didattica Aggiuntiva del personale Docente che disciplina l'attribuzione e la liquidazione delle attività didattiche comunque svolte dai Professori per il funzionamento dei corsi istituzionali; tali attività, ai sensi dell art. 5 del C.I.N. AFAM del 12/07/2011, non possono essere a carico del fondo di Istituto (di matrice ministeriale) e sono finanziate esclusivamente con fondi di bilancio. In sede previsionale non si è ritenuto opportuno indicare le somme che annualmente il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca assegna per il Fondo d Istituto in quanto le stesse sono disposte, in applicazione dell'art. 2 comma 197 della legge n. 191/2009 (cd. Cedolino Unico), mediante ordini collettivi di pagamento emessi dal Service Personale Tesoro (SPT) e, pertanto non confluiscono nel Bilancio di Previsione dell Accademia di Belle Arti di Bologna. 54 Irap su Compensi accessori contrattuali L importo previsto per il 2013, sia in termini di competenza che di cassa, ammonta a ,00 proveniente da un prelevamento dall avanzo di Amministrazione di fondi propri dell anno 2012.La somma iscritta al capitolo trova la sua giustificazione nell imposta regionale sulle attività produttive 15

16 che dovrà essere versata alle casse erariali calcolata sugli importi da liquidare come compensi ai vai organi dell ente ed al personale dell Accademia per la corresponsione del fondo per il miglioramento dell offerta formativa a cui si applica, a carico dell Amministrazione, la suddetta imposta. 55 Contratti di collaborazione L importo di ,00, iscritto in competenza e cassa, proviene per intero da somme proprie accertate per l anno Il capitolo comprende la previsione di spesa riferita al trattamento economico, compresi gli oneri riflessi, di n. 2 unità di personale collaboratore ed esperto nei settori di riferimento in servizio presso questo Istituto; nello specifico: 1. Incarico professionale per prestazione d'opera - Interprete in Lingua Italiana dei segni (L.I.S.) a favori di studenti non udenti dell'accademia; 2. Collaborazione professionale per prestazione d'opera - Realizzazioni di supporti didattici, con riferimento a lavori artigianali di falegnameria, interventi di manutenzione ordinaria, con riguardo alle strutture in legno. Si precisa che l affidamento dei predetti servizi è scaduto per entrambi in data 31/10/2012 e, in accordo con la direzione amministrativa si sta approntando la nuova procedura per l individuazione dei relativi contraenti. Ciò in ossequio al quadro normativo di riferimento per l affidamento dei contratti per prestazioni di beni e servizi contenuto nel D.Lvo 163/2006, articoli 29 commi 1 e 10 e articolo 57, opportunamente contemperato con l art. 23 della legge n. 62/2005 che non prevede il rinnovo dei contratti pubblici se non per il tempo necessario alla stipula dei nuovi contratti a seguito di espletamento di gare.. a condizione che la proroga non superi comunque i sei mesi (Consiglio di Stato con il parere 12 ottobre 2005, n. 3260/2005 Sezione I; con la sentenza 31 ottobre 2006, n Sezione IV; con la sentenza 31 maggio 2007, n Sezione IV ed infine con la sentenza 8 luglio 2008, n Sezione V). 56 Indennità di missioni e rimborsi E iscritta la somma di ,00 tanto in termini di competenza che di cassa e proviene per intero da somme degli allievi che l Accademia prevede di incassare nel corso dell esercizio finanziario cui si riferisce la presente relazione. La somma si reputa necessaria per far fronte alle esigenze dovute agli spostamenti che il direttore amministrativo ad interim nominato dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca, con provvedimento n del 08/11/2012, con il quale si sono attribuite al Dott. Alessandro 16

17 Blancato, Direttore Amministrativo dell Accademia di Belle Arti di Catania le funzioni di Direttore Amministrativo dell Accademia di Belle Arti di Bologna. La predetta previsione si ritiene in linea con le disposizioni dell articolo 6, comma 12, del D.L. 31/05/2010 n. 78 convertito con modificazioni della Legge 30/07/2010 n. 122 e della Circolare MEF n. 40 del 23/12/2010 che prevede la possibilità di incrementare il limite di spese per missioni dell Accademia di belle Arti di Bologna anche per l anno Formazione e aggiornamento personale La previsione di spesa per il 2013, sia in termini di competenza che di cassa, è pari a 463,96 corrispondente alle economie 2012 prelevate dall avanzo di amministrazione finalizzato del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 59 Contratti di collaborazione La previsione del presente capitolo di ,00 deriva per ,00 da contributi che gli allievi versano all atto dell iscrizione che si prevede di incassare nel corso del 2013 e per ,00 dal prelevamento dell avanzo di amministrazione. Occorre rilevare, per correttezza di esposizione, che la spesa prevista in detto capitolo scaturisce dalla necessità di stipulare contratti con personale esterno per dare attuazione all attività dei nuovi ordinamenti didattici che prevedono una varietà di corsi per i quali non si trovano professionalità interne all Istituzione. Inoltre, il ricorso a docenti esterni è necessario per dare attuazione al corso di studio quinquennale a ciclo unico in Restauro abilitante alla professione di Restauratore di beni cultuali autorizzato con D.M. 4 aprile 2012 n. 70 nel quale sono previsti specifici insegnamenti da impartire secondo criteri e livelli di qualità indicati nel decreto del Ministero per i beni e le attività culturali di concerto con il Ministero dell istruzione, università e ricerca, del 26/05/2009 n.87. Tale corso si autofinanzia con i contributi che gli allievi versano all atto dell iscrizione. Si specifica che alla data odierna sono stati stipulati i contratti esterni per i sotto riportati insegnamenti: disciplina T/B/C.U. ore importo Ambientazione moda T ,00 Architettura degli interni T ,00 Comunicazione Multimediale T ,00 Concept planning T ,00 Cultura del progetto T ,00 Design dell accessorio T ,00 17

18 Didattica dei linguaggi artistici T ,00 Disegno tecnico e progettuale T ,00 Ecodesign T ,00 Editoria per il fashion design T ,00 Ergonomia e antropometria T ,00 Fotografia digitale T ,00 Inglese 2 moduli T ,00 Litografia T ,00 Modellistica T ,00 Multimedialità per i beni culturali T ,00 Packaging T ,00 Pratica e cultura dello spettacolo T ,00 Progettazione di allestimenti T ,00 Progettazione multimediale T ,00 Progettazione spazi sonori T ,00 Scrittura creativa e narrazione per immagini I T ,00 Storia dell illustrazione e della pubblicità T ,00 Storia della moda T ,00 Storia dell'architettura contemporanea T ,00 Teatro di figura T ,00 Tecniche di animazione digitale T ,00 Tecniche di modellazione digitale Computer 3D T ,00 Tecniche di rappresentazione dello spazio T ,00 Tecnologia e materiali applicati alla scenografia T ,00 Urban design T ,00 Web design T ,00 Applicazioni digitali per l arte B ,00 Allestimento degli spazi espositivi B ,00 18

19 Architettura virtuale B ,00 Arte del fumetto I B ,00 Arte del fumetto II B ,00 Arte del fumetto umoristico B ,00 Catalogazione e gestione degli archivi fotografici B ,00 Comunicazione espositiva B ,00 Cultura dei materiali di moda B ,00 Design del gioiello B ,00 Didattica per il museo B ,00 Direzione della fotografia B ,00 Documentazione fotografica B ,00 Elaborazione digitale dell immagine B ,00 Elaborazione digitale dell immagine II B ,00 Fenomenologia dell immagine B ,00 Fotografia digitale B ,00 Illuminotecnica B ,00 Informazioni per l arte: mezzi e metodi B ,00 Installazioni multimediali B ,00 Laboratorio di didattica dei linguaggi artistici B ,00 Laboratorio di camera oscura Fotografia B ,00 Letteratura e filosofia del teatro B ,00 Lettering B ,00 Metodologie e tecniche dell affresco B ,00 Problemi espressivi del contemporaneo B ,00 Progettazione di interventi urbani e territoriali B ,00 Regia B ,00 Scrittura creativa e narrazione per immagini I B ,00 Sound design B ,00 19

20 Storia del design B ,00 Storia dell architettura e dell urbanistica B ,00 Storia dell illustrazione e della pubblicità B ,00 Storia della musica e del teatro musicale B ,00 Tecniche applicate per la produzione teatrale B ,00 Tecniche della modellazione digitale B ,00 Tecniche di illustrazione per l editoria I B ,00 Tecniche di illustrazione per l editoria II B ,00 Tecnologie e applicazioni digitali B ,00 Teoria e pratica del disegno prospettico B ,00 Teoria e pratica del disegno prospettico B ,00 Ultime tendenze nelle arti visive B ,00 Catalogazione e gestione degli archivi C.U ,00 Chimica applicata al restauro C.U ,00 Disegno per il restauro C.U ,00 Elementi di Fisica applicata al Restauro C.U ,00 Fotografia per i beni culturali C.U ,00 Inglese per la comunicazione artistica 1 C.U ,00 Legislazione dei beni culturali C.U ,00 Restauro dei dipinti murali 1 C.U ,00 Restauro dei dipinti murali 2 C.U ,00 Restauro dei manufatti cartacei e pergamenacei 2 C.U ,00 Restauro dei manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti 1 C.U ,00 Restauro dei manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti 2 C.U ,00 Restauro dei manufatti scolpiti in legno C.U ,00 Restauro dei materiali fotografici 1 C.U ,00 Restauro dei materiali lapidei 2 C.U ,00 20

21 Restauro dei mosaici e dei rivestimenti lapidei C.U ,00 Tecniche dei dipinti murali per il Restauro C.U ,00 Tecniche dei dipinti su supporto ligneo e tessile per il restauro C.U ,00 Tecniche dei manufatti in cuoio e pelle C.U ,00 Tecniche del mosaico e dei rivestimenti lapidei per il Restauro C.U ,00 Tecniche della fotografia C.U ,00 Tecniche della lavorazione dei materiali tessili C.U ,00 Tecniche della lavorazione del legno C.U ,00 Tecniche della legatoria C.U ,00 Tecniche e materiali delle arti contemporanee C.U ,00 Tecniche e tecnologie della diagnostica 1 C.U ,00 Tecniche e tecnologie della grafica d'arte per il restauro C.U ,00 Tecnologia dei Materiali per il Restauro C.U ,00 Tecnologie della carta C.U ,00 Teoria e storia del restauro 1 C.U ,00 totale ,00 carico amministrazione nella previsione considero tutti con l'aliquota più alta 27,72% = 2/3 a carico amm.ne 18,48.%. inps 58602,85 irap 26954,78 totale ,63 60 Modelli viventi Il capitolo comprende la spesa riferita al trattamento economico, compreso gli oneri riflessi, per n. 4 contratti per attività di posa riguardanti 4 figure professionali che saranno utilizzate nel corso dell anno per l attività didattica. La previsione del presente capitolo di ,00 iscritto in competenza e cassa, proviene per intero da somme proprie accertate per l anno

22 UPB USCITE PER L ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E SERVIZI 101 Acquisti di libri e riviste L importo di ,00, iscritto in competenza e cassa, proviene per intero da somme proprie accertate per l anno La somma si ritiene sufficiente per le finalità precipue del presente capitolo che prevede la possibilità di acquisto libri per la biblioteca e riviste che vario titolo possono essere acquisiti e destinati tanto alla formazione e all aggiornamento dei docenti o per incrementare l offerta formativa verso gli allievi. 102 Acquisto di materiale di consumo e noleggio di materiale tecnico Per l anno 2013 è stata prevista, sia in termini di competenza che di cassa, la somma di ,00 corrispondente a somme che si prevede di accertare nel corso del prossimo esercizio finanziario quali contributi degli allievi. La somma si ritiene necessaria a provvedere alla spesa dei canoni di noleggio in essere, (in particolare con la ditta C.I.C ) alle finalità precipue del presente capitolo per l acquisto di materiale di varia natura e alle finalità sia didattiche che di piccola manutenzione. E opportuno evidenziare che si intende avviare nel corso del 2013, in accordo con la Direzione Amministrativa, nuove procedure per l acquisizione dei materiale vario e a noleggio. 104 Uscite per il Funzionamento di commissioni, comitati, ecc. L importo previsionale inserito in Bilancio di 3,000,00, proveniente per intero da somme proprie accertate per l anno 2013,si ritiene necessario a garantire il rimborso delle spese e gli eventuali compensi ai componenti delle commissioni per le graduatorie di istituto che potranno essere costituite all uopo per le procedure concorsuali in itinere. 105 Uscite per accertamenti sanitari 22

23 Per l anno 2013 è stata prevista, sia in termini di competenza che di cassa, la somma di 5.000,00 corrispondente a somme che si prevede di accertare nel corso del prossimo esercizio finanziario quali contributi degli allievi. L importo sarà utilizzato per coprire le spese relative all espletamento presso le USL territoriali, delle visite fiscali al personale assente per malattia. La previsione è operata stante la problematica relativa all onerosità delle visite fiscali effettuate a richiesta di Amministrazioni Pubbliche. Infatti, il Decreto Legge n. 78 del 1 luglio 2009, convertito con legge 3 agosto 2009 n. 102, all art. 17 comma 23 lett. e) recita: All articolo 71 del decreto-legge 25 giugno 2008 n. 112 convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008 n. 133, sono apportate le seguenti modificazioni: e) dopo il comma 5, sono inseriti i seguenti: 5-bis. Gli accertamenti medico-legali sui dipendenti assenti dal servizio per malattia effettuati dalle aziende sanitarie locali su richiesta delle Amministrazioni pubbliche interessate rientrano nei compiti istituzionali del Servizio Sanitario Nazionale; conseguentemente i relativi oneri restano comunque a carico delle aziende sanitarie locali. Da ultimo, inoltre, con sentenza n. 207 del 7 giugno 2010, la Corte Costituzionale ha dichiarato l illegittimità costituzionale dell art. 17, comma 23, lettera e), del D.L. 1 luglio 2009 n. 78, nella parte in cui aggiunge all art. 71 del D.L. 25 giugno 2008 n. 112 (Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria), i commi 5-bis e 5-ter. 107 Uscite per servizi informatici In detto capitolo per l anno 2013 è stata prevista, tanto in termini di competenza che di cassa, la somma di ,00 proveniente per intero da somme proprie che si prevede di accertare per il prossimo esercizio finanziario e destinate alle finalità specifiche del capitolo. In particolare tale somma è destinata a copertura delle spese per canoni afferenti il rinnovo della licenza annuale del software per il sistema automatizzato in assistenza on line e dei programmi relativi alla didattica, personale, ricostruzioni di carriera, riscatti, gestione corsi accademici, con la ditta ISIDATA di Roma, nonché a copertura di spese per eventuali interventi tecnici. 108 Acquisto vestiario e divise Per l anno 2013 è stata prevista, sia in termini di competenza che di cassa, la somma di 5.000,00 corrispondente a somme che si prevede di accertare nel corso del prossimo esercizio finanziario 23

24 quali contributi degli allievi. Tale somma risulta necessaria all'acquisto di uniformi da lavoro per il personale coadiutore. 109 Fitto Locali E stata prevista in competenza per l anno 2013 la somma di ,00 proveniente per intero dall avanzo di amministrazione su fondi propri 2012 e destinata al pagamento delle somme per l affitto della sede sita in via Belle Arti 21 (via Del Guasto) Bologna. La somma iscritta è destinata al pagamento del canone annuo di affitto dei locali di via del Guasto nonchè per la locazione della biblioteca. Lo stanziamento in argomento prevede, altresì, la copertura delle spese condominiali. E appena il caso di rilevare che, in applicazione del Decreto Legge 06/07/2012 n. 95 (c.d. Spending Review), pubblicato sul S.O. n. 141 della G.U.R.I. del 06/07/2012, per l anno 2013 non si procederà l'aggiornamento relativo alla variazione degli indici ISTAT previsto per l'utilizzo in locazione passiva degli immobili per finalità istituzionali degli Enti Pubblici (art. 3, comma 1). 110 Manutenzione ordinaria attrezzature In detto capitolo per l anno 2013 è stata prevista, tanto in termini di competenza che di cassa, la somma di ,00 proveniente per intero da somme proprie che si prevede di accertare per il prossimo esercizio finanziario. Le spese del predette capitolo comprendono sia la riparazione di attrezzature didattiche che d ufficio, per queste ultime in particolare si rappresenta che per la loro vetustà sono soggette a continui interventi di riparazione. 112 Uscite postali In detto capitolo per l anno 2013 è stata prevista, tanto in termini di competenza che di cassa, la somma di 2.000,00 derivanti per intero da somme proprie che si prevede di accertare per il prossimo esercizio finanziario. Tale somma è ritenuta sufficiente a coprire le spese postali, afferenti l attività amministrativa degli uffici, quantificata in relazione alla previsione definitiva dell esercizio finanziario precedente. 24

25 114 - Uscite per l organizzazione e la partecipazione a convegni. Tale somma di ,00 derivante da somme proprie che si prevede di accertare nel prossimo esercizio finanziario, è necessaria a coprire le spese destinate allo scopo e programmate dagli organi accademici di riferimento. 116 Canoni d acqua 2.000, energia elettrica 5.000, combustibili , telefonia 5.000,00 per un totale par ad ,00 L'importo totale degli articoli pari ad ,00 proviene interamente da fondi propri. I suddetti articoli relativi alle spese di funzionamento riguardano le somme destinate al pagamento delle utenze per le sedi di via del Guasto e via Belle Arti n. 21, non imputabili alla Provincia, nello specifico: acqua, energia elettrica, telefonia, combustibile per il riscaldamento. 119 Oneri e compensi per speciali incarichi L importo previsionale appostato in bilancio pari ad ,00, derivante dalle somme che si presumono di incassare dagli allievi nel corso nel prossimo esercizio finanziario, è destinato alla copertura delle spese per l affidamento di incarichi professionali con riferimento alla sicurezza nei luoghi di lavoro, in ossequio alla normativa vigente in materia: - Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione - Medico competente 120 Trasporti e facchinaggi L importo iscritto in competenza e in cassa per il 2013 pari a ,00 proviene da fondi propri che si ritiene di accertare in corso d anno prossimo. Tale somma è prevista per le spese di trasporto di materiale didattico ed artistico per la partecipazione dell Accademia alle mostre, manifestazioni e ad altri eventi esterni. 25

26 121 Premi di assicurazione L'importo previsto di ,00 proviene da fondi propri che si presume di accertare nel corso dell'anno. Tale somma è prevista per il rinnovo della polizza assicurativa degli studenti e dei tirocinanti che frequentano i corsi ed i laboratori didattici, anche all esterno dell Accademia, presso enti pubblici o privati convenzionati. E, altresì, considerata per il rinnovo dei contratti d assicurazione per la copertura del rischio furto, incendio, responsabilità civile verso terzi compresi gli amministratori. 122 Acquisto di stampati, Registri, Cancelleria L importo iscritto in competenza per il 2013 pari a ,00 è costituito da fondi propri che si ritiene di incassare nel corso del prossimo esercizio finanziario quali contributi degli allievi destinato all acquisto del materiale di consumo, di cui al titolo del capitolo. 123 Pulizia locali L importo iscritto al presente capitolo ammonta ad ,00 provenienti tutti da fondi degli allievi che si ritiene di incassare nel corso del Tale somma è relativa alle risorse da destinare alle spese per pulizie locali ed aree esterne, interventi di natura straordinaria, considerati gli impianti e le attrezzature situate nei laboratori. Art. 126 Modesti rinnovi di materiale per ufficio e didattico Tale somma di 5.000,00 è prevista per i modesti rinnovi quali l acquisto di attrezzature per ufficio e/o per uso didattico di piccola entità e di modico valore. L'importo deriva da fondi propri degli allievi che si prevede di incassare nel corso dell'anno Art. 127 Manutenzione ordinaria D.lvo 81/2008 La somma di ,00, proveniente da fondi propri, è relativa ad interventi in materia di sicurezza ritenuti indifferibili sulla scorta delle determinazioni del Presidente dell Accademia che, per le specifiche competenze riconosciute dalla normativa di riferimento in qualità di datore di 26

27 lavoro (C.C.N.L. del 16/02/2005 all articolo 48), lo stesso vorrà concordare con gli organi di gestione amministrativa. Art. 128 Uscite per studi, indagini ed altre rilevazioni La somma di 3.000,00 (proveniente da fondi propri) è prevista per eventuali incarichi da conferire a professionisti o ditte specializzate in ambiti amministrativo-didattici al fine di acquisire informazioni utili al miglioramento dei servizi offerti all utenza. 1.2 INTERVENTI DIVERSI UPB USCITE PER PRESTAZIONI ISTITUZIONALI 251 Esercitazioni didattiche Si è previsto uno stanziamento di ,00 che corrispondono per ,00 al finanziamento che si prevede di incassare quale contributo di funzionamento del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e per ,00 a fondi propri che si ritiene di incassare quali contributi degli allievi nel corso del Con tale importo si prevede di far fronte agli oneri derivanti dall attività didattica programmata per l anno accademico 2012/2013. In particolare le spese del presente capitolo sono rivolte all acquisto di materiali didattici non strumentali che si prevedono di consumare durante l attività didattica svolta dai dipartimenti dell'istituto. 254 Manifestazioni artistiche L importo iscritto di 5.000,00 corrispondente a fondi propri che si ritiene di incassare quali contributi degli allievi nel corso del La somma iscritta è destinata a finanziare importanti manifestazioni artistiche esterne individuate nel corso dell anno dagli organi di indirizzo. 255 Produzione artistica La somma prevista pari a ,00 proviene per intero da fondi che si presume di di accertare nel corso del 2013 quali contributi allievi. 27

28 La somma iscritta in bilancio è destinata a finanziare i progetti culturali di produzione artistica programmati dai Dipartimenti, approvati dal Consiglio Accademico e riportati nell allegato 1 della presente relazione. 256 Borse di studio Erasmus La somma iscritta in tale articolo è determinata dall avanzo di amministrazione vincolato quale somma relativa alle economie del pre-finanziamento dell Agenzia Erasmus a.a Alla luce dei diversi accordi stipulati con Istituzioni europee, si prevede per l anno in corso l erogazione di numerose mensilità studenti in uscita, oltre alla realizzazione di iniziative tese ad incrementare la visibilità dell Accademia all estero, facendo propria la raccomandazione Ministeriale di sviluppo del processo di internazionalizzazione degli Istituti dell A.F.A.M. 258 Viaggi didattici, scambi culturali Con la somma ( 5.000,00) proveniente da fondi propri che si presume di incassare dai contributi degli allievi nel corso dell'anno, si prevede di finanziare le attività di mobilità studenti promosse dall Istituzione ed altre manifestazioni di iniziativa della Direzione Generale del MIUR-AFAM. 259 Fondo Storico La somma ( 5.000,00) proveniente da fondi propri che si presume di incassare dai contributi degli allievi nel corso dell'anno, si ritiene necessaria all'acquisto di scaffalature metalliche per la conservazione dell'archivio storico dell'accademia. 260 Borse di studio e sussidi e agli allievi L'importo di ,00 si ritiene necessario a garantire il compenso agli studenti, selezionati con bando, per lo svolgimento di attività di supporto didattico-amministrative (art. 13 della legge 2 dicembre 1991, n. 390). 28

29 351 interessi passivi UPB ONERI FINANZIARI La somma di ,00, è iscritta in Bilancio a copertura degli interessi sul mutuo acceso nel 2006 per l acquisto dei locali di via del Guasto. Si tratta di un importo derivante da fondi propri che si ritiene di incassare nel corso dell'anno Uscite e commissioni bancarie Si ritiene sufficiente iscrivere la somma di 1.000,00 per eventuali spese connesse al rapporto con l Istituto Cassiere. Le somme derivano da fondi propri UPB ONERI TRIBUTARI 401 imposte tasse e tributi La somma prevista ( ,00) è finalizzata alla copertura finanziaria di eventuali oneri, imposte, tasse, dovute nel corso dell esercizio finanziario, in particolare la TARSU per i locali di via del Guasto. UPB POSTE CORRETTIVE E COMPENSAZIONE DI ENTRATE CORRENTI 500 Restituzione e Rimborsi diversi La somma iscritta in previsione per la competenza 2013 è di ,30 dall avanzo di amministrazione su fondi propri senza vincolo di destinazione. Su tale articolo è stata riportata la somma finalizzata al rimborso, nel corso dell anno, del contributo d iscrizione, degli studenti vincitori, nonché risultati idonei, delle borse per il diritto allo studio (ERGO), come da graduatoria definitiva pubblicata sul sito istituzionale dell Ente Regionale di riferimento. 29

30 503 - Varie UPB USCITE NON CLASSIFICABILI IN ALTRE VOCI La somma iscritta in previsione per la competenza 2013 è di 8.327,41e proviene per 6.327,41 dal prelevamento dell'avanzo di amministrazione su fondi propri senza vincolo di destinazione e per 2.000,00 da fondi propri Le spese del presente capitolo sono riferibili a quelle non prevedibili e per le quali il Consiglio di Amministrazione ha reputato sufficiente destinare l importo sopradescritto. 504 Accantonamenti La somma iscritta è di ,00, proviene da fondi propri, e si intende quale previsione relativa alle risorse da accantonare e versare alle casse Erariali per riduzioni derivanti da disposizioni normative. TITOLO II - SPESE IN CONTO CAPITALE ( o di investimento) 1.4 INVESTIMENTI UPB ACQUISIZIONE DI BENI DI USO DUREVOLE ED OPERE IMMOBILIARI 552- Ricostruzioni, ripristini e trasformazioni immobili L importo iscritto in previsione sia di competenza che di cassa 2013,è di ,19 corrisponde per intero al prelevamento dall'avanzo di amministrazione quali somme vincolate relative ad un contributo straordinario del Miur Afam richiesto con nota prot. n. 9714/A1 del 11/10/2011, contenente il dettaglio degli interventi urgenti e necessari per la messa in sicurezza dei locali di questa Istituzione adibiti ad uso didattico. TITOLO II - SPESE IN CONTO CAPITALE ( o di investimento) 1.5 INVESTIMENTI UPB ACQUISIZIONE DI IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE 601- Acquisti di impianti e attrezzature L importo iscritto in previsione sia di competenza che di cassa 2013 di ,00 corrisponde a fondi propri che si ritiene di incassare quali contributi degli allievi nel corso del 2013 senza vincolo di destinazione. 30

RELAZIONE DEI REVISORI DEI CONTI SUL RENDICONTO GENERALE ANNO 2014

RELAZIONE DEI REVISORI DEI CONTI SUL RENDICONTO GENERALE ANNO 2014 VERBALE N. 4 L anno 205 i giorni 9 e 0 marzo si sono recati presso la sede dell Accademia di Belle Arti di Bologna, via Belle Arti n. 54, i revisori dei conti, dott. Gianfranco Minisola in rappresentanza

Dettagli

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA Direzione generale per l alta formazione artistica, musicale e coreutica

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA Direzione generale per l alta formazione artistica, musicale e coreutica MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA Direzione generale per l alta formazione artistica, musicale e coreutica Decreto Ministeriale 123 del 30 settembre 2009 Corsi primo livello Accademie

Dettagli

Piani Di Studio. Corsi di Diploma Accademico di I Livello

Piani Di Studio. Corsi di Diploma Accademico di I Livello Piani Di Studio. Corsi di Diploma Accademico di I Livello Dipartimento di Arti Visive Scuola di Pittura Scuola di Scultura Scuola di Decorazione Scuola di Grafica Dipartimento di Progettazione ed Arti

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE Disavanzo di amministrazione presunto 0,00 PARTE I - Uscita Allegato 2 TITOLO 1 - SPESE CORRENTI 1. 1 - FUNZIONAMENTO 1. 1. 1 USCITE PER GLI ORGANI DELL'ENTE 1 Indennità

Dettagli

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale Bologna, 5 luglio 0 Prot. 6708/A77 BANDO PER AFFIDAMENTO A DOCENTI INTERNI DI INSEGNAMENTI NON IN ORGANICO A.A. 0/ IL DIRETTORE VISTA la L. //999 n. 508 e successive modifiche ed integrazioni; VISTO il

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE Disavanzo di amministrazione presunto 0,00 PARTE I - Uscita Allegato 2 per TITOLO 1 - SPESE CORRENTI 1. 1 - FUNZIONAMENTO 1. 1. 1 USCITE PER GLI ORGANI DELL'ENTE 1 Indennità

Dettagli

Accademia di Belle Arti di Palermo. ordinamenti didattici dei corsi triennali di primo livello in corso di autorizzazione ministeriale

Accademia di Belle Arti di Palermo. ordinamenti didattici dei corsi triennali di primo livello in corso di autorizzazione ministeriale Accademia di Belle Arti di Palermo ordinamenti didattici dei corsi triennali di primo livello in corso di autorizzazione ministeriale ORDINAMENTI DIDATTICI DEI CORSI TRIENNALI DI PRIMO LIVELLO DIPARTIMENTO

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE Disavanzo di amministrazione presunto 0,00 PARTE I - Uscita Allegato 2 per TITOLO 1 - SPESE CORRENTI 1. 1 - FUNZIONAMENTO 1. 1. 1 USCITE PER GLI ORGANI DELL'ENTE 1 Indennità

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PARTE II - Uscita Allegato 2 per TITOLO 1 - SPESE CORRENTI 1. 1 - FUNZIONAMENTO 1. 1. 1 - USCITE PER GLI ORGANI DELL'ENTE 1 Indennità di presidenza e di direzione 0,00

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE Disavanzo di amministrazione presunto 0,00 PARTE I - Uscita Allegato 2 TITOLO 1 - SPESE CORRENTI 1. 1 - FUNZIONAMENTO 1. 1. 1 USCITE PER GLI ORGANI DELL'ENTE 1 Indennità

Dettagli

DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE SCUOLA DI PITTURA CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN PITTURA

DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE SCUOLA DI PITTURA CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN PITTURA DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE SCUOLA DI PITTURA PITTURA Obiettivi formativi I corsi di studio per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello della Scuola di Pittura hanno l obiettivo di formare

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Consiglio Accademico del 22.06.2015 Verbale n. 6/2015 L'anno 2015 il giorno 22 del mese di giugno, in Napoli presso la sede dell'accademia di Belle Arti di Napoli via Bellini 36, alle ore 10,00 si è riunito

Dettagli

diploma accademico di primo livello anno ESAMI DI BASE cf tipol. ore DI BASE da 36 a 48 CFA 42 CARATTERIZZANTI da 60 a 72 CFA 66 108

diploma accademico di primo livello anno ESAMI DI BASE cf tipol. ore DI BASE da 36 a 48 CFA 42 CARATTERIZZANTI da 60 a 72 CFA 66 108 DIPARTIMENTO: Arti Visive SCUOLA: Pittura CORSO DI PITTURA ABAV01 2 Anatomia artistica 1 T/L 9 ABAV01 3 Anatomia artistica 2 T/L 9 ABST47 1 St.arte 1 T 39 ABST47 2 St.arte 2 T 39 da 3 a 4 CFA 42 ABST47

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE Fondo iniziale di cassa 369.320,06 PARTE I - Entrata Allegato 2 TITOLO 1 - ENTRATE CORRENTI 1. 1 - ENTRATE CONTRIBUTIVE 1. 1. 1 CONTRIBUTI DEGLI STUDENTI 1 Contributi

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FOGGIA

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FOGGIA Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FOGGIA D. D. n. 102 DEL 03/09/2015 BANDO DI SELEZIONE DEI DOCENTI INTERNI PER

Dettagli

PERCORSI TRIENNALI DI I LIVELLO a.a. 2010/2011. Scuola di Pittura Indirizzo Disegno

PERCORSI TRIENNALI DI I LIVELLO a.a. 2010/2011. Scuola di Pittura Indirizzo Disegno ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FIRENZE Via Ricasoli, 66-50122 Firenze Tel. 055.215449 Fax 055.2396921 Cod. Fisc. 80019050485 http://www.accademia.firenze.it e-mail: segreteria@accademia.firenze.it PERCORSI

Dettagli

Accademia di Belle Arti Biennio Specialistico Sperimentale

Accademia di Belle Arti Biennio Specialistico Sperimentale Accademia di Belle Arti Biennio Specialistico Sperimentale Articolazione del percorso formativo Scopo del corso è di consentire agli studenti in possesso di Diploma d Accademia di proseguire e completare

Dettagli

Dal 1769 ORDINAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO / A. A. 2009/10

Dal 1769 ORDINAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO / A. A. 2009/10 Dal 1769 ORDINAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO / A. A. 2009/10 Dal 1769 DIPARTIMENTO ARTI VISIVE Anno Accademico 2009/2010 - Dipartimento

Dettagli

ELENCO DISCIPLINE DA AFFIDARE A PERSONALE DOCENTE DI RUOLO - A.A. 2008-09

ELENCO DISCIPLINE DA AFFIDARE A PERSONALE DOCENTE DI RUOLO - A.A. 2008-09 ELENCO DISCIPLINE DA AFFIDARE A PERSONALE DOCENTE DI RUOLO - A.A. 2008-09 CODICE ABVPA 64 ABPR 14 ABST 55 ABST 55 ABST 55 ABTEC 38 ABPR 14 ABVPA 61 ABPR 32 ABST 45 ABAV 11 ABAV 03 ABPR 16 ABTEC 38 ABPR

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE Avanzo di amministrazione presunto 740.744,69 Fondo iniziale di cassa presunto 734.828,33 PARTE I - Entrata Allegato 2 TITOLO 1 - ENTRATE CORRENTI 1. 1 - ENTRATE CONTRIBUTIVE

Dettagli

ISTITUTO DI CULTURA PANTHEON srl VIA DI RIPETTA, 226 00186 ROMA Accreditato Regione Lazio

ISTITUTO DI CULTURA PANTHEON srl VIA DI RIPETTA, 226 00186 ROMA Accreditato Regione Lazio PANTHEON ACCADEMIA di BELLE ARTI ALL. B) DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE SCUOLA DI GRAFICA CORSO DI APPLICAZIONI DIGITALI PER LE ARTI VISIVE DAPL04 - DIPLOMA ACCADEMICO DI I LIVELLO REGOLAMENTO DIDATTICO INDICE

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche Segretario Generale

Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche Segretario Generale Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche Segretario Generale RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULLA GESTIONE DELL'ESERCIZIO FINANZIARIO 2013 Il rendiconto

Dettagli

MODELLO PIANO DI STUDI INDIVIDUALE

MODELLO PIANO DI STUDI INDIVIDUALE MODELLO PIANO DI STUDI INDIVIDUALE (SCHEDA A CURA DELLO STUDENTE) DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE SCUOLA DI GRAFICA INDIRIZZO: GRAFICA D ARTE DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO Anno Accademico 2014/2015 STUDENTE

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE Avanzo di amministrazione presunto 990.572,94 Fondo iniziale di cassa presunto 1.323.723,48 PARTE I - Entrata Allegato 2 TITOLO 1 - ENTRATE CORRENTI 1. 1 - ENTRATE CONTRIBUTIVE

Dettagli

NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BOLOGNA

NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BOLOGNA Ministero Istruzione Università e Ricerca Dipartimento per l Università, l Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica e per la Ricerca ACCADEMIA DI BELLE ARTI BOLOGNA NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL ACCADEMIA

Dettagli

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI Consiglio Regionale del Lazio Roma, 31 marzo 2010 NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2009

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI Consiglio Regionale del Lazio Roma, 31 marzo 2010 NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2009 Roma, 31 marzo 2010 NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2009 PREMESSA Il Rendiconto Generale che viene presentato al Consiglio Regionale dell Ordine degli Assistenti Sociali

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA al PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE ILLUSTRATIVA al PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA al PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 La presente relazione viene presentata al Consiglio di Istituto, in allegato al Programma Annuale per l Esercizio finanziario 2015, in

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE MEDARDO ROSSO LECCO

LICEO ARTISTICO STATALE MEDARDO ROSSO LECCO LICEO ARTISTICO STATALE MEDARDO ROSSO LECCO PROGRAMMA ANNUALE ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PROGRAMMA ANNUALE Il Programma annuale è lo strumento per la gestione finanziaria del

Dettagli

ISTITUTO DI CULTURA PANTHEON srl VIA DI RIPETTA, 226 00186 ROMA Accreditato Regione Lazio

ISTITUTO DI CULTURA PANTHEON srl VIA DI RIPETTA, 226 00186 ROMA Accreditato Regione Lazio PANTHEON ACCADEMIA di BELLE ARTI ALL. B) DIPARTIMENTO DI PROGETTAZIONE E ARTI APPLICATE SCUOLA DI PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA CORSO DI DESIGN DAPL06 - DIPLOMA ACCADEMICO DI I LIVELLO REGOLAMENTO

Dettagli

PIANI DI STUDIO DEI CORSI DELL ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA

PIANI DI STUDIO DEI CORSI DELL ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA PIANI DI STUDIO DEI CORSI DELL ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA 1 CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI I LIVELLO IN PITTURA Scuola di afferenza: Pittura Dipartimento di afferenza: Arti Visive Piano

Dettagli

Rendiconto Finanziario Gestionale. U S C I T E Allegato 6

Rendiconto Finanziario Gestionale. U S C I T E Allegato 6 Gestione dei passivi iziali 1.1.1 1 dennità di presidenza e di direzione 1.1.1 2 Compensi, indennità di rimborsi ai componenti di organi 1.1.1 3 Compensi, indennità di rimborsi ai componenti il collegio

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO PREVENTIVO 2015

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO PREVENTIVO 2015 RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO PREVENTIVO 2015 Signori Consiglieri, il presente bilancio preventivo 2015 è redatto ai sensi dell art. 16 del Decreto legislativo del 31 maggio 2011, n.

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca 00126420142006201420 _N.Prot _Anno _Data _1 Ent,2 Usc Sottocl.: PE5 - Organico e mobilità Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Torino, 20 Giugno, 2014 A tutti i docenti di ruolo e

Dettagli

Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute Via Solaroli, 17 28100 Novara

Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute Via Solaroli, 17 28100 Novara RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 La Facoltà di Medicina adotta un bilancio annuale di previsione per l anno finanziario 2010 redatto in conformità a quanto previsto dal Regolamento di Ateneo

Dettagli

Ministero dell Istruzione Università e della Ricerca ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE CONSERVATORIO DI MUSICA DI STATO Antonio Scontrino Trapani

Ministero dell Istruzione Università e della Ricerca ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE CONSERVATORIO DI MUSICA DI STATO Antonio Scontrino Trapani Ministero dell Istruzione Università e della Ricerca ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE CONSERVATORIO DI MUSICA DI STATO Antonio Scontrino Trapani RELAZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSERVATORIO ILLUSTRATIVA

Dettagli

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale Relazione tecnica al Rendiconto generale Esercizio Finanziario 2013 Redatta ai sensi dell articolo 34 del Regolamento di Amministrazione, Finanza e Contabilità dell Istituto - Approvato con Decreto Dirigenziale

Dettagli

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Lo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio 2015 è stato predisposto ai

Dettagli

Art. 5 - Prospettive occupazionali Art. 6 - Criteri di ammissione Art. 7 - Articolazione dei curricula

Art. 5 - Prospettive occupazionali Art. 6 - Criteri di ammissione Art. 7 - Articolazione dei curricula REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN CINEMA INDICE Art. 1 - Denominazione del Corso di studio... 1 Art. 2 - Scuola di appartenenza... 1 Art. 3 - Dipartimento afferente...

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE Fondo iniziale di cassa 1.455.651,21 PARTE I - Entrata Allegato 2 TITOLO 1 - ENTRATE CORRENTI 1. 1 - ENTRATE CONTRIBUTIVE 1. 1. 1 CONTRIBUTI DEGLI STUDENTI 1 Contributi

Dettagli

Commissione Bilancio e Patrimonio del CIV INAIL. Parere in merito alla Variazione al Bilancio di previsione 2015 Provvedimento n.

Commissione Bilancio e Patrimonio del CIV INAIL. Parere in merito alla Variazione al Bilancio di previsione 2015 Provvedimento n. Commissione Bilancio e Patrimonio del CIV INAIL Parere in merito alla Variazione al Bilancio di previsione Provvedimento n. 2-0 Premessa Al fine di fornire al Consiglio di Indirizzo e Vigilanza i necessari

Dettagli

Ministero Istruzione Università e Ricerca. Prot. n. 1790 / C2 Roma, 3 novembre 2014

Ministero Istruzione Università e Ricerca. Prot. n. 1790 / C2 Roma, 3 novembre 2014 I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE) Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale Piazza della Maddalena, 53-00186 Roma Tel.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN SCENOGRAFIA

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN SCENOGRAFIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN SCENOGRAFIA INDICE Art. 1 - Denominazione del Corso di studio... 1 Art. 2 - Scuola di appartenenza... 1 Art. 3 - Dipartimento afferente...

Dettagli

Relazione illustrativa/programmatica al Bilancio di Previsione 2015

Relazione illustrativa/programmatica al Bilancio di Previsione 2015 Conservatorio di Musica Luca Marenzio - Brescia Piazza A. Benedetti Michelangeli n 1-25121 Brescia Tel.030 2886711 Fax 030 3770337 Sito: www.conservatorio.brescia.it, e-mail: protocollo@conservatorio.brescia.it

Dettagli

Pittura. 1 anno CF ore. Storia dell Arte Medioevale 6 45. Teoria della Percezione e Psicologia della Forma 6 45. Estetica 6 45

Pittura. 1 anno CF ore. Storia dell Arte Medioevale 6 45. Teoria della Percezione e Psicologia della Forma 6 45. Estetica 6 45 Pittura Storia dell Arte Medioevale 6 45 Teoria della Percezione e Psicologia della Forma 6 45 Disegno per la pittura 8 100 Anatomia artistica 8 100 Pittura 1 12 150 Tecniche per la pittura 8 100 Antropologia

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN SCENOGRAFIA

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN SCENOGRAFIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN SCENOGRAFIA Art. 1 - Denominazione del Corso di studio È istituito presso la Rome University of Fine Arts - Accademia di Belle

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE - ANNO FINANZIARIO 2015 E N T R A T E

BILANCIO DI PREVISIONE - ANNO FINANZIARIO 2015 E N T R A T E Ufficio parlamentare di bilancio BILANCIO DI PREVISIONE - ANNO FINANZIARIO 2015 COD. CAP. E N T R A T E DESCRIZIONE RESIDUI PRESUNTI ALLA FINE DELL'ANNO PREC PREVISIONI DI COMPETENZA PER L'ANNO IN CORSO

Dettagli

------------- -- -----------------

------------- -- ----------------- Acqui Terme, 29/01/2015 OGGETTO: relazione illustrativa al programma finanziario 2015 L art. 1, comma 601, della legge 27/12/2006, nr. 296 (legge finanziaria 2007) ha introdotto modifiche nella gestione

Dettagli

DELLE CORRELAZIONI CON LE VECCHIE CLASSI DI CONCORSO ACCADEMIE DI BELLE ARTI

DELLE CORRELAZIONI CON LE VECCHIE CLASSI DI CONCORSO ACCADEMIE DI BELLE ARTI ELENCO DEI NUOVI CODICI, DEI SETTORI DISCIPLINARI DEI CAMPI PARADIGMATICI - Tab.B E DELLE CORRELAZIONI CON LE VECCHIE CLASSI DI CONCORSO ACCADEMIE DI BELLE ARTI La presenza dell'asterisco indica la possibilità

Dettagli

Art. 5 - Prospettive occupazionali Art. 6 - Criteri di ammissione Art. 7 - Articolazione dei curricula

Art. 5 - Prospettive occupazionali Art. 6 - Criteri di ammissione Art. 7 - Articolazione dei curricula REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN DESIGN INDICE Art. 1 - Denominazione del Corso di studio... 1 Art. 2 - Scuola di appartenenza... 1 Art. 3 - Dipartimento afferente...

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN GRAPHIC DESIGN

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN GRAPHIC DESIGN REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN GRAPHIC DESIGN INDICE Art. 1 - Denominazione del Corso di studio... 1 Art. 2 - Scuola di appartenenza... 1 Art. 3 - Dipartimento

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA X LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE presentato dal Ministro del Tesoro (AMATO) N. 1443/21 ANNESSO 13 di concerto col Ministro del Bilancio e della Programmazione Economica (FANFANI)

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PARTE I - ENTRATA ANNO FINANZIARIO 2016 ANNO FINANZIARIO N - 1

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PARTE I - ENTRATA ANNO FINANZIARIO 2016 ANNO FINANZIARIO N - 1 PARTE I - ENTRATA ANNO FINANZIARIO 2016 ANNO FINANZIARIO N - 1 fine dell'anno in corso (iniziali anno N) cassa cassa Avanzo di amministrazione presunto 10.000,00 Fondo iniziale di cassa presunto 1 CENTRO

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN PITTURA

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN PITTURA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN PITTURA INDICE Art. 1 - Denominazione del Corso di studio... 1 Art. 2 - Scuola di appartenenza... 1 Art. 3 - Dipartimento afferente...

Dettagli

BILANCIO di PREVISIONE

BILANCIO di PREVISIONE CONSIGLIO NAZIONALE DEI CHIMICI BILANCIO di PREVISIONE ESERCIZIO Approvato nella seduta del 27-28 novembe CON AL BILANCIO DI PREVISIONE Approvate nella seduta del 15-15 maggio PARTE I - ENTRATE attivi

Dettagli

RELAZIONE CONTABILE PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE CONTABILE PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE CONTABILE PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 Il programma annuale per l esercizio 2015 è predisposto sulla base delle indicazioni contenute nella nota ministeriale prot. n. 18313 del 16

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN GRAPHIC DESIGN E COMUNICAZIONE VISIVA

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN GRAPHIC DESIGN E COMUNICAZIONE VISIVA REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN GRAPHIC DESIGN E COMUNICAZIONE VISIVA ACCADEMIA DELLA MODA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN

Dettagli

TvvtwxÅ t w UxÄÄx TÜà ^tçw Çá~ } gütñtç Certificata Uni En Iso 9001: 2008

TvvtwxÅ t w UxÄÄx TÜà ^tçw Çá~ } gütñtç Certificata Uni En Iso 9001: 2008 L'arte oltrepassa i limiti nei quali il tempo vorrebbe comprimerla, e indica il contenuto del futuro... Vasilij Kandinskij DIPARTIMENTO ARTI VISIVE SCUOLA DI GRAFICA CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI I LIVELLO

Dettagli

RENDICONTO FINANZIARIO - ENTRATE Differenze INIZIALI VARIAZIONI DEFINITIVE RISCOSSE DA RISCUOTERE TOTALE sulle previsioni

RENDICONTO FINANZIARIO - ENTRATE Differenze INIZIALI VARIAZIONI DEFINITIVE RISCOSSE DA RISCUOTERE TOTALE sulle previsioni RENDICONTO FINANZIARIO - ENTRATE SOMME ACCERTATE INIZIALI VARIAZIONI DEFINITIVE RISCOSSE DA RISCUOTERE TOTALE sulle previsioni 01 001 0010 Contributi iscritti all'albo 482.600,00 482.600,00 410.960,00

Dettagli

DIPARTIMENTO DI MEDICINA TRASLAZIONALE VIA SOLAROLI, 17 - NO BILANCIO DI PREVISIONE 2012

DIPARTIMENTO DI MEDICINA TRASLAZIONALE VIA SOLAROLI, 17 - NO BILANCIO DI PREVISIONE 2012 PARTE SPESE Codice Denominazione Previsioni definitive anno 2011 Dipartimento Medicina VARIAZIONI IN AUMENTO VARIAZIONI IN DIMINUZIONE previsione anno 2012 01 RISORSE UMANE 145.005,26 15.175,01 129.830,25

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO "E. TOTI" Via Marconi, 3 ~ 30024 Musile di Piave (VE) 0421/54122 ~ Fax 0421/596993 Cod. Scuola VEIC82600X ~ Cod. Fiscale 84003920273 veic82600x@istruzione.it http://www.ictoti.it RELAZIONE

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE ASSESTATO - ENTRATE Residui iniziali 2015

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE ASSESTATO - ENTRATE Residui iniziali 2015 - Collegio Geometri e Geometri Laureati di Padova ANNO PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE ASSESTATO - ENTRATE Avanzo iniziale di amministrazione 137.827,27 92.623,89 01 001 0010 Contributi iscritti all'albo

Dettagli

Collegio IPASVI di Varese

Collegio IPASVI di Varese Collegio IPASVI di Varese Via Pasubio n. 26 21100 Varese Approvati rispettivamente dal Consiglio Direttivo il giorno 18 febbraio 2013 con atto deliberativo n 39 Assemblea ordinaria il giorno 15/03/2013

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI MODENA BILANCIO PREVENTIVO DELL ANNO 2016

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI MODENA BILANCIO PREVENTIVO DELL ANNO 2016 ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI MODENA BILANCIO PREVENTIVO DELL ANNO 2016 1. Preventivo finanziario gestionale; 2. Quadro generale riassuntivo della gestione finanziaria;

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA RENDICONTO GENERALE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31/12/2008 - Rendiconto Finanziario al 31/12/2008 - Conto Economico Consuntivo al 31/12/2008

Dettagli

TvvtwxÅ t w UxÄÄx TÜà ^tçw Çá~ } gütñtç Certificata Uni En Iso 9001: 2008

TvvtwxÅ t w UxÄÄx TÜà ^tçw Çá~ } gütñtç Certificata Uni En Iso 9001: 2008 Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista San Francesco d Assisi DIPARTIMENTO

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE DI STATO

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE DI STATO ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE DI STATO "ENRICO FERMI" Via Luosi n. 23 41100 Modena Tel. 059211092 059236398 - (Fax): 059226478 E-mail: motf080005@istruzione.it Pagina web: www.fermi.mo.it C.F. 94138800365

Dettagli

I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE)

I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE) I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE) MINISTERO ISTRUZIONE, UNIVERSITA E RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE piazza della Maddalena, 53 00186 Roma tel.

Dettagli

a b c d = b +/- c e 1.01

a b c d = b +/- c e 1.01 ORDINE DEI FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI MATERA PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE 2016 PARTE I - ENTRATE Capitolo Denominazione Residui attivi presunti alla finali dell'anno 2015 Previsioni iniziali a

Dettagli

Categoria. Pagina 1 SIOPE. DlSPONIBILITA' LIQUIDE

Categoria. Pagina 1 SIOPE. DlSPONIBILITA' LIQUIDE DlSPONIBILITA' LIQUIDE SIOPE Pagina 1 Ente Codice Ente Descrizione Categoria Sotto Categoria Periodo Prospetto Tipo Report Data ultimo aggiornamento Data stampa Importi in EURO 000715784000000 UN]VERSlTA'

Dettagli

Legge Regionale 30 dicembre 2010 n.34

Legge Regionale 30 dicembre 2010 n.34 CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA Legge Regionale 30 dicembre 2010 n.34 Bilancio di Previsione per l Esercizio Finanziario 2011 e Bilancio Pluriennale per il Triennio 2011 2013. * * * * * * * * * *

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN DESIGN E ARCHITETTURA DEGLI INTERNI

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN DESIGN E ARCHITETTURA DEGLI INTERNI REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN DESIGN E ARCHITETTURA DEGLI INTERNI ACCADEMIA DELLA MODA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN

Dettagli

Scuola in Conservazione e Produzione dei Beni Culturali Anno accademico 2015/2016

Scuola in Conservazione e Produzione dei Beni Culturali Anno accademico 2015/2016 Scuola in Conservazione e Produzione dei Beni Culturali Anno accademico 2015/2016 Voto minimo richiesto: 95/110 Studente: Diplomato in: Presso L Accademia di Belle Arti di: Voto di laurea: Dichiara di

Dettagli

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI Consiglio Regionale del Lazio Roma, 31 marzo 2009 NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2008

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI Consiglio Regionale del Lazio Roma, 31 marzo 2009 NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2008 Roma, 31 marzo 2009 NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2008 PREMESSA Il Rendiconto Generale che viene presentato al dell Ordine degli Assistenti Sociali per l esercizio finanziario

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO UNICO DI ATENEO PER L'ESERCIZIO 2015 A CARATTERE NON AUTORIZZATORIO IN CONTABILITÀ FINANZIARIA

BILANCIO PREVENTIVO UNICO DI ATENEO PER L'ESERCIZIO 2015 A CARATTERE NON AUTORIZZATORIO IN CONTABILITÀ FINANZIARIA BILANCIO PREVENTIVO UNICO DI ATENEO PER L'ESERCIZIO 2015 A CARATTERE NON AUTORIZZATORIO IN CONTABILITÀ FINANZIARIA PREVENTIVO FINANZIARIO Esercizio Unità analitica autonoma Periodo 2015 UA.00 - Universita'

Dettagli

Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Via Solaroli, 17 28100 Novara

Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Via Solaroli, 17 28100 Novara RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 Il Dipartimento di Medicina Clinica adotta un bilancio annuale di previsione per l anno finanziario 2010 redatto in conformità a quanto previsto dal Regolamento

Dettagli

MODELLO PIANO DI STUDI INDIVIDUALE

MODELLO PIANO DI STUDI INDIVIDUALE MODELLO PIANO DI STUDI INDIVIDUALE (SCHEDA A CURA DELLO STUDENTE) DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE SCUOLA DI PITTURA INDIRIZZO: PITTURA DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO Anno Accademico 2014/2015 STUDENTE

Dettagli

SIOPE Pagina 1 PAGAMENTI PER CODICI GESTIONALI. Ente Codice 000141639000000 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA (ATENEO) Periodo ANNUALE 2013

SIOPE Pagina 1 PAGAMENTI PER CODICI GESTIONALI. Ente Codice 000141639000000 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA (ATENEO) Periodo ANNUALE 2013 SIOPE Pagina 1 Ente Codice 000141639000000 Ente Descrizione UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA (ATENEO) Categoria Universita' Sotto Categoria UNIVERSITA Periodo ANNUALE 2013 Prospetto PAGAMENTI PER CODICI

Dettagli

Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Campania Il Revisore Unico

Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Campania Il Revisore Unico Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Campania Il Revisore Unico VERBALE N. 11 L anno 2011, il giorno ventiquattro del mese di novembre alle ore 10,00, presso la sede dell Ordine Professionale

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN PROGETTAZIONE E TECNOLOGIA DELLO SPAZIO MULTIMEDIALE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN PROGETTAZIONE E TECNOLOGIA DELLO SPAZIO MULTIMEDIALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN PROGETTAZIONE E TECNOLOGIA DELLO SPAZIO MULTIMEDIALE Art. 1 - Denominazione del Corso di studio È istituito presso la Rome University

Dettagli

OFFERTA DIDATTICA 2013-2014 DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

OFFERTA DIDATTICA 2013-2014 DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO OFFERTA DIDATTICA 2013-2014 DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO REGOLAMENTO DITTICO CORSI DI LAUREA per il conseguimento del REGOLAMENTO DIDATTICO DURATA NOMINALE DEI CORSI: TIPOLOGIA DEI CORSI : 3 anni

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Promulga

IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Promulga Parte I N. 4 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 31-1-2015 253 Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE Legge Regionale 27 gennaio 2015, n. 6 BILANCIO DI PREVISIONE PLURIENNALE

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA STATALE DI I GRADO Gen. E. BALDASSARRE. Piazza Dante - 76125 TRANI tel.0883/582627 fax 0883/508433

SCUOLA SECONDARIA STATALE DI I GRADO Gen. E. BALDASSARRE. Piazza Dante - 76125 TRANI tel.0883/582627 fax 0883/508433 SCUOLA SECONDARIA STATALE DI I GRADO Gen. E. BALDASSARRE Piazza Dante - 76125 TRANI tel.0883/582627 fax 0883/508433 Codice meccanografico: BAMM209001 - Cod. Fisc.:83002390728 Prot. n. 1749/D2c del 28/05/2015

Dettagli

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto;

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto; VISTO il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca (di seguito,

Dettagli

Denominazione: Progettazione e cura degli allestimenti artistici. Dipartimento Progettazione e arti applicate

Denominazione: Progettazione e cura degli allestimenti artistici. Dipartimento Progettazione e arti applicate ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FIRENZE Via Ricasoli, 66-50122 Firenze Tel. 055.215449 Fax 055.2396921 Cod. Fisc. 80019050485 http://www.accademia.firenze.it e-mail: segreteria@accademia.firenze.it Tipologia:

Dettagli

I.N.A.F. PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - Esercizio 2014

I.N.A.F. PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - Esercizio 2014 PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - Esercizio PARTE I - ENTRATA Residui attivi corso ( iniziali ) Avanzo di cassa presunto 65.431.595,69 Avanzo di amministrazione presunto 75.451.723,09.. TOTALE TOTALE

Dettagli

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna Pagina 1 di 397

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna Pagina 1 di 397 Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna Pagina 1 di 397 Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna Pagina 2 di 397 RENDICONTO FINANZIARIO DECISIONALE

Dettagli

Quote albo 2012 5.236.825,00

Quote albo 2012 5.236.825,00 RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO PREVENTIVO 2012 ENTRATE CORRENTI Quote albo 2012 5.236.825,00 La previsione per il 2012 è calcolata sui dati forniti dagli Ordini regionali e sull importo dovuto per le quote

Dettagli

126.926.088,47 126.926.088,47 1111 Competenze fisse al personale docente e ai ricercatori a tempo

126.926.088,47 126.926.088,47 1111 Competenze fisse al personale docente e ai ricercatori a tempo Ente Codice 000061130000000 Ente Descrizione UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA (ATENEO) Categoria Universita' Sotto Categoria UNIVERSITA Periodo ANNUALE 2014 Prospetto PAGAMENTI PER CODICI GESTIONALI Importi

Dettagli

CENTRO DI RESPONSABILITA' "A"

CENTRO DI RESPONSABILITA' A ALL. n. 2 al D.D.G. n.1526 del 22.10.08 aumento competenza per cassa per 0000 1 Disavanzo di amministrazione presunto 1 CENTRO DI RESPONSABILITA' "A" 1.1 TITOLO I - SPESE CORRENTI 1.1.1 AGGREGATO ECONOMICO

Dettagli

REGOLAMENTO CONTABILE DEI CORPI DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO

REGOLAMENTO CONTABILE DEI CORPI DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO CONTABILE DEI CORPI DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 34 del 12.09.2013) Art. 1 Esercizio finanziario 1. L esercizio

Dettagli

I.N.A.F. PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - Esercizio 2013

I.N.A.F. PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - Esercizio 2013 PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - Esercizio PARTE I - ENTRATA Residui attivi corso ( iniziali ) Avanzo di cassa presunto 81.184.204,08 Avanzo di amministrazione presunto 76.359.883,83.. TOTALE TOTALE

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA Allegato 10

CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA Allegato 10 RELAZIONE TECNICA DI ACCOMPAGNAMENTO ALL ASSESTAMENTO DEL BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 E PLURIENNALE PER GLI ESERCIZI FINANZIARI 2012-2014. Con l Assestamento del Bilancio

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA BILANCIO: A.85 - DIPARTIMENTO DI MATEMATICA PREVENTIVO FINANZIARIO ANNO 2011 Chiave iniziali F.E ENTRATE F.E.0 AVANZO 823.279,82 823.279,82 F.E.1 ENTRATE PROPRIE

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO PREVENTIVO 2014

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO PREVENTIVO 2014 RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO PREVENTIVO 2014 Signori Consiglieri, il presente bilancio preventivo 2014 è redatto ai sensi dell art. 16 del Decreto legislativo del del 31 maggio 2011,

Dettagli

Denominazione: Progettazione plastica per la scenografia teatrale. Dipartimento Progettazione e arti applicate

Denominazione: Progettazione plastica per la scenografia teatrale. Dipartimento Progettazione e arti applicate ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FIRENZE Via Ricasoli, - 50122 Firenze Tel. 055.215449 Fax 055.239921 Cod. Fisc. 80019050485 http://www.accademia.firenze.it e-mail: segreteria@accademia.firenze.it Tipologia:

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Art.1 Ambito di applicazione 1.Il presente regolamento, emanato

Dettagli

Regolamento Scuola di Grafica

Regolamento Scuola di Grafica Regolamento Scuola di Grafica Corso di Diploma Accademico di Primo Livello Triennale in Grafica d Arte Corso di Diploma Accademico di Secondo Livello Biennale in Grafica d Arte 1.1 Ordinamento didattico

Dettagli

F.S SPESE F.S.00 Disavanzo 0,00 F.S.01 ORGANI UNIVERSITARI E ATTIVITA' ISTITUZIONALI 0,00 F.S.01.01 GETTONI DI PRESENZA AI COMPONENTI DEGLI ORGANI

F.S SPESE F.S.00 Disavanzo 0,00 F.S.01 ORGANI UNIVERSITARI E ATTIVITA' ISTITUZIONALI 0,00 F.S.01.01 GETTONI DI PRESENZA AI COMPONENTI DEGLI ORGANI Chiave Descrizione Previsione iniziale 2010 Previsione assestata 2010 variazione + rispetto alla previsione assestata variazione - rispetto alla previsione assestata PREVISIONE 2011 F.S SPESE F.S.00 Disavanzo

Dettagli

Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32

Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32 Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32 Bilancio di Previsione 2009 e Pluriennale Triennio 2009 2011 (B. U. Regione Basilicata N. 60 del 29 dicembre 2008) Articolo 1 Stato di Previsione dell Entrata 1.

Dettagli

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Indice Art. 1 Servizio di Economato Art. 2 Economo Comunale Art. 3 Funzioni del Servizio di Economato Art. 4 Indennità

Dettagli