BILANCIO AMBIENTALE e SOCIALE 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BILANCIO AMBIENTALE e SOCIALE 2013"

Transcript

1 BILANCIO AMBIENTALE e SOCIALE 2013 Marzo 2014

2

3 Benvenuti alla quinta edizione del Bilancio Ambientale e Sociale Zuegg. Più di un report, la dimostrazione tangibile del nostro impegno, sostenuto dall entusiasmo di tutti i dipendenti, impiegati e partner, a mantenere alta non solo la qualità dei nostri prodotti ma anche la trasparenza dell informazione su tutto ciò che ci compete, dalle attività produttive a quelle parallele. Attività fondate sul rispetto dell ambiente, rispetto per i consumatori, rispetto per chi lavora la terra e per chi partecipa quotidianamente alla trasformazione della frutta in prodotti il più vicino possibile agli ideali di salute, genuinità e vitalità. Princìpi condivisi in tutta Europa e che ben si riconoscono nel nostro messaggio istituzionale Passione per la frutta, Amore per la vita. Una scelta decisamente schierata dalla parte della natura e che si è dimostrata vincente, anche nel 2013, per l ulteriore consolidamento del Gruppo e, soprattutto, per la straordinaria maturità dei nostri progetti di indipendenza e sostenibilità agronomica della filiera, intrapresi in modalità sperimentale soltanto pochi anni fa. Grazie a questa esperienza, collaudata su campi di proprietà e su altre aree gestite in collaborazione con agricoltori locali, solo nel 2013 si sono coltivati, raccolti e processati oltre 20 milioni di chilogrammi di frutta italiana, mentre altri importanti quantitativi sono stati realizzati nelle nuove filiere a controllo diretto Zuegg create in Serbia, Germania e Polonia. Ovviamente, in questo documento potrete valutare tanti altri parametri della nostra dimensione, ma il dato che per noi rimane più interessante è quello relativo alla sensibilità che dedichiamo al nostro lavoro. Una qualità che non è mai cambiata e mai saremo disposti a cambiare. Buona consultazione

4

5 Il Gruppo Zuegg 6 Da oltre 120 anni Solo buoni frutti 8 I prodotti firmati zuegg (B2C) 9 I PRODOTTI PER L INDUSTRIA ALIMENTARE (B2B) Il gruppo zuegg. La frutta, la vita Il Bilancio Ambientale 10 Nell attesa del cambiamento zero sprechi, massima consapevolezza 12 politica ambientale e strumenti operativi gestione ambientale negli stabilimenti Elementi ambientali significativi 13 Siti produttivi verona luogosano elne werneuchen zörbig afanasovo Il Bilancio Sociale 26 Sostenibilità e consumo valori di responsabilità sociale risorse umane e responsabilità sociale The work-life Balance profilo del personale Modello organizzativo Codice Etico e Organismi di controllo Salute e sicurezza sul lavoro Informazione e comunicazione

6 DA OLTRE 120 ANNI... Zuegg nasce a Lana d Adige (Sud Tirolo) nella seconda metà dell Ottocento come attività familiare ed artigiana guidata da Karl Zuegg. Per tutto il 900 l azienda si sviluppa in modo significativo, ma solo dagli anni cinquanta i suoi prodotti cominceranno ad essere distribuiti su tutto il territorio nazionale, trainati dal famoso Fruttino e dai primi succhi di frutta. Negli anni settanta, prima in Italia, Zuegg introduce un innovativa linea di confezionamento asettico di succhi di frutta in Tetra Pak. Nel 1985 viene inaugurato a Luogosano, Avellino, lo stabilimento per la lavorazione della frutta fresca e tre anni dopo vengono proposti al mercato italiano i succhi di frutta a marchio Zuegg Skipper. Nel 1991 diventa operativo lo stabilimento di Werneuchen (Berlino) dedicato alla produzione di semilavorati industriali per l industria alimentare. Da quel momento l azienda si affaccia sui mercati europei: nel 2002 acquisisce la Zörbiger Konfitüren Gmbh di Lipsia e l anno successivo la Elnia SA di Elne in Francia. Nel 2007, l azienda getta le basi per un nuovo insediamento industriale in Russia, destinato alla produzione di semilavorati, inaugurato nel giugno 2011 ad Afanasovo, nella regione Kaluga. Al 2013 il Gruppo, guidato da Oswald Zuegg, si avvale di 6 stabilimenti produttivi in Europa, due sedi commerciali, in Austria e in Svizzera, per un totale di 541 dipendenti ed un fatturato annuo complessivo di oltre 257 milioni di Euro. _6

7 Il Gruppo Zuegg... SOLO BUONI FRUTTI Il Gruppo Zuegg produce una vasta gamma di prodotti per il consumo diretto, a marchio Zuegg e Zuegg Skipper, e una altrettanto vasta e specializzata serie di prodotti derivanti dalla prima e seconda trasformazione della frutta, destinati alla grande industria alimentare. Tutta la produzione è garantita da procedure di elevatissima qualità, il famoso Metodo Zuegg, confortato da molti riconoscimenti ufficiali, tra cui la certificazione ISO 9001, l ISF (International Food Standard) e il BRC (Global Standard Food), disciplinati rispettivamente dalla Federal Association of German Trade Companies e dal British Retail Consortium. Nel 2013 la divisione brand Zuegg (B2C) ha generato circa 148 milioni di Euro, pari al 57,7% del fatturato globale, segnando un incremento del 8% rispetto al La divisione industria (B2B) ha invece prodotto oltre 108 milioni di Euro, pari al 42,3% del fatturato globale, con un trend di +13,6% rispetto all anno precedente. 257 FATTURATI in milioni di euro INDUSTRIA BRAND 232,2 95,3 108,6 FATTURATO TOTALE 2013 euro 257 milioni + 10,7% rispetto all anno precedente B2B B2C 136,9 148,4 42,3% 57,7% FATTURATO 2013 b2c per categoria di prodotto , , TREND Brand +8,3% Succhi +5,1% Confetture +13,7% 7_

8 Il Gruppo Zuegg I PRODOTTI FIRMATI ZUEGG (B2C) LE CONFETTURE Costituiscono da sempre i prodotti più naturali e genuini per tutta la famiglia e, in 120 anni di buona tradizione, si sono evolute in tante linee specializzate. Sono a marchio Zuegg le classiche confetture che tutti conoscono, poi ci sono le 100% da Frutta, prodotte solo con ingredienti provenienti dalla frutta, per una scelta più naturale che mai, le vellutate Zuegg perfette per un consumo famigliare e per la preparazione dei dolci, le praticissime monoporzione, le confetture e le passate in mastello dedicate alla pasticceria professionale e la nuova linea Zuegg Bio Cremose, morbidissime confetture con purea di frutta senza pezzi. Senza scordare il Fruttino, pratico snack di confettura per una carica di energia sempre a portata di mano. I SUCCHI I succhi di frutta esprimono tutta la vocazione Zuegg per il naturale: una scelta davvero completa e adatta ad ogni palato. Ai puristi dell alimentazione consigliamo la nostra linea benessere, nei gusti mirtillo, melograno e carota nera - ribes nero, la linea 100% Frutta Frullata, disponibile in 3 gustose ricettazioni (frutti di bosco, pera - mela - banana, pesca - arancia - mango), la serie di nettari Zuegg in confezione da tre minidosi e la linea Premium da 200 ml dedicata al canale HoReCa. Infine, oltre alla classica linea Skipper litro in brik, dal 2014 sarà disponibile una nuova linea Skipper litro in PET, completamente rinnovata nella grafica, nella forma del packaging e nella proposta di nuovi gusti a basso contenuto calorico, per soddisfare un mercato sempre più giovane ed esigente. I PRODOTTI PER L INDUSTRIA ALIMENTARE (B2B) La produzione di cinque stabilimenti del Gruppo è dedicata a prodotti di trasformazione, ovvero alla lavorazione della frutta che prepara le sostanze di base necessarie all industria alimentare. Sono amalgami di frutta (prima trasformazione) o semilavorati (seconda trasformazione) destinati a diventare parte integrante di gelati, yogurt, merendine, dolci, torte e tante altre deliziose specialità da forno. _8

9 IL GRUPPO ZUEGG. LA FRUTTA, LA VITA UN MONDO DI VALORI I valori cui Zuegg si ispira, vive, trasmette sono quelli relativi al lavoro fondato sulla collaborazione reciproca, sul rispetto interpersonale e sulla condivisione di ogni beneficio all interno del Gruppo. Tali valori, divenuti regole di comportamento ufficiali e sancite da uno statuto etico, nel 2013 sono stati portati a regime in tutte le sedi del gruppo, grazie alla consapevolezza ed il comportamento di una comunità sempre responsabile: la grande famiglia Zuegg. IL METODO ZUEGG Con l entusiasmo del fare artigianale ed una centenaria esperienza in materia di frutta, Zuegg costituisce un solido riferimento del settore, incentivando un consumo più consapevole di frutta e verdura. L attenzione per la qualità, sia nella scelta delle materie prime che in ogni singola fase di raccolta e trasformazione del prodotto, è un aspetto garantito dal nostro metodo che, con l integrazione verticale delle linee di produzione, cerca sempre, compatibilmente al tipo di frutta e alla stagionalità, di conservare pieno controllo sul sapore, il gusto, e proprietà organolettiche e salutari di ogni prodotto. LA NUOVA FILIER A ZUEGG A monte del processo produttivo, Zuegg ha da tempo avviato un progetto di approvvigionamento diretto ed autonomo della frutta. Un percorso ecologicamente sostenibile, a chilometri zero, praticato sia su campi di proprietà che su campi di agricoltori selezionati, finalizzato al totale controllo della coltivazione e della raccolta della frutta. E sono molti, nel 2013, i coltivatori che in Italia, in Germania, e nell est Europa hanno scelto Zuegg come garante del naturale passaggio dall albero alla frutta che tutti ci auspichiamo. A questi consociati, Zuegg ha dedicato tutta una serie di servizi specializzati (dalla scelta della coltivazione ottimale alla consulenza di esperti agronomi, solo per citarne alcuni) che hanno avuto l unico scopo di alimentare una filiera più breve, caratterizzata da una frutta più buona e quindi di maggior valore, nell interesse di tutti. 9_

10 Il Bilancio Ambientale NELL ATTESA DEL CAMBIAMENTO Per molti il 2012 non è stato un anno facile. Probabilmente tra pochi anni, il 2013 verrà archiviato come un anno di transizione. Se da una parte timidi segnali di ripresa economica si sono registrati in Europa, in Italia la situazione non è cambiata di molto rispetto all anno precedente. Troppe incertezze sul futuro rendono le previsioni aperte a qualsiasi scenario. Per questi motivi, il 2013 è risultato, in termini di produzione industriale, fluido e discontinuo, a riflesso di un mercato piuttosto teso e nervoso. Altrettanto discontinue sono state quindi le numerose messe a punto delle linee di produzione di alcuni stabilimenti, in seguito alle frequenti variazioni degli ordinativi. In Zuegg, il susseguirsi di produzioni diverse ha, in alcuni casi, vanificato la perfetta messa a regime delle linee produttive, producendo inevitabilmente maggior consumi ed una maggiore quantità di rifiuti prodotti. L aumento dei rifiuti, che nel nostro caso costituiscono per il 90% pregiata materia prima nei mercati del riciclo, qui difficilmente viene vissuta come negatività. Lo stabilimento di Luogosano ad esempio, nel 2013, è riuscito a fare di necessità virtù, separando e stoccando il 50% delle bucce e delle parti fibrose della frutta processata (pari a 300 t di potenziale rifiuto) per ottenere un sottoprodotto destinato all alimentazione zootecnica. Parallelamente, nello stesso periodo, lo stabilimento di Verona ha raccolto l inizio e la fine produzione dei semilavorati di frutta per sottrarli alla voce rifiuti e venderli come combustibile utile a generare biogas. La semplice dimostrazione di come Zuegg sappia fare tesoro anche dei momenti difficili, trasformando i problemi inattesi in opportunità da cogliere con intelligenza. ZERO SPRECHI, MASSIMA CONSAPEVOLEZZA I sistemi produttivi contemporanei considerano l eliminazione degli sprechi un criterio fondamentale di efficienza, senza il quale non si può parlare di qualità integrale. Inoltre, evitare di sprecare energia oggi è equivalente a produrre energia pulita. In Zuegg la corretta gestione delle risorse, ed ancora una più scrupolosa gestione degli smaltimenti, è ormai parte integrante della cultura individuale di ogni operaio, dipendente e dirigente. In tutti gli stabilimenti esistono norme e richiami continui ad un corretto uso dell acqua e l energia elettrica. Diversi sistemi automatici di prevenzione degli sprechi sono presenti in tutti reparti produttivi e amministrativi, dove viene anche praticata la raccolta differenziata dei rifiuti. Piccoli accorgimenti che rendono grande la consapevolezza di contribuire ad un mondo migliore. _10

11 11_

12 Il Bilancio Ambientale POLITICA AMBIENTALE E STRUMENTI OPER ATIVI Il presidente del Gruppo, Oswald Zuegg, considera il rispetto verso l ecosistema una peculiare garanzia dello sviluppo dell azienda. Per questo, sin dal 2001, ha voluto che i suoi ideali fossero trasmessi a tutti gli stabilimenti attraverso il direttore generale, Giovanni Maria Desenzani. Da quella data, Zuegg ha quindi orientato la sua produzione verso programmi di sostenibilità ambientale volti alla salvaguardia delle risorse e dell ambiente. Ovviamente, tutto il Gruppo è partecipe e parte attiva di queste scelte: amministratori e collaboratori sono impegnati, ciascuno nell ambito delle proprie competenze e mansioni, nel perseguimento, e a volte nel superamento, degli standard ambientali richiesti. GESTIONE AMBIENTALE NEGLI STABILIMENTI Ogni stabilimento ha tradotto la politica ambientale in azioni concrete e, attraverso l analisi dei processi produttivi, sono stati stabiliti gli aspetti ambientali da tenere sotto controllo. A tale scopo è stata inaugurata una piattaforma informatica comune, accessibile via intranet, mediante la quale condividere e confrontare i propri dati per stabilire le migliori strategie volte alla riduzione dei consumi e all ottimizzazione delle risorse. Con la misurazione sistematica dell acqua potabile, dell energia elettrica, del consumo di gas metano e dei rifiuti prodotti, si prefiggono obiettivi di miglioramento che annualmente vengono discussi con la Direzione Generale. A fronte dei risultati, si perfezionano poi gli impegni preposti a garanzia di un costante progresso degli stessi, coinvolgendo, quando è possibile, tutti i quadri e le risorse umane del Gruppo. ELEMENTI AMBIENTALI SIGNIFICATIVI ACQUA ENERGIA ELETTRICA GAS METANO Negli ultimi cento anni il fabbisogno di acqua è aumentato ad una velocità più che doppia rispetto all incremento della popolazione mondiale. E nel futuro la richiesta presto trasformerà questa risorsa nella materia più preziosa del pianeta. Appare quindi indispensabile mettere in atto sistemi che ne consentano un utilizzo razionale; per questo la gestione dei consumi e dei reflui produttivi rientra ormai tra i doveri ambientali di maggior rilevanza del Gruppo. È una risorsa fondamentale di elevato impatto ambientale che il Gruppo ha deciso di razionalizzare sia in termini di utilizzo, con la riduzione dei consumi, sia in termini di rinnovamento delle fonti, puntando sull adozione di impianti ad alto rendimento energetico, sistemi di illuminazione a basso consumo ed una politica di risparmio sistematica in grado di abbattere il più possibile i carichi energetici necessari alla produzione. Il gas metano è un combustibile naturale a basso potere inquinante, perché non contiene composti solforosi. La sua combustione risulta, come è di tutti i combustibili gassosi, facilitata dal fatto che si miscela più facilmente con l aria comburente. Ne deriva così anche un più elevato rendimento e, soprattutto, l assenza di incombusti nei fumi, ineliminabili invece nell uso di combustibili solidi o liquidi. Per questo Zuegg ha scelto di investire sul gas metano come combustibile ideale per tutto il Gruppo. ANIDRIDE CARBONICA Per contribuire a frenare il rilascio di gas dannosi all atmosfera, dal 2010 il Gruppo Zuegg ha avviato un processo di monitoraggio delle emissioni di CO 2, attivando programmi di riduzione su base annuale in fase produttiva, ottimizzando il proprio sistema di trasporti e distribuzione, con un nuovo sistema logistico di consegne. RIFIUTI INDUSTRIALI _12 I rifiuti complessivi prodotti da Zuegg sono costituiti, per circa il 90%, da imballaggi in cartone, involucri di plastica e barili in acciaio, tutte confezioni di approvvigionamento della frutta, ovvero preziose materie prime del mercato del riciclo. Il rimanente residuo organico liquido è costituito per la maggior parte dall acqua impiegata per i lavaggi delle linee produttive. Quindi la corretta gestione dei rifiuti (diversificazione e separazione alla fonte) concretizza sensibili vantaggi economici, limitando l impatto ambientale al minimo. Nello stabilimento di Verona, ad esempio, solo nel 2013, l appropriata gestione dei rifiuti ha ricavato un utile netto pari a Euro.

13 SITI PRODUTTIVI ITALIA Verona Luogosano GERMANIA Werneuchen Zorbig FRANCIA Elne RUSSIA Afanasovo AUSTRIA Graz sede commerciale SVIZZERA Coira sede commerciale 13_

14 Il Bilancio Ambientale VERONA DATI DI STABILIMENTO Posizione area industriale di Verona, Italia Anno di fondazione 1958 Area industriale mq Capacità produttive 24 ore per 3 turni lavorativi. 5 giorni su 7 Risorse ed approvvigionamenti Smaltimenti 3 pozzi idrici autonomi; elettrodotto a media tensione; metanodotto della zona industriale pubblica fognatura, depurazione mediante impianti cittadini Attività e produzione Lo stabilimento di Verona produce succhi e semilavorati di frutta, quello che viene chiamato seconda trasformazione della frutta. Quest ultima tipologia di prodotto, poco nota al consumatore finale, è destinata alle industrie alimentari ed in particolare a quelle operanti nel settore dolciario e nel settore lattiero caseario (gelati, yogurt). Le materie prime utilizzate per la produzione del succo sono le puree di frutta, i concentrati e il succo fresco che, combinati con acqua, zucchero, additivi e aromi, permettono di ottenere il prodotto finito. A seconda della loro miscelazione si possono ottenere differenti prodotti: succhi, aventi colore, aroma e gusto caratteristici del frutto da cui derivano; bevande, ovvero prodotti preparati con acqua, succo di frutta, estratti di frutta, aromatizzanti, zucchero e additivi; nettari, ottenuti dall aggiunta d acqua e zucchero a succo di frutta, purea o concentrato. Nella linea dei semilavorati, invece, è richiesta la frutta surgelata, intera o a pezzi con l aggiunta di zucchero, addensanti, additivi, coloranti e aromi. Sono semilavorati per yogurt, ovvero preparati a base di frutta da aggiungere allo yogurt e semilavorati per l industria dolciaria, preparati a base di frutta per prodotti dolciari, e preparati destinati alla produzione di gelati. _14

15 6,68 6,15 6,24 109,37 102,81 103,42 31,19 28,41 30, CONSUMO DI ACQUA rapportato alla produzione (m3/t prod.) CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA rapportato alla produzione (kw/t prod.) CONSUMO DI GAS METANO rapportato alla produzione (m3/t prod.) 12,57 11,42 12,56 0,118 0,106 0,110 RIFIUTI PRODOTTI rapportati alla produzione (kg/t prod.) EMISSIONI DI CO2 EQUIVALENTE (kg CO2/kg prod.) COMMENTO DEI DATI I dati energetici in ascesa sono conseguenti alle nuove richieste di mercato per le quali è stato necessario operare con lotti produttivi estremamente ridotti, il che ha comportato un inevitabile aumento dei tempi di fermo degli impianti e ripetuti lavaggi tra una lavorazione e l altra. 15_

16 Il Bilancio Ambientale LUOGOSANO DATI DI STABILIMENTO Posizione area San Mango sul Calore, 38Km da Avellino, Italia Anno di fondazione 1985 Area industriale mq Capacità produttive 24 ore per 3 turni lavorativi. 5 giorni su 7 bassa stagione, 6 su 7 alta stagione Risorse ed approvvigionamenti Smaltimenti acquedotto, elettrodotto a media tensione e metanodotto della zona industriale impianto di scarico acque interno, con depuratore biologica Attività e produzione Lo stabilimento è impegnato nella trasformazione della frutta fresca in materia prima per l industria alimentare. Si tratta di frutta surgelata in pezzi o intera, purea di frutta, purea concentrata di frutta e succhi di agrumi; ulteriori produzioni dopo la trasformazione della frutta sono il Fruttino e i semilavorati per le industrie dolciarie in mastelli. L attività di trasformazione è prevalentemente stagionale, concentrata nelle fasi di massima disponibilità: gennaio/aprile per la trasformazione in particolare delle arance, maggio/ottobre per le altre produzioni. La frutta fresca - ciliegie, fragole, albicocche, pesche, pere, prugne, mele, mele cotogne e arance - coltivata prevalentemente nell Italia centro-meridionale, subisce due tipi di trasformazione: dalla frutta fresca alla purea di frutta congelata; e dalla frutta fresca alla frutta surgelata intera o in pezzi. In Luogosano è importante ricordare la felicissima applicazione del programma Agronomo di sostenibilità Zuegg che prevede campi di proprietà e una stretta collaborazione con coltivatori locali. Una sinergia che ha coinvolto oltre 120 selezionati coltivatori di frutta in un raggio di 180 chilometri attorno allo stabilimento, procurando un notevole indotto sociale su tutto il territorio, riconosciuto anche dalle autorità locali. Non a caso, una via a 500 metri dallo stabilimento è stata inaugurata il 4 luglio 2013 a nome di Karl Zuegg, padre dell attuale presidente Oswald Zuegg. _16

17 5,73 6,20 6,35 142,19 142,08 151,22 39,60 40,91 45, CONSUMO DI ACQUA rapportato alla produzione (m3/t prod.) CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA rapportato alla produzione (kw/t prod.) CONSUMO DI GAS METANO rapportato alla produzione (m3/t prod.) 36,04 0,174 0,178 0,188 27,78 27,46 RIFIUTI PRODOTTI rapportati alla produzione (kg/t prod.) EMISSIONI DI CO2 EQUIVALENTE (kg CO2/kg prod.) COMMENTO DEI DATI Dati energetici in ascesa, ad eccezione dei rifiuti. La diminuzione del 15% della produzione totale, dovuta ad una stagione particolarmente sfavorevole per le arance, le albicocche e le pesche, ha diminuito i rifiuti ma anche le ore di lavorazione della frutta che deve essere trasformata in giornata, mantenendo però tutti i classici consumi energetici di una produzione a pieno regime. 17_

18 Il Bilancio Ambientale ELNE DATI DI STABILIMENTO Posizione Elne, Perpignan, Languedoc Roussillon, Francia Anno di fondazione 2002 Area industriale mq Capacità produttive 24 ore per 3 turni lavorativi. 5 giorni su 7 Risorse ed approvvigionamenti Smaltimenti acquedotto di proprietà, elettrodotto a media testone e metanodotto di zona pubblica fognatura, trattamento per le acque confluenti in zona agricola Attività e produzione Lo stabilimento di Elne, come quello di Verona, si occupa della seconda trasformazione: va ripetuto che Zuegg ha equipaggiato le fabbriche che producono semilavorati (Verona, Elne, Werneuchen e Afanasovo) con le stesse linee e le stesse procedure, in modo di ottenere un benchmarking produttivo e, insieme, la possibilità di trasferire le produzioni in caso di necessità. Linee e processi produttivi sono controllati con i più moderni sistemi di tracciabilità ed anche i programmi di manutenzione sono stati unificati a quelli degli altri stabilimenti Zuegg. _18

19 6,76 204,63 197,33 39,15 36,02 32,49 5,01 4,79 157, CONSUMO DI ACQUA rapportato alla produzione (m3/t prod.) CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA rapportato alla produzione (kw/t prod.) CONSUMO DI GAS METANO rapportato alla produzione (m3/t prod.) 22,48 21,65 28,30 0,109 0,104 0,096 RIFIUTI PRODOTTI rapportati alla produzione (kg/t prod.) EMISSIONI DI CO2 EQUIVALENTE (kg CO2/kg prod.) COMMENTO DEI DATI A fronte di un leggero aumento dei rifiuti lo stabilimento di Elne ha raggiunto, rispetto all anno precedente, un notevole aumento della produttività, un generale abbattimento dei consumi e, in particolare, un netto risparmio di acqua potabile. 19_

20 Il Bilancio Ambientale WERNEUCHEN DATI DI STABILIMENTO Posizione Werneuchen, Barnim (Berlino), Brandeburgo, Germania Anno di fondazione 1991 Area industriale mq Capacità produttive 24 ore per 3 turni lavorativi. 5 giorni su 7 Risorse ed approvvigionamenti Smaltimenti pozzo idrico di proprietà, elettrodotto a media testone e metanodotto di zona trattamento delle acque mediante processo di lagunaggio Attività e produzione Anche lo stabilimento di Werneuchen si occupa della seconda trasformazione, pertanto è dotato degli stessi impianti ed utilizza le stesse metodiche produttive degli altri tre stabilimenti Zuegg dediti a questo processo. _20

21 4,66 4,69 186,74 193,44 33,85 34,01 33,51 3,51 170, CONSUMO DI ACQUA rapportato alla produzione (m3/t prod.) CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA rapportato alla produzione (kw/t prod.) CONSUMO DI GAS METANO rapportato alla produzione (m3/t prod.) 45,65 35,33 39,94 0,188 0,188 0,175 RIFIUTI PRODOTTI rapportati alla produzione (kg/t prod.) EMISSIONI DI CO2 EQUIVALENTE (kg CO2/kg prod.) COMMENTO DEI DATI Similmente a quanto accaduto a Verona, Elne e Afanosovo, lo stabilimento di Werneuchen segnala un lieve aumento dei rifiuti rispetto al A parte ciò, lo stabilimento presenta una produzione in aumento e tutti i parametri energetici in discesa - i migliori in assoluto degli ultimi tre anni - segno di una ottima gestione delle linee produttive. 21_

22 Il Bilancio Ambientale ZÖRBIG DATI DI STABILIMENTO Posizione Zörbig, Schortewitz, Sassonia-Anhalt, Germania Anno di fondazione 1873 (in Zuegg dal 2002) Area industriale mq Capacità produttive 24 ore per 2 turni lavorativi. 5 giorni su 7 Risorse ed approvvigionamenti Smaltimenti pozzo idrico di proprietà, elettrodotto di zona, caldaie a gasolio pubblica fognatura, depuratore comunale Attività e produzione Lo stabilimento sorge in una zona tradizionalmente dedita alla produzione di confetture e marmellate. Dall acquisizione in Zuegg nel 2002, i prodotti vengono confezionati a marchio Zuegg e Orignal Zörbiger. Tre sono i formati classici di produzione: la confezione 100% da frutta senza aggiunta di saccarosio, nel formato 250 g; il formato da g di confettura per la prima colazione o spuntino; e infine il formato da 700 g destinato a preparati ad uso dolciario, ottimi per realizzare torte o crostate di frutta. Nel 2013 sono state introdotte nuove linee di packaging per rispondere adeguatamente alle nuove richieste del mercato delle confetture in Germania e in Europa. Vi si producono inoltre anche sciroppi a base di frutta, da utilizzare diluiti con acqua o per la preparazione di cocktail. _22

23 2,51 2,34 2,24 145,68 126,69 130,53 41,82 53,33 39, CONSUMO DI ACQUA rapportato alla produzione (m3/t prod.) CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA rapportato alla produzione (kw/t prod.) CONSUMO DI GAS METANO rapportato alla produzione (m3/t prod.) 16,78 15,49 23,59 0,228 0,240 0,208 RIFIUTI PRODOTTI rapportati alla produzione (kg/t prod.) EMISSIONI DI CO2 EQUIVALENTE (kg CO2/kg prod.) COMMENTO DEI DATI In un quadro generalmente positivo, gli unici dati in controtendenza risultano essere gli aumenti di consumo di energia elettrica e di rifiuti, dovuti principalmente all aggiunta delle nuove linee di confezionamento. 23_

24 Il Bilancio Ambientale AFANASOVO DATI DI STABILIMENTO Posizione Afanasovo, Oblast di Kaluga (130 Km circa da Mosca), Federazione Russa Anno di fondazione 2010 Area industriale mq Capacità produttive 24 ore per 3 turni lavorativi. 5 giorni su 7 Risorse ed approvvigionamenti Smaltimenti due pozzi idrici di proprietà, elettrodotto di zona, caldaie a gasolio impianto di depurazione biologica interno Attività e produzione La tipologia di produzione, le linee industriali e i relativi processi, rispecchiano fedelmente quelli degli stabilimenti di Verona, Elne e Werneuchen. Come differenza, Afanasovo rappresenta un centro produttivo modello, di recente costruzione e ancora in fase di ottimizzazione per quanto riguarda i consumi energetici, l efficienza produttiva e il conseguimento di tutti i parametri ambientali Zuegg. Nonostante questo, ed il mancato allacciamento al metanodotto di zona, i dati del 2013 sono altamente confortanti, registrando un quadro di rapido e netto miglioramento rispetto agli anni precedenti. _24

25 6,99 6,95 473,18 133,96 5,81 343,44 99,40 275,49 69, CONSUMO DI ACQUA rapportato alla produzione (m3/t prod.) CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA rapportato alla produzione (kw/t prod.) CONSUMO DI GAS METANO rapportato alla produzione (m3/t prod.) 37,48 0,352 10,45 26,59 0,267 0,195 RIFIUTI PRODOTTI rapportati alla produzione (kg/t prod.) EMISSIONI DI CO2 EQUIVALENTE (kg CO2/kg prod.) COMMENTO DEI DATI Il confronto con il 2012 testimonia lo sforzo intrapreso da tutte le iniziative di ottimizzazione finalizzate ad aumentare le performance produttive nel rispetto degli standard economici ed ambientali Zuegg. 25_

26 Il Bilancio Sociale SOSTENIBILITÀ E CONSUMO Decenni di trasformazione del modello industriale hanno generato imprese sempre più mature e responsabili, in cui il profitto non è l unico obiettivo da conseguire. La crescente sensibilità per l ambiente, ad esempio, è divenuto in Zuegg uno dei valori cardine della nuova rivoluzione gestionale e comportamentale. In particolare, il delicato rapporto tra sostenibilità e consumo qui non è mai stato un esercizio utopico ma piuttosto una realtà vissuta quotidianamente, realizzata da piccoli atti concreti piuttosto che da radicali atteggiamenti di vita. D altronde la crisi è oggi il più forte incentivo all assunzione di comportamenti più sostenibili, intelligenti e responsabili; e noi tutti, le persone, siamo in attesa di una grande svolta. Per questo ci attendiamo che le imprese guidino gli atteggiamenti di mercato, non solo economicamente ma soprattutto in senso etico e sociale. Il che si traduce, per Zuegg, nel diventare parte attiva della collettività, offrendo prodotti e servizi accessibili, rintracciabili e sostenibili. Soluzioni che non comportino rinunce o sacrifici, ma solo una scelta più adulta e consapevole. VALORI DI RESPONSABILITÀ SOCIALE Nell ottobre del 2011, la Commissione Europea ha ridefinito la Responsabilità Sociale di un impresa come la responsabilità causata dal suo impatto con la società. La nuova impostazione, apporta una doverosa discussione attorno al termine impatto che, essendo interpretabile in modo ampio e non definito, di fatto aumenta la portata della responsabilità a tutte le attività d impresa realmente a contatto con il mondo circostante, facendo presupporre un dovere quasi automatico conseguente alle responsabilità dirette che comunque si vengono a generare. Gli adeguamenti sociali e ambientali che l impresa ha il dovere di adottare, costituiscono allora quei valori aggiunti capaci di consolidare il ritorno di immagine e reputazione utile a rafforzare tutta la marca. In Zuegg tali adeguamenti si materializzano a partire dal forte senso di responsabilità individuale, comune a tutto il personale del Gruppo, si confrontano con il Codice Etico Aziendale e si mettono alla prova con i criteri di selezione e di scelta di tutto il sistema fornitori, oltre che attraverso il rigoroso controllo dei sistemi salute e sicurezza sul lavoro. _26

Nel 1914 viene fondata Marmellate Quarenghi, azienda specializzata nella produzione di specialità a base di mele cotogne e castagne.

Nel 1914 viene fondata Marmellate Quarenghi, azienda specializzata nella produzione di specialità a base di mele cotogne e castagne. Azienda Nel 1914 viene fondata Marmellate Quarenghi, azienda specializzata nella produzione di specialità a base di mele cotogne e castagne. Oggi Quarenghi è una realtà consolidata nel panorama delle Industrie

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

Innovazione e qualità

Innovazione e qualità Innovazione e qualità La filosofia dell azienda si basa fin dagli anni 70 sulla ricerca della qualità per garantire al consumatore finale un prodotto fresco e sano TEDALDI L azienda Tedaldi, con sede principale

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare.

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare. CARTADEIVALORI INTRODUZIONE Questa Carta dei Valori rappresenta in se stessa un Valore perché è il frutto di un grande impegno collettivo. Alla sua stesura hanno concorso migliaia di persone: i dipendenti

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

Migliorare il processo produttivo con SAP ERP

Migliorare il processo produttivo con SAP ERP ICI Caldaie Spa. Utilizzata con concessione dell autore. Migliorare il processo produttivo con SAP ERP Partner Nome dell azienda ICI Caldaie Spa Settore Caldaie per uso residenziale e industriale, generatori

Dettagli

D.O.C. s.c.s. POLITICA AMBIENTE SICUREZZA E QUALITÀ

D.O.C. s.c.s. POLITICA AMBIENTE SICUREZZA E QUALITÀ Pagina 1 di 7 D.O.C. s.c.s., ai sensi della legge 381/91, è una cooperativa sociale di tipo A, che vede al centro della sua crescita organizzativa i valori cooperativi della centralità della persona, della

Dettagli

CONSUMABILI DI STAMPA

CONSUMABILI DI STAMPA CONSUMABILI DI STAMPA #2012 L AZIENDA 39 35 37.00-16 11 17.07 Fin dal 1995, Sanzo Srl, è un azienda leader nel settore della produzione di consumabili di stampa che fornisce servizi e soluzioni integrate

Dettagli

«Siamo una società che crede nell energia pulita, impegnata a diffondere soluzioni orientate al risparmio energetico per accrescere il

«Siamo una società che crede nell energia pulita, impegnata a diffondere soluzioni orientate al risparmio energetico per accrescere il «Siamo una società che crede nell energia pulita, impegnata a diffondere soluzioni orientate al risparmio energetico per accrescere il benessere dei nostri figli. Tutte le donne e gli uomini che lavorano

Dettagli

Lavoro, San Pellegrino: Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil insieme per valorizzare il settore dell'acqua minerale

Lavoro, San Pellegrino: Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil insieme per valorizzare il settore dell'acqua minerale Lavoro, San Pellegrino: Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil insieme per valorizzare il settore dell'acqua minerale di Redazione Sicilia Journal - 28, Gen, 2016 http://www.siciliajournal.it/lavoro-san-pellegrino-fai-cisl-flai-cgil-e-uila-uil-insieme-per-valorizzare-ilsettore-dellacqua-minerale/

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

"Pure Performance" per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune

Pure Performance per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune "Pure Performance" per i Partner Una direzione chiara per una crescita comune 2 "Pure Performance" per i Partner "Pure Performance" per i Partner 3 Alfa Laval + Partner Valore per il Cliente Partner per

Dettagli

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave:

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave: 2 3 scheda SEZIONE C: SCHEDA La strategia di sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia 2014-2020 in breve La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole

Dettagli

La politica Nestlé per la Sostenibilità Ambientale

La politica Nestlé per la Sostenibilità Ambientale La politica Nestlé per la Sostenibilità Ambientale La politica Nestlé per la Sostenibilità Ambientale Azienda leader nel campo della nutrizione, della salute e del benessere, Nestlé ambisce a migliorare

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

Il futuro della stampa ECO-Compatibile

Il futuro della stampa ECO-Compatibile Il futuro della stampa ECO-Compatibile Chi è T-Trade Engineering Qual è la situazione attuale nell etichettatura industriale Perché pensare a queste tecnologie ora Cosa può cambiare con le soluzioni T-Trade

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE

brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE Brugherio, 20 gennaio 2015 piomboleghe srl via eratostene, 1-20861 brugherio (mb) tel. 039289561, fax. 039880244 info@piomboleghe.it www.piomboleghe.it cap. soc. 1.300.000,00

Dettagli

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI 1. ASPETTI GENERALI Negli ultimi anni, in gran parte dei Paesi europei, si assiste a un crescente interesse verso l attuazione di una pianificazione locale del territorio

Dettagli

Versione Nov -13. Lo specialista dell ortofrutta fresca e pronta al consumo. F o o d S e r v i c e IL FRESCO DI IV GAMMA

Versione Nov -13. Lo specialista dell ortofrutta fresca e pronta al consumo. F o o d S e r v i c e IL FRESCO DI IV GAMMA Versione Nov -13 Lo specialista dell ortofrutta fresca e pronta al consumo. F o o d S e r v i c e IL FRESCO DI IV GAMMA LO SPECIALISTA DEL FRESH-CUT: IL PARTNER IDEALE PER LA CRESCITA DEL TUO BUSINESS

Dettagli

POLITICA DI APPROVVIGIONAMENTO SOSTENIBILE

POLITICA DI APPROVVIGIONAMENTO SOSTENIBILE 2015-2018 LE NOSTRE CONVINZIONI La nostra politica di approvvigionamento sostenibile si ispira ai principi del Codice di Condotta per la Pesca Responsabile della FAO Dipartimento Pesca. In particolare,

Dettagli

SIRAM al servizio del progresso energetico

SIRAM al servizio del progresso energetico SIRAM al servizio del progresso energetico Il Gruppo Siram in Italia SIRAM SPA Leader in Italia nei servizi energetici e multitecnologici per il mercato Pubblico e Privato sede legale Milano 4 Unità di

Dettagli

Le prospettive della responsabilità sociale in Italia Una ricerca sui CEO delle imprese aderenti a Fondazione Sodalitas

Le prospettive della responsabilità sociale in Italia Una ricerca sui CEO delle imprese aderenti a Fondazione Sodalitas Fondazione Sodalitas GfK Eurisko Le prospettive della Responsabilità Sociale in Italia Aprile 2010 Le prospettive della responsabilità sociale in Italia Una ricerca sui CEO delle imprese aderenti a Fondazione

Dettagli

BILANCIO AMBIENTALE. Cav. Lav. Domenico Bosatelli, Presidente di GEWISS

BILANCIO AMBIENTALE. Cav. Lav. Domenico Bosatelli, Presidente di GEWISS BILANCIO AMBIENTALE 2012 GEWISS ha sempre superato di slancio tutte le sfide più importanti scommettendo sull innovazione e investendo nello sviluppo di nuovi prodotti. I traguardi che ci attendono saranno

Dettagli

LA BANCA E L'AMBIENTE

LA BANCA E L'AMBIENTE LA BANCA E L'AMBIENTE LA BANCA E L'AMBIENTE Abbiamo maturato negli anni una sempre maggiore sensibilità verso le tematiche ecologiche e verso la tutela dell ambiente, nonostante la nostra organizzazione

Dettagli

Lo Stabilimento di Ravenna

Lo Stabilimento di Ravenna Lo Stabilimento di Ravenna LE NOSTRE RISORSE Sin dalla costituzione EniPower ha adottato strutture organizzative snelle nell ottica di semplificare i processi operativi. Tutto il personale è stato coinvolto

Dettagli

Company Profile. Chi siamo. I nostri prodotti

Company Profile. Chi siamo. I nostri prodotti Chi siamo Fruttagel è un consorzio cooperativo, il cui scopo è dare valore a tutti gli stadi della filiera agroindustriale. A monte vi è il socio produttore, o il fornitore, che viene assistito per garantire

Dettagli

ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena

ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena Ing. Francesco Pellegrino- Energy Manager PGI Milano, 12/11/2004 INDICE 1 LA BANCA MPS 2 LA POLITICA AMBIENTALE 3 IMMOBILIARI 4 ENERGY MANAGEMENT 2 1-

Dettagli

COMMUNICATION ON PROGRESS 2012

COMMUNICATION ON PROGRESS 2012 COMMUNICATION ON PROGRESS 2012 Messaggio della Bruschi Spa attraverso il suo CEO A distanza di 1 anno dalla prima adesione all iniziativa Global Compact siamo lieti di confermare il nostro impegno a proseguire

Dettagli

Il valore dell integrazione con gli Standard di comunicazione

Il valore dell integrazione con gli Standard di comunicazione Il valore dell integrazione con gli Standard di comunicazione Servizi e soluzioni per la logistica dei documenti del ciclo dell ordine; dalla generazione alla gestione, distribuzione e conservazione sostitutiva

Dettagli

Politiche Gruppo Biesse. Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica

Politiche Gruppo Biesse. Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica Politiche Gruppo Biesse Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica 1 INDICE 1. INTRODUZIONE, PREMESSE E OBIETTIVI... 3 2. FINALITÀ DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO... 5 2.1 POLITICHE DELLA QUALITÀ... 6 2.3

Dettagli

GELATINE GIUSOGEL. La Dolce Illuminazione

GELATINE GIUSOGEL. La Dolce Illuminazione GELATINE GIUSOGEL La Dolce Illuminazione Sistema di Rintracciabilità Interna in accordo alla norma UNI EN ISO 22005:2008 GIUSO: UN SECOLO DI INNOVAZIONE Giuso nasce nel 1919, in un piccolo laboratorio

Dettagli

IL CONI PER L AMBIENTE

IL CONI PER L AMBIENTE 6 IL CONI PER L AMBIENTE LA POLITICA AMBIENTALE L IMPATTO AMBIENTALE DEL CONI 116 CONI BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2013 IL CONI PER L AMBIENTE LA POLITICA AMBIENTALE Il CONI pone una particolare attenzione

Dettagli

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY IL VALORE DELLA FIDUCIA STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY SOSTENIBILITA La sostenibilità rappresenta una grande opportunità per le imprese,

Dettagli

ISO 22000 SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA ALIMENTARE

ISO 22000 SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA ALIMENTARE ISO 22000 SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA ALIMENTARE Lo standard ISO 22000 si applica a tutte le organizzazioni direttamente o indirettamente coinvolte nella filiera alimentare. La norma è compatibile

Dettagli

si può fare di più La sostenibilità, il nuovo motore delle imprese. Più si ricercano soluzioni sostenibili e più si aprono nuove strade.

si può fare di più La sostenibilità, il nuovo motore delle imprese. Più si ricercano soluzioni sostenibili e più si aprono nuove strade. si può fare di più La sostenibilità, il nuovo motore delle imprese. Più si ricercano soluzioni sostenibili e più si aprono nuove strade. Cloros è una società certificata ISO 9001 e UNI CEI 11352, che ha

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA vision guide line 6 LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA QUANDO SI PARLA DI UN MERCATO COMPLESSO COME QUELLO DELL EDILIZIA E SI DEVE SCEGLIERE UN PARTNER CON CUI CONDIVIDERE L ATTIVITÀ SUL MERCATO, È MOLTO

Dettagli

dalla natura l energia per la vita

dalla natura l energia per la vita dalla natura l energia per la vita dalla natura l energia per la vita È racchiusa in questa frase l identità di Ciesse Energia. Poche parole per definire un azienda convinta che progresso e sviluppo, in

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

Carta di Ottawa per la promozione della salute (Ottawa Charter for Health Promotion)

Carta di Ottawa per la promozione della salute (Ottawa Charter for Health Promotion) SCHEDA 1 Carta di Ottawa per la promozione della salute (Ottawa Charter for Health Promotion) Prima Conferenza Internazionale sulla Promozione della Salute Ottawa, Canada, 7-21 novembre 1986 II primo Congresso

Dettagli

Scheda Aziendale. IN.AL.PI. S.p.A. 2009, 43 anni dopo: 34.840 mq di superficie con 15.000 mq coperti, destinati a diventare entro la fine dell anno

Scheda Aziendale. IN.AL.PI. S.p.A. 2009, 43 anni dopo: 34.840 mq di superficie con 15.000 mq coperti, destinati a diventare entro la fine dell anno IN.AL.PI. S.p.A. 14 settembre 1966: un camioncino, ottocento metri quadrati di coperto. 2009, 43 anni dopo: 34.840 mq di superficie con 15.000 mq coperti, destinati a diventare entro la fine dell anno

Dettagli

RetiPiù. Tecnologia, lavoro, sostenibilità: distribuiamo la vostra energia.

RetiPiù. Tecnologia, lavoro, sostenibilità: distribuiamo la vostra energia. Tecnologia, lavoro, sostenibilità: distribuiamo la vostra energia. Chi siamo 01 Progettiamo, costruiamo e gestiamo reti gas ed elettricità per portare energia sicura in case, imprese e istituzioni. Dietro

Dettagli

Gli stakeholder Fornitori

Gli stakeholder Fornitori Gli stakeholder Fornitori Fornitori Trasparenza, imparzialità, correttezza e presidio dei principi di sostenibilità sono alla base delle attività di approvvigionamento dei beni e dei servizi aziendali.

Dettagli

Carta straccia la materia prima sostenibile

Carta straccia la materia prima sostenibile Carta straccia la materia prima sostenibile LA CARTA STRACCIA RESTA QUI Per tradizione innovativi www.perlen.ch Una produzione il più possibile ecologica La Perlen Papier AG è stata fondata nel 1873 nel

Dettagli

Benito Campana. Strumenti per la qualità dell impresa agricola e agroalimentare

Benito Campana. Strumenti per la qualità dell impresa agricola e agroalimentare Benito Campana Strumenti per la qualità dell impresa agricola e agroalimentare Itinerario Programmare le politiche aziendali per la qualità in relazione alla normativa, alle esigenze dei mercati e alle

Dettagli

XVII Master in Marketing Management Project Work

XVII Master in Marketing Management Project Work XVII Master in Marketing Management Project Work GREEN MARKETING Baveno 14/02/2014 Letizia Marzulli Roberta Pazienza Serena Zammartini Vito Macaddino COS È IL GREEN MARKETING? Un APPROCCIO DEL MARKETING

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO SETTORIALE PER LA RIDUZIONE DELLE INEFFICIENZE ENERGETICHE TRAMITE LE E.S.C.O.

ACCORDO VOLONTARIO SETTORIALE PER LA RIDUZIONE DELLE INEFFICIENZE ENERGETICHE TRAMITE LE E.S.C.O. ACCORDO VOLONTARIO SETTORIALE PER LA RIDUZIONE DELLE INEFFICIENZE ENERGETICHE TRAMITE LE E.S.C.O. Accordo Volontario settoriale per la realizzazione di interventi per la riduzione delle inefficienze energetiche

Dettagli

Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per. la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della

Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per. la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della sostenibilità nel settore delle attività portuali PREMESSO CHE Il Documento di

Dettagli

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu CHI SIAMO Carmaconsulting nasce dall intuizione dei soci fondatori di offrire

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

3 DECALOGO DELLA QUALITÀ

3 DECALOGO DELLA QUALITÀ GENERALITÀ 1 / 10 Sommario Generalità 1 Politica della Qualità 3 DECALOGO DELLA QUALITÀ 4 Politica Ambientale PREVENZIONE 7 FORMAZIONE CULTURA ED ATTEGGIAMENTO 8 COMUNICAZIONE 8 COLLABORAZIONE CON FORNITORI

Dettagli

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA ISTITUTO DI RICERCHE ECONOMICHE E SOCIALI Osservatorio Energia Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA PREMESSA Nel marzo 2007, l Unione europea ha varato il primo concreto

Dettagli

I nostri impegni per l ambiente

I nostri impegni per l ambiente I nostri impegni per l ambiente Il Sole e la Luna ha scelto di impegnarsi quotidianamente per l ambiente, puntando sull eccellenza ambientale del marchio Ecolabel europeo per ridurre gli impatti generati

Dettagli

Perché SAP IL CASO DELL AZIENDA. www.softwarebusiness.it

Perché SAP IL CASO DELL AZIENDA. www.softwarebusiness.it LA LA SOLUZIONE SAP SAP MILL NELLE CARTIERE Perché SAP Ciò di cui l'azienda aveva bisogno era un sistema unico ed integrato come SAP che andasse a sostituire i diversi applicativi gestionali. In questo

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE ATTIVITA DELL ALTRAECONOMIA

DEFINIZIONE DELLE ATTIVITA DELL ALTRAECONOMIA ALLEGATO D DEFINIZIONE DELLE ATTIVITA DELL ALTRAECONOMIA Commercio equo e solidale 1. Il commercio equo e solidale è l attività di cooperazione economica e sociale finalizzata a consentire o migliorare

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MOSCA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MOSCA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2158 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MOSCA Agevolazioni fiscali e contributive per l assunzione di temporary manager da parte

Dettagli

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Edizione 2015 40 anni di analisi e ricerca sulle trasformazioni economiche e sociali in Italia e in Europa:

Dettagli

Coop. Fattoria della Piana Società Agricola

Coop. Fattoria della Piana Società Agricola Impianto di digestione anaerobica e cogenerazione da biogas Agroenergia della Piana Azienda: Coop. Fattoria della Piana Soc.Agricola Località: C.da Sovereto, 89020 Candidoni (RC) Potenza installata: 998

Dettagli

TNT SWISS POST AG CERTIFICAZIONI. Siamo un azienda che opera con trasparenza e coesione: le valutazioni degli esperti lo confermano.

TNT SWISS POST AG CERTIFICAZIONI. Siamo un azienda che opera con trasparenza e coesione: le valutazioni degli esperti lo confermano. tntswisspost.com +41 800 55 55 55 2015-03-31 TNT SWISS POST AG Siamo un azienda che opera con trasparenza e coesione: le valutazioni degli esperti lo confermano. THE PEOPLE NETWORK 1/10 TNT SWISS POST

Dettagli

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI.

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. IL GRUPPO ERG UNA REALTÀ MULTIENERGY DA OLTRE 70 ANNI IL GRUPPO ERG È UN PUNTO DI RIFERIMENTO NEL MERCATO ENERGETICO ITALIANO Il Gruppo, dal 2002, si è articolato in

Dettagli

LA CARTA DEI PRINCIPI PER LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: CONTESTO ED OBIETTIVI DELL INIZIATIVA CONFEDERALE

LA CARTA DEI PRINCIPI PER LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: CONTESTO ED OBIETTIVI DELL INIZIATIVA CONFEDERALE LA CARTA DEI PRINCIPI PER LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: CONTESTO ED OBIETTIVI DELL INIZIATIVA CONFEDERALE Annalisa Oddone, Confindustria Confindustria Sardegna Meridionale 12 giugno 2012 CARTA DEI PRINCIPI

Dettagli

Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico. Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi

Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico. Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi Coop per l ambiente e la sostenibilità Stiamo consumando più risorse di quanto la Terra

Dettagli

GIUSO: UN SECOLO DI INNOVAZIONE

GIUSO: UN SECOLO DI INNOVAZIONE GIUSO: UN SECOLO DI INNOVAZIONE Giuso nasce nel 1919, in un piccolo laboratorio artigianale. Da allora ha vissuto, condiviso e raccontato una storia di successo, fino a diventare oggi una solida realtà

Dettagli

LOCOROTONDO, 2 DICEMBRE 2005

LOCOROTONDO, 2 DICEMBRE 2005 LOCOROTONDO, 2 DICEMBRE 2005 PER CIO CHE CONTA E Il Sistema Coop PRINCIPALI PARAMETRI ECONOMICO-STRUTTURALI 2003 2002 variazione % Cooperative 175 178-1,7% PdV 1.280 1.265 + 1,2% Mq x 1000 1.320 1.230

Dettagli

bevande vegetali e succhi di frutta biologici www.isolabio.it

bevande vegetali e succhi di frutta biologici www.isolabio.it bevande vegetali e succhi di frutta biologici www.isolabio.it the le delizie spremute bevanda di riso drink avena drink miglio succhi con gocce di riso giò fruit nettari premium crema di riso drink farro

Dettagli

Newsletter n.2. La politica di sviluppo rurale e la filiera corta

Newsletter n.2. La politica di sviluppo rurale e la filiera corta Newsletter n.2 La politica di sviluppo rurale e la filiera corta Presentazione In questa seconda newsletter che accompagna il percorso formativo della nostra Comunità montana sulle opportunità offerte

Dettagli

SISTEMA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI BOTTIGLIE IN PET

SISTEMA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI BOTTIGLIE IN PET Risorse scarse, crisi energetiche, materie prime utilizzate e poi abbandonate: il sistema attuale di produzione e consumo è in difficoltà, come dimostra la questione, sempre più urgente, legata allo smaltimento

Dettagli

Gli Italiani, il cibo e la sostenibilità ambientale

Gli Italiani, il cibo e la sostenibilità ambientale Gli Italiani, il cibo e la sostenibilità ambientale Marilena Colussi Direttore di ricerca Food e Retail GPF Roma 4 novembre 2010 CONSUMI ALIMENTARI IN TEMPO DI CRISI 1 La difesa dell ambiente è ampiamente

Dettagli

Stabilimento di Livorno

Stabilimento di Livorno Stabilimento di Livorno Lo Stabilimento EniPower opera all interno della Raffineria Eni di Livorno dal 2000 a seguito dell acquisizione da parte della Divisione Refining & Marketing della Centrale Termoelettrica

Dettagli

IL PROJECT LEASING. per. IMPIANTI di COGENERAZIONI ALIMENTATI DA BIOMASSA

IL PROJECT LEASING. per. IMPIANTI di COGENERAZIONI ALIMENTATI DA BIOMASSA IL PROJECT LEASING per IMPIANTI di COGENERAZIONI ALIMENTATI DA BIOMASSA NUOVE opportunità di sviluppo PER LA TUA IMPRESA nel settore dell Energia 1 GLI IMPIANTI DI COGENERAZIONE La cogenerazione, CHP (Combined

Dettagli

Piano di Azione del gruppo di lavoro Albergo Verde. Sui temi della sostenibilità del turismo nel Parco dell Adamello

Piano di Azione del gruppo di lavoro Albergo Verde. Sui temi della sostenibilità del turismo nel Parco dell Adamello Piano di Azione del gruppo di lavoro Albergo Verde Sui temi della sostenibilità del turismo nel Parco dell Adamello Febbraio 2006 Premessa Il seguente Piano di Azioni scaturisce da un articolato processo

Dettagli

Diamo Energia All innovazione

Diamo Energia All innovazione Diamo Energia All innovazione Soluzioni innovative per l efficienza energetica Nata nel 2006 come impresa specializzata nello studio, sviluppo ed installazione di impianti e sistemi ad alto contenuto innovativo

Dettagli

Lo sviluppo del biogas e del biometano in Italia alla luce del nuovo Decreto legislativo 28/2011

Lo sviluppo del biogas e del biometano in Italia alla luce del nuovo Decreto legislativo 28/2011 Lo sviluppo del biogas e del biometano in Italia alla luce del nuovo Decreto legislativo 28/2011 Rocca di Casalina, Deruta (PG) 15 settembre 2011 Marino Berton Quali politiche di incentivo per il biogas

Dettagli

Società Agricola F.lli Piva. Lavoriamo per aggiungere qualità alla perfezione della natura

Società Agricola F.lli Piva. Lavoriamo per aggiungere qualità alla perfezione della natura Società Agricola F.lli Piva Lavoriamo per aggiungere qualità alla perfezione della natura L Azienda La Società Agricola F.lli Piva S.S., conosciuta con il proprio marchio commerciale UOVA DI FATTORIA è

Dettagli

La nostra azienda. Liberenergia è un azienda che offre prodotti e soluzioni integrate per il risparmio e l efficienza energetica.

La nostra azienda. Liberenergia è un azienda che offre prodotti e soluzioni integrate per il risparmio e l efficienza energetica. La nostra azienda Liberenergia è un azienda che offre prodotti e soluzioni integrate per il risparmio e l efficienza energetica. I servizi proposti riguardano in special modo progettazione e installazione

Dettagli

Manuale di Gestione Integrata POLITICA AZIENDALE. 4.2 Politica Aziendale 2. Verifica RSGI Approvazione Direzione Emissione RSGI

Manuale di Gestione Integrata POLITICA AZIENDALE. 4.2 Politica Aziendale 2. Verifica RSGI Approvazione Direzione Emissione RSGI Pag.1 di 5 SOMMARIO 4.2 Politica Aziendale 2 Verifica RSGI Approvazione Direzione Emissione RSGI. Pag.2 di 5 4.2 Politica Aziendale La Direzione della FOMET SpA adotta e diffonde ad ogni livello della

Dettagli

POLITICA DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATA POLITICA PER LA QUALITÀ E PER LA SICUREZZA

POLITICA DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATA POLITICA PER LA QUALITÀ E PER LA SICUREZZA POLITICA DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATA POLITICA PER LA QUALITÀ E PER LA SICUREZZA 01.04 La Politica per la Qualità e per la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro definita dalla Direzione contiene

Dettagli

MASTER A CHI È INDIRIZZATA QUESTA INIZIATIVA? PERCHÉ MASTER IN ALTO APPRENDISTATO? QUANTO COSTA ALL AZIENDA E AL LAUREATO? QUANDO E DOVE?

MASTER A CHI È INDIRIZZATA QUESTA INIZIATIVA? PERCHÉ MASTER IN ALTO APPRENDISTATO? QUANTO COSTA ALL AZIENDA E AL LAUREATO? QUANDO E DOVE? MASTER UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO MASTER IN ALTO APPRENDISTATO PROCESSI PRODUTTIVI CHIMICO-BIOLOGICI Monitoraggio, sicurezza, tecnologia, qualità e sostenibilità Progetto di Master Universitario

Dettagli

Ricicliamo metalli. per un futuro più sostenibile. Lavorazione e commercio di metalli non ferrosi e ferrosi

Ricicliamo metalli. per un futuro più sostenibile. Lavorazione e commercio di metalli non ferrosi e ferrosi Lavorazione e commercio di metalli non ferrosi e ferrosi Via Unità d Italia 78/80-25068 SAREZZO (BS) Italy Tel. : + 39 030 832111 - Fax.: + 39 030 832497 Mail: info@somef-spa.it www. somef-spa.it Reg.

Dettagli

Salvaguardiamo il nostro pianeta. Tecnologie e strumenti per la cura dell ambiente. Informazione Attivita Ambientali

Salvaguardiamo il nostro pianeta. Tecnologie e strumenti per la cura dell ambiente. Informazione Attivita Ambientali Salvaguardiamo il nostro pianeta Tecnologie e strumenti per la cura dell ambiente Informazione Attivita Ambientali Konica Minolta: la societa che rispetta l ambiente In qualita di produttore leader nelle

Dettagli

Carbon Footprint di un organizzazione

Carbon Footprint di un organizzazione CHE COSA E LA CARBON FOOTPRINT? La Carbon Footprint misura il contributo che le attività umane producono sull effetto serra, espresso in tonnellate di biossido di carbonio equivalente (CO 2 eq). Il tema

Dettagli

Scheda di Partecipazione per le imprese

Scheda di Partecipazione per le imprese Scheda di Partecipazione per le imprese www.festivalgreeneconomydistretto.it Da compilare e inviare entro il 29 agosto 2011 via e-mail: premio@festivalgreeneconomydistretto.it www.festivalgreeneconomydistretto.it

Dettagli

Presentazione dei dati del VI Rapporto CSR. Roberto Orsi - 3 marzo 2015 Dipartimento di Management Università Ca Foscari Venezia

Presentazione dei dati del VI Rapporto CSR. Roberto Orsi - 3 marzo 2015 Dipartimento di Management Università Ca Foscari Venezia Presentazione dei dati del VI Rapporto CSR Roberto Orsi - 3 marzo 2015 Dipartimento di Management Università Ca Foscari Venezia L Osservatorio Socialis L Osservatorio Socialis è un cantiere di promozione

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations CUSTOMER SUCCESS STORY LUGLIO 2015 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Azienda: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

Green Globe Banking Conference. Martedì 15 giugno 2010 Atrium SIA SSB Via Taramelli, 26 Milano

Green Globe Banking Conference. Martedì 15 giugno 2010 Atrium SIA SSB Via Taramelli, 26 Milano RISORSAMBIENTE Green Globe Banking Conference Martedì 15 giugno 2010 Atrium SIA SSB Via Taramelli, 26 Milano La Banca delle Comunità Locali Costituita nel 1893, quale banca locale, la Cassa Rurale di Treviglio

Dettagli

Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO

Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO Pag. 1 di 8 Consorzio Train Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO conforme ai requisiti del D.lgs. 8 giugno 2001, n. 231, e smi Codice Etico Pag. 2 di 8 CAPITOLO 1 INTRODUZIONE 1.1 FINALITA, CONTENUTI

Dettagli

PRINCIPALI OTTIMIZZAZIONI RILEVATE DA LOW IMPACT:

PRINCIPALI OTTIMIZZAZIONI RILEVATE DA LOW IMPACT: La carta utilizzata per stampare elenchi proviene tra il 30% ed il 40% di fibre riciclate e la restante parte è carta ecologica certificata FSC; La materia prima è acquistata presso Cartiere che adottano

Dettagli

Acqua Naturizzata. Obiettivo di S.EC.AM SPA: valorizzare il consumo di acqua dell acquedotto.

Acqua Naturizzata. Obiettivo di S.EC.AM SPA: valorizzare il consumo di acqua dell acquedotto. Acqua Naturizzata Obiettivo di S.EC.AM SPA: valorizzare il consumo di acqua dell acquedotto. Bere Acqua Naturizzata è una Scelta: Salutare: perché si tratta di acqua potabile di Rete, quindi sicura, resa

Dettagli

Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click

Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click - 14 gennaio 2015 - L Italia, campione del mangiar bene e del buon vino, leader mondiale nella sicurezza alimentare e nell eco-sostenibilità delle

Dettagli

Condividiamo il nostro talento

Condividiamo il nostro talento Condividiamo il nostro talento 2 La soluzione globale in implantologia Primo attore dell implantologia a sviluppare un offerta globale, Anthogyr progetta, fabbrica e distribuisce una gamma completa di

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

Macerata, 2 Dicembre 2005. benvenuti. Le strategie di crescita per il settore della calzatura: l interpretazione di Manas e Alfiere. Benvenuti!!

Macerata, 2 Dicembre 2005. benvenuti. Le strategie di crescita per il settore della calzatura: l interpretazione di Manas e Alfiere. Benvenuti!! benvenuti Le strategie di crescita per il settore della calzatura: l interpretazione di Manas e Alfiere Benvenuti!! 1 in diversi casi l attività agricola mezzadrile precedentemente condotta dalle famiglie

Dettagli

CONFERENZA INTERNAZIONALE SUL TEMA DELLA SOSTENIBILITÀ Strumenti normativi e formativi al servizio della sostenibilità

CONFERENZA INTERNAZIONALE SUL TEMA DELLA SOSTENIBILITÀ Strumenti normativi e formativi al servizio della sostenibilità CONFERENZA INTERNAZIONALE SUL TEMA DELLA SOSTENIBILITÀ Strumenti normativi e formativi al servizio della sostenibilità LA GESTIONE SOSTENIBILE DELL ENERGIA ENERGIA Prof.Luigi Bruzzi Università di Bologna

Dettagli

Salone internazionale del Gusto e Terra Madre. Partner istituzionali

Salone internazionale del Gusto e Terra Madre. Partner istituzionali Salone internazionale del Gusto e Terra Madre Partner istituzionali L iniziativa fa parte del Calendario di Torino World Design Capital 2008 Salone Internazionale del Gusto e Terra Madre, coerentemente

Dettagli

LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA. Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti

LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA. Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti SOSTENIBILITA AMBIENTALE ED ACQUISTI VERDI L Agenzia nello svolgimento delle proprie attività istituzionali concorre

Dettagli

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione - 26 maggio 2015 - Continua a crescere il numero di start-up innovative nel nostro Paese: a fine aprile avevano

Dettagli

Sergio Marini (Presidente Coldiretti)

Sergio Marini (Presidente Coldiretti) Venezia, 17 aprile 2008 Forum Internazionale DOMANI ENERGIA Quarta edizione Sergio Marini (Presidente Coldiretti) 1 Coldiretti ha affrontato la questione energetica partendo da quei fenomeni che destano

Dettagli