Ogni ufficio è formato da 100 dipendenti, i quali hanno a loro volta 3 clienti ciascuno. Inoltre, ad ogni ufficio sono stati assegnati 4 fornitori.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ogni ufficio è formato da 100 dipendenti, i quali hanno a loro volta 3 clienti ciascuno. Inoltre, ad ogni ufficio sono stati assegnati 4 fornitori."

Transcript

1 Tecnologia delle Basi Dati Analisi del dbms Postgresql. Luigi Cestoni Prima Parte Descrizione del Database Abbiamo realizzato un database costituito da quattro tabelle: 1. dipendente( id,nome,cognome,eta,telefono,idufficio) 2. ufficio( id,nome,indirizzo,citta) 3. cliente( id,nome,telefono, ,nomedipendente,cognomedipendente) 4. fornitore( id,nome,telefono, ,nomeufficio) I dipendenti sono collegati al proprio ufficio in base al campo idufficio che è chiave nella tabella ufficio, mentre i clienti e fornitori sono collegati rispettivamente a dipendente e ufficio, tramite campi testuali non chiave, appositamente per mettere maggiormente in difficoltà il DBMS e poter testare al meglio l'utilizzo di indici. Riempimento delle tabelle Le tabelle sono state riempite utilizzando delle apposite classi Java, che hanno generato dati del tutto casuali, fatta eccezione per il campo citta della tabella ufficio, per il quale sono state inserite città vere prese da un pool di trenta e inserite con distribuzione uniforme in modo da non avere risultati delle interrogazioni dipendenti dalla città indicata nella query. Le tabelle sono state riempite con i seguenti numeri di record: 1. Dipendente > Ufficio > Cliente > Fornitore > Ogni ufficio è formato da 100 dipendenti, i quali hanno a loro volta 3 clienti ciascuno. Inoltre, ad ogni ufficio sono stati assegnati 4 fornitori. Ambiente di lavoro Il sistema utilizzato per tutto il lavoro è basato su un sistema operativo linux, kubuntu Il DBMS utilizzato è PostgreSQL 8.3.

2 Interrogazioni Come prima interrogazione è stata scelta una semplice selezione sulla tabella dipendente che prelevi solo i dipendenti di una certa età. La prima volta è stata eseguita senza indici, in seguito è stato inserito un indice hash e poi btree sul campo eta. La query è semplicemente la seguente: Select * from dipendente where eta=40; Il risultato senza indice è il seguente: Il sistema esegue, ovviamente, una scansione sequenziale di tutta la tabella filtrando il campo eta. Aggiungendo un indice di tipo hash sul campo eta si ha il seguente risultato: Come si può vedere il dbms utilizza l'indice per selezionare i record la cui eta corrisponde a 40; è possibile anche vedere che il numero degli accessi è più o meno dimezzato. Aggiungendo un indice di tipo btree il risultato è il seguente: In questo caso possiamo vedere come la fase di scansione dell'indice btree è molto più veloce in casi come questo in cui cerchiamo un valore singolo o un insieme contiguo di valori, in quanto il btree è un albero bilanciato ordinato; visiteremo perciò una parte circoscritta dell'intero albero. L'indice hash è invece più efficiente in caso di accesso casuale e discontinuo. Come secondo tentativo ho provato a fare un join tra dipendente e ufficio, la query è la seguente: Select dipendente.nome from dipendente join ufficio on dipendente.idufficio=ufficio.id where idufficio=110 or idufficio=990; La prima esecuzione senza indici ha dato il risultato: Si può vedere che viene fatto un Hash Join, la tabella dipendente viene scandita sequenzialmente,

3 anche la tabella ufficio viene scandita in maniera sequenziale per creare una sorta di indice hash che verrà utilizzato nel join. Ho notato però che la selezione dell'idufficio viene fatta sulla tabella dipendente, come scritto effettivamente nella query. Da questo si evince che l'ottimizzatore non è in grado di capire che il campo idufficio della tabella dipendente e il campo id della tabella ufficio sono in realtà la stessa cosa, anche essendo scritto chiaramente nella condizione di join. Cambiando la query, ponendo le clausole esplicitamente sulla tabella ufficio, in questo modo: Select dipendente.nome from dipendente join ufficio on dipendente.idufficio=ufficio.id where ufficio.id=110 or ufficio.id=990; il piano di accesso cambia radicalmente, filtrando su ufficio grazie all'indice primario dato automaticamente al campo in quanto chiave: Per ottimizzare l'esecuzione della query possiamo inserire un indice sulla colonna idufficio della tabella dipendente; ho inserito, pertanto, un indice di tipo btree ottenendo i seguenti risultati:

4 In questo caso il piano di esecuzione della query cambia completamente. Potendo sfruttare l'indice appena messo non è necessaria una scansione sequenziale della tabella dipendente e quindi viene scelto un join di tipo Nested Loop. La query è molto più efficiente delle altre, avendo un numero di accessi circa 30 volte minore. Ho provato, per mettere in difficoltà il dbms, a modificare la condizione where della query ponendo in or una volta il campo idufficio della tabella dipendente e una volta il campo id della tabella ufficio; la query risulta la seguente: Select dipendente.nome from dipendente join ufficio on dipendente.idufficio=ufficio.id where idufficio=110 or ufficio.id=990; Ho ottenuto come risultato: Da questo risultato si può vedere che l'ottimizzatore non ha utilizzato nessuno dei due indici, né quello impostato sulla tabella dipendente, né tantomeno quello primario della tabella ufficio. Ha eseguito invece una scansione sequenziale su tutte e due le tabelle.

5 Seconda Parte Seguono dei test per verificare il corretto comportamento del DBMS a seguito del verificarsi delle anomalie delle transazioni. Faremo un test per ogni tipo di anomalia. 1) Perdita di aggiornamento Per testare questa anomalia faremo due transazioni che leggono e modificano la stessa tupla. // la prima legge il saldo ResultSet rs1=statement.executequery(); saldo1=rs1.getint(1); System. out.println( "1) letto saldo " +saldo1); // la seconda legge il saldo ResultSet rs2=statement2.executequery(); if (rs2.next()) saldo2=rs2.getint(1); System. out.println( "2) letto saldo " +saldo2); //la prima scrive il saldo incrementato di 50 saldo1+=50; query2 = "UPDATE persona SET saldo=" +saldo1+ " WHERE id=1" ; statement=connection.preparestatement(query2); statement.executeupdate(); System. out.println( "1) scritto saldo " +saldo1); connection.commit(); //la seconda scrive il saldo incrementato di 100 saldo2+=100; query3 = "UPDATE persona SET saldo=" +saldo2+ " WHERE id=1" ; statement2=connection2.preparestatement(query3); statement2.executeupdate(); System. out.println( "2) scritto saldo " +saldo2); connection2.commit(); Il codice stampa il seguente output: 1) letto saldo 120 2) letto saldo 120 1) scritto saldo 170 2) scritto saldo 220 Possiamo vedere che in effetti c'è la perdita dell'aggiornamento fatto dalla prima transazione. 2) Letture sporche In questo caso proviamo a leggere un dato che un'altra transazione sta scrivendo ma non ancora committato: // Creazione connessione Connection connection = DriverManager. getconnection (URL,USER,PASSWORD);

6 Connection connection2 = DriverManager. getconnection (URL,USER,PASSWORD); // Togliamo il commit automatico connection.setautocommit( false ); connection2.setautocommit( false ); / /Creazione Statement query1 = "SELECT saldo FROM persona WHERE id=1" ; PreparedStatement statement=connection.preparestatement(query1); PreparedStatement statement2=connection2.preparestatement(query1); // la prima legge il saldo ResultSet rs1=statement.executequery(); saldo1=rs1.getint(1); System. out.println( "1) letto saldo " +saldo1); //la prima scrive il saldo incrementato di 50 saldo1+=50; query2 = "UPDATE persona SET saldo=" +saldo1+ " WHERE id=1" ; statement=connection.preparestatement(query2); statement.executeupdate(); System. out.println( "1) scritto saldo " +saldo1); // la seconda legge il saldo ResultSet rs2=statement2.executequery(); if (rs2.next()) saldo2=rs2.getint(1); System. out.println( "2) letto saldo " +saldo2); connection2.commit(); connection.rollback(); L'output è il seguente: 1) letto saldo 100 1) scritto saldo 150 2) letto saldo 100 Possiamo vedere che postgres non consente questa anomalia, dato che nelle impostazioni di default, il livello di isolamento delle transazioni non permette il dirty read. 3) Letture inconsistenti In questo caso la prima transazione legge il dato, in seguito arriva la seconda transazione che lo legge e lo modifica. Quando la prima andrà a rileggere il dato troverà un valore diverso. Il codice utilizzato per testare questa anomalia è il seguente: // Creazione connessione Connection connection = DriverManager. getconnection (URL,USER,PASSWORD); Connection connection2 = DriverManager. getconnection (URL,USER,PASSWORD); // Togliamo il commit automatico connection.setautocommit( false ); connection2.setautocommit( false ); //Creazione Statement query1 = "SELECT saldo FROM persona WHERE id=1" ;

7 PreparedStatement statement=connection.preparestatement(query1); PreparedStatement statement2=connection2.preparestatement(query1); // la prima legge il saldo ResultSet rs1=statement.executequery(); saldo1=rs1.getint(1); System. out.println( "1) letto saldo " +saldo1); // la seconda legge il saldo ResultSet rs2=statement2.executequery(); if (rs2.next()) saldo2=rs2.getint(1); System. out.println( "2) letto saldo " +saldo2); //la seconda scrive il saldo incrementato di 100 saldo2+=100; query2 = "UPDATE persona SET saldo=" +saldo2+ " WHERE id=1" ; statement2=connection.preparestatement(query2); statement2.executeupdate(); System. out.println( "2) scritto saldo " +saldo2); connection2.commit(); // la prima legge il saldo statement=connection.preparestatement(query1); rs1=statement.executequery(); saldo1=rs1.getint(1); System. out.println( "1) letto saldo " +saldo1); connection.commit(); L'output seguente ci mostra che Postgres nel suo livello di isolamento base soffre di questa anomalia. 4) Aggiornamento fantasma La prima transazione comincia a leggere i tre saldi, nel frattempo arriva la seconda transazione che sposta 100 dal saldo della persona 2 e lo mette alla persona 3. La prima transazione finisce di leggere i dati e stampa il totale, che purtroppo è errato. Il codice utilizzato è il seguente: // Creazione connessione Connection connection = DriverManager. getconnection (URL,USER,PASSWORD); Connection connection2 = DriverManager. getconnection (URL,USER,PASSWORD); / / Togliamo il commit automatico Connection.setAutoCommit( false ); connection2.setautocommit( false ); //Creazione variabili String querylettura1 = "SELECT saldo FROM persona WHERE id=1" ; String querylettura2 = "SELECT saldo FROM persona WHERE id=2" ; String querylettura3 = "SELECT saldo FROM persona WHERE id=3" ;

8 int saldo1_1=0; int saldo1_2=0; int saldo1_3=0; int saldo2_1=0; int saldo2_2=0; int saldo2_3=0; //Creazione Statement PreparedStatement statement; PreparedStatement statement2; statement=connection.preparestatement( "SELECT SUM(saldo) from persona" ); ResultSet rs=statement.executequery(); if (rs.next()) System. out.println( "TOTALE SALDO= " +rs.getint(1)); // la prima legge il saldo della persona id=1 statement=connection.preparestatement(querylettura1); ResultSet rs1=statement.executequery(); saldo1_1=rs1.getint(1); System. out.println( "1) letto saldo della persona 1 = " +saldo1_1); // la seconda legge il saldo della persona id=2 statement2=connection.preparestatement(querylettura2); ResultSet rs2=statement2.executequery(); if (rs2.next()) saldo2_2=rs2.getint(1); System. out.println( "2) letto saldo della persona 2 = " +saldo2_2); // la prima legge il saldo della persona id=2 statement=connection.preparestatement(querylettura2); rs1=statement.executequery(); saldo1_2=rs1.getint(1); System. out.println( "1) letto saldo della persona 2 = " +saldo1_2); // la seconda modifica il saldo spondando 100 dalla persona 2 alla 3 saldo2_2=saldo2_2 100; statement2=connection.preparestatement(querylettura3); rs2=statement2.executequery(); if (rs2.next()) saldo2_3=rs2.getint(1); System. out.println( "2) letto saldo della persona 3 = " +saldo2_3); saldo2_3=saldo2_3+100; query2= "UPDATE persona SET saldo=" +saldo2_2+ " WHERE id=2" ; query3= "UPDATE persona SET saldo=" +saldo2_3+ " WHERE id=3" ; statement2=connection.preparestatement(query2); statement2.executeupdate(); statement2=connection.preparestatement(query3); statement2.executeupdate(); connection2.commit();

9 // la prima legge il saldo della persona id=3 statement=connection.preparestatement(querylettura3); rs1=statement.executequery(); saldo1_3=rs1.getint(1); System. out.println( "1) letto saldo della persona 3 = " +saldo1_3); int saldotot=saldo1_1+saldo1_2+saldo1_3; System. out.println( "1) Il totale è " +saldotot); connection.commit(); 5) Inserimento fantasma L'inserimento fantasma si riscontra quando una transazione va a valutare un valore aggregato relativo a tutti i record della tabella, ad esempio la somma del saldo delle persone: // Creazione connessione Connection connection = DriverManager. getconnection (URL,USER,PASSWORD); Connection connection2 = DriverManager. getconnection (URL,USER,PASSWORD); // Togliamo il commit automatico connection.setautocommit( false ); connection2.setautocommit( false ); //Creazione Statement PreparedStatement statement; PreparedStatement statement2; // la prima legge il saldo statement=connection.preparestatement( "SELECT SUM(saldo) from persona" ); ResultSet rs1=statement.executequery(); System. out.println( "TOTALE SALDO= " +rs1.getint(1)); // la seconda inserisce una nuova persona String queryinsert= "INSERT INTO persona(nome,cognome,saldo) VALUES('pinco','pallino',1000)" ; statement2=connection.preparestatement(queryinsert); statement2.executeupdate(); System. out.println( "2) Inserita nuova persona" ); connection2.commit(); // la prima legge il saldo statement=connection.preparestatement( "SELECT SUM(saldo) from persona" ); rs1=statement.executequery(); System. out.println( "TOTALE SALDO= " +rs1.getint(1)); connection.commit(); L'output è il seguente: TOTALE SALDO= 700

10 2) Inserita nuova persona TOTALE SALDO= 1700 Anche questa anomalia è stata riscontrata in postgres. Riassumendo il DBMS PosrgreSQL gestisce i seguenti livelli di isolamento:

Per poter interagire con un database in rete mediante uno script php bisogna. innanzitutto cerare una connessione. Ciò si ottiene mediante la funzione

Per poter interagire con un database in rete mediante uno script php bisogna. innanzitutto cerare una connessione. Ciò si ottiene mediante la funzione MYSQL E PHP Per poter interagire con un database in rete mediante uno script php bisogna innanzitutto cerare una connessione. Ciò si ottiene mediante la funzione MySQL_connect(nome del host, nome utente,

Dettagli

Parte 6 Esercitazione sull accesso ai file

Parte 6 Esercitazione sull accesso ai file Gestione dei dati Parte 6 Esercitazione sull accesso ai file Maurizio Lenzerini, Riccardo Rosati Facoltà di Ingegneria Sapienza Università di Roma Anno Accademico 2012/2013 http://www.dis.uniroma1.it/~rosati/gd/

Dettagli

ACCESS. Database: archivio elettronico, dotato di un programma di interfaccia che facilita la registrazione e la ricerca dei dati.

ACCESS. Database: archivio elettronico, dotato di un programma di interfaccia che facilita la registrazione e la ricerca dei dati. ACCESS Database: archivio elettronico, dotato di un programma di interfaccia che facilita la registrazione e la ricerca dei dati. Database Relazionale: tipo di database attualmente più diffuso grazie alla

Dettagli

Il sistema informativo deve essere di tipo centralizzato e accessibile mediante un computer server installato nella rete locale dell albergo.

Il sistema informativo deve essere di tipo centralizzato e accessibile mediante un computer server installato nella rete locale dell albergo. PROBLEMA. Un albergo di una grande città intende gestire in modo automatizzato sia le prenotazioni sia i soggiorni e realizzare un database. Ogni cliente viene individuato, tra l altro, con i dati anagrafici,

Dettagli

Anagrafe Nazionale Studenti aggiornamento sincronizzato. Guida Operativa

Anagrafe Nazionale Studenti aggiornamento sincronizzato. Guida Operativa Anagrafe Nazionale Studenti aggiornamento sincronizzato Guida Operativa 1 INTRODUZIONE L'aggiornamento sincronizzato consente di riportare in tempo reale sul SIDI le modifiche operate sul programma Gestione

Dettagli

Manutenzione periodica al PIANO DEI CONTI

Manutenzione periodica al PIANO DEI CONTI Manutenzione periodica al PIANO DEI CONTI La nuova gestione Utilità Piano dei Conti Premessa... 2 La creazione di un nuovo sottoconto... 3 1. Nuovo sottoconto tramite duplica da piano dei conti standard...

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE BASI DATI RELAZIONALI

INTRODUZIONE ALLE BASI DATI RELAZIONALI INTRODUZIONE ALLE BASI DATI RELAZIONALI RELAZIONI E TABELLE Nelle BASI DI DATI RELAZIONALI le informazioni sono organizzate in TABELLE; Le tabelle sono rappresentate mediante griglie suddivise in RIGHE

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE. RELEASE Versione Applicativo: GECOM F24

NOTE OPERATIVE DI RELEASE. RELEASE Versione Applicativo: GECOM F24 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2010.6.0 Applicativo: GECOM

Dettagli

Procedura operativa per la gestione della funzione di formazione classi prime

Procedura operativa per la gestione della funzione di formazione classi prime Procedura operativa per la gestione della funzione di formazione classi prime Questa funzione viene fornita allo scopo di effettuare la formazione delle classi prime nel rispetto dei parametri indicati

Dettagli

Integrazione al Manuale Utente 1

Integrazione al Manuale Utente 1 CONTABILITA PROFESSIONISTI La contabilità dei professionisti di Picam (criterio di cassa, registro cronologico, registro incassi e/o pagamenti) è utilizzabile solamente nella versione Picam.com e Picam.com

Dettagli

SPECIFICHE OPERATIVE X LA CONTABILITA DEI PROFESSIONISTI

SPECIFICHE OPERATIVE X LA CONTABILITA DEI PROFESSIONISTI SPECIFICHE OPERATIVE X LA Note: Il presente manuale vuole essere solo una guida sommaria per agevolare l operatore nell utilizzo della procedura e pertanto non essendo esaustivo di tutte le funzionalità

Dettagli

Note_Batch_Application 04/02/2011

Note_Batch_Application 04/02/2011 Note Utente Batch Application Cielonext La Batch Application consente di eseguire lavori sottomessi consentendo agli utenti di procedere con altre operazioni senza dover attendere la conclusione dei suddetti

Dettagli

Configurare il client Mail

Configurare il client Mail d/m/y H:i 1/5 Configurare il client Mail Configurare il client Mail NOTA: queste procedure si riferiscono a MacOSX versione 10.6.8 (Snow Leopard) con client Mail versione 4.5. Le altre versioni potrebbero

Dettagli

Modulo 17: Invio del BF tramite

Modulo 17: Invio del BF tramite Modulo 17: Invio del BF tramite E-mail Obiettivi del modulo 17 Gestione dell invio In questo modulo viene spiegata la funzione che permette di inviare per e-mail al cliente la prenotazione creata in agenzia

Dettagli

PowerDIP Software gestione presenze del personale aziendale. - Guida all inserimento e gestione dei turni di lavoro -

PowerDIP Software gestione presenze del personale aziendale. - Guida all inserimento e gestione dei turni di lavoro - PowerDIP Software gestione presenze del personale aziendale - Guida all inserimento e gestione dei turni di lavoro - Informazioni preliminari. E necessario innanzitutto scaricare e installare l ultima

Dettagli

DESCRIZIONE CREAZIONE APP Si suddivide in 4 fasi di lavoro: 1. PIANIFICAZIONE; 2. PROGETTAZIONE; 3. SVILUPPO; 4. DISTRIBUZIONE.

DESCRIZIONE CREAZIONE APP Si suddivide in 4 fasi di lavoro: 1. PIANIFICAZIONE; 2. PROGETTAZIONE; 3. SVILUPPO; 4. DISTRIBUZIONE. DESCRIZIONE CREAZIONE APP Si suddivide in 4 fasi di lavoro: 1. PIANIFICAZIONE; 2. PROGETTAZIONE; 3. SVILUPPO; 4. DISTRIBUZIONE. PIANIFICAZIONE La pianificazione è la prima fase. Questa è la più delicata

Dettagli

EXCEL: FORMATTAZIONE E FORMULE

EXCEL: FORMATTAZIONE E FORMULE EXCEL: FORMATTAZIONE E FORMULE Test VERO o FALSO (se FALSO giustifica la risposta) 1) In excel il contenuto di una cella viene visualizzato nella barra di stato 2) In excel il simbolo = viene utilizzato

Dettagli

Fattura Elettronica e Piattaforma Certificazione dei Crediti (PCC).

Fattura Elettronica e Piattaforma Certificazione dei Crediti (PCC). Piattaforma Certificazione dei Crediti e Fattura Elettronica (Guida per inserimento manuale dati pagamento) 1 Fattura Elettronica e Piattaforma Certificazione dei Crediti (PCC). L introduzione della Fattura

Dettagli

V. Moriggia Modelli di Base Dati. Modelli di Base Dati. a.a. 2001/2002 4.1

V. Moriggia Modelli di Base Dati. Modelli di Base Dati. a.a. 2001/2002 4.1 Modelli di Base Dati 4 Un DBMS: Access a.a. 2001/2002 4.1 DBMS 4.2 DBMS = Data Base Management System Software per la costruzione e la gestione di una base dati Esempi di DBMS: Oracle, MySQL, SQLServer,

Dettagli

Sito web Telefono (Carmine)

Sito web Telefono (Carmine) Vespasiano Carmine BASE Totocalcio2012 Tutorial I tutorials totocalcio precedenti sono disponibili gratis alla pagina web. http://vecasoft.it/download_vecasoft.htm BASE Totocalcio v3.0.0.32 TotoQuote Totocalcio

Dettagli

Esercitazione su Bilancio Familiare

Esercitazione su Bilancio Familiare Esercitazione su Bilancio Familiare 1 - Apri una nuova cartella di lavoro vuota di Excel 2 - Rinomina "Totali" il primo foglio. 3 - Nel foglio, ora rinominato "Totali", inizia a compilare i seguenti dati,

Dettagli

2011 Politecnico di Torino 1

2011 Politecnico di Torino 1 SQL per le applicazioni Esercitazione PHP e MySQL Svolgimento D B M G Passi di risoluzione creazione e popolamento della base di dati Creazione di un script SQL Passo 2 creazione di una query d interrogazione

Dettagli

GESTIONE ACCESSI AI SERVIZI WEB DELLE CO

GESTIONE ACCESSI AI SERVIZI WEB DELLE CO REGIONE LIGURIA Assessorato alle politiche del lavoro e dell occupazione, politiche dell immigrazione e dell emigrazione, trasporti Dipartimento Istruzione, Formazione e Lavoro GESTIONE ACCESSI AI SERVIZI

Dettagli

INDICE. Vista Libretto Livello Digitale 2. Importazione di dati da strumento 3. Inserisci File Vari 5. Compensazione Quote 5.

INDICE. Vista Libretto Livello Digitale 2. Importazione di dati da strumento 3. Inserisci File Vari 5. Compensazione Quote 5. Prodotto da INDICE Vista Libretto Livello Digitale 2 Importazione di dati da strumento 3 Inserisci File Vari 5 Compensazione Quote 5 Uscite 6 File Esporta Livellazioni (.CSV) 6 Corso Livello Digitale Pag.

Dettagli

OPERAZIONI CHIUSURA E APERTURA Note operative

OPERAZIONI CHIUSURA E APERTURA Note operative OPERAZIONI CHIUSURA E APERTURA Note operative N.B. E importante accertarsi, in caso di multiutenza, che altri operatori non effettuino operazioni contabili mentre ci si appresta a generare le chiusure

Dettagli

Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 12 JDBC. Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2012

Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 12 JDBC. Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2012 + Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 12 JDBC + Cosa vediamo nella lezione di oggi Oggi analizzeremo insieme una specifica tecnologia Java per l accesso e la manipolazione di basi di dati relazionali

Dettagli

VALORIZZAZIONE MOVIMENTI DI SCARICO E VALORIZZAZIONE TRASFERIMENTO COSTI DI ANALITICA

VALORIZZAZIONE MOVIMENTI DI SCARICO E VALORIZZAZIONE TRASFERIMENTO COSTI DI ANALITICA VALORIZZAZIONE MOVIMENTI DI SCARICO E VALORIZZAZIONE TRASFERIMENTO COSTI DI ANALITICA Riportiamo di seguito i vari passaggi per poter gestire la rivalorizzazione, sui documenti di scarico, del costo di

Dettagli

Oggetto: Utility per la variazione massiva del codice IVA.

Oggetto: Utility per la variazione massiva del codice IVA. Oggetto: Utility per la variazione massiva del codice IVA. Questa utility permette la variazione di massa dei codici IVA nelle anagrafiche articoli, clienti e fornitori e nei documenti significativi al

Dettagli

Manuale Pubblicazione esito di gara/affidamento diretto svolti al di fuori del sistema SICP

Manuale Pubblicazione esito di gara/affidamento diretto svolti al di fuori del sistema SICP Informationssystem für Öffentliche Verträge A BREVE SARA DISPONIBILE LA VERSIONE IN TEDESCO DEL MANUALE Manuale Pubblicazione esito di gara/affidamento diretto svolti al di fuori del sistema SICP Vers.

Dettagli

Introduzione alle macchine a stati (non definitivo)

Introduzione alle macchine a stati (non definitivo) Introduzione alle macchine a stati (non definitivo) - Introduzione Il modo migliore per affrontare un problema di automazione industriale (anche non particolarmente complesso) consiste nel dividerlo in

Dettagli

Autodesk Map parte I digitalizzazione e importazione dati

Autodesk Map parte I digitalizzazione e importazione dati Autodesk Map parte I digitalizzazione e importazione dati Marco Negretti e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi.it V 5.1 10/10/08 I dati in Autodesk Map I dati vengono memorizzati

Dettagli

Fondamenti di Informatica. Algoritmi di Ricerca e di Ordinamento

Fondamenti di Informatica. Algoritmi di Ricerca e di Ordinamento Fondamenti di Informatica Algoritmi di Ricerca e di Ordinamento 1 Ricerca in una sequenza di elementi Data una sequenza di elementi, occorre verificare se un elemento fa parte della sequenza oppure l elemento

Dettagli

Progetto NoiPA per la gestione giuridicoeconomica del personale delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario della Regione Lazio

Progetto NoiPA per la gestione giuridicoeconomica del personale delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario della Regione Lazio Progetto NoiPA per la gestione giuridicoeconomica del personale delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario della Regione Lazio Pillola operativa Presenze Rilevazione timbrature Versione 1.1 del

Dettagli

Programma Richiesta riproduzione RFID versione 1.0

Programma Richiesta riproduzione RFID versione 1.0 Programma Richiesta riproduzione RFID versione 1.0 Il programma consente al gestore di acquisire l elenco degli apparecchi cui all art. 110 del T.U.L.P.S., comma 7 da allegare alle dichiarazioni di cui

Dettagli

GUIDA RAPIDA EDILCONNECT

GUIDA RAPIDA EDILCONNECT 1 GUIDA RAPIDA EDILCONNECT Prima di iniziare In EdilConnect è spesso presente il simbolo vicino ai campi di inserimento. Passando il mouse sopra tale simbolo viene visualizzato un aiuto contestuale relativo

Dettagli

SQL Server 2008. Architettura Client-Server. SQL Server 2008. Introduzione all uso di SQL Server 2008. Dutto Riccardo. http://dbdmg.polito.

SQL Server 2008. Architettura Client-Server. SQL Server 2008. Introduzione all uso di SQL Server 2008. Dutto Riccardo. http://dbdmg.polito. SQL Server 2008 Introduzione all uso di SQL Server 2008 Dutto Riccardo http://dbdmg.polito.it SQL Server 2008 Gestione dei server OLAP e OLTP Gestione Utenti Creazione e gestione DB SQL Server Business

Dettagli

FUNZIONI DI BASE PANNELLO SMS

FUNZIONI DI BASE PANNELLO SMS FUNZIONI DI BASE PANNELLO SMS Il pannello sms può essere utilizzato in vari: 1 Inviare un singolo sms (in questo settare solo in mittente in opzioni) 2 inviare sms multipli alla propria rubrica divisa

Dettagli

FILE E INDICI Architettura DBMS

FILE E INDICI Architettura DBMS FILE E INDICI Architettura DBMS Giorgio Giacinto 2010 Database 2 Dati su dispositivi di memorizzazione esterni! Dischi! si può leggere qualunque pagina a costo medio fisso! Nastri! si possono leggere le

Dettagli

ELENCHI DEL PERSONALE

ELENCHI DEL PERSONALE ELENCHI DEL PERSONALE Cineca CSA Pagina 1 di 23 Funzione di menu: ELENCHI DEL PERSONALE. Percorso di menu (previa necessaria autorizzazione all uso): PERSONALE > ELENCHI DEL PERSONALE Nelle pagine successive

Dettagli

Manuale Sito Videotrend

Manuale Sito Videotrend Manuale Sito Videotrend 1 Sommario INTRODUZIONE...3 PRESENTAZIONE...4 1 GESTIONE DDNS...6 1.1 GESTIONE DDNS...6 1.2 CONNESSIONE DDNS...6 1.3 CREA ACCOUNT DDNS...7 1.4 GESTIONEACCOUNT...7 1.5 IMPIANTI DDNS...8

Dettagli

Zeroshell su APU1D. By Paolo Iapilone paolo.iapilone@outlook.com Febbraio 2015. Zeroshell su APU1D By Paolo Iapilone

Zeroshell su APU1D. By Paolo Iapilone paolo.iapilone@outlook.com Febbraio 2015. Zeroshell su APU1D By Paolo Iapilone Zeroshell su APU1D By Paolo Iapilone paolo.iapilone@outlook.com Febbraio 2015 1 Sommario Scopo del documento... 3 Installazione ZS... 3 2 Scopo del documento Il presente documento illustra l installazione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 7 8 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Aggiornamento Patch

Dettagli

ALBO PRETORIO WEB MANUALE DI GESTIONE

ALBO PRETORIO WEB MANUALE DI GESTIONE ALBO PRETORIO WEB MANUALE DI GESTIONE Demos Data S.r.l. INDICE 1. Accesso all area riservata 2. Inserimento di una nuova pubblicazione con allegati 2.1 Nuova pubblicazione 2.2 Allegare documenti 3. Modifica

Dettagli

La segreteria didattica dovrà eseguire semplici operazioni per effettuare lo scrutinio:

La segreteria didattica dovrà eseguire semplici operazioni per effettuare lo scrutinio: GESTIONE SCRUTINI SEGRETERIA La segreteria didattica dovrà eseguire semplici operazioni per effettuare lo scrutinio: 1. CONTROLLO PIANI DI STUDIO DELLE CLASSI; 2. ASSEGNAZIONI PROFESSORI MATERIE; 3. CONTROLLO

Dettagli

Progetto B. Utenti. Di conseguenza si potranno avere solo utenti di questi tipi

Progetto B. Utenti. Di conseguenza si potranno avere solo utenti di questi tipi Progetto B Progettare un applicazione web basata su Servlet e JSP che permetta la collaborazione di diversi utenti nel creare, aggiornare e gestire un archivio di pagine personali degli autori di un giornale.

Dettagli

Modellazione avanzata di fogli di lavoro Bilancio Famigliare

Modellazione avanzata di fogli di lavoro Bilancio Famigliare info@ecs-software.it Corso di Excel base Esercizitazione pratica Modellazione avanzata di fogli di lavoro Bilancio Famigliare Uso intensivo di formule e metodologie di sviluppo dei fogli di lavoro. Vediamo

Dettagli

MANUALE ISCRIZIONE E DOMANDA ON-LINE

MANUALE ISCRIZIONE E DOMANDA ON-LINE MANUALE ISCRIZIONE E DOMANDA ON-LINE SOMMARIO INTRODUZIONE REGISTRAZIONE UTENTI GIA CONOSCIUTI DAL SISTEMA ACCESSO AL SITO PRIMO ACCESSO RICHIESTA ISCRIZIONE AI SERVIZI CONTROLLO STATO DELLA DOMANDA CANCELLAZIONE

Dettagli

M n a u n a u l a e l e o p o e p r e a r t a i t v i o v o Ver. 1.0 19/12/2014

M n a u n a u l a e l e o p o e p r e a r t a i t v i o v o Ver. 1.0 19/12/2014 Ver. 1.0 19/12/2014 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Aspetti funzionali NtipaTime... 3 2 Accesso al sistema... 4 2.1 Riservatezza dei dati login Utente... 4 2.2 Funzionalità Role_user... 5 2.2.1 Struttura

Dettagli

Strutture di accesso ai dati: B + -tree

Strutture di accesso ai dati: B + -tree Strutture di accesso ai dati: B + -tree A L B E R T O B E L U S S I S E C O N D A P A R T E A N N O A C C A D E M I C O 2 0 0 9-2 0 0 Osservazione Quando l indice aumenta di dimensioni, non può risiedere

Dettagli

GUIDA RAPIDA RILEVAZIONE ESITO FINALE DEGLI SCRUTINI ANNO SCOLASTICO 2011/2012

GUIDA RAPIDA RILEVAZIONE ESITO FINALE DEGLI SCRUTINI ANNO SCOLASTICO 2011/2012 GUIDA RAPIDA RILEVAZIONE ESITO FINALE DEGLI SCRUTINI ANNO SCOLASTICO 2011/2012 IMPORTANTE: Prima di procedere, aggiornare i programmi Alunni ed Axios SIDI alle ultime versioni riportate nel sito www.axiositalia.com

Dettagli

Non si deve fare ALCUN riferimento alla parte specifica di JDBC.

Non si deve fare ALCUN riferimento alla parte specifica di JDBC. Un applicazione per la quale sia fondamentale l indipendenza dal Database può essere scritta in Java usando le specifiche. (Package java.sql) Non devono essere usate chiamate specifiche del database: Si

Dettagli

Files in C++ Fondamenti di Informatica. R. Basili. a.a. 2006-2007

Files in C++ Fondamenti di Informatica. R. Basili. a.a. 2006-2007 Files in C++ Fondamenti di Informatica R. Basili a.a. 2006-2007 Sintesi Motivazioni Definizione di file in C++ Un esempio Uso dei file Esempi Esercizi Motivazioni il programma in esecuzione legge (sequenzialmente)

Dettagli

"HELP" Come utilizzare le funzionalità di

HELP Come utilizzare le funzionalità di "HELP" Come utilizzare le funzionalità di Centro documentazione Terotec on web 1 FUNZIONALITA' DEL MOTORE DI RICERCA Il motore di ricerca di CenTer è lo strumento operativo fondamentale: consente la navigazione

Dettagli

Costruttore di numeri della WebDewey

Costruttore di numeri della WebDewey Costruttore di numeri della WebDewey Elaborazione da parte della Redazione WebDewey Italiana sulla base di documenti originali prodotti da OCLC o pubblicati sul blog 025.431 L approccio generale alla costruzione

Dettagli

TERNA SRM- Aste On Line Manuale Fornitore

TERNA SRM- Aste On Line Manuale Fornitore TERNA SRM- Aste On Line Pagina 1 di 21 Indice dei contenuti INDICE DEI CONTENUTI... 2 INDICE DELLE FIGURE... 3 INDICE DELLE TABELLE... 3 1. INTRODUZIONE... 4 1.1. GENERALITÀ... 4 1.2. SCOPO E CAMPO DI

Dettagli

Gestione Multilingua

Gestione Multilingua Gestione Multilingua REDAZIONE Revisione Redatto da Funzione Data Approvato da Funzione Data 00 Silvia Governatori Analista funzionale junior 28/01/2011 REVISIONI Revisione 00 Prima emissione Descrizione

Dettagli

Manuale Utente IMPORT PROFIM 2000

Manuale Utente IMPORT PROFIM 2000 Manuale Utente IMPORT PROFIM 2000 Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT PROFIM 2000... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione

Dettagli

MANUALE DI USO. Documento: Manuale 005 FLUSSO DATI E COLLEGAMENTO A BANCHE DATI ESTERNE

MANUALE DI USO. Documento: Manuale 005 FLUSSO DATI E COLLEGAMENTO A BANCHE DATI ESTERNE MANUALE DI USO Documento: Manuale 005 FLUSSO DATI E COLLEGAMENTO A BANCHE DATI ESTERNE Ultima revisione 07 gennaio 2016 Man005 Flusso dati e collegamento a banche dati esterne 07 gennaio 2016 Pag. 1 FLUSSO

Dettagli

Gestione Commissioni Esami

Gestione Commissioni Esami Gestione Commissioni Esami Sistema informatico ESSE3 Versione 3.0 Autore Stato Revisore Gruppo Esse3 Approvato P. Casalaspro Data 30/01/2014 Distribuito a: Utenti Esse3 SOMMARIO 1 Introduzione... 1 1.1

Dettagli

NUVOLA COMUNICAZIONI

NUVOLA COMUNICAZIONI NUVOLA COMUNICAZIONI Indice Del Manuale 1 - Introduzione al Manuale Operativo 2 - Come creare una comunicazione 2.1 Creare una categoria 2.2 Creare una Comunicazione 2.2.1 Come utilizzare gli editor di

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica I Fogli Elettronici: tabelle Pivot - Creare e gestire le tabelle Pivot Prof. De Maio Carmen cdemaio@unisa.it Tabella Pivot Le tabelle Pivot sono un potentissimo strumento di analisi

Dettagli

Fondamenti VBA. Che cos è VBA

Fondamenti VBA. Che cos è VBA Fondamenti VBA Che cos è VBA VBA, Visual Basic for Application è un linguaggio di programmazione, inserito nelle applicazioni Office di Microsoft (Ms Word, Ms Excel, Ms PowerPoint, Visio). VBA è una implementazione

Dettagli

Indice. Ricerca richiesta d offerta. Risultati della ricerca Navigazione Stati

Indice. Ricerca richiesta d offerta. Risultati della ricerca Navigazione Stati Indice Ricerca richiesta d offerta Risultati della ricerca Navigazione Stati Dettaglio richiesta d offerta Codice materiale cliente Note di posizione Aggiungi al carrello 1 di 8 Ricerca richiesta d offerta

Dettagli

Manuale Accesso Enti Esterni

Manuale Accesso Enti Esterni Manuale Accesso Enti Esterni Indice 1. Indice 1. INDICE... 2 2. ACCESSO AL SISTEMA... 3 3. LAVORATORI... 3 3.1 RICERCA DI UN NOMINATIVO... 3 3.2 VISUALIZZAZIONE DEI DATI... 4 3.2.1 Anagrafica... 4 3.2.2

Dettagli

Come fare teleassistenza al dispositivo EPA tramite Sitemanager 3229 con chiave UMTS

Come fare teleassistenza al dispositivo EPA tramite Sitemanager 3229 con chiave UMTS Come fare teleassistenza al dispositivo EPA tramite Sitemanager 3229 con chiave UMTS Una volta configurato il dispositivo EPA secondo le specifiche del cliente e connesso al Sitemanager attraverso la porta

Dettagli

Libretto Elettronico Scuole di Specializzazione dell Area Medica Sede di Udine

Libretto Elettronico Scuole di Specializzazione dell Area Medica Sede di Udine GUIDA PER IL DOCENTE Libretto Elettronico Scuole di Specializzazione dell Area Medica Sede di Udine 1 Sommario PREMESSA... 3 ACCESSO AL SISTEMA... 3 VOCE DI MENU : SPECIALIZZANDI... 4 VOCE DI MENU : AZIONI...

Dettagli

1 PERCHÉ LA AG-HPX301E È UNA CAMERA RIVOLUZIONARIA?

1 PERCHÉ LA AG-HPX301E È UNA CAMERA RIVOLUZIONARIA? 1 PERCHÉ LA AG-HPX301E È UNA CAMERA RIVOLUZIONARIA? Per diversi motivi, a cominciare dal fatto che introduce in un prodotto dal costo inferiore ai 10.000 Euro un codec di registrazione fino ad oggi utilizzato

Dettagli

SPORTELLO DIPENDENTE. - Personale amministrativo tecnico ausiliario (A.T.A.);

SPORTELLO DIPENDENTE. - Personale amministrativo tecnico ausiliario (A.T.A.); SPORTELLO DIPENDENTE - Personale amministrativo tecnico ausiliario (A.T.A.); - Personale assistente ed educatore; - Personale insegnante e coordinatori pedagogici delle scuole dell infanzia; - Personale

Dettagli

Programmazione Java Avanzata

Programmazione Java Avanzata Programmazione Java Avanzata Accesso ai Dati Ing. Giuseppe D'Aquì Testi Consigliati Eclipse In Action Core J2EE Patterns - DAO [http://java.sun.com/blueprints/corej2eepatterns/patterns/dataaccessobject.html]

Dettagli

Programma per la generazione di filastrocche

Programma per la generazione di filastrocche Programma per la generazione di filastrocche In questa sezione illustriamo un programma, realizzato all interno del progetto, che consente di generare le filastrocche che sono costituite da una strofa

Dettagli

OPERAZIONI SULLA STRUTTURA

OPERAZIONI SULLA STRUTTURA Esercizio DBMS & SQL 01 - CANZONI OPERAZIONI SULLA STRUTTURA 1. Crea un nuovo database a cui darai come nome CANZONI. 2. All interno del Database crea una tabella e salvala con il nome Canzoni, con i campi

Dettagli

SISTEMI OPERATIVI, RETI, INTERNET

SISTEMI OPERATIVI, RETI, INTERNET Competenze e Unità didattica formativa capitalizzabile 4.1 SISTEMI OPERATIVI, RETI, INTERNET Comprendere il significato dell'evoluzione dei sistemi operativi. Comprendere che cosa fa un sistema operativo

Dettagli

OGGETTO: aggiornamento della procedura Protocollo Informatico dalla versione 04.13.00 alla versione 04.13.01.

OGGETTO: aggiornamento della procedura Protocollo Informatico dalla versione 04.13.00 alla versione 04.13.01. Protocollo Informatico OGGETTO: aggiornamento della procedura Protocollo Informatico dalla versione 04.13.00 alla versione 04.13.01. Vi invitiamo a consultare le informazioni presenti nei banner delle

Dettagli

Guida all utilizzo della piattaforma TERA Wholesale

Guida all utilizzo della piattaforma TERA Wholesale Guida all utilizzo della piattaforma TERA Wholesale 1. Premessa La piattaforma Rivenditori permette all operatore di creare, modificare ed eliminare account VoIP e di assegnargli un listino personalizzato

Dettagli

LA PREDISPOSIZIONE DEL BILANCIO CEE PER LE CONTABILITA ESTERNE

LA PREDISPOSIZIONE DEL BILANCIO CEE PER LE CONTABILITA ESTERNE LA PREDISPOSIZIONE DEL BILANCIO CEE PER LE CONTABILITA ESTERNE PREMESSA Con la guida pubblicata in data 03/03/14, abbiamo esaminato una modalità per la predisposizione del bilancio CEE per le contabilità

Dettagli

Linguaggio C: introduzione

Linguaggio C: introduzione Dipartimento di Elettronica ed Informazione Politecnico di Milano Informatica e CAD (c.i.) - ICA Prof. Pierluigi Plebani A.A. 2008/2009 Linguaggio C: introduzione La presente dispensa e da utilizzarsi

Dettagli

DATABASE PER IL WEB. Programmazione Web 1

DATABASE PER IL WEB. Programmazione Web 1 DATABASE PER IL WEB Programmazione Web 1 Archite3ura web con database Client Tier Web/App Tier DB Tier Client Web / App Server Database Il server web comunica con un altro server che con8ene il la banca

Dettagli

Kelyan, forte della pluriennale esperienza acquisita nello sviluppo di soluzioni dedicate per ogni settore di mercato, presenta.

Kelyan, forte della pluriennale esperienza acquisita nello sviluppo di soluzioni dedicate per ogni settore di mercato, presenta. Kelyan, forte della pluriennale esperienza acquisita nello sviluppo di soluzioni dedicate per ogni settore di mercato, presenta Farm-X la la soluzione organizzativa per i le produttori aziende di trasporti

Dettagli

Funzioni condizionali

Funzioni condizionali Excel Base- Lezione 4 Funzioni condizionali Sono funzioni il cui risultato è dipendente dal verificarsi o meno di una o più condizioni. Esempio: SE CONTA.SE SOMMA.SE E, O 1 Funzione SE La funzione SE serve

Dettagli

MANUALE ISCRIZIONE E DOMANDA ON-LINE

MANUALE ISCRIZIONE E DOMANDA ON-LINE MANUALE ISCRIZIONE E DOMANDA ON-LINE SOMMARIO INTRODUZIONE REGISTRAZIONE UTENTI GIA CONOSCIUTI DAL SISTEMA ACCESSO AL SITO PRIMO ACCESSO RICHIESTA ISCRIZIONE AI SERVIZI CONTROLLO STATO DELLA DOMANDA CANCELLAZIONE

Dettagli

Guida semplice all utilizzo del sistema D-STAR Seconda Parte

Guida semplice all utilizzo del sistema D-STAR Seconda Parte Guida semplice all utilizzo del sistema D-STAR Seconda Parte COSA SI PUO FARE CON IL MODO D-STAR? In questa seconda parte vengono illustrati i vari metodi di comunicazione possibili con il modo digitale

Dettagli

ANALISI SULLE PREFERENZE DEL CONSUMATORE

ANALISI SULLE PREFERENZE DEL CONSUMATORE ANALISI SULLE PREFERENZE DEL CONSUMATORE L AICAI con il supporto dell azienda Effetti Collaterali, ha provveduto ad effettuare un sondaggio sui consumatori con riferimento al packaging e alle loro preferenze

Dettagli

Configurazione Posta Elettronica istituzionale con

Configurazione Posta Elettronica istituzionale con Configurazione Posta Elettronica istituzionale con Microsoft Outlook Express Creare un nuovo account Nella parte in basso a sinistra del vostro desktop, ossia della vostra schermata, troverete una serie

Dettagli

ISCRIZIONI E MAV ON-LINE

ISCRIZIONI E MAV ON-LINE ISCRIZIONI E MAV ON-LINE MANUALE OPERATIVO Informazioni generali: La funzione MAV on-line è messa a disposizione per consentire a tutte le aziende iscritte di richiedere un MAV per il pagamento delle quote

Dettagli

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z Carta Il menu Carta consente di specificare la caricata in ciascun vassoio, l'origine predefinita e il raccoglitore di uscita. Per ulteriori informazioni, selezionare una voce di menu: 1 Assegna tipo/rac.

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Fondamenti di JDBC (parte1) Java. Fondamenti di JDBC

Laboratorio di Sistemi Fondamenti di JDBC (parte1) Java. Fondamenti di JDBC Fondamenti di JDBC Concetto di driver Il dialogo fra applicazione e DBMS non è mai gestito direttamente ma passa in genere per un opportuno modulo software chiamato driver che agisce da interfaccia fra

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 4.70.2B DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 NOVITA 4.70.2B... 5 2.1 Annullo

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE. RELEASE Versione 2010.3.0 Applicativo: GECOM F24

NOTE OPERATIVE DI RELEASE. RELEASE Versione 2010.3.0 Applicativo: GECOM F24 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2010.3.0 Applicativo: GECOM

Dettagli

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE EdilConnect GUIDA ALLA REGISTRAZIONE Guida alla registrazione al portale EdilConnect e all associazione alla Cassa Edile. Premessa E possibile contattare il servizio assistenza per qualsiasi necessità

Dettagli

Istruzioni per l uso di Presenze 2009

Istruzioni per l uso di Presenze 2009 Istruzioni per l uso di Presenze 2009 Come già anticipato dal 2009 entra in vigore la nuova normativa sul libro unico che abroga i vecchi registri del personale: matricola e presenze. Nell ottica di semplificare

Dettagli

Corso di Informatica. Software di produttività personale e database. Ing Pasquale Rota

Corso di Informatica. Software di produttività personale e database. Ing Pasquale Rota Corso di Software di produttività personale e database Ing Pasquale Rota Argomenti I programmi di produttività personale Le basi di dati Fogli elettronici Software di produttività personale e database

Dettagli

BLS Inventory, Monitor & Assets Manager

BLS Inventory, Monitor & Assets Manager BLS Inventory, Monitor & Assets Manager Inventario e Monitoraggio della Rete Aziendale: automatico e dettagliato come nessun altro può offrirlo. Inventario La componente Inventario crea in automatico,

Dettagli

Guida per il cacciatore

Guida per il cacciatore Guida per il cacciatore Versione ottobre 2012 Il sistema telematico campaniacaccia.it Il sistema "campaniacaccia.it" è stato realizzato e viene gestito dalla Regione Campania e contiene la banca dati delle

Dettagli

Automatizzare le attività con le macro di Visual Basic

Automatizzare le attività con le macro di Visual Basic Automatizzare le attività con le macro di Visual Basic Se non si ha esperienza con le macro, non c'è da preoccuparsi. Una macro è semplicemente un insieme registrato di sequenze di tasti e di istruzioni,

Dettagli

Manuale utente Soggetto Promotore Erogatore Politiche Attive

Manuale utente Soggetto Promotore Erogatore Politiche Attive Manuale utente Soggetto Promotore Erogatore Politiche Attive Guida all utilizzo del Sistema Garanzia Giovani della Regione Molise Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001:2008 9151.ETT4 IT 35024 ETT

Dettagli

PROVA FINALE Ingegneria del software

PROVA FINALE Ingegneria del software PROVA FINALE Ingegneria del software Ing. Jody Marca jody.marca@polimi.it Laboratorio N 4 Cos è JDBC 2 JDBC significa Java Database Connectivity Standard definito da Sun MicroSystems per connettere programmi

Dettagli

Fast Patch 0336 Predisposizione operazioni superiori a 3.000 euro Release 7.0

Fast Patch 0336 Predisposizione operazioni superiori a 3.000 euro Release 7.0 A D H O C E N T E R P R I S E N O T E F U N Z I O N A L I F P 0 3 36 Piattaforma Applicativa Gestionale Fast Patch 0336 Predisposizione operazioni superiori a 3.000 euro Release 7.0 COPYRIGHT 1998-2011

Dettagli

Esercitazione 03: JDBC e Prepared Statements

Esercitazione 03: JDBC e Prepared Statements Esercitazione 03: JDBC e Prepared Statements Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: Esercitazione03.pdf Sistemi Informativi L-A Applicazione

Dettagli

MANUALE D USO ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DIABETOLOGICA

MANUALE D USO ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DIABETOLOGICA MANUALE D USO ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DIABETOLOGICA Certificato E possibile che al momento dell accesso compaia la seguente finestra Cliccare su Continuare con il sito Web e proseguire. Inserimento

Dettagli

CAPITOLO V. DATABASE: Il modello relazionale

CAPITOLO V. DATABASE: Il modello relazionale CAPITOLO V DATABASE: Il modello relazionale Il modello relazionale offre una rappresentazione matematica dei dati basata sul concetto di relazione normalizzata. I principi del modello relazionale furono

Dettagli