l Istituto Tecnico Euganeo di oggi è la tecnologia di domani

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "l Istituto Tecnico Euganeo di oggi è la tecnologia di domani"

Transcript

1 l Istituto Tecnico Euganeo di oggi è la tecnologia di domani Titolo Samba Autore Prof. Michele Naso Classe QUINTA INFORMATICA (5IA) Anno scolastico 2010/2011 Istituto Tecnico del settore tecnologico Euganeo Via Borgofuro, Este (Pd) Tel Fax Middleware di categoria CORBA (Common Object Request Broker Architecture) Applicazione che consente la condivisione di risorse e la comunicazione tra sistemi diversi interconnessi in rete Naso Ing. Michele 2

2 Storia in breve Samba è un implementazione del protocollo SMB/CIFS sviluppata a partire dal1991,dall australiano Andrew Tridgell. L autore diede il nome SAMBA dopo avere eseguito il comando Linuz grep, Global Regular Expression Printer, per cercare nel vocaboloario la prima parola che contenesse in sequenza i caratteri S, M,B La versione stabile è la vi è in sviluppo la versione beta 4.0 E un software libero con licenza GNU GPL, GNU(la G si pronuncia gh come ghianda), Is Not Unix General Public Licence Naso Ing. Michele 3 Architettura Naso Ing. Michele 4

3 Che cos èsmb SMB,acronimo di Server Message Block, è un protocollo a livello applicativo per la condivisione di file, stampanti e porte seriali ed utilizza una relazione client /server I client e i server si connettono al server utilizzando le API NetBios sfruttando i servizi forniti da TCP, Transmission Control Protoc0l, oppure UDP, User Datagram Protocol, secondo le specifiche RFC 1001 e RFC 1002 L unione delle API con TCP è riferita come NBT oppure NetBT ossia NetBios over TCP/IP Naso Ing. Michele 5 SAMBA e CIFS Samba è una versione libera e gratuita di CIFS, Common Internet File System, sviluppato da Microsoft anch esso basato su NetBIOS per permettere la connessione a reti più estese ed eterogenee. SAMBA gira sui sistemi Unix e Unix-like, Solaris, Le varianti BSD e su Mac OS X. SAMBA è incluso in tutte le Distro-Linux come servizi di sistema base Naso Ing. Michele 6

4 NetBios NetBios è l acronimo di NetWork Basic Input Output System sviluppato dalla Sytek per la rete PC-IBM Fornisce le API, Application Programming Interface, per consentire ad applicazioni in esecuzione su sistemi diversi di comunicare su una rete locale. Quando NetBIOS gira sopra TCP/IP i sistemi hanno più nomi: un nome NetBios di 16 caratteri, 15+1 carattere di suffisso, e un nome TCP/IP: Indirizzo IP Naso Ing. Michele 7 Suffisso NetBIOS Il suffisso NetBIOS, 16 m0 specifica il record o tipo di servizio per il nome registrato I suffissi più comuni sono: 00: Workstation Service 03: Messanger Service 20: File Service anche noto come Host Record 30: Domain Master Browser -Primary Domain Controller 1C: Domain Controllor for a domain: gruppo di record fino a 25 indirizzi IP 1D: Master Browser 1E: Browser Service Election I numeri sono espressi in base esadecimale Naso Ing. Michele 8

5 NameService I nomi NetBIOS non devono essere confusi con i nomi dati ai computer, anche se spesso coincidono,nella rete e visibili in Windows con il comando Risorse di Reti La registrazione dei nomi e la conseguente ricerca può essere effettuata in due modi Broadcast oppure utilizando un server dei nomi (NBNS, NetBios Name Service oppure WINS, Windows name Server. Si possono utilizzare entrambe le tecniche per questo motivo i computer devono essere configurati dall amministratore indicando quale metodo Naso Ing. Michele 9 Proprietàdei Nomi NetBIOS I nomi NetBIOS sono formati utilizzando i caratteri alfanumerici ad esclusione di spazi e dei caratteri seguenti: \ / ; *? Modalità con il quale i computer risolvono l associazione nome NetBios indirizzo IP fanno sì che ai nodi della rete siano associate una tipol B-Node : 0X01 Broadcast Only P-Node: 0X02 Peer Node WINS Only M-Node: 0X04 Mixed Broadcast prima e WINS solamente si non si alcuna risposta al broadcast H-Node: 0X08 Hybrid Node WINS prma e broadcast dopo se il server non risponde Naso Ing. Michele 10

6 Elezione del Master Browser avviene per nodi-b Il protocollo di elezione prevede una scala gerarchica assegnando un numero più alto alla macchina con il S.O. più recente e di solito migliori prestazioni. Durante il processo di start-up si elegge il Local master Browser se non esiste già uno. Per ogni periodo di tempo compreso tra 11 e 15 minuti viene rifatta l elezione per vedere se nuove macchine si sono collegate. Quando un nodo b si connette per la prima volta manda un pacchetto di server announcement, in broadcast contenente il proprio nome NetBIOS assienme all indirizzo IP. La stazione ripete la procedura per tre volte a distanza di 250 msec. Se nessuno risponde allora vuol dire che si è registrata. Il master browse riceve questo pacchetto e aggiorna la browse list, e invia la lista stessa al computer. Se in rete esiste una macchina giàregistrata con quel nome questa manda un pacchetto di difesa comunicando che esiste già una macchina registrata con quel nome Naso Ing. Michele 11 Connessione di un nodo P La macchina confeziona il pacchetto di registrazione in unicat al server dei nomi (WINS). Il server cerca se esiste già una macchina registrata con quel nome se esiste il server dei nomi invia un pacchetto di registrazione negativa Se non esiste alcuna macchina registrata con quel nome, il server dei nomi invia un pacchetto di registrazione positiva e la stazione è registrata con successo Naso Ing. Michele 12

7 Servizi forniti da NetBIOS Servizio di naming: registrazione e risoluzione dei nomi Servizio di sessione: comunicazione orientata alla connessione (Connection Oriented) Datagram: comunicazione in modalità non connessa(connectionless) Naso Ing. Michele 13 NameService Per eseguire una sessione o per distribuire datagram un applicazione deve registrare il proprio nome usando il name service. Il servizio dei nomi opera sulla porta 137 UDP e raramente sulla portta 137 TCP Le primitive sono: Add Name: Registra un nome NetBios al server WINS oppure al Master Browser a seconda della configurazione Add Group Name: Registra un nome di gruppo NetBios Delete Name: Cancella un nome o un gruppo Find Name: Cerca un nome NetBios sulla rete Naso Ing. Michele 14

8 SessionService Il servizio di sessione consente di stabilire una connessione consentendo la gestione di grossi file. Consente l individuazione e la correzione degli errori. Il servizio è offerto sulla porta 139 del TCP Primitive Call: Apre una connessione con un host remoto con nome NetBIOS Listen: Si mette in ascolto per aprire una connessione Hang Up: Chiude una connesione Send: Invia un pacchetto alla macchina remota Send No Ack: come sopra senza conferma (Acknowledge) Receive: Attende la ricezione di un pacchetto inviato con la Send Acke e Nack: per rispondere, rispettivamente, in modo positivo o negativo ad un pqcchetto ricevuto Naso Ing. Michele 15 DatagramDistribuition Service La modalità datagram consente l invio di pacchetti senza aprire prima una connessione. Ogni datagram è inviato in modo indipendente. I messaggi devono essere piccoli e l individuazione e la correzione degli errori sono di competenza dell applicazione. Il servizio utilizza la porta 138 del protocollo UDP. Primitive Send Datagram: Per inviare un datagram ad un singolo host SendBroadcast Datagram: Datagram con destinatari tutti i nodi della rete. ReceiveDatagram: Attende l arrivo di un datagram inviato con la Send Datagram ReceiveBroadcast Datagram: Attende i datagram inviati tramite la Send Broadcast Datagram Naso Ing. Michele 16

9 Sicurezza Un Workgroup è un raggruppamento logico dove il livello di sicurezza è implementato assegnando o meno una password per l accesso alla risorsa condivisa. Ogni amministratore di una macchina decide cosa condividere e come le risorse di sua proprietà Un Dominio è un modo per raggruppare un insieme di macchine e amministrare in modo centralizzato gli account Naso Ing. Michele 17 SICUREZZA SMB definisce due livelli di sicurezza Share Level: Ogni risorsa condivisa può avere una password e i client hanno bisogno di conoscere solamente la password per accedere alla risorsa. Questo era il primo metodo di sicurezza di SMB. Sistemi Windows for WorkGroup UserLevel: La protezione è applicata ai singoli file ed è basata sui diritti di accesso agli utenti. L utente deve essere identificato/autenticato dal server. Quando autenticato al client è assegnato un UID che deve presentare per gli accessi successivi al server Naso Ing. Michele 18

10 Installazione di SAMBA con UBUNTU sudo apt-get install samba Samba si compone di due demoni nmbd: si occupa della risoluzione dei nomi (Servizio WINS e Master Browser List) Il Master Browser List è scelto tra il più potente tra i PC Detta operazione non è immediata per questo deve passare un po di tempo prima che i pc compaiano in elenco con il comando risorse di rete WINS è simile a DNS con la differenza che WINS non opera in reti geografiche. Se si usa un server WINS bisogna configurare i client con l indirizzo IP del server WINS smbd: si occupa delle connessioni e delle operazioni di condivisione Naso Ing. Michele 19 Attivazione e arresto dei demoni di SAMBA I due demoni di samba, dopo la configurazione, devono essere lanciati nel seguente ordine 1. start nmbd (in alcune distro: /etc/init.d/nmbd start) 2.start snmd(in alcune distro: /etc/init.d/ smbd start 1. stop smbd 2.stop nmbd Arresto dei demoni Naso Ing. Michele 20

11 File di configurazione All avvio SAMBA legge il file di configurazione /etc/samba/smb.conf Pertanto prima di lanciare samba tramite i demoni occorre configurarlo correttamente. Samba viene installato con un file di configurazione base pertanto è conveniente adattare questo file alle nostre esigenze, ovviamente è sempre meglio fare un backup cd /etc/samba mv smb.conf smb.conf.default gedit smb.conf Naso Ing. Michele 21 Struttura del file di configurazione Il file di configurazione è organizzato in sezioni i cui nomi sono racchiuse tra parentesi quadre. Ogni sezione, ad eccezione della [global] corrisponde ad una risorsa condivisa. Sezione [global] in questa sezione s impostano le informazioni che condizionano tutto il sistema Sezione [homes] si regolano le cartelle degli utenti SAMBA che devono essere anche utenti del sistemi, possono avere password diverse Sezione [printers] Consente di impostare le caratteristiche della condivisione delle stampanti installate nella macchina GNU/Linux Naso Ing. Michele 22

12 Esempi di configurazione sez. [global] [global] # commenti ; commenti # Identificazione del server workgroup = IBC #Assegna il dominio o il gruppo di apparteneza netbios name = michele #Assegna al server Samba un nome NetBios server string = Samba Server Ubuntu #Dà una descrizione dell elaboratore Naso Ing. Michele 23 Esempi di configurazione sez. [global] continua # #opzione di rete # hosts allow = * localhost #La direttiva allow indica quali nodi possono # accedere alla rete. In questo caso tutte le # macchine della rete * e al loaclhost hosts deny = #La direttiva deny indica i nodi che non possono accedere alle # risorse condivise interfaces = / /16 #La direttiva interfaces dice che il servente deve essere in ascolto in tutte le # interfacce altrimente ascolta solamente su eth0 bind interfaces only = yes #Si forza il servente a rispondere alle reti corrispondenti alle interfacce indicate #l alternativa è l opzione no Naso Ing. Michele 24

13 Esempi di configurazione sez. [global] continua # opzioni per la stampa printing = cups # permette di specificare il metodo di stampas in uso # Common UNIX Printing System # nel servente altro sistema della AT&T (System V) Berkley Line Printer Deamon printing name = /etc/printcap # posizione del file printcap di configurazione delle # stampanti load printers = yes # carica automaticamente tutte le stampante configurate # nel sistema senza descriverle singolarmente show addprinterwizard= yes # Permette di fare vedere l icona per l aggiunta delle stampanti nella lista di # condivisione Naso Ing. Michele 25 Esempi di configurazione sez. [global] continua # opzioni per il log # log file = /var/log/samba/%m # % m variabile che indica il nome della macchina # netbios collegata max log size = 100 # dimensione del file di log delle registrazionei in KB. # Se raggiunge la dimensione viene rinominato.old # e reinizializzato. Se si mette zero la dimensione è infinito log level = 3 # Livello di verbosità Naso Ing. Michele 26

14 Esempi di configurazione sez. [global] continua # Opzioni per l accesso alle condivisioni encrypt passaword= yes null password = yes guestaccount = utentesmb restrict anonymous = 2 security = share ; in alternativa ; security = user ; in questo caso aggiungere smb passwd file = /etc/samba/smbpasswd ; username map = /etc/samba/smbusers ; altri parametri nel caso security = server o domain ; password server = SERVER_NT Naso Ing. Michele 27 Spiegazioni slide prededente La direttiva encrypt password = yes è praticamente obbligatoria per connettere macchine windows La direttiva null password = yes permette di avere utenti samba con password nulla La direttiva guest account indica il nome di un utente generico al quale può essere consentito l accesso alle condivisione con security = share L utente deve essere un utente GNU-Linux senza directory e senza shell Aggiungendo al file /etc/passwd la seguente riga utentesmb:: 499:499:utente generico samba: /dev/null: /dev/null Valore predefinito è nobady Naso Ing. Michele 28

15 Security = share Con questo livello di sicurezza il controllo all accesso alla risorsa condivisa avviene tramite una password e nessun user. Se si volesse introdurre l accesso ad unp specifico utente Nella sezione relativa alla sezione condivisa utilizzare l opzione valid users = michele, pluto Questa modalità si utilizza nel caso in cui gli utenti MS e GNU-Linux non sono coincidenti Naso Ing. Michele 29 Security = user Con questa direttiva si ha il controllo all accesso a livello utente possono accedere gli utenti registrati nel sisstema con relativa user-password Ciò è possibie grazie al sistema SAM, security account manager, basato su un archivio utenti che può essere gestito tramite un file di testo /etc/samba/smbpasswd Oppure con archivi TBDSAM (Tiny data Base SAM) scelta predefinita con SAMBA 3 Oppure con serventi locali o remoti NIS, LDAP, MySQL Naso Ing. Michele 30

16 Scelta archivio da utilizzare # Da mettere nella sez. Global # tipo archivio utenti passdb backend = /etc/samba/smbpasswd # oppure ; passdb backend = tdsam ; gli utenti sono aggiunti con l utility ; smbpasswd ; gli utenti samba devono essere utenti Linux perché bisogna assegnare un proprietario ai file creati Si può utilizzare la direttiva username map = file di associazione # il file di associazione è un file di testo dove ogni riga è del tipo ; nome_linux = nome_smb1 nome_smb_2 ; i file smbusers e smbpasswd devono essere accessibili in lettura e scrittura ; con i priviligi di root Naso Ing. Michele 31 Miscellanea Con il livello di sicurezza security = server l accesso è controllato come nel caso user con la differenza che l utente è autenticato da un server esterno Con il livello di sicurezza security = dominio L accesso è controllato come nel caso user, con la differenza che il servente SAMBA s inserisce in un dominio NT sul PDC, primary domain controller, il dominio deve essere lo stesso di quello a cui si va ad aggiungere. Con l impostazione security = ADS, Active Directory Access, la macchina diventa un membro server di Active Directory di Windows 2000 utilizzando l autenticazione Kerberos e LDAP per l archivio utenti Naso Ing. Michele 32

17 Configurazione della sezione [homes] [homes] comment = directory home browseable= no # Non visibile agli altri writable = yes # si possono creare file path = /usr/local/samba/%s # fare in modo che la directory samba non coincida con # quella Linux per sicurezza %S variabile contenente nome utente connesso Naso Ing. Michele 33 Configurazione della sezione [printers] #Stampanti [printers] comment = stampanti path = /var/spool/samba # cartella contenente la coda di stampa browseable = no printable = yes public = yes writable = no Naso Ing. Michele 34

18 Condivisione di una directory accessibile solo a certi utenti [MiaDirectory] comment = Directory per le pagine personali browseable = yes # rende visibile la cartella agli utenti che si connettono public = no # Non si vuole che la cartella sia accessibile ad un utente # generico path = /var/documenti # percorso della cartella contenente i file writable = yes # Si possono aggiungere e modificare file valid users = michele mario caterina giovanni # Samba ha due controlli uno generale dato dal livello di sicurezza e uno granulare sulle singole risorse Naso Ing. Michele 35 [public] Condivisione di una directory accessibile a tutti comment = cartella pubblica browseable = yes guest ok = yes path = /usr/cartellapubblica writable = yes Naso Ing. Michele 36

19 Condivisione di una directory accessibile a tutti con i diritti di creare cancellare e modificare file [temporanea] comment = Cartella condivisa con tutti gli utenti browseable = yes guest = ok guest only = yes path = /var /temporanea writable = yes Naso Ing. Michele 37 [privata] Directory privata con permessi preimpostatii comment = cartella privata browseable = yes path /usr/privata writable = yes public = no write list = michele giovanni caterina create mask = 0644 directory mask = 0644 Naso Ing. Michele 38

20 Condivisione di un CD-ROM [cdrom] comment = cdrom preexec = mount/mnt/cdrom postexec = umount /mnt/cdrom browseable = yes public = yes path /mnt/cdrom writable = no Naso Ing. Michele 39 Altre direttive Admin users = michele caterina giovanni # la direttiva concede i diritti di root agli utenti indicati follow symlinks = no # La direttiva impedisce di seguire i link simbolici in modo da evitare risorse non accessabile Naso Ing. Michele 40

21 Programmi di utilità Dopo avere scritto o modificato il file smb.conf bisogna testarlo con il seguente comando con i priviligi di root # testparm /etc/samba/smb.conf Per definire utenti e password utilizzare il comando # smbpasswd[-a] [-x] [utente] L opzione a aggiunge un utente L opzione -x elimina un utente # smbstatus Fornisce l elenco degli utenti attualmente collegati # smbtree Visualizza in modo testuale la struttura delle risorse condivise Naso Ing. Michele 41 Samba lato client Il programma che consente la connessione di un client Linux ad un server SAMBA è smbclient smbclient L nome_server_samba Fornisce l elenco delle risorse condivise nel server smbclient nome_servizio[ -U nome_utente] Si connette ad un servizio, se la connessione ha successo si possono usare i comandi : get, put, pwd, cd, etc.. Cioètutti i comandi ftp Naso Ing. Michele 42

22 Samba lato client continua Esempio: smbclient //server_samba/public All posto del nome del server si può mettere l indirizzo basta utilizzare l opzione I smbmountnome_serviziopunto_di_innesto [-0 opzioni] #smbmount//serv_samba/public /mnt/directory_samba o username=michele%password Smbumount punto_di_innesto Per smontare la risorsa Naso Ing. Michele 43 nmblookup Samba lato client continua Permette di trovare il numero IP di una macchina fornendo il nome netbios findsmb Fornisce informazioni sui server presenti in rete smbtar Permette di fare copie di sicurezza di risorse SMB su unità a nastro installate sul server GNU/LINUX Naso Ing. Michele 44

23 Abilitazione degli utenti non roota innestare risorse SMB Per default solamente l utente root può montare le risorse condivise. Per abilitare utenti non root a montare le risorse condivise eseguire la seguente procedura Creare un gruppo di nome samba o con qualsiasi altro nome, con il comando sudo groupadd samba Aggiungere gli utenti al gruppo con il comando sudo adduser utente samba Abilitare il gruppo samba ad utilizzare i comandi opportuni facendo eseguire il comando sudo visudo Naso Ing. Michele 45 Abilitazione degli utenti non roota innestare riorse SMB continua Aggiungere la seguente riga al file %admin ALL=(ALL) ALL %samba ALL=(ALL) /bin/mount, /bin/umount, /sbin/mount.cifs, /sbin/umount.cifs # gli utenti del gruppo admin possono eseguire i # comandi indicati utilizzando qualsiasi macchina Naso Ing. Michele 46

24 Rimozione di risorse condivise Per rimuovere alcune risorse condivise è necessario agire sul file smb.conf e riavviare il demone smbd Per disattivare tutte le risorse condivise si agisce sul demone smbd fermandolo oppure eseguire il comando kill sul servizio smbd. Per controllare quale processo è associato ai demoni da bloccare eseguire il comando ps aux Naso Ing. Michele 47 Utilizzo di SAMBA con client Windows Una volta che il server samba è pronto, i client windows possono accedere alle risorse condivise o tramite Risorse di Rete oppure da linea di comando C:\ net view \\netbiosserver Visualizza l elenco delle risorse condivise sul server netbiosserver C:\net use Z: \\netbiosserver\cartellacondivisa Si associa il drive logico di rete Z: alle risorse, del server condivise. A questo punto si utilizzano i comandi DOS Naso Ing. Michele 48

25 SAMBA come Master Browser [global] local master = yes os level = 34 preferred master = yes Naso Ing. Michele 49 SAMBA come server WINS # Nella sezione global inserire [global] wins support = yes wins server = domain master = yes. Naso Ing. Michele 50

26 SWAT Samba Web Advanced Tools fig 1/2 Naso Ing. Michele 51 SWAT Samba Web Advanced Tools fig 2/2 Naso Ing. Michele 52

27 Termine corso Linux per IBC Peraga di Vigonza, 18/06/2010 Naso Ing. Michele 53 Titolo Simulazioni Autore Prof. Michele Naso Classe QUINTA INFORMATICA (5IA) Anno scolastico 2010/2011 Scuola Itis Euganeo Via Borgofuro Este (PD) - Italy Telefono Fax Note legali Diffusione consentita con obbligo di citarne le fonti Informazioni dispense.itiseuganeo.it

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

RSYNC e la sincronizzazione dei dati

RSYNC e la sincronizzazione dei dati RSYNC e la sincronizzazione dei dati Introduzione Questo breve documento intende spiegare come effettuare la sincronizzazione dei dati tra due sistemi, supponendo un sistema in produzione (master) ed uno

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

guida utente showtime

guida utente showtime guida utente showtime occhi, non solo orecchie perché showtime? Sappiamo tutti quanto sia utile la teleconferenza... e se poi alle orecchie potessimo aggiungere gli occhi? Con Showtime, il nuovo servizio

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 1 Indice 1. Descrizione del sistema e Requisiti hardware e software per l installazione... 4 1.1 Descrizione del

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Suggerimenti forniti da MetaQuotes per l utilizzo di MetaTrader 4 con Mac OS

Suggerimenti forniti da MetaQuotes per l utilizzo di MetaTrader 4 con Mac OS Suggerimenti forniti da MetaQuotes per l utilizzo di MetaTrader 4 con Mac OS Nonostante esistano già in rete diversi metodi di vendita, MetaQuotes il programmatore di MetaTrader 4, ha deciso di affidare

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo & Web CMS v1.5.0 beta (build 260) Sommario Museo&Web CMS... 1 SOMMARIO... 2 PREMESSE... 3 I PASSI PER INSTALLARE MUSEO&WEB

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Rev 1.0 Indice: 1. Il progetto Eduroam 2. Parametri Generali 3. Protocolli supportati

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti APRS su Linux con Xastir Installazione dai sorgenti L installazione di Xastir Per installare Xastir non è richiesto essere un guru di Linux, anche se una conoscenza minima della piattaforma è necessaria.

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+...

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+... Setup delle ConnessioniTCP Una connessione TCP viene instaurata con le seguenti fasi, che formano il Three-Way Handshake (perchè formato da almeno 3 pacchetti trasmessi): 1) il server si predispone ad

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Remote Administrator v2.2

Remote Administrator v2.2 Remote Administrator v2.2 Radmin è il software più veloce per il controllo remoto. È ideale per l assistenza helpdesk e per la gestione dei network. Ultimo aggiornamento: 23 June 2005 Sito Web: www.radmin.com

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli