NOVI Product Recall Cost Estimator

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOVI Product Recall Cost Estimator"

Transcript

1 Benvenuti in NOVI lo strumento per la stima dei costi da ritiro prodotti. Per questa operazione occorreranno circa 30 minuti. Le chiediamo di avere a disposizione le seguenti informazioni che La aiuteranno a completare la compilazione: Vendite annue dello stabilimento produttivo. Numero di giorni di attività. Vendite annue, costo medio delle merci prodotte e costo medio delle merci vendute, numero delle linee produttive per le tre classi di prodotto che generano le vendite più elevate. Tutti i campi sono obbligatori, salvo altrimenti indicato. Selezionando l'icona di aiuto verranno visualizzati ulteriori dettagli su come completare dei campi specifici. Nome Cognome Telefono Società Indirizzo (Riga 1) Città Ubicazione dello stabilimento produttivo Paese Select Indirizzo (Riga 1) Select Paese Kies Indirizzo (Riga 2) Provincia Codice Postale Lingua Select Indirizzo (Riga 2) Città Provincia Codice Postale Lingua Desidera che il Suo broker riceva una copia di questo report? Nome broker Società Sì No

2 B. Informazioni generali 1. Settore di attività 2. la valuta per le risposte e il Calcolo NOVI. 3. Vendite annue dello stabilimento produttivo. 4. Quanti giorni a settimana operate? 5. Quanti turni al giorno sono previsti? 6. Quanti giorni all'anno operate? Informazioni sui clienti Selezionate i segmenti dei vostri clienti e le percentuali. Il totale deve essere pari al 100%. 7. Qual è il vostro maggiore segmento di clientela? 8. Quale percentuale di vendite totali deriva dal maggiore segmento di clientela? % 9. Qual è il vostro secondo segmento di clientela? 10. Quale percentuale di vendite totali deriva dal secondo segmento di clientela? % 11. Qual è il vostro terzo segmento di clientela? 12. Quale percentuale di vendite totali deriva dal terzo segmento di clientela? %

3 A. Istruzioni/ Revisione >> B. Generale >> C. Informazioni sulla produzione 1. Nome o descrizione del prodotto che genera il fatturato più elevato? 2. A quanto ammontano le vendite annue generate da tale prodotto? 3. La merce viene prodotta ogni giorno? Sì 4. Quale unità utilizzate per misurare la vostra produzione? No a. Indicare il numero di cicli produttivi non continuativi effettuati ogni anno. b. Indicare numero medio di lotti fabbricati durante il ciclo produttivo. c. Indicare numero medio di giorni richiesto per ogni ciclo produttivo. C. Produzione >> 11. Nome o descrizione del prodotto che genera il secondo fatturato più elevato? 12. A quanto ammontano le vendite annue generate da tale prodotto? 13. La merce viene prodotta ogni giorno? Sì No a. Indicare il numero di cicli produttivi non continuativi effettuati ogni anno. b. Indicare numero medio di lotti fabbricati durante il ciclo di produzione. c. Indicare numero medio di giorni richiesto per ogni ciclo di produzione. 14. Quale unità utilizzate per misurare la vostra produzione? D. Sicurezza alimentare>> 21. Nome o descrizione del prodotto che genera il terzo fatturato più elevato? 22. A quanto ammontano le vendite annue generate da tale prodotto? 23. La merce viene prodotta ogni giorno? Sì No a. Indicare il numero di cicli produttivi non continuativi effettuati ogni anno. b. Indicare numero medio di lotti fabbricati durante il ciclo di produzione. c. Indicare numero medio di giorni richiesto per ogni ciclo di produzione. 24. Quale unità utilizzate per misurare la vostra produzione?

4 A. Istruzioni/ Revisione >> B. Generale >> Vendita massima 5. Quante unità vengono prodotte annualmente? 6. Quante unità sono comprese in un lotto? 7. Quanti turni sono richiesti per produrre un singolo lotto? 8. Qual è il "costo medio di produzione" di un'unità? 9. Qual è il "prezzo medio di vendita" di un' unità? 10. Quante linee sono destinate a produrre tale prodotto? Seconda vendita massima C. Produzione >> 15. Quante unità vengono prodotte annualmente? 16. Quante unità sono comprese in un lotto? 17. Quanti turni sono richiesti per produrre un singolo lotto? 18. Qual è il "costo medio di produzione" di un'unità? 19. Qual è il "prezzo medio di vendita" di un' unità? 20. Quante linee sono destinate a produrre tale prodotto? Ritornare alla pagina precedente per completare le informazioni relative al secondo ed al terzo prodotto più venduto. Terza vendita massima D. Sicurezza alimentare>> 25. Quante unità vengono prodotte annualmente? 26. Quante unità sono comprese in un lotto? 27. Quanti turni sono richiesti per produrre un singolo lotto? 28. Qual è il "costo medio di produzione" di un'unità? 29. Qual è il "prezzo medio di vendita" di un' unità? 30. Quante linee sono destinate a produrre tale prodotto?

5 D. Informazioni su Sicurezza alimentare e Gestione del rischio (1 di 5) Nota: la stima sulla contaminazione in questo modello dipende dalle risposte fornite. Al fine di ottenere un report il più accurato possibile, è importante che le risposte alle seguenti domande riflettano l'effettivo contesto di produzione per tutti i prodotti realizzati (compresi quelli con il primo, secondo e terzo fatturato più elevato). 1. Valutate la qualità del vostro programma di approvazione dei fornitori di ingredienti. 2. In che percentuale vengono effettuati test sulle materie prime in ingresso? 3. Valutate la qualità della vostra policy documentata e scritta relativa a ingredienti importati. 4. La vostra azienda importa qualche ingrediente o materia prima da Paesi ad alto rischio? 5. L'impianto dispone di un programma per monitorare le rilavorazioni e le rimanenze per codice lotto? 6. Ogni lotto di prodotto viene chiaramente identificato con un codice di produzione o codice lotto? 7. I lotti di ingredienti sono adeguatamente etichettati con un codice o un numero di identificazione? 8. Ogni singola unità di vendita al dettaglio viene identificata con un codice o un numero di identificazione? 9. È possibile la tracciabilità del prodotto finito a monte dalla lavorazione delle materie prime e a valle fino al punto finale di distribuzione?

6 Sicurezza alimentare (2 di 5) 10. Siete in grado di riferire ai singoli fornitori le materie prime mescolate? 11. Valutate la qualità della vostra procedura di rilavorazione/riporto per risalire alla produzione originaria e ai prodotti componenti. 12. In che percentuale vengono effettuati test sui prodotti finiti in uscita? 13. Valutate la qualità della vostra procedura per esaminare e approvare i fornitori. 14. Valutate la qualità complessiva delle procedure di controllo della produzione alimentare. 15. Valutate la qualità del sistema di monitoraggio dei fornitori approvati. 16. Valutate la qualità del vostro piano operativo di pulizia e la relativa documentazione. 17. Valutate la qualità del vostro programma per monitorare e testare l'adeguamento alle GMP (Good Manifacturing Practices) e agli standard operativi. 18. È previsto uno stacco netto fra le fasi di elaborazione di tutti i prodotti rilavorati o delle rimanenze? 19. La produzione di allergeni è limitata a linee o attrezzature dedicate? 20. Utilizzate metodi di prova preapprovati sugli allergeni per validare le procedure di pulizia necessarie per rimuovere allergeni residui?

7 Sicurezza alimentare (3 di 5) 21. Valutate la qualità dei programmi di controllo dei corpi estranei e la loro adeguatezza in relazione alle linee di produzione interessate. 22. Utilizzate rivelatori elettronici di corpi estranei per il controllo degli stessi? 23. Gli ingredienti sfusi, quando sono ricevuti nei contenitori di stoccaggio o negli impianti di trasformazione, vengono filtrati, vagliati e passati attraversi collettori magnetici? 24. Valutate la qualità della documentazione relativa al controllo della temperatura per i prodotti sensibili alla temperatura in tutte le aree di produzione. 25. Le temperature dei veicoli e dei prodotti vengono documentate sui documenti di ricezione di ingredienti sensibili alla temperatura? 26. Le temperature dei veicoli e dei prodotti vengono documentate sui documenti di spedizione di ingredienti sensibili alla temperatura? 27. Le procedure di prova dettagliate, le istruzioni e la tenuta dei risultati utilizzati risultano conformi alle specifiche del prodotto finito? 28. I prodotti chimici non alimentari sono chiaramente identificati, isolati e protetti?

8 Sicurezza alimentare (4 di 5) 29. Valutate le condizioni dell'impianto inclusi muri, soffitti, pavimenti e macchinari. 30. Utilizzate una checklist pre-operativa per verificare se l'impianto e le attrezzature siano pulite e sanificate prima di farle partire, ed eventuali non conformità sono documentate? 31. Valutate la qualità delle procedure operative sanitarie standard e del programma di monitoraggio (SSOP). 32. Valutate l'efficacia del vostro programma di ispezione dei vagoni merce, dei camion in entrata nel garantirne le condizioni, la pulizia, l assenza di umidità, di odori, ecc. 33. Esiste un programma di auto-ispezione per lo stabilimento che copra l'area complessiva sia internamente sia esternamente? 34. I vostri dati storici di calibrazione includono i dettagli identificativi di ogni strumento sottoposto a controlli, lo standard di riferimento per la calibrazione, i valori osservati, e le azioni correttive nel caso in cui le differenze eccedano le soglie consentite? 35. Sono documentate e visionabili le cause remote del ritiro (root causes) di un prodotto ed i dettagli relativi alle rispettive indagini ed eventuali azioni correttive? 36. Avete a disposizione documenti relativi ad azioni correttive poste in essere in caso di derive o scostamenti significativi dai limiti di controllo? 37. La documentazione dimostra il rispetto dei parametri qualitativi richiesti per la produzione?

9 Sicurezza alimentare (5 di 5) 38. Eseguite procedure di imballaggio asettiche? 39. In caso di contaminazione di lotti di ingredienti, di materie prime, di semilavorati, di materiali di supporto alla lavorazione (ad esempio olio per frittura), valutate il rischio di diffusione della contaminazione a lotti multipli di prodotto finito. Se non si dispone di un' predefinita, il presente questionario può essere inviato al seguente indirizzo: Le informazioni contenute nel presente rapporto sono fornite esclusivamente a scopo informativo. I dati forniti si basano sulle informazioni e sui dati forniti dalla Società, che sono ritenuti affidabili, precisi e corretti. AIG non fornisce alcuna garanzia, né esplicita, né implicita, sulla correttezza o sull'esaustività dei dati forniti nel rapporto NOVI. Tale rapporto potrebbe non prevedere tutti i potenziali danni possibili, la violazione delle leggi, delle normative e dei regolamenti o il discostamento dalle procedure e pratiche corrette. Il presente rapporto non prevede tutti i rischi, né esclude l'esistenza di altri rischi. L'assenza di commenti, suggerimenti o raccomandazioni non sta a indicare che sono stati valutati tutti i danni della Società, che la Società ricorre a procedure e pratiche corrette o che non sono presenti ulteriori danni potenziali. Si declina ogni responsabilità per la scoperta e/o l'eliminazione di rischi che potrebbero causare ulteriori o maggiori danni per eventuali prodotti o strutture soggette al presente rapporto. Le informazioni, i suggerimenti e le raccomandazioni qui contenute non garantiscono in alcun modo l'adempimento degli obblighi della Società previsti da eventuali polizze assicurative, se presenti, o dai requisiti di legge, normativi o regolamentari. American International Group, Inc. Tutti i diritti riservati 2013.

BRC Version 7 LE PRINCIPALI CARENZE RILEVATE PRESSO LE AZIENDE ALIMENTARI. Santina Modafferi Firenze, 10 Aprile 2015

BRC Version 7 LE PRINCIPALI CARENZE RILEVATE PRESSO LE AZIENDE ALIMENTARI. Santina Modafferi Firenze, 10 Aprile 2015 BRC Version 7 LE PRINCIPALI CARENZE RILEVATE PRESSO LE AZIENDE ALIMENTARI Santina Modafferi Firenze, 10 Aprile 2015 LE NON CONFORMITA NON CONFORMITA CRITICA MAGGIORE MINORE DEVIAZIONE Deviazione di importanza

Dettagli

Alto livello igienico

Alto livello igienico La separazione fra aree che necessitano livelli igienici diversi viene definita zoning. Lo studio del zoning diventa molto importante nella prevenzione contro l entrata di potenziali contaminanti in specifiche

Dettagli

Riferimenti incrociati ISO 9001:2000 e Codex Alimentarius

Riferimenti incrociati ISO 9001:2000 e Codex Alimentarius Riferimenti incrociati ISO 9001:2000 e Codex Alimentarius 3.0 Programmi Prerequisito ISO 4.2.1-5.1-5.3 La Direzione si impegna a favore di un sistema di gestione della sicurezza attraverso la politica

Dettagli

Using APS.net for Effective Scheduling in the Food Process Industry

Using APS.net for Effective Scheduling in the Food Process Industry Using APS.net for Effective Scheduling in the Food Process Industry In generale il processo di produzione delle aziende alimentari è molto simile a quello di altri settori: Rispetto della date di consegna

Dettagli

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO L attività di audit del Laboratorio Chimico per la ristorazione scolastica LA MISSIONE Essere di ausilio alla Camera di Commercio di Torino ed alle altre

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO PER LA SANITA PUBBLICA VETERINARIA, LA NUTRIZIONE E LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI DIREZIONE GENERALE DELLA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE Ufficio IX Regioni

Dettagli

07/04/2015 GLI SCHEMI DI CERTIFICAZIONE IN AMBITO PACKAGING PER ALIMENTI: UNI EN 15593, BRC/IOP E GMP FEFCO

07/04/2015 GLI SCHEMI DI CERTIFICAZIONE IN AMBITO PACKAGING PER ALIMENTI: UNI EN 15593, BRC/IOP E GMP FEFCO 07/04/2015 GLI SCHEMI DI CERTIFICAZIONE IN AMBITO PACKAGING PER ALIMENTI: UNI EN 15593, BRC/IOP E GMP FEFCO Perché Certificarsi Ottemperare agli obblighi di legge Soddisfare le richieste dei clienti Perché

Dettagli

TERMINI DI USO DEL SITO

TERMINI DI USO DEL SITO TERMINI DI USO DEL SITO TERMINI DI USO DEL SITO Benvenuti sul sito internet di Loro Piana ( Sito ). Il Sito è di proprietà ed è gestito da Loro Piana S.p.A. Società soggetta a direzione e coordinamento

Dettagli

.~U.~k1c_g~A7M.dtfj,:%',%d8 6.r:k~'.f!J!dt:c4.ijIf;iad

.~U.~k1c_g~A7M.dtfj,:%',%d8 6.r:k~'.f!J!dt:c4.ijIf;iad ,'- - -~~_._,--~ -_... ~-------;~-----'--'-'~-~_._' --- - - - -), Minislero della Salule 0009028-P-30/03/2009 ( DGSAN, " " \....... _--_._---._.~" '._-"-'.., I -.~U.~k1c_g~A7M.dtfj,:%',%d8 6.r:k~'.f!J!dt:c4.ijIf;iad

Dettagli

[ ] G D GESTIONE DEL PRODOTTO BIOLOGICO NELLE IMPRESE DELLA FILIERA COSA DEVONO FARE GLI OPERATORI

[ ] G D GESTIONE DEL PRODOTTO BIOLOGICO NELLE IMPRESE DELLA FILIERA COSA DEVONO FARE GLI OPERATORI Gestione del prodotto biologico nelle imprese della filiera [ ] GESTIONE DEL PRODOTTO BIOLOGICO NELLE IMPRESE DELLA FILIERA G D COSA DEVONO FARE GLI OPERATORI In una stessa azienda agricola, azienda di

Dettagli

Conformità alle normative sulla sicurezza alimentare aumentando produttività e redditività

Conformità alle normative sulla sicurezza alimentare aumentando produttività e redditività Settore alimentare Conformità alle normative News 1 Conformità alle normative sulla sicurezza alimentare aumentando produttività e redditività Le questioni di sicurezza alimentare sono sufficienti a portare

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche E25

Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche E25 Sezione di Tecnologia e Legislazione Farmaceutiche Maria Edvige Sangalli Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche E25 Fabbricazione Industriale dei Medicinali 4 CFU Prof. Andrea

Dettagli

1. INTRODUZIONE 2. VALUTAZIONE PRELIMINARE DEL FORNITORE

1. INTRODUZIONE 2. VALUTAZIONE PRELIMINARE DEL FORNITORE PQO.07 Pagina N : 1 Elaborato RESP. UFF. ACQUISTI : N Tot. Pagine: 8 Indice Rev.: 1 Verificato DIRETTORE GENERALE: Data emissione: 01-09-2004 Approvato RESP. ASS. : 1. INTRODUZIONE Nel presente Capitolato

Dettagli

Applicazione di un sistema H.A.C.C.P.: conflitti e criticità per una corretta applicazione. geom. Paolo Foti Galleria Meravigli, 21 maggio 2015

Applicazione di un sistema H.A.C.C.P.: conflitti e criticità per una corretta applicazione. geom. Paolo Foti Galleria Meravigli, 21 maggio 2015 Applicazione di un sistema H.A.C.C.P.: conflitti e criticità per una corretta applicazione geom. Paolo Foti Galleria Meravigli, 21 maggio 2015 Il Sistema H.A.C.C.P. Il Sistema H.A.C.C.P., applicabile ad

Dettagli

AIG. Sistema di Gestione Marketplace. Panoramica Generale Interfaccia Utente

AIG. Sistema di Gestione Marketplace. Panoramica Generale Interfaccia Utente AIG Sistema di Gestione Marketplace Panoramica Generale Interfaccia Utente Avviamento sistema All avvio il programma si collega al server per scaricare alcuni dati necessari al corretto funzionamento del

Dettagli

La ISO 22000 nel packaging alimentare e il regolamento sui materiali a contatto con alimenti (MCA)

La ISO 22000 nel packaging alimentare e il regolamento sui materiali a contatto con alimenti (MCA) La ISO 22000 nel packaging alimentare e il regolamento sui materiali a contatto con alimenti (MCA) 1 Scopo e campo di applicazione della ISO 22000 SCOPO: si applica quando una organizzazione delle filiera

Dettagli

GUIDA PRATICA PER I PREPARATORI CERTIFICATI SECONDO IL REG. CE 834/07

GUIDA PRATICA PER I PREPARATORI CERTIFICATI SECONDO IL REG. CE 834/07 GUIDA PRATICA PER I PREPARATORI CERTIFICATI SECONDO IL REG. CE 834/07 NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Reg. CE 834/07 Reg. CE 889/08 DOCUMENTAZIONE Scheda materie prime Scheda di preparazione prodotti Registro

Dettagli

Tenete le vostre finanze sempre sotto controllo. Con l app Mobile Banking, ora arricchita di nuove comode funzioni. credit-suisse.

Tenete le vostre finanze sempre sotto controllo. Con l app Mobile Banking, ora arricchita di nuove comode funzioni. credit-suisse. Tenete le vostre finanze sempre sotto controllo. Con l app Mobile Banking, ora arricchita di nuove comode funzioni. credit-suisse.com/mobilebanking Tutte le funzioni a colpo d occhio. Consultate il saldo

Dettagli

Il progetto per la gestione della tracciabilità e rintracciabilità delle aziende lattiero-casearie si pone come primo obiettivo quello di

Il progetto per la gestione della tracciabilità e rintracciabilità delle aziende lattiero-casearie si pone come primo obiettivo quello di tracciabilità e rintracciabilità prodotti lattiero caseari problema Le moderne aziende che operano nel settore lattiero caseario hanno da affrontare problemi connessi alla tracciabilità e rintracciabilità

Dettagli

La norma internazionale sulla sicurezza alimentare nella ristorazione collettiva

La norma internazionale sulla sicurezza alimentare nella ristorazione collettiva La norma internazionale sulla sicurezza alimentare nella ristorazione collettiva Cremona, 26 ottobre 2007 Clementina Clementi- food technical development 1 La norma internazionale sulla sicurezza alimentare

Dettagli

IGIENE ALIMENTARE E SISTEMA DI PREVENZIONE

IGIENE ALIMENTARE E SISTEMA DI PREVENZIONE IGIENE ALIMENTARE E SISTEMA DI PREVENZIONE Nell ambito di una completa prevenzione della sute e della sicurezza sul lavoro e della gestione delle attività ambienti dell impresa sviluppate sistema informativo

Dettagli

ORGANIC SYSTEM PLAN TRASFORMATORI PRODOTTI APISTICI USDA / NOP

ORGANIC SYSTEM PLAN TRASFORMATORI PRODOTTI APISTICI USDA / NOP ORGANIC SYSTEM PLAN TRASFORMATORI PRODOTTI APISTICI MASTER 205 1 REQUISITI DELL AZIENDA PREREQUISITI ISCRIZIONE ALLA CAMERA DI COMMERCIO AUTORIZZAZIONE SANITARIA DISPONIBILITÀ DI ACQUA POTABILE (VERIFICARE

Dettagli

Per la registrazione (attivazione) seguite quanto spiegato sotto: È la prima volta che si accede a Enphase?

Per la registrazione (attivazione) seguite quanto spiegato sotto: È la prima volta che si accede a Enphase? Per la registrazione (attivazione) seguite quanto spiegato sotto: È la prima volta che si accede a Enphase? I prodotti Enphase Energy migliorano notevolmente le prestazioni dei sistemi a energia solare.

Dettagli

Teseo. Noi. enterprise. per Innovare. con Voi TECNOLOGIE INFORMATICHE

Teseo. Noi. enterprise. per Innovare. con Voi TECNOLOGIE INFORMATICHE TECNOLOGIE INFORMATICHE Il gestionale per la distribuzione Il progetto nasce dalla presa d atto che le problematiche del settore idrotermosanitario hanno una forte specificità derivante dalle caratteristiche

Dettagli

LE CERTIFICAZIONI VOLONTARIE PER IL PACKAGING A CONTATTO CON GLI ALIMENTI

LE CERTIFICAZIONI VOLONTARIE PER IL PACKAGING A CONTATTO CON GLI ALIMENTI LE CERTIFICAZIONI VOLONTARIE PER IL PACKAGING A CONTATTO CON GLI ALIMENTI Isabella d Adda QUALITY ENVIRONMENT SAFETY ENERGY PRODUCT INSPECTION TRAINING Arezzo, 28 Settembre 2012 Fatturato di 127 miliardi

Dettagli

Norme de buona fabbricazione

Norme de buona fabbricazione La disciplina relativa ai medicinali nell Unione europea Volume 4 Norme de buona fabbricazione Medicinali per uso umano e medicinali veterinari Edizione 1999 COMMISSIONE EUROPEA Direzzione generale III

Dettagli

Manuale utente per gli ordini sul sito web

Manuale utente per gli ordini sul sito web Manuale utente per gli ordini sul sito web (nuovo cliente FastTrak) http://www.finelinetech.com Versione 1.8 Utente regolare 12 giugno 2013 Informazioni di contatto E-mail: Stati Uniti: support@finelinetech.com

Dettagli

ISO 22000 SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA ALIMENTARE

ISO 22000 SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA ALIMENTARE ISO 22000 SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA ALIMENTARE Lo standard ISO 22000 si applica a tutte le organizzazioni direttamente o indirettamente coinvolte nella filiera alimentare. La norma è compatibile

Dettagli

Specifiche tecniche per la fornitura di camere da vuoto per l upgrade di DAΦNE

Specifiche tecniche per la fornitura di camere da vuoto per l upgrade di DAΦNE ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE LABORATORI NAZIONALI DI FRASCATI Frascati, 28 febbraio 2007 Divisione Acceleratori Via E. Fermi, 40 Specifiche tecniche per la fornitura di camere da vuoto per l upgrade

Dettagli

Revisione dei capitoli delle GMP: stato dell arte

Revisione dei capitoli delle GMP: stato dell arte 9 INFODAY medicinali veterinari Revisione dei capitoli delle GMP: stato dell arte Anna Rita Villani Dirigente chimico, Ufficio 05 Roma, 21 maggio 2015 le EuGMP sono abbastanza «datate» Direttiva 91/412/CE

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione

AZIENDA USL ROMA H Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione VERBALE DI SOPRALLUOGO PER LA VERIFICA DELLE ATTIVITA DEL SETTORE ALIMENTARE SOGGETTE A REGISTRAZIONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 852/2004 (esclusa produzione primaria) D.I.A. N del ATTIVITA : Reg.

Dettagli

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo COLLI Gestione dei Colli di Spedizione La funzione Gestione Colli consente di generare i colli di spedizione in cui imballare gli articoli presenti negli Ordini Clienti;

Dettagli

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori Manuale d uso Versione 08/07/2014 themix Italia srl tel. 06 35420034 fax 06 35420150 email info@themix.it LOGIN All avvio il

Dettagli

Assicurazione RC Prodotti

Assicurazione RC Prodotti Reggio Emilia 9 Giugno 2015 Assicurazione RC Prodotti Alessandro D Andreamatteo A CHI INTERESSA UNA POLIZZA R.C.P.? La polizza RCP interessa il fabbricante del bene, o il fornitore di un servizio, o un

Dettagli

International Insurance Brokers Since 1861. Quando Il Vostro Cliente Ha Esposizioni Al Rischio Negli Stati Uniti

International Insurance Brokers Since 1861. Quando Il Vostro Cliente Ha Esposizioni Al Rischio Negli Stati Uniti International Insurance Brokers Since 1861 Quando Il Vostro Cliente Ha Esposizioni Al Rischio Negli Stati Uniti 1 A. Il vostro cliente si affida a voi per quanto riguarda le questioni assicurative. Avete

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA

IDENTIFICAZIONE DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA Tabella 1) Capitolo 1 - Generalità Revisione n.00 Paragrafo 1.1 - Identificazione della struttura Allegati relativi al paragrafo: ALL.01 IDENTIFICAZIONE DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA Denominazione: Sede:

Dettagli

La soluzione per pesare, selezionare, etichettare

La soluzione per pesare, selezionare, etichettare La soluzione per pesare, selezionare, etichettare www.hsc350.it Pesare, selezionare, etichettare Tecnologia innovativa per prestazioni senza compromessi HSC350 è il risultato di oltre 30 anni di ricerca

Dettagli

Opt Solutions PlanetTogether Descrizione Moduli

Opt Solutions PlanetTogether Descrizione Moduli Opt Solutions PlanetTogether Descrizione Moduli INDEX 1. BASE Schedulazione manuale con Drag&Drop... 2 1.1. Dettaglio Modulo BASE... 2 2. AUTO Schedulazione automatica a capacità finita... 5 3. WHAT-IF

Dettagli

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO)

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO) PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE, PORTIERATO, FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO, PER UFFICI E SERVIZI PROVINCIALI CIG: 4178959A0D ALLEGATO A/4

Dettagli

REQUISITI CHIAVE: Regolamento definitivo sui Controlli preventivi relativi a mangimi/cibi per animali Colpo d'occhio

REQUISITI CHIAVE: Regolamento definitivo sui Controlli preventivi relativi a mangimi/cibi per animali Colpo d'occhio La Food and Drug Administration offre questa traduzione come un servizio per un vasto pubblico internazionale. Ci auguriamo che Lei trovi questa traduzione utile. Anche se l'ente ha cercato di ottenere

Dettagli

ISTRUZIONI DI USO E MANUTENZIONE STERMINATORE DI INSETTI ECOLOGICO. Disinfestazione. Dichiarazione di conformità alle norme vigenti

ISTRUZIONI DI USO E MANUTENZIONE STERMINATORE DI INSETTI ECOLOGICO. Disinfestazione. Dichiarazione di conformità alle norme vigenti ISTRUZIONI DI USO E MANUTENZIONE STERMINATORE DI INSETTI ECOLOGICO Disinfestazione Dichiarazione di conformità alle norme vigenti Codice del modello :... Matricola nr :. Anno di produzione :... Bendoni

Dettagli

1 CARICAMENTO LOTTI ED ESISTENZE AD INIZIO ESERCIZIO

1 CARICAMENTO LOTTI ED ESISTENZE AD INIZIO ESERCIZIO GESTIONE LOTTI La gestione dei lotti viene abilitata tramite un flag nei Progressivi Ditta (è presente anche un flag per Considerare i Lotti con Esistenza Nulla negli elenchi visualizzati/stampati nelle

Dettagli

MODULO RACCOLTA DATI MANUALE HACCP - DA INVIARE COMPILATO MEZZO FAX ALLO 0421 220222 O A info@centrosicurlavoro.com

MODULO RACCOLTA DATI MANUALE HACCP - DA INVIARE COMPILATO MEZZO FAX ALLO 0421 220222 O A info@centrosicurlavoro.com INFORMAZIONI GENERALI Ragione Sociale *: Partita IVA* : Indirizzo *: Codice Fiscale* : CAP*: Città* : Prov*: Nome Commerciale (es. nome presente sull insegna) Legale rappresentante*: Responsabile HACCP*:

Dettagli

Società Agricola F.lli Piva. Lavoriamo per aggiungere qualità alla perfezione della natura

Società Agricola F.lli Piva. Lavoriamo per aggiungere qualità alla perfezione della natura Società Agricola F.lli Piva Lavoriamo per aggiungere qualità alla perfezione della natura L Azienda La Società Agricola F.lli Piva S.S., conosciuta con il proprio marchio commerciale UOVA DI FATTORIA è

Dettagli

DATA 27/11/2007 N 01 DATA 27/11/2007 N 00 Pag. 1 di 77

DATA 27/11/2007 N 01 DATA 27/11/2007 N 00 Pag. 1 di 77 DATA 27/11/2007 N 01 DATA 27/11/2007 N 00 Pag. 1 di 77 Piano di Autocontrollo Alimentare secondo il Sistema HACCP con Indicazioni di Corretta Prassi Igienica, Rintracciabilità degli alimenti, Ritiro e

Dettagli

Produrre materie prime sicure per l alimentazione dell uomo e degli animali è fondamentale per lo sviluppo del settore agricolo

Produrre materie prime sicure per l alimentazione dell uomo e degli animali è fondamentale per lo sviluppo del settore agricolo Sicurezza degli alimenti e dei mangimi MANGIMI E ALIMENTI BUONE PRASSI IGIENICHE HACCP GESTIONE DEI RISCHI Produrre materie prime sicure per l alimentazione dell uomo e degli animali è fondamentale per

Dettagli

Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali

Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali Esame di Stato anno scolastico 2014/2015 Svolgimento seconda prova di Economia aziendale La

Dettagli

BearingNet - Ricerca

BearingNet - Ricerca Contenuto Ricerca di base... 2 Marca... 3 Ricerca avanzata... 4 Casella Inizia con... 5 Incluso... 6 Escludendo... 6 Quantità... 7 Marca... 8 Paese... 9 Data... 9 Tipo di PT... 10 Impostazione area geografica...

Dettagli

Introduzione all analisi per flussi

Introduzione all analisi per flussi C 1 a p i t o l o Introduzione all analisi per flussi 1 I flussi finanziari L obiettivo di questo libro è illustrare una diversa visione d impresa: non più quella statica legata alla contabilità e all

Dettagli

Validità 02/02/2015. Sconto o maggiorazione 150 499 maggiorazione 10 % 500 999 0 1000 1999 sconto 2 % 2000 sconto 3 %

Validità 02/02/2015. Sconto o maggiorazione 150 499 maggiorazione 10 % 500 999 0 1000 1999 sconto 2 % 2000 sconto 3 % CONDIZIONI DI FORNITURA COMET Validità 02/02/2015 1. OGGETTO Questo documento ha lo scopo di regolamentare la fornitura delle nostre mescole di gomma nera, confezionate con polimeri naturali e sintetici

Dettagli

La gestione, il controllo ollo e la valutazione delle scorte

La gestione, il controllo ollo e la valutazione delle scorte Situazioni operative 2010 Scuola Duemila 1 Situazione operativa n. 4 La gestione, il controllo ollo e la valutazione delle scorte Roberto Bandinelli Riccardo Mazzoni Risultati attesi Sapere: gli ambiti

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

2. Assistenza telefonica dedicata 24 ore su 24, sette giorni su sette con tecnici di livello avanzato in possesso di certificazioni del settore

2. Assistenza telefonica dedicata 24 ore su 24, sette giorni su sette con tecnici di livello avanzato in possesso di certificazioni del settore Descrizione del servizio Business Support di Dell I. Panoramica del servizio Business Support Il servizio Business Support per i clienti Dell combina rapidi tempi di risposta e risoluzione dei problemi

Dettagli

IBS Enterprise Electro Edition. Solution overview

IBS Enterprise Electro Edition. Solution overview Solution overview IBS Enterprise e la Distribution Excellence IBS, player riconosciuto a livello internazionale per la fornitura di software, servizi e nuove filosofie di avanguardia per la distribuzione,

Dettagli

SULID BULK SOLID/SOLIDI SFUSI SPECIFICHE DI SITO

SULID BULK SOLID/SOLIDI SFUSI SPECIFICHE DI SITO SULID BULK SOLID/SOLIDI SFUSI A. IMPRESA SPECIFICHE DI SITO A1 A2 A3 A4 A5 A6 A7 A8 me Indirizzo Codice Postale Città Stato Persona da contattare Numero di telefono Indirizzo E-mail BULK SOLID/SOLIDI SFUSI

Dettagli

BANCA DATI PREPARATI PERICOLOSI. Manuale operativo ISS FORMULA v.1.25. Configurazione minima richiesta:

BANCA DATI PREPARATI PERICOLOSI. Manuale operativo ISS FORMULA v.1.25. Configurazione minima richiesta: BANCA DATI PREPARATI PERICOLOSI Manuale operativo ISS FORMULA v.1.25. Configurazione minima richiesta Installazione del programma Definizioni Finestra iniziale del programma Come compilare Configurazione

Dettagli

Internet: www.gdpconsulting.it email: info@gdpconsulting.it Sede legale: Strada San Giorgio Martire, 97/6 70123 Bari (BA) Tel/Fax: 080/5057504

Internet: www.gdpconsulting.it email: info@gdpconsulting.it Sede legale: Strada San Giorgio Martire, 97/6 70123 Bari (BA) Tel/Fax: 080/5057504 SIGeP è la soluzione informatica per la gestione delle attività connesse alla produzione. Sviluppato da GDP Consulting, SIGeP permette una gestione integrata di tutti i processi aziendali. SIGeP è parametrizzabile

Dettagli

18.2.6.3 Pompe antincendio azionate da motore elettrico. 18.2.7 Dispositivi di prova e funzionamento. in funzione. Tubazioni

18.2.6.3 Pompe antincendio azionate da motore elettrico. 18.2.7 Dispositivi di prova e funzionamento. in funzione. Tubazioni 18.2.6.3 Pompe antincendio azionate da motore elettrico Ogni interruttore sull'alimentazione elettrica dedicato al motore elettrico del}a pompa antincendio deve essere etichettato come segue: "ALIMENTAZIONE

Dettagli

Principale normativa di riferimento: D. l.vo 109/1992 e Reg. UE 1169/2011 (etichettatura, presentazione e pubblicità dei prodotti alimentari)

Principale normativa di riferimento: D. l.vo 109/1992 e Reg. UE 1169/2011 (etichettatura, presentazione e pubblicità dei prodotti alimentari) Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene alimenti e nutrizione Servizio Veterinario - Alimenti di Origine Animale (Area B) CONTROLLO UFFICIALE delle IMPRESE ALIMENTARI CAMPI D ESAME Il controllo ufficiale,

Dettagli

Associazione europea dei produttori di candele

Associazione europea dei produttori di candele Rivista 1 Associazione europea dei produttori di candele Newsletter giugno 2015 La nostra prima newsletter stampata vi dà il benvenuto a Nizza! L AECM dà il benvenuto a tutti i partecipanti alla Conferenza

Dettagli

PRIMUS VI OFFRE LA MIGLIORE DIFESA

PRIMUS VI OFFRE LA MIGLIORE DIFESA HYGIENE ESPERTI IN IGIENE GLI STUDI DIMOSTRANO CHE LA BIANCHERIA È UN FATTORE DI RISCHIO PER IL TRASFERIMENTO DELLE INFEZIONI E DEI SUPERBATTERI Dal 10 al 15% delle infezioni nosocomiali (che porta a una

Dettagli

ISO 22000 ed. 05: solo una nuova norma o uno strumento di governo degli standard di prodotto esistenti?

ISO 22000 ed. 05: solo una nuova norma o uno strumento di governo degli standard di prodotto esistenti? ISO 22000 l unica norma universale per il Sistema di Gestione per la Sicurezza Alimentare ISO 22000 ed. 05: solo una nuova norma o uno strumento di governo degli standard di prodotto esistenti? Cremona,

Dettagli

Part of EUROTAXGLASS S Group. EurotaxPriceAnalyser. Una gestione dinamica dei prezzi per un maggior rendimento

Part of EUROTAXGLASS S Group. EurotaxPriceAnalyser. Una gestione dinamica dei prezzi per un maggior rendimento Part of EUROTAXGLASS S Group EurotaxPriceAnalyser Una gestione dinamica dei prezzi per un maggior rendimento Strutturare in modo efficiente i prezzi dei veicoli usati I valori residui elevati sono decretati

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Soluzioni di assistenza ThermoKare

Soluzioni di assistenza ThermoKare Thermo Soluzioni di assistenza ThermoKare La strada per la tranquillità Ottimizzazione dell'efficienza del parco veicoli Riduzione dei costi di manutenzione Massimizzazione del valore di vendita "Scegliere

Dettagli

Stato patrimoniale al 31/12/n

Stato patrimoniale al 31/12/n Tema d esame Gestione economica delle imprese ristorative, analisi di bilancio e fonti di finanziamento di Grazia BATARRA ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE ECONOMICHE (Classe 5 a IP Tecnico servizi ristorativi)

Dettagli

L ANAFILASSI A SCUOLA

L ANAFILASSI A SCUOLA L ANAFILASSI A SCUOLA Misure per limitare l esposizione ad allergeni alimentari a scuola ( tratto da Food Allergy Italia - 2003) COME MANIPOLARE IL CIBO informare la scuola, tutto lo staff della cucina

Dettagli

PARTE A CONDIZIONI DI UTILIZZO DELLO SKY ONLINE TV BOX

PARTE A CONDIZIONI DI UTILIZZO DELLO SKY ONLINE TV BOX Sky Online TV Box - CONDIZIONI DI UTILIZZO DELLO SKY ONLINE TV BOX E DELLO SKY CHANNEL STORE PER L UTENTE ( CONTRATTO ) ATTENZIONE: QUESTO CONTRATTO SI COMPONE DI DUE PARTI CHE DEVONO ENTRAMBE ESSERE LETTE

Dettagli

Istruzioni per la posa di mflorcontact

Istruzioni per la posa di mflorcontact Istruzioni per la posa di mflorcontact Ispezione e pre-trattamento del sottofondo Verifiche Il sottofondo deve essere mantenuto asciutto, in piano e pulito, come stabilito dalla norma DIN 18365. Deve essere

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H. Borgo Garibaldi, n 12 - Albano Laziale (Roma) 06 / 93275330 fax 93275317

AZIENDA USL ROMA H. Borgo Garibaldi, n 12 - Albano Laziale (Roma) 06 / 93275330 fax 93275317 VERBALE DI SOPRALLUOGO PER LA VERIFICA DELLE ATTIVITA DEL SETTORE ALIMENTARE SOGGETTE A REGISTRAZIONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 852/2004 FARMACIE ATTIVITA : Reg. n DATI IDENTIFICATIVI : DITTA RAGIONE

Dettagli

Testo 552 - Vacuometro. Istruzioni per l'uso

Testo 552 - Vacuometro. Istruzioni per l'uso Testo 552 - Vacuometro Istruzioni per l'uso Indice Indice 1 Sicurezza e smaltimento... 1 1.1 Questo manuale... 1 1.2 Sicurezza... 1 1.3 Smaltimento... 2 2 Dati tecnici... 3 3 Descrizione dello strumento...

Dettagli

FAQ della 4 Edizione delle Regole per il Raggiungimento e il Mantenimento del Riconoscimento IATF

FAQ della 4 Edizione delle Regole per il Raggiungimento e il Mantenimento del Riconoscimento IATF FAQ della 4 Edizione delle per il Raggiungimento e il Mantenimento del Riconoscimento IATF Le per il raggiungimento e il mantenimento del Riconoscimento IATF, 4 Edizione per l ISO/TS 16949 ( 4 Edizione),

Dettagli

Istruzione operativa per la presentazione. https://comunedimonza.bravosolution.com

Istruzione operativa per la presentazione. https://comunedimonza.bravosolution.com Istruzione operativa per la presentazione dell istanza di iscrizione i i all Albo Fornitori i https://comunedimonza.bravosolution.com Introduzione Il presente documento, in aggiunta al Regolamento e al

Dettagli

PRIMA PARTE Dalla Relazione sulla gestione al bilancio di Alfa spa al 31/12/2014 si desumono le seguenti informazioni:

PRIMA PARTE Dalla Relazione sulla gestione al bilancio di Alfa spa al 31/12/2014 si desumono le seguenti informazioni: Svolgimento a cura di Lucia Barale Pag. 1 a 13 Esame di Stato 2015 Istituto Tecnico - Settore economico Indirizzi: Amministrazione, Finanza e Marketing e Articolazione Sistemi informativi aziendali Svolgimento

Dettagli

Condizioni Generali di Vendita dal web store http://storeciommiento.negozinweb.com per rivenditori (non applicabili alla clientela consumer)

Condizioni Generali di Vendita dal web store http://storeciommiento.negozinweb.com per rivenditori (non applicabili alla clientela consumer) Data ultimo aggiornamento: 15/01/2012 Pag. 1 di 6 Contratto per la vendita a distanza (on-line). 1. Il negozio Il negozio (in avanti definito anche web-store o store o sito ) è raggiungibile all indirizzo:,

Dettagli

Allegato 6 Produzione di gas medicinali. Tratto dalle Norme di buona Fabbricazione (GMP)

Allegato 6 Produzione di gas medicinali. Tratto dalle Norme di buona Fabbricazione (GMP) Ufficio Autorizzazione Officine Allegato 6 Produzione di gas medicinali Tratto dalle Norme di buona Fabbricazione (GMP) Traduzione validata dall Ufficio Autorizzazione Officine - AIFA Trattasi di una traduzione

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche E25

Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche E25 Sezione di Tecnologia e Legislazione Farmaceutiche Maria Edvige Sangalli Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche E25 Fabbricazione Industriale dei Medicinali 4 CFU Prof. Andrea

Dettagli

Il piano nazionale dei controlli sul regolamento Reach.

Il piano nazionale dei controlli sul regolamento Reach. Il piano nazionale dei controlli sul regolamento Reach. Prime esperienze di vigilanza da parte delle Regioni. Tecnico della Prevenzione dott. Peruzzo Massimo 23 Maggio 2012 Controlli: evoluzione normativa

Dettagli

Condizioni di Vendita

Condizioni di Vendita Condizioni di Vendita Le presenti Condizioni di Vendita vanno lette con attenzione dal Cliente prima di procedere ad effettuare ogni acquisto. Con l avvertenza che il Cliente sarà soggetto alle Condizioni

Dettagli

Internet: www.gdpconsulting.it email: info@gdpconsulting.it Sede legale: Strada San Giorgio Martire, 97/6 70123 Bari (BA) Tel/Fax: 080/5057504

Internet: www.gdpconsulting.it email: info@gdpconsulting.it Sede legale: Strada San Giorgio Martire, 97/6 70123 Bari (BA) Tel/Fax: 080/5057504 SIGeA è la soluzione informatica per l azienda che opera nel mercato agroalimentare. Sviluppato da GDP Consulting sulla base dell esperienza sul campo di aziende del settore, SIGeA permette una gestione

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL CENSIMENTO RIFIUTI URBANI SUL PORTALE WWW.AMBIENTEINLIGURIA.IT

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL CENSIMENTO RIFIUTI URBANI SUL PORTALE WWW.AMBIENTEINLIGURIA.IT ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL CENSIMENTO RIFIUTI URBANI SUL PORTALE WWW.AMBIENTEINLIGURIA.IT Febbraio 2015 Pulsanti di interfaccia... 3 Modalità di richiesta creazione nuovo utente... 4 Profilazione

Dettagli

Manuale per la Qualità. ABANA Biomedica

Manuale per la Qualità. ABANA Biomedica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Anno Accademico 2001/2002 Manuale per la Qualità ABANA Biomedica In accordo alle norme UNI EN ISO 9001:2000 Ansaloni M. Bulgarelli A. Neri D. Popovac A.

Dettagli

AUTOCONTROLLO SEMPLIFICATO MICROIMPRESE

AUTOCONTROLLO SEMPLIFICATO MICROIMPRESE AUTOCONTROLLO SEMPLIFICATO MICROIMPRESE Definizione di microimpresa fornita dal Reg. 800/08/CE: un'impresa che occupa meno di 10 persone e realizza un fatturato annuo e/o un totale di bilancio annuo non

Dettagli

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO RINTRACCIABILITÁ DEGLI ALIMENTI E GESTIONE DI PRODOTTI ALIMENTARI POTENZIALMENTE PERICOLOSI

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO RINTRACCIABILITÁ DEGLI ALIMENTI E GESTIONE DI PRODOTTI ALIMENTARI POTENZIALMENTE PERICOLOSI DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO 00 - PO DS 07 RINTRACCIABILITÁ DEGLI ALIMENTI E GESTIONE DI PRODOTTI ALIMENTARI POTENZIALMENTE PERICOLOSI INDICE DI REVISIONE 0 SCOPO Copia conforme

Dettagli

Indicazioni per la manipolazione e lo stoccaggio dei prodotti fitosanitari e trattamento dei relativi imballaggi e delle rimanenze

Indicazioni per la manipolazione e lo stoccaggio dei prodotti fitosanitari e trattamento dei relativi imballaggi e delle rimanenze ALLEGATO VI Indicazioni per la manipolazione e lo stoccaggio dei prodotti fitosanitari e trattamento dei relativi imballaggi e delle rimanenze VI.1 - Stoccaggio dei prodotti fitosanitari Fatte salve le

Dettagli

SCHEDA PER LA CLASSIFICAZIONE DEI MANGIMIFICI IN BASE AL RISCHIO

SCHEDA PER LA CLASSIFICAZIONE DEI MANGIMIFICI IN BASE AL RISCHIO SCHEDA PER LA CLASFICAZIONE DEI MANGIMIFICI IN BASE AL RISCHIO Ragione sociale:.... Sede legale: Sede produttiva:....... Telefono: fax:..e-mail:..... Codice fiscale / partita IVA:... Legale rappresentante:...

Dettagli

Modalità e luogo del trattamento dei Dati raccolti Modalità di trattamento

Modalità e luogo del trattamento dei Dati raccolti Modalità di trattamento Titolare del Trattamento dei Dati Ing. Alberto Rossi, Corso Vittorio Emanuele II n 15, Cremona; 0372-75 06 55 ing-albertorossi@libero.it Ing. Federico Jappelli, via Lepontina 1, Milano; 02-33 22 02 49

Dettagli

Informazioni sulla consegna

Informazioni sulla consegna Informazioni sulla consegna Informazioni importanti sulla vostra consegna del seme di donatore Cryos INFORMAZIONI SULLA CONSEGNA PAG. 1 PAG. 2 INFORMAZIONI SULLA CONSEGNA Come maneggiare il contenitore

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Questo documento include le condizioni generali di vendita (qui chiamate: Condizioni Generali ) della STAR PROGETTI

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Questo documento include le condizioni generali di vendita (qui chiamate: Condizioni Generali ) della STAR PROGETTI CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Questo documento include le condizioni generali di vendita (qui chiamate: Condizioni Generali ) della STAR PROGETTI TECNOLOGIE APPLICATE S.p.A.,con sede in Via Pasubio, 4/d

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA DONAZIONE DI APPARECCHIATURE MEDICHE World Council of Churches (WCC) & Community Initiatives Support Service (CISS)

LINEE GUIDA PER LA DONAZIONE DI APPARECCHIATURE MEDICHE World Council of Churches (WCC) & Community Initiatives Support Service (CISS) LINEE GUIDA PER LA DONAZIONE DI APPARECCHIATURE MEDICHE World Council of Churches (WCC) & Community Initiatives Support Service (CISS) Una guida per chi riceve e per chi dona. Utile anche per chi vuole

Dettagli

PROTOCOLLO PER IL RECUPERO, CONSERVAZIONE, CONFEZIONAMENTO E TRASPORTO DI ALIMENTI NON DISTRIBUITI IN SERVIZI DI RISTORAZIONE COLLETTIVA

PROTOCOLLO PER IL RECUPERO, CONSERVAZIONE, CONFEZIONAMENTO E TRASPORTO DI ALIMENTI NON DISTRIBUITI IN SERVIZI DI RISTORAZIONE COLLETTIVA PROTOCOLLO PER IL RECUPERO, CONSERVAZIONE, CONFEZIONAMENTO E TRASPORTO DI ALIMENTI NON DISTRIBUITI IN SERVIZI DI RISTORAZIONE COLLETTIVA 1 Introduzione Il protocollo definisce, sulla base dell esperienza

Dettagli

Contaminazione dell olio di girasole con prodotti di oli minerali

Contaminazione dell olio di girasole con prodotti di oli minerali Contaminazione dell olio di girasole con prodotti di oli minerali Conclusioni del Gruppo esperti del 6 Giugno 2008 e del 20 Giugno 2008, approvate dal Comitato Permanente del 20 Giugno 2008 Requisiti dei

Dettagli

FONDAZIONE CRESCI@MO

FONDAZIONE CRESCI@MO FONDAZIONE CRESCI@MO Sede in 41123 MODENA (MO) VIA CRISTOFORO GALAVERNA 8 Codice Fiscale 03466300369 - Numero Rea MO 390164 P.I.: 03466300369 Capitale Sociale Euro 50.000 i.v. Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

INFORMATIVA PRIVACY & COOKIE

INFORMATIVA PRIVACY & COOKIE INFORMATIVA PRIVACY & COOKIE Il presente documento sulla privacy policy (di seguito, Privacy Policy ) del sito www.fromac.it (di seguito, Sito ), si conforma alla privacy policy del sito del Garante per

Dettagli

Gestione rischio Listeria monocytogenes negli impianti RTE - Aggiornamenti alla legislazione USA e Controllo Ufficiale

Gestione rischio Listeria monocytogenes negli impianti RTE - Aggiornamenti alla legislazione USA e Controllo Ufficiale Gestione rischio Listeria monocytogenes negli impianti RTE - Aggiornamenti alla legislazione USA e Controllo Ufficiale «Listeria monocytogenes: Le nicchie negli impianti industriali e loro gestione» Langhirano

Dettagli

Procedure Gestionali e Tecnologiche per il Laboratorio Galenico della Farmacia

Procedure Gestionali e Tecnologiche per il Laboratorio Galenico della Farmacia Paola Brusa Antonio Germano www.progettoappa.it Procedure Gestionali e Tecnologiche per il Laboratorio Galenico della Farmacia Accreditate da parte della FOFI il 16/06/2008 come nuovo codice di preparazione

Dettagli

Condizioni Generali. GARANZIA LIMITATA PER IL KOBO AURA ereader REGNO UNITO

Condizioni Generali. GARANZIA LIMITATA PER IL KOBO AURA ereader REGNO UNITO Condizioni Generali GARANZIA LIMITATA PER IL KOBO AURA ereader REGNO UNITO La presente Garanzia Limitata viene concessa da Kobo Inc. ("Kobo") e conferisce diritti specifici in relazione al Kobo ereader

Dettagli

BANCA DATI PREPARATI PERICOLOSI

BANCA DATI PREPARATI PERICOLOSI BANCA DATI PREPARATI PERICOLOSI Manuale operativo ISS FORMULA v.1.26. 1 CONFIGURAZIONE MINIMA RICHIESTA...2 2 INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA...3 3 DEFINIZIONI...4 4 FINESTRA INIZIALE DEL PROGRAMMA...5 5 COME

Dettagli

PRESENTAZIONE SISTEMA HACCP

PRESENTAZIONE SISTEMA HACCP PRESENTAZIONE SISTEMA HACCP L'HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) è un sistema di autocontrollo igienico che ogni operatore nel settore della produzione di alimenti deve mettere in atto

Dettagli

Comune di Agerola Provincia di Napoli --------

Comune di Agerola Provincia di Napoli -------- 1 Comune di Agerola Provincia di Napoli -------- SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA PER SCUOLE MATERNE REQUISITI CENTRO COTTURA ALLEGATO C LOCALI: I locali devono essere distinti l uno dall altro in funzione

Dettagli