CAPITOLATO D ONERI PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE IMPIANTI AFFISSIONI NECROLOGI E MANIFESTI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO D ONERI PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE IMPIANTI AFFISSIONI NECROLOGI E MANIFESTI"

Transcript

1 AREA TECNIICA SETTORE OPERE PUBBLIICHE CAPITOLATO D ONERI PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE IMPIANTI AFFISSIONI NECROLOGI E MANIFESTI

2 Indice Articolo 1 Oggetto dell appalto Articolo 2 Caratteristiche degli impianti Articolo 3 Corrispettivo dell appalto Articolo 4 Localizzazione degli impianti Articolo 5 Tempo massimo installazione degli impianti Articolo 6 Manutenzione degli impianti Articolo 7 Obblighi della Ditta Articolo 8 Responsabilità della Ditta Articolo 9 Approvazione dei messaggi pubblicitari Articolo 10 Oneri del comune Articolo 11 Clausola di garanzia Articolo 12 Controversie Articolo 13 Rinvio a norme di diritto vigenti

3 Articolo 1 Oggetto dell appalto 1.1 Il presente capitolato regola i rapporti tra il Comune di Canelli (di seguito definito con il termine Comune ) e la ditta affidataria (di seguito definita Ditta ) per la fornitura, installazione e manutenzione, senza onere per il Comune, di: - stendardi per affissioni necrologi ciascuno composto da due spazi, il primo spazio adibito all esposizione della pubblicità esclusivamente delle imprese del settore funebre o imprese nei settori correlati (ad es: fiorai ) ed il secondo spazio adibito all affissione dei manifesti necrologi ad esclusivo utilizzo del servizio pubbliche affissioni come stabilito dall art. 18 D.Lgs. 507/93; - impianto grandi formati (posters) per affissioni di natura commerciale da collocare su pareti ovvero su palificazioni di sezione adeguata e tale da assicurare la stabilità statica del manufatto; - la quantità degli impianti necessari sarà determinata mediante sopralluogo congiunto tra la Ditta fornitrice ed un incaricato del Comune, per verificare i bisogni ed i siti idonei; Articolo 2 Caratteristiche degli impianti 2.1 Gli stendardi per affissioni necrologi dovranno avere le seguenti caratteristiche: - stendardi bifacciali di dimensioni adeguate all affissione di annunci mortuari cm. 50x70 e/o di manifesti di partecipazione al lutto cm. 50x35 ai sensi del vigente regolamento comunale per l applicazione dell imposta comunale sulla pubblicità e per l effettuazione del servizio sulle pubbliche affissioni; 2.2 gli impianti di grandi formati dovranno avere le seguenti caratteristiche: - impianti la cui parte tabellare destinata alle affissioni può raggiungere la dimensione massima di cm 600x300 e deve essere delimitata, perimetralmente, da una cornice non superiore a cm 15 di altezza. 2.3 gli impianti dovranno essere omogenei ed uniformi dal punto di vista formale e dimensionale; 2.4 gli impianti dovranno essere realizzati con materiali non deperibili, resistenti alla corrosione ed alle diverse condizioni atmosferiche (umidità, precipitazioni e radiazione solare). Le strutture di sostegno in particolare dovranno assicurare sufficiente resistenza alla spinta del vento ed essere saldamente realizzate ed ancorate sia globalmente che nei singoli elementi. Il loro fissaggio al suolo deve essere realizzato, in funzione della natura del sito oggetto dell intervento, in modo solido con fondazione fissa saldamento ancorata al terreno. 2.5 i manufatti offerti dovranno comunque conformarsi a tutte le leggi, normative vigenti e a quelle che saranno eventualmente emanate nel corso di validità dell appalto senza che alcun onere o pretesa possa essere avanzato al Comune. Articolo 3 Corrispettivo dell appalto 3.1 Il corrispettivo della fornitura suddetta è costituito dallo sfruttamento, per la durata di cinque anni, degli spazi pubblicitari appositamente predisposti (sopralzo) sui manufatti oggetto della fornitura, nel rispetto delle norme generali e particolari riguardanti l attività pubblicitaria ed il Piano Generale degli Impianti allegato al vigente Regolamento comunale per l applicazione dell imposta comunale sulla pubblicità e per l effettuazione del servizio sulle pubbliche affissioni. 3.2 non potrà essere apposta alcuna forma pubblicitaria su beni aggiuntivi eventualmente offerti;

4 3.3 L avvenuta installazione dovrà essere documentata con le certificazioni previste dalla normativa vigente in materia, tali certificazioni costituiscono la comunicazione dell ultimazione delle installazioni. Da tale momento gli impianti entreranno a far parte del patrimonio del Comune diventando, quindi, di proprietà comunale e potrà avere inizio, dopo gli adempimenti previsti in materia di imposta sulla pubblicità, da parte della ditta lo sfruttamento degli spazi pubblicitari appositamente predisposti; Articolo 4 Localizzazione degli impianti 4.1 la localizzazione puntuale degli impianti, nei siti concordati tra il Comune e la Ditta, verrà autorizzata dal dirigente competente con proprio provvedimento, sulla base di specifica richiesta inoltrata dalla Ditta ai sensi dell articolo 51 del D.P.R. 495/92 e del vigente regolamento comunale per l applicazione dell imposta comunale sulla pubblicità e per l effettuazione del servizio sulle pubbliche affissioni. Articolo 5 Tempo massimo installazione degli impianti 5.1 l installazione degli impianti oggetto dell offerta dovrà avvenire nel periodo massimo di 60 giorni a decorrere dalla sottoscrizione del presente capitolato d oneri. 5.2 La Ditta che, per cause ad essa non imputabili, non sia in grado di ultimare le installazioni nel termine fissato, può chiederne la proroga. 5.3 la risposta in merito all istanza di proroga, da presentarsi con 8 giorni di anticipo rispetto alla scadenza del termine massimo fissato per l installazione, verrà fornita dal Dirigente competente entri i successivi 8 giorni dal ricevimento della richiesta protocollata. Articolo 6 Manutenzione degli impianti 6.1 per tutto il periodo dello sfruttamento degli spazi pubblicitari, come definito all articolo 3.1, la Ditta dovrà verificare, a sue spese, il perfetto stato di manutenzione di ciascun impianto fornito in modo che esso sia fruibile, si presenti in uno stato decoroso e non rechi pericolo all utenza. 6.2 In caso di guasti o danneggiamenti, anche a seguito di atti vandalici imputabili a terzi o a forza maggiore, che abbiano reso inefficiente o indecoroso l impianto, la Ditta dovrà procedere alla tempestiva riparazione e, se del caso, alla sostituzione dello stesso. 6.3 per tutto il periodo dello sfruttamento la Ditta dovrà garantire, a sua completa cura e spese, il perfetto stato di conservazione dei manufatti, sia sotto il profilo statico che funzionale ed estetico, garantendo interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione. Articolo 7 Obblighi della Ditta 7.1 la fornitura, il trasporto e la posa in opera degli impianti e di tutti i relativi oneri; 7.2 la realizzazione dei lavori ed opere necessarie alla collocazione degli impianti, quali ad esempio opere di scavo, fondazioni, ripristino e sistemazione dell area circostante, riparazione di eventuali danni arrecati alle reti pubbliche di servizio, ecc 7.3 l apposizione su ogni manufatto di targhetta di identificazione, come stabilito dall articolo 55 del D.P.R. 495/92; 7.4 il rilascio di autocertificazione di stabilità dei manufatti ai sensi dell articolo 53 del D.P.R. 495/92;

5 7.5 la fornitura e la posa in opera degli impianti dovrà essere effettuata secondo l ordine di priorità indicato dal Comune; 7.6 qualora il Comune, per modificazioni dell assetto viabilistico o per qualsiasi altra ragione, ritenesse necessaria la rimozione degli impianti già installati, la Ditta dovrà provvedere, a propria cura e spese, allo spostamento e alla reinstallazione degli impianti nei nuovi siti indicati dal Comune; 7.7 la quantità degli spazi pubblicitari, appositamente predisposti sugli impianti per necrologi (sopralzo), non potranno avere dimensioni superiori ad una altezza di 50 cm. per la larghezza dell impianto. 7.8 la pubblicità dovrà essere quella consentita dalla normativa vigente e conforme alle prescrizioni emanate dalle autorità competenti; non potrà comunque tornare a pregiudizio dell operato del Comune; 7.10 la manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, di tutti gli impianti forniti è ad esclusivo carico della ditta fornitrice per tutta la durata dello sfruttamento degli spazi pubblicitari come specificato all articolo 3.1; 7.11 gli interventi straordinari alla bisogna per rottura e/o rovina dei beni, con riparazione o sostituzione gratuita degli elementi rotti o rovinati; ciò indipendentemente dalle cause che hanno determinato l intervento, quali urti, eventi atmosferici, atti vandalici o altre; 7.12 tutti gli interventi e/o sostituzioni necessari ed opportuni dovranno essere effettuati dalla Ditta con tempestività, responsabilità ed accuratezza; 7.13 la corresponsione dell imposta comunale sulla pubblicità o altro tributo che dovesse essere obbligatoriamente applicato in base alle vigenti disposizioni, direttamente al Comune o alla ditta appaltatrice del servizio di riscossione. Allo stesso modo sarà dovuto il pagamento della TOSAP nei modi e nelle forme di legge; Articolo 8 Responsabilità della Ditta 8.1 la Ditta è responsabile dei danni che per fatto suo, dei suoi dipendenti, dei suoi mezzi o per mancate previdenze vengono arrecati a persone e/ cose durante l installazione, la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti per tutta la durata dello sfruttamento degli spazi pubblicitari previsto all articolo 3.1 Articolo 9 Approvazione dei messaggi pubblicitari 9.1 il Comune, tramite i propri uffici, ha facoltà di rimuovere o far rimuovere o di rifiutare l applicazione di messaggi pubblicitari contrastanti con le leggi o le norme vigenti in materia o che fossero ritenuti contrari al buon costume, lesivi dei diritti costituzionali e della dignità delle persone; Articolo 10 Oneri del comune 10.1 il Comune è tenuto a rilasciare, per quanto di propria competenza, permessi, nulla osta, autorizzazioni relativi all installazione degli impianti; 10.2 il Comune è tenuto ad indicare e a mettere a disposizione della Ditta i siti e le aree di intervento di cui abbia piena disponibilità onde consentire alla stessa l assolvimento ai propri impegni senza indugio;

6 Articolo 11 Clausola di garanzia 11.1 qualora la ditta non dovesse rispettare gli obblighi di manutenzione ordinaria e straordinaria, nel corso dei cinque anni ai sensi dell articolo 3.1, il Comune si riserva di revocare lo sfruttamento degli spazi pubblicitari appositamente predisposti (sopralzo) sui manufatti oggetto della fornitura; Articolo 12 Controversie 12.1 tutte le controversie derivanti dall applicazione delle disposizioni contenute nel presente capitolato d oneri sono devolute al Tribunale di Asti; Articolo 13 Rinvio a norme di diritto vigenti 13.1 per quanto non espressamente contemplato nel presente capitolato d oneri si fa rinvio alle Leggi e Regolamenti in vigore disciplinanti la materia trattata; Canelli lì per il Comune di Canelli per la Ditta

DISCIPLINARE CARTELLIARTELLI PUBBLICITARI PER LA INSTALLAZIONE DI MANUFATTI DESTINATI ALLA AFFISSIONE DI

DISCIPLINARE CARTELLIARTELLI PUBBLICITARI PER LA INSTALLAZIONE DI MANUFATTI DESTINATI ALLA AFFISSIONE DI DISCIPLINARE PER LA INSTALLAZIONE DI MANUFATTI DESTINATI ALLA AFFISSIONE DI CARTELLIARTELLI PUBBLICITARI CONSORZIO PER IL NUCLEO DI INDUSTRIALIZZAZIONE DELL ORISTANESE CONSORZIO PER IL NUCLEO DI INDUSTRIALIZZAZIONE

Dettagli

SCHEMA. DISCIPLINARE DI AUTORIZZAZIONE TRA LA CITTA DI BOLSENA E LA DITTA IPAS S.p.A. PER L INSTALLAZIONE E GESTIONE PUBBLICITARIA DI :

SCHEMA. DISCIPLINARE DI AUTORIZZAZIONE TRA LA CITTA DI BOLSENA E LA DITTA IPAS S.p.A. PER L INSTALLAZIONE E GESTIONE PUBBLICITARIA DI : SCHEMA DISCIPLINARE DI AUTORIZZAZIONE TRA LA CITTA DI BOLSENA E LA DITTA IPAS S.p.A. PER L INSTALLAZIONE E GESTIONE PUBBLICITARIA DI : N 02 PENSILINE DI ATTTESA BUS N 02 OROLOGI ANTICHIAZZATI N 05 CESTINI

Dettagli

DISCIPLINARE DI GESTIONE IMPIANTI PUBBLICITARI DI PROPRIETÀ COMUNALE

DISCIPLINARE DI GESTIONE IMPIANTI PUBBLICITARI DI PROPRIETÀ COMUNALE COMUNE DI BEINASCO DISCIPLINARE DI GESTIONE IMPIANTI PUBBLICITARI DI PROPRIETÀ COMUNALE Il Responsabile del Settore Servizi di Supporto e Prelievo Tributario Patrizia SPITALERE IL DIRIGENTE dott. Matteo

Dettagli

REGOLAMENTO PREINSEGNE ATTIVITA RICETTIVE

REGOLAMENTO PREINSEGNE ATTIVITA RICETTIVE COMUNE DI PISA DIREZIONE URBANISTICA REGOLAMENTO PREINSEGNE ATTIVITA RICETTIVE Regolamento CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI Art.1- Finalità 1) Il presente Regolamento disciplina le tipologie e la collocazione

Dettagli

COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA. Area 6^ - Urbanistica DISCIPLINARE DI CONCESSIONE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE

COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA. Area 6^ - Urbanistica DISCIPLINARE DI CONCESSIONE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA Area 6^ - Urbanistica DISCIPLINARE DI CONCESSIONE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE 1. Il Comune di Nicolosi affida in concessione la gestione degli

Dettagli

COMUNE DI MORRO D'ORO C.F. 81000370676 -------- PROVINCIA DI TERAMO ------ P.IVA 00516370673

COMUNE DI MORRO D'ORO C.F. 81000370676 -------- PROVINCIA DI TERAMO ------ P.IVA 00516370673 COMUNE DI MORRO D'ORO C.F. 81000370676 -------- PROVINCIA DI TERAMO ------ P.IVA 00516370673 AREA FINANZIARIA II Servizio Ufficio TRIBUTI RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PER L INSTALLAZIONE DI MEZZI PUBBLICITARI

Dettagli

Schema di CONVENZIONE

Schema di CONVENZIONE Schema di CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI NEMBRO E LA SOCIETA SERIO SERVIZI AMBIENTALI S.R.L. PER LA REALIZZAZIONE DEI SEGUENTI IMPIANTI FOTOVOLTAICI: - IMPIANTO FOTOVOLTAICO SULLA SCUOLA PRIMARIA DEL CENTRO;

Dettagli

COMUNE DI SANT ARCANGELO (Provincia di Potenza)

COMUNE DI SANT ARCANGELO (Provincia di Potenza) COMUNE DI SANT ARCANGELO (Provincia di Potenza) Corso Vittorio EMANUELE Cap. 85037 Codice Fiscale : 82000110765 Partita I.V.A. : 01000220762 Tel. : 0973 618315 - Fax: 0973 619286 Rep. n. del atti non registrati

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE Comune di Niardo Provincia di Brescia Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: P.G. Marca da bollo da euro 14,62 DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (per l installazione di cartelli,

Dettagli

DITTA SINET ITALIA S.R.L.

DITTA SINET ITALIA S.R.L. COMUNE DI SPINEA (Provincia di Venezia) CONVENZIONE CON LA DITTA SINET ITALIA S.R.L. DI PORTOGRUARO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA PER LA TRACCIABILITA E RINTRACCIABILITA DELLE INFORMAZIONI MARKETING

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE:

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: ALLEGATO C) Rep. n... del.. COMUNE DI CAVEZZO Provincia di Modena CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE DELL AREA / AREE IN LOCALITA CAVEZZO. PER L ALLESTIMENTO A VERDE E LA MANUTENZIONE L anno duemilasette del

Dettagli

***** ACCORDO PER LO SPOSTAMENTO DELLE LINEE TELEFONICHE INTERFERENTI CON I LAVORI DI COSTRUZIONE DELLA NUOVA SP N. 91 VALLE CALEPIO 2

***** ACCORDO PER LO SPOSTAMENTO DELLE LINEE TELEFONICHE INTERFERENTI CON I LAVORI DI COSTRUZIONE DELLA NUOVA SP N. 91 VALLE CALEPIO 2 PROVINCIA DI BERGAMO TELECOM ITALIA SPA ***** ACCORDO PER LO SPOSTAMENTO DELLE LINEE TELEFONICHE INTERFERENTI CON I LAVORI DI COSTRUZIONE DELLA NUOVA SP N. 91 VALLE CALEPIO 2 LOTTO DA COSTA DI MEZZATE

Dettagli

Provincia di Milano. IL DIRIGENTE Arch. Antonio Panzarino. IL VICESINDACO Errico Gaeta

Provincia di Milano. IL DIRIGENTE Arch. Antonio Panzarino. IL VICESINDACO Errico Gaeta Provincia di Milano CONCESSIIONII PER OCCUPAZIIONE DEL SUOLO PUBBLIICO CON IIMPIIANTII PUBBLIICIITARII MODALIITÀ PROCEDURALII A PRECIISAZIIONE DEL Regolamento per l applicazione del canone sulla pubblicità

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI RICARICA CONTO FAMIGLIA PER LA MENSA SCOLASTICA

CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI RICARICA CONTO FAMIGLIA PER LA MENSA SCOLASTICA Provincia di Torino SETTORE POLITICHE EDUCATIVE E SOCIALI UFFICIO ISTRUZIONE CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI RICARICA CONTO FAMIGLIA PER LA MENSA SCOLASTICA PERIODO SETTEMBRE 2015 GIUGNO 2020 1 INDICE

Dettagli

COMUNE di EMPOLI Settore Lavori Pubblici AVVISO PUBBLICO

COMUNE di EMPOLI Settore Lavori Pubblici AVVISO PUBBLICO Allegato B COMUNE di EMPOLI AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI SOGGETTI A CUI AFFIDARE LA MANUTENZIONE DELLE ROTONDE COMUNALI CON PUBBLICIZZAZIONE DELL INTERVENTO RIFERIMENTI GENERALI L Amministrazione

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI 1 INDICE GENERALE: Art. 1 OGGETTO DEL DISCIPLINARE Art. 2 STRUTTURE Art. 3 SOGGETTI Art. 4 RICHIESTA

Dettagli

COMUNE DI SIGNA (Provincia di Firenze) CONVENZIONE PER LA FORNITURA, POSA E GESTIONE GRATUITA DI IMPIANTI DI ARREDO URBANO CON ANNESSO

COMUNE DI SIGNA (Provincia di Firenze) CONVENZIONE PER LA FORNITURA, POSA E GESTIONE GRATUITA DI IMPIANTI DI ARREDO URBANO CON ANNESSO COMUNE DI SIGNA (Provincia di Firenze) CONVENZIONE PER LA FORNITURA, POSA E GESTIONE GRATUITA DI IMPIANTI DI ARREDO URBANO CON ANNESSO SPAZIO PUBBLICITARIO. L'anno duemiladodici il giorno del mese di presso

Dettagli

Impianti per la pubblicità diretta Gestione e manutenzione di transenne parapedonali

Impianti per la pubblicità diretta Gestione e manutenzione di transenne parapedonali CITTA DI SALSOMAGGIORE TERME SETTORE 3 TERRITORIO ED INFRASTRUTTURE Servizio Ambiente Viale Romagnosi, 7 43039 Salsomaggiore Terme (PR) Tel. 0524/580239 Fax 0524/580299 www.comune.salsomaggiore-terme.pr.it

Dettagli

ALLEGATO A: CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A: CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A: CAPITOLATO TECNICO Il presente capitolato tecnico descrive le strutture relative alle preinsegne da installare nel Centro Storico di Rimini. Si chiede di presentare l offerta per la realizzazione,

Dettagli

Regolamento per l adozione di spazi verdi e per la donazione di elementi di arredo urbano da parte di soggetti privati

Regolamento per l adozione di spazi verdi e per la donazione di elementi di arredo urbano da parte di soggetti privati Regolamento per l adozione di spazi verdi e per la donazione di elementi di arredo urbano da parte di soggetti privati INDICE Articolo 1. Finalità Articolo 2. Oggetto e disciplina Articolo 3. Prescrizioni

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Manutenzione maniglioni antipanico e porte REI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Verbania, lì ottobre 2011 IL DIRIGENTE DIPARTIMENTO LL.PP. Ing. Noemi Comola Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto

Dettagli

CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTO DI RETE COMUNE PER LA CONNESSIONE. l sig. o la società.,sede legale, persona del legale

CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTO DI RETE COMUNE PER LA CONNESSIONE. l sig. o la società.,sede legale, persona del legale CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTO DI RETE COMUNE PER LA CONNESSIONE Tra: l sig. o la società.,sede legale, persona del legale rappresentante pro-tempore, in proprio nonché quale procuratore di.,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 14.9.2006 INDICE DEGLI

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

COMUNE DI MISTERBIANCO Provincia di Catania

COMUNE DI MISTERBIANCO Provincia di Catania COMUNE DI MISTERBIANCO Provincia di Catania Cod. Fisc. 80006270872 - Part. IVA 01813440870 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005

CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005 CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann,

Dettagli

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI)

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Procedura aperta per la progettazione, fornitura e installazione di impianti solari termici e fotovoltaici,

Dettagli

Condizioni generali di Noleggio

Condizioni generali di Noleggio Condizioni generali di Noleggio 1. Oggetto del contratto Il Contratto ha per oggetto la fornitura del servizio di noleggio di articoli di puericultura e relativi accessori (di seguito Bene o Beni ) tra

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE NUMERO GARA 2367978 CIG 229069989B CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI RIMINI E.. PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI MATERIALE A FAVORE DEI SERVIZI ED ISTITUZIONI FACENTI

Dettagli

C O M U N E D I B O L O G N A SETTORE ENTRATE

C O M U N E D I B O L O G N A SETTORE ENTRATE C O M U N E D I B O L O G N A SETTORE ENTRATE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI RELATIVO ALLA CONCESSIONE D USO DI SPAZI PUBBLICI PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI AFFISSIVI, DELLE DIMENSIONI UTILI

Dettagli

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI.

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI. A.S. 2012/2013 L Istituto scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO VIA LUIGI RIZZO, 1 di seguito chiamato scuola,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT PACETTI

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT PACETTI CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT PACETTI ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha come oggetto l affidamento in gestione del palazzetto dello sport

Dettagli

Tributi, Catasto e Suolo Pubblico 2015 02820/013 Servizio Pubblicità e O.S.P. CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Tributi, Catasto e Suolo Pubblico 2015 02820/013 Servizio Pubblicità e O.S.P. CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Tributi, Catasto e Suolo Pubblico 2015 02820/013 Servizio Pubblicità e O.S.P. CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 253 approvata il 30 giugno 2015 DETERMINAZIONE: PROCEDURA APERTA

Dettagli

Il presente capitolato tecnico descrive le strutture relative alle preinsegne da installare nel Centro Storico di Rimini.

Il presente capitolato tecnico descrive le strutture relative alle preinsegne da installare nel Centro Storico di Rimini. ALLEGATO A: CAPITOLATO TECNICO Il presente capitolato tecnico descrive le strutture relative alle preinsegne da installare nel Centro Storico di Rimini. Descrizione generale del progetto Il presente progetto

Dettagli

1. INTRODUZIONE 2. VALUTAZIONE PRELIMINARE DEL FORNITORE

1. INTRODUZIONE 2. VALUTAZIONE PRELIMINARE DEL FORNITORE PQO.07 Pagina N : 1 Elaborato RESP. UFF. ACQUISTI : N Tot. Pagine: 8 Indice Rev.: 1 Verificato DIRETTORE GENERALE: Data emissione: 01-09-2004 Approvato RESP. ASS. : 1. INTRODUZIONE Nel presente Capitolato

Dettagli

C O M U N E D I A R C E N E Provincia di Bergamo CONVENZIONE

C O M U N E D I A R C E N E Provincia di Bergamo CONVENZIONE C O M U N E D I A R C E N E Provincia di Bergamo CONVENZIONE TRA IL COMUNE E L IMPRESA DI ONORANZE FUNEBRI PER PRESTAZIONI DI SERVIZI FUNEBRI ANNO 2012 Approvato con determinazione n. 427 del 20/12/2011

Dettagli

COMUNE DI RIPOSTO Provincia di Catania

COMUNE DI RIPOSTO Provincia di Catania COMUNE DI RIPOSTO Provincia di Catania REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DI INTERVENTI NEL SOTTOSUOLO STRADALE DI PROPRIETA COMUNALE Luglio 2000 Adottato con deliberazione consiliare n 29 del 25/02/2002 COMUNE

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

(DUE) DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI ACQUA MICROFILTRATA NATURALE E GASATA SUL TERRITORIO COMUNALE TRA

(DUE) DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI ACQUA MICROFILTRATA NATURALE E GASATA SUL TERRITORIO COMUNALE TRA CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI ORTONA E LA SOCIETA DDWATER DI DOMENICO D ONOFRIO CON SEDE IN VILLAMAGNA PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DI N. 2 (DUE) DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI ACQUA MICROFILTRATA NATURALE

Dettagli

Piano Generale Impianti Pubblicitari Norme Tecniche di Attazione

Piano Generale Impianti Pubblicitari Norme Tecniche di Attazione COMUNE DI MONTIGNOSO PROVIINCIIA DII MASSA--CARRARA Deeccorratto dii Meedagglliia d Orro all Meerriitto Ciiviillee PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI P..G..I..P Gennaio 2010 NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Comune di Calvenzano P.zza Vitt. Emanuele II, 6 Tel. 0363/860711 Fax. 0363/860799 REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI VALFLORIANA REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE

COMUNE DI VALFLORIANA REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE COMUNE DI VALFLORIANA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE Approvato con deliberazione consiliare nr. 20 dd. 22.09.2005, integrato con la deliberazione consiliare nr. 3 dd. 08.02.2010 e

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 98 del 29/01/2015 OGGETTO: Approvazione Regolamento per la gestione delle bacheche aziendali. Il Direttore della

Dettagli

CONTRATTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI SUOLO PUBBLICO FINALIZZATA ALLA INSTALLAZIONE DI DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI ACQUA ALLA SPINA

CONTRATTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI SUOLO PUBBLICO FINALIZZATA ALLA INSTALLAZIONE DI DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI ACQUA ALLA SPINA CONTRATTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI SUOLO PUBBLICO FINALIZZATA ALLA INSTALLAZIONE DI DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI ACQUA ALLA SPINA L anno 2013 addì del mese di in Ruvo di Puglia (BA) e presso la sede

Dettagli

ALLEGATO 5 Schema di Contratto

ALLEGATO 5 Schema di Contratto ALLEGATO 5 Schema di Contratto Allegato 5: Schema di contratto Pag. 1 SCHEMA DI CONTRATTO GARA A PROCEDURA APERTA, INDETTA AI SENSI DEL D. LGS. N. 163/06, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE

Dettagli

Servizio Pubbliche Affissioni (Affissione, a cura del Comune, di manifesti su appositi impianti a ciò destinati)

Servizio Pubbliche Affissioni (Affissione, a cura del Comune, di manifesti su appositi impianti a ciò destinati) Comune di Triggiano SCHEDA INFORMATIVA Servizio Pubbliche Affissioni (Affissione, a cura del Comune, di manifesti su appositi impianti a ciò destinati) Riferimenti normativi e regolamentari D.Lgs. 507/93:

Dettagli

Città di Lecce. Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo

Città di Lecce. Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo Città di Lecce Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 72 del 7 settembre 2009 PRINCIPI GENERALI Art. 1. FINALITA

Dettagli

CITTA DI AMANTEA (Prov. di Cosenza)

CITTA DI AMANTEA (Prov. di Cosenza) CITTA DI AMANTEA (Prov. di Cosenza) REGOLAMENTO SERVIZIO ILLUMINAZIONE LOCULI CIMITERIALI APPLICAZIONE E RISCOSSIONE DEI CANONI DELLE LAMPADE VOTIVE APPROVATO CON DELIBERAZIONE N. 04 ADOTTATA DAL CONSIGLIO

Dettagli

&2081(',9,*(9$12 5(7,',7(/(&2081,&$=,21, $SSURYDWRFRQGHOLEHUD]LRQHGL&&QGHO

&2081(',9,*(9$12 5(7,',7(/(&2081,&$=,21, $SSURYDWRFRQGHOLEHUD]LRQHGL&&QGHO &2081(',9,*(9$12 5(*2/$0(1723(5/$&21&(66,21('(/62772682/23(5/$&26758=,21(', 5(7,',7(/(&2081,&$=,21, $SSURYDWRFRQGHOLEHUD]LRQHGL&&QGHO (Finalità) 1. Il presente regolamento disciplina la realizzazione di

Dettagli

Regolamento per la disciplina. del sistema segnaletico, informativo e pubblicitario

Regolamento per la disciplina. del sistema segnaletico, informativo e pubblicitario COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA Provincia di Bergamo Regolamento per la disciplina del sistema segnaletico, informativo e pubblicitario ART. 1 - SISTEMA PUBBLICITARIO E INFORMATIVO 1) Nel territorio comunale,

Dettagli

SERVIZI SMS CONDIZIONI DI VENDITA

SERVIZI SMS CONDIZIONI DI VENDITA DEFINIZIONE DELLE PARTI SERVIZI SMS CONDIZIONI DI VENDITA Il presente contratto di fornitura di servizi viene stipulato tra l azienda AM PARTNERS srl con sede in Via I. Bossi 46 Rescaldina (MI) - Partita

Dettagli

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 BANDO DI GARA NOLEGGIO FOTOCOPIATRICI Alle ditte RCO - l.bassotti@rcoonline.it Vema Copy info@vemacopy.it BASCO BAZAR info@basco-bazar2.it FASTREND

Dettagli

Regolamento per l affidamento mediante sponsorizzazione di aree verdi pubbliche appartenenti al patrimonio comunale

Regolamento per l affidamento mediante sponsorizzazione di aree verdi pubbliche appartenenti al patrimonio comunale Regolamento per l affidamento mediante sponsorizzazione di aree verdi pubbliche appartenenti al patrimonio comunale Art. 1 - Oggetto Il presente regolamento detta le norme di attuazione della forma di

Dettagli

Allegato alla DCC n. del REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DEI MEZZI PUBBLICITARI **********************

Allegato alla DCC n. del REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DEI MEZZI PUBBLICITARI ********************** Allegato alla DCC n. del REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DEI MEZZI PUBBLICITARI ********************** 1 ART. 1 CAMPO DI APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO E DEFINIZIONI Sono oggetto di disciplina del presente

Dettagli

Richiesta di autorizzazione all installazione di insegne, cartelli pubblicitari, targhe e tende. Chiede l autorizzazione ad installare

Richiesta di autorizzazione all installazione di insegne, cartelli pubblicitari, targhe e tende. Chiede l autorizzazione ad installare PROTOCOLLO COMUNALE AL COMUNE DI CESANO MADERNO SETTORE TERRITORIO E AMBIENTE SERVIZIO EDILIZIA SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Piazza Arese, n. 12 20031 Cesano Maderno (Mi) marca da bollo 14,62 Pratica

Dettagli

CONTRATTO DI GESTIONE TEMPORANEA STAGIONALE. Oggi, in Recoaro Terme, fra le parti:

CONTRATTO DI GESTIONE TEMPORANEA STAGIONALE. Oggi, in Recoaro Terme, fra le parti: CONTRATTO DI GESTIONE TEMPORANEA STAGIONALE DELL ATTIVITA DEL BAR FONTI Oggi, in Recoaro Terme, fra le parti: Terme di Recoaro S.p.A., in persona del legale rappresentante pro-tempore Sig. Arrigo Abalti,

Dettagli

CORNATE D'ADDA BANDO DI GARA PER INDIVIDUAZIONE OPERATORE PER LA POSA DI SUPPORTI E STRISCIONI PUBBLICITARI SUL TERRITORIO COMUNALE

CORNATE D'ADDA BANDO DI GARA PER INDIVIDUAZIONE OPERATORE PER LA POSA DI SUPPORTI E STRISCIONI PUBBLICITARI SUL TERRITORIO COMUNALE BANDO DI GARA PER INDIVIDUAZIONE OPERATORE PER LA POSA DI SUPPORTI E STRISCIONI PUBBLICITARI SUL TERRITORIO COMUNALE L amministrazione comunale di Cornate d Adda intende concedere il posizionamento sul

Dettagli

COMUNE DI QUALIANO PROVINCIA DI NAPOLI CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE

COMUNE DI QUALIANO PROVINCIA DI NAPOLI CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE Art. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto la manutenzione ordinaria e straordinaria dell impianto di illuminazione pubblica di tutto il territorio comunale, ivi compreso le linee elettriche

Dettagli

TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D.

TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D. ACEA S.p.A. DISCIPLINARE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D. Lgs. 81/2008 - Art. 89 punto 1 lett. e) e Art. 91) Roma, marzo 2015 Disciplinare

Dettagli

ACCORDO DI INTERCONNESSIONE

ACCORDO DI INTERCONNESSIONE ACCORDO DI INTERCONNESSIONE tra la Società RETRAGAS s.r.l. con sede legale in via Lamarmora, 230, CAP 25124 Brescia, partita IVA e C.F 02419860982, nella persona di Ing. Paolo Rossetti, in qualità di Presidente

Dettagli

Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto

Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto SCHEMA di Contratto d'appalto tipo CONTRATTO D APPALTO TRA Il sig. nato a il e residente a C.F. in seguito denominato

Dettagli

Fornitura e Posa in Opera di segnaletica nel Complesso Didattico e di ricerca di via Laura 48 a Firenze DESCRIZIONE DELLA FORNITURA PREMESSA

Fornitura e Posa in Opera di segnaletica nel Complesso Didattico e di ricerca di via Laura 48 a Firenze DESCRIZIONE DELLA FORNITURA PREMESSA PREMESSA Le opere oggetto dell appalto consistono nella fornitura e posa in opera di segnaletica interna ed esterna, di tipo murale a sospensione, o su gambe, nelle varie dimensioni secondo le caratteristiche

Dettagli

COMUNE DI MASCALUCIA (PROVINCIA DI CATANIA)

COMUNE DI MASCALUCIA (PROVINCIA DI CATANIA) COMUNE DI MASCALUCIA (PROVINCIA DI CATANIA) Piazza L. Da Vinci n. 1 cap. 95030 Tel. 095754211 fax 0957542219 Numero verde: 800253352 AREA SERVIZI TECNICO OPERATIVI E PRODUTTIVI Prot. n. 30011 del 06/11/2015

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il Fornitore ) Si conviene e si stipula quanto segue: 1. OGGETTO

Dettagli

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4 ALLEGATO 2 Capitolato d appalto per la fornitura di apparati di rete e materiale necessario al collegamento delle sedi della seconda fase di Lepida nel Comune di Carpi Pagina 1 di 9 Articolo 1. Oggetto

Dettagli

Schema di CONVENZIONE

Schema di CONVENZIONE Schema di CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI NEMBRO E LA SOCIETA SERIO SERVIZI AMBIENTALI S.R.L. PER LA REALIZZAZIONE DEI SEGUENTI IMPIANTI FOTOVOLTAICI: - IMPIANTO FOTOVOLTAICO SULLA SCUOLA DELL INFANZIA; L

Dettagli

REGOLAMENTO PER ESPOSIZIONE PUBBLICITÀ SU PASSERELLA DEL MOVICENTRO

REGOLAMENTO PER ESPOSIZIONE PUBBLICITÀ SU PASSERELLA DEL MOVICENTRO REGOLAMENTO PER ESPOSIZIONE PUBBLICITÀ SU PASSERELLA DEL MOVICENTRO Approvato con delibera di C. di A.. n 28 in data 13/5/2015 1 INDICE Indice Premessa Art. 1 Finalità Art. 2 Ambito di applicazione Art.

Dettagli

C O N V E N Z I O N E

C O N V E N Z I O N E C O N V E N Z I O N E Il Comune di PONTECAGNANO FAIANO (SA), Capofila dell Ambito Territoriale S4, sito in via M.A. Alfani, Legalmente Rappresentato dalla dott.ssa Giovanna Martucciello, nata a Pontecagnano

Dettagli

Comune di Vetto Prov. di Reggio Emilia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE

Comune di Vetto Prov. di Reggio Emilia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE Comune di Vetto Prov. di Reggio Emilia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 40 del 30/11/2010 I N D I C

Dettagli

Comune di Crotone Settore 6

Comune di Crotone Settore 6 Allegato alla deliberazione di G. C. n. 264 del 24.10.2014 Comune di Crotone Settore 6 AVVISO PUBBLICO OGGETTO: Trasporto scolastico. Selezione per la concessione in locazione di spazi per esporre pubblicità

Dettagli

Disciplinare di Gara per l aggiudicazione dei bandi AA.CC. 2012/2013. Codice C 08 : PIANI PUBBLICITARI

Disciplinare di Gara per l aggiudicazione dei bandi AA.CC. 2012/2013. Codice C 08 : PIANI PUBBLICITARI Allegato n. 3) Disciplinare di Gara per l aggiudicazione dei bandi AA.CC. 2012/2013 Codice C 08 : PIANI PUBBLICITARI Art. 1 Oggetto e finalità dell affidamento Il bando ha per oggetto l individuazione

Dettagli

AREA SERVIZI FINANZIARI BANDO DI GARA

AREA SERVIZI FINANZIARI BANDO DI GARA BANDO DI GARA AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA REALIZZAZIONE, INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE E GESTIONE DI N.21 IMPIANTI PUBBLICITARI 6,00 X 3,00, E N 3 IMPIANTI LUMINOSI 0,70 X 100 NEL COMUNE DI MASCALUCIA

Dettagli

CONTRATTO DI NOLEGGIO NOTEBOOK

CONTRATTO DI NOLEGGIO NOTEBOOK CONTRATTO DI NOLEGGIO NOTEBOOK MAYDAY PC, con sede in Monza (MB), Via Bellinzona, 16/A - P.IVA 07403180966 (di seguito Il Locatore ), con sede in, CAP ( ), all indirizzo, numero civico, P.IVA/C.F., (di

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO CONTRATTO DI APPALTO PRIVATO PER OPERE RELATIVE A IMMOBILI CIVILI Tra... d ora in avanti denominato il committente residente in. C.F... P. IVA - da una parte e.. d ora in avanti

Dettagli

REGOLAMENTO AFFISSIONI

REGOLAMENTO AFFISSIONI Pagina 1 di 6 Documento PER L APPLICAZIONE DEL DIRITTO SULLE AFFISSIONI PUBBLICHE Rev. Data Oggetto della revisione 1 2 3 25.08.1994 13.02.2006 22.09.2012 1a emissione - Approvato con deliberazione C.C.

Dettagli

CONVENZIONE DI CONCESSIONE D USO DI LOCALI DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE. L anno 2012, TRA

CONVENZIONE DI CONCESSIONE D USO DI LOCALI DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE. L anno 2012, TRA Allegato alla D.G. N. 55 DEL 30/03/2012 CONVENZIONE DI CONCESSIONE D USO DI LOCALI DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE L anno 2012, TRA Il COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, (codice fiscale 00819880378)

Dettagli

CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK 3 - SERVIZI IN CONVENZIONE

CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK 3 - SERVIZI IN CONVENZIONE CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK 3 - SERVIZI IN CONVENZIONE 1. SERVIZI COMPRESI NEL PREZZO DEI PERSONAL COMPUTER NOTEBOOK I servizi descritti nel presente paragrafo sono connessi ed accessori

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO SERVIZIO TRIBUTI REGOLAMENTO SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 25 del 30 marzo 1999 Modificato con deliberazione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di dispositivi medici occorrenti al servizio di radiologia interventistica e vascolare

Dettagli

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALL INSTALLAZIONE DI INSEGNE, CARTELLI PUBBLICITARI, TARGHE

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALL INSTALLAZIONE DI INSEGNE, CARTELLI PUBBLICITARI, TARGHE marca da bollo 14,62 COMUNE DI CASEI GEROLA PROVINCIA DI PAVIA P.zza Meardi, 3 27050 Casei Gerola Tel 0383 61301 Fax 0383 1975758 Prot. n. del RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALL INSTALLAZIONE DI INSEGNE,

Dettagli

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO.pag 3 Art. 2 INDIVIDUAZIONE DEGLI IMMOBILI.. pag. 3 Art. 3 UTILIZZO DEGLI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE ALLEGATO 6 CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente Capitolato, alle seguenti espressioni sono

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A. Ai sensi e per gli effetti degli artt.1469 bis e segg. c.c. le parti dichiarano che l'intero contratto ed ogni sua clausola è stato tra le stesse trattato e negoziato. 1. Ambito di validità - Natura del

Dettagli

SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E FORNITURA DELLA SEGNALETICA STRADALE ORIZZONTALE E VERTICALE

SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E FORNITURA DELLA SEGNALETICA STRADALE ORIZZONTALE E VERTICALE COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Città Metropolitana di Firenze - WWW.Comune.Campi-Bisenzio.Fi.it via P. Pasolini 18-0558959200 - telefax 0558959242 - email: viabilita@comune.campi-bisenzio.fi.it SERVIZIO DI

Dettagli

ALLA PROVINCIA DI BERGAMO Settore Trasporti, Espropri e Concessioni Servizio Concessioni Via Tasso, 8 24121 Bergamo

ALLA PROVINCIA DI BERGAMO Settore Trasporti, Espropri e Concessioni Servizio Concessioni Via Tasso, 8 24121 Bergamo ALLA PROVINCIA DI BERGAMO Settore Trasporti, Espropri e Concessioni Servizio Concessioni Via Tasso, 8 24121 Bergamo marca da bollo euro 14.62 Esenti Enti Pubblici (D.P.R. n 955/82) Il/la sottoscritto/a

Dettagli

Allegato 1 al Contratto

Allegato 1 al Contratto CONCESSIONE DI DIRITTI D USO SU RISORSE DELLA RETE PUBBLICA REGIONALE (RPR) ai sensi della D.G.R. n.1373 del 18 luglio 2014 Allegato 1 al Contratto PROCEDURE, TEMPISTICHE, SLA, PENALI 1 INDICE 1. PREMESSA

Dettagli

SCHEMA ACCORDO PER LA CONCESSIONE DI DIRITTI DI USO SU INFRASTRUTTURE FRA. Il Comune di Ponte di Piave di seguito denominato Comune, con

SCHEMA ACCORDO PER LA CONCESSIONE DI DIRITTI DI USO SU INFRASTRUTTURE FRA. Il Comune di Ponte di Piave di seguito denominato Comune, con SCHEMA ACCORDO PER LA CONCESSIONE DI DIRITTI DI USO SU INFRASTRUTTURE FRA Il Comune di Ponte di Piave di seguito denominato Comune, con sede in Ponte di Piave Piazza G. Garibaldi n 1, C.F. 80011510262

Dettagli

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DI SUOLO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DI UN

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DI SUOLO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DI UN 1 CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DI SUOLO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SERVIZIO PER IL TRATTAMENTO DELL ACQUA DELL ACQUEDOTTO MEDIANTE L INSTALLAZIONE DI DISTRIBUTORI DI ACQUA MICROFILTRATA NATURALE

Dettagli

Regolamento impianti e cartelli pubblicitari

Regolamento impianti e cartelli pubblicitari PROVINCIA DI ROMA Regolamento impianti e cartelli pubblicitari Approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 212 del 23/02/2003 Aggiornato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 93 del

Dettagli

CITTA DI CASTANO PRIMO Provincia di Milano Settore Finanziario - Tributi

CITTA DI CASTANO PRIMO Provincia di Milano Settore Finanziario - Tributi CITTA DI CASTANO PRIMO Provincia di Milano Settore Finanziario - Tributi CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA PER LA CONCESSIONE D USO DI UN AREA PUBBLICA FINALIZZATA ALL INSTALLAZIONE DI UN CHIOSCO DA

Dettagli

Modulo 3.7 Revisione4 Pagina 1 di 5

Modulo 3.7 Revisione4 Pagina 1 di 5 Italcuscinetti S.p.A. CAPITOLATO DI FORNITURA (CONDIZIONI GENERALI) Introduzione Le forniture dei prodotti, presenti in questo documento redatto da Italcuscinetti S.p.A., sono gestite e regolate dalle

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO IN ADOZIONE DELLE AREE VERDI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI PALAU

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO IN ADOZIONE DELLE AREE VERDI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI PALAU REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO IN ADOZIONE DELLE AREE VERDI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI PALAU (approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 22.07.2014) Comune di Palau Pagina 1 Indice ARTICOLO

Dettagli

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE INSTALLAZIONE MEZZI PUBBLICITARI

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE INSTALLAZIONE MEZZI PUBBLICITARI RIFERIMENTO INTERNO PROTOCOLLO GENERALE MARCA DA BOLLO GESTIONE DEL TERRITORIO SU RICHIESTA AUTORIZZAZIONE INSTALLAZIONE MEZZI PUBBLICITARI AL DIRIGENTE DELL AREA GOVERNO AL TERRITORIO E QUALITA AMBIENTALE

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELLE SPONSORIZZAZIONI DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Art. 1 (Finalità)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELLE SPONSORIZZAZIONI DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Art. 1 (Finalità) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELLE SPONSORIZZAZIONI DELLA PROVINCIA DI ANCONA (approvato con deliberazione consiliare n. 76 del 7/04/2009, in vigore dal 8/06/2009) Art. 1 (Finalità) 1. Il

Dettagli

COMUNE DI VILLAFALLETTO

COMUNE DI VILLAFALLETTO COMUNE DI VILLAFALLETTO PROVINCIA DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI CAPO I D.Lgs. 15 novembre 1993, n. 507 Testo coordinato del regolamento approvato

Dettagli

COMUNE DI CASTELLO D ARGILE

COMUNE DI CASTELLO D ARGILE COMUNE DI CASTELLO D ARGILE 1 Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE BACHECHE COMUNALI. Approvato con delibera consiliare n. 54 del 28 settembre 2009 ARTICOLO 1 FINALITA 1.1 Il presente

Dettagli

Comune di Serravalle Scrivia Provincia di Alessandria. Servizio Tecnico Lavori Pubblici e Ambiente

Comune di Serravalle Scrivia Provincia di Alessandria. Servizio Tecnico Lavori Pubblici e Ambiente Comune di Serravalle Scrivia Provincia di Alessandria Servizio Tecnico Lavori Pubblici e Ambiente AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELL ATTIVITA DI FORNITURA, INSTALLAZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE DI MANUFATTI

Dettagli