LA GENERAZIONE COMBINATA DI ENERGIA ELETTRICA E CALORE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA GENERAZIONE COMBINATA DI ENERGIA ELETTRICA E CALORE"

Transcript

1 LA GENERAZIONE COMBINATA DI ENERGIA ELETTRICA E CALORE Per soddisfare i fabbisogni di energia elettrica e termica si può pensare ad una fornitura che prevede il ricorso a due servizi distinti oppure attraverso un unico servizio integrato. I sistemi di generazione combinata di energia elettrica e calore possono assolvere a quest ultimo compito. I sistemi di cogenerazione, ossia produzione combinata di energia meccanica e termica, a seconda dell impiego possono essere formati da unità singole o modulari quali: motori alternativi, turbine a gas, turbine a vapore (in contropressione). Questi sistemi sono caratterizzati dall'avere in ingresso energia termica sotto forma di combustibile (anche di tipo rinnovabile) e in uscita, a seconda dei rendimenti e delle condizioni operative, sia energia termica sotto forma di scarichi sia energia meccanica, convertibile in elettrica tramite generatori. Generazione classica tramite due sistemi separati Si supponga che l'energia elettrica venga prodotta in una centrale termoelettrica con un rendimento η = 39,1% e che l'energia termica (a bassa temperatura) venga prodotta con un rendimento en produz. elettrica dell'85%. L efficienza risulta pari a : η = E E O I = = 53,5% E I = 373 Generazione tramite sistemi integrati L'energia elettrica potrebbe essere prodotta con un motore alternativo in cui un alternatore è collegato all'albero del motore termico (gruppo elettrogeno). Il calore viene recuperato sia dai gas di scarico e dagli scambiatori per il raffreddamento di acqua e olio. 1

2 In impianti di media taglia, ottenuti modificando motori diesel, si arriva a rendimenti di produzione elettrica tra il 30-40%. Il calore non convertito in lavoro viene trasferito all'ambiente tramite i gas di scarico (30% del calore dissipato), tramite l'impianto di raffreddamento (35-30%) e tramite irraggiamento e convezione diretta (fino a 10%). Non tutto il calore ceduto alla sorgente fredda può realmente essere recuperato perché sarebbero necessari scambiatori totalmente adiabatici di superficie infinita. Energia da Energia elettrica Calore recuperato Energia non recuperata Rapporto combustibile Elettricità/calore Poiché in questi impianti il rapporto E/T coincide con il valore indicato nell'esempio iniziale, l'utenza potrebbe essere servita tramite un impianto di cogenerazione con motore a combustione interna con un forte risparmio energetico. Infatti, supponendo per semplicità un rapporto E/T pari a 1 ed un rendimento di produzione dell'energia elettrica pari al 40%, l'utenza può essere soddisfatta consumando soltanto 100/0,4=250 unità di combustibile a fronte delle 373 unità consumate nella configurazione precedente. Infatti le 250 unità di combustibile genererebbero 250*0,4=100 unità di energia elettrica e 100 unità di calore (250*0,4=100) con rendimento totale dell 80%. Purtroppo la situazione non è così vantaggiosa se il rapporto E/T richiesto dall'utenza si discosta molto dal rapporto proprio dell'impianto di cogenerazione. Se, ad esempio, l'utenza avesse richiesto 100 unità di energia elettrica e soltanto 50 unità di energia termica E/T=2, lo stesso impianto che produce lavoro e calore secondo il rapporto E/T=1 avrebbe continuato a consumare 250 unità di combustibile per produrre 50 unità di energia termica, dissipando 50 unità verso l ambiente perché in eccesso rispetto al fabbisogno. Rendimento totale 60%. Infatti per poter diminuire la "rigidezza" dell'impianto e svincolare, almeno in parte, la produzione di energia meccanica dalla produzione di calore è necessario introdurre alcuni gradi di libertà aggiuntivi con un parallelo incremento della complessità dell'impianto, come si vedrà nel seguito. 2

3 Ingresso acqua dall utenza Acqua all utenza Acqua raffr. motore Olio lubrif. motore Gas di scarico MOTORE A COMBUSTIONE INTERNA Fig. 1a: recupero sul lato termico, motore alternative Fig. 1b: Schema impianto con TG Normalmente l energia elettrica viene prodotta con un rendimento del 35-40%, dove il rendimento è dato dal rapporto tra energia elettrica prodotta e energia in ingresso sotto forma di combustibile. La maggior parte delle perdite è dovuta alla grande quantità di calore contenuta nei fumi o nell acqua di raffreddamento che non viene recuperata. Come posso recuperare questo calore? utilizzo il calore per soddisfare le richieste di energia termica (riscaldamento ambienti, usi di processo) che dovrebbero essere soddisfatte altrimenti attraverso la produzione di calore con centrali termiche tradizionali 3

4 Fig. 2: Situazione senza e con cogenerazione Per selezionare propriamente le dimensioni e le modalità operative del motore, si devono valutare i carichi elettrici termici ed eventualmente frigoriferi del sistema (orari, giornalieri, mensili, annuali), a seconda del tipo di analisi che si intende condurre. In fig. 3a è stato riportato un carico orario di un ipotetica utenza in un tipico giorno invernale. si possono notare le caratteristiche salienti di una simile curva di richiesta energetica, in cui la domanda elettrica comincia a salire verso le 6 di mattina, all inizio delle attività rimanendo pressoché costante su tutta la giornata, mentre il carico termico maggiore (prevalentemente 4

5 riscaldamento) si presenta verso le 8 e tende a diminuire rimanendo abbastanza costante sulla giornata, una volta che si è provveduto a portare gli ambienti alla temperatura di comfort. In fig. 3.b si è riportata invece la curva annuale dei carichi medi per la stessa ipotetica utenza. si può notare come ad una diminuzione generale dei carichi corrisponda anche un carico base (segnalato dalle linee tratteggiate). Questo carico base è un elemento importante in quanto spesso i sistemi di cogenerazione sono dimensionati in modo da soddisfare solo questo tipo di carico. In questo caso, esiste un sistema parallelo di centrale termica in grado di fornire il calore addizionale che si rendesse necessario, quando il riscaldamento durante il giorno eccede la quantità di base fornita dal gruppo di cogenerazione. Allo stesso modo per l energia e potenza elettrica, che possono essere prelevate dalla rete locale a seconda di quanto ci si discosta dal carico di base autoprodotto. Un analisi a priori del gruppo su cui fare le valutazioni risulta indispensabile. esistono parecchie opzioni che permettono a priori di condurre una valutazione sui dati caratteristici del motore primo. Per illustrare questa procedura si consideri la fig. 4 che mostra la potenza elettrica in funzione di quella termica. 5

6 Le tre linee tratteggiate sono la caratteristica elettrica in funzione della termica di 3 famiglie di motori primi. In questo esempio il rapporto caratteristico T/E aumenta spostandosi da A verso B verso C. Le richieste dell utenza sono invece punteggiate e rappresentate dalle due linee, quella verticale ed orizzontale (che possono ad esempio rappresentare proprio un valore medio di riferimento per i carichi di base, come anticipato appena sopra). Si possono identificare 5 punti fondamentali: punto 1: rappresenta un esatta uguaglianza tra le richieste elettriche e termiche dell utenza e il corrispettivo elettrico e termico fornito dal motore primo con un valore caratteristico T/E uguale a B. punto 2 si seleziona un motore primo con un rapporto caratteristico pari a C, in cui le richieste termiche sono perfettamente soddisfatte, ma la fornitura elettrica non è sufficiente a soddisfare le richieste dell utenza. In questo caso l utenza deve organizzarsi per poter acquistare dalla rete locale l energia supplementare. Spesso questa si rivela la migliore soluzione economico-operativa da cui partire per valutazioni successive. punto 3 si seleziona un motore primo con una caratteristica tipo C, tale che siano soddisfatte le richieste elettriche, ma si abbia un eccesso nella produzione di energia termica. Generalmente questa non è quasi mai una scelta conveniente perché il rendimento generale è basso. Tuttavia può risultare lo stesso una soluzione interessante se ci si aspetta un aumento nei futuri consumi termici e la presente risulta solo una soluzione temporanea oppure se si riesce a vendere l energia termica in eccesso ad un qualche utente interessato all acquisto. punto 4 rappresenta il caso in cui il motore selezionato ha una caratteristica tipo A, in cui la richiesta elettrica è soddisfatta mentre la termica necessita di un integrazione in quanto il gruppo non è in grado di erogarla. In questo caso vengono abitualmente impiegate caldaie ausiliarie. Questa si rivela spesso la scelta economica migliore, soprattutto se si hanno delle caldaie a disposizione e 6

7 se si intende dimensionare il gruppo in modo da utilizzare tutta l energia termica che esso può fornire. punto 5 rappresenta il caso di un motore primo con caratteristica tipo A in cui la richiesta termica viene perfettamente soddisfatta mentre la capacità elettrica del gruppo è eccessiva per l utente che deve pensare dunque ad una cessione dell energia in esubero. In questo caso la valutazione si fa più complessa in quanto la stima economica dipende da molti fattori. CONFIGURAZIONI DI BASE Fig. 5: Valori indicativi sulle rese elettriche e termiche per tipologia di motore primo 7

8 Rendimento Rendimento Rend. totale elettrico termico Motori a combustione interna a recupero totale Motori a combustione interna con recupero dai soli fumi Turbogas Turbine a vapore RENDIMENTO ELETTRICO POTENZA ELETTRICA [MWe] Fig. 7: Range di variazione del rendimento elettrico in funzione del motore primo/ciclo 8

9 Rendimento elettrico Temperatura alla quale è richiesto il calore [ C] Fig.8: Rendimenti elettrici in funzione della richiesta termica 9

10 CARATTERISTICHE DELL'IMPIANTO 1. potenza elettrica 2. qualità quantità Et disponibile 3. rendimento OBBIETTIVI 1. risparmio energia primaria 2. sicurezza approvigionamento 3. economica CRITERI DI SCELTA % termico % elettrico 3. fabbisogni di base TIPI DI COSTI 1. combustibile 2. manutenzione 1-1,2 c /kwh 3. lubrificazione 0,25-0,77 c /kwh 4. consumi tipici ma 0,35 Sm 3 /kwh MA 0,35 Sm 3 /kwh TG 0,5 Sm 3 /kwh TV 10 kg vapore/kwh 10

11 2 COSTO DI INVESTIMENTO [keuro/kwe] POTENZA ELETTRICA [MWe] Fig.9: Costi specifici per tipologia e taglia di motore primo A titolo indicativo, supponendo un recupero termico totale, l energia elettrica autoprodotta ha un prezzo che varia (al netto dell imponibile) tra MA 3,4 c /kwh TG 3,7 c /kwh TV 3-3,3 c /kwh inoltre bisogna prevedere oneri per contratto di soccorso (0,4-0,6 c /kwh) 11

12 Premessa fondamentale è la disponibilità di combustibile opportuno (solitamente gas naturale) alle condizioni richieste (pressione, portata). VINCOLI ENERGETICI nessun tipo di energia deve essere sprecato (non utilizzato); il limite e' più impegnativo per la parte termica, poiché la quota elettrica eventualmente non utilizzata viene ceduta alla rete elettrica. bisogna considerare attentamente i livelli termici caratteristici delle utenze (livelli di temperatura). deve esserci contemporaneità tra domanda energetica ed offerta energetica (individuazione di potenze diverse per periodi diversi). VINCOLI ECONOMICI fondamentalmente entrano in gioco i seguenti fattori. - spesa energetica senza cogenerazione - spesa energetica (da esterno) con cogenerazione - spesa di gestione dell'impianto di cogenerazione - costo impianto con eventuali contributi - costo di manutenzione dell'impianto di cogenerazione -imposte gravanti sull'impianto di autoproduzione Si tratta di effettuare un confronto economico tra le due possibilità: senza cogenerazione con cogenerazione ed ancora l'ipotesi "con cogenerazione" deve essere analizzata secondo il modo di funzionamento (continuo o parziale) 12

13 Caratteristiche principali di un impianto CON TURBINA A GAS rapporto caratteristico (potenza termica recuperata / potenza elettrica ai morsetti) intorno a 3 recupero di calore dai gas di scarico ad alta temperatura per la produzione di vapore e/o acqua calda gas di scarico costituiti per la maggior parte da aria (possibilità di usare direttamente nel processo tali gas) VANTAGGI ingombri ridotti buon grado di affidabilità rapidità di avviamento rapidità di installazione automazione spinta del sistema con conseguente minima richiesta di sorveglianza basso livello di inquinamento atmosferico necessità di calore ad alta temperatura ( c) CONTROINDICAZIONI basso rendimento a carico ridotto manutenzione più onerosa rispetto al motore alternativo alimentazione con gas naturale ad alta pressione (1-1,2 MPa [10-12 bar]) 13

14 La differenza principale tra turbina a gas e motore alternativo è costituita dal fatto che, a pari consumo di combustibile, la turbina a gas ha una minore produzione di energia elettrica ed una maggiore quantità di calore ricuperabile rispetto al motore diesel (diverso rapporto T/E). BIBLIOGRAFIA Anglani N Modellizzazione e ottimizzazione di flussi energetici in impianti di processo e servizio. Dispense corsi CSE Pavia. Figure tratte da Perotti M Politecnico di Milano. Schibuola L La cogenerazione di energia elettrica e calore. Società editrice Esculapio. Bologna 14

Energia e Fonti Rinnovabili. Un esempio di risparmio energetico: la produzione distribuita di energia elettrica

Energia e Fonti Rinnovabili. Un esempio di risparmio energetico: la produzione distribuita di energia elettrica Energia e Fonti Rinnovabili Almo Collegio Borromeo, Pavia, a.a. 2009-2010 corso riconosciuto dall Università degli Studi di Pavia Un esempio di risparmio energetico: la produzione distribuita di energia

Dettagli

3 - Cogenerazione tecnologie disponibili, aspetti ambientali e gestionali. Enrico Malusardi Professore a contratto, Politecnico di Milano

3 - Cogenerazione tecnologie disponibili, aspetti ambientali e gestionali. Enrico Malusardi Professore a contratto, Politecnico di Milano 3 - Cogenerazione tecnologie disponibili, aspetti ambientali e gestionali Enrico Malusardi Professore a contratto, Politecnico di Milano PERCHE LA COGENERAZIONE? È la produzione combinata di calore e di

Dettagli

INTEGRAZIONE DI MOTORI TERMICI

INTEGRAZIONE DI MOTORI TERMICI INTEGRAZIONE DI MOTORI TERMICI Motore termico Converte calore in lavoro meccanico Produzione di energia elettrica Es. turbina Sottrae calore in alla sorgente a temperatura T H Restituisce calore out alla

Dettagli

Tali fluidi, utilizzati in prossimità del punto di produzione, o trasportati a distanza, possono essere utilizzati per diversi impieghi:

Tali fluidi, utilizzati in prossimità del punto di produzione, o trasportati a distanza, possono essere utilizzati per diversi impieghi: LA COGENERAZIONE TERMICA ED ELETTRICA 1. Introduzione 2. Turbine a Gas 3. Turbine a vapore a ciclo combinato 4. Motori alternativi 5. Confronto tra le diverse soluzioni 6. Benefici ambientali 7. Vantaggi

Dettagli

Cogenerazione. UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria. Dipartimento di Energetica S.Stecco Sezione di Macchine

Cogenerazione. UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria. Dipartimento di Energetica S.Stecco Sezione di Macchine Cogenerazione La cogenerazione di energia elettrica e calore è considerata come una delle forme più efficaci di risparmio energetico Gran parte dell'energia termica viene utilizzata a temperature relativamente

Dettagli

Impianti di COGENERAZIONE

Impianti di COGENERAZIONE Impianti di COGENERAZIONE Definizione: produrre energia insieme Produzione combinata di : 1. energia elettrica/meccanica 2. energia termica (calore) ottenute in appositi impianti utilizzanti la stessa

Dettagli

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.)

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) 2 LA MISSION DI MENOENERGIA ORIGINE DI MENOENERGIA Menoenergia è una società controllata dal Gruppo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTÀ DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE TESI DI LAUREA ANALISI

Dettagli

CAPITOLO 9 COGENERAZIONE

CAPITOLO 9 COGENERAZIONE CAITOLO 9 COGENERAZIONE 9.1. Introduzione er cogenerazione si intende la produzione combinata di elettricità e di calore, entrambi intesi come effetti utili. Essa trova ampio spazio sia in ambito civile

Dettagli

ALLEGATO II. Calcolo della produzione da cogenerazione

ALLEGATO II. Calcolo della produzione da cogenerazione ALLEGATO II Calcolo della produzione da cogenerazione I - Calcolo dell energia elettrica da cogenerazione 1. Per calcolare il risparmio di energia primaria di una unità di cogenerazione, occorre anzitutto

Dettagli

2 Base tecnica definizioni, concetti, teoria. Gianluca Fossati EDISON ENERGIA S.p.A.

2 Base tecnica definizioni, concetti, teoria. Gianluca Fossati EDISON ENERGIA S.p.A. 2 Base tecnica definizioni, concetti, teoria Gianluca Fossati EDISON ENERGIA S.p.A. Definizioni Il Decreto Legislativo 8/02/2007, n 20 sulla promozione della cogenerazione, prevede un determinato obiettivo:

Dettagli

v. il dimensionamento d impianto vi. l integrazione con la realtà produttiva 3. Le opportunità ambientale ed economica

v. il dimensionamento d impianto vi. l integrazione con la realtà produttiva 3. Le opportunità ambientale ed economica Workshop Rafforzare la competitività delle PMI: opportunità in Europa Investire nello sviluppo sostenibile: la cogenerazione ing. Giuseppe Starace Università del Salento LECCE (I) Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

Per cogenerazione di energia si intende la generazione di energia elettrica ed energia termica nella stesso processo di

Per cogenerazione di energia si intende la generazione di energia elettrica ed energia termica nella stesso processo di COGENERAZIONE (Ing. Pietro Innocenzi 1 ) Per cogenerazione di energia si intende la generazione di energia elettrica ed energia termica nella stesso processo di generazione: si recupera il calore a valle

Dettagli

COGENERAZIONE. Tipologie di impianti di cogenerazione

COGENERAZIONE. Tipologie di impianti di cogenerazione COGENERAZIONE La cogenerazione, o produzione combinata di energia elettrica e calore, consente di ottenere da una singola unità produttiva energia elettrica e termica, o in alcuni casi, lavoro ed energia

Dettagli

Studio di fattibilità per la climatizzazione di una struttura alberghiera mediante sistema di trigenerazione

Studio di fattibilità per la climatizzazione di una struttura alberghiera mediante sistema di trigenerazione Studio di fattibilità per la climatizzazione di una struttura alberghiera mediante sistema di trigenerazione Il presente studio si propone di analizzare i vantaggi derivanti dall'utilizzo di un sistema

Dettagli

Indice Errore. Il segnalibro non è definito.

Indice Errore. Il segnalibro non è definito. COGENERAZIONE Indice 1. Definizione e normativa di riferimento... 3 1.1. Indice di risparmio di energia (IRE):... 4 1.2. Limite termico (LT):... 4 2. Descrizione generale degli impianti di cogenerazione...

Dettagli

Il soddisfacimento dei fabbisogni energetici con la cogenerazione

Il soddisfacimento dei fabbisogni energetici con la cogenerazione COGENERAZIONE & TRIGENERAZIONE RISPARMIO ENERGETICO = RISPARMIO ECONOMICO Il soddisfacimento dei fabbisogni energetici con la cogenerazione Domenico Laforgia Magnifico Rettore Professore ordinario di Sistemi

Dettagli

Ciclo Rankine. Macchina tipica di un ciclo a vapore

Ciclo Rankine. Macchina tipica di un ciclo a vapore di Piraccini Davide OBBIETTIVI : Inserire un impianto ORC (Organic Rankine Cycle) nel ciclo di bassa pressione della centrale Enel di Porto Corsini e studiare la convenienza tramite il confronto dei rendimenti

Dettagli

Come funziona una centrale a ciclo combinato? Aggiungere l immagine sotto e fare un mix dei due testi di spiegazione del funzionamento

Come funziona una centrale a ciclo combinato? Aggiungere l immagine sotto e fare un mix dei due testi di spiegazione del funzionamento LA TECNOLOGIA DEL CICLO COMBINATO A GAS NATURALE La maggiore quantità di energia elettrica generata da Edison è prodotta da 28 centrali termoelettriche. Edison sviluppa, progetta e costruisce interamente,

Dettagli

Energia da Biomassa e tecnologie per l Efficienza Energetica

Energia da Biomassa e tecnologie per l Efficienza Energetica Ingeco S.r.l. via Alzaia sul Sile, 26/D I-31057 Silea TV T. +39 0422 363292 F. +39 0422 363294 E. ingeco@ingeco-enr.it W. www.ingeco-enr.it Energia da Biomassa e tecnologie per l Efficienza Energetica

Dettagli

Il prodotto. Taglia la bolletta. Rispetta l ambiente. Partecipa alla rivoluzione energetica. Chi siamo

Il prodotto. Taglia la bolletta. Rispetta l ambiente. Partecipa alla rivoluzione energetica. Chi siamo IL TandEM PERCHE New! Taglia la bolletta Installando il TandEM di asjagen puoi generare contemporaneamente energia elettrica e calore (cogenerazione ad alto rendimento) utilizzando un unico combustibile.

Dettagli

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO. Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO. Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it IMPIANTI DI RISCALDAMENTO Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it SISTEMI DI GENERAZIONE Tipologie più diffuse o in sviluppo Generatori a combustione Caldaie

Dettagli

Studio di fattibilità per la climatizzazione di edificio residenziale di nuova costruzione mediante sistema di trigenerazione

Studio di fattibilità per la climatizzazione di edificio residenziale di nuova costruzione mediante sistema di trigenerazione Studio di fattibilità per la climatizzazione di edificio residenziale di nuova costruzione mediante sistema di trigenerazione Il presente studio si propone di analizzare i vantaggi derivanti dall'utilizzo

Dettagli

IMPIANTI TECNOLOGICI E DGR 1366 DEL 26/09/11: SOLUZIONI PRATICHE

IMPIANTI TECNOLOGICI E DGR 1366 DEL 26/09/11: SOLUZIONI PRATICHE IMPIANTI TECNOLOGICI E DGR 1366 DEL 26/09/11: SOLUZIONI PRATICHE 1 IMPIANTI SOSTENIBILI Sostenibilità: equilibrio fra il soddisfacimento delle esigenze presenti, senza compromettere la possibilità delle

Dettagli

Impianto di cogenerazione realizzato presso una azienda del settore ceramico della provincia di Modena (Emilia-Romagna, Italia)

Impianto di cogenerazione realizzato presso una azienda del settore ceramico della provincia di Modena (Emilia-Romagna, Italia) OPET SEED (Italia) Impianto di realizzato presso una azienda del settore ceramico della provincia di Modena (Emilia-Romagna, Italia) ENERGIE Introduzione L impianto di in esame è installato presso un azienda

Dettagli

Rivoluzione Energetica

Rivoluzione Energetica La nuova Rivoluzione Energetica una scelta eco-sostenibile ed economicamente vantaggiosa strutture alberghiere agriturismi piscine e impianti sportivi piccole imprese COGENERAZIONE Cogenerare significa

Dettagli

Il contributo del teleriscaldamento al miglioramento energetico ed ambientale

Il contributo del teleriscaldamento al miglioramento energetico ed ambientale Il contributo del teleriscaldamento al miglioramento energetico ed ambientale Studio del caso nella provincia di Forlì Luca Golfera, Marco Pellegrini, Augusto Bianchini, Cesare Saccani DIEM, Facoltà di

Dettagli

Caratterizzazione di un cogeneratore a combustione esterna: la macchina di Striling nel laboratorio mobile del progetto Sinergreen

Caratterizzazione di un cogeneratore a combustione esterna: la macchina di Striling nel laboratorio mobile del progetto Sinergreen Caratterizzazione di un cogeneratore a combustione esterna: la macchina di Striling nel laboratorio mobile del progetto Sinergreen 1 SCHEMA DI PRINCIPIO PERDITE 10 ENERGIA PRIMARIA 100 ENERGIA TERMICA

Dettagli

Modulo 10 Impianti per la cogenerazione di energia

Modulo 10 Impianti per la cogenerazione di energia Corso di Impianti Meccanici Laurea Triennale Modulo 10 Impianti per la cogenerazione di energia Prof. Ing. Cesare Saccani Prof. Ing. Augusto Bianchini Dott. Ing. Marco Pellegrini Dott. Ing. Michele Gambuti

Dettagli

SISTEMI ELETTRICI PER LA PRODUZIONE DI CALORE:

SISTEMI ELETTRICI PER LA PRODUZIONE DI CALORE: SISTEMI ELETTRICI PER LA PRODUZIONE DI CALORE: VALUTAZIONI TECNICO-ECONOMICHE TRA POMPE DI CALORE E GENERATORI DI CALORE I CICLI Cicli diretti = cicli termodinamici che riguardano i motori forniscono lavoro

Dettagli

Microcogeneratori Heron

Microcogeneratori Heron Microcogeneratori Heron 2015 Un'esclusiva MALUX SA per tutta la Svizzera e il Liechtenstein Heron: la cogenerazione accessibile a tutti. Heron è un microcogeneratore a basso costo adatto per le piccole

Dettagli

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA Scheda 6 «Agricoltura e Agroenergie» ALTRE MODALITA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA COMPONENTE TERMICA DELL ENERGIA Dopo avere esaminato con quali biomasse si può produrre energia rinnovabile è

Dettagli

BERICA IMPIANTI SPA- COGENERAZIONE

BERICA IMPIANTI SPA- COGENERAZIONE BERICA IMPIANTI SPA COGENERAZIONE COME ÉÈ COMPOSTO, COME FUNZIONA, COSA PRODUCE COME É COMPOSTO MOTORE: Viene scelto fra le migliori marche ricercando le caratteristiche e modelli adeguati alle esigenze

Dettagli

IMPIANTI DI COGENERAZIONE CON MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA

IMPIANTI DI COGENERAZIONE CON MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Centro Polifunzionale di Pordenone http://www.uniud.it/ ASSOCIAZIONE TERMOTECNICA ITALIANA Sezione Friuli Venezia Giulia http://www.units.it/~dipenerg/ati.fvg/ - CONFERENZA

Dettagli

GAS NATURALE O METANO

GAS NATURALE O METANO Composto prevalentemente da un idrocarburo: metano da da cui prende il nome. GAS NATURALE O METANO Alto potere calorifico. Mancanza di tossicità e impurità. È un'ottima risorsa energetica. È l'energia

Dettagli

Diamo Energia All innovazione

Diamo Energia All innovazione Diamo Energia All innovazione Soluzioni innovative per l efficienza energetica Nata nel 2006 come impresa specializzata nello studio, sviluppo ed installazione di impianti e sistemi ad alto contenuto innovativo

Dettagli

CONVEGNO :COGENERAZIONE processi, applicazioni, agevolazioni e risparmi comonext 27/03/2014

CONVEGNO :COGENERAZIONE processi, applicazioni, agevolazioni e risparmi comonext 27/03/2014 CONVEGNO :COGENERAZIONE processi, applicazioni, agevolazioni e risparmi comonext 27/03/2014 ENERGY 4 YOU SRL La Storia Energy 4 You è una società fondata nel 2005 e attiva nella vendita di energia elettrica

Dettagli

menoenergia LE ENERGIE RINNOVABILI DEFINITE DAL DLgS 28/3/2011 MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE BUSINESS CASE

menoenergia LE ENERGIE RINNOVABILI DEFINITE DAL DLgS 28/3/2011 MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE BUSINESS CASE LE ENERGIE RINNOVABILI DEFINITE DAL DLgS 28/3/2011 menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE BUSINESS CASE 1 LE COSA LE ENERGIE RICHIESTE E UNA COSA RINNOVABILI POMPA DI E RINNOVABILE

Dettagli

referente per richiesta dati... ubicazione sito... tipo di attività......... ore di lavoro giornaliero... giorni lavorativi settimanali...

referente per richiesta dati... ubicazione sito... tipo di attività......... ore di lavoro giornaliero... giorni lavorativi settimanali... DATI RICHIEDENTE Ragione Sociale Titolare Sig. Indirizzo CAP Prov. Telefono Fax e-mail (ALLEGARE SEMPRE E COMUNQUE COPIA BOLLETTE ELETTRICHE E TERMICHE COMPLETE IN OGNI PARTE E RIQUADRO) referente per

Dettagli

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica.

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. 1 Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. A2A Calore & Servizi, società del gruppo A2A attiva nella gestione del teleriscaldamento nelle città di Milano, Brescia

Dettagli

COGENERAZIONE E TRIGENERAZIONE A GAS

COGENERAZIONE E TRIGENERAZIONE A GAS COGENERAZIONE E TRIGENERAZIONE A GAS Risparmio energetico attraverso la realizzazione di impianti per la produzione di energia termica/frigorifera ed elettrica 1 Cogenerazione e Trigenerazione La cogenerazione

Dettagli

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale EDILCUSIO s.r.l. da sempre in prima linea nelle soluzioni innovative costruisce ed edifica nel pieno rispetto dell ambiente Gli appartamenti sono

Dettagli

REGOLAZIONE DELLA POTENZA IN UNA RETE ELETTRICA IN PRESENZA DI GENERAZIONE DISTRIBUITA: LA COGENERAZIONE. Giuseppe Dell Olio GRTN SpA, Direzione Rete

REGOLAZIONE DELLA POTENZA IN UNA RETE ELETTRICA IN PRESENZA DI GENERAZIONE DISTRIBUITA: LA COGENERAZIONE. Giuseppe Dell Olio GRTN SpA, Direzione Rete Torna al programma REGOLAZIONE DELLA POTENZA IN UNA RETE ELETTRICA IN PRESENZA DI GENERAZIONE DISTRIBUITA: LA COGENERAZIONE Giuseppe Dell Olio GRTN SpA, Direzione Rete Pagina 1 Cogenerazione: principali

Dettagli

Tetto isolato e ventilato. Tutti questi interventi possono beneficiare delle detrazioni fiscali del 55%.

Tetto isolato e ventilato. Tutti questi interventi possono beneficiare delle detrazioni fiscali del 55%. 1. Diagnosi energetica La prima cosa da fare è ovviamente la diagnosi energetica dell edificio, sia sotto il profilo energetico che del comfort ambientale. La diagnosi dell edificio è necessaria per valutare

Dettagli

TECNOLOGIE PER LA CONVERSIONE ENERGETICA DELLE BIOMASSE LEGNOSE

TECNOLOGIE PER LA CONVERSIONE ENERGETICA DELLE BIOMASSE LEGNOSE Progetto strategico n.iii Renerfor Conferenza finale Aosta 9 maggio 2013 TECNOLOGIE PER LA CONVERSIONE ENERGETICA DELLE BIOMASSE LEGNOSE Roberta ROBERTO ENEA Unità Tecnica Tecnologie Saluggia Conversione

Dettagli

L importanza della Manutenzione di un Impianto di Cogenerazione a Garanzia del Saving Energetico

L importanza della Manutenzione di un Impianto di Cogenerazione a Garanzia del Saving Energetico L importanza della Manutenzione di un Impianto di Cogenerazione a Garanzia del Saving Energetico 18 Giugno 2013 L Azienda Simav è azienda specializzata in sviluppo, progettazione, implementazione e successiva

Dettagli

Impianto di termovalorizzazione I cipressi (FI) Fasi di funzionamento dell'impianto: Prima fase. Schema. Sezione

Impianto di termovalorizzazione I cipressi (FI) Fasi di funzionamento dell'impianto: Prima fase. Schema. Sezione Impianto di termovalorizzazione I cipressi (FI) Fasi di funzionamento dell'impianto: Prima fase Schema Sezione 1 La seconda fase, quella più "calda", dove i rifiuti vengono bruciati e, col calore ottenuto,

Dettagli

Titoli di efficienza energetica: opportunità per le imprese. TEE per CAR (Cogenerazione Alto Rendimento)

Titoli di efficienza energetica: opportunità per le imprese. TEE per CAR (Cogenerazione Alto Rendimento) Mod. E03 Certificati bianchi TEE Titoli di efficienza energetica: opportunità per le imprese. TEE per CAR (Cogenerazione Alto Rendimento) ing. Fabio Minchio, Ph.D. 4 giugno 2013 Richiami fondamentali sulla

Dettagli

Nuove centrali ed emissioni di CO2 in Lombardia

Nuove centrali ed emissioni di CO2 in Lombardia Nuove centrali ed emissioni di CO2 in Lombardia Milano, 30-12-05 Per approfondimenti: Davide Zanoni, zanoni@avanzi.org Tel. 02-36518110 Cell 333 4963144 Matteo Bartolomeo, bartolomeo@avanzi.org Tel. 02-36518110

Dettagli

Gli aspetti positivi del solare termico

Gli aspetti positivi del solare termico Provincia di Firenze P.E.A.P. Piano Energetico Ambientale Provinciale Allegato B 3.3.2. Gli aspetti positivi del solare termico Università degli Studi di Siena INDICE 1. Premessa...3 2. Analisi della domanda...4

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA COGENERAZIONE. Generalità, aspetti tecnici e normativi, case history

EFFICIENZA ENERGETICA COGENERAZIONE. Generalità, aspetti tecnici e normativi, case history EFFICIENZA ENERGETICA COGENERAZIONE Generalità, aspetti tecnici e normativi, case history COGENERAZIONE (CHP Combined Heat Power) COGENERAZIONE DEFINIZIONI COGENERAZIONE: produzione contemporanea di più

Dettagli

UNA SFIDA VINCENTE IL RISCALDAMENTO URBANO E LA GESTIONE INTEGRATA DELLE ENERGIE SUL TERRITORIO

UNA SFIDA VINCENTE IL RISCALDAMENTO URBANO E LA GESTIONE INTEGRATA DELLE ENERGIE SUL TERRITORIO DOCUMENTAZIONE DA FONTE AIRU UNA SFIDA VINCENTE IL RISCALDAMENTO URBANO E LA GESTIONE INTEGRATA DELLE ENERGIE SUL TERRITORIO RISCALDIAMO LE NOSTRE CITTA' ELIMINANDO INQUINAMENTO E SPRECO IL RISCALDAMENTO

Dettagli

Tecnologie per l ottimizzazione dei consumi e l autoproduzionel di energia

Tecnologie per l ottimizzazione dei consumi e l autoproduzionel di energia Buone pratiche per la gestione dei consumi energetici in azienda Tecnologie per l ottimizzazione l dei consumi e l autoproduzionel di energia Marco Zambelli, ENEA UTT Como, 11 giugno 2014 1 TIPOLOGIE INTERVENTO

Dettagli

GENERAZIONE DISTRIBUITA COGENERAZIONE NEL SETTORE INDUSTRIALE

GENERAZIONE DISTRIBUITA COGENERAZIONE NEL SETTORE INDUSTRIALE GENERAZIONE DISTRIBUITA COGENERAZIONE NEL SETTORE INDUSTRIALE LA COGENERAZIONE FINO A 10 MW Microturbine Piccoli cogeneratori (< 100 kw) Applicazioni nel settore civile e terziario Motori endotermici 1500

Dettagli

COME OTTIMIZZARE L USO DELL ENERGIA NEI

COME OTTIMIZZARE L USO DELL ENERGIA NEI COME OTTIMIZZARE L USO DELL ENERGIA NEI PROCESSI INDUSTRIALI E NEGLI EDIFICI Prof.ing. Giovanni Petrecca Ordinario di Energetica Elettrica Dipartimento di Ingegneria Elettrica Università di Pavia PIANO

Dettagli

Fino a qualche MW elettrico. Grande terziario e industriale piccolo-medio. 30% - 40% energia elettrica 40% - 50% calore recuperato 10% - 30% perdite

Fino a qualche MW elettrico. Grande terziario e industriale piccolo-medio. 30% - 40% energia elettrica 40% - 50% calore recuperato 10% - 30% perdite ,PSLDQWLGLPLFURFRJHQHUD]LRQH 'HVFUL]LRQHGHOODWHFQRORJLD Si tratta di impianti che utilizzano un combustibile per la produzione combinata di elettricità e calore (detta cogenerazione), di piccola taglia

Dettagli

SISTEMI TERMOIDRAULICI PER UNA NUOVA ABITAZIONE

SISTEMI TERMOIDRAULICI PER UNA NUOVA ABITAZIONE SISTEMI TERMOIDRAULICI PER UNA NUOVA ABITAZIONE Il presente documento si propone di approfondire i sistemi di generazione del fluido termovettore per riscaldare e raffrescare le civili abitazioni, con

Dettagli

WORKSHOP. I controlli di ARPA agli impianti di incenerimento dei rifiuti in Emilia - Romagna Stato attuale e prospettive RIMINI.

WORKSHOP. I controlli di ARPA agli impianti di incenerimento dei rifiuti in Emilia - Romagna Stato attuale e prospettive RIMINI. WORKSHOP I controlli di ARPA agli impianti di incenerimento dei rifiuti in Emilia - Romagna Stato attuale e prospettive RIMINI 31 Maggio 2005 Centro Congressi SGR Via Chiabrera 34/B Produzione e recupero

Dettagli

RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE

RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE Gli oneri economici relativi al riscaldamento invernale e alla climatizzazione estiva di un edificio residenziale sono da considerarsi tra le componenti di spesa principali

Dettagli

Impianti di produzione dell energia elettrica

Impianti di produzione dell energia elettrica Impianti di produzione dell energia elettrica Alberto Berizzi Dipartimento di Elettrotecnica, Politecnico di Milano e-mail: alberto.berizzi@polimi.it Energia e lavoro Lavoro è l atto di produrre un cambiamento

Dettagli

CENTRALE DI COGENERAZIONE DI RAVENNA

CENTRALE DI COGENERAZIONE DI RAVENNA CENTRALE DI IN SOSTITUZIONE DELL ESISTENTE B 400 SEZIONE A PREMESSA REV.0 SETTEMBRE 2013 Pagina 1 di 13 REV.0 INDICE A.1 PREMESSA... 3 1 Stato di fatto... 3 1.1 Generalità... 3 2 Motivazioni dell intervento...

Dettagli

ESERCITAZIONE CORSO DI COGENERAZIONE STUDIO PRELIMINARE PER LA VALUTAZIONE DI UN INTERVENTO COGENERATIVO SU UN'UTENZA CIVILE DI MODESTA ENTITA'

ESERCITAZIONE CORSO DI COGENERAZIONE STUDIO PRELIMINARE PER LA VALUTAZIONE DI UN INTERVENTO COGENERATIVO SU UN'UTENZA CIVILE DI MODESTA ENTITA' ESERCITAZIONE CORSO DI COGENERAZIONE STUDIO PRELIMINARE PER LA VALUTAZIONE DI UN INTERVENTO COGENERATIVO SU UN'UTENZA CIVILE DI MODESTA ENTITA' 1 1 - Introduzione L'obiettivo di questa analisi è valutare

Dettagli

Energia elettrica frigorifera termica E.S.CO.

Energia elettrica frigorifera termica E.S.CO. Energia elettrica frigorifera termica Produciamo Energia, Dove Occorre. Senza Investimenti. In Maniera Pulita. ris Riscaldamento, condizionamento, energia elettrica: servizi energetici indispensabili per

Dettagli

Taglia i costi Dimezza le emissioni

Taglia i costi Dimezza le emissioni Taglia i costi Dimezza le emissioni Il micro-cogeneratore più efficiente a livello mondiale Cos è BlueGEN? Il più efficiente generatore di elettricità e calore di piccola taglia BlueGEN funziona a gas

Dettagli

CAPITOLO 1 CICLO RANKINE (CICLO A FLUIDO BIFASE) TURBINE A VAPORE

CAPITOLO 1 CICLO RANKINE (CICLO A FLUIDO BIFASE) TURBINE A VAPORE CAPITOLO 1 CICLO RANKINE (CICLO A FLUIDO BIFASE) TURBINE A VAPORE 1 CICLO RANKINE IL CICLO TERM ODINAM ICO RANKINE E COMPO STO DA Q UATTRO TRASFO RM AZIO NI PRINCIPALI (COMPRESSIO NE, RISCALDAM ENTO, ESPANSIO

Dettagli

Cogenerazione: tecnologie a confronto

Cogenerazione: tecnologie a confronto CESI RICERCA Cogenerazione: tecnologie a confronto MILANO 8 ottobre 2008 Fabio Armanasco fabio.armanasco@cesiricerca.it 1. Definizione di CHP 2. Motori primi convenzionali Turbine a vapore Turbine a gas

Dettagli

Cosa è la cogenerazione: tipologia, storia e tecnologia Soluzioni di Microcogenerazione e Cogenerazione a gas naturale Incentivazioni con

Cosa è la cogenerazione: tipologia, storia e tecnologia Soluzioni di Microcogenerazione e Cogenerazione a gas naturale Incentivazioni con Cosa è la cogenerazione: tipologia, storia e tecnologia Soluzioni di Microcogenerazione e Cogenerazione a gas naturale Incentivazioni con defiscalizzazione del combustibile, scambio sul posto, certificati

Dettagli

Recupero delle acque di conceria con utilizzo di fonti rinnovabili

Recupero delle acque di conceria con utilizzo di fonti rinnovabili Recupero delle acque di conceria con utilizzo di fonti rinnovabili Dott. Ing. Simone Bonari Sig. Maurizio Maggioni IX Convegno AICC L acqua L industria ed alcune lavorazioni in particolare sono da sempre

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Sintesi del decreto legislativo sulla promozione della cogenerazione ad alto rendimento PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Il decreto

Dettagli

INTERGEN LA COGENERAZIONE NEL NOVARESE. divisione energia di IML Impianti srl SILLAVENGO 12 MAGGIO 2016

INTERGEN LA COGENERAZIONE NEL NOVARESE. divisione energia di IML Impianti srl SILLAVENGO 12 MAGGIO 2016 INTERGEN LA COGENERAZIONE NEL NOVARESE SILLAVENGO 12 MAGGIO 2016 divisione energia di IML Impianti srl Struttura del gruppo IML dal 1904 impianti sistemi propulsivi industriali e marini sistemi propulsivi

Dettagli

Quale futuro per la cogenerazione industriale in Italia? Ennio Macchi

Quale futuro per la cogenerazione industriale in Italia? Ennio Macchi Quale futuro per la cogenerazione industriale in Italia? Dipartimento di Energia - Politecnico di Milano Quarta giornata sull efficienza energetica nelle industrie Fast, Piazzale R. Morandi 2, 20121 Milano

Dettagli

SOLAR BOND Un investimento Sicuro nell energia Solare Il Sistema Energetico ad alta efficienza proposto da Entropia Zero Srl Solar Bond nasce per soddisfare l esigenza di realizzare sistemi energetici

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE SULLA COGENERAZIONE IN ITALIA ANNO PRODUZIONE 2011

RELAZIONE ANNUALE SULLA COGENERAZIONE IN ITALIA ANNO PRODUZIONE 2011 Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L ENERGIA Direzione Generale per l Nucleare, le Energie Rinnovabili e l Efficienza Energetica RELAZIONE ANNUALE SULLA COGENERAZIONE IN ITALIA ANNO PRODUZIONE

Dettagli

ANALISI DEI FABBISOGNI DI UNO STABILIMENTO IN TERMINI DI SERVIZI (ENERGIA, FLUIDI, ECC.)

ANALISI DEI FABBISOGNI DI UNO STABILIMENTO IN TERMINI DI SERVIZI (ENERGIA, FLUIDI, ECC.) CAPITOLO 8 ANALISI DEI FABBISOGNI DI UNO STABILIMENTO IN TERMINI DI SERVIZI (ENERGIA, FLUIDI, ECC.) AUDIT ENERGETICO Cap. 8 1 ANALISI ENERGETICA DI UNO STABILIMENTO AUDIT ENERGETICO CONSISTE NELL'ANALISI

Dettagli

Azioni di incremento dell efficienza energetica nel settore delle piastrelle di ceramica: esperienze e limiti normativi. MILANO 14 giugno 2011

Azioni di incremento dell efficienza energetica nel settore delle piastrelle di ceramica: esperienze e limiti normativi. MILANO 14 giugno 2011 Azioni di incremento dell efficienza energetica nel settore delle piastrelle di ceramica: esperienze e limiti normativi MILANO 14 giugno 2011 L industria italiana delle piastrelle di ceramica Aziende (numero)

Dettagli

TALIA GREEN HYBRID. Il comfort di una caldaia e l efficienza energetica di una pompa di calore.

TALIA GREEN HYBRID. Il comfort di una caldaia e l efficienza energetica di una pompa di calore. sistema ibrido caldaia a condensazione e pompa di calore TALIA GREEN HYBRID Il comfort di una caldaia e l efficienza energetica di una pompa di calore. Chaffoteaux presenta Talia Green Hybrid, un sistema

Dettagli

Esempi Concreti di Interventi: Costi e procedure per la realizzazione di interventi

Esempi Concreti di Interventi: Costi e procedure per la realizzazione di interventi Esempi Concreti di Interventi: Costi e procedure per la realizzazione di interventi Sala Convegni Museo Arti e Mestieri Pianoro 13/06/2007 Simone Spataro Gli Argomenti trattati: Realizzazione di un Impianto

Dettagli

tecnologia che migliora il mondo

tecnologia che migliora il mondo tecnologia che migliora il mondo Company profile AURORA energy solution è l unione di due società la AURORA INVEST Srl e ICMEA Srl società di ingegneria dedicata alla progettazione e realizzazione di impianti

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore Novembre 2011 Sistema di Riscaldamento Quando si parla di impianto di riscaldamento si comprendono sia

Dettagli

L EVOLUZIONE DEL SISTEMA DI TELERISCALDAMENTO TORINESE CON IL PROGETTO TORINO NORD EST

L EVOLUZIONE DEL SISTEMA DI TELERISCALDAMENTO TORINESE CON IL PROGETTO TORINO NORD EST 1 Convegno TELERISCALDAMENTO: verso la SMART GRID L EVOLUZIONE DEL SISTEMA DI TELERISCALDAMENTO TORINESE CON IL PROGETTO TORINO NORD EST Torino Lingotto Fiere, 25 maggio 2012 Ing. Carmelo TRIPODI Direttore

Dettagli

Il Decreto legislativo 8/02/2007, n 20 sulla promozione della cogenerazione. Il ruolo del GSE. www.gsel.it

Il Decreto legislativo 8/02/2007, n 20 sulla promozione della cogenerazione. Il ruolo del GSE. www.gsel.it Il Decreto legislativo 8/02/2007, n 20 sulla promozione della cogenerazione Il ruolo del GSE www.gsel.it 2 Indice La cogenerazione: informazioni generali Il D.lgs. 8/02/07, n 20 sulla promozione della

Dettagli

C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO

C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Allegato C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Il decreto legislativo approvato il 7 febbraio 2007 in via definitiva dal Consiglio dei ministri in attuazione della

Dettagli

Capitolo I. La cogenerazione. 1.1 Introduzione

Capitolo I. La cogenerazione. 1.1 Introduzione Capitolo I La cogenerazione 1.1 Introduzione L idea alla base della cogenerazione è nota: in ogni ciclo termodinamico che genera energia elettrica utilizzando come fonte energetica calore ad alta temperatura

Dettagli

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE)

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO POMPE DI CALORE clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) tel. 085 9771404 cell. 334 7205 930 MAIL energie@icaro-srl.eu WEB www.icaro-srl.eu

Dettagli

Microcogenerazione. Cogenerazione

Microcogenerazione. Cogenerazione Microcogenerazione Ing. Emilio Ghiani Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica Università di Cagliari Cogenerazione Cogenerazione: generazione simultanea in un unico processo di energia termica

Dettagli

INIZIATIVE ENIA NEL CAMPO DELL ENERGIA: IL TELERISCALDAMENTO

INIZIATIVE ENIA NEL CAMPO DELL ENERGIA: IL TELERISCALDAMENTO Convegno Risparmio Energetico e Uso di Fonti Rinnovabili in Edilizia Parma, 2 febbraio 2006 INIZIATIVE ENIA NEL CAMPO DELL ENERGIA: IL TELERISCALDAMENTO Sara Moretti IL TELERISCALDAMENTO: COS E Per teleriscaldamento

Dettagli

eihp Sistemi integrati con pompa di calore

eihp Sistemi integrati con pompa di calore eihp Sistemi integrati con pompa di calore CHI SIAMO Eneray è una innovativa iniziativa di impresa con solide basi industriali alle spalle. Eneray è stata fondata da un team di ingegneri e imprenditori

Dettagli

L EFFICIENZA ENERGETICA IN AMBITO INDUSTRIALE: UNA SCELTA IMPRENDITORIALE

L EFFICIENZA ENERGETICA IN AMBITO INDUSTRIALE: UNA SCELTA IMPRENDITORIALE UN AZIENDA CON MENO INFORTUNI, MENO INQUINAMENTO, PIU RISPARMIO ENERGETICO SOSTENIBILITA' E BUSINESS L EFFICIENZA ENERGETICA IN AMBITO INDUSTRIALE: UNA SCELTA IMPRENDITORIALE Prof. Ing. Cesare Saccani

Dettagli

TELERISCALDAMENTO AD AOSTA. I PRIMI PASSI DI UNA GRANDE RETE. INAUGURAZIONE DEL CANTIERE DELLA CENTRALE DI TELERISCALDAMENTO IN CITTÀ.

TELERISCALDAMENTO AD AOSTA. I PRIMI PASSI DI UNA GRANDE RETE. INAUGURAZIONE DEL CANTIERE DELLA CENTRALE DI TELERISCALDAMENTO IN CITTÀ. 27-09-2013 Comunicato stampa TELERISCALDAMENTO AD AOSTA. I PRIMI PASSI DI UNA GRANDE RETE. INAUGURAZIONE DEL CANTIERE DELLA CENTRALE DI TELERISCALDAMENTO IN CITTÀ. Per contatti e ulteriori informazioni:

Dettagli

COLD IRONING. Le soluzioni fino ad oggi adottate

COLD IRONING. Le soluzioni fino ad oggi adottate COLD IRONING Una nuova soluzione eco-compatibile per l alimentazione delle navi in porto COLD IRONING è un modo di dire anglosassone per indicare una nave attraccata in porto con motori spenti. L espressione

Dettagli

ALLEGATO I. Tecnologie di cogenerazione oggetto del presente decreto

ALLEGATO I. Tecnologie di cogenerazione oggetto del presente decreto 2. Sono approvati gli allegati IV, V, VI e VII, recanti integrazioni al metodo di calcolo dell energia da cogenerazione ad alto rendimento, relativamente a: a) allegato IV - valori di rendimento di riferimento

Dettagli

Il Risparmio Energetico

Il Risparmio Energetico Comune di Asti Settore Ambiente ed Edilizia Pubblica Il Risparmio Energetico Ing. Valerio Vittone RESPONSABILE UNITÀ OPERATIVA ACUSTICA ED ENERGIA DEL COMUNE DI ASTI Comune di Asti Settore Ambiente ed

Dettagli

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE parti 3 4 1 IMPIANTO TERMICO In generale si può pensare articolato nelle seguenti parti: Generatore uno o più apparati che forniscono energia termica ad un mezzo di trasporto

Dettagli

)LJ±&RQIURQWRWUDLIOXVVLHQHUJHWLFLFDUDWWHULVWLFLGHOOHFDOGDLHWUDGL]LRQDOL

)LJ±&RQIURQWRWUDLIOXVVLHQHUJHWLFLFDUDWWHULVWLFLGHOOHFDOGDLHWUDGL]LRQDOL &DOGDLHDFRQGHQVD]LRQH 'HVFUL]LRQHGHOODWHFQRORJLD Le caldaie sono il cuore degli impianti di riscaldamento dato che realizzano il processo di combustione da cui si ricava l energia termica necessaria per

Dettagli

Indice. Obiettivi dello studio. Premesse generali. Il metodo. Analisi delle utenze. Analisi dei sistemi produttivi

Indice. Obiettivi dello studio. Premesse generali. Il metodo. Analisi delle utenze. Analisi dei sistemi produttivi Workshop AEEG Sviluppo della generazione diffusa in Italia Analisi tecnico-economica delle modalità di gestione dell'energia nei contesti urbani ed industriali Milano 30-04-2009 Indice 2 2 Obiettivi dello

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO: UN GRANDE VALORE CON UN PICCOLO INVESTIMENTO

RISPARMIO ENERGETICO: UN GRANDE VALORE CON UN PICCOLO INVESTIMENTO RISPARMIO ENERGETICO: UN GRANDE VALORE CON UN PICCOLO INVESTIMENTO Contributi fino al 65% destinati alle imprese trentine che decidono di investire nei settori dell efficienza energetica e dell energia

Dettagli

il caso di Hayat Kymia in Turchia

il caso di Hayat Kymia in Turchia Utilizzo di energia residua in una moderna cartiera tissue: il caso di Hayat Kymia in Turchia ALL INIZIO DEL 2006 PMT ITALIA HA AVVIATO CONGIUNTAMENTE AL GRUPPO HAYAT UNA NUOVA CARTIERA NELL AREA DI IZMIT

Dettagli

Motori commerciali Tra le varie applicazioni del motore Stirling, esistono anche motori commerciali, realizzati e testati in laboratorio. Tra questi possiamo illustrarne alcuni: Stirling Power System V160

Dettagli

POMPE DI CALORE. Introduzione

POMPE DI CALORE. Introduzione POMPE DI CALORE Introduzione In impianto tradizionale di riscaldamento si utilizza il potere calorifico di un combustibile (gasolio, metano, legno, carbone, ecc.) per riscaldare a bassa temperatura dei

Dettagli

Programma per l adozione di misure per il risparmio energetico nel settore delle Case di Cura

Programma per l adozione di misure per il risparmio energetico nel settore delle Case di Cura Programma per l adozione di misure per il risparmio energetico nel settore delle Case di Cura Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all improvviso.. VI SORPRENDERETE A FARE

Dettagli