CNA Informa. Il giornale della confederazione dell artigianato e della piccola e media impresa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CNA Informa. Il giornale della confederazione dell artigianato e della piccola e media impresa"

Transcript

1 CNA Informa Friuli Venezia Giulia Venerdì 22 Novembre 2013 Il giornale della confederazione dell artigianato e della piccola e media impresa Da trent anni nell associazione, era presidente di zona di Udine. Eletto in un clima sereno Brotto presidente di Cna Fvg Basta provincialismi, si lavorerà in un ottica regionale di Rosalba Tello Aria di rinnovamento, voglia di fare squadra, spinta all unione territoriale, impegno per uscire, tutti assieme, dal lungo momento di impasse economico. Sono gli ingredienti del nuovo mandato affidato a Paolo Brotto, neopresidente regionale della Cna Fvg; eletto in un clima sereno e costruttivo come da anni non si respirava in Cna, il già presidente di zona Udine - 62 anni, titolare di una carrozzeria in viale Palmanova a Udine, in Cna da quasi 30 anni - reggerà per i prossimi quattro anni il mandato che era stato di Denis Puntin, il quale in primavera aveva lasciato per tentare la carta politica alle regionali. Il testimone era passato provvisoriamente al presidente provinciale di Udine, Nello Coppeto, che nella fase di transizione ha sorretto l incarico in qualità di presidente vicario. Attorno a sé Brotto ha radunato istanze, speranze e auspici di soci e artigiani; l assemblea, che si è tenuta il 31 ottobre a Palmanova nell ex Polveriera, presenti tutti i presidenti provinciali, di zona e di categoria, ha visto in lui una figura un po fuori dagli schemi della logica di appartenenze alla province, al di sopra di esse anche perché la sua attività locale lo ha tenuto fuori dagli equilibri regionali. La parola d ordine per gli intervenuti è stata quella di restare uniti e fare rete per pesare di più ai tavoli, con l obiettivo di far crescere una Cna diventata più combattiva: un ritorno al sindacalismo di cui oggi si fanno portavoce i pensionati, che rappresentano un enorme fetta dell associazione (il numero dei soci in pensione supera quelli attivi). Tutti si sono dichiarati disponibili a lavorare, nel proprio settore e territorio di competenza, per dare il massimo contributo al neoeletto. «Con la riunificazione delle province, e in clima di forte rinnovamento rispetto agli ultimi otto anni, si sta aprendo una fase nuova della Cna», ha detto Brotto. «La mia candidatura è stata accolta e condivisa senza un programma, perché intendo predisporlo in sinergia con la presidenza. C è voglia di andare avanti assieme, mettendo da parte i provincialismi e lavorando in un ottica regionale. Coinvolgeremo le unioni, ora istituite tutte come regionali, nell attività sindacale. Ci attende insomma una entusiasmante sfida». Coppeto nel suo intervento di saluto ha ricordato Diego Desco, dirigente regionale degli impiantisti, scomparso lo scorso ottobre, e ringraziato Puntin, che nel suo mandato ha mirato all unione delle province. Il A sinistra Paolo Brotto e, sopra, l assemblea elettiva presidente vicario uscente ha tracciato le linee su cui lavorare nei prossimi anni, partendo dal progetto di una nuova, grande Cna regionale: «Penseremo come un sistema unico, lavoreremo di concerto con la Confartigianato, spingeremo la strada di Rete Imprese Italia, continueremo la collaborazione con le Cna delle altre regioni, in primis quella del vicino Veneto, saremo ancora più vicini al nostro territorio». «Le specificità locali», ha aggiunto il segretario regionale Cna Fvg Roberto Fabris, coordinatore dell assemblea, «non contrastano con l aggregazione; in un modello regionalizzato esse devono rimanere, ma vanno eliminate le sovrastrutture organizzative e anche giuridiche». Il clima nuovo che si respira nell organizzazione è il segno, secondo Fabris, che si vuol cambiare marcia nei rapporti interni, tra gli organi e le province. «Siamo di fronte a un periodo storico molto difficile per il sistema economico; perciò, sulle linee tracciate dal nazionale, la Cna si appresta a rivedere i suoi assetti organizzativi territoriali; l unità politica deve presupporre infatti anche una omogeneizzazione e una razionalizzazione delle strutture operative dell associazione. Bisogna insomma tendere a una struttura unica di erogazione dei servizi e di gestione della rappresentanza delle nostre unioni». Il segretario regionale ribadisce che l accentramento non va in contrapposizione con le peculiarità locali, che rimarranno e verranno gestite dai gruppi dirigenti di zona e dalle strutture orga- Continua a pagina 2 autotrasporto Cna-Fita incontro con l onorevole Paolo Coppola a pagina 3 imprese CNA Tutte le iniziative in programma in attesa del Natale a pagina 4 impiantisti Climatizzazione, F-Gas e Mepa, tutte le novità del settore a pagina 6 equitalia Un vademecum per orientarsi tra le normative più recenti a pagina 8 UDINE Cna di zona, convocata l assemblea elettiva a pagina 12

2 2 Venerdì 22 Novembre 2013 CNA FVG INFORMA segue dalla prima pagina Nella foto, da sinistra: Maurizio Meletti, Gianni Tassan, Nello Coppeto, Paolo Brotto, Roberto Fabris, Pietro Di Lena, Alvaro Battiston nizzative di quell area. «Inoltre», conclude, «deve crescere la qualità del rapporto con la Confartigianato, perché solo assieme le organizzazioni dell artigianato potranno pesare di più ai tavoli di confronto». Gianni Tassan, riconfermato presidente provinciale della Cna di Trieste, pensa a un rilancio dell associazione a livello regionale. «Trieste era stata un po tagliata fuori, poi le teste son cambiate e si è spazzato via il pregresso. Di idee ce ne sono, e tutte partono dal presupposto di collaborazione tra province». «Tassan è persona degna e capace», commenta il presidente Cna Gorizia Maurizio Meletti, «fa ben sperare per l unione delle province, necessaria se vogliamo contare ai tavoli di potere. A livello regionale si respira davvero una atmosfera nuova, ma è giusto ricordare che si stanno raccogliendo i frutti del lavoro di Puntin». Anche Alvaro Battiston, presidente Cna Gorizia, concentra l impegno sul nodo «unificazione»: «Le associazioni provinciali devono stringere sul processo di integrazione, che non riguarda solo l organizzazione territoriale ma anche lo stesso mondo associativo, tant è che Confindustria Fvg stava andando in questa direzione e anche in Veneto si discute di questo. È fondamentale, sempre nel rispetto delle specificità e degli equilibri associativi provinciali, procedere speditamente verso l integrazione per darci maggior forza rispetto gli interlocutori politici. Bisogna migliorare le politiche sindacali regionalizzando la questione perché abbiamo categorie, come gli impiantisti, che hanno spesso necessità di aggiornamenti tecnici e corsi di formazione (catena del freddo, patentino ecc.), e si deve quindi rendere più omogenea ed efficiente l attività di categoria. Per quanto riguarda Pordenone e la sua economia, stiamo vivendo in un momento drammatico. Oltre al centinaio di posti a rischio alla Ideal Standard, ora il pericolo è che la Eletroclux lasci il deserto. Il rischio che portino tutto all estero, con la conseguente perdita di 5-6 mila posti di lavoro, è serio e grave». Fotografi, contro l abusivismo serve un codice deontologico di Rosalba Tello La Cna Comunicazione e Terziario avanzato ha invitato, presso la sede della Cna di Udine, i fotografi della regione a un incontro tecnico incentrato su abusivismo, formazione, deontologia. Tra le proposte avanzate dalla Cna a favore della categoria, la sottoscrizione di un codice deontologico, con le regole e i principi di correttezza professionale nell attività del fotografo, nei confronti sia dei colleghi che della clientela. «Un documento già predisposto e accettato alcuni anni fa da tutte le associazioni nazionali del settore», spiega Mauro Caffieri, presidente dell Unione Comunicazione e Terziario avanzato della Cna di Udine. «Abbiamo anche trattato il tema, sempre più caldo, dell abusivismo e di come contrastarlo, illustrando ai presenti i nuovi esposti alla Guardia di finanza e le segnalazioni di alcuni colleghi di situazioni di esercizio abusivo della professione». All ordine del giorno anche l attività formativa, con il programma dei corsi del 2014 e di un convegno. Infine, dopo il successo della mostra «L arte della foto nel matrimonio», essendo Unicredit disponibile a concedere la sala alla Cna anche per ulteriori iniziative, si sta valutando di organizzare un altra esposizione, probabilmente sulla foto industriale. Le attività della Cna di Tavagnacco Dopo l insediamento del nuovo direttivo e la sospirata pausa estiva, a settembre sono riprese le attività nel gruppo di presidenza della sede di Tavagnacco. La composizione del gruppo è assortita, eterogenea e arricchita dalla presenza di due rappresentanti della Cna Pensionati; lo spirito rimane giovane, brillante ed energico come non mai. I punti su cui far leva per dare lustro alla sede e rendere attiva l associazione sul territorio, in questo primo periodo di lavori, sono diversi e in particolare si sta focalizzando l attenzione sulla formazione e lo scambio di relazioni. Per questo motivo il gruppo si sta adoperando per concretizzare diversi eventi. Di seguito un breve elenco a cui seguiranno notizie di approfondimento mano a mano che si procederà con la pianificazione: - Organizzazione di una delegazione di artigiani e non per la visita alla kermesse multiculturale «L artigiano in Fiera» di Milano, con espositori per giovedì 5 dicembre 2013; - Progettazione di un corso di educazione all imprenditoria, in collaborazione con il comune di Tavagnacco, rivolto a giovani e meno giovani convinti di costruirsi in proprio un alternativa per il proprio futuro professionale; - Partecipazione alla storica festa di Martignacco «Il purcit in ostarie» attraverso l evento «M-ARTIG-iani tra NOI», una mini-fiera di espositori artigiani che si svolgerà a inizio febbraio nella piazza e nelle vie centrali del paese, con il coinvolgimento attivo di vari gruppi della Cna attraverso stand espositivi e attività correlate. L iniziativa sarà rivolta a promuovere e valorizzare i prodotti e i servizi delle aziende del territorio e a diffondere e incuriosire il numeroso pubblico con la cultura artigiana. Il gruppo sta, inoltre, creando collaborazione e condivisione di idee e progetti con altre associazioni, enti, realtà del territorio per lo sviluppo delle relazioni, la crescita della cultura imprenditoriale, l aggiornamento professionale, l aumento della competenza e competitività delle aziende. Oltre a tutto questo è in programma un evento più impegnativo, ancora in fase di progettazione nelle linee essenziali, di cui si parlerà non prima della prossima primavera. Le opportunità capitano oppure si creano, il bravo imprenditore sa coglierle. Cna aiuta a realizzarle. Il programma è ricco, le idee non mancano, i tempi sempre stretti e le cose da fare sempre tante... come piace a noi che abbiamo l artigianato nel sangue. Livio Busana presidente Cna di Tavagnacco

3 CNA FVG INFORMA Venerdì 22 Novembre autotrasportatori: incontro con l on. coppola Cabotaggio, costo gasolio, cuneo fiscale: le urgenze da affrontare di Rosalba Tello Cabotaggio, costi del gasolio, burocrazia, cuneo fiscale. Sono fra i temi più urgenti messi sul piatto dalla Cna-Fita all incontro con l onorevole Paolo Coppola, membro della commissione trasporti della camera, tenutosi a Udine nei giorni scorsi nella sede della Cna Fvg; presenti, oltre al referente della categoria Giusualdo Quaini, il neopresidente regionale Paolo Brotto, il presidente provinciale di Udine Nello Coppeto e il segretario regionale Roberto Fabris. «L autotrasporto regionale chiede una maggior attenzione sulla questione del cabotaggio effettuato da vettori stranieri a danno dei trasportatori italiani», ha spiegato il presidente regionale della Cna-Fita Quaini. «I trasportatori della Fita-Cna vogliono restare italiani: continueremo a comprare gasolio in Italia e ad assumere dipendenti italiani, però vanno diminuiti i costi del gasolio e il cuneo fiscale; il mostro della burocrazia va abbattuto, la comunicazione telematica deve diventare più funzionale». Coppola, prendendo atto con preoccupazione del processo di depauperamento del settore dell autotrasporto italiano e soprattutto di quello del Fvg, che subisce più di altri la concorrenza dei vettori dei paesi dell Est Europa, ha assicurato alla Cna Trasporti «il massimo impegno per risolvere, utilizzando lo strumento dell emendamento, che è allo stato il più efficace, i problemi che gli saranno man mano posti all attenzione dall associazione di categoria». La Fita-Cna, dal canto suo, ringraziando Coppola per l incontro, auspica di poter continuare a collaborare assieme per il bene della categoria. «L autotrasporto è un servizio», chiude Quaini, «e i servizi costeranno sempre più: il futuro è l aggregazione. Siamo piccoli ma flessibili, l unica innovazione possibile per noi sarà fare sinergia innanzitutto dal punto di vista culturale». Brotto: attenzione alle lusinghe dall estero di Rosalba Tello «La situazione che si sta delineando ha creato non poche apprensioni alla nostra associazione, ma penso che questo stato d animo sia condiviso anche dalle altre associazioni datoriali della regione. Le sirene che arrivano dai paesi limitrofi hanno già fatto proselitismo fra le nostre aziende, impoverendo così ulteriormente il nostro tessuto produttivo già duramente provato da questa lunga crisi». Il presidente regionale Cna Fvg Paolo Brotto rileva come sia urgente intervenire affinché il fenomeno non arrechi danni irreversibili alla nostra economia: «Bisogna creare un tavolo di confronto che coinvolga tutti gli attori interessati per studiare e affrontare il Paolo Brotto più velocemente possibile il problema, trovando soluzioni che trattengano le imprese sul nostro territorio. Soluzioni che potrebbero tradursi in investimenti per regolamentare in modo più snello il fare impresa in regione, in interventi a favore delle imprese operanti in zona franca, nel ricalcolo di alcune imposte. Sappiamo tutti che oltre confine la pressione fiscale è molto più bassa che da noi, che il sistema per fare impresa è molto più semplice, e che non si incorre negli studi di settore (in questo momento sono come un cappio al collo per le nostre imprese!). I tempi sono stretti e è opportuno non perdere ulteriore tempo per affrontare il problema in modo serio e risolutivo. Invito quindi la presidente Debora Serracchiani ad attivare questo tavolo il più presto possibile, visto che ogni giorno che passa un nuovo imprenditore è tentato a lasciare la nostra regione». Un servizio per il controllo di costi e interessi applicati dalle banche di Carlo Tomasin «Banca: ma quanto mi costi?». Così titolava il nostro articolo del 18 ottobre scorso e già alcuni mesi fa il nostro presidente provinciale, Nello Coppeto, stigmatizzando la chiusura dei finanziamenti alle piccole e medie imprese, invitava a «cambiare banca», ricevendo parecchi consensi dal mondo produttivo. L iniziativa delle Cna friulane, che desiderano che sia permesso alle proprie imprese di sapere quale trattamento viene riservato loro dagli istituti di credito (in particolare sui conti correnti, sui mutui e sui leasing), si è tradotta nella stipula di una convenzione con Sdl Centrostudi srl di Brescia. Un accordo che nasce dall esigenza di riequilibrare i rapporti tra mondo finanziario e imprenditoriale, da sempre caratterizzati da una grande sperequazione dettata dalle enormi capacità organizzative e di «potere della conoscenza» degli istituti bancari, contro una quasi totale incapacità analitica e strutturale delle imprese italiane. La necessità di ottenere costanti profitti elevati porta gli istituti di credito a contravvenire ripetutamente a leggi specifiche in materia finanziaria; queste continue vessazioni sfociano in illeciti civili e reati penali e si possono generare vere e proprie persecuzioni al fine di mantenere assolutamente sotto controllo il mondo imprenditoriale. Nell ambito di questi rapporti «insani» talvolta ci si può imbattere anche pratiche di anatocismo, di tassi usurai se non addirittura di vere e proprie truffe contrattuali. Per fare luce sulle oppressioni che quotidianamente affliggono gli imprenditori bisogna saper identificare i reati per ogni singolo prodotto bancario che lega l azienda all istituto erogante, e in questo viene in aiuto Sdl Centrostudi. Fondata nel 2000 da Serafino Di Loreto e Stefano Pigolotti, questa realtà ha creato un prodotto commerciale innovativo, semplice e professionale. In Sdl Centrostudi si realizza la fusione sinergica di consulenti, avvocati e commercialisti per tutelare ogni singolo cliente; con una estrema chiarezza di intenti e un operatività fluida e accessibile (metodo Sdl) è stato creato un circolo virtuoso che mette in relazione tutto il mondo imprenditoriale con le più raffinate tecniche consulenziali, finora riservate a poche industrie strutturate. Ci si approccia al cliente tramite l analisi gratuita della situazione, evidenziando i problemi esistenti nel rapporto azienda-banche e più in generale nell azienda. La mission è infatti quella di supportare e tutelare l imprenditore da anomalie bancarie (anatocismo e usura su conti correnti), irregolarità fiscali ( atti impositivi-cartelle esattoriali), anomalie finanziarie (derivati, non quotati in borsa, mutui, leasing), problematiche di gestione aziendale (riorganizzazione aziendale e A.F.C.). Ogni situazione aziendale viene trattata con il metodo Sdl, che prevede una preanalisi o un check-up che evidenzia i problemi e ne indica la soluzione strategica. Il cliente può decidere di investire nella consulenza e di pagare servizi offerti solo dopo aver avuto il quadro dettagliato della propria situazione aziendale, con la certezza di poter contare sul risultato già evidenziato dalla preanalisi elaborata, un modo di operare che si rivela pratico ed efficace in qualsiasi ambito aziendale.

4 4 Venerdì 22 Novembre 2013 Cna fvg informa Mercatini di Natale, al via le iscrizioni Quest anno la Cna parteciperà al Mercatino di Natale nel cuore di Udine organizzato da Confartigianato di Udine, in collaborazione con Confcommercio e il comune di Udine. La manifestazione si svolgerà da venerdì 6 a martedì 24 dicembre La novità di questa edizione è la collocazione: non più piazza Duomo, bensì la suggestiva piazza San Giacomo, grazie all autorizzazione della soprintendenza del Friuli-Venezia Giulia. Come ogni anno è previsto un programma di animazione costituito da intrattenimento musicale (cori gospel e natalizi), giochi per bambini, piccoli spettacoli ecc. in modo tale da contribuire all attrattività del centro storico durante il periodo delle Festività. Le aziende interessate a partecipare potranno compilare l apposita scheda e inviarla entro e non oltre lunedì 25 novembre Attenzione: oltre che per l intero periodo è possibile formulare la richiesta per la prima o per la seconda parte del periodo di durata della manifestazione. La partecipazione è riservata a imprese regolarmente iscritte al registro tenuto dalle Camere di commercio. È consentita la partecipazione di aziende provenienti da altre regioni o dall estero, limitata a un massimo di 5 «casette». Non è consentita la partecipazione di hobbisti (o simili). Si prevede l allestimento di 20 casette; nel caso in cui le domande risultino superiori agli spazi disponibili la selezione dei partecipanti, terrà conto: a) dell ordine cronologico di arrivo della richiesta; b) della tipologia dei prodotti presentati, dando priorità a quelli più affini al carattere natalizio del Mercatino e tenendo conto della complementarietà rispetto a quelli proposti da altre imprese; c) della tipologia delle imprese richiedenti, dando priorità a quelle artigiane. Il costo di adesione per le imprese associate alla Cna è pari a 610, comprensive di Iva, a turno. Per ulteriori informazioni e ottenere la modulistica per aderire è possibile visitare il sito della Cna di Udine (www.cna.ud.it) o contattare lo 0432/ Inoltre quest anno sarà possibile aderire anche al mercatino di Natale proposto domenica 8 dicembre in via Candotti a Codroipo. In questo caso, a differenza di Udine, non ci potrà essere commercio diretto, ma le imprese potranno fare esclusivamente attività promozionale senza alcuna vendita. Le imprese non dovranno sostenere alcuna spesa di adesione, ma dovranno preoccuparsi di partecipare con strutture proprie, gabezo 3x3, possibilmente addobbati in stile natalizio. Per prendere parte al mercatino di Codroipo è possibile contattare l ufficio Cna di Codroipo allo 0432/ entro venerdì 29 novembre. In visita all Artigiano in Fiera di Milano Giovedì 5 dicembre una delegazione della Cna Fvg visiterà «L Artigiano in Fiera» di Milano. L iniziativa è stata promossa e organizzata dal gruppo di presidenza della zona di Tavagnacco al fine di consentire ai nostri artigiani di raccogliere idee per promuovere la propria impresa, oltre che per favorire un momento di conoscenza e socializzazione tra le imprese che gravitano intorno alla Cna della regione, con l auspicio di creare nuove sinergie interne al sistema. Alla visita possono aderire imprenditori, dipendenti, collaboratori, pensionati. Il raduno è alla stazione di Udine alle ore 5,20, si partirà con il treno FrecciaBianca (9705) delle 5,40, con arrivo a Milano alle 9,55; ci si sposterà poi in fiera in metropolitana. Il rientro è previsto con il FrecciaBianca (9743) delle 18,35, l arrivo a Udine è alle 22,32. Il costo di partecipazione si aggira intorno ai 70 euro, comprensivi di biglietto del treno A/R, biglietto della metropolitana e costi di organizzazione. L iniziativa verrà realizzata solo al raggiungimento dei 10 partecipanti. È necessario dare l adesione entro venerdì 29 novembre. Cna e le sue imprese alla Fiera di San Simone Come ogni anno anche quest anno la Cna ha partecipato alla Fiera di San Simone, all insegna dell innovazione dell artigianato. Domenica 20 ottobre associati Cna e simpatizzanti dell associazione hanno animato con cinque stand promozionali l inizio di via Candotti a Codroipo. Ognuna con il proprio stand, le varie ditte hanno portato il proprio contributo su diversi fronti. La ditta di Talmasson Color2000 di Marco e Germano Zanello ha presentato soluzioni in merito a cappotti per esterno e sistemi costruttivi all insegna del risparmio energetico. Marco Fattorini, che conduce la sua falegnameria a Varmo, ha esibito diverse tipologie di finestre, pavimentazioni e scale di grande valore innovativo per la qualità del manufatto e la classe di risparmio energetico corrispondente. Il ristorante De Mosis di Codroipo di Mosè Costaperaria ha inoltre esposto il suo vasto e invitante menù! Il ristorantino ed enoteca di Codroipo ha al suo attivo cuochi di rinomata firma e si diversifica dall offerta gastronomica locale per la cura e l attenzione, oltre che per la qualità dei prodotti. Non meno importanti sono stati i contributi dei simpatizzanti, quale la Bioprofumeria Volo di Fiori di Codroipo. I due soci Fabrizio Di Bortolotti e Michela Moras hanno appunto creato un bellissimo stand ricco di colori e aromi, in cui l offerta di cosmesi biologica, oli essenziali e trattamenti di massaggio attirava tenacemente l attenzione dei passanti. Infine il signor Gallo di Portogruaro completava la kermesse con il suo stand colmo di quadri e articoli artistici. Ora la tradizionale rassegna è terminata e in futuro contiamo di rinnovare la nostra presenza nel Codroipese e nelle zone circostanti, allargando la schiera delle imprese e dei commercianti. La Cna si propone sul territorio e per il territorio, la volontà è quella di creare sinergie, produrre un circolo positivo di domanda e offerta che sappia dare forza lavoro alle imprese e fornire contemporaneamente un servizio di alta qualità al privato cittadino e al pubblico. L attuale situazione economica italiana ed extraterritoriale ormai è diventata l angoscia di ogni lavoratore, tuttavia un modo per sentirsi meno soli e screditare la continua percezione di sfiducia è unire le forze, tutelare il proprio lavoro, dare valore alla propria attività; noi ci crediamo e siamo qui per questo. Telethon 2013, la squadra di Cna Insieme pronta al via! di Rosalba Tello Anche quest anno si è formata, con l usuale entusiasmo, la squadra Telethon Cna Insieme. La staffetta, una corsa della durata di 24 ore che si snoda lungo un percorso che attraversa il centro di Udine, ha lo scopo di raccogliere fondi per sostenere la ricerca contro la distrofia muscolare e altre malattie genetiche. Unica in Italia, la manifestazione ha radunato nel 2012 circa 6 mila atleti e oltre 20 mila spettatori, provenienti anche da fuori regione, e rappresenta quindi per la città un opportunità anche turistica. L edizione 2013 prevede delle novità a cui la Cna aderisce, come la campagna «Negozi aperti e promozioni», proposta dal comune di Udine in occasione dell evento. Per garantire la migliore riuscita della staffetta, in programma il 13 e il 14 dicembre, l amministrazione conta sull appoggio delle associazioni per sensibilizzare e coinvolgere anche le attività commerciali cittadine a partecipare, tenendo aperti i negozi sino a tardi e allestendo vetrine a tema illuminate anche di notte, con sconti o offerte per gli atleti e gli appassionati pure durante le ore notturne; e poi pacchetti ad hoc, tipo «La colazione dell atleta» e altre forme di accoglienza che rendano ancora più ospitale Udine. La Cna ha accettato l invito dell assessore Venanzi e collaborerà a rendere accattivante l evento, sollecitando la collaborazione degli associati. Con «Cna insieme» hanno corso, nella scorsa edizione, artigiani podisti e dipendenti Cna, coniugando sport e solidarietà nonostante il tempo inclemente che ha contraddistinto le ultime staffette: nel 2010 nevicava, nel 2011 pioveva, e anche nel pioggia e pioggia! Ma i podisti non si sono scoraggiati, spinti dal nobile obiettivo della loro performance: contribuire a una causa importante come la raccolta fondi per finanziare la ricerca sulle malattie genetiche. In bocca al lupo alla squadra Telethon Cna Insieme!

5 area sociale Venerdì 22 Novembre urgente ridurre la pressione fiscale Ddl Stabilità, le istanze dei pensionati Durante la prima riunione di presidenza Cna Pensionati regionale abbiamo affrontato il problema della salvaguardia del potere d acquisto delle pensioni; dal rigore è giunto il momento di passare alla fase dello sviluppo coeso, per dare ossigeno a pensionati, famiglie e imprese. Il ddl Stabilità risponde solo parzialmente, e troppo spesso in modo insufficiente, ai reali ai bisogni del paese: 11 miliardi non bastano per uscire dalla recessione. Il governo deve concentrarsi su alcune priorità decisive per la ripresa dell economia. Per la Cna Pensionati è urgente ridurre la pressione fiscale e l Iva, e salvaguardare il potere d acquisto delle pensioni. Riguardo i trattamenti pensionistici, per il triennio si prevede una revisione dello schema di indicizzazione (adeguamento delle pensioni agli indici Istat del costo della vita); noi proponiamo una rivalutazione delle pensioni (100%) con l importo fino a tre volte il trattamento minimo (1.486,3 euro). Sulla base dei seguenti parametri e stime: a) trattamento minimo Inps 2013: 6.440,6 euro annui (495,4 euro mensili), l importo di tre volte il trattamento minimo Inps risulta essere ,8 euro annui (1.486,3 euro mensili), l importo di quattro volte il trattamento minimo Inps risulta essere: ,4 euro annui (1.981,7 euro mensili), l importo di cinque volte il trattamento minimo Inps risulta essere euro annui (2.477,2 euro mensili), l importo di sei volte il trattamento minimo Inps risulta essere ,5 euro annui (2.972,6 euro mensili). Le pensioni d oro (articolo12), naturalmente, devono essere riviste. La disposizione prevede che per il triennio i trattamenti pensionistici i cui importi complessivamente superino i 150 mila euro lordo annui siano assoggettati a un contributo di solidarietà destinato alle relative gestioni previdenziali pari al 5% della parte eccedente fino a 200 mila euro, pari al 10% per la parte eccedente 200 mila euro e al 15% per la parte eccedente 250 mila euro a favore delle gestioni previdenziali obbligatorie di appartenenza. Non si accenna più al fatto che il governo tecnico aveva deciso che, solo in caso di mancata copertura per i salvaguardati, doveva essere bloccata la rivalutazione non solo delle normali pensioni ma anche dei vitalizi superiori a sei volte i trattamenti minimi per coloro che hanno ricoperto cariche elettive regionali o nazionali. Ci rendiamo conto che la girandola dei numeri sopra citata possa rendere la questione complicata; nei prossimi numeri saremo più precisi in quanto è tuttora in discussione la legge di Stabilità in parlamento. il presidente Cna Pensionati Fvg Pietro Di Lena Tavagnacco, l artigianato sale in cattedra Diffondere il messaggio del lavoro artigiano quale valorizzazione della capacità di iniziativa della persona, del contributo alla crescita economica del paese, della creazione di possibilità occupazionali e soprattutto della capacità decisionale autonoma, sia nell ambito produttivo sia in termini di risultati economici. È quanto si prefigge il progetto di Cna e Cna Pensionati che coinvolge la scuola tramite una serie di incontri aperti con gli studenti della scuola media (classi terze) di Tavagnacco. Il progetto, da concordare con la direzione didattica e le rappresentanze dei professori, si articolerà da gennaio Ogni incontro tematico si svilupperà intorno alle esperienze concrete dei relatori e con esempi comprensibili agli studenti, ai quali sarà spiegato come aprire un attività e come collocare il proprio prodotto sul mercato. Ai ragazzi verranno illustrati gli innumerevoli campi di applicazione dell artigianato nei settori dei servizi e della produzione, e presentate le realtà delle professionalità artigiane e la loro applicazione concreta. Vi parteciperanno anche pensionati artigiani che hanno lavorato sia autonomamente che in aziende produttive strutturate; porteranno in aula le loro preziose esperienze, le difficoltà, i risultati, i segreti del mestiere. Saranno affiancati anche da esperti, che chiariranno le problematiche legate agli adempimenti da rispettare, le regole e le disposizioni di legge, in special modo la sicurezza sul lavoro. A ogni incontro sarà distribuita una dispensa con le tematiche trattate, orientata a creare attenzione e curiosità negli studenti e nei loro insegnanti, sollecitati così a valorizzare il lavoro e l impegno in prospettiva della futura vita occupazionale dei ragazzi. Rosalba Tello Cna Pensionati Pordenone Gentili associati, il 2013 sta per finire. Questo è stato un anno di rinnovo di tutte le cariche provinciali, regionali e a dicembre anche di quelle nazionali. C è aria di rinnovamento e di maggior interesse sia per i lavoratori autonomi che per i pensionati. Si cerca di sensibilizzare al massimo le persone preposte al governo della nazione, per quanto riguarda tutte le problematiche degli associati, data anche la situazione difficile che stiamo attraversando. Appena possibile vi informeremo sugli sviluppi di queste iniziative. Ancora una volta si raccomanda, quando vengono indette le assemblee, di partecipare, così potrete dare il vostro apporto di idee e proposte: altrimenti non si va da nessuna parte. Per quanto riguarda le cariche regionali dei pensionati, è stato rinnovato il mandato come presidente provinciale Pordenone a Paolo Menegoz, mentre è stato eletto presidente regionale Pietro Di Lena, come già riportato a pag. 5 di Cna Fvg Informa del 18 ottobre scorso. Al più presto vi raggiungeremo tramite lettera per aggiornarvi sulle iniziative che verranno intraprese. Nel frattempo a voi e alle vostre famiglie giungano i nostri più sinceri saluti. il direttivo Cna Pensionati Pordenone Iniziati i corsi base di informatica Sono iniziati i corsi base di avvicinamento agli strumenti informatici, della durata di 16 ore (due volte la settimana), organizzati dalla Cna Pensionati presso la sede di Feletto Umberto. I partecipanti sono Elio Zaupa, Pietro Rosso, Ennio Mesaglio, Francesco Bamina, Dino Liani, Luigino Cignolino, Giuliano Del Mestre, Andrea Zuccolo, Silvia Bravo ed Elvia Bello. Il corso, tenuto da Marco Lestuzzi e aperto a tutti, si ripeterà a gennaio e febbraio Per informazioni e iscrizioni contattare Giovanni Di Maria, cell. L autunno è per antonomasia la stagione dei caldi raduni tra amici, magari attorno a un fuoco per una allegra castagnata. Un appuntamento imperdibile anche per la 333/ , oppure telefonare alle sedi territoriali della Cna. Rosalba Tello Cenone Capodanno, via alle prenotazioni Cna Pensionati, che a fine ottobre ha organizzato una serata a Feletto, nell accogliente sede della Cna Udine Nord - Tavagnacco, e che ora già si prepara al prossimo evento: Capodanno! L intento è quello di ripetere l esperienza dell anno scorso aspettando tutti assieme (massimo 50 persone) l arrivo dell anno nuovo con un cenone autogestito, giochi, musica e balli. Per informazioni e prenotazioni, contattare Giovanni Di Maria al 333/ o Pietro Di Lena al 331/ Rosalba Tello

6 6 Venerdì 22 Novembre 2013 CNA FVG INFORMA Impianti di climatizzazione, le novità del dpr 74/2013 In luglio è entrato in vigore il dpr 16 aprile 2013, n. 74, che modifica la disciplina concernente i controlli di efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale e di raffrescamento. Innanzitutto si è mantenuto l obbligo di far effettuare i controlli a ditte abilitate. Restano invariati il campo di applicazione e la periodicità, per la «cadenza dei controlli» nella manutenzione ai fini della sicurezza ci si deve attenere alle indicazioni fornite dall installatore della caldaia o del climatizzatore nella dichiarazione di conformità o, in mancanza di queste, dal libretto di uso e manutenzione del fabbricante, o in mancanza di entrambi, alle prescrizioni e alla periodicità prevista dalle norme Uni e Cei. Spetta comunque al manutentore, presa visione dello stato dell apparecchio e/o dell impianto, comunicare per iscritto al cliente quali interventi vanno effettuati e con quale tempistica per garantire un funzionamento in sicurezza. Per quanto riguarda invece i controlli per l efficienza energetica (per le caldaie il cosiddetto controllo fumi o controllo combustione) si applicano le periodicità che possono essere così riassunte: i controlli per impianti di riscaldamento di potenza compresa fra 10 e 100 kw, nei quali rientrano tutti quelli domestici, compresi quelli di piccoli condomini, devono essere effettuati ogni due anni se l impianto è alimentato a combustibile liquido o solido e ogni quattro anni se alimentato a gas metano o Gpl. Per gli impianti di potenza pari o superiore a 100 kw i tempi sono rispettivamente dimezzati. Va inoltre precisato che il decreto 74/2013 entra in vigore per quelle regioni che non hanno recepito la direttiva 2002/91/ Ce con atto proprio sulla base dell art. 17 del dlgs 192/2005 (clausola di cedevolezza). Mentre ai sensi dell art. 10 dpr 74/2013 le regioni che hanno per l appunto recepito ai sensi dell art.17 dovranno intervenire per garantire la coerenza dei loro provvedimenti con i contenuti del dpr assumendoli come riferimento minimo inderogabile. In merito alle scadenze sui controlli e sulla manutenzione degli impianti termici si avvisa che, dopo interpello degli enti di controllo, le tempistiche rimangono quelle vigenti ante pubblicazione del dpr 74/2013, in attesa che la nostra regione deliberi su una eventuale modifica in merito. F-Gas persone Cna ha organizzato per il mese di dicembre l ultima sessione del corso (non obbligatorio ma consigliato) per sostenere l esame per la certificazione F-Gas persona (volgarmente detto Patentino Frigorista). Il corso si terrà nelle giornate del 9, 10 e 12 dicembre. Mentre l esame per l ottenimento del certificato sarà il 13 dicembre. Chi volesse maggiori informazioni sui corsi o sulla certificazione aziendale deve contattare Luca Sgobino, tel. 0432/854706, F-Gas aziendale Come già anticipato, il dpr 43/2012 prevede che le aziende, oltre a certificare il personale che opera con i F-Gas, debbano sostenere una certificazione aziendale. Esiste la possibilità per l impresa associata di ottenere la certificazione aziendale attraverso un organismo accreditato e convenzionato con la Cna. La certificazione ha una durata di cinque anni. Per il primo anno le imprese devono sostenere un costo per la certificazione, mentre per i successivi anni devono sostenere un costo di mantenimento annuale. Si intende precisare che il costo comprende la consulenza per la redazione di tali documentazioni, in modo che l impresa in sede di verifica abbia tutto il necessario per l ottenimento della certificazione, visto che l impresa per essere certificata deve aver predisposto una serie di documentazioni (per esempio il piano di qualità, organigramma dell azienda, le procedure operative, l elenco delle attrezzature, procedure di calibrazione degli strumenti ecc.). Per maggiori informazioni su costi e procedura: Luca Sgobino, tel. 0432/854706, servizio di consulenza della cna Come iscriversi al Mepa Il mercato elettronico della p.a. nasce con il dpr 101/2002 che disciplina lo svolgimento di procedure telematiche di acquisto che consentono alle amministrazioni di effettuare approvvigionamenti di beni e servizi attraverso sistemi automatizzati di scelta del contraente: le gare telematiche e, appunto, il mercato elettronico per i soli acquisti al di sotto della soglia comunitaria. Dopo una serie di normative susseguitesi negli anni, in ultimo la legge 94/2012 e la legge 135/2012, si è consolidato l obbligo per le imprese che vogliono offrire i propri beni e servizi alla pubblica amministrazione di iscriversi al Mepa. In particolare, il ricorso all obbligo di adesione al mercato elettronico della p.a. sussiste sia per le amministrazioni statali centrali e periferiche sia per tutte le amministrazioni locali, comuni compresi, nel caso di acquisti di beni e servizi di importo sotto la soglia comunitaria (circa 200 mila euro per gli enti locali e circa 130 mila euro per quelli centrali). Il mancato ricorso da parte degli enti pubblici agli acquisti attraverso gli strumenti messi a disposizione da Consip (Convenzioni e Mepa) comporterà la nullità dei contratti sottoscritti. Cosa è il Mepa? Il Mepa è una specie di elenco fornitori online nel quale le aziende devono inserire le loro offerte di prodotti e servizi per lavorare per la pubblica amministrazione. È come se fosse una vetrina virtuale attraverso cui gli enti pubblici possono cercare il prodotto o il servizio che gli serve, confrontando i prezzi. Infatti, in questa specie di elenco fornitori, le ditte devono anche scrivere i prezzi dei beni che offrono, in modo che gli enti pubblici possano scegliere. Quali aziende possono iscriversi? Tutte le aziende che rientrano nelle categorie di prodotti o servizi previste da Consip. Alcuni dei requisiti richiesti alle imprese per abilitarsi sono: essere iscritte alla Cciaa, avere un pc, la connessione a internet e la firma digitale, avere un fatturato nell anno precedente pari a 25 mila euro. Cna ha attivato il servizio per dare supporto alle imprese che intendono iscriversi e abilitarsi al Mepa per poter iniziare o continuare a lavorare con la p.a. Per maggiori informazioni contattare la dott.ssa Elena Casarsa, tel. 0432/854706,

7 CNA FVG INFORMA Venerdì 22 Novembre di Antonio Cantarutti «I provvedimenti di carattere nazionale attualmente in discussione e che vanno a discapito dei carrozzieri italiani, si parla di «obbligo de facto» della riparazione in forma specifica e possibile divieto di utilizzo della cessione del credito nell Rc auto (questi sono i punti particolarmente critici sia della proposta di risoluzione in discussione alla VI Commissione permanente della camera dei deputati sia del cosiddetto pacchetto di norme sul settore assicurativo proposto dal sottosegretario Mse Simona Vicari) a Bologna si sommano con un altra importante e grave decisione assunta dal maggior gruppo assicurativo presente sul territorio, Unipol/Fon- Sai, che ha in progetto di realizzare un centro di raccolta veicoli da riparare denominata Carrozzeria Hub a Casalecchio di Reno. In questa struttura, una volta effettuata la perizia, se l automobilista non accetta in prima battuta l assegno proposto dalla compagnia, la riparazione delle auto verrà canalizzata verso carrozzerie convenzionate/ autorizzate (per marca auto) che in tutta la provincia di Bologna saranno solo una dozzina. Una grossa parte del mercato della riparazione diventerà quindi di pertinenza di un ristrettissimo gruppo di autoriparatori. Una situazione gravissima che non possiamo, e mai potremo accettare». Autoriparazione, tutti i nodi del settore L assemblea degli autoriparatori presso la sede Cna di Bologna Con queste parole, Sabrina Betti, presidente provinciale di Cna Autoriparazione Bologna, ha aperto l assemblea. Presenti in sala oltre 150 imprenditori, prevalentemente titolari di imprese di carrozzeria, visibilmente preoccupati per la crisi che sta attraversando il settore e per questa nuova raccapricciante iniziativa del Gruppo Unipol che, dopo aver strappato Sai-Fondiaria dalle mani di Salvatore Ligresti & Famiglia, sembra voler rilanciare con molta decisione il progetto Auto Presto & Bene, intervenendo in maniera diretta nel mercato della riparazione «in palese conflitto di interessi», come ha evidenziato Mario Turco, responsabile nazionale di Cna/Autoriparazione, «perché le assicurazioni non devono e non possono gestire direttamente la riparazione dei veicoli incidentati. Il nostro assetto normativo in materia, infatti, evidenzia che il dovere delle assicurazioni è risarcire il danno e non già rimborsare la riparazione. Ne consegue che chi ha l obbligo di risarcire il danno (le assicurazioni) non può e non deve intervenire sul come, sul quanto e sul dove dell intervento riparativo». I motivi per i quali il maggiore gruppo assicurativo italiano, che dopo l acquisizione di Fondiaria-Sai detiene oltre il 40% del mercato, insiste per effettuare «in proprio» la riparazione dei veicoli non è dato di saperli direttamente dai dirigenti della compagnia. Eppure, con il Gruppo Unipol la Cna ha un rapporto solido e antico; la Confederazione nazionale dell artigianato ha contribuito a promuovere, nel mondo della piccola impresa, molte convenzioni e altre iniziative di Unipol, invitando i suoi rappresentanti a riunioni e convegni. E perfino ospitando uffici della compagnia all interno delle proprie sedi. Insomma la Cna ha certamente aiutato Unipol a crescere, a diventare una grande compagnia e non si comprende il perché (il riferimento è all esclusivo e specifico mercato dell Rc auto) di questi progetti così aggressivi e pericolosi per la sopravvivenza delle imprese artigiane dell autoriparazione. È, in sintesi, quanto hanno espresso tutti gli imprenditori, piuttosto sconcertati e molto arrabbiati, che sono intervenuti all assemblea di Bologna, che alla fine hanno dato mandato ai dirigenti della loro Unione e alla Cna di incontrare Unipol e verificare la possibilità di un ripensamento e di una rinuncia al progetto denominato al momento Carrozzeria Hub. Indicazioni raccolte di buon grado dal presidente nazionale dell Unione Servizi alla Comunità Franco Mingozzi, da Mario Turco, responsabile nazionale e da Mariano Cantori, responsabile Cna/Autoriparazione di Bologna, che erano presenti alla riunione e hanno ribadito più volte che la Cna è una organizzazione di rappresentanza degli interessi dei propri associati, e che gli autoriparatori sono associati Cna. Nel frattempo la categoria metterà in campo ogni azione utile finalizzata a contrastare tutti i progetti di questa e di tutte le altre compagnie che mettono in discussione la sopravvivenza e le possibilità di sviluppo nonché l indipendenza e l autonomia imprenditoriale delle imprese di autoriparazione. Fonte: Servizi-alla-Comunità Autotrasporto, proclamato il fermo nazionale Il comitato esecutivo ha ratificato la decisione di proclamare il fermo dei servizi dell autotrasporto a partire dalle ore 00 di lunedì 9 dicembre fino alle ore 24 di venerdì 13 dicembre assunta dalla presidenza dell Unatras al termine dell incontro con il sottosegretario Girlanda avvenuto lo scorso 13 novembre. Anche l Anita ha condiviso la necessità della proclamazione. Il taglio del rimborso delle accise, l assoluta incertezza sulle risorse destinate al settore con particolare riferimento agli interventi per il contenimento del costo del lavoro, la mancata emanazione dei provvedimenti richiesti sulla riforma dei poteri assegnati all albo, l assenza di iniziative concrete per arginare il fenomeno del cabotaggio abusivo praticato dai vettori esteri sono le principali motivazioni che hanno indotto le associazioni aderenti all Unatras ad assumere all unanimità la decisione. Il governo, nel corso di questi mesi, si è completamente disinteressato delle questioni sollevate dall autotrasporto, dimostrando in tal modo di non aver compreso il ruolo fondamentale del settore nella auspicata ripresa economica. Unatras e Anita restano disponibili a continuare il confronto per trovare soluzioni possibili e pertanto chiedono un incontro urgente con la presidenza del consiglio dei ministri. Controversie, i vantaggi della mediazione Prima di intraprendere una causa civile, oggi si può esperire un tentativo di conciliazione, fuori dai tribunali, ricorrendo all istituto della mediazione. L istituto ha subito diverse modifiche nel biennio scorso, ma alla fine è stato stabilito che il ricorso alla mediazione è facoltativo tranne nei seguenti casi, in cui è invece obbligatorio: condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno da responsabilità medica e sanitaria, risarcimento del danno derivante da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari. La mediazione presenta vantaggi da più punti di vista. È economica: i costi per la realizzazione della procedura risultano contenuti e predeterminati. È efficace: quando le parti decidono di sedersi intorno a un tavolo insieme al mediatore raggiungono molto spesso un accordo che soddisfa le loro esigenze. È riservata e sicura: garantisce l assoluto rispetto della privacy e la protezione delle informazioni scambiate. È flessibile: l accordo che viene raggiunto è modellato sulla base degli interessi e dei bisogni delle parti e può avere anche un contenuto diverso o più ampio rispetto a quello che è all origine della controversia. È veloce: sono brevi i tempi che intercorrono fra la presentazione della domanda e il primo incontro tra le parti, perché il procedimento deve concludersi entro quattro mesi dal deposito della domanda. È semplice e informale: per avviare la procedura è sufficiente presentare una domanda compilando un modulo. La mediazione può terminare con un verbale di accordo o di mancato accordo. Se si raggiunge l accordo tra le parti, è intuibile il vantaggio della procedura di conciliazione, ma anche dal mancato accordo le parti trarranno vantaggio, in quanto la mediazione ha consentito alle stesse di confrontarsi ed esporre bisogni e interessi propri. La Cna offre il servizio anche ai propri associati. Per maggiori informazioni, rivolgersi a Elena Casarsa, tel. 0432/854706, L offerta formativa di Fondartigianato è stata arricchita in questi mesi con le seguenti opportunità: l estensione degli interventi formativi agli apprendisti (in determinate ipotesi e a determinate condizioni); l estensione degli interventi formativi agli imprenditori, questi ultimi a fronte di un contributo di cofinanziamento (minimo 150 euro e/o il 10 % del costo unitario dei destinatari in caso di valore superiore); l inserimento formale dello sviluppo della cultura sulla salute e sicurezza sul lavoro (es. primo soccorso e rinnovo primo soccorso; Fondartigianato, l offerta formativa si è arricchita prevenzione incendi e rinnovo prevenzione incendi; formazione per piattaforme elevabili, gru su autocarro, carrelli elevatori ecc.); l estensione all acquisto di servizi formativi al fine di sostenere gli investimenti tecnologici, le innovazioni, i percorsi di alta formazione e l aggiornamento tecnico professionalizzante e di mestiere: è ammessa la presentazione a sportello a livello regionale a valere sull offerta formativa dedicata allo sviluppo territoriale di un contributo totale assegnabile pari al 90% del costo del servizio, comunque nel limite di 3.000,00, per ciascun lavoratore destinatario; Ecipa, in quanto ente certificato e accreditato in Friuli Venezia Giulia, ha la possibilità di accedere ai finanziamenti del Fondartigianato e, tramite una squadra di progettisti, è in grado di progettare e organizzare corsi di formazione finanziata monoaziendali e pluriaziendali o di supportare l azienda nella preparazione del progetto e seguente gestione del servizio Richieste di acquisto di servizi formativi. Come aderire a Fondartigianato? Per aderire il datore di lavoro dovrà utilizzare il modello di Denuncia aziendale del flusso Uniemens aggregato (quadro B/C del modulo «DM 10/2»), all interno dell elemento «Fondo Interprof», l opzione «Adesione» selezionando il codice di adesione di Fondartigianato «Fart» e inserendo il numero dei dipendenti interessati; è necessario presentarlo all Inps entro il mese prima con la dicitura «Adesione Fondo» la data di presentazione di domanda di attività formativa. L adesione consentirà di partecipare da subito alle attività del Fondo. In questo modo si indica la volontà di destinare a Fondartigianato il proprio contributo Inps dello 0,30% (per ulteriori informazioni, si visiti il sito di Fondartigianato:

8 8 Venerdì 22 Novembre 2013 cna fvg informa Il punto della situazione a seguito delle recenti e numerose modifiche normative Equitalia, breve vademecum di Claudio Fattorini Equitalia è una società a totale controllo pubblico (51% Agenzia delle entrate e 49% Inps), nata il 1 ottobre del 2006 e incaricata dell esercizio dell attività di riscossione di tributi, contributi e sanzioni. Per recuperare le somme richieste ai cittadini dallo stato e dagli altri enti pubblici, Equitalia invia avvisi e cartelle di pagamento, che contengono il dettaglio degli importi dovuti (debito, interessi, sanzioni ecc.). Avvisi e solleciti Il cittadino viene informato in anticipo, con opportune comunicazioni, in merito a ogni azione che Equitalia per legge dovrà compiere per recuperare quanto dovuto. Il sollecito, spedito per posta semplice, è una sorta di promemoria che viene inviato a chi ha un debito fino a 10 mila euro con l invito a mettersi in regola con i pagamenti. Il preavviso di fermo amministrativo è un atto con cui si invita il debitore a mettersi in regola nei successivi 30 giorni (prima erano 20; la modifica è stata introdotta dal decreto del Fare) con l avvertenza che, in caso di mancato pagamento, si procederà all iscrizione del fermo amministrativo sul veicolo a motore di proprietà. Il fermo non viene iscritto se il debitore dimostra, entro i 30 giorni, che il bene mobile è strumentale all attività di impresa o della professione (decreto legge n. 69/2013 cosiddetto decreto del Fare convertito con modificazioni dalla legge n. 98/2013). Il preavviso di ipoteca invita il debitore proprietario di un immobile a pagare le somme dovute entro 30 giorni, dopo i quali si procederà all iscrizione d ipoteca vera e propria. Il contribuente può chiedere di rateizzare o può domandare la sospensione della riscossione. Le modalità di rateazione variano a seconda dell importo e del soggetto che la richiede. Da poco è stato emanato il decreto del ministero delle finanze che può consentire anche una rateazione fino a 120 rate. In ogni caso la singola rata mensile non è mai inferiore a 100 euro. Procedure di riscossione Fermo, ipoteca e pignoramento Dopo 60 giorni dalla notifica della cartella, se il cittadino non ha provveduto a pagare, non ha ottenuto una rateizzazione o non è intervenuto un provvedimento di sospensione o annullamento del debito, Equitalia è tenuta ad attivare alcune procedure a garanzia del credito degli enti impositori. Il contribuente viene comunque informato in anticipo, con opportune comunicazioni e avvisi in merito a ogni azione che Equitalia per legge dovrà compiere per recuperare quanto dovuto. Una è il fermo amministravo dei veicoli di cui si è già parlato. L ipoteca sugli immobili può essere iscritta, sempre previa comunicazione scritta, per i debiti più rilevanti, ma complessivamente non inferiori a 20 mila euro. Se anche dopo l iscrizione di ipoteca il contribuente non paga il proprio debito, Equitalia potrà procedere alla vendita dell immobile. Procedure esecutive Per il recupero delle somme iscritte a ruolo, la legge prevede la possibilità di procedere al pignoramento di beni mobili e immobili e alla loro messa in vendita all asta. Si dà corso alle procedure esecutive solo per i debiti più rilevanti per i quali persiste il mancato pagamento e soltanto in presenza delle condizioni stabilite dalla legge. In particolare, il pignoramento immobiliare non può essere effettuato se l immobile ha tutte le seguenti caratteristiche: è destinato a uso abitativo e il debitore vi risiede anagraficamente, è l unico immobile di proprietà del debitore, non è di lusso. Negli altri casi si può procedere al pignoramento dell immobile solo se l importo del debito iscritto a ruolo è superiore a 120 mila euro, sono passati sei mesi dall iscrizione di ipoteca e il debitore non ha pagato. Altra procedura è il pignoramento dei crediti presso terzi. Se il debitore vanta un credito nei confronto di un terzo, Equitalia può recuperare direttamente da quest ultimo la somma dovuta. Tra essi rientra il pignoramento dello stipendio/ pensione da un decimo a un quinto a seconda dell entità dello stipendio. Linee Operative In Friuli Venezia Giulia ci sono imprese che guardano avanti... _ Finanziamenti ordinari con durata a breve e medio-lungo termine. _ Finanziamenti agevolati per industria, commercio, turismo, servizi e artigianato. _ Leasing finanziario immobiliare e strumentale. _ Finanziamenti a valere su fondi di rotazione regionali per industria, commercio, turismo, servizi e artigianato. _ Sconto effetti ordinario e agevolato.... e noi diamo credito ai loro progetti di sviluppo. Sede legale e Direzione Generale Udine _ Via Aquileia,1 _ Tel _ Fax Uffici di Trieste Galleria Protti, 2 _ Tel _ Fax Uffici di Pordenone Via Damiani, 17 _ Tel _ Fax Uffici di Conegliano Piazza Duca D Aosta, 16/2 Tel _ Fax Uffici di Padova Piazza Zanellato, 5 _Tel _Fax

9 cna fvg informa Venerdì 22 Novembre Come noto, nel corso del 2012 sono entrati in vigore specifici decreti che hanno completato la regolamentazione della formazione in materia di sicurezza anche per i datori di lavoro. Nello specifico riteniamo importante segnalare che, per coloro che sono stati esonerati dal corso di base per Responsabile Sicurezza ai sensi entro l 11 gennaio 2014 Corso di rinnovo obbligatorio per Responsabile Sicurezza RESPONSABILE SICUREZZA - Rspp (per datori di lavoro) dlgs. 81/08 Rinnovo rischio basso Rinnovo rischio medio Rinnovo rischio alto del dlgs 626, è necessario partecipare a un corso di rinnovo entro l 11 gennaio Allo scopo di facilitare ogni interessato nell adempiere a quest ultima novità, la Cna di Udine ha organizzato un apposita sessione di corsi secondo il seguente programma: Si ricorda che l omissione a tale Durata Orario Date 6 ore 10 ore 14 ore e e e dicembre 2 dicembre 9 dicembre 2 dicembre 9 dicembre 10 dicembre Sede di svolgimento: Cna Udine Nord via 4 novembre 92 a Tavagnacco/ Feletto U. adempimento è sanzionabile ed è l ultima occasione per effettuare questa formazione breve. Per effettuare l iscrizione o per ottenere ulteriori informazioni o chiarimenti sul livello di rischio proprio invitiamo a contattare i tecnici dell ufficio Prevenzione integrata allo 0432/ Sistri, sospese le sanzioni di Marco Valzacchi In base all articolo 11 del dl 101/2013 convertito in legge n. 125/2013, le sanzioni previste per il Sistri, a prescindere dalla data di partenza dell operatività del sistema, si applicheranno per tutti dal 1 agosto Il periodo di dieci mesi di sperimentazione del sistema prevede quindi un regime a doppio binario: oltre agli adempimenti del Sistri vi è l obbligo di compilazione dei registri di carico e scarico cartacei e i formulari di trasporto. Continuano a essere applicate in questo periodo transitorio le sanzioni per i registri di carico e scarico, formulari e Mud. Si ricorda inoltre che per i produttori di rifiuti pericolosi l avvio dell operatività del Sistri è previsto dalla data del 3 marzo un progetto dedicato agli imprenditori LifeSafety, sicurezza in primo piano C è un nuovo punto di riferimento nel mercato della sicurezza. Si chiama Life- Safety il nuovo marchio che si appresta a lanciare a livello locale ma non solo un innovativo programma di preparazione mentale e fisica. «Sicurezza è una parola della quale pochi conoscono le mille sfaccettature», spiegano i responsabili della neonata società friulana. «Spesso è citata ma comunemente, almeno fino a poco tempo fa, senza darle giusta considerazione. Il nostro obiettivo primario è rendere consapevole l utente dei possibili rischi e fargli prendere coscienza del modo più vantaggioso per gestirli, in qualsiasi occasione». Un team bene assortito quello che ha portato allo sviluppo di questa nuova e qualificata offerta nell area della sicurezza, la cui presentazione ufficiale è prevista il prossimo gennaio. Va comunque sin d ora rilevato che LifeSafety dispone di un bagaglio di esperienza estremamente significativo, con curriculum che vantano molti anni di insegnamento in diversi ambiti ove il tema centrale sia la capacità mentale e tecnica di gestire situazioni potenzialmente pericolose. Con queste premesse la Cna organizza un incontro dedicato agli imprenditori, con un occhio di riguardo alle donne, avente come tema la prevenzione, l autoanalisi, la sicurezza passiva e attiva, con una proposta estremamente articolata. La riunione, che si terrà nel mese di gennaio presso la sede della Cna di Tavagnacco in via IV Novembre 92 a Feletto Umberto, avrà la durata di circa un ora, nella quale saranno evidenziate le possibili reazioni della persona quando subisce un aggressione, verbale oppure fisica in situazioni isolate o dove non sia facile poter ricevere aiuto da terzi, le reazioni della mente e del corpo a tali situazioni. Inoltre approfondiremo quali possono essere le conseguenze nella possibile gestione del momento «stressogeno». Alla fine, dopo il dibattito, che sicuramente svilupperà i temi trattati, ci sarà un aperitivo. Per maggiori informazioni e per partecipare all incontro è sufficiente una conferma, via mail, a lifesafety.it o al 340/ indicando nome e numero di partecipanti. Il termine ultimo per l adesione all incontro gratuito è fissato per il 10 dicembre 2013.

10 10 Venerdì 22 Novembre 2013 cna fvg informa venerdì 29 novembre a udine la presentazione del libro autobiografico ulderico e il figlio irrequieto Le mille vite di Carlo Bressan, di professione broker Non è un caso che il suo libro autobiografico si intitoli Ulderico e il figlio irrequieto. Basta dare un occhiata al suo lungo e vasto curriculm vitae per capire che Carlo Bressan, 67 anni, di professione broker assicurativo, di vite ne ha vissute parecchie (e c è da scommettere che non ci pensa proprio a fermarsi). Dopo il diploma al Malignani, anni in cui già si cimenta col mondo del lavoro aiutando lo zio, subagente delle Generali, nel 1972 si laurea in scienze geologiche, con una tesi sul deflusso delle acque nella bassa friulana e una tesina sulla frana del Vajont. Colleziona titoli professionali (Albo Agenti, Albo Promotori finanziari, Albo Broker assicurativo), ma per ben 18 anni, fino al 1990, sceglie innanzitutto la scuola, dove insegna matematica e scienze. Diventa poi agente delle Assicurazioni Generali a Palmanova e a Udine, ricevendo diversi riconoscimenti dalle Generali per l organizzazione del lavoro e della produzione (Gran premio Appalti dal presidente Bernheim). Alla fine degli anni 90 lascia l agenzia e diventa broker assicurativo. La sua carriera, forte di un importante gavetta, cresce: diviene amministratore delegato della società di brokeraggio Gpa Aquileia srl, ceduta ad Aon spa nel 2006, ed è corrispondente Lloyd s specializzato in Rct delle Aziende sanitarie, per le quali ha curato l emissione delle coperture assicurative Rct/O. In sette anni cura la copertura assicurativa di ben 18 aziende ospedaliere, sia con i Lloyd s che con compagnie italiane e straniere. Poi, nel 2006, con una certa tempestività, visti i successivi risvolti della finanza, decide di vendere la società ad Aon spa. Dal 2007 è iscritto al Rui e in qualità di collaboratore di una società di brokeraggio Buja - UD Via Santo Stefano 41 Tel. e Fax svolge un lavoro di consulenza per una decina di aziende del settore del trasporto pubblico, dell alimentazione e delle costruzioni (tra le altre: Apt spa, Atvo spa, Brusutti srl, Saf spa, Ferrovie Udine Cividale, Vidoni spa, Interporto Pordenone, Ifap spa, Eurocakes spa). Valutazione rischi, analisi della storia assicurativa e dei sinistri dell azienda sono il pane quotidiano del broker, che propone le miglior soluzioni con le compagnie primarie, tra le quali il cliente decide con chi assicurarsi. Bressan interrompe la sua attività solo per qualche problema di salute, ma la pausa dura poco: la figlia Elena Marini, appena tornata dall estero, supera l esame broker e si lancia nella sua stessa attività; Carlo torna in pista e si impegna a un lavoro di formazione che introduca nel settore la sua degna erede (stando ai risultati già ottenuti in Francia dalla Marini). In questo tourbillon di esperienze Carlo non dimentica la sua passione: scrivere. Ovviamente di ciò che sa, dal calcolo delle probabilità... alle meridiane! Bressan, infatti, è di Aiello e su questo tema è quindi ferratissimo: è tra i primi a realizzare un programma informatico per calcolare le meridiane (censisce anche quelle presenti in Fvg). «Dalla fine dell 800, per cento anni praticamente non si parla più di meridiane», scrive Bressan ne Il tempo, il Sole e le macchine per le ombre. «Solamente l avvento del computer negli anni 80 le riporta all attenzione di molti, grazie alla relativa facilità con la quale i programmi informatici permettono di calcolare i parametri necessari alla loro realizzazione. La meridiana ritorna non come strumento, ma come gioco, come elemento decorativo sulle facciate delle case e nelle piazze. In Friuli, agli inizi degli anni ottanta, abbiamo realizzato il primo programma di calcolo. In seguito, con Leonardo Comini e Aurelio Pandanali, che ne è l animatore e il motore, è nato un movimento di gnomonisti in Friuli». Ma perché Aiello del Friuli è il paese delle meridiane? «Potremmo far risalire la vocazione del paese a epoca romana», spiega Bressan, «grazie al ritrovamento di molte meridiane emisferiche nelle campagne della Bassa. Di fatto, però, il punto di partenza è stato il laboratorio di scienze della scuola media di Aiello diretta dal preside Giuseppe Marcante, particolarmente attento a sostenere i principi di una didattica attiva. Uno di questi percorsi ha riguardato lo studio del Sole e del Tempo. Si è fornito ai ragazzi un ritto, il piazzale soleggiato, un metro, fogli righello e matita. L introduzione dell argomento avveniva con cenni sul sistema tolemaico e copernicano. Dal lavoro di osservazione, in due diversi giorni dell anno, segnando con il gesso il vertice dell ombra proiettata dal ritto sul piazzale, emergevano le curve delle stagioni, oltre che quelle orarie. Effettuare le misure e riprodurre il disegno in scala su un foglio a quadretti era un utile e concreto esercizio di calcolo e lavoro». Le idee e le sperimentazioni elaborate nel cortile della scuola media sono servite a Franco Bressan, Caterina Zimolo (entrambi insegnanti ad Aiello) e all ing. Luigi Castelli per progettare un prototipo manuale di meridiana per la piazza di Palmanova esposta alla Biennale Architettura del «Partendo da questo modello, che ben si prestava alla visualizzazione del percorso del sole e delle ombre, e dalle esperienze scolastiche, abbiamo progettato e realizzato tre apparecchiature didattiche automatizzate. Così, senza calcoli matematici, attraverso la simulazione del movimento del Sole, si può osservare l ombra proiettata da uno stilo in qualsiasi giorno dell anno e a diverse latitudini. In un ora si possono così ripercorrere e approfondire le insostituibili osservazioni condotte e registrate durante l anno». Dal 1980 Bressan realizza diversi progetti didattici sulle meridiane tra i quali due progetti Interreg, uno con la Slovenia e l Iti Malignani, che ha portato alla realizzazione di un laboratorio elettromeccanico per la simulazione del movimento del Sole e uno con l Università di Spittal. Il suo amore per la didattica delle scienze, coltivata fino a questi anni, lo spingono a partecipare al premio «Fabbricando» della Danieli: ovviamente vince dei premi. Tra i suoi testi divulgativi anche il terremoto spiegato ai ragazzi, redatto dopo il sisma del 76. Bressan ha curato la pubblicazione di libri e mostre per diversi autori, tra i quali Francesco Altan, Leonardo Zanier e Furio Bianco. Come autore pubblica Ulderico Carlo Bressan e il figlio irrequieto. La guerra di Etiopia e le tensioni degli anni Settanta sullo sfondo di una storia familiare, Il diario di Carlo Spagnul; un aiellese dal Brasile alla prima guerra mondiale, combattente nel 97 Imperial Regio Reggimento, sui Carpazi, in Croazia e in Galizia, Meridiane del Friuli-Venezia Giulia Forum Ed. Università di Udine, Vivere nel terremoto, Cooperativa libraria, Udine, L attività imprenditoriale di Luigi Chiozza; Lavorazione dell amido di riso; Enciclopedia del Fvg, Innovazioni didattiche per la matematica; Cnr quaderno n. 5, Università degli studi di Trieste. Tanto per annoiarsi (si fa per dire), questo versatile personaggio ha fatto anche il curatore editoriale di una ventina di pubblicazioni inerenti la storia, la lingua e la cultura friulana. Per chi volesse conoscere dal vivo questo dinamico broker assicurativo dalla risata contagiosa e l entusiasmo a mille, può incontrarlo venerdì 29 novembre alle ore 18,15 a palazzo Antonini (sala Gusmani), presso l Università degli studi di Udine, dove presenterà il suo libro Ulderico e il figlio irrequieto: dalla guerra di Etiopia, raccontata attraverso le oltre 200 immagini dell album fotografico, alle tensioni degli anni settanta sullo sfondo di una storia familiare. Per farsi un idea dell idea che ripercorre il libro, ecco alcune significative recensioni: «Scrivendo di Ulderico, Carlo ha ripercorso un secolo di storia: i ricordi della Grande guerra, il fascismo, la violenza, la manipolazione delle coscienze e le ambizioni imperiali, la conseguente tragedia della seconda guerra mondiale, la prigionia americana, gli anni difficili dell immediato dopoguerra e il microcosmo di Aiello, il loro paese: Aiello centro del mondo e di una intensa e attiva vita sociale a cui entrambi hanno sempre partecipato con grande generosità e passione (Bianca Agarinis)». «Il libro di Bressan non è dunque solo «viaggio nella memoria» ma anche storia orale che aiuta a capire un momento importante dell evoluzione politica, culturale e sociale di una stagione e di un paese / Paese che, non del tutto consapevole del percorso finale, si stava avviando verso la crisi di fine secolo (Nereo Battello)». «L incipit di questo affascinante e significativo gioco della memoria è costituito dall album africano di Ulderico. Il figlio è attratto e al tempo steso respinto: le immagini inconsuete e serene dell Africa contrastano visibilmente con le nefandezze di Graziani e del colonialismo italiano. Ma l album è l inizio della lunga storia del rapporto tra un padre e il figlio irrequieto: un dialogo intenso e rasserenante fatto di reciproco rispetto, di affetto, di comprensione, non senza punte di tensione (Giampaolo Borghello)». Rosalba Tello

11 cna fvg informa Venerdì 22 Novembre SCADENZARIO Novembre - Dicembre 2013 Lunedì, 18 novembre Comunicazione dei dati contenuti nelle dichiarazioni d intento ricevute. I soggetti tenuti alla presentazione del modello di comunicazione dei dati contenuti nelle dichiarazioni di intento ricevute e gli intermediari abilitati devono trasmettere esclusivamente in via telematica i dati contenuti nella comunicazione entro il giorno 16 del mese successivo all emissione della prima fattura senza applicazione dell IVA se mensili o del trimestre precedente se trimestrali. Liquidazione periodica IVA per soggetti con obbligo mensile o trimestrale. Il versamento determinato quale differenza tra imposta a debito ed imposta a credito del periodo di riferimento, scomputando l eventuale ammontare del credito del periodo precedente deve essere effettuato esclusivamente mediante modalità telematiche, anche servendosi di intermediari. Ritenute sui redditi di lavoro autonomo, di lavoro dipendente e su provvigioni. I soggetti che hanno corrisposto compensi per prestazioni di lavoro dipendente e assimilato a lavoro dipendente, compensi per prestazioni di lavoro autonomo a professionisti, artisti, inventori e a lavoratori autonomi occasionali e provvigioni, assunzione di obblighi di fare, non fare e permettere, applicando la ritenuta nella misura del 20%, devono effettuare il versamento delle ritenute esclusivamente mediante modalità telematiche, anche servendosi di intermediari. Contributi Inps. Versamento dei contributi relativi alle retribuzioni di competenza del mese precedente e dei contributi sui compensi corrisposti ai collaboratori nel mese precedente. Inps Contributi Artigiani e Commercianti. Versamento della terza rata fissa trimestrale per il 2013 dei contributi INPS sul minimale di reddito da parte di artigiani e commercianti. Mercoledì, 20 novembre Versamento contributi Enasarco. Versamento da parte della casa mandante dei contributi relativi al terzo trimestre 2013 Lunedì, 25 novembre Presentazione degli elenchi riepilogativi acquisti e cessioni intracomunitarie per operatori con obbligo mensile. Presentazione all Ufficio doganale competente per territorio l elenco riepilogativo degli acquisti e delle cessioni intracomunitarie effettuate nel mese precedente. Venerdì, 29 novembre Registrazione contratti di locazione e versamento dell imposta di registro. I soggetti che hanno stipulato contratti di locazione di immobili devono effettuare la registrazione entro 30 giorni (60 giorni per i contratti stipulati in uno Stato estero) dalla data del contratto stesso. L imposta deve essere determinata ed assolta dal contribuente. Lunedì, 2 dicembre Comunicazione IVA dati operatori black list mensile. Comunicazione telematica mensile dei dati delle operazioni intercorse nel mese precedente dei soggetti passivi IVA che effettuano operazioni nei confronti di operatori economici aventi sede, residenza, domicilio in paesi a fiscalità privilegiata individuati dal DM 4 maggio 1999 e DM 21 novembre 2001 (territori black list) superiori a euro 500. Versamento della seconda o dell unica rata dei seguenti acconti: Irpef, Ires, Irap 2013 da parte di persone fisiche, società di persone e soggetti Ires con esercizio coincidente con l anno solare; Contributi previdenziali sul reddito eccedente il minimale per i soggetti iscritti alla gestione INPS artigiani e commercianti; Contributi previdenziali soggetti alla gestione separata; Imposta sostituiva cedolare secca. Giovedì, 12 dicembre Comunicazione beni in godimento a soci e familiari, finanziamenti capitalizzazioni. Nuovi obblighi introdotto dal 2013 a fini antielusivi. Lunedì, 16 dicembre Comunicazione dei dati contenuti nelle dichiarazioni d intento ricevute. I soggetti tenuti alla presentazione del modello di comunicazione dei dati contenuti nelle dichiarazioni di intento ricevute e gli intermediari abilitati devono trasmettere esclusivamente in via telematica i dati contenuti nella comunicazione entro il giorno 16 del mese successivo all emissione della prima fattura senza applicazione dell IVA se mensili o del precedente trimestre se trimestrali. Liquidazione periodica IVA per soggetti con obbligo mensile. Il versamento determinato quale differenza tra imposta a debito ed imposta a credito del periodo di riferimento, scomputando l eventuale ammontare del credito del periodo precedente deve essere effettuato esclusivamente mediante modalità telematiche, anche servendosi di intermediari. Ritenute sui redditi di lavoro autonomo, di lavoro dipendente e su provvigioni. I soggetti che hanno corrisposto compensi per prestazioni di lavoro dipendente e assimilato a lavoro dipendente, compensi per prestazioni di lavoro autonomo a professionisti, artisti, inventori e a lavoratori autonomi occasionali e provvigioni, assunzione di obblighi di fare, non fare e permettere, applicando la ritenuta nella misura del 20%, devono effettuare il versamento delle ritenute esclusivamente mediante modalità telematiche, anche servendosi di intermediari. Contributi Inps. Versamento dei contributi relativi alle retribuzioni di competenza del mese precedente e dei contributi sui compensi corrisposti ai collaboratori nel mese di novembre Versamento seconda rata IMU. È obbligato solo chi ha pagato la rata di giugno. Venerdì, 27 dicembre Presentazione degli elenchi riepilogativi acquisti e cessioni intracomunitarie per operatori con obbligo mensile. Presentazione all Ufficio doganale competente per territorio l elenco riepilogativo degli acquisti e delle cessioni intracomunitarie effettuate nel mese precedente. Acconto IVA. I soggetti IVA normalmente sono tenuti a versare un acconto dell IVA di dicembre o del quarto trimestre dell anno precedente. Lunedì, 30 dicembre Registrazione contratti di locazione e versamento dell imposta di registro. I soggetti che hanno stipulato contratti di locazione di immobili devono effettuare la registrazione entro 30 giorni (60 giorni per i contratti stipulati in uno Stato estero) dalla data del contratto stesso. L imposta deve essere determinata ed assolta dal contribuente. Martedì, 31 dicembre Comunicazione IVA dati operatori black list mensile. Comunicazione telematica mensile dei dati delle operazioni intercorse nel mese di precedente dei soggetti passivi IVA che effettuano operazioni nei confronti di operatori economici aventi sede, residenza, domicilio in paesi a fiscalità privilegiata individuati dal DM 4 maggio 1999 e DM 21 novembre 2001 (territori black list) oltre 500 euro.

12 AVVISO DI CONVOCAZIONE DELL'ASSEMBLEA ELETTIVE DELLA CNA DI ZONA DI UDINE Si rende noto ai sigg. Associati che la Presidenza provinciale della CNA di Udine ha deliberato di convocare l'assemblea elettiva della zona di Udine al fine di rinominare il gruppo di Presidenza di zona di Udine e il relativo Presidente a seguito delle dimissioni dell'attuale Presidente, a causa dell'assegnazione a incarichi superiori. Per decisione della stessa Presidenza e conformemente alle Norme Statutarie vigenti, tale pubblicazione costituisce avviso formale di convocazione per i soci. L'ordine del giorno è definito in maniera univoca per tutte le Assemblee come segue: 1. Comunicazioni del Presidente; 2. Elezione degli organi statutari. Nel ricordare ai signori Soci che lo Statuto dell'associazione è consultabile sul sito della CNA di Udine all'indirizzo si informa che il Direttore provinciale sarà a disposizione degli Associ - ati nel corso di tutto il periodo delle consultazioni, previo appuntamento presso la sede di Udine, per ogni eventuale chiarimento in merito allo svolgimento della riunione. Si rende noto, inoltre, che presso la sede territoriale della CNA di Udine sarà a disposizione l'elenchi degli Associati aventi diritto al voto. Orario 1^ convocazione Orario 2^ convocazione Unione/Raggruppamento/Zona Attività/Categorie/Comuni interessati Luogo Sede di zona Udine Bicinicco, Campoformido, Castions di Strada, Gonars, Lestizza, Mortegliano, Pasian di Lunedì 16 dicembre ore 8.00 Prato, Pavia di Udine, Pozzuolo del Friuli, Pradamano, Remanzacco, Talmassons, Udine. Martedì 17 dicembre 2013 ore CNA di Udine Via Verona, 28/1 Udine Udine, 22 novembre 2013 Il Presidente della CNA di Udine Nello Coppeto Il Direttore della CNA di Udine Roberto Fabris CERVIGNANO DEL FRIULI PIAZZA INDIPENDENZA, CERVIGNANO DEL FRIULI (UD) Tel Fax CODROIPO VIA OSTERMANN, CODROIPO (UD) Tel Fax LATISANA VIA SOTTOPOVOLO, 87/E LATISANA (UD) Tel Fax MANZANO VIA DIVISIONE JULIA, MANZANO (UD) Tel Fax MAJANO PIAZZA ITALIA, MAJANO (UD) Tel Fax SAN GIORGIO DI NOGARO VIA ROMA, SAN GIORGIO DI NOGARO (UD) Tel Fax UDINE VIA VERONA, 28 INT UDINE (UD) Tel Fax TAVAGNACCO UDINE NORD VIA 4 NOVEMBRE, TAVAGNACCO (UD) Tel Fax Confederazione Nazionale dell'artigianato e della Piccola e Media Impresa Regione Friuli Venezia Giulia PALMANOVA VIA PASQUALIGO, 6/A PALMANOVA (UD) Tel Fax SAN DANIELE DEL FRIULI VIA UMBERTO I, SAN DANIELE DEL FRIULI (UD) Tel Fax DIGNANO VIA RODEANO, DIGNANO (UD) Tel Fax TOLMEZZO VIA MATTEOTTI, 30/F TOLMEZZO (UD) Tel Fax TRIESTE PIAZZA VENEZIA, TRIESTE (TS) Tel Fax MANIAGO VIA FABIO, MANIAGO (PN) Tel Fax PORDENONE VIA NUOVA DI CORVA, PORDENONE (PN) Tel Fax GRADISCA D'ISONZO VIALE TRIESTE, GRADISCA D' ISONZO (GO) Tel Fax AVIANO VIA OSPEDALE, AVIANO (PN) Tel Fax MONFALCONE VIA ENRICO TOTI, MONFALCONE (GO) Tel Fax

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Prot. Generale n. 19033 del 23.10.2012 Primo livello di help desk HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Qui di seguito si riportano alcune delle più frequenti domande con le relative risposte.

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile,

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, e della cioccolata, in una cornice resa particolarmente suggestiva dal sole che illuminava la bella valle circostante,

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI SOCCHIEVE Prov. Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione Del C.C. n 29 del 24/8/2007 REGOLAMENTO

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti Merceologia Importo Amministrazioni statali Amministrazioni regionali i Enti del servizio sanitario

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE I problemi del sistema vigente Lo Sportello Unico per le attività Produttive (SUAP) non ha avuto diffusione su tutto il territorio nazionale e non ha sostituito

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

MARCA DA BOLLO REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO 17, 00144 ROMA

MARCA DA BOLLO REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO 17, 00144 ROMA MOD. Art/A 1-07-2002 15:17 Pagina 1 Numero ALBO MARCA DA BOLLO Mod. ART/A ISCRIZIONE DI DITTA INDIVIDUALE REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli