REPORT FINALE. A cura di Francesco Martella

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REPORT FINALE. A cura di Francesco Martella"

Transcript

1 REPORT FINALE A cura di Francesco Martella il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 1

2 INDICE PREMESSA... 3 ANALISI DEI FABBISOGNI E PROGETTAZIONE... 4 LO SVOLGIMENTO DEL PROGETTO... 9 LE ESPERIENZE DEI TIROCINANTI il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 2

3 PREMESSA Da una indagine del Ce.S.A.R. sui fabbisogni formativi e professionali, è emersa la necessità da parte delle imprese che si occupano di assicurazioni/credito, di risorse umane formate ed aggiornate nel settore del credito agricolo come elemento di innovazione e di sviluppo competitivo. Questa necessità trova riscontro con le esigenze di un più semplice accesso agli strumenti finanziari agevolati da parte delle imprese agricole, essenziale per poter realizzare innovazioni. In questo contesto è stato pensato e proposto alla Provincia di Perugia, a valere sull Avviso pubblico per la realizzazione di percorsi formativi integrati per l inserimento lavorativo anno INTERVENTO 2: Percorsi formativi integrati (Fondo Sociale Europeo), il progetto Tecnico dei servizi assicurativi e credito per il settore agricolo e agroalimentare, un percorso formativo rivolto a disoccupati per formare specifiche risorse umane richieste dal settore assicurativo e creditizio. L individuazione del profilo professionale è derivata da una analisi dei fabbisogni formativi specifica tra gli operatori del credito e del comparto assicurativo specializzati per il mondo agricolo, analisi condotta dal Ce.S.A.R. in seguito alle attività (e ai contatti che ne sono emersi) che la struttura sta portando avanti da numerosi anni nell ambito delle assicurazioni in agricoltura. Dalla risultanza dell analisi è derivata la richiesta di un profilo professionale che, in linea con le mutevoli e variegate esigenze del mercato, possieda non solo conoscenze e competenze in ambito economico, finanziario e assicurativo, ma anche una conoscenza approfondita delle imprese agricole e delle necessità specifiche di queste, per poter offrire un servizio altamente personalizzato e facilitare così sia le operazioni di stipula di contratto, che quelle di eventuale liquidazione. Il progetto Tecnico dei servizi assicurativi e credito per il settore agricolo e agroalimentare ha dunque individuato un profilo professionale nuovo ad oggi non ancora presente nel Repertorio Regionale dei Profili Professionali della Regione Umbria, così come non contemplato in altri repertori regionali nazionali, che ha unito tre ambiti (quello assicurativo e del credito con quello agricolo ed agroalimentare) tra loro spesso non messi in correlazione. il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 3

4 ANALISI DEI FABBISOGNI E PROGETTAZIONE Prima della ideazione ed elaborazione del progetto formativo, il Ce.S.A.R. ha condotto una analisi nell ambito del settore assicurativo e creditizio, relativamente ai servizi offerti al comparto agricolo e agroalimentare. Tale indagine ha preso spunto da una serie di contatti, iniziative, reti di collaborazioni che la struttura Ce.S.A.R., in collaborazione con la Facoltà di Agraria e Asnacodi (Associazione Nazionale dei Consorzi di Difesa) sta portando avanti da oltre 5 anni. Obiettivo dell indagine era quello di ottenere un quadro aggiornato sui fabbisogni di professionalità da parte delle imprese assicurative e creditizie, soprattutto in merito ai prodotti/servizi che queste possono e vogliono offrire alle imprese del comparto agricolo e agroalimentare, al fine di fornire: - da una parte, nuove opportunità lavorative ai soggetti in cerca di occupazione o reinserimento lavorativo, in particolare con esperienza o attitudine per i settori assicurativo e/o agricolo; - dall altra, tecnici adeguatamente formati a supporto sia dell offerta (enti assicurativi e creditizi) che della domanda (imprese in cerca di copertura dei rischi connessi alle attività agricole). L analisi ha dunque preso spunto da vari input, ovvero: - lettura dei documenti programmatici regionali e provinciali, che individuano il settore assicurativo come uno dei possibili settori di sbocco per i soggetti in cerca di nuova occupazione o di reinserimento lavorativo; - l esito del confronto, di durata pluriennale, che il Ce.S.A.R. ha condotto con i principali referenti del settore assicurativo a livello nazionale (supportato dall analisi di riviste di settore e pubblicazioni specialistiche); - somministrazione di un questionario di analisi (approfondito poi con recall telefonici) sottoposto ai principali soggetti del settore assicurativo e creditizio. Il processo di cambiamento in atto nel settore finanziario e assicurativo rende imprescindibile una ridefinizione generale delle strutture organizzative e delle competenze professionali. Nello specifico, gli Istituti che si occupano di credito in agricoltura, hanno segnalato l esigenza di una figura professionale nuova che sapesse integrare in maniera trasversale due settori distinti, cogliendo le peculiarità dell uno e dell altro. il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 4

5 Da molti anni il Ce.S.A.R. lavora con soggetti diversi ma con uguale interesse ad un potenziamento dei prodotti assicurativi per l agricoltura, ma soprattutto di competenze nuove che possano accompagnare adeguamente lo sviluppo di tale settore. E dal gennaio 2009, infatti che il Ce.S.A.R., in partenariato con la Facoltà di Agraria dell Università degli Studi di Perugia ha dato il via ad una serie di iniziative sul tema assicurativo, che culmina ogni anno con l organizzazione di un convegno nazionale, di estremo interesse sia per la agenzie che per gli imprenditori. Nel corso degli incontri e dei momenti di dibattito è emersa chiaramente la necessità, non solo di proporre percorsi di aggiornamento ad hoc per coloro che già operano nel settore assicurativo, ma percorsi di formazione per le nuove figure da inserire, che siano in grado sin dal loro inserimento di occuparsi di questo ambito molto poco conosciuto e però in forte sviluppo, ovvero quello delle assicurazioni in agricoltura. Anche dall analisi di riviste di settore e pubblicazioni specialistiche appare evidente la necessità di formare ed aggiornare tecnici specializzati nel settore creditizio ed assicurativo in agricoltura. Il presidente del CONAF (Consiglio Ordine Nazionale Dottori Agronomi Forestali) Andrea Sisti ha sottolineato come sia importante il ruolo dei professionisti per agevolare la diffusione dello strumento assicurativo tra le imprese agricole quale strumento a tutela delle produzioni agricole e della stabilità del reddito 1. Infatti per sviluppare le coperture assicurative contro i rischi climatici nell agricoltura serve competenza tecnica non solo da parte di chi studia i rischi e di sottoscrive i contratti, ma anche da parte di chi è chiamato a svolgere le perizie in campagna 2. Per questo si ribadisce l importanza della formazione e dell aggiornamento di tutti coloro che sono coinvolti nello specifico settore del mondo assicurativo in agricoltura. Il ruolo assegnato oggi alla formazione nel settore assicurativo è quello di costruire le risorse professionali necessarie ad implementare le capacità di risposta alle diverse esigenze della clientela da parte delle compagnie. Le risorse umane già inserite o che devono inserirsi in un'azienda, devono modificare il proprio sapere, saper fare e saper essere, per sviluppare nuove modalità di comportamento ed acquisire competenze più adatte al contesto specifico in cui sono chiamate ad operare. Dai focus group e dalle interviste effettuate, è emersa infatti la necessità di avvalersi di personale ulteriore rispetto a quello già in organico. Nel momento dell assunzione all'interno di una compagnia di nuovo personale, occorre che i neoassunti abbiano o assumano le caratteristiche necessarie per operare in modo adeguato. 1 F. Martella La gestione del rischio in agricoltura in Agronomi Forestali suppl. on-line al n. 1 del M.Calcagnile Assicurazioni e gestione del rischio in Agricoltura nuovi strumenti ed innovazione operative in Perito Agrario n. 1 del il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 5

6 Per individuare le caratteristiche puntuali di questa figura, che in linea generale era venuta già delineandosi dai focus group sopra citati, si è proceduto alla costruzione di uno strumento di rilevazione (Questionario) così strutturato: - Canali di reclutamento del personale; - Difficoltà di reperimento del personale; - Previsioni di assunzione per competenze; - Dettaglio delle competenze dei profili professionali richiesti. Il campione a cui somministrare il Questionario è stato individuato tra Istituti assicurativi e di credito in tutta Italia. Successivamente, alla luce dei contatti e delle informazioni acquisiti nel corso delle attività svolte dal Ce.S.A.R., sono state individuate alcune aree di particolare interesse nel Paese; nel dettaglio le Regioni del Centro Nord (Lombardia, Toscana, Emilia Romagna, Marche, Veneto, Trentino Alto Adige, Umbria, Piemonte). Gli Istituti localizzati in queste Regioni hanno compilato il Questionario. Dall analisi dei questionari, sono emersi dei dati significativi: - i canali di reclutamento del personale maggiormente utilizzati dagli Istituti, risultano i contatti diretti (57%), il sistema scolastico e della formazione professionale (50%), il passaparola (48%); - è interessante notare che la maggior parte del personale è reclutato tramite canali non istituzionali ; - per quanto riguarda la reperibilità di personale qualificato, il 55% degli intervistati dichiara di trovare difficoltà; - a livello di competenze ritenute necessarie, le macro- aree prevalentemente indicate dagli intervistati sono quella economico commerciale e quella agraria, a conferma delle esigenze già espresse e raccolte in precedenza, per la creazione di una figura che possieda sinergicamente entrambi i tipi di conoscenze; - per quanto riguarda le competenze dei profili professionali richiesti, ben il 70% degli intervistati ritiene fondamentali le normative tecniche del settore creditizio ed assicurativo. Solo il 12% invece, ha indicato le conoscenze organizzativo-gestionali di impresa. Sulla base dei dati e degli input raccolti, il gruppo di progettazione ha lavorato alla elaborazione di un percorso che tenesse conto della esigenza di formare professionisti versatili e che sapessero conciliare opposte esigenze. il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 6

7 I Convegno assicurazioni anno 2009 II Convegno assicurazioni anno 2010 III Convegno assicurazioni anno 2011 il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 7

8 IV Convegno assicurazioni anno 2012 V Convegno assicurazioni anno 2013 il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 8

9 LO SVOLGIMENTO DEL PROGETTO Il progetto si è svolto secondo quanto previsto, ovvero: - Pubblicizzazione e selezione dei partecipanti: La pubblicizzazione del progetto si è svolta su due livelli. Una pubblicizzazione generale, rivolta a tutti i cittadini della Provincia, mirante a comunicare le opportunità complessivamente offerte dal progetto. Tale pubblicizzazione si è avvalsa di canali informativi tradizionali, quali: annunci su giornali locali, affissioni pubbliche, distribuzione di volantini nei punti di maggiore traffico (uffici comunali, centri commerciali, esercizi pubblici). Ad essa si è abbinata una pubblicizzazione mirata, rivolta a raggiungere gli specifici target di riferimento, ovvero persone in cerca di occupazione, comprese quelle con esperienze formative o lavorative già sviluppate nel settore agrario (Centri per l impiego, mailing list di istituti di istruzione superiore, istituti agrari, facoltà di agraria, Informagiovani, ecc), donne (es. sportelli donna, associazioni femminili, sindacati, ecc.), ultraquarantenni (liste di mobilità) e stranieri (associazioni di volontariato, associazioni di stranieri residenti in Italia, ecc.) Alla selezione hanno partecipato 53 aspiranti allievi e ne sono stati selezionati 15, tra cui 2 iscritti legge 68 e 3 ultraquarantenni, sula base delle riserve previste dall Avviso della Provincia. Non sono state avanzate richieste di riconoscimento crediti di frequenza, la cui possibilità è stata illustrata agli allievi sia in fase di selezione che di avvio e presentazione corso. il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 9

10 Il manifesto con l Avviso pubblico di selezione, affisso presso i principali comuni dell Umbria e delle regioni limitrofe il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 10

11 Il volantino di pubblicizzazione del corso, utilizzato per la promozione on line e per inserzioni su quotidiani locali il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 11

12 - Erogazione delle 300 ore di formazione in aula: La fase d aula si è svolta nel periodo ottobre 2012-marzo Per la formazione in aula sono stati contattati i principali referenti dei consorzi di difesa e delle agenzie assicurative nazionali, che, oltre a trasmettere i contenuti nell ambito di lezioni frontali, hanno apportato notevole valore aggiunto in termini di esperienza, conoscenza del mercato e input per la ricerca attiva del lavoro nel settore. Unità Formative Capitalizzabili 1. Sicurezza sui luoghi di lavoro 5 Ore 2. Lavoro in gruppo e gestione di rapporti complessi La gestione del sistema cliente I prodotto finanziari e assicurativi per il settore agricolo e agroalimentare La vendita dei prodotti finanziari e assicurativi La gestione degli aspetti amministrativo-contabili dei prodotti assicurativi La gestione dei sinistri in agricoltura Svolgimento dei tirocini: I tirocini aziendali avviati al termine delle 300 ore di aula, sono stati preceduti da incontri orientativi con gli allievi per valutare esigenze, aspettative, ecc. e dal confronto con le imprese aderenti al progetto, per la conferma della disponibilità e per verificare il match tra profilo aziendale e requisiti dei potenziali candidati. Il corso ha permesso il raggiungimento di ottimi risultati, in termini di numero di domande presentate in fase di selezione (che ha denotato l interesse da parte di molti laureati e/o diplomati, nonostante la non facile lettura del profilo per i non addetti ai lavori), attiva il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 12

13 partecipazione da parte degli allievi, grado di collaborazione tra gli allievi, che ha favorito il clima dell apprendimento, partecipazione di un corpo docente di elevata qualità e di diversa provenienza geografica e professionale (che ha consentito agli allievi di affrontare tematiche afferenti ad ambiti disciplinari differenti e di accrescere e valorizzare la propria cassetta degli attrezzi, di acquisire abilità di analisi e spirito critico), e livello di competenze acquisite durante la fase d aula, che trova riscontro soprattutto nelle ottime valutazioni riportate dagli allievi in fase di tirocinio. La valutazione circa il raggiungimento da parte dei tirocinanti degli obiettivi prefissati, e circa l adattabilità delle competenze acquisite in fase d aula nel contesto aziendale, è ampiamente positiva; ne è una conferma la richiesta da parte dei soggetti ospitanti (enti/aziende/associazioni di categoria) di un proseguimento dell attività, anche se temporaneo, per più della metà degli allievi del percorso formativo. Dei 15 allievi iscritti, si sono verificati 4 ritiri e 1 subentro, pertanto in totale il numero dei formati è stato pari a 12. Gli allievi del corso mentre svolgono una esercitazione in aula assistiti dal docente il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 13

14 LE ESPERIENZE DEI TIROCINANTI La fase d aula è stata seguita, come previsto dal progetto e dal Bando provinciale, da 4 mesi di tirocinio presso strutture che si occupano di assicurazioni e credito. Molti allievi, pur avendo a disposizione una borsa ridotta (600 euro) che non prevedeva rimborsi extra per tirocini fuori regione, sono andati a svolgere la propria attività presso strutture fuori Umbria, in quanto si trattava di enti che potevano garantire una formazione più completa. Ecco di seguito l elenco degli allievi formativi e le relative strutture ospitanti: CHIAPPERINI NICOLA FEDERAZIONE REGIONALE COLDIRETTI UMBRIA PERUGIA CORO'VIRGINIA CO.DI.PRA. TOSCANO FIRENZE GORETTI SERGIO ARA ASSOCIAZIONE REGIONALE ALLEVATORI PERUGIA LUCANTO MARIANNA CONSORZIO DI DIFESA DELLE PRODUZIONI INTENSIVE NELLE PROVINCE DI ASCOLI E FERMO ASCOLI PICENO LUCHETTI DIEGO CONSORZIO PROVINCIALE FITOSANITARIO FERRARA FERRARA MARGUTTI ELEONORA CREDITAGRI ITALIA PERUGIA MONTI STEFANIA SOCIETÀ SVIZZERA DI ASSICURAZIONE GRANDINE SOC. COOP CESENA NISI ESTELA ROSI BROKER SRL PERUGIA PACIOTTI GIULIA CONSORZIO PRODUTTORI AGRICOLI DELLA PROVINCIA DI PERUGIA PER LA DIFESA DELLE COLTURE INTENSIVE PERUGIA PIMPINELLI FEDERICO CONSORZIO AGRARIO PROVINCIALE DI PERUGIA PERUGIA SPENA FRANCESCO SOCIETÀ SVIZZERA DI ASSICURAZIONE GRANDINE SOC. COOP CESENA ZERBINI FEDERICO PERUGIA CAP SRL PERUGIA Le esperienze degli allievi in fase di tirocinio sono state molto interessanti e diversificate. il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 14

15 Tirocinante: Chiapperini Nicola Ente ospitante: Federazione Regionale Coldiretti Umbria Descrizione ente: La Federazione Coltivatori Diretti è stata fondata da Paolo Bonomi il 30 ottobre del 1944 come sindacato di piccoli imprenditori agricoli, e si è affermata come la principale associazione agricola italiana. Sul finire del Novecento ha esteso la propria rappresentanza dalle imprese singole alle cooperative, dal settore agricolo a quello della pesca, dall agricoltura tradizionale ai mercati di Campagna Amica fino all apertura della prima catena di vendita diretta organizzata degli agricoltori italiani, con il progetto Filiera agricola tutta italiana. È la più grande organizzazione agricola europea. La Coldiretti associa 1,6 milioni di agricoltori e ha la maggioranza assoluta delle imprese che operano nell agricoltura italiana, con circa il 70% degli iscritti alle Camere di Commercio tra le organizzazioni di rappresentanza. La sua diffusione è capillare su tutto il territorio nazionale: 19 federazioni regionali, 97 federazioni interprovinciali e provinciali, 724 Uffici di Zona e sezioni comunali. Al suo interno Coldiretti ha più strutture dedicate ai temi ed alle categorie più sensibili e con maggiori esigenze di rappresentanza, come i giovani, le imprenditrici, il credito e l assicurazione. Coldiretti Giovani Impresa mette al centro i bisogni e le aspettative dei nuovi imprenditori agricoli tra i 18 e i 30 anni, mettendo in risalto obiettivi come la sicurezza alimentare, l ambiente, la sostenibilità e l originalità dei prodotti. Altra struttura importante all interno del mondo Coldiretti è Donna Impresa, doveroso grazie all ingresso progressivo della presenza femminile nell agricoltura italiana che ha certamente dato un forte impulso all innovazione che ha caratterizzato il settore con l'ampliamento delle attività ad esso connesse come la trasformazione dei prodotti, la crescente attenzione al benessere, il recupero di antiche varietà, le fattorie didattiche, gli agriasilo, la pet-therapy, l adozione di piante e animali on-line e tante altre innovazioni in rosa che le aziende vincitrici, diffuse in diverse tutte le regioni, hanno come peculiarità. Il servizio finanziario è coperto da CreditAgriItalia, che assicura assistenza in merito a Servizi di garanzia, Consulenza aziendale al credito, Progettazione Economica e Finanziaria, Intermediazione Creditizia, Gestione di richieste di garanzia a prima richiesta pubblica. il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 15

16 La parte assicurativa è invece coperta da Green, società di brokeraggio assicurativo che assicura la copertura di tutti i bisogni del mondo agricolo. Attività svolta: Il tirocinio è stato svolto all interno della sede Coldiretti Umbria di Perugia, nella sub agenzia FATA Assicurazioni, ufficio che offre servizi assicurativi alle imprese agricole, come polizze agevolate, polizze per responsabilità civile e polizze per macchine agricole. L esperienza di lavoro è evoluta nel corso del tempo, seguendo in maniera naturale le fasi di della campagna agraria offrendo al contempo la possibilità di poter conoscere il lavoro all interno di un agenzia di assicurazioni. - Assunzione rischi agricoli Il lavoro è iniziato con lo studio delle polizze pluririschio e multirischio, analizzando approfonditamente le differenze tra le condizioni di polizza ed i tassi delle principali compagnie. E stata offerta una consulenza ai clienti in base alle loro esigenze ed alle colture coltivate, in ufficio o direttamente presso le aziende che richiedevano il servizio assicurativo. Questa parte del tirocinio è stata svolta in affiancamento con il tutor, in cui si è dimostrata fondamentale la fiducia tra il cliente e l assicuratore. - Lavoro in agenzia Oltre alla stipula delle polizze agevolate è stato portato avanti il lavoro ordinario di agenzia, come il ricevimento dei clienti, l incasso delle coperture assicurative, il controllo dei movimenti delle polizze, l archiviazione dei documenti e la spedizione dei certificati e delle quietanze di pagamento. Questa parte del tirocinio è stata svolta in completa autonomia da parte del tirocinante. - Gestione sinistri Dopo l avvio della campagna assicurativa è stato necessario gestire tutte le denunce di danno atmosferico fatte dagli assicurati, quindi comunicare alla compagnia tutti i dati dell assicurato e dell evento, in modo da far partire la richiesta di perizia del danno.. - Esperienza peritale - L ultima parte del tirocinio è stata la fase di perizia del danno in campo. Questa parte si è svolta durante una settimana affiancando il team di periti della Fata Assicurazioni. In questo periodo è stato possibile raccordare tutte le informazioni raccolte sia in aula che durante il lavoro di agenzia, valutando l efficacia dello strumento assicurativo per il settore agricolo utilizzando le basi tecniche di stima del danno sulle colture. il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 16

17 Tirocinante: Corò Virginia Ente ospitante: CO.DI.PRA. Toscano Descrizione ente: Il CO.DI.PR.A. Toscano (Consorzio di difesa delle produzioni agricole) opera su tutto il territorio regionale con lo scopo di coordinare e tutelare il settore agricolo attraverso la contrattazione collettiva nei confronti del settore assicurativo. Secondo l art. 4 dello Statuto Sociale, l'associazione, nei confronti dei propri Associati e nel loro interesse, attua: a) iniziative di difesa passiva mediante attività mutualistiche e/o mediante stipulazione di contratti di assicurazione con società autorizzate per Legge a tali scopi; b) iniziative di difesa attiva; c) ogni altra iniziativa purché connessa ai precedenti scopi; d) convenzioni e accordi con Società, Enti o Associazioni. In particolare Sicuragro SRL, società di servizi alla quale il Consorzio partecipa come socio unico, nell ambito della tutela delle produzioni agricole, strutture e patrimonio zootecnico, svolge le seguenti attività: - Assistenza e prestazione di servizi a compagnie e agenzie di assicurazione e brokers assicurativi; - Procacciamento d affari assicurativi ed agenzia di assicurazioni, previa assunzione d incarico, a favore di compagnie e agenzie di assicurazione e broker assicurativi. Attività svolta: Il periodo di tirocinio ha coinciso con l apertura della Campagna Grandine estiva Il lavoro, infatti, nei Consorzi è fortemente stagionale, il periodo più intenso va da fine marzo/inizio aprile a giugno. La campagna assuntiva consiste nella stipula di polizze di assicurazione direttamente con i soci del consorzio per quelle Compagnie e Agenzie che hanno firmato la Lettera d Intesa elaborata dal Consorzio, in cui sono riportate le tariffe per prodotto e per comune, le garanzie prestate, le condizioni di assicurazione e così via, che devono essere applicate indifferentemente per tutti i soci. il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 17

18 Un volta chiusa la campagna assuntiva, il compito del consorzio è stato anche quello di raccogliere le denunce danni che si sono verificate e comunicarle ai vari ispettori perché potessero organizzare le perizie. Infine, il lavoro degli ultimi periodi è consistito principalmente nel correggere gli eventuali errori delle polizze così da poter inviare i dati al ministero, nel correggere, timbrare e firmare le polizze esterne e nel fotocopiare tutti i certificati così da poterne dare una copia alle Compagnie Assicurative. Pertanto le attività svolte principali sono state: - Raccolta diretta Raccolta polizze e verifica della correttezza dei dati inseriti (corrispondenza tra i dati relativi a superfici e partite e i dati presenti nel fascicolo aziendale; controllo dei quantitativi aziendali, che non superino i limiti regionali) e inserimento polizze nel sistema. - Denunce danni e statistiche Raccolta delle denunce dei danni e trasmissione alle compagnie e agli ispettori. - Controllo polizze esterne Controllo e inserimento dati relativamente alle polizze stipulate direttamente dalle compagnie, quindi al di fuori della raccolta assuntiva. il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 18

19 Tirocinante: Goretti Sergio Ente ospitante: ARA Associazione Regionale Allevatori Umbria Descrizione ente: L Associazione Regionale Allevatori dell Umbria, più brevemente A.R.A. Umbria si è costituita come Associazione Provinciale Allevatori di Perugia il 30/09/1947 e successivamente, in seguito alla fusione per incorporazione dell omologa Associazione Provinciale Allevatori di Terni in data 29 luglio 2011, ha assunto la denominazione Associazione Regionale Allevatori dell Umbria - A.R.A. Umbria. L ARA Umbria non ha fine di lucro e svolge la sua attività in tutto il territorio regionale, e presso le sedi operative di Corciano e Terni. L ARA ha carattere tecnico ed economico e rappresenta, nell ambito delle attività istituzionali dalla stessa svolte, la categoria delle persone e delle imprese titolari di aziende tenutarie di animali da allevamento. Essa si propone di attuare tutte le iniziative che possono utilmente contribuire ad un più rapido miglioramento del bestiame allevato e ad una più efficiente valorizzazione del bestiame stesso e dei prodotti da esso derivati. Per meglio inquadrare gli interessi specifici della produzione zootecnica in quelli più vasti della produzione agricola in generale, l Associazione collabora con la Regione Umbria e con tutti gli Enti e le organizzazioni agricole interessate. Per il raggiungimento delle proprie finalità l ARA nell ambito regionale, tra l altro, può promuovere d intesa ed in collaborazione con le autorità, istituti, enti sanitari competenti, azioni di profilassi e di lotta contro le malattie infettive e diffuse del bestiame e gestire, per conto delle autorità regionali, interventi finanziari a sostegno delle aziende eventualmente colpite, nonché promuovere l attuazione di forme assicurative contro gli infortuni, le malattie e la mortalità del bestiame, nonché del personale al medesimo addetto, del rischio di danni a terzi e di tutto quanto attiene all attività dell allevamento, compresa l adozione di misure a tutela dei redditi delle imprese agricole associate. il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 19

20 Attività svolta: La principale attività svolta, a supporto della direzione, ha consistito nella gestione delle polizze Zootecniche. Dopo un primo periodo di conoscenza delle attività dell Associazione e delle problematiche e fabbisogni degli allevatori in relazione ai prodotti assicurativi esistenti, è stata approfondita la conoscenza delle polizze legate alla attività zootecnica con particolare attenzione a quelle con agevolazione pubblica. In seguito il lavoro ha previsto la elaborazione di un documento divulgativo sulle Assicurazioni agevolate per gli allevatori nelle attività zootecniche messo a disposizione dell ARA Umbria ai fini della diffusione ai soci allevatori. La seconda attività ha consistito nella gestione dell Archivio aziende zootecniche per l Informazione, ovvero la creazione di uno specifico database al fine di favorire il raggiungimento della massima conoscenza degli allevatori umbri per poter poi implementare i processi di informazione e di successiva a proposta dei pacchetti di servizi assicurativi e creditizi loro riservati. il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 20

21 Tirocinante: Lucanto Marianna Ente ospitante: Consorzio di difesa delle produzioni intensive nelle province di Ascoli e Fermo Descrizione ente: Il Consorzio di difesa delle produzioni intensive delle province di Ascoli Piceno e Fermo è stato costituito nel 1973 come Condifesa della provincia di Ascoli Piceno, riconosciuto poi con decreto ministeriale nel 1974, mentre la provincia di Fermo subentra solo successivamente. Il primo intento fu quello di ricorrere ai sistemi di difesa attiva ma nel corso degli anni l'impossibilità di offrire dei mezzi affidabili ha orientato il consorzio a percorrere la strada della difesa passiva a mezzo di polizze assicurative. Lo scopo del consorzio è quello di fornire assistenza tecnica organizzativa ai propri associati intesa a promuovere il miglioramento e la difesa delle loro produzioni agricole intensive contro le avversità atmosferiche mediante difesa passiva e attiva, ricorrendo anche all istituzione di fondi mutualistici contro il rischio derivato alle colture, alle strutture aziendali, alle scorte e a sostegno dei redditi delle aziende agricole. Il Consorzio di difesa di Ascoli Piceno e Fermo è uno dei quattro consorzi presenti nella regione Marche accanto a quelli di Ancona, Macerata e Pesaro Urbino. L'attività principale del consorzio è quella di far conoscere ai produttori agricoli i benefici previsti dalla legge in materia, fornire assistenza ai propri associati nella sottoscrizione di assicurazioni e nella più delicata fase di accertamento danni, provvedere inoltre al pagamento dei premi alle compagnie assicurative. Altra attività di rilievo è quella della raccolta diretta, ovvero la stipula di polizze assicurative direttamente con i singoli agricoltori o attraverso incontri di gruppo organizzati dal consorzio stesso. In entrambi i casi vengono descritte quelle che sono le novità del piano assicurativo nazionale, vengono redatte le polizze assicurative ed effettuato il controllo dei dati. il settore agricolo e agroalimentare COD PG E.025 Pagina 21

CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI SEGMENTO SMALL

CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI SEGMENTO SMALL CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI SEGMENTO SMALL 1 CREDITAGRI ITALIA AGENDA Presentazione di CreditAgri Italia scpa La carta dei servizi dedicati I progetti speciali La carta dei prodotti Gli interventi di garanzia

Dettagli

CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI SEGMENTO SMALL

CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI SEGMENTO SMALL CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI SEGMENTO SMALL 1 CREDITAGRI ITALIA AGENDA Presentazione di CreditAgri Italia scpa La carta dei servizi dedicati; I progetti speciali; La carta dei prodotti; Gli interventi di

Dettagli

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI 1 CREDITAGRI ITALIA AGENDA Presentazione di CreditAgri Italia scpa I Settori d Intervento La carta dei servizi dedicati La carta dei prodotti Gli interventi

Dettagli

«CREDIT SERVICE CREDITAGRI ITALIA» GIOVANI IMPRESE E LA FILIERA AGRICOLA

«CREDIT SERVICE CREDITAGRI ITALIA» GIOVANI IMPRESE E LA FILIERA AGRICOLA «CREDIT SERVICE CREDITAGRI ITALIA» GIOVANI IMPRESE E LA FILIERA AGRICOLA Proposte e Opportunità finanziarie Centro Congressi La Principessa Amantea (CS) - 23.02.2016 1 Definizione di Creditagri Italia

Dettagli

Gli strumenti agevolativi e finanziari dell Ismea

Gli strumenti agevolativi e finanziari dell Ismea Gli strumenti agevolativi e finanziari dell Ismea Dott. Arturo Semerari Presidente Ismea Bisceglie, 23 novembre 2012 ISMEA ISMEA, Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare accompagna gli imprenditori

Dettagli

ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA

ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA Allegato 1 al decreto n. ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA Modalità e condizioni per la presentazione della domanda di contributo per le assicurazioni nel settore OCM Vitivinicolo Campagna 2010 1 Sommario

Dettagli

PAC 2014-2020 LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA, TUTTE LE NOVITÀ PER IL 2015

PAC 2014-2020 LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA, TUTTE LE NOVITÀ PER IL 2015 Speciale n.4 PAC 2014-2020 LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA, TUTTE LE NOVITÀ PER IL 2015 Per la gestione del rischio in agricoltura il 2015 lo possiamo considerare l anno zero viste le tante novità.

Dettagli

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI 1 CREDITAGRI ITALIA AGENDA Presentazione di CreditAgri Italia scpa I Settori d Intervento; La carta dei servizi dedicati; La carta dei prodotti; Gli interventi

Dettagli

CO.PRO.VI. Società Cooperativa CONDIFESA di PAVIA. Piazza Vittorio Veneto 1-27045 Casteggio

CO.PRO.VI. Società Cooperativa CONDIFESA di PAVIA. Piazza Vittorio Veneto 1-27045 Casteggio CO.PRO.VI. Società Cooperativa CONDIFESA di PAVIA Piazza Vittorio Veneto 1-27045 Casteggio tel. 0383.82392/804067 fax 0383.805509 coprovi@maxidata.it condifesa.pavia@asnacodi.it www.coprovi.it Campagna

Dettagli

16 Bollettino Ufficiale

16 Bollettino Ufficiale 16 Bollettino Ufficiale D.d.u.o. 24 aprile 2012 - n. 3605 Direzione centrale Programmazione integrata - Organismo pagatore regionale - OCM vitivinicolo - Reg. (CE) 1234/2007 - Approvazione del manuale

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE DELL INTERVENTO FORMATIVO

SPECIFICHE TECNICHE DELL INTERVENTO FORMATIVO SPECIFICHE TECNICHE DELL INTERVENTO FORMATIVO (art. 68 D. Lgs. 163/2006) ALLEGATO A FINALITÀ L intervento formativo richiesto deve essere finalizzato a formare il giovane imprenditore agricolo in maniera

Dettagli

L ASSICURAZIONE CONTRO LE CALAMITA ED AVVERSITA ATMOSFERICHE

L ASSICURAZIONE CONTRO LE CALAMITA ED AVVERSITA ATMOSFERICHE Presidenza Tel. 080/ 574. 77. 30 Bari 11 settembre 2006 Direzione Tel. 080/ 574. 46. 52-574. 48. 80 Centro Oper. Prov. Tel. 080/ 574. 48. 26-574. 47. 33 Telefax 080/ 527.73.42 L ASSICURAZIONE CONTRO LE

Dettagli

Avversità atmosferiche e assicurazioni in agricoltura

Avversità atmosferiche e assicurazioni in agricoltura Avversità atmosferiche e assicurazioni in agricoltura Avversità atmosferiche INTRODUZIONE DEFINIZIONI PROCEDURA DI DELIMITAZIONE TIPOLOGIA AIUTI RICHIEDIBILI QUANDO SI PUO RICHIEDERE L AIUTO? ENTITÀDEGLI

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali IL MINISTRO Prot. 0008809 VISTO il decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102 e successive modifiche, concernente interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole; VISTI i Capi I, III e IV del medesimo

Dettagli

Banca Marche a supporto delle nuove imprese

Banca Marche a supporto delle nuove imprese Banca Marche a supporto delle nuove imprese Università di Urbino 23/01/2014 Giordano Fulvi Responsabile Servizio Marketing PMI 1 PREMESSA Il perdurare della crisi sta determinando un trend negativo nel

Dettagli

POLIZZA MULTIRISCHIO CONTRO LE CALAMITA NATURALI

POLIZZA MULTIRISCHIO CONTRO LE CALAMITA NATURALI POLIZZA MULTIRISCHIO CONTRO LE CALAMITA NATURALI VIVAI PIANTE ORNAMENTALI Rischi agevolati Campagna assicurativa 2014 Dal 01 gennaio 2010 è in vigore il nuovo sistema di contribuzione pubblica sulle polizze

Dettagli

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA 2015 Cooperazione agroalimentare La cooperativa è un associazione autonoma di persone unite volontariamente per soddisfare le loro aspirazioni e bisogni economici,

Dettagli

CHECK UP ASSICURATIVO

CHECK UP ASSICURATIVO CHECK UP ASSICURATIVO Nuove esigenze assicurative Considerando il particolare periodo economico che il nostro Paese sta vivendo e l instabilità metereologica che sempre più caratterizza queste ultime stagioni,

Dettagli

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione 5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) N 1698/2005. Punto 5.3.1.1.1. dell allegato II

Dettagli

100 milioni di euro per i nuovi bandi

100 milioni di euro per i nuovi bandi Seminario - Lamezia Terme - venerdì 28 gennaio 2011 100 milioni di euro per i nuovi bandi Misure 1.2.1 e 1.2.3 Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale BANDI 121-123 ISTRUZIONI

Dettagli

Proposta di istituzione della SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE E FORESTALI

Proposta di istituzione della SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE E FORESTALI PRIMA STESURA Proposta di istituzione della SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE E FORESTALI Approvato con Decreto Commissariale n. 127/C del 20.07.2011 INDICE 1. Finalità ed obiettivi 2.

Dettagli

SOLUZIONI PER L AGRICOLTURA PRODOTTI E SERVIZI PER L IMPRESA AGRICOLA

SOLUZIONI PER L AGRICOLTURA PRODOTTI E SERVIZI PER L IMPRESA AGRICOLA PER L AGRICOLTURA PRODOTTI E SERVIZI PER L IMPRESA AGRICOLA Professionalità e competenza al servizio della tua attività Credem per l Agricoltura è il servizio dedicato agli agricoltori e alle imprese agricole.

Dettagli

MISURA 112. 1. Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori

MISURA 112. 1. Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori MISURA 112 1. Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori 2. Articoli di riferimento Titolo IV, Capo I, sezione 1, Articolo 20 lettera a) punto ii e sottosezione 1, Articolo 22 del Regolamento

Dettagli

DIREZIONE QUALITÀ. Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità.

DIREZIONE QUALITÀ. Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità. DIREZIONE QUALITÀ La carta servizi di Verona Innovazione Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità. 1 Verona Innovazione 5 servizio nuova impresa 10 sportello comunica

Dettagli

CAMPAGNA ASSICURATIVA CON IL CONTRIBUTO PUBBLICO 2013

CAMPAGNA ASSICURATIVA CON IL CONTRIBUTO PUBBLICO 2013 CAMPAGNA ASSICURATIVA CON IL CONTRIBUTO PUBBLICO 2013 ASSOCIAZIONE REGIONALE DEI CONDIFESA DELLA LOMBARDIA Condifesa Bergamo...035301030 Condifesa Brescia...0302548562 Condifesa Como e Lecco...031473071

Dettagli

Sito web: www.fidapa.com; e-mail: fidapa@tin.it BANDO STARTUP

Sito web: www.fidapa.com; e-mail: fidapa@tin.it BANDO STARTUP All.5 BPW Italy FEDERAZIONE ITALIANA DONNE ARTI PROFESSIONI AFFARI FIDAPA - BPW ITALY INTERNATIONAL FEDERATION OF BUSINESS AND PROFESSIONAL WOMEN Via Piemonte, 32 00187 Roma Tel 06 4817459 Fax 06 4817385

Dettagli

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave:

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave: 2 3 scheda SEZIONE C: SCHEDA La strategia di sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia 2014-2020 in breve La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole

Dettagli

Corso di formazione Perito estimatore danni da avversità atmosferiche GRANDINE. 20/02/2015 I.I.S. Stanga Cremona

Corso di formazione Perito estimatore danni da avversità atmosferiche GRANDINE. 20/02/2015 I.I.S. Stanga Cremona GRANDINE 20/02/2015 I.I.S. Stanga Cremona Dario Burizzi Reale Mutua Assicurazioni 1 Introduzione / Campagna Grandine Il Ramo Grandine assicura i danni provocati da eventi atmosferici quali, per citare

Dettagli

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15)

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2 DESCRIZIONE DELLA MISURA 8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2.2.1 Base Giuridica Art.

Dettagli

PIANOASSICURATIVOAGRICOLONAZIONALE 2014

PIANOASSICURATIVOAGRICOLONAZIONALE 2014 PIANOASSICURATIVOAGRICOLONAZIONALE 2014 Scadenza adesione Polizze collettive 1) Per essere ammessi a contributo i certificati devono essere sottoscritti entro le seguenti date: 31 Marzo 2014 Colture a

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE Assessorato Attività Produttive D.G. Presidenza

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE Assessorato Attività Produttive D.G. Presidenza REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE Assessorato Attività Produttive D.G. Presidenza Settore Tutela dei Consumatori e degli Utenti Politiche di Genere e di Promozione delle Pari Opportunità INIZIATIVE REGIONALI

Dettagli

Piemonte ARPEA via Bogino, 23 10123 TORINO

Piemonte ARPEA via Bogino, 23 10123 TORINO AREA COORDINAMENTO Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.494991 Fax 06.49499770 Prot. ACIU.2010. 202 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 17 marzo 2010 Organismo Pagatore AGEA SEDE Organismo pagatore della Regione

Dettagli

5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali

5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali 5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali 1. Denominazione della Misura: Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali

Dettagli

Orientamenti dell Unione europea per gli aiuti di Stato nei settori agricolo e forestale 2014-2020

Orientamenti dell Unione europea per gli aiuti di Stato nei settori agricolo e forestale 2014-2020 Allegato alla Delib.G.R. n. 13/11 del 31.3.2015 Legge regionale 11 marzo 1998, n. 8, articolo 23. Aiuti per i danni alla produzione agricola. Nuove direttive di attuazione. 1. Quadro normativo Orientamenti

Dettagli

CONDIFESA Vercelli e Biella. Assicurazioni agevolate contro le avversità 2014

CONDIFESA Vercelli e Biella. Assicurazioni agevolate contro le avversità 2014 CONDIFESA Vercelli e Biella Assicurazioni agevolate contro le avversità 2014 Avversità assicurabili nel 2014 su tutto il territorio nazionale Il Piano Assicurativo Agricolo Nazionale prevede: AVVERSITA

Dettagli

Indice. Convenzioni in essere e in fase di attivazione. Chi siamo. Il processo di espansione. Opportunità create da Basilea 2

Indice. Convenzioni in essere e in fase di attivazione. Chi siamo. Il processo di espansione. Opportunità create da Basilea 2 Company Profile 1 Indice Chi siamo Il processo di espansione Opportunità create da Basilea 2 Modalità operative: approccio utilizzato I Servizi offerti Convenzioni in essere e in fase di attivazione 2

Dettagli

INDICE. p. 3 AZIENDA. p. 4. FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua. p. 6 RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE

INDICE. p. 3 AZIENDA. p. 4. FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua. p. 6 RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE Indice INDICE AZIENDA FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE CONSULENZA - Risorse Umane - Sviluppo Organizzativo - Commerciale

Dettagli

Coopstartup FarmAbility

Coopstartup FarmAbility Coopstartup FarmAbility Bando per la selezione di idee di impresa cooperativa innovativa nell agroalimentare Art. 1 Contesto e obiettivi Coopstartup FarmAbility è un progetto sperimentale per favorire

Dettagli

L.R. n. 63/78 art. 50 (prestiti per la conduzione aziendale) ISTRUZIONI OPERATIVE

L.R. n. 63/78 art. 50 (prestiti per la conduzione aziendale) ISTRUZIONI OPERATIVE L.R. n. 63/78 art. 50 (prestiti per la conduzione aziendale) ISTRUZIONI OPERATIVE PREMESSE La deliberazione della Giunta Regionale n. 30-7048 dell 8/10/2007 ha istituito, a partire dall 1/01/2008, un programma

Dettagli

Caro Lettore, Buona lettura!

Caro Lettore, Buona lettura! GUIDA PRATICA Caro Lettore, Semplificare e agevolare l accesso al credito. In questo momento di difficile congiuntura economica, sono queste le parole d ordine che hanno portato governo, banche e imprese

Dettagli

SOSTENIAMO LO SVILUPPO DELLE IMPRESE AGRICOLE

SOSTENIAMO LO SVILUPPO DELLE IMPRESE AGRICOLE SOSTENIAMO LO SVILUPPO DELLE IMPRESE AGRICOLE Il confidi nazionale dell Alleanza delle Cooperative Italiane ANTICIPO Anticipo crediti: Anticipare crediti per contributi vantati nei confronti di istituzioni

Dettagli

SUBAGENTE ASSICURATIVA e SUBAGENTE ASSICURATIVO

SUBAGENTE ASSICURATIVA e SUBAGENTE ASSICURATIVO SUBAGENTE ASSICURATIVA e SUBAGENTE ASSICURATIVO Aggiornato il 9 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze

Dettagli

LE POLIZZE RELATIVE AI PRODOTTI FRUTTA, UVA E CEREALI AUTUNNALI (ANCHE COLZA) VANNO SOTTOSCRITTE OBBLIGATORIAMENTE ENTRO IL 31 MARZO

LE POLIZZE RELATIVE AI PRODOTTI FRUTTA, UVA E CEREALI AUTUNNALI (ANCHE COLZA) VANNO SOTTOSCRITTE OBBLIGATORIAMENTE ENTRO IL 31 MARZO Ravenna, Data timbro postale Prot. 22/2014 Socio N SOCIO Oggetto: Campagna Assicurativa 2014 Spett.le DENOMINAZIONE INDIRIZZO FRAZIONE CAP COMUNE PROVINCIA Egregio Socio, La informiamo che è aperta la

Dettagli

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO REGIONE TOSCANA L.R. 2 aprile 2009, n. 16 Cittadinanza di genere B.U. Regione Toscana 06 aprile 2009, n. 11 PREAMBOLO Visto l articolo 117, terzo, quarto e settimo comma della Costituzione; Visto l articolo

Dettagli

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI MISSIONE IMPRESA capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI con le risorse del fondo per lo sviluppo dell imprenditoria giovanile in agricoltura

Dettagli

AGEA AGEA. Dr.ssa Concetta Lo Conte Perugia, 26 gennaio 2010. Misure di sostegno all assicurazione sul raccolto

AGEA AGEA. Dr.ssa Concetta Lo Conte Perugia, 26 gennaio 2010. Misure di sostegno all assicurazione sul raccolto AGEA AGEA Dr.ssa Concetta Lo Conte Perugia, 26 gennaio 2010 Misure di sostegno all assicurazione sul raccolto 2 OPPORTUNITA ASSICURATIVE DAL 2010 assicurazione dei raccolti, degli animali e delle piante,

Dettagli

UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA

UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA Regione Puglia FEASR 2007 -- 2013 Programma di Sviluppo Rurale 22 00 00 77 -- 22 00 11 33 M aa rr zz oo 22 00 11 00 MISURA 114 1. Titolo della Misura Utilizzo

Dettagli

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE VALTELLINA VALCHIAVENNA. Un partner per crescere

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE VALTELLINA VALCHIAVENNA. Un partner per crescere ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE VALTELLINA VALCHIAVENNA Un partner per crescere API SONDRIO L Associazione Piccole e Medie Industrie di Valtellina e Valchiavenna è una realtà fortemente voluta dagli

Dettagli

CONVENZIONE N. 1013020

CONVENZIONE N. 1013020 CONVENZIONE PER L ASSICURAZIONE TEMPORANEA DI GRUPPO PER LA GARANZIA CONTRO IL RISCHIO DI MORTE PER ISCRITTI AL FONDO PENSIONE PER IL PERSONALE DEL GRUPPO BANCARIO INTESA Il FONDO PENSIONI PER IL PERSONALE

Dettagli

PROCEDURE DA SEGUIRE PER OTTENERE IL CONTRIBUTO COMUNITARIO (Art. 68 Reg Ce 73/2009 e Reg. Ce 1234/2007 - OCM vino)

PROCEDURE DA SEGUIRE PER OTTENERE IL CONTRIBUTO COMUNITARIO (Art. 68 Reg Ce 73/2009 e Reg. Ce 1234/2007 - OCM vino) Ravenna, Data timbro postale Prot. 25/2013 Oggetto: Campagna Assicurativa 2013 Egregio Socio, La informiamo che è aperta la campagna assicurativa 2013. Come gli anni scorsi l OCM vino finanzierà le polizze

Dettagli

1. Scopo del documento. 2. Presentazione dei soggetti attuatori. 3. Il progetto. 3.1. Obiettivi generali. 3.2. Destinatari. 3.3. Le fasi del progetto

1. Scopo del documento. 2. Presentazione dei soggetti attuatori. 3. Il progetto. 3.1. Obiettivi generali. 3.2. Destinatari. 3.3. Le fasi del progetto 1. Scopo del documento 2. Presentazione dei soggetti attuatori 3. Il progetto 3.1. Obiettivi generali 3.2. Destinatari 3.3. Le fasi del progetto 3.4. Territorio di intervento 3.5. Le collaborazioni 4.

Dettagli

1. CONSIDERAZIONI DI CARATTERE GENERALE

1. CONSIDERAZIONI DI CARATTERE GENERALE 1. CONSIDERAZIONI DI CARATTERE GENERALE Il Fondo di Riassicurazione istituito dall art. 127 comma 3 della Legge 388 del 2000, avendo come attività esclusiva la riassicurazione chiude il bilancio 2011 entro

Dettagli

CONVENZIONE N. 1013021

CONVENZIONE N. 1013021 CONVENZIONE PER L ASSICURAZIONE TEMPORANEA DI GRUPPO PER LA GARANZIA CONTRO IL RISCHIO DI MORTE E INVALIDITA PERMANENTE per ISCRITTI AL FONDO PENSIONI PER IL PERSONALE DEL GRUPPO BANCARIO INTESA Il FONDO

Dettagli

Guida alla garanzia RSI/FEI

Guida alla garanzia RSI/FEI Guida alla garanzia RSI/FEI Ottobre 2013 Cos è il FEI? Il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) è stato istituito con sede in Lussemburgo nel 1994 allo scopo di sostenere le piccole e medie imprese

Dettagli

PSR Veneto 2014-2020: arrivata l'approvazione definitiva della Commissione europea

PSR Veneto 2014-2020: arrivata l'approvazione definitiva della Commissione europea PSR Veneto 2014-2020: arrivata l'approvazione definitiva della Commissione europea 27/05/2015 Approvato il nuovo Psr Veneto. La Commissione europea ha dato il via libera al Programma di sviluppo rurale

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

GLI STRUMENTI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA ESPERIENZE ESTERE E SISTEMA ITALIANO. Marzo 2009

GLI STRUMENTI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA ESPERIENZE ESTERE E SISTEMA ITALIANO. Marzo 2009 GLI STRUMENTI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA ESPERIENZE ESTERE E SISTEMA ITALIANO Marzo 2009 GLI STRUMENTI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA ESPERIENZE ESTERE E SISTEMA ITALIANO CONTENUTI

Dettagli

Servizi di consulenza a favore delle aziende agricole Articolo 16. La misura persegue in particolare i seguenti obiettivi:

Servizi di consulenza a favore delle aziende agricole Articolo 16. La misura persegue in particolare i seguenti obiettivi: Misura Articolo e paragrafo del Regolamento (CE) n. 1698/2005 Codice Giustificazione Servizi di a favore delle aziende agricole Articolo 16 La crescente complessità tecnica delle diverse fasi dell attività

Dettagli

NUOVE OPPORTUNITÀ PER I GIOVANI E IL LAVORO 1. PIANO GIOVANI SICILIA

NUOVE OPPORTUNITÀ PER I GIOVANI E IL LAVORO 1. PIANO GIOVANI SICILIA NUOVE OPPORTUNITÀ PER I GIOVANI E IL LAVORO 1. PIANO GIOVANI SICILIA La Regione Siciliana in collaborazione con Italia Lavoro ha destinato 19.250.000 euro per l avviamento di percorsi di tirocinio per

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e 2014 Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e CGIL, CISL, UIL Siamo il Fondo della formazione delle

Dettagli

ALLEGATO _B_ Dgr n. 573 del 15/04/2014 pag. 19/51

ALLEGATO _B_ Dgr n. 573 del 15/04/2014 pag. 19/51 ALLEGATO _B_ Dgr n. 573 del 15/04/2014 pag. 19/51 MISURA 114 UTILIZZO DEI SERVIZI DI CONSULENZA AZIONE 1 Servizi di consulenza agricola rivolti agli imprenditori agricoli 1. DESCRIZIONE DELLA MISURA 1.1

Dettagli

MISURA 112 - INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI

MISURA 112 - INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI MISURA 112 - INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI Riferimento normativo Articolo 22 del regolamento (CE) n. 1698/2005 RAGIONI DELL INTERVENTO La misura punta a incentivare il primo insediamento di giovani

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Prot. N. 7103 del 31 marzo 2015 Avviso pubblico Presentazione di manifestazioni di interesse per l accesso ai benefici del Programma nazionale di sviluppo rurale 2014-2020, Misura 17 - Gestione dei Rischi,

Dettagli

Progetto ANAMA REGOLAMENTO 101210

Progetto ANAMA REGOLAMENTO 101210 Progetto ANAMA REGOLAMENTO 101210 Nell ambito del Progetto ANAMA (di seguito denominato anche Progetto ) ideato da ANAMA CONFESERCENTI, Via Nazionale 60 00184 Roma, tel. 06/47.251, il presente REGOLAMENTO

Dettagli

La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia. 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni

La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia. 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni Data ultimo aggiornamento: 11 ottobre 2010 Progetto di filiera e realtà coinvolte 2 Sommario

Dettagli

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it La legge che agevola l Autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all avvio di piccole

Dettagli

5.3.1.1.2 Insediamento di giovani agricoltori

5.3.1.1.2 Insediamento di giovani agricoltori 5.3.1.1.2 Insediamento di giovani agricoltori Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (ii) e 22 del Reg. (CE) N 1698/2005. Art. 13 e punto 5.3.1.1.2. dell allegato II del Reg. (CE) 1974/06

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI NOGARO

COMUNE DI SAN GIORGIO DI NOGARO COMUNE DI SAN GIORGIO DI NOGARO AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO ATTUATORE, BENEFICIARIO DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A COPERTURA DELLE SPESE EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE E DOCUMENTATE FINALIZZATO

Dettagli

Allegato A Delibera Giunta Provinciale n. 674-23761 del 22 giugno 2010 LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 23 MAGGIO 2008 ART. 10

Allegato A Delibera Giunta Provinciale n. 674-23761 del 22 giugno 2010 LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 23 MAGGIO 2008 ART. 10 Allegato A Delibera Giunta Provinciale n. 674-23761 del 22 giugno 2010 LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 23 MAGGIO 2008 ART. 10 PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DELLA MECCANIZZAZIONE AGRICOLA

Dettagli

- Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli

- Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli - Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli Roma 04 Dicembre 2012 1 Signor Ministro Passera, a nome mio e

Dettagli

1. FINALITÀ DELLA CARTA 3. FUNZIONI

1. FINALITÀ DELLA CARTA 3. FUNZIONI INDICE CARTA DEI SERVIZI DEL CENTRO DI ASSISTENZA AGRICOLA COLDIRETTI SRL 1. Finalità della Carta 2. Chi siamo 3. Funzioni 4. I nostri servizi 5. Qualità dei servizi 6. Presenza sul territorio 7. Risorse

Dettagli

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene.

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene. EDIZIONE osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca

Dettagli

UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA

UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA PROGRAMMAZIONE REGIONALE UNITARIA 2007 2013 PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PROGETTAZIONE

Dettagli

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Finalità ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Sostenere le operazioni fondiarie riservate ai giovani che si insediano per la prima volta in aziende agricole in qualità di capo azienda.

Dettagli

Gruppo ASSITECA. La nuova realtà di brokeraggio assicurativo per l agricoltura del. 12 aprile 2012 Teatro Parrocchiale di San Pietro in Cariano (VR)

Gruppo ASSITECA. La nuova realtà di brokeraggio assicurativo per l agricoltura del. 12 aprile 2012 Teatro Parrocchiale di San Pietro in Cariano (VR) La nuova realtà di brokeraggio assicurativo per l agricoltura del Gruppo ASSITECA 12 aprile 2012 Teatro Parrocchiale di San Pietro in Cariano (VR) Chi siamo Costituita nel 1982, Assiteca è oggi tra i primari

Dettagli

CONSORZIO REGIONALE PRODUTTORI AGRICOLI PER LA DIFESA DELLE PRODUZIONI INTENSIVE DALLE AVVERSITÀ ATMOSFERICHE NELLA REGIONE LAZIO

CONSORZIO REGIONALE PRODUTTORI AGRICOLI PER LA DIFESA DELLE PRODUZIONI INTENSIVE DALLE AVVERSITÀ ATMOSFERICHE NELLA REGIONE LAZIO CONSORZIO REGIONALE PRODUTTORI AGRICOLI PER LA DIFESA DELLE PRODUZIONI INTENSIVE DALLE AVVERSITÀ ATMOSFERICHE NELLA REGIONE LAZIO Cod. Fisc. 80010280602 D.M. n 3023 del 30/07/1973 G.U. n 221 del 28/08/1973

Dettagli

commerciale@triass.it Polizze non RCA quotazioni@triass.it PolizzeRCA ASSICURAZIONI

commerciale@triass.it Polizze non RCA quotazioni@triass.it PolizzeRCA ASSICURAZIONI www.triassassicurazioni.it amministrazione@triass.it Tel. 045 958 30 21 commerciale@triass.it Polizze non RCA quotazioni@triass.it PolizzeRCA sinistri@triass.it Tel. 045 958 30 22 Fax 045 958 30 49 Sede

Dettagli

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti Avviso pubblico Finanziamenti a favore delle imprese commerciali, artigianali ed agricole con sede nel Comune di Vignola (Determinazione dirigenziale n. 174 del 18.4.2011) 1. Premessa Il Comune di Vignola,

Dettagli

Legge Regionale n. 33 Norme sugli interventi regionali per il diritto allo studio universitario IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA.

Legge Regionale n. 33 Norme sugli interventi regionali per il diritto allo studio universitario IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA. Legge Regionale n. 33 Norme sugli interventi regionali per il diritto allo studio universitario Il Consiglio regionale ha approvato La seguente legge Art. 1 (Oggetto) IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA Promulga

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: La rosa dei venti SETTORE e Area di Intervento: SETTORE: Educazione e Promozione culturale Area di Intervento: Sportelli Informa OBIETTIVI

Dettagli

Curriculum Vitae. Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418, 06.37512249, Fax 06.3700307 e-mail alessandro.morani@studiomorani.

Curriculum Vitae. Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418, 06.37512249, Fax 06.3700307 e-mail alessandro.morani@studiomorani. Curriculum Vitae Nome e Cognome: Alessandro Morani Luogo e data di nascita: Roma, 25 ottobre 1965 Stato civile: coniugato Professione: Dottore Commercialista Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418,

Dettagli

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE DELLA PROVINCIA DI LECCO. Un partner per crescere

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE DELLA PROVINCIA DI LECCO. Un partner per crescere ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE DELLA PROVINCIA DI LECCO Un partner per crescere API LECCO Dal 1949 l Associazione Piccole e Medie Industrie della Provincia di Lecco è stata voluta dagli imprenditori

Dettagli

Management per Agenti Assicurativi

Management per Agenti Assicurativi Management per Agenti Assicurativi CINEAS PER UNA CULTURA DEL RISCHIO IRSA Istituto per la Ricerca e lo Sviluppo delle Assicurazioni Obiettivi Le agenzie di assicurazione devono affrontare oggi un livello

Dettagli

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete FONDO SOCIALE EUROPEO IN SINERGIA CON IL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE POR 2014 2020 Ob. Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione

Dettagli

Politica Agricola Comunitaria e adattamento ai cambiamenti climatici.

Politica Agricola Comunitaria e adattamento ai cambiamenti climatici. Politica Agricola Comunitaria e adattamento ai cambiamenti climatici. Quali prospettive alla luce della prossima riforma? Simone Severini (Università della Tuscia - Coordinatore Unità: Prof. G. Dono) Portici

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Premessa L Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia considera la formazione e l aggiornamento

Dettagli

Lavoriamo insieme per il vostro business

Lavoriamo insieme per il vostro business AGENZIA PER IL LAVORO CONSULENZA AZIENDALE SISTEMI DI GESTIONE FORMAZIONE PROFESSIONALE Lavoriamo insieme per il vostro business Lavoriamo insieme per il vostro business Nata nel 2003 dalla collaborazione

Dettagli

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2014

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2014 Mantova, 12/03/2014 CAMPAGNA ASSICURATIVA 2014 La copertura assicurativa agevolata dei rischi agricoli è effettuata nell ambito del regime di sostegno specifico di cui all articolo 68 del Regolamento (CE)

Dettagli

PROGETTO QUALITA PIANO FINANZIARIO

PROGETTO QUALITA PIANO FINANZIARIO PROGETTO QUALITA PIANO FINANZIARIO Progetto Qualità INTESA-CCA 2014-2016 Pagina 1 PROGETTO QUALITA 2014-2016 PREMESSA: Il progetto dopo il periodo di avvio e consolidamento, in base alle osservazioni poste

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

PROCEDURE, STRUMENTI E MODALITÀ PER :

PROCEDURE, STRUMENTI E MODALITÀ PER : Formazione Professionale-Lavoro PROCEDURE, STRUMENTI E MODALITÀ PER : 1. LA REDAZIONE DEL PIANO FORMATIVO INDIVIDUALE 2. LA DESCRIZIONE DEI PROFILI FORMATIVI 3. LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE IN ESITO

Dettagli

TRA. La Regione Sardegna, in persona del rappresentante legale pro tempore.

TRA. La Regione Sardegna, in persona del rappresentante legale pro tempore. SCHEMA DI CONVENZIONE - TIPO PER FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DEGLI IMPRENDITORI DEL SETTORE AGRICOLO E DELLA PESCA VOLTO AD AGEVOLARE LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI PREVISTI DAL PSR REGIONE SARDEGNA

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 1331 DEL 27/12/2010 PROPOSTA N. 26 Centro di Responsabilità: Servizio Attività Produttive, Farmacie, Autorizzazioni Sanitarie Servizio: Servizio

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE. - ENPAPI (di seguito anche Ente) E......

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE. - ENPAPI (di seguito anche Ente) E...... SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA - ENPAPI (di seguito anche Ente) E...... (di seguito Istituto bancario) PER IL FINANZIAMENTO DELL AVVIO

Dettagli

PSR: Misura 112 "Insediamento di giovani agricoltori"

PSR: Misura 112 Insediamento di giovani agricoltori PSR: Misura 112 "Insediamento di giovani agricoltori" La misura 112 concede un aiuto all insediamento dei giovani agricoltori attraverso l attivazione di un piano di sviluppo aziendale e l utilizzo di

Dettagli

Schede di approfondimento sulle nuove Società del Gruppo

Schede di approfondimento sulle nuove Società del Gruppo Schede di approfondimento sulle nuove Società del Gruppo Il profilo Fondiaria-Sai è una compagnia assicurativa specializzata nel settore Danni, con una posizione di rilievo nei rami Auto. È frutto della

Dettagli

A Chi Ci Rivolgiamo?

A Chi Ci Rivolgiamo? Per proporre assicurazione nel mondo agricolo NON BASTA FARE GLI ASSICURATORI, ma è necessario avere un esperto agronomo che valuti il Riscio Agricolo, avendo conoscenze specifiche sulle necessità del

Dettagli

Il sistema assicurativo

Il sistema assicurativo Il sistema assicurativo Tipologie di rischio in agricoltura Strumenti per la difesa dai rischi Sistema assicurativo italiano Polizze multirischio Sistemi assicurativi di altri Paesi Tipologie di rischio

Dettagli

Sportello Informativo e di Consulenza IMPRESA E LAVORO

Sportello Informativo e di Consulenza IMPRESA E LAVORO Sportello Informativo e di Consulenza IMPRESA E LAVORO Accesso al credito, opportunità di finanziamento e inserimento lavorativo Lo sportello informativo e di consulenza Impresa e Lavoro offre un sostegno

Dettagli

Bollettino Ufficiale n. 9/I-II del 26/02/2013 / Amtsblatt Nr. 9/I-II vom 26/02/2013 166

Bollettino Ufficiale n. 9/I-II del 26/02/2013 / Amtsblatt Nr. 9/I-II vom 26/02/2013 166 Bollettino Ufficiale n. 9/I-II del 26/02/2013 / Amtsblatt Nr. 9/I-II vom 26/02/2013 166 83251 Deliberazioni - Parte 1 - Anno 2013 Provincia Autonoma di Trento DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE del

Dettagli