CNF - CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CNF - CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE"

Transcript

1 CNF - CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE Rassegna Stampa del 14/06/2010 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE 13/06/2010 Il Mattino - CASERTA Biagio Salvati Edilizia giudiziaria, incarichi fal... 14/06/2010 Affari Finanza Manovra, agevolazioni fiscali per le "reti di imprese" Ma i professionisti restano fuori 14/06/2010 ItaliaOggi Sette codici & pandette 11/06/2010 Giornale delle Assicurazioni Asse Roma-Trieste per il nuovo Leone CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - MEMBRI Il capitolo non contiene articoli AVVOCATI 13/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE Morando: la Costituzione non è un tabù ma non ferma le liberalizzazioni 14/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE LE BARRIERE ALLA CRESCITA 14/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE «L'urgenza è un'altra: ci sono troppe leggi» 12/06/2010 Il Sole 24 Ore Brunetta: su Pa e federalismo andremo avanti 12/06/2010 Il Sole 24 Ore Ancora poche donne in ruoli di vertice 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Vademecum per ridurre il contenzioso 12/06/2010 La Repubblica - Bari Quel calvario chiamato causa "Torni nel 2014" 12/06/2010 La Repubblica - Bari "Prove copiate o sbagliate" strage all'esame per avvocati

3 13/06/2010 Il Messaggero - Nazionale Offerta di acquisto irrevocabile e aggiudicazione definitiva nella vendita senza incanto 14/06/2010 Il Messaggero - Nazionale Intercettazioni, Fini avvisa Alfano: ci sono problemi di costituzionalità 13/06/2010 Il Giornale - Nazionale PRODI «INTERCETTATO» CI CHIEDE SOLDI 14/06/2010 Il Giornale - Nazionale Giustizia Alfano: «Riforma a settembre». Gli avvocati: «Svolta storica» 12/06/2010 Il Resto del Carlino - Bologna Giovannini: «Indagini più difficili» Gestri (Anm): «Effetti devastanti» 13/06/2010 Il Resto del Carlino - Forli Assolto dall'accusa di stupro chiede 500mila euro di danni 13/06/2010 Avvenire - Nazionale «Legge 194 inapplicata»: da mercoledì gli incontri di Avvocatura in missione 12/06/2010 Il Manifesto - Nazionale Mancino: «Donne poco meno della metà Ma ai vertici sono ancora in minoranza» 12/06/2010 Il Mattino - CASERTA II generale Lops premia gli avvocati militari 13/06/2010 Il Secolo XIX - Nazionale «Balducci, casa in affitto dai Legionari di Cristo» 12/06/2010 Il Foglio L'ALTRO BENEDETTO 14/06/2010 L Unita - Nazionale «Meno regole e Stato» L'assalto di Tremonti 14/06/2010 L Unita - Nazionale Alfano: «Riforma della giustizia a settembre» Pd: la Carta non si tocca 14/06/2010 Corriere Economia Antitrust Le pagelle delle liberalizzazioni 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Una manovrina per il civile dalla legge Pinto 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Come tenersi stretti i collaboratori

4 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Avvocati, più tempo per notificare 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Avvocato e revisore 14/06/2010 ItaliaOggi Sette AVVOCATI OGGI 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Un diritto del lavoro new style 12/06/2010 Il Fatto Quotidiano - Nazionale Gasparri e altre porcate: quei no dei presidenti 11/06/2010 Giornale delle Assicurazioni Quali strategie per il mercato delle imprese? PROFESSIONI 12/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE L'OPACITA' DEL POTERE 12/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE «C'è tempo per approvare la legge entro agosto» 12/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE I pm di Firenze e l'inchiesta trasferita: non ci arrendiamo 12/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE Modello Unico, proroga al 6 luglio per i pagamenti 13/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE Berlusconi, nuove accuse alle toghe: in tanti negano la democrazia 13/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE Intercettazioni e dubbi di Fini Il Pdl chiude alle modifiche 13/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE «Al Senato abbiamo ascoltato i finiani E ricordo che 5 giorni fa ci hanno detto sì» 13/06/2010 Corriere della Sera - MILANO Ricostruire la comunità partendo dai bisogni del proprio quartiere 14/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE Doppio Csm e carriere separate, l'opposizione dice no alla riforma 12/06/2010 Il Sole 24 Ore I pm indagano su un pranzo Matteoli-Verdini

5 12/06/2010 Il Sole 24 Ore Unico 2010 con doppio calendario 12/06/2010 Il Sole 24 Ore Associazioni anche commerciali 12/06/2010 Il Sole 24 Ore Non sparate (troppo) sulle correnti del Csm 13/06/2010 Il Sole 24 Ore «Il Parlamento non spolpi la manovra» 13/06/2010 Il Sole 24 Ore L'audit su Street View mette all'angolo Google 14/06/2010 Il Sole 24 Ore La manovra cambia le carte su affitti e rogiti 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Planimetrie ad alta fedeltà 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Catasto e registro devono riportare lo stesso titolare 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Arriva la ritenuta sui bonifici del 36% e 55% 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Mercoledì dall'istat l'andamento dei prezzi 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Intercettazioni con il freno 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Il ministero non paga le imprese investigative 12/06/2010 La Repubblica - Nazionale IL CAVALIERE IMPUNITO E LA REGOLA DEL SILENZIO 12/06/2010 La Repubblica - Nazionale IL BLACK-OUT DELL'INFORMAZIONE 13/06/2010 La Repubblica - Nazionale "I pm vogliono ribaltare il voto talk show tutti contro di me" 13/06/2010 La Repubblica - Nazionale Bersani e Di Pietro fanno muro "La Carta non si cambia a piacere" 13/06/2010 La Repubblica - Nazionale Libertà d'impresa, arriva la legge Tremonti: poi mano alla Costituzione

6 13/06/2010 La Repubblica - Palermo Caccia ai professionisti di Cosa nostra un ingegnere grand commis dei lavori 12/06/2010 Il Messaggero - Nazionale Studi di settore, slitta al 6 luglio il termine per l'invio di Unico 13/06/2010 Il Messaggero - Nazionale Berlusconi: i pm politicizzati vogliono sovvertire il voto 13/06/2010 Il Messaggero - Nazionale I colonnelli ex An: Gianfranco si allinei, il leader è Silvio 12/06/2010 ItaliaOggi Non nominare le riforme invano 12/06/2010 ItaliaOggi Il fisco dà una doppia proroga 12/06/2010 ItaliaOggi brevi 12/06/2010 ItaliaOggi Manovra, norme previdenziali da correggere 12/06/2010 ItaliaOggi Il fisco dà una doppia proroga 14/06/2010 Affari Finanza "Sulla medicina apriamo le porte alle società multiprofessionali" 14/06/2010 Corriere Economia Nomine Cardia, Ortis & C. Il risiko delle Authority 14/06/2010 Corriere Economia Le scadenze della settimana 14/06/2010 Corriere Economia LETTERE 14/06/2010 Corriere Economia Il ritorno di Laurini ricompatta i notai 14/06/2010 ItaliaOggi Sette professioni in movimento 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Scomputo ritenute, iter semplificato 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Formazione professionale

7 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Manovra iniqua e poco selettiva 138 GIUSTIZIA 12/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE Tramonta la sponda tra finiani e sinistra ma l'esito resta incerto 12/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE Intercettazioni, ora la battaglia è sui tempi 12/06/2010 Corriere della Sera - MILANO Legge bavaglio «In piazza per dire no» 13/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE L'informazione (sacra) nel modello Usa 13/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE Il governo piace ma delude su pensioni e intercettazioni 14/06/2010 Corriere della Sera - NAZIONALE Intercettazioni, i finiani non arretrano: cambiare o si rischia l'incostituzionalità 12/06/2010 Il Sole 24 Ore «La verità? Salterà il controllo sui pm» 12/06/2010 Il Sole 24 Ore Camera, il rinvio a settembre è la via per stemperare le tensioni 12/06/2010 Il Sole 24 Ore Berlusconi: priorità a fisco, Costituzione e giustizia 12/06/2010 Il Sole 24 Ore Intercettazioni, finiani alla sfida 13/06/2010 Il Sole 24 Ore «Libertà d'impresa: pronto il piano» 14/06/2010 Il Sole 24 Ore L'accesso al segreto di Stato è ancora avvolto dal mistero 12/06/2010 La Repubblica - Nazionale Disobbedire, per la democrazia 12/06/2010 La Repubblica - Nazionale Legge-bavaglio, finiani all'attacco "Alla Camera bisogna cambiare" 12/06/2010 La Repubblica - Nazionale "La libertà di stampa va difesa più deboli le indagini dei magistrati"

8 12/06/2010 La Repubblica - Nazionale Stampa in rivolta, Popolo viola in piazza 12/06/2010 La Repubblica - Bologna "Le nostre indagini a rischio" 12/06/2010 La Repubblica - Nazionale Berlusconi teme la melina di Fini "Voglio la legge prima dell'estate" 13/06/2010 La Repubblica - Bari Tribunale, il no del ministero "Per ora nessun giudice in più" 13/06/2010 La Repubblica - Nazionale LO SPETTRO DEL BAVAGLIO E DELLA DEFLAZIONE 13/06/2010 La Repubblica - Nazionale Il Cavaliere tenta l'ultimo patto con Fini "Ma se fallisce, resa dei conti nelle urne" 13/06/2010 La Repubblica - Nazionale "La legge-bavaglio richiama il Ventennio" 13/06/2010 La Repubblica - Nazionale Intercettazioni, è scontro nel Pdl Bossi: se si cambia, la legge va ko 13/06/2010 La Repubblica - Nazionale "Norme per scoraggiare gli ascolti ora il Paese la pagherà in sicurezza" 13/06/2010 La Repubblica - Napoli "Incostituzionale la legge che annulla i contratti" 13/06/2010 La Repubblica - Nazionale Privacy, trasparenza e diritto di sapere 14/06/2010 La Repubblica - Nazionale Intercettazioni, i finiani insistono "Cambiare la legge alla Camera" 14/06/2010 La Repubblica - Nazionale "Niente timbri alla cieca Fini dia la precedenza alla manovra anti-crisi" 14/06/2010 La Repubblica - Nazionale I pm antimafia si sentono disarmati "Follia solo tre giorni di microspie" 14/06/2010 La Repubblica - Nazionale "In democrazia la libertà di stampa non si tocca" 12/06/2010 Il Messaggero - Nazionale Intercettazioni, il Pd dà battaglia: «Alla Camera sarà un Vietnam» 12/06/2010 Il Messaggero - Nazionale Editori e giornalisti: legge sbagliata

9 12/06/2010 Il Messaggero - Nazionale Marini: «Un limite è necessario ma il diritto di cronaca è essenziale» 12/06/2010 Il Messaggero - Nazionale Alfano: la sinistra non tutela la privacy Ma nel Pdl tornano critiche e dubbi 12/06/2010 Il Messaggero - Nazionale «Misure cautelari fondate e legittime» 13/06/2010 Il Messaggero - Nazionale LASCIATE IN PACE LA COSTITUZIONE, SFIDATE LE CORPORAZIONI 13/06/2010 Il Messaggero - Nazionale Tremonti: «Subito la legge per la libertà d'impresa» 13/06/2010 Il Messaggero - Nazionale Art. 41, sarà un percorso accidentato 13/06/2010 Il Messaggero - Nazionale Intercettazioni, il Pd: sarà battaglia Casini: il Pdl si fermi e ragioni 13/06/2010 Il Messaggero - Nazionale Malinconico: «Con queste norme il governo cerca di intimidirci» 13/06/2010 Il Messaggero - Nazionale «Sono leale, ma qualcosa si può cambiare. E prima va votata la manovra» 14/06/2010 Il Messaggero - Nazionale Anche i costituzionalisti divisi sulle nuove norme GIURISPRUDENZA 12/06/2010 Il Sole 24 Ore Incostituzionale la vaghezza dei nuovi reati 13/06/2010 Il Sole 24 Ore Altolà di Sacconi al referendum sulle leggi fiscali 13/06/2010 Il Sole 24 Ore E il re delle class action affila le armi 13/06/2010 Il Sole 24 Ore La cena della cricca per festeggiare la nomina di De Santis 13/06/2010 Il Sole 24 Ore «Le toghe vogliono sovvertire il voto» 13/06/2010 Il Sole 24 Ore L'accertamento esecutivo deroga ai principi

10 13/06/2010 Il Sole 24 Ore Esente Ici la prima casa di più unità attigue 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Semplificazione in tre mosse 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Attacco hacker con il kit fai-da-te 14/06/2010 Il Sole 24 Ore In Italia penalità doppia per le mamme che lavorano 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Sui dirigenti addizionale del 10 per cento 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Solo la sentenza definitiva ha gli effetti della vendita 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Il turno su 7 giorni non dà diritto a un aumento extra 14/06/2010 Il Sole 24 Ore LE MASSIME 14/06/2010 Il Sole 24 Ore I diritti sui beni del fondo finiscono a diciotto anni 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Non è reato prelevare acqua per l'attività industriale 14/06/2010 Il Sole 24 Ore La gravidanza a rischio cancella l'albergo prenotato 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Condannato il calciatore che fa male all'avversario 14/06/2010 Il Sole 24 Ore Giudici divisi sui quorum 12/06/2010 ItaliaOggi Infortuni, i sindacati parte civile 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Transazioni fiscali con la zavorra 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Introdotto il litisconsorzio necessario 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Maternità garantita alle autonome

11 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Casa fresca senza liti col vicino 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Il giudice penale funge da guida 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Ipo, occhi puntati sulle azioni per le pmi 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Note legali 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Il figlio cambia città con la madre 14/06/2010 ItaliaOggi Sette È revocabile la donazione dell'usufrutto a vita sulla casa 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Debiti in favore della famiglia, il creditore si rivale sui fondi SCENARIO ASSOCIAZIONI FORENSI Il capitolo non contiene articoli

12 CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE 4 articoli

13 13/06/2010 Il Mattino - Caserta Pag. 46 (diffusione:79573, tiratura:108314) Biagio Salvati Edilizia giudiziaria, incarichi fal... Biagio Salvati Edilizia giudiziaria, incarichi fallimentari e doglianze della classe forense per alcuni uffici del settore civile: sono stati questi i temi al centro di un incontro tenutosi tra il presidente del Palazzo di Giustizia di Santa Maria Capua Vetere Andrea Della Selva e una delegazione dell'ordine degli avvocati del foro sammaritano presieduto da Elio Sticco. Il consiglio dell'ordine ha infatti predisposto un deliberato con il quale a difesa della competenza, territorialità e trasparenza per la tutela della professionalità dell'avvocatura di Terra di Lavoro «evidenziando che più volte è stata segnalata la opportunità - diventata oggi necessità - che nei fallimenti di rilievo il curatore debba essere un avvocato mentre il coadiutore un commercialista in modo da rimuovere alcune disfunzioni lamentate da più parti». Nel documento si è chiesto alla presidenza del tribunale di elaborare un protocollo di intesa con il consiglio forense per garantire sia la massima trasparenza e pubblicità nel conferimento degli incarichi giudiziari, non solo per l'adozione di un criterio che soddisfi l'esigenza di giustizia anche distributiva ma anche valorizzare le scuole di formazione «che assolvono l'ineludibile ruolo di formazione continua dell'avvocatura sotto la vigilanza dell'ordine e della magistratura». Intanto, il presidente del Tribunale, Della Selva, dopo una ricognizione presso gli uffici del settore civile, ha verificato gli interventi più utili da adottare per evitare l'ingolfamento e le lunghe file di toghe presso l'ufficio del Ruolo Generale per il quale emergono ogni giorno doglianze dei professionisti. Si è infine discusso delle disfunzioni nei vari presidi giudiziari tra cui quelli di Piedimonte Matese, Aversa e Marcianise, con particolare riguardo alle carenze di risorse umane. Sul fronte dell'edilizia giudiziaria, l'avvocatura ha ribadito la soluzione di Palazzo Melzi per allocare gli alcuni uffici alla luce dei trasferimenti per adeguamento dei lavori mentre sono in corso di valutazione le varie proposte emerse in sede di commissione di manutenzione dell'amministrazione comunale demandata ai pareri finali sulla base delle varie indicazioni dei componenti e degli aspetti tecnici. RIPRODUZIONE RISERVATA CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - Rassegna Stampa 14/06/

14 14/06/2010 Affari Finanza Pag. 16 (diffusione:581000) Manovra, agevolazioni fiscali per le "reti di imprese" Ma i professionisti restano fuori L'UNIONE fa la forza, tantopiù necessaria in un periodo di crisi. Per questo le imprese vedono certo di buon occhio le novità del decreto legge 78 che introduce, mediante l'art. 42, alcune disposizioni volte ad incentivare la creazione di reti di società, facendo riferimento alle reti di imprese di cui all'art. 3 DL 5/2009. Con il "contratto di rete" le imprese si obbligano ad esercitare in comune una o più attività economiche rientranti nei rispettivi oggetti sociali allo scopo di accrescere la reciproca capacità innovativa e la competitività sul mercato. Il contratto di rete deve, tra l'altro, indicare obiettivi strategici e attività comuni poste alla base della rete, che dimostrino il miglioramento della capacità innovativa e della competitività sul mercato e, di conseguenza, l'individuazione di un programma di rete, che contenga l'enunciazione dei diritti e degli obblighi assunti da ciascuna impresa partecipante e le modalità di realizzazione dello scopo comune da perseguirsi attraverso l'istituzione di un fondo patrimoniale comune, la durata, le modalità di adesione di altre imprese e le relative ipotesi di recesso. La manovra correttiva dispone che l'agenzia delle Entrate, con apposito provvedimento, stabilirà le condizioni per la sussistenza dei requisiti idonei a far riconoscere le imprese come appartenenti ad una delle reti di imprese come sopra descritte cui saranno riconosciuti vantaggi fiscali, amministrativi e finanziari, nonché la possibilità di stipulare convenzioni con l'abi. Queste agevolazioni escludono ancora una volta i professionisti, che invece potrebbero trarre vantaggio dall'unirsi in rete in una fase congiunturale così difficile. «È inspiegabile dicono a Unico (Unione commercialisti italiani), una delle associazioni del settore - la limitazione della portata dell'intervento alle sole imprese e non anche agli altri operatori economici, come i professionisti, che solo operando in rete potranno affrontare al meglio le difficoltà del mercato. Ci batteremo affinché in sede di conversione del decreto il Parlamento ampli anche ai professionisti questa possibilità». (a.bon.) L'AMAREZZA DIUN AVVOCATO IL CN DEI COMMERCIALISTI COSTA 28 MILIONI ALL'ANNO In questi giorni i commercialisti italiani stanno pagando la quota di iscrizione all'ordine. Di questa ben metà) finiscono al consiglio nazionale guidato da Siciliotti e Sganga il cui bilancio preventivo approvato dallo stesso Ente porta il già abnorme livello di spesa del 2009, in virtù degli ulteriori avanzi, ad oltre 28 milioni di previsioni di cassa. Ignorate del tutto le istanze di contenimento delle spese provenienti dalla base ed il dettato normativo che le limiterebbe a quelle strettamente necessarie. Anche quest'anno sulle spalle di noi commercialisti, soprattutto giovani (per l'eliminazione di ogni agevolazione in loro favore), lo stesso paradosso di un organismo pletorico che costa una cifra esorbitante. Quota e livello di spese cinque volte più alte degli altri consigli nazionali. Impressionante la differenza del trattamento economico dei consiglieri. Agli avvocati nessun emolumento. Per ingegneri ed architetti un gettone di presenza. I consiglieri nazionali dei commercialisti sorprendono con appannaggi individuali di 170mila euro (di compensi e rimborsi). Completa il quadro degli sprechi una pianta organica di sessanta dipendenti con addirittura un dirigente ed un direttore generale. Il Consiglio Nazionale Forense gestisce più del doppio degli iscritti con dieci unità. Un'autentica pacchia le procedure. Il nostro consiglio nazionale forma e approva il preventivo, impiega le risorse e approva il consuntivo senza alcun intralcio. L'assemblea dei presidenti (rappresentanti della base) sta a guardare non avendo alcun potere. Gli ordini locali subiscono invece la beffa della riscossione obbligatoria ed il rapporto con gli iscritti contribuenti. Una situazione intollerabile sotto il profilo morale, etico e finanziario oltre che politico-associativo. Urgente il ridimensionamento del Consiglio nazionale attraverso la riprogettazione dell'intera struttura e delle attività svolte, molte delle quali non previste dall'ordinamento e che gli iscritti sono costretti a finanziare. Daniela Granata - Gaeta ( LT) Con questa lettera vorrei dare una voce e una speranza a chi ormai ha perso ogni aspettativa nel futuro. La mia è una storia di crisi aziendale ed economica: come tante di questi tempi. È la storia di un'impresa familiare del Sud che da quaranta anni commercializza piante e fiori e ora è schiacciata dai debiti, contratti con lo Stato per privilegiare CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - Rassegna Stampa 14/06/

15 14/06/2010 Affari Finanza Pag. 16 (diffusione:581000) il pagamento dei propri dipendenti. Lo Stato, rappresentato da Equitalia S.p.A., ha fermato, pignorato ed ipotecato ogni bene mobile ed immobile dell'impresa. È una storia di mancato accesso al credito per saldare i debiti erariali: che garanzie dare alle banche se tutto è stato vincolato dalla società di riscossione? È una storia di mancato ascolto da parte delle istituzioni locali a cui si è fatto riferimento anche mediante l'istituto del reclamo alla Prefettura territoriale. È una storia di strade sempre e comunque chiuse, perché il fallimento di una piccola attività d'impresa e il licenziamento di dodici dipendenti non suscita clamore e sostanzialmente non interessa nessuno. A questo punto soltanto gli usurai consentono la sopravvivenza. E allora perché gridare all'allarme sociale se nessuno propone alternative credibili e concrete? E dire che Equitalia S.p.A. è a partecipazione statale (I.N.P.S e Agenzia delle Entrate): rappresenta tutti noi, è lo Stato. Mi chiedo quale Stato può definirsi tale se agisce così. Mi si dirà: perché in quanto imprenditore non si è rivolto alle associazioni di categoria? Perché l'azienda non è di mia proprietà: io sono solo l'avvocato che ha assistito l'impresa in questi cinque anni di contenzioso fiscale e che, nonostante l'impegno, non è riuscito ad evitare il fallimento dell'azienda e la fine di una storia di lavoro onesto, competente e dignitoso. Ne avrei altre di storie così da raccontare, perché ho esercitato la mia attività in Puglia per sette anni, ma non voglio tediarla oltre. Rimane in me un senso profondo di impotenza e di ram- marico: la mia coscienza professionale è serena, ma la mia delusione di fronte all'indifferenza delle istituzioni è cocente. Non è questo certo che ci si aspetta quando si decide di diventare un avvocato, quando si percorrono le strade del diritto (teorico) negli anni universitari, quando, affiancati dal presidente dell'ordine si giura innanzi ad un collegio di magistrati, mentre la scritta LA LEGGE [ UGUALE PER TUTTI ci guarda dall'alto. Elena Palladino CONTRARIO ALLA RIFORMA FORENSE Sono contrario alla riforma sulla professione forense in quanto prevede norme a dir poco UN FALSO PROBLEMA, I REVISORI LEGALI incostituzionali e va contro gli interessi dei consumatori.: la riforma prevede la cancellazione dagli Albi dei professionisti che non raggiungeranno un certo tetto di cause o di reddito, con la conseguenza che si alzeranno automaticamente le tariffe e la necessità di andare in causa sempre più spesso; se passerà la riforma inoltre ci sarà la conseguenza ulteriore che resteranno sul mercato solo gli avvocati ricchi che potranno applicare, per la diminuzione della concorrenza, tariffe sempre più alte a discapito proprio dei consumatori. Alessandro Barbieri Un falso problema ha alimentato l'ampio dibattito delle ulti- me settimane. La nascita di una nuova professione o di una nuova attività professionale per la riforma della revisione legale introdotta dal dlgs 39/2010. Si tratta di un'attività tradizionale, quella di revisore, vecchia quanto il mondo delle imprese che da oggi viene regolamentata diversamente ed in modo uniforme nell'unione Europea. Con nuovi percorsi di accesso, nuove modalità di gestione dell'elenco e altre innovazioni. La definizione dei criteri di svolgimento della verifica dei requisiti in capo ai revisori, distinti tra società private ed Enti pubblici. Molto più interessante concentrarsi sul principio della qualità. Sotto tale profilo, l'introduzione del limite agli incarichi è auspicabile, altrimenti si sanci- CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - Rassegna Stampa 14/06/

16 14/06/2010 ItaliaOggi Sette Pag. 201 (tiratura:136577) codici & pandette Accelerazione sull'informatica processuale. È stato infatti esteso anche al Consiglio nazionale forense il protocollo di intesa siglato il 23 dicembre 2009 tra il Dipartimento delle finanze del Ministero dell'economia e delle finanze, il Consiglio di presidenza della giustizia tributaria, l'agenzia delle entrate e il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili per la sperimentazione del Processo tributario telematico presso la Commissione tributaria provinciale e quella regionale del Lazio. «La partecipazione degli avvocati tributaristi nella sperimentazione del processo telematico tributario», informa una nota, «produrrà effetti positivi sia nella fase applicativa, incrementando il flusso dei documenti informatici inviati nell'applicativo telematico, sia nella fase di studio delle necessarie modifiche alla normativa vigente». Procede spedito, insomma, il processo di informatizzazione della giustizia, anche di quella tributaria. Speriamo solo che qualcuno inizia a mettere via i timbri e i faldoni... CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - Rassegna Stampa 14/06/

17 11/06/2010 Giornale delle Assicurazioni - N.6 - giugno 2010 Pag. 24 (diffusione:10000, tiratura:12000) GENERALI II riassetto dei vertici Asse Roma-Trieste per il nuovo Leone Con una mossa a sorpresa Caltagirone affianca l'amico Geronzi ai vertici del Leone. La terza vicepresidenza ridisegna i poteri e apre per la prima volta la governance della compagnia ai soci privati. Ma per l'ingegnere della Capitale è solo un tassello di un progetto più ampio. Andrea Tomistico 9ualcuno lo ha già ribattezzato «podere romano». Una sintesi estrema, forse, ma calzante del nuovo ) delle Generali uscito da un'assemblea che ha lasciato di stucco anche il più smaliziato degli osservatori. La mossa a sorpresa, imprevista e imprevedibile, che ha portato Francesco Gaetano Caltagirone a conquistare la vicepresidenza e ad affiancare Cesare Geronzi ai vertici del Leone di Trieste, non è stata chiaramente maturata nell'arco di una notte. Ma sulle trattative serrate che hanno preceduto l'accordo, a differenza di quanto solitamente accade, il riserbo è stato rigoroso e assoluto. Troppo delicata la posta in gioco per gettarla in pasto a giornali e retroscenisti di professione. Anche chi evidentemente sapeva, come qualche commentatore vicino a Geronzi che negli ultimi mesi non ha risparmiato l'inchiostro sulla vicenda, ha scelto di restare in silenzio. L'ascesa di Caltagirone, del resto, al di là di una lettura geografica che farà storcere il naso alla Lega Nord, ha coinciso con una svolta che è stata probabilmente discussa e meditata a lungo. Forse fino all'ultimo. La terza vicepresidenza concessa all'imprenditore romano rappresenta infatti il primo vero segnale di vita degli imprenditori privati delle Generali, che hanno cercato e ottenuto una rappresentanza nella governance finora negata. Qualcuno ha parlato dell'assemblea del 24 aprile come della data in cui si è chiusa l'era Cuccia, quella in cui le azioni si pesavano. Difficile dire se sia stato proprio Geronzi a favorire il nuovo corso. Fatto sta che i soci del Leone, questa volta, le azioni le hanno volute contare. E alla fine si è scoperto che quel 12,3% che i vari Caltagirone (2%), Mps (1,49%), Luxottica (1,87%), De Agostini (2,43%), Effeti (2,26%), Ferak (1,7%), Kellner (2,02%), B e n e t t o n (0,96%) hanno messo sul tavolo, non era poi così lontano da quel 14,72% con cui Mediobanca da sempre detta legge nel board di Trieste. Di qui le complicazioni per il designato Bollore, che non ha mai investito un euro nel Leone, e l'opportunità per l'outsider Caltagirone, che negli ultimi mesi non ha fatto altro che conquistare, azione su azione, quote sempre crescenti del capitale delle Generali. Di qui la sorpresa finale, con una terza vicepresidenza uscita dal cilindro dei mediatori, che ha preservato gli interessi della minoranza senza sconfessare le decisioni del comitato nomine di Mediobanca, che aveva scelto come vice l'amministratore delegato di Piazzetta Cuccia, Alberto Nagel, e il finanziere bretone vicino all'ex presidente del Leone, Antoine Bernheim, Vincent Bollore, con una terza opzione per Giovanni Perissinotto, che avrebbe raccolto sotto di sé il doppio incarico di numero due e amministratore delegato. I r e t r o s c e n a Diverse le ricostruzioni del percorso con cui si è arrivati al compromesso. Alcuni sostengono che sia stato lo stesso Caltagirone ad aver forzato la mano facendo pesare (o contare) il suo 3,5% del Leone (2% in proprio più l'l,5% di Mps). Altri raccontano che a districare la matassa ci abbia pensato il plenipotenziario di Crt nonché vicepresidente di Unicredit, Fabrizio Palenzona, forte del suo 3,96% detenuto attraverso il complicato intreccio Ferak-Effeti, ma soprattutto delle sue buone conoscenze. Il suo nome, del resto, è circolato più volte sia per la guida di Unicredit sia per quella di Mediobanca. Molti però sono pronti a scommettere che a tirare la volata a Caltagirone sia stato alla fine l'amico Geronzi. Di un asse tra Geronzi e l'imprenditore romano per la conquista delle Generali si è parlato molto negli ultimi mesi. E i rastrellamenti di azioni del Leone da parte di Caltagirone sono stati spesso letti come la conferma di un progetto che vedeva il costruttore impegnato ad affilare le armi per sostenere il vecchio alleato di Capitalia. «Vogliamo diventare un punto di riferimento per gli azionisti di maggioranza», aveva detto l'ingegnere a febbraio in un'intervista al Foglio. Potere romano, appunto. Esistono però altre versioni della storia secondo le quali i due si sono limitati a giocare di sponda fino al raggiungimento dell'obiettivo, e ora sarebbero pronti a incrociare le spade su alcune partite che riguardano proprio gli assetti finanziari ed economici della Capitale. I n u o v i p o t e r i Dovunque stia la verità, le Generali cambiano rotta. CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - Rassegna Stampa 14/06/

18 11/06/2010 Giornale delle Assicurazioni - N.6 - giugno 2010 Pag. 24 (diffusione:10000, tiratura:12000) Dall'assemblea di aprile è uscita una governance decisamente nuova rispetto al passato. Sotto la presidenza ci sono i tre vice Nagel, Bollore e Caltagirone. A quest'ultimo, in base a un criterio di anzianità previsto dallo statuto di Generali, spetterà il compito di sostituire il presidente qualora ce ne sia bisogno. La vera novità arriva dal comitato esecutivo, che acquista anche il potere di proposta degli indirizzi strategici. E qui, insomma, dove tutto ruota intorno all'equilibrio dei grandi soci, che prenderanno le decisioni che contano. Non a caso l'impegno dei soci è quello di riunire l'organismo con maggiore frequenza, almeno una volta al mese, rispetto ai due-tre appuntamenti annuali del passato. Nel comitato, presieduto da Geronzi, oltre ai tre vicepresidenti e ai due amministratori delegati Sergio Balbinot e Perissinotto, siederanno anche Leonardo Del Vecchio (Luxottica) e Lorenzo Pellicioli (De Agostini). Altre novità relative ai comitati riguardano quello investimenti e quello governance. Quest'ultimo, già presente nell'organizzazione societaria del Leone, viene reso pienamente operativo e vede sempre Geronzi alla presidenza con Ana Botin, Nagel, Alessandro Pedersoli, Pellicioli e Paolo Scaroni. Quello Investimenti sarà presieduto da Perissinotto. Tra i membri siederanno Caltagirone, Francesco Saverio Vinci e Petr Kellner. Non cambia nulla invece per il controllo interno (Pedersoli alla presidenza, Carlo Carraro, Angelo Miglietta) e il comitato remunerazioni (Scaroni alla presidenza, Del Vecchio, Pellicioli). Quanto ai poteri, appare del tutto chiaro che Geronzi, pur senza deleghe operative, non resterà a guardare. Tutt'altro. Al presidente spetterà infatti la sovrintendenza sull'attuazione delle delibere del consiglio, dell'esecutivo e delle strategie aziendali, sui rapporti con gli organismi istituzionali e sulle relazioni esterne. Praticamente tutto dovrà passare sulla sua scrivania. All'amministratore delegato Perissinotto, che assume la qualifica di group ceo, è stata attribuita la guida e la gestione operativa in Italia e all'estero in sintonia con gli indirizzi stabiliti dal consiglio di amministrazione. Il ruolo di Perissinotto passa dunque da semplice capo azienda a supermanager che avrà in mano tutte le leve del Leone. All'altro amministratore delegato, Sergio Balbinot, il consiglio ha affidato la gestione operativa degli affari assicurativi esteri e della riassicurazione in Italia e all'estero. Ai poteri precedenti aggiunge responsabilità sulle attività tecniche e attuariali del vita e danni in Italia e all'estero. La scalata dell'ingegnere Al di là delle deleghe e dei poteri, i riflettori restano puntati sull'outsider Caltagirone. All'indomani della nomina l'ingegnere romano si è limitato a tratteggiare scenari di ampio respiro per il futuro delle Generali. «Sul piano ordinario», ha spiegato, «penso che la compagnia debba proseguire sulla strada seguita sinora, perché mi pare che il gruppo stia uscendo bene dalla crisi. Sul piano straordinario la sfida è l'espansione internazionale, in particolare a est». Ma è facile prevedere che il suo ruolo non sarà solo proiettato sulle occasioni di business che il mercato può offrire, per quanto la sua capacità su questo terreno non sia in discussione. Caltagirone cercherà senza dubbio di dare voce alle istanze dei soci privati, per la prima volta rappresentati ai vertici del Leone, e tenterà sicuramente di favorire una ripartenza del colosso assicurativo che garantisca agli azionisti di riportare i valori delle quote al livello di quelli ben più alti iscritti a bilancio. Basti pensare che il titolo della compagnia triestina è passato dai 40 euro del 2000 ai 16,75 del Con picchi del -59% per De Agostini o -38% per Leonardo Del Vecchio. Un tracollo cui bisognerà inevitabilmente correre ai ripari. Progetto più vasto Ma l'approdo alle Generali per l'ingegnere è l'ultimo tassello di un progetto più ambizioso, che nel corso dell'ultimo anno lo ha visto conquistare posizioni strategiche nel mondo dell'industria, delle banche e della finanza. Simboli del potere o postazioni strategiche? I maligni sostengono che il Leone per il costruttore romano sia una rivincita «sociale», una questione di blasone. Un modo per liberarsi una volta per tutte da etichette fastidiose. Nello stesso modo andrebbe letta la vicepresidenza del Monte dei Paschi di Siena. La poltrona, ottenuta grazie a una partecipazione di oltre il 4%, sarebbe stata conquistata solo per fregiarsi del titolo di banchiere. Non a caso, sostengono sempre le male lingue, l'incarico cui Caltagirone tiene di più è la vicepresidenza dell'abi. Ma i conti non tornerebbero, in questa prospettiva, se consideriamo l'ascesa in Acea, dove Caltagirone a forza di acquisti sul mercato è diventato il secondo socio (dopo il Comune di Roma che ne controlla il 51%) con oltre il 10% delle azioni (malgrado i diritti di voto siano limitati all'8%), scavalcando i francesi di Suez-Gdf. Quale coccarda gli permetterebbe di appuntarsi sul petto l'investimento nella multiutility romana? La realtà sta probabilmente nel mezzo. Caltagirone continua a fare affari, come ha sempre fatto. Ma questa volta, oltre a CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - Rassegna Stampa 14/06/

19 11/06/2010 Giornale delle Assicurazioni - N.6 - giugno 2010 Pag. 24 (diffusione:10000, tiratura:12000) mettere i denari, l'ingegnere ha deciso anche di scendere in campo in prima persona. Voglia di riflettori? Forse. Ma per un po' di gloria e qualche mostrina sulle spalle non si spendono più di 900 milioni di euro, che è la somma, agli attuali valori di Borsa, delle quote detenute da Caltagirone in Generali, Mps e Acea. La sensazione, piuttosto, è che a spingerlo sia stata la voglia di controllare il business, di gestire in maniera attiva gli investimenti. Di dirigere il gioco anche al di fuori del suo impero industriale, dopo anni passati a finanziare progetti da far dirigere ad altri. Un passo che dall'uomo più «liquido» d'italia, prima o poi, bisognava aspettarsi. La prima trimestrale II «potere romano» eredita comunque una macchina che ha già ripreso a camminare. Generali ha chiuso il primo trimestre dell'anno con un utile netto di 527 milioni, quintuplicato rispetto ai 104 milioni di utile segnati nello stesso periodo del Salgono anche i premi, con una raccolta di 20,9 miliardi in crescita del 16,2%. Frutto, in particolare, dell'ottimo andamento del segmento vita, che ha beneficiato del miglioramento dei mercati finanziari e del contenimento dei costi. Il risultato operativo vita è salito a 866 milioni (+60,8%) contribuendo alla crescita del risultato operativo complessivo a milioni (+22%). Quanto alla solidità del gruppo, il patrimonio netto sale a milioni, dai milioni di fine L'indice di Solvency I (calcolato secondo le disposizioni dell'organismo di vigilanza italiano) si attesta al 129% e migliora di un punto percentuale rispetto a fine 2009, malgrado il capitale assorbito dall'elevata crescita nel segmento vita. «Nonostante il perdurare di un difficile contesto macroeconomico», ha spiegato Geronzi commentando la sua prima trimestrale, «il gruppo è stato capace di chiudere il periodo con un forte progresso, accentuando le strategie di lungo periodo e di diversificazione dell'operatività a livello territoriale e settoriale». Questi risultati, ha proseguito, «premiano la capacità d'innovazione e la competitivita del gruppo, dimostrando di essere in grado di migliorare la redditività e di corrispondere alle aspettative di una clientela diversificata». L'approvazione dei conti è stata l'occasione per Bollore di esprimere tutto l'entusiasmo per il nuovo assetto: «C'è unanimità su tutto, va tutto bene e in modo ragionevole». La governance? «Per un investitore estero è ottima». Il primo segnale del nuovo corso si è palesato nella busta paga di Geronzi. Stando a quanto riferito dal finanziere bretone la remunerazione del nuovo presidente delle Generali è stata ridotta rispetto a quella del suo predecessore. L'ex presidente di Mediobanca dovrà «accontentarsi» di 3,3 milioni. Più o meno la stessa cifra che prendeva a Piazzetta Cuccia. Vi sembra troppo? Lo stipendio di Bernheim si aggirava sui 5 milioni. I soci del Leone % Nomi Francesco Gaetano Caltagirone 2 % De Agostini 2,43% Mediobanca 14,72% Banca d'italia 4,48% BlackRock 2,94% Effeti 2,26% 1,7% Ferak Intesa Sanpaolo 1,4% InvAg 1,35% Fonsai 0,99% Benetton 0,96% Cassa naz.le forense 0,76% Commerzbank 1,05% Carige 1,36% Mps 1,49% Cariplo 1,52% Leonardo Del Vecchio 1,87% Petr Kellner 2,02% Fonte- Generali Foto: Imprenditori Foto: L'ascesa di Francesco Gaetano Caltagirone alla vicepresidenza di Generali ha coinciso con una svolta che è stata probabilmente discussa e meditata a lungo. Forse fino all'ultimo. La terza vicepresidenza concessa all'imprenditore romano rappresenta infatti il primo vero segnale di vita degli imprenditori privati delle Generali, che hanno cercato e ottenuto una rappresentanza nella governance finora negata. Foto: Come Mediobanca Difficile dire se sia stato Cesare Geronzi a favorire il nuovo corso nel rinnovo dei vertici del gruppo Generali. Fatto sta che i soci del Leone, questa volta, le azioni le hanno volute contare. E alla fine si è scoperto che quel 12,3% che i vari Caltagirone (2%), Mps (1,49%), Luxottica (1,87%), De Agostini (2,43%), Effeti (2,26%), Ferak (1,7%), Kellner (2,02%), Benetton (0,96%) hanno messo sul tavolo, non era poi così lontano da quel 14,72% con cui Mediobanca da sempre detta legge nel board di Trieste. Foto: Gestione operativa All'amministratore delegato GiovanniPerissinotto, che assume la qualifica di group ceo, è stata attribuita la guida e la gestione operativa in Italia e all'estero in sintonia con gli indirizzi stabiliti dal consiglio di amministrazione. Foto: Comitato esecutivo Nel comitato esecutivo di Generali, presieduto da Cesare Geronzi, oltre ai tre vicepresidenti e ai due amministratori delegati Sergio Balbinot e Giovanni Perissinotto, siederanno anche Leonardo Del Vecchio di Luxottica (sopra) e Lorenzo Pellicioli di De Agostini (in alto a destra). Minoranza CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - Rassegna Stampa 14/06/

20 11/06/2010 Giornale delle Assicurazioni - N.6 - giugno 2010 Pag. 24 (diffusione:10000, tiratura:12000) salvaguardata La sorpresa-caltagirone ha preservato gli interessi della minoranza senza sconfessare le decisioni del comitato nomine di Mediobanca, che aveva scelto come vice l'amministratore delegato di Piazzetta Cuccia, Alberto Nagel (nella pagina a fianco), e il finanziere bretone Vincent Bollore (a lato), con una terza opzione per Giovanni Perissinotto, che avrebbe raccolto sotto di sé il doppio incarico di numero due e amministratore delegato. CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - Rassegna Stampa 14/06/

RASSEGNA STAMPA. Martedì, 24.02.2015. Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX - Ed. Levante. 1 Split payment, rimborsi semplificati

RASSEGNA STAMPA. Martedì, 24.02.2015. Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX - Ed. Levante. 1 Split payment, rimborsi semplificati RASSEGNA STAMPA Martedì, 24.02.2015 Il Sole 24 Ore 1 Split payment, rimborsi semplificati 2 Precompilata, deleghe dettagliate 3 Statali, pronte le tabelle per la mobilità Il Secolo XIX - Ed. Levante 1

Dettagli

Qualche dato sulla magistratura onoraria

Qualche dato sulla magistratura onoraria Lo stato dell arte Da un punto di vista definitorio i giudici onorari sono soggetti abilitati alla giurisdizione non appartenenti all ordine dei giudici professionali. La loro esistenza nel nostro ordinamento

Dettagli

Rassegna Stampa del 23-09-2010

Rassegna Stampa del 23-09-2010 Roma 23 settembre 2010 Rassegna Stampa del 23-09-2010 PRIME PAGINE 23/09/2010 Corriere della Sera Prima pagina... 1 23/09/2010 Sole 24 Ore Prima pagina... 2 23/09/2010 Repubblica Prima pagina... 3 23/09/2010

Dettagli

Rassegna web Convegno Salerno 18 giugno

Rassegna web Convegno Salerno 18 giugno Rassegna web Convegno Salerno 18 giugno http://www.freelancenews.it/index.php?option=com_content&view=article&id=299:chiu sura-tar-salerno-de-luca-cirielli-commenti&catid=8&itemid=109 Il sindaco di Salerno

Dettagli

TITOLO I Istituzione e finalità della Scuola. Art.1 (Istituzione della Scuola)

TITOLO I Istituzione e finalità della Scuola. Art.1 (Istituzione della Scuola) REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI ISTITUITA PRESSO LA FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA. TITOLO I Istituzione e finalità

Dettagli

Misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell amministrazione giudiziaria

Misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell amministrazione giudiziaria Misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell amministrazione giudiziaria Procedimento competitivo Il decreto introduce maggiore concorrenza

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 998 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato ANGELA NAPOLI Disposizioni per la tutela dei risparmiatori e istituzione del Fondo di garanzia

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

STATUTO 14 marzo 2012

STATUTO 14 marzo 2012 STATUTO 14 marzo 2012 TITOLO I COSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ E SUOI SCOPI ART. 1 Denominazione E costituita una Società per azioni denominata «UNISALUTE S.p.A.». Nei paesi esteri nei quali la Società svolga

Dettagli

Rassegna Stampa del 12-10-2010

Rassegna Stampa del 12-10-2010 Roma 12 ottobre 2010 Rassegna Stampa del 12-10-2010 PRIME PAGINE 12/10/2010 Repubblica Prima pagina... 1 12/10/2010 Corriere della Sera Prima pagina... 2 12/10/2010 Sole 24 Ore Prima pagina... 3 12/10/2010

Dettagli

Libri, non pallottole

Libri, non pallottole Newsletter n. 113 del 18 luglio 2015 Libri, non pallottole Per i suoi 18 anni Malala Yousafzai - premio Nobel per la pace - ha invitato i leader del mondo e tutti noi a scegliere 'libri, non pallottole'

Dettagli

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 09/11/2011

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 09/11/2011 COMUNE DI COLOGNO MONZESE Rassegna Stampa del 09/11/2011 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale

Dettagli

MEDIAZIONE E CONCILIAZIONE NELLA RIFORMA

MEDIAZIONE E CONCILIAZIONE NELLA RIFORMA MEDIAZIONE E CONCILIAZIONE NELLA RIFORMA Il sistema Giustizia sta vivendo da anni una profondissima crisi, soprattutto in relazione al tempo necessario per lo svolgimento del processo. Negli ultimi anni

Dettagli

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission 234 COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission 10 luglio 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

TITOLO I Istituzione della Scuola

TITOLO I Istituzione della Scuola REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI ISTITUITA PRESSO LA FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA DELL'UNIVERSITA' LUM JEAN MONNET (DR. 1009/09 DEL 16/03/2009 ALLEGATO NR. 1) TITOLO

Dettagli

VERBALE ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI APIDIS

VERBALE ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI APIDIS VERBALE ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI APIDIS Il giorno domenica 22 marzo 2015 presso la Sala Posta in via Polese 22 a Bologna in seconda convocazione alle ore 10,30 si è riunita l assemblea generale dei

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA. Scuola di specializzazione per le professioni legali. Regolamento

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA. Scuola di specializzazione per le professioni legali. Regolamento FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Scuola di specializzazione per le professioni legali Regolamento Art. 1 Istituzione e finalità della Scuola 1. E istituita presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA Visto l'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400; Visti gli articoli 1, comma 3, e 41, comma

Dettagli

STATUTO TITOLO I DENOMINAZIONE-SEDE-OGGETTO-DURATA Articolo 1 Denominazione e sede E' costituita la Società "BIC Sardegna S.p.A.

STATUTO TITOLO I DENOMINAZIONE-SEDE-OGGETTO-DURATA Articolo 1 Denominazione e sede E' costituita la Società BIC Sardegna S.p.A. STATUTO TITOLO I DENOMINAZIONE-SEDE-OGGETTO-DURATA Articolo 1 Denominazione e sede E' costituita la Società "BIC Sardegna S.p.A. - Agenzia di Sviluppo della Regione Sardegna" Società con socio unico, soggetta

Dettagli

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell'ordinamento locale Roma, 14 Ottobre 2013 Tempio di Adriano Sala Convegni Piazza di Pietra Ore 9.30/14.00 DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE 2

Dettagli

Sindacato Padano - SIN. PA.

Sindacato Padano - SIN. PA. Illustrazione ddl iniziativa popolare "Garanzia delle pensioni di anzianità con quaranta anni di contributi e delle pensioni di vecchiaia" Marzo 2012 Voglio illustrare il disegno di legge di iniziativa

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Rubrica Unione Camere Penali Italiane Sommario Rassegna Stampa Testata Titolo Pag. 12 Libero Quotidiano 20/11/2014 LA CRAXI DENUNCIA: SI STANNO PREPARANDO I PROCESSI POLITICI (M.g.) 23 Cronache del Garantista

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

Consiglio dei Ministri, via libera a Ddl riforma Università

Consiglio dei Ministri, via libera a Ddl riforma Università Miur Consiglio dei Ministri, via libera a Ddl riforma Università In allegato il testo del ddl 28 ottobre 2009 CDM, VIA LIBERA A DDL RIFORMA UNIVERSITA' 2009-10-28 11:11 * * * In allegato, il comunicato

Dettagli

Catalogo SYSTEM SERVICE MAGGIO 2014 Area: Avvocati ON LINE

Catalogo SYSTEM SERVICE MAGGIO 2014 Area: Avvocati ON LINE Catalogo SYSTEM SERVICE MAGGIO 2014 Area: Avvocati ON LINE Categoria: A.2.1: Principi generali CNF0361 Il Codice Deontologico Categoria: D.7.7: Accertamento dell'imposta, controllo formale e liquidazione

Dettagli

Il 2007 Un anno di scelte importanti

Il 2007 Un anno di scelte importanti Il 2007 Un anno di scelte importanti Liberalizzazione, rinnovo contrattuale, elezioni RSU e previdenza complementare. Queste le sfide che impegneranno l Slp Cisl nell anno appena cominciato. Molte le decisioni

Dettagli

I servizi pubblici come fattore di produttività per le imprese e di qualità della vita per i cittadini

I servizi pubblici come fattore di produttività per le imprese e di qualità della vita per i cittadini I servizi pubblici come fattore di produttività per le imprese e di qualità della vita per i cittadini FORUM PA - 18 maggio 2010 Carlo Crea - Segretariato generale Autorità per l'energia elettrica e il

Dettagli

c) per l'attività stragiudiziale viene introdotto un criterio percentualistico, indicato nella misura tra il 5 e il 20% del valore dell'affare;

c) per l'attività stragiudiziale viene introdotto un criterio percentualistico, indicato nella misura tra il 5 e il 20% del valore dell'affare; E al Ministero della Giustizia si lavora per modificare i parametri e l'accesso alla professione forense. La proposta di modifica del Ministero della Giustizia al D.M. 140/2012 Diritto e giustizia.it di

Dettagli

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati.

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati. MEDIAZIONE decreto del fare di Claudia Di Pasquale DA CHE TEMPO CHE FA DEL 29/09/2013 ENRICO LETTA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Tra le cose che abbiamo fatto in questi cinque mesi c è stata una riforma della

Dettagli

SOCIETÀ DI CAPITALI Caratteristiche La fase costitutiva

SOCIETÀ DI CAPITALI Caratteristiche La fase costitutiva SOCIETÀ DI CAPITALI Società per azioni (S.p.A.) Società a responsabilità limitata (S.r.l.) Società a responsabilità limitata semplificata (S.r.l.s.) Società in accomandita per azioni (S.a.p.A.) Società

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE ILLUSTRATA IN OCCASIONE DEL CONVEGNO I COSTI DELLA DEMOCRAZIA ROMA 8 APRILE 1999

PROPOSTA DI LEGGE ILLUSTRATA IN OCCASIONE DEL CONVEGNO I COSTI DELLA DEMOCRAZIA ROMA 8 APRILE 1999 PROPOSTA DI LEGGE ILLUSTRATA IN OCCASIONE DEL CONVEGNO I COSTI DELLA DEMOCRAZIA ROMA 8 APRILE 1999 NORME PER IL FINANZIAMENTO VOLONTARIO DELL ATTIVITA POLITICA Art. 1. Erogazioni liberali delle persone

Dettagli

La rivolta di regioni ed enti locali contro il ritorno alla tesoreria unica

La rivolta di regioni ed enti locali contro il ritorno alla tesoreria unica 1 di 6 04/03/2012 21:47 Quotidiano di Informazione Giuridica Diretto da Avv. Carmelo Giurdanella 2 marzo 2012, 16:30 La rivolta di regioni ed enti locali contro il ritorno alla tesoreria unica Le iniziative

Dettagli

ANSA Referendum, disco verde Cassazione su taglio tribunali

ANSA Referendum, disco verde Cassazione su taglio tribunali ANSA Referendum, disco verde Cassazione su taglio tribunali Disco verde dalla Cassazione per il referendum chiesto dalle Regioni è la prima volta nella storia repubblicana che sollecitano il ricorso alle

Dettagli

17.11.2012 Denaro (p.32) Enel apre le porte ai giovani: ricercatori, 20 borse di studio 1

17.11.2012 Denaro (p.32) Enel apre le porte ai giovani: ricercatori, 20 borse di studio 1 CRUI 17.11.2012 Denaro (p.32) Enel apre le porte ai giovani: ricercatori, 20 borse di studio 1 Segretario generale CRUI 17.11.2012 Eco Bergamo (p.23) «Le istituzioni tornino ad essere esempio di valori»

Dettagli

Commento CGIL al NUOVO ISEE

Commento CGIL al NUOVO ISEE Commento CGIL al NUOVO ISEE Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (n.d.r. DPCM 3.12.2013), è stato adottato il nuovo ISEE (indicatore della situazione economica equivalente). Il testo raccoglie

Dettagli

Per ricevere la Rassegna Stampa sulla tua mail registrati su www.commercialistatelematico.net

Per ricevere la Rassegna Stampa sulla tua mail registrati su www.commercialistatelematico.net Per ricevere la Rassegna Stampa sulla tua mail registrati su www.commercialistatelematico.net da Il Sole 24 Ore e Italia Oggi del 09 dicembre 2011 Svizzera, nessun accordo Il Ministro per i rapporti con

Dettagli

La prima sentenza della Corte di Cassazione sul nuovo concordato preventivo

La prima sentenza della Corte di Cassazione sul nuovo concordato preventivo 3/2009 Il Caso La prima sentenza della Corte di Cassazione sul nuovo concordato preventivo IN BREVE La Cassazione è intervenuta per la prima volta sulla disciplina del concordato preventivo, di recente

Dettagli

Sommario. Fratelli Pagani S.p.A Progetto Compliance 231 Codice etico di comportamento

Sommario. Fratelli Pagani S.p.A Progetto Compliance 231 Codice etico di comportamento Sommario La Fratelli Pagani S.p.A. Principi generali Rispetto delle norme Trasparenza nella comunicazione esterna Valorizzazione delle risorse e integrità Gli impegni Conflitti di interesse Riservatezza

Dettagli

Il Veneto letto dai Bilanci dei Comuni IX RAPPORTO DI RICERCA NOBEL

Il Veneto letto dai Bilanci dei Comuni IX RAPPORTO DI RICERCA NOBEL Il Veneto letto dai Bilanci dei Comuni IX RAPPORTO DI RICERCA NOBEL SINTESI a cura di Giacomo Vendrame e Paolo Vallese ottobre 2008 Nobel è un progetto dell Ires Veneto promosso da Il Veneto letto dai

Dettagli

Sulle prospettive del servizio idrico in Italia. Intervista del Gruppo 183 all Onorevole Mariani

Sulle prospettive del servizio idrico in Italia. Intervista del Gruppo 183 all Onorevole Mariani Sulle prospettive del servizio idrico in Italia. Intervista del Gruppo 183 all Onorevole Mariani 11 novembre 2011 Gruppo 183: onorevole Mariani, come giudica la fase che attraversa l organizzazione dei

Dettagli

Sezione A COMMERCIALISTI. Mauro D Elia. Via Antonio Angiolini 23 59100 Prato Tel 0574 603765 fax 0574 603765

Sezione A COMMERCIALISTI. Mauro D Elia. Via Antonio Angiolini 23 59100 Prato Tel 0574 603765 fax 0574 603765 Prato, 27 Gennaio 2011 ALLA SPETTABILE CLIENTELA CIRCOLARE OGGETTO DECRETO LIBERALIZZAZIONI Il decreto Cresci Italia punta alla crescita eliminando (in parte) vincoli e privilegi, introducendo massicce

Dettagli

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato Signor Presidente del Consiglio, Autorità civili, militari e

Dettagli

UN ORDINE AL PASSO CON LA PROFESSIONE L'EVOLUZIONE DELL'ORDINAMENTO ALLA LUCE DELLA RIFORMA 2011 Romeo La Pietra. Bari, 9 settembre 2011

UN ORDINE AL PASSO CON LA PROFESSIONE L'EVOLUZIONE DELL'ORDINAMENTO ALLA LUCE DELLA RIFORMA 2011 Romeo La Pietra. Bari, 9 settembre 2011 UN ORDINE AL PASSO CON LA PROFESSIONE L'EVOLUZIONE DELL'ORDINAMENTO ALLA LUCE DELLA RIFORMA 2011 Romeo La Pietra Bari, 9 settembre 2011 1 RIFORMA PROFESSIONI LIBERALIZZARE o DEREGOLAMENTARE? Liberalizzare:

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI 08/08/2013 U-rsp/4440/2013 Il 1111111111111111111111111111 1111111111111111111111 CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA - 00186 ROMA - VIA ARENULA, 71 PRESIDENZA E SEGRETERIA

Dettagli

Dalla DIA alla SCIA: le riforme e i problemi ancora aperti

Dalla DIA alla SCIA: le riforme e i problemi ancora aperti PON GAS FSE 2007 2013, Obiettivo Convergenza, Asse E - Capacità istituzionale Progetto: Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione Seminario Semplificazione dell azione amministrativa,

Dettagli

Ddl Brunetta collegato alla finanziaria: i contenuti della Carta dei doveri della Pubblica Amministrazione e delle altre norme approvate TITOLO I

Ddl Brunetta collegato alla finanziaria: i contenuti della Carta dei doveri della Pubblica Amministrazione e delle altre norme approvate TITOLO I Ddl Brunetta collegato alla finanziaria: i contenuti della Carta dei doveri della Pubblica Amministrazione e delle altre norme approvate TITOLO I - SEMPLIFICAZIONE DELLA TENUTA DEI LIBRI SOCIALI: si modifica

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

L attività della Guardia di Finanza di Palermo nel contrasto alla criminalità organizzata, alla corruzione ed al riciclaggio.

L attività della Guardia di Finanza di Palermo nel contrasto alla criminalità organizzata, alla corruzione ed al riciclaggio. L attività della Guardia di Finanza di Palermo nel contrasto alla criminalità organizzata, alla corruzione ed al riciclaggio. Gen. B. Stefano Screpanti Nel porgere un sentito saluto agli illustri Deputati

Dettagli

ALLEGATO A AL N. 21233 DI RACCOLTA NORME DI FUNZIONAMENTO - - - TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA SCOPI

ALLEGATO A AL N. 21233 DI RACCOLTA NORME DI FUNZIONAMENTO - - - TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA SCOPI ALLEGATO A AL N. 21233 DI RACCOLTA MUTUA ETICA PER LA SALUTE - SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO" NORME DI FUNZIONAMENTO - - - TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA SCOPI ARTICOLO 1 È costituita una Società di mutuo

Dettagli

Va ricordato a questo proposito che le grandi banche americane, cartolarizzando i propri portafogli crediti, hanno trasferito, attraverso l'emissione

Va ricordato a questo proposito che le grandi banche americane, cartolarizzando i propri portafogli crediti, hanno trasferito, attraverso l'emissione Michele Bagella: Cercherò di fare alcuni commenti riferendomi a ciò che ho ascoltato partecipando a questa tavola rotonda. Sono tra coloro che sono convinti che il microcredito e la microfinanza possano

Dettagli

i dossier ARIDATECE BERSANI! Sulle liberalizzazioni solito Renzi: tanti slogan, pochi contenuti www.freefoundation.com www.freenewsonline.

i dossier ARIDATECE BERSANI! Sulle liberalizzazioni solito Renzi: tanti slogan, pochi contenuti www.freefoundation.com www.freenewsonline. 998 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ARIDATECE BERSANI! Sulle liberalizzazioni solito Renzi: tanti slogan, pochi contenuti 27 febbraio 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

Allegato A. (ai sensi dell articolo 4, comma 3 del CCNL Regioni enti locali del 5 ottobre 2001)

Allegato A. (ai sensi dell articolo 4, comma 3 del CCNL Regioni enti locali del 5 ottobre 2001) Allegato A REGOLAMENTO RECUPERO EVASIONE ICI DEL PERIODO 1998/2001 RELATIVO A OMESSI E PARZIALI VERSAMENTI, RETTIFICHE D UFFICIO ED OMESSE DICHIARAZIONI PER AREE FABBRICABILI. (ai sensi dell articolo 4,

Dettagli

LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO

LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO DA UNO STATO PESANTE AD UNO STATO SEMPLICE. Viviamo in un Paese complesso e complicato. Schiacciato da un coacervo di norme che aggiunto ad una sovrapposizione,

Dettagli

Regolamento di organizzazione dell Avvocatura Civica e della rappresentanza e difesa in giudizio del Comune di Rovigo.

Regolamento di organizzazione dell Avvocatura Civica e della rappresentanza e difesa in giudizio del Comune di Rovigo. Regolamento di organizzazione dell Avvocatura Civica e della rappresentanza e difesa in giudizio del Comune di Rovigo. (ex articolo 9 del DL 90/2014, convertito in L. 114/2014 approvato con Deliberazione

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A 8 a COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) 4 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI MARTEDÌ 5 NOVEMBRE

Dettagli

Attività istituzionale. Regolamento per la concessione del patrocinio e del contributo agli eventi degli Ordini

Attività istituzionale. Regolamento per la concessione del patrocinio e del contributo agli eventi degli Ordini Attività Giugno 2008 Attività istituzionale Regolamento per la concessione del patrocinio e del contributo agli eventi degli Ordini Nella seduta del 4-5 giugno, il Consiglio Nazionale ha approvato il Regolamento

Dettagli

Sezione quarta La retribuzione del professionista. Questionario n. 4. 1. Cosa comprende la parcella dell avvocato?... Pag. 29

Sezione quarta La retribuzione del professionista. Questionario n. 4. 1. Cosa comprende la parcella dell avvocato?... Pag. 29 Sezione quarta La retribuzione del professionista Questionario n. 4 1. Cosa comprende la parcella dell avvocato?... Pag. 29 2. Possono essere derogati i minimi tariffari?...» 31 3. Quali sono le azioni

Dettagli

CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. Beretta di Milano (area civile e penale)

CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. Beretta di Milano (area civile e penale) CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI Nome TIZIANA PERROTTA Indirizzo Viale Abruzzi, 23 20131 Milano Telefono 02 2049496 329 5385306 Codice Fiscale e Partita Iva PRR TZN 71H61 F839 Q

Dettagli

Partecipazione della Vice Presidente del Senato, Valeria Fedeli, al Convegno. "Fare impresa sociale e buona economia"

Partecipazione della Vice Presidente del Senato, Valeria Fedeli, al Convegno. Fare impresa sociale e buona economia Partecipazione della Vice Presidente del Senato, Valeria Fedeli, al Convegno "Fare impresa sociale e buona economia" Milano, venerdì 7 novembre 2014 Presidente Vita, Presidente Carrara, Autorità, Gentili

Dettagli

Emergenza credito anche per le libere professioni

Emergenza credito anche per le libere professioni Lunedì 18 marzo 2013 Emergenza credito anche per le libere professioni È allarmante il quadro economico delle professioni che è emerso nel corso del consiglio di amministrazione di Fidiprof Nord e di Fidiprof

Dettagli

Letta all'evasione LA DIFESA DEL GETTITO Le Entrate scommettono su ipoteche e sequestri Dall'Agenzia nuovo impulso alle misure cautelari

Letta all'evasione LA DIFESA DEL GETTITO Le Entrate scommettono su ipoteche e sequestri Dall'Agenzia nuovo impulso alle misure cautelari Letta all'evasione LA DIFESA DEL GETTITO Il contraddittorio. Il contribuente deve avere il tempo per spiegare le sue ragioni Indice di pericolo. L'allarme può derivare dall'attitudine alla morosità Le

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 955

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 955 Senato della Repubblica XVII Legislatura Fascicolo Iter DDL S. 955 Disposizioni in materia di esercizio della prostituzione 26/10/2015-10:59 Indice 1. DDL S. 955 - XVII Leg. 1 1.1. Dati generali 2 1.2.

Dettagli

NEWS FISCALI E SOCIETARIE NOVEMBRE 2011 FISCALITA PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI

NEWS FISCALI E SOCIETARIE NOVEMBRE 2011 FISCALITA PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI Milano Roma News fiscali e societarie Novembre 2011 FISCALITA PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI Acconto IRPEF di novembre ridotto dal 99% all 82% L acconto IRPEF da versare entro mercoledì 30 novembre 2011 dovrà

Dettagli

Cosa c è in questa guida

Cosa c è in questa guida Cosa c è in questa guida? Le domande di base 3 passi per scegliere il mutuo >> Dalla richiesta alla stipula 2 3 12 i diritti del cliente 14! Le attenzioni del cliente 17 Aalla Z Il mutuo 19 dalla Memo

Dettagli

STATUTO della "Associazione Giovani Imprenditori Agricoli della Lombardia Art. 1 - Costituzione Art. 2 - Scopi

STATUTO della Associazione Giovani Imprenditori Agricoli della Lombardia Art. 1 - Costituzione Art. 2 - Scopi STATUTO della "Associazione Giovani Imprenditori Agricoli della Lombardia promossa dalla Confederazione Italiana Agricoltori, Associazione Regionale della Lombardia Art. 1 - Costituzione 1. E' costituita

Dettagli

LAVORO, FUTURO, ITALIA RIPARTIAMO INSIEME! ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE ASSEMBLEA NAZIONALE 2013

LAVORO, FUTURO, ITALIA RIPARTIAMO INSIEME! ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE ASSEMBLEA NAZIONALE 2013 LAVORO, FUTURO, ITALIA RIPARTIAMO INSIEME! ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE ASSEMBLEA NAZIONALE 2013 LE COOPERATRICI E I COOPERATORI PROTAGONISTI DEL FUTURO DELL ITALIA UN NUOVO IMPEGNO PER LO SVILUPPO

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE ON LINE

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE ON LINE CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE ON LINE Edizione 2015 Area Avvocati i nostri corsi sono riconosci dall Ordine degli Avvocati e rilasciano i Criti Formativi Deontologia CNF0319 Società tra professionisti,

Dettagli

CONGRESSO STRAORDINARIO FORENSE Milano 23-24 marzo 2012

CONGRESSO STRAORDINARIO FORENSE Milano 23-24 marzo 2012 CONGRESSO STRAORDINARIO FORENSE Milano 23-24 marzo 2012 La riforma del processo civile deve puntare allo snellimento ed alla velocizzazione dei giudizi, senza comprimere il diritto di difesa dei cittadini.

Dettagli

Tutela della proprietà intellettuale e azioni di contrasto alla contraffazione

Tutela della proprietà intellettuale e azioni di contrasto alla contraffazione VALERIA FEDELI - Vice Presidente del Senato appunti intervento convegno dell associazione Amerigo Tutela della proprietà intellettuale e azioni di contrasto alla contraffazione Firenze, 25 ottobre 2013

Dettagli

STATUTO CONFARTIGIANATO AUTO-BUS OPERATOR

STATUTO CONFARTIGIANATO AUTO-BUS OPERATOR 1 STATUTO CONFARTIGIANATO AUTO-BUS OPERATOR TITOLO 1- Denominazione e scopi Art. 1 - E' operante nell'ambito della Confederazione Generale Italiana dell'artigianato, di seguito definita "CONFARTIGIANATO,

Dettagli

S F I R S Società Finanziaria Industriale Rinascita Sardegna Società per Azioni d'interesse nazionale Sede in Cagliari STATUTO TITOLO I

S F I R S Società Finanziaria Industriale Rinascita Sardegna Società per Azioni d'interesse nazionale Sede in Cagliari STATUTO TITOLO I S F I R S Società Finanziaria Industriale Rinascita Sardegna Società per Azioni d'interesse nazionale Sede in Cagliari STATUTO TITOLO I DENOMINAZIONE - SEDE - OGGETTO - DURATA Articolo 1 Denominazione

Dettagli

OSSERVATORIO PREVIDENZA Anno VII n. 2 6 FEBBRAIO 2015

OSSERVATORIO PREVIDENZA Anno VII n. 2 6 FEBBRAIO 2015 OSSERVATORIO PREVIDENZA Anno VII n. 2 6 FEBBRAIO 2015 IN PRIMO PIANO IN QUESTO NUMERO In primo piano INPS. Sindacati, con Poletti incontro interlocutorio, attesa proposta Governo (Adnkronos) p. 1 Lo sciopero

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Pagina 1 di 12 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 agosto 2012, n. 137 Regolamento recante riforma degli ordinamenti professionali, a norma dell'articolo 3, comma 5, del decreto-legge 13 agosto 2011,

Dettagli

Oggi parliamo di. INPS MESSAGGIO N. 3695 DEL 1 MARZO 2013 N 11/2013 COEFFICIENTE ISTAT PER T.F.R. MESE DI FEBBRAIO 2013

Oggi parliamo di. INPS MESSAGGIO N. 3695 DEL 1 MARZO 2013 N 11/2013 COEFFICIENTE ISTAT PER T.F.R. MESE DI FEBBRAIO 2013 N 11/2013 18 Marzo 2013 (*) Gentili Colleghe e Cari Colleghi, nell ambito di questa nuova iniziativa editoriale di comunicazione e di immagine, ma pur sempre collegata alla instancabile attività di informazione

Dettagli

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

Mediazione Civile & Commerciale. Studio Legale MM & PARTNERS. Viale Majno,7 20122, Milano Tel. 02/76280777 02/76280776 Fax.

Mediazione Civile & Commerciale. Studio Legale MM & PARTNERS. Viale Majno,7 20122, Milano Tel. 02/76280777 02/76280776 Fax. Studio Legale MM & PARTNERS Viale Majno,7 20122, Milano Tel. 02/76280777 02/76280776 Fax. 02/76407336 Mediazione Civile & Commerciale Avv. Maria Sorbini m.sorbini@mmjus.it INDICE: 1. DOPO UN TORMENTATO

Dettagli

Aste immobiliari, dalle banche mutui ad hoc per liberarsi del mattone pignorato

Aste immobiliari, dalle banche mutui ad hoc per liberarsi del mattone pignorato Aste immobiliari, dalle banche mutui ad hoc per liberarsi del mattone pignorato Creato il 07 agosto 2014 da Robertoborz Dopo il prestito vitalizio studiato per gli over 65, arrivano anche i mutui ad hoc

Dettagli

LE FORME GIURIDICHE. IL LAVORO IMPRENDITORIALE (Art. 2082 cod. Civ.)

LE FORME GIURIDICHE. IL LAVORO IMPRENDITORIALE (Art. 2082 cod. Civ.) LE FORME GIURIDICHE Per Forma giuridica si intende la tipologia giuridica del soggetto cui farà capo l attività e le norme ad essa conseguenti. IL LAVORO IMPRENDITORIALE (Art. 2082 cod. Civ.) Il Codice

Dettagli

DIRETTORE DELL AGENZIA

DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/4791 Approvazione dei modelli 730, 730-1,730-2 per il sostituto d imposta, 730-2 per il CAF e per il professionista abilitato, 730-3, 730-4, 730-4 integrativo, con le relative istruzioni, nonché

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PEZZELLA, BRIGUGLIO, GIULIO CONTI, BELLOTTI. Disciplina della professione di investigatore privato

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PEZZELLA, BRIGUGLIO, GIULIO CONTI, BELLOTTI. Disciplina della professione di investigatore privato Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 677 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PEZZELLA, BRIGUGLIO, GIULIO CONTI, BELLOTTI Disciplina della professione di investigatore

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DOTTORI COMMERCIALISTI CONSIGLIO NAZIONALE RAGIONIERI COMMERCIALISTI. Osservazioni e note sul

CONSIGLIO NAZIONALE DOTTORI COMMERCIALISTI CONSIGLIO NAZIONALE RAGIONIERI COMMERCIALISTI. Osservazioni e note sul CONSIGLIO NAZIONALE DOTTORI COMMERCIALISTI CONSIGLIO NAZIONALE RAGIONIERI COMMERCIALISTI Osservazioni e note sul D.L. 4 luglio 2006, n. 223 Disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale, per

Dettagli

Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti

Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti Per la riforma dell articolo 18 il governo Monti potrebbe seguire il modello tedesco: si tratterebbe, scrive il Corriere della Sera,

Dettagli

LO SAPEVATE CHE...? DDL "CONCORRENZA": MEGLIO PREPARARSI

LO SAPEVATE CHE...? DDL CONCORRENZA: MEGLIO PREPARARSI LO SAPEVATE CHE...? DDL "CONCORRENZA": MEGLIO PREPARARSI Dopo una pausa nella pubblicazione del nostro mensile, dovuta alle modifiche legislative che hanno assorbito tutto il personale del Fondo, torniamo

Dettagli

Relazione sul tirocinio ex art. 73 D.L. 69/2013(convertito con legge 9 agosto 2013, n. 98) Introduzione

Relazione sul tirocinio ex art. 73 D.L. 69/2013(convertito con legge 9 agosto 2013, n. 98) Introduzione Relazione sul tirocinio ex art. 73 D.L. 69/2013(convertito con legge 9 agosto 2013, n. 98) Introduzione L articolo 73 del D.L. 69/2013 (convertito con legge 9 agosto 2013, n. 98), modificato dagli articoli

Dettagli

L UTILIZZO DI DATI E NOTIZIE ACQUISITI NEL CORSO DELLE INDAGINI. INTERFERENZE TRA INDAGINI FINANZIARIE IN SEDE AMMINISTRATIVA E IN SEDE PENALE

L UTILIZZO DI DATI E NOTIZIE ACQUISITI NEL CORSO DELLE INDAGINI. INTERFERENZE TRA INDAGINI FINANZIARIE IN SEDE AMMINISTRATIVA E IN SEDE PENALE Seminario di formazione LE INDAGINI FINANZIARIE Milano, 1 luglio 2008 L UTILIZZO DI DATI E NOTIZIE ACQUISITI NEL CORSO DELLE INDAGINI. INTERFERENZE TRA INDAGINI FINANZIARIE IN SEDE AMMINISTRATIVA E IN

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE Il PCT nel decreto legge 24 giugno 2014, n. 90 (Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l efficienza degli uffici giudiziari) Sommario: 1. Premessa. 2. Entrata in vigore

Dettagli

DL SEMPLIFICAZIONI FISCALI N.16/2012

DL SEMPLIFICAZIONI FISCALI N.16/2012 DL SEMPLIFICAZIONI FISCALI N.16/2012 DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI SEMPLIFICAZIONI TRIBUTARIE, DI EFFICIENTAMENTO E POTENZIAMENTO DELL ACCERTAMENTO Il 24 febbraio 2012 il Consiglio dei Ministri ha

Dettagli

IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE

IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE SCHEDA Il Codice è il risultato di oltre due anni di lavoro, di continue interazioni con tutti i livelli istituzionali, con le Regioni e le Autonomie Locali. È stato

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli

La Cgil, pur non condividendo le Linee Guida ha dichiarato che parteciperà al tavolo di confronto allargato sulla riforma del modello contrattuale.

La Cgil, pur non condividendo le Linee Guida ha dichiarato che parteciperà al tavolo di confronto allargato sulla riforma del modello contrattuale. LA RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE: IL DOCUMENTO SULLE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE SOTTOSCRITTO DA CISL, UIL E CONFINDUSTRIA La riforma del modello contrattuale La

Dettagli

STATUTO 13 marzo 2012

STATUTO 13 marzo 2012 STATUTO 13 marzo 2012 TITOLO I COSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ E SUOI SCOPI ART. 1 Denominazione È costituita una Società per azioni denominata: COMPAGNIA ASSICURATRICE LINEAR S.p.A.. La Società potrà anche

Dettagli

Parte I Normativa sui compensi dell avvocato

Parte I Normativa sui compensi dell avvocato Parte I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 10 marzo 2014, n. 55. Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense ai sensi dell art.13,

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Studi Abilitazione all insegnamento delle discipline giuridiche ed economiche (classe di concorso A019) nelle scuole superiori conseguita a seguito di concorso ordinario presso

Dettagli

D. LGS. C.P.S. 13 SETTEMBRE 1946, N. 233

D. LGS. C.P.S. 13 SETTEMBRE 1946, N. 233 D. LGS. C.P.S. 13 SETTEMBRE 1946, N. 233 RICOSTITUZIONE DEGLI ORDINI DELLE PROFESSIONI SANITARIE E PER LA DISCIPLINA DELL'ESERCIZIO DELLE PROFESSIONI STESSE. CAPO I - DEGLI ORDINI E DEI COLLEGI PROVINCIALI

Dettagli

sono entrati in vigore il 23 agosto 2012. Legge 31 dicembre 2012, n. 247, Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense

sono entrati in vigore il 23 agosto 2012. Legge 31 dicembre 2012, n. 247, Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense Egregio Collega, il tuo quesito, in buona sostanza, è il seguente: In base alla normativa vigente, sono ripetibili dal soccombente le spese generali e/o forfettarie non liquidate dal Giudice nella sentenza?

Dettagli