L ecommerce B2c in Italia: alle Dot Com la metà del mercato Risultati 2006 dell'osservatorio B2c

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L ecommerce B2c in Italia: alle Dot Com la metà del mercato Risultati 2006 dell'osservatorio B2c"

Transcript

1 L ecommerce B2c in Italia: alle Dot Com la metà del mercato Risultati 2006 dell'osservatorio B2c Giugno 2006

2 Copyright 2006 Netcomm & Politecnico di Milano - Dipartimento di Ingegneria Gestionale Collana Quaderni AIP Registrazione n. 433 del 29 giugno Tribunale di Milano Direttore Responsabile: Umberto Bertelé Impostazione grafica: Stefano Erba

3 Indice pagina Prefazione di Roberto Liscia 3 Introduzione di Umberto Bertelè e Andrea Rangone 4 Executive Summary di Alessandro Perego e Giovanni Toletti 5 1. Il mercato 6 La dinamica delle vendite 6 I principali comparti merceologici 6 Il numero ed il valore degli ordini 8 La concentrazione 10 Multicanale e Pure Player 11 Imprese tradizionali e Dot Com 13 I mercati di sbocco 13 Le modalità di pagamento I principali comparti 16 Turismo 17 Informatica ed elettronica di consumo 23 Assicurazioni 27 Abbigliamento 30 Editoria, musica e audiovisivi 33 Grocery 36 Altri settori Lo scenario internazionale: cenni 43 Gli USA 43 L Europa Occidentale 44 Nota Metodologica 46 L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO 1

4

5 Prefazione Netcomm, il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano, nato alla fine del 2005 con il patrocinio di Aitech-Assinform, l Associazione nazionale, aderente a Confindustria, delle principali imprese operanti nei settori dell informatica, delle telecomunicazioni e dei contenuti multimediali, presenta il Rapporto 2006 dell Osservatorio permanente sull ecommerce B2c in Italia promosso insieme alla School of Management del Politecnico di Milano. La collaborazione tra Netcomm e la School of Management consente al Consorzio di misurare e parametrizzare il mercato italiano del commercio elettronico, fornendo agli addetti ai lavori un panorama dettagliato e approfondito. La capillarità e la profondità dell indagine, svolta con grande attenzione dai ricercatori del Politecnico che dal 2000 analizzano questo mercato e condivisa dal gruppo di lavoro Netcomm-School of Management, permettono infatti di poter valutare i fattori di successo e le criticità di questo comparto e di poter promuovere azioni e iniziative, anche istituzionali, che ne favoriscano un ulteriore crescita. Infatti l'ecommerce riveste oggi un ruolo importante nel processo innovativo del nostro sistema Paese e la sua crescita costante ormai da oltre un quinquennio ne conferma la dinamicità ed il trend positivo. L obiettivo che si pone Netcomm è quello di agevolare questa crescita agendo in diverse direzioni: stimolare la collaborazione delle imprese e degli imprenditori del settore, rappresentandoli nei rapporti con le istituzioni a livello nazionale, comunitario ed internazionale; promuovere, autonomamente o in collaborazione, tutte le iniziative che possono contribuire alla conoscenza e alla diffusione delle tematiche, dei servizi e delle tecnologie connesse al commercio elettronico; operare a favore del settore in termini di: aspetti legali e fiscali, diritto di autore, sicurezza e quant'altro faciliti lo sviluppo di un mercato digitale; operare presso i media per una corretta comunicazione sulle tematiche del settore; definire modalità di riconoscimento alla qualità dei servizi offerti dagli operatori ecommerce. Netcomm, insieme alla School of Management del Politecnico di Milano, intende accompagnare e favorire lo sviluppo di questo mercato. Roberto Liscia Presidente Netcomm L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO 3

6 Introduzione Siamo giunti al sesto Rapporto dell Osservatorio permanente sull ecommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano in collaborazione, da quest anno, con Netcomm, il consorzio dell ecommerce italiano. Assistiamo anche quest anno ad un ulteriore balzo in avanti di questo settore più 45% che dovrebbe portare il mercato a superare nel 2006 i 4 miliardi di : una cifra che inizia ad essere considerevole in termini assoluti, anche se ancora piccola dal punto di vista dell incidenza percentuale sul totale mercato retail italiano. In relazione a questa cifra, vogliamo porre l attenzione, in questa breve introduzione, su tre aspetti che ci sembrano interessanti: la metà abbondante del mercato è appannaggio degli operatori cosiddetti Dot Com, nati appositamente per operare solo sul canale Internet; i tre quarti del mercato sono concentrati nelle mani dei 20 operatori top; solo un sesto del mercato anche se in aumento rispetto al 2005 deriva dalla vendite fatte sui mercati esteri. Questi dati ci fanno ben vedere il futuro: ci sembra di poter cogliere prospettive di crescita notevoli, legate soprattutto ad un più massivo ma soprattutto sapiente ingresso da parte delle imprese più tradizionali, magari anche sfruttando gli operatori specializzati in questo canale. Umberto Bertelè Andrea Rangone 4 L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO

7 Executive Summary Continua la crescita dell ecommerce B2c italiano che nel 2006 varrà oltre 4 miliardi di con un incremento rispetto al 2005 del 45% circa. È oramai il sesto anno consecutivo di crescita superiore al 40%. In termini di penetrazione, pur rappresentando nel complesso ancora meno dell 1% del valore dei beni e servizi acquistati dai consumatori finali, l ecommerce vale per alcune categorie merceologiche i biglietti, i viaggi, le RC Auto, i prodotti di informatica ed elettronica di consumo, i libri ed i dvd diversi punti percentuali delle vendite al dettaglio. Il comparto del Turismo si conferma leader, con un transato di oltre 1,7 miliardi di e una crescita coerente con quella del mercato. Per la prima volta dal 2000 non riesce tuttavia ad incrementare il suo peso sul mercato complessivo che rimane stabile al 43%. Cresce l importanza dell Informatica ed elettronica di consumo che, nel 2006, supererà le Assicurazioni posizionandosi al secondo posto con un transato che supererà i 420 (11% del mercato). Crescono bene anche l Abbigliamento e l Editoria, musica e audiovisivi, mentre per il Grocery sembra profilarsi una situazione di stallo. Aumenta molto il peso della categoria Altro, in particolare per l ottimo andamento delle vendite c2c su ebay. Alessandro Perego L incremento del transato è dovuto al notevole aumento del numero degli ordini anche se, in molti casi, questo incremento è accompagnato da una leggera riduzione del valore medio dello scontrino che ne limita in qualche misura l impatto. Considerando solo i principali comparti Turismo, Informatica ed elettronica, Assicurazioni, Abbigliamento, Editoria e Grocery nel 2006 si evaderanno quasi 16 milioni di ordini, il 55% in più rispetto al 2005, con un valore medio dello scontrino di poco superiore ai 180. Continua a crescere il grado di concentrazione del mercato con i primi 20 operatori che arriveranno a rappresentare alla fine del 2006 il 75% dell ecommerce italiano. Il fenomeno risulta ancora più evidente considerando i singoli comparti in cui si assiste, pur con qualche significativa eccezione, ad una crescita a due velocità con i leader che trainano e i follower che arrancano. Le motivazioni di questo andamento possono essere cercate, da un lato, come ripetiamo da anni, nei vantaggi competitivi ormai acquisiti dai top player e, dall altro, nell assenza di nuove iniziative di un certo rilievo che si affacciano sul canale online con il giusto commitment e con delle idee di business vincenti. Prosegue in modo assai deciso la crescita degli operatori Pure Player che chiuderanno il 2006 con oltre il 52% del mercato (contro il 44% dell anno scorso) grazie agli ottimi risultati di una serie di iniziative tra cui ebay, le principali agenzie di viaggio online (edreams, Expedia e lastminute.com), i portali di hotel (Venere) e alcuni dei leader dei principali comparti come Yoox ed Ibs.it. Nel 2006 si assiste ad una inversione di tendenza della propensione all export delle imprese italiane. Le vendite all estero dovrebbero infatti raggiungere il 16% del valore complessivo del mercato rispetto al 13% circa registrato nel 2005 lasciando intravedere ulteriori interessanti possibilità di sviluppo oltre confine. A nostro modo di vedere le vendite all estero potrebbero dare nuova linfa vitale all ecommerce B2c italiano, facendo leva sul prestigio, la qualità e l originalità del made in Italy. Pur con forti differenze tra comparto e comparto la modalità di pagamento più diffusa risulta essere la carta di credito (utilizzata per circa il 70% degli acquisti) seguita da Paypal, bonifico bancario e contrassegno. Giovanni Toletti L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO 5

8 1. Il mercato La dinamica delle vendite 1 Tale valore misura le (i) vendite (ii) di prodotti e servizi (iii) effettuate via Internet (iv) esclusivamente da siti italiani (v) verso i consumatori finali (sia italiani che stranieri). Per approfondimenti si faccia riferimento alla nota metodologica Il mercato italiano dell ecommerce B2c oltrepasserà nel 2006 quota 4 miliardi di 1, con un incremento rispetto al 2005 del 45% circa, sostanzialmente in linea con il tasso di crescita registrato nel 2005 (cfr. Figura 1.1). È oramai il sesto anno consecutivo di crescita superiore al 40%. Tre sono a nostro modo di vedere le principali determinanti di questo risultato. In primis, la crescita del Turismo, abbondantemente superiore al 40%, in secondo luogo la crescita delle transazioni su ebay, nell intorno dell 80% circa, ed infine le buone prestazioni dei settori che vendono prodotti, con l Abbigliamento e l Informatica ed elettronica di consumo che hanno tassi prossimi al 40%. In termini di penetrazione, pur rappresentando nel complesso ancora meno dell 1% del valore dei beni e servizi acquistati dai consumatori finali, l ecommerce vale per alcune categorie merceologiche i biglietti, i viaggi, le RC Auto, i prodotti di informatica ed elettronica di consumo, i libri ed i dvd diversi punti percentuali delle vendite al dettaglio. Fig. 1.1 La dinamica del mercato ( ) +45% +42% +72% % tasso medio annuo % * * 2006: dati di preconsutivo I principali comparti merceologici La distribuzione delle vendite per comparto merceologico (cfr. Figure 1.2 e 1.3) conferma anche nel 2006 il Turismo al primo posto con il 43% del mercato (quota di fatto invariata rispetto al 2005) ed un transato di circa Di tutti i comparti è quello che più contribuisce alla crescita complessiva dell ecommerce B2c con circa 500 su un totale di quasi Prosegue anche nel 2006 la riduzione del tasso di crescita (da +52% annuo nel 2005 a +44% nel 2006), ma in maniera meno marcata rispetto al biennio precedente in cui si era passati da un +150% del 2004 ad 6 L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO

9 Capitolo 1. Il mercato un +52% nel Il progressivo rallentamento della crescita va messo in relazione con il raggiungimento di un elevato tasso di penetrazione sul totale retail (dal 5% del 2005 al 7% del 2006), non troppo discosto da quello tipico dei principali paesi occidentali. Nello specifico, la crescita più sostenuta (tasso prossimo al 75% circa) è legata alla prenotazione di hotel, grazie soprattutto agli ottimi risultati dei leader (Venere in primis). L Informatica ed elettronica di consumo è il secondo settore a valore. Nel 2006 supererà i 420 milioni di, con una crescita superiore al 30%. Le Assicurazioni online, pur riducendo nel 2006 il loro peso al di sotto del 10% dell ecommerce, dimostrano uno stato di salute più che soddisfacente se confrontato con il mercato offline. La riduzione dei prezzi delle principali assicurazioni tradizionali ha per altro ridotto il differenziale di prezzo tra il canale diretto e gli altri canali. Abbigliamento ed Editoria confermano anche nel 2006 una quota pari al 3% ciascuno, con una crescita in linea a quella dell intero mercato online e un valore assoluto superiore in entrambi i casi ai 110. Questi risultati sono però frutto di dinamiche diverse. Se nell Abbigliamento quasi tutte le principali iniziative stanno ottenendo degli ottimi risultati, nell Editoria sono principalmente i leader a trascinare il comparto. Il settore Grocery rimane di fatto stazionario in termini assoluti, e quindi in termini relativi il suo peso passa dal 2% all 1%. La crescita di alcuni operatori è stata infatti compensata da un significativo ridimensionamento di altri che ha portato, in alcuni casi, alla chiusura. Gli altri settori (alimentare non grocery, oggetti artigianali e artistici, ricariche telefoniche e cellulari, prevendite biglietti, auto e moto, piante e fiori, ecc.) hanno aumentato il loro peso in misura significativa passando dal 26% al 30%. Il peso più rilevante ed anche il più elevato tasso di crescita, 80% circa, è legato alle vendite c2c (consumer to consumer) su ebay 2. In seconda posizione le ricariche telefoniche e poi il ticketing, inteso come biglietteria per eventi, che cresce in linea con il mercato complessivo. La vendita di servizi per la prima volta negli ultimi cinque anni diminuisce il suo peso a favore dei prodotti, passando dal 63% nel 2005 al 60% nel In questa dinamica, gioca un ruolo significativo la crescita di ebay, dove la vendita di servizi è assolutamente marginale rispetto alla vendita di prodotti, ed il rallentamento della vendita online di assicurazioni e, in parte, anche di ricariche telefoniche. 2 Le vendite dei sitinegozio ospitati su ebay verso i consumatori sono state allocate sui rispettivi settori merceologici, agendo ebay in questo caso come un mall, mentre le vendite dirette tra consumatori sono state considerate nella categoria Altro, essendo in questo caso il modello di ebay del tutto particolare e non riconducibile al modello degli altri siti ,5% % % % % % Altro (prevendita biglietti, ricariche telefoniche, collezionismo, preziosi, auto-moto, fiori, ecc.) Fig. 1.2 La distribuzione delle vendite per comparto ( ) 0,5% 2% 7% 9% 3% 5% 4% 20% 4% 3% 4% 18% 3% 3% 3% 14% 12% 2% 3% 3% 12% 11% 1% Grocery 3% Abbigliamento 3% Editoria, Mus. e Audio 9% Assicurazioni 11% Informatica ed Elettronica 31% 15% 14% 19% 17% 27% 40% 43% 43% Turismo * * 2006: dati di preconsutivo L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO 7

10 Capitolo 1. Il mercato Fig. 1.3 La dinamica del mercato per comparto ( ) Altro (prevendita biglietti, ricariche telefoniche, collezionismo, preziosi, auto-moto, fiori, ecc.) Grocery Abbigliamento Editoria, Mus. e Audio Assicurazioni Informatica ed Elettronica Turismo * * 2006: dati di preconsutivo Il numero ed il valore degli ordini Oltre al valore dell ecommerce è interessante analizzare il numero di ordini complessivo e la loro ripartizione per settore. Nel 2006 saranno complessivamente evasi circa 52 milioni di ordini, il 70% dei quali appartenenti alla categoria Altro ed il 30% alle principali categorie merceologiche considerate, con un valore medio dell ordine pari quindi a circa 80. Per una analisi più dettagliata abbiamo preferito però escludere nel seguito della trattazione la quota di ordini relativi alla categoria Altro in quanto comprensiva di una pletora di comparti e microcomparti per cui i dati sul numero di ordini e sul valore medio sono di difficile interpretazione. Escludendo quindi la categoria Altro, nel 2006 si evaderanno circa 16 milioni di ordini, il 55% in più rispetto al 2005, con un valore medio dello scontrino di poco superiore ai 180, in calo di oltre il 10% rispetto all anno precedente (cfr. Figure 1.4 e 1.5). Se da una lato questi dati sono esplicativi della crescita dell ecommerce B2c, dall altro evidenziano un aumento della complessità di gestione. L effetto congiunto dell incremento del numero di ordini e della riduzione dello scontrino medio genera infatti un aumento della complessità delle attività e di quei costi che hanno come driver il numero di ordini (costi logistici in primis). Oltre la metà degli ordini dell intero mercato online è da ricondursi al comparto del Turismo, quasi 9 milioni nel 2006 (cfr. Figura 1.4). Considerando anche l Editoria, musica ed audiovisivi e l Informatica ed elettronica di consumo, con circa 2,5 milioni di ordini ciascuno, si comprendono l 87% degli ordini online nel 2006, sempre escludendo gli ordini nella categoria Altro. Da sottolineare in particolare il ruolo dell Editoria che a valore rappresenta il 3% dell ecommerce complessivo (oltre il 4% non considerando la categoria altro), mentre quadruplica il suo peso se consideriamo il numero di ordini evasi. Assicurazioni, Abbigliamento e Grocery evaderanno complessivamente nel 2006 i restanti 2 milioni di ordini. 8 L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO

11 Capitolo 1. Il mercato Il valore medio degli ordini è molto variabile da comparto a comparto (cfr. Figura 1.5). Si va dai circa 440 nelle Assicurazioni ai 45 nell Editoria. Nel Turismo il valore medio dell ordine è prossimo ai 180, come media tra la vendita di viaggi (compresi tra i 400 e i 500 a ordine) e la vendita di prenotazioni alberghiere e biglietti con valori decisamente più bassi (in alcuni casi abbondantemente sotto i 100 a ordine in media). Anche l Informatica ed elettronica di consumo è caratterizzata da uno scontrino medio tutto sommato elevato, ma che si prevede in calo di circa il 15% nell anno in corso: da oltre 200 nel 2005 si passerà a circa 180 nel 2006, prevalentemente a causa dell incremento nella vendita di consumabili e accessori. Fig % 15,8 milioni 0,45 0,7 0,9 Grocery Abbigliamento Assicurazioni La dinamica del numero di ordini per comparto ( ) 10,2 milioni 0,45 0,5 0,75 2,5 2,5 Informatica ed Elettronica Editoria, Mus. e Aud. 1,56 1,64 8,75 Turismo 5, * Dati in milioni * 2006: dati di preconsutivo Fig. 1.5 Il valore medio degli ordine ( ) Valore medio dell ordine esclusa la categoria Altro (2005) (2006) Assicurazioni Turismo Informatica ed Elettronica Abbigliamento Grocery Editoria, Mus. e Aud. L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO 9

12 Capitolo 1. Il mercato La concentrazione L analisi del grado di concentrazione conferma come i primi 20 player del mercato italiano stiano crescendo con un tasso superiore rispetto ai concorrenti. La quota di mercato dei primi venti operatori raggiungerà a fine 2006 il 75%, leggermente incrementata rispetto allo scorso anno (cfr. Figura 1.6). Il fenomeno risulta particolarmente evidente quando si analizzano i singoli comparti (cfr. Capitolo 2), dove si nota spesso una crescita più accentuata per i leader rispetto a tutti gli altri operatori. A nostro parere le ragioni della crescita della concentrazione sono essenzialmente due. In primis, come detto da tempo, ci sono gli indubbi vantaggi competitivi ormai acquisiti dai leader (notorietà e affidabilità dell iniziativa, qualità percepita, know how specifico, ecc.). In secondo luogo, a parte qualche eccezione (ad esempio Monclick), va segnalata l assenza di nuove iniziative di un certo rilievo che si affacciano sul canale online con il giusto commitment (in termini di investimenti) e con delle idee di business vincenti (capaci di fornire degli elementi di differenziazione rispetto alla concorrenza). Per vendere online è necessario sia credere fortemente nelle potenzialità del canale che trovare la ricetta giusta a seconda del comparto merceologico di appartenenza. Se è abbastanza comprensibile l elevata criticità di identificare il modello vincente, è invece difficilmente giustificabile la poca fiducia nel canale online da parte di numerose imprese legate al canale offline, sia produttrici (ad esempio le grandi case di moda) che commerciali (ad esempio la distribuzione moderna) quando Internet sembra avere dato ormai prova delle sue potenzialità. L elenco dei top 20 include quindici aziende fornitrici di servizi, di cui nove appartenenti al comparto del Turismo, cinque al settore assicurativo e una alla categoria Altro (ricariche telefoniche). Delle rimanenti cinque iniziative, due appartengono al comparto dell Informatica ed elettronica di consumo, una a quello dell Abbigliamento, una al settore Grocery ed una alla categoria Altro (ebay). È inoltre interessante evidenziare l eterogeneità delle prime 20 iniziative di ecommerce italiane, a testimonianza del fatto che sono molteplici i modelli di successo. Si va dalle Dot Com Pure player di successo come (ebay, Venere, Expedia, Yoox, lastminute.com, edreams) alle aziende tradizionali che, credendo fortemente nel canale online, hanno puntato in maniera efficace sull ecommerce (Alitalia, Trenitalia, Mediaworld, Vodafone, Esselunga), fino alle aziende che, pur essendo un emanazione di importanti compagnie tradizionali, hanno raggiunto il successo soprattutto grazie all online (di fatto tutte le compagnie assicurative dirette). Fig. 1.6 La concentrazione del mercato complessivo ( ) 36% 30% 29% 28% 25% Altri 64% 70% 71% 72% 75% Top * * 2006: dati di preconsutivo Anche nel 2006 sono le Assicurazioni ed il Grocery i due comparti con il più alto grado di concentrazione, rispettivamente il 97% e l 86% del transato del settore nelle mani dei Top 5 (cfr. Figura 10 L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO

13 Capitolo 1. Il mercato 1.7). Al terzo posto troviamo la categoria Altro, con l 84%, dove spiccano ebay ed i principali o- peratori di telecomunicazioni. L Informatica ed elettronica di consumo rimane il comparto più frammentato, con una quota dei top 5 pari al 36% nel 2006 (contro il 44% del 2005), anche grazie alla notevole dinamicità legata all ingresso di nuovi player (ad esempio Monclick) ed alla buona crescita di altri operatori che nel 2005 non comparivano ai primissimi posti (ad esempio Bow.it). Fig % 3% 14% 16% 19% L asse orizzontale misura l incidenza percentuale delle vendite sui singoli settori merceologici. La concentrazione nei diversi comparti (2006) 29% 47% Altri operatori 97% 86% 84% 81% 64% 71% 53% 36% Top 5 0% Assicurazioni 9% 1% Grocery 30% Altro * 3% Abbigliamento 3% Editoria, Mus. e Audio 43% Turismo 11% Informatica ed Elettronica * Altro: prevendita biglietti, ricariche telefoniche, collezionismo, preziosi, auto-moto, fiori, ecc. Multicanale e Pure Player Prosegue la crescita degli operatori Pure Player che chiuderanno il 2006 con oltre il 52% del mercato (cfr. Figura 1.8), superando così per la prima volta gli operatori Multicanale, grazie agli ottimi risultati di una serie di iniziative tra cui ebay, le principali agenzie di viaggio online (edreams, Expedia e lastminute.com), i portali di hotel (Venere) e alcuni dei leader dei principali comparti come Yoox ed Ibs.it. Tra i Multicanale perde sensibilmente quota la categoria degli operatori a distanza, a causa della crescita blanda delle Assicurazioni e dei risultati non ancora entusiasmanti delle low cost italiane, anche a valle delle vicende di Volareweb. Mantengono pressoché invariato il loro peso gli operatori compositi, grazie prevalentemente ad una crescita in linea con quella del mercato (ed in alcuni casi anche superiore) di tutte le principali compagnie di trasporto tradizionali (sia aeree che ferroviarie). Infine prosegue il trend negativo degli operatori store-based, che ormai prosegue dal 2002, e che non avrà mutazioni di rotta fin tanto che i principali operatori della distribuzione rimarranno alla finestra. A giudicare da questi numeri, i risultati migliori in termini di crescita li sta ottenendo o chi è stato davvero motivato ad utilizzare Internet perché vi ha riconosciuto un canale potente su cui basare interamente la propria attività i Pure Player o chi ha scelto l online a complemento di tutti gli altri canali i Multicanale convinto di poterne sfruttare al meglio le sinergie. Chi invece ha affiancato alla propria attività tradizionale anche la vendita online solamente per te- L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO 11

14 Capitolo 1. Il mercato starne le potenzialità o per un effetto moda sta ottenendo dei risultati non particolarmente incoraggianti e l effetto ovvio è una disincentivazione di ulteriori investimenti sul canale. Fig. 1.8 La distribuzione delle vendite tra operatori Multicanale e Pure Player 6% 35% 9% 24% 13% 18% 17% 16% 17% 13% Composito Store Totale Multi-Canale 47,5% ( ) 22% 31% 34% 23% 17% Distanza 37% 36% 35% 44% 53% Pure Player * * 2006: dati di preconsutivo Anche il 2006 non sembra portare, a meno di qualche sorpresa nella seconda parte dell anno, la tanto attesa ed auspicata discesa in campo della grande distribuzione. Nel food (cfr. Figura 1.9) si sono invece verificate alcune chiusure eccellenti (Iovorrei e Pamacasa) con una conseguente riduzione della percentuale degli operatori che hanno attivato un iniziativa di ecommerce, scesa dal 20% al 17%. Anche quest anno i pochi segnali positivi arrivano dal non food (cfr. Figura 1.10) dove si segnala l ingresso di alcuni nuovi entranti prevalentemente nel comparto dell informatica ed elettronica di consumo (ad esempio Euronics e Eldo). Fig. 1.9 La presenza online degli ope- 23% 20% 11% 11% Nessuna Presenza ratori della distribuzione moderna in ambito food 57% 60% 69% 72% Istituzionale ( ) 20% 20% 20% 17% ecommerce * * 2006: dati di preconsutivo Fig La presenza online degli ope- 33% 27% 20% 18% Nessuna Presenza ratori della distribuzione moderna in ambito non 51% 57% 61% 60% Istituzionale food ( ) 16% 16% 19% 22% ecommerce * * 2006: dati di preconsutivo 12 L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO

15 Capitolo 1. Il mercato Imprese tradizionali e Dot Com È interessante anche analizzare la distribuzione delle vendite in funzione della tipologia di impresa (Figura 1.11), distinguendo tra Dot Com e Imprese Tradizionali e queste ultime tra imprese commerciali (di prodotti o servizi), imprese che producono servizi e imprese produttrici (di prodotti). Continuano a crescere anche nel 2006 le Dot Com che chiuderanno l anno con il 50% del mercato online complessivo a discapito soprattutto delle imprese produttrici di servizi. Le ragioni di una crescita tanto accentuata nell ultimo biennio sono riconducibili da una parte alle ottime prestazioni di molti operatori Pure Player, come evidenziato in precedenza (nei fatti la grande maggioranza delle Dot Com sono anche Pure Player e viceversa) e dall altra alle prestazioni non esaltanti degli operatori a distanza (in primis assicurazioni e compagnie aeree low cost). Sembrano tenere le imprese tradizionali commerciali che, grazie agli ottimi risultati di operatori come Monclick e Ibs.it, anche nel 2006 dovrebbero chiudere con il 9% del mercato complessivo. Perdono invece peso le imprese tradizionali produttrici che passano dal 4% al 3% del mercato totale. A fronte di alcuni operatori che crescono con tassi interessanti soprattutto nell abbigliamento (ad esempio Glamonweb o Mandarina Duck) vi sono aziende che fanno registrare incrementi molto inferiori alla media dell intero canale. 11% 14% 41% 8% 9% 47% 4% 10% 51% 4% 9% 44% 3% 9% 38% Trad. produttrice Trad. commerciale Trad. servizi Totale imprese tradizionali 50% Fig La distribuzione delle vendite tra imprese Tradizionali e Dot Com ( ) 34% 36% 35% 43% 50% Dot Com * * 2006: dati di preconsutivo I mercati di sbocco Le vendite all estero oltrepasseranno nel 2006 quota 650 con una crescita dell 80% rispetto al 2005, quando il loro valore era di poco inferiore ai 370. Le vendite oltre confine crescono quindi ad un tasso quasi doppio rispetto all ecommerce B2c italiano e arriveranno nel 2006 a pesare il 16% sul valore complessivo del mercato (cfr. Figura 1.12). A nostro modo di vedere le vendite all estero sono, e saranno sempre più in prospettiva, uno degli elementi propulsori all e- Commerce B2c italiano, facendo leva sul prestigio, la qualità e l originalità del made in Italy. Proprio facendo leva sul made in Italy il comparto dell Abbigliamento (a onor del vero gran parte della crescita è imputabile a Yoox) ha aumentato il peso delle vendite all estero dal 52% al 66% (cfr. Figura 1.13), soprattutto in Paesi extra UE (ad esempio USA e Giappone). Anche il Turismo ha fatto registrare una buona progressione delle vendite oltre confine, grazie soprattutto alla crescita rilevante dei portali di hotel, particolarmente apprezzati dai clienti stranieri. Nell Editoria, in aggiunta alle vendite all estero di libri e pellicole in italiano, si segnala una significativa esportazione di figurine, che ha evidentemente beneficiato dei campionati mondiali di calcio e dell esclusiva che Panini L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO 13

16 Capitolo 1. Il mercato ha a livello mondiale. Nella categoria Altro, le vendite all estero, sostanzialmente invariate rispetto al 2005, sono imputabili sia ai principali operatori di ticketing online che ad alcune iniziative riconducibili al made in Italy, quali ad esempio i rivenditori di prodotti tipici, di fiori o di preziosi. Le Assicurazioni e il Grocery per vincoli di carattere legislativo o per la focalizzazione geografica dell - offerta generano strutturalmente il 100% del loro fatturato in Italia. Gli operatori di dimensioni contenute che offrono prodotti potenzialmente molto interessanti per mercati stranieri, come testimoniano le molte richieste ricevute, si trovano ad affrontare la criticità dei costi di consegna elevati. Vendere all estero vuol dire anche predisporre in alcuni casi una struttura commerciale e logistica in grado di supportare il processo di consegna della merce tentando di ridurne al massimo i costi. È evidente, però, che prima di giustificare strutture dedicate in altri Paesi è necessario raggiungere una massa critica rilevante. Fig La distribuzione delle vendite sulla base del mercato 20% 16% 12% 13% 16% Estero di sbocco ( ) 80% 84% 88% 87% 84% Italia * * 2006: dati di preconsutivo Fig La distribuzione L asse orizzontale misura l incidenza percentuale delle vendite sui singoli settori merceologici. delle vendite sulla base del mercato 100% di sbocco nei diversi comparti Italia 34% (2006) 71% 92% 94% 98% 100% 100% Estero 66% 29% 0% 8% 6% 2% Abbigliamento 3% Turismo 43% 3% Editoria, Mus. e Aud. Altro * 30% Informatica ed Elettronica 11% 9% 1% Assicurazioni Grocery * Altro: prevendita biglietti, ricariche telefoniche, collezionismo, preziosi, auto-moto, fiori, ecc. 14 L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO

17 Capitolo 1. Il mercato Le modalità di pagamento Analizziamo infine le modalità di pagamento. Nel 2006, oltre il 70% degli acquisti online verrà realizzato con carta di credito, il 10% circa tramite Paypal (prevalentemente grazie all effetto ebay dove questa modalità di pagamento è largamente diffusa), il 9% mediante bonifico bancario, mentre solamente l 8% degli acquisti verrà pagato in contrassegno (cfr. Figura 1.14). Chiudono la classifica delle modalità di pagamento il finanziamento utilizzato prevalentemente nell Informatica ed elettronica di consumo e altre modalità, tipicamente il bollettino postale utilizzato prevalentemente nel comparto dell Editoria. Evidentemente i risultati appena riportati sono frutto di dinamiche molto diverse a seconda del comparto merceologico (cfr. Figura 1.15). Una distinzione di massima può essere fatta tra prodotti e servizi. Nell ambito dei prodotti il pagamento alla consegna ha ancora un ruolo di primaria importanza tanto da essere la modalità di pagamento più utilizzata nel Grocery e nell Informatica ed elettronica di consumo, rispettivamente con il 90% ed il 41% delle vendite o la seconda modalità più utilizzata nell Abbigliamento e nell Editoria musica ed audiovisivi, rispettivamente con il 29% ed il 28%. La carta di credito è particolarmente utilizzata nel comparto dell Abbigliamento, vista la forte presenza sul mercato internazionale degli operatori di ecommerce italiani (cfr. I mercati di sbocco). Nell ambito dei servizi la carta di credito è invece in assoluto il mezzo di pagamento più utilizzato: si utilizza per il 99% degli acquisti nel Turismo (spesso, a onor del vero, l unico mezzo di pagamento accettato dagli operatori) e per il 64% nelle Assicurazioni. 70% Carta di Credito 2% Altro 1% Finanziamento 8% Contrassegno 10% Paypal 9% Bonifico Bancario Fig La distribuzione delle vendite sulla base delle diverse modalità di pagamento (2006) 100% L asse orizzontale misura l incidenza percentuale delle vendite sui singoli settori merceologici. Altro Bonifico Bancario Fig La distribuzione delle vendite sulla base delle diverse modalità di pagamento nei diversi comparti (2006) 99% 65% Finanziamento Contrassegno Paypal 64% Carta di Credito 50% 47% 34% 0% 43% 3% 9% 30% 3% 11% 10% 1% Turismo Abbigliamento Assicurazioni Altro * Editoria Elettronica e Informatica Grocery * Altro: prevendita biglietti, ricariche telefoniche, collezionismo, preziosi, auto-moto, fiori, ecc. L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO 15

18 2. I principali comparti In questo capitolo si analizzeranno più in dettaglio i principali comparti in cui è rilevante l ecommerce B2c in Italia (come evidenziato nel Capitolo 1) con l intento, da un lato, di approfondire i numeri caratteristici di ognuno di essi e, dall altro, di identificare i principali modelli di business e le prospettive per il futuro. La Figura 2.1 mappa i principali comparti sulla base del totale delle vendite al dettaglio nel comparto (misura della dimensione potenziale del mercato) e del tasso di penetrazione dell ecommerce sul totale delle vendite al dettaglio nel comparto mettendo inoltre in evidenza le dimensioni complessive delle vendite online (proporzionali all area del cerchio) negli anni 2005 e Fig. 2.1 L incidenza dell ecommerce B2c ed il mercato potenziale nei principali comparti ( ) Valore delle vendite al dettaglio (miliardi di ) < Grocery Abbigliamento Assicurazioni * Editoria, Mus, e Aud Turismo Informatica ed Elettronica ,01% - 0,1% 0,1% - 1% 1% - 4% 4% - 7% Tasso di penetrazione dell ecommerce B2c * Relativo al valore del solo mercato RC auto In generale si nota un basso tasso di penetrazione dell ecommerce B2c sul totale delle vendite al dettaglio, con qualche eccezione. Il Turismo infatti ha ormai raggiunto un tasso di penetrazione pari al 7% (era il 5% nel 2005) che inizia ad avvicinarsi ai livelli raggiunti negli altri Paesi del mondo occidentale. È poi superiore al 3% la penetrazione nell Informatica ed elettronica di consumo. Sono più ridotti, ma comunque interessanti, i tassi di penetrazione in altri due comparti, Editoria, musica e audiovisivi con circa il 2,7% e Assicurazioni in cui, riferendosi al solo mercato dell RC Auto, si raggiunge il 2%. Molto più bassa è invece la penetrazione nell Abbigliamento e nel Grocery che rimangono abbondantemente al di sotto del punto percentuale. 16 L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO

19 Nel seguito saranno approfonditi alcuni dei principali comparti, nello specifico: Turismo; Informatica ed elettronica di consumo; Assicurazioni; Editoria, musica e audiovisivi; Abbigliamento; Grocery. Nella parte finale si esamineranno, seppur sinteticamente, le principali iniziative all interno della macrocategoria Altro. Turismo Il Turismo si conferma ancora come il settore più rilevante in Italia con un transato complessivo per il 2006 stimato in oltre 1,7 miliardi di, pari al 43% del totale ecommerce. Il suo tasso di crescita è quest anno in leggero calo e allineato con il tasso di crescita complessivo (+44% rispetto al 2005 a fronte del +52% del 2004/05 e addirittura del +150% del 2003/04). 43% Peso del comparto Fig. 2.2 L ecommerce B2c nel comparto del Turismo Tipologia di canali Pure Player 2 canali Composito Portali di hotel Agenzie online Agenzie tradizionali multicanale Compagnie di trasporto tradizionali Compagnie di trasporto low cost Valore del mercato % Dot Com Trad. comm. Trad. prod. Tipologia di impresa Crescita inferiore alla media del comparto Crescita in linea con la media del comparto Crescita superiore alla media del comparto Anche dal punto di vista degli ordini registrati il Turismo si conferma al primo posto con oltre 8,5 milioni di acquisti nel 2006, ben il 55% degli ordini emessi, se escludiamo la categoria Altro. L incremento rispetto allo scorso anno, quando si raggiunsero i 5,3 milioni di ordini, si prospetta particolarmente significativo, ma dovrebbe essere accompagnato da una riduzione dello scontrino medio che ne bilancia, in parte, l effetto. Il settore turismo è caratterizzato da tre grandi famiglie di prodotti : i biglietti per i trasporti (soprattutto aerei, ma anche ferroviari), le prenotazioni alberghiere e i viaggi. I biglietti rimangono ampiamente il prodotto più importante nel Turismo online con vendite che dovrebbero superare, nel corso del 2006, il miliardo di, con un peso sul totale del settore leggermente inferiore al 60%. Nonostante la notevole crescita (+70%) delle vendite online di Trenitalia che, con l ampliamento del servizio ticketless, si conferma una best practice europea, rimane predo- L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO 17

20 minante in questo comparto il contributo del trasporto aereo grazie alla presenza di numerose compagnie aeree sia tradizionali che low cost che investono molto sul canale online. Soprattutto le compagnie aeree tradizionali si stanno impegnando per trasferire quote significative delle loro vendite verso l online in modo da sfruttare l economicità di questo canale di distribuzione che può consentire di tagliare i costi di emissione del biglietto anche dell 80%. È opportuno sottolineare come il mercato italiano dei biglietti di trasporto potrebbe essere ancora più significativo se si contassero i numerosi player internazionali (primo fra tutti RyanAir) che, pur non avendo una presenza societaria italiana (e i cui dati quindi non vengono inclusi nel rapporto), movimentano un numero molto alto di passeggerei generando transati particolarmente rilevanti. La crescita prevista nel 2006 per la vendita online di biglietti è leggermente inferiore a quella del Turismo nel complesso attestandosi intorno al 40%, su valori analoghi a quelli fatti registrare l anno scorso. I siti di intermediazione (come ad esempio Expedia, edreams o Volagratis.it) giocano un ruolo sempre più rilevante nello sviluppo delle vendite di biglietti, incrementando il loro transato oltre la media del comparto e dimostrando come sia sempre più importante per il cliente Internet, spesso particolarmente price sensitive, poter comparare i prezzi e valutare più offerte. Per il secondo anno consecutivo le prenotazioni alberghiere trainano la crescita del Turismo con un incremento stimato rispetto al 2005 di oltre il 70% ed un peso sul totale del settore che dovrebbe raggiungere il 30%. Per i prossimi anni è ragionevole attendersi un ulteriore sviluppo di questo fenomeno data l attrattività del comparto delle prenotazioni alberghiere, grazie ai margini molto più elevati rispetto a quelli garantiti dalla sola vendita di biglietti per il trasporto. La percentuale di alberghi prenotabili via web, nonostante i decisi passi avanti fatti negli ultimi anni, rimane comunque inferiore a quella che si riscontra negli altri paesi occidentali. I vincoli che, ancora oggi, limitano lo sviluppo delle prenotazioni alberghiere a tassi ancora più elevati sembrano essere essenzialmente di natura tecnologica: non esiste ancora ad esempio uno standard nel software di interfaccia tra hotel e portali. Gli operatori del settore stanno dunque investendo molto in tecnologia per offrire agli hotel le condizioni ideali per affacciarsi in rete. Il comparto delle prenotazioni alberghiere è estremamente concentrato con Venere.com che consolida la propria posizione di leadership e con il suo principale antagonista, Expedia, che, pur non riuscendo a ripetere l eccezionale performance del 2005 (quando aveva più che triplicato le vendite) mantiene un tasso di crescita molto elevato. Va comunque sottolineato che alcuni tour operator tradizionali, quali ad esempio Boscolo Tours con il portale Travelante, iniziano a giocare la loro partita. Analizzando i modelli di business che caratterizzano il settore si notano tre logiche distinte. Da un lato c è il modello, adottato ad esempio da Venere.com, di pura intermediazione dove all hotel viene lasciata la gestione del prezzo della camera. C è poi il modello merchant, utilizzato ad esempio da Expedia, dove il portale applica un mark up al prezzo stabilito dall albergo. Infine alcuni operatori, quale ad esempio Octopus Travel, adottano un modello di business simile a quello dei Tour Operator classici che consiste nell acquisire prenotazioni in strutture alberghiere con grande anticipo di tempo, per poi rivenderli sfruttando i canali diretti al pubblico, garantendo ai clienti oltre alla disponibilità della camera, anche prezzi vantaggiosi grazie allo sfruttamento di economie di scala nel processo di approvvigionamento. Completa il settore del Turismo il micro-comparto dei viaggi per cui si prevede una crescita più modesta (+16% rispetto al 2005) che porterà ad una ulteriore riduzione del peso dei viaggi sul Turismo in generale (dal 13% del 2005 al l 11% del 2006). La motivazione di questo andamento va in parte ricercata nel fatto che i viaggi sono un servizio più complesso rispetto a biglietti e alle prenotazioni alberghiere. Vi sono quindi alcuni fattori che frenano la vendita di viaggi online, dalla diffidenza dei consumatori verso l acquisto online di servizi costosi, ai bassi fidi consentiti in Italia dalle carte di credito, fino all utilizzo di Internet più come strumento di comparazione finalizzando invece in agenzia l acquisto. Un fattore propulsivo importante potrà essere l ingresso nel settore dei tour operator tradizionali ad affiancare le Dot Com che attualmente dominano il mercato (come lastminute.com, edreams ed Opodo). 18 L ecommerce B2C IN ITALIA: ALLE DOT COM LA METÀ DEL MERCATO

L ecommerce B2c in Italia: si può fare di più

L ecommerce B2c in Italia: si può fare di più L ecommerce B2c in Italia: si può fare di più Risultati della Ricerca 2007 dell Osservatorio B2c Netcomm - School of Management del Politecnico di Milano Giugno 2007 Prefazione Netcomm, Consorzio del Commercio

Dettagli

A cura di Manuela De Carlo e Silvia Canali Università IULM

A cura di Manuela De Carlo e Silvia Canali Università IULM A cura di Manuela De Carlo e Silvia Canali Università IULM L obiettivo dell overview è quello di fornire agli operatori un quadro d insieme sui principali cambiamenti avvenuti nel settore dei viaggi d

Dettagli

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014 L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014 Osservatorio ecommerce B2c Netcomm - School of Management Politecnico di Milano 20 Maggio 2014 L Osservatorio ecommerce B2c L Osservatorio ecommerce

Dettagli

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2015

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2015 L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2015 Osservatorio ecommerce B2c Netcomm - School of Management Politecnico di Milano L Osservatorio ecommerce B2c L Osservatorio ecommerce B2c nasce

Dettagli

L'eCommerce B2c in Italia, gli strumenti di pagamento e le frodi

L'eCommerce B2c in Italia, gli strumenti di pagamento e le frodi L'eCommerce B2c in Italia, gli strumenti di pagamento e le frodi Riccardo Mangiaracina Responsabile Osservatorio ecommerce B2c School of Management Politecnico di Milano Le prime stime per il 2012 La dinamica

Dettagli

E-Commerce. Commerce, vendere sul web. Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano. stefano.mainetti@polimi.it. Trento, 4 marzo 2010

E-Commerce. Commerce, vendere sul web. Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano. stefano.mainetti@polimi.it. Trento, 4 marzo 2010 E-Commerce Commerce, vendere sul web Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano stefano.mainetti@polimi.it Trento, 4 marzo 2010 E-Commerce Commerce: una definizione Il termine e-commerce indica

Dettagli

L ECOMMERCE B2C IN ITALIA:

L ECOMMERCE B2C IN ITALIA: L ECOMMERCE B2C IN ITALIA: UNA CRESCITA A DUE VELOCITÀ 1.159 Milioni di euro +63% 711 Milioni di euro 343 Milioni di euro 2000 2002 2003 con il supporto di Confronta e compra in più di 1000 siti OSSERVATORIO

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

INDICE. 1. Agenzia di viaggi leader nel Sud Europa

INDICE. 1. Agenzia di viaggi leader nel Sud Europa INDICE 1. Agenzia di viaggi leader nel Sud Europa 2. Una storia di successo 3. Valori che fanno la differenza Prezzo Servizio clienti Sicurezza degli acquisti Facilità e flessibilità Innovazione e tecnologia

Dettagli

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it Smartphone e Tablet hanno registrato tassi di crescita in termini di acquisti turistici pari rispettivamente al 70% e al 20%. Credit: Sony Xperia Cresce il turismo in Italia, giunto ormai nel 2015 a un

Dettagli

TENDENZE GENERALI DI SPESA

TENDENZE GENERALI DI SPESA Dicembre 2009 I SEMESTRE 2009: SI E TOCCATO IL FONDO? Uvet American Express I DATI PIÙ SIGNIFICATIVI DEL 1 SEMESTRE 2009 TREND DI SPESA BIGLIETTERIA AEREA Diminuzione delle spese di viaggio Continua a

Dettagli

Booking di destinazione con interfaccia PMS - Booking Engine - Channel Manager - Communicator

Booking di destinazione con interfaccia PMS - Booking Engine - Channel Manager - Communicator Booking di destinazione con interfaccia PMS - Booking Engine - Channel Manager - Communicator Azienda ericsoft nasce nel 1995 con l obiettivo di migliorare le performance delle strutture ricettive. In

Dettagli

Web Communication Strategies

Web Communication Strategies Web Communication Strategies The internet is becoming the town square for the global village of tomorrow. Bill Gates 1 ottobre 2013 Camera di Commercio di Torino Barbara Monacelli barbara.monacelli@polito.it

Dettagli

IL NETWORK ACI TRAVEL VENTURA

IL NETWORK ACI TRAVEL VENTURA IL NETWORK ACI TRAVEL VENTURA Ventura: un identità distintiva per un partner affidabile STORIA Il gruppo Ventura opera nel settore travel da oltre 25 anni. PROFESSIONALITÀ Il gruppo Ventura può contare

Dettagli

La competitività delle imprese turistiche italiane: caratteristiche e dinamiche evolutive

La competitività delle imprese turistiche italiane: caratteristiche e dinamiche evolutive La competitività delle imprese turistiche italiane: caratteristiche e dinamiche evolutive Prof. Antonello Garzoni Preside Facoltà di Economia Università LUM Jean Monnet di Casamassima (Bari) Direttore

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli

La caratteristica vincente di un prodotto ad alto contenuto tecnologico

La caratteristica vincente di un prodotto ad alto contenuto tecnologico 03 tecnologie IMP 258->276 def 23-11-2007 11:16 Pagina 258 TECNOLOGIE POLIEDRICI e INFORMATICI SELF BOOKING TOOL COME L E-TRAVEL MANAGEMENT DI AMADEUS AMPLIANO LE POTENZIALITÀ DELLE ADV SPECIALIZZATE IN

Dettagli

Il programma. Elementi di e-commerce. Cosa è il commercio elettronico per le imprese e per le persone fisiche

Il programma. Elementi di e-commerce. Cosa è il commercio elettronico per le imprese e per le persone fisiche Il programma Elementi di e-commerce un punto di vista aziendale 1^ giornata: definizioni, scenario e introduzione all e-commerce 2^ giornata: i progetti B2B e B2C 3^ giornata: case history B2B e B2C e-commerce

Dettagli

Axioma Business Consultant Program

Axioma Business Consultant Program Axioma Business Consultant Program L esclusivo programma Axioma riservato a Consulenti di Direzione, Organizzazione e Gestione Aziendale Le nostre soluzioni, il tuo valore Axioma da 25 anni è partner di

Dettagli

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi ALESSANDRO TORTELLI Direttore Centro Studi Turistici Firenze Via Piemonte 7

Dettagli

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Maggio 2015 L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Presentazione Rapporto UNIDI definitivo sul mercato 2013 e stima 2014 Il progetto KEY-STONE Presentazione rapporto sul periodo

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

Questo meraviglioso mondo chiamato. Ecommerce

Questo meraviglioso mondo chiamato. Ecommerce Questo meraviglioso mondo chiamato Ecommerce LO SCENARIO La clientela esiste? SHOPPING ONLINE: diamo i numeri - la crescita degli acquisti online in Italia Crescita acquisti online in Italia: anno 2011

Dettagli

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA E x e c u t i v e s u m m a r y L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA La fotografia La rilevanza del comparto. L industria dell olio di oliva in senso stretto contribuisce per il 3,5% al fatturato complessivo

Dettagli

CARTE 2012 Roma - Palazzo dei Congressi 15/16 Novembre. Roberto liscia Presidente Netcomm

CARTE 2012 Roma - Palazzo dei Congressi 15/16 Novembre. Roberto liscia Presidente Netcomm CARTE 2012 Roma - Palazzo dei Congressi 15/16 Novembre Roberto liscia Presidente Netcomm Milano, 15/11/2012 SEGMENTI DI ACQUIRENTI ONLINE NELL UTENZA INTERNET AGGIORNAMENTO: OTTOBRE 2012 Totale campione

Dettagli

SdHotel Consulting di Santagapita Daniel Via Stranghe 13 39041 Brennero (BZ) Italia mobile +39 3406444757 fax +39 0472766522 mail:

SdHotel Consulting di Santagapita Daniel Via Stranghe 13 39041 Brennero (BZ) Italia mobile +39 3406444757 fax +39 0472766522 mail: CONTENUTO DEL DOCUMENTO 1. Presentazione 2. La Nostra Missione 3. Perché affidarsi ad Sd hotel? 4. 5 motivi per scegliere Sd hotel 5. I Nostri Partner 6. I Nostri Servizi a) Attivazione e Gestione Portali

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.12 Raggiungere

Dettagli

EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX. Evoluzione degli acquisti online degli italiani. Una ricerca di Human Highway www.humanhighway.

EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX. Evoluzione degli acquisti online degli italiani. Una ricerca di Human Highway www.humanhighway. EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX Evoluzione degli acquisti online degli italiani Una ricerca di Human Highway www.humanhighway.it NET RETAIL Alcuni indicatori del fenomeno in Italia 16,9 milioni

Dettagli

L ecommerce B2c e la multicanalità

L ecommerce B2c e la multicanalità L ecommerce B2c e la multicanalità Osservatorio ecommerce B2c Netcomm - School of Management Politecnico di Milano 27 Marzo 2014 Agenda L ecommerce B2c L approccio multicanale L Osservatorio Innovazione

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

TRENITALIA PARTNER GLOBALE PER LE AGENZIE DI VIAGGIO E TOUR OPERATOR

TRENITALIA PARTNER GLOBALE PER LE AGENZIE DI VIAGGIO E TOUR OPERATOR TRENITALIA PARTNER GLOBALE PER LE AGENZIE DI VIAGGIO E TOUR OPERATOR Napoli, 5 aprile 2013 Trenitalia, da semplice vettore ferroviario, è ormai diventato un partner a tutto tondo che concorre allo sviluppo

Dettagli

Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa

Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa I comportamenti in evoluzione dei clienti assicurativi Milano, 11 ottobre 2012 Uno scenario complesso La grande depressione

Dettagli

IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B. Settembre 2014

IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B. Settembre 2014 IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B Settembre 2014 INDICE 1- Il mercato turistico: ieri ed oggi 2- Il comportamento del turista 3- Le opportunità 4- Gli strumenti

Dettagli

IL FUTURO. DELLA DISTRIBUZIONE nel turismo. II Edizione

IL FUTURO. DELLA DISTRIBUZIONE nel turismo. II Edizione DELLA DISTRIBUZIONE nel turismo II Edizione 3 2 chi siamo p 3 l' INDAGINE p 4 SCENARIO p 6 LA VENDITA previsioni CONCLUSIONI p14 p20 p24 3 Chi siamo AIGO è una società di consulenza in marketing e comunicazione

Dettagli

Ecommerce, opportunità digitale per aziende e consumatori. Roberto liscia Presidente Netcomm

Ecommerce, opportunità digitale per aziende e consumatori. Roberto liscia Presidente Netcomm Ecommerce, opportunità digitale per aziende e consumatori Roberto liscia Presidente Netcomm 10-11 Ottobre 2012 SOCI Le attività del Consorzio Netcomm ATTIVITÀ DI LOBBYNG RICERCHE NETWORKING AREA BLOG WORKSHOP

Dettagli

Ma che prezzo ha il libro

Ma che prezzo ha il libro Ma che prezzo ha il libro Più Libri Più Liberi Roma, 7 dicembre 2009 Alcuni dati di scenario: Gli acquirenti online in Europa: Italia 11%, Francia 40%, Germania 53% media europea 32% (sul totale della

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3%

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3% Milano, 11 novembre 2015 TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3% Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione

Dettagli

Come farsi strada nel mondo digitale: web marketing, SEO e SEM, e altri strumenti evoluti

Come farsi strada nel mondo digitale: web marketing, SEO e SEM, e altri strumenti evoluti Come farsi strada nel mondo digitale: web marketing, SEO e SEM, e altri strumenti evoluti Adriano Meloni managing director Sunrise Travel mar 31 marzo / mer 1 e gio 2 aprile ABSTRACT Per un agenzia di

Dettagli

L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013

L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013 L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013 Misurare in tempo reale la competitività della destinazione Puglia e monitorare le variazioni quali/quantitative dei flussi turistici

Dettagli

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it CHI SIAMO C.I.M. non è un comune consorzio ma una società consortile creata dopo approfonditi studi ed esperienze maturate da un gruppo di specialisti in grado di operare in molte aree geografiche del

Dettagli

L E-commerce per le imprese umbre: Nuove opportunità di vendita in Italia e nel Mondo

L E-commerce per le imprese umbre: Nuove opportunità di vendita in Italia e nel Mondo L E-commerce per le imprese umbre: Nuove opportunità di vendita in Italia e nel Mondo Giulio Finzi Segretario Generale Netcomm Perugia- 15 Dicembre 2011 La nostra missione è contribuire allo sviluppo dell

Dettagli

Agli italiani piace l ecommerce via Smartphone: +100% nel 2014

Agli italiani piace l ecommerce via Smartphone: +100% nel 2014 Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano - Netcomm www.osservatori.net COMUNICATO STAMPA Osservatorio ecommerce B2c Continua la crescita dell ecommerce B2c in Italia: +17% nel 2014 e il

Dettagli

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE 48 4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE Il basso livello dei tassi d interesse che caratterizza ormai da parecchi anni i mercati finanziari in Italia e nel mondo sembra avere determinato una riduzione

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC INCONTRO 31 GENNAIO 2012 TRA ASSTEL E SLC-CGIL, FISTEL-CISL E UILCOM-UIL SUL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO Sviluppo e

Dettagli

OECD Communications Outlook 2009. Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009. Summary in Italian. Sintesi in italiano

OECD Communications Outlook 2009. Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009. Summary in Italian. Sintesi in italiano OECD Communications Outlook 2009 Summary in Italian Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009 Sintesi in italiano Questa decima edizione delle Prospettive biennali delle Comunicazioni dell OCSE evidenzia

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO

CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO Settembre 2003 INDICE PRESENTAZIONE DELL'OSSERVATORIO...pag. 1 EXECUTIVE SUMMARY... 3 Capitolo 1 STATO ED EVOLUZIONE DEL MERCATO...7

Dettagli

L ecommerce B2c in Italia: riprende la crescita! Rapporto 2010 Osservatorio ecommerce B2c. In collaborazione con

L ecommerce B2c in Italia: riprende la crescita! Rapporto 2010 Osservatorio ecommerce B2c. In collaborazione con L ecommerce B2c in Italia: riprende la crescita! Rapporto 2010 Osservatorio ecommerce B2c In collaborazione con Novembre 2010 Copyright e utilizzo dei contenuti I Report non potranno essere oggetto di

Dettagli

Retail & Consumer Summit 2011

Retail & Consumer Summit 2011 www.pwc.com/it Retail & Consumer Summit 2011 La gestione della discontinuità e del cambiamento: sfide e opportunità 11 ottobre 2011 1 1 Discontinuità nei consumi: come sta cambiando il comportamento d

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Riminifiera Sala Diotallevi 1 11 ottobre 2014

Riminifiera Sala Diotallevi 1 11 ottobre 2014 Riminifiera Sala Diotallevi 1 11 ottobre 2014 Il tema digital marketing l insieme di tecniche manageriali pensate ad hoc per comprendere ed affrontare con successo il mondo digitale. Alle 4 P tradizionali

Dettagli

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso Elaborazioni dai dati ufficiali 2009-2010 Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso - Osservatorio Turistico Provinciale - I flussi turistici nei primi mesi del 2010 ARRIVI Valori Assoluti

Dettagli

Obiettivi della lezione

Obiettivi della lezione E-Commerce Obiettivi della lezione E-commerce in Italia Le tipologie di e-commerce Un confronto tra imprese tradizionali e pure player Le strategie bricks and clicks attraverso l analisi di alcuni casi

Dettagli

Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE

Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE SPECIALE Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA PREMI E UN RISULTATO NETTO DI SETTORE CHE PASSA DA UNA PERDITA COMPLESSIVA DI OLTRE 18 MILIONI DI EURO DEL

Dettagli

EXPO Una vetrina sul mondo Gli strumenti di Intesa Sanpaolo per le imprese: Il portale «Created in Italia» e «Candida la tua impresa»

EXPO Una vetrina sul mondo Gli strumenti di Intesa Sanpaolo per le imprese: Il portale «Created in Italia» e «Candida la tua impresa» EXPO Una vetrina sul mondo Gli strumenti di Intesa Sanpaolo per le imprese: Il portale «Created in Italia» e «Candida la tua impresa» Forlì, 16 gennaio 2015 1 L Esposizione Universale Expo Milano 2015

Dettagli

Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock. Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane

Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock. Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane Napoli, 24/09/2014 2 ICE e MPMI: associazioni coinvolte nel progetto

Dettagli

BAROMETRO IPSOS - EUROP ASSISTANCE 2011

BAROMETRO IPSOS - EUROP ASSISTANCE 2011 BAROMETRO IPSOS - EUROP ASSISTANCE 2011 Gli europei e le vacanze estive: abitudini e tendenze Sintesi della ricerca Anche quest anno l Istituto di Ricerca IPSOS ha realizzato per conto di Europ Assistance

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO TECA DEL MEDITERRANEO

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO TECA DEL MEDITERRANEO Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO TECA DEL MEDITERRANEO Cap.12 Raggiungere nuovi clienti attraverso il marketing digitale

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

Creazione di valore. di Massimo Lazzari (*)

Creazione di valore. di Massimo Lazzari (*) Il settore delle telecom, tra crescita e creazione di valore di Massimo Lazzari (*) Prosegue con questo contributo il filone dedicato all analisi di una serie di settori industriali tipicamente Business

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle

Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle WHITE PAPER MARZO 2013 Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle modalità di contatto e interazione tra utente e azienda Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente

Dettagli

SCOPRI LA PROSSIMA APERTURA UNA. LA TUA.

SCOPRI LA PROSSIMA APERTURA UNA. LA TUA. UNA FRANCHISING SCOPRI LA PROSSIMA APERTURA UNA. LA TUA. FORMULA UNA Hotels & Resorts e UNAWAY Hotels sono marchi che contraddistinguono una catena alberghiera di proprietà completamente italiana che per

Dettagli

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO CARTELLA STAMPA di 0. INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE EXPLORA pag. 3 3. LA SUA IDENTITÀ pag. 3 4. MISSION pag. 4 5. APPROCCIO pag. 4 6. ELEMENTI DISTINTIVI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO- BICOCCA FACOLTA DI SOCIOLOGIA I TOUR OPERATOR

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO- BICOCCA FACOLTA DI SOCIOLOGIA I TOUR OPERATOR UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO- BICOCCA FACOLTA DI SOCIOLOGIA I TOUR OPERATOR I TOUR OPERATOR Riforma della legislazione nazionale del turismo 135/2001 (art. 2 e ss.) Le imprese che svolgono attività

Dettagli

#BTO2013. Revenue e Social. Un nuovo approccio alle vendite online BUY TOURISM ONLINE

#BTO2013. Revenue e Social. Un nuovo approccio alle vendite online BUY TOURISM ONLINE Revenue e Social Un nuovo approccio alle vendite online Il mercato turistico in Italia STATISTICHE E INFOGRAFICA 1 MLD di turisti in Italia nel 2012 54 MLN di turisti Italiani 5% Africa 5% Medio Oriente

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Osservatorio turistico della provincia di Pavia INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Settembre 2009 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi nove mesi del 2013

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi nove mesi del 2013 Milano, 13 novembre 2013 TOD S S.p.A. Solida crescita dei ricavi all estero (Greater China: +28%, Americhe: +14%). Confermata l ottima redditività del Gruppo (margine Ebitda: 26,5%). Aumentate le disponibilità

Dettagli

NET Retail: sono 200 milioni le transazioni online nel corso del 2014

NET Retail: sono 200 milioni le transazioni online nel corso del 2014 COMUNICATO STAMPA Il Net Retail cresce del 22% su base annuale, sono 11 milioni gli acquirenti online abituali (una volta al mese) e si colloca al 23,9% la quota di chi negli ultimi sei mesi ha fatto acquisti

Dettagli

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI settembre 2013 1. Il quadro macroeconomico In questa nota si procede all aggiornamento del quadro macroeconomico e si fornisce anche una nuova

Dettagli

OSSERVATORIO CONGRESSUALE ITALIANO

OSSERVATORIO CONGRESSUALE ITALIANO OSSERVATORIO CONGRESSUALE ITALIANO Il Sistema Congressuale Italiano nel primo semestre 2003 Copyright 2003 Convention Bureau della Riviera di Romagna Meeting e Congressi - Ediman Alma Mater Studiorum Università

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

Volagratis: un partner unico per poter offrire ai vostri clienti tutti i voli esistenti sul mercato

Volagratis: un partner unico per poter offrire ai vostri clienti tutti i voli esistenti sul mercato Volagratis: un partner unico per poter offrire ai vostri clienti tutti i voli esistenti sul mercato 1 La nostra soluzione 2 Le nostre proposte di comunicazione 1 CHI SIAMO Viaggiare ha un progetto altamente

Dettagli

L Agenzia turistica. Attività delle Agenzie turistiche. Le attività svolte dalle agenzie di viaggio possono essere analizzate secondo tre criteri.

L Agenzia turistica. Attività delle Agenzie turistiche. Le attività svolte dalle agenzie di viaggio possono essere analizzate secondo tre criteri. L Agenzia turistica L'agenzia di viaggi o agenzia di viaggi e turismo o agenzia turistica è una attività commerciale che offre servizi vari per chi si trovi ad effettuare un viaggio: dalla semplice emissione

Dettagli

Mada B2b (business to business) è l applicativo per siti on-line di distributori, gestisce la pre-vendita e la vendita con i rivenditori.

Mada B2b (business to business) è l applicativo per siti on-line di distributori, gestisce la pre-vendita e la vendita con i rivenditori. Mada B2b (business to business) è l applicativo per siti on-line di distributori, gestisce la pre-vendita e la vendita con i rivenditori. L applicazione WEB avrà un area riservata ai soli clienti, che

Dettagli

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA Ricavi totali: 23,9 miliardi, +6,0% ( 22,6 miliardi al 30.09.2014) Risultato

Dettagli

Store.Valtellina.it. Descrizione iniziativa

Store.Valtellina.it. Descrizione iniziativa Store.Valtellina.it Descrizione iniziativa Sondrio, 28 Maggio 2010 1 STORE.VALTELLINA.IT - INFORMATIVA ALLE IMPRESE 1.1 Introduzione Store.Valtellina.it nasce per promuovere i prodotti di eccellenza del

Dettagli

2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO

2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO CARTELLA STAMPA di 1. INDICE 2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 3. PERCHÉ NASCE EXPLORA pag. 3 4. LA SUA IDENTITÀ pag. 3 5. MISSION pag. 4 6. APPROCCIO pag. 4 7. ELEMENTI DISTINTIVI

Dettagli

TOD S S.p.A. Solida crescita del Gruppo nei primi nove mesi del 2012 ricavi: +7,3% (Tod s: +16,9%); il margine Ebitda sale al 26,6%

TOD S S.p.A. Solida crescita del Gruppo nei primi nove mesi del 2012 ricavi: +7,3% (Tod s: +16,9%); il margine Ebitda sale al 26,6% Milano, 13 novembre TOD S S.p.A. Solida crescita del Gruppo nei primi nove mesi del ricavi: +7,3% (Tod s: +16,9%); il margine Ebitda sale al 26,6% Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto

Dettagli

L equipaggio giusto per navigare lungo le rotte del commercio online. Venditori online per il B2B

L equipaggio giusto per navigare lungo le rotte del commercio online. Venditori online per il B2B L equipaggio giusto per navigare lungo le rotte del commercio online Venditori online per il B2B Indietro non si torna Secondo alcune autorevoli fonti, le Aziende non sono sempre state come le conosciamo

Dettagli

E-COMMERCE CONSUMER BEHAVIOUR REPORT 2012

E-COMMERCE CONSUMER BEHAVIOUR REPORT 2012 E-COMMERCE CONSUMER BEHAVIOUR REPORT 2012 PERCHÈ UNA RICERCA SULL E-COMMERCE? GLI OBIETTIVI DELL INDAGINE Perché gli utenti decidono di acquistare online? Che cosa acquistano? Attraverso quali canali?

Dettagli

SCHEDE MERCATO BRASILE

SCHEDE MERCATO BRASILE SCHEDE MERCATO BRASILE Dicembre 2011 in collaborazione con Sommario Quadro d insieme... 1 Il mercato turistico brasiliano... 3 Conclusioni... 11 Nota metodologica... 12 Quadro d insieme Caratteristiche

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE LA CONGIUNTURA ITALIANA 1 (aggiornata al 3 giugno 2015) IIL PRODOTTO IINTERNO LORDO IIL COMMERCIIO ESTERO DII BENII LA PRODUZIIONE IINDUSTRIIALE L IINFLAZIIONE IIL MERCATO DEL LAVORO 1 Il presente documento

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 Sommario Presentazione generale...3 1. LA QUALITA e IL MARCHIO OSPITALITA ITALIANA...4 1.1 Elementi base della qualità totale nelle

Dettagli

IL TURISMO COME DRIVER DELLA CRESCITA: successi e sfide per i prossimi anni. TTG INCONTRI - Fiera di Rimini - 8 Ottobre 2015 Sala Sisto Neri

IL TURISMO COME DRIVER DELLA CRESCITA: successi e sfide per i prossimi anni. TTG INCONTRI - Fiera di Rimini - 8 Ottobre 2015 Sala Sisto Neri IL TURISMO COME DRIVER DELLA CRESCITA: successi e sfide per i prossimi anni TTG INCONTRI - Fiera di Rimini - 8 Ottobre 2015 Sala Sisto Neri IL TURISMO E CAMBIATO Il tool di Amadeus permette di fare un

Dettagli

No Export..No Party!

No Export..No Party! I nuovi voucher per l internazionalizzazione e la figura del Temporary Export Manager No Export..No Party! Scegliere i mercati, pianificare e realizzare le azioni per rafforzare il business estero FAREXPORT

Dettagli

PERCHE CW CREIAMO VALORE PER LA VOSTRA AZIENDA

PERCHE CW CREIAMO VALORE PER LA VOSTRA AZIENDA CHI SIAMO Call World, business unit di GGF GROUP, è un contact center multicanale specializzato in servizi in outsourcing multilingua,, H24, 7*7, di direct marketing, Customer Care ed Indagini di Mercato.

Dettagli

Playing by the Rules: Optimizing Travel Policy and Compliance

Playing by the Rules: Optimizing Travel Policy and Compliance Playing by the Rules: Optimizing Travel Policy and Compliance A CWT White Paper Una panoramica sui temi della travel policy e compliance Carlson Wagonlit Travel (CWT), l azienda leader mondiale nel settore

Dettagli

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita In costante sviluppo, sempre pronta a cogliere le migliori opportunità offerte dal mercato, Holidaytravelpass si è presto consolidata anche come tour operator initalia

Dettagli

ASSOFIN - CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO

ASSOFIN - CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO ASSOFIN - CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO Settembre 2005 CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO INDICE PRESENTAZIONE DELL'OSSERVATORIO... EXECUTIVE SUMMARY... Capitolo

Dettagli

ALLEGATO A: BUSINESS PLAN SINTETICO 2011

ALLEGATO A: BUSINESS PLAN SINTETICO 2011 ALLEGATO A: BUSINESS PLAN SINTETICO 2011 PREMESSA IL QUADRO DI RIFERIMENTO La recessione mondiale che ha colpito l economia a partire dal 2008 non ha risparmiato il settore congressuale. Sebbene negli

Dettagli

EURONICS: IL NUOVO PORTALE ECOMMERCE FIRMATO REPLY

EURONICS: IL NUOVO PORTALE ECOMMERCE FIRMATO REPLY EURONICS: IL NUOVO PORTALE ECOMMERCE FIRMATO REPLY Per Euronics la scelta di intervenire radicalmente sul proprio portale web è frutto di un cambiamento che mette al centro il presidio delle tecnologie

Dettagli

2.5 Imprese, creatività e internazionalizzazione

2.5 Imprese, creatività e internazionalizzazione 2.5 Imprese, creatività e internazionalizzazione La creatività è uno dei principali driver della competitività del nostro sistema produttivo. Le imprese che investono in creatività e nelle capacità individuali

Dettagli

BUSSOLA TURISTICA MULTIMEDIALE

BUSSOLA TURISTICA MULTIMEDIALE CONFIDENZIALE BUSSOLA TURISTICA MULTIMEDIALE Una strategia basata sulle tecnologie multimediali emergenti per anticipare le nuove opportunità del mercato mondiale nel settore del Turismo. BTM (Bussola

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO GIUGNO 2005 NUMERO DICIOTTO CON DATI AGGIORNATI AL 31 DICEMBRE 2004 INDICE pag.5 PREMESSA TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO

Dettagli

Il nuovo Studio di Settore VG78U per le Agenzie di Viaggi ed i Tour Operator

Il nuovo Studio di Settore VG78U per le Agenzie di Viaggi ed i Tour Operator S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo Studio di Settore VG78U per le Agenzie di Viaggi ed i Tour Operator Pierluigi Fiorentino S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Le caratteristiche

Dettagli

Area TREND MERCATI TITOLO IL MERCATO DIGITALE ITALIANO NEL 2014 E IL TREND 2015. Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati Assinform.

Area TREND MERCATI TITOLO IL MERCATO DIGITALE ITALIANO NEL 2014 E IL TREND 2015. Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati Assinform. 12 Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati Assinform 2 12 Executive Summary (1) Nel 2014, il mercato digitale italiano nel suo complesso (contenuti e ADV on line, servizi di rete TLC, servizi ICT, software/soluzioni

Dettagli

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010 Giugno 2010 Premessa L obiettivo dell indagine è stato quello di registrare il sentire delle Aziende Italiane rispetto alla situazione economica attuale e soprattutto quali sono le aspettative per gli

Dettagli