I ricoveri nella Società della Salute della Zona Pisana

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I ricoveri nella Società della Salute della Zona Pisana"

Transcript

1 I ricoveri nella della La spesa per i ricoveri in Istituti Ospedalieri di cittadini residenti nei 9 Comuni della è stata pari a ,10 milioni di EURO per l anno 2004, per un totale di ricoveri e giorni di degenza (Fig. 1, 2, 3,). COMUNE IMPORTO G. DEGENZA NUMERO CALCI , CASCINA , FAUGLIA , LORENZANA , ORCIANO NO , , SAN GIULIANO TERME , , VICONO , Somma: , Fig. 1: ricoveri anno tabella riassuntiva della ripartizione di importi, n giorni degenza e n ricoveri per Comune di residenza (Dati USL5) N ricoveri di residenti dei Comuni della N ricoveri , , , , , , , , ,00 0, , , , , , ,00 CALCI CASCINA FAUGLIA LORENZANA ORCIANO NO SAN GIULIANO TERME VICONO COMUNE DI RESIDENZA Fig. 2: ricoveri anno istogramma con il n di ricoveri per Comune di residenza (Dati USL5) 1

2 N giorni di degenza di residenti dei Comuni della N GIORNI DEGENZA , , , , , ,00 0, , , , , , , , , CALCI CASCINA FAUGLIA LORENZANA ORCIANO NO SAN GIULIANO TERME COMUNE DI RESIDENZA VICONO Fig. 3: ricoveri anno istogramma con il n giorni degenza per Comune di Residenza. Il complessivo della spesa è attribuito per il 50% a ricoveri di residenti nel Comune di Pisa, per il 20% e 15% rispettivamente a residenti nei Comuni di Cascina e San Giuliano Terme ed il restante 15% tra gli altri 6 Comuni della Zona (Fig. 4). Distribuzione della spesa per i ricoveri per Comune di Residenza CALCI 15% 6% 4% 3% 20% CASCINA FAUGLIA 0% LORENZANA ORCIANO NO SAN GIULIANO TERME 50% VICONO Fig. 4: distribuzione della spesa per i ricoveri di residenti nei Comuni della anno 2004 (Dati USL5) Come si può notare dal confronto con i dati della figura n 5 (Fig. 5), la distribuzione della spesa è più o meno corrispondente al peso della popolazione di ogni Comune sul complessivo della Zona (dati comunali anno 2004), in genere leggermente inferiore; solo per il Comune di Pisa si segnala un carico di spesa ricoveri superiore di 3,55 punti percentuali rispetto all importanza della sua pop residente, il che potrebbe essere indicatore di problematicità legate alla pop anziana o di un uso 2

3 inappropriato del ricovero ospedaliero, dato anche dalla facilità di accesso per la presenza sul territorio degli ospedali dell A.O.P. e del CNR. 6,32 16,17 3,14 4,22 46,45 21,03 1,73 0,61 Legenda Popolazione dei Comuni (% su tot Zona) Dati_pop_zona_PERC.N8 0,31-1,00 1,01-5,00 5,01-10,00 10,01-20,00 20,01-50,00 50,01-80,00 0,31 Fig. 5: carta della distribuzione della popolazione residente nei 9 Comuni anno 2004 (Dati da fonti comunali). Guardando la distribuzione della spesa per tipologia (Fig. 6) si nota la grande spesa che comporta il ricovero ordinario, seguita da quello urgente; TIPOLOGIA IMPORTO Percentuale 0 Neonato alla nascita ,72 2,10% 1 Ricovero Ordinario ,75 66,65% 2 Ricovero Urgente ,39 30,59% 3 Ricovero in T.S.O ,00 0,17% 4 Ricovero in T.S.V ,97 0,0 5 Preospedalizzato ,27 0,48% 0 0,00% 3

4 Somma: ,10 Percentuale: 100,00% Fig. 6: ricoveri anno distribuzione della N ricoveri per tipologia di provenienza 9 Altro Cambio tipo ricovero 4 tipo provenienza 5 Trasf.Istit.privato acc 4 Trasfer. Istit.pubblico 3 Ricovero programmato 2 Inviato medico di base , ,00 1 Senza proposta sanitari 8.246,00 0 Neonato 1.588,00 0, , , , , , ,00 n ricoveri Importo ricoveri di neonati alla nascita per Presidio Ospedaliero 0% 13% PRESIDIO OSPEDALIERO DI MASSA E CARRARA PRESIDIO OSPEDALIERO VALLE DEL SERCHIO PRESIDIO OSPEDALIERO "FELICE LOTTI" OSPEDALE CECINA OSPEDALE LIVORNO OSPEDALE VERSILIA AZIENDA OSPEDALIERA NA 80% SPEDALI RIUNITI AZIENDA OSPEDALIERA CAREGGI Altre AZIENDE (sotto i 5000 EURO di spesa) 4

5 Importo ricoveri ordinari per Presidio Ospedaliero 4% 6% 6% 2% 2% 2% PRESIDIO OSPEDALIERO PIANA DI LUCCA PRESIDIO OSPEDALIERO "FELICE LOTTI" OSPEDALE LIVORNO SPDC NO OSPEDALE VERSILIA AZIENDA OSPEDALIERA NA FONDAZIONE STELLA MARIS 75% AZIENDA ENTE DI RICERCA CREAS IFC-CNR AUXILIUM VITAE VOLTERRA SPA Altre AZIENDE (sotto i EURO di spesa) Importo ricoveri urgenti per Presidio Ospedaliero 3% 2% 0% 8% PRESIDIO OSPEDALIERO DI MASSA E CARRARA PRESIDIO OSPEDALIERO PIANA DI LUCCA PRESIDIO OSPEDALIERO "FELICE LOTTI" OSPEDALE LIVORNO SPDC NO OSPEDALE VERSILIA AZIENDA OSPEDALIERA NA SPEDALI RIUNITI 82% AZIENDA ENTE DI RICERCA CREAS IFC-CNR Altre AZIENDE (sotto i EURO di spesa) 5

6 Importo ricoveri in T.S.O. per Presidio Ospedaliero 4% SPDC NO AZIENDA OSPEDALIERA NA 96% Importo ricoveri in T.S.V. per Presidio Ospedaliero 26% PRESIDIO OSPEDALIERO "FELICE LOTTI" 43% AZIENDA OSPEDALIERA NA AZIENDA OSPEDALIERA MEYER 6

7 Importo ricoveri preospedalizzati per Presidio Ospedaliero ,02; 29% ,08; 18% CASA DI CURA VILLA SANTA CHIARA CASA DI CURA SUORE DELL'ADDOLORATA ,85; 27% ,91; 12% ,41; 14% PRESIDIO OSPEDALIERO PIANA DI LUCCA PRESIDIO OSP. ZONA VALDARNO INFERIORE Altre AZIENDE (sotto i EURO di spesa) Importo dei Ricoveri per neonati per Comune di Residenza 16% 7% 5% 5% 2 2% CALCI CASCINA FAUGLIA ORCIANO NO LORENZANA SAN GIULIANO TERME VICONO 42% 7

8 Importo dei Ricoveri ordinari per Comune di Residenza 15% CALCI 20% 6% 4% CASCINA FAUGLIA 0% ORCIANO NO LORENZANA SAN GIULIANO TERME VICONO 3% 50% Importo dei Ricoveri urgenti per Comune di Residenza 3% 14% 20% 0% 5% 4% CALCI CASCINA FAUGLIA ORCIANO NO LORENZANA SAN GIULIANO TERME VICONO 52% 8

9 Importo dei Ricoveri in T.S.O. per Comune di Residenza 18% 17% CASCINA 13% SAN GIULIANO TERME 52% Importo dei Ricoveri in T.S.V. per Comune di Residenza 3% 26% VICONO 7 9

10 Importo dei Ricoveri preospedalizzati per Comune di Residenza 5% 5% 7% 16% 26% 0% CALCI CASCINA LORENZANA SAN GIULIANO TERME VICONO 4 10

11 2.2.1 Assorbimento della spesa per ricoveri per fasce di età (anno 2004) Nei grafici seguenti sono riportati gli importi di spesa assorbiti dai residenti dei Comuni della della, distribuiti su tre fasce di età significative: Anziani (>= di 65 anni) Minorenni (< di 18 anni) Adulti (> di 17 e < di 65 anni) Gli stessi importi sono visualizzati anche in forma percentuale, con un ulteriore sguardo per i singoli Comuni alle fasce di età dei minori di 15 anni e delle persone in età lavorativa (> 14 e > di 65 anni) rispetto alla popolazione anziana. Da questo livello base di statistica descrittiva emergono comunque delle caratteristiche interessanti, che possono essere messe in relazione soprattutto con i trend demografici segnalati nel capitolo dedicato di questo Profilo di Salute. In particolare si segnala l alta percentuale di assorbimento della spesa per anziani nel Comune di Cascina, pari al 75% del totale, rispetto ad un livello generale che oscilla tra il 44 e il 55%; anche il Comune di Lorenzana presenta un assorbimento pari al 6. Nel caso del Comune di Cascina le voci di spesa maggiori sono i DRG per interventi su articolazioni maggiori e reimpianti di arti inferiori, interventi su colon e chemioterapie, mentre per Lorenzana le tipologie sono più numerose, dalle chemio per leucemia alle tracheotomie e interventi per neoplasie dell apparato digerente. Per quanto riguarda la fascia dei minori di 18 e/o di 15 anni, la voce maggiore di spesa corrisponde al DRG per la nascita di neonato completamente sano, con le eccezioni di Orciano, dove è bassissimo l importo e di Fauglia, dove non è registrata questa voce di spesa. Sempre Fauglia ha la percentuale più bassa di spesa per i minori di 18 e di 15 anni pari rispettivamente al 3,06% e all 1,72%, mentre la più alta è del Comune di Orciano con il 15,22% e il 13,38%. Per la fascia degli Adulti e delle persone in età lavorativa si distingue sempre Cascina per la percentuale più bassa di assorbimento della spesa complessiva, pari al 21,25 e 21,78%. In generale i principali DRG per la fascia di età lavorativa sono trapianti, chemioterapie, interventi su valvole cardiache, interventi per traumatismi e sempre su articolazioni maggiori e reimpianti di arti. 11

12 Spesa per i ricoveri nella della anno 2004 Assorbimento di Spesa per fasce di età nella , , , , , , , , , ,00 0, , , ,20 spesa < di 18 anni spesa > di 17 e < di 65 anni Assorbimento percentuale di spesa per fasce di età nella della 5% spesa < di 18 anni 40% 55% spesa > di 17 e < di 65 anni 12

13 Spesa per ricoveri assorbita dai residenti del Comune di Vicopisano nel 2004 Importi di spesa per fasce di età nel Comune di Vicopisano , , , , , , , ,05 0,00 Totale spesa anziani Totale spesa < 18 anni Totale spesa > 17 anni < 65 40,94% Totale spesa < 18 anni 52,75% Totale spesa > 17 anni < 65 6,32% 13

14 41,84% 5,4 52,75% Totale spesa <= 14 anni Totale spesa > 14 anni < 65 Spesa per ricoveri assorbita dai residenti del Comune di Vecchiano nel 2004 Importi di spesa per fasce di età nel Comune di Vecchiano , , , , , , , , ,49 0,00 Totale spesa anziani Totale spesa < 18 anni Totale spesa > 17 anni < 65 47,93% 44,95% Totale spesa < 18 anni Totale spesa > 17 anni < 65 7,12% 14

15 49,15% 44,95% Totale spesa <= 14 anni Totale spesa > 14 anni < 65 5,90% Spesa per ricoveri assorbita dai residenti del Comune di San Giuliano Terme nel 2004 Importi di spesa per fasce di età nel Comune di San Giuliano Terme , , , , , , ,00 0, ,90 Totale spesa anziani ,83 Totale spesa < 18 anni ,68 Totale spesa > 17 anni < 65 45,59% 48,5 Totale spesa < 18 anni Totale spesa > 17 anni < 65 5,9 15

16 46,20% 48,5 Totale spesa <= 14 anni Totale spesa > 14 anni < 65 5,29% Spesa per ricoveri assorbita dai residenti del Comune di Pisa nel 2004 Importi di spesa per fasce di età nel Comune di Pisa , , , , , , , ,00 0, ,76 Totale spesa < 18 anni Totale spesa > 17 anni < 65 41,70% 5,4 52,88% Totale spesa < 18 anni Totale spesa > 17 anni < 65 16

17 43,45% 51,9 Totale spesa <= 14 anni Totale spesa > 14 anni < 65 4,64% Spesa per ricoveri assorbita dai residenti del Comune di Orciano Pisano nel 2004 Importi di spesa per fasce di età nel Comune di Orciano Pisano , , , , , , , ,00 0, , ,95 Totale spesa < 18 anni ,81 Totale spesa > 17 anni < 65 35,20% 49,58% Totale spesa < 18 anni Totale spesa > 17 anni < 65 15,22% 17

18 37,04% 49,58% Totale spesa <= 14 anni Totale spesa > 14 anni < 65 13,38% Spesa per ricoveri assorbita dai residenti del Comune di Lorenzana nel 2004 Importi di spesa per fasce di età nel Comune di Lorenzana , , , , , , ,00 0, , ,49 Totale spesa < 18 anni ,38 Totale spesa > 17 anni < 65 34,48% Totale spesa < 18 anni 60,97% Totale spesa > 17 anni < 65 4,55% 18

19 34,52% Totale spesa <= 14 anni 60,97% Totale spesa > 14 anni < 65 4,5 Spesa per ricoveri assorbita dai residenti del Comune di Fauglia nel 2004 Importi di spesa per fasce di età nel Comune di Fauglia , , , , , , ,00 0, , ,03 Totale spesa < 18 anni ,99 Totale spesa > 17 anni < 65 19

20 48,56% 48,38% Totale spesa < 18 anni Totale spesa > 17 anni < 65 3,06% 49,53% 48,76% Totale spesa <= 14 anni Totale spesa > 14 anni < 65 1,72% Spesa per ricoveri assorbita dai residenti del Comune di Calci nel 2004 Importi di spesa per fasce di età nel Comune di Calci , , , , , , , , ,00 0, , ,19 Totale spesa < 18 anni ,62 Totale spesa > 17 anni < 65 20

21 39,90% 53,18% Totale spesa < 18 anni Totale spesa > 17 anni < 65 6,93% 40,32% 53,18% Totale spesa <= 14 anni Totale spesa > 14 anni < 65 6,5 Spesa per ricoveri assorbita dai residenti del Comune di Cascina nel 2004 Importi di spesa per fasce di età nel Comune di Cascina , , , , , ,00 0, ,72 Totale spesa < 18 anni ,97 Totale spesa > 17 anni < 65 21

22 21,25% 3,20% Totale spesa < 18 anni Totale spesa > 17 anni < 65 75,56% 21,78% 2,66% Totale spesa <= 14 anni Totale spesa > 14 anni < 65 75,56% 22

23 2.2.2 Assorbimento della spesa per ricoveri per la popolazione anziana (anno 2004) Totale spesa anziani Totale spesa >= 75 anni Totale spesa >= 85 anni CASCINA , , ,91 CALCI , , ,09 FAUGLIA , , ,73 LORENZANA , , ,65 ORCIANO , , , , , ,41 S. GIULIANO TERME , , , , , ,75 VICONO , , ,46 per ricoveri VICONO S. GIULIANO TERME ORCIANO LORENZANA FAUGLIA CALCI CASCINA , , , , , , , , ,45 0, , , , , , ,00 23

24 >= 75 anni per ricoveri VICONO S. GIULIANO TERME ORCIANO LORENZANA FAUGLIA CALCI CASCINA , , , , , , , , ,14 0, , , , , , , , ,00 >= 85 anni per ricoveri VICONO S. GIULIANO TERME , , , ,41 ORCIANO LORENZANA FAUGLIA CALCI , , , ,09 CASCINA ,91 0, , , , , , , ,00 24

25 , , , , ,00 0,00 CASCINA CALCI FAUGLIA LORENZANA ORCIANO S. GIULIANO TERME VICONO Totale spesa >= 75 anni Totale spesa >= 85 anni Totale spesa >= 75 anni Totale spesa >= 85 anni Confronto tra importi di spesa per ricoveri di anziani tra i Comuni della 14% 5% 4% 52% 20% 3% 0% CASCINA CALCI FAUGLIA LORENZANA ORCIANO S. GIULIANO TERME VICONO 25

26 Rapporto tra spesa per anziani >= di 75 e spesa per anziani < di 75 anni 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% , , , , , , , , , , , , , , , , , ,68 spesa per anziani >=65 e <75 Totale spesa >= 75 anni 0% CASCINA CALCI FAUGLIA LORENZANA ORCIANO S. GIULIANO TERME VICONO Rapporto tra spesa per anziani >= di 85 e spesa per anziani < di 85 anni 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% , , , , , , , , ,71 spesa per anziani >= 65 e minori di 85 anni Totale spesa >= 85 anni 30% 20% 10% 0% , , , , , , , , ,46 CASCINA CALCI FAUGLIA LORENZANA ORCIANO S. GIULIANO TERME VICONO 26

27 Peso % del Comune di Pisa in termini di spesa ricoveri, pop residente e n anziani sui rispettivi totali percentuale su totale di Zona () 52,00 50,00 48,00 46,00 44,00 51,24 % spesa sul tot spesa per anziani di zona 46,45 % pop sul tot di pop 49,23 % anziani sul tot di anziani di zona Peso % del Comune di SGT in termini di spesa ricoveri, pop residente e n anziani sui rispettivi totali percentuale su totale di Zona () 16,50 16,00 15,50 15,00 14,50 14,00 13,50 13,00 14,13 % spesa sul tot spesa per anziani di zona 16,17 % pop sul tot di pop 15,70 % anziani sul tot di anziani di zona 27

28 Peso % del Comune di Cascina in termini di spesa ricoveri, pop residente e n anziani sui rispettivi totali percentuale su totale di Zona () 21,50 21,00 20,50 20,00 19,50 19,00 18,50 19,44 % spesa sul tot spesa per anziani di zona 21,03 % pop sul tot di pop 19,68 % anziani sul tot di anziani di zona Peso % del Comune di Vecchiano in termini di spesa ricoveri, pop residente e n anziani sui rispettivi totali percentuale su totale di Zona () 7,00 6,00 5,00 4,00 3,00 2,00 1,00 0,00 5,11 % spesa sul tot spesa per anziani di zona 6,32 5,91 % pop sul tot di pop % anziani sul tot di anziani di zona Peso % del Comune di Vicopisano in termini di spesa ricoveri, pop residente e n anziani sui rispettivi totali percentuale su totale di Zona () 4,30 4,25 4,20 4,15 4,10 4,05 4,29 % spesa sul tot spesa per anziani di zona 4,22 % pop sul tot di pop 4,14 % anziani sul tot di anziani di zona 28

29 Peso % del Comune di Calci in termini di spesa ricoveri, pop residente e n anziani sui rispettivi totali percentuale su totale di Zona () 4,00 3,00 2,00 1,00 0,00 3,37 3,14 % spesa sul tot spesa per anziani di zona % pop sul tot di pop 2,76 % anziani sul tot di anziani di zona Peso % del Comune di Fauglia in termini di spesa ricoveri, pop residente e n anziani sui rispettivi totali percentuale su totale di Zona () 1,80 1,70 1,60 1,50 1,40 1,30 1,45 % spesa sul tot spesa per anziani di zona 1,73 % pop sul tot di pop 1,66 % anziani sul tot di anziani di zona Peso % del Comune di Lorenzana in termini di spesa ricoveri, pop residente e n anziani sui rispettivi totali percentuale su totale di Zona () 0,70 0,65 0,60 0,55 0,50 0,69 % spesa sul tot spesa per anziani di zona 0,61 % pop sul tot di pop 0,59 % anziani sul tot di anziani di zona 29

30 Peso % del Comune di Orciano in termini di spesa ricoveri, pop residente e n anziani sui rispettivi totali percentuale su totale di Zona () 0,34 0,33 0,32 0,31 0,30 0,29 0,28 0,27 0,29 % spesa sul tot spesa per anziani di zona 0,31 % pop sul tot di pop 0,34 % anziani sul tot di anziani di zona 30

Approfondimenti descrittivi

Approfondimenti descrittivi ARS Dipartimento di Sanità Pubblica Università di Firenze Firenze 4 Novembre 2011 Convegno La gestione delle cronicità sul territorio in Toscana: evidenze dalla banca dati MaCro Approfondimenti descrittivi

Dettagli

Incidenze e letalità: Ictus

Incidenze e letalità: Ictus ARS Dipartimento di Sanità Pubblica Università di Firenze Firenze 4 Novembre 2011 Convegno La gestione delle cronicità sul territorio in Toscana: evidenze dalla banca dati MaCro Incidenze e letalità: Ictus

Dettagli

ATTIVITA ED EFFICIENZA DEGLI OSPEDALI PRESENTI NEL TERRITORIO DELL ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE ANNO 2012

ATTIVITA ED EFFICIENZA DEGLI OSPEDALI PRESENTI NEL TERRITORIO DELL ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE ANNO 2012 ATTIVITA ED EFFICIENZA DEGLI OSPEDALI PRESENTI NEL TERRITORIO DELL ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE ANNO 2012 A cura di: D. Bonarrigo T. Vanoli - C. Degli Stefani - S. Pisani Direzione Generale U.O.C. Osservatorio

Dettagli

Servizio Idrologico Regionale. STATO QUANTITATIVO DELLE ACQUE SOTTERRANEE ai sensi del DLgs 16 Marzo 2009 (aggiornato al 31/12/2012)

Servizio Idrologico Regionale. STATO QUANTITATIVO DELLE ACQUE SOTTERRANEE ai sensi del DLgs 16 Marzo 2009 (aggiornato al 31/12/2012) Regione Toscana Giunta Regionale DG Politiche Ambientali, Energia e Cambiamenti Climatici Settore Servizio Idrologico Regionale Centro Funzionale della Regione Toscana Servizio Idrologico Regionale STATO

Dettagli

Toscana. Dati regionali. Osservatorio dei consumi I Analisi dei mercati con focus regionali

Toscana. Dati regionali. Osservatorio dei consumi I Analisi dei mercati con focus regionali Osservatorio dei consumi I Analisi dei mercati con focus regionali Toscana Dopo una crescita molto debole nel 2011, la Toscana ha subito una fl essione del PIL di poco più contenuta della media nazionale

Dettagli

Il settore RESIDENZIALE

Il settore RESIDENZIALE 3.13 TOSCANA scheda regionale Nella regione Toscana, si assiste ad un incremento tendenziale dello stock in tutti i settori; per quanto riguarda il NTN, si registra nel biennio 2003/2004 una crescita generalizzata,

Dettagli

FluNews Rapporto Epidemiologico Settimanale

FluNews Rapporto Epidemiologico Settimanale Numero 11, del 1 Febbraio 213 FluNews Rapporto Epidemiologico Settimanale Aggiornamento alla 6 settimana del 213 ( - 1 Febbraio 213) Il presente rapporto integra i risultati di differenti sistemi di sorveglianza

Dettagli

In Toscana, dai dati alle scelte: il trasporto neonatale protetto. Archivio dei trasporti neonatali protetti della Regione Toscana.

In Toscana, dai dati alle scelte: il trasporto neonatale protetto. Archivio dei trasporti neonatali protetti della Regione Toscana. In Toscana, dai dati alle scelte: il trasporto neonatale protetto Firenze, 5 Maggio Archivio dei trasporti neonatali protetti della Regione Toscana Analisi dati 9 Monia Puglia, Sara Franchi, Franca Rusconi,

Dettagli

Rapporto sulla Natalità

Rapporto sulla Natalità REGIONE CAMPANIA Azienda Sanitaria Locale NAPOLI 2 Rapporto sulla Natalità nella Azienda Sanitaria Locale Napoli 2 Anno 2005 A cura di: ANTONINO PARLATO - PAOLO RUSSO PREMESSA L Azienda Sanitaria Napoli

Dettagli

Allegato 1 delib. GE n. 7 del 22_02_2012

Allegato 1 delib. GE n. 7 del 22_02_2012 Comuni di Calci, Cascina, Fauglia, Lorenzana, Orciano Pisano, Pisa, San Giuliano Terme, Vecchiano, Vicopisano Azienda Usl 5 di Pisa AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI E PER IL RIMBORSO

Dettagli

Lombardia DATI REGIONALI. Panorama economico

Lombardia DATI REGIONALI. Panorama economico Lombardia L andamento del PIL è migliore rispetto a quello delle altre regioni, il reddito per abitante aumenta e sale anche la spesa complessiva per i beni durevoli. Milano continua a detenere il primato

Dettagli

L accesso in Pronto Soccorso nei minori di 14 anni

L accesso in Pronto Soccorso nei minori di 14 anni L accesso in Pronto Soccorso nei minori di 14 Il Pronto Soccorso (PS) rappresenta un interessante punto di osservazione della popolazione, nell ottica delle disuguaglianze in salute. Infatti, le caratteristiche

Dettagli

I bilanci delle Regioni. Lombardia e Nord Italia Anno 2012

I bilanci delle Regioni. Lombardia e Nord Italia Anno 2012 Statistiche Flash N 10 / 3 novembre 2014 I bilanci delle Regioni. e Nord Italia Anno 2012 A cura di: Elena Carniti e Antonio Dal Bianco Numero chiuso il: 3 novembre 2014 I bilanci consuntivi provvisori

Dettagli

Piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale Monitoraggio del settore elettronico 1 trimestre 2009

Piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale Monitoraggio del settore elettronico 1 trimestre 2009 piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale monitoraggio del settore elettronico 1 trimestre 2009 Agenzia regionale del lavoro della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia 2 1

Dettagli

ASSISTENZA OSPEDALIERA IN REGIME DI RICOVERO. Presidi Ospedalieri e Cliniche Private Accreditate ANNO 2015

ASSISTENZA OSPEDALIERA IN REGIME DI RICOVERO. Presidi Ospedalieri e Cliniche Private Accreditate ANNO 2015 ASSISTENZA OSPEDALIERA IN REGIME DI RICOVERO Presidi Ospedalieri e Cliniche Private Accreditate ANNO 2015 Luglio 2016 Unità Operativa Complessa Flussi Informativi - Controllo di Gestione Direttore: dott:

Dettagli

1. POPOLAZIONE La popolazione nella provincia di Bergamo, risultante dal censimento 2001, quindi al 21 ottobre 2001, è pari a 973.129.

1. POPOLAZIONE La popolazione nella provincia di Bergamo, risultante dal censimento 2001, quindi al 21 ottobre 2001, è pari a 973.129. 1. POPOLAZIONE La nella provincia di Bergamo, risultante dal censimento 2001, quindi al 21 ottobre 2001, è pari a 973.129. Fig. 1- Variazione della in provincia di Bergamo Serie storica 1991 2001 (valori

Dettagli

le malattie rare Fonte dei dati : Registro Regionale Veneto delle Malattie Rare

le malattie rare Fonte dei dati : Registro Regionale Veneto delle Malattie Rare Elaborazione per l individuazione dei presidi regionali per le malattie rare per gruppi di patologie di cui al D.M. 279/2001 DOCUMENTO DI SINTESI 1 PROGETTO DI RIORGANIZZAZIONE DEI PRESIDI DI RIFERIMENTO

Dettagli

Lazio DATI REGIONALI. Panorama economico

Lazio DATI REGIONALI. Panorama economico Lazio L aumento del reddito pro capite nel 2014 è in linea con la media nazionale, ma cresce meno di quanto faccia in Italia la spesa complessiva per beni durevoli, che, sebbene sostenuta dall auto, è

Dettagli

Cartografia zone delimitate

Cartografia zone delimitate Cartografia zone delimitate Allegato 1 Aggiornamento del Piano d Azione Regionale (Versione 4 del 07/08/2015) Aggiornamento della cartografia del Piano d Azione Regionale (Versione 4 del 07/08/2015) per

Dettagli

Statistiche sui ricoveri elaborati su Schede di Dimissione Ospedaliera. P.O. S. Felice a C.

Statistiche sui ricoveri elaborati su Schede di Dimissione Ospedaliera. P.O. S. Felice a C. Statistiche sui ricoveri elaborati su Schede di Dimissione Ospedaliera Pagina 1 di 5 2014 vs 2013 su Importo DRG ricoveri ordinari 1.647.609,90 1.656.095,93 1.382.267,01-0,51 19,20 Num. dimissioni ricoveri

Dettagli

PARTE VII LA VALUTAZIONE DELL EFFICIENZA OPERATIVA (F)

PARTE VII LA VALUTAZIONE DELL EFFICIENZA OPERATIVA (F) PARTE VII LA VALUTAZIONE DELL EFFICIENZA OPERATIVA (F) a cura di Milena Vainieri INTRODUZIONE La difficoltà nel reperire dati di costo e produttività confrontabili a livello di zona fa sì che vi siano

Dettagli

TRASPORTI 2013 Trasporto stradale Autovetture per standard emissivo

TRASPORTI 2013 Trasporto stradale Autovetture per standard emissivo TRASPORTI 2013 Trasporto stradale Autovetture per standard emissivo Nome indicatore DPSIR Fonte dati Autovetture per standard emissivo P ACI Disponibilità Copertura Obiettivo dati Temporale Spaziale Monitorare

Dettagli

I DATI DELL ITALIA CHE CAMBIA

I DATI DELL ITALIA CHE CAMBIA Allegato 2) I DATI DELL ITALIA CHE CAMBIA 4.235.059 i cittadini stranieri residenti in Italia con un incidenza del 7% sulla popolazione complessiva di cui 932.675 sono minori e 572.720 sono nati in Italia.

Dettagli

Interruzioni volontarie di gravidanza - Anni 1995-1996 - 1997 (n. 14 Dicembre 1999)

Interruzioni volontarie di gravidanza - Anni 1995-1996 - 1997 (n. 14 Dicembre 1999) Interruzioni volontarie di gravidanza - Anni 1995-1996 - 1997 (n. 14 Dicembre 1999) INDICE INTRODUZIONE COMMENTO AI DATI L'abortività in Toscana, note generali Caratteristiche socio-demografiche e notizie

Dettagli

Povertà assoluta in Lombardia e nelle regioni del nord Italia - Anno 2014

Povertà assoluta in Lombardia e nelle regioni del nord Italia - Anno 2014 Lombardia Statistiche Report N 4 / 10 maggio 2016 Povertà assoluta in Lombardia e nelle regioni del nord Italia - Anno 2014 Sintesi A Milano una famiglia composta da una coppia e un bambino di 4-10 è considerata

Dettagli

IL CENSIMENTO DELLA POPOLAZIONE 2011 LA POPOLAZIONE RESIDENTE NEL COMUNE DI FOLIGNO

IL CENSIMENTO DELLA POPOLAZIONE 2011 LA POPOLAZIONE RESIDENTE NEL COMUNE DI FOLIGNO COMUNE DI FOLIGNO Provincia di Perugia IL CENSIMENTO DELLA POPOLAZIONE 2011 LA POPOLAZIONE RESIDENTE NEL COMUNE DI FOLIGNO A cura di Umbertina Salvucci Servizio di Statistica del Comune di Foligno Revisione

Dettagli

PROGETTO ARS COMUNICATO STAMPA

PROGETTO ARS COMUNICATO STAMPA PROGETTO ARS COMUNICATO STAMPA Il progetto ARS- Arzignano Salute, finanziato dalla Fondazione Città di Arzignano, vede la collaborazione tra Comune di Arzignano, ULSS 5 e SER (Sistema Epidemiologico della

Dettagli

LA POPOLAZIONE. Tabella 1. Struttura della popolazione residente nella provincia di Torino per classi di età e sesso, anno 2000

LA POPOLAZIONE. Tabella 1. Struttura della popolazione residente nella provincia di Torino per classi di età e sesso, anno 2000 LA POPOLAZIONE La struttura demografica di una popolazione rappresenta un importante determinante dello stato di salute atteso di una popolazione. Molte patologie sono correlate con l età ed hanno una

Dettagli

TRASPORTI 2014 Trasporto stradale Parco veicolare pugliese

TRASPORTI 2014 Trasporto stradale Parco veicolare pugliese TRASPORTI 214 Trasporto stradale Parco veicolare pugliese Nome indicatore DPSIR Fonte dati Parco veicolare pugliese D ACI Disponibilità Copertura Obiettivo dati Temporale Spaziale Monitorare la flotta

Dettagli

Censimento della popolazione

Censimento della popolazione Censimento della popolazione Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014 Censimento della popolazione Il 9 Ottobre 2011 si è svolto in Italia

Dettagli

Nome indicatore DPSIR Fonte dati Parco veicolare pugliese D ACI. Disponibilità dati *** 2002-2012 P

Nome indicatore DPSIR Fonte dati Parco veicolare pugliese D ACI. Disponibilità dati *** 2002-2012 P TRASPORTI Trasporto stradale Parco veicolare pugliese Nome indicatore DPSIR Fonte dati Parco veicolare pugliese D ACI Obiettivo Monitorare la flotta veicolare circolante Disponibilità dati Copertura Temporale

Dettagli

ATLANTE dei COMUNI TOSCANI Prima edizione

ATLANTE dei COMUNI TOSCANI Prima edizione ATLANTE dei COMUNI TOSCANI. 2014 Prima edizione Il rapporto è stato realizzato da IFEL ed Anci Toscana Cura e coordinamento: Walter Tortorella - responsabile Dipartimento Economia Locale IFEL I dati relativi

Dettagli

Parti e nascite in Sardegna

Parti e nascite in Sardegna Assessorato Sanità - Sistema informativo e Osservatorio epidemiologico Parti e nascite in Sardegna Informazioni di carattere generale Parti e nascite in Sardegna Informazioni di carattere generale Le informazioni

Dettagli

Capitolo 9 La mortalità per incidenti stradali

Capitolo 9 La mortalità per incidenti stradali Capitolo 9 La mortalità per incidenti stradali Introduzione Gli incidenti stradali costituiscono un problema prioritario di sanità pubblica per la loro numerosità e per le conseguenze in termini di mortalità,

Dettagli

PROT. 3054 UOA5/1 PISA lì 13/ 10/2014 AL DIRETTORE REGIONALE FIRENZE ALL ALBO SEDE ALL UFFICIO RAGIONERIA SEDE IL DIRIGENTE

PROT. 3054 UOA5/1 PISA lì 13/ 10/2014 AL DIRETTORE REGIONALE FIRENZE ALL ALBO SEDE ALL UFFICIO RAGIONERIA SEDE IL DIRIGENTE 1 PROT. 3054 UOA5/1 PISA lì 13/ 10/2014 AL DIRETTORE REGIONALE FIRENZE AI DIRIGENTI SCOLASTICI della PROVINCIA LORO SEDI IL DIRIGENTE ALL ALBO SEDE ALL UFFICIO RAGIONERIA SEDE AI SINDACATI PROVINCIALI

Dettagli

IL SERVIZIO SOCIALE NELLE ZONE SOCIOSANITARIE REGIONE TOSCANA

IL SERVIZIO SOCIALE NELLE ZONE SOCIOSANITARIE REGIONE TOSCANA Quaderni per la cittadinanza sociale 2 IL SERVIZIO SOCIALE NELLE ZONE SOCIOSANITARIE DELLA REGIONE TOSCANA FONDAZIONE EMANUELA ZANCAN Onlus - Centro studi e ricerca sociale REGIONE TOSCANA Diritti di cittadinanza

Dettagli

Epidemiologia della tubercolosi in Italia (anni )

Epidemiologia della tubercolosi in Italia (anni ) Epidemiologia della tubercolosi in Italia (anni 1995 2005) Prefazione Il sistema di notifica della tubercolosi, elemento indispensabile al programma di controllo della malattia stessa, ha tra gli obiettivi

Dettagli

Il territorio e la popolazione

Il territorio e la popolazione Il territorio e la popolazione 17 Superficie Il territorio Le Marche si estendono per una superficie di 9693,5 Km 2 (il 3,2% del territorio italiano), con una struttura geomorfologica costituita in prevalenza

Dettagli

La residenzialità per anziani in Toscana

La residenzialità per anziani in Toscana La residenzialità per anziani in Toscana Sara Madrigali Regione Toscana Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Residenzialità Territoriale, Cure Intermedie e Protezione Sociale

Dettagli

Gestione Cure Intermedie: Unità Valutativa Integrata Interaziendale Distretto n. 7 e INRCA di Ancona

Gestione Cure Intermedie: Unità Valutativa Integrata Interaziendale Distretto n. 7 e INRCA di Ancona Gestione Cure Intermedie: Unità Valutativa Integrata Interaziendale Distretto n. 7 e INRCA di Ancona Elisabetta Esposto 1, Riccardo Luzi 2, Patrizia Di Emidio 3, Vincenzo Rocchia 4, Letizia Lancioni 4,

Dettagli

AMBITO DI SESTO S. GIOVANNI

AMBITO DI SESTO S. GIOVANNI AMBITO DI SESTO S. GIOVANNI Ufficio di Piano I DATI SOCIODEMOGRAFICI Indice Introduzione pag. 2 Caratteristiche demografiche pag. 3 - popolazione Caratteristiche sociodemografiche pag. 4 - popolazione

Dettagli

noi pisa statistiche per capire il territorio in cui viviamo

noi pisa statistiche per capire il territorio in cui viviamo noi pisa statistiche per capire il territorio in cui viviamo 2013 Nel rispetto della normativa sulla privacy, il Dossier contiene esclusivamente dati aggregati a livello comunale senza alcun riferimento

Dettagli

Osservatorio ARNO Diabete: farmaci per il diabete e per le comorbidità. Giovanna Scroccaro Settore farmaceutico

Osservatorio ARNO Diabete: farmaci per il diabete e per le comorbidità. Giovanna Scroccaro Settore farmaceutico Il /la dr./sa Giovanna Scroccaro dichiara di NON aver ricevuto negli ultimi due anni compensi o finanziamenti da Aziende Farmaceutiche e/o Diagnostiche IL DIABETE NEL VENETO: le lezioni dell Osservatorio

Dettagli

Bartolini Claudio. c.bartolini@usl3.toscana.it. Da Aprile 2010 a tutt oggi Società della Salute della Valdinievole Direttore

Bartolini Claudio. c.bartolini@usl3.toscana.it. Da Aprile 2010 a tutt oggi Società della Salute della Valdinievole Direttore C U R R I C U L U M V I T A E E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail Nazionalità Bartolini Claudio c.bartolini@usl3.toscana.it Italiana Data di nascita ESPERIENZA LAVORATIVA

Dettagli

CAPITOLO 4 LA SANITÀ

CAPITOLO 4 LA SANITÀ CAPITOLO 4 LA SANITÀ APPROFONDIMENTI ELENCO DEI COMUNI E DELLE CIRCOSCRIZIONI AFFERENTI AI SINGOLI DISTRETTI SANITARI DELL AZIENDA USL 11 Il Territorio dell Azienda è diviso in Distretti. I Distretti Sanitari

Dettagli

STIMA PRELIMINARE DEL PIL

STIMA PRELIMINARE DEL PIL 12 febbraio 2016 IV trimestre STIMA PRELIMINARE DEL PIL Nel quarto trimestre del il prodotto interno lordo (PIL), espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2010, corretto per gli effetti di

Dettagli

STATISTICHE DESCRITTIVE Parte II

STATISTICHE DESCRITTIVE Parte II STATISTICHE DESCRITTIVE Parte II INDICI DI DISPERSIONE Introduzione agli Indici di Dispersione Gamma Differenza Interquartilica Varianza Deviazione Standard Coefficiente di Variazione introduzione Una

Dettagli

Roma, 13 luglio 2009. Introduzione

Roma, 13 luglio 2009. Introduzione Roma, 13 luglio 2009 VALUTAZIONE EPIDEMIOLOGICA DELLO STATO DI SALUTE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE NEI COMUNI DI CIVITAVECCHIA, ALLUMIERE, TARQUINIA, TOLFA E SANTA MARINELLA Introduzione L obiettivo di

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Garanzia Giovani: a cinque settimane dall avvio sono 74.394 i giovani che si sono registrati

COMUNICATO STAMPA. Garanzia Giovani: a cinque settimane dall avvio sono 74.394 i giovani che si sono registrati COMUNICATO STAMPA Garanzia Giovani: a cinque settimane dall avvio sono 74.394 i giovani che si sono registrati I dati del 5 report settimanale Il primo maggio 2014 è partita ufficialmente la Garanzia Giovani.

Dettagli

I giovani e il lavoro. in provincia di Padova. Dati 2010

I giovani e il lavoro. in provincia di Padova. Dati 2010 I giovani e il lavoro in provincia di Padova Dati 2010 A cura di Anna Basalisco Nota metodologica: I dati esposti sono di fonte CO Veneto SILL Veneto, elaborati dall Osservatorio sul Mercato del Lavoro

Dettagli

Istruzioni per l autoinserimento di partecipazioni volontarie ad eventi formativi esterni

Istruzioni per l autoinserimento di partecipazioni volontarie ad eventi formativi esterni ERMIONE Istruzioni per l autoinserimento di partecipazioni volontarie ad eventi formativi esterni INDICE 1 ACCESSO A ERMIONE...2 2 VISUALIZZAZIONE DELLA PROPRIA HOME PAGE...4 3 VISUALIZZAZIONE DELLA PROPRIA

Dettagli

la distribuzione di uomini e donne fra i diversi settori produttivi; la ripartizione dei due sessi fra le diverse qualifiche professionali 1.

la distribuzione di uomini e donne fra i diversi settori produttivi; la ripartizione dei due sessi fra le diverse qualifiche professionali 1. Differenziali retributivi fra uomini e donne nel lavoro interinale. Alcune evidenze ricavate dalla banca dati EBITEMP sui prestiti ai lavoratori per l anno 2004. 1. Premessa Attualmente non risulta disponibile

Dettagli

COMPASS SOC.COOP.SOCIALE ONLUS G. DI VITTORIO COOP. SOCIALE ONLUS

COMPASS SOC.COOP.SOCIALE ONLUS G. DI VITTORIO COOP. SOCIALE ONLUS Progetto regionale sperimentale Pronto Badante Toscana di cui alla DGR 946/2015, ddrt 4604/2015 e ddrt 321/2016 Area territoriale/zona-distretto Numero Verde e Coordinamento regionale Zona Lunigiana COMPASS

Dettagli

Lo scarto quadratico medio è s = s 2 2,15. c) Le confezioni con peso inferiore a 500g sono 18, quindi in percentuale sono 18 = 0,72 = 72%.

Lo scarto quadratico medio è s = s 2 2,15. c) Le confezioni con peso inferiore a 500g sono 18, quindi in percentuale sono 18 = 0,72 = 72%. Matematica ed Informatica+Fisica ESERCIZI Modulo di Matematica ed Informatica Corso di Laurea in CTF - anno acc 2013/2014 docente: Giulia Giantesio, gntgli@unifeit Esercizi sulla Statistica Descrittiva

Dettagli

ALLEGATO STATISTICO INDICE TEMATICO 1. IL TERRITORIO, LA POPOLAZIONE, IL FUTURO 2. LA SANITA 3. I SERVIZI SOCIALI 4.

ALLEGATO STATISTICO INDICE TEMATICO 1. IL TERRITORIO, LA POPOLAZIONE, IL FUTURO 2. LA SANITA 3. I SERVIZI SOCIALI 4. ALLEGATO STATISTICO INDICE TEMATICO 1. IL TERRITORIO, LA POPOLAZIONE, IL FUTURO 2. LA SANITA 3. I SERVIZI SOCIALI 4. L ISTRUZIONE 5. LA CULTURA E IL TURISMO 7. LA QUALITA PERCEPITA DELLA VITA INDICE DELLE

Dettagli

ABBADIA SAN SALVATORE

ABBADIA SAN SALVATORE Toscana ABBADIA SAN SALVATORE Ser.T AMIATA SENESE (USL7 Siena) Indirizzo: Via Serdini (ex inam), 46 - S. Giovanni - 53021 - ABBADIA SAN SALVATORE Responsabile: Anna Maria Sbrilli Tel: 0577/776187 Fax:

Dettagli

Descrizione del campione regionale

Descrizione del campione regionale Descrizione del campione regionale La popolazione in studio è costituita dai circa 33.000 residenti di 18-69 anni iscritti nelle liste delle anagrafe sanitaria dell Azienda Sanitaria dell Alto Adige. Da

Dettagli

I parti pretermine in Sicilia: la fonte informativa dei CeDAP

I parti pretermine in Sicilia: la fonte informativa dei CeDAP I parti pretermine in Sicilia: la fonte informativa dei CeDAP Dott.ssa Gabriella Dardanoni Dipartimento Osservatorio Epidemiologico Assessorato Regionale Sanità I parti pretermine (

Dettagli

ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ARS TOSCANA

ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ARS TOSCANA DOTT. GIOVANNI BARBAGLI Presidente ARS Toscana ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ARS TOSCANA Dai valori e dai principi generali del Piano sanitario regionale toscano all organizzazione dell offerta

Dettagli

Newsletter Sistema Informativo Trapianti Regione TOSCANA periodo: 01/01/ /06/2011

Newsletter Sistema Informativo Trapianti Regione TOSCANA periodo: 01/01/ /06/2011 Newsletter Sistema Informativo Trapianti Regione TOSCANA periodo: - A cura dell'area Sistema Informativo Trapianti: Andrea Ricci, Francesca Puoti, Francesca Vespasiano, Giampiero Michelangeli, Donata Girolamo

Dettagli

Indice del valore delle vendite del commercio fisso al dettaglio Settembre 2008

Indice del valore delle vendite del commercio fisso al dettaglio Settembre 2008 21 novembre 2008 Indice del valore delle vendite del commercio fisso al dettaglio Settembre 2008 L Istituto nazionale di statistica comunica che nel mese di settembre 2008 l'indice generale del valore

Dettagli

Contesto regionale. IL VENETO

Contesto regionale. IL VENETO Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 2009 XIX Rapporto Immigrazione: conoscenza e solidarietà Contesto regionale. IL VENETO Il contesto: Italia, Veneto, Venezia - anno 2008 (dati Istat 2008)

Dettagli

Rapporto riparazioni 2016. Rapporto riparazioni 2016 RiparAutOnline Febbraio 2016. RiparAutOnline srl www.riparautonline.com info@riparautonline.

Rapporto riparazioni 2016. Rapporto riparazioni 2016 RiparAutOnline Febbraio 2016. RiparAutOnline srl www.riparautonline.com info@riparautonline. Rapporto riparazioni 2016 Rapporto riparazioni 2016 RiparAutOnline Febbraio 2016 RiparAutOnline srl www.riparautonline.com info@riparautonline.com Testo elaborato su dati 2015 del portale www.riparautonline.com

Dettagli

IL MERCATO DEL LAVORO IN UMBRIA NEL 2010

IL MERCATO DEL LAVORO IN UMBRIA NEL 2010 IL MERCATO DEL LAVORO IN UMBRIA NEL Introduzione Questa scheda ha lo scopo di illustrare per grandi linee la situazione occupazionale nella regione dell Umbria nell anno alla luce dei dati della Rilevazione

Dettagli

ALLEVAMENTO BOVINO E BUFALINO IN UMBRIA (Aggiornato al 31 dicembre 2013)

ALLEVAMENTO BOVINO E BUFALINO IN UMBRIA (Aggiornato al 31 dicembre 2013) 1 UMBRIA: POPOLAZIONE BOVINA E BUFALINA ALLEVAMENTO BOVINO E BUFALINO IN UMBRIA (Aggiornato al 31 dicembre 2013) I dati relativi all allevamento bovino e bufalino in Umbria sono stati estratti dalla Banca

Dettagli

Dossier Statistico Immigrazione: L IMMIGRAZIONE IN TOSCANA

Dossier Statistico Immigrazione: L IMMIGRAZIONE IN TOSCANA Dossier Statistico Immigrazione: L IMMIGRAZIONE IN TOSCANA 395.573 immigrati residenti, + 2,1% rispetto al 2013 (387.350) Il 62 % degli immigrati toscani vivono nella c.d. Toscana dell Arno Prato: èimmigrato

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA PISANA

AZIENDA OSPEDALIERA PISANA AZIENDA OSPEDALIERA PISANA ANALISI DEI PRELIEVI DI TESSUTO CORNEALE NELL OSPEDALE DI PISA S.CHIARA NELL ANNO 2001, FINALIZZATA AD UNA MIGLIORE ORGANIZZAZIONE E CONTROLLO DI QUALITA Centro Studi I Cappuccini

Dettagli

Congresso Nazionale degli SPDC No Restraint. Foggia 12 e 13 novembre 2015

Congresso Nazionale degli SPDC No Restraint. Foggia 12 e 13 novembre 2015 AZIENDA SANITARIA REGIONE DELL UMBRIA USL UMBRIA 2 DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE SERVIZIO PSICHIATRICO DIAGNOSI E CURA TERNI Congresso Nazionale degli SPDC No Restraint «Eliminare la contenzione meccanica

Dettagli

L incidentalità sulle strade della provincia di Monza e della Brianza

L incidentalità sulle strade della provincia di Monza e della Brianza I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia L incidentalità sulle strade della provincia di Monza e della Brianza Novembre 2014 Per accedere al data-base dell incidentalità

Dettagli

PIANO INTERPROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI Analisi della situazione attuale. Documento predisposto da

PIANO INTERPROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI Analisi della situazione attuale. Documento predisposto da PIANO INTERPROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI Analisi della situazione attuale Documento predisposto da Luglio 2009 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...1 1.1 Premessa... 1 1.2 Metodologia e fonti utilizzate...

Dettagli

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE Roma, 1 settembre 2016 IL TURNOVER DEI MERCATI DEI CAMBI E DEI DERIVATI OTC SU VALUTE E TASSI DI INTERESSE

Dettagli

POPOLAZIONE RESIDENTE NEI COMUNI DELLA SARDEGNA AL 1 GENNAIO 1999

POPOLAZIONE RESIDENTE NEI COMUNI DELLA SARDEGNA AL 1 GENNAIO 1999 Popolazione residente nei comuni della Sardegna al 1 gennaio 1999 POPOLAZIONE RESIDENTE NEI COMUNI DELLA SARDEGNA AL 1 GENNAIO 1999 di Paolo Demuru I dati ISTAT che vengono di seguito presentati sono riferiti

Dettagli

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 5

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 5 A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N N O 2 0 1 5 R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 5 DOCUMENTO RISERVATO

Dettagli

Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti PRMT

Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti PRMT Fondazione Ordine degli Ingegneri, 8 giugno 2016 Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti PRMT Principali risultati della Matrice Regionale O/D 2014 Roberto Spagnolo, Responsabile Area Service

Dettagli

Analisi dell evento nascita - Anno 2010

Analisi dell evento nascita - Anno 2010 Certificato di assistenza al parto (CeDAP) Analisi dell evento nascita - Anno 2010 Dipartimento della programmazione e dell'ordinamento del Servizio sanitario nazionale Direzione Generale del Sistema Informativo

Dettagli

Fonte: elaborazione di dati demografici a cura del Servizio Aziende comunali, Servizi pubblici e Statistica

Fonte: elaborazione di dati demografici a cura del Servizio Aziende comunali, Servizi pubblici e Statistica COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E POLITICHE EUROPEE Servizio Aziende comunali, Servizi pubblici e Statistica Popolazione residente a Faenza anno 2014 Edizione 1/ST/st/09.01.2015 Supera: nessuno

Dettagli

DREAMS Data-warehouse per la Ricerca e l Efficienza Aziendale nel Management e governo clinico Sanitario

DREAMS Data-warehouse per la Ricerca e l Efficienza Aziendale nel Management e governo clinico Sanitario DREAMS Data-warehouse per la Ricerca e l Efficienza Aziendale nel Management e governo clinico Sanitario Laura Botti - Alitec S.r.l. Forum PA Elevator Pitch - Piccole Imprese Roma, 18 Maggio 2010 2 Outline

Dettagli

Piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale Monitoraggio del settore elettronico 4 trimestre 2009

Piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale Monitoraggio del settore elettronico 4 trimestre 2009 piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale monitoraggio del settore elettronico 4 trimestre 2009 La presente scheda è stata curata da Giorgio Plazzi, esperta dell Agenzia regionale

Dettagli

I risultati del 15 censimento nella provincia di della popolazione e delle abitazioni nella provincia di Catania

I risultati del 15 censimento nella provincia di della popolazione e delle abitazioni nella provincia di Catania I risultati del 15 censimento nella provincia di della popolazione e delle abitazioni nella provincia di Catania Rosario Milazzo Catania, 22 ottobre 2014 Indice 1. La struttura demografica 2. Gli stranieri

Dettagli

OFI Osservatorio sul Fenomeno Immigrazione 2012 COMUNE di MACERATA

OFI Osservatorio sul Fenomeno Immigrazione 2012 COMUNE di MACERATA OFI Osservatorio sul Fenomeno Immigrazione 2012 COMUNE di MACERATA 1. La distribuzione degli stranieri nel Comune di Macerata La popolazione straniera a Macerata alla data del Censimento (9 ottobre 2011)

Dettagli

4. SANITA. Posti letto delle Aziende sanitarie della Regione Emilia-Romagna.

4. SANITA. Posti letto delle Aziende sanitarie della Regione Emilia-Romagna. 4. SANITA Posti letto delle Aziende sanitarie della Regione Emilia-Romagna. Indicatori di attività per Azienda: - Presenza media giornaliera; - Indice di occupazione; - Indice di rotazione; - Indice di

Dettagli

PROFILO DEMOGRAFICO DEL MUNICIPIO VIII

PROFILO DEMOGRAFICO DEL MUNICIPIO VIII PROFILO DEMOGRAFICO DEL MUNICIPIO VIII LA POPOLAZIONE COMPLESSIVA RESIDENTE Densità della popolazione complessiva residente nelle zone urbanistiche dell VIII Municipio. Anno 2013 Densità nelle zone urbanistiche

Dettagli

La rete distributiva dei carburanti in Toscana

La rete distributiva dei carburanti in Toscana La rete distributiva dei carburanti in Scheda riassuntiva dei dati sulla rete distributiva dei carburanti in Totale impianti stradali distribuzione di carburanti Totale impianti autostradali distribuzione

Dettagli

4. IL PC E INTERNET NEL TERRITORIO REGIONALE

4. IL PC E INTERNET NEL TERRITORIO REGIONALE 4. IL PC E INTERNET NEL TERRITORIO REGIONALE 4.1 Possesso, uso del PC e collegamento ad Internet per provincia, ampiezza demografica e tipologia dei comuni In questo capitolo viene analizzato come il possesso

Dettagli

Scopo della proposta di legge

Scopo della proposta di legge Proposta di legge Modifiche alla legge regionale n.40/2005 (Disciplina del servizio sanitario regionale) e alla legge regionale n.28/2015 (Disposizioni urgenti per il riordino dell'assetto istituzionale

Dettagli

U.O.C. PREVENZIONE IGIENE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO DIRETTORE: dott. AUGUSTO QUERCIA

U.O.C. PREVENZIONE IGIENE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO DIRETTORE: dott. AUGUSTO QUERCIA U.O.C. PREVENZIONE IGIENE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO DIRETTORE: dott. AUGUSTO QUERCIA Osservatorio Epidemiologico Provinciale degli Infortuni e delle Malattie Professionali DONNE E LAVORO Occupazione

Dettagli

Istituzioni di Statistica 1 Esercizi su strumenti grafici e funzione di frequenza relativa cumulata

Istituzioni di Statistica 1 Esercizi su strumenti grafici e funzione di frequenza relativa cumulata Istituzioni di Statistica 1 Esercizi su strumenti grafici e funzione di frequenza relativa cumulata Esercizio 1 La seguente tabella riguarda il tempo per passare da 0 a 100 km/h di 17 automobili tedesche

Dettagli

Dimensione socio-demografica. Numerosità e popolazione residente dei comuni italiani, per regione, 2011. N comuni. Pop. residente

Dimensione socio-demografica. Numerosità e popolazione residente dei comuni italiani, per regione, 2011. N comuni. Pop. residente Numerosità e popolazione residente dei comuni italiani, per regione, 2011 Regione N comuni Pop. residente Densità territoriale Piemonte 1.206 4.457.335 175 Valle d Aosta 74 128.230 39 Lombardia 1.544 9.917.714

Dettagli

Area Internazionalizzazione. Servizio di orientamento individuale. (1) Scheda facsimile

Area Internazionalizzazione. Servizio di orientamento individuale. (1) Scheda facsimile Area Internazionalizzazione Servizio di orientamento individuale (1) Scheda facsimile Riservato Pagina 1 Spett.le Oggetto: Valutazione preliminare Committente: Settore: progettazione e produzione arredamenti

Dettagli

SOCIETA DELLA SALUTE DELLA VALDERA Pontedera - Provincia di Pisa COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA ASSEMBLEA DEI SOCI

SOCIETA DELLA SALUTE DELLA VALDERA Pontedera - Provincia di Pisa COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA ASSEMBLEA DEI SOCI SOCIETA DELLA SALUTE DELLA VALDERA Pontedera - Provincia di Pisa COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA ASSEMBLEA DEI SOCI Delibera Numero 2 del 03.02.2014 OGGETTO: PROGETTO SPERIMENTALE RESIDENZA CONDIVISA

Dettagli

STIMA PRELIMINARE DEL PIL

STIMA PRELIMINARE DEL PIL 12 agosto II trimestre STIMA PRELIMINARE DEL PIL Nel secondo trimestre del il prodotto interno lordo (PIL), espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2010, corretto per gli effetti di calendario

Dettagli

Raccomandazioni cliniche per i principali tumori solidi: tumori della mammella, del polmone, del colon-retto, della prostata e ginecologici

Raccomandazioni cliniche per i principali tumori solidi: tumori della mammella, del polmone, del colon-retto, della prostata e ginecologici Raccomandazioni cliniche per i principali tumori solidi: tumori della mammella, del polmone, del colon-retto, della prostata e ginecologici Luglio 2005 CAPITOLO 1 EPIDEMIOLOGIA DESCRITTIVA DEI PRINCIPALI

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E ALLEGATO C F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Pagina 1 - Curriculum vitae di F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI

Dettagli

Le associazioni di promozione sociale in provincia di Lucca

Le associazioni di promozione sociale in provincia di Lucca PROVINCIA DI LUCCA SERVIZIO POLITICHE GIOVANILI, SOCIALI E SPORTIVE E DI GENERE Le associazioni di promozione sociale in provincia di Lucca Risultati della rilevazione online 0 Alcune statistiche 0 Le

Dettagli

27) Calambrone Ospedale

27) Calambrone Ospedale 27) Calambrone Ospedale QUADRO CONOSCITIVO LOCALIZZATO Indice Inquadramento territoriale, descrizione e contestualizzazione... 2 Pericolosità idraulica, acque superficiali e depurazione... 5 Clima acustico

Dettagli

Il posizionamento strategico degli ospedali privati accreditati in Lombardia

Il posizionamento strategico degli ospedali privati accreditati in Lombardia Milano, 03/02/2015 OSSERVATORIO ASSOLOMBARDA-AIOP-CLSS-CERGAS Il posizionamento strategico degli ospedali privati accreditati in Lombardia Analisi delle leve competitive di Clara Carbone, Francesco Longo,

Dettagli

Osservatorio Epidemiologico Regionale Le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali in Sardegna Stime di Incidenza e Prevalenza al 31 Dicembre 2011

Osservatorio Epidemiologico Regionale Le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali in Sardegna Stime di Incidenza e Prevalenza al 31 Dicembre 2011 Direzione generale della Sanità Servizio Sistema informativo, Osservatorio epidemiologico umano, controllo di qualità e gestione del rischio Osservatorio Epidemiologico Regionale Le Malattie Infiammatorie

Dettagli

RETE REGIONALE SPECIALISTICA DIRETTORI/RESPONSABILI NEUROPSICHIATRIA INFANTILE UNITA DIRETTORE/ RESPONSABILE

RETE REGIONALE SPECIALISTICA DIRETTORI/RESPONSABILI NEUROPSICHIATRIA INFANTILE UNITA DIRETTORE/ RESPONSABILE UNITA ORGANIZZATIVA INDIRIZZO DIRETTORE/ RESPONSABILE TELEFONO FAX INRIZZO POSTA ELETTRONICA IRCCS Stella Maris Calambrone AOU Careggi UONPI AOU Senese UOCNPI Siena Via dei Giacinti 2 56018, Calambrone

Dettagli

2. LE FAMIGLIE TOSCANE E IL PERSONAL COMPUTER

2. LE FAMIGLIE TOSCANE E IL PERSONAL COMPUTER 2. LE FAMIGLIE TOSCANE E IL PERSONAL COMPUTER 2.1 Il possesso del Personal Computer Il Personal Computer è un bene di consumo il cui possesso è in continuo aumento negli ultimi anni. Secondo i dati ISTAT

Dettagli

Analisi per vettore energetico

Analisi per vettore energetico 4 Analisi per vettore energetico 69 4.1 Gas naturale 4.1.1 Analisi al 2005 Il bilancio energetico della Provincia di Torino è fortemente dipendente dal gas naturale (il 46,1% degli usi finali e più del

Dettagli