UniCredito Italiano - Società per Azioni Sede Sociale: Genova, via Dante 1 Direzione Centrale: Milano, piazza Cordusio Iscrizione al Registro delle

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UniCredito Italiano - Società per Azioni Sede Sociale: Genova, via Dante 1 Direzione Centrale: Milano, piazza Cordusio Iscrizione al Registro delle"

Transcript

1 L E B U O N E P R A T I C H E

2 UniCredito Italiano - Società per Azioni Sede Sociale: Genova, via Dante 1 Direzione Centrale: Milano, piazza Cordusio Iscrizione al Registro delle Imprese di Genova (Tribunale di Genova) Codice fiscale e partita IVA n Iscritta all Albo delle Banche e Capogruppo del Gruppo Bancario UniCredito Italiano Albo dei Gruppi Bancari cod Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Capitale sociale: euro interamente versato

3 L E B U O N E P R A T I C H E

4

5 Indice Lettera del Presidente e dell A.D. pag. 4 Introduzione pag. 6 Prospetto degli indicatori pag. 8 Parte prima: IL GRUPPO L organizzazione pag. 12 La Corporate Governance pag. 21 Parte seconda: L IDENTITA Un anno di trasformazioni pag. 30 Missione e valori pag. 31 La nostra responsabilità pag. 32 Uno sguardo al futuro pag. 34 Parte terza: I PASSI L attenzione al cliente pag. 38 Le nostre persone pag. 46 Le relazioni con gli investitori pag. 58 La vicinanza al territorio pag. 60 Il rispetto dell ambiente pag. 63 La cittadinanza d impresa pag. 73 Parte quarta: LA MISURAZIONE DEL VALORE Il calcolo e la ripartizione del valore aggiunto pag. 82 La valutazione del patrimonio immateriale pag. 87 Gli indici di sostenibilità pag. 97 Parere di PricewaterhouseCoopers pag. 98 Glossario pag

6 Lettera del Presidente e dell A.D. La pubblicazione di questa quarta edizione del Bilancio Sociale Ambientale rappresenta per UniCredit un occasione per riflettere sulla portata e sui punti aperti di uno strumento che ha accompagnato la crescita del Gruppo negli ultimi anni. L impegno si è concentrato soprattutto sulla costruzione progressiva di un identità forte che poggiasse chiaramente sulla condivisione di valori e comportamenti, coniugandoli con il concetto di «Più ci siamo inoltrati su questo cammino, più si è aperta la complessità delle questioni da affrontare e le aspettative dei portatori di interesse» l intero processo di trasformazione, superare il comprensibile disorientamento e le resistenze iniziali, ridefinendo e rafforzando gli strumenti di costruzione dell identità del Gruppo. All interno questo ha voluto dire moltiplicare le occasioni, formali e informali, di incontri tra i diversi livelli organizzativi, in una logica di confronto e di scambio positiva. responsabilità sociale. Per dar corpo a questi valori, di anno in anno è cresciuta la nostra volontà di progettare iniziative in grado di dare concretezza agli impegni e rafforzare la coerenza delle azioni rispetto ad essi. Sul fronte esterno, nei territori dove le nostre ex banche federate erano più radicate, abbiamo cercato di percorrere i valori di cui ciascuna di esse era portatrice. La loro valorizzazione è uno dei temi oggi più attuali nella prospettiva E come ci si poteva attendere, più ci siamo inoltrati su questo cammino, più si è aperta la complessità delle questioni da affrontare, e si sono innalzate le aspettative dei vari portatori di interesse. di realizzare il nuovo modo di fare banca. Abbiamo coinvolto i nostri principali interlocutori sul territorio, i soggetti istituzionali, gli esponenti dell imprenditoria, dell associazionismo, della cultura e del volontariato, dando vita ai primi Comitati Locali con il compito di promuovere lo sviluppo e la crescita a livello locale. Con la realizzazione del progetto S3, l'azienda ha portato a termine con successo una rivoluzione organizzativa straordinaria. Per raggiungere poi il risultato del consolidamento delle tre nuove Banche, specializzate per segmenti di clientela, è stato necessario presidiare e accompagnare Sul finire dell anno siamo stati investiti dalle note vicende relative a situazioni di default dei bond Argentina, Cirio e Parmalat, con risvolti significativi sotto il profilo della responsabilità sociale anche per il nostro Gruppo. Basti 4

7 pensare che i risparmiatori percepiscono le banche come uno dei principali responsabili dell accaduto. E evidente come avvenimenti di questa portata abbiano imposto, e stiano alimentando, una profonda riflessione, nostra e di tutto il sistema bancario, sulle dinamiche che hanno reso possibile un dramma di tale gravità. Con il risultato di ripensare a fondo strumenti, relazioni e comportamenti organizzativi e individuali. «L attenzione agli aspetti di responsabilità sociale è essenziale per mantenere un clima di fiducia e di credibilità all interno e nei confronti dei nostri clienti» Alla luce di tutti questi avvenimenti l attenzione agli aspetti di responsabilità sociale nella gestione dell attività rappresenta la carta essenziale per mantenere un clima di fiducia e di credibilità all interno e nei confronti dei nostri clienti. Non potremo che potenziare i nostri sforzi in questa direzione. Eventi esterni e maturazione interna ribadiscono così l assoluta importanza degli aspetti di professionalità e di etica Il tema sollevato è sì quello dell appropriatezza delle strutture a comprendere i cambiamenti e i bisogni che li interpretano, ma soprattutto punta a sottolineare come sia la qualità nostra e delle nostre persone, l integrità personale e professionale, l apertura e la voglia di mettersi in discussione quando necessario, a garantire per il futuro che non si ripetano situazioni di disagio, soprattutto per i nostri clienti. personale delle risorse umane nei rapporti con i risparmiatori. Nonostante le difficoltà, che ancora permangono in una situazione perturbata, il lavoro sviluppato dal Gruppo continua ad essere di grande qualità e il rendimento delle persone di livello assolutamente rimarchevole. Come dimostrano i dati del Bilancio, la nostra visione di responsabilità sociale dà anche frutti visibili. La strada è quella giusta e va perseguita con assoluta determinazione. A riprova di queste convinzioni sono le azioni intraprese in risposta all accaduto (meglio descritte nelle pagine seguenti), ma soprattutto quelle che, attuate in passato, ci hanno consentito di presentarci come organizzazione corretta e affidabile. Carlo Salvatori Presidente Alessandro Profumo Amministratore Delegato 5

8 Introduzione La percezione dei mercati e della società degli elementi che consentono ad una impresa una crescita durevole sta Il Gruppo UniCredit risponde a tale esigenza con la pubblicazione annuale del Bilancio Sociale Ambientale, giunto quest anno alla sua quarta edizione. progressivamente includendo una pluralità di aspetti che si aggiungono alla sua capacità di fare profitto. L attenzione alla crescita e alla soddisfazione delle risorse umane, il rispetto dell ambiente, la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, la garanzia di una comunicazione trasparente oltre che veritiera delle informazioni di interesse, l attenzione alle esigenze della collettività come impresacittadino divengono elementi ormai imprescindibili per la legittimazione sociale di ogni organizzazione aziendale. Se il termine bilancio evoca una forma di rendicontazione fondata su rigidi principi contabili, applicato alla dimensione socio-ambientale esso acquisisce un significato più ampio, meglio espresso dal concetto di accountability. Una modalità cioè di dare conto che, applicata alla pluralità e varietà delle aree tematiche di interesse per gli interlocutori aziendali, richiede impegno nella identificazione dei loro fabbisogni informativi, nella raccolta di dati e informazioni che rispondano a tali fabbisogni, nonché nella Tali aspetti attengono alla sfera dei valori dell impresa, alla trasparente, corretta ed esatta comunicazione. sua stessa identità, alle regole e modalità attraverso le quali essa si manifesta. Nel corso del 2003 tale impegno si è articolato su diversi fronti. Sul fronte dell efficacia informativa si è tradotto nella Non si tratta solo di dichiarare i valori e i codici di comportamento adottati, ma di fornire informazioni che consentano di comprendere come essi sono di fatto diffusi, condivisi e messi in pratica all interno dell organizzazione e, soprattutto, utilizzati nella conduzione operativa (definizione delle linee strategiche, delle politiche, degli obiettivi e dei relativi piani di azione). ricerca di una forma espressiva ed espositiva basata su una chiara rappresentazione degli elementi portanti di una strategia di comunicazione. Il Bilancio dunque racconta di noi e della nostra esperienza all interno di quattro sezioni che descrivono: il Gruppo: presentazione del Gruppo e della sua organizzazione; 6

9 l identità: illustrazione dei valori che guidano il nostro attribuisce alla rendicontazione valenze più ampie, quale strumento di governance, di autoregolamentazione e di gestione del processo di legittimazione sociale. operato, dei principi di azione che sottendono una politica di responsabilità sociale, e presentazione degli obiettivi strategici per il 2004; i passi: descrizione delle attività svolte nel corso dell anno per mantenere fede agli impegni assunti e ai principi di azione definiti; la misurazione del valore creato: presentazione delle modalità attraverso le quali intendiamo misurare e rappresentare il valore creato. Risponde ad una esigenza di maggiore chiarezza anche l inserimento del prospetto degli indicatori utilizzati rispetto a quelli di utilità, identificati sulla base degli indirizzi dei principali standard e schemi di riferimento (criteri definiti Sul fronte dell ampliamento del perimetro di rendicontazione: è stato avviato un progetto per la definizione di metodi e strumenti finalizzati alla raccolta sistematica dei dati e delle informazioni di tutte le Banche e Società del Gruppo. Ciò consentirà di ampliare il perimetro del Bilancio ad oggi vincolato - dato il continuo evolversi del modello organizzativo - dalla disponibilità di dati completi, che contiamo di raccogliere in forma più strutturata attraverso la realizzazione di un tableau de bord, uno strumento informatico di raccolta dati. in sede ABI e linee guida internazionali del Global Reporting Initiative edizione 2002). Sul fronte del coinvolgimento e dialogo con gli Sul fronte della misurazione del valore è in corso di studio e definizione un modello di valutazione del patrimonio immateriale (umano, organizzativo e relazionale) di stakeholder è proseguita l attività orientata all analisi, all identificazione e alla gestione dei fabbisogni dei principali interlocutori aziendali attraverso alcune importanti iniziative (Progetto Cliente, Settimana in Agenzia, Contratti Trasparenti, Ascoltare per Crescere Insieme, Comitati Locali). Tali attività si inquadrano all interno di un processo di gestione dei rapporti con i portatori di interesse, che UniCredit, ovvero di quel patrimonio intangibile che contribuisce in modo determinante alla generazione del valore e alla sua crescita economica. Il Bilancio Sociale Ambientale mira dunque ad essere il luogo ove vengono valorizzati, e lo strumento attraverso il quale vengono comunicati e diffusi, quei fattori che sfuggono al bilancio di esercizio. 7

10 Prospetto degli indicatori La tabella riporta le informazioni rilevanti che a nostro avviso dovrebbero essere presenti in un documento di rendicontazione. Non tutte le voci trovano, ad oggi, copertura totale all interno del Bilancio; il prospetto permetterà così, attraverso un raffronto anno con anno, di evidenziare il nostro cammino verso una rendicontazione consolidata. Il prospetto ha inoltre la funzione di evidenziare tutti i dati e le informazioni contenute nel Bilancio indicando dove all interno del documento è possibile approfondire le diverse tematiche. LEGENDA COPERTURA TOTALE DEL PERIMETRO DI RIFERIMENTO COPERTURA PARZIALE DEL PERIMETRO DI RIFERIMENTO QL INFORMAZIONE NON PRESENTE ALL'INTERNO DEL DOCUMENTO DATO DI TIPO QUALITATIVO QN DATO DI TIPO QUANTITATIVO ARGOMENTI INFORMAZIONI/DATI COPERTURA TIPOLOGIA PAG. NOTE GENERALE VISION E STRATEGIE PROFILO CORPORATE GOVERNANCE INFORMAZIONI AGGIUNTIVE LETTERA DELL'A.D. E DEL PRESIDENTE QL 4-5 MISSIONE QL 31 VALORI QL 31 LINEE STRATEGICHE DI RESPONSABILITÀ SOCIALE QL POLITICHE DI RESPONSABILITÀ SOCIALE QL ORGANIZZAZIONE PER LA RESPONSABILITÀ SOCIALE STORIA QL 12 MODELLO ORGANIZZATIVO QL CARICHE SOCIALI QL COMPOSIZIONE E FUNZIONAMENTO ORGANI SOCIALI QL DELEGHE AGLI AMMINISTRATORI IN CARICA QL 27 CODICE DI COMPORTAMENTO IN CORSO DI SVILUPPO CONTATTI QL 102 ELEMENTI METODOLOGICI QL 6-7 STANDARD DI RIFERIMENTO QL 7 AREA SOCIALE DIPENDENTI PROFILO FORMAZIONE PARI OPPORTUNITÀ RELAZIONI SINDACALI SALUTE E SICUREZZA COMUNICAZIONE INTERNA SECURITY COLLETTIVITÀ POLITICHE DI INTERVENTO CONTRIBUTI INTERVENTI TOTALE DIPENDENTI QN 46 COMPOSIZIONE DEL PERSONALE PER CATEGORIE QN PRESENZA TERRITORIALE QN TITOLO DI STUDIO QN 53 COMPOSIZIONE PER FASCE D'ETÀ QN 53 RETRIBUZIONI QN 55 PIANO DI AZIONARIATO QN 55 STOCK OPTION QN 55 SERVIZI AZIENDALI QL 55 INDICE DI SODDISFAZIONE DEI DIPENDENTI IN CORSO DI SVILUPPO SISTEMI DI COINVOLGIMENTO QL - QN SISTEMI DI VALUTAZIONE, REMUNERAZIONE E INCENTIVAZIONE QL - QN INCENTIVI ORIENTATI ALLA RESPONSABILITÀ SOCIALE TURN OVER ASSUNZIONI - DIMINUZIONI QN 47 FORME CONTRATTUALI DI ASSUNZIONE QL 46 ORE DI FORMAZIONE QN 54 PROGRAMMI DI FORMAZIONE QL RAPPORTO UOMINI/DONNE QN 46 PART TIME VS. FULL TIME QN 46 CATEGORIE PROTETTE QN 46 COMPOSIZIONE SENIOR MANAGEMENT QN 48 TASSO SINDACALIZZAZIONE QN 56 POLITICHE E PROCEDURE DI NEGOZIAZIONE CONTENZIOSI DIPENDENTI GESTIONE DELLA SICUREZZA QL 56 N. INFORTUNI QN 57 GIORNI DI ASSENZA PER MALATTIA QN 56 STRUMENTI DI COMUNICAZIONE QL ACCESSI AL PORTALE INTRANET QN 48 ATTIVITÀ QL 57 N. RAPINE QN 57 LINEE GUIDA PER VALUTARE IMPATTO SOCIALE IN CORSO DI SVILUPPO AMMONTARE QN 73, 82 GRUPPO QL - QN 73-75, 79 8

11 ARGOMENTI INFORMAZIONI/DATI COPERTURA TIPOLOGIA PAG. NOTE AREA ECONOMICA AREA AMBIENTALE AREA SOCIALE INTERVENTI RAPPORTI CON IL TERRITORIO VALORE AGGIUNTO CLIENTI PROFILO POLITICHE FINANZA RESPONSABILE COMUNICAZIONE ESTERNA SECURITY INVESTITORI INFORMAZIONI SUL CAPITALE REMUNERAZIONE RISCHIO COMUNICAZIONE FINANZIARIA FORNITORI PROFILO PERFORMANCE GESTIONE ASPETTI DIRETTI ASPETTI INDIRETTI FORMAZIONE DATI ECONOMICO - PATRIMONIALI DATI FINANZIARI FONDAZIONE QL - QN AREE GEOGRAFICHE QL 60 MODALITÀ DI GESTIONE QL 60 ATTIVITÀ QL - QN RAPPRESENTANZE COINVOLTE QL 61 CALCOLO E RIPARTIZIONE QN 82 N. CLIENTI N. CLIENTI PER DIVISIONE N. CLIENTI INTERNET BANKING LOCALIZZAZIONE GEOGRAFICA INDICE DI SODDISFAZIONE QN 38, 91 GESTIONE DEI RECLAMI QL 44 N. RECLAMI RICEVUTI QN 44 TIPOLOGIA RECLAMI RICEVUTI QL 44 IMPORTO PER RECLAMI LIQUIDATI QN 44 POLITICHE DI CREDITO PER TIPOLOGIE DI INTERVENTI QL PRODOTTI E STRUMENTI QL STRUMENTI E TIPOLOGIE TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI QL COMPOSIZIONE DEL CAPITALE SOCIALE QN 59 ANDAMENTO DEL TITOLO QN 59 RISCHIOSITÀ DEL TITOLO QN 96 TIPOLOGIE QL NUMERO QN 59 TIPOLOGIA NUMERO SODDISFAZIONE POLITICHE DI SELEZIONE QL 72 N. FORNITORI SELEZIONATI QN 72 POLITICA QL 64 MODALITÀ QL 65 AUDIT AMBIENTALI QN 65 CONSUMI ENERGETICI QN 66 CONSUMI IDRICI QN 66 RIFIUTI PRODOTTI QN 68 MATERIE PRIME UTILIZZATE QN 68 EMISSIONI CO 2 QN 67 POLITICHE DI GESTIONE MOBILITÀ POLITICHE DI CREDITO QL 68 RISCHIOSITÀ IMPIEGHI QL 69 SERVIZI E STRUMENTI FINANZIARI QL SENSIBILIZZAZIONE FORNITORI QL 72 SELEZIONE FORNITORI QL - QN 72 PROGRAMMI DI FORMAZIONE QL 68 ORE DI FORMAZIONE QN 68 STATO PATRIMONIALE QN 83 CONTO ECONOMICO QN 84 DISTRIBUZIONE DEL VALORE AGGIUNTO QN 85 CRESCITA COMPOSTA ANNUA RICAVI QN RAPPORTO COSTI/RICAVI QN 93 RETURN ON EQUITY QN 93 CAPITALIZZAZIONE DI MERCATO QN 93 VALUE CREATION QL - QN RISK REMUNERATION QL - QN

12

13 L ORGANIZZAZIONE LA CORPORATE GOVERNANCE

14 L organizzazione Il Gruppo UniCredit nasce nel 1998 in Italia dall aggregazione di Credito Italiano e Rolo Banca 1473 con Cassa di Risparmio di Torino, Cassamarca e Cariverona. Nel corso del 1999 si aggregano al Gruppo anche la Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto e la Cassa di Risparmio di Trieste. Tra il 1999 ed il 2000 inizia lo sviluppo della strategia di penetrazione del Gruppo nella New Europe: viene assunto il controllo di Bank Pekao (prima banca privata della Polonia), della slovacca Polnobanka (ora UniBanka), di Bulbank (prima banca della Bulgaria), di Demirbank Romania (ora UniCredit Romania) e delle banche croate Zagrebacka Banka e Splitska Banka (ceduta a Bank Austria nel 2002). Nel corso del 2000 vengono inoltre acquistate dal Gruppo Pioneer di Boston delle società operanti nel settore dell asset management costituendo così la Pioneer Global Asset Management S.p.A. all interno del Gruppo UniCredit. Alla fine del 2001 viene avviato il progetto S3 di riorganizzazione strutturale e funzionale delle sette banche italiane del Gruppo sopra indicate secondo un modello di business che ha portato, all inizio del 2003, alla costituzione di tre nuove Banche specializzate per segmento di clientela: UniCredit Banca, rivolta alle famiglie e alle piccole imprese (segmento retail); UniCredit Banca d Impresa, specializzata nell offerta di prodotti finanziari per le medie e grandi aziende e per gli enti (segmento corporate); UniCredit Private Banking, specializzata nella gestione della ricchezza dei grandi patrimoni dei privati e nella gestione della ricchezza delle famiglie con patrimoni medio-grandi (segmento private). L assetto organizzativo del Gruppo è articolato secondo la seguente struttura divisionale: Divisione Retail; Divisione Corporate; Divisione Private Banking & Asset Management; Divisione New Europe. Esso riflette l impostazione del modello di business adottato nell ambito del progetto S3 e mira a cogliere appieno i benefici derivanti dalla gestione unitaria dei singoli segmenti di clientela e le opportunità di crescita offerte dal mercato, attraverso la valorizzazione delle competenze specialistiche al servizio del cliente ed un forte radicamento nei territori locali. La funzione di governo unitario delle attività è affidata alla Capogruppo UniCredito Italiano S.p.A. che mantiene la responsabilità di massimizzare il valore complessivo del Gruppo, attraverso attività di indirizzo e controllo strategico sull operato delle Divisioni, la gestione dei centri di profitto di competenza e l erogazione di servizi comuni non configurati come società dedicate. Nel 2002 continua l espansione del Gruppo in Europa con la sottoscrizione di un accordo con il Gruppo Koç (uno dei maggiori gruppi privati in Turchia) per una partnership paritetica nei servizi bancari e finanziari. Nel 2003 viene acquisita Zivnostenska Banka, una delle principali banche commerciali della Repubblica Ceca. Oggi UniCredit si presenta come un Gruppo bancario multi-specialistico internazionale attivo in Italia e nei Paesi dell Europa centrale e orientale attraverso una rete operativa costituita da Banche, Società finanziarie e altre Società di servizi; esso è presente inoltre in altre parti del mondo attraverso una rete internazionale costituita da 7 Filiali e 11 Uffici di Rappresentanza. 12

15 STRUTTURA DELLA DIREZIONE CENTRALE E DIVISIONI s - CLARIMA BANCA - UCI BANCA PER LA CASA - BANCA DELL'UMBRIA C.R. CARPI - UCI FONDI SGR (3) - UCI ASSICURA SRL - CREDITRAS VITA (4) - CREDITRAS PREV.ZA SIM - CREDITRAS ASS.NI (4) - COMMERCIAL UNION (4) - VIVACITY - BANQUE MONEGASQUE DE GESTION SA - UCI (SUISSE) BANK SA - CORDUSIO SOC. FIDUCIARIA PER AZ. - BANCA AGR. COMM. R.S. MARINO SA - UCI CONSULTING SRL - F.R.T. FIDUCIARIA RISP. TORINO SIM - UCI PRIVATE ASSET MANAGEMENT SGR - UCI FACTORING - UCI BROKER - I.FABER - UCI SERVICE LAB - QUERCIA FUNDING SRL - VENTURA FINANCE - S+R INVESTIMENTI E GESTIONI SGR - UCI INTERNATIONAL SERVICES SRL - SVILUPPO NORD OVEST SGR (1) POSIZIONE RICOPERTA DA VICE DIRETTORE GENERALE. (2) TRADINGLAB BANCA, CONTROLLATA DA UBM, È INCLUSA NELLA SFERA DI COMPETENZA DELLA DIVISIONE CORPORATE. (3) UCI FONDI: IL RIPORTO FUNZIONALE È ATTRIBUITO ALLA DIVISIONE PRIVATE, NELLE MORE DEL PASSAGGIO SOCIETARIO DA UNICREDIT BANCA A PIM SGR. (4) PARTNERSHIP ASSICURATIVE NELLE QUALI UNICREDIT BANCA PARTECIPA CON UNA QUOTA NON DI CONTROLLO. (5) CONTROLLATA CONGIUNTAMENTE CON IL GRUPPO KOÇ HOLDING TURCHIA. 13

16 L organizzazione DIVISIONI DI BUSINESS Divisione Retail Alla Divisione fa capo UniCredit Banca con le sue controllate quali, in particolare, Clarima Banca e UniCredit Banca per la Casa. Sono inoltre ricomprese nel perimetro della Divisione tutte le Società assicurative nelle quali UniCredit detiene partecipazioni significative e che sono funzionali alla distribuzione dei prodotti specifici. Divisione Corporate Alla Divisione fanno capo UniCredit Banca d Impresa nonché UniCredit Banca Mobiliare, TradingLab Banca, Locat, UniCredit Banca MedioCredito, UniCredit Gestione Crediti, Uniriscossioni. Sono inoltre ricomprese nel perimetro della Divisione: UniCredit Factoring, UniCredit Broker, I.Faber e le altre partecipazioni allocate in UniCredit Banca d Impresa. Alla Divisione Corporate riportano altresì la Rete di Filiali Estere, nonché le funzioni di Correspondent Banking, di Banca Depositaria ed i rapporti con la clientela istituzionale. Divisione Private & Asset Management Alla Divisione fanno capo UniCredit Private Banking, la subholding Pioneer Global Asset Management e UniCredit Xelion Banca. Sono inoltre ricomprese nel perimetro della Divisione le attuali presenze all estero del Gruppo specializzate nel private banking, la Fiduciaria Cordusio e le altre partecipazioni allocate in UniCredit Private Banking. Divisione New Europe Alla Divisione, focalizzata nell indirizzo e coordinamento delle Banche dell Europa centro-orientale del Gruppo, sono affidate la promozione e la gestione di attività di retail e corporate banking sui mercati esteri, con l obiettivo di massimizzare il valore del Gruppo puntando a creare il Gruppo bancario leader nella Nuova Europa. La Divisione supporta inoltre le Banche nella elaborazione dei piani (strategici e operativi) e nell attività di controllo di gestione, nella implementazione, di concerto con la Direzione Crediti, di metodologie, processi e strumenti di gestione creditizia eccellenti nonché nella realizzazione di progetti di cambiamento organizzativo e di sviluppo dei sistemi informativi. DIREZIONI DI INDIRIZZO E GOVERNO Direzione Affari Societari e Legali Alla Direzione è attribuita la responsabilità di assicurare l accuratezza degli adempimenti di carattere legale e societario, l esame dell evoluzione della normativa e l uniforme interpretazione a livello di Gruppo. La Direzione assicura pertanto l individuazione del percorso societario ottimale per la realizzazione di progetti di acquisizione e riassetto del Gruppo, il costante esame dell evoluzione legislativa, la formulazione di pareri, la predisposizione dei contratti di servizio infragruppo e la consulenza legale generale. Direzione Audit di Gruppo Alla Direzione è attribuita la responsabilità di contribuire alla tutela del patrimonio e della stabilità aziendale, fornendo una ragionevole garanzia che l organizzazione possa conseguire in modo efficiente i propri obiettivi. La Direzione assicura pertanto, a livello di Gruppo, la valutazione della funzionalità del complessivo Sistema dei Controlli Interni, la valutazione dell efficacia e dell efficienza dei processi operativi nonché il controllo della regolarità dell operatività e della conformità della stessa alle leggi, ai regolamenti ed agli indirizzi della Capogruppo. Direzione Corporate Identity Alla Direzione è affidata la costruzione e la diffusione di una forte identità di Gruppo, attraverso il coordinamento dei marchi, la gestione delle relazioni esterne ed istituzionali, la gestione della comunicazione interna, in collaborazione con la Direzione Risorse e Organizzazione, e della comunicazione esterna, l elaborazione della politica ambientale, la redazione del Bilancio Sociale Ambientale, il coordinamento dei Comitati Locali ed il coordinamento dei rapporti con la Fondazione Unidea. Direzione Crediti Alla Direzione è affidato l indirizzo strategico in materia di gestione e controllo del rischio di credito, il presidio sulla valutazione del merito creditizio dei grandi Gruppi, la progettazione e l implementazione di processi e strumenti eccellenti di erogazione, monitoraggio e recupero del credito e la gestione delle grandi ristrutturazioni creditizie. 14

17 Direzione Governo Amministrativo Alla Direzione è affidata la gestione dei processi di acquisto accentrati del Gruppo, l ottimizzazione dei costi operativi, gli adempimenti di carattere contabile e fiscale, le segnalazioni di Vigilanza, gli adempimenti concernenti le partecipazioni del Gruppo ed il presidio dei rischi operativi. Alla Direzione fa capo la Società di produzioni accentrate del Gruppo (UniCredit Produzioni Accentrate). Direzione Pianificazione & Finanza Alla Direzione è affidata l attività di Asset & Liability Management, la gestione della Tesoreria di Gruppo, l attività di pianificazione e controllo della Holding. Alla Direzione è inoltre affidato il coordinamento del processo di pianificazione a livello di Gruppo, l attività di Investor Relations, la funzione di Mergers & Acquisitions, il presidio dei rischi di mercato, il consolidamento dei rischi complessivi ed il connesso processo di allocazione del capitale. costo del Personale. La Direzione assicura pertanto, per l intero Gruppo, la coerenza degli assetti organizzativi, la definizione delle politiche di sviluppo e gestione delle Risorse Umane, la gestione ottimale e lo sviluppo delle Risorse Chiave e degli Alti Potenziali nonché la gestione delle relazioni sindacali nazionali e delle tematiche giuslavoristiche. Alla Direzione è inoltre affidato il coordinamento dei progetti di riorganizzazione del Gruppo, il presidio dei processi di Gruppo caratterizzati da un elevata trasversalità e dei processi della Capogruppo, il presidio della qualità della crescita al fine di orientare l evoluzione del modello operativo di Gruppo alla qualità del servizio alla clientela, la gestione della sicurezza fisica a livello di Gruppo nonché la gestione e la manutenzione del patrimonio immobiliare (attraverso il coordinamento funzionale delle Società immobiliari del Gruppo). Direzione Risorse e Organizzazione Alla Direzione è attribuita la responsabilità di supportare lo sviluppo strategico ed organizzativo del Gruppo e di ottimizzare il Capitale Umano della Capogruppo e delle singole Entità, garantendo la capacità di attrarre, mantenere e sviluppare risorse di elevata qualità nonché assicurando un attenta e coerente gestione del 15

18 L organizzazione UNICREDIT BANCA S.p.A. Sede: Bologna UNICREDIT BANCA D IMPRESA S.p.A. Sede: Verona UNICREDIT PRIVATE BANKING S.p.A. Sede: Torino Società rientranti nell area del consolidamento integrale Altre banche BANCA DELL'UMBRIA 1462 S.p.A. Sede: Perugia CASSA RISPARMIO DI CARPI S.p.A. Sede: Carpi CLARIMA BANCA S.p.A. (ora UNICREDIT CLARIMABANCAS.p.A.) TRADINGLAB BANCA S.p.A. UNICREDIT BANCA PER LA CASA S.p.A. (ex ADALYA BANCA IMMOBILIARE S.p.A.) - Finanziarie e altre società CREDITRAS PREVIDENZA SIM S.p.A. GRIFOFACTOR S.p.A. Sede: Perugia UNICREDIT BANCA MOBILIARE S.p.A. Altre banche UNICREDIT BANCA MEDIOCREDITO S.p.A. (ex BANCA MEDIOCREDITO S.p.A.) Sede: Torino UNICREDITO GESTIONE CREDITI S.p.A. Sede: Verona Finanziarie e altre società EURO CAPITAL STRUCTURES Ltd Sede: Dublino LOCAT S.p.A. Sede: Bologna LOCAT LEASING CROATIA d.o.o. Sede: Zagabria QUERCIA FUNDING S.r.l. Sede: Verona S+R Investimenti e Gestioni S.G.R.p.A. TYRERESCOM Ltd Sede: Dublino UNICREDIT FACTORING S.p.A. UNIRISCOSSIONI S.p.A. Sede: Torino Altre banche BANCAAGRICOLA COMMERCIALE S.MARINO S.A. Sede: Borgo Maggiore (San Marino) BANQUE MONEGASQUE DE GESTION S.A. Sede: Monaco (Montecarlo) UNICREDIT (SUISSE) BANK S.A. Sede: Lugano UNICREDIT XELION BANCA S.p.A. (ex XELION BANCA S.p.A.) Gruppo Pioneer Global Asset Management PIONEER GLOBAL ASSET MANAGEMENT S.p.A. KI7 (7) LIMITED Sede: Londra ORBIT ASSET MANAGEMENT LTD Sede: Bermuda PIONEER ALTERNATIVE INVESTMENT MANAGEMENT Ltd Sede: Dublino PIONEER ALTERNATIVE INVESTMENT MANAGEMENT S.G.R.p.A. PIONEER ALTERNATIVE INVESTMENTS MANAGEMENT (Bermuda) Ltd (ex MOMENTUM HOLDINGS Ltd) Sede: Bermuda PIONEER ALTERNATIVE INVESTMENTS (Israel) Ltd (ex SPECIAL FUND MARKETING ISRAEL Ltd) Sede: Raanan PIONEER ALTERNATIVE INVESTMENTS (New York) Ltd (ex MOMENTUM NEW YORK Ltd) Sede: Dover RETAIL CORPORATE PRIVATE BANKING BANKING & ASSET MANAGEMENT LEGENDA Società non residenti in Italia Società del Sub-Gruppo Pioneer USA SOCIETÀ CONSOLIDATA CON Società consolidate con il metodo del patrimonio netto Finanziarie e altre società COMMERCIAL UNION VITA S.p.A. CREDITRAS ASSICURAZIONI S.p.A. CREDITRAS VITA S.p.A. E2E INFOTECH Ltd. Sede: Londra GRIFO INSURANCE BROKERS S.r.l. Sede: Perugia TLX S.p.A. TRADINGLAB INC. Sede: New York UNICREDIT ASSICURA S.r.l. (ex UNICREDITASSICURA S.r.l.) VIVACITY S.p.A. Sede: Roma Finanziarie e altre società UNICREDIT BROKER S.p.A. (ex BROKER CREDIT S.p.A.) I-FABER S.p.A. IKB CORPORATELAB S.A. Sede: Lussemburgo LOCAT RENT S.p.A. SVILUPPO NORD-OVEST S.G.R.p.A. Sede: Torino UNICREDIT INTERNATIONAL SERVICES (UNICIIS) S.r.l. Sede: Roma UNICREDIT SERVICELAB S.p.A. VENTURA FINANCE S.p.A. Sede: Torino Finanziarie e altre società OT FINANCIAL SERVICES NOMINEES LTD Sede: Londra PIONEER CONSULTING SERVICES S.A. Sede: Varsavia S.S.I.S. SOCIETÀ SERVIZI INFORMATICI SAMMARINESE S.p.A. Sede: Borgo Maggiore (S. Marino) UNICREDIT CONSULTING S.r.l. IL METODO PROPORZIONALE

19 PIONEER ALTERNATIVE INVESTMENTS (Uk) Ltd (ex MOMENTUM UK Ltd) Sede: Londra PIONEER ASSET MANAGEMENT S.A. (ex PIONEER INSTITUTIONAL INVESTMENT MANAGEMENT S.A.) Sede: Lussemburgo PIONEER CZECH FINANCIAL COMPANY Sro Sede: Praga PIONEER CZECH INVESTMENT COMPANY A.S. Sede: Praga PIONEER FONDS MARKETING GMBH Sede: Monaco di Baviera PIONEER GLOBAL FUNDS DISTRIBUTOR Ltd Sede: Hamilton PIONEER GLOBAL INVESTMENTS Ltd Sede: Dublino PIONEER GLOBAL INVESTMENTS (Australia) (PTY) Ltd (ex MOMENTUM AUSTRALIA (Pty) Ltd) Sede: Melbourne PIONEER GLOBAL INVESTMENTS (Hk) Ltd (ex MOMENTUM ASIA (Hong Kong) Ltd) Sede: Hong Kong PIONEER INVESTMENT MANAGEMENT Ltd Sede: Dublino PIONEER INVESTMENT MANAGEMENT S.G.R. p.a. PIONEER INVESTMENT MANAGEMENT USA Inc. Sede: Delaware PIONEER PEKAO INVESTMENT MANAGEMENT S.A. Sede: Varsavia PIONEER PEKAO TFI S.A. Sede: Varsavia Sub-Gruppo Pioneer USA PIONEER FUNDS DISTRIBUTOR Inc. Sede: Boston PIONEER INVESTMENT MANAGEMENT Inc. Sede: Wilmington PIONEER INVESTMENT MANAGEMENT SHAREHOLDER SERVICES Inc. Sede: Boston Finanziarie e altre società BAC FIDUCIARIA S.p.A. Sede: Dogana Repubblica di San Marino CORDUSIO Società Fiduciaria per Azioni F.R.T. FIDUCIARIA RISPARMIO TORINO SIM S.p.A. Sede: Torino UNICREDIT PRIVATE ASSET MANAGEMENT S.G.R.p.A. (ex ROLO PIONEER S.G.R.p.A.) Sede: Bologna Gruppo Pekao BANK PEKAO S.A. Sede: Varsavia BANK PEKAO (UKRAINA) Ltd Sede: Luck CDM PEKAO S.A. - Sede: Varsavia DRUKBANK Sp.zo.o. Sede: Zamosc LEASING FABRYCZNY Sp.zo.o. Sede: Lublin PEKAO FAKTORING Sp.zo.o. Sede: Lublin PEKAO FUNDUSZ KAPITALOWY Sp.zo.o - Sede: Lodz PEKAO LEASING Sp.zo.o. Sede: Varsavia PEKAO PIONEER PTE S.A. Sede: Varsavia Gruppo Zagrebacka ZAGREBACKA BANKA D.D. Sede: Zagabria POMINVEST D.D. - Sede: Split PRVA STAMBENA STEDIONICA D.D. Sede: Zagabria UNIVERSAL BANKA D.D. Sede: Sarajevo VARAZDINSKA BANKA D.D. Sede: Varazdin ZAGREBACKA BANKA BH D.D. Sede: Mostar ZAGREB NEKRETNINE D.O.O. Sede: Zagabria ZB INVEST D.O.O. - Sede: Zagabria Gruppo Koç KOÇ FINANSAL HIZMETLER A.S. Sede: Istanbul KOÇBANK A.S. - Sede: Istanbul KOÇBANK (AZERBAIJAN) LTD Sede: Baku KOÇBANK NEDERLAND N.V. Sede: Amsterdam KOÇFAKTOR - KOÇ FAKTORING HIZMETLERI A.S. Sede: Istanbul KOÇLEASE - KOÇ FINANSAL KIRALAMA A.S. Sede: Istanbul KOÇ PORTFOY YONETIMI A.S. Sede: Istanbul KOÇ YATIRIM MENKUL DEGERLER A.S. Sede: Istanbul Altre banche BULBANK A.D. Sede:Sofia UNIBANKA A.S. Sede: Bratislava UNICREDIT ROMANIA S.A. Sede: Bucharest ZIVNOSTENSKA BANKAA.S. Sede: Praga Finanziarie DEMIR ROMLEASE S.A. (ora UNICREDIT LEASING ROMANIA S.A.) Sede: Bucharest DEMIR SECURITIES ROMANIA S.A. Sede: Bucharest XELION DORADCY FINANSOWI Sp.zo.o (ex PEKAO INFORMATYKA Sp.zo.o) Sede: Lodz ZB ASSET MANAGEMENT A.S. Sede: Praga ZB TRUST INVESTICNI SPOLECNOST A.S. Sede: Praga Banche UNICREDITO ITALIANO BANK (IRELAND) Plc - Sede: Dublino Finanziarie e altre società CARIVERONAIRELAND Plc - Sede: Dublino C.R. TRIESTE IRELAND Ltd - Sede: Dublino FIDA SIM S.p.A. - Sede: Torino ING SVILUPPO FINANZIARIA S.p.A. (ora SVILUPPO FINANZIARIAS.p.A.) - ING INVESTMENT MANAGEMENT ITALIA S.g.r. S.p.A. (ora PIXEL INVESTMENT MANAGEMENT S.G.R.p.A.)- ING SVILUPPO FIDUCIARIA SIM S.p.A. (ora SVILUPPO FIDUCIARIA SIM S.p.A.) ING SVILUPPO INVESTIMENTI SIM S.p.A. (ora SVILUPPO INVESTIMENTI SIM S.p.A.) UNICREDIT DELAWARE Inc. - Sede: Dover UNICREDITO ITALIANO - CAPITAL TRUST I - Sede: Newark UNICREDITO ITALIANO - CAPITAL TRUST II - Sede: Newark UNICREDITO ITALIANO - FUNDING LLC I - Sede: Dover UNICREDITO ITALIANO - FUNDING LLC II - Sede: Dover Strumentali CORDUSIO IMMOBILIARE S.p.A. QUERCIA SOFTWARE S.p.A. - Sede: Verona TRIVIMM S.r.l. - Sede: Verona UNICREDIT AUDIT S.p.A. - UNICREDIT PRODUZIONI ACCENTRATE S.p.A. - UNICREDIT REAL ESTATE S.p.A. UNICREDIT SERVIZI INFORMATIVI S.p.A. NEW EUROPE ALTRE SOCIETÀ Gruppo Pekao ANICA SYSTEM S.A. Sede: Lublin BDK CONSULTING Ltd Sede: Luck CENTRAL POLAND FUND LLC Sede: Wilmington CENTRUM KART S.A. Sede: Varsavia FABRYKA MASZYN Sp.zo.o Sede: Janov Lubelski FABRYKA SPRZETU OKRETOWEGO MEBLOMOR S.A. Sede: Czarnkow GRUPA INWESTYCYJNA NYWING S.A. Sede: Varsavia HOTEL JAN III SOBIESKI Sp.zo.o Sede: Varsavia JUPITER NFI S.A. Sede: Varsavia KRAJOWA IZBA ROZLICZENIOWAS.A. Sede: Varsavia MASTERS S.A. Sede: Legnica PEKAO ACCESS Sp.zo.o Sede: Varsavia PEKAO DEVELOPMENT Sp.zo.o Sede: Varsavia PEKAO FINANCIAL SERVICES Sp.zo.o Sede: Varsavia POLONIT Sp.zo.o Sede: Lodz TOMTEX S.A. Sede: Tomaszòw Mazowiecki TRINITY MANAGEMENT Sp.zo.o Sede: Varsavia ZASLAW ZPIN Sp.zo.o Sede: Zagorz Gruppo Zagrebacka ALLIANZ ZAGREB DIONICKO DRUSTVO ZA OSIGURANJE Sede: Zagabria ALLIANZ ZB D.O.O. DRUSTVO ZA UPRAVLJANJE DOBROVOLJNIM MIROVINSKIM FONDOM Sede: Zagabria ALLIANZ ZB D.O.O. DRUSTVO ZA UPRAVLJANJE OBVEZNIM MIROVINSKIM FONDOM Sede: Zagabria CENTAR GRADSKI PODRUM D.O.O. Sede: Zagabria CENTAR KAPTOL D.O.O. Sede: Zagabria ISTRATURIST UMAG HOTELIJERSTVO I TURIZAM D.D. Sede: Umag LIPA D.D. Sede: Novi Marof MARKETING ZAGREBACKE BANKE D.O.O. Sede: Zagabria ZABA TURIZAM D.O.O. Sede: Zagabria ZANE BH D.O.O. Sede: Sarajevo UPI POSLOVNI SISTEM D.O.O. Sede: Sarajevo Finanziarie e altre società AGROCONS CENTRUM A.S. Sede: Bratislava KOÇ ASSET MANAGEMENT S.A. Sede: Ginevra ZIVNOSTENSKA FINANCE B.V Sede: Amsterdam Banche BANCA C.R. SAVIGLIANO S.p.A. Sede: Savigliano CASSA DI RISPARMIO DI BRA S.p.A. Sede: Bra CASSA DI RISPARMIO DI FOSSANO S.p.A. Sede: Fossano CASSA DI RISPARMIO DI SALUZZO S.p.A. Sede: Saluzzo Finanziarie e altre società CONSORZIO CA.RI.CE.SE. Sede: Bologna FIDIA S.G.R. S.p.A. LISEURO S.p.A. Sede: Udine IMMOBILIARE LOMBARDA S.p.A. ING AGENZIAASSICURATIVA S.p.A. (ora XAA AGENZIA ASSICURATIVA S.p.A.) ING EMPLOYEE BENEFITS S.p.A. (ora EMPLOYEE BENEFITS S.p.A.) ON INVESTMENT SERVICES S.r.l. SELEZIONE TERZA S.r.l. S.F.E.T. S.p.A. Società Friulana Esazione Tributi Sede: Udine SYNESIS FINANZIARIA S.p.A. Sede: Torino S.T.T. S.p.A. Sede: Verona UNICREDIT ENERGIA S.c.r.l. UNI IT S.r.l. Sede: Trento

20 L organizzazione RETE OPERATIVA IN ITALIA Numero sportelli VAL D'AOSTA UCB 22 UBI 1 UPB 1 Altre 0 Totale 24 PIEMONTE UCB 441 UBI 28 UPB 27 Altre 2 Totale 498 LOMBARDIA UCB 271 UBI 33 UPB 23 Altre 12 Totale 339 TRENTINO ALTO ADIGE UCB 84 UBI 6 UPB 3 Altre 0 Totale 93 VENETO UCB 619 UBI 46 UPB 27 Altre 1 Totale 693 FRIULI-VENEZIA GIULIA UCB 161 UBI 9 UPB 5 Altre 0 Totale 175 EMILIA ROMAGNA UCB 437 UBI 25 UPB 27 Altre 33 Totale 522 ABRUZZO UCB 21 UBI 4 UPB 1 Altre 0 Totale 26 MARCHE UCB 85 UBI 7 UPB 3 Altre 2 Totale 97 LIGURIA UCB 57 UBI 5 UPB 4 Altre 1 Totale 67 TOSCANA UCB 70 UBI 13 UPB 6 Altre 5 Totale 94 UMBRIA UCB 9 UBI 2 UPB 0 Altre 77 Totale 88 MOLISE UCB 23 UBI 1 UPB 0 Altre 0 Totale 24 PUGLIA UCB 99 UBI 5 UPB 5 Altre 1 Totale 110 SARDEGNA UCB 38 UBI 2 UPB 1 Altre 0 Totale 41 LAZIO UCB 178 UBI 9 UPB 14 Altre 9 Totale 210 CAMPANIA UCB 71 UBI 6 UPB 3 Altre 1 Totale 81 BASILICATA UCB 4 UBI 2 UPB 0 Altre 0 Totale 6 CALABRIA UCB 16 UBI 3 UPB 0 Altre 0 Totale 19 SICILIA UCB 48 UBI 4 UPB 3 Altre 1 Totale 56 TOTALE ITALIA UCB 2754 UBI 211 UPB 153 Altre 145 Totale 3263 LEGENDA UCB UniCredit Banca UBI UniCredit Banca d Impresa UPB UniCredit Private Banking Altre Altre 18

Relazioni e Bilanci 20 03

Relazioni e Bilanci 20 03 Relazioni e Bilanci 20 03 BILANCI 2003 Relazione e Bilancio Consolidato di Gruppo Relazione e Bilancio di UniCredito Italiano SpA UniCredito Italiano - Società per Azioni Sede Sociale: Genova, via Dante

Dettagli

Relazione Trimestrale Consolidata al 31 MARZO 2004

Relazione Trimestrale Consolidata al 31 MARZO 2004 Relazione Trimestrale Consolidata al 31 MARZO 2004 Relazione Trimestrale Consolidata al 31 MARZO 2004 UniCredito Italiano - Società per Azioni Sede Sociale: Genova, via Dante 1 Direzione Centrale: Milano,

Dettagli

Valori che creano Valore. Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2005. opportunità valorizzazione soddisfazione concorrenza

Valori che creano Valore. Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2005. opportunità valorizzazione soddisfazione concorrenza Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2005 opportunità valorizzazione soddisfazione concorrenza sensibilità attenzione sostenibilità reputazione conoscenza semplicità obiettività tempestività cultura

Dettagli

La Corporate LA STORIA UNA NUOVA IDENTITÀ MISSION, VALORI, COMPORTAMENTI GUIDA LA STORIA DEL NOSTRO NUOVO LOGO LA CORPORATE GOVERNANCE

La Corporate LA STORIA UNA NUOVA IDENTITÀ MISSION, VALORI, COMPORTAMENTI GUIDA LA STORIA DEL NOSTRO NUOVO LOGO LA CORPORATE GOVERNANCE La Corporate LA STORIA UNA NUOVA IDENTITÀ MISSION, VALORI, COMPORTAMENTI GUIDA LA STORIA DEL NOSTRO NUOVO LOGO LA CORPORATE GOVERNANCE CALCOLO E RIPARTIZIONE DEL VALORE AGGIUNTO LA REALTÀ NEL 2002: L ASSETTO

Dettagli

Valori che creano Identità

Valori che creano Identità Valori che creano Identità UNICREDITO ITALIANO BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2001 UniCredito Italiano - Società per Azioni - Sede Sociale: Genova, via Dante 1 - Direzione Centrale: Milano, piazza Cordusio

Dettagli

Rispondere di, Rispondere a

Rispondere di, Rispondere a Rispondere di, Rispondere a Bilancio Sociale Ambientale 2004 UniCredito Italiano Società per Azioni Sede Sociale: Genova, via Dante 1 Direzione Centrale: Milano, piazza Cordusio Iscrizione al Registro

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULL ADESIONE AL CODICE DI AUTODISCIPLINA DELLE SOCIETA QUOTATE

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULL ADESIONE AL CODICE DI AUTODISCIPLINA DELLE SOCIETA QUOTATE RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULL ADESIONE AL CODICE DI AUTODISCIPLINA DELLE SOCIETA QUOTATE 13 Come già ampiamente illustrato in occasione dell assemblea di approvazione del bilancio 2000,

Dettagli

CODICE DI AUTODISCIPLINA DELL ENI S.p.A. (la Società) IN ADESIONE AL CODICE PROMOSSO DA BORSA ITALIANA S.p.A.

CODICE DI AUTODISCIPLINA DELL ENI S.p.A. (la Società) IN ADESIONE AL CODICE PROMOSSO DA BORSA ITALIANA S.p.A. CODICE DI AUTODISCIPLINA DELL ENI S.p.A. (la Società) IN ADESIONE AL CODICE PROMOSSO DA BORSA ITALIANA S.p.A. 1. Ruolo del consiglio di amministrazione 2. Composizione del consiglio di amministrazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. Art. 1 Il Consiglio di Amministrazione

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. Art. 1 Il Consiglio di Amministrazione REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Art. 1 Il Consiglio di Amministrazione La Società è amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da un numero di membri non inferiore a sette e

Dettagli

Impegno e Valori Condivisi UNICREDITO ITALIANO - CREDITO ITALIANO BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000

Impegno e Valori Condivisi UNICREDITO ITALIANO - CREDITO ITALIANO BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000 Impegno e Valori Condivisi UNICREDITO ITALIANO - CREDITO ITALIANO BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000 UniCredito Italiano - Società per Azioni - Sede Sociale: Genova, via Dante 1 - Direzione Centrale: Milano,

Dettagli

L impresa è il luogo in cui si perseguono e conciliano obiettivi principalmente destinati alla creazione

L impresa è il luogo in cui si perseguono e conciliano obiettivi principalmente destinati alla creazione Schede Focus Corporate Governance L impresa è il luogo in cui si perseguono e conciliano obiettivi principalmente destinati alla creazione di valore per tutte le componenti che investono nel progetto aziendale

Dettagli

CODICE DI CORPORATE GOVERNANCE DI GRUPPO

CODICE DI CORPORATE GOVERNANCE DI GRUPPO CODICE DI CORPORATE GOVERNANCE DI GRUPPO REVISIONE DICEMBRE 2011 INDICE PREMESSA..... pag. 4 A) REGOLE DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI GESTORI DI UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO S.p.A...... pag. 6 A.1 CONSIGLIO

Dettagli

RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI IN MATERIA DI CORPORATE GOVERNANCE

RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI IN MATERIA DI CORPORATE GOVERNANCE RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI IN MATERIA DI CORPORATE GOVERNANCE La presente relazione, redatta ai sensi delle disposizioni regolamentari di cui al Titolo IA.2, Sezione IA.2.12 delle Istruzioni al Regolamento

Dettagli

PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Regolamento. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi

PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Regolamento. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI Regolamento Regolamento del Comitato Controllo e Rischi Data approvazione: 16/01/2007 Ultima modifica: 08/11/2012 Regolamento del Comitato Controllo e Rischi

Dettagli

Relazione Annuale sulla Corporate Governance

Relazione Annuale sulla Corporate Governance Relazione Annuale sulla Corporate Governance Sede operativa: Via Borgonuovo, 24 Sede legale: Via Valeggio, 41 20121 Milano 10129 Torino capitale sociale 100.800.000 Codice fiscale e Registro Imprese di

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI UNICREDIT

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI UNICREDIT REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI UNICREDIT Edizione luglio 2014 PREMESSA Il presente Regolamento del Consiglio di Amministrazione di UniCredit (il Regolamento ) - adottato in conformità

Dettagli

SOMMARIO. Adottati con delibera del Consiglio di Amministrazione del 27 febbraio 2015

SOMMARIO. Adottati con delibera del Consiglio di Amministrazione del 27 febbraio 2015 PRIINCIIPII DII AUTODIISCIIPLIINA DII IINFRASTRUTTURE WIIRELESS IITALIIANE Adottati con delibera del Consiglio di Amministrazione del 27 febbraio 2015 SOMMARIO Articolo 1 Principi generali pag. 2 Articolo

Dettagli

PROCEDURA PER LA DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE MONCLER S.P.A.

PROCEDURA PER LA DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE MONCLER S.P.A. PROCEDURA PER LA DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE MONCLER S.P.A. ARTICOLO 1 Ambito di applicazione 1.1 La presente Procedura (la Procedura ) è adottata da Moncler S.p.A. ( Moncler o la Società

Dettagli

PROCEDURA PER LA DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE OVS S.P.A.

PROCEDURA PER LA DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE OVS S.P.A. PROCEDURA PER LA DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE OVS S.P.A. Approvata dal Consiglio di Amministrazione di OVS S.p.A. in data 23 luglio 2014, in vigore dal 2 marzo 2015. ARTICOLO 1 Ambito

Dettagli

La banca delle famiglie che creano valore Pag. 1. Una banca globale, legata al territorio, con al centro il cliente Pag. 2

La banca delle famiglie che creano valore Pag. 1. Una banca globale, legata al territorio, con al centro il cliente Pag. 2 DOCUMENTAZIONE NELLA CARTELLA La banca delle famiglie che creano valore Pag. 1 Una banca globale, legata al territorio, con al centro il cliente Pag. 2 Dal modello federale a banca specializzata Pag. 4

Dettagli

NOTA DI SINTESI. I termini e le espressioni definiti nel Prospetto avranno lo stesso significato nella presente Nota di Sintesi.

NOTA DI SINTESI. I termini e le espressioni definiti nel Prospetto avranno lo stesso significato nella presente Nota di Sintesi. NOTA DI SINTESI La presente Nota di Sintesi deve essere letta come introduzione al prospetto di quotazione (il "Prospetto") relativo al programma di emissioni di Covered Warrants e Certificates di UniCredito

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI UNICREDIT

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI UNICREDIT REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI UNICREDIT Edizione Marzo 2012 PREMESSA Il presente Regolamento del Consiglio di Amministrazione di UniCredit (il Regolamento ) - adottato in conformità alla

Dettagli

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012 Banca Popolare Etica L interesse più alto è quello di tutti Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica Venerdì 1 giugno 2012 Banca popolare Etica È punto di incontro tra: risparmiatori

Dettagli

GAS PLUS S.P.A. RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO

GAS PLUS S.P.A. RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO GAS PLUS S.P.A. RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO Pagina 1 GAS PLUS S.p.A. (nel seguito GAS PLUS o Società ) aderisce al nuovo Codice di Autodisciplina (di seguito il Codice ) elaborato dal Comitato per

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A.

LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A. LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A. (APPROVATE DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA SOCIETÀ NELLA RIUNIONE DEL 10 MAGGIO 2012) TOD S S.P.A.

Dettagli

WORLD DUTY FREE S.P.A.

WORLD DUTY FREE S.P.A. WORLD DUTY FREE S.P.A. REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI E CORPORATE GOVERNANCE È istituito presso World Duty Free S.p.A. ( WDF ) un Comitato per il controllo interno, la gestione

Dettagli

Relazione annuale all Assemblea dei Soci. Sistema di Corporate Governance. Codice di Autodisciplina delle Società Quotate

Relazione annuale all Assemblea dei Soci. Sistema di Corporate Governance. Codice di Autodisciplina delle Società Quotate Relazione annuale all Assemblea dei Soci sul Sistema di Corporate Governance e sull adesione al Codice di Autodisciplina delle Società Quotate Indice 1. Premessa pag. 2 2. Relazione annuale all Assemblea

Dettagli

Regolamento del Comitato Rischi di UBI Banca s.c.p.a.

Regolamento del Comitato Rischi di UBI Banca s.c.p.a. Regolamento del Comitato Rischi di UBI Banca s.c.p.a. 15 settembre 2015 1 Regolamento del Comitato Rischi di UBI Banca s.c.p.a. Compiti e regole di funzionamento (ex art. 49 dello Statuto) Premessa Ai

Dettagli

I BILANCI COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AZIENDALE

I BILANCI COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AZIENDALE I BILANCI COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AZIENDALE 1 Bilancio e comunicazione aziendale Vi sono diverse tipologie di bilanci: Obbligatori: quando sono previsti da norme di legge (bilancio d esercizio,

Dettagli

CORPORATE GOVERNANCE EVOLUZIONE NEL CORSO DELL ESERCIZIO

CORPORATE GOVERNANCE EVOLUZIONE NEL CORSO DELL ESERCIZIO CORPORATE GOVERNANCE EVOLUZIONE NEL CORSO DELL ESERCIZIO Il Sistema di Corporate Governance Brembo, la cui completa realizzazione è avvenuta durante gli esercizi 2000 e 2001, è stato oggetto di un ampio

Dettagli

CALTAGIRONE EDITORE S.p.A. RELAZIONE ANNUALE IN MATERIA DI CORPORATE GOVERNANCE ANNO 2006

CALTAGIRONE EDITORE S.p.A. RELAZIONE ANNUALE IN MATERIA DI CORPORATE GOVERNANCE ANNO 2006 CALTAGIRONE EDITORE S.p.A. RELAZIONE ANNUALE IN MATERIA DI CORPORATE GOVERNANCE ANNO 2006 In aderenza alle raccomandazioni di Borsa Italiana, di seguito si forniscono alcune informazioni circa il modello

Dettagli

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi Approvate dal Consiglio di Amministrazione dell 11 marzo 2014 1 1 Ultimo aggiornamento in data 3 marzo 2016. 2 Sommario

Dettagli

Il patrimonio più importante dello Studio De Marco: la capacità e la professionalità delle persone che lavorano nello Studio.

Il patrimonio più importante dello Studio De Marco: la capacità e la professionalità delle persone che lavorano nello Studio. Lo Studio Lo Studio De Marco è un organizzazione professionale di dottori commercialisti e revisori legali autonoma ed indipendente, che opera liberamente sul mercato dal 1972. Lo Studio De Marco è un

Dettagli

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi Approvate dal Consiglio di Amministrazione dell 11 marzo 2014 1 Sommario 1. Il Sistema di Controllo Interno e di

Dettagli

INCONTRO CON LE OO.SS.

INCONTRO CON LE OO.SS. INCONTRO CON LE OO.SS. Roma, 4 settembre 2008 L attività commerciale delle banche retail Roma, 4 settembre 2008 Le Strutture di governo della nuova Rete Italia 20 Direzioni Commerciali 275 Direzioni di

Dettagli

La Banca e il supporto dell internazionalizzazione. Pier Franco Rubatto Servizio Sviluppo all Internazionalizzazione Imprese

La Banca e il supporto dell internazionalizzazione. Pier Franco Rubatto Servizio Sviluppo all Internazionalizzazione Imprese La Banca e il supporto dell internazionalizzazione Pier Franco Rubatto Servizio Sviluppo all Internazionalizzazione Imprese Forlì, 23 ottobre 2008 Internazionalizzazione I servizi della Banca a sostegno

Dettagli

Rev. 11/04/2008 Manuale Organizzativo E DI. Page 1 of 22

Rev. 11/04/2008 Manuale Organizzativo E DI. Page 1 of 22 MANUALE ORGANIZZATIVO E DI CORPORATE GOVERNANCE Page 1 of 22 Indice I - INTRODUZIONE... 3 1.1 PREMESSA...3 1.2 OBIETTIVI DEL MANUALE...3 1.3 AMBITO DI APPLICAZIONE...4 II - ORGANIGRAMMA FUNZIONALE... 5

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO PER IL CONTROLLO INTERNO

REGOLAMENTO DEL COMITATO PER IL CONTROLLO INTERNO REGOLAMENTO DEL COMITATO PER IL CONTROLLO INTERNO Articolo 1 Premessa Il presente Regolamento disciplina la costituzione, il funzionamento ed i compiti del comitato per il Controllo Interno (il Comitato

Dettagli

RAPPORTO SU FUSIONI E AGGREGAZIONI TRA GLI INTERMEDIARI FINANZIARI

RAPPORTO SU FUSIONI E AGGREGAZIONI TRA GLI INTERMEDIARI FINANZIARI RAPPORTO SU FUSIONI E AGGREGAZIONI TRA GLI INTERMEDIARI FINANZIARI Case Study: Banca Lombarda e Piemontese Milano, 18 luglio 2003 Agenda Agenda (31/12/1999) Il Modello Organizzativo Il Modello Distributivo

Dettagli

REGOLAMENTO COMITATO CONTROLLO, RISCHI, REMUNERAZIONE E NOMINE

REGOLAMENTO COMITATO CONTROLLO, RISCHI, REMUNERAZIONE E NOMINE REGOLAMENTO COMITATO CONTROLLO, RISCHI, REMUNERAZIONE E NOMINE 24 Luglio 2015 1 ARTICOLO 1 PREMESSA 1.1. Conto tenuto delle raccomandazioni contenute nel Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana S.p.A.,

Dettagli

Il contributo si focalizza sugli aspetti organizzativi/ funzionali connessi allo sviluppo/ implementazione dei sistemi di rating interno

Il contributo si focalizza sugli aspetti organizzativi/ funzionali connessi allo sviluppo/ implementazione dei sistemi di rating interno IL CONTRIBUTO DI UNICREDITO ITALIANO AL PROGETTO DI RICERCA Rating interni e controllo del rischio di credito Esperienze, problemi, Soluzioni Milano - 31 marzo 2004 NEWFIN Centro Studi sull innovazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEGLI ORGANI AZIENDALI DI UNICREDIT CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE COLLEGIO SINDACALE

REGOLAMENTO DEGLI ORGANI AZIENDALI DI UNICREDIT CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE COLLEGIO SINDACALE REGOLAMENTO DEGLI ORGANI AZIENDALI DI UNICREDIT CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE COLLEGIO SINDACALE Edizione maggio 2015 1 PREMESSA Il presente Regolamento ( Regolamento ) disciplina le modalità di funzionamento

Dettagli

Allegato 5 PROFILO SOCIETARIO ED ORGANIZZATIVO DI TORRE SGR - 1 -

Allegato 5 PROFILO SOCIETARIO ED ORGANIZZATIVO DI TORRE SGR - 1 - Allegato 5 PROFILO SOCIETARIO ED ORGANIZZATIVO DI TORRE SGR - 1 - Indice PARTE I - PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ... 3 ATTIVITÀ SVOLTE... 3 ORGANI SOCIALI... 3 PARTECIPAZIONE AL CAPITALE SOCIALE... 4 PARTE

Dettagli

IL GRUPPO BANCO POPOLARE

IL GRUPPO BANCO POPOLARE IL GRUPPO BANCO POPOLARE Foto di Lucio Cerofolini Verona - Ponte di Castelvecchio IL GRUPPO BANCO POPOLARE PROFILO DEL GRUPPO BANCO POPOLARE Il Gruppo Banco Popolare è nato il 1 luglio 2007 dalla fusione

Dettagli

CAMFIN S.p.A. PROCEDURA SUI FLUSSI INFORMATIVI VERSO CONSIGLIERI E SINDACI

CAMFIN S.p.A. PROCEDURA SUI FLUSSI INFORMATIVI VERSO CONSIGLIERI E SINDACI CAMFIN S.p.A. PROCEDURA SUI FLUSSI INFORMATIVI VERSO CONSIGLIERI E SINDACI 1. Premessa 1.1 La completezza delle informazioni a disposizione degli amministratori rappresenta condizione essenziale per il

Dettagli

Reingegnerizzazione dei processi del credito nelle banche della New Europe. Attività e riscontri

Reingegnerizzazione dei processi del credito nelle banche della New Europe. Attività e riscontri Reingegnerizzazione dei processi del credito nelle banche della New Europe. Attività e riscontri Fausto Galmarini Responsabile Direzione Crediti Milano Giugno 00 OBIETTIVO DELLA PRESENTAZIONE Presentare

Dettagli

Elementi di Corporate Governance

Elementi di Corporate Governance Elementi di Corporate Governance Direzione d impresa Ing. Marco Greco 9 ottobre 2009 Definizione Il sistema di strutture, processi e meccanismi che regolano il governo dell impresa, ossia la direzione

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AL BILANCIO BYBLOS 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AL BILANCIO BYBLOS 2012 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AL BILANCIO BYBLOS 2012 BYBLOS è un Fondo Pensione Complementare costituito in forma di associazione, autorizzato all esercizio dell attività in data 5 febbraio

Dettagli

R e l a z i o n i e B i l a n c i 2 0 0 4. Progetto di Bilancio

R e l a z i o n i e B i l a n c i 2 0 0 4. Progetto di Bilancio R e l a z i o n i e B i l a n c i 2 0 0 4 Progetto di Bilancio R e l a z i o n i e B i l a n c i 2 0 0 4 Relazione e Bilancio Consolidato di Gruppo Relazione e Bilancio di UniCredito Italiano SpA UniCredito

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto l articolo 4 della Legge Costituzionale n.185/2005 e l articolo 6 della Legge Qualificata n.186/2005; Promulghiamo

Dettagli

Gruppo Editoriale L Espresso S.p.A. DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

Gruppo Editoriale L Espresso S.p.A. DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Gruppo Editoriale L Espresso S.p.A. DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Aggiornamento approvato dal consiglio di amministrazione dell 8 marzo 2011 INDICE 1. Premessa... 3 2. Definizioni...

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM. Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM. Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12 REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12 dicembre 2013, disciplina la composizione e la nomina, le modalità di

Dettagli

EOS Servizi Fiduciari

EOS Servizi Fiduciari Cura del dettaglio www.eosfiduciaria.it Una fiduciaria d eccellenza EOS Servizi Fiduciari è la fiduciaria di amministrazione statica del Gruppo BSI SA. La società è attiva da oltre 30 anni nel settore

Dettagli

LA CO A C MP O A MP G A INE SOCIA C L IA E L

LA CO A C MP O A MP G A INE SOCIA C L IA E L LA COMPAGINE SOCIALE LA COMPAGINE SOCIALE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza si ispira ai principi di onestà, correttezza, trasparenza e riservatezza nello svolgimento

Dettagli

Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A.

Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. 1 Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 1 giugno

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO IL REGOLAMENTO definisce gli obiettivi e i criteri, individua gli ambiti di azione e le responsabilità, e disciplina le procedure e le modalità della gestione patrimoniale e finanziaria della Fondazione,

Dettagli

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO 23.12.2104 ORDINE DI SERVIZIO n. 33/14 AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO Con riferimento all Ordine di Servizio n. 26 del 19.11.2014, si provvede a definire l articolazione della funzione AMMINISTRAZIONE,

Dettagli

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE Ai sensi dell art. 123 ter del D.Lgs. n. 58/1998 e dell art. 84 quater e dell'allegato 3A del Regolamento CONSOB n. 11971/99 27 MARZO 2014 Buzzi Unicem SpA Sede: Casale Monferrato

Dettagli

SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE

SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE di BANCA NAZIONALE DEL LAVORO SPA Il presente documento costituisce un Supplemento al Documento di Registrazione depositato presso la CONSOB in data 28/05/2012

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE FINMECCANICA - Società per azioni Sede in Roma, Piazza Monte Grappa n. 4 finmeccanica@pec.finmeccanica.com Capitale sociale euro 2.543.861.738,00 i.v. Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale n.

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA SECONDO TRIMESTRE 2007

RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA SECONDO TRIMESTRE 2007 RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA SECONDO TRIMESTRE Redatta secondo principi contabili internazionali IAS/IFRS Gruppo MutuiOnline S.p.A. (in breve Gruppo MOL S.p.A. o MOL Holding S.p.A.) Sede Legale: Corso

Dettagli

EOS Servizi Fiduciari

EOS Servizi Fiduciari Cura del dettaglio www.eosfiduciaria.it Una fiduciaria d eccellenza EOS Servizi Fiduciari è la fiduciaria di amministrazione statica del Gruppo BSI SA. La società è attiva da oltre 30 anni nel settore

Dettagli

3. L'AREA DI CONSOLIDAMENTO DEL GRUPPO BPER

3. L'AREA DI CONSOLIDAMENTO DEL GRUPPO BPER 3. L'AREA DI CONSOLIDAMENTO DEL GRUPPO BPER 3.1 Mappa del Gruppo al 31 dicembre 2012 Fatte le dovute premesse nei paragrafi che precedono, Vi presentiamo la mappa del Gruppo, alla data del 31 dicembre

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE PESCARABRUZZO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE PESCARABRUZZO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE PESCARABRUZZO Approvato dal Comitato di Indirizzo nella seduta del 20 marzo 2015 Sommario TITOLO I - PREMESSE... 3 1. Ambito di applicazione...

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA IN MATERIA DI POLITICA SULLA REMUNERAZIONE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA IN MATERIA DI POLITICA SULLA REMUNERAZIONE RELAZIONE ILLUSTRATIVA IN MATERIA DI POLITICA SULLA REMUNERAZIONE redatta ai sensi dell Art. 123-ter del Decreto legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998 e dell Art. 84-quater del Regolamento Emittente Approvata

Dettagli

STATUTO Art. 1 Art. 2 Art. 3

STATUTO Art. 1 Art. 2 Art. 3 STATUTO Art. 1 La società per azioni denominata Banca del Mezzogiorno MedioCredito Centrale S.p.A. (in forma abbreviata BdM - MCC S.p.A. ) è regolata dal presente Statuto. La Società può utilizzare anche

Dettagli

ELITE. Thinking long term

ELITE. Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE valorizza il presente e prepara al futuro. Per aiutare le imprese a realizzare i loro progetti abbiamo creato ELITE, una piattaforma unica di servizi

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO INDICE Art. 1 Ambito di applicazione TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 2 Finalità del processo di gestione del patrimonio Art. 3 Fondo stabilizzazione erogazioni

Dettagli

AGENTI: 1.375 (2005: 1.408) AGENTI: 469 (2005: 489) SUBAGENTI: 5.422 (2005: 6.799) SUBAGENTI: 1.178 (2005: 1.385) GERENZE ALLIANZ SUBALPINA

AGENTI: 1.375 (2005: 1.408) AGENTI: 469 (2005: 489) SUBAGENTI: 5.422 (2005: 6.799) SUBAGENTI: 1.178 (2005: 1.385) GERENZE ALLIANZ SUBALPINA RAS-Riunione Adriatica di Sicurtà - Bilancio Sociale 26 Canali distributivi Chi sono Agenti assicurativi La missione degli agenti (1.844 a fine 26) è aiutare i clienti a individuare le soluzioni assicurative

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE DI CUI ALL ART. 2501-TER CODICE CIVILE

PROGETTO DI FUSIONE DI CUI ALL ART. 2501-TER CODICE CIVILE PROGETTO DI FUSIONE DI CUI ALL ART. 2501-TER CODICE CIVILE [QUESTA PAGINA È STATA LASCIATA INTENZIONALMENTE IN BIANCO] PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE IN BANCA INTESA S.P.A. DI SANPAOLO IMI S.P.A.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Art. 1 Costituzione - Presidenza

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Art. 1 Costituzione - Presidenza Una Società Finmeccanica REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI Art. 1 Costituzione - Presidenza 1. Il Comitato Controllo e Rischi (il Comitato ) è costituito con delibera del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Governare in periodi di instabilità: Sempre più pressioni sul Comitato controllo e rischi

Governare in periodi di instabilità: Sempre più pressioni sul Comitato controllo e rischi Governare in periodi di instabilità: Sempre più pressioni sul Comitato controllo e rischi Di Don Wilkinson, Vice-Presidente Deloitte Amministratori, fate un respiro profondo: gli impegni previsti in agenda

Dettagli

BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. Composizione quali-quantitativa ottimale dell Organo amministrativo di Banca Carim Spa

BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. Composizione quali-quantitativa ottimale dell Organo amministrativo di Banca Carim Spa BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. Composizione quali-quantitativa ottimale dell Organo amministrativo di Banca Carim Spa INDICE 1. Premessa 2. La Composizione ottimale del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Sistema Pioneer Fondi Italia. Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Informazioni Generali

Sistema Pioneer Fondi Italia. Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Informazioni Generali Sistema Pioneer Fondi Italia Informazioni Generali Prospetto Semplificato Informazioni Generali La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

Questionario di autovalutazione del Consiglio di Amministrazione

Questionario di autovalutazione del Consiglio di Amministrazione Questionario di autovalutazione del Consiglio di Amministrazione Aprile 2012 Il presente questionario (check list) è uno strumento di supporto all attività di autovalutazione che, come suggerito dal Codice

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA Approvato dal Collegio di Indirizzo In data 21 dicembre 2015 AMBITO DI APPLICAZIONE TITOLO I PRINCIPI GENERALI

Dettagli

Relazione annuale sulla adesione alle raccomandazioni contenute nel codice di autodisciplina delle società quotate

Relazione annuale sulla adesione alle raccomandazioni contenute nel codice di autodisciplina delle società quotate Relazione annuale sulla adesione alle raccomandazioni contenute nel codice di autodisciplina delle società quotate (Sez. IA.2.12 delle Istruzioni al Regolamento dei Mercati Organizzati gestiti dalla Borsa

Dettagli

business consultants financial & tax advisors

business consultants financial & tax advisors business consultants financial & tax advisors LA NOSTRA MISSION Da tempo, accanto alle tradizionali competenze nelle materie fiscali e contabili, sta crescendo il nostro impegno nel fornire assistenza

Dettagli

ORGANO DI COORDINAMENTO R.S.A. BANCA NAZIONALE DEL LAVORO

ORGANO DI COORDINAMENTO R.S.A. BANCA NAZIONALE DEL LAVORO ORGANO DI COORDINAMENTO R.S.A. BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Alle R.S.A. FABI BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Loro Indirizzi Oggetto: Riorganizzazione della Banca Nazionale del Lavoro SpA Informativa ai sensi

Dettagli

RELAZIONE SEMESTRALE SUL GOVERNO SOCIETARIO * * * La Società adotta il sistema di amministrazione e controllo tradizionale. Il sistema di Corporate

RELAZIONE SEMESTRALE SUL GOVERNO SOCIETARIO * * * La Società adotta il sistema di amministrazione e controllo tradizionale. Il sistema di Corporate RELAZIONE SEMESTRALE SUL GOVERNO SOCIETARIO La Società adotta il sistema di amministrazione e controllo tradizionale. Il sistema di Corporate Governance di Pirelli si fonda su: (i) centralità del Consiglio

Dettagli

Basilea 2, misurazione del rischio e crescita dimensionale attraverso strategie di M&A: il caso del gruppo BPU

Basilea 2, misurazione del rischio e crescita dimensionale attraverso strategie di M&A: il caso del gruppo BPU Basilea 2, misurazione del rischio e crescita dimensionale attraverso strategie di M&A: il caso del gruppo BPU Marco Giaccone Responsabile Funzione Capital Management, Area Bergamo, Il Gruppo BPU ed il

Dettagli

Controllo Interno. Aree Territoriali. RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione

Controllo Interno. Aree Territoriali. RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione Controllo Interno Aree Territoriali RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione Agenda 2 Il modello organizzativo : logiche e obiettivi Il perimetro organizzativo/geografico Controllo Interno: Aree Territoriali

Dettagli

Il Gruppo UBI Banca oggi

Il Gruppo UBI Banca oggi 1 UBI Banca nasce nel 2007 dalla fusione tra. BPU BANCA LOMBARDA e PIEMONTESE Il Gruppo UBI Banca oggi Oltre 4 milioni di clienti serviti tramite un modello divisionalizzato e segmentato 1888 filiali in

Dettagli

AIFMD NOVITÀ INTRODOTTE CON I DECRETI ATTUATIVI: AMBITI DI APPLICAZIONE E PROFILI DI GOVERNANCE

AIFMD NOVITÀ INTRODOTTE CON I DECRETI ATTUATIVI: AMBITI DI APPLICAZIONE E PROFILI DI GOVERNANCE AIFMD NOVITÀ INTRODOTTE CON I DECRETI ATTUATIVI: AMBITI DI APPLICAZIONE E PROFILI DI GOVERNANCE Partner di: Private Equity LAB Associato a: Shadow Banking e AIFMD G20 Pittsburgh 2009 Rivedere l intero

Dettagli

STATUTO. Equiter è una società del gruppo

STATUTO. Equiter è una società del gruppo STATUTO Equiter S.p.A. - Sede Sociale: Piazza San Carlo, 156-10121 Torino Tel. +39.011.555.1 - Fax +39.011.66.80.637 -Capitale Sociale 150.000.000 i.v. - Codice Fiscale, Partita IVA e Iscrizione Registro

Dettagli

Comitato Tecnico Assofondipensione. 4 giugno 2012

Comitato Tecnico Assofondipensione. 4 giugno 2012 Comitato Tecnico Assofondipensione «Disposizioni sulla politica di investimento» 4 giugno 2012 1 Gestione finanziaria nei fondi pensione Normativa e modello operativo ante Deliberazione Covip 16/03/2012;

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D. Lgs. 231/2001 GOVERNANCE ORGANIZZATIVA

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D. Lgs. 231/2001 GOVERNANCE ORGANIZZATIVA Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D. Lgs. 231/2001 Rev. 1-20/10/2010 GOVERNANCE ORGANIZZATIVA 1. Sistema di governance organizzativa L assetto organizzativo, amministrativo e contabile

Dettagli

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2014. Milano, 25.03.2015

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2014. Milano, 25.03.2015 Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2014 Milano, 25.03.2015 Agenda I Profilo del Gruppo II Dinamica delle attività III Il rafforzamento delle attività nel Real Estate IV Risultati di

Dettagli

Relazione sulla gestione

Relazione sulla gestione Relazione sulla gestione 18 Introduzione Mappa del Gruppo Organizzazione territoriale Parte B - Criteri di valutazione Parte C - Informazioni sullo Stato Patrimoniale Parte D - Informazioni sul Conto Economico

Dettagli

RIORGANIZZAZIONE SOCIETARIA DI UNICREDIT BANCA MEDIOCREDITO S.P.A. E DELLE ATTIVITÀ DI SECURITIES SERVICES DEL GRUPPO UNICREDIT

RIORGANIZZAZIONE SOCIETARIA DI UNICREDIT BANCA MEDIOCREDITO S.P.A. E DELLE ATTIVITÀ DI SECURITIES SERVICES DEL GRUPPO UNICREDIT Comunicato stampa RIORGANIZZAZIONE SOCIETARIA DI UNICREDIT BANCA MEDIOCREDITO S.P.A. E DELLE ATTIVITÀ DI SECURITIES SERVICES DEL GRUPPO UNICREDIT APPROVAZIONE DEI DATI ECONOMICI E PATRIMONIALI DI UNICREDIT

Dettagli

Banca Intesa Network

Banca Intesa Network Network Sportelli in Italia suddivisi per Banca (dicembre 2000) Ambroveneto (1) Cariplo Comit Carime (2) FriulAdria Cariparma Controllate (3) Piemonte 37 85 77 11 101 Valle d Aosta 4 Lombardia 98 558

Dettagli

sette componenti almeno tre composizione qualitativa BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A.

sette componenti almeno tre composizione qualitativa BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. PUNTO 2. ALL ORDINE DEL GIORNO (parte ordinaria): Elezione dei Consiglieri di Amministrazione, previa determinazione del loro numero, tra cui il Presidente e il Vice Presidente, che resteranno in carica

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO Il presente regolamento, adottato ai sensi dell art. 4, punto 10, dello statuto della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, di seguito indicata come

Dettagli

Aggiornamento sul Gruppo: Febbraio 2013

Aggiornamento sul Gruppo: Febbraio 2013 Aggiornamento sul Gruppo: Febbraio 2013 1 Appendice B: Gruppo Banco Popolare Banco Popolare: la struttura del Gruppo al 30/09/2012 Holding e Divisioni Territoriali integrate Controllate bancarie nazionali**

Dettagli

CAPO I Denominazione Sede Durata - Oggetto

CAPO I Denominazione Sede Durata - Oggetto STATUTO APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL 8 NOVEMBRE 2011 VERBALE REDATTO PER ATTO PUBBLICO AL N. 5244/1379 A REPERTORIO NOTAIO DOTT.SSA CLAUDIA GANGITANO, NOTAIO IN MILANO CAPO

Dettagli