Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi"

Transcript

1 Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi

2

3 Claudio Boido, Antonio Fasano Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C. Auckland Bogotá Lisboa London Madrid Mexico City Montreal New Delhi San Juan Singapore Sydney Tokyo Toronto

4 Questa pubblicazione è stata realizzata con il parziale contributo dell Università degli Studi di Salerno. Copyright 2011 The McGraw-Hill Companies, S.r.l. Publishing Group Italia Via Ripamonti, Milano McGraw-Hill A Division of the McGraw-Hill Companies I diritti di traduzione, di riproduzione, di memorizzazione elettronica e di adattamento totale e parziale con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm e le copie fotostatiche) sono riservati per tutti i Paesi. Date le caratteristiche intrinseche di Internet, l Editore non è responsabile per eventuali variazioni negli indirizzi e nei contenuti dei siti Internet riportati. Nomi e marchi citati nel testo sono generalmente depositati o registrati dalle rispettive case produttrici. Publisher: Paolo Roncoroni Produzione: Donatella Giuliani Stampa: Prontostampa, Fara Gera d Adda (Bergamo) ISBN Printed in Italy

5 Indice Pag. 1. Introduzione all economia del mercato mobiliare 1 Antonio Fasano 1.1 Il sistema finanziario e il mercato mobiliare Gli strumenti finanziari Gli intermediari finanziari Ambito dell analisi C è davvero bisogno di finanza? L attività finanziaria può fare a meno degli intermediari finanziari? Finanza diretta e finanza intermediata Teoria dell intermediazione (cenni) Il ruolo dell intermediario broker Il ruolo dell intermediario dealer Funzioni e forma dei mercati finanziari Perché è importante regolamentare i mercati e gli intermediari La microstruttura dei mercati finanziari La negoziabilità degli strumenti finanziari Il lessico dei mercati mobiliari 23 Antonio Fasano 2.1 Perché abbiamo bisogno di classificare? Classificazione e funzione dei contratti finanziari Titoli individuali e di massa La circolazione dei titoli Caratteristiche funzionali dei titoli 37

6 VI Indice 2.6 Contratti di debito Contratti di partecipazione Contratti derivati Tassonomia e microstruttura dei mercati finanziari Le fasi dello scambio Sistemi di negoziazione bilaterali e multilaterali Mercati di broker Mercati quote-driven Mercati order-driven Marker centre L Order routing system Classificazione dei mercati finanziari Il rischio e il rendimento delle attività finanziarie 59 Antonio Fasano 3.1 La convenienza economica ad aderire ad un contratto finanziario La misurazione della convenienza La convenienza nei contratti obbligazionari Le obbligazioni zero coupon Terminologia e complementi L approccio naïve Tassi di interesse di mercato e classi di rating Metodologie di calcolo dei giorni I Buoni Ordinari del Tesoro Il calcolo del rendimento del BOT I Certificati del Tesoro Zero Coupon Le obbligazioni con cedola e il modello dei vicini di casa I Buoni del Tesoro Poliennali Il calcolo dell NPV e dell IRR Cedole costanti e par value 91

7 Indice VII 3.8 Ulteriori configurazioni per il rendimento dei titoli di debito Le obbligazioni a tasso variabile Obbligazioni reverse floater Rendimenti teorici e rendimenti osservati: struttura a termine dei tassi Un applicazione della struttura a termine: confronto tra CTZ e BTP Il rischio negli strumenti obbligazionari La duration La convexity La convenienza nei contratti di partecipazione Valore dell azione e valore societario Informazione ed efficienza Anomalie di mercato Rendimento azionario Il modello di Gordon Il modello di Gordon a due stadi Applicazione del modello di Gordon Il rendimento atteso Costo del capitale azionario e costo del capitale di debito La percezione del rischio da parte dell investitore La varianza come indicatore di volatilità del rendimento La varianza è davvero un buon indicatore di rischio? Rischio e rendimento nei portafogli Rischio e valore: l efficienza delle combinazioni rischio-rendimento Simulazione in linguaggio R Introduzione al Capital Asset Pricing Model Il beta Aspetti operativi relativi al calcolo del beta Alcune varianti al beta tradizionale Estensioni al CAPM 158

8 VIII Indice 3.20 Introduzione ai modelli multifattoriali e all Arbitrage Pricing Theory Cenni su benchmark e indici di rischio Appendice alla sezione Introduzione agli strumenti derivati 171 Pasqualina Porretta 4.1 Introduzione Gli Interest Rate Swap La valutazione di uno swap su tassi di interesse I contratti a termine: introduzione I contratti forward I Futures Le opzioni: tipologie e peculiarità Introduzione al pricing delle opzioni I processi di Markov Black & Scholes: inquadramento teorico La put-call parity Le greche 219 Il coefficiente Delta 221 Il coefficiente Gamma 225 Il coefficiente Theta 228 Il coefficiente Vega 229 Il coefficiente Rho Il modello di Black per i derivati su tasso: breve introduzione Le opzioni esotiche: una breve panoramica I Titoli obbligazionari strutturati: una breve rassegna Asset allocation 247 Claudio Boido 5.1 Introduzione 247

9 Indice IX 5.2 Asset allocation Alfa e beta drivers La gestione di portafoglio: quale scelta? Gestori attivi The Fundamental Law Active Management (FLAM) Hedge Funds 275 Claudio Boido 6.1 Introduzione Strategie Market directional 278 Equity Long/Short 278 Equity Market Timing 279 Short Selling Ristrutturazione societaria 280 Distressed Securities 280 Merger Arbitrage 281 Event Driven Convergence trading 282 Fixed Income Arbitrage 282 Convertible Bond Arbitrage 283 Market Neutral 283 Statistical Arbitrage 284 Relative Value Arbitrage Opportunistic 284 Global Macro 284 Funds of Funds Letteratura Nuove frontiere Portable alpha 292

10 X Indice / Alternative beta Funds of Funds (FOF) Commodities 307 Claudio Boido 7.1 Introduzione Investire direttamente nel bene fisico Investire indirettamente sulle azioni di società che hanno il core business sulle commodities Investire in commodities future La fissazione del prezzo sul mercato future delle commodities Investire in commodities index future Investire in commodities fund Investire in Exchange Traded Funds Managed Futures Le commodities nel confronto con le altre asset class e nel ciclo economico Rischi legati alle commodities I diversi settori Una commodity atipica Letteratura Credit derivatives 347 Claudio Boido 8.1 Introduzione Il mercato dei credit derivatives Definizioni e spessore del mercato Settori del mercato Classificazione Gli operatori 354

11 Indice XI 8.3 Gli strumenti La nuova regolamentazione 356 Total Rate of Return Swap (Trors) 357 Credit default derivatives (swaps o options) 361 Credit spread derivative (option, forward, swap) 364 Credit linked notes 367 Asset swap switches Seconda generazione 371 Collateralizated debt obbligation (clo/cbo) 371 Nuovi sviluppi nel mercato dei CDO Basket Products CDS Indexes Real Estate 379 Claudio Boido 9.1 Introduzione Real estate è un investimento? Le sottocategorie: core, value added e opportunistic REITS Inflazione L innovazione tra real estate e credit derivative Private equity real estate (PERE) Considerazioni conclusive Private Equity 401 Claudio Boido 10.1 Introduzione Struttura Venture Capital Buy out 410

12 XII Indice 10.4 Mezzanine Distressed debt Aspetti di carattere economico e finanziario Gli sviluppi e le prospettive del mercato Confronto con la letteratura precedente 428 Bibliografia 431

Indice. Presentazione

Indice. Presentazione Indice Presentazione di Pier Luigi Fabrizi pag. XIII 1 L economia del mercato mobiliare di Pier Luigi Fabrizi» 1 1.1 Premessa» 1 1.2 L esercizio semantico» 1 1.3 La collocazione della disciplina» 4 Bibliogra

Dettagli

Il bilancio di esercizio. Principi contabili e il loro impatto sulla performance aziendale

Il bilancio di esercizio. Principi contabili e il loro impatto sulla performance aziendale Il bilancio di esercizio Principi contabili e il loro impatto sulla performance aziendale Monica Bartolini Il bilancio di esercizio Principi contabili e il loro impatto sulla performance aziendale McGraw-Hill

Dettagli

Autorevolezza personale e leader nella professione

Autorevolezza personale e leader nella professione Autorevolezza personale e leader nella professione Adolfo Maria Comari Autorevolezza personale e leader nella professione Psicologia della leadership McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington

Dettagli

Indice. Presentazione

Indice. Presentazione Presentazione di Pier Luigi Fabrizi pag. XIII 1 LÕeconomia del mercato mobiliare di Pier Luigi Fabrizi È 1 1.1 Premessa È 1 1.2 LÕesercizio semantico È 1 1.3 La collocazione della disciplina È 4 Bibliografia

Dettagli

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 00_caparrelli 20-01-2004 13:10 Pagina VII Prefazione XIII Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 Capitolo 1 I prodotti del mercato monetario 3 1.1 Introduzione al mercato monetario

Dettagli

Economia agroalimentare: mercati e politiche

Economia agroalimentare: mercati e politiche Economia agroalimentare: mercati e politiche Valeria Sodano, Maria Sassi, Andrea Marchini Economia agroalimentare: mercati e politiche McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C. Auckland

Dettagli

Organizzazioni sanitarie: dal design al management

Organizzazioni sanitarie: dal design al management Organizzazioni sanitarie: dal design al management Massimo Franco, Stefania De Simone Organizzazioni sanitarie: dal design al management McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C. Auckland

Dettagli

Il rischio di compliance

Il rischio di compliance Il rischio di compliance A cura di Antonio Matacena ed Enrico Supino Il rischio di compliance McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C. Auckland Bogotá Lisboa London Madrid Mexico City

Dettagli

Prefazione. Capitolo 1 Introduzione ai contratti derivati 1 1.1 I derivati 1

Prefazione. Capitolo 1 Introduzione ai contratti derivati 1 1.1 I derivati 1 Prefazione XV Capitolo 1 Introduzione ai contratti derivati 1 1.1 I derivati 1 Capitolo 2 Il mercato delle opzioni azionarie 11 2.1 Le opzioni sui singoli titoli azionari 11 2.2 Il mercato telematico delle

Dettagli

INDICE. Presentazione... Premessa...

INDICE. Presentazione... Premessa... INDICE Presentazione... Premessa... pag. VII XV CAPITOLO I INTRODUZIONE 1. Contratti «derivati»: termine nuovo o nuovo significato di un termine noto?... 1 2. I rischi presenti nell attività finanziaria...

Dettagli

Modifiche mensili al database

Modifiche mensili al database Tavola dei contenuti MondoAlternative Database a Hedge Fund MondoAlternative b Fondi Ucits Alternativi Database MondoAlternative Analusys Database Analusys Modifiche mensili al database a Fondi aggiunti:

Dettagli

Le imprese alberghiere

Le imprese alberghiere Le imprese alberghiere Aurelio G. Mauri Le imprese alberghiere Strategie e marketing Seconda edizione McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C. Auckland Bogotá Lisboa London Madrid Mexico

Dettagli

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa Indice 3 PREFAZIONE 5 INTRODUZIONE - Tendenze evolutive del rapporto banca-impresa 5 I.1 Premessa 6 I.2 Le recenti riforme dell ordinamento bancario 9 I.2.1 Le direttive del Comitato di Basilea 12 I.2.2

Dettagli

Gli investimenti alternativi: situazioni e prospettive

Gli investimenti alternativi: situazioni e prospettive S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica Gli investimenti alternativi: situazioni e prospettive Stefano Bestetti, director Hedge Invest Sgr 26 settembre 2013, Milano Investimenti

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEI PRODOTTI DI INVESTIMENTO : RENDIMENTO E RISCHIO DI PORTAFOGLI OBBLIGAZIONARI E AZIONARI ED ELEMENTI DI ANALISI FONDAMENTALE

LA VALUTAZIONE DEI PRODOTTI DI INVESTIMENTO : RENDIMENTO E RISCHIO DI PORTAFOGLI OBBLIGAZIONARI E AZIONARI ED ELEMENTI DI ANALISI FONDAMENTALE MODULO 1 LA VALUTAZIONE DEI PRODOTTI DI INVESTIMENTO : RENDIMENTO E RISCHIO DI PORTAFOGLI OBBLIGAZIONARI E AZIONARI ED ELEMENTI DI ANALISI FONDAMENTALE Durata : 1 gg Le nozioni di base per la valutazione

Dettagli

INDICE. Presentazione... Premessa alla seconda edizione aggiornata... Premessa...

INDICE. Presentazione... Premessa alla seconda edizione aggiornata... Premessa... Presentazione.... Premessa alla seconda edizione aggiornata... Premessa... VII XVII XIX CAPITOLO I INTRODUZIONE 1. Contratti derivati: termine nuovo o nuovo significato di un termine noto?... 1 2. I rischi

Dettagli

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio Glossario Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio (nell accezione accolta nella Relazione e con esclusione dei termini entrati nel lessico comune italiano oppure inseriti in un contesto

Dettagli

Strumenti finanziari e scelte di investimento. Roma, 8 maggio 2009

Strumenti finanziari e scelte di investimento. Roma, 8 maggio 2009 Strumenti finanziari e scelte di investimento Roma, 8 maggio 2009 IL MERCATO DEI CAPITALI Il MERCATO DEI CAPITALI è il luogo ideale dove si incontrano domanda e offerta di strumenti finanziari. Lo scopo

Dettagli

Capitolo 1 Il sistema finanziario e il sistema reale 3. Capitolo 2 I saldi finanziari settoriali e l intermediazione finanziaria 29

Capitolo 1 Il sistema finanziario e il sistema reale 3. Capitolo 2 I saldi finanziari settoriali e l intermediazione finanziaria 29 00.romaneNadotti:Layout 1 25-09-2009 15:15 Pagina vi Gli Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore In questo volume... Il sito xiii xiv xvi xvii xxiii PARTE I Concetti fondamentali Capitolo 1 Il sistema

Dettagli

Obiettivi del corso. Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari

Obiettivi del corso. Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari Obiettivi del corso Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari Studiare l articolazione e l organizzazione dei mercati in cui questi strumenti vengono negoziati Principali

Dettagli

Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1

Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1 Indice Prefazione Introduzione XIII XV Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1 1.1 Definizione e tipologie di investimento 1 1.1.1 Caratteristiche degli investimenti produttivi 3 1.1.2 Caratteristiche

Dettagli

MODELLI IN EXCEL PER LA VALUTAZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI COMPLESSI. Calcolo del fair value e misurazione dei rischi

MODELLI IN EXCEL PER LA VALUTAZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI COMPLESSI. Calcolo del fair value e misurazione dei rischi Corso tecnico - pratico MODELLI IN EXCEL PER LA VALUTAZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI COMPLESSI Calcolo del fair value e misurazione dei rischi Modulo 1 (base): 22-23 aprile 2015 Modulo 2 (avanzato):

Dettagli

2 è calcolato in funzione del prezzo di mercato del. 3 è pubblicato quotidianamente sulla stampa. 4 è il prezzo ufficiale di mercato del fondo

2 è calcolato in funzione del prezzo di mercato del. 3 è pubblicato quotidianamente sulla stampa. 4 è il prezzo ufficiale di mercato del fondo Rispondere ai seguenti quesiti. Livello Knowledge 1 2 3 4 Nelle forme pensionistiche individuali, attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita, l ammontare dei premi: 1 è sempre definito in misura

Dettagli

Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust

Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust Paolo Vicentini 7 Marzo 2005 Avvertenze legali Questa presentazione ha carattere puramente informativo e non costituisce sollecitazione all investimento,

Dettagli

Modifiche mensili al database

Modifiche mensili al database Tavola dei contenuti MondoAlternative Database a Hedge Fund MondoAlternative b Fondi Ucits Alternativi Database MondoAlternative Analusys Database Analusys Modifiche mensili al database a Fondi aggiunti:

Dettagli

Modifiche mensili al database

Modifiche mensili al database Tavola dei contenuti MondoAlternative Database a Hedge Fund MondoAlternative b Fondi Ucits Alternativi Database MondoAlternative Analusys Database Analusys Modifiche mensili al database a Fondi aggiunti:

Dettagli

Sistemi informativi sanitari

Sistemi informativi sanitari Sistemi informativi sanitari Alberto Rosotti Sistemi informativi sanitari McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C. Auckland Bogotá Lisboa London Madrid Mexico City Montreal New Delhi

Dettagli

2 La microeconomia... 29 2.1 Domanda e offerta di beni e servizi... 29 2.2 La produzione... 30

2 La microeconomia... 29 2.1 Domanda e offerta di beni e servizi... 29 2.2 La produzione... 30 Parte I Fondamenti di analisi economica 1 La macroeconomia............................................. 3 1.1 La contabilità nazionale e la bilancia dei pagamenti.............. 3 1.2 Domanda aggregata,

Dettagli

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio Glossario Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio (nell accezione accolta nella Relazione e con esclusione dei termini entrati nel lessico comune italiano oppure inseriti in un contesto

Dettagli

Documento confidenziale ad uso esclusivo interno. Industria degli Hedge Funds, evoluzione e prospettive

Documento confidenziale ad uso esclusivo interno. Industria degli Hedge Funds, evoluzione e prospettive Industria degli Hedge Funds, evoluzione e prospettive 1 Hedge funds, definizione Fondi che tramite l utilizzo di tecniche e strumenti di gestione avanzati, spesso non adottabili dai fondi comuni, si pongono

Dettagli

Il Tempo Zero del Desiderio. Una strategia evolutiva per l economia e la società della conoscenza

Il Tempo Zero del Desiderio. Una strategia evolutiva per l economia e la società della conoscenza Il Tempo Zero del Desiderio Una strategia evolutiva per l economia e la società della conoscenza Andrea Pitasi, Emilia Ferone Il Tempo Zero del Desiderio Una strategia evolutiva per l economia e la società

Dettagli

I vantaggi delle strategie hedge nei portafogli istituzionali

I vantaggi delle strategie hedge nei portafogli istituzionali I vantaggi delle strategie hedge nei portafogli istituzionali Itinerari Previdenziali Michele Pacciana Documento riservato agli investitori istituzionali partecipanti al convegno Itinerari Previdenziali

Dettagli

Classificazione tipologie di rischio

Classificazione tipologie di rischio Università Bicocca - Milano Anno Accademico 2007 / 2008 Classificazione tipologie di rischio Corso di Risk Management Milano, 27 Febbraio 2008 1 Rischi impliciti nell attività bancaria RISCHIO DI CREDITO

Dettagli

Coperture plain vanilla e coperture esotiche: opportunità e rischi

Coperture plain vanilla e coperture esotiche: opportunità e rischi Coperture plain vanilla e coperture esotiche: opportunità e rischi Prof. Manuela Geranio, Università Bocconi Prof. Giovanna Zanotti, Università Bocconi Assolombarda, 1 Aprile 2008, Milano Agenda I. Obiettivi

Dettagli

Indice. Prefazione, di Tancredi Bianchi XIII. Presentazione della seconda edizione, di Giancarlo Forestieri XVII

Indice. Prefazione, di Tancredi Bianchi XIII. Presentazione della seconda edizione, di Giancarlo Forestieri XVII Prefazione, di Tancredi Bianchi Presentazione della seconda edizione, di Giancarlo Forestieri XIII XVII Parte prima Il mercato, le istituzioni e gli strumenti di valutazione 1 Il sistema finanziario e

Dettagli

Comunicazione ai Sottoscrittori

Comunicazione ai Sottoscrittori Comunicazione ai Sottoscrittori 6 Novembre 2008 Pioneer S.F. Fondo Comune d Investimento di Diritto Lussemburghese (Fonds Commun de Placement) I.P. Indice 1. Cambio di denominazione e delle politiche

Dettagli

Bisogno di investimento del risparmio

Bisogno di investimento del risparmio Bisogno di investimento del risparmio Domanda e Offerta di strumenti di investimento del risparmio Bisogno di investimento Strumenti bancari (contratti bilaterali) depositi tempo; PcT; CD Strumenti di

Dettagli

OIV - Best Practices - 22 settembre 2014

OIV - Best Practices - 22 settembre 2014 OIV - Best Practices - 22 settembre 2014 Mario Massari Università L. Bocconi - Milano Il saggio privo di rischio ed il rischio paese 1 Cosa è il Risk Free Rate (RFR)? Il RFR può essere usato per differenti

Dettagli

Schroder International Selection Fund SICAV. Contatti: www.schroders.it per investitori privati www.schrodersportal.it per consulenti finanziari

Schroder International Selection Fund SICAV. Contatti: www.schroders.it per investitori privati www.schrodersportal.it per consulenti finanziari Maggio 2015 Materiale di Marketing Schroder International Selection Fund SICAV Mappa dei comparti 100% ASSET MANAGER T R U S T E D H E R I T A G E A D V A N C E D T H I N K I N G Il Gruppo Schroders Fondato

Dettagli

L Asset Allocation Strategica di Inarcassa 2011-2015

L Asset Allocation Strategica di Inarcassa 2011-2015 Presentazione ai nuovi consiglieri 2011-2015 Comitato Nazionale dei Delegati Roma, 14-15 ottobre 2010 Protocollo: DFI/10/267 Indice Asset Allocation Strategica 2010: le deliberazioni del CND del 12-13

Dettagli

Authorized and regulated by the Financial Services Authority

Authorized and regulated by the Financial Services Authority Authorized and regulated by the Financial Services Authority Mercati sempre più volatili, portafogli più rischiosi, sostenibilità più difficile. E forse il caso di tornare a parlare di risk budgeting e

Dettagli

Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse

Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse Milano 12 marzo Fondazione Ambrosianeum Via delle Ore 3 Un Azienda ha la necessità di finanziare la sua attività caratteristica per un importo

Dettagli

Nota integrativa consolidata Parte E Informazioni sui rischi e sulle relative politiche di copertura

Nota integrativa consolidata Parte E Informazioni sui rischi e sulle relative politiche di copertura 1.2. GRUPPO BANCARIO - RISCHI DI MERCATO Nel Gruppo Intesa Sanpaolo le politiche relative all assunzione dei rischi finanziari sono definite dagli Organi Statutari della Capogruppo, i quali si avvalgono

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

PROTEGGERE IL PATRIMONIO DELL ENTE, OTTENERE STABILITÀ DI RITORNI SUL MEDIO- LUNGO PERIODO, POTER CONTARE SU PARTNER FINANZIARI ESPERTI E AFFIDABILI

PROTEGGERE IL PATRIMONIO DELL ENTE, OTTENERE STABILITÀ DI RITORNI SUL MEDIO- LUNGO PERIODO, POTER CONTARE SU PARTNER FINANZIARI ESPERTI E AFFIDABILI PROTEGGERE IL PATRIMONIO DELL ENTE, OTTENERE STABILITÀ DI RITORNI SUL MEDIO- LUNGO PERIODO, POTER CONTARE SU PARTNER FINANZIARI ESPERTI E AFFIDABILI SONO LE ESIGENZE CENTRALI DI UN ATTIVITÀ DI INSTITUTIONAL

Dettagli

Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio

Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio 1 Mercati e strumenti finanziari gestiti Dal 1998 Borsa Italiana SpA regolamenta, sviluppa e gestisce i mercati italiani azionari (MTA e Mercato Expandi), il mercato degli strumenti derivati (IDEM), il

Dettagli

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012 Come usare gli ETF Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team Rimini, 17 maggio 2012 Cosa sono gli Etf? Gli Etf sono una particolare categoria di fondi d investimento mobiliare quotati

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (41 punti) Lei ha iniziato a lavorare quale analista obbligazionario. Il primo giorno di lavoro si trova confrontato con il seguente portafoglio obbligazionario

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

Parte I Visione d insieme, rendimenti storici e teorie accademiche

Parte I Visione d insieme, rendimenti storici e teorie accademiche Presentazione all edizione italiana, di Mario Masini Prefazione all edizione italiana, di Luca Martinetti Osculati Prefazione, di Clifford S. Asness Ringraziamenti Abbreviazioni e acronimi pag. XIII» XVII»

Dettagli

Associazioni dei consumatori Intesa Sanpaolo. Mettere in comune competenze. Presentazione Progetto C INTESA SANPAOLO ASSOCIAZIONI CONSUMATORI

Associazioni dei consumatori Intesa Sanpaolo. Mettere in comune competenze. Presentazione Progetto C INTESA SANPAOLO ASSOCIAZIONI CONSUMATORI Associazioni dei consumatori Intesa Sanpaolo INTESA SANPAOLO Mettere in comune competenze ASSOCIAZIONI CONSUMATORI Presentazione Progetto C Direzione Relazioni Esterne - Ufficio Rapporti con le Associazioni

Dettagli

PRESENTAZIONE DEI FONDI DI FONDI HEDGE A BASSA VOLATILITÀ. Lodi, Agosto 2007

PRESENTAZIONE DEI FONDI DI FONDI HEDGE A BASSA VOLATILITÀ. Lodi, Agosto 2007 PRESENTAZIONE DEI FONDI DI FONDI HEDGE A BASSA VOLATILITÀ Lodi, Agosto 2007 1 Numero di hedge funds nel mondo (dati dal 1990 al 2006) Circa 8.000 diversi hedge funds operativi a livello mondiale 10.000

Dettagli

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre 2012 1 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali

Dettagli

Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1. Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3

Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1. Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3 Indice Prefazione Gli Autori XI XV Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1 Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3 di Eugenio Pavarani 1.1 Il sistema dei pagamenti 3 1.2 La moneta 6 1.3 Le esigenze

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (31 punti) La Investment Advisory Service X finora non ha incluso obbligazioni governative legate all Indice dei Prezzi al Consumo [CPI - Consumer Price

Dettagli

Ucits III alternativi: la nuova via d'accesso alle strategie hedge. Stefano Gaspari, Amministratore Delegato, MondoHedge. Rimini, 19 maggio 2011

Ucits III alternativi: la nuova via d'accesso alle strategie hedge. Stefano Gaspari, Amministratore Delegato, MondoHedge. Rimini, 19 maggio 2011 Ucits III alternativi: la nuova via d'accesso alle strategie hedge Stefano Gaspari, Amministratore Delegato, MondoHedge Rimini, 19 maggio 2011 Ucits Hedge Fund (o Ucits III alternativi): una nuova via

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

INVESTMENTI ALTERNATIVI. worldview POTENZIA I TUOI PORTAFOGLI PER RAGGIUNGERE NUOVE VETTE CON UN LEADER AFFIDABILE NEGLI INVESTIMENTI ALTERNATIVI

INVESTMENTI ALTERNATIVI. worldview POTENZIA I TUOI PORTAFOGLI PER RAGGIUNGERE NUOVE VETTE CON UN LEADER AFFIDABILE NEGLI INVESTIMENTI ALTERNATIVI INVESTMENTI ALTERNATIVI worldview POTENZIA I TUOI PORTAFOGLI PER RAGGIUNGERE NUOVE VETTE CON UN LEADER AFFIDABILE NEGLI INVESTIMENTI ALTERNATIVI IL NOSTRO VANTAGGIO COMPETITIVO UN LEADER A TUTTO CAMPO

Dettagli

Promotore finanziario e scelta degli investimenti per la clientela nei periodi di crisi e di espansione. Michele Patri Milano, Luglio 2010

Promotore finanziario e scelta degli investimenti per la clientela nei periodi di crisi e di espansione. Michele Patri Milano, Luglio 2010 Promotore finanziario e scelta degli investimenti per la clientela nei periodi di crisi e di espansione Michele Patri Milano, Luglio 2010 Alliance Bernstein Number of Analysts 37 anni nell industria Presenza

Dettagli

Anima PRIMA Funds Plc

Anima PRIMA Funds Plc Anima PRIMA Funds Plc Il presente Prospetto Semplificato contiene alcune informazioni specifiche che riguardano taluni Comparti della Sicav. È predisposto un Prospetto Semplificato separato in relazione

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE D NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE D NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE D NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE C NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE C NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE C NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

Documento adottato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 21/12/2010

Documento adottato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 21/12/2010 Policy di Valutazione e Pricing e Regole Interne per la negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dal Credito Cooperativo ravennate e imolese Soc. coop. (ai sensi delle Linee guida interassociative

Dettagli

INDICE. Capitolo 1 INTRODUZIONE pag. 1.1. Intermediazione finanziaria e investimento... 1 1.2. Gliintermediarifinanziari... 2

INDICE. Capitolo 1 INTRODUZIONE pag. 1.1. Intermediazione finanziaria e investimento... 1 1.2. Gliintermediarifinanziari... 2 INDICE Capitolo 1 INTRODUZIONE 1.1. Intermediazione finanziaria e investimento................... 1 1.2. Gliintermediarifinanziari... 2 Capitolo 2 L ANALISI MACROECONOMICA 2.1. IlbilanciodelloStato...

Dettagli

Prefazione Gli Autori. Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1. Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3 di Eugenio Pavarani

Prefazione Gli Autori. Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1. Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3 di Eugenio Pavarani v-xvi/00/munari 1-09-2005 9:35 Pagina v Prefazione Gli Autori xi xv Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1 Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3 di Eugenio Pavarani 1.1 Il sistema dei pagamenti

Dettagli

di negoziazione Roberto Caparvi (a cura di) IL MERCATO MOBILIARE Strategie e tecniche dei prodotti finanziari

di negoziazione Roberto Caparvi (a cura di) IL MERCATO MOBILIARE Strategie e tecniche dei prodotti finanziari Roberto Caparvi (a cura di) IL MERCATO MOBILIARE Strategie e tecniche di negoziazione dei prodotti finanziari Scritti di Federico Cartel Maria Cristina Ouirici Piero Bellandi Luca Lazzeretti FrancoAngeSi

Dettagli

GESTIONE DI UN PORTAFOGLIO OBBLIGAZIONARIO

GESTIONE DI UN PORTAFOGLIO OBBLIGAZIONARIO GESTIONE DI UN PORTAFOGLIO OBBLIGAZIONARIO Dipartimento di Economia Perugia, 22 maggio 2015 Augustum Opus SIM, founded in 2009, is an asset management company (Consob regulated) and has a registered capital

Dettagli

CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato

CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato Pubblicato mediante deposito presso l Archivio Prospetti della CONSOB in data 31 gennaio 2012 Società di gestione Collocatore Unico 2/44 Il presente Prospetto Semplificato

Dettagli

Mario Baldi Pietro Nicoletti SWITCHED LAN. McGraw-Hill

Mario Baldi Pietro Nicoletti SWITCHED LAN. McGraw-Hill Telecomunicazioni Mario Baldi Pietro Nicoletti SWITCHED LAN McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington, D.C. Auckland Bogotà Lisbon London Madrid Mexico City Montreal New Delhi San Juan Singapore

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (43 punti) Lei è il responsabile del dipartimento emissioni obbligazionarie di una banca europea. Questa 10 anni fa ha emesso un obbligazione perpetua subordinata

Dettagli

in collaborazione con: TESEO

in collaborazione con: TESEO I GIORNO 1.1 Analisi dello scenario macroeconomico Programma MODULO 1 INVESTIMENTO E RISCHIO DI INVESTIMENTO Durata 5 gg Le determinarti del ciclo economico e gli strumenti dell analisi congiunturale Dai

Dettagli

Portafoglio tradizionale ed Investimenti Alternativi

Portafoglio tradizionale ed Investimenti Alternativi Itinerari Previdenziali Settembre 2008 - Portafoglio tradizionale ed Investimenti Alternativi Prof. Daniele Pace Portafoglio tradizionale Gli investimenti tradizionali, in cui un portafoglio finanziario

Dettagli

I titoli obbligazionari. Giuseppe G. Santorsola EIF 1

I titoli obbligazionari. Giuseppe G. Santorsola EIF 1 I titoli obbligazionari Giuseppe G. Santorsola EIF 1 Titoli a reddito fisso Tutte le caratteristiche relative al profilo di rischio e rendimento (durata, diritto alla remunerazione e al rimborso del capitale)

Dettagli

LE OBBLIGAZIONI NELLA STAMPA FINANZIARIA

LE OBBLIGAZIONI NELLA STAMPA FINANZIARIA LE OBBLIGAZIONI NELLA STAMPA FINANZIARIA 1 Tabella quantitativi trattati (prima pagina del Sole 24 Ore) 19.01 16.01 Azioni: numero 643.314.169 574.051.164 Azioni: valore 1.727.230.318 1.801.108.021 Titoli

Dettagli

Relatore: Fabiano Galli, Associate Director, Russell investments

Relatore: Fabiano Galli, Associate Director, Russell investments Relatore: Fabiano Galli, Associate Director, Russell investments MATERIALE RISERVATO AD INVESTITORI PROFESSIONALI, VIETATA LA DISTRIBUZIONE A CLIENTI AL DETTAGLIO O A POTENZIALI CLIENTI AL DETTAGLIO INTRODUZIONE

Dettagli

Visioni, percorsi e verifiche nei controlli manageriali

Visioni, percorsi e verifiche nei controlli manageriali Visioni, percorsi e verifiche nei controlli manageriali Paola Signori Visioni, percorsi e verifiche nei controlli manageriali Applicazioni al marketing e alla comunicazione McGraw-Hill Milano New York

Dettagli

Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari

Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari Alessandro Pozzi Responsabile Distribuzione Retail & Wholesale Eurizon Capital Scenario di riferimento Crescita Moderata Politiche monetarie Tassi

Dettagli

Performance e volatilità delle principali asset class nel 2012

Performance e volatilità delle principali asset class nel 2012 Performance e volatilità delle principali asset class nel 2012 Sono stati utilizzati i seguenti indici per le varie asset class: Euro Cash Indices Libor Total return 3 Months (Cash), EuroStoxx in Euro

Dettagli

19.4. La riserva di elasticità

19.4. La riserva di elasticità INTRODUZIONE ALLA FINANZA 1.OBIETTIVI AZIENDALI E COMPITI DELLA FINANZA, di M. Dallocchio e A. Salvi 1.1. Creazione di valore come idea-guida 1.2. Creazione di valori per l impresa o per gli azionisti?

Dettagli

INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI/PRODOTTI FINANZIARI Informazioni generali sulla natura e sui rischi degli strumenti/prodotti finanziari

INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI/PRODOTTI FINANZIARI Informazioni generali sulla natura e sui rischi degli strumenti/prodotti finanziari INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI/PRODOTTI FINANZIARI Informazioni generali sulla natura e sui rischi degli strumenti/prodotti finanziari Mifi d Info Strum/Prodotti Finanz. Ed. Gennaio 2012 Il documento ha

Dettagli

Rischio & Rendimento Italia 2010 25 Novembre 2010, Milano

Rischio & Rendimento Italia 2010 25 Novembre 2010, Milano 08:20 Registrazione e rinfresco di benvenuto Rischio & Rendimento Italia 2010 25 Novembre 2010, Milano 08.50 Saluto del Presidente e considerazioni di apertura 09:00 Keynote: La crisi del debito nell Eurozona:

Dettagli

Prefazione. Parte prima - La funzione finanziaria nel management delle imprese 1

Prefazione. Parte prima - La funzione finanziaria nel management delle imprese 1 Indice Prefazione Autori XI XV Parte prima - La funzione finanziaria nel management delle imprese 1 Capitolo 1 Compiti ed evoluzione della funzione finanziaria 3 1.1 Compiti e finalità della funzione finanziaria

Dettagli

Quesiti livello Application

Quesiti livello Application 1 2 3 4 Se la correlazione tra due attività A e B è pari a 0 e le deviazioni standard pari rispettivamente al 4% e all 8%, per quali dei seguenti valori dei loro pesi il portafoglio costruito con tali

Dettagli

Programma Diploma European Financial Services - DEFS Applicazione dagli esami del 2014

Programma Diploma European Financial Services - DEFS Applicazione dagli esami del 2014 Programma Diploma European Financial Services - DEFS dagli esami del 2014 Modulo Tema Pesi % Numero di giorni equivalenti Mod. Investimento e rischio di investimento 33,3% 4 Mod. Fondi 16,7% 2 Mod. Gestione

Dettagli

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 Il presente supplemento è parte integrante del Prospetto di Fidelity Funds del giugno 2014 e comprendente il supplemento dell agosto

Dettagli

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Economia dei mercati mobiliari e finanziamenti di aziende Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Gli stili di gestione Stile di gestione come espressione

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

Azioni azioni ordinarie o privilegiate che rappresentano una quota di proprietà di una società.

Azioni azioni ordinarie o privilegiate che rappresentano una quota di proprietà di una società. Glossario Accettazioni bancarie strumenti a breve termine emessi dai debitori internazionali garantiti da banche di rilievo internazionale. Agency bonds Obbligazioni emesse (ma non garantite) da agenzie

Dettagli

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 13 giugno 2008 NON STRAPPARE

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 13 giugno 2008 NON STRAPPARE DEFS01 I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 13 giugno 2008 NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA

Dettagli

I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE

I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE EFA02 I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA ISTRUZIONE

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

Gestioni sistematiche trend following Managed Futures

Gestioni sistematiche trend following Managed Futures Padova, 21 Ottobre 2011 Gestioni sistematiche trend following Managed Futures Giulio Faccioni Head of Business Development Agenda Quotidianità e investimenti Le strategie sistematiche Managed Futures Computer

Dettagli

XI Autori XIII Presentazione. 3 Parte prima L assetto istituzionale dei mercati finanziari

XI Autori XIII Presentazione. 3 Parte prima L assetto istituzionale dei mercati finanziari INDICE XI Autori XIII Presentazione 3 Parte prima L assetto istituzionale dei mercati finanziari 5 Capitolo primo L intermediazione finanziaria: teoria, organizzazione dei mercati e emissione di strumenti

Dettagli

CREDIT LINK NOTE e CDO

CREDIT LINK NOTE e CDO CREDIT LINK NOTE e CDO Sono obbligazioni strutturate avente sottostanti particolari e molto spesso emesse da società veicolo (S.P.V) nell ambito di operazioni di cartolarizzazioni. Il CDO, Collateralized

Dettagli

Indice. Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore. Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1

Indice. Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore. Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1 Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore XV XVII XXI Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1 Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3 Eugenio Pavarani 1.1 Il sistema dei pagamenti 3 1.2 La moneta

Dettagli

ANALISI DELLE CARATTERISTICHE DEGLI HEDGE FUNDS: APPROCCIO DELLE COMPONENTI PRINCIPALI VERSO APPROCCIO OPTION BASED

ANALISI DELLE CARATTERISTICHE DEGLI HEDGE FUNDS: APPROCCIO DELLE COMPONENTI PRINCIPALI VERSO APPROCCIO OPTION BASED Liuc Papers n. 131, Serie Financial Markets and Corporate Governance 5, settembre 2003 ANALISI DELLE CARATTERISTICHE DEGLI HEDGE FUNDS: DELLE COMPONENTI PRINCIPALI VERSO OPTION BASED Valter Lazzari, Luigi

Dettagli

Il dizionario dei termini finanziari

Il dizionario dei termini finanziari Il dizionario dei termini finanziari Tipi di ordine Ordine a mercato Ordine in stop (buystop-sellstop) Ordine a limite (buylimit-sellimit) Viene dato senza precisare alcun prezzo. Significa che lo si deve

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Prof. Filippo Stefanini A.A. Corso 60012 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Edile Tassi di interesse Per ciascuna divisa, sono regolarmente quotati diversi

Dettagli