BANDO PER IL SERVIZIO INTEGRATIVO PER PERSONE CON PROBLEMATICHE ALCOL FUMO CORRELATE.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDO PER IL SERVIZIO INTEGRATIVO PER PERSONE CON PROBLEMATICHE ALCOL FUMO CORRELATE."

Transcript

1 Allegato alla deliberazione n del 30/12/2014 BANDO PER IL SERVIZIO INTEGRATIVO PER PERSONE CON PROBLEMATICHE ALCOL FUMO CORRELATE. SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 8 (d ora in poi Azienda ), via Forestuzzo 41, Asolo (Treviso). Punto di contatto: Servizio amministrativo distrettuale, tel , fax , p.e.c. Indirizzo internet: La documentazione del presente bando è disponibile presso il punto di contatto sopra indicato; tale documentazione può essere comunque acquisita attraverso la consultazione del sito SEZIONE II: OGGETTO DEL BANDO Il presente bando ha per oggetto il servizio integrativo per persone con problematiche alcol fumo correlate. L oggetto prevalente del bando è un servizio sociosanitario appartenente alla categoria 25 dell allegato II B del D.Lgs. 163/2006 e si applica l art. 20 del D.Lgs. 163/2006. Il bando è stato registrato presso l ANAC con il codice CIG B3E. A) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E OBIETTIVI Il servizio comprende: a) la gestione dei corsi per smettere di fumare, di cui sono da prevedersi cinque edizioni all anno, di cui 4 con metodologia tradizionale (TG Fumo) e una edizione con modalità innovativa attraverso il sostegno a medio-lungo termine degli ex fumatori con incontri psicoterapici di gruppo a cadenza quindicinale della durata di due ore ciascuno; b) la gestione dell ambulatorio di prevenzione delle patologie alcol fumo correlate, che assicura interventi nelle seguenti aree: 1. prevenzione delle patologie fumo correlate: coordinamento delle attività legate alla disassuefazione dal fumo e attività di prevenzione e formazione; 2. interventi preventivi e riabilitativi nel settore alcol-guida ; 3. gestione di interventi riabilitativi per situazioni complesse di pazienti con patologie alcol-correlate. Per quanto riguarda la prevenzione delle patologie fumo correlate, il servizio dovrà avere la finalità generale di favorire il diffondersi di una cultura libera dal fumo, attraverso il raggiungimento del maggior numero possibile di persone. Gli obiettivi specifici sono: aumentare la consapevolezza nei fumatori che soffrono di patologie fumo-correlate, sull importanza di smettere di fumare e sulla possibilità di avere un sostegno in merito; consentire ai fumatori che lo desiderano, di poter usufruire di un sostegno efficace per smettere di fumare, attraverso interventi diversificati, di primo e secondo livello; favorire nei fumatori la possibilità di essere sostenuti, oltre la fase di dismissione, al fine di prevenire le ricadute; sensibilizzare i contesti scolastici sulle tematiche inerenti al tabagismo; 1

2 formare il personale sanitario al counselling motivazionale breve (intervento di base) affinché motivino i propri pazienti a smettere di fumare ed inviino quelli con maggior difficoltà al centro specialistico. Per quanto riguarda l area delle patologie alcol correlate, il servizio dovrà avere la finalità generale di aumentare la consapevolezza dei rischi legati all uso di alcol alla guida. Gli obiettivi specifici sono: favorire negli utenti segnalati una maggiore conoscenza del personale rapporto con le sostanze alcoliche al fine di mantenere una adeguata condotta astinenziale, in particolare riguardo alla guida, in modo da prevenire le recidive; intercettare, tra gli utenti segnalati, coloro i quali hanno sviluppato un problema di dipendenza alcolica che prevede un intervento adeguato; aumentare nella popolazione generale la consapevolezza dei rischi legati all uso di alcol alla guida. VOLUME ATTIVITÀ: a) per i corsi per smettere di fumare, sono da prevedersi cinque edizioni all anno; b) per la gestione dell ambulatorio di prevenzione delle patologie alcol fumo correlate, sono da prevedersi ore all anno. L azienda ULSS si riserva la facoltà di variare, nel corso della durata dell appalto, il volume dell attività globalmente richiesta entro il 20%. L azienda ULSS si riserva inoltre la facoltà di ridurre il servizio oltre il 20% in caso di mancata copertura della spesa, senza che l aggiudicatario possa avanzare pretesa alcuna. Variazioni in incremento superiori al 20% saranno oggetto di specifici accordi con l aggiudicatario, così come eventuali aggiornamenti del progetto di gestione del servizio. B) SEDE DEL SERVIZIO Il servizio sarà effettuato presso la sede del Servizio alcologia e tabagismo di Castelfranco Veneto ovvero presso altre sedi dell Azienda. C) DURATA E MODALITÀ DELL AFFIDAMENTO L affidamento del servizio avrà durata di 3 (tre) anni, pari a n. 36 mesi. L azienda ULSS n. 8 conserva la titolarità del servizio. D) ENTITÀ DELL AFFIDAMENTO Il prezzo a base di gara per l intera durata dell affidamento è di euro ,00, pari a euro ,00 annui, comprensivo di tutte e tre le attività sub a), sub b), IVA inclusa. Non sono previsti oneri per la sicurezza legati al DUVRI. Non sono ammesse offerte superiori al prezzo a base di gara, pena l esclusione dalla gara. E) COMPITI DELL AFFIDATARIO L affidatario è impegnato a: 1. garantire il servizio in modo continuativo senza sospensioni e/o interruzioni, nel rispetto del budget e dei tempi assegnati; 2. assicurare lo svolgimento del servizio nel rispetto di tutte le norme vigenti in materia di prevenzione infortuni ed igiene e sicurezza sul lavoro; 3. stipulare apposita polizza assicurativa per responsabilità civile verso terzi; 2

3 4. garantire la riservatezza delle informazioni riferite a persone che fruiscono delle prestazioni oggetto della convenzione, nel rispetto del D.Lgs. 196/2003; 5. garantire il rispetto, nei confronti dei propri lavoratori, dei contratti collettivi nazionali per il settore di appartenenza; 6. provvedere ad ogni altro adempimento obbligatorio di legge; L affidatario è responsabile del comportamento dei propri operatori impiegati nella gestione del servizio, per i quali si configuri, in modo documentato, imperizia o negligenza. In ogni caso, nessun rapporto intercorre tra l Azienda e il personale del soggetto gestore. L affidatario si impegna ad applicare nei confronti dei lavoratori dipendenti le condizioni retributive previste dai contratti di lavoro vigenti, a rispettare gli obblighi previdenziali ed assicurativi. Qualora l Azienda riscontrasse la morosità del soggetto gestore ad ottemperare a quanto sopra indicato, il rapporto si dovrà considerare risolto di pieno diritto, in applicazione dell articolo n del codice civile. I lavoratori incaricati dall affidatario sono tenuti, nell espletamento del loro lavoro, ad un comportamento irreprensibile, al rispetto del decreto legislativo 196/2003 ed al segreto professionale. Ai fini della verifica del servizio reso, l affidatario è tenuto a presentare periodicamente e al termine del periodo convenzionale il documento di esecuzione del lavoro, che riporta i risultati sia quantitativi che di valutazione degli obiettivi raggiunti, nonché di riprogrammazione dell attività. F) NUMERO DI LOTTI Il lotto di appalto e unico indivisibile e non frazionabile. G) SUBAPPALTO In via ordinaria non è ammesso il subappalto. Ove il soggetto gestore, per specifiche e contingenti esigenze non risolvibili diversamente, intenda subappaltare parte dell attività, dovrà chiederne preventiva autorizzazione H) VIGILANZA, CONTROLLO E RISOLUZIONE L Azienda ULSS esercita la funzione di vigilanza e controllo tecnico-professionale sull andamento delle attività e dei risultati conseguiti e sugli aspetti amministrativi e contabili. In caso di riscontro negativo, nell esercizio del potere di verifica e di controllo da parte dell ente affidante, l Azienda può decidere, con effetto immediato, la sospensione o la risoluzione della convenzione, previa contestazione degli addebiti e indicazione del termine per provvedere. Nel caso di ritardato inizio o di interruzione del servizio affidatole, per cause non motivate e senza preavviso di almeno 30 giorni, e nel caso di recesso dalla convenzione prima della naturale scadenza, il soggetto gestore è soggetto alle penalità del 20% del corrispettivo, rapportato alle attività e ai giorni di mancato funzionamento del servizio. L Azienda si riserva altresì di assicurare il servizio all utenza, in caso di mancata realizzazione delle attività da parte del soggetto gestore, anche mediante affidamento a terzi del servizio in questione, con costo a carico del soggetto gestore. Per le controversie che non possono essere risolte in sede stragiudiziale, resta convenuta la competenza del foro di Treviso. SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO La presente procedura è riservata agli operatori economici definiti come imprenditori, fornitori e prestatori di servizi dal comma 19 dell art. 3 del D.Lgs. 163/2006 A) Condizioni di partecipazione: I soggetti devono essere in possesso dei seguenti requisiti soggettivi e di capacità tecnica e finanziaria: requisiti soggettivi: o non trovarsi nelle condizioni di cui al D.Lgs. 163/2006, art. 38, 1 comma; 3

4 o per i soggetti di cui ai commi quarto e quinto all articolo 1 della legge 328 del : ininterrotta iscrizione al competente albo o registro regionale e/o prefettizio, in relazione alla categoria di appartenenza del soggetto (società cooperativa sociale o consorzio di cooperative sociali, organizzazione di volontariato, associazione di promozione sociale, ente con personalità giuridica di diritto privato, ), a partire da un anno dopo la data di costituzione ovvero negli ultimi dieci anni; le società cooperative sociali devono essere di tipo A; le società cooperative sociali e le società cooperative sociali consortili, le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale devono precisare il n. di iscrizione al registro regionale; i soggetti di recente costituzione non ancora iscritti nei rispettivi registri regionali devono produrre idonea dichiarazione che attesti l avvenuta presentazione della domanda di iscrizione all albo regionale e il possesso dei necessari requisiti; la regolarizzazione della documentazione deve avvenire entro sei mesi dalla data di stipula del rapporto convenzionale, pena la risoluzione del rapporto stesso, ad esclusione dei casi in cui l eventuale ritardo non sia imputabile al soggetto gestore. previsione nel proprio statuto delle attività oggetto della procedura di affidamento; requisiti di capacità tecnica: o l aver intrattenuto, negli ultimi cinque anni, uno o più rapporti convenzionali e/o di collaborazione con enti pubblici, senza che siano intervenute formali contestazioni sui servizi resi, per la gestione di servizi sanitari, sociosanitari e sociali, di cui almeno un rapporto convenzionale riferito a servizi analoghi; o ove il soggetto gestisca servizi sottoposti alla disciplina dell accreditamento, il possesso, in capo allo stesso soggetto ovvero al titolare del servizio, dell autorizzazione all esercizio e dell accreditamento, di cui alla LR 22/2002 o analoga legislazione statale e regionale per i servizi ubicati in territorio extra regione Veneto, salvo dimostrazione che l eventuale mancanza di dette autorizzazioni è dovuta a cause non attribuibili al soggetto partecipante; requisiti di capacità finanziaria: o aver realizzato nell ultimo triennio un fatturato globale non inferiore a ,00 i.v.a. inclusa, pari ai ¾ (tre quarti) del prezzo annuo a base di gara del servizio oggetto del presente bando; o aver realizzato nell ultimo triennio un fatturato specifico per servizi analoghi a quello oggetto del bando non inferiore a ,67, pari ai 2/3 (due terzi) del prezzo annuo a base di gara del servizio oggetto del presente bando. È fatto divieto ai soggetti di partecipare alla procedura di coprogettazione in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ovvero di partecipare anche in forma individuale, qualora partecipino alla stessa procedura in raggruppamento o consorzio. I requisiti di capacità tecnica devono essere posseduti da ciascun concorrente devono essere posseduti da ciascun concorrente partecipante come singolo o riunito in raggruppamento o consorzio; in quest ultimo caso i requisiti devono essere posseduti dalla mandataria nella misura di almeno il 60%, mentre ciascuna delle mandanti nella misura di almeno il 20%, fermo restando l obbligo per l intero raggruppamento o consorzio del possesso del 100% dei requisiti richiesti. I consorzi, comprese le cooperative sociali consortili, sono tenuti ad indicare, in sede di presentazione della disponibilità alla gestione del servizio, per quali consorziati partecipano alle procedure di coprogettazione. B) Clausole di legalità: al presente affidamento si applicano le clausole pattizie, di cui al Protocollo di legalità sottoscritto dalla Regione del Veneto in data ai fini della prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (DGR n del ).. 4

5 SEZIONE IV: PROCEDURA A) Tipo di procedura: coprogettazione e affidamento in partnership (procedura negoziata previa pubblicazione di bando di gara). B) Requisiti per l ammissione: il RUP verifica il possesso dei requisiti per l ammissione dei richiedenti alla procedura di coprogettazione, sulla base sia della domanda e relativi allegati sia della documentazione inserita dall operatore economico in AVCPass. Il RUP formula quindi l elenco dei soggetti ammessi alla prima fase di gara C) Commissione di coprogettazione: La Commissione di coprogettazione è nominata dal Direttore Generale successivamente alla scadenza dei termini per presentare le offerte di disponibilità alla coprogettazione. La Commissione svolge i seguenti compiti: 1. Attribuisce ai soggetti ammessi alla prima fase di gara il punteggio di priorità, di cui al successivo punto IV-D; 2. individua i soggetti collocati nei primi cinque posti del medesimo elenco da invitare alla fase di coprogettazione; 3. individua, preferibilmente tra i propri componenti, le persone incaricate di gestire la fase della coprogettazione a nome dell azienda; 4. formula l esito della procedura di coprogettazione e propone al Direttore Generale l approvazione dello stesso, l adozione del progetto di gestione del servizio e la stipula del relativo rapporto convenzionale, di cui il progetto è parte integrante. D) Elenco dei soggetti ammessi alla prima fase di gara I soggetti che presentano la propria disponibilità a partecipare alla procedura di coprogettazione e che sono in possesso dei requisiti soggettivi di cui alla sezione III, vengono inseriti in apposito elenco, ordinato in base al punteggio ottenuto applicando i seguenti criteri di priorità, fino ad un massimo di 50 punti: radicamento territoriale ed esperienze di valorizzazione delle reti solidaristiche della comunità locale pregresse esperienze specifiche di gestione continuativa di servizi analoghi rapporti pluriennali di cooperazione e coprogettazione con enti pubblici nell ultimo decennio per almeno tre anni complessivi e con un fatturato di almeno ,00 investimenti per servizi sociosanitari con proprie risorse strutturali/patrimoniali nel territorio regionale partecipazione alle attività di pianificazione locale dei servizi sociosanitari che coinvolgono le aziende ULSS fino a 10 punti fino a 20 punti fino a 8 punti fino a 7 punti fino a 5 punti Alla ditta che avrà ottenuto il punteggio più alto, verranno attribuiti 50 punti e alle altre ditte punteggi direttamente proporzionali, secondo la seguente formula: ditta considerata = 50 x punteggio assegnato miglior punteggio E) Fase di coprogettazione 5

6 Il tavolo di coprogettazione ha lo scopo di pervenire ad una definizione, concertata tra i soggetti invitati a partecipare alla procedura, del progetto di gestione del servizio, del soggetto gestore, che può anche assumere la forma di raggruppamento temporaneo di impresa di due o più soggetti partecipanti al tavolo. Una volta concertato il progetto, i soggetti che hanno partecipato al tavolo di concertazione sono invitati a presentare singolarmente o collettivamente un offerta economica. Si procede quindi alla negoziazione delle condizioni economiche e delle clausole della convenzione di affidamento della gestione del servizio. In presenza di più offerte economiche presentate da soggetti che non raggiungono tra loro un intesa, la Commissione negozia con il soggetto che ha presentato l offerta economica più conveniente. La mancata partecipazione ad una seduta del tavolo, da parte del legale rappresentante o di persona munita di delega scritta, determina l esclusione del soggetto dalla procedura di coprogettazione. Qualora la possibilità di una definizione concertata del progetto di gestione del servizio tra i soggetti che partecipano alla procedura dia esito negativo, verrà richiesto agli stessi soggetti di presentare, singolarmente o collettivamente: o una proposta di progetto di gestione del servizio e l individuazione del soggetto gestore; o un offerta economica. Nella lettera di invito a presentare le offerte, la Commissione potrà fornire ulteriori specificazioni per la redazione del progetto e sui criteri per la valutazione dello stesso, nell ambito di quanto definito nel presente bando. La Commissione individuerà il progetto migliore nell osservanza dei seguenti parametri e criteri di specificazione: punteggio massimo di qualità 40 punti punteggio massimo di offerta economica 60 punti totale punteggio massimo 100 punti Criteri di attribuzione del punteggio di qualità: referenze del soggetto partecipante, di cui al punto IV-C, il cui punteggio di fino a 10 punti priorità va ridotto proporzionalmente Prevenzione patologie fumo correlate: 1. coerenza delle strategie proposte con gli obiettivi indicati nel bando fino a 6 punti 2. concretezza e realizzabilità delle strategie proposte fino a 6 punti 3. adeguatezza dei metodi e strumenti di rilevazione dell output e dell out fino a 3 punti come prodotti Prevenzione patologie alcol correlate: 1. coerenza delle strategie proposte con gli obiettivi indicati nel bando fino a 6 punti 2. concretezza e realizzabilità delle strategie proposte fino a 6 punti 3. adeguatezza dei metodi e strumenti di rilevazione dell output e dell out fino a 3 punti come prodotti Non saranno ammessi alla fase successiva i soggetti offerenti che, in sede di valutazione qualitativa, non raggiungono il punteggio minimo di 24 punti. Alla ditta che avrà ottenuto il punteggio più alto, verranno attribuiti 40 punti e alle altre ditte punteggi direttamente proporzionali, secondo la seguente formula: ditta considerata = 40 x punteggio assegnato miglior punteggio 6

7 Non si procederà a riparametrazione per quelle ditte che, in sede di valutazione qualitativa, non abbiano ottenuto il punteggio minimo richiesto. Il punteggio riparametrato verrà arrotondato alle due cifre decimali. L offerta economica va espressa con l importo unitario per voce di costo, al netto di IVA, secondo il seguente schema: voce di costo quantità/anno costo unitario costo/anno netto i.v.a. costo/anno lordo a b c d e f ambulatorio b x c d x % iva d + e corsi fumo 5 b x c d x % iva d + e TOTALE i.v.a. = % L importo totale va riportato inoltre sia in cifre che in lettere. Il punteggio viene assegnato in base all importo totale dell ultima colonna. Criteri di valutazione dell offerta economica: all offerta più bassa vengono attribuiti 60 punti; alle altre offerte verranno attribuiti punteggi proporzionali secondo la seguente formula: ditta considerata = 60 x prezzo più basso prezzo ditta Viene assegnato un punteggio di 0 punti alle offerte che si discostano del 30% e oltre rispetto all offerta più bassa. Il punteggio ottenuto verrà arrotondato alle due cifre decimali. Offerte economiche superiori al prezzo posto a base di gara comportano l esclusione della ditta dalla gara. Con il soggetto che avrà ottenuto complessivamente il punteggio globale più alto (prezzo + qualità) la Commissione procede quindi alla negoziazione delle condizioni economiche e delle clausole della convenzione di affidamento della gestione del servizio. La Stazione appaltante si riserva la facoltà di procedere all affidamento del servizio anche in presenza di una sola offerta valida, sempre che la stessa sia considerata idonea dal punto di vista tecnico e congrua dal punto di vista economico. La Stazione appaltante si riserva la facoltà di annullare o revocare gli atti di gara, di non affidare il servizio e stipulare la convenzione senza incorrere in responsabilità di alcun tipo o titolo, né precontrattuale né contrattuale né extracontrattuale, e senza che i concorrenti possano avanzare pretese, richieste o eccezioni di alcun genere o tipo. La Stazione appaltante si riserva, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di non procedere all affidamento, nel caso in cui non ritenga meritevoli di approvazione e/o convenienti sotto il profilo tecnico-economico e/o organizzativo le offerte presentate. La Stazione appaltante si riserva altresì il diritto di annullare la gara o di rinviare l apertura delle offerte in qualsiasi momento, senza che gli offerenti possano avanzare pretese di qualsiasi genere e natura. F) Informazioni di carattere amministrativo Modalità e termine del ricevimento delle offerte di disponibilità alla coprogettazione: lunedì 2 marzo 2015, ore all Ufficio Protocollo dell Azienda ULSS n. 8, Via Forestuzzo, 41, Asolo (Treviso). L offerta deve pervenire via posta elettronica certificata all indirizzo 7

8 ovvero in un plico chiuso con striscia di carta o nastro adesivo o con equivalenti strumenti idonei a garantire la sicurezza contro eventuali manomissioni, sui lembi di chiusura del plico stesso. Il plico deve recare esternamente l indicazione del mittente e dovrà essere controfirmato sui lembi di chiusura dal legale rappresentante. Il messaggio di p.e.c. deve avere per oggetto, ovvero il plico deve portare esternamente la dicitura: Bando di coprogettazione per il servizio integrativo per persone con problematiche alcol fumo correlate. In allegato alla p.e.c. ovvero all interno del plico dovranno essere inseriti : a. l offerta di disponibilità alla coprogettazione per il servizio integrativo per persone con problematiche alcol fumo correlate, sottoscritta dal legale rappresentante, che specifica anche esatta denominazione o ragione sociale, sede legale, codice fiscale, partita i.v.a., recapiti telefonici, fax e indirizzo p.e.c. dell operatore economico; b. la dichiarazione, sottoscritta dal legale rappresentante, di conoscere e accettare incondizionatamente tutte le clausole del bando di gara, ivi comprese le clausole pattizie, di cui al Protocollo di legalità sottoscritto dalla Regione del Veneto in data ai fini della prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (DGR n del ) ; c. il PassOE rilasciato dalla procedura AVCPass per la presente gara codice CIG B3E, nel quale dovranno risultare inseriti i documenti di competenza dell Operatore Economico richiesti dalla Stazione Appaltante nella stessa procedura AVCPass; d. qualora la documentazione inserita in AVCPass sia ritenuta non esauriente, la dichiarazione relativa al possesso dei requisiti di cui alla sezione III, comprensiva della descrizione analitica degli stessi (es. amministrazione procedente, date, oggetto preciso del servizio, volumi di attività e importi dei servizi analoghi gestiti nell ultimo triennio); e. la documentazione, redatta secondo le norme di legge, relativa al possesso dei titoli di priorità, di cui al punto IV-D (è ammessa l autodichiarazione dettagliata, salvo produzione di idonea documentazione dimostrativa del possesso del titolo da prodursi, in caso di affidamento provvisorio del servizio, prima dell affidamento definitivo); f. la ricevuta del versamento in favore dell Autorità Nazionale Anticorruzione (che ha assorbito l AVCP) del contributo di partecipazione alla gara per il concorrente corrispondente al codice CIG n B3E, ai sensi della legge 136/2010, pena l esclusione dalla gara (la Stazione appaltante accerterà detto pagamento tramite AVCPass); g. l elenco della documentazione contenuta nel plico, sottoscritto dal legale rappresentante; h. fotocopia di un documento di riconoscimento del legale rappresentante, in corso di validità. NOTA BENE: 1) non sono ammesse offerte condizionate; 2) qualora l offerta e le correlate dichiarazioni siano sottoscritti da idoneo procuratore, alla stessa va allegata la giusta procura generale/speciale atta ad autorizzare legalmente l operatore economico concorrente a partecipare alla presente procedura di gara, in quanto munito di idonei poteri di rappresentanza; 3) nel plico ovvero nella p.e.c. non vanno inseriti progetti di gestione del servizio né offerte economiche, che saranno richiesti successivamente, nel corso della procedura di coprogettazione, con apposita lettera di invito nella quale verranno altresì comunicate le sedute pubbliche di gara. È fatto obbligo ai soggetti interessati di prendere visione degli eventuali ulteriori avvisi integrativi del bando, che potranno essere pubblicati nel sito fino a sette giorni prima della scadenza. Gli operatori possono presentare richieste di chiarimenti fino a quindici giorni prima della scadenza. 8

9 I soggetti sono tenuti a produrre le integrazioni alla documentazione di cui ai punti d) e e) eventualmente richieste dall azienda, finalizzate alla valutazione dei titoli di priorità di cui al punto IV-D. Per quanto non previsto nel presente bando, si rinvia alla normativa comunitaria e nazionale vigente in materia. I dati forniti dall operatore economico partecipante saranno utilizzati al solo fine dell espletamento della presente procedura e trattati in conformità con il D.Lgs. 193/ Lingue utilizzabili per il ricevimento delle offerte: italiano. - Responsabile del procedimento: dr.ssa Teresa Spaliviero, Servizio amministrativo distrettuale Azienda ULSS n. 8 di Asolo. 9

BANDO PER ATTIVITÀ DI AFFIANCAMENTO AL CENTRO DI SALUTE MENTALE PER PROGETTI ESPRESSIVO RIABILITATIVI

BANDO PER ATTIVITÀ DI AFFIANCAMENTO AL CENTRO DI SALUTE MENTALE PER PROGETTI ESPRESSIVO RIABILITATIVI Allegato alla deliberazione n. 287 del 11 marzo 2016 BANDO PER ATTIVITÀ DI AFFIANCAMENTO AL CENTRO DI SALUTE MENTALE PER PROGETTI ESPRESSIVO RIABILITATIVI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE Azienda Unità Locale

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO CON PROCEDURA APERTA DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI ADIBITI A CASERME ED UFFICI DELLA POLIZIA DI STATO E DELL ARMA

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO CON PROCEDURA APERTA DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI ADIBITI A CASERME ED UFFICI DELLA POLIZIA DI STATO E DELL ARMA PREFETTURA DI TORINO BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO CON PROCEDURA APERTA DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI ADIBITI A CASERME ED UFFICI DELLA POLIZIA DI STATO E DELL ARMA DEI CARABINIERI DI TORINO E PROVINCIA.

Dettagli

BANDO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA RIABILITATIVA A DOMICILIO

BANDO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA RIABILITATIVA A DOMICILIO Allegato alla deliberazione n. 365 del 27 marzo 2014 BANDO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA RIABILITATIVA A DOMICILIO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 8 (d ora in poi Azienda

Dettagli

Punti contatto: Funzione Acquisti +39 0681662187 Fax: +39 0681662642

Punti contatto: Funzione Acquisti +39 0681662187 Fax: +39 0681662642 ENAV S.p.A. Bando di gara Settori Speciali Procedura Negoziata con bando Acquisizione ed integrazione di un tool di supporto al sequenziamento degli arrivi sugli aeroporti maggiori (Arrival Manager) SEZIONE

Dettagli

X servizi generali delle amministrazioni pubbliche

X servizi generali delle amministrazioni pubbliche COMUNE DI BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER APPALTO DI SERVIZI GARA N. 46/2011 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: COMUNE

Dettagli

C E N T R A L E U N I C A D I C O M M I T T E N Z A

C E N T R A L E U N I C A D I C O M M I T T E N Z A AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L'INDIVIDUAZIONE DELLE DITTE DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA PUBBLICAZIONE DI BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI STRALCIO PER RIQUALIFICAZIONE E

Dettagli

"CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL CENTRO NATATORIO DI VIA MURRI con oneri di riqualificazione impianto "

CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL CENTRO NATATORIO DI VIA MURRI con oneri di riqualificazione impianto Modello Dich./ natatorio Al Comune di Monza "CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL CENTRO NATATORIO DI VIA MURRI con oneri di riqualificazione impianto " Il sottoscritto nato a il residente nel Comune

Dettagli

M.A. INFRANCA SAN GIACOMO

M.A. INFRANCA SAN GIACOMO AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI: RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) AI

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 17 NOVEMBRE 2006 N. 3

REGOLAMENTO REGIONALE 17 NOVEMBRE 2006 N. 3 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte I 6.12.2006 - pag. 701 REGOLAMENTO REGIONALE 17 NOVEMBRE 2006 N. 3 Regolamento per l attuazione della legge regionale 11 maggio 2006 n. 11 (istituzione

Dettagli

CENTRO ESTERO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE S.C.P.A.

CENTRO ESTERO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE S.C.P.A. CENTRO ESTERO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE S.C.P.A. Regolamento dell Elenco di operatori economici per l acquisizione in economia di lavori,beni e servizi ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA FORNITURA DI UN MATTATOIO MOBILE PER BOVINI, UNA CELLA FRIGO SCARRABILE E UN AUTO MARKET

BANDO DI GARA PER LA FORNITURA DI UN MATTATOIO MOBILE PER BOVINI, UNA CELLA FRIGO SCARRABILE E UN AUTO MARKET BANDO DI GARA PER LA FORNITURA DI UN MATTATOIO MOBILE PER BOVINI, UNA CELLA FRIGO SCARRABILE E UN AUTO MARKET Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: Ente Parco regionale dei Monti Simbruini, Via dei

Dettagli

COMUNE DI LATINA. Servizio Gare e Contratti. Piazza del Popolo 1 - Latina BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

COMUNE DI LATINA. Servizio Gare e Contratti. Piazza del Popolo 1 - Latina BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA COMUNE DI LATINA Servizio Gare e Contratti Piazza del Popolo 1 - Latina BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA art.3 comma 37, art.53 comma 4 e art.55 comma 5 D.Lgs n. 163 del 2006 e s.m.i. Realizzazione del Centro

Dettagli

Il sottoscritto Nato a ( ) il residente nel Comune di in Via N Cod. fisc. in qualità di ( 1) della Ditta ( 2)

Il sottoscritto Nato a ( ) il residente nel Comune di in Via N Cod. fisc. in qualità di ( 1) della Ditta ( 2) Modello A1bis Dichiarazioni e attestazione per i requisiti di idoneità personale e capacità tecnico organizzativa da inserire nella Busta A Documentazione Amministrativa. Da rendersi da parte del concorrente

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 Criterio di aggiudicazione: offerta più conveniente (massimo rialzo) per l affidamento

Dettagli

UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI DI BASIANO E DI MASATE PROVINCIA DI MILANO BANDO

UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI DI BASIANO E DI MASATE PROVINCIA DI MILANO BANDO 1 UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI DI BASIANO E DI MASATE PROVINCIA DI MILANO BANDO PROCEDURA APERTA PER PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEGLI EDIFICI PUBBLICI DEL TERRITORIO DELL UNIONE

Dettagli

dei lavori di Realizzazione di un nuovo parcheggio su livelli tra Comune di Taggia - Via San Francesco 441 18018 TAGGIA

dei lavori di Realizzazione di un nuovo parcheggio su livelli tra Comune di Taggia - Via San Francesco 441 18018 TAGGIA COMUNE di TAGGIA Provincia di Imperia BANDO DI GARA dei lavori di Realizzazione di un nuovo parcheggio su livelli tra le scuole medie ed elementari di Taggia e nuovo campo sportivo polifunzionale. SEZIONE

Dettagli

Avviso n SINTESI-03-2015 per il conferimento di n 1 incarico di lavoro autonomo professionale per dottore commercialista - esperto contabile PREMESSE

Avviso n SINTESI-03-2015 per il conferimento di n 1 incarico di lavoro autonomo professionale per dottore commercialista - esperto contabile PREMESSE Avviso n SINTESI-03-2015 per il conferimento di n 1 incarico di lavoro autonomo professionale per dottore commercialista - esperto contabile PREMESSE La Società SINTESI s.r.l. a Socio Unico, è una Società

Dettagli

Città di Limbiate. Provincia di Monza e Brianza BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI FARMACI, PARAFARMACI ED ALTRI GENERI

Città di Limbiate. Provincia di Monza e Brianza BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI FARMACI, PARAFARMACI ED ALTRI GENERI Città di Limbiate Provincia di Monza e Brianza BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA ORDINARIA DI FARMACI, PARAFARMACI ED ALTRI GENERI VENDIBILI NELLA FARMACIA COMUNALE DI LIMBIATE (MB) CODICE

Dettagli

IL DIRETTORE / RESPONSABILE DELLA STRUTTURA

IL DIRETTORE / RESPONSABILE DELLA STRUTTURA Codice selezione 04/ap/demm/lb AVVISO PUBBLICO PER PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER L AFFIDAMENTO A TERZI ESTRANEI ALL UNIVERSITA DI INCARICHI DI CARATTERE INTELLETTUALE (per incarichi fino a Euro

Dettagli

ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA DIGITALIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO CARTACEO DELL ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA BANDO DI GARA

ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA DIGITALIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO CARTACEO DELL ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA BANDO DI GARA ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA DIGITALIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO CARTACEO DELL ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA BANDO DI GARA Lotto I - Digitalizzazione e riconoscimento OCR della collezione cartacea

Dettagli

0371/549372 STUDIO TECNICO

0371/549372 STUDIO TECNICO Via Paolo Gorini, 12 26900 LODI (LO) Tel.: 0371/549372 STUDIO TECNICO Fax: 0371/588158 E-mail ing.bergomi@libero.it DI INGEGENRIA CIVILE Dott. Ing. GIUSEPPE BERGOMI Ordine degli Ingegneri della Provincia

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SI RENDE NOTO manifestazione d interesse Art. 1 Finalità dell Avviso e soggetti ammessi alla partecipazione

AVVISO PUBBLICO SI RENDE NOTO manifestazione d interesse Art. 1 Finalità dell Avviso e soggetti ammessi alla partecipazione ACCORDI TERRITORIALI DI GENERE INVESTIMENTI IN FAVORE DELLA CRESCITA E DELL OCCUPAZIONE (Avviso Pubblico "Accordi territoriali di genere". POR Campania FSE 2014-2020, Asse I Occupazione (OT 8), Obiettivo

Dettagli

FONDO DI PREVIDENZA PER IL PERSONALE M.E.F. AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI CASSA BANDO DI GARA

FONDO DI PREVIDENZA PER IL PERSONALE M.E.F. AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI CASSA BANDO DI GARA FONDO DI PREVIDENZA PER IL PERSONALE M.E.F. AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI CASSA BANDO DI GARA I.1) Amministrazione Aggiudicatrice: Fondo di previdenza per il personale M.E.F. Via Luigi Ziliotto

Dettagli

ALBO FORNITORI DELL AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA MAGGIORE DELLA CARITA PER L ESECUZIONE DI LAVORI IN ECONOMIA

ALBO FORNITORI DELL AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA MAGGIORE DELLA CARITA PER L ESECUZIONE DI LAVORI IN ECONOMIA S.C. TECNICO PATRIMONIALE tel. 0321 3733400 - fax 0321 3733581 tecnpatr@maggioreosp.novara.it ALBO FORNITORI DELL AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA MAGGIORE DELLA CARITA PER L ESECUZIONE DI LAVORI IN ECONOMIA

Dettagli

BANDO DI GARA PER ACQUISIZIONE MUTUO. PROCEDURA APERTA - C.I.G. n. 03471404FC.

BANDO DI GARA PER ACQUISIZIONE MUTUO. PROCEDURA APERTA - C.I.G. n. 03471404FC. BANDO DI GARA PER ACQUISIZIONE MUTUO PROCEDURA APERTA - C.I.G. n. 03471404FC. 1. Stazione appaltante: COPIT Immobiliare s.u.r.l., con sede in 51100 Pistoia, via Filippo Pacini n. 47, tel. 0573-363284/5,

Dettagli

APPALTO N. 489. DISCIPLINARE DI PREQUALIFICA rev. 1

APPALTO N. 489. DISCIPLINARE DI PREQUALIFICA rev. 1 APPALTO N. 489 DISCIPLINARE DI PREQUALIFICA rev. 1 Con riferimento al bando di gara relativo alla progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di ristrutturazione dell Officina Generale ATM Teodosio,

Dettagli

AVVISO PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI SERVIZI E FORNITURE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA

AVVISO PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI SERVIZI E FORNITURE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA Servizio Informativo e cartografico regionale AVVISO PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI AI QUALI AFFIDARE L INCARICO DI DIRETTORE DEI LAVORI E I COMPITI DI RESPONSABILITÀ TECNICA DELL

Dettagli

CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA A FAVORE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI BANDO DI GARA D'APPALTO CIG 056861431D Progetto di archiviazione in

CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA A FAVORE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI BANDO DI GARA D'APPALTO CIG 056861431D Progetto di archiviazione in CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA A FAVORE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI BANDO DI GARA D'APPALTO CIG 056861431D Progetto di archiviazione in formato digitale dei documenti cartacei della CNPADC.

Dettagli

ALLEGATO 3 MODELLO OFFERTA ECONOMICA

ALLEGATO 3 MODELLO OFFERTA ECONOMICA ALLEGATO 3 MODELLO OFFERTA ECONOMICA Pagina 1 OFFERTA ECONOMICA La busta C Gara a procedura aperta ai sensi del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. per la fornitura di Personal Computer desktop e servizi di assistenza.

Dettagli

Bando di gara per i lavori di riqualificazione dell'ex caserma Duca. delle Puglie per il completamento del civico museo di guerra per la

Bando di gara per i lavori di riqualificazione dell'ex caserma Duca. delle Puglie per il completamento del civico museo di guerra per la Bando di gara per i lavori di riqualificazione dell'ex caserma Duca delle Puglie per il completamento del civico museo di guerra per la pace Diego de Henriquez. SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Dettagli

Documentazione da presentare per l ammissione ai progetti SERVIZIO CIVILE NAZIONALE PROMEMORIA

Documentazione da presentare per l ammissione ai progetti SERVIZIO CIVILE NAZIONALE PROMEMORIA Documentazione da presentare per l ammissione ai progetti SERVIZIO CIVILE NAZIONALE PROMEMORIA DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA (vedi art. 4 Bando Regione Sicilia del 30 maggio 2016 e relative note esplicative)

Dettagli

COMUNE DI ROVATO REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E TRASPARENZA DELLO STATO PATRIMONIALE DEL SINDACO, DEGLI ASSESSORI E DEI CONSIGLIERI COMUNALI

COMUNE DI ROVATO REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E TRASPARENZA DELLO STATO PATRIMONIALE DEL SINDACO, DEGLI ASSESSORI E DEI CONSIGLIERI COMUNALI COMUNE DI ROVATO REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E TRASPARENZA DELLO STATO PATRIMONIALE DEL SINDACO, DEGLI ASSESSORI E DEI CONSIGLIERI COMUNALI (ai sensi dell'art. 41Bis del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267)

Dettagli

BANDO PER IL SERVIZIO DI INTEGRAZIONE SOCIALE E SCOLASTICA DISABILI

BANDO PER IL SERVIZIO DI INTEGRAZIONE SOCIALE E SCOLASTICA DISABILI Allegato alla deliberazione n. 985 del 18 agosto 2014 BANDO PER IL SERVIZIO DI INTEGRAZIONE SOCIALE E SCOLASTICA DISABILI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 8 (d ora in

Dettagli

Domanda per la concessione del contributo previsto dall Asse IV del programma 2007-2013 POR-FESR

Domanda per la concessione del contributo previsto dall Asse IV del programma 2007-2013 POR-FESR ALLEGATO 4a - MODULO DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA PER PERSONE FISICHE CON PARTITA IVA Numero di protocollo (a cura della Provincia) Bollo 14,62 codice identificativo della marca da bollo (per invio con

Dettagli

COMUNE DI NAPOLI - BANDO DI GARA CIG: 64193463E6 - SEZIONE I - I.1) Direzione Centrale Ambiente, Tutela del Territorio e del

COMUNE DI NAPOLI - BANDO DI GARA CIG: 64193463E6 - SEZIONE I - I.1) Direzione Centrale Ambiente, Tutela del Territorio e del COMUNE DI NAPOLI - BANDO DI GARA CIG: 64193463E6 - SEZIONE I - I.1) Direzione Centrale Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare - Servizio Affari generali e controlli interni Via Speranzella 80 cap 80132

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI SEZIONE I): AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto Denominazione ufficiale: A.L.E.R. Milano - Punti di contatto: UFFICIO

Dettagli

Comune di Binasco (Provincia di Milano)

Comune di Binasco (Provincia di Milano) Comune di Binasco (Provincia di Milano) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO COMUNALE (APPROVATO CON DELIBERAZIONE CC 34 DEL 26.9.2012 ) 1 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità....pag. 3 Art. 2 Ambito

Dettagli

Italia-Siena: Distributori automatici 2015/S 127-232970. Bando di gara. Servizi

Italia-Siena: Distributori automatici 2015/S 127-232970. Bando di gara. Servizi 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:232970-2015:text:it:html Italia-Siena: Distributori automatici 2015/S 127-232970 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Bandi regionali Associazionismo e Volontariato. Vademecum

Bandi regionali Associazionismo e Volontariato. Vademecum in collaborazione con Bandi regionali Associazionismo e Volontariato Vademecum a cura di Excursus. Spazio di formazione partecipata Indice 1. TITOLO 2. SCADENZA PRESENTAZIONE E TEMPISTICA ITER 3. SOGGETTI

Dettagli

Indice p. 2 Presentazione del Sindaco p. 3 Descrizione del servizio p. 4 Dove, quando, come p. 5 I servizi offerti p. 6 Informazioni agli utenti p.

Indice p. 2 Presentazione del Sindaco p. 3 Descrizione del servizio p. 4 Dove, quando, come p. 5 I servizi offerti p. 6 Informazioni agli utenti p. Gare e appalti 2 Indice p. 2 Presentazione del Sindaco p. 3 Descrizione del servizio p. 4 Dove, quando, come p. 5 I servizi offerti p. 6 Informazioni agli utenti p. 7 Standard dei servizi offerti p. 8

Dettagli

PROGRAMMA REGIONALE DI ACCREDITAMENTO

PROGRAMMA REGIONALE DI ACCREDITAMENTO Al servizio di gente REGIONE unica FRIULI VENEZIA GIULIA PROGRAMMA REGIONALE DI ACCREDITAMENTO UDINE 13/09/2011 DIREZIONE CENTRALE SALUTE, INTERAZIONE SOCIOSANITARIA E POLITICHE SOCIALI Domanda Richiesta

Dettagli

La società Geosystems Group Srl

La società Geosystems Group Srl BANDO DI SELEZIONE 01 Bando di Selezione per l'assegnazione di un Contratto di consulenza specialistica per lo sviluppo di Sistemi di supporto alle decisioni per il trattamento dei dati georiferiti finalizzati

Dettagli

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE BORSE DI STUDIO

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE BORSE DI STUDIO COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE BORSE DI STUDIO Adottato con, e allegato alla, deliberazione C.C. n 14 del 9 aprile 2014 INDICE Art. 1 => Scopo e finanziamento Art. 2 =>

Dettagli

Deliberazione della Giunta esecutiva n. 161 di data 29 dicembre 2015.

Deliberazione della Giunta esecutiva n. 161 di data 29 dicembre 2015. Deliberazione della Giunta esecutiva n. 161 di data 29 dicembre 2015. Oggetto: Trattativa privata previo confronto concorrenziale ai sensi dell art. 21 della L.P. 23/1990 e ss.mm. di un servizio di consulenza

Dettagli

COMUNE DI MILETO Prov. di Vibo Valentia AREA AMMINISTRATIVA. Determinazione N 25 del 09.02.2012

COMUNE DI MILETO Prov. di Vibo Valentia AREA AMMINISTRATIVA. Determinazione N 25 del 09.02.2012 COMUNE DI MILETO Prov. di Vibo Valentia Originale Oggetto AREA AMMINISTRATIVA Determinazione N 25 del 09.02.2012 Affidamento servizio manutenzione, aggiornamento ed assistenza ai programmi applicativi,

Dettagli

COMUNE DI COGOLETO Provincia di Genova Via Rati 66 Tel. 010/91701 Fax 010/9170225 C.F. 80007570106 P.I. 00845470103

COMUNE DI COGOLETO Provincia di Genova Via Rati 66 Tel. 010/91701 Fax 010/9170225 C.F. 80007570106 P.I. 00845470103 COMUNE DI COGOLETO Provincia di Genova Via Rati 66 Tel. 010/91701 Fax 010/9170225 C.F. 80007570106 P.I. 00845470103 BANDO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONI ED INIZIATIVE DA PARTE DI ENTI,

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI ANTICORRUZIONE E ANTIMAFIA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI ROMA

BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI ANTICORRUZIONE E ANTIMAFIA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI ROMA BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI ANTICORRUZIONE E ANTIMAFIA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI ROMA (con esclusione di Roma Capitale), FROSINONE, LATINA, RIETI E VITERBO CODICI

Dettagli

Accordo di partenariato. tra ente accreditato di 1^ o 2^ classe ed ente non accreditato per la presentazione di progetti di servizio civile nazionale

Accordo di partenariato. tra ente accreditato di 1^ o 2^ classe ed ente non accreditato per la presentazione di progetti di servizio civile nazionale Servizio Civile Nazionale Accordo di partenariato tra ente accreditato di 1^ o 2^ classe ed ente non accreditato per la presentazione di progetti di servizio civile nazionale SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA E INSTALLAZIONE IN LOCO DI N. 60 SEGNALI STRADALI DI LOCALITA IN LINGUA SARDA

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA E INSTALLAZIONE IN LOCO DI N. 60 SEGNALI STRADALI DI LOCALITA IN LINGUA SARDA Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Lingua e Cultura Sarda PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA E INSTALLAZIONE IN LOCO DI N. 60 SEGNALI STRADALI

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE MODULO DI AUTOCERTIFICAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE MODULO DI AUTOCERTIFICAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA ALLEGATO A AL COMUNE DI MESAGNE Ufficio Lavori Pubblici Palazzo dei Celestini Via Roma, 2 72023 Mesagne (BR) ISTANZA DI PARTECIPAZIONE MODULO DI AUTOCERTIFICAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO

Dettagli

Modalità di partecipazione alla selezione Gli interessati potranno presentare apposita domanda in carta semplice secondo il fac-

Modalità di partecipazione alla selezione Gli interessati potranno presentare apposita domanda in carta semplice secondo il fac- AVVISO DI SELEZIONE Finalità della selezione L Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Firenze ha la necessità di affidare un incarico di natura libero-professionale ad un soggetto

Dettagli

MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE / DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA DA PARTE DELL OFFERENTE AI SENSI DEL D.P.R.

MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE / DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA DA PARTE DELL OFFERENTE AI SENSI DEL D.P.R. Allegato 1 MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE / DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA DA PARTE DELL OFFERENTE AI SENSI DEL D.P.R. 445/2000 PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELL IMMOBILE

Dettagli

COMUNE di SALUGGIA. REGIONE PIEMONTE PROVINCIA di VERCELLI

COMUNE di SALUGGIA. REGIONE PIEMONTE PROVINCIA di VERCELLI 2pg Avviso di mobilità esterna ai sensi dell art. 30 del D.lgs. n. 165/2001 e dell art. 49 del D.lgs. 150/2009, per la copertura di n. 1 posto nel profilo professionale di Istruttore Direttivo Area Tecnico

Dettagli

CITTA' DI TORINO AVVISO DI PROCEDURA APERTA N.119/2008 C.U.P.C17D07000000001 PRIU SPINA 3 COMPRENSORIO VITALI NUOVO CORSO MORTARA 2 LOTTO DA VIA

CITTA' DI TORINO AVVISO DI PROCEDURA APERTA N.119/2008 C.U.P.C17D07000000001 PRIU SPINA 3 COMPRENSORIO VITALI NUOVO CORSO MORTARA 2 LOTTO DA VIA CITTA' DI TORINO AVVISO DI PROCEDURA APERTA N.119/2008 C.U.P.C17D07000000001 PRIU SPINA 3 COMPRENSORIO VITALI NUOVO CORSO MORTARA 2 LOTTO DA VIA BORGARO A VIA ORVIETO. SEZIONE 1) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE.

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA GESTIONE E MANUTENZIONE ARCHIVIO DOCUMENTALE CIG:4198721E2A

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA GESTIONE E MANUTENZIONE ARCHIVIO DOCUMENTALE CIG:4198721E2A BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA GESTIONE E MANUTENZIONE ARCHIVIO DOCUMENTALE CIG:4198721E2A AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. Denominazione, indirizza e punti di contatto: Istituto Zooprofilattico della

Dettagli

I-Varese: Cancelleria 2011/S 21-033979 BANDO DI GARA. Forniture

I-Varese: Cancelleria 2011/S 21-033979 BANDO DI GARA. Forniture 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:33979-2011:text:it:html I-Varese: Cancelleria 2011/S 21-033979 BANDO DI GARA Forniture SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)

Dettagli

160 ore circa per Inglese. 60 ore circa per spagnolo. 40 ore circa per tedesco

160 ore circa per Inglese. 60 ore circa per spagnolo. 40 ore circa per tedesco Prot. n.7938 /C2-2 Mantova, 05/12/2013 Al Sito web della scuola BANDO PUBBLICO PER IL REPERIMENTO DI ESPERTI ESTERNI MADRELINGUA INGLESE TEDESCO - SPAGNOLO CIG: - Z240CC1041 Premesso che : IL DIRIGENTE

Dettagli

Regione Piemonte Provincia di Novara. Comune di Cerano

Regione Piemonte Provincia di Novara. Comune di Cerano Regione Piemonte Provincia di Novara Comune di Cerano Art. 92 del D.lgs 163/2006 e s.m.i. Regolamento per la disciplina degli incentivi per la progettazione di opere, lavori e attività accessorie e per

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE AMMINISTRATIVO

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE AMMINISTRATIVO Codifica adempimenti L.R. 15/08 (trasparenza) Ufficio Istruttore Direzione Amministrativa Tipo materia Liquidazione spesa per Prestazione di servizi di vigilanza

Dettagli

Italia-Milano: Servizi speciali di trasporto passeggeri su strada 2015/S 141-259699. Bando di gara. Servizi

Italia-Milano: Servizi speciali di trasporto passeggeri su strada 2015/S 141-259699. Bando di gara. Servizi 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:259699-2015:text:it:html Italia-Milano: Servizi speciali di trasporto passeggeri su strada 2015/S 141-259699 Bando di gara Servizi Direttiva

Dettagli

FINANZIAMENTI PER LA REGISTRAZIONE DEI MARCHI

FINANZIAMENTI PER LA REGISTRAZIONE DEI MARCHI FINANZIAMENTI PER LA REGISTRAZIONE DEI MARCHI Fino all 80% di contributi a fondo perduto per i marchi comunitari e internazionali agevolazioni alle imprese stanziati 4,5 milioni di euro dal Ministero dello

Dettagli

Italia-Trieste: Petrolio e distillati 2015/S 070-124255. Bando di gara. Forniture

Italia-Trieste: Petrolio e distillati 2015/S 070-124255. Bando di gara. Forniture 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:124255-2015:text:it:html Italia-Trieste: Petrolio e distillati 2015/S 070-124255 Bando di gara Forniture Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico VISTO il decreto del Ministro dello sviluppo economico 10 marzo 2015, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 23 aprile 2015, n. 94, recante

Dettagli

SETTORE SERVIZI SOCIALI. DETERMINAZIONE N. 34 del 23/09/2014

SETTORE SERVIZI SOCIALI. DETERMINAZIONE N. 34 del 23/09/2014 ORIGINALE SETTORE SERVIZI SOCIALI DETERMINAZIONE N. 34 del 23/09/2014 Oggetto: SERVIZIO SAD EROGATO DALL' AZIENDA SPECIALE CONSORTILE ISOLA BERGAMASCA BASSA VAL SAN MARTINO CON SEDE IN BONATE SOTTO. ASSUNZIONE

Dettagli

COMUNE DI COSTACCIARO COMUNE DI FOSSATO DI VICO COMUNE DI SIGILLO

COMUNE DI COSTACCIARO COMUNE DI FOSSATO DI VICO COMUNE DI SIGILLO AVVISO ESPLORATIVO DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER LA VENDITA DI TERRENI DI PROPRIETA COMUNALE INSERITI NEL PIANO DELLE ALIENAZIONI - Annualità 2014 PREMESSO: - Che il Consiglio Comunale con Deliberazione

Dettagli

Art. 1 - Oggetto del Regolamento Art. 2 - Prestazioni escluse Articolo 3 - Fornitura di beni e servizi a rimborso Articolo 4 - Convenzioni.

Art. 1 - Oggetto del Regolamento Art. 2 - Prestazioni escluse Articolo 3 - Fornitura di beni e servizi a rimborso Articolo 4 - Convenzioni. REGOLAMENTO SUI SERVIZI NON ESSENZIALI CON RIMBORSO DA PARTE DELL UTENZA E SERVIZI A PAGAMENTO PER CONTO TERZI Approvato con Delibera di Consiglio N. 11 del 12.02.2009 INDICE Articolo 1 - Oggetto del Regolamento

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI E DELLE CONDIZIONI PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI INTEGRATI DI TELEFONIA MOBILE VOCE DATI E FISSA DAL 01/03/2014 AL 28/02/2016.

CAPITOLATO D ONERI E DELLE CONDIZIONI PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI INTEGRATI DI TELEFONIA MOBILE VOCE DATI E FISSA DAL 01/03/2014 AL 28/02/2016. CAPITOLATO D ONERI E DELLE CONDIZIONI PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI INTEGRATI DI TELEFONIA MOBILE VOCE DATI E FISSA DAL 01/03/2014 AL 28/02/2016. 1. STAZIONE APPALTANTE: ATAF S.p.A. Via di Motta della

Dettagli

COMUNE DI CERTOSA DI PAVIA ACCESSO AGLI ATTI

COMUNE DI CERTOSA DI PAVIA ACCESSO AGLI ATTI COMUNE DI CERTOSA DI PAVIA ACCESSO AGLI ATTI L accesso agli atti consente a chiunque abbia un interesse legittimo, da motivare, di visionare gli atti dell amministrazione comunale. Il diritto di accesso

Dettagli

(articolo 1, comma 1)

(articolo 1, comma 1) ALLEGATO A (articolo 1, comma 1) MARCA DA BOLLO ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI ALLA SEZIONE REGIONALE/PROVINCIALE.. PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA DI DOMANDA DI ISCRIZIONE

Dettagli

Alla PROVINCIA DI TERNI UFFICIO PUBBLICAZIONE ALBO PRETORIO ON LINE Viale della Stazione,1 05100 T E R N I provincia.terni@postacert.umbria.

Alla PROVINCIA DI TERNI UFFICIO PUBBLICAZIONE ALBO PRETORIO ON LINE Viale della Stazione,1 05100 T E R N I provincia.terni@postacert.umbria. U.O. di Perugia Servizio Tecnico-Lavori Area 1 Alla PROVINCIA DI TERNI UFFICIO PUBBLICAZIONE ALBO PRETORIO ON LINE Viale della Stazione,1 05100 T E R N I provincia.terni@postacert.umbria.it Alla PROVINCIA

Dettagli

SCHEDA CLIENTE. Luogo di identificazione. Data di identificazione. Persona Giuridica RAPPORTO CONTINUATIVO OPERAZIONE OCCASIONALE

SCHEDA CLIENTE. Luogo di identificazione. Data di identificazione. Persona Giuridica RAPPORTO CONTINUATIVO OPERAZIONE OCCASIONALE Codice Progressivo Univoco (CPU): N. del / / SCHEDA CLIENTE RAPPORTO CONTINUATIVO OPERAZIONE OCCASIONALE Luogo di identificazione Data di identificazione Persona Giuridica Denominazione o ragione Sociale

Dettagli

COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma

COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma COMUNE FONTE NUOVA Provincia di Roma All. B ISTITUZIONE PER IL SOCIALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE UNA COMUNITA ALLOGGIO UN GRUPPO APPARTAMENTO SEMI AUTONOMIA UNA COMUNITA ALLOGGIO GRUPPO APPARTAMENTO

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (1)

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (1) BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (1) (importo superiore ai 211.000,00 Euro) Criterio del prezzo più basso BANDO DI GARA DA INVIARE ALL UFFICIO DELLE PUBBLICAZIONI UFFICIALI DELLA U.E. UNIONE EUROPEA Pubblicazione

Dettagli

AFFIDAMENTO IN UNIONE D ACQUISTO A.S.L. AVELLINO/ A.O. S.G. MOSCATI DI AVELLINO DEI SERVIZI ASSICURATIVI AZIENDALI

AFFIDAMENTO IN UNIONE D ACQUISTO A.S.L. AVELLINO/ A.O. S.G. MOSCATI DI AVELLINO DEI SERVIZI ASSICURATIVI AZIENDALI Allegato 6c) - Modulo offerta economica LOTTO 3 Da produrre in Bollo da inserire nella busta B -OFFERTA ECONOMICA Spett.le Azienda Sanitaria Locale Via degli Imbimbo 10/12 83100 AVELLINO Il/ la sottoscritto/a:

Dettagli

RISPOSTA A RICHIESTA DI INFORMAZIONI COMPLEMENTARI N. 5

RISPOSTA A RICHIESTA DI INFORMAZIONI COMPLEMENTARI N. 5 RISPOSTA A RICHIESTA DI INFORMAZIONI COMPLEMENTARI N. 5 In riferimento alla procedura in oggetto si chiedono i seguenti chiarimenti: D.1 Definire di quante pagine deve essere composta la Relazione Tecnica

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

PROVINCIA DI GENOVA I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE ACQUISTI, PATRIMONIO E RISORSE FINANZIARIE BANDO DI GARA D APPALTO LAVORI - ID 3436 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL

Dettagli

Avviso di costituzione albo fornitori

Avviso di costituzione albo fornitori Prot.n. 8271/A15 Brescia, 9.12.2015 ALL ALBO AL SITO WEB DELL ISTITUTO AVVISO ALBO FORNITORI Avviso di costituzione albo fornitori Al fine di garantire la trasparenza delle procedure di acquisto, la parità

Dettagli

I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO:

I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE ROMA H Bando di gara d appalto: Forniture SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: Denominazione ufficiale: Azienda USL

Dettagli

AUTORITA PORTUALE DI PALERMO. Porto di Palermo. Lavori per la messa in sicurezza e la razionalizzazione della

AUTORITA PORTUALE DI PALERMO. Porto di Palermo. Lavori per la messa in sicurezza e la razionalizzazione della AUTORITA PORTUALE DI PALERMO Porto di Palermo. Lavori per la messa in sicurezza e la razionalizzazione della distribuzione elettrica nell area portuale. Bando di gara Sezione I: Amministrazione aggiudicatrice.

Dettagli

Modello allegato C.1. Comune di Ruffano (LE) CONCORSO D IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA CARMELITANI IN TORREPADULI

Modello allegato C.1. Comune di Ruffano (LE) CONCORSO D IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA CARMELITANI IN TORREPADULI Modello allegato C.1 Comune di Ruffano (LE) CONCORSO D IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA CARMELITANI IN TORREPADULI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR

Dettagli

I.1) REGIONE BASILICATA - Ufficio Società dell Informazione Via V. Verrastro, 4 85100 POTENZA PZ All attenzione di: Nicola Antonio

I.1) REGIONE BASILICATA - Ufficio Società dell Informazione Via V. Verrastro, 4 85100 POTENZA PZ All attenzione di: Nicola Antonio REGIONE BASILICATA - BANDO DI GARA I.1) REGIONE BASILICATA - Ufficio Società dell Informazione Via V. Verrastro, 4 85100 POTENZA PZ All attenzione di: Nicola Antonio Coluzzi Tel.: 0971668187 - Fax 0971668339

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 59 del 8-2-2016 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 59 del 8-2-2016 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 59 del 8-2-2016 O G G E T T O Servizio sostitutivo della mensa aziendale, acquisto buoni pasto fuori convenzione Consip

Dettagli

COMUNE DI TERRANUOVA BRACCIOLINI Provincia di Arezzo

COMUNE DI TERRANUOVA BRACCIOLINI Provincia di Arezzo Area Risorse Finanza e Contabilità DETERMINAZIONE n 130/2015 del 02-03-2015 del Registro Generale AFFIDAMENTO DIRETTO TRAMITE PROCEDURA START ALLA SOCIETA WAYPRESS SRL. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

Dettagli

Io sottoscritto nato a il codice fiscale e residente a provincia via/piazza. tel. fax pec @ IN QUALITA DI

Io sottoscritto nato a il codice fiscale e residente a provincia via/piazza. tel. fax pec @ IN QUALITA DI MODELLO A DI PARTECIPAZIONE AL COMUNE DI VILLAURBANA UFFICIO TECNICO Via Roma 24 09080 VILLAURBANA (OR) OGGETTO: MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA PREVIA PUBBLICAZIONE

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI MONTANI DEL CASENTINO

UNIONE DEI COMUNI MONTANI DEL CASENTINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 372/A del 26/03/2013 Dirigente: Istruttore: Area: Paolo Grifagni Maria Cristina Bruni Amministrativa OGGETTO: AFFIDAMENTO DIRETTO A COOPERATIVA SOCIALE DI TIPO B DELL APPALTO

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL II SETTORE RISORSE STRATEGICHE

IL RESPONSABILE DEL II SETTORE RISORSE STRATEGICHE Albo Pretorio online n. Registro Pubblicazione Pubblicato il SETTORE II RISORSE STRATEGICHE Servizio Economico Finanziario UFFICIO SEGRETERIA GENERALE DETERMINAZIONE n. 36 DEL 01/07/2014 Prot. Gen. Determina

Dettagli

OFFERTA ECONOMICA. Nome Cognome, nato/a il, residente in via/p.zza Comune CAP, Prov.

OFFERTA ECONOMICA. Nome Cognome, nato/a il, residente in via/p.zza Comune CAP, Prov. Bollo da 16,00 OFFERTA ECONOMICA Spett.le COMUNE DI MACERATA CAMPANIA SETTORE TECNICO Via Umberto I n. 47 81057 MACERATA CAMPANIA (CE) OGGETTO: AFFIDAMENTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA E AGGIUDICAZIONE CON

Dettagli

3.2 Le domande devono essere corredate dai seguenti documenti in carta libera:

3.2 Le domande devono essere corredate dai seguenti documenti in carta libera: Selezione per l accesso ad una lista di idonei per il conferimento di n. 1 incarico per svolgere funzioni di autista, manutentore elettricista e idraulico all interno della Summer School 2010 nel Consorzio

Dettagli

Comune di Albaredo d Adige - Provincia di Verona -

Comune di Albaredo d Adige - Provincia di Verona - Comune di Albaredo d Adige - Provincia di Verona - Prot.n. 8203 Del 04/08/2015 AVVISO PUBBLICO DI INDAGINE CONOSCITIVA PER l INDIVIDUAZIONE DELLE DITTE DA INVITARE A PROCEDURA NEGOZIATA PER OPERE DI RISTRUTTURAZIONE

Dettagli

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE ALL. A AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI AUTONOLEGGIO A LUNGO TERMINE PER LA SEDE DELLA SOGESID S.P.A. DI ROMA. CIG: 25819092B5. MODALITÀ DI

Dettagli

ٱ SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

ٱ SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg Telefax (+352) 29 29 44 619, (+352) 29 29 44 623, (+352) 29 29 42 670 E-mail:

Dettagli

I N D I C E. Approvato con D.C.U. n. 31 del 13.11.2013. Modificato con D.C.U. n. 21 del 30.09.2015

I N D I C E. Approvato con D.C.U. n. 31 del 13.11.2013. Modificato con D.C.U. n. 21 del 30.09.2015 Regolamento per la pubblicità e la trasparenza dello stato patrimoniale dei titolari di incarichi politici e per la disciplina del procedimento sanzionatorio per la applicazione delle sanzioni specifiche

Dettagli

Il/la sottoscritto/a (cognome, nome) codice fiscale..

Il/la sottoscritto/a (cognome, nome) codice fiscale.. BORSE DI STUDIO ANNO 2016 SCHEMA DI DOMANDA (da redigersi in carta semplice) Al Consiglio regionale della Lombardia Ufficio Risorse Umane Via F. Filzi, 22 20124 - MILANO Il/la sottoscritto/a (cognome,

Dettagli

BANDO PER PROGETTI SPERIMENTALI PER MINORI

BANDO PER PROGETTI SPERIMENTALI PER MINORI Allegato alla deliberazione n. 528 del 8 maggio 2014 BANDO PER PROGETTI SPERIMENTALI PER MINORI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 8 (d ora in poi Azienda ), via Forestuzzo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PEROTTO-ORSINI Via Gramsci, 12. Manfredonia (FG)

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PEROTTO-ORSINI Via Gramsci, 12. Manfredonia (FG) ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PEROTTO-ORSINI Via Gramsci, 12 / Manfredonia (FG) Unione Europea Fondo Sociale Europeo Prot. n. 388/A22d Manfredonia 29/01/2015 Oggetto: BANDO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO

Dettagli

COMUNE DI SAN FIOR REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI A PERSONALE INTERNO PER ATTIVITÀ DI FORMAZIONE

COMUNE DI SAN FIOR REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI A PERSONALE INTERNO PER ATTIVITÀ DI FORMAZIONE COMUNE DI SAN FIOR REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI A PERSONALE INTERNO PER ATTIVITÀ DI FORMAZIONE Approvazione con deliberazione di Giunta Comunale n. 145 del 3.10.2011 INDICE Art. 1 Istituzione

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N.76 DEL 16 MARZO 2016

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N.76 DEL 16 MARZO 2016 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N.76 DEL 16 MARZO 2016 OGGETTO: MANIFESTAZIONE D INTERESSE - COTTIMO FIDUCIARIO ALLESTIMENTO FIERISTICO VINITALY 2016 DETERMINAZIONE A CONTRARRE. IL VICE SEGRETARIO GENERALE

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 157 del 21/05/2014. Proposta n. 157

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 157 del 21/05/2014. Proposta n. 157 Estratto DETERMINAZIONE N. 157 del 21/05/2014 Proposta n. 157 Oggetto: APPALTO SERVIZIO SERVIZIO TRASPORTO ALUNNI SCUOLA DELL OBBLIGO E DELL INFANZIA PER GLI ANNI SCOLASTICI 2013/2016. PRESA D'ATTO ACQUISIZIONE

Dettagli

Il contributo è finanziato annualmente e le domande devono essere trasmesse entro la data del 31/01 di ogni anno.

Il contributo è finanziato annualmente e le domande devono essere trasmesse entro la data del 31/01 di ogni anno. Veneto: PROCEDURE AMMINISTRATIVE RELATIVE ALLA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI, ALL ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI, ALL UTILIZZO E ALL EROGAZIONE DEI FINANZIAMENTI, NONCHE ALL INDIVIDUAZIONE DELLE INIZIATIVE DIRETTE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Comune di Casatenovo

REPUBBLICA ITALIANA Comune di Casatenovo REPUBBLICA ITALIANA Comune di Casatenovo Provincia di Lecco Rep. CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE DI CASCINA LEVADA PERIODO 01/09/2015 31/08/2020.

Dettagli