L ombra della jihad sulle Olimpiadi di Sochi Threat Assessment

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L ombra della jihad sulle Olimpiadi di Sochi Threat Assessment"

Transcript

1 L ombra della jihad sulle Olimpiadi di Sochi Threat Assessment By Michele Avino Un duplice attentato terroristico di matrice suicida scuote la Russia a due giorni dalla fine dell anno e ad un mese dall inizio dei giochi olimpici invernali di Sochi facendo tornare l incubo del terrorismo fondamentalista islamico. Ad essere colpita per la seconda volta in pochi mesi è la città di Volgograd già teatro di un attentato terroristico nello scorso mese di Ottobre. Due distinti attacchi uno all interno della stazione di Volgograd ed uno a bordo di un filobus per un bilancio totale di circa 30 vite umane. Due attentati in meno di 24 ore, stessa matrice, elementi identici, ordigni simili presumibilmente aventi unica origine di fabbricazione. Sul filobus erano presenti parenti delle vittime della stazione di Volgograd del primo attentato: tragica coincidenza o disegno premeditato? I terroristi stanno cercando di aprire un fronte interno e siamo di fronte ad atti compiuti in località lontane dal Caucaso a dimostrazione che l obiettivo dei gruppi jihadisti è colpire direttamente nel cuore della Russia. Infatti, la strage della stazione di Volgograd di domenica 29 Dicembre ripropone uno scenario simile a quello dell attentato del 21 Ottobre nel quale sei persone persero la vita a seguito di una esplosione provocata da un attacco suicida. Gli eventi inducono a formulare una serie di osservazioni relativamente all obbiettivo, alla metodologia applicata ed ai soggetti agenti. - Entrambi gli attentati sono stati perpetrati nella città di Volgograd ed hanno interessato mezzi di trasporto pubblico - Si tratta di attentatori isolati - Utilizzo di ordigni esplosivi attivabili con detonatore a mano Il mistero sull identità dell attentatore alla stazione di Volgograd continua. Inizialmente si era infatti pensato a una donna caucasica tale Oksana Aslanova di anni 26 originaria del Daghestan i cui resti sono stati trovati vicino al luogo dello

2 scoppio che da riscontri informativi risultava inoltre amica di Naida Asiyalova che si fece esplodere lo scorso Ottobre sempre a Volgograd, uccidendo sei persone. In base a informazioni successive, il responsabile dell'attacco sarebbe stato individuato in un uomo, di fisionomia slava, che avrebbe portato l'esplosivo in stazione in uno zaino. Le circostanze sembrerebbero portare a lui grazie alle telecamere a circuito chiuso. I riscontri investigativi in corso dovrebbero chiarire la situazione al fine di poter meglio delineare eventuali connessioni tra gruppi jihadisti operanti. Non è da escludere che i due, l uomo e la Aslanova stessero operando in coppia. Fonti russe individuerebbero in Pavel Pechenkin l attentatore. Nato a Volzhsk, nella repubblica dei Mari, nel centro della Russia, nella primavera del 2012 si è unito ai militanti del Daghestan dopo essersi convertito all islam e aver cambiato nome in Ansar ar-rusi. Vale la pena evidenziare che gli attentatori degli ultimi mesi erano tutti diretti a Mosca il giorno dell attentato ed entrambi hanno fatto scattare il detonatore della bomba che indossavano quando hanno percepito il rischio di essere stati individuati in fase di controllo quali possibili sospetti. Appare quindi chiaro come l obbiettivo dei gruppi jihadisti del Caucaso sia quello di colpire Mosca, centro simbolico del potere russo, che i vari militanti cercano di raggiungere utilizzando mezzi di trasporto pubblico. Un terrorista suicida è spesso l ultimo anello di una lunga catena organizzativa che coinvolge tra l altro anche soggetti che non hanno alcuna intenzione di suicidarsi ma che contribuiscono a formare e consolidare nelle reclute il pensiero dell azione suicida. Sotto il profilo strategico e tattico l attentato suicida presenta diversi vantaggi, tra l altro rinvenibili quali indicatori nei recenti attentati in Russia: - Il terrorista suicida si fa esplodere anche se fallisce l attentato, provocando comunque danni ed eliminando inoltre la possibilità di essere arrestato; - Il terrorismo suicida ha un elevata percentuale di successo nel compiere l attentato ed è tatticamente flessibile potendo cambiare obiettivo anche all ultimo minuto;

3 - Il terrorismo suicida si avvale dell effetto sorpresa e della clandestinità considerato che il numero delle infrastrutture critiche da proteggere è elevato. Quello che emerge dagli ultimi eventi in Russia è la forte partecipazione delle donne, di età compresa tra i 20 ed i 30 anni alla preparazione degli attacchi e soprattutto al reclutamento di potenziali attentatori spesso attraverso la costruzione di relazioni sentimentali. Le predette donne presentano solitamente un livello socio-culturale superiore alla popolazione dell area di provenienza e mirano ad individuare giovani russi facilmente affascinabili da sentimento anti-russo ed alla ricerca di riscatto personale e sociale. Gli attentati di questi giorni potrebbero essere probabilmente il prodotto di un altra missione portata a termine da donne, dalle cosiddette shahida, le chiamano anche fidanzate di Allah. Non è possibile tracciare un unico identikit psicologico o sociale di questi soggetti, le situazioni intensamente conflittuali finiscono per produrre numerose tipologie di individui con tratti comuni e potenzialmente determinati a sacrificarsi per la loro causa. Il fenomeno delle c.d. black widows, riapparse dopo le azioni al teatro Dubrovka di Mosca (2002) e di Beslan (2004) in 13 anni 49 attentati suicidi in Russia, con 780 vittime - sta diventando un altra spina nel fianco della politica di sicurezza russa. Si ebbe notizia delle loro prime azioni già nel 1999, in Cecenia, ma si è registrato un balzo in avanti eccezionale dopo il 2010, con vedove di militanti provenienti proprio dal Dagestan, discriminate dalla stessa famiglia d origine e con grandi difficoltà ad integrarsi in una società ad alto tasso di disoccupazione e corruzione. L affiliazione a gruppi jihadisti da parte di queste donne si rivela essere una soluzione estrema ma anche risolutrice di problemi di sostentamento: a loro, peraltro, viene riconosciuto un ruolo importante nel reclutamento di giovani così come nella raccolta di fondi per la lotta armata. Secondo la studiosa Farhana Ali (RAND Corp.) sono le quattro R a trasformare una donna in attentatrice suicida: (Revenge) la vendetta per la perdita di un familiare; (Reassurance) dimostrare che la donna è in grado di imitare l uomo; (Recruit) reclutar e altre simpatizzanti e dare l esempio; (Respect) ottenere il rispetto e la considerazione sociale della comunità. Le donne jihadiste in Russia sembrano essere in costante aumento e rappresentano un vero e proprio incubo per i servizi di sicurezza che devono necessariamente cambiare approccio nella prevenzione e

4 nel contrasto per cercare di neutralizzare il maggior numero di potenziali minacce. Questo fenomeno è ben descritto nel libro della giornalista russa Julija Juzik Le mille fidanzate di Allah (2004 ), laddove l autrice ripercorrendo la Cecenia e le origini delle giovani che si erano fatte saltare negli attentati ha osservato che in molti casi la religione c entra poco poiché le loro storie personali dicono ben altro. La spinta a cercare la morte è una tragedia personale o una vita infelice alla ricerca di affermazione. Ulteriore aspetto da considerare è il crescente fenomeno delle conversioni all islam da parte di giovani russi. Si tratta solitamente di giovani colti da un esperienza di vita limitata che si lasciano affascinare da un ideologia estremista che appare quale unica soluzione. Spesso il proselitismo e reclutamento dei giovani in russi avviene sul web, dove vengono attirati da discussioni su interessi comuni, gli stessi in fase di conversione iniziano a studiare l arabo per poi decidere di trasferirsi nei campi di addestramento veri e propri. L analisi informativa rivela un incremento del livello di appoggio delle idee dell islam radicale, soprattutto negli ambienti giovanili. Il contrasto diventa pertanto complesso, il terrorista suicida non cerca una via di scampo e sceglie lui stesso tempo e modalità di attacco pianificando nel tempo la propria e l altrui morte. Volendo formulare delle considerazioni in merito possiamo innanzitutto affermare che con l avvicinarsi delle Olimpiadi di Sochi (7-23 Febbraio 2014) la regione del Daghestan è di fatto l epicentro della militanza jihadista dove concentrare maggiore attenzione. Infatti, se la Cecenia e i suoi guerriglieri sono tenuti sotto stretto controllo, il vicino Dagestan diventa area di raccolta, è oggetto di proselitismo jihadista e soprattutto ne sta subendo le drammatiche conseguenze, sia per via della repressione del governo centrale sia per l aumento delle azioni terroristiche. I recenti attentati del 29 e 30 Dicembre costituiscono un'altra dimostrazione che la minaccia è reale e che se i jihadisti caucasici possono colpire ripetutamente a Volgograd potranno fare altrettanto con l'ancor più vicina Sochi.

5 Il deterioramento della sicurezza in concomitanza con i giochi olimpici invernali deve essere ricollegato all appello di Doku Umarov (il Capo carismatico Ceceno) della scorsa estate il quale con un video postato su youtube ha invitato i militanti jihadisti ad incrementare l azione terroristica nell ottica di sabotaggio dei giochi olimpici che ritiene essere stati organizzati sui resti dei nostri antenati, sulle ossa dei molti musulmani uccisi sulla nostra terra lungo la costa del Mar Nero. L imperativo non può che essere anticipare, analizzare e prevenire. Nel caso specifico della Russia nel suo complesso e del rischio derivante dalla presenza jihadista caucasica, la gestione delle informazioni da parte dei servizi di sicurezza deve comportare un continuo flusso di dati, potenti funzioni di ricerca e strumenti di indicizzazione che consentano i più svariati collegamenti relazionali e temporali. Fra gli aspetti di particolare rilevanza rientrano le componenti sociali, etniche, razziali con le loro aspirazioni, rivendicazioni o vertenze, le tradizioni, gli interessi e i valori. L attività informativa deve essere quindi sostenuta da una cultura più approfondita dello specifico fenomeno. Tempistica ed obbiettivi sono stati evidenti negli ultimi attentati, regia unica e ben precisa forse non necessariamente da ricercare a Groznyj. Infatti, visto l appoggio dato ai terroristi ceceni da Arabia Saudita e Qatar non è da escludere che la regia sia altrove. Un altro rischio che non deve essere escluso ne sottovalutato risiede nel fatto che per colpire le "olimpiadi di Putin" vengano mobilitati anche terroristi stranieri. Infatti la mobilitazione di molti jihadisti caucasici per combattere in Siria quali foreign fighters, potrebbe assicurare connessioni importanti con il terrorismo islamico internazionale interessato a colpire il principale sponsor del regime Siriano di Bashar Assad. Il flusso di combattenti dal Caucaso del Nord verso la Siria è in costante aumento e anche quest anno in particolare dopo le richieste di aiuto lanciate dai ribelli, sempre più in difficoltà il loro numero continua a crescere: secondo i servizi di sicurezza russi, solo nel mese di giugno circa duecento russi sono stati segnalati tra i gruppi affiliati ad Al Qaeda in Siria.

6 Il transito di combattenti verso la Siria sarebbe passato inizialmente attraverso l aeroporto di Mosca verso i Paesi arabi, soprattutto del Golfo Persico, mentre recentemente, secondo i servizi di sicurezza russi, si sarebbe registrato un altro pericoloso fenomeno che vede, invece, protagonista l Europa, in particolare la Germania, seguita a ruota dalla Polonia. Non è da sottovalutare in tal senso una tendenza registrata di recente che vede una forte immigrazione russa verso la Germania, nella quale sarebbe inoltre rinvenibile una considerevole componente proveniente dalla Cecenia. Infatti si tratterebbe di ceceni con passaporto russo. Nel 2013 il trend si è triplicato: a luglio, il 90% dei 10mila russi emigrati era di origine cecena. Fra questi sarebbero già stati individuati almeno 200 elementi considerati pericolosi da parte del Bnd, i servizi di sicurezza tedeschi. L attenzione da parte tedesca è aumentata nel mese di maggio, quando una intercettazione telefonica ha rilevato l eventualità di operazioni cecene in Germania. Lo stesso fenomeno migratorio è stato registrato anche in Polonia, in particolare, da Varsavia, da cui i ceceni giunti da Mosca, si sposterebbero verso la Germania. Pur tenendo conto di tale esodo è certo che rimangano presenti nel Daghestan almeno una decina di gruppi islamisti con centinaia di membri e complici, alcuni dei quali potrebbero già essere impegnati a preparare attacchi in coincidenza delle olimpiadi. A parlare di combattenti ceceni siamo in pochi, soprattutto fra gli analisti sebbene si tratti di uno degli elementi a mio parere più strategici negli attuali scenari di sicurezza occidentali. L agenda dei militanti jihadisti ceceni in Dagestan va, dall islamismo puro salafita (frutto del ritorno di molti giovani dalle madrasse del Medio Oriente, in particolare saudite) sino alla vendetta personale e al racket per traffici loschi, in cui le rivendicazioni religiose si mescolano agli interessi dei politici locali, in una serie di dinamiche di potere molto complesse e che rappresentano la vera sfida per le autorità russe. Il proselitismo, trova terreno più che fertile in Dagestan, una provincia con forti livelli di disoccupazione e alta corruzione, dove l islamismo rappresenta l unica arma contro la miseria e le ingiustizie sociali: gli stessi imam ottengono forti erogazioni da finanziatori per lo più dei Paesi del Golfo, vicini al jihadismo e alqaedismo, ossia gli stessi che hanno poi portato i guerriglieri ceceni sui fronti caldi afgano, iracheno, libico e, da ultimo, quello siriano.

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO DI LORIEN CONSULTING

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO DI LORIEN CONSULTING OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO DI LORIEN CONSULTING La resilienza europea - rilevazione del 7 Nov. 05 LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA: sugli attentati di parigi Cosa ha colpito maggiormente gli Italiani «Pensando

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 17 e 18 NOV.2015

RASSEGNA STAMPA 17 e 18 NOV.2015 RASSEGNA STAMPA 17 e 18 NOV.2015 A Brindisi non ci sarà la squadra anti terrorismo, Coisp: "Inaccettabile" Brindisi non fa parte delle venti città in cui il ministero dell Interno ha previsto l istituzione

Dettagli

NELLA TESTA DELL ISIS Realtà e psicopatologia del fenomeno terroristico 20 febbraio 2016, Sala Maria Luisa, Palazzo Ducale, Lucca

NELLA TESTA DELL ISIS Realtà e psicopatologia del fenomeno terroristico 20 febbraio 2016, Sala Maria Luisa, Palazzo Ducale, Lucca I SEMINARI DELLA FONDAZIONE BRF ONLUS ISTITUTO PER LA RICERCA SCIENTIFICA IN PSICHIATRIA E NEUROSCIENZE NELLA TESTA DELL ISIS Realtà e psicopatologia del fenomeno terroristico 20 febbraio 2016, Sala Maria

Dettagli

Terrorismo: quali minacce? (The terrorist threat)

Terrorismo: quali minacce? (The terrorist threat) 1 Terrorismo: quali minacce? (The terrorist threat) ING. ANTHONY CECIL WRIGHT PRESIDENTE ANSSAIF WWW.ANSSAIF.EU Banche e terrorismo: possibili interrogativi 2 Cosa si intende per terrorismo? Le banche

Dettagli

IL MONDO DOPO LA SECONDA GUERRA MONDIALE

IL MONDO DOPO LA SECONDA GUERRA MONDIALE IL MONDO DOPO LA SECONDA GUERRA MONDIALE La Guerra Fredda, che vede contrapporsi Usa ed Urss. La nascita della Repubblica italiana e il periodo del boom economico. Dopo la fine della seconda guerra mondiale,

Dettagli

Marina Calculli Institute for Middle Eastern Studies (IMES) Elliott School of International Affairs

Marina Calculli Institute for Middle Eastern Studies (IMES) Elliott School of International Affairs Il Libano nel contesto geopolitico del Medio Oriente Marina Calculli Institute for Middle Eastern Studies (IMES) Elliott School of International Affairs Quesiti centrali I Parte Il Medio Oriente dopo il

Dettagli

Gli abitanti d Europa

Gli abitanti d Europa Gli abitanti d Europa La popolazione POPOLO E POPOLAZIONE Un popolo è un gruppo di persone caratterizzate da: stesso modo di vivere stessa lingua e cultura. La popolazione è l insieme degli abitanti che

Dettagli

Ottobre libia: DOSSIER PAESE ifi advisory. Intelligence & Fraud Investigation

Ottobre libia: DOSSIER PAESE ifi advisory. Intelligence & Fraud Investigation Libia Ottobre 2014 1 libia: DOSSIER PAESE ifi advisory Intelligence & Fraud Investigation Indice REPORT LIBIA Dati monografici... 4 Executive Summary... 5-7 LIBIA: UN PAESE, DUE GOVERNI 1. Sicurezza e

Dettagli

Comune di Padova. Settore Programmazione Controllo e Statistica

Comune di Padova. Settore Programmazione Controllo e Statistica Comune di Padova Settore Programmazione Controllo e Statistica I padovani residenti all estero al 31 dicembre 2016 Elaborazioni statistiche dell Anagrafe dei cittadini Italiani Residenti all Estero (AIRE)

Dettagli

CITTADINI STRANIERI IN PROVINCIA DI BOLOGNA: CARATTERISTICHE E TENDENZE

CITTADINI STRANIERI IN PROVINCIA DI BOLOGNA: CARATTERISTICHE E TENDENZE CITTADINI STRANIERI IN PROVINCIA DI BOLOGNA: CARATTERISTICHE E TENDENZE Mercato del lavoro e cittadini stranieri in provincia di Bologna (Parte seconda) Sintesi Rapporto di ricerca realizzato per la Provincia

Dettagli

Migrazioni ieri e oggi

Migrazioni ieri e oggi Migrazioni ieri e oggi PERCORSO DI STORIA - CLASSE 2A CONFRONTO FRA LA GRANDE MIGRAZIONE DELL 800 E LE MIGRAZIONI ODIERNE

Dettagli

Come prevenire la nascita dello jihadismo in Italia

Come prevenire la nascita dello jihadismo in Italia PROMEMORIA Come prevenire la nascita dello jihadismo in Italia LIBERTà RELIGIOSA 04-04-2016 Stefano Magni In tempi di terrorismo jihadista e di paura generalizzata, si moltiplicano i suggerimenti di tutti

Dettagli

Il mercato del lavoro nel Comune di Roma

Il mercato del lavoro nel Comune di Roma Il mercato del lavoro nel Comune di Roma Le dinamiche della città 2004/2005 Dalle elaborazioni sui nuovi dati relativi all'indagine sulle forze di lavoro dell'istat per l'anno 2005 emerge, innanzitutto,

Dettagli

Boko Haram in Nigeria: jihadismo con radici locali?

Boko Haram in Nigeria: jihadismo con radici locali? Boko Haram in Nigeria: jihadismo con radici locali? Arianna Vassere, matricola 875952 (GLO) Lavoro di approfondimento per il corso Politica, istituzioni e sviluppo del Professor Giovanni Carbone 25 gennaio

Dettagli

La popolazione straniera e italiana all in Emilia-Romagna

La popolazione straniera e italiana all in Emilia-Romagna Direzione generale centrale Organizzazione, Personale, Sistemi Informativi e Telematica Servizio statistica e informazione geografica La popolazione straniera e italiana all 1.1.215 in Emilia-Romagna Bologna,

Dettagli

La Circoncisione Rituale Maschile Le Mutilazioni Genitali Femminili. Introduzione ai poster

La Circoncisione Rituale Maschile Le Mutilazioni Genitali Femminili. Introduzione ai poster La Circoncisione Rituale Maschile Le Mutilazioni Genitali Femminili Introduzione ai poster Rosalia Maria Da Riol GLNBI-SIP Azienda OU SSMM Udine Claudia Gandolfi GLNBI-SIP GRIS FVG Il confronto con altre

Dettagli

I flussi migratori in Europa

I flussi migratori in Europa I flussi migratori in Europa PROF. RICCARDO FIORENTINI DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE UNIVERSITÀ DI VERONA Migrazioni: un fenomeno complesso Motivi alla base delle migrazioni: Motivi economici Ricongiungimenti

Dettagli

Mori, una leggenda dell intelligence italiana: le nostre forze dell ordine sono la migliore componente investigativa sul terreno

Mori, una leggenda dell intelligence italiana: le nostre forze dell ordine sono la migliore componente investigativa sul terreno Mori, una leggenda dell intelligence italiana: le nostre forze dell ordine sono la migliore componente investigativa sul terreno Il nome del generale e prefetto Mario Mori è legato indissolubilmente alle

Dettagli

SUDAN Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2017

SUDAN Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2017 SUDAN Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2017 Sudan 1 INDICE 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi

Dettagli

I dati sulle migrazioni attuali

I dati sulle migrazioni attuali I dati sulle migrazioni attuali Circa il 3,5% della popolazione mondiale si sposta, per un totale di oltre 240 milioni di migranti (dati Unhcr). La maggior parte dei migranti sceglie come destinazione

Dettagli

Esempio di analisi di specifiche tematiche

Esempio di analisi di specifiche tematiche Esempio di analisi di specifiche tematiche Osservatorio socio-politico di Lorien un anno di rilevazioni Un gruppo di migranti sulla spiaggia dell'isola di Lesbo, in Grecia (AFP: 2015, foto dell anno) Terrorismo

Dettagli

CONFERENZA ITALIANA DEL TURISMO IL TURISMO COME DRIVER DELLA CRESCITA: successi e sfide per i prossimi anni

CONFERENZA ITALIANA DEL TURISMO IL TURISMO COME DRIVER DELLA CRESCITA: successi e sfide per i prossimi anni CONFERENZA ITALIANA DEL TURISMO IL TURISMO COME DRIVER DELLA CRESCITA: successi e sfide per i prossimi anni Roma, 8 ottobre 2015 La crescita economica italiana sta finalmente ritornando. Il tasso di disoccupazione

Dettagli

Saranno un'inchiesta della magistratura e una di una commissione

Saranno un'inchiesta della magistratura e una di una commissione PISA: PRECIPITA DURANTE UNA FASE ADDESTRATIVA AEREO MILITARE C130 DECEDUTI I CINQUE MILITARI A BORDO Pisa, 23 novembre 2009 (EFFETTOTRE.COM) Saranno un'inchiesta della magistratura e una di una commissione

Dettagli

09/11/2016 L ISLAM 1. I. La penisola arabica 2

09/11/2016 L ISLAM 1. I. La penisola arabica 2 L ISLAM 1 I. La penisola arabica 2 1. La penisola arabica nel VII secolo 3 Prima di parlare della nascita dell Islam è importante collocare ifatti nello spazio: la penisola arabica. Un area molto vasta,

Dettagli

Credito ai Consumatori in Europa a fine 2012

Credito ai Consumatori in Europa a fine 2012 Credito ai Consumatori in Europa a fine 2012 Introduzione Crédit Agricole Consumer Finance ha pubblicato, per il sesto anno consecutivo, la propria ricerca annuale sul mercato del credito ai consumatori

Dettagli

Comunicare il sociale in modo efficace: strategie, linguaggi, strumenti

Comunicare il sociale in modo efficace: strategie, linguaggi, strumenti Comunicare il sociale in modo efficace: strategie, linguaggi, strumenti Università degli Studi di Bergamo Rossella Sobrero 25 febbraio 2014 La comunicazione sociale I principali strumenti Alcuni linguaggi

Dettagli

Gli effetti della crisi sul lavoro in Italia gennaio 2015 (a cura dell osservatorio sul mercato del lavoro Associazione Bruno Trentin)

Gli effetti della crisi sul lavoro in Italia gennaio 2015 (a cura dell osservatorio sul mercato del lavoro Associazione Bruno Trentin) Gli effetti della crisi sul lavoro in Italia gennaio 2015 (a cura dell osservatorio sul mercato del lavoro Associazione Bruno Trentin) Sommario 1. La congiuntura a novembre 2014 (dati destagionalizzati)...3

Dettagli

(un analisi per Romagna Acque)

(un analisi per Romagna Acque) Data Intelligence sull Acqua (un analisi per Romagna Acque) 24 settembre 2016 Sommario. Data Intelligence di Catchy e Alkemy Lab. Data Intelligence su Acqua. Data Intelligence sulle diverse valenze dell

Dettagli

TRAFFICO PASSEGGERI AEROPORTO FELLINI

TRAFFICO PASSEGGERI AEROPORTO FELLINI 31 OTTOBRE 2016 TRAFFICO PASSEGGERI AEROPORTO FELLINI CODE NAME SUMMER 2016 TRAFFICO PASSEGGERI SUMMER 2016 A. TRAFFICO PER TIPOLOGIA Nel periodo 27 Marzo 2016-30 ottobre il 2016 il volume di passeggeri

Dettagli

Occupazione/disoccupazione giovanile anni 2011/2012

Occupazione/disoccupazione giovanile anni 2011/2012 Occupazione/disoccupazione giovanile anni 2011/2012 Il rapporto Censis del 2011, ha fatto emergere come l Italia negli ultimi 4 anni abbia avuto un grosso calo dell occupazione giovanile. I dati Censis

Dettagli

IL TURISMO COME DRIVER DELLA CRESCITA: successi e sfide per i prossimi anni

IL TURISMO COME DRIVER DELLA CRESCITA: successi e sfide per i prossimi anni IL TURISMO COME DRIVER DELLA CRESCITA: successi e sfide per i prossimi anni Il turismo incoming di origine intercontinentale vede una progressiva accentuazione dell anticipo dell acquisto. La differenza

Dettagli

Comunità di Sant Egidio. Immigrazione e sicurezza: garantire la sicurezza dei cittadini e la dignità e il rispetto delle persone

Comunità di Sant Egidio. Immigrazione e sicurezza: garantire la sicurezza dei cittadini e la dignità e il rispetto delle persone Immigrazione e sicurezza: garantire la sicurezza dei cittadini e la dignità e il rispetto delle persone I dati reali della presenza straniera in Italia: I cittadini stranieri residenti in Italia al 1 gennaio

Dettagli

Terzo Rapporto annuale Gli immigrati nel mercato del lavoro in Italia

Terzo Rapporto annuale Gli immigrati nel mercato del lavoro in Italia 2013 Terzo Rapporto annuale Gli immigrati nel mercato del lavoro in Italia a cura della Direzione Generale dell Immigrazione e delle Politiche di Integrazione Temi chiave 2 Gli effetti della crisi sull

Dettagli

Fig. 1 - Italia: arrivi e presenze internazionali (valori assoluti ) Fonte: elaborazione Confturismo su dati Istat

Fig. 1 - Italia: arrivi e presenze internazionali (valori assoluti ) Fonte: elaborazione Confturismo su dati Istat Il turismo italiano dipende sempre di più dai flussi internazionali. Nel 2016 gli arrivi stranieri sono stati poco meno di 56 milioni con una crescita dell 1% sull anno precedente. Si consolida lo straordinario

Dettagli

Le medie ISTAT ed i dati dei Centri per l Impiego

Le medie ISTAT ed i dati dei Centri per l Impiego SERVIZIO POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, SERVIZI PER L'IMPIEGO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, OSSERVATORIO SOCIALE, POLITICHE SOCIALI E PER LA GIOVENTÙ, POLITICHE PER LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO La Disoccupazione

Dettagli

Capitolo 7 IL TURISMO

Capitolo 7 IL TURISMO Capitolo 7 IL TURISMO 73 7.1 Quadro generale Il turismo è stato il settore produttivo che in Islanda ha avuto maggior crescita negli ultimi anni arrivando ad essere dopo la pesca il settore che contribuisce

Dettagli

Progetto europeo: il traffico di esseri umani a scopo di accattonaggio STOP FOR BEG

Progetto europeo: il traffico di esseri umani a scopo di accattonaggio STOP FOR BEG Progetto europeo: il traffico di esseri umani a scopo di accattonaggio STOP FOR BEG PREMESSA A seguito dell entrata nell Unione Europea di paesi come Romania, Bulgaria, Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia,

Dettagli

Le medie ISTAT ed i dati dei Centri per l Impiego

Le medie ISTAT ed i dati dei Centri per l Impiego SERVIZIO POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, SERVIZI PER L'IMPIEGO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, OSSERVATORIO SOCIALE, POLITICHE SOCIALI E PER LA GIOVENTÙ, POLITICHE PER LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO La Situazione

Dettagli

Leggermente, il Ministro Alfano: Difendiamo il nostro stile di vita

Leggermente, il Ministro Alfano: Difendiamo il nostro stile di vita Lecco Notizie lecconotizie.com http://www.lecconotizie.com/attualita/leggermente-il-ministro-alfano-difendiamo-il-nostro-stile-di-vita-298655/ Leggermente, il Ministro Alfano: Difendiamo il nostro stile

Dettagli

In Italia la percentuale di persone con un lavoro regolare è in media del 60%, con un evidente gradiente nord-sud [figura 1].

In Italia la percentuale di persone con un lavoro regolare è in media del 60%, con un evidente gradiente nord-sud [figura 1]. Il lavoro Il lavoro e il tempo libero dovrebbero essere una fonte di salute per le persone. Il modo in cui la società organizza il lavoro dovrebbe contribuire a creare una società sana. La promozione della

Dettagli

OSSERVATORIO LAVORO APRILE 2017

OSSERVATORIO LAVORO APRILE 2017 OSSERVATORIO LAVORO APRILE 2017 A cura del Centro Studi CNA APRILE 2017 NON SI ARRESTA LA CRESCITA DELL OCCUPAZIONE NELLE MICRO E PICCOLE IMPRESE: +1,5% RISPETTO A MARZO E +3,4% IN UN ANNO, LE VARIAZIONI

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE 2011

RAPPORTO ANNUALE 2011 Nel 2011 sono stati denunciati 51mila infortuni in meno rispetto al 2010, con una flessione del 6,6% (da 776mila a 725mila) pari alla media del calo degli infortuni sia in occasione di lavoro (-6,5%),

Dettagli

IL FUMO IN ITALIA Maggio Carlo La Vecchia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, Milano

IL FUMO IN ITALIA Maggio Carlo La Vecchia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, Milano IL FUMO IN ITALIA Maggio 2002 Carlo La Vecchia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, Milano INTRODUZIONE Vengono qui illustrati i dati aggiornati sulle abitudini al fumo in Italia, secondo un

Dettagli

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO DI LORIEN CONSULTING

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO DI LORIEN CONSULTING OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO DI LORIEN CONSULTING 19 Gennaio 2016 LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA: attentati e terrorismo sempre ai primi posti Cosa ha colpito maggiormente gli Italiani «Pensando alle notizie

Dettagli

ASSAD CONTRO TUTTI: L'ATTENTATO A DAMASCO E I DUBBI SU AL-QAIDA

ASSAD CONTRO TUTTI: L'ATTENTATO A DAMASCO E I DUBBI SU AL-QAIDA ASSAD CONTRO TUTTI: L'ATTENTATO A DAMASCO E I DUBBI SU AL-QAIDA Sede legale e amministrativa: Palazzo Besso - Largo di Torre Argentina, 11-00186 Roma Sede secondaria: Largo Luigi Antonelli, 4-00145 Roma

Dettagli

L immigrazione in provincia di Brescia: aspetti sociologici

L immigrazione in provincia di Brescia: aspetti sociologici L immigrazione in provincia di Brescia: aspetti sociologici di Valerio Corradi valerio.corradi@unicatt.it Centro d Iniziative e di Ricerche sulle Migrazioni - CIRMiB http://centridiricerca.unicatt.it/cirmib

Dettagli

ACQUISTARE DUBAI IMMOBILI A

ACQUISTARE DUBAI IMMOBILI A ACQUISTARE DUBAI IMMOBILI A DUBAI Quando si investe il proprio denaro nel settore immobiliare e in particolare in una proprietà d'oltremare, non solo state investendo in quel particolare pezzo di terra/casa,

Dettagli

CEREALI PREZZI ATTUALI E ASPETTATIVE DEGLI OPERATORI OTTOBRE 2012. 1. Frumento duro 2. Frumento tenero 3. Mais 4. Farina di soia nazionale

CEREALI PREZZI ATTUALI E ASPETTATIVE DEGLI OPERATORI OTTOBRE 2012. 1. Frumento duro 2. Frumento tenero 3. Mais 4. Farina di soia nazionale CEREALI PREZZI ATTUALI E ASPETTATIVE DEGLI OPERATORI OTTOBRE 2012 1. Frumento duro 2. Frumento tenero 3. Mais 4. Farina di soia nazionale 1. Frumento duro 24 28 settembre 2012* Frumento duro nazionale

Dettagli

Nizza, attentato terroristico: l ennesima défaillance della sicurezza francese

Nizza, attentato terroristico: l ennesima défaillance della sicurezza francese Nizza, attentato terroristico: l ennesima défaillance della sicurezza francese di Alfredo Mantici Oggi, venerdì 15 luglio, in tutta la Francia sventola per l ennesima volta il tricolore a mezz asta. Il

Dettagli

UROWeek. Gli attentati di Parigi SPECIALE NEWS. 18 Novembre Facebook.com/EuromediaResearch. Twitter.

UROWeek. Gli attentati di Parigi SPECIALE NEWS.  18 Novembre Facebook.com/EuromediaResearch. Twitter. nr.49 del 18 nov. 2015 18 Novembre 2015 SPECIALE Gli attentati di Parigi www.euromediaresearch.it Facebook.com/EuromediaResearch Twitter.com/EuromediaR Aggressione a Milano Dati Euromedia Research Realizzato

Dettagli

ANALISI DELLE CARATTERISTICHE DEMOGRAFICHE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE NELL A.S.L. DI VARESE - ANNO 2013

ANALISI DELLE CARATTERISTICHE DEMOGRAFICHE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE NELL A.S.L. DI VARESE - ANNO 2013 ANALISI DELLE CARATTERISTICHE DEMOGRAFICHE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE NELL A.S.L. DI VARESE - ANNO 2013 A cura di: S. Speziali, D. Bonarrigo, S. Pisani Direzione Generale - U.O.C. Osservatorio

Dettagli

Bagno di Romagna, Cesena, Mercato Saraceno, Montiano, Sarsina, Verghereto Cesena - Ufficio Statistica. Andamento demografico primo semestre 2017

Bagno di Romagna, Cesena, Mercato Saraceno, Montiano, Sarsina, Verghereto Cesena - Ufficio Statistica. Andamento demografico primo semestre 2017 Bagno di Romagna, Cesena, Mercato Saraceno, Montiano, Sarsina, Verghereto Cesena - Ufficio Statistica In Italia Andamento demografico primo semestre 2017 Giugno 2017: Istat pubblica i dati definititi di

Dettagli

Gli attacchi suicidi del 28 giugno 2016 all aeroporto Ataturk di Istanbul Commenti e analisi

Gli attacchi suicidi del 28 giugno 2016 all aeroporto Ataturk di Istanbul Commenti e analisi Gli attacchi suicidi del 28 giugno 2016 all aeroporto Ataturk di Istanbul Commenti e analisi Una scena all ingresso della hall degli arrivi nel terminal internazionale, dopo l esplosione suicida. SINTESI

Dettagli

Anche Rifondazione in piazza a fianco del popolo kurdo

Anche Rifondazione in piazza a fianco del popolo kurdo Anche Rifondazione in piazza a fianco del popolo kurdo Anche Rifondazione in piazza a fianco del popolo kurdo Nonostante il maltempo e l incessante pioggia che ha accompagnato la giornata di oggi, al presidio

Dettagli

XXI secolo: tra terrorismo e nuova guerra fredda

XXI secolo: tra terrorismo e nuova guerra fredda Istituto di Ricerche Internazionali ARCHIVIO DISARMO Piazza Cavour 17-1 Roma tel. 664 fax 6645 Maurizio Simoncelli XXI secolo: tra terrorismo e nuova guerra fredda (sintesi della relazione al convegno

Dettagli

Il Quadro demografico della città di Messina

Il Quadro demografico della città di Messina DIPARTIMENTO STATISTICA Il Quadro demografico della città di Messina Le principali caratteristiche demografiche 2011 A C U R A D E L DIPARTIMENTO DI STATISTICA Premessa L Istituto Nazionale di Statistica

Dettagli

Il mondo tra le due guerre mondiali C O S A A C C A D E N E L M O N D O T R A L A P R I M A E L A S E C O N D A G U E R R A M O N D I A L E?

Il mondo tra le due guerre mondiali C O S A A C C A D E N E L M O N D O T R A L A P R I M A E L A S E C O N D A G U E R R A M O N D I A L E? Il mondo tra le due guerre mondiali C O S A A C C A D E N E L M O N D O T R A L A P R I M A E L A S E C O N D A G U E R R A M O N D I A L E? Gli eventi essenziali Nascita ed affermazione del Fascismo Crisi

Dettagli

Università del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Facoltà Scienze M.F.N. ECOLOGIA II. Francesco Dondero, PhD

Università del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Facoltà Scienze M.F.N. ECOLOGIA II. Francesco Dondero, PhD Università del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Facoltà Scienze M.F.N. ECOLOGIA II Francesco Dondero, PhD Ecologia applicata I concetti dell Ecologia generale possono avere numerose applicazioni per

Dettagli

L ANDAMENTO DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA: QUADRO INTRODUTTIVO. Dr. Gianfranco Costanzo

L ANDAMENTO DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA: QUADRO INTRODUTTIVO. Dr. Gianfranco Costanzo L ANDAMENTO DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA: QUADRO INTRODUTTIVO Dr. Gianfranco Costanzo titolo FONTE: Guy J. Abel & Nikola Sanders; Science 2014 titolo FONTE: Guy J. Abel & Nikola Sanders; Science 2014 I

Dettagli

Curriculum Vitae. Claudio Bertolotti

Curriculum Vitae. Claudio Bertolotti Curriculum Vitae Claudio Bertolotti Claudio Bertolotti, già capo responsabile della sicurezza presso l Isaf-Regional Command Capital, è stato caposezione contro-intelligence dell Isaf-RCC in Afghanistan

Dettagli

Ambito antropico. a. L area di indagine

Ambito antropico. a. L area di indagine Ambito antropico Questo primo rapporto relativo all analisi socio-economica dell area su cui insiste il Parco nazionale del Vesuvio intende fornire un primo inquadramento di carattere generale sulle caratteristiche

Dettagli

Uso di armi chimiche nel XX secolo

Uso di armi chimiche nel XX secolo Nobel perchè Uso di armi chimiche nel XX secolo 1915 1918 Oltre 1.300.000 persone sono state colpite da gas tossici durante la prima guerra mondiale, oltre 90.000 morirono( iprite, lewisite, Cloro,HCN,fosgene).

Dettagli

I cittadini non comunitari in Italia

I cittadini non comunitari in Italia I cittadini non comunitari in Italia Maggio 2016 Indice 1. Dati di contesto 2. I flussi non programmati 3. Caratteristiche socio-demografiche 4. Le comunità nel mercato del lavoro 5. Azioni e Strumenti

Dettagli

IL LINGUAGGIO RADIO-TELEVISIVO. GUERRE TELEVISIVE E RADIOFONICHE LEZIONE 17 Andrea Riscassi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO

IL LINGUAGGIO RADIO-TELEVISIVO. GUERRE TELEVISIVE E RADIOFONICHE LEZIONE 17 Andrea Riscassi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO IL LINGUAGGIO RADIO-TELEVISIVO GUERRE TELEVISIVE E RADIOFONICHE LEZIONE 17 Andrea Riscassi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO OGGI LA MANIPOLAZIONE DELL INFORMAZIONE È PIÙ NASCOSTA E PIÙ INSIDIOSA. SEMBRA

Dettagli

Disciplina: GEOGRAFIA. Curricula verticali biennio I.T.E. F. Laparelli COMPETENZE

Disciplina: GEOGRAFIA. Curricula verticali biennio I.T.E. F. Laparelli COMPETENZE Disciplina: GEOGRAFIA Curricula verticali biennio I.T.E. F. Laparelli COMPETENZE 1. Osservare, descrivere e analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e riconoscere nelle varie

Dettagli

GRAZIELLA e ITALO A 31 anni dalla scomparsa Per non dimenticare

GRAZIELLA e ITALO A 31 anni dalla scomparsa Per non dimenticare GRAZIELLA e ITALO A 31 anni dalla scomparsa Per non dimenticare LA STORIA Graziella e Italo partirono da Roma il 22 agosto 1980 per raggiungere il Libano, passando per la Siria. L obiettivo era realizzare

Dettagli

Il fenomeno delle forze di lavoro potenziali in Italia

Il fenomeno delle forze di lavoro potenziali in Italia Il fenomeno delle forze di lavoro potenziali in Italia di Gianni Pitti ECONOMIA SICILIANA L'articolo propone un'analisi delle forze di lavoro potenziali in Italia attraverso l'uso di indicatori complementari

Dettagli

Miti e fantasmi 4/11/2017

Miti e fantasmi 4/11/2017 Miti e fantasmi I fantasmi del lavoro educativo Fantasma significa letteralmente un immagine creata dalla fantasia che non ha alcuna corrispondenza con la realtà dei fatti. E un prodotto illusorio che

Dettagli

Variazioni percentuali 2011/2010 Incidenti stradali ,7 Morti ,6 Feriti ,5

Variazioni percentuali 2011/2010 Incidenti stradali ,7 Morti ,6 Feriti ,5 Roma, 31 ottobre 2012 ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI (-3,5%) Obiettivo UE 2010 (-50% morti sulle strade): Italia non raggiunge target nemmeno nel 2011 ma fa meglio della

Dettagli

IL LAVORO DEGLI IMMIGRATI IN TOSCANA: SCENARI OLTRE LA CRISI

IL LAVORO DEGLI IMMIGRATI IN TOSCANA: SCENARI OLTRE LA CRISI IRPET Istituto Regionale Programmazione Economica Toscana IL LAVORO DEGLI IMMIGRATI IN TOSCANA: SCENARI OLTRE LA CRISI Michele Beudò Venerdì 8 Gennaio 2010 Sala del Gonfalone Consiglio Regionale Via Cavour,

Dettagli

IL FASCISMO INOLTRE... 1919-1920: PROTESTE DEI LAVORATORI E DEI SINDACATI: E IL BIENNIO ROSSO

IL FASCISMO INOLTRE... 1919-1920: PROTESTE DEI LAVORATORI E DEI SINDACATI: E IL BIENNIO ROSSO IL FASCISMO Disoccupazione Troppe spese militari Dopo la I guerra mondiale in Italia ci fu un periodo di crisi economica Bassa produzione economica I contadini erano stati in guerra e i campi non erano

Dettagli

Sistemi di numerazione

Sistemi di numerazione Sistemi di numerazione Sistema di numerazione decimale Sapete già che il problema fondamentale della numerazione consiste nel rappresentare con un limitato numero di segni particolari, detti cifre, tutti

Dettagli

WorldWideInps. L INPS e le pensioni all estero. Sintesi di presentazione

WorldWideInps. L INPS e le pensioni all estero. Sintesi di presentazione Direzione centrale Convenzioni Internazionali e Comunitarie Il direttore centrale WorldWideInps. L INPS e le pensioni all estero. Sintesi di presentazione L INPS eroga all estero circa 400.000 trattamenti

Dettagli

Lunedì 6 luglio 2015 Emigrazione slovacca per lavoro

Lunedì 6 luglio 2015 Emigrazione slovacca per lavoro Lunedì 6 luglio 2015 Emigrazione slovacca per lavoro Recenti stime indicano che circa 250.000 slovacchi lavorano all'estero. La cifra è circa il doppio di quanto rivelato dai dati ufficiali. Fonti locali

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL QUADRO ECONOMICO E SOCIALE DELLA SARDEGNA

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL QUADRO ECONOMICO E SOCIALE DELLA SARDEGNA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL QUADRO ECONOMICO E SOCIALE DELLA SARDEGNA A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 LA DEMOGRAFIA... 3 LA RICCHEZZA PRODOTTA... 3 L APERTURA

Dettagli

LA PRIMAVERA EGIZIANA

LA PRIMAVERA EGIZIANA 513 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com LA PRIMAVERA EGIZIANA La caduta del governo Morsi 12 luglio 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Il declino del presidente Mohamed Morsi L

Dettagli

Report #BluGargano - blogtour

Report #BluGargano - blogtour Report #BluGargano - blogtour progetto a cura di Gargano Quality 2-10 Giugno 2016, Gargano Puglia Italy report a cura di Indice Abstract 1.Facebook pagina Gargano Quality 1.1Risultati ottenuti 1.2 I post

Dettagli

LABORATORIO DI ANALISI DELLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

LABORATORIO DI ANALISI DELLA CRIMINALITA ORGANIZZATA Nel Lazio sono presenti oltre 600 beni confiscati alla criminalità organizzata. Nel 2012 la Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, ha aperto 279 procedimenti giudiziari, il 39 % in piu rispetto l anno

Dettagli

Sintesi del Contesto Statistico

Sintesi del Contesto Statistico Regione Liguria Sintesi del Contesto Statistico Elaborazioni statistiche a cura di ARSEL Liguria - Agenzia regionale per i servizi educativi e per il lavor Osservatorio sul Mercato del Lavoro 1. Il quadro

Dettagli

MEDITERRANEO. per l Unione. Europea

MEDITERRANEO. per l Unione. Europea MEDITERRANEO per l Unione Europea Mare Nostrum Mar al Rom Mediterraneo Imperiale Insieme difficilmente definibile Nei tempi il Mediterraneo si è definito meglio come «constatazione di problemi comuni»

Dettagli

Le Forze di Lavoro nel 2014_MARCHE

Le Forze di Lavoro nel 2014_MARCHE Le Forze di Lavoro nel 2014_MARCHE dati ISTAT (medie regionali) Sono 625mila gli occupati nelle Marche nel 2014 (351mila uomini e 274mila donne): oltre 14mila in agricoltura, 225mila nell industria (in

Dettagli

CRISI ECONOMICA E SICUREZZA NAZIONALE. Link Campus University, 12 marzo 2009

CRISI ECONOMICA E SICUREZZA NAZIONALE. Link Campus University, 12 marzo 2009 CRISI ECONOMICA E SICUREZZA NAZIONALE L IMPATTO DELLA CRISI ECONOMICA MONDIALE SULLA SICUREZZA NAZIONALE ITALIANA 1) Obiettivi Link Campus University, 12 marzo 2009 Il seminario sul tema Crisi economica

Dettagli

Le migrazioni forzate attraverso il Mediterraneo. Francesca Peano, 19 novembre 2015

Le migrazioni forzate attraverso il Mediterraneo. Francesca Peano, 19 novembre 2015 Le migrazioni forzate attraverso il Mediterraneo Francesca Peano, 19 novembre 2015 I flussi migratori che si dirigono dal Sud al Nord del Mediterraneo sono solo una piccola parte dei flussi migratori contemporanei

Dettagli

Attentato a Londra, la Gran Bretagna rischia un nuovo 'sette luglio'

Attentato a Londra, la Gran Bretagna rischia un nuovo 'sette luglio' Attentato a Londra, la Gran Bretagna rischia un nuovo 'sette luglio' Autore : Sergio Flore Data : 15 settembre 2017 18:30 Tragedia sfiorata stamattina a Londra, dove una bomba, verso le nove di mattina

Dettagli

MISURE PER LA PREVENZIONE DELLA RADICALIZZAZIONE E DELL'ESTREMISMO VIOLENTO DI MATRICE JIHADISTA

MISURE PER LA PREVENZIONE DELLA RADICALIZZAZIONE E DELL'ESTREMISMO VIOLENTO DI MATRICE JIHADISTA Dossier n. 217 Ufficio Documentazione e Studi 20 luglio 2017 MISURE PER LA PREVENZIONE DELLA RADICALIZZAZIONE E DELL'ESTREMISMO VIOLENTO DI MATRICE JIHADISTA La Camera ha approvato il 18 luglio, in prima

Dettagli

Alcune note sulla sequenza sismica della Val di Taro (giugno- luglio 2014)

Alcune note sulla sequenza sismica della Val di Taro (giugno- luglio 2014) 15 Luglio 2014 Richiedente: Gigi Cavalli - Esvaso.it Alcune note sulla sequenza sismica della Val di Taro (giugno- luglio 2014) La sera del 13 luglio un terremoto di magnitudo 2.6 (alle 21:19) ha dato

Dettagli

ITALIA VI CONFERENZA DEGLI STATI PARTE DELLA CONVENZIONE DELLE NAZIONI UNITE CONTRO LA CORRUZIONE

ITALIA VI CONFERENZA DEGLI STATI PARTE DELLA CONVENZIONE DELLE NAZIONI UNITE CONTRO LA CORRUZIONE Ministero della Giustizia ITALIA VI CONFERENZA DEGLI STATI PARTE DELLA CONVENZIONE DELLE NAZIONI UNITE CONTRO LA CORRUZIONE San Pietroburgo, 2-6 Novembre 2015 Intervento del Capo Delegazione della Repubblica

Dettagli

ERITREA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2017

ERITREA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2017 ERITREA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2017 Eritrea 1 INDICE 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi

Dettagli

Fondazione Nord Est Settembre 2012

Fondazione Nord Est Settembre 2012 A6. LE PREVISIONI SULLA POPOLAZIONE. LA DINAMICA PER CLASSI D ETÀ SE- CONDO L IPOTESI CENTRALE : IN LEGGERA CRESCITA BAMBINI E ADOLE- SCENTI; IN FORTE CALO I TRENTENNI; IN AUMENTO SOPRATTUTTO CINQUAN-

Dettagli

PRINCIPIO DI NON DISCRIMINAZIONE NELL ORDINAMENTO EUROPEO

PRINCIPIO DI NON DISCRIMINAZIONE NELL ORDINAMENTO EUROPEO PRINCIPIO DI NON DISCRIMINAZIONE NELL ORDINAMENTO EUROPEO Principio di non discriminazione in ragione della nazionalità (trattati europei). Divieto di discriminazione in ragione della nazionalità = nella

Dettagli

I RISULTATI DEL MCKINSEY GLOBAL INSTIUTE. Avv. Alessandra Rovescalli

I RISULTATI DEL MCKINSEY GLOBAL INSTIUTE. Avv. Alessandra Rovescalli I RISULTATI DEL MCKINSEY GLOBAL INSTIUTE Avv. Alessandra Rovescalli COME È STATA CONDOTTA LA RICERCA? Il report con i risultati è stato pubblicato nel mese di settembre 2015 e sicuramente questa ricerca

Dettagli

Fattori di rischio per l adesione al fondamentalismo violento

Fattori di rischio per l adesione al fondamentalismo violento Fattori di rischio per l adesione al fondamentalismo violento Dott.ssa Elisa Mattiussi Psichiatra forense e psicoterapeuta 5/11/2016 L attentatore sorridente «Queste persone devo essere folli» Generale

Dettagli

Le trasformazioni familiari

Le trasformazioni familiari Prosegue il processo di semplificazione delle strutture : diminuiscono le famiglie a due o più generazioni, passando dal 58,8 del 1993-1994 al 53,2 per cento del 2003; all opposto aumentano le famiglie

Dettagli

LE VACANZE DEGLI EMILIANO-ROMAGNOLI NEL 2012

LE VACANZE DEGLI EMILIANO-ROMAGNOLI NEL 2012 LE VACANZE DEGLI EMILIANO-ROMAGNOLI NEL 2012 Tra le numerose informazioni raccolte con l indagine Multiscopo sulle famiglie relativa agli aspetti della vita quotidiana, che è condotta dall Istat annualmente,

Dettagli

MARINA MILITARE ITALIANA. Comando in Capo della Squadra Navale C I N C N A V

MARINA MILITARE ITALIANA. Comando in Capo della Squadra Navale C I N C N A V MARINA MILITARE ITALIANA Comando in Capo della Squadra Navale L impegno della Marina Militare e dell Unione Europea nella lotta alla pirateria marittima L IMPEGNO DELLA MARINA MILITARE L'impegno della

Dettagli

Gli jihadisti sono già in mezzo a noi

Gli jihadisti sono già in mezzo a noi REGNO UNITO Gli jihadisti sono già in mezzo a noi ESTERI 13-10-2014 La notizia è di quelle che dovrebbero imporre risposte rapide e drastici cambi di rotta ai leader del Vecchio Continente ma in un epoca

Dettagli

Terrorismo islamico: la vera guerra non è in Europa

Terrorismo islamico: la vera guerra non è in Europa Terrorismo islamico: la vera guerra non è in Europa stradeonline.it/istituzioni-ed-economia/2205-terrorismo-islamico-la-vera-guerra-non-e-in-europa Istituzioni ed economia Pubblicato: 02 Agosto 2016 Scritto

Dettagli

TORDO BOTTACCIO Turdus philomelos. Stato giuridico. Stato di conservazione. Convenzione di Berna. Allegato III. Convenzione di Bonn.

TORDO BOTTACCIO Turdus philomelos. Stato giuridico. Stato di conservazione. Convenzione di Berna. Allegato III. Convenzione di Bonn. TORDO BOTTACCIO Turdus philomelos Distribuzione nel Paleartico occidentale Areale di svernamento Areale di presenza stabile Areale di nidificazione Stato giuridico Convenzione di Berna Convenzione di Bonn

Dettagli

LE FORZE DI LAVORO IN LOMBARDIA. Serie storica anni

LE FORZE DI LAVORO IN LOMBARDIA. Serie storica anni LE FORZE DI LAVORO IN LOMBARDIA anno 2011 Nel corso dell anno 2011 in Lombardia ci sono stati in media 4 milioni e 273mila occupati, numero che conferma quello dell anno precedente. Si è così arrestato

Dettagli

Identikit dei NEET. Centro Congressi Fondazione Cariplo Milano, 27 ottobre Progetto NEETwork

Identikit dei NEET. Centro Congressi Fondazione Cariplo Milano, 27 ottobre Progetto NEETwork Identikit dei NEET Centro Congressi Fondazione Cariplo Milano, 27 ottobre 2015 Progetto NEETwork Come i giovani vedono se stessi Identikit del Millennial italiano «in crisi» 3 Bassa occupazione e scarsa

Dettagli