Programma di tirocinio ISPRA - Università Italiane. I Bando 2011 (7 febbraio febbraio 2011) Avvio stage: 09/05/2011; termine stage: 08/09/2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programma di tirocinio ISPRA - Università Italiane. I Bando 2011 (7 febbraio febbraio 2011) Avvio stage: 09/05/2011; termine stage: 08/09/2011"

Transcript

1 Programma di tirocinio ISPRA - Università Italiane I Bando 0 (7 febbraio 0 5 febbraio 0) Avvio stage: 09/05/0; termine stage: 08/09/0 I Programmi di tirocinio della Fondazione CRUI nascono come punto d incontro tra domanda e offerta di stage, destinato a studenti universitari italiani desiderosi di sperimentare la realtà lavorativa e rappresentano un'importante iniziativa che avvicina il mondo accademico e il mondo del lavoro offrendo a laureandi e neo-laureati la possibilità di effettuare un periodo di formazione on the job presso enti privati e amministrazioni pubbliche. I Programmi di tirocinio si basano su una collaborazione tra Enti Ospitanti e le Università Italiane, coordinata dalla Fondazione CRUI. Nell ambito della gestione dei Programmi di Tirocinio, servizio offerto alle Università, la Fondazione CRUI si impegna a raccogliere le offerte di tirocinio, pervenute dagli Enti Ospitanti, e a pubblicarle online tramite elenchi strutturati denominati BANDI. Tali bandi sono da intendersi come degli avvisi pubblici di offerte di stage. L obiettivo Programma di tirocinio ISPRA è avviare studenti Universitari italiani ai tirocini formativi e di orientamento che l Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale - ISPRA offre presso le sue sedi. Il Programma è riservato ai laureandi e laureati di laurea di I livello, laureandi e laureati di laurea specialistica, magistrale a ciclo unico e di vecchio ordinamento particolarmente meritevoli e potenzialmente interessati a conoscere direttamente e concretamente aspetti e attività svolte dalla Pubblica Amministrazione nel settore della ricerca e della protezione ambientale. I candidati prescelti espleteranno il proprio tirocinio presso le sedi dell Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ed avranno anche il compito di elaborare studi o ricerche utili per gli uffici ospitanti e per la propria tesi o per il proprio percorso formativo (da valutare eventualmente in crediti formativi universitari). Gli elaborati prodotti nell ambito del tirocinio, se ritenuti meritevoli, saranno pubblicati a cura di ISPRA nella Banca dati online ed eventualmente nelle linee editoriali dell Istituto. Destinatari

2 Le offerte di tirocinio pubblicate in questo bando sono rivolte ai soli studenti delle università italiane e che siano laureandi e laureati di I livello e laureandi e laureati di laurea specialistica, magistrale e a ciclo unico, di vecchio e nuovo ordinamento di tutte le Università italiane, che aderiscono al programma e al presente bando e che abbiano i seguenti requisiti: Per i laureandi di I livello: aver acquisito 0 crediti per gli iscritti alla laurea di I livello; avere una media non inferiore 5/30 di media; avere un età non superiore ai 5 anni (non aver compiuto il 6 esimo anno di età al momento della scadenza del presente bando). avere una conoscenza delle lingue straniere adeguata alle richieste dalla sede di destinazione prescelta. (Le conoscenze linguistiche dovranno essere attestate da una o più certificazioni internazionali e/o dal piano di studi relativo al corso di laurea) Per i laureati di I livello: aver conseguito la laurea di I livello da non oltre 8 mesi dalla data di inizio dello stage; aver conseguito la laurea con una votazione non inferiore a 00/0; avere un età non superiore ai 5 anni (non aver compiuto il ventiseiesimo anno di età al momento della scadenza del presente bando); avere una conoscenza delle lingue straniere adeguata alle richieste dalla sede di destinazione prescelta. (Le conoscenze linguistiche dovranno essere attestate da una o più certificazioni internazionali e/o dal piano di studi relativo al corso di laurea); Per i laureandi di specialistica, magistrale, a ciclo unico e di vecchio ordinamento: aver acquisito 60 crediti per gli iscritti alla laurea specialistica, magistrale; aver superato il 70% degli esami sostenuti per i laureandi di vecchio ordinamento; avere una media non inferiore 5/30 di media; avere un età non superiore ai 7 anni per la laurea specialistica e di vecchio ordinamento (non aver compiuto il 8 esimo anno di età al momento della scadenza del presente bando). avere una conoscenza delle lingue straniere adeguata alle richieste dalla sede di destinazione prescelta. (Le conoscenze linguistiche dovranno essere attestate da una o più certificazioni internazionali e/o dal piano di studi relativo al corso di laurea); Per i laureati di specialistica, magistrale, a ciclo unico e di vecchio ordinamento: aver conseguito la laurea da non oltre 8 mesi rispetto alla data di inizio del tirocinio (il tirocinio deve iniziare entro i 8 mesi); aver conseguito la laurea con una votazione non inferiore a 00/0; avere un età non superiore ai 9 anni (non aver compiuto il 30 esimo anno di età al momento della scadenza del presente bando); avere una conoscenza delle lingue straniere adeguata alle richieste dalla sede di destinazione prescelta. Le conoscenze linguistiche dovranno essere attestate da una o più certificazioni internazionali e/o dal piano di studi relativo al corso di laurea);

3 Tempi e scadenze Le scadenze che regolano la presente offerta di tirocini sono le seguenti: - 07 febbraio 0 5 febbraio 0: pubblicazione del bando e possibilità di invio delle candidature; - 09 maggio 0 08 settembre 0: periodo di svolgimento del tirocinio. La durata dei tirocini offerti dall ISPRA pubblicati in questo avviso è di 4 mesi con la possibilità di proroga per ulteriori mesi. Invio candidatura La candidatura alle offerte del presente bando può essere inviata esclusivamente online collegandosi all indirizzo entro e non oltre il 5 febbraio 0, ore 8:00. La domanda deve contenere: dati anagrafici; curriculum vitae; curriculum universitario (ATTENZIONE: il piano di studi deve essere completo di tutti gli esami sostenuti nell intero ciclo di studi con relativi voti pena la nullità della domanda); modulo di candidatura, composto da lettera motivazionale e indicazione delle sedi di destinazione prescelte; È importante completare tutti i campi obbligatori, contrassegnati con asterisco, senza i quali il software non permetterà l invio della candidatura. È vivamente consigliato controllare con estrema attenzione che le singole sezioni siano correttamente compilate perché una volta inviata la candidatura, tramite il software indicato, non è più modificabile in alcun modo. Tutte le candidature pervenute entro la data di scadenza del presente bando saranno pre-selezionate dalle rispettive Università di afferenza. Al termine della preselezione la Fondazione CRUI procederà alla selezione, delle candidature risultate idonee, congiuntamente con l Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale - ISPRA, si valuteranno le domande pervenute seguendo una procedura oggettiva di verifica dei requisiti previsti da bando e di verifica dell attinenza del piano di studi alla richiesta di competenze formulate dalle sedi ospitanti segnalata nella candidatura. Al termine della procedura di valutazione verranno contattati, direttamente dai referenti dei propri atenei, solo ed esclusivamente i candidati risultati idonei all offerta di stage pubblicata. Inoltre, a fronte di una rinuncia ad un posto di tirocinio, si propone il subentro al candidato nella posizione immediatamente successiva. Il subentro riguarda la sede prescelta dal tirocinante. 3

4 Per le sedi di destinazione in cui non vi siano candidati si procede all individuazione di curricula idonei alla job description della sede. Si propone quindi al candidato di effettuare un tirocinio in una sede vacante, non prescelta nella candidatura. I criteri di ricerca del curriculum sono inerenti all attinenza del piano studi con la job description proposta dalla sede e con le aspirazioni espresse dal candidato. Non verranno pubblicate graduatorie né verranno date informazioni sulle posizioni individuali. Nel caso in cui i candidati selezionati dovessero rinunciare all offerta di stage pubblicata nel presente bando non potranno più ricandidarsi per il Programma di Tirocinio ISPRA Fondazione CRUI. Sarà invece possibile inoltrare una nuova candidatura a seguito di un rifiuto dell offerta di subentro o di sede vacante. Qualora il candidato selezionato per un tirocinio decida di rinunciare, in seguito ad un'accettazione, è pregato di comunicare tempestivamente tale decisione per evitare disordini nella programmazione delle attività all'interno delle sedi ospitanti. Rimborso spese La partecipazione agli stage offerti dall ISPRA non prevede alcuna forma di rimborso spese né dall Ente Ospitante né dalla Fondazione CRUI. In alcune Università aderenti ai Programmi di Tirocinio della Fondazione CRUI sono previste forme di sostegno economico per gli studenti, pertanto è consigliabile chiedere ai rispettivi Atenei di afferenza se esistono forme di agevolazione economica per l effettuazione dei tirocini. Si ricorda che il tirocinio non può in alcun modo ed a nessun effetto configurarsi come rapporto di lavoro, né può dar luogo a pretese o ad aspettative di futuri rapporti lavorativi. Si ricorda infine che è obbligatorio per i tirocinanti attenersi alle norme di comportamento in vigore sul luogo di lavoro e rispettare le leggi e gli usi locali. 4

5 Offerta di stage: sedi di destinazione Codice Sede Paese Abilità richieste Lingua Descrizione attività N ACQ0 Roma, Via Curtatone, ACQ0 Roma, Via Curtatone, ACQ03 Roma, Via Curtatone, ACQ04 Roma, Via Curtatone, Laureando I livello. Corso di laurea in Ingegneria informatica. Conoscenze Ingegneria informatica. Conoscenze Laureando I livello. Corso di laurea in Ingegneria Ambiente e Territorio e affini. Conoscenze informatiche di base. Laureando I livello. Corso di laurea in Lingue e letterature moderne; Mediazione linguistica e interculturale. Conoscenze Nessuna richiesta. Nessuna richiesta. Nessuna richiesta. Spagnolo discreto. Progettazione e sviluppo di applicativi webgis per le tematiche ambientali. Le tematiche ambientali, in particolare quelle riguardanti la tutela delle acque, sono in strettissima relazione con il territorio. Per questo la rappresentazione cartografica, accessibile su Internet, dei temi ambientali è estremamente importante. L'applicazione di tecnologie informatiche, in particolare di quelle open source Java based, consente di ottenere rapidamente applicativi significativi sotto il profilo della conoscenza ambientale del territorio. Sviluppo di una piattaforma integrata per l'elaborazione delle informazioni analitiche e cartografiche per la classificazione dello stato ecologico delle acque. La tutela delle acque richiede la valutazione del loro stato di qualità ambientale attraverso un processo di classificazione concordato a livello comunitario. La concreta realizzazione di tale processo può essere agevolata dalla disponibilità di adeguati tools, da sviluppare ex-novo in ambiente open source Java based, per l'integrazione delle necessarie informazioni analitiche e cartografiche. Analisi e gestione dei procedimenti autorizzativi agli scarichi in acqua. E' di recentissima promulgazione il decreto legislativo che istituisce l inventario delle emissioni in acqua. La sua realizzazione può essere resa più rapida e affidabile da una precisa conoscenza dei procedimenti autorizzativi attualmente in vigore, da individuarsi sia attraverso lo studio delle leggi e dei regolamenti che disciplinano la materia, sia attraverso la realizzazione di un database per la gestione efficiente delle autorizzazioni. Realizzazione della terminologia delle acque con MultiWordNet. La Direttiva quadro sulle acque ha prodotto un vero e proprio cambiamento culturale nel campo della tutela delle acque, introducendo termini, concetti e processi innovativi per la grande maggioranza degli Stati membri ed in particolare per l'italia. E' opportuno, pertanto, realizzare attraverso il sistema MultiWordNet on-line, messo a punto dalla Fondazione Bruno Kessler, un database lessicale multi linguistico (italiano, inglese e spagnolo) per rendere disponibili i nuovi concetti ed i termini che li espimono. 5

6 ACQ05 ACQ06 Brancati, Brancati, Ingegneria Sanitaria Ambientale. Indicare nel Curriculum eventuali percorsi formativi in gestione del servizio idrico. Conoscenze Ingegneria idraulica e ambientale. Conoscenze Inglese fluente. Francese discreto. Inglese fluente. Francese discreto. Valutazione della fattibilità del riuso delle acque reflue depurate. Il progetto formativo prevede le seguenti attività: - lettura critica degli studi realizzati da ISPRA in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Sanitaria-Ambientale dell'università di Brescia (DICATA) sul tema della depurazione delle acque di scarico urbane, con particolare riferimento ai risultati prodotti nel corso della fase dalla ricerca "modello di indagine per la valutazione della fattibilità del riuso delle acque reflue depurate", attualmente in svolgimento; - selezione, tra gli impianti di depurazione esistenti nella Regione Lazio, di alcuni casi studio rappresentativi di situazioni territoriali ed impiantistiche diverse, ai quali poter applicare la metodologia sviluppata dal DICATA nel corso della citata ricerca modello di indagine per la valutazione della fattibilità del riuso delle acque reflue depurate"; - acquisizione di dati costruttivi e gestionali degli impianti presso i gestori e di informazioni sul contesto ambientale e territoriale di ubicazione degli impianti, con particolare riferimento a quegli aspetti che possono influire sulla possibilità di riuso della risorsa idrica; - applicazione dei criteri di valutazione sviluppati dal DICATA e definizione, per ogni impianto, di un quadro di sintesi come emerso dall'applicazione dei criteri; - analisi critica dei risultati raggiunti a fronte dell'applicazione dei criteri sviluppati dal DICATA. Valutazione dell impatto ambientale di progetti di infrastrutture viarie sulla componente idrica. Analisi e confronto di alcuni esempi di Studi d'impatto ambientale inerenti progetti stradali e ferroviari, focalizzando l'attenzione sull'esame della componente ambiente idrico (acque superficiali e sotterranee). Saranno valutati gli elementi considerati per la caratterizzazione della componente; le metodologie utilizzate per la previsione degli effetti ambientali delle opere sull'ambiente idrico; le misure di mitigazione; il piano di monitoraggio, con l'obiettivo di comprendere le corrette modalità di valutazione di impatto. 6

7 GEN0 ICR0 ICR0 ICR03 ICR04 Brancati, Milazzo (ME), Via dei Mille, Milazzo (ME), Via dei Mille, Chioggia (VE), Loc. Brondolo Livorno, Viale Nazario Sauro, Architettura; Ingegneria; Fisica. Indicare nel Curriculum eventuali percorsi formativi per Energy Manager o di Certificazione energetica. Conoscenze informatiche specialistiche su AUTOCAD e TERMUS. Laureato II livello. Laurea in Scienze biologiche; Scienze naturali e affini. Conoscenze Laureato II livello. Laurea in Scienze biologiche; Scienze naturali ed affini. Conoscenze Laureato II livello. Laurea in Scienze ambientali; Scienze biologiche; Chimica; Chimica e Tecnologia Farmaceutiche. Conoscenze Laureato II livello. Laurea in Scienze biologiche; Scienze naturali. Conoscenze Inglese fluente. Inglese fluente. L'Energy Management per la Pubblica Amministrazione. Il tirocinio prevede un percorso in quattro fasi: - analisi e studio, riguardante alcune elaborazioni dei dati sui consumi energetici e sulle tipologie di contratti per la fornitura di elettricità (regime di salvaguardia e mercato libero); - certificazione energetica degli edifici; - confronto di proposte per la fornitura di servizi elettrici sul mercato libero; - analisi costi-benefici in base ai parametri e soluzioni sviluppate. Caratterizzazione delle comunità macrobentoniche di fondo molle attraverso la determinazione dei principali taxa. Il progetto prevede l'identificazione dei taxa di macrobenthos in sedimenti marini provenienti da siti interessati da impatto antropico e naturale. Tale attività verrà svolta in laboratorio attraverso sorting di campioni già prelevati, utilizzando apposite chiavi di identificazione tassonomica. Si prevede l'utilizzo di stereomicroscopio e fotocamera digitale. Determinazione età di specie ittiche attraverso la preparazione e la lettura degli otoliti. Il progetto prevede l estrazione di otoliti da specie ittiche, l'inclusione di tali strutture in resina, la preparazione alla lettura utilizzando una levigatrice e/o una troncatrice di precisione per eventuali tagli degli otoliti. La lettura dell'età verrà effettuata al microscopio ottico e stereo. Analisi degli isotopi stabili del Carbonio e dell'azoto in organismi marini e lagunari. Il progetto formativo prevede che il tirocinante acquisisca la conoscenza delle tecniche di preparazione ed analisi degli isotopi stabili del Carbonio e dell'azoto in campioni di organismi marini. Il tirocinio comprenderà quindi l'insegnamento delle basi teoriche dell'utilizzo degli isotopi stabili in ecologia marina e l'applicazione delle tecniche analitiche di riferimento, nonché delle metodologie di rappresentazione ed analisi dei dati. Studio della fisiologia di organismi planctonici marini ed effetto di sostanze tossiche sulla loro riproduzione. Prove di mantenimento ed allevamento di copepodi planctonici, riproduzione e vitalità embrionale con differenti diete algali, studi ecotossicologici. 7

8 ICR05 ICR06 MET0 MET0 Roma, Via di Casalotti, Roma, Via di Casalotti, Brancati, Brancati, Inglese fluente. Scienze geologiche; Scienze biologiche; Scienze ambientali. Conoscenze Scienze biologiche; Scienze ambientali; Scienze naturali. Conoscenze Laureando II Livello. Corso di laurea in Ingegneria per le telecomunicazioni. Conoscenze Ingegneria elettronica; Ingegneria delle telecomunicazioni. Conoscenze Inglese fluente. Inglese fluente. Inglese fluente. Studio dei trend evolutivi in fascia costiera mediante tecniche satellitari. Il tirocinante svolgerà attività che riguardano l'analisi di parametri ambientali in fascia costiera. Studio delle comunità bentoniche di fondo mobile. Il progetto prevede lo smistamento e l'identificazione dei principali taxa di fondo mobile e il calcolo dei principali indici strutturali di comunità. Valutazione dell'esposizione ai campi elettromagnetici generati dai sistemi di telefonia mobile all'interno delle autovetture. Si sceglieranno almeno tre tipologie di autovetture per ogni diverso segmento di mercato tra utilitarie, monovolume e berline, in cui siano presenti sistemi integrati di telefonia. Si sceglieranno cinque tipologie di telefoni cellulari maggiormente presenti in commercio, per ciascuno dei quali verranno effettuate misurazioni durante le varie modalità di utilizzo: telefonate con vivavoce, con auricolare e con tecnologia bluetooth. Le misurazioni saranno effettuate, in prima analisi, con strumentazione in banda larga (PMM 8053, EMR 300 e HT 30); solo nel caso si renda necessario approfondire la valutazione dell'esposizione si procederà ad effettuare misure in banda stretta. Sistema anti-taccheggio: studio dei campi elettromagnetici generati e dei livelli di esposizione prodotti. Si partirà da un'analisi della normativa di settore e delle norme tecniche esistenti a livello internazionale. In base ai permessi ottenuti, si inizierà la fase di studio di uno o più sistemi antitaccheggio e degli specifici principi di funzionamento, a tale fase si affiancherà l'attività di misura che consisterà nella rilevazione in banda stretta dei parametri di funzionamento caratteristici degli impianti oggetto dello studio: frequenze di lavoro, potenze impiegate, tipo di segnale emesso, presenza di modulazione, etc. 8

9 MET03 MET04 Brancati, Brancati, MUS0 Roma, Via Curtatone, MUS0 Roma, Via Curtatone, Ingegneria; Architettura. Conoscenze Ingegneria; Architettura. Conoscenze Scienze e tecnologie per l'ambiente e il territorio; Scienze e tecnologie geologiche; Scienze naturali ed affini. Conoscenze informatiche specialistiche su GIS (Sistemi Geografici Informativi) e banche dati. Scienze e tecnologie per l'ambiente ed il territorio; Scienze e tecnologie geologiche; Scienze naturali ed affini. Conoscenze informatiche specialistiche su GIS (Sistemi Geografici Informativi), banche dati Studio sugli aspetti connessi alla previsione dell'impatto acustico derivante dall'attività dei cantieri temporanei. Lo studio riguarderà la modellizzazione delle sorgenti acustiche costituite dai cantieri temporanei, ottenuta sulla base di una ricerca bibliografica sulle potenze sonore emesse dalle macchine/attrezzature, in relazione alle attività svolte negli stessi cantieri, e attraverso simulazione numerica di casi specifici. Requisiti acustici passivi degli edifici: norme, esperienze, proposte. Il tema proposto riguarda gli aspetti acustici degli edifici e toccherà gli elementi di analisi riguardanti gli aspetti normativi, tecnici, procedurali ed attuativi di uno degli ambiti maggiormente dibattuti della tematica inquinamento acustico, finalizzata all'individuazione delle criticità esistenti e delle soluzioni proponibili. Censimento e catalogazione delle miniere "culturali" italiane (D.Lgs.4/04) ed ottimizzazione della banca dati reperti mineralogici. Obiettivi formativi: - sviluppo ed acquisizione di una metodologia per la ricerca e la successiva raccolta dei dati relativi ai "siti minerari di interesse storico o etnoantropologico" in Italia; - sviluppo di una scheda prototipo secondo standard ICCD (Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione) per la catalogazione dei beni minerari; - ottimizzazione ed omogeneizzazione con la banca dati dei reperti litomineralogici. Ricognizione, organizzazione e catalogazione della strumentazione scientifica tecnica e storica dell'ispra. Obiettivi formativi: - sviluppo ed acquisizione di una metodologia per la raccolta sistematica, l'analisi, la classificazione e la catalogazione dei dati relativi alla strumentazione scientifica ISPRA; - acquisizione della conoscenza del software ICCD, sistema informativo per la catalogazione dei beni ambientali

10 NAT0 Roma, Via Curtatone, Laureato II livello. Laurea in Pianificazione e gestione del territorio e dell'ambiente e affini. Conoscenze informatiche di base e sulla piattaforma GIS (Sistemi Geografici Informativi). Repertorio degli strumenti di gestione dei Parchi Nazionali. In riferimento agli strumenti di gestione dei Parchi Nazionali (L.394/99 e simili) e sulla base del "Repertorio dello stato di attuazione dei Piani dei Parchi Nazionali" (http://www.isprambiente.gov.it/site/it- IT/Banche_dati/Repertorio_dello_stato_di_attuazione_dei_Piani_per_il_Parco _nei_parchi_nazionali/) il progetto formativo prevede il reperimento degli atti formali emanati dagli Enti competenti relativamente agli strumenti dello Statuto (art.9), del Regolamento (art. ) e del Piano di Sviluppo Economico e Sociale (art. bis). Gli atti saranno analizzati e organizzati cronologicamente al fine di implementare il Repertorio e costruire un quadro organico e completo degli strumenti di gestione dei Parchi Nazionali. Riferimenti normativi: - L.394/99 "Legge quadro sulle aree protette" e simili; - DIRETTIVA 9/43/CEE, nota come "Direttiva habitat" - recepita con D.P.R. 8 settembre 997 n.357, modificato ed integrato dal D.P.R. 0 del marzo 003; - DIRETTIVE 79/409/CEE- 009/47/CE, nota come "Direttiva uccelli" recepita L.57/99; - D.M Criteri minimi uniformi per la definizione di misure di conservazione relative a Zone Speciali di Conservazione (ZSC) e a Zone di Protezione Speciale ( ZPS) 0

11 NAT0 Roma, Via Curtatone, Laureato II livello. Laurea in Pianificazione e gestione del territorio e dell'ambiente ed affini. Conoscenze informatiche di base e sulla piattaforma GIS (Sistemi Geografici Informativi). Repertorio dello stato di attuazione dei piani dei Parchi Regionali. Il progetto formativo, riferito ad almeno tre regioni, prevede l'acquisizione degli atti formali emanati dalle autorità competenti regionali e nazionali relativi ai Piani dei Parchi Regionali ex art. L. 394/99 e simili; le informazioni reperite andranno catalogate e analizzate sulla base di quanto già effettuato nel "Repertorio dello stato di attuazione dei Piani dei Parchi Nazionali. (http://www.isprambiente.gov.it/site/it- IT/Banche_dati/Repertorio_dello_stato_di_attuazione_dei_Piani_per_il_Parco _nei_parchi_nazionali/) L'individuazione delle regioni da analizzare sarà effettuata di concerto con il tirocinante al fine di ottimizzare eventuali competenze specifiche pregresse. Riferimenti normativi: - L.394/99 "Legge quadro sulle aree protette" e simili; - DIRETTIVA 9/43/CEE, nota come "Direttiva habitat" - recepita con D.P.R. 8 settembre 997 n.357, modificato ed integrato dal D.P.R. 0 del marzo 003; - DIRETTIVE 79/409/CEE - 009/47/CE, nota come "Direttiva uccelli" - recepita L.57/99; - D.M Criteri minimi uniformi per la definizione di misure di conservazione relative a Zone Speciali di Conservazione (ZSC) e a Zone di Protezione Speciale (ZPS) - Normativa regionale sulle aree protette.

12 NAT03 Roma, Via Curtatone, NAT04 Roma, Via Curtatone, Laureato II livello. Laurea in Pianificazione della città, del territorio e dell'ambiente e affini. Conoscenze informatiche di base e sulla piattaforma GIS (Sistemi Geografici Informativi). Laureato I livello. Laurea in Scienze Geologiche. Conoscenze informatiche di base e sul GIS (Sistemi Geografici Informativi). Vincoli e zone umide: un metodo di valutazione della vulnerabilità /sensibilità ecologica. Con particolare riferimento alle "Zone Umide" si richiede l'analisi del regime vincolistico contenuto negli strumenti di pianificazione (territoriale, urbanistica, attuativa) e nei Piani Parco/Piani di Gestione delle aree protette; tale analisi è finalizzata alla gerarchizzazione dei vincoli in funzione della determinazione del grado di vulnerabilità /sensibilità delle aree su cui tali vincoli insistono. Riferimenti normativi: - Convenzione di Ramsar (firmata il febbraio 97 - recepita con D.P.R. 3 marzo 976, n D.P.R. febbraio 987, n.84); - L.394/99 artt. 3 e 4, (Carta della Natura)- (http://www.isprambiente.gov.it/site/it-it/servizi_per_ %7Ambiente/Sistema _Carta_ della_natura); - D.Lgs. 8 agosto 997, n. 8 "Definizione ed ampliamento delle competenze alla Conferenza Stato Regioni"; - DIRETTIVA 9/43/CEE, nota come "Direttiva habitat" - recepita con D.P.R.8 settembre 997 n.357, modificato ed integrato dal D.P.R. 0 del marzo 003; - DIRETTIVE 79/409/CEE- 009/47/CE, nota come "Direttiva uccelli" - recepita L.57/99; - DIRETTIVA 000/60/CE, nota come "Direttiva Acque"- recepimento italiano D.Lgs 5/006 e simili "Norme in materia ambientale. Revisione della schedatura di geositi nella banca dati nazionale. Verifica del contenuto della schedatura di geositi nella banca dati ISPRA, implementazione delle informazioni mediante studi bibliografici ed eventuali sopralluoghi.

13 NAT05 Roma, Via Curtatone, RIS0 RIS0 RIS03 Pomezia (RM), Via di Castel Romano, Brancati, Roma, Viale Cesare Pavese, Laureato II livello. Laurea in Architettura del paesaggio; Pianificazione della città, del territorio e dell'ambiente e affini. Conoscenze informatiche di base e su CAD e GIS (Sistemi Geografici Informativi). Laureato II livello. Laurea in Scienze statistiche. Conoscenze informatiche di base. Laureato II livello. Laurea in Fisica; Fisica dell'atmosfera; Ingegneria ambientale; Ingegneria nucleare. Conoscenze Indicare nel Curriculum la conoscenza di un linguaggio di programmazione (Fortran, Perl, etc..) Laureato II livello. Laurea in Fisica; Chimica; Ingegneria Ambientale; Scienze ambientali. Conoscenze Nessuna richiesta. Analisi approfondita di un campione rappresentativo di Piani Territoriali di Coordinamento Provinciale vigenti, ai fini della verifica delle modalità /qualità del recepimento del concetto di Rete Ecologica e degli strumenti per l'attuazione e il monitoraggio di tale tematica. Tale analisi sarà effettuata attraverso la compilazione di schede analitiche predisposte da ISPRA. Riferimenti normativi: - DIRETTIVA 9/43/CEE, nota come "Direttiva habitat" - recepita con D.P.R. 8 settembre 997 n.357, modificato ed integrato dal D.P.R. 0 del marzo 003; - D.P.R. 8 settembre 997 n.357 e simili Validazione del metodo interno per la misura della concentrazione di attività di Radon in aria con metodi passivi, studio specifico su: scelta e definizione algoritmi di calcolo dei parametri di validazione. Validazione e utilizzo dei modelli di dispersione atmosferica dei rilasci radioattivi conseguenti incidenti nucleari. Il tirocinio prevede lo svolgimento di attività di validazione dei modelli di dispersione atmosferica, a differenti scale geografiche, presenti nella piattaforma ARIES (Atmospheric Release Impact Evaluation System) che opera presso il Centro emergenze nucleari dell ISPRA. Le attività saranno condotte utilizzando data set reali, nonché mediante il confronto con i prodotti generati da analoghi modelli che, sempre nell ambito della gestione delle emergenze nucleari, operano presso altri Paesi. Inoltre il tirocinio prevede lo svolgimento di attività di analisi, mediante l utilizzo dei suddetti modelli, ai fini dell elaborazione della mappa del rischio che agisce sul territorio nazionale, associato alla presenza di impianti nucleari oltre frontiera. Esposizione ai pesticidi per via aerea. Il progetto si propone di studiare i meccanismi che regolano il trasporto in aria dei pesticidi con l'obiettivo di determinare l'esposizione dell'ambiente e dell'uomo attraverso l'ambiente. 3

14 RIS04 RIS05 Roma, Viale Cesare Pavese, Roma, Viale Cesare Pavese, Laureato II livello. Laurea in Fisica; Chimica; Ingegneria ambientale; Scienze ambientali; Biologia; Ecotossicologia. Conoscenze Laureato II livello. Laurea in Fisica; Chimica; Ingegneria; Scienze ambientali; Scienze biologiche e naturali; Geologia; Geografia o affini. Conoscenze Indicare nel Curriculum la conoscenza di software GIS (Sistemi Informativi Geografici) Valutazione del rischio delle sostanze chimiche per gli aspetti ambientali. Il progetto si propone di fornire gli elementi fondamentali per quanto riguarda gli aspetti ambientali della valutazione del rischio delle sostanze chimiche, come inteso nel contesto normativo europeo (Regolamento REACH). Utilizzo di Sistemi Informativi Geografici per la mappatura della contaminazione da pesticidi. Il progetto si propone di applicare i Sistemi Informativi Geografici allo studio della contaminazione delle acque da pesticidi. 4

Programma di tirocinio ISPRA - Università Italiane. I Bando 2012 (06 febbraio 24 febbraio 2012) Avvio stage: 07/05/2012; termine stage: 06/09/2012

Programma di tirocinio ISPRA - Università Italiane. I Bando 2012 (06 febbraio 24 febbraio 2012) Avvio stage: 07/05/2012; termine stage: 06/09/2012 Programma di tirocinio ISPRA - Università Italiane I Bando 202 (06 febbraio 24 febbraio 202) Avvio stage: 07/05/202; termine stage: 06/09/202 22 offerte di tirocinio presso l Istituto Superiore per la

Dettagli

PROGRAMMA DI TIROCINIO ENAC- UNIVERSITA ITALIANE I Bando 2011 Avvio stage: 19 SETTEMBRE 2011 termine stage: 19 MARZO 2012

PROGRAMMA DI TIROCINIO ENAC- UNIVERSITA ITALIANE I Bando 2011 Avvio stage: 19 SETTEMBRE 2011 termine stage: 19 MARZO 2012 PROGRAMMA DI TIROCINIO ENAC- UNIVERSITA ITALIANE I Bando 0 Avvio stage: 9 SETTEMBRE 0 termine stage: 9 MARZO 0 I Programmi di tirocinio della Fondazione CRUI nascono come punto d incontro tra domanda e

Dettagli

Programma di tirocinio Ministero Degli Affari Esteri - Università Italiane. II Bando 2011. Avvio stage: 12/09/2011 - termine stage: 12/12/2011

Programma di tirocinio Ministero Degli Affari Esteri - Università Italiane. II Bando 2011. Avvio stage: 12/09/2011 - termine stage: 12/12/2011 Programma di tirocinio Ministero Degli Affari Esteri - Università Italiane II Bando 20 Avvio stage: 2/09/20 - termine stage: 2/2/20 I Programmi di tirocinio della Fondazione CRUI nascono come punto d incontro

Dettagli

Programma di tirocinio Ministero dello Sviluppo Economico-Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione (DPSC) Università italiane

Programma di tirocinio Ministero dello Sviluppo Economico-Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione (DPSC) Università italiane Programma di tirocinio Ministero dello Sviluppo Economico-Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione (DPSC) Università italiane I Bando 202 (20 febbraio 09 marzo 202) Avvio stage: 02/05/202

Dettagli

Intervenire con adeguate competenze interdisciplinari nella diagnosi, nella prevenzione e nella soluzione di problemi ambientali.

Intervenire con adeguate competenze interdisciplinari nella diagnosi, nella prevenzione e nella soluzione di problemi ambientali. Regolamento Didattico del di Laurea in Scienze Ambientali Art. 1. Finalità, obiettivi formativi e professionalizzanti Il corso di laurea costruisce la capacità di analizzare processi, sistemi e problemi

Dettagli

Alice Palestino

Alice Palestino curriculum vitae Nome Indirizzo e-mail Alice Palestino alice.palestino@maildip.regione.campania.it a.palestino@gmail.com Data di nascita 08, 04, 1979 La sottoscritta Alice Palestino, consapevole che le

Dettagli

Procedure per l attivazione dei tirocini di formazione e orientamento attraverso il Programma di tirocinio ISPRA-Università Italiane

Procedure per l attivazione dei tirocini di formazione e orientamento attraverso il Programma di tirocinio ISPRA-Università Italiane Procedure per l attivazione dei tirocini di formazione e orientamento attraverso il Programma di tirocinio ISPRA-Università Italiane 1. Obiettivi del Programma e ambito di applicazione Il Programma di

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECOLOGIA

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECOLOGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECOLOGIA LAUREA SPECIALISTICA DELLA CLASSE 6/S - BIOLOGIA Nuovo ordinamento didattico

Dettagli

30/S - Classe delle lauree specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni. Data di attivazione 29/05/2003

30/S - Classe delle lauree specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni. Data di attivazione 29/05/2003 Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi de L'AQUILA 30/S - Classe delle lauree specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni Data di attivazione 29/05/2003 Data

Dettagli

Bando di selezione per 2 tirocini curriculari presso la sede di Profima S.r.l. Presentazione candidature: 11/04/ /04/2016

Bando di selezione per 2 tirocini curriculari presso la sede di Profima S.r.l. Presentazione candidature: 11/04/ /04/2016 Bando di selezione per 2 tirocini curriculari presso la sede di Profima S.r.l. Presentazione candidature: 11/04/2016 30/04/2016 Il Programma di tirocini Profima si basa su una convenzione sottoscritta

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE PER TIROCINI CURRICULARI PRESSO LE SOCIETÀ DEL GRUPPO UNIPOL

BANDO DI SELEZIONE PER TIROCINI CURRICULARI PRESSO LE SOCIETÀ DEL GRUPPO UNIPOL BANDO DI SELEZIONE PER TIROCINI CURRICULARI PRESSO LE SOCIETÀ DEL GRUPPO UNIPOL Con il progetto U4Youth Il Gruppo Unipol intende dare l opportunità ai giovani laureandi di integrare il loro percorso formativo

Dettagli

Programma di tirocinio Ministero dell Economia e delle Finanze Ragioneria Generale dello Stato Università Italiane

Programma di tirocinio Ministero dell Economia e delle Finanze Ragioneria Generale dello Stato Università Italiane Programma di tirocinio Ministero dell Economia e delle Finanze Ragioneria Generale dello Stato Università Italiane II Bando 200, per 56 posti presso le sedi del Ministero dell Economia e delle Finanze

Dettagli

Profilo Professionale

Profilo Professionale Profilo Professionale Esperto in conservazione dei beni architettonici Roma 21 Giugno 2016 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità Certificata ISO 9001:2008 Certificata OHSAS 18001:2007 Finalità

Dettagli

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE Università degli Studi di Ferrara FACOLTA DI INGEGNERIA MANIFESTO ANNUALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2010/2011 Corso di laurea in INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE Classe 8 Ingegneria Civile e Ambientale

Dettagli

Indirizzi per gli Esami di Stato 2004

Indirizzi per gli Esami di Stato 2004 Università degli Studi di Cagliari Facoltà di Ingegneria Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari Indirizzi per gli Esami di Stato 2004 parte prima - quadro generale Premessa Il presente documento

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROSPEZIONI GEOLOGICHE E CARTOGRAFIA

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROSPEZIONI GEOLOGICHE E CARTOGRAFIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROSPEZIONI GEOLOGICHE E CARTOGRAFIA 1. Obiettivi formativi I laureati nel corso di Laurea Specialistica in Prospezioni geologiche e cartografia acquisiranno: - un elevata

Dettagli

Data del DM di approvazione del ordinamento 19/12/2003 didattico. Data del DR di emanazione del ordinamento 19/01/2004 didattico

Data del DM di approvazione del ordinamento 19/12/2003 didattico. Data del DR di emanazione del ordinamento 19/01/2004 didattico Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BOLOGNA Data del DM di approvazione del ordinamento 19/12/2003 didattico Data del DR di emanazione del ordinamento 19/01/2004

Dettagli

Il corso di laurea si propone di sviluppare studi mirati atti a fornire ai laureati:

Il corso di laurea si propone di sviluppare studi mirati atti a fornire ai laureati: Università Università degli studi di Genova Classe 85/S-Classe delle lauree specialistiche in scienze geo Scienze geo Il corso di laurea i cui crediti formativi sono integralmente Nome del corso riconosciuti

Dettagli

Tecnico in meteo-climatologia operativa

Tecnico in meteo-climatologia operativa Denominazione Figura / Profilo / Obiettivo Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche di riferimento: ATECO 2007/ISTAT Area professionale Sottoarea professionale Descrizione Tecnico in meteo-climatologia

Dettagli

Scheda informativa TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO PRESSO IL SERVIZIO STATISTICHE DELLA BANCA

Scheda informativa TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO PRESSO IL SERVIZIO STATISTICHE DELLA BANCA Scheda informativa TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO PRESSO IL SERVIZIO STATISTICHE DELLA BANCA D ITALIA Obiettivi e contenuti L iniziativa è diretta a favorire l integrazione delle competenze maturate

Dettagli

20/S-Classe delle lauree specialistiche in fisica Nome del corso FISICA

20/S-Classe delle lauree specialistiche in fisica Nome del corso FISICA Università Università degli studi di Genova Classe 20/S-Classe delle lauree specialistiche in fisica Nome del corso FISICA Modifica di FISICA (codice=33607) Denominazione inglese Physics Codice interno

Dettagli

BANCA D ITALIA SEDE DI MILANO 2 TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO PRESSO L UNITA DI ANALISI E RICERCA ECONOMICA TERRITORIALE

BANCA D ITALIA SEDE DI MILANO 2 TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO PRESSO L UNITA DI ANALISI E RICERCA ECONOMICA TERRITORIALE BANCA D ITALIA SEDE DI MILANO 2 TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO PRESSO L UNITA DI ANALISI E RICERCA ECONOMICA TERRITORIALE Obiettivi e contenuti L iniziativa intende favorire l integrazione delle

Dettagli

Profilo Professionale

Profilo Professionale Profilo Professionale Addetto all aggiornamento dei sistemi informativi Roma 05 Giugno 2017 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità Certificata ISO 9001:2008 Certificata OHSAS 18001:2007 Finalità

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato n. 2 Procedure per l iscrizione, l accesso ai risultati e lo scorrimento della graduatoria 1. Ciascun candidato deve presentare la richiesta di partecipazione alla prova di ammissione al corso

Dettagli

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: L-7 Ingegneria civile e ambientale NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DM 270/2004 DIPARTIMENTO DI RIFERIMENTO CAD DI RIFERIMENTO

Dettagli

Tecnico per l'ambiente - Gestione e recupero del territorio

Tecnico per l'ambiente - Gestione e recupero del territorio Denominazione Figura / Profilo / Obiettivo Professioni NUP/ISTAT correlate Tecnico per l'ambiente - Gestione e recupero del territorio 3.1.8.3.1 - Tecnici del controllo ambientale 2.2.2.1.2 - Pianificatori,

Dettagli

Profilo Professionale

Profilo Professionale Profilo Professionale Esperto in conservazione dei beni architettonici Roma 04 Settembre 2015 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità Certificata ISO 9001:2008 Certificata OHSAS 18001:2007 Finalità

Dettagli

REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE TESI E PROVA FINALE LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA. (Coorte 2016 e successive)

REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE TESI E PROVA FINALE LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA. (Coorte 2016 e successive) REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE TESI E PROVA FINALE LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA (Coorte 2016 e successive) ART. 1 Per conseguire la Laurea Magistrale in Biologia lo studente deve svolgere un periodo di attività

Dettagli

Pos. AG Decreto n. 259 IL RETTORE

Pos. AG Decreto n. 259 IL RETTORE Pos. AG Decreto n. 259 IL RETTORE VISTA la legge 9 maggio 1989, n. 168; VISTA la legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTA la legge 15 maggio 1997, n. 127; il decreto del Presidente della Repubblica 27 gennaio

Dettagli

Profilo Professionale

Profilo Professionale Profilo Professionale Addetto Supporto Amministrativo gare e appalti Roma 28 Ottobre 2016 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità Certificata ISO 9001:2008 Certificata OHSAS 18001:2007 Finalità

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Laurea magistrale a doppio titolo con l Università di Córdoba (Spagna) BANDO PER LA SELEZIONE DI STUDENTI

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica

Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica Laurea di primo livello Classe L-31 Scienze e Tecnologie Informatiche Manifesto degli Studi 2016

Dettagli

Bando di ammissione. Corso di Perfezionamento in NEUROPSICO-DIAGNOSTICA NELL INFANZIA E NELL ADOLESCENZA ANNO ACCADEMICO 2016/2017.

Bando di ammissione. Corso di Perfezionamento in NEUROPSICO-DIAGNOSTICA NELL INFANZIA E NELL ADOLESCENZA ANNO ACCADEMICO 2016/2017. Bando di ammissione Corso di Perfezionamento in NEUROPSICO-DIAGNOSTICA NELL INFANZIA E NELL ADOLESCENZA ANNO ACCADEMICO 2016/2017 Prima Edizione Scadenza domande di partecipazione: 4 MAGGIO 2017 1 Sommario

Dettagli

Profilo Professionale

Profilo Professionale Profilo Professionale Esperto in Conservazione dei Beni Storico - Artistici Roma 21 Giugno 2016 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità Certificata ISO 9001:2008 Certificata OHSAS 18001:2007 Finalità

Dettagli

Obiettivi formativi specifici

Obiettivi formativi specifici Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Civile Classe: 28/S Facoltà: Ingegneria Numero di crediti necessari per il conseguimento del titolo: 300 Corso di Laurea i cui crediti sono integralmente riconosciuti:

Dettagli

26-Classe delle lauree in scienze e tecnologie informatiche Nome del corso. Informatica

26-Classe delle lauree in scienze e tecnologie informatiche Nome del corso. Informatica Università Università degli studi di Genova Classe 26-Classe delle lauree in scienze e tecnologie informatiche Nome del corso Informatica Modifica di Informatica (codice=10373) Denominazione inglese Computer

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Al Presidente della Commissione per gli esami di Stato di abilitazione alla professione di Ingegnere UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Il/La sottoscritto/a (cognome) (nome) matricola codice fiscale nato/a

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Lo Spazio e le Immagini: riordino del patrimonio documentario e fotocartografico del Comune di Venezia SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico

Dettagli

ASSOCIAZIONE DEI CAVALIERI DI GRAN CROCE DELEGAZIONE ROMANA IN COLLABORAZIONE CON L ASSESSORATO AL LAVORO E FOMAZIONE DELLA REGIONE LAZIO

ASSOCIAZIONE DEI CAVALIERI DI GRAN CROCE DELEGAZIONE ROMANA IN COLLABORAZIONE CON L ASSESSORATO AL LAVORO E FOMAZIONE DELLA REGIONE LAZIO AVVISO A04 ASSOCIAZIONE DEI CAVALIERI DI GRAN CROCE DELEGAZIONE ROMANA IN COLLABORAZIONE CON L ASSESSORATO AL LAVORO E FOMAZIONE DELLA REGIONE LAZIO E CON LA FONDAZIONE ROMA TERZO SETTORE RENDE NOTO Che

Dettagli

Profilo Professionale

Profilo Professionale Profilo Professionale Esperto in Conservazione, manutenzione e restauro dei beni Roma 27 Marzo 2015 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità Certificata ISO 9001:2008 Certificata OHSAS 18001:2007

Dettagli

Data di approvazione del consiglio di facoltà 13/06/2002. Data di approvazione del senato accademico 15/07/2002

Data di approvazione del consiglio di facoltà 13/06/2002. Data di approvazione del senato accademico 15/07/2002 Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di PARMA Data di approvazione del consiglio di facoltà 13/06/2002 Data di approvazione del senato accademico 15/07/2002 Il corso

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica

Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche Corso di Laurea in Informatica Laurea di primo livello Classe L-31 Scienze e Tecnologie Informatiche Manifesto

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN OTTICA E OPTOMETRIA

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN OTTICA E OPTOMETRIA REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN OTTICA E OPTOMETRIA Art. 1 Denominazione e classe di appartenenza E istituito presso l Universita degli Studi di Torino, Facolta di Scienze Matematiche, Fisiche

Dettagli

AGROPRO MASTER UNIVERSITARIO

AGROPRO MASTER UNIVERSITARIO AGROPRO MASTER UNIVERSITARIO IN FORMAZIONE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE AGRONOMO E DOTTORE FORESTALE Anno Accademico 2010-2011 Master universitario di secondo livello Facoltà di Agraria Sede di Piacenza

Dettagli

Corso di Laurea in Fisica

Corso di Laurea in Fisica Università degli Studi di Parma Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche OBIETTIVI FORMATIVI Corso di Laurea in Fisica Laurea di I livello nella Classe L-30 Scienze e Tecnologie Fisiche

Dettagli

Allegato A MODULO DI CANDIDATURA BANDO ERASMUS+ MOBILITA PER TRAINEESHIP A.A. 2015/2016 REGIONE UMBRIA SEDE DI BRUXELLES

Allegato A MODULO DI CANDIDATURA BANDO ERASMUS+ MOBILITA PER TRAINEESHIP A.A. 2015/2016 REGIONE UMBRIA SEDE DI BRUXELLES Allegato A MODULO DI CANDIDATURA BANDO ERASMUS+ MOBILITA PER TRAINEESHIP A.A. 2015/2016 REGIONE UMBRIA SEDE DI BRUXELLES SCADENZA LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2016 Le dichiarazioni rese e sottoscritte nella presente

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A (Ordinamento didattico 2008)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A (Ordinamento didattico 2008) Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2010-2011

Dettagli

25-Classe delle lauree in scienze e tecnologie fisiche Nome del corso

25-Classe delle lauree in scienze e tecnologie fisiche Nome del corso Università Università degli Studi di Trieste Classe 25-Classe delle lauree in scienze e tecnologie fisiche Nome del corso FISICA Modifica di FISICA (codice=812) Denominazione inglese Physics Codice interno

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome DE SIMONE PAOLO Telefono 0817962832 E-mail paolo.desimone@regione.campania.it Nazionalità Italiana Data di

Dettagli

Laurea in Ingegneria per l ambiente e il territorio Sede di Rieti

Laurea in Ingegneria per l ambiente e il territorio Sede di Rieti Consiglio d Area Ingegneria Rieti A.A. 2008-09 Laurea in Ingegneria per l ambiente e il territorio Sede di Rieti Classe n o 8 (Ingegneria Civile ed Ambientale) Didattica Ordinamento 2000 Sede di Rieti

Dettagli

Scuola per le Politiche Pubbliche- sesto corso 2017 Quattro città italiane in cerca di innovazione: politiche pubbliche e strategia d impresa

Scuola per le Politiche Pubbliche- sesto corso 2017 Quattro città italiane in cerca di innovazione: politiche pubbliche e strategia d impresa Scuola per le Politiche Pubbliche- sesto corso 2017 Quattro città italiane in cerca di innovazione: politiche pubbliche e strategia d impresa Bando di concorso 1. Contenuti e finalità italiadecide, associazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA. Facoltà di Scienze MM.FF.NN. MANIFESTO DEGLI STUDI A.A Corso di Laurea in Fisica ex DM 270/04

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA. Facoltà di Scienze MM.FF.NN. MANIFESTO DEGLI STUDI A.A Corso di Laurea in Fisica ex DM 270/04 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Facoltà di Scienze MM.FF.NN. MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2012-2013 Corso di Laurea in Fisica ex DM 270/04 Presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN. è istituito il corso di

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI IDRICI

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI IDRICI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE AMBIENTE TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI IDRICI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI IDRICI DESCRIZIONE

Dettagli

Data del DM di approvazione del ordinamento 01/10/2002 didattico. Data del DR di emanazione del ordinamento 04/03/2003 didattico

Data del DM di approvazione del ordinamento 01/10/2002 didattico. Data del DR di emanazione del ordinamento 04/03/2003 didattico Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BOLOGNA Data del DM di approvazione del ordinamento 01/10/2002 didattico Data del DR di emanazione del ordinamento 04/03/2003

Dettagli

10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso. Ingegneria navale

10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso. Ingegneria navale Università Università degli studi di Genova Classe 10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso Ingegneria navale Modifica di Ingegneria navale (codice=23064) Denominazione inglese Naval

Dettagli

Anno Accademico UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA. Facoltà di INGEGNERIA. Regolamento Didattico del Corso di laurea in INGEGNERIA ELETTRONICA

Anno Accademico UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA. Facoltà di INGEGNERIA. Regolamento Didattico del Corso di laurea in INGEGNERIA ELETTRONICA Anno Accademico 2008-09 UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA Facoltà di INGEGNERIA Regolamento Didattico del Corso di laurea in INGEGNERIA ELETTRONICA Appartenente alla classe n. 9 (Ingegneria dell Informazione)

Dettagli

collegio didattico di ingegneria civile

collegio didattico di ingegneria civile collegio didattico di ingegneria civile Corso di Laurea in Ingegneria civile (Classe 7 Ingegneria civile e ambientale - D.M. 270/2004) II Corso di Laurea in Ingegneria Civile, afferente al Dipartimento

Dettagli

Profilo Professionale

Profilo Professionale Profilo Professionale Addetto Ufficio Stampa Roma 08 Febbraio 2017 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità Certificata ISO 9001:2008 Certificata OHSAS 18001:2007 Finalità L Addetto Ufficio Stampa

Dettagli

Il ruolo di ARPA a supporto e sollecitazione

Il ruolo di ARPA a supporto e sollecitazione Il ruolo di ARPA a supporto e sollecitazione dell Ente locale: i dati ambientali Documento di Scoping, Rapporto ambientale e monitoraggio nella VAS: attrezzi fondativi del governo del territorio e dell

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA COMMISSIONE. Estratto del Verbale n. 1 del 10 marzo2017 Preliminare

CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA COMMISSIONE. Estratto del Verbale n. 1 del 10 marzo2017 Preliminare CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI CAT. D, POSIZIONE ECONOMICA D1, AREA TECNICA TECNICO SCIENTIFICA ED ELABORAZIONE DATI, CON CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO A TEMPO

Dettagli

57/S - Classe delle lauree specialistiche in programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali

57/S - Classe delle lauree specialistiche in programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di MILANO 57/S - Classe delle lauree specialistiche in programmazione e gestione delle politiche e dei Data del DM di approvazione

Dettagli

Coordinatore Prof. Mario Chiesa Dipartimento di Chimica

Coordinatore Prof. Mario Chiesa Dipartimento di Chimica SCIENZE CHIMICHE E DEI MATERIALI (Allegato 4) Coordinatore Prof. Mario Chiesa Dipartimento di Chimica Sito web del Dottorato http://dott-scm.campusnet.unito.it Durata: 3 anni Data inizio corso: 1 ottobre

Dettagli

LUMSA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA

LUMSA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA LUMSA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Classe n. 71/S delle lauree specialistiche in Scienze delle pubbliche amministrazioni Corso di laurea in SCIENZE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI (D.M. 509/99) REGOLAMENTO

Dettagli

KICKOFF MEETING. Milano 03 Dicembre 2014. Sergio Luzzi. Milano 3 dicembre 2014 Sergio Luzzi 1

KICKOFF MEETING. Milano 03 Dicembre 2014. Sergio Luzzi. Milano 3 dicembre 2014 Sergio Luzzi 1 Milano 03 Dicembre 2014 Sergio Luzzi Milano 3 dicembre 2014 Sergio Luzzi 1 Il Gruppo Tecnico P4 di AIAS si occupa di tutti i campi dell acustica applicata (ambientale, edilizia, nei luoghi di lavoro) metodologie,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÀ DI SCIENZE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÀ DI SCIENZE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÀ DI SCIENZE MODALITÀ DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA AD ACCESSO LIBERO IN: CHIMICA FISICA MATEMATICA SCIENZE GEOLOGICHE A.A. 2017/2018 1. MODALITÀ E DATE DELLA

Dettagli

Avviso di selezione per la partecipazione al progetto di Doppia Laurea per l anno accademico 2016/2017 in Management Engineering e Product-Service

Avviso di selezione per la partecipazione al progetto di Doppia Laurea per l anno accademico 2016/2017 in Management Engineering e Product-Service Avviso di selezione per la partecipazione al progetto di Doppia Laurea per l anno accademico 2016/2017 in Management Engineering e Product-Service System Design. INDICE 1.1 FINALITÀ 1.2 DESTINATARI E REQUISITI

Dettagli

Data del DM di approvazione del ordinamento 17/01/2003 didattico. Data del DR di emanazione del ordinamento 07/02/2003 didattico

Data del DM di approvazione del ordinamento 17/01/2003 didattico. Data del DR di emanazione del ordinamento 07/02/2003 didattico Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di MILANO Data del DM di approvazione del ordinamento 17/01/2003 didattico Data del DR di emanazione del ordinamento 07/02/2003

Dettagli

BANDO PER TIROCINI DEL SERVIZIO RAPPORTI COMUNITARI E SVILUPPO LOCALE PRESSO L UFFICIO PER I RAPPORTI CON L UNIONE EUROPEA DI BRUXELLES

BANDO PER TIROCINI DEL SERVIZIO RAPPORTI COMUNITARI E SVILUPPO LOCALE PRESSO L UFFICIO PER I RAPPORTI CON L UNIONE EUROPEA DI BRUXELLES BANDO PER TIROCINI DEL SERVIZIO RAPPORTI COMUNITARI E SVILUPPO LOCALE PRESSO L UFFICIO PER I RAPPORTI CON L UNIONE EUROPEA DI BRUXELLES DISPOSIZIONI GENERALI La Provincia autonoma di Trento offre la possibilità

Dettagli

Bando di selezione per 25 tirocini curriculari presso il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali

Bando di selezione per 25 tirocini curriculari presso il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali Bando di selezione per 25 tirocini curriculari presso il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali Il Programma di tirocini CIRA Fondazione CRUI si basa su una Convenzione sottoscritta dal Centro Italiano

Dettagli

Coordinatore Prof. Mario Chiesa Dipartimento di Chimica

Coordinatore Prof. Mario Chiesa Dipartimento di Chimica SCIENZE CHIMICHE E DEI MATERIALI (allegato 4) Coordinatore Prof. Mario Chiesa Dipartimento di Chimica Sito web del Dottorato http://dott-scm.campusnet.unito.it Durata: 3 anni Data inizio corso: 1 ottobre

Dettagli

Proposta di modifica di Astrofisica e Fisica Cosmica. Data di approvazione del consiglio di facoltà 28/03/2001

Proposta di modifica di Astrofisica e Fisica Cosmica. Data di approvazione del consiglio di facoltà 28/03/2001 Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di TORINO Proposta di modifica di Data di approvazione del consiglio di facoltà 28/03/2001 Data di approvazione del senato accademico

Dettagli

Research Agreement con timbro e firma dell ente ospitante

Research Agreement con timbro e firma dell ente ospitante Bando per l assegnazione di una borsa di studio Fondazione Adolfo Pini a giovani studenti e laureati per sostenere progetti inediti in ambito artistico. 2017 Per volontà di Adolfo Pini, la Fondazione che

Dettagli

Profilo Professionale

Profilo Professionale Profilo Professionale Addetto al Controllo del Sistema Qualità Roma 02 Marzo 2016 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità Certificata ISO 9001:2008 Certificata OHSAS 18001:2007 Finalità L addetto

Dettagli

Orientamento in ingresso e gestione degli strumenti multimediali audiovisivi e social ;

Orientamento in ingresso e gestione degli strumenti multimediali audiovisivi e social ; Prot. N 20 Reggio Emilia, il 16.01.2017 (Avviso al personale pubblicato in data 16.01.2017) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE E METODI DELL INGEGNERIA VISTO il DPR 22 dicembre 1986 n. 917; VISTA

Dettagli

ARPA AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E L AMBIENTE DELL EMILIA ROMAGNA DIREZIONE TECNICA

ARPA AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E L AMBIENTE DELL EMILIA ROMAGNA DIREZIONE TECNICA ARPA AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E L AMBIENTE DELL EMILIA ROMAGNA DIREZIONE TECNICA AVVISO PUBBLICO FINALIZZATO AL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI PRESTAZIONE D OPERA INTELLETTUALE DI NATURA PROFESSIONALE

Dettagli

SCIENZE BIOLOGICHE. Corso di Laurea in. (classe L-13)

SCIENZE BIOLOGICHE. Corso di Laurea in. (classe L-13) Corso di Laurea in SCIENZE BIOLOGICHE (classe L-13) Corso di Laurea in Scienze Biologiche (LB02, Classe L-13) Informazioni generali Il Corso di Laurea in Scienze Biologiche è attivato ai sensi del DM 270/04,

Dettagli

Modifica di Archeologia. Data di attivazione 01/10/2005. Data di approvazione del consiglio di facoltà 18/01/2005

Modifica di Archeologia. Data di attivazione 01/10/2005. Data di approvazione del consiglio di facoltà 18/01/2005 Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di CAGLIARI Modifica di Data di attivazione 01/10/2005 Data di approvazione del consiglio di facoltà 18/01/2005 Data di approvazione

Dettagli

UNIVERSITA' DI MESSINA FACOLTA' DI SCIENZE MM. FF. NN. Presidenza Messina, 23/12/2010 prot n. 1093

UNIVERSITA' DI MESSINA FACOLTA' DI SCIENZE MM. FF. NN. Presidenza Messina, 23/12/2010 prot n. 1093 UNIVERSITA' DI MESSINA FACOLTA' DI SCIENZE MM. FF. NN. Presidenza Messina, 23/12/2010 prot n. 1093 Al Magnifico Rettore dell Università degli Studi di Messina SEDE Oggetto: Bando per la copertura delle

Dettagli

BANCA D ITALIA SEDE DI NAPOLI 2 TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO PRESSO L UNITA DI ANALISI E RICERCA ECONOMICA TERRITORIALE

BANCA D ITALIA SEDE DI NAPOLI 2 TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO PRESSO L UNITA DI ANALISI E RICERCA ECONOMICA TERRITORIALE Allegato BANCA D ITALIA SEDE DI NAPOLI 2 TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO PRESSO L UNITA DI ANALISI E RICERCA ECONOMICA TERRITORIALE Obiettivi e contenuti L iniziativa intende favorire l integrazione

Dettagli

SCIENZE FORESTALI E AMBIENTALI (SFA-LM) Classe LM-73 Descrizione del percorso di formazione In accordo agli obiettivi formativi specifici del corso

SCIENZE FORESTALI E AMBIENTALI (SFA-LM) Classe LM-73 Descrizione del percorso di formazione In accordo agli obiettivi formativi specifici del corso SCIENZE FORESTALI E AMBIENTALI (SFA-LM) Classe LM-73 Descrizione del percorso di formazione In accordo agli obiettivi formativi specifici del corso di laurea magistrale in Scienze Forestali e Ambientali

Dettagli

Provincia di Benevento Servizio Centro Per l Impiego/Sistema Provinciale Informativo Lavoro Benevento

Provincia di Benevento Servizio Centro Per l Impiego/Sistema Provinciale Informativo Lavoro Benevento BANDO DI SELEZIONE Per l ammissione al corso di formazione gratuito OPERATORE DATA ENTRY La Società Editrice Mega s.r.l. in collaborazione con la Scuola di formazione professionale La Tecnica organizza

Dettagli

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Progetto pilota di laurea magistrale a doppio titolo con l Università di Cadice (Spagna)

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Progetto pilota di laurea magistrale a doppio titolo con l Università di Cadice (Spagna) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Progetto pilota di laurea magistrale a doppio titolo con l Università di Cadice (Spagna) BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI

Dettagli

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001 Allegato 5) Università degli Studi di BERGAMO Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BERGAMO Data del DM di approvazione del ordinamento 12/05/2004 didattico Data

Dettagli

Il Centro di Alta Formazione del DTC

Il Centro di Alta Formazione del DTC Il Centro di Alta Formazione del DTC Giovanni Fiorentino Università degli studi della Tuscia Marilena Maniaci Università degli studi di Cassino e del Lazio meridionale La rete A partire dal 2014 2015 cinque

Dettagli

INGEGNERIA CIVILE 08 INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE

INGEGNERIA CIVILE 08 INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE corso di laurea INGEGNERIA CIVILE denominazione del corso classe 08 INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE allegato n. denominazione della classe Obiettivi formativi specifici 1. Il Corso di laurea in Ingegneria

Dettagli

25-Classe delle lauree in scienze e tecnologie fisiche Nome del corso. Scienza dei materiali

25-Classe delle lauree in scienze e tecnologie fisiche Nome del corso. Scienza dei materiali Università Università degli studi di Genova Classe 25-Classe delle lauree in scienze e tecnologie fisiche Nome del corso Scienza dei materiali Modifica di Scienza dei materiali (codice=1610) Denominazione

Dettagli

Corso di Laurea a ciclo unico in ARCHITETTURA (classe 4S)

Corso di Laurea a ciclo unico in ARCHITETTURA (classe 4S) Corso di Laurea a ciclo unico in ARCHITETTURA (classe 4S) C.d.L a numero programmato: n 192 posti per studenti italiani n 8 posti per studenti stranieri Le caratteristiche del percorso rispettano gli 11

Dettagli

Sono ammessi i soggetti in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

Sono ammessi i soggetti in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: AVVISO ESPLORATIVO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE FINALIZZATO ALL INDIVIDUAZIONE DI FIGURE PROFESSIONALI TECNICHE/SCIENTIFICHE PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO OPERATORI ECONOMICI IDONEI AL CONFERIMENTO

Dettagli

art. 1 Destinatari e caratteristiche delle borse di studio

art. 1 Destinatari e caratteristiche delle borse di studio Decreto Rep. n 4220 Prot. n 65608 Data 02/10/2015 AREA SERVIZI AGLI STUDENTI E AI DOTTORANDI Titolo III Classe 12. 20 UOR SDMI VISTO il D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445; VISTI gli artt. 2 e 12 del D.P.C.M.

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA SANITARIA, DELLA NUTRIZIONE E DELL AMBIENTE (LM6)

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA SANITARIA, DELLA NUTRIZIONE E DELL AMBIENTE (LM6) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA SANITARIA, DELLA NUTRIZIONE E DELL AMBIENTE (LM) Durata e CFU Per conseguire la Laurea in Biologia sanitaria, della nutrizione e dell ambiente lo studente deve acquisire

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2007/2008

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2007/2008 UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali - Como Corso di Laurea Specialistica in Scienze Ambientali Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI E COLLOQUIO FINALIZZATA AL CONFERIMENTO DI INCARICHI INDIVIDUALI PER PRESTAZIONI DI ALTA PROFESSIONALITA INERENTI ALL ASSISTENZA TECNICA PER L ELABORAZIONE DEL PROGRAMMA

Dettagli

FACOLTA DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE ANNO ACCADEMICO 2016/2017

FACOLTA DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE ANNO ACCADEMICO 2016/2017 FACOLTA DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE ANNO ACCADEMICO 2016/2017 Le date d esame confermate sono pubblicate all interno del proprio corso in piattaforma, cliccando sul bottone "Servizi di Segreteria

Dettagli

O/5 D.R. n del Scienze e tecniche psicologiche

O/5 D.R. n del Scienze e tecniche psicologiche O/5 D.R. n. 5024 del 1.08.2011 Classe Nome del corso Nome inglese Lingua in cui si tiene il corso L-24 - Scienze e tecniche psicologiche Scienze e tecniche psicologiche Psychological sciences and techniques

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Valutazione della Didattica A.A Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi di Perugia Valutazione della Didattica A.A Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA CIVILE (Classe L 7) GEOTECNICA 8,3 55 ANALISI MATEMATICA I 8,0 150 TOPOGRAFIA 7,9 107 IDROLOGIA E INFRASTRUTTURE IDRAULICHE 7,6 93 IDRAULICA 7,6 106 DISEGNO 7,5 62 FISICA 7,3 107 FISICA TECNICA

Dettagli

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/11/2004

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/11/2004 Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BERGAMO 4/S - Classe delle lauree specialistiche in architettura e ingegneria edile Data del DM di approvazione del ordinamento

Dettagli

CATALOGO BANCHE DATI, DATI E METADATI

CATALOGO BANCHE DATI, DATI E METADATI CATALOGO BANCHE DATI, DATI E METADATI - - Progetto Amministrazione Trasparente - Catalogo Banche Dati, Dati e Metadati Nome Doc. Catalogo Banche Dati, Dati e Metadati.doc Versione Data Commenti 1.0 29/12/2016

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO 1 Livello Trasporti mobilita e logistica Project work Intermodalità ed infomobilità. La tecnologia per l efficienza del settore

MASTER UNIVERSITARIO 1 Livello Trasporti mobilita e logistica Project work Intermodalità ed infomobilità. La tecnologia per l efficienza del settore Viale C. Colombo n.6 Carrara 0585-782513 www.autoritaportualecarrara.it l.perfetti@autoritaportualecarrrara.it LUCA PERFETTI Il percorso formativo di studi e di esperienze professionali mi ha consentito

Dettagli

30/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni Nome del corso. Ingegneria delle Telecomunicazioni

30/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni Nome del corso. Ingegneria delle Telecomunicazioni Università Università degli studi di Genova Classe 30/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni Nome del corso Telecomunicazioni Modifica di Telecomunicazioni (codice=27462)

Dettagli

Manifesto degli Studi per l a. a. 2004/2005. Corso di Laurea specialistica in AMMINISTRAZIONI E POLITICHE PUBBLICHE (APP)

Manifesto degli Studi per l a. a. 2004/2005. Corso di Laurea specialistica in AMMINISTRAZIONI E POLITICHE PUBBLICHE (APP) Manifesto degli Studi per l a. a. 2004/2005 Corso di Laurea specialistica in AMMINISTRAZIONI E POLITICHE PUBBLICHE (APP) Classe di appartenenza Accesso Scienze delle pubbliche amministrazioni (Classe 71/S)

Dettagli