Informazioni generali Organi sociali 6 Convocazione di Assemblea 13 Presenza internazionale 14 Highlights 16 In Borsa 17

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Informazioni generali Organi sociali 6 Convocazione di Assemblea 13 Presenza internazionale 14 Highlights 16 In Borsa 17"

Transcript

1 Esercizio 2007

2 Indice Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Convocazione di Assemblea 13 Presenza internazionale 14 Highlights 16 In Borsa 17 Bilancio Consolidato Italcementi S.p.A. Relazione del Consiglio di amministrazione sulla gestione Risultati e fatti di rilievo nell esercizio 26 L economia ed evoluzione settoriale internazionale 28 Andamento economico e finanziario nel Andamento della gestione per Paese e per settore di attività 42 Progetto energia 57 Rapporti con parti correlate 58 Sistemi informativi 60 Sviluppo sostenibile 61 Progettazione, assistenza tecnica, ricerca e sviluppo 66 Innovazione 67 Iniziative del Gruppo nell e-business 67 Vertenze e procedure in corso 69 Fatti di rilievo dopo la data di riferimento del bilancio consolidato 72 Evoluzione prevedibile della gestione 73 Bilancio Consolidato Prospetti contabili 76 Note illustrative 80 Allegati 148 Attestazione ex art. 154-bis comma 5 TUF 158 Relazione della società di revisione 159 Bilancio Italcementi S.p.A. Relazione del Consiglio di amministrazione sulla gestione Risultati e fatti di rilievo nell esercizio 164 Fondazione Italcementi Cav. Lav. Carlo Pesenti 170 Rapporti con parti correlate 171 Ricerca e sviluppo 174 Risorse umane 174 Vertenze e procedure in corso 175 Andamento delle principali società controllate 176 Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio 179 Corporate governance 180 Piani di stock option 208 Deliberazioni 214 Bilancio d esercizio Prospetti contabili 250 Note illustrative 254 Allegati 306 Attestazione ex art. 154-bis comma 5 TUF 312 Relazione del Collegio sindacale 313 Relazione della società di revisione 321 Parte straordinaria 326

3 Esercizio 2007 Italcementi S.p.A. Via G. Camozzi, Bergamo - Italia Capitale Sociale Registro delle Imprese di Bergamo Società soggetta all attività di direzione e coordinamento da parte di Italmobiliare S.p.A. Le foto rappresentano la cementeria del Gruppo in Cina.

4 Lettera agli stakeholders Un linguaggio comune per la nostra identità Nel 2007, dopo un prolungato periodo di crescita dei mercati, un nuovo scenario macroeconomico, caratterizzato anche da turbolenze in campo finanziario, ha contrassegnato la congiuntura internazionale, determinando una marcata differenziazione nell andamento del settore delle costruzioni fra i Paesi maturi e quelli emergenti. Dopo i risultati record del 2006, l esercizio 2007, per il gruppo Italcementi, è stato un periodo di consolidamento dei risultati grazie, soprattutto, all apporto dei mercati emergenti in cui il Gruppo si è ulteriormente espanso come in Medio Oriente e nel Far East. A fianco degli obiettivi di miglioramento dell efficienza industriale e di contenimento dei costi operativi, anche attraverso la continua ricerca di nuove soluzioni tecnologiche, lo scorso anno, il Gruppo, ha infatti confermato il proprio impegno di crescita sui mercati internazionali con importanti acquisizioni effettuate in Cina, Kuwait e Arabia Saudita. Il 2008 sarà così un anno di ulteriore riequilibrio dei contributi del network produttivo fra le presenze nei Paesi maturi e quelle nelle aree emergenti, caratterizzate da più elevati tassi di crescita. In questo quadro si rafforzerà l impegno del Gruppo nell attuazione delle politiche di responsabilità economica, sociale e ambientale, basate su una Corporate governance di ispirazione etica, uno sviluppo industriale improntato al rispetto delle risorse naturali e su una ancor maggiore attenzione alle necessità delle comunità locali. Innovazione, Corporate governance e Sviluppo sostenibile continuano ad essere i tre assi della strategia del gruppo Italcementi in tutti i Paesi in cui è presente. Nel 2007, a distanza di dieci anni dalla nascita della prima Corporate identity di Gruppo, è stato varato non solo un lieve restyling del logo ma anche una revisione ed un ammodernamento dei valori che sono alla base della nostra visione e missione. La vision A world class local business che unisce le ambizioni mondiali del Gruppo ai valori locali di ogni singolo Paese, significa partecipare da protagonisti alla realizzazione di un futuro migliore e sostenibile per tutti gli stakeholders nelle diverse aree in cui siamo presenti. Una visione che si coniuga con la nostra mission: creare valore nell industria dei materiali da costruzione attraverso l impiego innovativo e sostenibile delle risorse naturali a beneficio delle comunità e dei clienti. Un impegno comune che si fonda sulla condivisione di cinque valori fondamentali del Gruppo che guidano attività e scelte che siamo chiamati a compiere ogni giorno: responsabilità, integrità, efficienza, innovazione e valorizzazione della diversità. Questi valori saranno alla base dell operato della società per garantire un proficuo rapporto con tutti gli stakeholders: azionisti, clienti, fornitori, collaboratori, comunità e istituzioni. Responsabilità, Integrità, Efficienza, Innovazione, Diversità sono le cinque parole chiave della cultura del Gruppo per rappresentare l identità ed i valori che Italcementi condivide in ventidue Paesi nel mondo Giampiero Pesenti Presidente Carlo Pesenti Consigliere Delegato 5

5 Organi sociali Antonio Catani Presidente onorario Consiglio di amministrazione (Scadenza: approvazione bilancio al ) Giampiero Pesenti 1 Presidente Pierfranco Barabani 1 Vicepresidente operativo Carlo Pesenti 1-2 Consigliere delegato Alberto Bombassei 5 Alberto Clô 4-5 Federico Falck 4-5 Pietro Ferrero 5 Danilo Gambirasi Karl Janjöri 3-5 Italo Lucchini 3 Emma Marcegaglia 5 Sebastiano Mazzoleni Yves René Nanot 1 Marco Piccinini Ettore Rossi 5-6 Attilio Rota Carlo Secchi 4-5 Emilio Zanetti 3-5 Paolo Santinoli 7 Segretario Collegio sindacale (Scadenza: approvazione bilancio al ) Sindaci effettivi Maria Martellini Claudio De Re Claudio Cavalli Sindaci supplenti Eugenio Mercorio Dino Fumagalli 6 Pietro Curcio Rodolfo Danielli Dario Massi Reconta Ernst & Young S.p.A. Presidente 1 Membro del Comitato esecutivo 2 Amministratore esecutivo incaricato a sovrintendere alla funzionalità del sistema di controllo interno 3 Membro del Comitato per la remunerazione 4 Membro del Comitato per il controllo interno 5 Consigliere indipendente (ai sensi del Codice di autodisciplina) 6 Membro dell Organismo di vigilanza 7 Segretario del Comitato esecutivo Direttore generale Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Società di revisione 6

6 Esercizio 2007 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio Consolidato Italcementi S.p.A. Convocazione di Assemblea 13 Bilancio Italcementi S.p.A. Presenza internazionale 14 Parte straordinaria Highlights 16 In Borsa 17 Caratteristiche professionali dei componenti il Consiglio di amministrazione ed il Collegio sindacale Consiglio di amministrazione Giampiero Pesenti Laurea in ingegneria meccanica - Politecnico di Milano Nel 1958 inizia la sua attività in Italcementi S.p.A., l'azienda di famiglia fondata nel 1864, nell ambito della Direzione Tecnica. Nel 1983 diventa Direttore Generale, nel 1984 Consigliere Delegato e dal 2004 ricopre la carica di Presidente di Italcementi S.p.A. Sempre nel 1984 assume la carica di Presidente-Consigliere Delegato di Italmobiliare S.p.A., la società holding che controlla Italcementi S.p.A. ed il Gruppo Sirap Gema. Pierfranco Barabani Laurea in ingegneria civile - Politecnico di Milano Esercita la libera professione fino al 1970, anno in cui entra in Italcementi S.p.A. dove ricopre diversi incarichi: Assistente al Direttore Generale, Direttore Immobiliare, Direttore Centrale Affari Generali. Nel 1993 è nominato Direttore Generale della Società, incarico ricoperto fino al settembre Carlo Pesenti Laurea in ingegneria meccanica - Politecnico di Milano. Master di Economia e management - Università Bocconi di Milano Inizia la sua attività nel gruppo Italcementi svolgendo un significativo training presso diverse unità produttive del Gruppo e, in particolare, presso la Direzione centrale finanza amministrazione e controllo. Dopo aver ricoperto la carica di Condirettore generale, nel maggio 2004 è nominato Consigliere Delegato di Italcementi. Alberto Bombassei Laurea honoris causa in ingegneria meccanica Nel 1961 fonda, con il padre e lo zio, la società Brembo S.p.A. che opera nel settore della componentistica auto. Dal 1993 ne è Presidente e Amministratore Delegato. 7

7 Alberto Clô Laurea in Scienze politiche - Università degli studi di Bologna Professore universitario, autore di numerosi libri, saggi e articoli sulle problematiche dell economia industriale ed energetica, fondatore della rivista Energia di cui è direttore responsabile dal Federico Falck Laurea in ingegneria meccanica - Politecnico di Milano Inizia la propria attività professionale nel 1977 presso le Acciaierie e Ferriere Lombarde Falck S.p.A. (oggi Falck S.p.A. ); dopo uno stage negli Stati Uniti presso aziende del settore siderurgico, si occupa principalmente di produzione e acquisti per l attività siderurgica; ricopre per molti anni la carica di Direttore Acquisti e di Direttore Generale. Pietro Ferrero Laurea in Biologia - Università degli Studi di Torino Ha iniziato a lavorare in Ferrero nel 1985 presso lo stabilmento di Allendorf e poi, occupandosi di problemi tecnici e di produzione, in quello di Alba. Nel 1992 assume la responsabilità della gestione operativa nella Divisione Europea del Gruppo Ferrero. Oggi è Presidente della Ferrero S.p.A. e Chief Executive Officer della Ferrero International S.A. Danilo Gambirasi Diploma di Liceo scientifico. Ricopre in Italcementi S.p.A. dapprima l incarico di vice capo del Servizio Centrale Approvvigionamenti, quindi quello di responsabile della Direzione Relazioni Internazionali e Approvvigionamento Combustibili, incarico lasciato nel 1997 per raggiunti limiti d età. Karl Janjori Ricopre nella Union Bank of Switzerland incarichi sempre di maggiore responsabilità fino a diventare nel 1991 Executive Vice President e Member of the Group Executive Board. Ricopre, altresì, la carica di: Consigliere dal 1987 e Presidente dal 1997 al 2005 del Banco di Lugano, Consigliere dal 1986 e Presidente dal 1999 al 2004 di Forbo Holding A.G. Consigliere dal 1981 al 2000 di EMS Chemie Holding A.G. 8

8 Esercizio 2007 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio Consolidato Italcementi S.p.A. Convocazione di Assemblea 13 Bilancio Italcementi S.p.A. Presenza internazionale 14 Parte straordinaria Highlights 16 In Borsa 17 Italo Lucchini Laurea in Economia e Commercio - Università Bocconi di Milano Prima Assistente all Università Bocconi e professore incaricato all università di Bergamo, esercita poi la professione di dottore commercialista conducendo un avviato studio in Bergamo. Emma Marcegaglia Laurea in Economia Aziendale - Università Bocconi di Milano Master in Business Administration presso la New York University In passato ha ricoperto gli incarichi di: Membro del Consiglio di Amministrazione di Finecobank S.p.A. Vice Presidente di Confindustria per l Europa dal 2000 al 2002 Presidente Nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria dal 1996 al 2000 Vice Presidente Nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria dal 1994 al 1996 Presidente dello YES (Young Entrepreneurs for Europe) dal 1997 È attualmente Amministratore Delegato della Marcegaglia S.p.A. azienda leader nel settore della trasformazione dell acciaio ed in altre società del Gruppo, alcune delle quali attive anche nel settore del turismo. È, inoltre, dal maggio 2004, Vice Presidente di Confindustria con delega per le infrastrutture, l energia, i trasporti e l ambiente e rappresentante per l Italia nel Gruppo di alto livello su Energia, Competitività e Ambiente creato dalla Commissione Europea Sebastiano Mazzoleni Laurea in Geologia - Università Statale di Milano Master in Business Administration presso la SDA Bocconi di Milano Compie la sua carriera professionale all interno del Gruppo Italcementi. Nel 1996 viene assunto dalla società CTG S.p.A. dove, in qualità di geologo ricercatore, è responsabile di attività di valutazione di giacimenti di materie prime per la fabbricazione del cemento, coordinando gruppi di lavoro in Italia, Francia, Spagna e Thailandia. Nel 2000 passa in forza a Italcementi S.p.A. dove, in qualità di Marketing Project Manager è corresponsabile di ricerche di mercato, di stesura di piani di marketing per il lancio di nuovi prodotti sul mercato italiano. Nel 2002, nell ambito del programma MBA, lavora per un breve periodo in Mediobanca, nell ambito di un progetto di scissione parziale proporzionale di una società quotata. Dal 2003 si occupa di innovazione prodotto ed applicazione e di valorizzazione di materiali rinnovabili per il Gruppo Italcementi. 9

9 Yves René Nanot Laurea in ingegneria a Parigi Master presso la University of California a Los Angeles Dopo vari incarichi ricoperti presso la Dupont de Nemours e poi nel Gruppo Total, dal 1993 è entrato in Ciments Français dove ricopre la carica di Presidente e Direttore Generale. Marco Piccinini Ha frequentato il liceo scientifico e la Facoltà di Architettura. Ha successivamente ricevuto una formazione sulle "Tecniche del Negoziato Internazionale" presso l'institut des Hautes Etudes Internationales di Ginevra. È amministratore di diverse società - quotate e non - nei seguenti settori: bancario, assicurativo, automobilistico, lusso, servizi e turismo. Ettore Rossi Laurea in Economia e Commercio - Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Ha svolto la sua attività lavorativa presso la società Italcementi dal settembre 1953 al 31 dicembre 1999, sempre nell ambito della Direzione Amministrativa Centrale. Dirigente Amministrativo dal 1967, ha ricoperto l incarico di Capo della Segreteria della Direzione amministrativa Centrale (1977/1985), di Condirettore Amministrativo Centrale (1985/1986), di Direttore Centrale Finanza Amministrazione e Controllo (1986/1995) e di Vice Direttore Generale Amministrativo (1995/1999). È stato componente di Consigli di amministrazione e Collegi Sindacali di numerose società del Gruppo. Attilio Rota Laurea in giurisprudenza - Università degli studi di Pavia. Avvocato libero professionista in Bergamo. Carlo Secchi Laurea in Economia e Commercio - Università Bocconi di Milano Diploma in Economic Planning (Institute of Social Studies - Den Haag ) Studi di perfezionamento presso il Netherlands Economic Institute e il Centre for Development Planning, Erasmus University (Rotterdam ) Professore ordinario di Politica Economica Europea dal 1 novembre 1983 e direttore dell Istituto di Studi Latino-Americani e dei Paesi in Transizione (ISLA) presso l Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano. Nell ambito dell attività di ricerca fa parte di numerosi comitati scientifici o consigli di amministrazioni o enti a carattere scientifico-culturale. 10

10 Esercizio 2007 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio Consolidato Italcementi S.p.A. Convocazione di Assemblea 13 Bilancio Italcementi S.p.A. Presenza internazionale 14 Parte straordinaria Highlights 16 In Borsa 17 Emilio Zanetti Laurea honoris causa in Economia e Commercio Ha ricoperto l incarico di Presidente di BPU BANCA Banche Popolari Unite da luglio 2003 a marzo Attualmente ricopre i seguenti incarichi: Presidente del Consiglio di Gestione di UBI BANCA Unione di Banche Italiane da aprile 2007 Presidente di Banca Popolare di Bergamo S.p.A. (già Banca Popolare di Bergamo Credito Varesino) da luglio 1985 Collegio sindacale Maria Martellini Laurea in Economia e Commercio - Università Bocconi di Milano Libero professionista Professore ordinario di Economia e Gestione delle Imprese alla Facoltà di Economia dell Università degli Studi di Brescia. Professore a contratto per gli insegnamenti di Economia e gestione delle imprese industriali e di Valutazione delle aziende all Università Bocconi di Milano. Claudio Cavalli Diploma di Istituto Tecnico Commerciale Dal 1967 è libero professionista, specializzato nel settore societario. Svolge assistenza specializzata in tema di economia aziendale, tecnica amministrativa, finanziaria, svolgendo perizie e valutazioni, programmando e organizzando trasformazioni, fusioni, scissioni e concentrazioni di società. Claudio De Re Laurea in Economia e Commercio - Università Bocconi di Milano Libero professionista dal 1961 Pietro Curcio Laurea in Economia e Commercio - Università Statale di Roma La Sapienza Ha lavorato presso l Ufficio Affari Fiscali della Esso Italiana S.p.A. Successivamente è divenuto Tax Manager della Exxon Chemical di Milano; nel 1985 è stato nominato Director Treasury & Tax di Face Finanziaria; in seguito è diventato Direttore Finanziario di Alcatel Italia e Director Treasury & Tax di Alcatel Alsthom per il Sud Europa. Attualmente ricopre la carica di Direttore Generale di Finsise S.p.A. 11

11 Dino Fumagalli Laurea in Economia e Commercio - Università di Bergamo Libero professionista dal Componente della Commissione Nazionale per la Statuizione dei Principi Contabili nel triennio Giudice Tributario presso la Commissione Tributaria Provinciale di Bergamo dal 1989 al Eugenio Mercorio Laurea in Economia e Commercio - Università di Bergamo Libero professionista. Svolge la professione anche con riguardo a procedure concorsuali, delle quali si occupa in qualità di Commissario Giudiziale, Liquidatore e Curatore. 12

12 Esercizio 2007 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio Consolidato Italcementi S.p.A. Convocazione di Assemblea 13 Bilancio Italcementi S.p.A. Presenza internazionale 14 Parte straordinaria Highlights 16 In Borsa 17 Convocazione di Assemblea I Signori Azionisti sono convocati in Assemblea in prima convocazione il giorno 28 aprile 2008 alle ore 10, in Bergamo, via Madonna della Neve n. 8, ed in seconda convocazione il giorno 29 aprile 2008, stessa ora e medesimo luogo, per deliberare sul seguente Ordine del giorno Parte ordinaria 1) Relazioni del Consiglio di amministrazione e del Collegio sindacale sull esercizio 2007: esame del bilancio al 31 dicembre 2007 e deliberazioni conseguenti; 2) Autorizzazione all acquisto ed alla disposizione di azioni proprie; 3) Proposta di sostituzione dell attuale Piano di stock option per dirigenti con i nuovi «Piano di Stock Options per l'alta Direzione» e «Piano di incentivazione monetaria a lungo termine, legata all'apprezzamento del titolo Italcementi, per Dirigenti» Parte straordinaria Proposta di rinnovo della delega agli Amministratori, ai sensi degli artt e 2420-ter cod. civ., di aumentare il capitale sociale, in una o più volte, per un ammontare massimo complessivo di nominali euro 500 milioni e di emettere obbligazioni convertibili con warrant, in una o più volte, per un ammontare massimo complessivo di nominali euro 500 milioni. Ai sensi di legge e di statuto avranno diritto di intervenire all Assemblea i Signori Azionisti titolari di azioni ordinarie per i quali sia pervenuta alla società la comunicazione prevista dall art cod. civ. secondo comma, nel termine di due giorni non festivi precedenti la data fissata per l assemblea. * * * La documentazione relativa agli argomenti in discussione, sia nella parte ordinaria che nella parte straordinaria, sarà messa a disposizione del pubblico presso la sede sociale e la Borsa Italiana S.p.A. almeno 15 giorni prima della data fissata per la prima convocazione. I soci hanno facoltà di ottenerne copia. La medesima documentazione sarà consultabile, altresì, entro gli stessi termini, all indirizzo internet Il Consiglio di amministrazione (Avviso pubblicato il 27 marzo 2008 su Il Sole - 24 Ore ) 13

13 Presenza internazionale (al 31 dicembre 2007) FRANCIA CIMENTS FRANCAIS CIMENTS CALCIA GSM UNIBÉTON AXIM SPAGNA FINANCIERA Y MINERA ITALIA ITALCEMENTI CALCESTRUZZI CTG SOCIETÀ DEL GRES AXIM ITALGEN BELGIO CCB BULGARIA DEVNYA CEMENT VULKAN GRECIA HALYPS CEMENT TURCHIA SET CIPRO VASSILIKO CEMENT EGITTO SUEZ CEMENT TOURAH CEMENT HELWAN RMB MAROCCO CIMENTS DU MAROC NORD AMERICA ESSROC CIMENT QUEBEC ESSROC SAN JUAN RIVERTON ARROW CAMBRIDGE 14

14 Esercizio 2007 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio Consolidato Italcementi S.p.A. Convocazione di Assemblea 13 Bilancio Italcementi S.p.A. Presenza internazionale 14 Parte straordinaria Highlights 16 In Borsa 17 KAZAKISTAN SHYMKENT CEMENT THAILANDIA JALAPRATHAN CEMENT ASIA CEMENT ARABIA SAUDITA ARABIAN CEMENT COMPANY INDIA ZUARI CEMENT CINA SHAANXI FUPING CEMENT TERMINALI Albania Gambia Kuwait Sri Lanka Mauritania (centro di macinazione) 15

15 Highlights Contribuzione ai ricavi consolidati per settore di attività (milioni di euro) Var. % Cemento ,0 Calcestruzzo / Inerti (0,9) Altre attività ,7 Totale ,5* *variazione a perimetro e cambi costanti +3,6% ,7% 4,4% 29,9% ,7% 4,4% 28,9% Vendite e consumi interni per settore di attività Margine operativo lordo corrente milioni di euro -1,3%* +1,1% 64,0 64,6 Cemento e clinker (Mt) ,6 % 10,8 % 50,6 % ,2%* -5,1% 59,3 56,3 Inerti (Mt) ,6%* -4,9% 21,6 20,5 Calcestruzzo (Mmc) 40,4% 9,1% 50,5% *variazione a parità di perimetro Altri Nord America Unione Europea Principali dati economici, finanziari e patrimoniali del Gruppo (milioni di euro) IFRS IFRS IFRS IFRS Ricavi Margine operativo lordo corrente Margine operativo lordo* Risultato operativo Risultato dell esercizio Risultato attribuibile al Gruppo Flussi per investimenti Patrimonio netto totale Patrimonio netto di Gruppo Indebitamento finanziario netto Numero dipendenti al 31 dicembre *include, rispetto al margine operativo lordo corrente, oneri e proventi di natura non ricorrente 16

16 Esercizio 2007 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio Consolidato Italcementi S.p.A. Convocazione di Assemblea 13 Bilancio Italcementi S.p.A. Presenza internazionale 14 Parte straordinaria Highlights 16 In Borsa 17 Italcementi S.p.A. in Borsa 1 Capitale Sociale e Azionariato 1.a Capitale Sociale al Al , il capitale di Italcementi S.p.A. è di diviso in n azioni da nominali 1 ciascuna di cui n azioni ordinarie e n azioni di risparmio. Azioni risparmio 37% Azioni ordinarie 63% 1.b Azioni Ordinarie Rilevazione azionisti con possesso superiore al 2% al (in base alle risultanze del libro soci, delle segnalazioni Consob, nonché di altre informazioni a disposizione). Azionariato diffuso 37,596% Azioni proprie 2,142% Italmobiliare 60,262% 1.c Azioni Ordinarie Analisi azionariato diffuso in base alle risultanze del libro soci per le operazioni di pagamento dividendo Esercizio 2006; Azionisti iscritti a libro soci: n Fondi esteri 30% 2 Persone fisiche 21% 3 Banche estere 13% 4 Banche italiane 9% 5 Brokers e Conti Omnibus 7% 6 Società estere 6% 7 Società italiane 4% 8 Fondi italiani 3% 9 Assicurazioni estere 3% 10 Assicurazioni italiane 3% 11 Altro 1% Ticker symbol Italcementi Italcementi Italcementi ordinarie risparmio portatore risparmio nominative BLOOMBERG: IT IM ITR IM - REUTERS: ITAI.MI ITAIn.MI - ISIN: IT IT IT Indicatori finanziari (euro) Italcementi S.p.A. Quotazioni (media annuale prezzi ufficiali): - Azione Ordinaria 20,022 19,297 13,312 10,773 9,590 - Azione di Risparmio 13,238 12,589 9,498 7,050 5,649 Dividendo per azione: - Azione Ordinaria (1) 0,360 0,360 0,330 0,300 (2) 0,270 - Azione Risparmio (1) 0,390 0,390 0,360 0,330 (2) 0,300 Rendimento per azione (su media annuale prezzi ufficiali): - Azione Ordinaria 1,80% 1,87% 2,48% 2,78% 2,82% - Azione Risparmio 2,95% 3,10% 3,79% 4,68% 5,31% (1) Proposta del Consiglio di Amministrazione del 26 marzo 2008 (2) Per l esercizio 2003, il dividendo è stato maggiorato di ulteriori Euro 0,05 per azione, a titolo straordinario, per celebrare il 140 Anniversario della Società 17

17 3 Quotazioni e capitalizzazione 3.a Quotazioni Azioni Italcementi (Prezzi Ufficiali), Ultimo Mibtel e S&P/MIB (02/01/ /02/2008) Italcementi ordinarie Italcementi risparmio Indice Ultimo Mibtel Indice S&P/MIB 3.b Andamento Azioni Italcementi (Prezzi Ufficiali), Ultimo Mibtel e S&P/MIB (base = 100) Italcementi ordinarie Italcementi risparmio Indice Ultimo Mibtel Indice S&P/MIB 18

18 Esercizio 2007 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio Consolidato Italcementi S.p.A. Convocazione di Assemblea 13 Bilancio Italcementi S.p.A. Presenza internazionale 14 Parte straordinaria Highlights 16 In Borsa 17 3.c Quotazioni Azioni Italcementi (Prezzi Ufficiali), Ultimo Mibtel e S&P/MIB (02/01/ /02/2008) Italcementi ordinarie Italcementi risparmio Indice Ultimo Mibtel Indice S&P/MIB 3.d Andamento Azioni Italcementi (Prezzi Ufficiali), Ultimo Mibtel e S&P/MIB (base = 100) Italcementi ordinarie Italcementi risparmio Indice Ultimo Mibtel Indice S&P/MIB 19

19 3 Quotazioni e capitalizzazione 3.e Quotazioni e Capitalizzazione dal al Quotazione (euro) Capitalizzazione (milioni di euro) massima minima massima minima Azione Ordinarie 21,690 24,640 13,435 13, Azione di Risparmio 13,437 15,792 9,548 9, Totale Ultimo Mibtel S&P/MIB f Capitalizzazione media mensile (gennaio febbraio 2008) 0 Italcementi risparmio Italcementi ordinarie Capitalizzazione totale 20

20 Esercizio 2007 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio Consolidato Italcementi S.p.A. Convocazione di Assemblea 13 Bilancio Italcementi S.p.A. Presenza internazionale 14 Parte straordinaria Highlights 16 In Borsa 17 4 Scambi presso la Borsa Italiana Data Azioni ordinarie (euro) Azioni di risparmio (euro) Numero Prezzo medio Controvalore Numero Prezzo medio Controvalore azioni mensile scambiato azioni mensile scambiato scambiate ponderato scambiate ponderato Gennaio , , Febbraio , , Marzo , , Aprile , , Maggio , , Giugno , , Luglio , , Agosto , , Settembre , , Ottobre , , Novembre , , Dicembre , , Gennaio , , Febbraio , , a Controvalori scambiati Italcementi risparmio Italcementi ordinarie 21

21 22

22 Bilancio Consolidato Italcementi S.p.A. 23

23 Relazione del Consiglio di amministrazione sulla gestione A seguito dell adozione, da parte dell Unione europea, del Regolamento n del 2002, il bilancio consolidato 2007 di Italcementi S.p.A. è stato elaborato conformemente ai principi contabili internazionali (IAS/IFRS), così come i dati comparativi relativi all esercizio 2006, già pubblicati. I cambiamenti intervenuti nei principi e nelle norme di riferimento, rispetto al 2006, sono dettagliati nelle note illustrative nella sezione Espressione di conformità agli IFRS e non hanno comunque comportato effetti di rilievo. In base a quanto previsto dal citato Regolamento, i principi che devono essere adottati non includono le norme e le interpretazioni pubblicate dall International Accounting Standards Board (IASB) e dall International Financial Reporting Interpretations Committee (IFRIC) al 31 dicembre 2007, ma non ancora omologate dall Unione europea a tale data. L Unione europea ha inoltre omologato ulteriori principi/interpretazioni che, per Italcementi S.p.A., entreranno in vigore dal 1 gennaio 2008 e per i quali si è deciso di non procedere ad un applicazione anticipata. La situazione completa delle variazioni intervenute nell area di consolidamento è rappresentata nelle note illustrative. Le variazioni più rilevanti rispetto al 2006 riguardano: il consolidamento integrale (fino al 1 giugno 2006 proporzionale) della società indiana Zuari Cement Ltd e della sua controllata Sri Vishnu Cement Ltd successivamente fusa nella stessa Zuari Cement Ltd; il consolidamento integrale dal 1 ottobre 2006 delle società Ready Mix Beton Egypt S.A.E. (RMBE) e Ready Mix Beton S.A.E. (RMB) operanti nel settore calcestruzzo in Egitto e di Decom S.A.E, società successivamente acquisita da RMBE, a partire dal 1 luglio 2007; il consolidamento integrale di Cambridge (Canada) dal 1 marzo 2007 e di Arrow (Stati Uniti) dal 1 aprile 2007, operanti nel settore del calcestruzzo; il consolidamento integrale, dal 1 luglio 2007, della società cementiera cinese Fuping Cement Co. Ltd.; il consolidamento integrale, dal 30 settembre 2007, di Hilal Cement Company (Kuwait), società che gestisce due terminali nella parte meridionale dell emirato. Situazione Calcestruzzi Nell ambito del procedimento giudiziario riguardante Calcestruzzi S.p.A., di cui si riferisce più dettagliatamente nel capitolo Vertenze in corso (pag. 69), con provvedimento del 29 gennaio 2008 emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari (GIP) del Tribunale di Caltanissetta, sono stati posti sotto sequestro preventivo i beni costituenti il compendio aziendale di Calcestruzzi S.p.A., così come i titoli rappresentativi dell intero capitale sociale della Calcestruzzi S.p.A. di proprietà della controllante Italcementi S.p.A. e di Sicil-fin S.r.l., società controllata dalla stessa Italcementi S.p.A.. In conseguenza del provvedimento di sequestro è stato nominato un Amministratore giudiziario del compendio aziendale, custode altresì del capitale sociale. Il provvedimento si fonda sull ipotesi che impianti di betonaggio della Calcestruzzi in Sicilia avrebbero fornito ad alcuni cantieri quantitativi di calcestruzzo di qualità difforme da quanto 24

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013 COMUNICATO STAMPA Milano, 28 aprile 2015 SAES Group: l Assemblea approva il bilancio 2014 Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina Roma, 18/10/2012 Francesco La Manno Borsa Italiana Il Codice di Autodisciplina 1999: Prima versione del Codice

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Regolamento emittenti

Regolamento emittenti E Regolamento emittenti Adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 Allegato 5-bis Calcolo del limite al cumulo degli incarichi di amministrazione e controllo di cui Aggiornato con le modifiche apportate

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF )

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente: SALINI

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Delibera n. 17221 del 12.3.2010 A cura della Divisione Tutela del Consumatore Ufficio Relazioni con il Pubblico Giugno 2010 [pagina bianca] Regolamento recante

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Bilancio Consolidato e Separato

Bilancio Consolidato e Separato Bilancio Consolidato e Separato 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE Gruppo Hera Bilancio Consolidato e Separato

Dettagli

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari V Edizione (gennaio 2015) Premessa alla quinta edizione (gennaio 2015) Questa nuova edizione del format per la redazione della relazione

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le società di capitali Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le Società per azioni Art. 2325. Responsabilità. Nella societa' per azioni per le obbligazioni

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Indice. Cariche Sociali. Bilancio della Banca di Legnano dell'esercizio 2008

Indice. Cariche Sociali. Bilancio della Banca di Legnano dell'esercizio 2008 Indice Cariche Sociali Bilancio della Banca di Legnano dell'esercizio 2008 Consiglio di Amministrazione Presidente Corali Enrico ** Vice Presidenti Castelnuovo Emilio ** Martellini Maria ** Consiglieri

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE 2006 AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE Capitale sociale E 60.908.120 interamente versato Sede legale in Milano, via Bernina 7 Registro delle Imprese di Milano n. 264551

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile INSER S.P.A. Proposta di Agevolazione RC Professionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Ordine di Milano Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile Giugno 2014 Indice Proposta di

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Relazione sulle Politiche di Remunerazione

Relazione sulle Politiche di Remunerazione SOCIETÀ CATTOLICA DI ASSICURAZIONE Società cooperativa con sede legale in Verona, Lungadige Cangrande n. 16 Capogruppo del Gruppo Cattolica Assicurazioni, iscritto all Albo dei Gruppi Assicurativi 019

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere.

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Cos è un gruppoaziendale L evoluzione del processo di armonizzazione contabile Le principali caratteristiche del bilancio IAS/IFRS a seguito

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights FCA ha chiuso il terzo trimestre con ricavi in crescita del 14% a 23,6 miliardi di euro e l EBIT in crescita del 7% a 0,9 miliardi di euro. L Indebitamento netto industriale si è attestato a 11,4 miliardi

Dettagli

Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2013 1. Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 17 marzo 2014

Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2013 1. Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 17 marzo 2014 Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2013 1 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 17 marzo 2014 (1) La Relazione è pubblicata nel sito internet della Società all indirizzo

Dettagli