Credito ai progetti di vita. Lorenzo Mancini Laboratorio banca e società

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Credito ai progetti di vita. Lorenzo Mancini Laboratorio banca e società"

Transcript

1 Credito ai progetti di vita Lorenzo Mancini Laboratorio banca e società Roma, 24 novembre 2010

2 Agenda Il Laboratorio Banca e Società Bridge: il primo prestito d onore agli studenti universitari L autocostruzione associata 2

3 Laboratorio Banca e Società MISSIONE STRUMENTI Realizzare il concetto di Banca per il Paese facilitando l accesso al credito di soggetti tradizionalmente non bancabili I progetti/prodotti devono essere sostenibili Per essere innovativi occorre assumere decisioni creditizie basate su nuovi asset immateriali (valore sociale - conoscenza tecnologia) Abbiamo bisogno di valutazioni Dobbiamo esporci a nuovi potenziali costi futuri perchè entriamo in contatto con nuovi e apparentemente difficili creditori Abbiamo bisogno di condividere il rischio possibilmente con i soggetti che ci aiutano nella valuitazione Il Laboratorio riporta direttamente all AD di Intesa Sanpaolo 3

4 Attività e persone incubiamo i progetti nelle fase iniziali e definiamo i prodotti con le divisioni interne contattiamo le Istituzioni e partner da coinvolgere sviluppiamo i prodotti con la Direzione Marketing. copriamo il lancio e la comunicazione interna ed esterna 1 Coordinamento competenze curiosità (crescita personale) lavoro di gruppo Progettazione Applicazioni Web Contrattualistica Comunicazione & Relazione 4

5 Un lavoro di gruppo Istruttoria e progettazione strategica Progettazione operativa, lancio e gestione Attività Attività Attività Attività Attività Attività ISTRUTTORIA ISTRUTTORIA IDEA IDEA PROGETTO PROGETTO CHECK PROGETTAZIONE PROGETTAZIONE STRATEGICA STRATEGICA Verifica la fattibilità, individui il piano di sviluppo e le priorità Definizione del progetto e del budget, scelta del project manager. Individuazione partner, definizione scenari. IT IT PROGETTAZIONE PROGETTAZIONE OPERATIVA E LANCIO OPERATIVA E LANCIO LEGALE LEGALE MEDIA MEDIA Fase Esplorativa Fase progettuale 5

6 Agenda Il Laboratorio Banca e Società Bridge: il primo prestito d onore agli studenti universitari L autocostruzione associata 6

7 I principali elementi di Bridge Bridge prende il via nel giugno 2003 ed è la prima esperienza di prestito universitario in Italia; il primo programma pilota viene realizzato con fondi BEI ( 25 mln), in collaborazione con i tre Politecnici italiani (Milano, Torino e Bari). Ad oggi hanno aderito al programma studenti. In termini contrattuali non è un prestito al consumo ma una combinazione tra un conto corrente con disponibilità crescenti e un finanziamento a medio termine con classico piano di ammortamento. Non vengono richieste garanzie né allo studente né ai suoi genitori. Il tasso applicato è fisso (oggi 4,33%) per l intero programma (12 anni) e viene fissato a giugno di ogni anno come IRS 9 anni + spread 1,50%. Per consentire la ricerca di una occupazione, la restituzione avviene trascorsi 12 mesi (anno ponte) dal termine degli studi. 7

8 Il rischio del prestito d onore Studenti che abbandonano gli studi tra il 1 e il 2 anno Anno 2004: studenti che lavorano a 1 anno dalla laurea Il tasso di abbandono è del 22% nei primi 2 anni. 8

9 Bridge: i principi base Stesse condizioni per tutti gli studenti, a prescindere dall università che frequentano e dal corso di laurea. Le università rilasciano una garanzia calcolata in base al tasso di occupabilità dei laureati. Una piattaforma Web dedicata gestisce tutto il processo Selezione: gli studenti possono aderire a Bridge se hanno accumulato almeno 100 crediti formativi 9

10 Uno strumento utile per il sistema universitario Il prestito ha un impatto sociale positivo: Studente Aumenta l indipendenza economica dello studente Attiva un principio di responsabilità economica Sollecita gli studenti a terminare gli studi in tempo Elimina il ricorso a lavori non qualificati e irregolari Università Attrae più studenti Arricchisce l offerta di servizi Offre soluzioni ai costi di mobilità Aumenta l efficienza riducendo il numero dei fuori corso 10

11 Le caratteristiche del prestito Nella fase di erogazione (3 anni), lo studente può accedere ad una linea di credito crescente solo se mantiene un percorso regolare di studi acquisendo almeno 50/60 crediti per anno o, se al termine della triennale, si iscrive alla specialistica. Lo studente può utilizzare quanto necessita nei limiti della cifra resa disponibile. Dopo un anno ponte, lo studente rimborsa ratealmente solo l ammontare utilizzato con rate mensili di importo costante. Il tasso viene fissato all inizio del programma ed è costante per tutta la durata del finanziamento. Lo studente può estinguere il finanziamento in qualsiasi momento senza penali Fase di erogazione: Massimo 3 Anno ponte Fase di rimborso 8 anni 11

12 I numeri di Bridge Sono 25 le Università convenzionate. A giugno 2010: studenti hanno aderito al programma e hanno utilizzato 51 mln di linee di credito Il 27% degli studenti ha terminato l anno ponte e sta rimborsando il debito. Gli studenti Bridge sono in regola con gli esami (74% vs media nazionale del 55%) e sono più motivati al raggiungimento della laurea. Il 23% è fuori sede e sostiene costi di mobilità e residenza. Gli studenti usano Bridge per sostenere le loro spese in: tasse universitarie, libri e computer, affitto. 12

13 Sintesi dell indagine sul prestito Bridge (gennaio 2010) La cultura finanziaria e il rapporto con le banche è modesta nell età di ingresso all università. La consapevolezza dell esistenza di prodotti per finanziare gli studi è ridotta, anche tra i fuori sede E' riconosciuta l utilità del prodotto in termini generali ma non ne è percepito autonomamente il bisogno. Permane la resistenza culturale generale a non indebitarsi ma anche, nello specifico degli studi universitari, a non impegnarsi in relazione al merito. Il ricorso al finanziamento avviene da parte di chi intende frequentare Università di eccellenza, soprattutto per procedere nella formazione (master, specializzazioni). Bridge è considerato un prodotto vantaggioso da gran parte dei suoi sottoscrittori. L università è il principale veicolo di comunicazione. Progettualità, eccellenza, autorealizzazione, self improvement sono concetti chiave che spingono a richiedere un prestito e possono costituire le basi di un programma di comunicazione. 13

14 Agenda Il Laboratorio Banca e Società Bridge: il primo prestito d onore agli studenti universitari L autocostruzione associata 14

15 Che cos è L autocostruzione associata è l insieme delle attività finalizzate alla costruzione collettiva di abitazioni da parte dei futuri occupanti. E una pratica diffusa sin dalla metà del secolo scorso per soddisfare il bisogno di alloggi in particolare nei paesi del nord Europa. Oggi, di fronte ad un sempre più sentito disagio abitativo, questa pratica è stata riproposta per venire incontro a settori della popolazione a basso reddito e per favorire i processi di integrazione con cittadini immigrati. L autocostruzione associata si fonda sul lavoro dei futuri proprietari, uomini e donne che si impegnano in cantiere durante il loro tempo libero e nei week end. L attività viene svolta sotto la supervisione di un responsabile di cantiere e di animatori sociali, con l appoggio delle amministrazioni locali e con un supporto creditizio dedicato. Tempi di realizzazione circa 3 anni Progetti e processi di costruzione studiati ad hoc Nessuna particolare rischiosità nei cantieri evidenziata sinora 15

16 Come nasce un progetto di autocostruzione Fase 1: verifica preliminare da parte di un Comune della fattibilità del progetto di autocostruzione (terreno PEEP o conversione da altra destinazione). Bando per la selezione di una società in grado di svolgere la funzione di tutor del progetto con ruoli di: supporto alla costituzione della cooperativa di autocostruzione (AC) animazione sociale della cooperativa gestione del cantiere e della contabilità di cantiere fornitore esclusivo dei materiali del cantiere e dei fornitori specializzati assistenza nella ricerca di fonti finanziarie Fase 2: bando del Comune per la selezione dei soci della cooperativa di autocostruzione (requisiti di reddito), costituzione della cooperativa, appalto dei lavori al tutor, accensione di un mutuo su costruendo in capo alla cooperativa, attivazione cantiere. Fase 3: assegnazione degli alloggi per sorteggio ai soci, frazionamento catastale, ripartizione del mutuo e accollo L autocostruzione è un progetto del Comune che, senza impegno economico, promuove iniziative di housing sociale 16

17 Vantaggi Comune alternativa conveniente all edilizia popolare tradizionale, strategia per rendere di nuovo liberi gli alloggi di edilizia popolare, elevata visibilità, sostiene l integrazione multiculturale, Autocostruttori accesso alla casa di proprietà a costi sostenibili per nuclei familiari a basso redito e tuttavia in grado di rimborsare un mutuo bancario. Collettività miglioramento delle relazioni locali, coesione sociale, e vero strumento di integrazione, apprendimento e sperimentazione del modello cooperativo Banca nuovi mutui, penetrazione su nuove fasce di clientela emergente 17

18 Ruolo della Banca Banca Prossima (banca del Gruppo esclusivamente dedicata a sostenere le iniziative del terzo settore) eroga alle cooperative di autocostruzione un mutuo su costruendo pari all importo dello sviluppo del progetto (costo del terreno, costo dell appalto) compresi gli interessi che maturerà il mutuo Intesa Sanpaolo, terminati i lavori e a seguito del frazionamento, concede ai singoli soci della cooperativa un mutuo di un valore pari al 100% del costo di assegnazione. Vincoli: Rispetto dei principi di sostenibilità del credito per le operazioni di sviluppo immobiliare Rispetto delle regole di concessione a privati Banca Prossima partecipa da subito al progetto definendo con Comune e Tutor, alcuni vincoli di sostenibilità 18

19 I progetti in corso: Casalmaggiore (CR) 19 alloggi 2,1 mln mutuo Ghana Albania - Egitto Avvio marzo 2008 Consegna gen

20 I progetti in corso: Cadoneghe (PD) 16 alloggi 2,3 mln mutuo Sud America Ucraina - Romania Avvio gen 2010 Consegna sett

CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE DEL PERSONALE Finanziamenti Società interessate: Ambito: Tutti

CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE DEL PERSONALE Finanziamenti Società interessate: Ambito: Tutti Circolare n. 36 del 29 maggio 2012 Oggetto: Finanziamenti ai Dipendenti Serie: PERSONALE Argomento: CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE DEL PERSONALE Finanziamenti Società interessate: Ambito: Tutti

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì - Cesena REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A STUDENTI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale nr. 52 del 30/10/2009 CAPO

Dettagli

diamoglicredito finanziamenti a studenti universitari e post-universitari

diamoglicredito finanziamenti a studenti universitari e post-universitari diamoglicredito finanziamenti a studenti universitari e post-universitari diamogli credito Sei uno studente universitario, magari ti sei procurato un piccolo lavoro nel fine settimana per sostenerti negli

Dettagli

AGENZIA PER Il DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI FIDUCIARI - ANNO ACCADEMICO 2008/2009 - ARTICOLO 1

AGENZIA PER Il DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI FIDUCIARI - ANNO ACCADEMICO 2008/2009 - ARTICOLO 1 AGENZIA PER Il DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI FIDUCIARI - ANNO ACCADEMICO 008/009 - ARTICOLO OGGETTO DEL BANDO. Il presente bando disciplina il conferimento

Dettagli

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA NOTA TECNICA SUL PIANO CASA L art. 11 della legge 133/08 ha inteso rilanciare un Piano Casa per realizzare un offerta di alloggi in proprietà e in locazione prima casa nelle aree di bisogno abitativo,

Dettagli

AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO

AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO per l innovazione della città CHANGE MILANO è un iniziativa del Partito Democratico: un piano di progetti d innovazione per il governo della Città AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO Per aprire la

Dettagli

1) REQUISITI DI PARTECIPAZIONE, DURATA E AMMONTARE DEL PRESTITO.

1) REQUISITI DI PARTECIPAZIONE, DURATA E AMMONTARE DEL PRESTITO. BANDO DI CONCORSO PER L EROGAZIONE DI PRESTITI FIDUCIARI A CONDIZIONI AGEVOLATE A STUDENTI CAPACI E MERITEVOLI ISCRITTI ALL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA - ANNO ACCADEMICO 2006/2007 IL RETTORE

Dettagli

Progetto In.Volo. Iniziativa per il Volontariato in Lombardia

Progetto In.Volo. Iniziativa per il Volontariato in Lombardia Progetto In.Volo. Iniziativa per il Volontariato in Lombardia Le organizzazioni di volontariato in Lombardia La Lombardia è la regione italiana che detiene il maggior numero di organizzazioni iscritte

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE. AVVISO PUBBLICO per l attivazione del progetto Prestiti fiduciari agli studenti

PROVINCIA DI LECCE. AVVISO PUBBLICO per l attivazione del progetto Prestiti fiduciari agli studenti PROVINCIA DI LECCE AVVISO PUBBLICO per l attivazione del progetto Prestiti fiduciari agli studenti In esecuzione della deliberazione della G.P. n. 131 del 9.6.2011, dichiarata immediatamente eseguibile,

Dettagli

Il modello cooperativo e l accesso al credito: criticità e soluzioni. Lorenzo Mancini Responsabile Regionale Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna

Il modello cooperativo e l accesso al credito: criticità e soluzioni. Lorenzo Mancini Responsabile Regionale Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna Il modello cooperativo e l accesso al credito: criticità e soluzioni Lorenzo Mancini Responsabile Regionale Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna Bologna, 23 gennaio 2015 Nonprofit: un pilastro del Paese Il

Dettagli

Tabella di sintesi. Incentivo In vigore dal Attuazione

Tabella di sintesi. Incentivo In vigore dal Attuazione SCHEDE SINTETICHE Tabella di sintesi Incentivo In vigore dal Attuazione Digitalizzazione R&S Voucher IT (Information Technology) 24 dicembre 2013 Credito d imposta 24 dicembre 2013 Artigianato digitale

Dettagli

AEDIFICA CASA.COM LINEA AEDIFICA I PRODOTTI DI CREDITO FONDIARIO EDILIZIO PER LE IMPRESE

AEDIFICA CASA.COM LINEA AEDIFICA I PRODOTTI DI CREDITO FONDIARIO EDILIZIO PER LE IMPRESE LINEA AEDIFICA I PRODOTTI DI CREDITO FONDIARIO EDILIZIO PER LE IMPRESE FINANZIAMENTI ALL EDILIZIA COSTRUTTORE esigenze finanziarie per la realizzazione dell intera opera (cantiere) Mutuo originario COMPRATORE

Dettagli

CALL PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI D ONORE AGLI STUDENTI DEL POLITECNICO DI TORINO

CALL PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI D ONORE AGLI STUDENTI DEL POLITECNICO DI TORINO CALL PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI D ONORE AGLI STUDENTI DEL POLITECNICO DI TORINO a valere sulla Convezione stipulata tra Fondazione Giovanni Agnelli, Banca Sella SpA e Politecnico di Torino Disponibile

Dettagli

L AUTOCOSTRUZIONE ASSOCIATA. Ottavio Tozzo Presidente Alisei Ong

L AUTOCOSTRUZIONE ASSOCIATA. Ottavio Tozzo Presidente Alisei Ong L AUTOCOSTRUZIONE ASSOCIATA Ottavio Tozzo Presidente Alisei Ong ALISEI - CHI SIAMO Alisei OnG è una Organizzazione non Governativa che opera in ambito nazionale e internazionale nel settore della cooperazione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CREDITO AL CONSUMO

FOGLIO INFORMATIVO CREDITO AL CONSUMO (das Informationsblatt in deutscher Sprache ist in Ausarbeitung) FOGLIO INFORMATIVO CREDITO AL CONSUMO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via Siemens,

Dettagli

Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale

Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale IL FONDO INVESTIMENTI PER L ABITARE NEL SISTEMA INTEGRATO DI FONDI Stefano Brancaccio febbraio 2011 Il contesto di riferimento Con

Dettagli

Banca Marche a supporto delle nuove imprese

Banca Marche a supporto delle nuove imprese Banca Marche a supporto delle nuove imprese Università di Urbino 23/01/2014 Giordano Fulvi Responsabile Servizio Marketing PMI 1 PREMESSA Il perdurare della crisi sta determinando un trend negativo nel

Dettagli

Fondazione per il Merito (art. 9, co. 3-16 decreto legge sviluppo n. 70/2011)

Fondazione per il Merito (art. 9, co. 3-16 decreto legge sviluppo n. 70/2011) Fondazione per il Merito (art. 9, co. 3-16 decreto legge sviluppo n. 70/2011) Panel di discussione - Roma, 26 luglio 2011 Sala della Maggioranza, Ministero dell economia e delle finanze Il percorso La

Dettagli

ROMA CAPITALE GESTIONE COMMISSARIALE

ROMA CAPITALE GESTIONE COMMISSARIALE Roma Capitale Gestione Commissariale L attività del Commissario Straordinario del Governo per il rientro del debito pregresso del Comune di Roma Roma, 11 gennaio 2012 1 Sommario del documento 1. Contesto

Dettagli

! Perché si chiama Bridge? Perché rappresenta un ponte di collegamento tra la realtà universitaria e il mondo del lavoro.

! Perché si chiama Bridge? Perché rappresenta un ponte di collegamento tra la realtà universitaria e il mondo del lavoro. FAQ (frequently asked questions) DOMANDE GENERICHE! Cosa è IntesaBridge? È un nuovo servizio che i Politecnici propongono ai propri studenti: un prestito personale (sotto forma di scoperto di conto corrente)

Dettagli

Foglio informativo (I0404) MUTUO IPOTECARIO TASSO MISTO CON OPZIONE TRIENNALE (Cat. 59)

Foglio informativo (I0404) MUTUO IPOTECARIO TASSO MISTO CON OPZIONE TRIENNALE (Cat. 59) Foglio informativo (I0404) MUTUO IPOTECARIO TASSO MISTO CON OPZIONE TRIENNALE (Cat. 59) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze) Società Cooperativa

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIANNI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIANNI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4536 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato GIANNI Disposizioni per ridurre il disagio abitativo mediante la partecipazione delle regioni

Dettagli

ACCADEMIA DI PROGETTAZIONE SOCIALE MAURIZIO MAGGIORA

ACCADEMIA DI PROGETTAZIONE SOCIALE MAURIZIO MAGGIORA Un nuovo modo di vivere la progettazione sociale... ACCADEMIA DI PROGETTAZIONE SOCIALE MAURIZIO MAGGIORA Diventare «progettista sociale esperto» Torino, 14 marzo 2013 Agenda Accademia di Progettazione

Dettagli

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE Un progetto per l autonomia l dei giovani: PERCHE I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: Il prolungamento della gioventù Il ritardo nell accesso

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO DESTINATO A CLIENTELA PRIVATA

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO DESTINATO A CLIENTELA PRIVATA (das Informationsblatt in deutscher Sprache ist in Ausarbeitung) FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO DESTINATO A CLIENTELA PRIVATA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società

Dettagli

Diamogli Credito. Protocollo d Intesa tra ABI e Governo per giovani studenti che decidono di investire sulla propria formazione

Diamogli Credito. Protocollo d Intesa tra ABI e Governo per giovani studenti che decidono di investire sulla propria formazione Diamogli Credito Protocollo d Intesa tra ABI e Governo per giovani studenti che decidono di investire sulla propria formazione Il Ministero per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive (POGAS) e l

Dettagli

1. INTERVENTI VOLTI A FAVORIRE PERCORSI DI ECCELLENZA

1. INTERVENTI VOLTI A FAVORIRE PERCORSI DI ECCELLENZA 1. INTERVENTI VOLTI A FAVORIRE PERCORSI DI ECCELLENZA 3.a) Alta formazione Soggetto competente: Opera Universitaria 1. FINALITA DELL INTERVENTO L intervento ha l obiettivo di incentivare la partecipazione

Dettagli

I FINANZIAMENTI AGLI STRANIERI

I FINANZIAMENTI AGLI STRANIERI I FINANZIAMENTI AGLI STRANIERI Anche gli stranieri hanno capito che è conveniente acquistare un immobile in virtù del costo del denaro sui prestiti ipotecari che nonostante gli aumenti di questi ultimi

Dettagli

IL SISTEMA CAMERALE MILANESE

IL SISTEMA CAMERALE MILANESE IL SISTEMA CAMERALE MILANESE L impresa al centro Siamo un istituzione al servizio delle imprese. Oltre alle funzioni anagrafiche e certificative, ci occupiamo di promuovere la crescita del sistema imprenditoriale

Dettagli

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: il prolungamento della gioventù, il ritardo nell accesso

Dettagli

CODICE VOLONTARIO DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA

CODICE VOLONTARIO DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA CODICE VOLONTARIO DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA SEZIONE I relativa alle INFORMAZIONI GENERALI a proposito dei MUTUI offerti (da consegnare al consumatore nella fase precontrattuale) Pagina 1 di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI IL RETTORE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI IL RETTORE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI Decreto Rettorale n. 266 del 26/11/2008 OGGETTO : IV Bando per la concessione di Prestiti d onore agli studenti dell Università degli Studi di Cagliari - A.A. 2008/2009

Dettagli

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE Ascolto, attenzione, accompagnamento verso il bisogno primario della casa. Questo è l impegno costante che Regione Lombardia garantisce alle giovani

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI PRESTITI FIDUCIARI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO A.A. 2007/2008 IL RETTORE

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI PRESTITI FIDUCIARI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO A.A. 2007/2008 IL RETTORE BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI PRESTITI FIDUCIARI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO A.A. 2007/2008 IL RETTORE VISTA la delibera della Giunta Regionale della Lombardia n. 3004 del 27.7.2006

Dettagli

Agenda. Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria. Consulenza globale. Ambiti d intervento. Conferma e arricchimento soluzioni

Agenda. Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria. Consulenza globale. Ambiti d intervento. Conferma e arricchimento soluzioni Agenda Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria Consulenza globale Ambiti d intervento Conferma e arricchimento soluzioni 1 Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria Un impegno

Dettagli

Disponibile agli indirizzi: https://didattica.polito.it/tasse_borse_e_premi/bandi_borse_e_premi.html

Disponibile agli indirizzi: https://didattica.polito.it/tasse_borse_e_premi/bandi_borse_e_premi.html CALL PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI D ONORE AGLI STUDENTI DEL POLITECNICO DI TORINO iscritti a corsi di Laurea Magistrale nell anno accademico 2014/15 a valere sulla Convezione stipulata tra Fondazione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO COMPARATIVO relativo ai MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO INFORMATIVO COMPARATIVO relativo ai MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0819776411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85)

Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze)

Dettagli

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Microcredito La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Gennaio 2016 Normativa relativa al Microcredito in Italia. Il Microcredito è stato oggetto negli anni di continue evoluzioni

Dettagli

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA Bari, 27 ottobre 2014 Lorenzo Minnielli Obiettivi Il Fondo Microcredito d Impresa della Puglia è lo strumento con cui la Regione Puglia offre alle micro imprese

Dettagli

Foglio informativo (I0407) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85)

Foglio informativo (I0407) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) Foglio informativo (I0407) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino-Firenze)

Dettagli

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida Regione Toscana Regione Toscana Guida Indice Presentazione Un progetto per l autonomia dei giovani Le opportunità di Giovanisì Tirocini Casa Servizio civile Fare impresa Lavoro Studio e formazione Info

Dettagli

Disponibile agli indirizzi: https://didattica.polito.it/tasse_borse_e_premi/bandi_borse_e_premi.html

Disponibile agli indirizzi: https://didattica.polito.it/tasse_borse_e_premi/bandi_borse_e_premi.html CALL PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI D ONORE AGLI STUDENTI DEL POLITECNICO DI TORINO iscritti a corsi di Laurea Magistrale nell anno accademico 2013/14 a valere sulla Convezione stipulata tra Fondazione

Dettagli

A G E V O L A Z I O N I E C O N O M I C H E D I R I T T O A L L O S T U D I O

A G E V O L A Z I O N I E C O N O M I C H E D I R I T T O A L L O S T U D I O A G E V O L A Z I O N I E C O N O M I C H E D I R I T T O A L L O S T U D I O Al centro immatricolazioni è presente lo sportello dell EDISU (ente per il diritto allo studio universitario) per ottenere

Dettagli

TRA la Regione Lazio (d ora in poi denominata Regione), con sede in Roma Via Cristoforo Colombo 212,C.F. 80143490581, rappresentata dal E

TRA la Regione Lazio (d ora in poi denominata Regione), con sede in Roma Via Cristoforo Colombo 212,C.F. 80143490581, rappresentata dal E ALLEGATO A Schema di Convenzione per la gestione del Fondo di rotazione per la realizzazione di programmi pluriennali di edilizia residenziale agevolata di cui all art. 82 della Lr n. 8/2002 e successive

Dettagli

Foglio Informativo Mutui Fondiari Tasso BCE

Foglio Informativo Mutui Fondiari Tasso BCE Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0819776411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

AVVISO 2013 PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI. Premessa

AVVISO 2013 PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI. Premessa ALLEGATO A ALLA D.G.R DEL 2013 AVVISO 2013 PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI Premessa L iniziativa s inserisce nell ambito della collaborazione attivata

Dettagli

PRESTITO SOCI BPC TASSO MISTO

PRESTITO SOCI BPC TASSO MISTO scheda prodotto PRESTITO SOCI BPC rilascio del 02.05.2014 FOGLIO INFORMATIVO PRESTITO SOCI BPC TASSO MISTO INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica BANCA POPOLARE DEL CASSINATE Società

Dettagli

AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI

AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI 1. Definizioni Prima casa ammessa a contributo. Si intende l abitazione che usufruisce delle agevolazioni

Dettagli

Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85)

Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino-Firenze)

Dettagli

L.R. 52/2009 Prestito sociale d onore - Aggiornamento al 12 gennaio 2015 1

L.R. 52/2009 Prestito sociale d onore - Aggiornamento al 12 gennaio 2015 1 PRESTITO SOCIALE D ONORE Legge Regione Valle d Aosta 23 dicembre 2009, n. 52 Interventi regionali per l'accesso al credito sociale INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO Finanziaria Regionale Valle d Aosta -

Dettagli

Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano?

Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano? Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano? Il quadro attuale (e uno sguardo al futuro) Federica Laudisa La dimensione sociale degli studi in Europa e in Italia: quali risposte alle nuove domande?

Dettagli

3 - Requisiti di MERITO e REDDITO

3 - Requisiti di MERITO e REDDITO Azienda regionale per il diritto allo studio universitario Via dell Artigliere, 9 79 Verona - P.IVA: 070 Tel: 0-808 Fax: 0-8080 E-mail: segreteria@esu.vr.it Internet: http://www.esu.vr.it ALLEG ATO (B)

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI AGENZIA DEL LAVORO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L IMPIEGO 1. LA CONDIZIONE GIOVANILE SUL MERCATO DEL LAVORO IN PROVINCIA DI TRENTO

Dettagli

Le risposte alle domande più frequenti Analisi e Gestione dei Fenomeni Sociali, Organizzativi e Territoriali 1. Si trova facilmente lavoro?

Le risposte alle domande più frequenti Analisi e Gestione dei Fenomeni Sociali, Organizzativi e Territoriali 1. Si trova facilmente lavoro? Le risposte alle domande più frequenti sul Corso di Laurea triennale in Analisi e Gestione dei Fenomeni Sociali, Organizzativi e Territoriali Facoltà di Scienze Politiche Università del Piemonte Orientale,

Dettagli

Il meccanismo degli aiuti alle imprese

Il meccanismo degli aiuti alle imprese Il meccanismo degli aiuti alle imprese Gestione gestiti delle da Finpiemonte Agevolazioni Torino, 25 gennaio 2012 Premessa Gli aiuti alle imprese gestiti da Finpiemonte sono istituiti sotto forma di regime

Dettagli

Foglio Informativo Mutui Fondiari

Foglio Informativo Mutui Fondiari Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0819776411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

L esperienza di Fondazione Housing Sociale MIlano, 29 novembre 2013

L esperienza di Fondazione Housing Sociale MIlano, 29 novembre 2013 RISERVATO E CONFIDENZIALE L esperienza di Fondazione Housing Sociale MIlano, 29 novembre 2013 Fondazione Housing Sociale nasce per rispondere a un bisogno La Fondazione Housing Sociale ( FHS o la Fondazione

Dettagli

7/a sub. 1 Foglio comparativo dei mutui ipotecari per l acquisto dell abitazione principale

7/a sub. 1 Foglio comparativo dei mutui ipotecari per l acquisto dell abitazione principale Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 7/a sub. 1 Foglio comparativo dei mutui ipotecari per l acquisto dell abitazione principale INFORMAZIONI

Dettagli

PRESTITI FIDUCIARI UNICREDIT AD HONOREM

PRESTITI FIDUCIARI UNICREDIT AD HONOREM PRESTITI FIDUCIARI UNICREDIT AD HONOREM AVVISO PER GLI STUDENTI DEI MASTER, SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE E DEI TIROCINI FORMATIVI ATTIVI (TFA) ISTITUITI E GESTITI DALL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO A.A.

Dettagli

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. Sede Legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/B - 44042 CENTO (FE) Tel. 051 6833111 - Fax 051 6833237 CODICE FISCALE, PARTITA IVA e Numero

Dettagli

CREDITO AL MERITO AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER L EROGAZIONE DI CREDITI LEGATI AD ATTIVITA FORMATIVE

CREDITO AL MERITO AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER L EROGAZIONE DI CREDITI LEGATI AD ATTIVITA FORMATIVE che Giovanili e pari opportunità CREDITO AL MERITO AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER L EROGAZIONE DI CREDITI LEGATI AD ATTIVITA FORMATIVE Scadenza bando: 1 fase 30.06.2012 2 fase 30.10.2012 3 fase 28.02.2013

Dettagli

MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI

MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI F O G L I O I N F O R M A T I V O MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Via Vittorio Veneto, 119 00187 Roma Telefono

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 46/ 42 DEL 27.12.2010

DELIBERAZIONE N. 46/ 42 DEL 27.12.2010 DELIBERAZIONE N. 46/ 42 Oggetto: Legge regionale n. 3/ 2008, art. 4, comma 1, lett. b). Assegni di merito a favore degli studenti universitari. U.P.B. S02.01.009 Pos. Fin. SC2.0183. Disponibilità finanziaria

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 63/001. relativo al PRESTITO LAUREATI INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO N. 63/001. relativo al PRESTITO LAUREATI INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OFFERTO ALLE IMPRESE

MUTUO CHIROGRAFARIO OFFERTO ALLE IMPRESE MUTUO CHIROGRAFARIO OFFERTO ALLE IMPRESE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Anagni Società Cooperativa Piazza G. Marconi n. 17-03012 ANAGNI (FR) Tel.: 0775 73391 - Fax: 0775 728276

Dettagli

Circolare n 10. Oggetto. Quartu S.E., 03 ottobre 2011

Circolare n 10. Oggetto. Quartu S.E., 03 ottobre 2011 Quartu S.E., 03 ottobre 2011 Circolare n 10 Oggetto Legge di Finanziamento: Comunitaria Nazionale Regionale Comunale Settore: Artigianato, Commercio, Servizi, Industria ed Agricoltura La circolare fornisce

Dettagli

AAA GIOVANE PRECARIO CERCA CASA

AAA GIOVANE PRECARIO CERCA CASA AAA GIOVANE PRECARIO CERCA CASA RICERCA SULL EMERGENZA ABITATIVA A TORINO TORINO, 10 MARZO 2011 1 Ogni individuo ha il diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio

Dettagli

CRITERI PER L ACCESSO AI PRESTITI SULL ONORE

CRITERI PER L ACCESSO AI PRESTITI SULL ONORE 42 CRITERI PER L ACCESSO AI PRESTITI SULL ONORE ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 220/I0093427 P.G. NELLA SEDUTA DEL 20/12/2004 A RIFERIMENTI NORMATIVI L. 285/1997, art. 4 La L. 285/1997

Dettagli

Foglio informativo (I0407) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE TASSO BCE CON CAP PGC (Cat. 60)

Foglio informativo (I0407) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE TASSO BCE CON CAP PGC (Cat. 60) Foglio informativo (I0407) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE TASSO BCE CON CAP PGC (Cat. 60) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze) Società Cooperativa

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari PROGETTO FACILITO GIOVANI E INNOVAZIONE SOCIALE Finalità Gli obiettivi specifici

Dettagli

DESCRIZIONE DEL CAMPIONE DI CITTADINI CHE HANNO COMPILATO IL QUESTIONARIO

DESCRIZIONE DEL CAMPIONE DI CITTADINI CHE HANNO COMPILATO IL QUESTIONARIO DESCRIZIONE DEL CAMPIONE DI CITTADINI CHE HANNO COMPILATO IL QUESTIONARIO I questionari sul credito al consumo sono stati somministrati ad un campione accidentale non probabilistico costituito da 1.725

Dettagli

BPER per le imprese innovative Il ruolo degli intermediari finanziari regionali ed interregionali

BPER per le imprese innovative Il ruolo degli intermediari finanziari regionali ed interregionali BPER per le imprese innovative Il ruolo degli intermediari finanziari regionali ed interregionali Giuseppe Lisi Milano, 18 Novembre 2015 BPER per le imprese innovative AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE AGEVOLAZIONI

Dettagli

Regolamento per la concessione del prestito d onore

Regolamento per la concessione del prestito d onore Regolamento per la concessione del prestito d onore Oggetto Il regolamento disciplina l'erogazione, la gestione ed il piano di rimborso del prestito d onore. Il prestito d onore è un un finanziamento a

Dettagli

ISTITUTIVO DEI PRESTITI D ONORE

ISTITUTIVO DEI PRESTITI D ONORE REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEI PRESTITI D ONORE Approvato con D.C.C. n. 169 del 09.11.1995 e D.C.C. n. 6 del 13.02.1996 esecutive FINALITÀ Art. 1 1. La legge 142/90 e lo Statuto Comunale pongono a carico delle

Dettagli

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA INFORMAZIONI GENERALI SULLE DIVERSE TIPOLOGIE DI MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (ai sensi del D.L. n. 185/2008)

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO L.P.21/1992, PIANO STRAORDINARIO 2006-2007 L.P.20/2005 ART. 58 E PIANO STRAORDINARIO 2009 L.P. 23/2007 ART. 53

MUTUO CHIROGRAFARIO L.P.21/1992, PIANO STRAORDINARIO 2006-2007 L.P.20/2005 ART. 58 E PIANO STRAORDINARIO 2009 L.P. 23/2007 ART. 53 FOGLIO INFORMATIVO _Riserve} MUTUO CHIROGRAFARIO L.P.21/1992, PIANO STRAORDINARIO 2006-2007 L.P.20/2005 ART. 58 E PIANO STRAORDINARIO 2009 L.P. 23/2007 ART. 53 {N_Aggiornamento} Data aggiornamento: 02/02/2011

Dettagli

LE POLITICHE GIOVANILI IN ITALIA: ESPERIENZE E PROSPETTIVE

LE POLITICHE GIOVANILI IN ITALIA: ESPERIENZE E PROSPETTIVE www.riccardograssi.it info@riccardograssi.it Master interuniversitario Joventut i Societat Condizione giovanile e politiche giovanili nel sud Europa LE POLITICHE GIOVANILI IN ITALIA: ESPERIENZE E PROSPETTIVE

Dettagli

Dieci Talenti. Opportunità di Microcredito. Accoglienza Ascolto Accompagnamento. Susanna Piccioni Palermo 22 novembre 2013

Dieci Talenti. Opportunità di Microcredito. Accoglienza Ascolto Accompagnamento. Susanna Piccioni Palermo 22 novembre 2013 Dieci Talenti Opportunità di Microcredito Accoglienza Ascolto Accompagnamento Susanna Piccioni Palermo 22 novembre 2013 Il progetto Dieci Talenti fa capo alla Fondazione Don Mario Operti, istituzione voluta

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO CASA

MUTUO IPOTECARIO CASA scheda prodotto MUTUO IPOTECARIO CASA rilascio del 30.08.2013 FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO CASA Tipologia di prodotto: Clientela di destinazione: Profili di utilizzo: MUTUO IPOTECARIO CASA CONSUMATORE

Dettagli

MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI

MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI F O G L I O I N F O R M A T I V O MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Via Vittorio Veneto, 119 00187 Roma Telefono

Dettagli

MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI

MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI F O G L I O I N F O R M A T I V O MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Via Vittorio Veneto, 119 00187 Roma Telefono

Dettagli

Art. 1 Oggetto e procedura dell appalto. Art. 2 Norma di salvaguardia. Art. 3 Normativa di riferimento. Art. 4 Vincolatività delle offerte

Art. 1 Oggetto e procedura dell appalto. Art. 2 Norma di salvaguardia. Art. 3 Normativa di riferimento. Art. 4 Vincolatività delle offerte Università per Stranieri di Siena CAPITOLATO D ONERI APPALTO PER LA CONTRAZIONE DI UN MUTUO IPOTECARIO TRENTENNALE A TASSO FISSO PER UN IMPORTO COMPRESO FRA UN MINIMO DI EURO 13.635.204,00 ED UN MASSIMO

Dettagli

Imprenditori innovativi incontrano menti creative di giovani universitari

Imprenditori innovativi incontrano menti creative di giovani universitari Imprenditori innovativi incontrano menti creative di giovani universitari Finalità dell iniziativa MImprendoItalia propone una competizione nazionale tra team multidisciplinari di studenti impegnati a

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A FUSIGNANO

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A FUSIGNANO DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A FUSIGNANO Art. 1 - Premessa Il Comune di Fusignano, pone in essere azioni finalizzate a favorire l incremento

Dettagli

3. SOCIALE. 3.3 Politiche abitative

3. SOCIALE. 3.3 Politiche abitative 3. SOCIALE 3.3 Politiche abitative INDICE Inquadramento strategico..................... pag. 65 Risorse impiegate........................ pag. 66-67 I progetti innovativi....................... pag. 68-69

Dettagli

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO AGGIORNATO AL 16 NOVEMBRE 2010 PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO Prodotti e servizi per il consolidamento delle passività a breve Pag. 1. Credimpresa BNL per associati Assolombarda Finanziamento per aziende

Dettagli

Sommario: Questionario Studio del Settore del Microcredito nell Unione Europe 2010-2011 ; Versione 06.03.2012 pag 1

Sommario: Questionario Studio del Settore del Microcredito nell Unione Europe 2010-2011 ; Versione 06.03.2012 pag 1 Rete Europea di Microfinanza Studio del Settore del Microcredito nell Unione Europea 2010-2011 Questionario per l indagine sulle istituzioni di microfinanza Sommario: I. Caratteristiche istituzionali chiave

Dettagli

Vademecum per accollo mutuo

Vademecum per accollo mutuo Vademecum per accollo mutuo 1. ACCOLLO MUTUO: di cosa si tratta? La Cooperativa dà la possibilità ai propri Soci assegnatari di accollarsi una quota di mutuo da essa stipulato per l intervento, quale modalità

Dettagli

LEGGE GIOVANI: Provvedimenti per l inserimento lavorativo, la disponibilità abitativa, lo sviluppo culturale, la partecipazione attiva dei giovani

LEGGE GIOVANI: Provvedimenti per l inserimento lavorativo, la disponibilità abitativa, lo sviluppo culturale, la partecipazione attiva dei giovani Consigliere provinciale MAURO MINNITI Via Perathoner, 10 39100 BOLZANO Tel. 0471-946209 www.minnitimauro.it info@minnitimauro.it DISEGNO DI LEGGE PROVINCIALE LEGGE GIOVANI: Provvedimenti per l inserimento

Dettagli

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA 10 GIORNATE DI AULA E 3 MESI IN AZIENDE INNOVATIVE 1

Dettagli

Bollettino Ufficiale n. 3/I-II del 15/01/2013 / Amtsblatt Nr. 3/I-II vom 15/01/2013 146

Bollettino Ufficiale n. 3/I-II del 15/01/2013 / Amtsblatt Nr. 3/I-II vom 15/01/2013 146 Bollettino Ufficiale n. 3/I-II del 15/01/2013 / Amtsblatt Nr. 3/I-II vom 15/01/2013 146 82496 Deliberazioni - Parte 1 - Anno 2012 Provincia Autonoma di Trento DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE del

Dettagli

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. Sede Legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/B - 44042 CENTO (FE) Tel. 051 6833111 - Fax 051 6833237 CODICE FISCALE, PARTITA IVA e Numero

Dettagli

CENTRO STUDI CNA SCHEDE SINTETICHE

CENTRO STUDI CNA SCHEDE SINTETICHE SCHEDE SINTETICHE Dati al 30.06.2015 Digitalizzazione R&S Tabella di sintesi*/1 Incentivo In vigore dal Attuazione Voucher IT (Information Technology) 24 dicembre 2013 Credito d imposta 24 dicembre 2013

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al mutuo garantito da ipoteca per l acquisto dell abitazione principale TASSO FISSO

FOGLIO INFORMATIVO relativo al mutuo garantito da ipoteca per l acquisto dell abitazione principale TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO relativo al mutuo garantito da ipoteca per l acquisto dell abitazione principale TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA EMILVENETA S.P.A. Viale Reiter, 34 41121 - Modena Tel.: 059/235785

Dettagli

In corso di pubblicazione le procedure per accedere agli interventi del Fondo di Garanzia in favore del microcredito

In corso di pubblicazione le procedure per accedere agli interventi del Fondo di Garanzia in favore del microcredito Fabio Mora Dottore Commercialista Revisore Contabile partita iva 01520610443 Cod. Fisc. MROFBA66B10G920A A mezzo fax / e.mail Circolare n. 6/2015 A tutti i signori clienti loro sedi Porto San Giorgio,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO PER AZIENDE

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO PER AZIENDE (das Informationsblatt in deutscher Sprache ist in Ausarbeitung) FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO PER AZIENDE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per

Dettagli

Prospetto con dati aggiornati al 20/01/2014 Pagina 1 di 9

Prospetto con dati aggiornati al 20/01/2014 Pagina 1 di 9 . AGGIORNAMENTO N.35 20/01/2014 Come previsto dalla Banca d Italia nelle Disposizioni di Vigilanza del 30/12/2008, in relazione all oggetto, si elencano nel prospetto seguente le diverse tipologie di mutui

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 95 DEL 5-12-1977 REGIONE SICILIA. Interventi in favore delle cooperative edilizie.

LEGGE REGIONALE N. 95 DEL 5-12-1977 REGIONE SICILIA. Interventi in favore delle cooperative edilizie. Legge 1977095 Pagina 1 di 7 LEGGE REGIONALE N. 95 DEL 5-12-1977 REGIONE SICILIA Interventi in favore delle cooperative edilizie. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIA N. 55 del 10 dicembre

Dettagli