Elementi di tecnologia e i principali rischi per la salute per i lavoratori nelle attività di Saldatura e Verniciatura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Elementi di tecnologia e i principali rischi per la salute per i lavoratori nelle attività di Saldatura e Verniciatura"

Transcript

1 U.O.Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Elementi di tecnologia e i principali rischi per la salute per i lavoratori nelle attività di Saldatura e Verniciatura Piacenza, 6 Maggio 2011 A cura di Anna Bosi La saldatura Permette la congiunzione di parti metalliche mediante l azione del calore o della pressione AUTOGENA: il metallo da saldare partecipa direttamente con fusione delle superficie e dei bordi, senza apporto o con apporto di un metallo. Il metallo di apporto si presenta sottoforma di: Bacchette, Elettrodo, Filo e ha composizione molto simile al metallo base ETEROGENEA (saldo-brasatura): la fusione riguarda solo il metallo di apporto, mentre il metallo base si riscalda soltanto. Con apporto di metallo diverso da quello dei pezzi da unire. Si raggiungono temperature inferiori.

2 Saldatura Autogena A gas Ad arco elettrico Autogena A gas: utilizza come sorgente di calore una fiamma ottenuta da gas + ossigeno Ossiacetilenica (ossigeno e acetilene in parti uguali, T fiamma = 3050 C) Ossidrica (ossigeno e idrogeno, T fiamma =2465 C, per metalli a basso punto di fusione: Al, Pb, Mg Ossibenzinica ossigeno e benzina, per la saldatura del Piombo. Ad arco elettrico : passaggio di corrente attraverso gas ionizzato L arco scocca tra l elettrodo e le parti metalliche sottoposte a differenza di potenziale utile, al raggiungimento di una temperatura che permetta l emissione degli elettroni (T= 3800 C)

3 Saldatura ad arco elettrico Si utilizza il calore generato dall arco elettrico che si sviluppa tra l elettrodo e le parti metalliche sottoposte ad una differenza di potenziale utile. L elettrodo fonde e costituisce il materiale di apporto: filo o bozzetta metallica rivestita con funzioni protettive. Con filo metallico, la protezione del bagno di fusione dall ossidazione dell aria viene fornita da un getto continuo di gas: Saldatura MIG (con Gas Inerte) e MAG (con anidride carbonica) Oppure da un getto di polvere: ad Arco sommerso Saldatura TIG L elettrodo non fusibile, per esempio bacchetta di Tungsteno che fa solo scoccare l arco e produrre calore. Il materiale di apporto è un filo continuo e il flusso protettivo è assicurato da un gas inerte Le caratteristiche dell arco elettrico Tensione: di solito basse V Intensità: varia con il diametro dell elettrodo e le caratteristiche del rivestimento Consumo di energia: è dato dal prodotto della tensione per l intensità Temperatura dell arco

4 Saldatura in atmosfera di gas TIG ( Tungsten Inert Gas): con elettrodo infusibile al Tungsteno, in atmosfera di Argon o Elio. Per Saldature su acciaio inox o su leghe di rame o di nichel, con spessori<4 micron, per saldature di alta qualità MIG ( Metal Inert Gas) con filo continuo, in corrente di Argon Elio, per metalli molto reattivi, Alluminio, acciaio inox, leghe leggere MAG (Metal Active Gas): come MIG ma viene aggiunta anidride carbonica. Per metalli poco pregiati quali acciaio al carbonio e a basso tenore di lega. Saldatura ad arco sommerso Il rivestimento (ossido di calcio, anidride silicica, ossido di magnesio, ossido di manganese, ossido di alluminio, biossido di titanio, fluoruro di calcio) è continuamente immesso in forma granulare nella zona dell arco dove fonde fornendo protezione al metallo fuso dall aria circostante. Emana relativamente poche sostanze nocive. Sono utilizzate macchine per saldare prevalentemente automatiche, per grossi spessori.

5 Saldatura al plasma L apporto termico necessario alla fusione dei metalli viene fornito da un gas che per riscaldamento raggiunge una parziale ionizzazione (plasma) potendo così condurre una corrente elettrica. Il bagno di fusione è protetto dal getto di gas caldo e ionizzato (argon) che esce dall ugello e che può essere integrato da una fonte ausiliaria di gas (argon e elio) Si può usare o no materiale di apporto. Saldatura al laser Produce una fusione del metallo tramite l applicazione di un raggio di luce coerente, a determinata frequenza focalizzato sulle superficie da unire. Per proteggere il bagno fuso si usa un gas protettivo, con o senza materiale di apporto. Vantaggi: elevata velocità di avanzamento, riduzione delle zone alterate dal calore, bassa deformazione del pezzo saldato, assenza di scorie e spruzzi.

6 Saldatura eterogenea Saldobrasatura: per fusione del solo metallo di apporto. La lega di solito è ottone al Silicio o al Nichel, con punto di fusione a 900 C circa. Brasatura: Con uno spazio tra le parti da unire ed ottenere un unione per bagnatura e per capillarità. Dolce: Metalli con Temperatura di fusione <450 C (giunto non molto resistente) Forte: Temperatura di fusione >450 C per Rame/Zinco, Argento/Rame. L adesione è maggiore e il giunto più resistente. I Rischi durante la SALDATURA derivano dall esposizione a: Agenti Chimici Pericolosi Radiazioni Ottiche Artificiali (ROA) Campi ElettroMagnetici (CEM) Posture Incongrue Rumore

7 Rischio da esposizione a fumi, polveri e vapori Temperature molto elevate Composizione del materiale da saldare, di quello di apporto e dell eventuale rivestimento dell elettrodo o filo Presenza di oli o vernici o altro sulla superficie dei pezzi da saldare L Esposizione inalatoria da saldatura I fumi di saldatura derivano da fenomeni di vaporizzazione dei metalli e dalla formazione di ossidi Le dimensioni sono dell ordine di 0,1-1 micron I gas: Ozono dall ossidazione dell Ossigeno Ossidi di Azoto che derivano dall ossidazione dell Azoto dell aria (NO e NO 2 ) Anidride Carbonica e Monossido di Carbonio

8 Confronto tra le varie tecniche La maggiore emissione di fumi di saldatura si ottiene utilizzando elettrodi rivestiti La saldatura ad arco sommerso è quella a minor emissione di fumi Saldatura ad arco elettrico con elettrodo rivestito Quantità di fumo emessa in funzione dei materiale di rivestimento dell elettrodo Cellulosa (16 mg/s) Rutilo (3.5 mg/s) Rutilo basico (5 mg/s) Basico (7.5 mg/s) Acido (9 mg/s)

9 Con MAG si ha quantità maggiore di fumi rispetto a tecnica MIG e anche aumento di Monossido di carbonio Con tecnica TIG si ottiene la minor emissione di fumi ma maggiore quantità di ozono

10 Agenti chimici da ricercare nei fumi di saldatura: Piombo (Pb) Cadmio (Cd) Cobalto (Co) Argento (Ag) Molibdeno (Mo) Cromo (Cr) Rame (Cu) Antimonio (Sb) Fluoruri Con acciaio INOX: Anche Nichel LE Radiazioni Ottiche Artificiali (ROA)

11 Radiazioni Ottiche Artificiali (ROA) Raggi UV, Visibile e IR emessi dall arco elettrico e dai bagni di fusione Nella saldatura a gas: solo raggi Visibile e IR Con arco elettrico i raggi dipendono da: Intensità corrente Lunghezza arco Temperatura Distribuzione della temperatura nell ambiente Con tecniche MIG e MAG rispetto a saldatura solo con elettrodo i raggi emessi sono più potenti poiché le correnti in gioco sono molto più alte Danni da Radiazioni Ottiche Artificiali OCCHI Raggi UV provocano lesioni temporanee della cornea Raggi IR danneggiano retina e cristallino (cataratta) Visibile provocano effetto abbagliante e colpiscono la vista PELLE Raggi UV provocano ustioni e eritemi simili a quelli causati dal sole Le radiazioni termiche dovute alle elevate temperature provocano un notevole stress termico al lavoratore

12 Quando si ha emissione di ROA in saldatura? - all accensione dell arco - durante tutta la durata della saldatura Le radiazioni emesse dipendono da: Intensità di corrente di saldatura Riflessione del metallo La pericolosità delle sorgenti ROA è in relazione a: energia emessa dalla sorgente e/o ricevuta dal lavoratore, lunghezza d onda, modalità di impiego, tempo di esposizione

13 Principali sorgenti ottiche non coerenti delle quali si dovrebbe approfondire la valutazione del rischio Sorgente Possibilità di sovraesposizione Note Arco elettrico (saldatura elettrica) Molto elevata Le saldature ad arco elettrico (tranne quelle a gas) a prescindere dal metallo, possono superare i valori limite previsti per la radiazione UV per tempi di esposizione dell ordine delle decine di secondi a distanza di un metro dall arco. I lavoratori, le persone presenti e di passaggio possono essere sovraesposti in assenza di adeguati precauzioni tecnico-organizzative tratto dalle FAQ Perché non è necessario misurare? Le misure non si rendono necessarie: - nel caso delle saldatrici ad arco, dove è notoche con qualsiasi corrente di saldatura e su qualsiasi supporto i tempi per cui si raggiunge una sovraesposizione per il lavoratore addetto risultano dell ordine delle decine di secondi. - Pertanto, pur essendo il rischio estremamente elevato, l effettuazione delle misure e la determinazione esatta dei tempi di esposizione è del tutto superflua per l operatore addetto; ulteriori valutazioni possono essere richieste se l addetto alla saldatura deve essere assistito da altro personale o opera in ambienti di lavoro promiscui come i cantieri.

14 Rischio da campi elettromagnetici (CEM) Le potenze di campo elettrico richieste per le saldature sono elevate quindi nell area adiacente al cavo di saldatura il campo magnetico è > 200uT L intensità del campo diminuisce rapidamente con la distanza dalla sorgente elettrica Occorre: Posizionare l alimentatore ad alcuni metri di distanza Evitare di far passare i cavi elettrici sulla spalla o arrotolarli intorno al corpo Mantenere uniti il cavo di saldatura con quello di messa a terra

15 L applicazione del Titolo VIII Capo IV del D.Lgs.81/2008 per la protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti dall esposizione a Campi ElettroMagnetici (CEM) è al momento rimandata al 30 aprile 2012 Rischi ergonomici Derivano dal fatto che il saldatore deve poter vedere bene il pezzo da saldare quindi tende ad assumere posture scorrette, a piegarsi, a tenere le braccia al di sopra delle spalle Sono utili i bracci di bilanciamento per ridurre il peso dei cavi

16 La Verniciatura Prodotto Verniciante Film solido Resine (monocomponente o bicomponente con catalizzatore) Pigmenti e additivi vari, che Influiscono sulle proprietà fisicochimiche (catalizzatori, riempitivi, tensioattivi) In ambiente Solventi che evaporano in tempi più o meno lunghi in funzione della volatilità (punto di ebollizione)

17 Elementi fondamentali per la valutazione del rischio Elenco di tutti i prodotti vernicianti con le relative Schede di sicurezza Individuazione dei Pericoli Quantitativi utilizzati al giorno per la mansione Analisi della postazione di lavoro Durata e Frequenza delle operazioni Presenza di impianti di aspirazione localizzata Le Fasi pericolose durante le attività di verniciatura: Preparazione del prodotto: miscelazione dei componenti reattivi, aggiunte additivi e diluizione con solventi Applicazione: dipende dalla metodologia utilizzata Attività di Pulizia dei materiali, attrezzature e ambienti I rischi per la salute derivano dall esposizione per le vie respiratorie e per la cute in funzione della composizione della vernice Rischi per la sicurezza di infiammabilità/esplosione derivano dalla presenza di solventi organici con proprietà infiammabili e/o esplosive

18 Durante l applicazione del prodotto si ha emissione di Aerosol di verniciatura con goccioline di parte solida e parte solvente ed evaporazione del solvente In funzione della tecnica utilizzata si può controllare la nuvola di aerosol: con pistola airless la dispersione è ridotta L Evaporazione dei Solventi continua nella fase di essiccazione del film applicato Le tipologie di resine a particolare pericolosità per le vie respiratorie e per la cute: Poliuretaniche (con isocianati come catalizzatori) Epossidiche con Peso molecolare < 700 (mono e bicomponenti con vari catalizzatori: isocianati, amine, acidi organici) Acriliche (residuo di acrilati e metacrilati) Amino-fenoliche (residuo di Formaldeide)

19 Alcuni Pigmenti inorganici Verde: Ossido di cromo Giallo: Ossido di Titanio, Nichel, Cromo Cromato e Solfato di Piombo (PbCrO 4 +PbSO 4 ) Arancio Rosso Cromato di Piombo, Molibdato e Solfato di Piombo, Rosso Cadmio Rosso Bruno Ossidi di Ferro Bianco Ossido di Titanio, Ossido di Zinco, Solfuro di Zinco.. Alcuni pigmenti organici che sostituiscono quelli Inorganici Derivati azoici (benzidine, toluidine, dinitroanilina), per il giallo e rosso Ftalocianine per il verde cromo e per il blu Nero di carbone per il nero

20 I metalli pericolosi con Valore Limite contenuti nei pigmenti Piombo Cobalto Cadmio Cromo Nichel Molibdeno Antimonio In funzione del tipo di solvente Vernici Al solvente (10-30% circa di solventi organici) Vernici All acqua con acqua (10-40% circa) e co-solventi organici (solubili in acqua e nella resina, presenti in quantità ridotte:10-20% circa)

21 I solventi pericolosi nei prodotti al solvente con Valore Limite Toluene Xilene Diclorometano Alcol metilico Alcol n-butilico Alcol isobutilico Metiletilchetone Etilbenzene Metilisobutilchetone 2-Nitropropano Clorobenzene I vantaggi dei prodotti all acqua La presenza di acqua riduce l odore tipico dei solventi organici tradizionali Il rischio incendio è ridotto Sono ridotte le emissioni dei solventi Con resina Poliuretanica: Diversamente dai prodotti al solvente Non sono presenti isocianati liberi, perché reagiscono immediatamente con l acqua

22 Settori industriali in cui si utilizzano prodotti all acqua Industria Automobilistica: Utilizzo: primer (con tecnica di elettroforesi) e di finitura (a spruzzo) Per rivestimento di coil in acciaio o in Alluminio Verniciatura di metalli Rivestimento contenitori metallici Industria del legno I solventi pericolosi contenuti nei prodotti all acqua con Valore Limite Metilglicole Etilglicole Acetato di metilglicole Acetato di etilglicole Butilglicole Metossipropanolo Metildiglicole

23 Il futuro dei prodotti vernicianti Riduzione del quantitativo di solvente organico: Implementazione dell uso dei prodotti all acqua Introduzione di Sistemi con Vernici a polvere Quando tecnologicamente possibile Sostituzione dei pigmenti metallici con pigmenti organici meno pericolosi (in particolare sostituzione dei Cromati di Piombo)

SALDATURA & VERNICIATURA VALUTAZIONE DEL RISCHIO

SALDATURA & VERNICIATURA VALUTAZIONE DEL RISCHIO Dipartimento di Sanità Pubblica U.O. Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro SALDATURA & VERNICIATURA VALUTAZIONE DEL RISCHIO Arcari Claudio e Mariacristina Mazzari Piacenza 6 maggio 2011 VALUTAZIONE

Dettagli

Corso di Tecnologia Meccanica ( ING/IND16) CF 8. Saldature. Sistemi di Produzione/ Tecnologia Meccanica

Corso di Tecnologia Meccanica ( ING/IND16) CF 8. Saldature. Sistemi di Produzione/ Tecnologia Meccanica Corso di Tecnologia ( ING/IND16) CF 8 Saldature Saldatura: Processo di unione permanente di due componenti meccanici. Variabili principali: Lega da saldare Spessore delle parti Posizione di saldatura Produzione

Dettagli

SALDATURA AD ARCO SOMMERSO

SALDATURA AD ARCO SOMMERSO SALDATURA SALDATURA AD ARCO SOMMERSO La saldatura ad arco sommerso (SAW - Submerged Arc Welding nella terminologia AWS) è un saldatura ad arco a filo continuo sotto protezione di scoria. Il fatto che l

Dettagli

Guida pratica. Sicurezza e igiene del lavoro nella saldatura in atmosfera inerte.

Guida pratica. Sicurezza e igiene del lavoro nella saldatura in atmosfera inerte. Guida pratica. Sicurezza e igiene del lavoro nella saldatura in atmosfera inerte. Indice: 1. Corrente elettrica 2. Radiazione ottica 3. Sostanze pericolose per la salute 4. Protezioni individuali 5. Gestione

Dettagli

Filtri per la saldatura e tecniche connesse requisiti di trasmissione e utilizzazioni raccomandate

Filtri per la saldatura e tecniche connesse requisiti di trasmissione e utilizzazioni raccomandate allegato 3 - protezione personale degli occhi Allegato 3 (*) Si riportano di seguito le appendici delle norme UNI EN 169 (1993), UNI EN 170 (1993) e UNI EN 171 (1993) Protezione personale degli occhi (*)

Dettagli

Corso di Tecnologia Meccanica

Corso di Tecnologia Meccanica Corso di Tecnologia Meccanica Modulo 5 Tecnologie di saldatura LIUC - Ingegneria Gestionale 1 La saldatura È un processo di unione permanente di due componenti meccanici effettuabile con diversi procedimenti

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata SALDATURA

Università di Roma Tor Vergata SALDATURA SALDATURA La saldatura è un tipo di giunzione che consente di unire permanentemente parti solide, realizzando la continuità del materiale. Materiale d apporto Materiale base Materiale base = Materiale

Dettagli

Riccardo Di Liberto Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo -Pavia

Riccardo Di Liberto Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo -Pavia Effetti biologici derivanti da dall interazione tra fasci laser utilizzati nelle applicazioni industriali ed il corpo umano Riccardo Di Liberto Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS

Dettagli

MANUALE DELLA SALDATURA

MANUALE DELLA SALDATURA MANUALE DELLA SALDATURA INDICE : 1 Introduzione generale 2 Procedimenti di saldatura 2.a. Saldatura ossiacetilenica o brasatura 2.b. Saldatura ad arco con elettrodi rivestiti 2.c. Saldatura ad arco sommerso

Dettagli

1.1 Categoria: Filo pieno per saldatura ad arco elettrico in atmosfera protetta

1.1 Categoria: Filo pieno per saldatura ad arco elettrico in atmosfera protetta O.M.C. s.r.l. T r a f i l e r i e FILI PER SALDATURA WELDING WIRE Via Biogno, 2-25060 L o d r i n o - BRESCIA Tel. 0 3 0 8 6 1 6 0 1 Fax 0 3 0 8 9 6 0 3 9 2 Partita I V A - C. F. 0 1 7 4 7 4 8 0 9 8 4

Dettagli

PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE

PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE CARATTERISTICHE Le lacche Molykote sono dispersioni di sostanze lubrificanti solide, come ad esempio il bisolfuro di molibdeno, e di resine leganti organiche o inorganiche finemente

Dettagli

Tecnologie di saldatura per fusione

Tecnologie di saldatura per fusione La saldatura laser Tecnologie di saldatura per fusione saldatura ad arco (MIG, TIG, SAW, Plasma ecc.) saldatura a gas (ossiacetilenica, ossidrica ecc.) saldatura ad elettroscoria saldatura alluminotermica

Dettagli

LAVORAZIONI NON CONVENZIONALI TECNOLOGIA LASER

LAVORAZIONI NON CONVENZIONALI TECNOLOGIA LASER LAVORAZIONI NON CONVENZIONALI TECNOLOGIA LASER LASER = LIGHT AMPLIFICATION BY SIMULATED EMISSION OF RADIATION Amplificazione della luce mediante l emissione stimolata della radiazione Il LASER è una particolare

Dettagli

Dizionario. base materiale metallico dei pezzi da collegare con saldatura. Metallo d apporto:

Dizionario. base materiale metallico dei pezzi da collegare con saldatura. Metallo d apporto: TIG MIG MAG Dizionario Metallo base: base materiale metallico dei pezzi da collegare con saldatura. Metallo d apporto: d apporto materiale metallico che viene interposto allo stato fuso tra i pezzi da

Dettagli

Saldatura e taglio Protezione da fumi, polveri, gas e vapori

Saldatura e taglio Protezione da fumi, polveri, gas e vapori Saldatura e taglio Protezione da fumi, polveri, gas e vapori Foto di copertina: nel piccolo riquadro sono visibili particelle di fumo di saldatura, ingrandite fino a 1250 volte, depositatesi su un filtro

Dettagli

PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO

PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO La fabbricazione degli elementi meccanici seguita dalla loro unione sono i principali compiti dell industria produttiva. Essenzialmente l assemblaggio consiste nel collegare degli

Dettagli

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE Facoltà di Ingegneria Master in Sicurezza e Protezione Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE IMPIANTI DI RIVELAZIONE INCENDI Docente Fabio Garzia Ingegneria della Sicurezza w3.uniroma1.it/sicurezza

Dettagli

IL LAVORO DI SALDATURA NELLE OFFICINE MECCANICHE

IL LAVORO DI SALDATURA NELLE OFFICINE MECCANICHE I RISCHI MECCANICI ED ELETTRICI IL LAVORO DI SALDATURA NELLE OFFICINE MECCANICHE 1 Introduzione La presente relazione ha lo scopo di esporre i temi tecnici più importanti riguardanti l impiego in sicurezza

Dettagli

una saldatura ad arco

una saldatura ad arco UTENSILERIA Realizzare una saldatura ad arco 0 1 Il tipo di saldatura Saldatrice ad arco La saldatura ad arco si realizza con un altissima temperatura (almeno 3000 c) e permette la saldatura con metallo

Dettagli

Spettroscopia atomica

Spettroscopia atomica Spettroscopia atomica La spettroscopia atomica è una tecnica di indagine qualitativa e quantitativa, in cui una sostanza viene decomposta negli atomi che la costituiscono tramite una fiamma, un fornetto

Dettagli

Numero 2 /2014 I rischi per la salute nel settore della stampa industriale

Numero 2 /2014 I rischi per la salute nel settore della stampa industriale Numero 2 /2014 I rischi per la salute nel settore della stampa industriale Nell ultimo numero della rivista ISL è stato pubblicato un approfondimento dedicato al settore della stampa. Da questo interessante

Dettagli

DANNEGGIAMENTI IN ESERCIZIO FENOMENI DI DANNEGGIAMENTO IN ESERCIZIO IN COMPONENTI MECCANICI REALIZZATI CON MATERIALI METALLICI

DANNEGGIAMENTI IN ESERCIZIO FENOMENI DI DANNEGGIAMENTO IN ESERCIZIO IN COMPONENTI MECCANICI REALIZZATI CON MATERIALI METALLICI FENOMENI DI DANNEGGIAMENTO IN ESERCIZIO IN COMPONENTI MECCANICI REALIZZATI CON MATERIALI METALLICI 1 LA CORROSIONE Fenomeno elettrochimico che si può manifestare quando un metallo o una lega metallica

Dettagli

COLLEGAMENTI PERMANENTI. Nell industria i procedimenti tecnologici per unire in maniera permanente due particolari sono

COLLEGAMENTI PERMANENTI. Nell industria i procedimenti tecnologici per unire in maniera permanente due particolari sono COLLEGAMENTI PERMANENTI Nell industria i procedimenti tecnologici per unire in maniera permanente due particolari sono INCOLLAGGIO AGGRAFFATURA CHIODATURA SALDATURA ADESIVI STRUTTURALI Vengono prodotti

Dettagli

Lezione. Tecnica delle Costruzioni

Lezione. Tecnica delle Costruzioni Lezione Tecnica delle Costruzioni Collegamenti saldati Procedimenti di saldatura Sorgente termica che produce alta temperatura in modo localizzato Fusione del materiale base più il materiale di apporto

Dettagli

ISSM FCS CFP ITT ISTITUTO SALESIANO SAN MARCO

ISSM FCS CFP ITT ISTITUTO SALESIANO SAN MARCO SCOPRIRE APPASSIONARSI CRESCERE A SCUOLA ISSM FCS CFP ITT ISTITUTO SALESIANO SAN MARCO GLI INCHIOSTRI DA STAMPA via dei salesiani, 15 mestre-venezia t. 041.5498111 www.issm.it DEFINIZIONE DI INCHIOSTRO

Dettagli

S A L D A T U R A GENERALITÀ E TERMINOLOGIA

S A L D A T U R A GENERALITÀ E TERMINOLOGIA PON G1 FSE 2009-301 "MECCANICA APPLICATA" - Prof.Michele Lapresa - ITIS"E.Fermi" Francavilla Fontana GENERALITÀ E TERMINOLOGIA S A L D A T U R A La SALDATURA è una tecnica di giunzione che realizza l unione

Dettagli

Saldatura ad arco Generalità

Saldatura ad arco Generalità Saldatura ad arco Saldatura ad arco Generalità Marchio CE: il passaporto qualità, conformità, sicurezza degli utenti 2 direttive europee Direttiva 89/336/CEE del 03 maggio 1989 applicabile dall 01/01/96.

Dettagli

I FATTORI DI RISCHIO. Ing. Guido SAULE

I FATTORI DI RISCHIO. Ing. Guido SAULE I FATTORI DI RISCHIO Ing. Guido SAULE I PRINCIPALI FATTORI DI RISCHIO I rischi lavorativi presenti negli ambienti di lavoro, in conseguenza dello svolgimento delle attività lavorative in un determinato

Dettagli

METALLI FERROSI GHISA ACCIAIO

METALLI FERROSI GHISA ACCIAIO METALLI FERROSI I metalli ferrosi sono i metalli e le leghe metalliche che contengono ferro. Le leghe ferrose più importanti sono l acciaio e la ghisa. ACCIAIO: lega metallica costituita da ferro e carbonio,

Dettagli

Riduzione Odori e Grassi UV-SMELL-RK

Riduzione Odori e Grassi UV-SMELL-RK UV-SMELL-RK UV-SMELL-RK Apparecchio a raggi UV-C + Ozono + Tiox per l abbattimento dei cattivi odori e dei grassi nelle cappe aspiranti delle cucine. UV-SMELL-RK è un modulo emettitore che può essere equipaggiato

Dettagli

Saldatura. Processo di unione permanente di due componenti meccanici. Tecnologia Meccanica II. Sorgente di calore Cordone di saldatura

Saldatura. Processo di unione permanente di due componenti meccanici. Tecnologia Meccanica II. Sorgente di calore Cordone di saldatura Sezione Tecnologie Meccaniche e Produzione 1 Tecnologia Meccanica II Saldatura Processo di unione permanente di due componenti meccanici Metallo d apporto Sorgente di calore Cordone di saldatura Lembi

Dettagli

03 - Unità di misura, tabelle di conversione

03 - Unità di misura, tabelle di conversione 0 0 - Unità di misura, tabelle di conversione - Tabella unità di misura sistema internazionale - Tabelle di conversione - Tabelle pesi specifici e temp. di fusione - Tabelle filettature - Tabelle pesi

Dettagli

La saldatura è un processo molto importante per garantire un prodotto finito di alta qualità.

La saldatura è un processo molto importante per garantire un prodotto finito di alta qualità. Saldatura 1 La saldatura è un processo molto importante per garantire un prodotto finito di alta qualità. TIPOLOGIE DI SALDATURA: - saldatura manuale MIG - saldatura manuale TIG - saldatura OSSICETILENICA

Dettagli

Esplosioni di polveri: prevenzione

Esplosioni di polveri: prevenzione Esplosioni di polveri: prevenzione ing. Nicola Mazzei Stazione sperimentale per i Combustibili Divisione di Innovhub-Stazioni Sperimentali Industria Tel: 02-51604.256 Fax: 02-514286 Corso CINEAS: La ricerca

Dettagli

REQUISITI QUALITA Conformi alla norma ISO 3834-2

REQUISITI QUALITA Conformi alla norma ISO 3834-2 REQUISITI QUALITA Conformi alla norma ISO 3834-2 Coordinatore di Saldartura Responsabile coordinamento attività di Saldatura (CS) Welding Engineer Compiti e responsabilità secondo ISO 473 PROCEDIMENTI

Dettagli

MATERIALI SINTERIZZATI

MATERIALI SINTERIZZATI MATERIALI SINTERIZZATI Sono ottenuti con la cosiddetta Metallurgia delle polveri, che consiste nella compattazione e trasformazione di materiali ridotti in polvere in un composto indivisibile. Sono utilizzati

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Maggiore sicurezza e funzionamento più affidabile nei processi di taglio termico

Maggiore sicurezza e funzionamento più affidabile nei processi di taglio termico Maggiore sicurezza e funzionamento più affidabile nei processi di taglio termico Per taglio termico si intendono tutti i metodi di taglio che utilizzino alte temperature, con l'uso di plasma, laser e fiamme

Dettagli

Procedure di valutazione delle radiazioni ottiche: saldature ad arco, ecc. www.portaleagentifisici.it

Procedure di valutazione delle radiazioni ottiche: saldature ad arco, ecc. www.portaleagentifisici.it Procedure di valutazione delle radiazioni ottiche: saldature ad arco, ecc. www.portaleagentifisici.it Uso industriale e sanitario delle ROA Saldatura e taglio di metalli con arco elettrico o laser Controlli

Dettagli

Sicurezza sul lavoro

Sicurezza sul lavoro Accessori Bosch 11/12 Sicurezza sul lavoro Panoramica 759 Sicurezza sul lavoro Il professionista è costantemente attento alla propria sicurezza! La qualità Bosch si esprime anche in un completo programma

Dettagli

Tintura. Tintura in botte

Tintura. Tintura in botte Tintura 1 Tintura Si conferisce a tutta la pelle nella sua sezione, la colorazione di base che poi sarà raggiunta in maniera definitiva con la fase di finissaggio (rifinizione) Tintura in botte 2 Le materie

Dettagli

1. PROGETTAZIONE E SVILUPPO

1. PROGETTAZIONE E SVILUPPO [Digitare il testo] 1. PROGETTAZIONE E SVILUPPO L AUREKAP SRL si occupa della progettazione e sviluppo del disegno con 4 persone qualificate che utilizzano i sistemi di progettazione più evoluti sul mercato

Dettagli

¼¼DIGISTAR PULSE ¼¼DIGITECH VISION PULSE

¼¼DIGISTAR PULSE ¼¼DIGITECH VISION PULSE UN PASSO NEL FUTURO Con i generatori inverter CONVEX, DIGISTAR e DIGITECH vision PULSE si entra nel futuro della saldatura MIG/MAG: inneschi perfetti e bagno di saldatura sempre sotto controllo grazie

Dettagli

Le sorgenti di radiazioni ottiche artificiali (ROA) non coerenti

Le sorgenti di radiazioni ottiche artificiali (ROA) non coerenti Le sorgenti di radiazioni ottiche artificiali (ROA) non coerenti Dr. Riccardo Di Liberto Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo - Pavia Principali applicazioni

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI MATERIALI

CLASSIFICAZIONE DEI MATERIALI I MATERIALI La tecnologia è quella scienza che studia: i materiali la loro composizione le loro caratteristiche le lavorazioni necessarie e le trasformazioni che possono subire e il loro impiego. I materiali

Dettagli

Tipologie di profilati commerciali IPE

Tipologie di profilati commerciali IPE HE A-B-M Acciai da costruzione o da carpenteria Tipologie di profilati commerciali IPE UPN L lati uguali IPE Sagomario o profilario Passaggi di lavorazione per un profilo a doppio T lavorato a caldo Nascita

Dettagli

Saldatura MIG/MAG. Linee generali del procedimento

Saldatura MIG/MAG. Linee generali del procedimento Page 1 of 5 Saldatura MIG/MAG Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. La saldatura MIG (Metal-arc Inert Gas) o MAG (Metal-arc Active Gas) (l'unica differenza fra le due è il gas che viene usato per la protezione

Dettagli

Lista di controllo Saldatura e taglio (procedimenti ad arco)

Lista di controllo Saldatura e taglio (procedimenti ad arco) Sicurezza realizzabile Lista di controllo Saldatura e taglio (procedimenti ad arco) Potete affermare che nella vostra azienda gli impianti di saldatura ad arco sono sicuri? Le persone addette alla saldatura

Dettagli

CONFORMAL COATING. srl Via Villoresi 64 20029 Turbigo Mi Tel. 0331 177 0676 Fax 0331 183 9425 email: info@geatrade.it

CONFORMAL COATING. srl Via Villoresi 64 20029 Turbigo Mi Tel. 0331 177 0676 Fax 0331 183 9425 email: info@geatrade.it CONFORMAL COATING COSA SONO I CONFORMAL COATING? I C.C. sono prodotti (RESINE) utilizzati per la protezione dei circuiti stampati dalle influenze dell ambiente in cui vanno ad operare Il film di protezione

Dettagli

Composizione degli acciai Conoscere bene per comprare meglio

Composizione degli acciai Conoscere bene per comprare meglio Composizione degli acciai Conoscere bene per comprare meglio Manuele Dabalà Dip. Ingegneria Industriale Università di Padova Introduzione Cos è l acciaio? Norma UNI EN 10020/01 Materiale il cui tenore

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA 1 IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA PRODUTTRICE

SCHEDA DI SICUREZZA 1 IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA PRODUTTRICE AF SCHEDA DI SICUREZZA Preparato da: s.r.l. Data revisione: 03 giugno 2008 Numero revisione: 01 Revisione precedente: 03 settembre 2003 Stato del documento: Definitivo 1 IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E

Dettagli

Welding Supervisor. Saldatura SMAW

Welding Supervisor. Saldatura SMAW Welding Supervisor In questa sezione esamineremo un settore fondamentale che contribuisce in campo operativo al lavoro effettuato tutti i giorni da Saipem: "La saldatura" Per saldatura si intende un tipo

Dettagli

Come proteggere il dispersore dalla corrosione

Come proteggere il dispersore dalla corrosione Come proteggere il dispersore dalla corrosione Pubblicato il: 15/12/2003 Aggiornato al: 15/12/2003 di Gianluigi Saveri Dal punto di vista chimico fisico i metalli e le leghe, nelle normali condizioni ambientali,

Dettagli

Elenco Norme Saldatura

Elenco Norme Saldatura Elenco Norme Saldatura Norma Titolo Data UNI EN 175 Protezione personale - Equipaggiamenti di protezione degli occhi e del viso durante la saldatura e i processi connessi. giugno 99 UNI EN 287-1 Prove

Dettagli

Gas tecnici. Applicazioni e servizi

Gas tecnici. Applicazioni e servizi Gas tecnici e servizi GAS TECNICI SIAD Ossigeno, azoto, argon, anidride carbonica, idrogeno e mille altri: ricavati dall atmosfera attraverso processi fisici o recuperati da cicli di produzione, i gas

Dettagli

Protezione personale degli occhi Questa scheda è aggiornata alla EN 166:2001

Protezione personale degli occhi Questa scheda è aggiornata alla EN 166:2001 Protezione personale degli occhi Questa scheda è aggiornata alla EN 166:2001 La norma si applica ai protettori dell'occhio utilizzati contro pericoli di varia natura, ad eccezione delle radiazioni nucleari,

Dettagli

Tabella per l individuazione delle patologie causate dalla professione

Tabella per l individuazione delle patologie causate dalla professione Tabella per l individuazione delle patologie causate dalla professione Muratore Cementista Operaio Edile Addetto alle pulizie Operai metallurgici e meccanici Chimici e farmaceutici Industria delle materie

Dettagli

Informazioni generali sul tema protezione respiratoria

Informazioni generali sul tema protezione respiratoria Informazioni generali sul tema protezione respiratoria Si intende per Dispositivi di Protezione Individuale, definizione spesso surrogata dall acronimo DPI, qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata

Dettagli

L incendio è una combustione della quale si è perso il controllo con i mezzi ordinari e bisogna fronteggiarlo con mezzi straordinari.

L incendio è una combustione della quale si è perso il controllo con i mezzi ordinari e bisogna fronteggiarlo con mezzi straordinari. Corso Per Addetto Antincendio pag. 15 CAPITOLO 3 LA COMBUSTIONE e L INCENDIO Per combustione si intende una reazione chimica di una sostanza combustibile con un comburente che da luogo allo sviluppo di

Dettagli

IMPIANTI DI RIVELAZIONE E SEGNALAZIONE INCENDIO IN RELAZIONE ALLE AREE DA PROTEGGERE

IMPIANTI DI RIVELAZIONE E SEGNALAZIONE INCENDIO IN RELAZIONE ALLE AREE DA PROTEGGERE IMPIANTI DI RIVELAZIONE E SEGNALAZIONE INCENDIO IN RELAZIONE ALLE AREE DA PROTEGGERE LA RIVELAZIONE INCENDIO IN RELAZIONE ALLE AREE DA PROTEGGERE Lo scopo che si prefigge la rivelazione automatica degli

Dettagli

I MATERIALI SCELTA DEL MATERIALE SCELTA DEL MATERIALE FUNZIONALITÀ

I MATERIALI SCELTA DEL MATERIALE SCELTA DEL MATERIALE FUNZIONALITÀ SCELTA DEL MATERIALE I MATERIALI LA SCELTA DEL MATERIALE PER LA COSTRUZIONE DI UN PARTICOLARE MECCANICO RICHIEDE: LA CONOSCENZA DELLA FORMA E DELLE DIMEN- SIONI DELL OGGETTO LA CONOSCENZA DEL CICLO DI

Dettagli

MATERIALI. Introduzione

MATERIALI. Introduzione MATERIALI 398 Introduzione Gli acciai sono leghe metalliche costituite da ferro e carbonio, con tenore di carbonio (in massa) non superiore al 2%. Attenzione: la normazione sugli acciai è in fase di armonizzazione

Dettagli

PROTEZIONE DELLA VISTA E DEL CAPO

PROTEZIONE DELLA VISTA E DEL CAPO NORME EUROPEE PER LA PROTEZIONE DELLA VISTA Norme principali Norme per tipologia di filtro (lenti) Saldatura EN116 Requisiti di base EN169 Filtri per saldatura EN175 Dispositivi per la protezione degli

Dettagli

Tubazioni preisolate TECNOTHERM. La nuova realtà. Tubazioni preverniciate TECNOCOAT

Tubazioni preisolate TECNOTHERM. La nuova realtà. Tubazioni preverniciate TECNOCOAT Tubazioni preisolate TECNOTHERM La nuova realtà. Tubazioni preverniciate TECNOCOAT Il Gruppo Amenduni Tubi Acciaio è l unica azienda del settore delle tubazioni preisolate da teleriscaldamento a produrre

Dettagli

PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI

PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI Cos è un vetro? COS È UN VETRO? SOLIDO? LIQUIDO? ALTRO? GLI STATI DELLA MATERIA Volume specifico Liquido Vetro Tg CAMBIAMENTO DI VOLUME Tf Tf =TEMPERATURA

Dettagli

Pagina :1/5 1 IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETÀ FORNITRICE Scheda n 001 Nome commerciale Acetilene Nome chimico della sostanza Acetilene; etino Formula chimica C 2 H 2 Utilizzi della sostanza

Dettagli

ROA: effetti sulla salute e protezione dei lavoratori

ROA: effetti sulla salute e protezione dei lavoratori ROA: effetti sulla salute e protezione dei lavoratori Alessandra Cattini Dipartimento SanitàPubblica Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Reggio Emilia ROA: effetti sulla salute Gli effetti

Dettagli

I MATERIALI METALLICI CORSO DI TECNOLOGIA E DISEGNO TECNICO PROF. ILARIA GALLITELLI

I MATERIALI METALLICI CORSO DI TECNOLOGIA E DISEGNO TECNICO PROF. ILARIA GALLITELLI I MATERIALI METALLICI CORSO DI TECNOLOGIA E DISEGNO TECNICO PROF. ILARIA GALLITELLI ferrosi Ghise/acciai metalli pesanti non ferrosi leggeri ultraleggeri I materiali metallici MATERIALI METALLICI FERROSI

Dettagli

A B C. dell ANTINCENDIO SANDRO MARINELLI

A B C. dell ANTINCENDIO SANDRO MARINELLI SANDRO MARINELLI A B C dell ANTINCENDIO Informazione dei lavoratori ai sensi degli artt. 36 e 37 Titolo I, Sez. IV, del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e s.m., e del D.M. 10 marzo 1998 1 A B C dell INFORMAZIONE

Dettagli

Classificazione dei laser

Classificazione dei laser Classificazione dei laser ATTENZIONE: i criteri di classificazione sono cambiati Classi introdotte nel 1993 Classi introdotte nel 2007 1 1 1M 2 2 3A 3B 2M 3R 3B 4 4 Che cos è la coerenza (spaziale):

Dettagli

INFORMAZIONI PRODOTTO ATISOL

INFORMAZIONI PRODOTTO ATISOL INFORMAZIONI PRODOTTO ATISOL Nome commerciale: ATISOL Indicazioni generali: Atisol è un prodotto di copertura altamente isolante per fusioni metalliche. Proveniente da un prodotto naturale con elevata

Dettagli

segnaletica vernisol extraurbane vernici speciali strade bicomponenti segnaletica sicurezza vernici&solventi segnaletica strade extraurbane urbane

segnaletica vernisol extraurbane vernici speciali strade bicomponenti segnaletica sicurezza vernici&solventi segnaletica strade extraurbane urbane vernisol vernici&solventi sicurezza bicomponenti vernici speciali segnaletica strade extraurbane urbane sicurezza sicurezza bicomponenti vernici speciali vernici speciali segnaletica strade extraurbane

Dettagli

Riduzione Odori e Grassi UV SMELL RK

Riduzione Odori e Grassi UV SMELL RK UV SMELL RK UV SMELL RK Apparecchio a Raggi UV-C + Ozono + TiOX per l abbattimento dei cattivi odori e dei grassi nelle cappe e soffitti aspiranti di grandi cucine. UV-SMELL-RK è un modulo emettitore UV-

Dettagli

I FORNI FUSORI. Combustibile solido; Energia elettrica per produrre calore; Gas (solitamente naturale).

I FORNI FUSORI. Combustibile solido; Energia elettrica per produrre calore; Gas (solitamente naturale). I FORNI FUSORI La fusione avviene in appositi forni fusori che hanno la funzione di fornire alla carica la quantità di calore necessaria per fonderlo e surriscaldarlo (cioè portarlo ad una temperatura

Dettagli

I METALLI. I metalli sono materiali strutturali costituiti ciascuno da un singolo elemento. Hanno tra loro proprietà molto simili.

I METALLI. I metalli sono materiali strutturali costituiti ciascuno da un singolo elemento. Hanno tra loro proprietà molto simili. M et 1 all I METALLI I metalli sono materiali strutturali costituiti ciascuno da un singolo elemento. Hanno tra loro proprietà molto simili. Proprietà Le principali proprietà dei metalli sono le seguenti:

Dettagli

PIANO DIDATTICO SCIENZA DEI MATERIALI PER LA CONVERSIONE FOTOVOLTAICA

PIANO DIDATTICO SCIENZA DEI MATERIALI PER LA CONVERSIONE FOTOVOLTAICA PIANO DIDATTICO SCIENZA DEI MATERIALI PER LA CONVERSIONE FOTOVOLTAICA Celle solari: dai mirtilli agli spaghetti CONVERSIONE FOTOVOLTAICA: L ENERGIA DEL FUTURO v Energia inesauribile e rinnovabile v Non

Dettagli

SPETTROSCOPIA ATOMICA

SPETTROSCOPIA ATOMICA SPETTROSCOPIA ATOMICA Corso di laurea in Tecnologie Alimentari La spettroscopia atomica studia l assorbimento, l emissione o la fluorescenza di atomi o di ioni metallici. Le regioni dello spettro interessate

Dettagli

Guida pratica. Saldatura MIG di alluminio e delle sue leghe.

Guida pratica. Saldatura MIG di alluminio e delle sue leghe. Guida pratica. Saldatura MIG di alluminio e delle sue leghe. Indice: 1. Gas di copertura 2. Fili d apporto 3. Impianto di saldatura 4. Regolazioni 5. Prevenzione degli errori 1. Gas di copertura L argon

Dettagli

Descrizione del prodotto è un sistema ad alte prestazioni di top coatings da polimerizzare a raggi UV, per pavimenti e segnaletica.

Descrizione del prodotto è un sistema ad alte prestazioni di top coatings da polimerizzare a raggi UV, per pavimenti e segnaletica. 1 SCHEDA INTRODUTTIVA 08-04-2012 Tecnologia ai raggi UV per la realizzazione istantanea di linee e segnaletica di sicurezza. Descrizione del prodotto è un sistema ad alte prestazioni di top coatings da

Dettagli

Valutazione rischi nelle attività di saldatura nella Sezione INFN di Genova

Valutazione rischi nelle attività di saldatura nella Sezione INFN di Genova Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Sezione di Genova Servizio Prevenzione e Protezione Genova, Via Dodecaneso, 33 Al Direttore della Sezione di Genova Prof. Sandro Squarcia; Valutazione rischi nelle

Dettagli

Le Saldature. Corso di Tecnologie Meccaniche A.A. 2001-02

Le Saldature. Corso di Tecnologie Meccaniche A.A. 2001-02 Le Saldature Corso di Tecnologie Meccaniche A.A. 2001-02 Tipologie di Saldatura Fusione Ad arco (arc welding) A fascio di energia (energy beam welding) A stato solido Brasatura Incollaggio Saldatura ad

Dettagli

A cura di: Grillo Sergio. Foto 1 Forni continui di saldobrasatura acciai inox

A cura di: Grillo Sergio. Foto 1 Forni continui di saldobrasatura acciai inox Relazione sui principi fondamentali della saldobrasatura dei componenti in acciaio inossidabile in atmosfera controllata di azoto e idrogeno in forni continui A cura di: Grillo Sergio Foto 1 Forni continui

Dettagli

la saldatura è il processo che realizza l unione di elementi mediante l azione del calore, con o senza materiale d apporto.

la saldatura è il processo che realizza l unione di elementi mediante l azione del calore, con o senza materiale d apporto. LA la saldatura è il processo che realizza GENERALITA : l unione di elementi mediante l azione del calore, con o senza materiale d apporto. Vi sono moltissime tecniche di saldatura che si possono raggruppare

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE MECCANICA; PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE; IMPIANTISTICA Processo Lavorazioni Meccaniche

Dettagli

Caldaie a condensazione. Pro e contro. Vantaggi e possibilità tecniche d installazione. Ing. Marco VIEL Per. Ind. Alberto PORTA. ANACI - 17 marzo 2012

Caldaie a condensazione. Pro e contro. Vantaggi e possibilità tecniche d installazione. Ing. Marco VIEL Per. Ind. Alberto PORTA. ANACI - 17 marzo 2012 Caldaie a condensazione. Pro e contro. Vantaggi e possibilità tecniche d installazione. Ing. Marco VIEL Per. Ind. Alberto PORTA Impianto termico GENERAZIONE Gli impianti si suddividono in due grandi categorie:

Dettagli

INFORMAZIONI PRODOTTO CENISOL-A

INFORMAZIONI PRODOTTO CENISOL-A INFORMAZIONI PRODOTTO CENISOL-A Nome commerciale: CENISOL-A Indicazioni generali: Cenisol è un prodotto di copertura altamente isolante per fusioni metalliche. Proveniente da un prodotto naturale con elevata

Dettagli

SCHEDA SICUREZZA RESINA R00500 Revisione del 24/06/2009 Nome del Prodotto:R00500 Riferimento: SDS_R00500_20090624

SCHEDA SICUREZZA RESINA R00500 Revisione del 24/06/2009 Nome del Prodotto:R00500 Riferimento: SDS_R00500_20090624 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA / PREPARATO E DELLA SOCIETÀ PRODOTTO RESINA R00500 Nome chimico: Forma ionica: Uso del preparato utilizzi principali: Società produttrice: SOCIETA DISTRIBUTRICE: Acido

Dettagli

Generatori di calore. Il generatore di calore a combustibile E CH Q D Q F. I generatori di calore

Generatori di calore. Il generatore di calore a combustibile E CH Q D Q F. I generatori di calore Generatori di calore Il generatore di calore a combustibile I generatori di calore Combustibile E CH Superficie di Confine del Sistema Aria comburente Generatore di calore Fluido in ingresso Fumi Calore

Dettagli

Scegliere il gas giusto.

Scegliere il gas giusto. Informazione sul prodotto e sull applicazione Scegliere il gas giusto. Gas per la saldatura, il taglio e la protezione. 2 Indice Indice. 4 Proprietà dei componenti dei gas di protezione 6 Gas di protezione

Dettagli

Protettivo antiacido per pietre naturali

Protettivo antiacido per pietre naturali Protettivo antiacido per pietre naturali Trattamento nanotecnologico antigraffiti Trattamento nanotecnologico per metallo Protettivo antiacido per pietre naturali La superficie da trattare deve essere

Dettagli

Sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio

Sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio Sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio L estinzione dell incendio si ottiene per raffreddamento, sottrazione del combustibile soffocamento. Tali azioni possono essere ottenute singolarmente

Dettagli

LA SICUREZZA NEI LAVORI DI SALDATURA: NORME E COMPORTAMENTI. Ing. Sante Bacco

LA SICUREZZA NEI LAVORI DI SALDATURA: NORME E COMPORTAMENTI. Ing. Sante Bacco LA SICUREZZA NEI LAVORI DI SALDATURA: NORME E COMPORTAMENTI Ing. Sante Bacco Controllo del processo di saldatura Industrializzazione prodotti saldati Qualificazione del personale Qualificazione dei procedimenti

Dettagli

3974 AQUAPUR PRIMER 2K BEIGE

3974 AQUAPUR PRIMER 2K BEIGE 394 AQUAPUR PRIMER 2K BEIGE NOME CONVERTER DESTINAZIONE Primer idoneo per applicazione su superfici in ghisa, acciaio, leghe leggere (alluminio) e superfici zincate adeguatamente preparate. Idoneo per

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA 1.Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1.Identificatore del prodotto New Algin 1.2.Pertinenti usi identificati della sostanza o miscela alginato per impronte dentali

Dettagli

NITROTHERMSPRAY INTERNATIONAL PATENT. L azoto usato come fluido di trasporto nell industria delle vernici o assimilate, a basso impatto ambientale

NITROTHERMSPRAY INTERNATIONAL PATENT. L azoto usato come fluido di trasporto nell industria delle vernici o assimilate, a basso impatto ambientale NITROTHERMSPRAY INTERNATIONAL PATENT L azoto usato come fluido di trasporto nell industria delle vernici o assimilate, a basso impatto ambientale 5 maggio 2006 Ing. Ing. Teodoro Du Du Marteau Relatore

Dettagli

PRODOTTI PER AEROSOL

PRODOTTI PER AEROSOL PRODOTTI PER AEROSOL SONO REALIZZABILI CON SISTEMA TINTOMETRICO 1735 SONO REALIZZABILI CON SISTEMA TINTOMETRICO 1195 SONO REALIZZABILI CON SISTEMA TINTOMETRICO SPRAY-FACTORY PRODOTTI PER AEROSOL Franchi&Kim

Dettagli

Lavorazioni e Disegno

Lavorazioni e Disegno Lavorazioni e Disegno 1 Assiemi meccanici Ogni particolare, ogni singolo pezzo è realizzato con: materiale diverso; tecnologia (o tecnologie) differenti. Il disegno delle parti ne deve tenere conto 2 Classificazione

Dettagli

SCHEDA DI APPROFONDIMENTO TECNICO SULLA SALDATURA DEGLI ACCIAI SUPERFERRITICI AST470LI EN1.4613 E AST460LI EN1.4611

SCHEDA DI APPROFONDIMENTO TECNICO SULLA SALDATURA DEGLI ACCIAI SUPERFERRITICI AST470LI EN1.4613 E AST460LI EN1.4611 SCHEDA DI APPROFONDIMENTO TECNICO SULLA SALDATURA DEGLI ACCIAI SUPERFERRITICI AST470LI EN1.4613 E AST460LI EN1.4611 Acciai Speciali Terni Gli acciai inox superferritici della Acciai Speciali Terni: perché

Dettagli

Dispositivi di protezione individuale DPI

Dispositivi di protezione individuale DPI Cosa sono Dispositivi di protezione individuale DPI È considerato DPI qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata o portata dal lavoratore per tutelarsi da uno o più rischi per la sicurezza e

Dettagli

LA NITRURAZIONE. (versione gennaio 2006)

LA NITRURAZIONE. (versione gennaio 2006) LA NITRURAZIONE (versione gennaio 2006) Raccolta di appunti ad esclusivo uso interno ITIS VARESE - specializzazione meccanici. La nitrurazione è un processo che consente la formazione di nitruri durissimi

Dettagli